Feed aggregator

Samsung Galaxy S8: niente doppia fotocamera posteriore?

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 22:00

Samsung Galaxy S8: niente doppia fotocamera posteriore?
Tecnoandroid

Galaxy S8: fra poche settimane l’annuncio ufficiale!

Il Galaxy S8 continua ad essere oggetto di rumors ed indiscrezioni. Samsung svelerà il suo nuovo top gamma a fine marzo, e ci sono tanti dettagli non ancora del tutto chiari. Primo fra tutti quello che sarà il modulo fotografico dello smartphone che, secondo un’informazione trapelata oggi online, potrebbe non integrare una Dual-Camera.

Come ricorderete, Samsung ha stretto una partnership con l’azienda israeliana Corephotonics, specializzata nella realizzazione di doppi sensori. Dunque, l’azienda coreana sta evidentemente lavorando all’implementazione di una Dual-Camera sui propri dispositivi, ma sembra che non ci siano i tempi necessari per poterla implementare già a partire dal Galaxy S8 ed S8 Plus.

Dunque, il prossimo top gamma targato Samsung potrebbe integrare una fotocamera posteriore singola, una scelta che potrebbe davvero scatenare dibattiti a riguardo. Del resto, l’azienda coreana è chiamata a riscattare la questione legata al Galaxy Note 7, e per il Galaxy S8 ci si aspetta caratteristiche tecniche estremamente “spinta”.

Di contro però, non è escluso che l’azienda possa comunque integrare una doppia fotocamera posteriore, senza però utilizzare la specifica tecnologia della Corephotonics. Una situazione dunque molto “ingarbugliata”, che di fatto sarà risolta solo in sede di presentazione, quando finalmente scopriremo in via ufficiale il Galaxy S8.

Appuntamento dunque a fine marzo, con noi di TecnoAndroid che seguiremo ovviamente l’evento in presa diretta. Staremo a vedere che tipo di novità avrà in serbo Samsung per noi e, soprattutto, se questo smartphone riuscirà a riconquistare la fiducia degli utenti consentendo all’azienda di ritornare a primeggiare saldamente nel mercato della telefonia.

Samsung Galaxy S8: niente doppia fotocamera posteriore?
Tecnoandroid

Nvidia Shield Android TV: arriva l’aggiornamento 5.1 con tante novità

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 21:00

Nvidia Shield Android TV: arriva l’aggiornamento 5.1 con tante novità
Tecnoandroid

Nvidia Shield Android TV è uno dei box multimediali più apprezzati nel mondo del robottino verde. L’azienda americana ha rilasciato (anche per la versione 2017) l’aggiornamento 5.1, che non porta stravolgimenti, bensì una serie di interessanti novità. Andiamo a scoprirle insieme nel nostro articolo.

Innanzitutto, con questo update viene risolto i problemi legati ad Amazon Prime Video. Infatti, a bordo delle Nvidia Shield Android TV, il servizio di streaming del colosso
dell’e-commerce mostrava criticità nella gestione dell’audio surround e del controller. Tutti aspetti oggi definitivamente risolti con l’aggiornamento 5.1. Ma non è tutto.

La piattaforma GeForce NOW si arricchisce invece del supporto alla doppia vibrazione per lo Shield Controller in titoli come Tomb Raider e Lego Star Wars. Dunque, continua la grande attenzione dell’azienda americana per la parte gaming dell’Nvidia Shield Android TV, uno dei punti di forza di questo box multimediale, soprattutto in relazione ai diretti concorrenti.

Scontata l’introduzione di tutta una serie di miglioramenti prestazionali e bug-fix, tipici di qualsiasi aggiornamento software. Nvidia continua dunque a sviluppare questo dispositivo, nella logica di accaparrarsi, soprattutto in ottica futura, quello che sarà l’enorme mercato dei prodotti di intrattenimento domestici, un settore che varrà decine di miliardi di dollari nei prossimi anni.

Non è escluso che, nel corso dell’anno, possa essere presentata l’ennesima versione di questo Nvidia Shield Android TV. Continueremo dunque a seguire da vicino la situazione e vi terremo costantemente aggiornati a riguardo. Staremo a vedere se l’azienda americana ci stupirà ancora, oppure proseguire con una linea più continuativa, senza stravolgimenti della propria strategia commerciale.

Nvidia Shield Android TV: arriva l’aggiornamento 5.1 con tante novità
Tecnoandroid

TIM, rinnovi ogni 4 settimane anche sulla rete fissa: gli utenti non ne saranno molto felici

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 20:30

TIM, rinnovi ogni 4 settimane anche sulla rete fissa: gli utenti non ne saranno molto felici
Tecnoandroid

TIM annuncia l’ennesima rimodulazione

TIM ha da poco fatto un annuncio che sicuramente non verrà accolto con entusiasmo dai suoi clienti: le offerte riguardanti la telefonia fissa verranno rinnovate ogni 4 settimane e non più mensilmente.

Nell’annuncio fatto dalla telco numero uno per quanto riguarda il fisso leggiamo: “[…] a seguito delle mutate condizioni del mercato e a fronte dell’esigenza di allineamento delle nostre offerte al contesto competitivo, a partire dal 1° aprile 2017, le fatture non saranno più mensili ma verranno progressivamente emesse ogni 8 settimane; inoltre il corrispettivo degli abbonamenti delle offerte e dei servizi sarà calcolato su 28 giorni e non più su base mensile”.

La variazione contrattuale porterà dei ‘benefìci’ ad alcuni utenti e dei disagi ad altri clienti: “Per effetto delle suddette modifiche contrattuali, si determinerà – da un lato – un incremento del costo delle offerte pari all’8,6% su base annua e – dall’altro – un risparmio fino a 20 euro su base annua (se ricevi ancora la fattura cartacea e utilizzi i bollettini postali come strumenti di pagamento)”.

Questa è già la seconda rimodulazione annunciata da TIM nel corso di questo mese di febbraio. Vi ricorderete della variazione contrattuale di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa e che non permetterà più di navigare in Internet a velocità ridotta quando i Giga del proprio piano tariffario sono terminati. Per evitare gli effetti di questa seconda rimodulazione è possibile cambiare gestore senza incorrere in penali o in costi di disattivazione entro il 31 marzo 2017.

TIM, rinnovi ogni 4 settimane anche sulla rete fissa: gli utenti non ne saranno molto felici
Tecnoandroid

Samsung Galaxy Tab S3: diamo un’occhiata al manuale utente

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 20:00

Samsung Galaxy Tab S3: diamo un’occhiata al manuale utente
Tecnoandroid

Pecifiche che si preannunciano davvero competitive

Non è un mistero che, in occasione del Mobile World Congress, Samsung alzerà il sipario sul Galaxy Tab S3. Il tablet sarà svelato il 26 febbraio, ma in queste settimane sono già emerse tutta una serie di informazioni a riguardo. Oggi invece possiamo persino dare un’occhiata al manuale utente ufficiale.

Come potete vedere voi stessi nella galleria fotografica sottostante, questo manuale ci fornisce elementi molto interessanti. Innanzitutto, il Tab S3 sarà equipaggiato con ben quattro speaker stereo, un bel salto in avanti rispetto alla generazione precedente, una scelta che ricorda molto da vicino quella di Apple con gli iPad Pro.

Presente l’USB Type-C ed il tasto fisico frontale, che fungerà sia da tasto Home che da sensore di impronte digitali. Dunque, da questo punto di vista, una scelta in linea con il passato per Samsung. Molto interessante la questione legata alla S-Pen. Non ci sono dubbi sul fatto che ci sarà, così come però è ormai evidente che mancherà nel Tab S3 un alloggiamento interno per la penna.

Molto probabile dunque un aggancio con una clip per la S-Pen, per cui una soluzione differente rispetto a quella che abbiamo visto per la gamma Note. Infine, confermata la presenza di Android Nougat, una caratteristica comunque scontata per un tablet top gamma che viene lanciato a 2017 inoltrato.

A questo punto, non ci resta che attendere. Come detto in apertura, la presentazione di questo Galaxy Tab S3 è prevista per il 26 febbraio, a margine del Mobile World Congress. Staremo a vedere che tipo di sorprese di riserverà Samsung.

Samsung Galaxy Tab S3: diamo un’occhiata al manuale utente
Tecnoandroid

ZTE Gigabit, primo smartphone 5G al mondo presentato al MWC 2017

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 19:30

ZTE Gigabit, primo smartphone 5G al mondo presentato al MWC 2017
Tecnoandroid

Uno smartphone ZTE al MWC 2017?

Ci sono smartphone in grado di raggiungere velocità di download di un gigabit? Mentre ci avviciniamo alla connettività 5G, la nostra esperienza mobile è in procinto di diventare molto più veloce. E il primo device al mondo a sfondare questo primato sarà ZTE Gigabit.

ZTE possiede un vero e proprio portafoglio di smartphone progettati per il Mobile World Congress che si terrà a breve a Barcellona. Infatti, l’azienda ha pre-annunciato il loro imminente flagship: ZTE Gigabit, appunto.

La società lo descrive come “prospettico”, significato che incorpora quello della tecnologia che l’entourage stesso definisce come la speranza nel futuro. Mentre, quindi, pensiamo a schermi senza cornice e all’intelligenza artificiale, ZTE cerca di andare in un’altra direzione con il suo Gigabit e la strada intrapresa è quella della connettività dati ad alta velocità.

Il terminale è apparentemente in grado di scaricare i dati ad una velocità di 1 Gbps. Secondo ZTE, questa funzione si aprirà alla trasmissione video VR, all’accesso immediato ai file memorizzati nel cloud e una musica alta risoluzione in streaming. Sembra tutto molto eccitante. Dopo tutto, chi non vorrebbe una più velocità associata ad Internet a banda larga sul proprio smartphone?

Tuttavia, ZTE non ha voluto sottolineare come queste “promesse” saranno raggiunte o come sarà acquisita tale velocità. E l’azienda prevede di elaborare questi temi fino a quando non verrà dato l’annuncio ufficiale del device. Ma, fino ad allora, si può solo ipotizzare.

Ad esempio, ZTE Gigabit potrebbe essere il primo smartphone ad utilizzare il modem LTE X16 Qualcomm, che è anche il primo “modem LTE” ad avere una velocità massima di download di 1 Gbps. Il dispositivo, inoltre, è equipaggiato con il nuovo processore Snapdragon 835, che dovrebbe essere una caratteristica principale del (imminente, ma non troppo) Samsung Galaxy S8. La domanda, quindi, è: ZTE può annunciare Snapdragon 835 prima di Samsung? È possibile.

E per quanto riguarda le reti? Diversi operatori di tutto il mondo, hanno testato 1Gbps ed eseguito test reali nel corso dell’ultimo anno. Negli Stati Uniti, T-Mobile aveva pubblicato alla fine del 2016 un video che mostrava questa tecnologia in un prototipo smartphone che avrebbe potuto essere rilasciato a breve. Potrebbe essere il nuovo ZTE Gigabit?

ZTE Gigabit, primo smartphone 5G al mondo presentato al MWC 2017
Tecnoandroid

Samsung Galaxy Tab S3: venite per il firmware, rimanete per gli sfondi (foto)

Android World - Sun, 02/19/2017 - 19:14

Fra una settimana Samsung toglierà il velo a Galaxy Tab S3, ma da tempo ormai conosciamo forme e caratteristiche del dispositivo (nel caso qualcuno avesse dubbi poi, potrà già consultare il manuale di istruzioni per fugarli): da oggi è possibile anche scaricarne il firmware, anche se è più probabile che vi possano interessare gli sfondi che lo accompagnano.

Il firmware disponibile riguarda la variante Wi-Fi (codice SM-T820): la build risale allo scorso 13 febbraio, ed include la patch di sicurezza dello stesso mese. A differenza dei modelli precedenti, Galaxy Tab S3 verrà venduto solo con schermo da 9,7″; insieme a Galaxy S8, sarà il primo dispositivo Samsung ad essere venduto già con Android Nougat a bordo.

LEGGI ANCHE: Evento Samsung il 26 febbraio al Mobile World Congress

Vi lasciamo dunque ai wallpaper, tutti spiccatamente in stile Material Design: li abbiamo caricati in una galleria nel caso voleste solo sfogliarli. Nel caso in cui voleste invece utilizzarli su qualche altro dispositivo, potrete scaricare direttamente il file zip da Google Drive, il cui link è stato fornito dai colleghi si SamMobile.

13 vai alla fotogallery

L'articolo Samsung Galaxy Tab S3: venite per il firmware, rimanete per gli sfondi (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

OnePlus 3 e 3T: arriva Hydrogen OS 3.0 con Android 7.0 Nougat

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 19:00

OnePlus 3 e 3T: arriva Hydrogen OS 3.0 con Android 7.0 Nougat
Tecnoandroid

Ottime notizie per tutti i possessori di OnePlus 3 e 3T. Infatti, nella giornata di oggi, è stata rilasciata la Hydrogen OS 3.0 basata su Android 7.0 Nougat. Dunque, un nuovo update che consente di provare un’esperienza utente totalmente diversa rispetto alla classica Oxygen OS. Scopriamo insieme tutti i dettagli a riguardo.

Come ricorderete, OnePlus aveva stretto un accordo con CyanogenMod, la cui ROM era montata sui primi smartphone dell’azienda cinese. Con il OnePlus 2 nacque Hydrogen OS, un’interfaccia grafica personalizzata molto simile alla CyanogenMod stock. Dopo di che i rapporti tra le due aziende si sono deteriorati tanto da terminare la collaborazione.

A quel punto, sugli smartphone targati OnePlus è comparsa la Oxygen OS, interfaccia grafica personalizzata realizzata direttamente dall’azienda cinese. Contemporaneamente però la community di sviluppatori ha proseguito con il supporto alla Hydrogen OS, che oggi è giunta alla versione 3.0 con Nougat.

È bene sottolineare che, seppur questo update sia stato concepito per i OnePlus 3 e 3T del mercato cinese, è assolutamente possibile installarlo su quelli internazionali, potendo installare una ROM con a bordo la lingua inglese. Dunque, qualora foste interessati a provare questa Hydrogen OS 3.0, la cosa è assolutamente fattibile.

Ovviamente l’aggiornamento introduce tutte le novità di Nougat, che abbiamo ormai imparato ampiamente a conoscere. Inoltre, troviamo anche tutta una serie di nuove funzionalità dell’interfaccia grafica, che consentono davvero di poter provare un’esperienza utente nuova sui propri OnePlus 3 e 3T.

Vi ricordiamo comunque che, per procedere con l’installazione, dovete essere in possesso di nozioni legate al modding. In ogni caso, massima cautela.

OnePlus 3 e 3T: arriva Hydrogen OS 3.0 con Android 7.0 Nougat
Tecnoandroid

Ecco le prime immagini dal vivo di One X10, ma vi sembrerà di averlo già visto (foto)

Android World - Sun, 02/19/2017 - 18:45

Dopo la presentazione di U Ultra ed U Play a gennaio sapevamo che mancasse ancora un modello dalla line-up HTC per questa prima parte dell’anno, ovvero One X10. In rete sono apparse le prime immagini dal vivo del dispositivo: come potrete osservare anche voi nella galleria a fine articolo, sembra essere già bello e pronto per la messa in commercio, vista la presenza della pellicola protettiva che di solito si applica agli smartphone da confezionare.

Il design della parte posteriore riprende quello di altri modelli della serie One, con scocca in metallo, fotocamera posteriore rotonda con doppio flash LED e, subito sotto, il lettore di impronte digitali. Dall’immagine del retro è possibile anche leggere il codice identificativo, ovvero 2PXH100.

LEGGI ANCHE: HTC smetterà di fare smartphone economici

Non è la prima volta che in rete appare quel codice: già a dicembre il leaker Roland Quandt lo associava ad un nuovo smartphone HTC che aveva appena passato la certificazione Bluetooth presso il consorzio ufficiale, senza però rivelare altro. La parte frontale sembra invece discostarsi maggiormente, con pulsanti soft-touch in luogo del canonico tasto Home.

All’interno, come trapelato in precedenza, dovrebbe trovare posto un SoC Mediatek MT6755V/C octa core da 1,9 GHz e con GPU Mali T860. Le fotocamere dovrebbero raggiungere i 16,3 megapixel per quella posteriore ed i 7,9 per quella anteriore. Vedremo se nei prossimi giorni trapelerà anche un data d’uscita, visto anche l’avvicinarsi del MWC.

2 vai alla fotogallery

L'articolo Ecco le prime immagini dal vivo di One X10, ma vi sembrerà di averlo già visto (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

LineageOS, oltre 500000 dispositivi montano la custom ROM

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 18:00

LineageOS, oltre 500000 dispositivi montano la custom ROM
Tecnoandroid

Il nuovo logo di LineageOS

LineageOS ha immediatamente conquistato il cuore dei fan. Il nuovo progetto ha raccolto l’eredità della custom ROM CyanogenMod e gli appassionati hanno dato fiducia. Per questo, in poche settimane dal lancio ufficiale, gli sviluppatori hanno annunciato il superamento del primo traguardo.

Infatti sono state raggiunte oltre 500.000 installazioni attive a livello mondiale della custom ROM. Le statistiche cambiano di minuti in minuto e al momento in cui si scrive, si è già abbondantemente superato la cifra, arrivando a 524758. Gli sviluppatori inoltre hanno stilato la classifica dei dispositivi più utilizzati.

Al primo posto possiamo trovare il OnePlus One (bacon). La particolarità di questo dispositivo è che con le sue 40602 installazioni sembra molto amato dalla community.Infatti ha un numero doppio di utenti rispetto al secondo classificato, il Redmi Note 3 (kenzo) con 21735 installazioni. Staccato, anche se di pochissimo troviamo il terzo classificato OnePlus 3/3T (oneplus3) con 20938 installazioni. Il quarto posto spetta al Galaxy S3 (i9300) con 19905 installazioni.

Una menzione particolare va fatta per il Nexus 5, nome in codice hammerhead, che occupa la settima posizione della classifica con 14804 utenti attivi. Considerando che al momento quasi tutte le ROM rilasciate sono a livello di nightly e versioni sperimentali, si tratta di un ottimo risultato per il progetto LineageOS.

Si è lontani dagli oltre 10 milioni di utilizzatori di CyanogenMod raggiunti negli scorsi anni, ma se questa crescita dovesse venire confermata nel corso del tempo, molto presto il primato potrebbe essere raggiunto e superato. Ricordiamo che LineageOS supporta una moltitudine diversa di device e proprio nelle scorse ore sono stati aggiunti nuovi modelli compatibili.

LineageOS, oltre 500000 dispositivi montano la custom ROM
Tecnoandroid

XBox rilancia la sua offerta contro PS4 per un 2017 da leader del settore

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 17:00

XBox rilancia la sua offerta contro PS4 per un 2017 da leader del settore
Tecnoandroid

Nelle scorse settimane un mare di polemica si è abbattuto su Microsoft riguardo la gestione di XBox. Era infatti atteso per il 2017 il rilascio di un gioco esclusivo particolarmente desiderato da tutta la community di gamer. Stiamo parlando di Scalebound, un titolo destinato a giocatori della console Microsoft, il cui progetto però è stato cancellato in seguito a motivi non ancora precisi.

Molti clienti e fedeli possessori di XBox hanno iniziato ad invadere i forum del settore chiedendo spiegazioni riguardo il futuro della console. A rassicurare questi è sceso in campo direttamente il numero uno della compagnia, Phil Spencer, direttore del dipartimento game di Microsoft.

Secondo Spencer il 2017 sarà un anno che i possessori di XBox difficilmente dimenticheranno: “Stiamo preparando tante sorprese peri i nostri clienti a partire dal rilascio della console più potente mai creata, ovvero Project Scoprio (uscita prevista, giugno 2017, ndr), oltre ad assicurare loro una quantità maggiore di titoli in esclusiva rispetto allo scorso anno. Le sorprese per i nostri fedeli clienti non mancheranno, soprattutto all’E3″.

La console di Microsoft si candida quindi a dominatrice del mercato game per questo anno solare, sfidando ancora una volta Sony e la sua PlayStation 4, da poco uscita in veste Pro.

In attesa di conoscere nuovi aspetti e nuove caratteristiche della già entusiasmante XBox Scorpio, ricordiamo che sono stati già annunciati molti titoli in esclusiva per la console Microsoft. Tra questi ricordiamo i più importanti: Crackdown 3, State of Decay 2, Sea of Thieves e Phantom Dust.

 

XBox rilancia la sua offerta contro PS4 per un 2017 da leader del settore
Tecnoandroid

WebOS 3.5, la nuova piattaforma per le SmartTV LG

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 16:00

WebOS 3.5, la nuova piattaforma per le SmartTV LG
Tecnoandroid

Il topo di gamma delle SmartTV LG è la serie OLED

LG ha deciso di mostrare al grande pubblico la nuova rivoluzione in arrivo. Si tratta del sistema operativo per le Smart TV della casa coreana. Il nuovo software porterà la piattaforma proprietaria webOS alla version 3.5.

le maggiori novità che saranno introdotte saranno un nuovo design a livello grafico e un miglioramento sostanziale dell’usabilità. Infatti LG ha voluto semplificare l’esplorazione dei menù permettendo di navigare con maggiore facilità tra i contenuti. Grazie alla funzione “My Buttons“, sarà possibile scoprire e impostare una serie di scorciatoie per accedere direttamente a determinate funzioni, applicazioni e programmi.

Il funzionamento di questa modalità prevede l’associazione di un canale o applicazione ad un tasto del telecomanda, da 1 a 9. La pressione prolungata su uno dei tasti programmati, si accederà alla funzione desiderata. Il vantaggio di questa feature è la selezione immediata dei programmi preferiti senza il passaggio da menù intermedi.

È stata introdotta anche la funzione “Magic Link“. Sfruttando la ricerca contestale e la guida elettronica dei programmi, sarà possibile ricercare canali che trasmettono contenuti simili a quelli che si stanno guardando. Il vantaggio di questa ricerca è che verranno inclusi anche i risultatati provenienti da pagine internet e addirittura YouYube.

Inoltre è stato ampliato il supporto alla registrazione su chiavette USB. Infatti grazie alla funzione “Magic Zoom Recording” sarà possibile registrare solo una determinata porzione di schermo, come per esempio quella relativo ad una finestra aperta nella modalità Picture-in-Picture.

Arriva anche il supporto alla Realtà Virtuale con la possibilità di riprodurre sul televisore video e foto a 360° con la funzionalità “360-degree PLAY“. Il movimento sarà garantito sfruttando il telecomando Magic Remote. WebOS 3.5 arriverà sulle Smart TV del 2017. Al momento non è stata annunciata la compatibilità con altri modelli precedenti.

WebOS 3.5, la nuova piattaforma per le SmartTV LG
Tecnoandroid

Altro che 5G e connessione super veloce, in Italia il 4G è ancora una chimera

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 15:00

Altro che 5G e connessione super veloce, in Italia il 4G è ancora una chimera
Tecnoandroid

Numerose compagnie telefoniche affronteranno entro il 2017 la sperimentazione delle reti 5G, le linee superveloci che hanno l’obiettivo di connettere ancor di più le nostre vite. Nonostante l’arrivo di connessioni a più di un gigabyte di velocità in download, in Italia la situazione è tutt’altro che rosea. Altro che arrivo del 5G, la situazione del nostro paese ci dice che il 4G è ancora poco sviluppato e tocca a malapena il 20% del territorio.

La società di ricerca Ogury ha analizzato l’impatto delle connessioni telefoniche sul territorio italiano, classificando regione per regione lo sviluppo delle reti internet.

La regione maggiormente coperta da linea 4G è la Lombardia che risente soprattutto del forte investimento tecnologico sviluppato nell’hinterland milanese. In totale in Lombardia circa il 25% degli utenti utilizza il servizio di connessione veloce offerto dai provider telefonici. Sul podio delle regioni maggiormente all’avanguardia sotto questo aspetto troviamo la Toscana ed il Lazio: entrambe, comunque non superano il 23% di utilizzatori.

Le note dolenti arrivano dal Sud che, eccezion fatta per Campania e Sicilia, si colloca nella parte inferiore della classifica. Pecora nera in quanto a connessione 4G è il Molise in cui, anche a causa del suo territorio prevalentemente montuoso, solo il 9% degli abitanti utilizza il 4G.

Da questa analisi si evince uno stato particolarmente allarmante per l’Italia, soprattutto se confrontiamo la nostra penisola con i dati di altri paesi occidentali come gli Stati Uniti. Negli USA il 50% della popolazione utilizza il 4G. Sembra proprio un altro pianeta…

Altro che 5G e connessione super veloce, in Italia il 4G è ancora una chimera
Tecnoandroid

How to install pandom: a true random number generator for Linux

Linux Today - Sun, 02/19/2017 - 15:00

This tutorial explains how to install pandom: a timing jitter true random number generator

Pokémon GO, la lista completa dei Pokémon di seconda generazione

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 14:30

Pokémon GO, la lista completa dei Pokémon di seconda generazione
Tecnoandroid

I Pokémon di seconda generazione sono finalmente arrivati per la felicità di tutti coloro che giocano costantemente a Pokémon GO portando ben 80 nuovi animaletti. Con il nuovo update si aggiorna anche la possibilità di fare nuove forme evolutive (per esempio, Eevee), e avere nuovi strumenti necessari per farli evolvere tramite i PokéStop.

Nella nuova versione di Pokémon GO disponibile per Android ed iOS si possono trovare anche nuove bacche, nuovi avatar e tantissime nuove funzionalità. Interessante notare anche l’arrivo dei Pokémon con variazioni in base al sesso. Nei PokéStop, inoltre, saranno presenti nuovi oggetti che consentiranno al giocatore di far evolvere alcuni Pokémon in particolare. Interessanti le nuove bacche come la baccabana (rallenta i movimenti del Pokémon) o la baccababas (raddoppia il numero di caramelle se si cattura l’animaletto nel tentativo successivo).

 

Dopo questo aggiornamento anche Necrobot si è aggiornato in modo da supportare tutti i nuovi Pokémon e grazie ad esso sarà possibile catturare tutti i nuovi animaletti in modo completamente automatico sfruttando le caratteristiche avanzate di questo bot. Trovate la guida completa sempre sul nostro sito.

Lista completa Pokémon di seconda generazione

Aipom
Ampharos
Ariados
Azumarill
Bayleef
Bellossom
Blissey
Celebi
Chikorita
Chinchou
Cleffa
Corsola
Crobat
Croconaw
Cyndaquil
Delibird
Donphan
Dunsparce
Elekid
Entei
Espeon
Feraligatr
Flaaffy
Forretress
Furret
Girafarig
Gligar
Granbull
Heracross
Hitmontop
Ho-Oh
Hoothoot
Hoppip
Houndoom
Houndour
Igglybuff
Jumpluff
Kingdra
Lanturn
Larvitar
Ledian
Ledyba
Lugia
Magby
Magcargo
Mantine
Mareep
Marill
Meganium
Miltank
Misdreavus
Murkrow
Natu
Noctowl
Octillery
Phanpy
Pichu
Piloswine
Pineco
Politoed
Porygon2
Pupitar
Quagsire
Quilava
Qwilfish
Raikou
Remoraid
Scizor
Sentret
Shuckle
Skarmory
Skiploom
Slowking
Slugma
Smeargle
Smoochum
Sneasel
Snubbull
Spinarak
Stantler
Steelix
Sudowoodo
Suicune
Sunflora
Sunkern
Swinub
Teddiursa
Togepi
Togetic
Totodile
Typhlosion
Tyranitar
Tyrogue
Umbreon
Unown
Ursaring
Wobbuffet
Wooper
Xatu
Yanma

Pokémon GO, la lista completa dei Pokémon di seconda generazione
Tecnoandroid

Motorola XT1750, un nuovo entry-level svelato da FCC

Androidiani - Sun, 02/19/2017 - 14:15
Motorola XT1750, apparso nei database della Federal Communications Commission, potrebbe essere il nuovo smartphone di fascia entry-level della casa alata. (...)Continua a leggere Motorola XT1750, un nuovo entry-level svelato da FCC su Androidiani.Com © federicogambarelli for Androidiani.com, 2017. | Permalink | Tags del post: fcc, lenovo, motorola, Motorola XT1750

Chrome OS sfida Windows e si prepara ad entrare nel mondo dei mobile devices

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 14:00

Chrome OS sfida Windows e si prepara ad entrare nel mondo dei mobile devices
Tecnoandroid

La fase conclusiva dello scorso anno ci aveva lasciato in dote un’indiscrezione – poi smentita – riguardo una probabile fusione tra Android e Chrome OS – i due sistemi operativi di casa Google – che avrebbe dovuto originare un nuovo grande super prodotto dal nome Andromeda, valido sia per i dispositivi fissi sia per quelli mobili. La notizia, avanzata da una manciata di portali americani, si era conclusa in una bolla di sapone con una secca smentita arrivata proprio dagli uffici di Mountain View. Le cose però si stanno evolvendo in modo diverso.

Se dovremo arrenderci al pensiero di vedere Android sui computer fissi, lo stesso non si può dire di Chrome OS. Il sistema operativo dei Chromebook (il pc ufficiale di Google) potrebbe ben presto esordire sui dispositivi mobili, in particolare sui tablet.

Sarebbe già in fase di sviluppo un tablet (il cui progetto avrebbe il nome top secret “Scarlet”) con incorporato Chrome OS. Questo dispositivo avrebbe una caratteristica ben definita: non si tratterebbe di un tablet 2 in 1 come facilmente ipotizzabile.

Il sistema operativo di Google per computer presuppone di per sé una parte fisica. L’unico prototipo di tablet oggi presente su mercato con Chrome OS, il Samsung Chromebook Plus, ha nella tastiera elemento indispensabile per le sue prestazioni. Il dispositivo in lavorazione, invece, dovrebbe essere esclusivamente touch, il che lascerebbe presagire anche ad uno sviluppo diverso dello stesso OS.

Con questa mossa, Google evidentemente vuole lanciare un guanto di sfida a Microsoft che con il suo Windows 10 ha già da tempo puntato al mercato dei tablet.

Chrome OS sfida Windows e si prepara ad entrare nel mondo dei mobile devices
Tecnoandroid

Iraq: Forze irachene lanciano offensiva per liberare Mosul ovest dallo Stato Islamico (IS)

Guerre nel Mondo - Sun, 02/19/2017 - 13:34

Le forze irachene appoggiate dagli USA hanno lanciato una operazione militare su larga scala per cacciare i militanti dello Stato Islamico (IS) dalla parte occidentale della città di Mosul, che è stata nelle mani degli estremisti dal 2014.

Il primo ministro iracheno Haider al-Abadi ha annunciato l’inizio dell’operazione sulla tv di stato, dicendo che le forze governative si stavano muovendo per “liberare il popolo di Mosul dall’oppressione Daesh e per sempre da terrorismo”, usando l’acronimo arabo per IS.

[Continua a leggere…]

Facebook, come caricare foto e video in HD dall’app per Android

Tecnoandroid - Sun, 02/19/2017 - 13:00

Facebook, come caricare foto e video in HD dall’app per Android
Tecnoandroid

Facebook, ecco come caricare foto e video in HD mediante l’applicativo per Android

Facebook ha introdotto già da diversi mesi la possibilità di caricare contenuti (foto e video) in alta risoluzione mediante gli applicativi disponibili per smartphone e tablet iOS ed Android. Molti utenti, però, non sono ancora a conoscenza della funzionalità che rimane, per il momento disabilitata in maniera pre-impostata. Scopriamo insieme nella nostra guida, come caricare foto e video in HD su Facebook mediante il nostro smartphone/tablet Android.

Facebook, foto e video in HD una gioia per gli occhi

Si sente molto spesso dire che la qualità e la risoluzione non è sempre tutto. Certo è vero, come in ogni cosa, un buon contenuto è imprescindibile, ma sicuramente un buon contenuto con un ottima risoluzione ha quella spinta in più verso il successo. Se adoriamo fotografare e caricare i nostri scatti sul social network blu più diffuso al mondo (Facebook), è bene iniziare a prendere qualche accortezza e seguire la nostra guida. Un carico di mi piace dai vostri amici vi attende!

Di base, infatti, l’applicativo “Facebook” per Android ed iOS comprime le nostre fotografie prima di caricare sulla piattaforma. Ma la cosa sconvolgente è che in molti casi la compressione è eccessiva, con una conseguente perdita di qualità dell’immagine. Facendo un esempio, un’immagine con dimensioni originali di 3264 x 2448 pixels (peso di 2835 KB), viene caricata in via standard in una risoluzione di soli 1440 x 1080 pixels (peso di 187 KB); tuttavia, attivando l’opzione “Carica foto in HD“, la qualità sale fino a 2048 x 1536 pixels ( peso di 587 KB).

Procedura
  • Scaricare l’ultima versione dell’applicativo “Facebook” dal Google Play Store (Box per il download dell’app a seguire);
  • Aprire l’app in questione;
  • Recarsi in basso a destra e cliccare sulle tre lineette orizzontali;
  • Scendere nel meno e verso la fine dello stesso, cliccare sulla voce “Impostazioni applicazione“;
  • Mettere la spunta su “Carica foto in HD”.

    Facebook app per Android, spuntare “Carica foto/video in HD”

Caricare video in HD

Qualora si volessero caricare anche i video in altissima risoluzione, vi consigliamo di spuntare (nello stesso menù visto in precedenza) anche l’opzione “Carica video in HD“. Vi ricordiamo, però, che il caricamento in alta dimensione, specialmente di filmanti, potrebbe erodere il vostro piano dati internet. Vi consigliamo, pertanto, di essere parsimoniosi. Per ulteriori informazioni e novità su Android e sul mondo tecnologico in generale, continua a seguirci su TecnoAndroid.it!

Facebook, come caricare foto e video in HD dall’app per Android
Tecnoandroid

Hangouts raggiunge la versione 17: ecco quello che arriverà in futuro (foto)

Android World - Sun, 02/19/2017 - 12:46

Risulta disponibile un aggiornamento per Hangouts, l’app di chat Google la quale non ha bisogno di lunghe presentazioni. La nuova versione è la numero 17, ed è disponibile un teardown della stessa volto a scoprire cosa hanno in serbo gli sviluppatori per il futuro.

Di seguito, trovate le novità a livello di codice:

  • quando si riceverà un messaggio chat mentre si è in chiamata, apparirà un dialog mostrante una descrizione del messaggio piuttosto che una notifica
  • sarà presente un nuovo pulsante atto ad aprire una finestra/lista dei messaggi chat; la pressione prolungata sull’icona descriverà l’azione del pulsante stesso
  • premendo su uno dei messaggi nella chat, appariranno svariate opzioni come ad esempio Copia testo.

Novità non troppo eccitanti dunque, ma che comunque dimostrano l’impegno degli sviluppatori sul confezionare un prodotto sempre migliore. Quanti di voi utilizzano Hangouts tra le proprie app di messaggistica?

Nuove stringhe

<string name=”in_call_message_content_description_from” formatted=”false”>%s said, %s</string>
<string name=”in_call_chat_menu_title”>Message options</string>
<string name=”in_call_chat_menu_copy_text”>Copy text</string>
<string name=”in_call_message_copied_text_label”>Message text</string>
<string name=”show_in_call_message_button_content_description”>Show chat messages</string>
<string name=”hide_in_call_message_button_content_description”>Hide chat messages</string>

in_call_message_list_item_view.xml

<?xml version=”1.0″ encoding=”utf-8″?>
<FrameLayout android:layout_width=”wrap_content” android:layout_height=”wrap_content” android:layout_marginTop=”@dimen/in_call_message_list_item_top_padding”
xmlns:android=”http://schemas.android.com/apk/res/android”>
<LinearLayout android:gravity=”center_vertical” android:orientation=”vertical” android:id=”@id/message_item_view” android:layout_width=”wrap_content” android:layout_height=”wrap_content” android:layout_marginLeft=”@dimen/in_call_message_bubble_incoming_margin_inside” android:layout_marginRight=”@dimen/in_call_message_bubble_margin_incoming_outside” android:baselineAligned=”false”>
<TextView android:layout_gravity=”start” android:id=”@id/sender_name_text” android:layout_width=”wrap_content” android:layout_height=”wrap_content” android:maxWidth=”@dimen/in_call_message_bubble_content_max_width” android:lineSpacingExtra=”@dimen/in_call_message_bubble_text_line_spacing_extra” android:importantForAccessibility=”no” style=”@style/InCallMessage.Name” />
<com.google.android.apps.hangouts.views.WrapWidthTextView android:layout_gravity=”start” android:id=”@id/message_text” android:layout_width=”wrap_content” android:layout_height=”wrap_content” android:maxWidth=”@dimen/in_call_message_bubble_content_max_width” android:singleLine=”false” android:lineSpacingExtra=”@dimen/in_call_message_bubble_text_line_spacing_extra” android:importantForAccessibility=”no” style=”@style/InCallMessage.Text” />
</LinearLayout>
</FrameLayout>

in_call_message_list_view.xml

<?xml version=”1.0″ encoding=”utf-8″?>
<RelativeLayout android:orientation=”vertical” android:layout_width=”fill_parent” android:layout_height=”fill_parent”
xmlns:android=”http://schemas.android.com/apk/res/android”>
<android.support.v7.widget.RecyclerView android:id=”@id/message_list” android:background=”@android:color/transparent” android:paddingLeft=”@dimen/in_call_message_list_padding” android:paddingRight=”@dimen/in_call_message_list_padding” android:paddingBottom=”@dimen/in_call_message_list_padding_bottom” android:layout_width=”wrap_content” android:layout_height=”wrap_content” android:layout_marginRight=”@dimen/in_call_message_list_margin_end” android:cacheColorHint=”@android:color/transparent” android:layout_above=”@id/message_button_group” android:overScrollMode=”never” android:requiresFadingEdge=”vertical” />
<RelativeLayout android:id=”@id/message_button_group” android:background=”@color/in_call_message_button_background” android:layout_width=”@dimen/in_call_message_button_group_width” android:layout_height=”@dimen/in_call_message_button_group_height” android:layout_alignParentBottom=”true”>
<FrameLayout android:layout_width=”fill_parent” android:layout_height=”fill_parent” android:layout_centerHorizontal=”true” android:layout_centerVertical=”true”>
<ImageButton android:id=”@id/show_message_list_button” android:background=”@color/in_call_message_button_background” android:visibility=”gone” android:layout_width=”fill_parent” android:layout_height=”fill_parent” android:src=”@drawable/quantum_ic_chat_white_24″ android:contentDescription=”@string/show_in_call_message_button_content_description” />
<ImageButton android:id=”@id/hide_message_list_button” android:background=”@color/in_call_message_button_background” android:visibility=”gone” android:layout_width=”fill_parent” android:layout_height=”fill_parent” android:src=”@drawable/quantum_ic_chevron_left_white_24″ android:contentDescription=”@string/hide_in_call_message_button_content_description” />
</FrameLayout>
<ImageView android:id=”@id/message_indicator” android:visibility=”gone” android:layout_width=”@dimen/in_call_message_indicator_width” android:layout_height=”@dimen/in_call_message_indicator_height” android:layout_marginTop=”@dimen/in_call_message_indicator_margin_top” android:layout_marginRight=”@dimen/in_call_message_indicator_margin_end” android:src=”@drawable/in_call_message_indicator” android:layout_alignParentTop=”true” android:layout_alignParentRight=”true” android:importantForAccessibility=”no” />
</RelativeLayout>
</RelativeLayout>

L'articolo Hangouts raggiunge la versione 17: ecco quello che arriverà in futuro (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

TAG Connected Modular arriverà a marzo e punterà sulla personalizzazione

Android World - Sun, 02/19/2017 - 12:16

Come ben sappiamo, TAG Heuer Connected avrà un successore il cui arrivo è previsto per maggio e, grazie ai colleghi di AndroidCentral, possiamo ora conoscere alcune informazioni al riguardo.

Secondo AC, TAG Connected Modular arriverà il 14 marzo 2017 con caratteristiche uniche e Android Wear 2.0. I cinturini e gli agganci dello smartwatch saranno completamente personalizzabili, mentre la corona digitale sarà sostituibile con una classica, funzionalità al momento poco dettagliata ma che, in presenza di maggiori informazioni, non mancheremo di sviscerare.

LEGGI ANCHE: Lo smartwatch TAG Heuer va a ruba!

Quali saranno le caratteristiche uniche di TAG Connected Modular? Basterà attendere un altro mese per scoprire a fondo questo atteso wearable.

L'articolo TAG Connected Modular arriverà a marzo e punterà sulla personalizzazione sembra essere il primo su AndroidWorld.

Pages