Android World


MANUALINUX


Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 3 hours 22 min ago

Gmail cambia formato di versione e per il suo 15esimo anniversario vi permetterà di inviare email nel futuro

Fri, 03/15/2019 - 20:31

Quando il primo aprile 2004 venne lanciata Gmail, la maggior parte delle persone pensarono si trattasse di un pesce d’aprile: Google infatti offriva 1 GB di spazio personale quando gli altri al massimo arrivavano a qualche decina di MB. Tra 15 giorni il servizio di email di BigG compirà 15 anni e festeggerà l’occasione con un messaggio per gli utenti. Questa è una delle novità emerse dall’analisi dell’APK svolta dai colleghi di 9to5Google sull’ultima versione dell’app.

Parlando di versione, da oggi Gmail adotta un nuovo formato – come Google Play Giochi – passando dalla numerazione canonica (l’ultima era la versione 9.x) alla data. Per la precisione la release analizzata è quindi identificata dal codice 2019.03.03.238017425. La novità più corposa che emerge dal codice è che presto sarà possibile programmare l’invio di un’email direttamente nell’app stessa.

LEGGI ANCHE: La nostra prova della prima beta di Android Q

Gli utenti potranno scegliere un momento qualsiasi da 2 minuti nel futuro fino a un massimo di 50 anni. Il comando verrà quindi memorizzato in cloud e l’email inviata a prescindere dal fatto che lo smartphone sia collegato o meno alla Rete in quel momento. Un invio programmato potrà comunque essere cancellato prima della sua esecuzione a patto però che il dispositivo da cui si sta effettuando la richiesta di cancellazione sia connesso.

L’ultima novità riguarda invece gli amministratori di sistemi aziendali che potranno impedire la sincronizzazione e la ricezione di email agli account dei loro dipendenti se lo smartphone non risulta dotato di sistemi di sicurezza adeguati (per es. blocco del dispositivo). In questo caso l’utente riceverà una notifica che lo invita ad applicare un qualche sistema per innalzare la sicurezza del telefono.

L'articolo Gmail cambia formato di versione e per il suo 15esimo anniversario vi permetterà di inviare email nel futuro sembra essere il primo su AndroidWorld.

Da giugno Google compirà un piccolo ma significativo passo verso (l’estetica) Apple (foto)

Fri, 03/15/2019 - 19:50

Con un post sul suo blog per sviluppatori Google informa che dal prossimo 24 giugno entreranno in vigore le nuove regole per le icone delle app sul Play Store. Tutte le app e i giochi dovranno uniformarsi a uno standard uniforme e ben definito: icone quadrate con bordi smussati e prive di ombre esterne. Ai più potrà sembrare poca cosa, ma per gli androidiani d’annata abituati alla libertà di forme e soluzioni la novità sarà epocale.

Google afferma che il cambiamento porterà a un aspetto più coerente migliorando l’esperienza utente. D’altra parte bisogna notare che il cambiamento non riguarderà il Play Store su Android TV, WearOS e Android Auto e non modificherà nemmeno il modo in cui le icone vengono visualizzate dal launcher del proprio smartphone/tablet.

LEGGI ANCHE: La nostra prova della prima beta di Android Q

La transizione non sarà comunque repentina, è stato stabilito un calendario per scandire le varie tappe: dall’inizio di aprile gli sviluppatori potranno iniziare a caricare le nuove icone sulla Console Google Play. Dal primo maggio tutte le nuove icone dovranno tassativamente rispettare le nuove regole, mentre dal 24 giugno le vecchie icone saranno convertite automaticamente al nuovo formato. Qui potete trovare tutte le specifiche tecniche.

Al di là dei giudizi estetici è difficile che il pensiero non vada subito a confrontarsi con quell’universo dove tutte le icone sono immancabilmente e immutabilmente uguali le une alle altre e la griglia è inalterabile. Per chi si vantava di supportare un’estetica libera e aperta alla varietà la decisione forse rappresenterà una cocente delusione, ma chi percepiva l’attuale situazione come arruffata e caotica darà sicuramente il benvenuto alla novità.

9 vai alla fotogallery

L'articolo Da giugno Google compirà un piccolo ma significativo passo verso (l’estetica) Apple (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Mozilla lancia Fenix, il nuovo browser per Android che rivoluziona la gestione delle pagine (foto e APK download)

Fri, 03/15/2019 - 19:06

Non si può certo dire che Firefox se la passi bene su Android: con una percentuale di mercato ben al di sotto dell’1% è chiaro che Mozilla deve provare qualcosa di nuovo per smuovere le acque. In questo senso tempo fa erano emersi diversi indizi che lasciavano pensare che un nuovo progetto stesse prendendo forma. Dopo che negli ultimi mesi Firefox su Android non ha praticamente ricevuto aggiornamenti oggi scopriamo che Fenix sta per arrivare.

Si tratta di una rivisitazione dell’esperienza di browsing che segue le ultime tendenze tracciate anche da Google con Duet. Essenzialmente è un nuovo browser ricostruito dalle fondamenta sulla base del motore GeckoView e degli Android Components sviluppati da Mozilla.

La prima particolarità di Fenix è che la barra di navigazione è posizionata in basso, laddove è più facile da raggiungere anche sugli schermi sempre più grandi degli ultimi smartphone. Non solo gli elementi dell’interfaccia si trovano nella parte inferiore, ma le interazioni avvengono tramite swipe verso l’alto che permettono di scoprire ulteriori azioni.

LEGGI ANCHE: La nostra prova della prima beta di Android Q

Non c’è un tasto home perché non esiste una vera e propria home. La schermata principale infatti riepiloga i tab aperti. Proprio la gestione dei tab è forse la novità più rilevante: ogni volta che l’app viene chiusa tutte le pagine rimaste aperte vengono salvate in una “sessione”. All’apertura successiva questa sessione così come tutte le precedenti eventualmente salvate possono essere recuperate oppure se ne può iniziare una nuova.

Inoltre le singole pagine possono essere salvate manualmente e ogni sessione può anche essere condivisa tramite Firefox Sync con altri utenti oppure chiusa. Forse non si tratta di una funzione che troverà grandi applicazioni, ma rimane comunque una direzione ammirevole e originale.

Fenix è ancora nel pieno dei lavori di sviluppo, ma se siete curiosi potete già scaricare l’APK della versione nightly da qui (scegliete la versione arm/aarch64/x86 appropriata per il vostro dispositivo dalla colonna di destra). Qui sotto invece trovate alcune schermate dimostrative e la schematizzazione delle funzioni di cui abbiamo parlato.

 

7 vai alla fotogallery

L'articolo Mozilla lancia Fenix, il nuovo browser per Android che rivoluziona la gestione delle pagine (foto e APK download) sembra essere il primo su AndroidWorld.

L’ultima versione di Xiaomi Mi Fit vi permette di associare più dispositivi dello stesso tipo (APK download)

Fri, 03/15/2019 - 17:45

Buone notizie per i possessori di un wearable Xiaomi: l’azienda ha appena rilasciato un aggiornamento per Xiaomi Mi Fit. L’app è necessaria alla gestione dei tanti prodotti indossabili della società cinese ed è anche un hub generale per l’archivizione e la consultazione di tutte le informazioni relative a fitness e salute.

Oggi l’applicazione raggiungere la versione 3.5.9 portando miglioramenti per Mi Band 3 e anche altri dispositivi precedenti. Oltre agli usuali bugfix e ottimizzazioni generali, questa nuova versione software si caratterizza per la possibilità di associare più dispositivi dello stesso tipo e passare facilmente da uno all’altro.

LEGGI ANCHE: Gli ultimi render dello smartphone pieghevole Xiaomi

Se utilizzate uno dei prodotti Xiaomi che fanno capo all’app Mi Fit per il loro funzionamento, potete installare l’ultima versione disponibile dell’app direttamente dal Play Store usando il badge qui di seguito oppure, se preferite, potete scaricare l’APK da APK Mirror.

Download Mi Fit 3.5.9 gratis – APK Mirror

L'articolo L’ultima versione di Xiaomi Mi Fit vi permette di associare più dispositivi dello stesso tipo (APK download) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Tenetevi pronti: Huawei Mate X 5G sta per arrivare in Europa

Fri, 03/15/2019 - 17:31

Huawei è diventata la prima azienda a ricevere al certificazione per commercializzare un telefono 5G in Europa. Il vicepresidente Li Xiaolong infatti ha ricevuto il certificato da Stefan Kischka, presidente dell’ente certificatore tedesceo TÜV Rheinland. Il telefono in questione è proprio quel Mate X il cui schermo pieghevole ha fatto tanto parlare durante l’ultimo MWC.

La certificazione è obbligatoria per ogni tipo di prodotto prima di essere messo in vendita nell’Area Economica Europea e attesta che l’oggetto è sicuro e soddisfa una serie di requisiti ambientali e di salute.

LEGGI ANCHE: Il nostro confronto Galaxy S10e vs. iPhone XR

La notizia è importante perché la certificazione significa due cose: che il telefono è pronto a sbarcare nel Vecchio Continente e che evidentemente Huawei sta già lavorando alla produzione di massa del dispositivo. Quindi, se non l’avete già fatto vi consigliamo caldamente di iniziare a mettere da parte i vostri soldi.

L'articolo Tenetevi pronti: Huawei Mate X 5G sta per arrivare in Europa sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il pieghevole di Xiaomi potrebbe arrivare prima del previsto ed essere molto più abbordabile della concorrenza (foto)

Fri, 03/15/2019 - 17:13

Dopo essere stato uno dei temi più caldi della seconda metà dello scorso anno, da poco abbiamo finalmente iniziato a vedere i primi esemplari di smartphone con schermo pieghevole. All’ultimo MWC infatti Samsung e Huawei hanno presentato due modelli che hanno fatto la storia. Tra gli altri, Motorola sta lavorando su un progetto che promette molto bene e Oppo ha mostrato un mese fa i suoi progressi.

E Xiaomi? L’azienda cinese ha svelato un prototipo proprio al MWC dopo che a gennaio aveva fatto circolare un video dimostrativo. Oggi dall’Oriente arriva la notizia che il dispositivo – il cui nome potrebbe essere Mi Flex o Mi Fold – dovrebbe essere commercializzato nel secondo trimestre di quest’anno a circa 6.700 yuan (999$).

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S10e vs. iPhone XR

Se la cosa dovesse rivelarsi corretta sarebbe il primo smartphone di questo tipo a scendere sotto i 1.000€ (e ben lontano dai 2.000€ necessari per Samsung Galaxy Fold). Improvvisamente un dispositivo del genere non sarebbe più così inavvicinabile per molti utenti. Probabilmente inoltre la mossa di Xiaomi potrebbe spingere altri produttori a rivedere i propri prezzi, magari innescando una spirale al ribasso in grado di accelerarne la diffusione sul mercato.

Le specifiche di questo telefono-tablet non sono ancora note, per ora si parla di Snapdragon 855, almeno 8 GB di RAM e una MIUI rivisitata per sfruttare al meglio le varie soluzioni offerte dallo schermo pieghevole. In attesa di maggiori dettagli vi lasciamo ai render del sito olandese Let’s Go Digital che ha ricostruito e immaginato l’aspetto finale di Xiaomi Mi Flex/Fold.

7 vai alla fotogallery

L'articolo Il pieghevole di Xiaomi potrebbe arrivare prima del previsto ed essere molto più abbordabile della concorrenza (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy Watch Active da oggi in Italia, con un piccolo omaggio

Fri, 03/15/2019 - 17:03

Presentato insieme a Galaxy S10, il Galaxy Watch Active è il nuovo smartwatch di Samsung che si propone di combinare le esigenze degli sportivi con uno stile sobrio ed elegante.

Dopo alcune settimane di attesa, questo nuovo orologio intelligente è ora disponibile sul mercato: inoltre, chi lo ordina entro il 29 marzo riceverà in omaggio il Samsung Wireless Battery Pack, caricabatterie portatile con ricarica wireless.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy S10e

Galaxy Watch Active è disponibile nelle colorazioni argento, nero, oro rosa e verde al prezzo di 249€; potete trovarlo nelle principali catene di elettronica o su Amazon. Di seguito il comunicato stampa completo.

Comunicato Stampa

Samsung Galaxy Watch Active arriva oggi in Italia

 

 Lo smartwatch di nuova generazione orientato al fitness e al benessere è disponibile

con una promozione speciale: tutti coloro che acquistano Galaxy Watch Active dal 15 al 29 marzo

potranno ricevere in omaggio un Wireless Battery Pack

 

Milano, 15 marzo 2019 Arriva oggi in Italia il nuovo Samsung Galaxy Watch Active, lo smartwatch che riunisce il meglio dell’ecosistema Galaxy di Samsung combinando alla perfezione efficienza e stile. Presentato lo scorso 20 febbraio in occasione dell’evento Unpacked, il nuovo dispositivo indossabile Samsung approda sul mercato italiano con una promozione speciale. Acquistando il nuovo Galaxy Watch Active dal 15 al 29 marzo si ha la possibilità di ricevere in omaggio il Samsung Wireless Battery Pack (EB-U1200CSEGWW), il comodo caricabatterie portatile che consente di ricaricare device in modalità wireless, in modo da non rimanere mai a corto di energia anche quando non c’è nessuna presa a disposizione. Per poter usufruire della promozione e ricevere il Samsung Wireless Battery Pack direttamente a casa è sufficiente, dopo aver acquistato Galaxy Watch Active, registrare su Samsung Members il prodotto.

Galaxy Watch Active è lo smartwatch adatto a chi è attento alla moda ma al tempo stesso vuole condurre uno stile di vita più sano ogni giorno. Dotato di funzionalità Premium, Galaxy Watch Active presenta una linea sportiva che lo rende sottile, leggero e versatile. Il suo design, infatti, punta su discrezione e leggerezza, con un pratico display che consente di visualizzare velocemente tutti i traguardi raggiunti. È possibile abbinare all’elegante quadrante personalizzabile un cinturino sportivo, scegliendo tra quattro colorazioni Silver, Black, Rose Gold e Green per rispecchiare in pieno il proprio stile.

“Per i consumatori il benessere assume un valore sempre più rilevante; per questo gli utenti sono alla ricerca di dispositivi indossabili che li aiutino quotidianamente a mantenersi attivi e in forma”, ha dichiarato Carlo Carollo, vicepresidente della divisione Telefonia di Samsung Electronics Italia“Il nuovo Galaxy Watch Active è stato progettato per tutti gli stili di vita, con l’obiettivo di soddisfare le diverse esigenze, grazie a migliori funzionalità di monitoraggio che semplificano il percorso orientato al benessere di ognuno di noi e coniugando efficienza, eleganza e praticità”.

Le funzionalità di monitoraggio dell’attività fisica, del sonno e del benessere fanno di Galaxy Watch Active un coach personale in grado di guidare verso il raggiungimento del benessere psico-fisico. Questo dispositivo combina gli aspetti migliori della tradizione Galaxy con funzionalità ottimizzate orientate alla forma fisica e al benessere.

  • Monitoraggio dell’allenamento. Galaxy Watch Active è in grado di capire automaticamente se si sta correndo, usando la cyclette, il vogatore, l’ellittica o iniziando un allenamento dinamico. Oppure, basta scegliere l’attività che si preferisce e iniziare: si possono selezionare manualmente oltre 39 attività, impostare gli obiettivi giornalieri e monitorare i progressi.
  • Analisi del sonno: Galaxy Watch Active si preoccupa anche della qualità del sonno, tenendo traccia di quattro diversi livelli, inclusa la fase REM, in modo da poter controllare il sonno e monitorarne i cicli.
  • Gestione dello stress. Gestire lo stress ora è semplice, grazie alla funzionalità Stress Tracker disponibile in Galaxy Watch Active. È possibile tenere sotto controllo i livelli di stress e puntare al benessere a lungo termine, iniziando con esercizi di respirazione direttamente dal widget.

 

Galaxy Watch Active arricchisce lo stile di vita degli utenti ed espande la loro esperienza digitale integrandosi perfettamente nell’ecosistema Galaxy. Galaxy Watch Active è compatibile con Android e iOS*, offre funzionalità di allenamento in tempo reale, monitoraggio delle attività all’aperto o al chiuso e offre app di terze parti molto utilizzate, come Under Armour, Spotify e Strava. È, inoltre, possibile controllare Galaxy Watch Active usando la voce grazie alle funzionalità vocali di Bixby** che permettono di effettuare chiamate o inviare messaggi senza prendere in mano il telefono.

Galaxy Watch Active è in vendita nelle principali insegne di elettronica di consumo e negli shop online nelle colorazioni Silver, Black, Rose Gold e Green al prezzo di 249€.

L'articolo Galaxy Watch Active da oggi in Italia, con un piccolo omaggio sembra essere il primo su AndroidWorld.

Yongnuo YN450: nuovi dettagli sulla mirrorless con Android (video)

Fri, 03/15/2019 - 16:33

Vista per la prima volta lo scorso novembre, la Yongnuo YN450 torna sotto i riflettori. Ci sono infatti nuovi dettagli sulla mirrorless con cuore di smartphone. Infatti la YN450 è una fotocamera il cui sistema operativo è basato con Android ed offre anche connettività mobile, grazie ad uno slot per scheda SIM 4G.

Il tutto senza rinunciare alla sua natura primaria, quella di fotocamera. Come già sapevamo la Yongnuo YN450 ha un sensore 4/3 ed è compatibile con ottiche Canon EF. A gestire la componentistica, per scattare foto a 16 MP o girare video 4K a 30 fps, c’è un chip Qualcomm con CPU octa-core.

LEGGI ANCHE: Migliori fotocamere, la nostra lista

Non ci sono invece dettagli sull’interfaccia, ma lo schermo touch 5″ 1080p promette bene. Tornando sul discorso connettività, oltre al già citato LTE, troviamo anche GPS e Wi-Fi, proprio come un telefono moderno. A tal proposito, c’è anche una feature davvero peculiare per una fotocamera: una cam sul retro per farsi i selfie.

La capacità della batteria già la conoscevamo, 4.000 mAh; grazie a questo accumulatore l’azienda stima 4 ore di utilizzo continuo. Sulla carta questa Yongnuo YN450 è molto interessante. Ad esempio l’unione di un sensore 4/3 con un chip Qualcomm ci incuriosisce non poco. Altre cose ci lasciano più dubbiosi: visto il sensore, perché un attacco Canon EF invece di adottare il più compatto e variegato sistema micro 4/3?

A questo punto per capire quali sono le effettive capacità di questa curiosa alternativa, che punta in effetti ad un mercato blindato, non resta che aspettare le prime prove con mano. Purtroppo non ci sono notizie su una data di debutto.

L'articolo Yongnuo YN450: nuovi dettagli sulla mirrorless con Android (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Meizu M8, la recensione (foto e video)

Fri, 03/15/2019 - 16:09

Benché Meizu non sia più sulla bocca di tutti, è indubbio che per un periodo la famiglia “M” di Meizu è stata fra le più gettonate da chi cercava alternative economiche ai classici brand. È per questo che questo Meizu M8 è particolarmente interessante. Scopriamolo nella recensione completa.

LEGGI ANCHE: Migliori auricolari bluetooth

6.5

Confezione

Confezione abbastanza scarna quella di Meizu M8. Abbiamo un alimentatore da soli 5V/1.5A e un cavo USB/microUSB. Non troviamo quindi né gli auricolari e né una cover omaggio.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Meizu M8 è uno smartphone compatto e abbastanza leggero (con i suoi 159 grammi). È realizzato in metallo e risulta molto solido, una perfetta alternativa difficile da trovare nella sua fascia di prezzo. In mano si tiene bene e non è troppo scivoloso. I tasti fisici, tutti sul lato destro si raggiungono bene e hanno un buon feedback al click. Viste le dimensioni l’utilizzo con una sola mano non è impossibile e il lettore di impronte sul retro non è scomodo da utilizzare.

8.0

Hardware

La scheda tecnica non vi farà sobbalzare sulla sedia, ma ha comunque alcuni spunti interessanti. Fra questi sicuramente l’accoppiata di memoria RAM e memoria per i dati è la più interessante: abbiamo ben 4 GB di RAM e ben 64 GB di memoria interna, che è molto difficile trovare sotto i 200€. La memoria è poi espandibile se si sceglie di rinunciare allo slot per la seconda nanoSIM. Il processore è un Mediatek Helio P22 octa core da 2 GHz e la connettività a supporto è discreta. Abbiamo il Wi-Fi n dual band, il Bluetooth 5.0 e il led di notifica (un po’ piccolo). Purtroppo manca il chip NFC. Rapido e preciso il lettore di impronte sul retro. Abbiamo poi anche il supporto allo sblocco con il volto, seppur sempre in versione “non sicura”, ovvero 2D.

SCHEDA: Meizu M8

7.0

Fotocamera

Meizu M8 è dotato di una fotocamera doppia: 12 megapixel ƒ/2.2 e 5 megapixel ƒ/1.9. Le foto che è possibile realizzare sono discrete e fino allo scorso anno assolutamente più che adeguate in questa fascia. Purtroppo l’asticella si è alzata molto di recente e quindi per quanto siano accettabili e tranquillamente riutilizzabili in perfette condizioni di luce, lo stesso non possiamo dire in caso di poca luce o luce troppo forte. L’HDR si attiva manualmente ed è discreto, ma un po’ lento. Non ci sono particolari funzionalità di scatto degne di nota, se non quella di sfocatura. Le immagini sono adeguate, ma non certo esaltanti, sia in termini di dettaglio che di nitidezza. Lo stesso vale anche per i video in FullHD, che non hanno una grande nitidezza e sono un po’ tremolanti.

11 vai alla fotogallery

7.5

Display

Lo schermo di questo Meizu M8 non sarà quello di un top di gamma, ma era ovviamente impossibile aspettarsi il contrario. Si tratta comunque di un discreto HD+ (720 x 1440 pixel) in tecnologia LTPS IPS. Non è luminosissimo e la risoluzione non sarà altissima, ma considerando la dimensioni (5,7 pollici) è assolutamente accettabile. Tra le impostazioni troviamo la possibilità di perseverare la vista riducendo la luce blu, con l’omonima opzione.

6.5

Software

Meizu M8 viene commercializzato con Android 8.1 aggiornato con le patch di ottobre 2018. Benché questo non ne pregiudichi l’utilizzo giornaliero è indubbio che è abbastanza strano non trovarlo aggiornato a patch più aggiornate di quelle di oltre 5 mesi fa. Non certo un buon segno. Tra le funzionalità degne di nota di questa FlyMe 7 troviamo l’app sicurezza, l’area protetta, i temi da scaricare e la possibilità di usare delle gesture di navigazione, che però non abbiamo trovato particolarmente comode e a cui abbiamo preferito i classici tasti di navigazione nella parte bassa. L’intero sistema non è poi dei più fluidi e questo non ha sicuramente contribuito ad apprezzare il “flusso” di navigazione.

10 vai alla fotogallery

7.5

Autonomia

Buona l’autonomia della batteria da 3100 mAh. Probabilmente anche grazie alle prestazioni non proprio brillanti del processore che quindi tende a consumare meno di altri concorrenti. È estremamente difficile non arrivare a fine giornata con una singola carica. Purtroppo non è supportata la ricarica rapida.

7.5

Prezzo

Il prezzo di Meizu M8 è stato da poco abbassato arrivando a 179€, un prezzo decisamente interessante, sopratutto per chi cerca uno smartphone con certi requisiti minimi.

Foto 7 vai alla fotogallery

L'articolo Meizu M8, la recensione (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

MediaWorld “Speciale TV” fino al 17 marzo: si parte da 129€, ecco i modelli in sconto solo online (foto)

Fri, 03/15/2019 - 15:24

Weekend perfetto per cambiare TV! Dopo la promo NO IVA di Unieuro, ecco la risposta di MediaWorld. Fino a domenica 17 marzo la catena di elettronica propone una selezione di 44 televisori in sconto, con la campagna “Speciale TV” valida solo online.

La scelta certamente non manca, soprattutto se considerate che il modello più economico costa 129€ ed il top 5.736€. A chi ha intenzione di acquistare un TV consigliamo di dare un’occhiata alla lista dello Speciale TV MediaWorld qua sotto e anche alla già citata promo di Unieuro, magari aiutandovi con la nostra guida all’acquisto dedicata proprio ai televisori.

5 vai alla fotogallery

L'articolo MediaWorld “Speciale TV” fino al 17 marzo: si parte da 129€, ecco i modelli in sconto solo online (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Xiaomi Redmi Note 6 Pro assaggia Android 9.0 Pie con la nuova MIUI Global Beta (foto)

Fri, 03/15/2019 - 15:07

Una delle principali novità delle nuove MIUI Global Beta ROM rilasciate in questi giorni è l’arrivo di Android 9.0 Pie su Xiaomi Redmi Note 6 Pro. Il medio gamma dell’azienda cinese può iniziare ad assaporare i tanti cambiamenti apportati da Pie, in attesa che tutto venga perfezionato al meglio prima del rilascio finale.

La nuova versione software MIUI 10 Global Beta 9.3.11 ha portato in dote il passaggio di versione da Oreo a Pie e tutte le innovazioni già avvistate su altri dispositivi Xiaomi nei mesi precedenti. Si tratta, come detto, di una versione Beta ancora in sviluppo, dunque per installarla dovrete scaricarla manualmente dal forum ufficiale MIUI.

LEGGI ANCHE: Recensione Xiaomi Redmi Note 6 Pro

Per il rilascio in formato stabile della nuova MIUI 10 con Pie su Xiaomi Redmi Note 6 Pro potrebbero essere necessarie varie settimane. Vi daremo conferma dell’aggiornamento non appena sarà disponibile per questo dispositivo.

2 vai alla fotogallery

L'articolo Xiaomi Redmi Note 6 Pro assaggia Android 9.0 Pie con la nuova MIUI Global Beta (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Torna Special Minuti 50GB, la miglior tariffa di Vodafone a soli 6,99€

Fri, 03/15/2019 - 15:00

A partire da oggi, 15 marzo, è nuovamente disponibile Special Minuti 50 GB sotto forma di winback, dedicata ad alcuni clienti che tornano in Vodafone. Questa promozione al costo di soli 6,99€ è disponibile per chi riceve l’apposito SMS, che recita:

Torna in Vodafone e hai 50 Giga in 4G e minuti illimitati verso tutti a 6,99 euro al mese. Hai tempo fino al 21/03. Corri subito nei nostri negozi per conoscere tutti i dettagli e attivare l’offerta

Vodafone Special Minuti 50 GB include il seguente bundle:

  • minuti illimitati
  • 50 GB in LTE
LEGGI ANCHE: Tutte le offerte Vodafone

Inoltre, fino a nuovo ordine, l’offerta può essere attivata recandosi in un centro Vodafone da chi proviene da uno dei seguenti operatori virtuali: PosteMobile, LycaMobile, Fastweb Mobile, PosteMobile Full, BT Enia Mobile, Digi Italy, ERG Mobile,1 Mobile, BT Italia full MVNO, Rabona Mobile, NoiTel Mobile, SimPiù Digitel Italia, Digi Mobile FULL. Per chi proviene invece da Iliad o Kena Mobile, il costo sale a 7,99€.

Salvo proroghe, la promozione sarà attivabile fino al 21 marzo.

L'articolo Torna Special Minuti 50GB, la miglior tariffa di Vodafone a soli 6,99€ sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il nuovo Android Go di Samsung potrebbe essere Galaxy A2 Core: ecco com’è fatto

Fri, 03/15/2019 - 14:38

Non sarà lo smartphone più bello del mondo, ma potrebbe essere uno dei più economici della line-up di Samsung per il 2019. Stiamo parlando del nuovo Samsung Galaxy A2 Core, il presunto entry-level con Android Go già svelato da Evan Blass, meglio conosciuto come @evleaks.

Il nuovo modello sarebbe identificato dal codice SM-A260 ed avrebbe un design abbastanza antiquato: schermo non molto ampio con bordi molto vistosi, singola fotocamera posteriore con flash e due fori per l’altoparlante principale, posizionato subito sotto la fotocamera sul retro.

La cosa più interessante è che questo nuovo Galaxy A2 Core potrebbe essere il primo Android Go della serie A di Samsung, dunque dovrebbe avere un hardware molto basico: solo 1 GB di RAM, poca memoria interna e forse il SoC Exynos 7870.

LEGGI ANCHE: Nuovo nome per i Pixel 3 Lite

La presunta data di presentazione ufficiale è quella indicata sulla lockscreen: il nuovo Samsung Galaxy A2 Core potrebbe debuttare il 22 marzo 2019, anche se per adesso non abbiamo alcuna conferma ufficiale a riguardo. Se volete dargli un’occhiata da vicino, trovate di seguito i render pubblicati da evleaks.

1 vai alla fotogallery

L'articolo Il nuovo Android Go di Samsung potrebbe essere Galaxy A2 Core: ecco com’è fatto sembra essere il primo su AndroidWorld.

Trony “Sconti di Primavera” 15-21 marzo: solo online su TV, smartphone, fotocamere e robot aspirapolvere (foto)

Fri, 03/15/2019 - 12:04

Trony resta fedele alla sua “programmazione” e porta sulle sue pagine una nuova mandata di sconti solo online. Il nome della campagna questa volta è “Sconti di Primavera”, che sarà valida dal oggi 15 marzo fino al prossimo 21 marzo.

Tra i protagonisti ci sono diversi articoli tech, tra chi smartphone, TV, fotocamere e wearable. Le parti più smart di questi sconti primaverili vi aspettano qua sotto. Sul sito della catena ci sono anche elettrodomestici ed articoli per la casa.

SmartphoneTV 1 vai alla fotogallery Speaker BluetoothFotocamereWearableRobot aspirapolvere

L'articolo Trony “Sconti di Primavera” 15-21 marzo: solo online su TV, smartphone, fotocamere e robot aspirapolvere (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Pensate che 48 MP siano tanti per uno smartphone? Qualcomm è pronta a supportarne oltre 100!

Fri, 03/15/2019 - 11:58

Qualche giorno fa Qualcomm ha deciso di aggiornare le informazioni relative alle specifiche tecniche di alcuni dei suoi SoC, aggiungendo un dato davvero sorprendente: come si può leggere sul sito ufficiale della società americana, i chip di fascia media e alta supportano ora fotocamere con risoluzione fino a 192 MP!

Ma da dove spunta questo dato e perché, sinora, non era mai stato rivelato in precedenza? La questione è abbastanza delicata e per questo sono stati gli stessi responsabili Qualcomm a spiegarla. A quanto pare, infatti, i chip Snapdragon più recenti e più potenti hanno sempre potuto supportare questa strabiliante risoluzione per i sensori fotografici, anche se fino a questo momento nessuno ne era a conoscenza.

Risoluzione massima: sì, ma quale?

Finora Qualcomm non ha mai indicato la “vera risoluzione massima” dei sensori supportata sui suoi SoC, ma ha preferito rivelare il dato della risoluzione massima per gli scatti a 30 fps o a 60 fps, vale a dire le modalità per le quali si possono attivare le tecnologie MFNR (multi-frame noise reduction) e ZSL (zero shutter lag). Una scelta ragionevole, visto che tali modalità di scatto sono quelle utilizzate normalmente dagli utenti sui propri smartphone, dunque l’indicazione della risoluzione massima dei sensori riportata da Qualcomm aveva un senso prettamente pratico più che tecnico.

Dopo l’arrivo dei primi smartphone con sensori fotografici a 48 MP, come ad esempio il Redmi Note 7 Pro, la società è stata costretta a cambiare metodo di riferimento sul proprio sito ufficiale, visto che tale risoluzione non era contemplata. Negli ultimi giorni ha aggiornato le schede tecniche dei chip Snapdragon 855, 845, 710, 675, 670, 660, scrivendo proprio “192 MP” come risoluzione massima per i sensori delle fotocamere singole ed indicando anche le altre risoluzioni specifiche compatibili con MFNR o ZSL.

Questo ha permesso di approfondire la conoscenza di come Qualcomm gestisce le diverse risoluzioni a seconda della modalità utilizzata dall’app fotocamera. Infatti, sebbene i nuovi sensori abbiano una risoluzione massima di 48 MP, per utilizzare MFNR e ZSL devono abbassare questo dato: non è un caso, ad esempio, che gli scatti standard di Redmi Note 7 Pro e di altri smartphone con sensore a 48 MP siano riscalati a 12 MP. Ciò avviene perché i singoli pixel vengono fusi insieme tramite gli algoritmi di MFNR, in modo da produrre uno scatto con meno rumore digitale. È possibile anche utilizzare realmente tutti e 48 i megapixel del sensore, ma in questo caso la foto avrà molto più rumore e il tempo di scatto sarà più lungo.

Smartphone con oltre 100 MP in arrivo

Tornando a parlare dei 192 MP indicati da Qualcomm come limite per i suoi chip attuali, bisogna dire che al momento non esiste alcun sensore fotografico per smartphone capace di arrivare ad una simile risoluzione. O meglio, sarebbe più giusto dire che non esiste ancora alcun sensore di questo tipo, visto che ben presto le cose potrebbero cambiare.

Qualcomm ha dichiarato che è al lavoro con alcuni partner per la produzione e il supporto di questi nuovi sensori per dispositivi mobili, che dovrebbero arrivare ad oltre 100 MP. La produzione dovrebbe essere avviata a breve, dunque è possibile che possano essere utilizzati già per gli smartphone da lanciare entro fine anno.

Il chipmaker americano non sembra essere molto contento di questa tendenza al rialzo per i megapixel dei sensori fotografici da smartphone, ma non può che accettare questa situazione e cercare di supportare al meglio le soluzioni tecniche proposte dai produttori.

LEGGI ANCHE: Huawei mostra i muscoli del suo zoom 10xSnapdragon 865 supporterà il “suo” HDR10+

Ci sono novità interessanti anche per i progetti futuri. Qualcomm sta lavorando ad una nuova tecnologia proprietaria per quanto riguarda il supporto allo standard HDR10+ per la registrazione video. Al momento la società utilizza un’implementazione realizzata da Samsung, ma la sua nuova tecnologia potrebbe debuttare a partire dal prossimo chip top gamma, che dovrebbe chiamarsi Snapdragon 865.

1 vai alla fotogallery

L'articolo Pensate che 48 MP siano tanti per uno smartphone? Qualcomm è pronta a supportarne oltre 100! sembra essere il primo su AndroidWorld.

Steam Link Anywhere vi farà giocare ovunque sul vostro smartphone, anche quando non siete a casa (foto)

Fri, 03/15/2019 - 10:43

Il servizio Steam Link si fa ancora più interessante su Android, grazie al supporto di una funzionalità che lo rende utilizzabile ovunque, anche al di fuori della propria abitazione. Stiamo parlando dell’integrazione di Steam Link Anywhere, che da ora può essere utilizzato su smartphone e tablet Android.

L’app di Steam Link è disponibile in versione Beta sin dallo scorso anno su Android, ma il supporto a Steam Link Anywhere è stato aggiunto solo con l’aggiornamento alla build 688. Anche in questo caso si tratta di una funzionalità ancora in versione beta, ma le premesse sono molto interessanti.

Sinora Steam Link poteva funzionare solo se lo smartphone e il PC erano collegati alla stessa rete locale, dunque sfruttava questa rete per fare lo streaming dei giochi dal PC al dispositivo mobile. Da ora, invece, grazie a Steam Link Anywhere  è possibile fare lo streaming anche senza essere sulla stessa rete locale, cosa che permette di giocare anche quando siamo fuori casa e lontani dal nostro PC.

Le uniche limitazioni di questo sistema sono relative alle connessioni Internet utilizzate: il PC su cui gira il gioco deve avere una buona banda in upload, mentre lo smartphone ha bisogno di una corrispettiva buona banda in download.

LEGGI ANCHE: Steam Link for Galaxy

Per il resto, tutto funziona in maniera simile a quanto visto in precedenza. Per attivare il servizio, è necessario accedere alle impostazioni di Steam Link sul PC, fare il pairing col proprio dispositivo mobile che si vuole utilizzare e poi usare l’app per giocare direttamente dallo smartphone.

Se siete utenti Steam e volete fare una prova del servizio, potete scaricare gratuitamente l’app di Steam Link Beta dal link che trovate di seguito.

3 vai alla fotogallery

L'articolo Steam Link Anywhere vi farà giocare ovunque sul vostro smartphone, anche quando non siete a casa (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Facebook Gaming, la risposta del social network a Twitch e YouTube

Fri, 03/15/2019 - 10:14

Il mercato del gaming è un settore in grande crescita, e Facebook non ha intenzione di lasciarsi scappare l’occasione di dire la sua: il social network ha iniziato il roll out di un nuovo tab chiamato Facebook Gaming, che sarà il fulcro per i fan dei videogiochi. Questa nuova sezione, che sta già iniziando ad apparire sulle app Android e iOS, va ad aggiungersi al portale web già lanciato diversi mesi fa (a cui vanno i nostri complimenti per il nome di fb.gg).

In cima al tab troviamo i giochi che abbiamo giocato di recente su Facebook e qualche suggerimento su altri titoli da provare, ma scorrendo la timeline ci addentriamo in video gameplay, post di software house e commenti di famosi streamer. Un’esperienza sostanzialmente identica a quella di Facebook, ma unicamente dedicata al mondo del gaming.

LEGGI ANCHE: Facebook vuole diventare l’hub per l’intrattenimento

Lo scopo, ovviamente, è far concorrenza a Twitch e YouTube, che attualmente dominano la scena del videogiochi: per farlo, Facebook vuole garantire margini di guadagno più alti agli streamer, sperando che questi decidano di cambiare piattaforma di riferimento. Ad esempio, per il suo sistema di abbonamenti, Facebook chiede il 30%: la stessa cifra di YouTube, ma ineriore al 50% di Twitch.

Il social network sembra volerci provare davvero e, alcuni mesi fa, ha anche lanciato un’app Android (chiamata sempre Fb.gg), che tuttavia non è ancora disponibile nel nostro paese. Riuscirà Facebook nel suo intento di rosicchiare fette a YouTube e Twitch? Lo scopriremo nei prossimi mesi: gli utenti non mancano ma, per essere una valida alternativa, il social network dovrà riuscire a garantire una certa attenzione alle necessità settore, cosa tutt’altro che scontata.

L'articolo Facebook Gaming, la risposta del social network a Twitch e YouTube sembra essere il primo su AndroidWorld.

Xiaomi lancia la nuova MIUI 10 Global Beta ROM 9.3.14: ecco tutti i dispositivi aggiornati

Fri, 03/15/2019 - 10:13

Xiaomi ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento per la versione sperimentale della sua interfaccia MIUI. Stiamo parlando per la precisione della nuova MIUI 10 Global Beta ROM 9.3.14, in arrivo su una vasta quantità di smartphone della società cinese.

Le due novità più importanti di questo nuovo aggiornamento sono relative agli sfondi animati e alla schermata di sblocco del dispositivo, sulla quale è possibile rimanere anche dopo lo sblocco col volto. L’apposita opzione si può attivare nelle impostazioni di sistema.

La nuova versione è già disponibile per i seguenti modelli Xiaomi: Redmi 3S, Redmi Note 4 MTK, Redmi Note 3 Special Edition, Redmi 4X, Mi 5s, Redmi 4A, Mi Max 2, Redmi Note 5A / Redmi Y1 Lite, Redmi Note 5A Prime / Redmi Y1, Mi 6, Mi MIX 2, Redmi Note 5 / Pro, Mi Note 2, Mi MIX, Mi MIX 2S, POCO F 1, Mi 8, Redmi 6A, Redmi 6, Mi Max 3, Redmi 5A, Redmi 5, Mi Note 3, Mi 5s Plus, Mi 8 pro, Redmi Note 6 Pro, Mi 8 Lite, Redmi 6 Pro India, Mi MIX 3.

Ci sono invece alcuni problemi per Redmi Note 4 Qualcomm / Redmi Note 4X (mido), Redmi 5 Plus e Redmi S2, per i quali l’aggiornamento è stato sospeso e sarà probabilmente rilasciato solo in seguito.

LEGGI ANCHE: Recensione Xiaomi Mi9

Se siete già iscritti al programma Beta di Xiaomi, riceverete in automatico il nuovo aggiornamento sul vostro dispositivo. Per installarlo da zero, invece, potete consultare le istruzioni complete presenti sul forum MIUI a questo indirizzo.

L'articolo Xiaomi lancia la nuova MIUI 10 Global Beta ROM 9.3.14: ecco tutti i dispositivi aggiornati sembra essere il primo su AndroidWorld.

In offerta su Amazon: PlayStation Plus e Xbox Live Gold, SSD Samsung Nokia 3310 ed Apple Watch

Fri, 03/15/2019 - 10:13

Un venerdì di offerte Amazon davvero non male, soprattutto se avete una console. Tra gli sconti più interessanti di oggi ci sono infatti quelli per gli abbonamenti ad PlayStation Plus e Xbox Live Gold. Chi preferisce qualcosa di più tangibile può invece ripiegare sulle altre offerte.

Monitor e notebook gaming, Apple Watch Serie 3, un bel SSD Samsung da 512 GB ed anche i particolare Nokia 3310 3G nella sgargiante colorazione gialla vi aspettano qua sotto, insieme a tutti gli altri ribassi che abbiamo scovato per voi su Amazon Italia.

Abbonamenti gaming in sconto


Nota: se il prezzo dovesse differire da quello indicato nell’articolo è a causa del fatto che i pezzi in promozione sono esauriti o l’offerta a tempo scaduta.

E non solo…

ALTRE OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L'articolo In offerta su Amazon: PlayStation Plus e Xbox Live Gold, SSD Samsung Nokia 3310 ed Apple Watch sembra essere il primo su AndroidWorld.

Non c’è proprio da scherzare con OPPO Reno: hardware da super top di gamma con vista sul 5G (foto)

Fri, 03/15/2019 - 10:11

Pochi giorni fa, OPPO ha alzato i veli sul suo nuovo marchio Reno, contraddistinto da un logo vivace e colorato, che potrebbe aver spinto i più a sottovalutare la notizia. Alcuni rumor subito successivi parlavano inoltre di un primo smartphone Reno dotato di specifiche da medio di gamma, corroborando le prime impressioni. Ma l’abito non sempre fa il monaco e, secondo una nuova e più corposa fuga di notizia, il primo OPPO Reno sarà uno smartphone top di gamma con il quale tutti dovranno fare i conti.

Secondo le ultime indiscrezioni infatti, OPPO Reno avrebbe tutte le carte in regola per non sfigurare dinnanzi ai top di gamma più blasonati: si parla infatti di una tripla fotocamera posteriore, con il sensore principale rappresentato dal Sony IMX586 da 48 megapixel e doppia apertura f/1.5 e f/2.4, coadiuvato da un sensore ultra grandangolare e un teleobiettivo capace di zoom ottico 10x.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S10e vs iPhone XR, il nostro confronto

Il SoC sarebbe invece quanto di meglio abbia da offrire ora il mercato, ovvero lo Snapdragon 855, affiancato da 8/10/12 GB di RAM e 128/256 GB di memoria interna UFS 2.1. L’ottima batteria da 4.065 mAh saprà caricarsi completamente in 40 minuti grazie alla sbalorditiva ricarica rapida VOOC 4.0 da 50 W. E non dimentichiamoci nemmeno del display, un’unità Dynamic AMOLED da 6,4″ in risoluzione full HD+ con supporto HDR10+ e lettore di impronte integrato, oltre ad un piccolo notch a goccia sulla parte superiore. Ma non è ancora tutto.

OPPO ha grandi progetto per il marchio Reno, come la partnership con Lamborghini per una variante esclusiva dotata di 12 GB di RAM, 512 GB di memoria interna UFS 3.0, batteria maggiorata da 5.000 mAh e un prezzo a dir poco fuori scala: circa 1.300€ in Cina! Come se non bastasse, OPPO ha in cantiere anche una variante 5G, con taglio di memoria 12/256 GB e batteria da 5.000 mAh, ma probabilmente la vedremo più avanti rispetto alle altre più tradizionali.

Nota finale su Breeno, l’assistente vocale che OPPO sta sviluppando per i nuovi smartphone Reno, e sui possibili prezzi di vendita: la variante base, chiamata Reno Light Deluxe e dotata di taglio di memoria 8/128 GB dovrebbe costare 3.700 yuan (circa 487€), a salire fino ai quasi mille euro della variante 12/256 GB. Prezzi decisamente alti per il mercato cinese, c’è dunque curiosità di scoprire quali varianti OPPO deciderà di portare in Europa (l’arrivo da noi è confermato) e a quale prezzo le fisserà. Qui sotto in galleria vi lasciamo anche una serie di scatti attribuiti alle fotocamere del futuro OPPO Reno.

Specifiche Tecniche OPPO Reno 2 vai alla fotogallery Scatti realizzati da OPPO Reno 6 vai alla fotogallery

L'articolo Non c’è proprio da scherzare con OPPO Reno: hardware da super top di gamma con vista sul 5G (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Pages



Condividi: