Android World


MANUALINUX


Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 5 hours 15 min ago

App gratis e in offerta della settimana (20 – 24 maggio 2019)

Mon, 05/20/2019 - 11:37

Puntuale come ogni lunedì ritornano le offerte per le app gratis o in sconto sul Play Store di Google. La nostra selezione manuale aggiornata di giorno in giorno vi propone il meglio dei contenuti in offerta sul negozio ufficiale per Android, indicando quali sono quelli a prezzo scontato e quali quelli completamente gratuiti. Se volete approfittarne, trovate di seguito le liste.

Offerte app del 20 maggio 2019App gratisApp in sconto
  • Tape-a-Talk Pro Voice Recorder (scade fra 4 giorni): Registratore vocale con funzionalità avanzate
  • Mental Hospital IV HD (scade fra 7 giorni): Scoprite i segreti dell’ospedale psichiatrico più pauroso che ci sia
  • Data Defense (scade fra 7 giorni): Tower defense con grafica minimale dalle meccaniche molto originali
  • Rebuild 3: Gangs of Deadsville (scade fra 7 giorni): Una città distrutta da ricostruire e tanti personaggi che possono diventare amici o nemici

L'articolo App gratis e in offerta della settimana (20 – 24 maggio 2019) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Amazon rilancia la Huawei Week dal 20 al 26 maggio: Mate 20 e Mate 20 Pro in super sconto

Mon, 05/20/2019 - 10:34

Riparte anche questa settimana la Huawei Week, una serie di offerte Amazon dedicate in esclusiva ai prodotti della casa cinese valida dal 20 al 26 maggio. Protagonisti principali di questa settimana sono gli smartphone Huawei, in particolare quelli della serie Mate 20, con ghiotti sconti sui prezzi di listino e pratici accessori in regalo.

Per la precisione, potete acquistare Huawei Mate 20 da 4/128 GB a soli 399€ con uno speaker Bluetooth in regalo, mentre Huawei Mate 20 Pro da 128 GB più cover originale in omaggio costa 579€ in sconto. Le altre offerte riguardano Huawei P20 Lite, P Smart 2019, P Smart+ 2019, P30 Lite e P30.

LEGGI ANCHE: Recensione Huawei Mate 20 Pro

Nella lista in basso trovate le migliori offerte per la serie Mate 20, mentre per consultare il catalogo completo della promozione potete andare sulla pagina dedicata di Amazon Italia a questo indirizzo.

ALTRE OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L'articolo Amazon rilancia la Huawei Week dal 20 al 26 maggio: Mate 20 e Mate 20 Pro in super sconto sembra essere il primo su AndroidWorld.

Redmi Note 7S ufficiale in India: la quintessenza del déjà vu

Mon, 05/20/2019 - 10:31

Nei giorni scorsi erano apparse in rete le prime informazioni relative ad un nuovo smartphone targato Redmi, possibile evoluzione del recente Redmi Note 7. Ed ecco che Redmi Note 7S è stato svelato ufficialmente in India, ma per il mercato internazionale si tratta di una novità ben poco rilevante e ora vi spieghiamo perché.

Redmi Note 7S: Caratteristiche Tecniche
  • Schermo: 6,3″ full HD+ (1.080 x 2.340 pixel, 19,5:9), contrasto 1.500:1, luminosità 450 nit, 84% NTSC Color Gamut,  Corning Gorilla Glass 5
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 660 octa-core
  • GPU: Adreno 512
  • RAM: 3 / 4 GB LPDDR4x
  • Memoria interna: 32 /64 GB espandibile (con microSD fino a 256 GB)
  • Fotocamera posteriore: 48 megapixel 0,8 μm pixel size, ISOCELL Bright GM1, f/1.79, PDAF, EIS + 5 megapixel, f/2.2 e 1,12 μm pixel size
  • Fotocamera frontale: 13 megapixel, f/2.0 e 1,12 μm pixel size
  • Connettività: hybrid dual SIM (nano + nano/microSD), dual 4G LTE, Wi-Fi 802.11 ac (2,4 /5GHz) Bluetooth 5, GPS + GLONASS, USB Type-C, jack audio, infrarossi
  • Dimensioni: 159,21 x 75,21 x 8,1 mm
  • Peso: 186 grammi
  • Batteria: 4.000 mAh con Quick Charge 4
  • OS: Android 9 Pie con MIUI 10

Quando a gennaio Redmi Note 7 venne lanciato nel mondo, sul mercato indiano approdò una variante meno pregiata, in particolare per quanto riguarda il comparto fotografico, sottotono rispetto alla versione sbarcata anche in Italia. Ora Redmi ha deciso di pareggiare i conti, lanciando in India questo Redmi Note 7S che, come potete constatare voi stessi dalle specifiche, non è altro che lo stesso Redmi Note 7 che è possibile acquistare in Italia, ovvero dotato di una fotocamera principale da 48 megapixel. Il resto delle specifiche è invece invariato e ne fanno tuttora uno dei migliori smartphone di fascia media sul mercato.

Uscita e Prezzo

Redmi Note 7S sarà disponibile in India a partire dal 23 maggio, nelle colorazioni Onyx Black, Sapphire Blue e Ruby Red , a partire da 10.999 rupie (circa 142€). Come già spiegato, lo smartphone non è altro che un Redmi Note 7 Global rimarchiato per il mercato indiano, dunque è quasi certo che non lo vedremo mai dalle nostre parti sotto quel nome.

Immagini 1 vai alla fotogallery

L'articolo Redmi Note 7S ufficiale in India: la quintessenza del déjà vu sembra essere il primo su AndroidWorld.

Qualcomm e Samsung monopolizzano la Top 10 di AnTuTu, ma la vetta rimane a Xiaomi (foto)

Mon, 05/20/2019 - 10:20

AnTuTu, nota piattaforma di benchmarking, stila ogni mese una classifica con gli smartphone più performanti sul mercato Android. Lo scorso mese l’ondata degli Snapdragon 855 di Qualcomm aveva rivoluzionato la classifica. Questo mese la monopolizza, andando a prendersi tutte le prime 7 posizioni.

Destino simile per Samsung, che con 6 dispositivi in classifica (tutti Samsung Galaxy S10, nelle diverse varianti) occupa la gran parte dei posti disponibili, ma non riesce comunque a prendere la vetta, che rimane nelle mani di Xiaomi Mi9.

LEGGI ANCHE: Cosa succederà tra Huawei e Google?

Xiaomi che si prende anche la medaglia d’argento, grazie al suo Mi BlackShark 2, uno smartphone per gli appassionati di gaming che incorpora una nuova tecnologia per la dissipazione del calore e che permette prestazioni molto elevate. Prendono le altre due posizioni rimaste vivo e LG, rispettivamente al quinto e sesto posto con iQOO e G8 ThinQ.

 

1 vai alla fotogallery

L'articolo Qualcomm e Samsung monopolizzano la Top 10 di AnTuTu, ma la vetta rimane a Xiaomi (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Su Google Maps per Android arrivano le segnalazioni degli Autovelox! (foto)

Mon, 05/20/2019 - 10:11

L’avevamo vista in azione negli Stati Uniti e in poche altre nazioni ma a quanto pare la funzionalità si sta lentamente facendo strada anche in Italia. La segnalazione ci arriva da un membro del nostro gruppo Facebook (iscrivetevi!): su Google Maps, in una normalissima tratta della Toscana, sono apparse le segnalazioni degli autovelox presenti sulla strada.

Siamo certi si tratti della stessa funzionalità annunciata a gennaio da Google stessa visto l’utilizzo degli stessi simboli. Qualche cenno di novità si era avuto a marzo con alcuni utenti che avevano riportato la possibilità di segnalare gli autovelox con un apposito pulsante. Prima di continuare diamo un’occhiata allo screenshot.

La versione di Google Maps su cui il nostro lettore è riuscito a visualizzare gli autovelox è la 10.16.1, ma la presenza di tale funzionalità non sembra dipendere né dalla versione di Maps né tanto meno dallo smartphone. Gli screenshot in questione sono stati catturati su un Samsung Galaxy S9. Abbiamo cercato di ottenere lo stesso risultato utilizzando sempre un S9 con Maps aggiornato alla medesima versione visualizzando la stessa tratta senza riuscire a visualizzarli. Si tratta quindi come spesso accade di un aggiornamento lato server. Nel caso comunque vogliate provare qui trovate l’ultima versione di Maps.

Nello screenshot gli autovelox sono segnalati nella schermata relativa alla creazione del percorso e la loro posizione dovrebbe basarsi proprio sulle segnalazioni dei vari utenti. Gli autovelox dovrebbero poi essere mostrati anche durante la navigazione, ma non abbiamo ancora avuto modo di testare la funzionalità.

Grazie a Walter
per la segnalazione!

L'articolo Su Google Maps per Android arrivano le segnalazioni degli Autovelox! (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung e l’arte: Galaxy S11 sarà identificato con “Picasso”?

Mon, 05/20/2019 - 06:46

Il prossimo top di gamma Samsung sarà Galaxy Note 10, il quale arriverà verso fine anno ed è identificato con il nome in codice di un genio dell’arte e della scienza italiano come Leonardo Da Vinci. La stessa sorte potrebbe essere riservata a Galaxy S11.

Nonostante manchi quasi un anno al lancio dello smartphone, il quale porterà avanti la fortunata gamma dei Galaxy S dell’azienda sudcoreana, Ice Universe nel suo tweet (riportato in fondo all’articolo) ha collegato lo smartphone a Pablo Picasso. Il cognome dell’artista spagnolo dovrebbe corrispondere al nome in codice del dispositivo.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S10, la recensione

Chiaramente è davvero troppo presto per sbilanciarsi minimamente sulle caratteristiche tecniche del dispositivo.

Galaxy S11 R & D code: Picasso pic.twitter.com/AOtMq61Rou

— Ice universe (@UniverseIce) May 19, 2019

L'articolo Samsung e l’arte: Galaxy S11 sarà identificato con “Picasso”? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google Keep comincia a ricevere il tema scuro: lo avete anche voi? (foto)

Sun, 05/19/2019 - 20:23

Pian pianino tutte le app di Google stanno ricevendo il tema scuro. Oggi è il turno di Google Keep (o Note di Keep, ad essere precisi), ma purtroppo non è disponibile da subito per tutti.

Stiamo infatti parlando di un aggiornamento lato server che si applica a partire dalla versione 5.19.19. Il rilascio è in graduale espansione, ma non sappiamo con che rapidità arriverà a tutti.

Purtroppo i possessori di schermi Amoled dovranno accontentarsi: il tema scuro non mostra uno sfondo completamente nero, ma, anzi, il tutto si tinge di grigio.

LEGGI ANCHE: WhatsApp è sempre la più scaricata, ma solo TikTok contrasta il dominio delle app di Facebook

Per attivarlo basterà andare all’interno delle impostazioni e scegliere l’opzione “attiva tema scuro”. Ma se doveste ricevere l’aggiornamento tra molto tempo, non preoccupatevi: ci sarà una schermata introduttiva al nuovo tema appena il server avrà deciso che ne siete degni.

4 vai alla fotogallery

L'articolo Google Keep comincia a ricevere il tema scuro: lo avete anche voi? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Poweramp si aggiorna: supporto ad Android Q e novità per la lettura delle cartelle

Sun, 05/19/2019 - 19:59

Poweramp, uno dei più diffusi player multimediali anche per dispositivi Android, ha ricevuto un nuovo aggiornamento che ha introdotto diverse novità.

L’update si riferisce alla build 828 della versione 3 ed introduce il supporto ad Android Q, il quale permetterà la corretta lettura dei file multimediali memorizzati sul dispositivo. Inoltre, l’aggiornamento ha introdotto anche diverse novità per la disposizione e la lettura delle cartelle di sistema e per la gestione dei controlli multimediali e dei profili audio.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 3a XL, la recensione

L’aggiornamento dovrebbe essere in fase di distribuzione attraverso il Play Store. Qui sotto trovate il relativo badge di download ed il link per scaricare ed installare manualmente l’ultima versione rilasciata.

Poweramp Music Player v3-build-828-uni | Download APKMirror

L'articolo Poweramp si aggiorna: supporto ad Android Q e novità per la lettura delle cartelle sembra essere il primo su AndroidWorld.

Firework è un nuovo social network tutto nuovo che non teme l’orientamento dei video (video e foto)

Sun, 05/19/2019 - 19:46

Al giorno d’oggi è davvero difficile affermarsi nell’ambito dei social network, ormai i giganti hanno ancorato le loro radici nei cuori e negli smartphone della maggior parte degli utenti ed i nuovi arrivati devono apportare davvero delle idee innovative per avere un buon seguito. L’idea innovativa in questi sensi potrebbe averla avuta lo studio di sviluppo Loop Now Technologies, supportata dalla stessa venture capital che permesso l’affermazione di Snapchat e Musical.ly, sviluppando Firework.

Un nuovo modo di vedere i video in mobilità

Firework è un’app che nasce focalizzata sui video ma che si è sviluppata come un vero e proprio social network, allo stato attuale può essere assimilabile al primo periodo di Instagram, il quale era quasi esclusivamente un social network fotografico. L’app è ben fatta, l’interfaccia è molto curata e riesce anche a differenziarsi bene dai suoi rivali più illustri. All’avvio vi chiederà i classici permessi e la creazione di un account se non lo avete già, associabile anche a quello di Facebook o Google.

Venendo al sodo, Firework basa praticamente tutta la sua originalità nella possibilità di visualizzare dei video che non hanno un orientamento specifico: ruotando il display durante la visione i video si adatteranno automaticamente e dinamicamente all’orientamento acquisito. L’effetto è molto piacevole e apporta immersività all’esperienza di visione. L’altro punto a favore è la possibilità di registrare i propri video basandosi sulla caratteristica dell’orientamento adattabile dinamicamente.

Per il resto Firework presenta i classici tratti dei social network: al primo avvio potrete settare le vostre aree sociali di interesse e gli hashtag da seguire. Dunque vediamo alcune caratteristiche di Instagram ed altre introdotte da Facebook, anche se non abbiamo mai avuto la sensazione di usare un clone dei social network più blasonati. Se gli si vuole trovare un punto a sfavore è la poca diffusione nel nostro paese e pertanto ospita molti contenuti in italiano, sebbene a livello globale conti già più di 1 milione di utenti.

Download gratuito

Chiaramente l’app è disponibile al download gratuito sia su Play Store che su App Store: se voleste provare trovate i rispettivi badge di download qui sotto. In basso trovate anche un video che mostra chiaramente la particolare caratteristica di adattamento di dinamico dell’orientamento video.

10 vai alla fotogallery

L'articolo Firework è un nuovo social network tutto nuovo che non teme l’orientamento dei video (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

WhatsApp è sempre la più scaricata, ma solo TikTok contrasta il dominio delle app di Facebook

Sun, 05/19/2019 - 19:21

Sensor Tower ha appena presentato il suo report relativo alle app per dispositivi mobili maggiormente scaricate dagli utenti, sia sulla piattaforma Android che iOS, nel primo trimestre del 2019.

Non vi sembrerà strano che le app del gruppo Facebook Inc. dominano la top 5: al primo posto c’è WhatsApp, scaricata circa 220 milioni di volte in tre mesi, poi Messenger, al quarto Facebook ed in quinta posizione Instagram. L’unica sorpresa è TikTok che si è piazzata al terzo posto. A completare le prime 10 per numero di download ci sono ShareIt, Youtube, Like Video, Netflix e Snapchat.

LEGGI ANCHE: OnePlus 7 Pro, la recensione

Categorizzando la classifica per piattaforma, i dati mostrano che il numero di download da Play Store è considerevolmente più alto rispetto a quello relativo ad App Store, e la classifica delle app Android più scaricate e sostanzialmente uguale a quella generale.

Relativamente alle app iOS la situazione è diversa: in cima troviamo proprio TikTok che resiste in vetta da 5 trimestri consecutivi e che supera per download YouTube, Instagram, WhatsApp e Messenger. Su iOS Facebook si piazza al sesto posto, preceduta da Netflix (principalmente grazie ai download da iPad), Google Maps e Gmail a chiudere la top 10.

L'articolo WhatsApp è sempre la più scaricata, ma solo TikTok contrasta il dominio delle app di Facebook sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy Note 10 prenderebbe il meglio di Galaxy S10 e OnePlus 7 Pro, ed un design inaspettato (foto)

Sun, 05/19/2019 - 19:04

Il prossimo top di gamma di Samsung sarà Galaxy Note 10, il quale arriverà in diverse varianti e questo costituirà una scelta inedita per l’azienda. Oggi parliamo più nel dettaglio delle sue presunte caratteristiche tecniche e del suo design.

Le immagini riportate nella galleria in basso puntano sul design come aspetto maggiormente innovativo per Galaxy Note 10 e Note 10 Pro: il display avrebbe un rapporto di forma 19:9 ed un piccolo foro centrale ad ospitare la fotocamera frontale. Posteriormente ci sarà posto per multipli sensori fotografici ed il flash LED, molto probabilmente orientati verticalmente in una posizione decentrata. Le capienze delle batteria per i due modelli dovrebbe aggirarsi rispettivamente sui 4.300 e 4.500 mAh.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 9, la recensione

Galaxy Note 10 dovrebbe avere in comune con il fratello minore Galaxy S10 l’intero comparto fotografico: secondo Ice Universe, dovrebbero esserci due sensori da 12 MP, entrambi con OIS ed uno con apertura focale variabile, ed un terzo sensore con zoom ottico 2x. A completare il comparto potrebbe esserci anche un sensore da 16 MP grandangolare ed opzionalmente un sensore ToF, particolarmente utile per l’effetto bokeh.

Anteriormente potrebbe esserci un sensore da 10 MP e, probabilmente solo sulla variante Pro, anche un sensore sensore da 8 MP per valutare la profondità.

Nel prossimo Galaxy Note 10 potrebbe esserci anche qualcosa di già visto su OnePlus 7 Pro: parliamo delle nuove memorie UFS 3.0 che dovrebbero assicurare maggiori prestazioni rispetto alle classiche UFS 2.1. Ricordiamo che inizialmente era proprio Samsung il produttore candidato ad essere il primo ad integrarle su uno smartphone.

1 vai alla fotogallery

Da Vinci's two biggest changes:
1.Change the front camera position
2.Change the rear camera position

— Ice universe (@UniverseIce) May 19, 2019

L'articolo Galaxy Note 10 prenderebbe il meglio di Galaxy S10 e OnePlus 7 Pro, ed un design inaspettato (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Rimodulazioni degli operatori: cosa aspettarsi nei prossimi mesi per reti fisse e mobili

Sun, 05/19/2019 - 14:46

Le rimodulazioni tariffarie da parte di alcuni operatori mobili italiani stanno acquisendo una cadenza temporale quasi periodica. Nei giorni scorsi abbiamo parlato di quelle previste da Vodafone, TIM, Wind e 3 Italia ed oggi facciamo una panoramica riassuntiva della situazione.

TIM

Dal prossimo 13 giugno alcuni clienti TIM subiranno un aumento tariffario mensile pari a 1,99€: ancora non è chiaro quali offerte verranno investite dalla rimodulazione, sicuramente dovrebbe riguardare Tim Ten Go, Tim Planet Go e Tim Special Old.

A tutti coloro che subiranno l’incremento tariffario l’operatore concederà la possibilità di attivare l’opzione per avere minuti illimitati di chiamate o 20 GB di traffico dati extra gratis per un anno. L’opzione sarebbe attivabile chiamando il numero 409168, dalla sezione dell’area clienti di MyTIM Mobile oppure dall’app MyTIM.

Relativamente alla linea fissa, i clienti TIM delle offerte Tutto Voce e Voce Senza Limiti vedranno la tariffa mensile aumentare di 1,90€ a partire dal 1 luglio.

Wind e 3 Italia

Dal prossimo 17 giugno alcuni Wind Smart subiranno degli aumenti tariffari fino a 2€ al mese. Coloro che subiranno la rimodulazione potranno attivare l’opzione per avere minuti di chiamate illimitati o 50 GB di traffico extra al mese gratis per un anno: basterà inviare un SMS al numero 40400 con scritto rispettivamente OK50 o OKVU.

Dal prossimo 16 giugno anche i clienti 3 Italia vedranno arrivare delle rimodulazioni: non è chiaro quali offerte subiranno gli aumenti, i clienti con Play 30 Plus vedranno la tariffa mensile salire da 4,99€ a 7,99€, mentre per quelli con Play 30 Unlimited passerà da 6,99€ a 9,99€.

Relativamente alla linea fissa, i clienti Wind dell’offerta Noi Unlimited+ subiranno degli aumenti mensili pari a 2€ a partire dal 5 giugno.

I clienti 3 Italia che subiranno gli aumenti potranno attivare l’opzione per avere 50 GB di traffico extra al mese gratis per un anno, inviando un SMS al numero 40100 con scritto OKGIGA.

Sempre per alcuni clienti 3 Italia dal prossimo 1 giugno sono previsti gli aumenti tariffari mensili pari a 2€ delle offerte solo dati Super Internet 5GB, Super Internet Summer, Super Internet 10GB e Super Internet 20GB. Coloro che subiranno le rimodulazioni potranno attivare l’opzione per ottenere 30 GB di traffico mensile extra gratis.

Vodafone

Dal prossimo 15 luglio alcuni clienti Vodafone subiranno degli aumenti tariffari mensili fino a 1,98€: ancora non sappiamo tutte le offerte che subiranno le rimodulazioni, sicuramente lo saranno Special Minuti 50 Giga e Special 1000 4 GB. I clienti Vodafone investiti dalle rimodulazioni potranno usufruire di 20 GB di traffico dati extra mensile gratis per un anno.

Vodafone ha previsto delle rimodulazioni anche per il piano Internet Abbonamento: dal prossimo 14 luglio il piano costerà 5€ al mese ed offrirà 5 GB di traffico dati mensile.

Relativamente alla linea fissa, dal 7 luglio Vodafone ha previsto un aumento delle tariffe mensili pari a 2,99€ per le offerte Internet Unlimited, Internet Unlimited +, Internet & TV Sport, Vodafone One e Vodafone One Pro TV attivate dal 25 marzo al 30 novembre 2018. Dal 15 luglio anche i clienti dell’offerta a marchio TeleTu subirà un aumento mensile di 2,99€, ad esclusione della Pubblica Amministrazione, piani “per sempre” e piani a consumo. I clienti che subiranno la rimodulazione del 7 luglio potranno ricevere un SIM abbinata all’offerta Extra 30 Giga gratuita a tempo indeterminato.

L'articolo Rimodulazioni degli operatori: cosa aspettarsi nei prossimi mesi per reti fisse e mobili sembra essere il primo su AndroidWorld.

Addio alle custodie personalizzabili Google My Case: ne sentirete la mancanza?

Sun, 05/19/2019 - 13:32

Allo scorso Google I/O 2019 BigG ha presentato dei nuovi prodotti hardware come i Pixel 3a e Nest Hub Max ma, più silenziosamente, ha concluso la vendita delle custodie personalizzabili My Case.

Le Google My Case sono state lanciate in accoppiamento agli smartphone dell’azienda, sin dal lancio dei Nexus 5X e Nexus 6P. In Italia le abbiamo viste solo a partire dai Pixel 3 ad un prezzo abbastanza alto, e con l’avvento dei Pixel 3a non sembrano più essere disponibili sullo store di Google. La stessa sorte sembra essere stata destinata ai Live Case e la conferma è arrivata da parte di Google stessa.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 3a XL, la recensione

Dunque al momento l’unica tipologia di custodie disponibili per i dispositivi Pixel di Google corrisponde a quella classica in tessuto. Sentirete la mancanza delle custodie personalizzabili My Case?

L'articolo Addio alle custodie personalizzabili Google My Case: ne sentirete la mancanza? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Tutti i dettagli su OnePlus 7 Pro: ricarica della batteria, display, fotocamera e Android Q in arrivo

Sun, 05/19/2019 - 13:15

OnePlus 7 Pro è il nuovo top di gamma dell’azienda cinese e sta ricevendo la sua buona dose di apprezzamento a livello globale, tanto da superare persino il milione di preordini. Se la nostra recensione non vi fosse bastata, OnePlus ha tenuto una sessione Ask Me Anything (AMA) durante la quale gli utenti del forum ufficiale hanno potuto chiedere qualsiasi cosa a proposito del nuovo smartphone. Andiamo a vedere insieme i dettagli più rilevanti che sono emersi durante le discussione.

Ricarica della batteria

OnePlus 7 Pro supporta lo standard di ricarica USB Power Delivery mediante USB 3.1 Type-C, ovviamente più lenta della ricarica offerta dagli accessori ufficiali OnePlus ma comunque più veloce dello standard classico. OnePlus ha anche chiarito che il nuovo standard di ricarica con output a 30W Warp Charge 30 è supportato solo dalla variante Pro e non da OnePlus 7.

Affinché sia possibile usare il nuovo standard Warp Charge è necessario usare il caricatore compatibile con lo standard, non importa se si usa un cavo OnePlus precedente.

Display

OnePlus 7 Pro presenta uno schermo con frequenza di aggiornamento tra 60 e 90 Hz. Bisogna preoccuparsi di impostare il corretto livello di refresh rate? No, il software gestisce automaticamente questo aspetto in base ai contesti di utilizzo.

La sessione AMA di OnePlus ci ha anche confermato che lo smartphone supporta l’output video usando un adattatore da Type-C a HDMI, come vi abbiamo detto nella nostra recensione.

Connettività

Dal lato connettività l’unico dettaglio che interessa il nostro mercato è quello relativo al supporto dello standard di localizzazione dual-frequency GNSS, il quale dovrebbe offrire una migliore accuratezza.

Fotocamera

OnePlus 7 Pro presenta tre sensori fotografici posteriori ma soltanto uno, quello da 48 MP, può registrare video. OnePlus ha comunicato che in futuro potrebbero arrivare nuove opzioni software per registrare video con le altre lenti. Lo stesso dicasi per la modalità di scatto Nightscape 2.0, al momento supportata solo dal sensore da 48 MP.

Relativamente alla modalità video slow motion, lo smartphone è in grado di registrare a 480fps, ad una risoluzione di 720p per massimo 1 minuto.

Rimane ancora poco chiaro il motivo della discrepanza tra le dichiarazioni del team DxOMark, il quale durante il test ha suggerito che il firmware installato su OnePlus 7 Pro non fosse quello a disposizione degli utenti, e quelle di OnePlus che afferma che non ci fosse nessuna differenza tra il firmware messo a disposizione di DxOMark e quello destinato ai device in commercializzazione.

Audio

A proposito delle nuove Bullets Wireless 2 gli utenti hanno notato un incremento della qualità audio: OnePlus ha confermato che gli auricolari integrano 2 driver Knowles bilanciati ed un driver dinamico da 10 mm.

Come ben sappiamo OnePlus 7 Pro non integra il jack per le cuffie ma OnePlus, a differenza di quanto fatto con OnePlus 6T, non include nella confezione di vendita un adattatore jack – USB Type-C.

Aggiornamenti

La sessione AMA ha rivelato anche un’ottima notizia per coloro che attendono la beta di Android Q: OnePlus ha confermato che entro la prossima settimana arriverà una prima developer preview per OnePlus 7 Pro.

L'articolo Tutti i dettagli su OnePlus 7 Pro: ricarica della batteria, display, fotocamera e Android Q in arrivo sembra essere il primo su AndroidWorld.

ASUS non perde tempo e rilascia codice sorgente e tool di sblocco per il nuovo ZenFone 6

Sun, 05/19/2019 - 12:51

Nemmeno il tempo di presentare ZenFone 6 (ZS630KL), che ASUS ha già pubblicato sul suo sito ufficiale il codice sorgente del kernel e il tool di sblocco del bootloader, ovvero tutto ciò che serve alla comunità di sviluppo indipendente per rimboccarsi le maniche e cucinare recovery e rom modificate per il nuovo smartphone.

La notizia segue a stretto giro quella di OnePlus, che ha già rilasciato i sorgenti per i suoi nuovi OnePlus 7, di cui ZenFone 6 è un diretto concorrente nel segmento dei top di gamma abbordabili. Si tratta di un’ottima notizia per tutti gli utenti più esperti, interessati alle operazioni di modding per i loro dispositivi.

LEGGI ANCHE: La nostra anteprima di ASUS ZenFone 6

ZenFone 6 aggiunge dunque un’altra freccia al suo arco, dopo la peculiare doppia fotocamera rotante motorizzata, il display borderless privo di notch, l’eccellente batteria da 5.000 mAh, una piattaforma hardware da vero top di gamma e un prezzo di listino che parte da soli 499€. Quanti di voi sono rimasti sorpresi dal nuovo smartphone di ASUS e ne stanno seriamente valutando l’acquisto?

1 vai alla fotogallery

L'articolo ASUS non perde tempo e rilascia codice sorgente e tool di sblocco per il nuovo ZenFone 6 sembra essere il primo su AndroidWorld.

TIM Party vi fa volare in Giordania per celebrare il lancio del nuovo film Aladdin

Sun, 05/19/2019 - 12:22

A partire dal 22 maggio, approderà nelle sale cinematografiche italiane Aladdin, nuova pellicola Disney in live-action ispirata all’omonimo capolavoro di animazione degli anni Novanta. In occasione dell’evento, TIM Party ha lanciato un nuovo gioco a premi destinato ai suoi clienti, che mette in palio come premio finale un fiabesco viaggio in Giordania – dove sono state girate una parte delle riprese del film.

Fino al 2 giugno 2019 infatti, gli iscritti a TIM Party (qui il sito ufficiale da cui iscriversi) potranno partecipare al gioco, che mette in palio una serie di premi instant win, che consistono in 10 kit contenenti una lampada del Genio, un tappetino per mouse e un taccuino, 10 kit composti da una lampada del Genio e un plaid e 10 kit costituiti da una borsa di stoffa e un taccuino.

LEGGI ANCHE: Migliori Offerte TIM

L’estrazione finale avverrà invece il 5 luglio e metterà in palio un pacchetto viaggio in Giordania per 2 persone, del valore di 4.000€, comprendente volo a/r, soggiorno di 3 notti in un hotel a 4 stelle presso Aqaba, un pernottamento nelle tende del campo di Wadi Rum Night con cena e colazione e il tour di Petra by Night.

Ciascun iscritto a TIM Party avrà un numero variabile di tentativi giornalieri per aggiudicarsi i premi. In particolare, i clienti TIM da meno di 12 mesi potranno giocare 1 volta al giorno, i clienti da 1 a 5 anni potranno giocare 2 volte al giorno, i clienti da più di 5 anni potranno giocare 3 volte al giorno e i clienti convergenti fisso e mobile potranno giocare 5 volte al giorno.

1 vai alla fotogallery

L'articolo TIM Party vi fa volare in Giordania per celebrare il lancio del nuovo film Aladdin sembra essere il primo su AndroidWorld.

Anche se non si direbbe, per Vodafone è già estate: ecco le nuove offerte dati Summer Pack 2019

Sun, 05/19/2019 - 11:59

Nonostante il meteo ben poco clemente, l’estate 2019 è davvero alle porte e Vodafone non vuole perdere tempo per celebrarla nel migliore dei modi. A partire dal 20 maggio infatti, lancerà i nuovi Summer Pack 2019, che riguarderanno le offerte dati Giga In&Out e Total Giga, oggetto di ulteriori novità sempre a partire da lunedì.

Novità per le offerteVodafone Giga In&Out
  • 20 GB di traffico dati in 4G
  • Al costo di 10€ al mese
LEGGI ANCHE: Tutte le offerte VodafoneVodafone Total Giga
  • 100 GB di traffico dati in 4G da utilizzare nell’arco di 3 mesi
  • Al costo di 39€
Summer Pack 2019Giga In&Out Summer Pack
  • 20 GB di traffico dati in 4G
  • Modem Mobile Wi-Fi incluso
  • Primo mese di servizio incluso
  • Al costo di 35€ al mese
Total Giga Summer Pack
  • 100 GB di traffico dati in 4G da utilizzare nell’arco di 3 mesi
  • Modem Mobile Wi-Fi incluso
  • Al costo di 50€

L'articolo Anche se non si direbbe, per Vodafone è già estate: ecco le nuove offerte dati Summer Pack 2019 sembra essere il primo su AndroidWorld.

L’app Google Home è pronta ad accogliere Nest Hub (e Nest Hub Max) (foto)

Sun, 05/19/2019 - 11:36

Con una tipica mossa in stile Google, la linea di dispositivi Home Hub è stata rinominata Nest Hub in occasione dell’ultimo Google I/O, che ha salutato anche il lancio del nuovissimo Nest Hub Max. E ora anche l’app Google Home è pronta a rispecchiare queste novità di branding.

Nell’ultima versione 2.11 dell’app Android (ma anche nella controparte iOS), il vecchio Home Hub verrà ufficialmente riconosciuto come Nest Hub, a causa appunto del nuovo corso inaugurato da Google, che porterà lo smart display a sbarcare anche in Italia, al costo di 129€. Non approderà sul nostro mercato invece Nest Hub Max, che però è anch’esso pronto ad essere perfettamente riconosciuto dall’app Google Home.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 3a XL, la recensione

Infine, da segnalare che – dall’analisi dell’apk dell’ultima versione dell’app – sono spariti tutti i riferimenti ad un prodotto Google con nome in codice Zion. Si tratterebbe di un prodotto dotato di una presa smart, che contribuirebbe a diffondere la domotica di Google nelle abitazioni degli utenti. Non è chiaro se questa scelta sia dovuto alla cancellazione di questo prodotto, oppure se le informazioni in passato fossero state diffuse erroneamente e dunque ora rimosse per non svelare troppi dettagli sulle strategie future. Soltanto il tempo saprà svelarlo.

2 vai alla fotogallery

L'articolo L’app Google Home è pronta ad accogliere Nest Hub (e Nest Hub Max) (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Ora anche Firefox ha il suo widget per la ricerca sul web

Sun, 05/19/2019 - 11:10

Mozilla è da tempo al lavoro sul progetto Fenix, una versione riscritta da zero di Firefox per Android, motivo per cui l’attuale versione del suo browser non è stata al centro dei suoi pensieri negli ultimi tempi, con aggiornamenti arrivati con il contagocce. Ora però è arrivato il momento del rilascio di Firefox 67, con qualche (piccola) novità da segnalare.

La principale riguarda la realizzazione di un widget di ricerca per Firefox, che ricalca in tutto e per tutto quello di Google, se non fosse che i risultati rimandino ovviamente al browser di Mozilla. Per una funzione in arrivo, ce n’è anche una in uscita: la sessione ospite – che consentiva di usare Firefox senza avere accesso a password, segnalibri e cronologia – è infatti stata rimossa.

LEGGI ANCHE: Date il benvenuto a Firefox Lockbox

Infine, Firefox 67 porta in dote anche una serie di fix di sicurezza e miglioramenti generali alle prestazioni, ma per le vere novità occorrerà attendere la conclusione dei lavori del progetto Fenix. Potete aggiornare o scaricare l’ultima versione disponibile di Firefox per Android dal link rapido che trovate qui sotto.

1 vai alla fotogallery

L'articolo Ora anche Firefox ha il suo widget per la ricerca sul web sembra essere il primo su AndroidWorld.

Già disponibile il codice sorgente del kernel dei nuovi OnePlus 7: si aprono le danze del modding!

Sun, 05/19/2019 - 10:36

Da sempre OnePlus è un produttore molto rispettoso della natura open source di Android, distinguendosi per il rilascio tempestivo del codice sorgente del kernel dei suoi dispositivi, ricevendo in cambio dalla comunità di sviluppo indipendente grande apprezzamento e supporto. Quest’idillio, che nei mesi scorsi ha più volte vacillato a causa di prese di posizione controverse da parte di OnePlus, è invece destinato a continuare: sono infatti già disponibili i sorgenti di OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro.

Nonostante entrambi gli smartphone non siano di fatto ancora approdati sul mercato – OnePlus 7 arriverà addirittura soltanto a giugno – il produttore cinese non ha voluto perdere tempo, rilasciando senza indugi i sorgenti per i suoi nuovi dispositivi. Ciò, fra le altre cose, apre di fatto le porte al modding e alla creazione di recovery e rom modificate per i due smartphone.

LEGGI ANCHE: OnePlus 7 Pro, la recensione

La svolta flagship di OnePlus 7 Pro non dovrebbe dunque inficiare la sua propensione al modding, che ha visto nei suoi predecessori dei veri campioni in materia, grazie ad una profusione sterminata di custom rom, mod e progetti alternativi di ogni genere. Se dunque aspettavate questa notizia per convincervi definitivamente ad acquistare OnePlus 7 o OnePlus 7 Pro, ora potete dormire sonni tranquilli e prepararvi a flashare.

L'articolo Già disponibile il codice sorgente del kernel dei nuovi OnePlus 7: si aprono le danze del modding! sembra essere il primo su AndroidWorld.

Pages



Condividi: