Tecnoandroid

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 5 hours 29 min ago

Forza Motorsport sarà un capolavoro per gli occhi e non solo

Tue, 06/21/2022 - 18:15

Forza Motorsport sarà un capolavoro per gli occhi e non solo Tecnoandroid

Durante lo Showcase di Xbox & Bethesda, uno dei titoli che ha suscitato maggiore interesse e curiosità è stato certamente Forza Motorsport. Il nuovo capitolo della serie dedicato alla simulazione di corse automobilistiche ha lasciato tutti senza parole per via di un gameplay profondamente rinnovato.

Le prime immagini disponibili, insieme al video di annunciano, mostrano una grafica completamente rinnovata che si preannuncia spettacolare. Gli sviluppatori di Turn 10 hanno lavorato per aggiungere feature richieste dalla community ma anche per rendere l’esperienza di gioco memorabile.

Forza Motorsport potrà contare su una fisica rinnovata e su modelli poligonali delle vetture e dei tracciati votati al fotorealismo. Per quanto riguarda il comparto grafico spicca la presenza del ray tracing in tempo reale sui tracciati.

 

Forza Motorsport punta a sorprendere i giocatori con un gameplay profondamente rinnovato e una qualità visiva ai limiti del fotorealismo

Sia gli ambienti che le vetture sono stati scansionati con la tecnica della Fotogrammetria per garantire la massima precisione possibile. Inoltre, grazie al ray tracing è possibile simulare il comportamente dei vari materiali e quindi gestire l’illuminazione in modo dinamico e reale. Il gioco girerà in 4K e a 60 FPS su Xbox Series X mentre su Xbox Series X arriverà a 1080p e 60 FPS.

Non mancano le meccaniche di gioco sorprendenti. Il titolo avrà il ciclo giorno/notte completo permettendo al giocatore di seleziona a piacimento l’ora in cui gareggiare. Sarà presente anche il meteo dinamico e tante altre novità che renderanno il titolo un enorme passo in avanti nella serie.

Il debutto di Forza Motorsport è atteso nella primavera del 2023. Il titolo arriverà su Xbox Series X|S, Steam e Xbox Cloud Gaming (Beta). Inoltre, il gioco sarà incluso direttamente su Xbox Game Pass sin dal giorno di lancio.

Forza Motorsport sarà un capolavoro per gli occhi e non solo Tecnoandroid

Bugatti: consegnata la prima hypercar in serie limitata Centodieci

Tue, 06/21/2022 - 18:00

Bugatti: consegnata la prima hypercar in serie limitata Centodieci Tecnoandroid

Bugatti ha consegnato finalmente il primo esemplare di hypercar Centodieci. Parliamo di un’auto che fa parte di una serie super-limitata di soli 10 esemplari, realizzati basandosi sulla Chiron con un’estetica che omaggia la EB110 degli anni ’90. Di fatto, quest’ultima segnò il ritorno sul mercato del brand Bugatti, soprattutto grazie alla grande forza di volontà di Romano Artioli.

Questo primo esemplare di Centodieci è stato costruito con il colore blu iconico del marchio, tant’è che è stata proprio battezzata EB110 Blue. Parliamo infatti del colore di presentazione della EB110 “originale” costruita negli anni ’90, la quale veniva prodotta a Modena nello stabilimento di Campogalliano.

 

 

Bugatti Centodieci: i dettagli della realizzazione

Colui che l’ha ordinata, oltre al colore iconico, ha chiesto anche i cerchi con finitura EB110 Sport Silver. La richiesta non è stata casuale, essendo che questo stesso cliente già possiede una Bugatti EB110 GT che ha gli stessi colori.

Troviamo esclusività assoluta anche nella realizzazione degli interni, essendo che si tratta di una rivisitazione in chiave moderna del motivo a scacchiera trapuntato dei precedenti modelli, poi ripetuti in tutto il resto dell’abitacolo. La sua realizzazione impeccabile è avvenuta anche grazie a questo dettaglio, in lavorazione per ben 16 settimane. Per soli due sedili, inoltre, ci sono volute 24 ore.

Per quanto concerne la meccanica, la nuova Bugatti Centodieci propone i sedici cilindri a W classici da 1.600 cavalli della Chiron. Il propulsore consente all’auto di poter raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo in soli 2,4 secondi per poi toccare la velocità di punta di 380 km/h. Gli esperti in Bugatti hanno lavorato molto sul telaio, al fine di dare al primo esemplare un carattere riconoscibile rispetto alle altre auto del marchio.

Ora tutti gli appassionati e i possibili acquirenti aspettano con ansia gli altri 9 esemplari del marchio. Infatti, tutta la produzione era già stata venduta nel momento stesso della presentazione al California’s Monterey Car Week at the Quail nel 2019, avvenuta in concomitanza del 110º anniversario della nascita di Ettore Bugatti.

Bugatti: consegnata la prima hypercar in serie limitata Centodieci Tecnoandroid

Tesla, finalmente la produzione di Giga Berlin va a pieno ritmo

Tue, 06/21/2022 - 17:45

Tesla, finalmente la produzione di Giga Berlin va a pieno ritmo Tecnoandroid

I piani di espansione di Tesla devono certamente essere supportati dalle nuove Gigafactory. Gli stabilimenti produttivi devono assicurare il corretto approvvigionamento di nuove vetture per soddisfare la domanda del mercato.

A livello europeo, la situazione di Tesla è radicalmente cambiata con l’inaugurazione della Gigafactory di Berlino lo scorso marzo. Da allora, lo stabilimento sta lavorando per portare la produzione a regime e sembra che finalmente la situazione stia raggiungendo i valori previsti dall’azienda di Elon Musk.

Con un Tweet celebrativo, il produttore californiano ha annunciato di aver raggiunto la produzione di 1.000 Model Y a settimana. Si tratta di un traguardo importante che conferma il corretto funzionamento di tutta la catena produttiva e di approvvigionamento.

 

Tesla può festeggiare le 1.000 Model Y prodotte in una settimana a Giga Berlin, la Gigafactory sta finalmente raggiungendo gli obiettivi di produzione prefissati

1k Model Y built at Giga Berlin this week. Thanks Tesla team! pic.twitter.com/jCT1qkzvpS

— Tesla (@Tesla) June 18, 2022

Raggiungere questo livello di produttività, tuttavia, non è stato semplice. Tesla ha dovuto fronteggiare parecchi problemi che hanno rallentato la produzione. Infatti, il raggiungimento del traguardo delle 1.000 vetture a settimana era atteso ad Aprile, un mese dopo l’inaugurazione.

A causa di una somma di fattori legati alla Guerra in Ucraina, la crisi dei chip e carenze nella supply chain, non è stato possibile portare i valori a quanto sperato. La produzione effettiva si attestava sui circa 350 veicoli a settimana, ben al di sotto delle aspettative.

Il problema principale sembrava essere il reparto verniciatura ma non sono state fornite ulteriori informazioni. Per fortuna, l’azienda di Elon Musk sembra riuscita a risolvere gran parte dei problemi e adesso può festeggiare il risultato. Se la Gigafactory dovesse mantenere questo livello produttivo, Tesla potrà contare su ulteriori 50.000 nuove vetture che si aggiungono alla produzione annuale.

Tesla, finalmente la produzione di Giga Berlin va a pieno ritmo Tecnoandroid

Samsung Galaxy Z Fold 4: una foto rivela un importante aggiornamento

Tue, 06/21/2022 - 17:30

Samsung Galaxy Z Fold 4: una foto rivela un importante aggiornamento Tecnoandroid

Samsung occupa ancora un posto di rilievo nel settore degli smartphone pieghevoli nonostante la presenza di qualche difetto ancora non del tutto superato sui suoi dispositivi. La presenza di una piega invadente provocata dal meccanismo a cerniera che consente agli smartphone, appunto, di piegarsi rappresenta, ad esempio, un ostacolo non ancora oltrepassato dall’azienda, che potrebbero però compiere i primi passi con i suoi prossimi pieghevoli. Il Samsung Galaxy Z Flip 4 e il Galaxy Z Fold 4 avranno un meccanismo a cerniera rinnovato, che renderà la piega meno visibile. 

 

Samsung: il Galaxy Z Fold 4 avrà un nuovo meccanismo a cerniera!

 

Le indiscrezioni delle ultime settimane si erano soffermate soprattutto sugli aggiornamenti previsti sul Samsung Galaxy Z Flip 4 che, pur mantenendo invariato il suo design, avrà un display esterno più ampio e una nuova cerniera che lo renderà più sottile e farà si che il display interno sia meno “spezzato” dall’inevitabile piega. Quest’ultima novità, stando a quanto riferito dal leaker IceUniverse, sarà presente anche sul Galaxy Z Fold 4.

Il dispositivo sarà rinnovato dal colosso che, oltre a dotarlo di un design differente, dalla forma quadrata, renderà la piega meno visibile del 20% rispetto al modello rilasciato lo scorso anno. Il passo in avanti è testimoniato dalla foto condivisa in rete dalla fonte, che paragona il Galaxy Z Fold 3 e l’attesissimo Galaxy Z Fold 4.

Sarà necessario attendere ancora qualche settimana prima di scoprire se quanto emerso riporta gli effettivi progressi raggiunti da Samsung, che potrebbe annunciare i suoi device il 10 agosto durante il suo Unpacked estivo.

Samsung Galaxy Z Fold 4: una foto rivela un importante aggiornamento Tecnoandroid

Lamborghini celebra il motore aspirato al Goodwood Festival of Speed 2022

Tue, 06/21/2022 - 17:15

Lamborghini celebra il motore aspirato al Goodwood Festival of Speed 2022 Tecnoandroid

Il Goodwood Festival of Speed è uno degli eventi motoristici più famosi ed apprezzati che si svolge ogni anno nel Regno Unito. Durante i tre giorni dell’evento si tengono gare con veicoli di vario tipo, esibizioni e annunci. Per celebrare l’edizione 2022, che si terrà dal 23 al 26 giugno, Automobili Lamborghini ha scelto un partner d’eccezione.

Il Duca di Richmond ha avuto l’opportunità direttamente produttore di Sant’Agata Bolognese di guidare una Lamborghini Huracán EVO. In questa prova su strada, il brand ha sottolineato l’importanza della qualità Italiana nell’ambito del motorsport.

Lo scenario del Goodwood Festival of Speed ha reso il momento ancora più magico. Infatti, nonostante l’evento abbia ormai una rilevanza globale, tende a privilegiare la produzione automotive inglese. Nonostante ciò, il Duca di Richmond non ha potuto fare a meno di emozionarsi davanti ad una Lamborghini.

 

Automobili Lamborghini sarà presente al Goodwood Festival of Speed 2022 con la propria gamma di supercar per celebrare il motore aspirato

Il Duca ha descritto la vettura come un’opera d’arte e soprattutto ha ricordato la sua prima vettura realizzata a Sant’Agata Bolognese, una Miura verde che ha guidato da ragazzo. Di quel ricordo sono ancora vive le emozioni provate alla guida, con il canto del motore che riempiva l’abitacolo.

Quest’anno, al Goodwood Festival of Speed, Lamborghini vuole celebrare la propria storia attraverso uno dei componenti fondamentali delle vetture: il motore aspirato. Durante l’evento saranno presenti alcuni tra i modelli più belli e performanti di sempre tra cui la Huracán EVO; Huracán STO e l’ultima versione di Aventador denominata Ultimae.

Non mancherà anche la nuova Huracán Tecnica che rappresenta l’elogio del brand al V10 aspirato. L’occasione del Goodwood Festival of Speed 2022 rappresenta il lancio dinamico della vettura che arriverà sul mercato nel corso di quest’anno.

Lamborghini celebra il motore aspirato al Goodwood Festival of Speed 2022 Tecnoandroid

Telepass Next: il nuovo progetto lanciato con Generali

Tue, 06/21/2022 - 17:00

Telepass Next: il nuovo progetto lanciato con Generali Tecnoandroid

 

In un periodo dove la mobilità si sta innovando giorno dopo giorno, le aziende e le persone stanno aumentando la soglia di attenzione verso i vari servizi. Proprio per questo, c’è una notizia che potrebbe interessare a molti: la nuova partnership tra Telepass e Generali, la quale ha portato alla nascita di Telepass Next.

Si tratta di un nuovo dispositivo che si colloca in auto al posto del classico Telepass che tutti conosciamo e che consente di avere a disposizione più di 30 servizi digitali. Lo scopo principale di questa nuova invenzione delle due aziende è quello di poter rendere più semplice l’esperienza di viaggio degli automobilisti.

 

 

Telepass Next con Generali: ecco come funziona

Parliamo di una specie di scatola nera che mette al servizio degli automobilisti diverse funzionalità avanzate che prima non c’erano, unisce assicurazione, telematica, telepedaggio ed è in esclusiva per le agenzie Generali.

Grazie a questo nuovo dispositivo, sarà possibile avere molti servizi classici di Telepass, come pagare i pedaggi, i parcheggi, il bollo, il rifornimento carburante e avere un rimborso in caso di ritardo in autostrada per via del traffico.

In più, si potrà aprire anche il cancello di casa e attivare i servizi riguardanti lo Skipass e il lavaggio della propria vettura a domicilio offerto da Wash Out. Telepass Next non chiude qui i suoi servizi, essendo che sfrutta anche la tecnologia di Generali Joint.

Si può contenere il rischio sulla strada grazie all’interazione in tempo reale con il real time coaching, essere contattati automaticamente in caso di incidente o richiedere un contatto in vivavoce con un operatore in caso di bisogno, ottenere la certificazione dello stato di utilizzo e delle percorrenze della propria auto, anche come supporto in caso di multe o contenziosi, attivare il servizio trova veicolo o attivare un geo-fence, un perimetro virtuale per impostare alert di entrata o uscita su un’area definita”.

 

Il costo di Telepass Next

Inoltre, grazie a Next, sarà possibile incentivare una guida più responsabile. Infatti, è stato dimostrato che grazie al real time coaching, 1 cliente su 3 riesce a guidare più in sicurezza. I dati monitorati dal dispositivo potranno essere usati per stabilire il premio della polizza assicurativa. Il canone mensile di Next è di 7 euro. Gabriele Benedetto, Chief Executive Officer del Gruppo Telepass, ha commentato a riguardo:

Il dispositivo Next, presentato oggi, è la terza iniziativa tra quelle previste dalla partnership siglata con Generali e, anche questa, così come l’applicazione di cashback sul pedaggio in autostrada con rimborso automatico e la copertura collisione autostradale, si focalizza sull’innovazione tecnologica che ci guida fin dalla nostra nascita. Abbiamo intercettato da parte del nostro pubblico di riferimento un’esigenza di mobilità facilmente fruibile e connessa e proponiamo, insieme a Generali Italia, una soluzione innovativa per offrire ai clienti un’esperienza di mobilità semplice, fluida, smart e personalizzata. Il nuovo prodotto conferma Telepass come un ecosistema di servizi sulla mobilità a 360° e lo proietta nella costruzione del futuro della mobilità sempre più connessa”.

Telepass Next: il nuovo progetto lanciato con Generali Tecnoandroid

Samsung Galaxy Z Flip 3 e Z Fold 3 potranno utilizzare ora eSIM

Tue, 06/21/2022 - 16:45

Samsung Galaxy Z Flip 3 e Z Fold 3 potranno utilizzare ora eSIM Tecnoandroid

La tecnologia SIM sta gradualmente subendo un cambiamento globale. Dalle SIM tradizionali alle micro-SIM e nano-SIM, è giunto il momento di passare alla tecnologia eSIM. La tecnologia elimina la necessità di una scheda SIM fisica e viene gradualmente adottata dai produttori di smartphone. Naturalmente, ci saranno molti ostacoli prima che questa funzione diventi ampiamente disponibile. La funzione è ora accessibile ai possessori di Galaxy Z Flip 3 e Z Fold 3 negli Stati Uniti.

Coloro che stavano aspettando la funzionalità eSIM sui loro costosi Galaxy Z Fold 3 e Z Flip 3 pieghevoli possono ora gioire. Samsung sta lanciando la funzionalità eSIM nel paese tramite un nuovo aggiornamento del software. La tecnologia funzionerà in combinazione con le funzionalità Dual SIM e Dual Standby.

Samsung sta per rilasciare i nuovi device pieghevoli

Gli interessati possono cercare la build del firmware F926USQU1DVEE per le unità T-Mobile Galaxy Z Fold3 e F711USQU2DVEE per i telefoni T-Mobile Galaxy Z Flip3. Nel frattempo, i possessori di smartphone sbloccati possono controllare rispettivamente F926U1UEU1DVEE e F711U1UEU2DVEE. Altri device con blocco dell’operatore, tuttavia, non hanno ancora ricevuto lo stesso trattamento.

Gli aggiornamenti sono ancora in fase di implementazione in più fasi. Di conseguenza, molto probabilmente dovrai attendere alcune ore prima che la funzione appaia sul tuo smartphone. Con il supporto per eSIM dual-SIM, puoi utilizzare una SIM fisica e una eSIM contemporaneamente.

Vale la pena notare che l’aggiornamento contiene più funzionalità. Introducono miglioramenti della fotocamera, nuove funzionalità e ottimizzazioni. Inoltre, Samsung mantiene il suo ritmo veloce rilasciando patch di sicurezza per smartphone pieghevoli a giugno 2022.

Samsung Galaxy Z Flip 3 e Z Fold 3 potranno utilizzare ora eSIM Tecnoandroid

Pirateria audiovisiva, DAZN insieme a FAPAV: “Azioni corali per contrastare il fenomeno”

Tue, 06/21/2022 - 16:41

Pirateria audiovisiva, DAZN insieme a FAPAV: “Azioni corali per contrastare il fenomeno” Tecnoandroid

La lotta alla pirateria audiovisiva non si ferma e a confermarlo è stato il convegno tenutosi oggi a Roma, presso l’Auditorium dell’Ara Pacis. Qui gli Stati Generali della lotta alla Pirateria hanno visto la Federazione per la Tutela delle Industrie dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali (FAPAV) e IPSOS. In questa battaglia prende parte attiva anche DAZN, che continua a lavorare al fianco di FAPAV, sostenendo gli importanti sforzi che la Federazione per la Tutela delle Industrie dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali sta compiendo, insieme all’intero sistema, per contrastare i fenomeni di pirateria.

Dopo la recente inclusione nella base associativa delle industrie sportive, la Federazione ha presentato oggi i nuovi risultati dell’indagine sulla pirateria audiovisiva in Italia nel 2021 che monitora i comportamenti illegali e i danni che questi recano all’industria audiovisiva e al Paese. Nel 2021 sono aumentati gli atti di pirateria legati agli sport, 32,5 milioni, circa il 5% rispetto al 2019. Il tutto sempre tramite le IPTV, la principale modalità di pirateria.

Nel quadro che emerge dall’indagine FAPAV/ IPSOS si vede un generale allargamento della platea dei “pirati” (43% della popolazione adulta, +6% rispetto al 2019) a fronte però di una diminuzione complessiva degli atti di pirateria del 24%. I Film si confermano il contenuto più piratato (29% della popolazione adulta), seguiti da Serie/Fiction, Programmi e, infine, dallo Sport Live.

I grandi eventi sportivi del 2021, Olimpiadi ed Europei, sembrano essere la principale ragione del lieve aumento riportato (+5% rispetto al 2019) degli atti di pirateria legati agli sport in diretta che sono stati 32,5 milioni, compiuti principalmente accedendo ai servizi offerti dalle IPTV illecite che si confermano la principale forma di pirateria audiovisiva in Italia (23% del totale, più che raddoppiato in due anni).

 

DAZN è parte attiva della lotta alla pirateria: l’azienda si schiera al fianco di FAPAV

Durante il convegno è intervenuto Stefano Azzi, CEO di DAZN Italia, che ha colto l’occasione per dare un’ulteriore approfondimento in merito ai danni apportati dalla pirateria all’industria sportiva:

“Tutelare il valore dell’industria sportiva italiana sostenendo l’intero sistema impegnato, ogni giorno, a contrastare il fenomeno della pirateria è fondamentale. La rivoluzione in atto nel mondo dello streaming sta facendo emergere la necessità di ripensare le azioni da implementare per arginare il fenomeno e rallentarne lo sviluppo e la diffusione. Solo attraverso uno sforzo congiunto e deciso riusciremo a fornire risposte rapide e concrete.”

“C’è ancora molto da fare per aumentare la consapevolezza dell’illegalità della pirateria soprattutto nelle generazioni più giovani. Dovrebbe infatti farci riflettere l’incidenza che questa ha tra gli adolescenti che, come emerge dall’indagine FAPAV/Ipsos, è in forte aumento per via della loro spiccata propensione alla digitalizzazione. Siamo passati dal 39% del 2019 al 51% del 2021. Continuare a misurare, monitorare e contrastare questo fenomeno attraverso l’utilizzo di tutti gli strumenti di regolamentazione necessari è dunque fondamentale per tutelare le aziende e aumentare la consapevolezza, non solo dei danni causati al sistema, ma soprattutto dei rischi in cui incorrono i consumatori stessi”.

Secondo il modello IPSOS, il danno stimato in merito alla perdita di fatturato per l’industria sportiva, ammonterebbe a circa 267 milioni di euro. Il tutto, comprendendo anche il cinema, andrebbe ad incidere sull’economia italiana con una perdita di fatturato delle aziende che arriverebbe a 1,7 miliardi di euro, con conseguente perdita del Pil di 716 milioni di euro e circa 9400 posti di lavoro andati in fumo.

 

DAZN da sempre al fianco delle Forze dell’Ordine

A testimonianza del suo grande impegno, DAZN ci ha tenuto a schierarsi ancora una volta dalla parte degli organi competenti.

Anche in passato, più specificamente dopo un’importante indagine finalizzata dalla Guardia di Finanza prima dell’ultima di Serie A, il CEO di DAZN Stefano Azzi aveva rilasciato alcune dichiarazioni:

Rinnoviamo il nostro pieno sostegno alle Forze dell’Ordine impegnate quotidianamente a contrastare il fenomeno della pirateria che ogni anno genera ingenti danni al nostro sistema Paese, con particolare impatto sull’industria dei media e dell’intrattenimento e sui clienti finali stessi che vedono il valore del prodotto e dei servizi offerti diminuito. Si tratta di un fenomeno che colpisce tutto il mondo dei player OTT, non solo Dazn. Con il diversificarsi delle piattaforme e dei canali, cambiano anche le modalità degli atti di pirateria. La divisione antipirateria di Dazn e i suoi partner stanno già lavorando per fermare migliaia di istanze attraverso operazioni di contrasto, ingiunzioni e una continua innovazione volta a proteggere gli abbonati. Riteniamo che sia necessaria una maggiore educazione, soprattutto relativa ai rischi a cui vanno incontro i consumatori che commettono atti illeciti di pirateria, perchè possa aumentare in loro la consapevolezza del danno per loro stessi, ossia impoverimento dei contenuti, e dei serissimi rischi legali in cui potrebbero incorrere. Consapevoli del fatto che non sia possibile eliminare un fenomeno così capillarmente radicato in poco tempo, crediamo che promuovere una cultura antipirateria e sostenere azioni corale condotte insieme agli organi competenti e al Governo possa fare la differenza e incrementare i risultati ottenuti. Continueremo a lavorare per proteggere il valore dei nostri contenuti e del servizio che offriamo e sostenere in maniera attiva la nostra industria”.

Pirateria audiovisiva, DAZN insieme a FAPAV: “Azioni corali per contrastare il fenomeno” Tecnoandroid

Xiaomi 12S è vicino al lancio e la scheda tecnica è già emersa

Tue, 06/21/2022 - 16:30

Xiaomi 12S è vicino al lancio e la scheda tecnica è già emersa Tecnoandroid

Xiaomi ha in serbo tante novità per i suoi utenti che, nei prossimi mesi, avranno modo di assistere al debutto di tantissimi dispositivi. Entro la fine dell’anno, il colosso cinese procederà infatti con il lancio dei suoi nuovi top di gamma della serie Xiaomi 13, ma non solo. Da settimane ormai si parla dell’arrivo di due dispositivi: Xiaomi 12S e Xiaomi 12S Pro. 

Xiaomi 12S e 12S Pro: novità sui dispositivi in arrivo!

 

Il leaker Mukul Sharma si è recentemente soffermato sui due dispositivi Xiaomi riportando quelli che saranno i tagli di memoria e i chip di cui saranno dotati.

In un tweet degli ultimi giorni, la fonte ha affermato che Xiaomi 12S sarà disponibile nelle seguenti versioni:

  • 8/128 GB
  • 8/256 GB
  • 12/512 GB

Xiaomi 12S e Xiaomi 12S Pro saranno alimentati da un chip Qualcomm Snapdragon 8 + Gen 1 ma, il modello Pro avrà anche una versione con chip e tagli di memoria differenti.

Il dispositivo sarà infatti disponibile anche con chip MediaTek Dimensity 9000 nelle seguenti varianti: 8/256 GB e 12/512 GB. Si prevede, inoltre, il supporto alla ricarica rapida a 120W per il modello con SoC Qualcomm.

La data di lancio dei due top di gamma non è ancora emersa ma, a quanto pare, l’azienda potrebbe presentarli entro il mese di luglio. Entro quest’anno, inoltre, è previsto l’arrivo di due ulteriori dispositivi: uno Xiaomi 13 e Xiaomi 13 Pro. Le informazioni sui due device scarseggiano, in questi giorni si è fatto riferimento esclusivamente al chip e al sistema operativo ai quali l’azienda farà ricorso, ma senza alcun dubbio si tratterà di top di gamma in grado di garantire delle ottime prestazioni.

Xiaomi 12S è vicino al lancio e la scheda tecnica è già emersa Tecnoandroid

Diablo Immortal ha già guadagnato cifre superiore ai 20 milioni di dollari

Tue, 06/21/2022 - 16:15

Diablo Immortal ha già guadagnato cifre superiore ai 20 milioni di dollari Tecnoandroid

Secondo Appmagic, Diablo Immortal di Blizzard ha guadagnato circa 24 milioni di dollari per lo studio in sole due settimane dopo che è stato reso disponibile al pubblico. La società di analisi ha dichiarato anche che il gioco free-to-play è stato scaricato circa 8,5 milioni di volte nello stesso lasso di tempo, con gli Stati Uniti che rappresentavano il 26% di tutti i download. Anche la maggior parte dei guadagni di Blizzard da Diablo Immortal ha avuto origine negli Stati Uniti. A questo punto, i giocatori degli Stati Uniti hanno contribuito con circa il 43% dei guadagni totali del gioco.

Per mettere in prospettiva la prima performance finanziaria di Immortal, Hearthstone, l’unico altro gioco mobile attualmente disponibile da Blizzard, ha guadagnato circa 5 milioni di dollari a maggio. Nonostante le diffuse critiche mosse ai molti metodi di monetizzazione di Immortal, è probabilmente sicuro dire che nessuno si aspettava che il gioco sarebbe stato un flop commerciale fin dall’inizio.

Diablo Immortal è un successo commerciale

Invece, la paura che molti giocatori avevano era di uno scenario in cui Immortal fosse un tale successo commerciale per Blizzard che continuerà a influenzare il modo in cui lo sviluppatore monetizzerà i suoi altri giochi in futuro.

Almeno nel prossimo futuro, sembra che tale preoccupazione sia ingiustificata. In una recente intervista, il direttore generale del franchise di Diablo, Rod Fergusson, ha affermato che le tecniche di monetizzazione in Diablo IV sarebbero diverse da quelle in Immortal. Dopo che il gioco è stato recentemente mostrato alla recente presentazione del Summer Game Fest di Microsoft, ha twittato: “Per essere chiari, D4 è un gioco a prezzo pieno creato per il pubblico di PC/PS/Xbox”. Separatamente, questa settimana Blizzard ha annunciato che il sistema di loot box sarà rimosso da Overwatch 2.

Diablo Immortal ha già guadagnato cifre superiore ai 20 milioni di dollari Tecnoandroid

Bitcoin: caduta libera con i valori di mercato letteralmente ai minimi storici

Tue, 06/21/2022 - 16:00

Bitcoin: caduta libera con i valori di mercato letteralmente ai minimi storici Tecnoandroid

Il mercato delle criptovalute è in pochissimo tempo passato dalle stelle alle stalle, nelle ultime settimane abbiamo assistito infatti ad un crollo verticale di tutti i mercati legati ai famosi token crittografici, l’emblema di questa abdicazione è appunto il Bitcoin, re che ora si appresta a diventare un gregario, dopo aver toccato infatti a Novembre 2021 l’apice di valore con ben 58.000 dollari al cambio, ora ha toccato il fondo tornando ad un minimo che non si vedeva dal 2020, ovvero 19.943 dollari, con una perdita globale pari al -44%.

In appena metà anno dunque tutto il valore di crescita è stato letteralmente bruciato e Bitcoin non è stato l’unico a pagare il dazio di una contrazione così drammatica, anche Ether, il da molti ritenuto erede di Bitcoin, ha pagato a caro prezzo, ora è a 1.074 dollari contro gli oltre 4.818 dollari dello scorso novembre, accompagnato anche da Dogecoin,  che se ad agosto 2021 valeva 0,34 dollari, ora è a 0,058 dollari.

 

Una crisi con una possibile spiegazione

Un crollo dunque decisamente diffuso che partendo da Bitcoin ha letteralmente colpito come una risonanza tutte le altre criptovalute, crollo che però trova difficile spiegazione, diversi analisti puntano il dito contro l’inflazione, a sua volta conseguenza della crisi economica e socio-politica scaturita dal conflitto ucraino.

Al momento non sembrano minimamente esserci i presupposti per un rialzo del trend, le principali aziende che operano nel settore si stanno preparando ad un lungo inverno tagliando il personale e cercando di ridurre al minimo le spese, segno inequivocabile che il periodo difficile è soltanto all’inizio.

Bitcoin: caduta libera con i valori di mercato letteralmente ai minimi storici Tecnoandroid

Apple potrebbe rilasciare presto un Apple AirTag di seconda generazione

Tue, 06/21/2022 - 15:45

Apple potrebbe rilasciare presto un Apple AirTag di seconda generazione Tecnoandroid

Apple ha una vasta gamma di articoli per una varietà di usi. Apple AirTag ha il compito di aiutare gli utenti a rintracciare chiavi, cuffie, borse, bagagli e altri oggetti. Tuttavia, alcune persone utilizzano il prodotto per rintracciare o spiare gli altri. Secondo l’analista Apple Ming-Chi Kuo, Apple potrebbe considerare di rilasciare la seconda iterazione di questo dispositivo di localizzazione.

In effetti, Apple non ha rivelato molto sul nuovo prodotto da quando ha rilasciato l’Apple AirTag di prima generazione un anno fa. Tuttavia, poiché le sue spedizioni aumentano gradualmente, la società potrebbe finalmente lanciare l’AirTag di seconda generazione. In un tweet,  la società ha affermato che le spedizioni di Apple AirTag nel 2021 e nel 2022 sono stimate rispettivamente in circa 20 milioni e 35 milioni di unità.

Apple è già al lavoro sul nuovo modello

Fin dall’inizio, l’azienda ha sviluppato una serie di miglioramenti per risolvere varie difficoltà. L’uso di questo prodotto è indissolubilmente legato ai dati dell’utente e alla privacy. Ovviamente, gli aggiornamenti del firmware hanno corretto alcuni difetti e Apple ha persino rilasciato un’app Android per aiutare i consumatori a capire da dove ha avuto origine l’AirTag e come disattivarlo. Tuttavia, ci sono altre aree in cui l’organizzazione potrebbe migliorare.

Ming-Chi Kuo non ha rivelato ciò che Apple avrebbe pianificato per l’AirTag di seconda generazione. Tuttavia, ci sono tutte le ragioni per credere che l’azienda si sforzerà di migliorare l’anti-tracking, gli altoparlanti, la durata della batteria e così via. A parte questo, Apple può modificare il suo design in modo che le persone possano portarlo con sé senza bisogno di altri device.

Apple potrebbe rilasciare presto un Apple AirTag di seconda generazione Tecnoandroid

Windows 11, arriva una nuova entusiasmante funzionalità per molti utenti

Tue, 06/21/2022 - 15:45

Windows 11, arriva una nuova entusiasmante funzionalità per molti utenti Tecnoandroid

Con l’attuale serie di aggiornamenti, gli utenti di Windows 11 potrebbero aspettarsi uno strumento di ricerca nuovo e migliorato. Facendo clic o toccando la barra delle applicazioni, la nuova funzione “Cerca in evidenza” promette di “evidenziare momenti importanti e interessanti di ogni giorno, inclusi vacanze, anniversari e altri momenti educativi sia a livello internazionale che nella tua posizione”.

La funzione potrebbe essere utile per quelli di noi che utilizzano computer e laptop aziendali e hanno bisogno di un piccolo aiuto in più per ricordare il compleanno di un collega essenziale. La funzionalità verrà implementata per gli utenti di Windows 11 in modo graduale nelle settimane e nei mesi successivi.

Windows 11, l’aggiornamento è disponibile

La funzionalità è stata resa accessibile agli utenti di Windows 10 a marzo 2022 ed è ora disponibile in Windows 11 versione 22H2, che puoi testare se sei un Windows Insider. Gli utenti potranno anche esplorare altro materiale all’interno della home page di ricerca, come “frase del giorno”, offerte di Microsoft Rewards e ricerche di tendenza, utilizzando la nuova funzionalità.

Il lato sinistro della home page di ricerca fornirà anche un elenco esteso dei programmi, dei file, delle impostazioni e dei siti Web avviati di recente per aiutare gli utenti a tornare al punto in cui si trovavano. Se non ti piace la funzione, non preoccuparti: gli utenti possono disabilitarla andando su “Privacy e sicurezza”, quindi “Altre impostazioni” e quindi deselezionando “Mostra punti salienti della ricerca”.

Microsoft è stata molto impegnata in termini di rilascio di nuovi servizi per gli sviluppatori Windows. Microsoft Dev Box fornirà agli sviluppatori l’accesso self-service a workstation basate su cloud ad alte prestazioni, preconfigurate e pronte per la codifica per progetti specifici, consentendo agli sviluppatori che non hanno accesso a potenti workstation mobile di trarne vantaggio.

Windows 11, arriva una nuova entusiasmante funzionalità per molti utenti Tecnoandroid

Xiaomi 13 potrebbe arrivare già a novembre 2022

Tue, 06/21/2022 - 15:30

Xiaomi 13 potrebbe arrivare già a novembre 2022 Tecnoandroid

Il colosso cinese Xiaomi, secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe lanciare il nuovo Xiaomi 13 già nel mese di novembre 2022, nonostante tutti siano focalizzati sul lancio della nuova serie 12.

Circa un mese fa infatti avevamo sentito parlare dei nuovi top, che sarebbero già in fase di test, e ora il noto leaker Digital Chat Station ha affermato che i nuovi Xiaomi 13 e 13 Pro saranno presentati a novembre. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Xiaomi potrebbe lanciare la serie 13 già a novembre 2022

Se il colosso dovesse lanciare la serie 13 già a novembre 2022 lo farebbe con un mese di anticipo rispetto agli Xiaomi 12 e 12 Pro, lanciati lo scorso dicembre 2021. Il leaker ha poi aggiunto alcune succose informazioni riguardo le caratteristiche tecniche, e cioè che saranno dotati di processore Snapdragon 8 Gen2, schermo 2K e ovviamente Android 13.

Per quanto riguarda la prima informazione, è da collegare all’anticipazione di pochi giorni fa dello stesso Digital Chat Station, in cui ha fatto trapelare i primi dettagli sull’architettura del nuovo processore di Qualcomm. Snapdragon 8 Gen 2 dovrebbe infatti essere basato su processo di TSMC a 4 nm, presentare un core Cortex-X3, due core Cortex-A720, due core Cortex-A710 (che dovrebbero garantire il supporto 32 bit) e tre core Cortex-A510 (e non quattro) e montare una GPU Adreno 740.

Dal punto vista fotografico, è probabile che Xiaomi 13 sviluppi ulteriormente la neonata partnership con Leica, che vedrà i primi modelli uscire a breve (Xiaomi 12S e 12S Pro) e che vedrà il suo apice con l’atteso Xiaomi 12 Ultra.

Xiaomi 13 potrebbe arrivare già a novembre 2022 Tecnoandroid

Motorola prepara il rilascio del prossimo tablet con Android 12 e chip Snapdragon

Tue, 06/21/2022 - 15:15

Motorola prepara il rilascio del prossimo tablet con Android 12 e chip Snapdragon Tecnoandroid

Motorola ha fatto ritorno sui tablet l’anno scorso, oltre a rilasciare più telefoni Android di fascia bassa e media rispetto a chiunque altro oggi sul mercato e prestare maggiore attenzione alla fascia alta del mercato degli smartphone come mai prima d’ora.

Il Moto Tab G20 da 8 pollici decisamente modesto con solo 3 GB di RAM e 32 GB di spazio di archiviazione è stato rapidamente seguito da un modello Tab G70 più grande e significativamente meglio equipaggiato all’inizio di quest’anno, e ora un misterioso Tab G62 è apparso online.

Motorola rilascerà presto un tablet economico

Le funzionalità pre-annuncio rilasciate da Google e raccolte da Abhishek Yadav su Twitter sono indiscutibilmente autentiche, incluso un design piuttosto familiare con cornici simmetriche e la stessa esatta risoluzione dello schermo 2000 x 1200 del summenzionato Moto Tab G70 da 11 pollici.

Se la densità di 240 ppi è corretta, la diagonale dello schermo del Moto Tab G62 sarà di circa 9,7 pollici, una quantità notevole nel panorama dei tablet di oggi. Questo tablet economico sarà disponibile sia nelle versioni solo Wi-Fi che abilitate per 4G LTE. Sorprendentemente, i due utilizzeranno processori diversi di anni fa. Stiamo parlando dei processori Snapdragon 678 e 665, che sono significativi per essere prodotti da Qualcomm, al contrario delle CPU Helio P22T e Helio G90T che alimentano rispettivamente il Tab G20 e il Tab G70.

Con un Lenovo Tab P11 con Android 11, uno schermo da 11 pollici e un SoC Snapdragon 662 a partire da 200 euro, non saremmo sorpresi se il prossimo tablet di Motorola competa con esso sulla stessa fascia di prezzo. Al momento, però, non abbiamo ancora una data ufficiale quindi non ci resta che attendere ulteriori dettagli.

Motorola prepara il rilascio del prossimo tablet con Android 12 e chip Snapdragon Tecnoandroid

Netflix: tragedia sul set di The Chosen One, morti due attori

Tue, 06/21/2022 - 15:00

Netflix: tragedia sul set di The Chosen One, morti due attori Tecnoandroid

Netflix si è trovata costretta a sospendere le riprese di The Chosen One a causa di una brutta tragedia totalmente inaspettata. A quanto pare, i due noti attori della serie, Raymundo Garduno Cruz e Juan Francisco Gonzalez Aguilar (conosciuto anche come Paco Mufote), hanno perso la vita in un incidente stradale.

Il tutto si è verificato a Mulegè, in Messico, località dove avevano luogo le riprese. I due attori si trovavano su un furgone che si è tragicamente ribaltato a pochi metri dove si stavano svolgendo le riprese. Oltre a loro due, nessun altro è deceduto ma solamente dei feriti.

 

 

Netflix, tutti contro la produzione: gli amici degli attori accusano la società

Secondo quanto riferito da The Daily Beast, gli amici degli attori hanno dato la colpa alla produzione della serie Netflix, in quanto secondo loro i membri del cast avevano già fatto presente che trasporti e logistica erano decisamente scadenti.

Liliana Conlisk Gallegos, amica di Mufote e veterana dell’industria cinematografica, ha chiesto di aprire un’indagine contro la produzione e far emergere quali erano le vere condizioni di lavoro in cui la produzione e il cast lavoravano.

Un portavoce, inoltre, ha anche dichiarato che l’incidente non si è verificato sul set ma pochi metri dopo. La società californiana, insieme a Redrum, società che ha in mano la produzione della serie, hanno deciso quindi di sospendere le riprese finché le indagini non finiranno.

Secondo l’Associated Press, stando ai fatti, il furgone dove stavano viaggiando Cruz e Aguilar si è ribaltato intorno alle 12 di giovedì 16 giugno. L’autista del camion avrebbe perso il controllo del veicolo dopo essere uscito dall’autostrada per immettersi in un’area deserta dove si stavano svolgendo le riprese.

Netflix: tragedia sul set di The Chosen One, morti due attori Tecnoandroid

Samsung Pay sembra non funzionare sui device non Galaxy

Tue, 06/21/2022 - 14:45

Samsung Pay sembra non funzionare sui device non Galaxy Tecnoandroid

I pagamenti mobile sono particolarmente facili quando non devi tirare fuori il telefono, tuttavia Samsung Pay è temporaneamente interrotto per alcuni clienti di smartwatch Samsung.

Anche prima del passaggio a Wear OS, una delle migliori caratteristiche degli smartwatch Samsung era la loro capacità di funzionare su vari dispositivi. Mentre l’Apple Watch può essere utilizzato solo con un iPhone, un Galaxy Watch può essere utilizzato con qualsiasi cosa, da un Galaxy S22 a un Google Pixel 6. Tuttavia, la connessione con uno smartphone non Galaxy sembra produrre problemi per alcuni utenti in questo momento.

Samsung deve ancora rilasciare un commento

Gli utenti sui forum di Reddit e Samsung stanno attualmente riscontrando un errore Samsung Pay in cui si afferma che il loro account Samsung è “non valido” durante il tentativo di utilizzare carte di credito/debito sul proprio smartwatch. Ciò si verifica anche quando ID e password sono accurati e l’accesso è limitato solo a Samsung Pay. L’accesso altrove sembra funzionare perfettamente.

Le persone interessate non utilizzano gli smartphone Galaxy insieme al loro smartwatch. Questo sembra accadere sia sul Galaxy Watch 4 con sistema operativo Wear di Samsung che sui precedenti smartwatch con tecnologia Tizen.

Il colpevole è l’app Samsung Pay, disponibile separatamente per i telefoni non Galaxy. Samsung Pay è un’app di sistema su uno smartphone Samsung che può essere utilizzata per i pagamenti mobile sul telefono e quindi alimenta un orologio da polso Galaxy collegato, se ne possiedi uno. Su altri telefoni Android, tuttavia, esiste un’app Samsung Pay distinta che esiste solo per alimentare l’esperienza dello smartphone.

È difficile immaginare che Samsung disabiliti di proposito questa funzionalità per gli utenti di smartphone non Galaxy, ma una risposta ad almeno una persona sembra implicare che sia così. Secondo un cliente, una persona dell’assistenza ha dichiarato che “gli altri telefoni Android non sono più in grado di utilizzarlo [Samsung Pay] come in precedenza”.

Samsung deve ancora rispondere a questa questione attraverso i canali ufficiali, ma possiamo solo supporre che si tratti di un errore da parte dell’azienda.

Samsung Pay sembra non funzionare sui device non Galaxy Tecnoandroid

Netflix: alcune delle novità in arrivo a luglio 2022

Tue, 06/21/2022 - 14:30

Netflix: alcune delle novità in arrivo a luglio 2022 Tecnoandroid

La piattaforma di contenuti in streaming Netflix, lancerà anche nel mese di luglio 2022 tantissime novità esclusive per tutti i propri abbonati.

C’è già molta carne al fuoco, a cominciare dai film con l’atteso The Gray Man con Ryan Reynolds e Chris Evans, mentre tra le serie TV vale la pena di menzionare tra le tante Resident Evil: la Serie. Scopriamo alcuni titoli in arrivo.

 

Netflix: alcune novità di luglio 2022

Iniziamo dai film, l’8 luglio 2022 sbarcherà Il Mostro dei Mari, un cartone che parla di cacciatori di mostri che sono considerati nella loro epoca dei veri e propri eroi. La regia del film è stata affidata al premio Oscar Chris Williams. Nei giorni a seguire vedremo sbucare anche Le Relazioni Pericolose, Persuasione, The Gray Man, Purple Hearts e molti altri.

Per quanto riguarda le serie TV, la più attesa è sicuramente Resident Evil: La Serie, ambientata nell’anno 2036, quattordici anni dopo che la diffusione di Joy ha causato così tanto dolore, Jade Wesker lotta per la sopravvivenza in un mondo sopraffatto da terrificanti creature infettate e assetate di sangue. Sullo sfondo di questa incredibile carneficina, Jade è tormentata dal passato a New Raccoon City, dalle agghiaccianti connessioni del padre con l’inquietante Umbrella Corporation, ma soprattutto da ciò che è successo alla sorella Billie.

Oltre a questa vedremo sbarcare anche King of Stonks, Boo, Bitch, Come Costruire una Sex Room, Quella Notte Infinita, Come Cambiare la tua Mente, Uncoupled, Fanatico e moltissime altre. Ovviamente vi terremo aggiornati nelle prossime settimane.

Netflix: alcune delle novità in arrivo a luglio 2022 Tecnoandroid

Apple ha presentato un nuovo caricabatterie USB-C che i fan apprezzeranno

Tue, 06/21/2022 - 14:15

Apple ha presentato un nuovo caricabatterie USB-C che i fan apprezzeranno Tecnoandroid

Apple ha esitato a includere la ricarica rapida negli iPhone. Tuttavia, l’azienda ha fatto passi da gigante in questo settore negli ultimi anni. Non ci aspettiamo qualcosa di paragonabile a quello che abbiamo nel mercato Android; dopotutto, Apple segue la propria strada nei miglioramenti tecnologici. Nonostante ciò, la società sta compiendo passi con cui i fan di Android hanno familiarità. L’azienda ha presentato oggi il suo nuovo caricabatterie Dual USB-C da 35 W di Apple. Il prodotto è già sul mercato, con un prezzo di partenza di circa 60 euro.

Secondo Apple, il caricabatterie doppio USB-C da 35 W di Apple può caricare due dispositivi contemporaneamente. Per l’utilizzo con MacBook Air, si consiglia un alimentatore. Gli utenti possono, tuttavia, utilizzarlo per caricare il proprio iPhone, iPad, Apple Watch e AirPods. Secondo l’articolo, quando si caricano due smartphone contemporaneamente, i clienti possono collegare i dispositivi a qualsiasi porta dell’alimentatore.

Apple ha già annunciato il nuovo caricabatterie

L’alimentatore assegnerà l’energia in modo intelligente a ciascun dispositivo in base ai requisiti di ricarica. Quando un utente ha due device in carica contemporaneamente, la potenza viene distribuita in modo uniforme. Quindi è intrigante vedere Apple adottare una strategia diversa in questo caso.

Sorprendentemente, questo è semplicemente un altro dispositivo nella gamma di caricabatterie di Apple. Con la perdita del caricabatterie nativo dell’iPhone, l’azienda ha ampliato la propria selezione di caricabatterie acquistabili separatamente. Apple ha anche lottato per combattere il passaggio alla porta USB di tipo C sugli iPhone e, inoltre, la società sta lavorando ai nuovi airtag.

Apple ha presentato un nuovo caricabatterie USB-C che i fan apprezzeranno Tecnoandroid

Amazon da sogno: i suoi codici sconto sono gratis per tutti

Tue, 06/21/2022 - 14:00

Amazon da sogno: i suoi codici sconto sono gratis per tutti Tecnoandroid

Amazon letteralmente da sogno per gli utenti, arrivano nuovissimi codici sconto gratis che permettono ai consumatori di spendere molto poco su ogni singolo acquisto effettuato, in modo da essere sicuri di avere accesso ai prodotti più interessanti ed in voga del periodo.

codici sono distribuiti ogni giorno gratis sul nostro canale Telegram ufficiale, per avere la certezza di non perdere nemmeno uno sconto, dovete iscrivervi il prima possibile a questo link. Volendo restare invece sul nostro articolo, potrete scoprire in anteprima assoluta una selezione di ciò che vi aspetta.

 

Amazon: le offerte e tutti i migliori sconti
  • Oraimo Aspirabriciole,  3 in 1 Aspirabriciole Senza Fili (Secco, 75W, 630g Ultraleggero), Aspirapolvere Auto per Auto, Casa, Cucina, Peli Di Animali – CODICE: ITHAND5F – PREZZO: 23,99 euro al posto di 35,99 euro – LINK.
  • Tubo da Giardino Flessibile da 30 m/100FT , Tubo Flessibile Dell’acqua, Tubo Flessibile, Nucleo in Lattice per Pulizia di Giardino/Prato/Auto – CODICE: 3KWQROZO – PREZZO: 27,99 euro al posto di 49 euro – LINK.
  • Zaleonline 6 Pezzi  Utensili da Cucina in Legno bambù, Resistente al Calore Antiaderenti Utensili Cottura da Cucina Professionali – Cucchiaio, Spatola, Cucchiaio Scanalato, Forchetta Pasta – PREZZO: 4,99 euro  LINK.
  • ZOTRAK Caricatore Wireless Magnetico 10W Ricarica Veloce Universale Senza Fili 2.0 Caricabatterie Rapido Samsung S10/S20/S21/S22 Fast Charger Huawei Xiaomi Honor iPhone 13/11/11 Pro/12 – PREZZO: 4,99 euro al posto di 8,99 euro – LINK.
  • Meross Presa Smart WiFi , Presa Intelligente WiFi, Smart Plug Mini (Type F) Spina 10A, 2400W, Funzione Timer Compatibile con SmartThings, Amazon Alexa, Google Assistant, APP Control Remoto, 4 Pezzi – PREZZO: 38,99 euro al posto di 52,99 euro – LINK.
  • Torcia LED Cheflaud  Torcia Ricaricabile USB Portatile Alta Luminosa da 1200 lumen IP65 Impermeabile 5 Modalità di luce con batteria 18650 per campeggio, escursionismo, riparazione auto, emergenza [Classe di efficienza energetica A] – PREZZO: 10,99 euro LINK.

Amazon da sogno: i suoi codici sconto sono gratis per tutti Tecnoandroid

Pages