Tecnoandroid



MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 2 hours 41 min ago

Pokémon, il sito Web di Spada e Scudo rivela un nuovo Pokémon

Sun, 09/15/2019 - 15:00

Pokémon, il sito Web di Spada e Scudo rivela un nuovo Pokémon Tecnoandroid

Un Pokémon nuovo di zecca viene avvistato per la prossima generazione di Pokémon Spada e Scudo in arrivo. Tuttavia, al momento non è del tutto chiaro quale sia questo Pokémon. Sull’account ufficiale Twitter di Pokémon è stato pubblicato un nuovo indizio su un nuovissimo Pokémon, con un link che pretende di condurre alcune ricerche sulla regione di Galar.

Il link porta al sito ufficiale di Spada e Scudo dove appare un’immagine glitch di un Pokémon. Insegui questa immagine in movimento sullo schermo e puoi fare clic su di essa per accedere a una voce del Pokédex.

Pokémon Spada e Scudo, nuovo misterioso Pokémon in arrivo

Dalle nuove indiscrezioni, le uniche cose che si possono dire sul nuovo enigmatico Pokémon è che è un tipo di combattimento con un’abilità chiamata “Costante”. C’è anche un piccolo paragrafo descrittivo con parti mancanti che recita: “Solo [] che è sopravvissuto a molte battaglie può ottenere questo []. Quando questo [] [] di questo Pokémon si ritirerà dal combattimento. ”

Naturalmente, questo mistero allettante ha portato a una corsa alle teorie dei fan. Un po’ ironicamente, una delle teorie più plausibili è che il Pokémon glitch sia una forma evoluta di Farfetch’d chiamata Sirfetch’d. Sirfetch’d era già stato annunciato come un nuovo Pokémon prima di questo.

Non ci sono ulteriori informazioni su quando verrà confermata l’identità di questo Pokémon. Siamo sicuri che non passerà molto tempo fino alla data di rilascio di novembre di Spada e Scudo. Qualunque cosa sia, questo Pokémon si unirà al roster di nuovi Pokémon di generazione 8. Essi includeranno una variante galariana di Weezing, nonché Polteageist il Pokémon teiera e l’adorabile pecora Wooloo.

Pokémon, il sito Web di Spada e Scudo rivela un nuovo Pokémon Tecnoandroid

Malware, è allarme rosso: Italia bersagliata di continuo

Sun, 09/15/2019 - 15:00

Malware, è allarme rosso: Italia bersagliata di continuo Tecnoandroid

I malware e i ransomware continuano ad abbattersi sull’Italia, che risulta ai primi posti delle classifiche mondiali per questo genere di attacchi. Il nostro Paese è infatti il quarto al mondo più colpito dai malware e il dodicesimo per quanto riguarda le incursioni ransomware.

Il dato emerge da “Evasive Threats, Pervasive Effects”, il report sulle minacce informatiche del primo semestre 2019, a cura di Trend Micro Research. A livello globale, il report mostra come nei primi sei mesi dell’anno gli attacchi fileless siano cresciuti del 265% e come gli attaccanti stiano sviluppando minacce sempre più invisibili ai tradizionali filtri di security.

Nella prima metà dell’anno sono aumentati anche gli exploit kit, registrando un +136%. Ma la minaccia maggiormente rilevata rimane quella dei malware per il cryptomining, liberati nei server e negli ambienti cloud. Anche i router coinvolti in possibili attacchi sono cresciuti del 64%.

Gli schemi di digital extorsion sono aumentati vertiginosamente del 319% dalla seconda metà del 2018 e le truffe Business Email Compromise si confermano tra le maggiori minacce, con un aumento del 52%.

 

Italia: i numeri sui malware e ransomware della prima metà del 2019

Il numero totale di malware intercettati in Italia nella prima metà del 2019 è di 9.336.995. L’Italia è il quarto Paese più colpito al mondo: sul podio Stati Uniti, Giappone e Francia. Nel primo semestre 2019 l’Italia è il dodicesimo Paese più colpito al mondo con una percentuale di attacchi del’1,96%.

In Europa perde il triste primato mantenuto per tutto il 2018 ed è seconda solo alla Germania. Le minacce arrivate via mail sono state 225.602.240 mentre gli URL maligni visitati sono stati 3.886.272. Il numero di app maligne scaricate nella prima metà del 2019 è di 12.660, in crescita rispetto alle 10.662 della prima metà del 2018.

Nella prima metà del 2019 sono stati 2.146 i malware di online banking che hanno colpito l’Italia. In crescita rispetto ai 1.901 del primo semestre 2018. Gli Exploit Kit rilevati sono stati 1.308, in linea con la media del Paese. Il 91% di queste minacce è entrato nelle reti attraverso la posta elettronica.

Per mitigare questo genere di minacce avanzate è necessaria una smart defense profonda, capace di correlare i dati attraverso i gateway, le reti, i server e gli endpoint, per identificare e fermare l’attacco al meglio.

Malware, è allarme rosso: Italia bersagliata di continuo Tecnoandroid

OnePlus 7T e OnePlus 7T Pro: rilevati nuovi dettagli

Sun, 09/15/2019 - 14:45

OnePlus 7T e OnePlus 7T Pro: rilevati nuovi dettagli Tecnoandroid


OnePlus 7T e OnePlus 7T Pro dovrebbero essere lanciati entro la fine del mese in India prima di raggiungere altri mercati. Mentre ci sono già state molte perdite, ne è emersa una nuova che rivela più dettagli e conferma ciò che già sappiamo.

Steve Hemmerstoffer, il popolare leaker di Twitter, ha rivelato la scheda tecnica completa dei dispositivi in ​​arrivo e le date di uscita (probabilmente per USA / Europa).

OnePlus 7 T

OnePlus 7T sarà caratterizzato da un display AMOLED fluido da 6,55 pollici con una risoluzione di 2400 x 1080 e un PPI di 402. Avrà uno scanner di impronte digitali in-display, una frequenza di aggiornamento di 90Hz e il supporto per HDR10 +.

Lo Snapdragon 855+ è il chipset sotto il cofano e verrà accoppiato con 8 GB b RAM. OnePlus 7T sarà disponibile nelle versioni da 128 GB e 256 GB. Come al solito, non esiste supporto per l’espansione della memoria.

Il telefono riceverà un sensore per fotocamera in più rispetto a OnePlus 7. La fotocamera principale è un sensore f / 1.6 da 48 MP con OIS ed EIS ed è accoppiata con un teleobiettivo da 12 MP f / 2.2 con zoom ottico 2x. È presente inoltre una fotocamera ultrawide da 16 MP f / 2.2 con un campo visivo di 120 °. La fotocamera selfie è un sensore da 16 MP e ha EIS. OnePlus ha aggiunto una nuova modalità Macro oltre alla modalità Nightscape e alla modalità Super-Slow Motion 960FPS.

OnePlus 7T avrà una batteria da 3800 mAh con supporto per una nuova tecnologia di ricarica rapida chiamata Warp Charge 30T. Si è rivelato essere il 20% più veloce di quello di OnePlus 7 Pro. Il telefono eseguirà anche una nuova versione di OxygenOS basata su Android 10. Non vi è alcuna menzione delle varianti di colore disponibili ma la fonte dice che ha una finitura opaca

OnePlus 7T Pro

Oneplus 7T Pro avrà un display da 6,65 pollici leggermente più grande con una risoluzione più elevata (3100 x 1440) e 516 PPI. C’è un sensore di impronte digitali sullo schermo e il telefono manterrà la frequenza di aggiornamento di 90Hz e il supporto HDR10 +.

Il device include anche un processore Snapdragon 855 Plus, 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione. Il telefono manterrà il suo triplo sistema di fotocamera posteriore che include un sensore 48 MP f / 1.6 con OIS ed EIS, un teleobiettivo 8 MP f / 2.4 con zoom ottico 3x e una fotocamera ultrawide 16 MP f / 2.2 con un campo visivo di 120 °.

Arriverà anche con una fotocamera selfie da 16 MP con EIS. OnePlus 7T Pro avrà una nuova modalità Macro, c’è anche la modalità Nightscape e la registrazione al rallentatore a 960 fps a 720p. Il telefono eseguirà OxygenOS basato su Android 10 e includerà una batteria da 4085 mAh con tecnologia di ricarica rapida WARP Charge 30T.

OnLeaks aggiunge che OnePlus 7T e OnePlus 7T Pro saranno probabilmente annunciati durante un evento il 10 ottobre e saranno messi in vendita il 15 ottobre. Non ci sono informazioni sul prezzo dei due telefoni.

OnePlus 7T e OnePlus 7T Pro: rilevati nuovi dettagli Tecnoandroid

Google annuncia Play Pass, servizio in abbonamento per giochi ed app

Sun, 09/15/2019 - 14:30

Google annuncia Play Pass, servizio in abbonamento per giochi ed app Tecnoandroid

Google Play Pass è prossimo al debutto. Lo ha comunicato il colosso di Mountain View su Twitter: Ci siamo quasi. Google Play Pass arriverà presto. Nei prossimi giorni, dunque, potremmo assistere al lancio del servizio con il quale Big G intende sfidare la concorrenza, come l’Apple Arcade di casa Cupertino.

Tuttavia, di Google Play Pass non si hanno ancora molte informazioni. Sappiamo che quello proposto da Google sarà un servizio in abbonamento che permetterà di accedere ad app e a giochi Premium (dai puzzle games alle app per la musica in streaming), senza interruzioni pubblicitarie e senza acquisti in-app. Eventuali funzionalità, opzioni o features a pagamento saranno dunque sbloccate automaticamente a fronte del pagamento del contributo mensile.

It’s almost time ⏲️ Google Play Pass is coming soon. pic.twitter.com/vTbNmRehLm

— Google Play (@GooglePlay) September 9, 2019

Google annuncia Play Pass, il suo servizio in abbonamento per accedere a giochi ed app

Molto probabilmente, il prezzo mensile di Google Play Pass sarà di 4,99 dollari, proprio come quello di Apple Arcade, e dovrebbe essere previsto un periodo di prova gratuita di un mese, oltre ad un piano tariffario per l’intera famiglia.

Il catalogo, poi, dovrebbe offrire almeno un centinaio di giochi ed applicazioni e che, proprio come i servizi degli altri competitor, sarà aggiornato mensilmente con delle new-entry. Non sappiamo quando il servizio verrà reso disponibile (per adesso è in fase di test per un numero limitato di utenti negli Stati Uniti), ma con molta probabilità potrebbe essere annunciato e lanciato in occasione dell’evento Google che si terrà il prossimo Ottobre.

Google annuncia Play Pass, servizio in abbonamento per giochi ed app Tecnoandroid

Wind Tre è pronta a lanciare la rete 5G insieme ad un altro operatore

Sun, 09/15/2019 - 14:15

Wind Tre è pronta a lanciare la rete 5G insieme ad un altro operatore Tecnoandroid

Con l’avvicinamento del 5G non mancheranno di certo le sorprese e proprio in queste settimane si sta parlando di un operatore in particolare, ovvero Wind Tre.

La nota joint venture si è mossa un pò in ritardo sul fronte della rete di quinta generazione, se consideriamo che Tim e Vodafone hanno già iniziato il loro processo di sperimentazione della nuova connessione in varie città italiane.

Per recuperare terreno dai due operatori telefonici, Wind Tre ha ben pensato di unire le proprie forze con un altro operatore in modo da offrire un servizio soddisfacente, soprattutto per quanto riguarda la qualità.

 

Wind Tre collaborerà con Fastweb per il 5G

L’operatore che collaborerà con Wind Tre sarà Fastweb, il noto operatore che si appoggià alla rete di Tim. Il nome con il quale si definisce questa fusione si chiama ‘patto ufficiale di collaborazione’ ed avrà una durata di almeno dieci anni.

Ciò che hanno in mente i due operatori telefonici per fronteggiare Tim e Vodafone è quello di creare una rete unica 5G. La collaborazione prevederà le seguenti condizioni che dovranno essere rispettate dalle due società: Wind Tre fornirà l’accesso a Fastweb sui servizi roaming dell’attuale rete 4G mentre Fastweb consentirà di far accedere la joint venture ai servizi di fibra ottica FTTC FTTH.

Nonostante tale collaborazione, le due società continueranno ad essere divise nel settore delle telecomunicazioni. Soltanto in questo caso riguardante la 5G allora c’è una sorta di fusione delle proprie forze.

Per il bene dei clienti, le due società hanno deciso di mettere da parte le rispettive incomprensioni che ci sono state nel passato.

Wind Tre è pronta a lanciare la rete 5G insieme ad un altro operatore Tecnoandroid

Fortnite: ecco le novità in arrivo dalla prossima stagione

Sun, 09/15/2019 - 14:00

Fortnite: ecco le novità in arrivo dalla prossima stagione Tecnoandroid

La skin Visitor Fortnite ha cambiato la descrizione già trapelata in precedenza ed è stata rinominata “The Scientist”.

La skin Visitatore era disponibile come parte del Pass battaglia di Fortnite Stagione 4 dopo aver completato le sfide Blockbuster. La skin ha avuto la possibilità di scegliere tra quattro diverse piastre frontali.

La meteora vista sul Fortnite Battle Royale ha il pod di The Visitor, tuttavia, il pod è vuoto, suggerendo sia scappato via da esso. Sappiamo che i segnali di frattura che vengono posizionati intorno alla mappa di Fortnite Battle Royale sono stati creati e distribuiti dal Visitatore, e i leaks suggeriscono che ci sarà un razzo in una delle fabbriche di Dusty dove sembra stia prendendo forma.

 

Una storia un po travagliata

La skin segreta della Stagione 10 è trapelata nell’aggiornamento v10.30 di questa settimana. Quando è trapelato, la skin è stata chiamata “Visitor Volta”, tuttavia, Epic Games ha appena twittato sull’account Twitter ufficiale di Fortnite che la skin è chiamata “The Scientist”. Ecco il tweet qui sotto:

“La fine è vicina. Lo scienziato è arrivato, la sua missione non è chiara. Completa la missione Meteoric Rise per sbloccare l’attrezzatura Secret Battle Pass! ”
Il contenuto continua sotto l’annuncio

Con l’annuncio di questa skin, la skin di The Visitor ha cambiato la descrizione. In precedenza, era: “Intenzioni sconosciute”, tuttavia, la nuova descrizione recita “Intenzioni sconosciute. Uno dei sette ”.
Ciò è probabilmente dovuto allo sviluppo della trama per la Stagione 10, ma vedremo in che modo la stagione si sviluppa per vedere cosa significa esattamente tutto questo.

Fortnite: ecco le novità in arrivo dalla prossima stagione Tecnoandroid

Samsung Back to School, ancora due giorni per risparmiare fino a 280 euro

Sun, 09/15/2019 - 13:50

Samsung Back to School, ancora due giorni per risparmiare fino a 280 euro Tecnoandroid

Il mare e l’abbronzatura hanno definitivamente lasciato spazio a libri e quaderni. Ma chi ha detto che tornare a scuola dev’essere noioso? Samsung ha pensato proprio agli studenti che da settembre tornano dietro ai banchi di scuola con la promozione Samsung Back to School.

L’iniziativa prevede la possibilità di acquistare i dispositivi tecnologici del brand risparmiando fino a 280 euro. Ma affrettatevi perché sono rimasti gli ultimi due giorni per godere della promozione. Fino al 16 settembre, collegandosi a questa pagina, studenti e universitari potranno acquistare numerosi prodotti Samsung progettati per loro.

 

Samsung Back To School, i prodotti in promozione

Samsung Galaxy A9: il primo smartphone al mondo con quattro fotocamere, perfetto per dare il bentornato agli studenti grazie alle prestazioni del processore Octa Core con 6 GB di RAM e un design elegante, originale e alla moda. Grazie alla modalità Always on Display, Galaxy A9 mostrerà in un lampo informazioni importanti quali un cambio d’aula improvviso.

Samsung Galaxy Tab S5e (10.5″, LTE o Wi-Fi): funzionalità avanzate in un design incredibilmente sottile e leggero. Perché portarsi dietro zaini pesanti pieni di libri, quando si può avere tutto ciò di cui si ha bisogno per affrontare anche la più stressante delle giornate scolastiche in 5,5 mm di spessore e solo 400g di peso?

Grazie a Samsung Galaxy Tab S5e, disponibile in versione LTE o Wi-Fi, studenti e universitari avranno a disposizione tutta la potenza e la capienza di cui avranno bisogno in un tablet con display sAMOLED da 10.5″ e audio surround tridimensionale Dolby Atmos.

Galaxy Fit: progettato per stare sempre al passo, Galaxy Fit è molto di più di un fitness tracker. Realizzato con materiali leggerissimi e resistenti, è indispensabile per affrontare le sfide di ogni giorno in modo facile e coinvolgente grazie alle sue molteplici funzioni, dal misuratore dello stress al monitoraggio del sonno pre-esame.

Galaxy Buds: l’accessorio immancabile per caricarsi. Sono gli auricolari senza fili in grado di far vivere l’esperienza di un concerto dal vivo, rimanendo in classe. Caratterizzati da un design elegante e compatto e dalla tecnologia wireless, Galaxy Buds non aggiungono ingombri inutili nello zaino, accompagnando ogni studente nel tragitto casa-scuola.

Samsung Back to School, ancora due giorni per risparmiare fino a 280 euro Tecnoandroid

Roma, biglietti per Metro e Bus gratis in cambio di bottiglie di plastica

Sun, 09/15/2019 - 13:45

Roma, biglietti per Metro e Bus gratis in cambio di bottiglie di plastica Tecnoandroid

Biglietti ATAC per i mezzi pubblici gratis in cambio di bottiglie di plastica. E’ la nuova iniziativa che mira a proteggere l’ambiente premiando chi riciclerà bottigliette di plastica con del credito che può essere utilizzato per acquistare i biglietti per il Bus e per la Metro di Roma.

L’iniziativa si chiama “+Ricicli +Viaggi”, durerà fino a Luglio 2020 ed è stata realizzata in collaborazione con l’app MyCicero. Per chi non lo sapesse, MyCicero è un’applicazione che permette di pianificare un viaggio con il trasporto pubblico locale offrendo la possibilità di acquistare sia i biglietti che gli abbonamenti ATAC.

Più ricicli, più viaggi. Come funziona l’iniziativa?

Grazie all’iniziativa Più Ricicli, più Viaggi, è possibile accumulare credito per acquistare biglietti e abbonamenti ATAC semplicemente riciclando delle bottiglie di plastica.

Per partecipare all’iniziativa e cominciare a guadagnare credito occorre, anzitutto, scaricare l’app myCicero e registrarsi al servizio (gratuito), per poi cliccare sul tasto dedicato “+Ricicli +Viaggi”. Ogni volta che si vorrà utilizzare la macchinetta per la raccolta delle bottiglie e che si trova nelle stazioni di San Giovanni, Cipro e Piramide, si dovrà scannerizzare il codice a barre identificativo del proprio account, in modo tale che il bonus possa poi esserci accreditato.

Le bottiglie che possono essere riciclate devono essere in PET e nei formati da 0,5 ai 2 litri. Per ogni bottiglia riciclata, si riceverà un credito di 5 centesimi, per cui sarà necessario riciclare trenta bottiglie di plastica per cumulare credito sufficiente all’acquisto di un biglietto ATAC da 1,50 euro.

Roma, biglietti per Metro e Bus gratis in cambio di bottiglie di plastica Tecnoandroid

Wind lancia la sfida ad Iliad con l’offerta da minuti illimitati e 50GB

Sun, 09/15/2019 - 13:30

Wind lancia la sfida ad Iliad con l’offerta da minuti illimitati e 50GB Tecnoandroid

L’operatore Wind è seriamente intenzionato a strappare il maggior numero di utenti dalla concorrenza per poter incrementare le nuove attivazioni. Tutto ciò può accadere se alla base ci sono delle iniziative commerciali attraenti soprattutto da un punto di vista economico.

In questo periodo, ci siamo accorti che i consumatori notano prima il prezzo dell’offerta che le soglie incluse. Quindi minore sarà l’investimento e maggiore sarà la probabilità che l’utente aderisca alla promozione.

L’offerta che vi presentiamo oggi è la seguente: Wind Smart 50 Flash. Quest’ultima è disponibile in versione operator attack, di conseguenza non tutti possono richiedere l’attivazione.

 

Wind torna prepotentemente sul mercato

Eseguendo l’attivazione in un qualsiasi negozio Wind aderente all’iniziativa, l’offerta può essere richiesta dai clienti che attualmente provengono da Iliad o da qualsiasi operatore virtuale, ad eccezione di LycaMobile.

L’offerta prevede in questo caso minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali e 50 giga di traffico dati in 4G al costo di 6,99 Euro ogni mese. Inizialmente, i clienti devono versare anche un costo di attivazione pari a 11,99 Euro ogni mese, invece di 21,99 Euro, se la sim rimane attiva per almeno 24 mesi. In caso contrario, è previsto un addebito di 10 Euro. Presente anche un costo di 10 Euro riguardante l’acquisto della nuova sim.

Invece, i clienti che preferiscono attivare l’offerta in modalità online alla seguente pagina ufficiale devono provenire da qualsiasi operatore virtuale, ad eccezione di ho.mobile e Kena Mobile. Invece, in questo caso il costo di attivazione non è presente considerando che i clienti devono versare i 10 Euro per la sim ed il rinnovo del primo mese anticipato.

Wind lancia la sfida ad Iliad con l’offerta da minuti illimitati e 50GB Tecnoandroid

Airbus: ecco come A321 XLR può battere Boeing e il suo 737 Max

Sun, 09/15/2019 - 13:20

Airbus: ecco come A321 XLR può battere Boeing e il suo 737 Max Tecnoandroid

L’evoluzione della tecnologia e il continuo bisogno di ottimizzare il rapporto tra costo e beneficio ha portato Airbus a presentare il nuovo A321 XLR. Già dal nome, il nuovo aeromobile, lascia trasparire la sua principale vocazione ossia la capacità di compiere viaggi “Extra Long Range”.

Rispetto al precedente modello appartenente alla famiglia Neo, A321 XLR fornisce una risposta concreta alle compagnie all’esigenza di avere un range maggiore mantenendo i costi contenuti. Il velivolo si prefigge infatti di abbattere del 30% il consumo di carburante e diventare il campione di autonomia. Si parla infatti di 8700 chilometri di percorrenza, il 15% in più rispetto alla sua variante LR, in un corpo compatto.

Airbus inizierà la produzione nel 2023 ma molte compagnie l’hanno già scelto per sostituire il precedente modello. La sua versatilità lo rende infatti unico nel suo genere, scopriamo le novità introdotte dal produttore europeo.

Airbus: le novità presenti sul nuovo A321 XLR

Nonostante le sue dimensioni contenute possano effettivamente preoccupare, A321 XLR sarà il futuro dell’aviazione. Permetterà infatti di compiere le stesse rotte precedentemente operate da aeromobili dalle dimensioni maggiori, come il suo stesso cugino A350 ULR. Non verrà minimamente sacrificato il comfort a bordo grazie all’utilizzo delle migliori tecnologie, già precedentemente collaudate sui modelli da lungo raggio dell’azienda. I viaggi oltre oceano subiranno quindi una notevole mutazione, visto l’ingente risparmio per ogni singolo vettore.

Le novità introdotte su A321 XLR sono moltissime e derivano dell’esperienza di Airbus con le versioni precedenti del velivolo. La prima differenza con il vecchio A321 sta nel serbatoio. E’ stato infatti montata una RCT (Rear Centre Tank), ossia un serbatoio maggiorato sotto alla fusoliera. Questo, oltre a poter ospitare più litri, è posizionato in modo da ottimizzare lo spazio in stiva.

Ovviamente per gestire l’incremento di peso anche i carrelli sono stati sostituiti con un modello molto più resistente. Anche il profilo alare ha subito una sostanziale modifica, per mantenere l’efficienza che da sempre caratterizza gli aeromobili Airbus.

Brutte notizie quindi per Boeing, che già soffriva del contraccolpo derivante dai problemi al 737 Max. Il produttore europeo sferra l’attacco, forte di oltre 6500 ordini ricevuti per la sola famiglia Neo tra le varie compagnie internazionali. Molti produttori rivali seguiranno sicuramente questo trend, tornando a produrre aerei piccoli ma tecnologicamente avanzatissimi.

Airbus: ecco come A321 XLR può battere Boeing e il suo 737 Max Tecnoandroid

Tim, Wind, Tre e Vodafone: come funziona il profilo 35b per la FTTC

Sun, 09/15/2019 - 13:15

Tim, Wind, Tre e Vodafone: come funziona il profilo 35b per la FTTC Tecnoandroid

Nei sistemi di connessione in fibra ottica FTTC (Fiber to the Cabinet) offerti da TIM, Wind Tre e Vodafone in caso di assenza della fibra pura FTTH (Fiber to the Home), la tecnologia Enhanced VDSL consiste nell’estensione dello spettro di frequenze utilizzate fino ai 35 MHz.

In pratica, questo sistema consente di raggiungere le velocità di trasferimento dati più elevate con la fibra FTTC scegliendo i modem router effettivamente compatibili con l’EVDSL.

Prestazioni al top solo se questo profilo di connessione non è troppo distante dall’armadio (o cabinet appunto) in cui è installato, pena subire delle interferenze. Infatti, dopo l’attivazione di nuovi abbonamenti all’interno dello stesso palazzo può capitare di vedere improvvisamente scendere la banda agganciata dal proprio router.

 

Fibra Ottica: come funziona il profilo 35b su FTTC

A livello di potenza, questo standard FTTC offerto attualmente da TIM, Vodafone e Wind Tre raggiunge fino ai 200 Mbps, che è in pratica la velocità massima di banda erogabile a tutti coloro che non sono in FTTH. Però, per attivare una connessione FTTC fino a 200 Mbps è indispensabile che l’armadio stradale sia non solo aggiornato ad accogliere i nuovi standard di telecomunicazione, ma deve essere distante dall’abitazione al massimo 100 metri.

Il modo migliore per controllare se il vostro modem router sia settato sullo standard EVDSL consiste nell’accedere da browser al pannello di amministrazione del device. Alcuni modem router indicano chiaramente se si sta adoperando il profilo di seconda generazione, altrimenti l’informazione è generalmente recuperabile collegandosi via Telnet da un prompt dei comandi in Windows. 

Una volta fatto, bisogna digitare telnet seguito dall’IP privato del modem router, che generalmente risponde al classico 192.168.1.1. In questo frangente, alcuni modelli di router necessitano del comando di debug dopo l’accesso via Telnet.

In generale, dunque, i seguenti comandi si possono usare per recuperare informazionisul profilo utilizzato (che sia 100 Mbps-17a o i 200 Mbps-35b). La sintassidifferisce da dispositivo a dispositivo, a seconda del produttore e del chipset utilizzato.:

adslctl info –show
xdslctl info –show
adsl show info

Tim, Wind, Tre e Vodafone: come funziona il profilo 35b per la FTTC Tecnoandroid

Netflix e Spotify a pochi euro: possibile, con questo metodo

Sun, 09/15/2019 - 13:05

Netflix e Spotify a pochi euro: possibile, con questo metodo Tecnoandroid

Lo streaming digitale, che si tratti di musica, video, serie tv o film, ha ormai spopolato in tutto il mondo grazie alla propria fruibilità e facilità d’uso. Per questo motivo, piattaforme leader in questo settore come Netflix e Spotify continuano a crescere sotto il profilo azionario per la quantità di clienti che quotidianamente utilizzano i loro servizi. Per non calcolare, poi, i milioni di abbonati che ogni giorno aumentano in numero.

Ma per avere un successo di queste proporzioni, sono necessari due ingredienti fondamentali: un’alta qualità del servizio e contestualmente un rapporto qualità prezzo che penda verso il basso costo delle varie offerte.

Però esiste un metodo per risparmiare ulteriormente sui già contenuti costi di fruizione del servizio.

Netflix e Spotify, il metodo per risparmiare ancor più sull’abbonamento

La strategia più efficace per abbassare i costi senza ricorrere a soluzioni illegali, ad oggi, consiste nello sharing dell’account. E se non si ha qualcuno con cui condividerlo? Esiste la soluzione, ma ne parliamo più avanti.

Per quanto riguarda Spotify, è disponibile un abbonamento che consente a 6 persone differenti di poter usufruire dello streaming illimitato, anche offline e senza pubblicità. Il costo è pari a 15 euro mensili, pertanto corrispondono a 2,50 euro per ogni persona inclusa nello sharing.

Il discorso per Netflix è lievemente diverso, perché già nella propria offerta sono previste diverse modalità a seconda di quante persone stiano condividendo l’account.

L’offerta Netflix per i propri utenti si articola in tre possibilità, a seconda di quante persone possano accedere allo streaming. Il piano Base prevede la fruizione da parte di un solo spettatore, e ha il costo di 7.99 euro.

Il piano Standard, che consente la visione a due spettatori, va a costare a testa 6 euro, perché il costo di questa opzione corrisponde, dopo gli aumenti apportati, a 11.99 euro. Infine c’è il piano Premium, che consente la visione da parte di altri 3 account oltre a quello del proprietario (quindi 4 utenti totali), al costo complessivo aggiornato di 15.99 euro, che si divide in 4 euro per persona.

Al tempo stesso, però, non sempre è possibile trovare amici o parenti con cui condividere l’abbonamento. Per far fronte a questa problematica, è stato ideata TogetherPrice, una piattaforma (anche in versione app) che consente di trovare virtualmente altre persone interessate a condividere il proprio abbonamento Netflix, così da formare piccoli gruppi di gestione attraverso un unico intestatario.

Netflix e Spotify a pochi euro: possibile, con questo metodo Tecnoandroid

WhatsApp: il trucco per inviare documenti e video pesanti

Sun, 09/15/2019 - 13:00

WhatsApp: il trucco per inviare documenti e video pesanti Tecnoandroid

WhatsApp non è sicuramente Telegram. Con l’app verde ci sono dei limiti alle dimensione dei file e dei contenuti multimediali da inviare all’interno di chat e gruppi. Spesso è necessario tagliare video e inviare immagini in più trance prima di riuscire a completare il trasferimento. Ma esiste un trucco che consente di aggirare il problema. Scopriamolo insieme con la migliore novità che tutti stanno usando.

 

WhatsApp: ecco come inviare file enormi senza ricevere l’avviso di superamento limite

Documenti pesanti non sono permessi su WhatsApp. Nemmeno l’ultimo aggiornamento ha concorso ad aggirare una limitazione che tutti vorrebbero eliminare a prescindere. Ed ecco che ci si deve ingegnare ancora una volta per bypassare le pessime scelte degli sviluppatori. Per quanto riguarda i PDF, ad esempio, non è possibile andare oltre i 100 MB per singolo file. Sappiamo bene quanto sia difficile tagliare un documento del genere prima di inviarlo. Ebbene, la soluzione c’è.

Per ovviare all’inconveniente occorre entrare nella chat del contatto a cui si intende inviare il file e scegliere l’icona a forma di graffetta. Dalle opzioni di condivisione scegliere la voce Documento: Si apre il File Manager e da qui è poi possibile scegliere cosa condividere. La stessa procedura funzione per WhatsApp Web accedendo alle relativa applicazione concepita per Personal Computer.

Allo stesso tempo è facile trovare tutti i documenti che sono stati condivisi con gli amici. In questo caso basta entrare nel profilo del contatto e premere sull’icona dei tre puntini in alto a destra per poi selezionare la voce Media. Si apre una scheda con tre tab principali: Media, Documenti e Link. Scegliendo Documenti, ad esempio, è possibile visualizzare cosa si è condiviso per file Word, PDF o PowerPoint. Tutto molto semplice e veloce.

WhatsApp: il trucco per inviare documenti e video pesanti Tecnoandroid

Truffe Unicredit e Intesa Sanpaolo: nuove email infestano le caselle postali

Sun, 09/15/2019 - 12:50

Truffe Unicredit e Intesa Sanpaolo: nuove email infestano le caselle postali Tecnoandroid

Una nuova ondata di truffe si percuote sulle caselle postali di diversi utenti, i quali posseggono dei conti nei maggiori istituti bancari nazionali come Unicredit o Intesa SanPaolo. Sappiamo bene che i cybercriminali, infatti, amano fingersi proprio queste banche per cercare di portare a termine i loro malevoli piani e, purtroppo, alcune volte ci riescono. Sebbene le stesse Unicredit e Intesa SanPaolo tutelino la loro clientela con tutti i mezzi possibili e sia, oramai, pressoché impossibile sorpassare le One Time Password, il tutto diventa più difficile quando sono gli stessi correntisti a fornire i dati. Come succede tutto ciò? Beh, attraverso il phishing.

Unicredit e Intesa SanPaolo: nuovamente vittime di phishing

Il phishing altro non è che il nome attribuito alle truffe che si svolgono via posta elettronica. Attraverso queste modalità, i cybercriminali ricreano quasi alla perfezione i messaggi solitamente inviati dagli istituti bancari per cercare di adescare più vittime possibili. Vi è però un dettaglio in grado di salvare l’intera situazione e si si configura con l’oggetto della stessa comunicazione.

Tutte le email di phishing, nel 99,9% dei casi, hanno per oggetto un avvenimento straordinario e di massima urgenza come ad esempio il blocco della propria carta o del conto corrente. Grazie a queste motivazioni, i cybercriminali spingono le vittime ad agire il più presto possibile e utilizzando le stesse modalità descritte nelle email, ossia le truffe vere e proprie.

Il caso che può essere visto nella foto qua sopra è un chiaro esempio di phishing, questa volta effettuato sotto le finte vesti di Intesa SanPaolo. Al fine di non rimanere mai coinvolti in tali truffe, il consiglio più utile è sempre uno: fare affidamento alla propria filiale o al servizio clienti all’interno della propria home banking.

Truffe Unicredit e Intesa Sanpaolo: nuove email infestano le caselle postali Tecnoandroid

Vodafone potrebbe rimuovere anche le ricariche da 10 euro

Sun, 09/15/2019 - 12:40

Vodafone potrebbe rimuovere anche le ricariche da 10 euro Tecnoandroid

Secondo le ultime indiscrezioni, l’operatore Vodafone, nei prossimi giorni, si appresterà ad apportare un’ulteriore modifica ai tagli di ricarica disponibili in alcuni punti vendita.

Proprio qualche giorno fa abbiamo parlato dell’intenzione dell’operatore rosso di eliminare il taglio di ricarica da 5 euro in alcuni punti vendita. Ora potrebbe essere tagliato anche il taglio da 10 euro. Cosa sta succedendo? Scopriamo maggiori dettagli.

 

Vodafone potrebbe rimuovere anche la ricarica da 10 euro

A partire dal prossimo 19 settembre 2019 l’operatore non permetterà più alla propria forza distributiva di rifornirsi delle ricariche in formato scratch card, quelle non telematiche, del valore di 5 e 10 euro. Di conseguenza, una volta terminate le scorte presenti all’interno dei magazzini, le ricariche da 5 e 10 euro non saranno più disponibili nei negozi fisici che prima le vendevano.

Questa indiscrezione riguarda solamente le classiche card fisiche da grattare, che contengono un codice a 16 cifre con cui è possibile richiedere la ricarica, chiamando il numero 42010 seguendo le istruzioni della voce guida. Invece, come anticipato qualche giorno fa, a partire da domenica 15 settembre 2019 non saranno più disponibili le ricariche telematiche da 5 euro nei punti vendita del circuito Banca 5.

In questo caso non è ancora conosciuto se la ricarica da 5 euro possa essere rimossa progressivamente anche nei punti vendita del circuito Sisal e Lottomatica. Tramite il circuito Banca 5 saranno quindi disponibili le ricariche da 10, 20, 30, 50, 60, 100 e 250 euro dell’operatore. Vi ricordiamo che con questa novità non sarà più possibile effettuare ricariche di un valore di 15 euro, vista l’assenza del taglio da 5 euro.

Vodafone potrebbe rimuovere anche le ricariche da 10 euro Tecnoandroid

Truffe PayPal: migliaia di utenti colpiti dopo Unicredit, BNL e SanPaolo

Sun, 09/15/2019 - 12:35

Truffe PayPal: migliaia di utenti colpiti dopo Unicredit, BNL e SanPaolo Tecnoandroid

Ogni giorno le truffe in giro per il web aumentano sempre di più. Dopo aver colpito prima i clienti di Tim, Wind, Tre e Vodafone con il cosiddetto Sim Swap Scam e poi i correntisti di Unicredit, BNL e Intesa Sanpaolo attraverso il phishing, i Cyber criminali hanno trovato delle nuove prede. A quanto pare, infatti, questi ultimi hanno puntato ai clienti di PayPal che, ultimamente, è stato colpito da una nuova truffa. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Truffe PayPal: nel mirino migliaia di utenti, attenzione a e-mail e messaggi

PayPal è conosciuto in tutto il mondo e grazie alla sua sicurezza e garanzia di rimborso in caso di truffa. Ogni giorno, infatti, milioni di utenti scelgono questo servizio proprio per evitare di essere raggirati e perdere i loro soldi. A quanto pare, però, attraverso delle e-mail di phishing i Cyber criminali hanno escogitato un nuovo metodo per realizzare ugualmente delle frodi.

Le truffe si diffondono attraverso delle e-mail fittizie simili in ogni dettaglio a quelle inviate dall’istituto bancario. In queste e-mail i Cyber criminali avvisano le vittime di un pagamento anomalo effettuato attraverso il proprio conto PayPal. La mail, quindi, consiglia all’utente di modificare la propria password e lo rimanda ad un link fittizio attraverso il quale i Cyber criminali possono rubare facilmente i dati sensibili di quest’ultimo. Per evitare quindi di imbattersi in questo tipo di truffe è importante porre la massima attenzione alla ricezione di una mail. Il nostro consiglio è quello di attivare un filtro anti-phishing che rilevi le email sospette.

Truffe PayPal: migliaia di utenti colpiti dopo Unicredit, BNL e SanPaolo Tecnoandroid

Wind premia la fedeltà: c’è una nuova speciale inziativa per tutti i clienti

Sun, 09/15/2019 - 12:30

Wind premia la fedeltà: c’è una nuova speciale inziativa per tutti i clienti Tecnoandroid

Wind nel corso di quest’estate ha scelto di sposare una strategia commerciale già adottata in passato dalle sue principali rivali, TIM e da Vodafone. Dopo i successi garantiti a questi due provider dalle piattaforme TIMparty ed Happy Black, anche il gestore arancione sceglie di lanciare un simile servizio. Da qualche settimana tutti gli utenti Wind potranno accedere allo speciale programma di affiliazione chiamato WinDay. 

Wind, un nuovo giorno per i regali: il martedì grandi occasioni per tutti

Sono già numerosi i clienti che hanno scoperto da vicino le potenzialità di WinDay. Di settimana in settimana gli utenti ricevono bonus legati alla propria ricaricabile o anche sconti per prodotti di società partner. La dinamica che governa la piattaforma WinDay è molto semplice: ogni giorno della settimana corrisponde ad una speciale iniziativa.

In questo mese di settembre, c’è un’ulteriore novità per tutti gli abbonati. Wind ha aggiunto un nuovo giorno alla sua serie di iniziative per WinDay: il martedì. Di regola in alcuni selezionati martedì del mese, gli abbonati del mese potranno accedere Crazy Store. 

Il Crazy Store rappresenta un negozio virtuale attraverso cui sarà possibile comprare item di aziende partner di Wind a prezzi scontati. Gli sconti arriveranno sino al 50%. Rispetto agli giorni speciali di Wind – questo è l’unica sottolineatura – il Crazy Store non sarà disponibile in maniera regolare ogni settimana.

Wind premia la fedeltà: c’è una nuova speciale inziativa per tutti i clienti Tecnoandroid

Netflix cancella nuove serie tv e film: ecco quali sono i titoli

Sun, 09/15/2019 - 12:20

Netflix cancella nuove serie tv e film: ecco quali sono i titoli Tecnoandroid

Per i consumatori che hanno un abbonamento mensile Netflix il mese di Ottobre sarà molto difficile; purtroppo, la nota piattaforma di streaming online ha deciso di fare nuovamente spazio nel suo catalogo e, questa volta, i titoli cancellati sono veramente tanti.

Sicuramente alcuni consumatori si ricorderanno dello stesso periodo dell’anno scorso, dove appunto Netflix ha deciso di eliminare numerosi titoli; giusto per citarne qualcuno ha eliminato serie tv come Dexter, Californication, Dottor House, Lie to Me, The Following e via dicendo.

Netflix elimina nuovi titoli tra serie tv, documentari e film: ecco quali sono

La nota piattaforma di streaming online ha deciso di effettuare nuovamente pulizie nel suo catalogo; a quanto pare, numerosi titoli saranno eliminati tra il 30 di Settembre e il 2 di Ottobre.

Dal 30 Settembre non saranno più disponibili le due mini serie televisive per bambini Kate e Mim-Mim e Tenkai Knights; nella stessa data sarà eliminata anche la serie televisiva Continuum.

Il 2 Ottobre invece, abbandoneranno la rinomata piattaforma di streaming online serie televisive come Lost, Revenge, Star Wars: The Clone Wars e La vita segreta di una Teenager americana.

Per il momento i titoli ufficiali sono questi ma, secondo alcune voci da corridoio, non saranno più disponibili anche serie televisive come Orange is the new black, The Ranch, Iron Fist, Santa Clarita Diet, One Day at a Time, Friends From College, Dark, Nightflyers, The Punisher, Jessica Jones e Fuller House; comunque sia, è bene aspettare conferme ufficiali dalla piattaforma di streaming più utilizzata dai consumatori di tutto il mondo.

Netflix cancella nuove serie tv e film: ecco quali sono i titoli Tecnoandroid

ho. Mobile: tutto illimitato e 50GB a 5.99€ solo fino al 21 settembre

Sun, 09/15/2019 - 12:10

ho. Mobile: tutto illimitato e 50GB a 5.99€ solo fino al 21 settembre Tecnoandroid

 

ho. Mobile ha nuovamente fissato la data di scadenza dell’offerta ho.5.99€. Dunque, i clienti che decidono di trasferire il numero da Iliad o da uno degli operatori virtuali scelti dal gestore hanno tempo fino al 21 Settembre per procedere con l’acquisto della nuova SIM ho. Mobile ed effettuare l’attivazione dell’offerta.

Passa a ho. Mobile: fissata nuovamente la data di scadenza dell’offerta ho.5.99€!

La nuova promozione, già presentata in passato dal gestore, sostituisce l’offerta ho. 6.99€ permettendo ai clienti di sostenere una spesa più conveniente senza modificare le soglie di minuti, SMS e Giga. La tariffa, infatti, consente di ricevere mensilmente: minuti illimitati verso tutti i numeri, SMS illimitati verso tutti i numeri e 50 GB di traffico dati in 4G Basic.

Offerta ho. 5.99: vantaggi e servizi extra!

L’offerta ho. 5.99€ prevede una spesa mensile decisamente economica, infatti, i clienti che ne richiedono l’attivazione vanno incontro ad un costo di rinnovo pari a soli 5,99 euro. Di conseguenza anche il costo previsto per l’attivazione è il più conveniente in quanto riguardante la nuova SIM e la prima ricarica, quest’ultima pari al costo necessario per saldare il primo rinnovo dell’offerta. La spesa irrisoria non è l’unico vantaggio riservato ai clienti che decidono di effettuare la portabilità. Infatti, caratteristica appartenente a tutte le tariffe ho. Mobile è l’inclusione di tantissimi servizi extra.

I nuovi clienti ricevono quindi la possibilità di usufruire gratuitamente dei seguenti servizi importanti: 

  • l’sms ho. chiamato
  • il trasferimento di chiamata
  • l’avviso di chiamata
  • il servizio di navigazione hotspot
  • il numero gratuito che permette di monitorare il credito residuo

 

ho. Mobile: tutto illimitato e 50GB a 5.99€ solo fino al 21 settembre Tecnoandroid

Smartphone: ha senso acquistare un modello 5G nel 2019?

Sun, 09/15/2019 - 12:05

Smartphone: ha senso acquistare un modello 5G nel 2019? Tecnoandroid

Entro la fine del prossimo anno, tutte le principali compagnie telefoniche avranno portato sul mercato tutte le prime offerte per la connessione 5G e tutte le sperimentazioni sulla rete saranno terminate. Come ben sappiamo però, le offerte non saranno economiche, almeno in una prima fase iniziale. Tuttavia inizierà la corsa all’offerta, e tutti i gestori opteranno per tariffe interessanti ma con una qualità del servizio elevatissima.

Gli esperti temono che i prezzi elevati delle tariffe, giustificati dall’alta qualità della rete 5G offerta dei gestori, unita agli ingenti investimenti fatti per realizzar la connessione, possano non risultare appetibili per l’utenza. Ricordiamo che son state proprio le pratiche scorrette delle società di telefonia, unite a costi altissimi per le offerte, che hanno portato alla nascita degli operatori low cost come Iliad, .ho e molti altri.

Attualmente le prime offerte per il 5G sono già apparse nei cataloghi di Tim e di Vodafone, anche se il problema principale pare non essere proprio l’elevato costo, ma la scarsità di prodotti 5G nel mercato globale. Comprare un device 5G al momento inoltre, potrebbe non essere la scelta più saggia da fare al momento. Vediamone insieme il perché.

Smartphone: perché non conviene comprarne uno 5G nel 2019

Il 5G cambierà la nostra vita quotidiana, le nostre industrie, la sanità e tanto altro ancora. I dirigenti d’azienda ipotizzano che entro 7 anni tutto il mondo utilizzerà le reti con la nuova connessione, e avremo finalmente le tanto citate e sognate “Smart Cities”.

Comprare oggi quindi un device abilitato alla rete del futuro, con l’idea di fare un acquisto lungimirante, potrebbe non essere un’idea particolarmente vincente. Al momento vi sono pochissime alternative, e riguardano soltanto smartphone top di gamma. Soltanto la fascia di prodotti premium è dotata dei moduli Huawei o Qualcomm che supportano il 5G.

I modelli disponibili al momento son veramente esigui: S10+, Note 10+, OnePlus 7 Pro, Mi Mix 3, Oppo Reno 10X, LG V50 5G, Huawei Mate 20 X (tutti in versione 5G) e pochi altri ancora. Il difetto maggiore però che abbiamo riscontrato è che al momento la velocità raggiunta dai device non è così eclatante da giustificarne ora l’acquisto. Senza contare che i telefoni, quando sono connessi alla rete, scaldano in maniera eccessiva e hanno un devastante battery drain.

Noi, ad IFA 2019 però abbiamo intervistato Dino Flore, vice-presidente dell’azienda americana Qualcomm, che ci ha spiegato quale sarà il futuro dei processori per smartphone che supporteranno il nuovo standard per le telecomunicazioni. L’obiettivo per il futuro, come ci ha ribadito il dottor Flore, è quello di portare il 5G anche nella fascia di prodotti di fascia media e di fascia bassa. Una tecnologia quindi mainstream, al servizio di tutti e non dei “pochi”. Qualora voleste saperne di più, vi lasciamo qui il link all’ intervista completa.

Smartphone: ha senso acquistare un modello 5G nel 2019? Tecnoandroid

Pages