Feed aggregator

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


Nuovi sconti sul Play Store: Despotism 3k è completamente gratuito

Android World - Fri, 09/30/2022 - 00:04

Come avviene quasi ogni giorno, anche oggi sono stati messe in offerta tante applicazioni e giochi sul Play Store: gli sconti sul negozio digitale di Google sono davvero interessanti, e spesso si parla di una riduzione del prezzo totale. Oggi, 29 settembre, citiamo sicuramente Despotism 3k tra i giochi proposti gratuitamente.

Offerte Amazon

Despotism 3k è un interessante titolo con grafica in pixel art: il gioco mischia elementi manageriali e meccaniche roguelike e il gameplay consiste nel "trasportare esseri umani gracili tra varie strutture usando artigli meccanici", come si legge nella descrizione del gioco sullo store.

La trama del gioco è la seguente:

L'umanità è schiava di un'IA ... il che è fantastico, visto che siamo dalla parte giusta del conflitto. Sfrutta i gracili esseri umani per estrarre risorse e costruire il tuo impero! Dovrai fare attenzione e assicurarti che non soccombano alla stanchezza e alla fame... anche se i più deboli possono sempre essere lanciati nel Bioreattore.

App e giochi in offerta

Oltre a questi sconti, sono ancora attive alcune promozioni di cui vi abbiamo parlato in questi giorni. Vi consigliamo dunque di approfittare e di scaricare le app o i giochi più interessanti, poiché non sappiamo quando finiranno gli sconti sul Play Store.

Altre app o giochi in offerta

L'articolo Nuovi sconti sul Play Store: Despotism 3k è completamente gratuito sembra essere il primo su Androidworld.

How to Configure Mouse Support for Linux Virtual Consoles with GPM

Linux Today - Fri, 09/30/2022 - 00:00

GPM is a daemon that helps you to configure mouse support for Linux virtual consoles. Learn more here.

The post How to Configure Mouse Support for Linux Virtual Consoles with GPM appeared first on Linux Today.

UbuntuDDE Remix 22.04 Review: Attractive Distro, Ubuntu-LTS Stability

Linux Today - Thu, 09/29/2022 - 22:00

A detailed review of the UbuntuDDE Remix 22.04 release based on its performance, features, and things that didn’t go well.

The post UbuntuDDE Remix 22.04 Review: Attractive Distro, Ubuntu-LTS Stability appeared first on Linux Today.

Ancora Pixel 7: design raffinato e Face Unlock!

Android World - Thu, 09/29/2022 - 21:50

Manca ormai una settimana all'evento ufficiale Google programmato per il 6 ottobre, quello in cui verranno presentati i suoi nuovi smartphone top di gamma. Parliamo ovviamente dei i Pixel 7 e Pixel 7 Pro.

Canale Telegram Offerte

Negli ultimi giorni abbiamo visto trapelare online nuove immagini e video che hanno mostrato a pieno il design dei nuovi flagship Android. Prima del lancio ufficiale abbiamo ancora modo di averne un assaggio.

Il video che trovate proprio qui sotto mostra il design ufficiale dei nuovi Pixel 7. Dal video riusciamo ad avere una panoramica ravvicinata dei Pixel 7, al punto che riusciamo a scorgere un design più curato rispetto ai predecessori Pixel 6 e Pixel 6 Pro. Questo si riflette soprattutto nel profilo del modulo fotografico posteriore, che sembra sporgere meno ed essere più smussato.

Ma non finisce qua: i nuovi Pixel 7 e Pixel 7 Pro sono appena stati registrati sulla piattaforma Play Console di Google, una piattaforma utile soprattutto agli sviluppatori Android per aggiornare i loro prodotti in base ai nuovi modelli di smartphone lanciati sul mercato.

Stando a quanto emerso dalla Play Console, il nuovo Pixel 7 avrà un display con risoluzione 1.080 × 2.400 pixel e con 420 dpi, mentre il Pixel 7 Pro potrà contare su un display a risoluzione 1.440 × 3.120 pixel e con 560 dpi. Come per i Pixel 6 dello scorso anno, soltanto il modello Pro godrà del supporto Ultra Wide Band (UWB). Se non sapete cos'è ne abbiamo parlato in questo articolo.

Ma la novità più interessante riguarda lo sblocco di sicurezza. Sembra ormai confermato che entrambi i Pixel 7 e Pixel 7 Pro potranno contare sullo sblocco tramite riconoscimento facciale. Per fare questo Google dovrebbe sfruttare il meccanismo di messa a fuoco a doppio pixel (DPAF) per creare una mappa di profondità del volto degli utenti.

Insomma non ci resta che attendere il lancio ufficiale. Vi ricordiamo inoltre che l'evento del 6 ottobre di Google sarà molto ricco. Oltre ai Pixel 7 e Pixel Watch, arriveranno altri dispositivi smart come il nuovo Nest Doorbell, il campanello smart di Google, e Nest Wifi Pro.

L'articolo Ancora Pixel 7: design raffinato e Face Unlock! sembra essere il primo su Androidworld.

5 Best Free Self-Hosted Music Streaming Software

Linux Today - Thu, 09/29/2022 - 20:00

This article shows you the five best self-hosted music streaming services that you can install for free. Learn more here.

The post 5 Best Free Self-Hosted Music Streaming Software appeared first on Linux Today.

MEDION presenta i nuovi computer da gaming della famiglia ERAZER

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 19:30

MEDION presenta i nuovi computer da gaming della famiglia ERAZER Tecnoandroid

MEDION ha svelato al mondo la nuova linea di computer gaming ERAZER. La famiglia è pensata per unire prestazioni elevate, grafiche mozzafiato ma soprattutto versatilità per adattarsi alle sempre crescenti necessità digitali.

Con la serie ERAZER, Medion ha realizzato dei PC sia laptop che desktop per tutti i gusti. La famiglia è composta da: BEAST X30, MAJOR X10, SPECIALIST P10, CRAWLER E30 e RECON P20. Tutti i modelli sono realizzati per soddisfare tutte le esigenze dei consumatori sia in mobilità che a casa.

I punti fermi però sono li stessi per entrambe le versioni, ossia privilegiare la parte tecnica senza sfavorire l’affidabilità. Per fare alcuni esempi, le porte sono posizionate per massimizzare la comodità e il raffreddamento è uno degli aspetti principali dei computer MEDION. Considerando che l’utilizzo sarà principalmente per lunghe sessioni da gaming, l’affidabilità diventa un fattore imprescindibile da tenere sempre in primo piano.

 

Se siete alla ricerca di un laptop o un fisso da gaming, la nuova famiglia di prodotti MEDION ERAZER unisce design ricercato e prestazioni assolute BEAST X30

BEAST X30 è un laptop nato per incarnare l’essenza del gaming in mobilità. All’interno della scocca elegante, le componenti hardware sono più simili a quelle di un PC desktop che a quello di un laptop. Il processore Intel® Core™ i7-12700H è affiancato da una scheda video NVIDIA® GeForce RTX™ 3070 Ti. Il display è da 17 pollici con risoluzione QHD, tastiera retroilluminata 16,7 milioni di colori e audio certificato Sound blaster Cinema 6+.

Caratteristiche principali BEAST X30:

• Processore Intel® Core™ i7-12700H 14 Core (6 P-Core + 8 E-Core)• NVIDIA® GeForce RTX™ 3070 Ti (8 GB GDDR6 VRAM)• 1 SSD da 1 TB PCIe Gen. 4×4• 16 GB RAM DDR5 4800 MHz• Display IPS 17,3” QHD a 165 Hz• 2 speaker Sound blaster Cinema 6+• Intel® Wi-Fi 6 AX211• Microsoft Windows 11 Home• Tre mesi di Game Pass Ultimate inclusi

MAJOR X10

MAJOR X10 è un laptop potente, spinto dal processore Intel® Core ™ i7-12700H 14 Core e dalla scheda grafica Intel® Arc™ A730M. Lo schermo è da 16 pollci con risoluzione QHD+ e refresh rate da 165 Hz nel nuovo formato 16:10.

Caratteristiche principali MAJOR X10:

• Processore Intel® Core™ i7-12700H 14 Core (6 P-Core + 8 E-Core)• Intel® Arc™ A730M (12 GB GDDR6 VRAM)• 2 SSD M.2 da 2 TB PCIe Gen. 4×4• 16 GB RAM DDR5 4800 MHz• Display IPS 16” QHD+ a 165 Hz• 2 speaker Sound blaster Cinema 6+• Certificato Nahimic by Steelseries• Intel® Wi-Fi 6 AX211• Microsoft Windows 11 Home• Tre mesi di Game Pass Ultimate inclusi

Disponibile da ottobre.

SPECIALIST P10

Lo SPECIALIST P10 è un laptop da gaming spinto da un display AVHA QHD+ 165Hz da 16’’, scheda grafica NVIDIA GeForce RTX 3060, processore Intel Core i7-12400H. I giocatori non possono desiderare nulla di più.

Caratteristiche principali SPECIALIST P10:

• Processore Intel® i7-12400H• NVIDIA® GeForce RTX™ 3060 (6 GB GDDR6 VRAM)• 1 SSD M.2 da 1 TB• 16 GB RAM DDR4 3200 MHz• Display IPS 16” QHD+ a 165 Hz• 2 speaker Sound blaster Cinema 6+• Intel® Wi-Fi 6 AX211• Microsoft Windows 11 Home• Tre mesi di Game Pass Ultimate inclusi

Disponibile da ottobre.

CRAWLER E30

Pensato per chi si vuole approcciare al mondo del gaming ma anche per tutti i coloro che vogliono una macchina affidabile, il CRAWLER E30 ha tutte le componenti al posto giusto. Il display IPS da 15.6 pollici con risoluzione FHD e refresh rate a 144Hz si unisce ad un processore Intel® i5-12500H e a una scheda video NVIDIA® GeForce RTX™ 3050 Ti.

Caratteristiche principali CRAWLER E30:

• Processore Intel® i5-12500H• NVIDIA® GeForce RTX™ 3050 Ti • (4 GB GDDR6 VRAM)• 2 SSD da 512 GB PCIe Gen.• 8 GB RAM DDR4 3200 MHz• Display IPS 15,6” FHD a 144 Hz• 2 speaker Sound blaster Cinema 6+• Intel® Wi-Fi 6 AX211• Microsoft Windows 11 Home• Tre mesi di Game Pass Ultimate inclusi

Disponibile da ottobre.

RECON P20

I lRECON P20 è un PC desktop proposto da  MEDION ERAZER. Nonostante si tratti di un Mid-Tower, le dimensioni sono contenute ma con un hardware di altissimo livello. Il PC è dotato di una Scheda Madre Intel B660 mATX, oprocessore Intel Core i5-12400F e scheda grafica NVIDIA GeForce RTX 3060.

Caratteristiche principali RECON P20:

• Processore Intel® Core™ i5-12400F (18 MB Intel® Smart Cache, fino a 4,4 GHz, 6 Core, 12 thread)• Scheda madre Intel® B660 mATX• NVIDIA® GeForce RTX™ 3060 (12 GB GDDR6 VRAM)• 1 SSD da 512 GB• 16 GB (2x 8 GB) RAM DDR4 3200 MHz• 12 GbE LAN (10/100/1000 Mbit/s.)• Microsoft Windows 11 Home• Porte: 4x USB 3.2 Gen 1, 2x USB 2.0, 1x USB 3.2 Gen 2 (Tipo C), ingresso cuffia e microfono, 1x LAN (RJ 45), 3x jack audio, 1x HDMI 2.0, 2x Display Port 1.4°

Disponibile da ottobre.

 

MEDION presenta i nuovi computer da gaming della famiglia ERAZER Tecnoandroid

Streaming, non sapete cosa guardare? Prendete spunto da questi film e serie TV

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 19:00

Streaming, non sapete cosa guardare? Prendete spunto da questi film e serie TV Tecnoandroid

Scegliere una nuova serie TV da iniziare o un film da guardare non è mai semplice. Gli amici ce ne consigliano tantissime che finiscono nella lista “guarda più tardi” e poi si perdono lì. Tuttavia, se volete essere sempre sul pezzo, ecco i migliori contenuti da guardare in streaming!

Il team di JustWatch ha analizzato tutte le piattaforme attive in Italia (Netflix, Amazon Prime Video, Disney+, SKY ecc) per estrapolare le TOP 10 dei contenuti con il gradimento più alto. I dati tengono conto sia del numero di visualizzazioni che delle recensioni, per creare così una classifica attendibile.

Entrambe le TOP 10 dei migliori contenuti in streaming si riferiscono al periodo compreso tra il 19 e il 25 settembre. In questa settimana, i contenuti indicati sono quelli che hanno spopolato e di cui sentirete certamente parlare in futuro.

 

Se non sapete cosa guardare in streaming, le classifiche TOP 10 di JustWatch vi consigliano i migliori film e serie TV attualmente disponibili TOP 10 – Film in streaming
  1. Top Gun: Maverick
  2. Avatar
  3. The Batman
  4. Elvis
  5. Una famiglia vincente – King Richard
  6. Belfast
  7. Gattaca – La porta dell’universo
  8. Animali Fantastici – I Segreti di Silente
  9. Athena
  10. Matrix Resurrection
TOP 10 – Serie TV in streaming
  1. Dahmer
  2. Star Wars: Andor
  3. The Handmaid’s Tale
  4. The Staircase – Una morte sospetta
  5. Prisma
  6. House of Dragon
  7. Wanna
  8. Ted Lasso
  9. Cyberpunk: Edgerunners
  10. Il Signore degli Anelli – Gli anelli del potere

In cima alla classifica TOP 10 relativa ai film si posiziona Top Gun: Maverick. La pellicola è diretta da Joseph Kosinski e ha come protagonista Tom Cruise che riprende il ruolo del pilota Pete Maverick Mitchell, interpretato oltre 40 anni fa.

Per quanto riguarda la classifica TOP 10 delle serie TV più apprezzate, in vetta troviamo Dahmer. La serie segue le vicende di Jeffrey Dahmer, un serial killer che ha terrorizzato lo stato del Wisconsin tra gli anni ’70 e gli anni ’90.

Streaming, non sapete cosa guardare? Prendete spunto da questi film e serie TV Tecnoandroid

How to Install Docker Swarm on Debian 11

Linux Today - Thu, 09/29/2022 - 19:00

Docker Swarm is a container orchestration built on Docker Engine. This tutorial shows you how to install Docker Swarm on Debian 11 servers.

The post How to Install Docker Swarm on Debian 11 appeared first on Linux Today.

Tower of Fantasy, il nuovo update introduce un nuovo personaggio e tante sfide

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 18:30

Tower of Fantasy, il nuovo update introduce un nuovo personaggio e tante sfide Tecnoandroid

Le possibilità di gameplay di Tower of Fantasy continuano ad ampliarsi ed espandersi. Con l’introduzione del nuovo update, i giocatori potranno contare sulla presenta di un nuovo personaggio.

A partire dal prossimo 6 ottobre, farà il proprio debutto Cobalt-B affiancato dalla sua fidata Flaming Revolver. Per poter inquadrare al meglio il personaggio, la descrizione ufficiale conferma che si tratta di un ingegnere meccanico del team di sviluppo delle armi Hykros. Inoltre, Cobalt-B ha un istinto innato per la creazione di armi altamente efficaci che testa su ignari seguaci Hyena.

Ma non è tutto. l’arrivo del nuovo personaggio sarà affiancato anche dall’inizio di un evento a tempo in vista dell’aggiornamento globale. Fino al 12 ottobre, i giocatori potranno confrontarsi nel “Vera Orienteering Limited-Timed Event”.

 

Tower of Fantasy si aggiorna con un nuovo personaggio e con una serie di sfide che permetteranno di vincere importanti ricompense speciali

Tutti i giocatori di Tower of Fantasy potranno ottenere ricompense speciali mettendo in campo tutte le proprie abilità per completare una serie di sfide. Gli sviluppatori hanno scelto di complicare ulteriormente le cose e quindi, al fine di superare gli ostacoli, bisognerà sfruttare tre diversi elementi di gameplay.

Le sfide non saranno disponibili tutte da subito ma saranno sbloccate gradualmente da oggi fino al 12 ottobre. Tutti coloro interessati a provare Tower of Fantasy e tutte le novità del nuovo update, potranno scaricare il titolo direttamente su smartphone o PC.

Il gioco è compatibile con i device Android e iOS e basterà recarsi sui rispettivi store per scaricarlo. Gli utenti PC, invece, possono collegarsi al sito ufficiale e procedere al download. Nel corso delle prossime settimane, il gioco arriverà anche su Steam e da Epic Game Store.

Tower of Fantasy, il nuovo update introduce un nuovo personaggio e tante sfide Tecnoandroid

ROCCAT presenta la tastiera Vulcan II MAX e le cuffie Syn MAX Air pensate per i gamer

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 18:00

ROCCAT presenta la tastiera Vulcan II MAX e le cuffie Syn MAX Air pensate per i gamer Tecnoandroid

ROCCAT ha scelto di rinnovare la propria offerta top di gamma pensata per i gamer PC con il lancio di due nuovi dispositivi pensati per migliorare le prestazioni. La tastiera Vulcan II Max e le cuffie Syn Max Air vanno così ad ampliare la scelta del brand da gaming di Turtle Beach.

La tastiera Vulcan ha già stupito tutti per il proprio design e con la Vulcan II Max la serie viene ancora una volta impreziosita da elementi importanti. Grazie agli switch ottici TITAN II di ROCCAT e alla tecnologia Dual LED Smart Keys è possibile combinare prestazioni e funzionalità con un look accattivante.

La linea elegante creata dal plate in alluminio e il poggia-polsi traslucido illuminato rendono la Vulcan II Max bellissima da guardare. Il feeling durante la digitazione è fluido e intrigante, grazie ad un’attuazione rapidissima. Gli switch sono resistenti, con una ciclo di vita che si attesta su 100 milioni di clic.

 

ROCCAT ha lanciato due prodotti di fascia alta destinati ai gamer più esigenti, la tastiera Vulcan II MAX e le cuffie Syn MAX Air

Le Syn Max Air  si configurano come cuffie wireless da gaming per PC di livello premium. La decennale esperienza sviluppata da Turtle Beach nel settore audio ha permesso la realizzazione di un prodotto dalle qualità eccellenti.

Le cuffie possono vantare un suono avvolgente grazie alla tecnologia surround Waves 3D che sfrutta gli altoparlanti Nanoclear da 50 mm. A questo si aggiunge anche la funzionalità esclusiva di ROCCAT chiamata Superhuman Hearing che permette di accentuare il rumore dei passi, creando un netto vantaggio competitivo nei giochi.

Come dichiarato René Korte, fondatore di ROCCAT e General Manager delle periferiche PC di Turtle Beach: “La nuova gamma Max di ROCCAT dimostra il nostro impegno a creare le migliori periferiche da gaming per PC disponibili sul mercato. La Vulcan II Max è l’evoluzione della nostra tastiera più popolare e forse la più bella mai realizzata, mentre le Syn Max Air combinano il meglio delle tecnologie di ROCCAT e Turtle Beach per offrire un audio di qualità superiore e un design elegante. Entrambi i prodotti sono dotati di un’incredibile illuminazione RGB che non troverete da nessun’altra parte

Sia la tastiera Vulcan II Max che le cuffie Syn Max Air sono disponibili per il pre-order sul sito ufficiale del produttore. La disponibilità effettiva partirà il 17 ottobre 2022 per la tastiera con un prezzo di lancio di 229,99 euro. Le cuffie Syn Max Air, invece, saranno disponibili a partire dal 10 ottobre 2022 al prezzo di 249,99 euro.

ROCCAT presenta la tastiera Vulcan II MAX e le cuffie Syn MAX Air pensate per i gamer Tecnoandroid

Best Free and Open Source Alternatives to Apple Photo Booth

Linux Today - Thu, 09/29/2022 - 18:00

Photo Booth is a software application for taking photos and videos with an iSight camera. Learn about open source alternatives to Apple Photo Booth here.

The post Best Free and Open Source Alternatives to Apple Photo Booth appeared first on Linux Today.

Recensione Soundcore Space A40: auricolari di fascia media, ad un prezzo competitivo

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 17:30

Recensione Soundcore Space A40: auricolari di fascia media, ad un prezzo competitivo Tecnoandroid

Il marchio di dispositivi audio Soundcore by Anker ha avuto un discreto successo dal suo lancio nel 2014 (e dal rebranding del 2018). La sua nuova serie “Space” non fa eccezione. Gli auricolari Soundcore Space A40 offrono un suono forte, e si comportano come un’alternativa molto più costosa del loro modesto prezzo di 99,99 €.

Abbiamo testato vari auricolari wireless nel corso degli ultimi anni e, sebbene la tecnologia continui a migliorare, non tutti i marchi sono all’altezza delle aspettative. Tuttavia il marchio audio di Anker potrebbe essere sulla buona strada per offrire un’alternativa più conveniente alle opzioni più costose.

L’elenco delle funzionalità delle Soundcore Space A40, tra cui la cancellazione attiva del rumore (ANC), i profili audio personalizzabili e una custodia di ricarica wireless compatta che consente 50 ore di autonomia a ricarica, è abbastanza ampio da farvi porre la domanda: “Ho bisogno di spendere di più per un audio di qualità?” La risposta è che dipende.

Design e confezione:

Nella confezione di Space A40 trovate gli auricolari, una custodia di ricarica wireless, un cavo di ricarica USB-C, 5 dimensioni diverse di gommini una guida rapida e un manuale di sicurezza. La guida di avvio rapido include una semplice spiegazione delle funzioni di Space A40 ed è tutto ciò di cui avete bisogno per iniziare a usarle immediatamente.

Le nostre cuffie Soundcore Space A40 in prova sono nere lucide, ma sono disponibili anche in blu e bianco. La custodia di ricarica è in plastica nera con una finitura opaca, bordi arrotondati, un logo Soundcore cromato, un pulsante di associazione Bluetooth e una finestra di visualizzazione della carica a LED.

Nel frattempo, gli auricolari stessi sono dotati di uno chassis in plastica nera, un’area dei gesti sensibile al tocco in argento opaco con un logo al centro, due pin pad per la ricarica e sei microfoni in totale. Nel complesso la qualità dei materiali e di costruzione è alta, in mano non trasmettono una sensazione cheap.

App e configurazione:

Per iniziare, abbiamo seguito le linee guida per testare quali gommini degli auricolari si adattassero meglio alle nostre orecchie, prima di caricare le gemme. Dopodiché abbiamo scaricato l’app Soundcore che è disponibile sia su Android che iOS.

Dopo aver scelto i gommini ne abbiamo testato la vestibilità tramite il fit test dell’app. L’app ci ha chiesto di posizionare gli auricolari nelle orecchie, ascoltare una breve clip musicale e regolare il volume del telefono. Entrambi gli auricolari hanno una buona tenuta, ma è importante notare che, secondo l’app, tutte le taglie tranne la XL fornivano una buona tenuta.

Alla fine, siamo rimasti con i gommini più piccoli per la massima comodità. Indossare gli auricolari per ore e ore non è mai stato scomodo: sono leggeri e abbastanza sicuri da poter essere indossati tutto il giorno.

La connessione al Bluetooth è stata abbastanza semplice: una volta configurati gli auricolari Space A40, si connettono rapidamente ogni volta che li estraete dalla custodia di ricarica.

Come suonano e le modalità EQ:

Dopo aver ascoltato alcuni brani, abbiamo notato che i toni medi erano un po’ più spenti di quanto avremmo voluto. I bassi, al contrario, sono sempre stati forti e costanti, mentre i toni più alti mancavano di un po’ di brillantezza.

Tuttavia l’app di Soundcore offre molte funzionalità personalizzabili, quindi non dovete restare con l’equalizzazione standard. Dopo aver creato un profilo HearID nell’app, che vi aiuta a ottenere un suono personalizzato basato su un test dell’udito, abbiamo notato che i medi e gli alti suonavano molto meglio.

Con le numerose impostazioni di equalizzazione di Soundcore, abbiamo scoperto che non c’era nulla che non potevamo migliorare con un po’ di ritocco. Ad esempio, volevamo un po’ più di grinta ascoltando dei podcast thriller ed è qui che le opzioni “Effetti sonori” tornano utili.

Nella sezione “Predefinito”, ci sono molte opzioni tra cui scegliere, a seconda di ciò che state ascoltando. Oltre alle impostazioni dell’equalizzazione come “Bass Booster” e “Acoustic”, c’è anche un’impostazione “Spoken Word”, che abbiamo trovato equilibrata per la riproduzione degli audiolibri.

Abbiamo anche testato la funzione Custom EQ, che consente di creare profili per diversi media e salvarli. Il nostro profilo “Audiolibri” ha alzato di livello quei toni medi e ha reso l’ascolto più piacevole.

Sia l’EQ personalizzato che i profili EQ preimpostati di Soundcore hanno migliorato la nostra esperienza di ascolto. Sia che abbiamo provato ad ascoltare musica classica con l’equalizzazione “Classica” attivata o l’impostazione “Jazz” per artisti jazz e blues, siamo rimasti colpiti dai miglioramenti tonali che i preset hanno fornito all’audio. L’app Soundcore migliora gli auricolari Space A40, grazie al suo approccio intuitivo e personalizzabile.

Modalità trasparenza e ANC:

Questi auricolari Soundcore brillano soprattutto nelle loro capacità Multipoint, Transparency e Active Noise Cancellation (ANC). La loro modalità di trasparenza funziona bene, con la possibilità di essere “Completamente trasparente” o optare per “Modalità vocale”, a seconda delle tue esigenze. La cancellazione del rumore offre “Modalità manuale” o “Modalità adattiva”.

L’ANC è stato il nostro punto di riferimento per la cancellazione manuale del rumore, che spesso ci faceva male alle orecchie quando impostato su “Forte”. Sebbene Soundcore affermi che l’ANC blocca fino al 98% del rumore di fondo, penso che l’affermazione sia un po’ ambiziosa. Potevamo ancora sentire l’aria condizionata rumorosa o i piatti che tintinnavano con l’ANC acceso, ma le cime hanno fatto un ottimo lavoro nel tagliare molti rumori di sottofondo più leggeri come ventilatori, parlare e suoni della televisione.

La funzione Multipoint ci ha permesso di passare dal nostro laptop al nostro smartphone senza problemi. Non c’è stata praticamente alcuna pausa durante il passaggio da un dispositivo all’altro, il che ha superato le nostre aspettative. Se non avete mai provato Multipoint, è una caratteristica straordinaria che vi consente di connettervi a due o più dispositivi Bluetooth contemporaneamente, così potete passare rapidamente da media, telefonate o qualsiasi cosa voi stia ascoltando.

Specifiche tecniche e autonomia:

Purtroppo, gli auricolari Space A40 non hanno il rilevamento automatico dell’orecchio di Google Pixel Buds Pro, ed è piuttosto stancante se volete eliminarli per un momento senza mettere manualmente in pausa l’audio sul vostro dispositivo.

I sei microfoni integrati funzionano bene per chattare al telefono, ma non sono perfetti. Chiamando in ambienti silenziosi, non avrete alcun problema, ma nelle aree più rumorose, la persona sull’altra linea potrebbe avere problemi a sentirvi. Tuttavia, quando si utilizzano i microfoni per qualcosa come memo vocali o un’app per il karaoke, si comportano sorprendentemente bene.

La durata della batteria delle Soundcore Space A40 rende facile tenerli nelle orecchie tutto il giorno. Soundcore afferma che le gemme hanno una durata della batteria di 10 ore e fino a 50 ore nella custodia di ricarica. Una dichiarazione abbastanza accurata se li usate con ANC disattivato. Tuttavia, quando ANC o LDAC è attivo, si verifica un calo significativo della durata della batteria, ma è normale.

La funzione di ricarica rapida vi offre fino a 4 ore di ricarica in 10 minuti ed è un vero toccasana se vi state dirigendo da qualche parte dove non potete ricaricare e avete poco tempo. Dopo aver programmato una ricarica di 10 minuti, abbiamo avuto 3 ore e mezza di ascolto prima che gli auricolari si spegnessero e dovessero essere rimessi nella custodia di ricarica. Con la custodia di ricarica a piena potenza, abbiamo ottenuto circa quattro ricariche complete degli auricolari prima di dover caricare la custodia con il cavo USB-C incluso.

Conclusioni e prezzo:

Per soli 99,99 €, gli auricolari Soundcore Space A40 di Anker sono un’opzione competitiva se state cercando auricolari convenienti di fascia media. Con la loro eccezionale durata della batteria, la vestibilità comoda, la custodia di ricarica leggera e le varie funzioni audio, è difficile battere queste cuffie. Tuttavia, non sono prive di problemi.

Se preferite funzionalità come un microfono migliore, il rilevamento dell’orecchio per la messa in pausa automatica e un’area sensibile al tocco più affidabile, potreste preferire aumentare il budget e provare qualcosa di un po’ più costoso.

Ma se state cercando auricolari ad alte prestazioni con un budget di 100 euro, gli auricolari Soundcore Space A40 fanno bene il loro lavoro.

Recensione Soundcore Space A40: auricolari di fascia media, ad un prezzo competitivo Tecnoandroid

Recensione iPhone 14: trovate le differenze con l’iPhone 13

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 17:05

Recensione iPhone 14: trovate le differenze con l’iPhone 13 Tecnoandroid

L’azienda di Cupertino pochi giorni fa ha presentato la nuova famiglia di iPhone 14, come ogni anno l’evento di presentazione della nuova gamma ha fatto molto “rumore” e i meme sugli iPhone 14 stanno letteralmente riempiendo il web.

Dire semplicemente che costa di più o che è uguale all’anno scorso non basta, in questa recensione vi racconteremo l’iPhone 14, il più piccolo della nuova famiglia. Quali sono le differenze reali rispetto l’anno scorso e chi dovrebbe acquistare questo smartphone secondo noi, ve lo spieghiamo di seguito.

Design e materiali:

Non ci sono altri modi per dirlo, iPhone 14 esteticamente è identico al 13, le dimensioni e il peso sono uguali. Un corpo molto leggero, circa 170 g, facile da maneggiare e destreggiare anche con una sola mano. Il frame è interamente in alluminio, quindi al tatto è leggermente più economico rispetto al fratello maggiore 14 Pro, che ha il frame in metallo.

Il comparto fotografico presenta 2 fotocamere poste in diagonale, nella classica isola quadrata dai bordi arrotondati. Sempre sull’isola posteriore troviamo la luce LED e un piccolo microfono. Il logo cromato posto sulla scocca posteriore, dona quell’aspetto minimal ed elegante unico dei dispositivi Apple. Le colorazioni di quest’anno effettivamente sono molto interessanti, abbiamo: blu, viola, mezzanotte e RED che sostiene la Global Fund nella lotta al COVID-19. Il modello dai noi in prova è il Galassia (bianco).

Display e prestazioni:

Stesso corpo non sempre significa stesso schermo, ma a questo giro sì. iPhone 14 ha un display Super Retina XDR da 6.1 pollici, identico all’anno scorso, ma pur sempre un bellissimo pannello dai colori brillanti e neri profondi. Peccato manchi ancora la tecnologia Pro Motion.

Ambito prestazioni, non aspettatevi di trovare nuovi super poteri sotto al telaio dell’iPhone 14, abbiamo lo stesso processore Apple Bionic A15 dell’anno scorso, ma quest’anno lavora ad un core in più. Questo significa che è più potente? Sì, ma la differenza è così minima che un utente medio a occhio nudo non vede la differenza tra il 13 e il 14.

Tuttavia diamo a Cesare quel che è di Cesare, la RAM mette su i muscoli rispetto l’anno scorso e sale a 6 GB. Anche qui se non portiamo lo smartphone a condizioni limite è difficile vedere la differenza con il 13, ma l’upgrade c’è stato e non ci lamentiamo.

Anche la batteria è cresciuta un po’, passando dai 12,41 Wh dell’anno scorso, ai 12,68 Wh di quest’anno. Nell’aspetto pratico questo si traduce con un’autonomia aumentata di circa 1 ora. Mentre la ricarica veloce rimane invariata, Apple rispetto ai concorrenti Android ancora adotta sistemi di ricarica veloce “lenti”, perdonate il giro di parole, ma si sa, finche la casa di Cupertino non è pienamente soddisfatto di una sua tecnologia, non la lancia sul mercato.

Comparto fotografico:

Se dobbiamo parlare di novità, l’unica che troviamo in ambito video è la modalità “Azione” che consente di registrare video super stabili, questa tecnologia “croppa” l’immagine del sensore per avere un effetto “gymbal”, ma attenzione serve un’ottima illuminazione perché funzioni. Altrimenti le immagini risulteranno buie e piene di rumore. Non basta che sia giorno, vi dovete trovare letteralmente all’aperto in piena luce. Se siete curiosi di vedere un test di come funziona, guardate la nostra recensione video su YouTube.

Per il resto nulla da ridere, iPhone continua ad affermarsi come camera-phone di eccellenza, dopotutto c’è un motivo se gli smartphone della Apple sono tra i più richiesti dai Content Creator, dunque non mi soffermo ulteriormente su questo aspetto.

Software:

Circa una settimana dopo della presentazione della nuova famiglia 14, è stata presentata anche la nuova iOS 16, che ahimè, attualmente presenta ancora diversi bug. Nulla di grave o inusabile, sull’iPhone 14 Pro è già disponibile l’aggiornamento … che punta a migliorare questi piccoli bug, nella recensione del Pro vi parleremo più approfonditamente di questo argomento.

Altra novità è la “Crash Detection” la modalità che in caso di incidente stradale, chiama automaticamente i soccorsi se non rispondete entro 10 secondi. Ovviamente è una modalità che dovete sperare di non usare mai (tocchiamo ferro), ma c’è da dire che la stessa funzione, già presente sugli Apple Watch, ha salvato molte vite. Quindi è una cosa in più che non fa male, anzi è ben apprezzata.

Conclusioni e prezzo:

Probabilmente da alcune nostre parole può sembrare che sconsigliamo l’acquisto del nuovo modello iPhone 14, ma non è così ed è così allo stesso tempo, ci spieghiamo meglio. iPhone 14 è un ottimo dispositivo, sotto tutti i punti di vista, ma se vi state aspettando la rivoluzione rispetto l’anno scorso, rimarrete molto delusi.

Infatti se avete iPhone 13, ma anche 12 o 11 Pro, state fermi, non conviene passare al nuovo iPhone 14. Spesso potete trovare offerte sull’iPhone 13 Pro che costa uguale o poco di più rispetto a lui e comunque avete una camera in più che non fa mai male.

Conviene passare ad iPhone 14 se siete di quelle persone che gli smartphone li usano per anni, allora ha senso comprare l’ultimo modello, in previsione di altri 5 o 6 anni di utilizzo (che i dispositivi Apple vi consentono di fare).

Ultima nota dolente il prezzo, non ci sono modi diversi per dirlo, la nuova famiglia iPhone 14 ha un costo elevato, sarà per il cambio della valuta, sarà per il periodo storico che stiamo vivendo o sarà per una questione di marketing, non ve lo sappiamo dire, ma sicuramente i prezzi hanno avuto un visibile rialzo rispetto l’anno passato.

Potete acquistare iPhone 14 nelle seguenti configurazioni:

Recensione iPhone 14: trovate le differenze con l’iPhone 13 Tecnoandroid

Xfce 4.18 Arriving on Christmas, After Two Long Years

Linux Today - Thu, 09/29/2022 - 17:00

The Xfce 4.18 release announcement brings information about the schedule, early test images, new features, and changes. Learn more here.

The post Xfce 4.18 Arriving on Christmas, After Two Long Years appeared first on Linux Today.

Deadpool 3: il grande ritorno di Hugh Jackman nei panni di Wolverine

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 17:00

Deadpool 3: il grande ritorno di Hugh Jackman nei panni di Wolverine Tecnoandroid

Un film appartenente al mondo Marvel che si sta facendo attendere da molti anni è senza dubbio Deadpool, l’antieroe interpretato da Ryan Reynolds infatti vanta due film già usciti che ora attendono da molti anni un sequel in grado di concludere la trilogia.

Dopo un lunghissimo periodo di silenzio radio totale qualcosa si è finalmente smosso, ed è qualcosa di davvero grosso, infatti proprio l’interprete di Deadpool, con un video sul proprio profilo Twitter ha annunciato l’arrivo di Deadpool 3 che vanterà anche un grande ritorno sul grande schermo, parliamo di Hugh Jackman che vestirà nuovamente i panni di Wolverine dopo l’addio dato nel 2017 per motivi di salute.

 

Deadpool e Wolverine

Hard keeping my mouth sewn shut about this one. ⚔️ pic.twitter.com/OdV7JmAkEu

— Ryan Reynolds (@VancityReynolds) September 27, 2022

Dopo l’addio di Jackman sono avvenuti importanti cambiamenti, infatti FOX è stata acquisita da Disney che ora ha in programma di far convergere il mondo legato ai mutanti nel Marvel Cinematic Universe, compresi dunque Wolverine e Deadpool, sebbene i due interpreti abbiano dichiarato di non voler minimamente ammorbidire i due personaggi e di voler mantenere la loro crudezza e ferocia.

Per chi non lo sapesse Jackman ha sempre interpretato Wolverine nei film legati al mondo dei mutanti, che fino al momento sono sette:

  1. X-Men
  2. X-Men 2
  3. X-Men – Conflitto finale
  4. X-Men le origini – Wolverine
  5. Wolverine – L’immortale
  6. X-Men – Apocalisse
  7. Logan

Logan ha segnato l’addio dal momento che l’attore per problemi di salute, sviluppo recidivante di basaliomi cutanei, non poteva più esporsi alle luci delle scene per tutelare appunto la sua salute, a quanto pare il richiamo del personaggio tanto amato è stato troppo forte, non rimane che attendere Settembre 2024.

Deadpool 3: il grande ritorno di Hugh Jackman nei panni di Wolverine Tecnoandroid

Samsung Galaxy S23 Ultra: sarà un potenziamento di S22 Ultra?

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 16:00

Samsung Galaxy S23 Ultra: sarà un potenziamento di S22 Ultra? Tecnoandroid

Con il suo ultimo top di gamma, il Samsung Galaxy S22 Ultra, il colosso sudcoreano ha tirato fuori un mostro di potenza e un dispositivo praticamente completo. Anche il suo successore, ovvero il Samsung Galaxy S23 Ultra non sarà da meno, anche se sembra che sarà in sostanza un potenziamento del precedente modello.

 

 

Samsung Galaxy S23: in arrivo un potenziamento del Galaxy S23 Ultra

Il prossimo top di gamma di casa Samsung si prepara a sorprendere con le sue feature al top. Tuttavia, come già accennato, sembra che lo smartphone sarà per lo più un potenziamento dello scorso Samsung Galaxy S22 Ultra, sia dal punto di vista estetico sia dal punto di vista prestazionale.

Nel corso delle ultime ore, in particolare, sono state pubblicate in rete alcune immagini renders. Osservandole, è possibile notare infatti non poche somiglianze con il precedente modello. A cambiare saranno solo alcuni piccoli dettagli, come ad esempio la curvatura del display, che qui sarà ridotta al minimo indispensabile.

Oltre a questo, sul retro i sensori fotografici sembra che avranno un diametro maggiore e sporgeranno di meno. Samsung sembra poi che abbia deciso di adottare ancora una volta il foro sul display. Niente fotocamera anteriore integrata nello schermo, quindi. Dal punto di vista hardware, troveremo poi alcuni piccoli upgrade. Il display sarà infatti più luminoso e cambierà ovviamente il processore. Quest’ultimo dovrebbe essere il soc Snapdragon 8 Gen 2, anche se non sappiamo se la variante europea avrà lo stesso processore. Un’ultima novità, infine, sarà il sensore fotografico principale da 200 MP.

Samsung Galaxy S23 Ultra: sarà un potenziamento di S22 Ultra? Tecnoandroid

Google Play Store ha semplificato il download delle app Android

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 15:45

Google Play Store ha semplificato il download delle app Android Tecnoandroid

Il Google Play Store è famoso per rendere difficile l’individuazione di applicazioni adatte a dispositivi che non sono telefoni; di conseguenza, agli utenti è stato spesso richiesto di speculare e sperare per il meglio. Tuttavia, tutto ciò che serve ora sono alcuni tocchi per completare il processo. Secondo Google, la società ha lanciato le home page del Play Store sulla sua app Android.

Queste home page includono suggerimenti per applicazioni Android Automotive, Android TV e Wear OS. Se vai su ‘altri dispositivi’, sarai in grado di individuare un’app di fitness per il tuo Galaxy Watch 5, nonché un servizio di streaming video per il tuo Chromecast. I nuovi criteri di ricerca ora limitano i risultati a quelli compatibili con hardware diverso da un telefono. Se ti imbatti in qualcosa che suscita il tuo interesse, hai la possibilità di installarlo in remoto dal tuo telefono.

Google aggiorna regolarmente il suo store

Google ha anche affermato di aver precedentemente aggiornato il sito Web del Play Store per migliorare funzionalità come le installazioni remote e la navigazione. Questa modifica arriva dopo che sono stati fatti tentativi per soddisfare gli utenti di tablet e può essere utile se non puoi (o semplicemente non vuoi) cercare i programmi sul dispositivo su cui li utilizzerai.

Ciò è particolarmente utile per gli utenti di Wear OS che potrebbero dover navigare tra i programmi utilizzando uno schermo piuttosto piccolo. Potresti scoprire più applicazioni compatibili con i tuoi dispositivi, il che aumenterebbe (come molto probabilmente spera Google) la tua probabilità di rimanere all’interno dell’ecosistema Android.

Oltre a questo, il tempismo è difficile da trascurare. All’evento che si terrà il 6 ottobre a New York City, Google farà il debutto ufficiale del Pixel Watch e l’azienda ha appena aggiornato il Chromecast a 1080p. I clienti interessati all’acquisto di questi articoli e che si chiedono se la loro app preferita sia accessibile potrebbero trarre vantaggio dal rilevamento avanzato delle app. Anche se ti piace l’hardware di terze parti, non dovresti preoccuparti di questo sviluppo poiché potrebbe aiutare Android in generale.

Google Play Store ha semplificato il download delle app Android Tecnoandroid

Instagram inizia a testare una nuova funzionalità di note

Androidiani - Thu, 09/29/2022 - 15:43
Instagram ha lavorato duramente per testare una serie di nuove funzionalità questo mese. Solo nelle ultime settimane, la piattaforma di condivisione delle immagini ha introdotto la possibilità di condividere YouTube Music con le storie di Instagram e testato un nuovo strumento di monetizzazione per i creatori. (...)Continua a leggere Instagram inizia a testare una nuova funzionalità di […]

Recensione Motorola Edge 30 Ultra: una alternativa da "record"

Android World - Thu, 09/29/2022 - 15:33

La confezione di questo Motorola Edge 30 Ultra è la più ricca che abbiamo avuto modo di vedere fra gli smartphone top e premium, da molto tempo a questa parte. Troviamo infatti un ottimo alimentatore da 125W, un cavo USB-C/USB-C, una cover in silicone e anche un paio di cuffie stereo in-ear con gommini per adattarle a ciascuna esigenza.

Motorola Edge 30 Ultra è uno smartphone realizzato con cura, partendo dai materiali (alluminio e vetro Gorilla Glass 5) e passando per il design, con il retro in vetro satinato curvo sui bordi. È poi ragionevolmente sottile (8,4 millimetri). In mano è molto piacevole nel quotidiano, anche se ritengo che la colorazione nera lo renda un po' anonimo. Purtroppo però è anche l'unica colorazione disponibile nel nostro paese. Lo smartphone è poi resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP52. Questo si traduce nella resistenza agli spruzzi, ma non "completa" all'immersione. Forse un po' poco per gli standard odierni, ma sicuramente meglio di niente.

Motorola non si è di certo "trattenuta" quando ha messo insieme i componenti per questo smartphone. Abbiamo infatti il processore premium Snapdragon 8+ Gen 1 octa core a 4 nanometri, la GPU Adreno 730, 12 GB di RAM e 256 GB di memoria interna UFS 3.1, quindi velocissima, anche se non espandibile. Lo slot di espansione infatti è dedicato solo al supporto dual SIM. Abbiamo la connettività 5G, il Wi-Fi 6E, il Bleutooth 5.2 e ovviamente l'NFC. Non manca poi l'uscita video tramite USB-C 3.1. Assente, come ormai tradizione, il jack audio da 3,5 millimetri.

Motorola Edge 30 Ultra ha a disposizione un kit di fotocamere assolutamente invidiabile. Ha per la prima volta un nuovo sensore da addirittura 200 megapixel, un record della categoria. Si tratta di una fotocamera con apertura ƒ/1.9, stabilizzata otticamente e che applica in modalità automatica il pixel binning unendo 16 pixel in 1. La grandangolare è poi una 50 megapixel ƒ/2.2 con possibilità di messa a fuoco automatica, per essere sfruttata come macro. Abbiamo poi una 12 megapixel ƒ/1.6 zoom 2x. Il vantaggio di questa lente è di essere più luminosa di molti concorrenti, ma ci domandiamo se non avremmo potuto ottenere un risultato simile o migliore con un crop del sensore principale. Anche la frontale è da record: 60 megapixel ƒ/2.2, anche questa dotata di autofocus.

Gli scatti realizzati da questo smartphone sono molto buoni, con una grandissima quantità di dettagli e un buon bilanciamento dei colori. Le immagini dimostrano anche una buona gestione delle luci, anche se virano spesso verso il cupo. È possibile comunque recuperare un buon numero di ombre editando le foto, senza necessità di scattare in raw (cosa comunque possibile). Buona la messa a fuoco e la velocità di scatto. La fotocamera ad altissima risoluzione garantisce anche un buon effetto di profondità naturale. Bene anche la grandngolare e ci hanno convinto anche i suoi scatti macro. Abbiamo buone parole anche per il sensore zoom, ma rimaniamo dell'idea che uno zoom più spinto sarebbe stato più interessante, lasciando i livelli di zoom "inferiori" al semplice ritaglio della foto a piena risoluzione. Parliando di piena risoluzione segnaliamo come lo scatto a 200 megapixel impieghi più di un secondo e che in molti i casi il risultato sia stato deludente in termini di dettaglio. Molto meglio lasciare che sia l'automatismo a lavorare in autonomia.

Discreto il comparto video, che però ha faticato a stupirci. Può fare video in 8K a 30fps, ma segnaliamo come in questa modalità così come in 4K a 60fps (lo standard per cui noi testiamo lo smartphone) Motorola Edge 30 Ultra fatichi molto con la messa a fuoco. C'è sicuramente del lavoro da fare. Anche i colori non sono fedeli come potrebbero ed è presente un po' di piccoli scatti. Meglio girare video a 30fps, andando però a perdere un po' delle potenzialità di uno smartphone di questa categoria. Bene i video frontali, registrabili al massimo in 4K a 30fps. Parlando di fotocamera selfie questa è sicuramente una delle migliori in circolazione, con un buon autofocus, molto dettaglio e un campo abbastanza ampio.

Motorola Edge 30 Ultra ha a disposizione un enorme display da 6,67 pollici di diagonale, in tecnologia P-OLED e risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel). Lo schermo è leggermente curvo ai lati e supporta pienamente l'HDR10+ e il refresh rate fino a 144 Hz. Questa frequenza di aggiornamento "record" ha senso solo in una manciata di giochi. Per il resto meglio impostare l'automatismo che arriva ad un massimo di 120 Hz. Ha a disposizione anche un touch sampling a 360 Hz e una luminosità massima di picco di 1.250 nits.

È sempre presente poi il Moto Display che permette non solo di controllare le notifiche a schermo bloccato ma anche di interagirci, per esempio cancellandole e rispondendo ad un messaggio. Peccato però che non sia disponibile in modalità always-on display ovvero sempre presente, ma si riattiva al tocco o al movimento.

Una nota stonata: questo smartphone soffre di tocchi involontari causati dello schermo curvo e con pochi bordi, più dei concorrenti. Quando si scatta le foto per esempio bisogna tenerlo saldamente sui bordi per evitare che tocchi involontari ci impediscano di scattare.

Lo smartphone premium di Motorola arriva sul mercato con Android 12 aggiornato con le patch di agosto 2022. Sicuramente arrivare con Android 13 sarebbe stato un biglietto da visita per uno smartphone stock come questo, ma così non è stato. Motorola però si fa perdonare promettendo 3 anni di aggiornamenti del sistema operativo (quindi fino ad Android 15) e 4 anni di patch di sicurezza. Il software molto simile a come Google lo ha pensato è comunque personalizzato con alcune funzionalità Motorola ormai celebrrime. Parliamo per esempio dei temi (che si creano in autonomia e permettono di modificare alcune caratteristiche estetiche del sistema), le gesture, anche a smartphone bloccato e il Ready For per utilizzare le varie funzioni su di un monitor o su un TV. È presente anche una modalità gioco per massimizzare le prestazioni e minimizzare le distrazioni durante il gioco. Il tutto scorre in modo fluidissimo e senza lag di sorta.

Motorola Edge 30 Ultra monta una batteria da 4.610 mAh, che garantisce allo smartphone, probabilmente anche grazie all'ottima CPU, un'autonomia che supera la giornata completa di lavoro senza particolari problemi. In più abbiamo la ricarica fulminea a 125W e la ricarica wireless a 50W, due valori praticamente da record.

Motorola Edge 30 Ultra viene venduto in Italia a 999€, anche se fin dal lancio il prezzo è stato poi scontato a 899€ (anche su Amazon) e crediamo che difficilmente verrà mai portato al prezzo del comunicato stampa. È un prezzo alto, ma è comunque inferiore e porta comunque in dote tecnologie non sempre disponibile sui concorrenti. Certo è che un prezzo più contenuto potrebbe aiutarlo ad essere più competitivo rispetto a marchi più blasonati.

L'articolo Recensione Motorola Edge 30 Ultra: una alternativa da "record" sembra essere il primo su Androidworld.

Samsung Galaxy S23 Plus: si parla del nuovo design

Tecnoandroid - Thu, 09/29/2022 - 15:30

Samsung Galaxy S23 Plus: si parla del nuovo design Tecnoandroid

Il colosso Samsung, come ben saprete, è uno degli attori principali nel mercato degli smartphone, proponendo ogni anno top di gamma davvero molto particolari, pieghevoli compresi.

Nelle ultime ore si è iniziato a parlare del design evoluzionario del nuovo Samsung Galaxy S23 Plus. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Samsung Galaxy S23 Plus: ecco il nuovo design

Dopo aver conosciuto a fondo i Galaxy S22 di quest’anno è già ora di andare a vedere cosa ci attende con Galaxy S23. Tutte le immagini trapelate online mostrano per la prima volta Galaxy S23 Plus. Le immagini mostrano uno smartphone con un modulo fotografico rinnovato, non più concentrato in una porzione confinata ma dei sensori disposti verticalmente e a sé stanti.

La disposizione dei tre sensori posteriori ci ricorda vagamento il design a goccia che abbiamo visto su LG Velvet, uno degli ultimi smartphone a essere lanciati dall’azienda sudcoreana. Anteriormente vediamo un design abbastanza classico, con un display forato al centro per ospitare la fotocamera anteriore, e dei bordi relativamente piatti. Insomma non vediamo particolari novità rispetto alla generazione precedente.

Parlando di qualche specifica tecnica, il display dovrebbe avere l’importante diagonale da 6,6″. Le dimensioni del dispositivo dovrebbero invece corrispondere a 157,7 x 76,1 x 7,6mm. Dalle immagini riusciamo anche a scorgere i fori per gli speaker stereo e la porta USB-C. Insomma, siamo riusciti ad avere un primo assaggio di Galaxy S23 Plus. Dal modello Ultra ci aspettiamo ulteriori novità a livello estetico. Per scoprire cosa ci sarà sotto il cofano c’è da attendere ancora un po’.

Samsung Galaxy S23 Plus: si parla del nuovo design Tecnoandroid

Pages