Android World

Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 5 hours 46 min ago

Il nuovo processo produttivo a 8 nm di Samsung è pronto: primi SoC in arrivo nel 2018

Thu, 10/19/2017 - 21:06

Un nuovo passo in avanti è stato appena compiuto per quanto riguarda la produzione di chip, soprattutto quelli dedicati al mobile. Samsung ha annunciato che il nuovo processo produttivo 8LPP ha passato i test di certificazione ed è finalmente pronto per essere messo all’opera, cosa che porterà alla produzione di SoC ancora più piccoli e performanti.

Il nuovo processo a 8 nm è un’evoluzione di quello a 10 nm già in uso dallo scorso anno. Sfruttando la litografia DUV, tale tecnologia produttiva promette di ridurre del 10% la dimensione e il consumo energetico dei SoC, mantenendo inalterate complessità e frequenze.

I chip realizzati con questa modalità di lavorazione potranno essere equipaggiati non solo su smartphone e tablet, ma anche su dispositivi di altro genere, compresi quelli per la crittografia o la gestione delle reti e dei server.

LEGGI ANCHE: Samsung brevetta uno smartwatch con display flessibile

Oltre alla stessa Samsung, uno dei primi partner ad adottare il processo 8LLP sarà Qualcomm. I primi SoC prodotti col nuovo processo saranno probabilmente pronti a partire dai primi mesi del prossimo anno, dunque è molto probabile che i prossimi top gamma delle più note aziende tecnologiche saranno dotati proprio di SoC a 8 nm.

L'articolo Il nuovo processo produttivo a 8 nm di Samsung è pronto: primi SoC in arrivo nel 2018 sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google vuole ridurre le tasse per gli abbonamenti sul Play Store

Thu, 10/19/2017 - 20:33

Buone notizie per tutti gli sviluppatori Android che realizzano servizi in abbonamento. Sembra che, a partire dal prossimo anno, Google voglia ridurre le tasse relative agli abbonamenti effettuati tramite Play Store, ovvero la quota che ogni sviluppatore deve concedere al gigante californiano per ogni utente che si abbona al suo servizio sfruttando il negozio Google.

Nella fattispecie, l’ammontare della tasse su questo servizio dovrebbe passare dal 30% al 15%, esattamente la stessa percentuale che incassa Apple tramite il proprio store ufficiale riguardo alle sottoscrizioni. L’azienda di Cupertino ha, infatti, operato lo stesso taglio l’anno scorso, ed è forse proprio per questo che Google vuole mettersi in pari.

Va sottolineato che la riduzione delle tasse non è immediata, ma avrà effetto solo dopo 12 mesi dall’iscrizione dell’utente al servizio offerto. Ciò significa che, per ottenere lo sconto, ogni sviluppatore dovrà essere bravo a mantenere la sua base di utenti per almeno un anno e solo dopo potrà avere accesso al taglio.

LEGGI ANCHE: Il Play Store si apre alle Instant App

Per adesso non c’è ancora una data ufficiale per l’avvio delle nuove politiche sulle tasse per gli abbonamenti, ma è probabile che tali cambiamenti possano entrare in vigore a partire da gennaio 2018. Il mercato degli abbonamenti e delle sottoscrizioni alle app è un settore sempre più in crescita ed ovviamente Google non vuole perdere terreno in tale campo, facendo anche un piccolo favore agli sviluppatori.

L'articolo Google vuole ridurre le tasse per gli abbonamenti sul Play Store sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il Play Store si apre alle Instant App grazie al nuovo pulsante “Prova ora” (foto)

Thu, 10/19/2017 - 20:05

Le Instant App sono sicuramente una delle tecnologie più interessanti che Android possa vantare, anche se finora stanno iniziando solo a muovere i primi passi. Per questo Google ha deciso di aggiungere una nuova piccola funzionalità sul Play Store, che punta proprio a dare maggior risalto alle app istantanee.

Sulle pagine delle app che hanno attivato questa funzione è disponibile ora un nuovo pulsante “Prova ora“, che consente all’utente di avviare il servizio come Instant App, utilizzando l’app senza doverla installare sul proprio dispositivo. Premendo sul pulsante, l’utente potrà avere un’anteprima del servizio, proprio come se stesse utilizzando l’app completa, ma alla fine dell’uso non ci sarà più traccia nel proprio dispositivo.

LEGGI ANCHE: Disponibile l’SDK 1.1 di Android Instant App

Google ha realizzato una piccola raccolta di app che già consentono di provare questa funzione, accessibile a questo indirizzo. Per adesso sono soltanto sei, ma speriamo che nei prossimi mesi sempre più sviluppatori decidano di supportare le Instant App sui loro servizi, cosa che potrebbe far molto comodo agli utenti.

2 vai alla fotogallery

L'articolo Il Play Store si apre alle Instant App grazie al nuovo pulsante “Prova ora” (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

“Io Riciclo” di TIM è il miglior metodo per sbarazzarsi del vecchio smartphone

Thu, 10/19/2017 - 19:40

Il successo degli smartphone è stato travolgente ed ha spinto milioni – anzi miliardi – di persone ad acquistare nuovi terminali, aggiornandosi anno dopo anno ai dispositivi più recenti. Ma cosa fare dei vecchi modelli accumulati in fondo ad un cassetto, quando ormai cadono in disuso o non sono più utilizzabili? A rispondere a questa domanda è il nuovo programma Io Riciclo di TIM, realizzato in collaborazione con Remedia, grazie al quale potrete buttare via i vostri vecchi smartphone facendo anche un favore all’ambiente.

A partire dal 21 ottobre 2017, in alcuni punti vendita selezionati a marchio TIM sarà possibile consegnare il proprio dispositivo mobile e destinarlo al riciclo, in maniera totalmente libera e gratuita. Il programma, infatti, non ha alcun vincolo di acquisto, ma si propone come un modo smart di sbarazzarsi di un oggetto non più utile all’utente.

Il riciclo di oggetti tecnologici è molto importante, sia per quanto riguarda la difesa della natura che per il recupero di materiali. Da un vecchio cellulare è possibile recuperare mediamente 9 grammi di rame, 11 grammi di ferro, 250 mg di argento, 24 mg di oro, 9 mg di palladio, 65 gr di plastica, 1 gr di terre e altri elementi preziosi contenuti in piccolissime quantità. Inoltre, riciclare contribuisce a risparmiare energia elettrica, acqua ed evita emissioni di CO2.

LEGGI ANCHE: Migliori offerte telefoniche TIM

Insomma, se volete liberarvi di qualche smartphone che ormai non vede più la luce del sole da anni, ora avete a disposizione un ulteriore metodo sicuro e pulito per farlo. Potete consultare l’elenco dei punti vendita aderenti all’iniziativa a questo indirizzo.

L'articolo “Io Riciclo” di TIM è il miglior metodo per sbarazzarsi del vecchio smartphone sembra essere il primo su AndroidWorld.

AGCOM presenta BBmap, l’app gratuita per verificare lo stato delle connessioni (foto)

Thu, 10/19/2017 - 17:00

La certezza di poter avere una buona connessione ad internet è senza dubbio un parametro che molte persone tengono in considerazione oggigiorno, che sia per motivi di lavoro o semplicemente per comunicare o svagarsi. Fortunatamente, anche prima di trasferirsi in una nuova casa c’è modo di controllare, grazie al lavoro di AGCOM.

In seguito al decreto salva Italia del 2014 AGCOM ha infatti iniziato a costruire una banca dati con le informazioni sulle reti di accesso ad internet, messa a disposizione di tutti tramite una mappa accessibile dal sito web e, adesso, anche con un’app per Android.

Come verificare lo stato delle linee

AGCOM BBmap è infatti l’app ufficiale grazie alla quale è possibile consultare tutte le informazioni in possesso dell’agenzia: con essa potrete ricercare un indirizzo (o affidarvi alla geolocalizzazione), e scoprire quali servizi di copertura sono disponibili nell’area e le velocità di navigazione raggiungibili.

LEGGI ANCHE: 5 tra le migliori app per… il video editing

La mappa riporta informazioni sia sulla rete fissa che mobile, ma anche sugli access point wireless disponibili. Qualora i dati non risultassero corretti, è possibile segnalarlo tramite un simpatico sistema basato sulle emoji.

Il progetto è decisamente interessante, ma purtroppo l’interfaccia dell’app non è il massimo che si possa desiderare: dato che si tratta di una trasposizione del servizio web i comandi non sono particolarmente comodi, e anche la fluidità della navigazione non è sempre continua. C’è chi ha fatto di meglio per scopi simili, ma se state per spostarvi e volete essere sicuri di avere una buona copertura dove andrete ad abitare, AGCOM BBmap è sicuramente comunque una delle fonti da tenere in considerazione.

Download gratuito

AGCOM BBmap è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete controllare la copertura nella zona in cui abitate installandola sul vostro smartphone tramite il badge per il download che trovate a seguire.

6 vai alla fotogallery POTREBBE INTERESSARTI: Bluetooth aptX: cosa è e perché volerlo

L'articolo AGCOM presenta BBmap, l’app gratuita per verificare lo stato delle connessioni (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Adobe aggiorna Photoshop Express e Lightroom per Android: ecco tutte le novità (foto e download APK)

Thu, 10/19/2017 - 16:13

Durante il proprio evento Max 2017 – focalizzato soprattutto sul settore desktop – Adobe ha anche annunciato il rilascio dei nuovi aggiornamenti per le versioni Android due suoi celebri software di photo editing: Photoshop Express e Lightroom. Non si tratta di semplici bug fix o miglioramenti alla stabilità generale, bensì ci troviamo di fronte all’introduzione di diverse nuove ed interessanti funzioni, a cui è bene concedere il giusto spazio.

Adobe Photoshop Express 3.7

Una delle novità apportate dalla versione 3.7 di Photoshop Express va a colmare una lacuna che diversi utenti potrebbero aver lamentato, nell’uso alternato delle versioni destkop e mobile, ossia la possibilità di aggiungere alle immagini dei watermark. La funzione risulta però piuttosto limitata al momento, visto che è possibile modificare posizione ed opacità del watermark, ma non le due dimensioni. Inoltre, la novità dei watermark è stranamente riservata soltanto a Photoshop Express, al momento Lightroom ne risulta ancora esclusa.

L’altra novità riguarda invece le funzioni di crop delle immagini: da tempo Photoshop Express consente di scegliere fra alcuni pre-set che velocizzano le operazioni degli utenti, ad esempio ne sono presenti per la creazione rapida di icone e header per i social media. Ora, il novero dei pre-set è stato ulteriormente allargato, includendo pre-set per le copertine dei canali YouTube, per i display dei Kindle e molto altro.

Potete scaricare o aggiornare Photoshop Express direttamente dal badge qui sotto, contenente il link diretto al Play Store, oppure visitando questo link per scaricare ed installare manualmente l’APK della versione 3.7.


Immagini 3 vai alla fotogallery Adobe Lightroom 3.1

Anche l’aggiornamento 3.1 di Lightroom ha delle importanti novità in serbo per i dispositivi Android. Una di queste si rivolge in particolare ai tablet: infatti, se da tempo su iOS è disponibile un layout specifico per iPad, lo stesso non si poteva dire per i tablet Android. Ora questa distinzione non esiste più, perché anche i possessori di tablet del robottino potranno lavorare su Lightroom fruendo di un’interfaccia in grado di sfruttare in modo più razionale le più generose dimensioni dei propri dispositivi.

Le altre novità riguardano: la possibilità di selezionare un’area delle vostre immagini tramite il pennello; un nuovo algoritmo di ricerca intelligente, che sfrutta l’IA per taggare automaticamente gli oggetti presenti nella vostra galleria di immagini, in modo da farveli trovare più velocemente; nuove possibilità nella creazione di album, cartelle e sottocartelle; il supporto ai display HDR di OnePlus 5 e Samsung Galaxy Note 8 (nessun cenno invece per LG V30 e Google Pixel 2 XL.

È possibile scaricare o aggiornare Lightroom cliccando sul badge che vi lasciamo qui sotto, contenente il link diretto al Play Store, oppure visitando questa pagina per scaricare ed installare manualmente l’APK della nuova versione 3.1.

Immagini 4 vai alla fotogallery

L'articolo Adobe aggiorna Photoshop Express e Lightroom per Android: ecco tutte le novità (foto e download APK) sembra essere il primo su AndroidWorld.

F-Droid 1.0 disponibile al download: è un’app (quasi) tutta nuova! (foto)

Thu, 10/19/2017 - 15:07

Sebbene ancora non sembri essercene traccia sul sito ufficiale, su APKMirror è comparsa quest’oggi la versione 1.0 di F-Droid, il celebre store di applicazioni Android di applicazioni libere (Free and Open Source Software – FOSS). Vediamo quindi che novità porta con sé quella che dovrebbe essere una pietra miliare nel suo sviluppo, giunta a pochi mesi dall’abbandono del mainteiner del progetto

  • Riscritto completamente il flusso di aggiornamento delle app
  • Sommario e descrizioni delle app completamente traducibili
  • Sezione “What’s New” per mostrare le novità dell’attuale release
  • Screenshots e grafiche in evidenza
  • Supporto all’installazione di OTA, ZIP, ecc.
  • Migliorata la protezione contro il tracciamento (HTTP etag, TLS, etc.)
  • Aggiornamenti in background per le estensioni privilegiate
  • Evidenziate le donazioni agli sviluppatori dell’app
  • Aggiornamento dell’indice molto più veloce

A questo aggiungiamo anche una barra inferiore con tutte le sezioni dell’app, un tema notturno, ed una riorganizzazione generale che rendono l’app più moderna ed intuitiva. Dategli un’occhiata negli screenshot qui sotto, o scaricatela direttamente col link ad inizio articolo.

9 vai alla fotogallery

L'articolo F-Droid 1.0 disponibile al download: è un’app (quasi) tutta nuova! (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Torna il Google Play Indie Games Contest in Europa, ecco come partecipare

Thu, 10/19/2017 - 14:33

Visto il successo dell’edizione passata, anche quest’anno Google vuole riportare il suo Google Play Indie Game Contest in Europa, una manifestazione che permetterà di premiare passione, creatività e innovazione, offrendo ai vincitori premi ancora più grandi.

Per potersi iscrivere occorre far parte di uno dei paesi scelti da Google (tranquilli, c’è anche l’Italia), avere una software house con 30 o meno dipendenti (tecnicamente va bene anche se siete da soli!) e aver pubblicato almeno un nuovo gioco su Google Play dopo il 1 gennaio 2017. I premi per i finalisti e i vincitori sono i seguenti:

  • Un viaggio a Londra per mostrare la propria creazione alla Saatchi Gallery
  • Una campagna di marketing digitale del valore di 100.000 euro
  • Una campagna influencer del valore di 50.000€
  • Un posizionamento “premium” su Google Play
  • Promozione sui canali marketing di Android e Google Play
  • Biglietti per il Google I/O 2018 e altri eventi “top industry”
  • Ultime novità hardware Google
  • Premio speciale per il miglior gioco in Unity

Per partecipare vi basta seguire questo link. Sullo stesso portale troverete anche tutte le FAQ di cui avete bisogno. Se avete intenzione di pubblicare un gioco a breve, potete anche effettuare la registrazione proponendo una beta privata del gioco. Le iscrizioni terminano il 31 dicembre di quest’anno.

L'articolo Torna il Google Play Indie Games Contest in Europa, ecco come partecipare sembra essere il primo su AndroidWorld.

Sufficiente. È il punteggio di riparabilità di Pixel 2 XL secondo iFixit

Thu, 10/19/2017 - 14:21

ha smontato Google Pixel 2 XL, confezionando la sua ormai canonica guida di disassemblaggio, e soprattutto dando un punteggio alla riparabilità dello smartphone.

Il nuovo Googlefonino ottiene un dignitoso 6 su 10, indice che comunque qualche criticità c’è. Contrariamente a quanto potreste pensare però, queste non si trovano nel display.

Molti componenti sono modulari, il che significa che possono essere sostituiti, una volta rimosso appunto il display. Tutte le viti sono di tipo comune e ce ne sono solo 9, quindi per rimuoverle non ci vogliono strumenti particolari. Il display appunto, non è troppo ben agganciato ed il collante non è troppo difficile da rimuovere. In compenso è difficile togliere la batteria, ed il frame centrale ed i cavi del display ben incastrati rendono laboriose le riparazioni più complesse.

Se foste curiosi di una disamina più completa, la trovate in versione completa qui sotto, o nel link alla fonte.

Aggiornamento

iFixit ha pubblicato un post sul proprio blog, cosa che non avviene per tutti gli smartphone e che non era presente alla prima stesura del nostro articolo, per evidenziare alcuni particolari. Anzitutto come funzionano gli Active Edge dello smartphone? In modo simile, ma più raffinato, rispetto al Force Touch del touchpad dei MacBook. Ogni set di sensori è costituito da una striscia a doppio strato sensibile alla deformazione. Via via che la schiacciate, lo strato esterno preme su quello interno, e misurando la deformazione di tutti e 4 questi strati lo smartphone ottiene una rappresentazione abbastanza accurata della forza applicata, anche attraverso una cover.

Il chip Pixel Visual Core è presente, vicino alla RAM ed allo Snapdragon 835, ma come sappiamo sarà abilitato solo in Android 8.1.

L'articolo Sufficiente. È il punteggio di riparabilità di Pixel 2 XL secondo iFixit sembra essere il primo su AndroidWorld.

Navbar Animations: il modo più semplice per “dar vita” ai pulsanti virtuali, senza bisogno di root (foto)

Thu, 10/19/2017 - 14:20

Il trend del momento per i produttori di smartphone è sicuramente quello di creare dispositivi con bordi sempre più sottili, e tanto spazio dedicato allo schermo: i tasti fisici stanno quindi via via sparendo, con grande gioia anche degli amanti della personalizzazione.

Perché infatti fermarsi a cambiare sfondo e tema, quando si possono adattare ai propri gusti anche i tasti virtuali dello schermo? Grazie all’app gratuita Navbar Animations potrete infatti rendere decisamente più vivace e dinamico il vostro smartphone senza bisogno di permessi di root, Xposed o altre complicate procedure.

Poco sforzo, grande risultato

Navbar Animations, come suggerisce il nome, aggiungerà ai vostri tasti virtuali delle animazioni, che saranno mostrate ogni volta che premete uno dei pulsanti: il risultato è di sicuro effetto, ma ciò che più stupisce è la semplicità con cui è possibile attivare tale funzione.

LEGGI ANCHE: Migliori App Android per la Personalizzazione

Per utilizzare Navbar Animations non dovrete infatti fare altro che installare l’app, abilitarla e scegliere fra i vari pacchetti l’animazione che più vi soddisfa: potrete comunque modificarne comportamento, velocità e colori, nonché decidere se abilitarla solo per il tocco singolo, per i tap prolungati o entrambi.

Le animazioni presenti sono davvero moltissime, estremamente curate e adatte a soddisfare qualunque tipo di gusto estetico. Alcune di esse sono però disponibili soltanto con la versione Pro dell’app, che può essere ottenuta tramite un acquisto in-app da 1,59 € (che rimuoverà anche la pubblicità).

Download gratuito

NavBar Animation è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete installarla sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download che trovate a seguire, mentre per osservarla in azione in anteprima trovate un esaustivo video e una galleria di immagini in calce all’articolo.

4 vai alla fotogallery POTREBBE INTERESSARTI: Cosa vuol dire la notifica “Potresti avere nuovi messaggi” di WhatsApp?

L'articolo Navbar Animations: il modo più semplice per “dar vita” ai pulsanti virtuali, senza bisogno di root (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google Pixel 2 XL vs Samsung Galaxy Note 8 in un test di velocità con varie app e giochi (video)

Thu, 10/19/2017 - 14:06

Se chi ha “inventato” i testa a testa tra smartphone nell’apertura delle app li avesse brevettati, ormai quel qualcuno sarebbe milionario. Questo per dire che il video che vi proponiamo qui sotto, che mette Pixel 2 XL e Galaxy Note 8 l’uno contro l’altro, è solo uno dei tanti al riguardo, che ha però la particolarità di essere fatto in diretta. Pur non essendone noi gli autori, siamo quindi abbastanza sicuri che non ci sia stata alterazione alcuna a causa dell’assenza di montaggio.

Ciò non toglie che magari faremo anche noi la nostra sfida di apertura app in futuro, magari coinvolgendo anche altri modelli. Per adesso sembra che Pixel 2 XL parta già bene, anche se il distacco con Galaxy Note 8 non è sempre così netto. Soprattutto in alcuni giochi però, sembra esserci davvero una marcia in più, in fase di caricamento, nel Googlefonino. Certo è che il suo schermo a fianco di quello di Note 8 un po’ sfigura, ma di questo abbiamo già parlato, e riparleremo in futuro.

L'articolo Google Pixel 2 XL vs Samsung Galaxy Note 8 in un test di velocità con varie app e giochi (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

La beta dell’app di Google permette di personalizzare la barra di ricerca (foto e download apk)

Thu, 10/19/2017 - 13:16

Non si tratta certo di una novità sconvolgente, ma è comunque gradita, specialmente per quegli utenti che amano personalizzare al massimo le home dei loro dispositivi. Nell’ultima beta dell’applicazione di Google, per la precisione la versione 7.14.15.21 già reperibile su Apkmirror, è stata aggiunta una funzionalità che era stata scoperta verso fine settembre tramite un teardown di una precedente versione dell’app.

In sostanza è possibile personalizzare la classica barra di ricerca di Google, o meglio, il widget che si colloca di solito nella prima schermata della home del proprio smartphone o comunque in una delle schede che la compongono. Vi avvisiamo sin da subito che potrebbe non essere disponibile su tutti i dispositivi: l’utente che ci ha segnalato la funzionalità l’ha trovata su Moto Z2 Play, mentre noi siamo riusciti a farla funzionare su Google Pixel XL, ma non su Galaxy S7 edge.

LEGGI ANCHE: Tre anni di aggiornamenti Android per i Pixel 2 (confermato)

Detto ciò, sul widget Barra di Ricerca Google dovrebbero apparire i classici tre puntini che vi consentono l’accesso alle opzioni di personalizzazione. Da lì potrete decidere la forma della barra, il logo della barra (Google o semplicemente la G), il colore della barra e la sua ombreggiatura. Purtroppo però non è possibile creare più barre diverse da collocare in diverse pagine della home. Qualsiasi modifica si estenderà infatti a tutti i widget.

Grazie a Johnny per
la segnalazione!

5 vai alla fotogallery

L'articolo La beta dell’app di Google permette di personalizzare la barra di ricerca (foto e download apk) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Tanti sconti su smartphone Xiaomi, droni, e gadget per tutti i gusti, con questi coupon GearBest

Thu, 10/19/2017 - 13:03

Altra giornata di interessanti offerte sulle pagine GearBest. Lo store cinese che spedisce anche in Italia rilancia come ogni giorno un sacco di prodotti smart in ribasso, grazie ad offerte lampo e coupon che saranno validi per le prossime ore.

LEGGI ANCHE: Come usare i codici sconto su GearBest

Come sempre la scelta è ricca e molto variegata: dal gadget da meno di un euro allo smartphone top di gamma Xiaomi, passando per droni, cuffie, tablet e tanto altro vi aspetta qui sotto (ricordate che le spedizioni di GearBest partono dalla Cina). Da cosa vi farete tentare?

Migliori offerte e coupon GearBest 19 ottobre 2017

var noskim = ‘true’;

Indice

Action cam

Quelima SQ11

6.8€

Con il coupon SQIT18. 12 pezzi.

A118C – B40C – Dashcam 170掳 full HD

22.1€

Con il coupon 118ACGB. 300 pezzi.

Torna all’indice

Box TV

TWS – K2

11.05€

Con il coupon TK2IT. 44 pezzi.

MA8 – 4K – Box TV RK3229

17€

Con il coupon MA8IT06. 29 pezzi.

Torna all’indice

Casa smart

Original Xiaomi Yeelight E27

5.94€

Con il coupon XMLEDIT13. 18 pezzi.

Comando per lampada soffitto Xiaomi-Philips

8.5€

Con il coupon MPLIT18. 47 pezzi.

Striscia LED Yeelight

17€

Con il coupon MYLIT19. Dalle ore 19:30. 50 pezzi.

Lampada da tavolo Xiaomi Yeelight

23.8€

Con il coupon 11Nov371. Dalle ore 14:00. 200 pezzi.

Accessori Xiaomi Mi Robot Vacuum

39.96€

Con il coupon GBXMA. 500 pezzi.

Torna all’indice

Cuffie e speaker

Awei A920BL – Cuffie sportive

8.5€

Con il coupon 11Nov375. Dalle ore 19:00. 300 pezzi.

Xiaomi Wireless Bluetooth 4.0 Speaker

13.6€

Con il coupon MSPKIT07. 37 pezzi.

Xiaomi Music Sport – cuffie sportive

14.45€

Con il coupon MSEARIT. 16 pezzi.

Xiaomi Music Bluetooth Headset

16.15€

Offerta lampo. 100 pezzi.

Original Xiaomi Mi Speaker 2 Bluetooth 4.1

17€

Con il coupon MSNPIT17. 40 pezzi.

Xiaomi AI Bluetooth 4.1 – Speaker con comandi vocali

67.18€

Offerta lampo. 200 pezzi.

Torna all’indice

Gadget vari

MIXZA 2 in 1 OTG USB 2.0 a Micro-USB

0.09€

Con il coupon MA2IT13. 81 pezzi.

Music Doctor Q300 – custodia cuffie auricolari

0.09€

Con il coupon MQ3IT19. Dalle ore 12:30. 100 pezzi.

Smart Bluetooth 4.0 Tracer

0.09€

Con il coupon SBGIT19. Dalle ore 18:30. 100 pezzi.

Supporto auto per smartphone

0.84€

Con il coupon EXSIT15. 14 pezzi.

Fidget Magic Cube

0.84€

Con il coupon CBSIT18. 90 pezzi.

Adattatore USB-C micro USB

0.84€

Con il coupon 11Nov374. Dalle ore 18:00. 300 pezzi.

HOCO X11 – Cavo USB Type-C

2.54€

Offerta lampo. 100 pezzi.

MOCUTE – 053 – Gamepad Bluetooth

6.8€

Con il coupon MOCUIT. 13 pezzi.

T10 – Trasmettitore FM audio Bluetooth

8.5€

Offerta lampo. 300 pezzi.

K8 Portable GPRS GPS

10.2€

Con il coupon K8PIT18. 39 pezzi.

Xiaomi Roidmi 2S

11.05€

Con il coupon RM2SGB. 500 pezzi.

JJRC H37 ELFIE

18.7€

Con il coupon JJ37IT14. 44 pezzi.

Xiaomi Power Bank 2

18.7€

Con il coupon MPBIT17. 23 pezzi.

Zaino da viaggio MEIZU

26.7€

Con il coupon MEIZU01. 300 pezzi.

Xiaomi Smart Sneakers – Con chip

30.61€

Con il coupon StilgarGBxmshoes. 2000 pezzi.

Hubsan H501S X4

153.07€

Con il coupon 11Nov376. Dalle ore 20:00. 100 pezzi.

XIAOMI Mi Drone 4K

339.33€

Con il coupon HalloweenM4K. 700 pezzi.

DJI Spark

382.69€

RECENSIONE

Con il coupon SparkMS45. 50 pezzi.

DJI Phantom 3 SE

413.31€

Con il coupon DJIPh18. 50 pezzi.

Torna all’indice

Notebook, tablet e PC

WUXING LZS85 – Tavoletta grafica 85″

5.94€

Con il coupon WUXIT09. 41 pezzi.

Tappetino Mouse Xiaomi in Legno

12.75€

Con il coupon 11Nov370. Dalle ore 13:00. 50 pezzi.

D-Link DIR-822 – Router Wireless 1200Mbps

25.5€

Con il coupon DL822. 100 pezzi.

Ajazz AK33 – Tastiera meccanica RGB

34.01€

Con il coupon GBAK33RCP. 200 pezzi.

Onda V80 Plus

68.03€

Con il coupon V80PLUS. 100 pezzi.

Onda V10

85.04€

Con il coupon V104G. 100 pezzi.

Lenovo P8

110.55€

Con il coupon LEP8IT14. 12 pezzi.

Jumper EZBOOK 3S

238.11€

Con il coupon EZBOOK3S. 100 pezzi.

Xiaomi Mi Notebook Air 12 (2017)

425.21€

Offerta lampo. 100 pezzi.

Torna all’indice

Smartphone

Dock di ricarica smartphone USB-C

2.54€

Con il coupon CHAGEST. 200 pezzi.

LEAGOO KIICAA 32 GB

85.04€

Con il coupon LGOIT19. Dalle ore 14:30. 50 pezzi.

Xiaomi Redmi 4A

87.59€

Con il coupon redmi4aglobal. 500 pezzi.

UHANS Max 2

116.5€

Con il coupon UhaM. 200 pezzi.

Huawei P9 Lite

136.06€

RECENSIONE

Con il coupon HP9IT18. 23 pezzi.

Xiaomi Redmi Note 4

149.67€

RECENSIONE

Con il coupon note4jsglo. 300 pezzi. Color oro

Xiaomi Redmi Note 4

150.52€

RECENSIONE

Con il coupon note4global. 300 pezzi.

Lenovo P2

157.32€

RECENSIONE

Con il coupon LEP2IT16. 34 pezzi.

Elephone S8 4G Phablet -$259.99 Online Shopping| GearBest.com

178.58€

Con il coupon ES8IT19. Dalle ore 20:30. 50 pezzi.

Xiaomi Mi 5X

207.5€

RECENSIONE

Con il coupon 11Nov373. Dalle ore 17:00. 100 pezzi.

Honor 9

281.49€

RECENSIONE

Con il coupon HWH9IT17. 12 pezzi.

Xiaomi Mi6 – 64 GB

332.51€

Con il coupon MI64IT07. 11 pezzi.

Xiaomi Mi6 128 GB – Ceramica

348.67€

Con il coupon mi6cergb. 50 pezzi.

Xiaomi Mi6 128 GB – Ceramica

358.03€

Con il coupon XMI6IT14. 15 pezzi.

Xiaomi Mi Mix 2 64 GB

463.48€

Con il coupon MIX2IT05. 43 pezzi.

Torna all’indice

Smartwatch e smartband

Lenovo HW01 Plus

21.25€

Offerta lampo. 100 pezzi.

Torna all’indice

Nota: se il prezzo dovesse differire da quello indicato nell’articolo è a causa del fatto che i pezzi in promozione sono esauriti o l’offerta a tempo scaduta.

L'articolo Tanti sconti su smartphone Xiaomi, droni, e gadget per tutti i gusti, con questi coupon GearBest sembra essere il primo su AndroidWorld.

Tre anni di aggiornamenti Android per i Pixel 2 (confermato)

Thu, 10/19/2017 - 12:50

Nelle specifiche dei Pixel 2 riportate sul Google Store è scritto “aggiornamenti del sistema operativo e della sicurezza per almeno tre anni“. Questo ha portato The Verge ed Android Police ad ipotizzare che i nuovi smartphone di Google possano ricevere aggiornamenti di Android per tre anni, ma non pensiamo sia questo il caso.

La frase in inglese è abbastanza inequivocabile: “minimum 3 years of OS and security update“, ma le note presenti puntano ad una pagina di supporto che già conoscevamo. In essa è riportato chiaramente che i 3 anni si riferiscono agli aggiornamenti di sicurezza mentre sono 2 gli anni di supporto al sistema operativo stesso.

Fintanto che non sarà aggiornata questa pagina quindi, ed in mancanza di un comunicato ufficiale in merito, non siamo pronti a scommettere che le cose siano cambiate, anche se sperare nei benefici di Project Treble non costa nulla, ed è quello che ci auguriamo.

Aggiornamento19/10/2017 ore 12:50

Siamo stati troppo scettici, complimenti a Google invece! I nuovi Pixel 2 (entrambi) avranno davvero 3 anni di aggiornamenti del sistema operativo, a fianco dei 3 anni di patch di sicurezza. Il supporto ai nuovi smartphone terminerà quindi ad ottobre 2020, dando ai loro proprietari ampio respiro, come mai prima d’ora. Potete verificare la veridicità della tabella qui sotto, che abbiamo incollato direttamente dal sito di supporto di Nilox, che è stata aggiornata rispetto a quando avevamo pubblicato inizialmente questo articolo.

Telefono Aggiornamenti della versione di Android non garantiti dopo Aggiornamenti di sicurezza non garantiti dopo Assistenza telefonica oppure online non garantita dopo Pixel 2 XL Ottobre 2020 Ottobre 2020 Ottobre 2020 Pixel 2 Ottobre 2020 Ottobre 2020 Ottobre 2020 Pixel XL Ottobre 2018 Ottobre 2019 Ottobre 2019 Pixel Ottobre 2018 Ottobre 2019 Ottobre 2019

L'articolo Tre anni di aggiornamenti Android per i Pixel 2 (confermato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Huawei Mate 10 Pro su AnTuTu: il Kirin 970 tiene testa allo Snapdragon 835!

Thu, 10/19/2017 - 12:48

Dato che in rete stanno già circolando vari benchmark un po’ contraddittori, abbiamo deciso di mettere subito alla prova il nostro Mate 10 Pro per vedere il responso di AnTuTu. Come sempre, in sede di recensione, seguiranno test più approfonditi.

AnTuTu lascia comunque ben sperare, e questo Kirin 970 sembra davvero un degno rivale per lo Snapdragon 835. Tanto più che non siamo nemmeno sicuri che AnTuTu riesca a spremere a dovere il processore, in particolare la sua unità dedicata al calcolo neurale, che dovrebbe essere una novità assoluta e pertanto non facilmente testabile.

Il punteggio medio che abbiamo registrato è intorno a 176.000, che è notevole. Giusto per paragone, Nokia 8, sempre nei nostri test AnTuTu, ha totalizzato 173.683 punti, OnePlus 5 173.848 punti, mentre LG V30 si è fermato a 151.030 punti (tutti smartphone con Snapdragon 835). Mate 10 Pro sembra quindi non temere rivali, almeno in termini di freddi numeri, ma per scoprire come sia l’esperienza d’uso quotidiana dovrete attendere qualche altro giorno, per la nostra recensione. A seguire alcuni screenshot a riprova di quanto appena detto.

2 vai alla fotogallery

L'articolo Huawei Mate 10 Pro su AnTuTu: il Kirin 970 tiene testa allo Snapdragon 835! sembra essere il primo su AndroidWorld.

I Samsung Galaxy supporteranno anche Linux (DeX inclusa) e Google ARCore

Thu, 10/19/2017 - 12:15

Importanti segni di apertura da parte di Samsung, che espande la portata di DeX e sposa la realtà aumentata di Google sui suoi attuali top di gamma e futuri Galaxy, evitando così di frammentare ulteriormente l’ecosistema Android.

Sebbene sia ancora in fase trial, Linux on Galaxy è la soluzione che porterà l’esperienza Linux da PC a mobile e viceversa, grazie appunto a DeX. Linux on Galaxy è infatti un’app che permette allo smartphone di far girare più sistemi operativi, consentendo agli sviluppatori di programmare sulla loro distro Linux preferita su smartphone, utilizzando lo stesso kernel di Android. È poi possibile passare al sistema Desktop completo tramite DeX. Il vantaggio è in pratica quello di avere un ambiente di sviluppo sempre pronto da utilizzare praticamente ovunque. I dettagli precisi sull’implementazione sono però ancora ignoti, così come gli smartphone supportati, ma supponiamo siano limitati ai top di gamma che possono usare DeX.

Inoltre, Samsung punta su DeX anche per il lato ludico. Attraverso partnership con Super Evil Megacorp (Vainglory), Game Insight (Survival Arena), Eric Froemling (BombSquad) e Netmarble (Lineage 2 Revolution), i titoli citati saranno compatibili anche con un ambiente desktop, con pieno supporto a mouse e tastiera. Nei prossimi mesi, anche FINAL FANTASY XV POCKET EDITION sarà della partita.

Infine, segnaliamo con piacere che Samsung ha deciso di abbracciare la piattaforma Google ARCore per la realtà aumentata, anziché crearne una sua. Samsung era in realtà già partner al lancio di ARCore con Galaxy S8, ma adesso l’azienda ha formalizzato la cosa per tutti i futuri Galaxy. Con un endorsement, le chance di ARCore non cadere nel dimenticatoio in cui versano tanti progetti Google, sono appena balzate alle stelle.

L'articolo I Samsung Galaxy supporteranno anche Linux (DeX inclusa) e Google ARCore sembra essere il primo su AndroidWorld.

Sconti Amazon: non perdetevi questi cinafonini, box TV, microSD e un visore VR per smartphone (aggiornato)

Thu, 10/19/2017 - 09:15

Quale miglior modo per iniziare la giornata se non con un po’ di shopping? A facilitare le cose ci pensiamo noi con la nostra rassegna dedicata alle migliori offerte Amazon del giorno. Oggi ci trovate ancora qualche dispositivo dedicato all’archiviazione, visto che sono ancora in attivi i  i SanDisk Days, diversi smartphone di marchi cinesi e qualche gadget più particolare, come il visore VR Hizek 3D, pensato per essere usato con lo smartphone ma ben più articolato di un semplice Carboard.

Se la premessa vi ha incuriosito continuate pure verso la lista qui sotto, che vi consigliamo di tenere d’occhio nelle prossime ore perché potrebbero aggiungersi altre offerte.

Migliori offerte Amazon 19 ottobre 2017

SanDisk SDHC da 32 GB

14.99€

 Velocità fino a 80 MB/sec, Classe 10 FFP

SanDisk Extreme MicroSDHC da 64 GB + Adattatore SD

31.99€

 Fino a 100 MB/sec, Classe 10, U3, V30 A1, FFP

YI cam di sorveglianza 720P (nera)

Dalle 11:40

SanDisk Ultra Dual USB Drive 3.0 128 GB

34.99€

 Fino a 150 MB/sec, Nero

Occhiali VR, Hizek 3D

Dalle 7:55

 Per smartphone

OUKITEL C5 PRO

Dalle 8:30

Smartphone 4G Android 6.0 ( MT6737 Quad-core 1.3GHz, 5.0” HD Schermo, 2GB RAM 16GB ROM, 8MP+5MP Camera, Dual SIM, Batteria 2000mAh) Argento

LEGGI ANCHE: Black Friday, quando è e come funziona

Ulefone S8 Pro

Dalle 9:50

TP-link Archer VR600

81.99€

 Modem Router Wifi Gigabit AC1600 Dual Band, ADSL/VDSL Fibra, USB 2.0, VPN, 4 Porte Gigabit, Supporto 3G/4G Backup via Dongle USB, Beamforming, Gestione App Tether Android/iOS

Mini Proiettore Portatile da smartphone

84.99€

 1500 lumen, Full HD

Oukitel K10000

Dalle 9:30

Smartphone 10000mAh 4G 5.5pollici 2GB 16GB Power Bank Funzione

MINIX NEO U9-H 

Dalle 11:40

Box TV Android 6.0 Marshmallow, 4K HDR, Wi-Fi 802.11ac 2×2 MIMO, 2 GB di RAM, 16 GB di spazio, Amlogic S912

OUKITEL K6000 Plus

Dalle 9:15

 Smartphone 4G Android 7.0 (MT6750T Octa Core 1.5GHz, 5.5” FHD Schermo, 4GB RAM 64GB ROM, 8MP+16MP Camera, Fingerprint ID, Dual SIM, Batteria 6080mAh)

Elephone S7

162.34€

Smartphone, 5.5″ FHD Display Android 7.0 4G Telefono Cellulari, Helio X20 Deca Core, 4GB RAM + 64GB ROM, 13.0MP AF+ 5.0MP FF Camera,Dual Sim, Fingerprint Recognization,Gesture GPS/Wifi/OTG Cellulare – Nero

FeiyuTech G360

254.15€

Panoramic Gimbal

Zhiyun Crane V2 (2017 nuova versione)

Dalle 11:35

Aggiornamento ore 9.15

Turtle Beach Z60 Cuffie di Gioco – PC

43.51€

AOC G2460VQ6 – 24″, full HD, Nero

134.97€

Huawei P8 Lite 2017

199€

RECENSIONE

Asus MX27A Monitor 27”, WQHD (2560×1440)

380.89€

IPS, 100% sRGB, Frameless, B&O ICEpower speakers, Flicker Free, Low Blue Light, TUV Certified

Sony Xperia XZs

389€

Sony XZ1 Compact

526.9€

Nota: se il prezzo dovesse differire da quello indicato nell’articolo è a causa del fatto che i pezzi in promozione sono esauriti o l’offerta a tempo scaduta.

L'articolo Sconti Amazon: non perdetevi questi cinafonini, box TV, microSD e un visore VR per smartphone (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

I Google Pixel 2 non vi disturberanno mentre siete alla guida (aggiornato)

Thu, 10/19/2017 - 09:15

I nuovi Pixel 2 di Google possono ascoltare continuamente l’ambiente che li circonda per taggare qualunque canzone risultasse “a tiro”, ma tale funzione sembra esserne legata ad un’altra, ovvero alla possibilità di non venire disturbati da chiamate o notifiche mentre si è alla guida.

Subito dopo l’evento di mercoledì, è stata pubblicata sul Play Store l’app Pixel Ambient Service, che serve appunto per dare la possibilità ai Pixel 2 di riconoscere i titoli delle canzoni in locale. Scorrendo gli screenshot, però, è emersa un’altra funzione legata all’app, ovvero quella di riconoscere mentre si è a bordo di un veicolo (e, eventualmente, con lo smartphone collegato ad un sistema Bluetooth) e di attivare automaticamente la modalità “Non disturbare”.

LEGGI ANCHE: Lo spazio illimitato su Google Foto dei Pixel 2 scadrà

Ovviamente, non tutti vorranno attivare questa modalità, in special modo chi ha la fortuna di possedere un sistema di infotainment che permetta di ridurre al minimo le interazioni con lo smartphone.

1 vai alla fotogallery Aggiornamento19/10/2017 ore 09:15

Google ha aggiunto nuove informazioni su questa funzione nella sua pagina di supporto ufficiale. Le impostazioni relative sono disponibili alla voce Audio -> Non Disturbare (in effetti ha un senso, è lì che si regolano le priorità delle notifiche). Premendo su Aggiungi troverete anche la voce Alla Guida (vedi screenshot sotto), che si attiverà automaticamente o collegandosi al Bluetooth di un’auto o quando i sensori dello smartphone capiranno che siete in un veicolo, indipendentemente che siate passeggero o conducente (vi sfido a far capire allo smartphone la differenza tra uno e l’altro – NdR).

1 vai alla fotogallery

L'articolo I Google Pixel 2 non vi disturberanno mentre siete alla guida (aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

HTC U11 Plus vi accompagnerà dalla sera alla mattina, e forse per qualche ora in più

Wed, 10/18/2017 - 19:54

Mancano ormai solo un paio di settimane al 2 novembre, data in cui HTC dovrebbe presentare la versione maggiorata di U11, ovvero U11 Plus: se le caratteristiche tecniche sono state, bene o male, confermate, oggi si aggiunge una voce all’elenco, ovvero quella riguardante la batteria.

A darci notizie in merito è la gola profonda LlabTooFeR, che tramite un tweet ci informa delle dimensioni di U11 Plus, di poco superiori nei tre assi rispetto a U11, riviste per alloggiare una batteria di circa 4.000 mAh.

LEGGI ANCHE: Google acquisisce il team Pixel di HTC

Nonostante la società taiwanese abbia ceduto un ramo importante della propria divisione smartphone a Google, cerca in tutti i modi di presentare un modello che riesca a vincere nuovamente le simpatie dei consumatori. Basterà un’autonomia prevista superiore a quella di molti altri top di gamma? Fateci sapere le vostre opinioni nei commenti.

L'articolo HTC U11 Plus vi accompagnerà dalla sera alla mattina, e forse per qualche ora in più sembra essere il primo su AndroidWorld.

Bixby 2.0 porterà l’assistente vocale di Samsung su molti più dispositivi

Wed, 10/18/2017 - 19:35

Quella degli assistenti vocali è senza dubbio una delle più importanti battaglie che si stanno combattendo fra i colossi del settore informatico, e un nome del calibro di Samsung non può certo rischiare di rimanere indietro: oggi, alla Samsung Developer Conference 2017, l’azienda ha infatti annunciato di voler portare il proprio Bixby in una moltitudine di dispositivi, proprio come accade per Amazon Alexa e Google Assistant.

Mentre Bixby è per adesso esclusiva degli smartphone (anzi, soltanto degli ultimi Galaxy S e Note), i due principali rivali sono infatti utilizzati su telefoni, speaker, stereo, dispositivi per la casa e accessori di vario tipo. Bixby 2.0, presentato oggi, punterà però proprio a colmare questo divario grazie a capacità che gli permetteranno di adattarsi alla situazione.

LEGGI ANCHE: Da adesso potete dire a Google Home a che ora spegnere la musica

La futura versione dell’assistente Samsung avrà infatti due nuovi punti forti dalla sua parte: prima di tutto sarà in grado di riconoscere i comandi di persone differenti (come fanno già Google Assistant ed Alexa), offrendo così un’esperienza personalizzata, ma soprattutto sarà aperto al lavoro di sviluppatori esterni grazie al Bixby SDK, che consentirà a chiunque di creare app e servizi compatibili.

I primi dispositivi non smartphone ad integrare Bixby saranno le Smart TV Samsung e i frigoriferi Family Hub, ma la speranza è quella di aprire la porta anche ad altri produttori: per questo, in attesa che l’SDK sia adottato in modo ampio, l’approdo verso ogni tipo di accessorio passerà anche da Project Ambience, un piccolo chip o dongle esterno che sarà in grado di portare Bixby su un ampio numero di prodotti.

A noi non resta che sperare che Bixby 2.0 sia in grado di migliorare le sorti anche dell’Italia, finora rimasta piuttosto esclusa dall’avvento dei vari assistenti vocali: le premesse sembrano esserci, ma riuscirà Samsung a colmare in poco tempo il divario con i suoi principali avversari?

L'articolo Bixby 2.0 porterà l’assistente vocale di Samsung su molti più dispositivi sembra essere il primo su AndroidWorld.

Pages