Android World

Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 4 hours 2 min ago

Lo spettacolare futuro in realtà aumentata di Qualcomm

5 hours 57 min ago

La maggior parte di quelli che stanno leggendo questo articolo hanno ben chiaro il concetto di realtà aumentata (ovvero l’aggiunta di componenti virtuali al mondo reale) ma in pochi probabilmente riescono ad immaginare quanto questa tecnologia potrebbe diventare prominente rispetto alle altre nel prossimo futuro. Certo, oggi ci stiamo preoccupando di display edge-to-edge, di realtà virtuale di processori sempre più potenti (es. Snapdragon 835).

Qualcomm durante la presentazione di Snapdragon 835 e Quick Charge 4.0 ha voluto renderci partecipi della sua visione relativa alla realtà aumentata, a qual è secondo l’azienda il suo futuro e come potrebbero essere i primi dispositivi. Per Qualcomm la realtà virtuale ci permetterà di portare intere ambientazioni e scene all’interno dei nostri ambienti quotidiani, permettendoci di sederci sul divano posizionato a bordo campo del nostro match preferito o portando un famosissimo pianista nel vostro soggiorno. La realtà virtuale sarà sempre sviluppata, ma diventerà solo una variante della realtà aumentata: una dove sarà possibile “disabilitare” la visione del nostro mondo ed estraniarci completamente in quello virtuale.

La realtà aumentata sarà in ogni ambiente della nostra vita: supporto a distanza alle aziende, diagnostica in tempo reale, assistenza e diagnosi sanitarie, miglioramento e allenamento per le operazioni chirurgiche, educazione, assistenza militare sul campo, visualizzazione 3D per gli architetti, provare prima di acquistare, navigazione virtuale degli store, pubblicità relativa al contesto, miglioramento dell’efficenza dei tempi di risposta per polizia e vigili del fuoco. Questi sono solo alcuni esempi, ma qualsiasi film abbia utilizzato degli ologrammi vi avrà già fatto sognare molto tempo fa.

La realtà aumentata secondo Qualcomm non sarà un’app o un’accessorio, ma sarà proprio parte integrante della vostra vita: sarà il vostro prossimo dispositivo tecnologico, così come lo sono stati in passato (e presente) i PC e gli smartphone. Il prossimo futuro ci riserverà probabilmente degli occhiali AR ben fatti (sulla base di Google Glass e Microsoft Hololens per esempio), ma sul lungo termine potrebbero semplicemente essere delle lenti a contatto e un piccolo auricolare (sì, esatto come in Black Mirror).

Ma come saranno questi occhiali per l’AR? Avranno fotocamere fronte/retro attive e passive, speaker direzionali a conduzione ossea, connettività 4G/5G, sensore di luminosità, visione notturna e visione termica, tracciamento del movimento oculare, display resistente ed integrato nelle lenti, microfoni ad alta precisione, illuminatori LED e molto altro. Tutto questo permetterà a questi dispositivi di farvi avere un’esperienza immersiva (audio e video) e allo stesso tempo potranno capire il mondo circostante. Infine saranno sempre connessi con sistemi wireless a basso consumo.

Per ottenre tutto questo sono tanti i risultati da ottenere: schermi ad alta risoluzione e molto vicini agli occhi, campo visivo molto ampio, minima latenza, interfaccia semplice, preciso monitoraggio del movimento e audio 3D preciso e ad alta definizione. Ci sono poi dei risultati software da ottenere: il mondo in realtà aumentata deve risultare stabile e non deve ostacolare la visione di quello che ci serve davvero. L’illuminazione infine deve essere corretta (ovvero deve riprendere quella reale) e il suono deve risultare realistico. Qualcomm sta lavorando in ogni direzione affinché tutti questi requisiti possano essere raggiunti al meglio.

Infine l’interfaccia: il dispositivo AR dovrà poter comprendere comandi gestuali e vocali, così come dovrà poter fare con precisione un riconoscimento facciale e tracciare il nostro sguardo. Non scordiamoci però la sicurezza: questi dispositivi AR dovranno continuamente fare una verifica dell’utilizzatore affinché sia sempre riconosciuto come legittimo.

Tra le tecnologie più importanti per lo sviluppo della realtà aumentata troviamo il machine learning, ovvero la capacità del dispositivo di comprendere il mondo e apprendere da questo nuove informazioni e il 5G per poter elaborare rapidamente i dati in tempo reale e rimanere quindi sempre connessi, contenendo però il consumo energetico. Altre sfide che Qualcomm sta intraprendendo sono poi quelle della potenza computazionale, del contenimento delle temperature e ovviamente dell’autonomia.

Quello che vi stiamo riportando sembra quasi un racconto di fantascienza e benché possa sembrare ancora lontano (e forse lo è), quello che è sicuro è che aziende del calibro di Qualcomm hanno abbracciato la realtà aumentata come missione e come visione del futuro. Tutti i vari punti descritti sopra sono quindi dei task importanti che l’azienda vorrà smarcare nei prossimi anni per far sì che i prossimi Google Glass possano essere l’unico dispositivo che vorrete portarvi appresso.

L'articolo Lo spettacolare futuro in realtà aumentata di Qualcomm sembra essere il primo su AndroidWorld.

3 programmi per modding adatti agli utenti più smanettoni

8 hours 42 min ago

I nostri lettori hanno votato: il 71% di essi ha moddato il proprio dispositivo. Che si tratti di una custom ROM, di una custom recovery o di Xposed Framework insomma, sono ancora tanti gli smanettoni del mondo Android.

Proprio per tale motivo, segnaliamo oggi la presenza sul Forum di AndroidWorld.it di tre interessanti discussioni dove presentiamo altrettanti validi tool creati da uno sviluppatore (e smanettone) italiano. Di seguito, trovate i collegamenti alle discussioni e una breve descrizione all’obiettivo dei tre programmi:

  • Adb and Fastboot Installer per Windows: utilizzate i comandi adb liberamente e in ogni cartella del PC nella quale state lavorando, senza bisogno di spostare i file stessi nella cartella di adb
  • Tool All-In-One: raccoglie varie funzionalità come installazione driver, sblocco / blocco bootloader, flash recovery TWRP / stock, flash factory image stock; valido esclusivamente per alcuni dispositivi riportati nella discussione
  • Universal Fastboot & Adb Tool: raccoglie alcune importanti funzioni come installazione driver, sblocco bootloader, flash recovery, riavvio smartphone (da ogni modalità a ogni modalità), wipe completo da fastboot, apertura finestra di comando con privilegi fastboot e adb.

L'articolo 3 programmi per modding adatti agli utenti più smanettoni sembra essere il primo su AndroidWorld.

Alcatel Shine Lite, la recensione (foto e video)

10 hours 16 min ago

Alcatel ha recentemente lanciato sul mercato un prodotto pensato per chi non vuole spendere molto ma vuole uno smartphone elegante e abbastanza compatto. Stiamo parlando di Alcatel Shine Lite che recensiamo oggi.

LEGGI ANCHE: Recensioni Alcatel

7.5

Confezione

All’interno della confezione troviamo un alimentatore 5V/1A, un cavo USB-microUSB, un paio di cuffie stereo (senza tasto per la risposta) e una cover in silicone che vi sarà molto utile per non far scivolare lo smartphone di mano.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Shine Lite è uno smartphone relativamente compatto e ben costruito: metallo sul frame laterale e vetro fronte-retro. Si tratta quindi di uno smartphone elegante e di sicuro impatto visivo. La scelta dei materiali ha però invece penalizzato l’ergonomia. Lo smartphone è particolarmente scivoloso, non solo in mano ma anche quando poggiato su di un piano. I tasti del volume si raggiungono bene, mentre quello di accensione è un po’ troppo in alto. Tutti hanno un feedback alla pressione un po’ “poco convinto”, ma non hanno mostrato problemi di funzionamento.

6.5

Hardware

Alcatel ha scelto per questo smartphone un processore quad core Mediatek MT6737 da 1,3 GHz con GPU Mali T720MP2. Le prestazioni non sono eccezionale e capita anche di avere a che fare con qualche rallentamento di troppo. La RAM ammonta a 2 GB, mentre la memoria interna è da 16 GB (più che sufficienti) ed è possibile espanderla con una microSD. Buona la connettività LTE fino a 150 Mbps e buona la ricezione del Wi-Fi monobanda b/g/n. Presente anche il Bluetooth 4.2 e la radio FM, mentre è assente l’NFC. Il lettore di impronte digitali posizionato sul retro è veloce nello sblocco e anche preciso nella rilevazione. Nella media invece lo speaker posizionato nella parte inferiore dello smartphone.

SCHEDA: Alcatel Shine Lite

7.5

Fotocamera

La fotocamera principale è una buona 13 megapixel con doppio led flash.  La qualità è decisamente buona per la sua fascia di prezzo, anche se è penalizzato da un software un po’ lento nello scatto (e che in certe circostanze può causare scatti mossi). Le immagini hanno una buona quantità di dettagli e anche con poca luce riuscirete a realizzare foto utilizzabili sui social network senza particolari problemi. Certo, il rumore digitale sarà importante, ma per il prezzo a cui viene venduto è sicuramente più che accettabile. Anche i video non sono male, ma la risoluzione massima è di 720p, un po’ poco per gli standard odierni. Bene la fotocamera frontale da 5 megapixel, anch’essa dotata di un led flash.

SAMPLE: FotoVideo

4 vai alla fotogallery

8.0

Display

Shine Lite è dotato di uno schermo da 5 pollici IPS con risoluzione HD (1280 x 720 pixel). Si tratta di un buon display, con una buona luminosità e anche una regolazione automatica più che soddisfacente. Gli angoli di visione sono discreti e anche la risposta al touch è buona.

6.0

Software

Questo smartphone è basato sulla versione 6.0 Marshmallow di Android. Le personalizzazioni dell’azienda sono perlopiù estetiche. Abbiamo infatti un nuovo pack di icone e altri ritocchi minori. Dalle impostazioni potrete scegliere quali scorciatoie aggiungere nel blocco schermo. Per il resto le uniche altre implementazioni che troverete sono quelle di Mediatek, come l’accensione e lo spegnimento programmato o il download accelerato integrando 4G e Wi-Fi ad alta velocità.

Come già detto le prestazioni sono leggermente deludenti e non capiterà di rado di riscontrare rallentamenti, come per esempio anche nella scrittura di un testo dove il telefono a volte faticherà a stare dietro alla vostra digitazione. È uno smartphone da utilizzare con calma in certi frangenti.

7 vai alla fotogallery

7.0

Autonomia

La batteria da 2460 mAh vi permetterà senza particolari problemi di realizzare una giornata piena con un utilizzo medio e qualcosa meno (approssimativamente verso l’ora di cena) con un utilizzo più intenso. Il processore poco energivoro garantisce consumi abbastanza reglolari anche sotto stress.

6.0

Prezzo

Alcatel propone questo Shine Lite sul nostro mercato a 199€, un prezzo sicuramente alto per un prodotto che ha un hardware non certo brillante. Prima di acquistarlo aspettate qualche offerta più vantaggiosa.

Acquisto

Amazon ha disponibile Alcatel Shine Lite in due colorazioni (bianco e nero) a 166€, un prezzo già più interessante rispetto a quello di lancio.

Benchmark $(function () { var noautoptimize = 1; $('#benchmark').highcharts({ chart: { type: 'column' }, title: { text: 'Benchmark (valori normalizzati)' }, xAxis: { categories: [ 'Antutu 6', '3D Mark - Ice Storm Extreme', '3D Mark - Ice Storm Unlimited', '3D Mark - Sling Shot ES 3.1', 'Vellamo HTML5', 'Vellamo Metal' ] }, yAxis: { min: 0, labels: { enabled: false }, title: { text: null } }, tooltip: { enabled: false, headerFormat: '{point.key}', pointFormat: '{series.name}: ' + '{point.yo} ({point.y})', footerFormat: '', shared: true, useHTML: true }, plotOptions: { column: { pointPadding: 0.2, borderWidth: 0 } }, /*series: [{ name: 'HTC Desire Eye', data: [{yn: 50, y: 49.9},{yn: 55, y: 46},{yn: 67, y: 90},{yn: 200, y: 10},{yn: 123, y: 22},] },{ name: 'HTC One', data: [{yn: 345, y: 300},{yn: 33, y: 21},{yn: 33, y: 12},{yn: 66, y: 44},{yn: 12, y: 66},] }]*/ series: [{"name":"Alcatel Shine Lite","data":[{"yo":"27821","y":20391.05},{"yo":"2283","y":19114.15},{"yo":"3623","y":19181.15},{"yo":"100","y":19005},{"yo":"2132","y":19106.6},{"yo":"843","y":19042.15}]},{"name":"Xiaomi Redmi 4 Pro","data":[{"yo":"38026","y":27870.675651486},{"yo":"8047","y":67372.564629873},{"yo":"13726","y":72669.18711013},{"yo":"454","y":86282.7},{"yo":"3287","y":29457.501969981},{"yo":"1418","y":32030.567852906}]},{"name":"Nubia N1","data":[{"yo":"47664","y":34934.725825815},{"yo":"5489","y":45956.00935173},{"yo":"9004","y":47669.631410433},{"yo":"258","y":49032.9},{"yo":"2225","y":19940.049249531},{"yo":"1293","y":29206.998754448}]},{"name":"Meizu M3S","data":[{"yo":"38176","y":27980.616253909},{"yo":"5177","y":43343.825908892},{"yo":"7866","y":41644.749075352},{"yo":"247","y":46942.35},{"yo":"2545","y":22807.831613508},{"yo":"967","y":21843.13054567}]}] }); }); Foto 9 vai alla fotogallery

L'articolo Alcatel Shine Lite, la recensione (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Vernee apre la pre-vendita di Apollo: eccone prezzo e caratteristiche tecniche (foto)

Sat, 12/03/2016 - 23:41

Dopo aver avviato la commercializzazione di Apollo Lite, Vernee si appresta a colpire nuovamente il mercato: l’azienda ha infatti iniziato la pre-vendita di Apollo, ma cosa offre questo smartphone?

Vernee Apollo dispone di un corpo metallico (98% di copertura) trattato con sabbiatura, e di:

  • Display: 5,5 pollici, 2K (2.560 x 1.440)
  • SoC: Helio X25, 2,5 GHz, deca-core
  • RAM: 4 GB
  • Memoria interna: 64 GB
  • Fotocamera posteriore: 21 megapixel, SONY IMX230 (supporto PDAF)
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel, 84°
  • Batteria: 3.180 mAh (supporto quick charge)
  • Altro: confezione da trasformare in visore per realtà virtuale.
LEGGI ANCHE: Vernee Apollo Lite, la recensione

Il prezzo in pre-vendita di Vernee Apollo è pari a 299,99 dollari, con risparmio di 50 dollari sul prezzo finale e spedizioni a partire da metà dicembre. Quanti di voi ci faranno un pensierino come regalo di Natale?

5 vai alla fotogallery

L'articolo Vernee apre la pre-vendita di Apollo: eccone prezzo e caratteristiche tecniche (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

La privacy degli utenti Play Store è a rischio, e ve lo dice una università

Sat, 12/03/2016 - 23:16

La Carnegie Mellon University ha condotto uno studio su circa 18.000 applicazioni gratuite presenti sul Play Store. I risultati sono piuttosto insoddisfacenti: centinaia di popolari applicazioni non dispongono di politiche sulla privacy, mentre molte di quelle provviste non sono comunque chiare circa raccolta e condivisione delle informazioni personali.

Tra le 18.000, circa 9.000 applicazioni non tutelano in alcun modo la privacy; un altro 41% raccoglie informazioni sulla posizione degli utenti, e il 17% di queste potrebbe condividere tali dati, il tutto senza che ciò sia dichiarato. Lo studio è stato condotto tramite uno strumento di analisi automatica e non tutti i casi con esito negativo sono da considerarsi pericolosi a prescindere, cosa che la stessa università afferma consigliando un secondo controllo condotto da un umano.

LEGGI ANCHE: Motorola Moto G5 arriverà l’8 marzo in due varianti

Tuttavia, questo basta a sollevare varie domande circa la sempre più importante privacy degli utenti. Quale è la vostra opinione circa la sicurezza del mondo Android?

The automated system uses natural language processing and machine learning to analyze the text of privacy policies. It then examines the app’s computer code to see whether its behavior suggests it shares personal information and therefore should have a privacy policy. It also checks whether the app’s data collection and sharing behavior is consistent with an existing privacy policy. – Carnegie Mellon University

L'articolo La privacy degli utenti Play Store è a rischio, e ve lo dice una università sembra essere il primo su AndroidWorld.

L’ultimo BlackBerry con tastiera QWERTY potrebbe essere stato immortalato in queste foto

Sat, 12/03/2016 - 19:06

BlackBerry, per sua stessa ammissione, ha fallito: la società non è stata in grado di commercializzare un prodotto che generasse profitti, e ha fermato lo sviluppo interno di qualunque smartphone, decidendo di fornire in licenza la tastiera QWERTY, icona di molti dispositivi della società. Tuttavia, potrebbe essere commercializzato un ultimo modello, nome in codice Mercury, immortalato nelle foto a fine articolo.

Le due foto sono apparse sul social network cinese Weibo, e nonostante non sia stato possibile identificarne la fonte, sembrano abbastanza ben realizzate per essere considerate attendibili. Non viene rivelato nulla delle caratteristiche del dispositivo né, ovviamente, quando verrà lanciato sul mercato. Alcuni rumor precedenti volevano la tastiera capace di autenticare l’utente, ma per averne la certezza, dovremo avere ancora un po’ di pazienza.

1 vai alla fotogallery

L'articolo L’ultimo BlackBerry con tastiera QWERTY potrebbe essere stato immortalato in queste foto sembra essere il primo su AndroidWorld.

Fine anno si avvicina: Nextbit manterrà la promessa della maggiore durata delle batterie?

Sat, 12/03/2016 - 18:20

Nextbit, con Robin, ha presentato un approccio originale al problema della memoria dei dispositivi mobili: a giugno aveva promesso di fare altrettanto con la durata della batteria entro fine anno, ma a 4 settimane dalla chiusura di questo 2016, la società resta silente.

Un minimo accenno all’aggiornamento sembra essere stato data durante un recente AMA (Ask-Me-Anything) su Reddit, nel quale è stato detto che, nonostante non verrà finalizzato in tempo per l’aggiornamento a Nougat, è comunque in fase di completamento. I primi beta tester riportano inoltre che “la durata della batteria è sostanzialmente migliorata”.

LEGGI ANCHE: I migliori smartphone Android, per fasce di prezzo

Cosa preveda esattamente questo nuovo approccio, che non prevede chip maggiormente ottimizzati o batterie più capienti, non è dato (ancora) saperlo: si sa solo che imparerà dalle abitudini dell’utente, e che funzionerà in sinergia con le tecnologie proprie di Android.

L'articolo Fine anno si avvicina: Nextbit manterrà la promessa della maggiore durata delle batterie? sembra essere il primo su AndroidWorld.

L’AGCOM dà 30 giorni a 3 Italia e Vodafone per risolvere il problema delle chiamate involontarie alla segreteria

Sat, 12/03/2016 - 16:56

In estate riportavamo le intenzioni dell’AGCOM di agire sul problema degli addebiti per le chiamate al servizio di segreteria telefonica di 3 Italia, ed ecco che ora l’autorità dà 30 giorni alla società per rimborsare i clienti e trovare una soluzione tecnica per arginare il problema. Nel mentre, tira in ballo anche Vodafone.

A quanto pare, infatti, anche l’operatore rosso non avrebbe agito nell’interesse del consumatore: se chiamare la segreteria di 3 Italia causa l’addebito di 0,20€ “ad errore” (il cui verificarsi è più semplice su iPhone che non su Android, a causa del pulsante dedicato – NdR), la segreteria Vodafone addebita 1,50€ una tantum (per ogni giorno in cui si effettua almeno una chiamata).

LEGGI ANCHE: AGCOM multa 3 Italia e Wind per SIM disattivate

I primi giorni del 2017 vedranno dunque una soluzione da parte degli operatori, o l’ennesima multa da parte dell’AGCOM. Vi terremo aggiornati sulla vicenda: è capitato anche a voi di chiamare per sbaglio la segreteria telefonica?

L'articolo L’AGCOM dà 30 giorni a 3 Italia e Vodafone per risolvere il problema delle chiamate involontarie alla segreteria sembra essere il primo su AndroidWorld.

Wind regala chiamate gratis per fare gli auguri di Natale a (quasi) tutti

Sat, 12/03/2016 - 16:35

Qualche settimana ancora, e sarà Natale: se avete già risolto il problema regali (in caso contrario, avete dato un’occhiata alla nostra guida?), non vi resta che iniziare a chiamare amici e parenti per organizzare serate e fare auguri; dal 12 al 25 dicembre, Wind vi mette a disposizione chiamate illimitate verso altri clienti dell’operatore arancione, ma dovrete farvi due passi per poter attivare l’offerta.

Sarà possibile, infatti, attivare gratuitamente l’offerta solo presso i negozi Wind aderenti all’iniziativa. Non è necessario avere altre offerte attive (basta una qualunque SIM ricaricabile), ma è necessario che il credito sia superiore a 0 euro. Al momento non è disponibile una pagina ufficiale che descriva la promozione, ma è probabile che venga creata il 12 dicembre stesso.

L'articolo Wind regala chiamate gratis per fare gli auguri di Natale a (quasi) tutti sembra essere il primo su AndroidWorld.

Autocompletamento migliorato e ricerca fra le mappe offline: ecco cosa riserva il futuro dell’app Google

Sat, 12/03/2016 - 15:37

La versione 6.9 beta dell’app Google ha portato la gradita sorpresa dell’attivazione di “OK Google” alla guida, ma nasconde anche tanti indizi sulle novità che la società di Mountain View ha intenzione di inserire in futuro: scopriamo quali potrebbero essere, grazie al teardown dell’apk eseguito dai colleghi di Android Police.

Partiamo dall’autocompletamento, che in futuro potrebbe diventare ancora più “completo”: alcune stringhe fanno supporre maggiore varietà nei risultati proposti, come app, termini simili, pagine specifiche, e pagine già visitate.

Ricerca

<string name=”regular_app_result_suggestion_message”>This app page is related to what you’re typing.</string>
<string name=”regular_app_suggestion_message”>This is an app that’s related to what you’re typing.</string>

<string name=”regular_query_suggestion_message”>This term is related to what you’re typing.</string>
<string name=”entity_suggestion_message”>This search is related to what you’re typing.</string>

<string name=”regular_url_suggestion_message”>This is a web page related to what you’re typing.</string>
<string name=”remove_url_history_message”>This is a web page you’ve visited before and it’s related to what you’re typing.</string>

<string name=”regular_query_learn_more_url”>https://support.google.com/websearch/answer/106230?hl=en</string>

Continuiamo con la possibilità di cercare fra le mappe scaricate offline: tecnicamente, si può già fare in Maps, ma la ricerca dall’app Google non è al momento supportata.

Mappe offline

<string name=”search_maps”>Search Maps</string>
<string name=”search_your_offline_map_areas”>Search your Offline Map Areas?</string>
<string name=”local_intent_search”>Looks like you are trying to find a location while offline</string>

Chiudiamo l’analisi con alcune stringhe che puntano all’introduzione di un visualizzatore di immagini nativo: normalmente le immagini vengono visualizzate tramite una normale interfaccia web, ma il codice scovato mostrerebbe chiari segni dell’implementazione di un’interfaccia nativa, con annessa la possibilità di cercare per immagini.

Visualizzatore immagini

<string name=”image_viewer_image_description”>Image titled %1$s</string>
<string name=”image_viewer_visit_site”>Visit page</string>
<string name=”menu_view_original_image”>View original image</string>
<string name=”image_viewer_more_options”>More options</string>

<string name=”image_viewer_related_images_title”>Related images</string>
<string name=”image_viewer_related_image”>Open related image %1$s</string>
<string name=”image_viewer_view_all_related_images”>View All</string>
<string name=”image_viewer_view_all_related_images_accessibility”>View all related images</string>
<string name=”image_viewer_more_related_images”>More related images</string>

<string name=”menu_search_by_image”>Search by image</string>

<string name=”image_viewer_share”>Share</string>

<string name=”image_viewer_save”>Save</string>
<string name=”image_viewer_saving”>Saving…</string>
<string name=”image_viewer_saved”>Saved</string>
<string name=”image_viewer_view_saved”>View saved</string>
<string name=”image_viewer_save_failed”>Couldn’t save the image. Please check your Internet connection.</string>
<string name=”image_viewer_saved_description”>Saved. Remove image.</string>
<string name=”image_viewer_saved_to_google”>Saved to Google</string>
<string name=”image_viewer_remove_failed”>Couldn’t remove the saved image. Please check your Internet connection.</string>
<string name=”image_viewer_removing”>Removing…</string>

Sembra inoltre che questo visualizzatore verrà utilizzato, almeno in un primo momento, per alcune categorie di immagini ben precise, come ricette, prodotti da acquistare (tramite Google Shopping) e… video.

Categorie immagini

<string name=”image_viewer_recipe_ingredients_label”>Ingredients include:</string>
<string name=”image_viewer_recipe_time_label”>”Time: “</string>
<string name=”image_viewer_recipe_yield_label”>”Yield: “</string>
<string name=”image_viewer_bullet”>” • “</string>

 

<string name=”image_viewer_product_brand_label”>Brand</string>

<string name=”image_viewer_product_price_label”>Price*</string>
<string name=”image_viewer_product_unknown_price”></string>
<string name=”image_copyright_message_price_disclaimer”>* Check website for latest pricing and availability. Images may be subject to copyright.</string>

<string name=”image_viewer_product_reviews_label_missing”>Reviews</string>

<string name=”image_viewer_product_in_stock”>In stock</string>
<string name=”image_viewer_product_unavailable”>Out of stock</string>

<string name=”image_viewer_related_products_title”>Related items</string>

 

<string name=”image_viewer_video_author_label”>By</string>

<string name=”image_viewer_video_view_count_label”>Views</string>
<string name=”image_viewer_video_likes_label”>Likes</string>
<string name=”image_viewer_video_comments_label”>Comments</string>

<string name=”image_viewer_video_duration”>(%s)</string>
<string name=”image_viewer_video_upload_date_label”>Published</string>

<string name=”image_viewer_video_watch_label”>Watch</string>

L'articolo Autocompletamento migliorato e ricerca fra le mappe offline: ecco cosa riserva il futuro dell’app Google sembra essere il primo su AndroidWorld.

BlackBerry aggiunge nuove funzioni a Hub+, Keyboard, Launcher e Password Keeper

Sat, 12/03/2016 - 14:15

Nuova settimana, nuovo corposo aggiornamento per alcune principali applicazioni BlackBerry, ovvero Hub+, Keyboard, Launcher e Password Keeper.

I vari aggiornamenti dispongono di changelog dettagliati, che vi presentiamo di seguito:

  • Hub+
    • è possibile nascondere contatti da Hub e Contacts, fermandone la sincronizzazione; in Hub, è possibile impostare una e-mail standard per l’invio
    • è possibile creare visualizzazioni personalizzate per le email in funzione dei contatti; l’avatar dei contatti è ora visualizzato
    • è possibile nascondere task completati
    • è possibile visualizzare allegati .eml
  • Keyboard
    • apportate migliorie grafiche e funzionali al cambio lingua
    • introdotto supporto a lettori di impronte digitali
  • Launcher
    • introdotto tema scuro
  • Password Keeper
    • introdotto browser integrato (anche su dispositivi non BlackBerry)
    • introdotto supporto a lettori di impronte digitali
    • introdotto nuovo font per le password, utile a comprendere meglio ogni lettera
    • introdotto supporto a caratteri non latini.
LEGGI ANCHE: Il copia-incolla ricco da web è arrivato su Gmail

Gli aggiornamenti dovrebbero essere già disponibili sul Play Store per tutti i dispositivi supportati. Quanti di voi attendevano queste nuove funzionalità su BlackBerry Hub+, Keyboard, Launcher e Password Keeper?

L'articolo BlackBerry aggiunge nuove funzioni a Hub+, Keyboard, Launcher e Password Keeper sembra essere il primo su AndroidWorld.

Philomel Music Player: un lettore musicale giovane e promettente (foto)

Sat, 12/03/2016 - 13:54

La ricerca del lettore musicale perfetto è qualcosa che, senza possibilità di fuga, affligge da sempre gli amanti della musica: se anche voi appartenete a questa categoria, e non avete ancora trovato qualcosa che sappia accontentarvi appieno, potete provare Philomel Music Player.

Philomel è un’applicazione piuttosto giovane, ma originale e molto curata, adatta soprattutto a chi è abituato ad organizzare la propria libreria in playlist: dalla schermata principale, dove le canzoni presenti sul vostro smartphone saranno elencate per titolo, autore o album, potrete infatti aggiungere brani alla playlist in riproduzione semplicemente con uno swipe verso sinistra.

LEGGI ANCHE: Music Player with Audio FX

La caratteristica più evidente (e più azzeccata) di Philomel Music Player è però il look pulito e minimale, caratterizzato dall’uso di colori sgargianti e elementi di Material Design.

Non mancano, tuttavia, anche tutte le opzioni che può desiderare un vero amante della musica, come il supporto a tutti i più diffusi formati audio (anche di tipo lossless) e un equalizzatore a cinque bande.

Download gratuito

Philomel è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete installarlo sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download che trovate qui sotto!

7 vai alla fotogallery

L'articolo Philomel Music Player: un lettore musicale giovane e promettente (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

BlackBerry Priv da 32 GB disponibile a 339€ su Gli Stockisti

Sat, 12/03/2016 - 11:50

Risulta presente presso il noto portale Gli Stockisti un corposo sconto su BlackBerry Priv, smartphone da noi recensito qui e con caratteristiche tecniche che molti troveranno interessanti.

BlackBerry Priv è disponibile in offerta con taglio di memoria interna da 32 GB al prezzo di 339 euro (normalmente, 379 euro). Le restanti caratteristiche tecniche sono:

  • Schermo: 5,4” QHD AMOLED (1.440 x 2.560 pixel) dual curved
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 808 a 1,8 GHz
  • RAM: 3 GB
  • Memoria interna: 32 GB espandibile con microSD
  • Fotocamera posteriore: 18 megapixel con dual LED flash certificata Schneider-Kreuznach
  • Fotocamera frontale: 2 megapixel
  • Connettività: LTE, Wi-Fi, Bluetooth, GPS, nano SIM
  • Batteria: 3.410 mAh.
LEGGI ANCHE: Motorola Moto G5 arriverà l’8 marzo in due varianti

Quanti di voi procederanno all’acquisto di BlackBerry Priv da 32 GB a 339 euro su Gli Stockisti?

L'articolo BlackBerry Priv da 32 GB disponibile a 339€ su Gli Stockisti sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il copia-incolla ricco da web è arrivato su Gmail, e funziona davvero bene (foto)

Sat, 12/03/2016 - 11:26

Torniamo a parlare dell’aggiornamento 6.11 di Gmail, già visto qualche settimana fa e che, in prima analisi, non aveva molto colpito dato il changelog in parte limitato.

Una modifica all’applicazione era però passata inosservata: in Gmail v6.11 è infatti possibile copiare e incollare il contenuto di una pagina web – che sarà modificabile successivamente – mantenendo completamente la formattazione originale del testo, quindi senza limitare il tutto a grassetti, corsivi e poco altro.

LEGGI ANCHE: Motorola Moto G5 arriverà l’8 marzo

Inoltre, i messaggi quotati risultano ora modificabili, una piccola funzionalità necessaria e stranamente non presente nella prima versione 6.11 dell’applicazione. Download ed aggiornamento saranno effettuabili mediante il Play Store oppure manualmente mediante APK Mirror.

2 vai alla fotogallery

L'articolo Il copia-incolla ricco da web è arrivato su Gmail, e funziona davvero bene (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Iniziato il rilascio di Android 7.1.1 Nougat: patch di dicembre presenti! (foto)

Sat, 12/03/2016 - 11:00

Risulta avviato il rollout di Android 7.1.1 Nougat stabile, al momento nella sola Turchia e sullo smartphone General Mobile 4G.

L’aggiornamento OTA pesa circa 241 MB e, oltre a miglioramenti di sistema e correzioni di bug, porta le patch di sicurezza di dicembre sui dispositivi supportati. Google non ha ancora rilasciato i firmware con cui effettuare il flash manuale del sistema, tuttavia è verosimile che a breve anche Google Pixel / Pixel XL e Nexus aggiornabili vari riceveranno il medesimo aggiornamento, forse nella giornata del 6 dicembre.

LEGGI ANCHE: Guida ai regali tech e nerd di Natale 2016

Noi di AndroidWorld.it non mancheremo di segnalare tempestivamente eventuali novità circa il rilascio di Android 7.1.1 Nougat stabile. Nell’attesa, perché non scoprire le ultime notizie relative al mandorlato Google?

L'articolo Iniziato il rilascio di Android 7.1.1 Nougat: patch di dicembre presenti! (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Motorola Moto G5 arriverà l’8 marzo in due varianti in parte note (foto)

Sat, 12/03/2016 - 10:42

Nuova indiscrezione interessante per tutti gli appassionati Motorola che attendono con pazienza Moto G5 e Moto G5 Plus.

Una immagine da poco presente in rete ha rivelato infatti l’estetica frontale dei due dispositivi, seppur non in alta qualità, e grazie a una altra possiamo anche conoscerne alcune caratteristiche tecniche chiave:

  • SoC: octa-core
  • Display: 5,5 pollici full HD
  • Memoria interna: 16 / 32 GB (Plus), 16 GB
  • Fotocamera posteriore: 16 (Plus) / 13 megapixel
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel
  • Altro: lettore di impronte digitali (Plus); funzionalità turbo charging.
LEGGI ANCHE: DOOGEE Y6 Max: più che uno smartphone

Sarebbe l’8 marzo 2017 il presunto giorno di avvio disponibilità dei due prodotti in mercati ancora non noti tuttavia, come ormai classico in questi casi, consigliamo di prendere queste informazioni con cautela, nell’attesa di conferme ufficiali e maggiori dettagli circa Motorola Moto G5 / G5 Plus.

2 vai alla fotogallery

L'articolo Motorola Moto G5 arriverà l’8 marzo in due varianti in parte note (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

DOOGEE Y6 Max: più che uno smartphone, un home theatre portatile da 6,5″ (foto)

Fri, 12/02/2016 - 19:54

L’azienda cinese DOOGEE ha appena annunciato il nuovissimo Y6 Max, fratello maggiore del precedente DOOGEE Y6 già presentato circa due mesi fa, e che potrebbe essere considerato un vero e proprio home theatre portatile.

Il nuovo modello in versione Max non tradisce le aspettative e monta un display da 6,5 pollici – quasi al limite col mondo tablet– di grande qualità, perfetto per la visione di contenuti multimediali. A dispetto dell’enorme schermo, le dimensioni rimangono comunque umane, visto che il display copre circa l’84,9% della parte frontale.

LEGGI ANCHE: DOOGEE T5 Lite: smartphone IP67 di fascia bassa DOOGEE Y6 Max: caratteristiche tecniche
  • Schermo: 6,5″ IPS AUO FullHD (1.080 x 1.920 pixel) con vetro 2.5D
  • CPU: MediaTek MT6750T Octa core a 64 bit con GPU Mali-T860 MP2
  • RAM: 3 GB
  • Memoria interna: 32 GB espandibile (con microSD fino a 128 GB)
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel Samsung S5K3L8 con PDAF
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel
  • Batteria: 4.300 mAh con ricarica rapida
  • Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow
  • Connettività: WiFi, Dual SIM, Bluetooth 4.0, 4G LTE cat. 6
  • Dimensioni: 171,3 x 89 x 8,95 mm
  • Peso: 250 grammi
  • Altro: Sensori HALL, lettore di impronte digitali sul retro

Il nuovo DOOGEE, oltre al display molto dettagliato e con un’ottima resa dei colori, offre tutti i comfort a cui ci hanno abituato i dispositivi di ultima generazioni, inclusi il sensore per le impronte digitali e il supporto dual SIM.

Uscita e prezzo

Per adesso non ci sono ancora informazioni sul prezzo del DOOGEE Y6 Max, ma sappiamo che sarà presto disponibile nelle colorazioni argento e oro. Se volete conoscere altri dettagli, potete consultare la pagina dedicata sul sito ufficiale a questo indirizzo.

3 vai alla fotogallery

L'articolo DOOGEE Y6 Max: più che uno smartphone, un home theatre portatile da 6,5″ (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Due episodi in un giorno per il nuovo The Walking Dead di Telltale (video)

Fri, 12/02/2016 - 19:21

Come vi avevamo preannunciato qualche giorno fa, Telltale ha approfittato del palco dei The Game Awards 2016 per mostrare al grande pubblico la nuova stagione videoludica di The Walking Dead, intitolata A New Frontier.

Il trailer presentato si focalizza principalmente sulla figura di Javier, il nuovo personaggio di questa nuova avventura priva di numerazione classica, proprio perché potrà essere affrontata anche da chi non ha avuto modo di giocare e completare le precedenti stagioni.

LEGGI ANCHE: Informazioni Marvel’s Guardians of the Galaxy – The Telltale Series

Vi ricordiamo che The Walking Dead – A New Frontier sarà venduto nelle stesse modalità di Batman, a parte un piccolo cambiamento appena rivelato: a partire dal 20 dicembre, infatti, i consumatori potranno acquistare i primi due episodi su PC, Xbox One, Xbox 360, PS4, PS3, iOS e Android (è molto probabile che il rilascio non avverrà simultaneamente su tutte le piattaforme).

Il 7 febbraio, invece, arriverà nei negozi il Season Pass Disc per PS4 e Xbox One, il quale conterrà tutti i cinque episodi previsti per questa terza stagione non appena verranno rilasciati. Infine, coloro che prenoteranno la versione digitale per PS4, riceveranno in omaggio la seconda stagione e lo spin-off dedicato a Michonne. Detto questo, godiamoci insieme il trailer di A New Frontier.

The Walking Dead – A New Frontier Trailer

L'articolo Due episodi in un giorno per il nuovo The Walking Dead di Telltale (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung ascolta gli utenti ed aggiunge tante nuove funzioni a Good Lock (download apk)

Fri, 12/02/2016 - 19:16

Nuovo aggiornamento in arrivo per Good Lock, l’app dedicata ai dispositivi Samsung che permette di configurare la schermata di blocco e altri aspetti dell’interfaccia utente.

Tanti i problemi risolti e le funzioni aggiunte nella nuova versione 24.0.16, che si caratterizza per un’attenzione particolare alle richieste degli utenti. Sono, infatti, state introdotte numerose possibilità di configurazione o piccoli dettagli che gli stessi utilizzatori dell’app avevano precedentemente richiesto tramite i loro feedback.

LEGGI ANCHE: Samsung presenta Game Launcher 2.0

Per sapere quali sono stati i cambiamenti, potete leggere il changelog completo qui di seguito:

Nuove funzioni

  • Aggiunto il supporto all’ultima versione di Samsung Pay
  • Supporto al pulsante per cancellare tutte le notifiche (sistemata la posizione)
  • Supporto al filtro per la luce blu (aggiornamento per Note 5)

Bug fix

  • Risolto il problema con lo sfondo della schermata di blocco in modalità landscape
  • Risolto il problema nel lancio di un’app quando si tocca l’icona nella lista delle app recenti
  • Cambiata l’icona della vibrazione
  • Risolto il problema di non visualizzazione della percentuale di carica di Gear S nel pannello rapido
  • Risolto il problema di abilitazione delle impostazioni dell’hotspost anche quando non è inserita la SIM
  • Risolto il problema di non visualizzazione delle anteprime delle app Knox nelle app recenti
  • Migliorato il colore di sfondo delle notifiche
  • Risolti i problemi di restart di SystemUI

Se volete scaricare la nuova versione aggiornata di Samsung Good Lock, potete farlo tramite il seguente link.

Download Samsung Good Lock 24.0.16 (APKMirror)

L'articolo Samsung ascolta gli utenti ed aggiunge tante nuove funzioni a Good Lock (download apk) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung potrebbe usare i display curvi anche per la serie Galaxy A

Fri, 12/02/2016 - 18:30

La moda dei display curvi non sembra destinata a scemare nel corso del prossimo anno, anzi è più probabile il contrario. Infatti, recenti notizie rivelano che, dopo averli già “sperimentati” su Galaxy Note Edge, S6 edge ed S7 edge, Samsung dovrebbe portare gli schermi edge anche sui dispositivi della serie Galaxy A.

Questo è quello che viene fuori dal report del sito coreano etnews, il quale suppone che l’azienda voglia allargare l’impiego di display OLED curvi anche su altri modelli per diminuirne i costi di produzione. Si tratterebbe della prima volta che uno schermo curvo non viene usato solo su uno smartphone di fascia top, ma anche su Galaxy di fascia leggermente più bassa.

LEGGI ANCHE: Nougat arriverà sui Galaxy A

Gli smartphone della serie A appartengono, infatti, alla fascia medio-alta del mercato, e presentano alcune caratteristiche premium, come i materiali usati per le finiture e il design curato. Non sarebbe troppo sorprendente, quindi, vedere i nuoi modelli con display dual-edge anche sui prossimi A7, A5 e A3.

L'articolo Samsung potrebbe usare i display curvi anche per la serie Galaxy A sembra essere il primo su AndroidWorld.

Pages