Android World

Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 4 hours 14 min ago

Zombie, elfi, vampiri e tanto altro a breve sulle vostre tastiere

4 hours 53 min ago

Il consorzio Unicode, che gestisce la codifica dei caratteri e tanto altro, ha pubblicato una nuova bozza delle Emoji 5.0, ossia il nuovo update che riguarderà le faccine che utilizziamo tutti i giorni.

Questo aggiornamento sarà rilasciato a giugno 2017 e, allo stato attuale delle cose, include 69 nuove emoji tra cui spiccano diversi personaggi fantastici (zombie, fatine, geni, sirene, vampiri…) oltre che dinosauri e nuovi animali.

Ribadiamo che questa è ancora una bozza e che potrebbero esserci variazioni rispetto alla versione finale, ma se intanto volete farvi un’idea potete trovare tutte le nuove emoji (più quelle che saranno cambiate) nella galleria qui sotto.

L'articolo Zombie, elfi, vampiri e tanto altro a breve sulle vostre tastiere sembra essere il primo su AndroidWorld.

Da MediaWorld arrivano gli “Sconti Pazzeschi” su smartphone, TV e notebook

5 hours 36 min ago

Nuovo weekend di offerte da MediaWorld che, sia online che in negozio, lancia gli “Sconti Pazzeschi” validi fino alla prossima domenica, 26 marzo. Come ci ricorda il nome della  campagna, questa promette sconti ed in effetti gli articoli proposti sono un po’ ribasso, almeno rispetto al prezzo solitamente adottato dalla catena.

Notebook, smartphone, TV e qualche cifra interessante sul reparto console vi aspettano qui sotto, mentre sul sito di MediaWorld trovate anche elettrodomestici e periferiche.

Notebook e convertibili Tablet Smartphone TV Console

 

L'articolo Da MediaWorld arrivano gli “Sconti Pazzeschi” su smartphone, TV e notebook sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy Note 7 smetterà del tutto di ricaricarsi con un prossimo aggiornamento software

5 hours 37 min ago

C’è ancora chi si ostina, nonostante tutto, ad utilizzare il proprio Galaxy Note 7 (qualcuno ha addirittura realizzato “forum dedicato alla resistenza“), ma Samsung si propone di spezzare gli ultimi dissidenti con un prossimo aggiornamento software, che impedirà del tutto la ricarica dello smartphone.

L’unico modo per utilizzare Galaxy Note 7 diventerà in pratica tenerlo perennemente collegato all’alimentazione, il che non è esattamente uno scenario auspicabile per uno smartphone.

LEGGI ANCHE: Perché Galaxy Note 7 può esplodere

Non è ben chiaro in quali mercati dovrebbe arrivare questo preciso aggiornamento, anche se la fonte coreana ci lascia pensare che il nostro non sia tra questi, ma in Italia Galaxy Note 7 non ha mai avuto nemmeno il tempo di prendere piede e non crediamo siano più molti quelli che ancora lo conservano. Se in ascolto ce ne fosse qualcuno, lo invitiamo per l’ennesima volta a restituirlo alla casa madre.

L'articolo Galaxy Note 7 smetterà del tutto di ricaricarsi con un prossimo aggiornamento software sembra essere il primo su AndroidWorld.

The Elder Scrolls Legends – Bethesda gioca la sua carta (recensione)

6 hours 7 min ago

Recensione The Elder Scrolls Legends – I videogiochi di carte collezionabili funzionano ancora, e Hearthstone ne è la prova empirica. Allora ci prova Bethesda a dire la sua, in un panorama letteralmente dominato dalla creatura di Blizzard, che ormai imperversa da un po’ di anni senza feroci duellanti alle calcagna. Riuscirà The Elder Scrolls Legends a ritagliarsi una fetta di spasimanti? Tutto dipende da voi, cari lettori: tutto dipende da voi.

Al momento della recensione, il gioco è disponibile solo su PC e iPad, ma lo sarà presto anche su altre piattaforme, tra cui quelle mobili. Per maggiori informazioni, leggete il nostro articolo dedicato.

Editore Bethesda Sviluppatore Dire Wolf Digital Piattaforme Windows, MacOS, Android, iOS Genere Gioco di carte Modalità di gioco Singolo giocatore, multigiocatore Video Recensione The Elder Scrolls Legends

I concetti espressi nella seguente recensione sono racchiusi nel video a seguire, con tanto di sequenze di gameplay tratte dalle nostre sessioni di gioco su PC.

Specifiche Tecniche PC

Processore: Intel(R) Core(TM) i7-6700 CPU @ 3.40GHz (8 CPUs), ~3.4GHz
RAM: 16384MB
Scheda Grafica: AMD Radeon R7 265

Una carta nel ginocchio

Senza mezzi termini, The Elder Scrolls Legends attinge a piene mani dalle meccaniche di Hearthstone, con un occhio di riguardo verso il sempreverde Magic: The Gathering. Si inizia la partita con in mano tre carte, e con l’annessa possibilità di scartare quelle indesiderate per pescarne di nuove – manovra chiamata comunemente mulligan – e, ad ogni turno, se ne pesca un’altra dal proprio mazzo. Per calare le carte sulla plancia si utilizza la Magicka, la quale aumenta di un punto sempre ad ogni turno. Chi comincia per secondo può contare su un anello speciale, utilizzabile tre volte, che garantisce un punto di Magicka per round: una scelta forse un pelino sbilanciata per i nostri gusti, ma che andrebbe verificata nelle fasi più avanzate.

Invece, le creature, diversamente da Hearthstone, possono essere piazzate su due distinte corsie, destra e sinistra, ognuna delle quali può vantare caratteristiche uniche. In linea di massima, nel gioco competitivo standard, la sinistra rappresenta la Zona Aperta, su cui non vigono regole particolari, mentre per quanto riguarda la parte destra, la cosiddetta Zona Oscura, tutte le carte evocate non possono essere attaccate per un turno. Sembra un elemento secondario, ma in realtà la dinamica apre un ventaglio di strategie inaspettate, permettendo quindi alle creature, specie quelle meno resistenti, di sopravvivere più a lungo.

Interessante anche l’introduzione delle rune, anche se siamo sicuri che non farà impazzire i dettratori delle meccaniche casuali: ogni cinque punti di danno subiti all’eroe, si guadagna una carta pescata direttamente dal mazzo, la quale, se dotata dell’abilità Profezia, può essere posizionata immediatamente sul campo senza alcun costo.

Ritornando ai combattimenti, oltre a poter attaccare direttamente l’avversario, ogni carta può scontrarsi solo con quelle posizionate nella zona opposta dell’altro giocatore. La stessa cosa non vale per i bersagli delle magie, visto che è possibile scagliare maledizioni e potenziamenti indipendentemente dal posizionamento. I valori e le abilità, tra l’altro, sono grossomodo le stesse di Hearthstone: l’attacco e i punti salute per ciascuna carta vanno a definire in media il costo in Magicka, a sua volta influenzato dalla presenza, appunto, di abilità specifiche, molte riprese dalle fonti d’ispirazione, in accoppiata con alcune inedite, come Furto, che permette di attivare un effetto particolare quando si sottrarre vita al giocatore. Sbucano poi le carte Costanti, con cui è possibile ottenere bonus permanenti per tutta la durata della partita.

Si tratta quindi più che altro di variazioni sul tema e non di vere e proprie rivoluzioni, così come è tutto il pacchetto offerto, che comunque trova le sue peculiarità nella gestione dei mazzi. Le carte di The Elder Scrolls Legends infatti sono contraddistinte da cinque attributi, Forza, Agilità, Resistenza, Volontà e Intelligenza, ed un elemento Neutrale. Ogni mazzo può contenere un massimo di due attributi, e la classe dell’eroe è definita proprio dalla combinazione di questi, fermo restando che il numero minimo di carte in un mazzo è di 50, mentre quello massimo è di 70. Ovviamente, meno carte si hanno, più si ha la probabilità di pescare le creature desiderate, ma tutto sta nel personale stile di gioco, e soprattutto nella strategia che ogni giocatore vorrà adottare.

La formula risulta comunque molto accessibile, grazie anche alla presenza dei mazzi predefiniti e agli ottimi tutorial che condiscono una modalità storia parecchio divertente. Infatti, a differenza di Hearthstone, Legends fa più attenzione all’esperienza per il singolo giocatore, con tanto di modalità storia travestita, appunto, da tutorial, che non si risparmia spunti interessanti con cui divertire l’utente: spiccano infatti filmati doppiati in italiano, decisioni che vanno a modificare le specifiche di una carta, e campi di battaglia dalle zone con effetti singolari: in particolare, ci è piaciuto molto il duello sul vascello, dove, ad ogni turno, una carta casuale cambiava corsia.

Per il resto, Bethesda e Dire Wolf Digital non hanno osato troppo, proponendo la classica modalità versus amichevole e classificata, con tanto di ranghi da scalare, affiancata all’arena, che consente di giocare con un mazzo creato sul momento senza poter attingere alla propria collezione, esattamente come il titolo di Blizzard, sotto condizioni particolari. Tuttavia, in Legends si può giocare la suddetta modalità anche da soli contro l’intelligenza artificiale, scevri dallo stress di una partita online, ed è forse questo il suo maggiore pregio, ovvero la maggiore enfasi nei riguardi della componente solitaria. Certo, si rimane comunque basiti dinanzi alle uguaglianze, dalle animazioni delle carte al ritmo del gioco, fino ad arrivare alle stesse modalità, sulle quali si poteva essere un pelino più creativi, magari con l’introduzione di duelli cooperativi due contro due, sfruttando le potenzialità delle due corsie.

Ciononostante, il colosso americano ha già annunciato un piano di supporto corposo per la sua creatura, quindi, almeno da questo punto di vista, siamo in una botte di ferro. Ricordiamo che stiamo pur sempre parlando di un prodotto free-to-play, con prezzi per l’acquisto di bustine leggermente più salati rispetto alla concorrenza (per l’acquisizione con valuta reale, mentre in gioco l’ottenimento è simile al titolo Blizzard).

C’è da dire che comunque la progressione traghetta il giocatore tra missioni erogate giornalmente, che possono essere completate in qualsiasi modalità, anche in quelle dedicate al singolo giocatore, per ottenere monete: di conseguenza, si può giocare gratis senza troppi compromessi, e soprattutto dedicandogli brevi sessioni, tenendo però a mente che, per realizzare le giuste sinergie, dovrete comunque essere costanti. Un elemento a cui si è abituati, soprattutto se già masticate il genere, aiutati dall’opzione di distruzione di carte inutilizzate per ottenere gemme dell’anima, utili per crearne di nuove. Abbiamo qualche riserva in merito al bilanciamento generale, anche se siamo sicuri che verrà costantemente monitorato dagli sviluppatori.

In quanto ad aspetto estetico, all’opposto del suo rivale, The Elder Scrolls Legends risulta molto meno accattivante, un po’ per i toni più seriosi, che sicuramente faranno la gioia degli amanti del fantasy puro, ma anche e soprattutto per una realizzazione visiva sicuramente funzionale ma più generica e meno incisiva, con qualche inspiegabile singhiozzo di troppo anche sulla nostra configurazione. Di altra pasta è il comparto sonoro, caratterizzato da ottime tracce musicali e un doppiaggio in italiano sorprendentemente curato.

8.0

Giudizio Finale

Recensione The Elder Scrolls Legends  Giudizio Finale – The Elder Scrolls Legends è un deja-vu continuo, ma non per questo indegno della vostra attenzione, anzi, tutt’altro. Siamo dinanzi ad un robusto gioco di carte che ha qualcosa da dire sulla scena. Si poteva osare di più nell’ideazione di aspetti distintivi, magari su qualche modalità più originale, compensata però da un’invidiabile attenzione nell’offerta iniziale, con tante carte, possibilità e un segmento storia decisamente divertente. Se riuscirà a fare breccia tra i videogiocatori, soprattutto fra quelli che hanno dedicato anima e cuore al titolo di Blizzard? Solo il tempo ce lo dirà.

PRO CONTRO
  • Meccaniche rodate, ma con spunti da non sottovalutare
  • Buon numero di carte e contenuti
  • Ottimo comparto sonoro
  • Localizzazione completa in italiano
  • Palesemente derivativo
  • Bilanciamento da monitorare
  • Poteva osare di più, specie nelle modalità (magari una cooperativa?)
Recensione The Elder Scrolls Legends – Trailer Recensione The Elder Scrolls Legends – Screenshot 2 vai alla fotogallery

L'articolo The Elder Scrolls Legends – Bethesda gioca la sua carta (recensione) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung vuole trasformare i wearable in carte prepagate

6 hours 13 min ago

Il futuro dei pagamenti è mobile e questo lo sappiamo tutti da anni; quel che però vale la pena sottolineare è il nuovo approccio che diverse aziende stanno adottando nei confronti dei dispositivi indossabili che possono eseguire pagamenti. In particolare, Samsung sta lavorando su una nuova piattaforma che permette di utilizzare i wearable come carta prepagata.

In questo caso, la differenza rispetto al passato è limitare l’accesso alla carta di credito da parte del dispositivo, ossia pre-caricare delle cifre più o meno sostanziose tramite un’app, invece di permettere allo smartwatch di  eseguire qualsiasi pagamento tramite il conto collegato.

Questa nuova tecnologia permette anche di impostare dei limiti di tempo in cui è possibile utilizzare il denaro caricato e, per questo motivo, si sposa particolarmente bene anche con i genitori che vogliono dare un po’ di soldi ai propri figli.

LEGGI ANCHE: Visa promette pagamenti contactless con gli occhiali da sole

Per realizzare questo sistema, Samsung ha realizzato una nuova piattaforma chiamata Contactless Companion Platform (CCP), in partnership con SmartlinkIngenico.

Attualmente non è ancora chiaro quando e come questa tecnologia verrà implementata sui wearable (specialmente quelli già esistenti), ma potete iniziare a farvi un’idea del progetto di Samsung dando un’occhiata al filmato qui sotto.

L'articolo Samsung vuole trasformare i wearable in carte prepagate sembra essere il primo su AndroidWorld.

Hangouts non supporterà più gli SMS dal 22 maggio, sempre che qualcuno di voi lo usasse ancora per quello

6 hours 17 min ago

Stando ad una email inviata da Google agli amministratori di account G Suite, che è stata pubblicata su Reddit, Hangouts perderà il supporto agli SMS dal prossimo 22 maggio.

La mossa non ci stupisce affatto: Google sta puntando su Messenger Messaggi Android ormai da tempo, Hangouts è stato ricollocato per la sfera business, ed Allo e Duo dovrebbero invece fare le sue veci per la sfera consumer (certo, come no!). È quindi logico che Hangouts perda una funzionalità che doveva avere solo nell’ottica in cui diventasse l’agognata app di messaggistica unificata che Google non farà mai.

Gli utenti Hangouts dovrebbero veder comparire un messaggio dal 27 marzo, informandoli della prossima rimozione del servizio SMS. Se sul dispositivo in questione fosse già installata un’altra app in grado di gestirli, Hangouts suggerirà di renderla predefinita; in caso contrario l’utente sarà indirizzato al Play Store per trovare un’alternativa (e probabilmente sarà proprio suggerita Messaggi Android).

E con questo un altro tassello della mai troppo semplice messaggistica di Google viene smontato. Ma non illudetevi: ciò che Google toglie, Google dà, ed in questa tematica di passi avanti ed indietro ne sono già stati fatti così tanti, che non sappiamo proprio dirvi quale potrebbe essere il prossimo. E in che direzione sarà.

L'articolo Hangouts non supporterà più gli SMS dal 22 maggio, sempre che qualcuno di voi lo usasse ancora per quello sembra essere il primo su AndroidWorld.

Trony lancia i “Prezzi Leggeri”, sette giorni di sconti solo online

6 hours 19 min ago

Torna la campagna settimanale di offerte online sul sito di Trony. Questa volta la promozione è titolata Prezzi Leggeri e sarà valida fino al prossimo 30 marzo. La formula non cambia, ovvero una selezione di articoli in vetrina, qualcuno scontato rispetto al prezzo di listino.

Qui sotto trovate i dispositivi smart più interessanti, mentre sul sito di Trony ci sono anche elettrodomestici ed articoli per la casa.

Notebook Cuffie Action cam TV Smartphone

L'articolo Trony lancia i “Prezzi Leggeri”, sette giorni di sconti solo online sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy Note 4 riceve un corposo aggiornamento, ma non illudetevi

6 hours 38 min ago

“Major update” per Galaxy Note 4, o almeno così lo definisce SamMobile, ma non illudetevi che si tratti di Nougat, perché il phablet Samsung rimane fermo a Marshmallow 6.0.1, pur avendo ricevuto un aggiornamento da 403 MB (che in ogni caso sarebbero pochi per un cambio di versione dell’OS).

Il firmware ha versione N910FXXS1DQC3 ed è in rollout in Europa, ma ancora non abbiamo conferme per l’Italia (ricordatevi di segnalarci ogni aggiornamento dei vostri device con questo form!). Tra le novità vengono riportate una maggiore stabilità e performance, oltre a miglioramenti per l’autonomia, anche se sinceramente questo è un changelog piuttosto comune per Samsung, che non ci dice nulla sulla reale entità di questi miglioramenti.

LEGGI ANCHE: Galaxy S8 in arrivo

Incluse nell’update ci sono però anche le patch di sicurezza di marzo, con fix per 73 vulnerabilità di Android e per una dozzina di altri possibili exploit nel software Samsung.

Come già detto, l’aggiornamento dovrebbe essere in rollout in Europa e quindi ci aspettiamo che arrivi anche in Italia, ma se non voleste aspettare, potete scaricare il firmware e procedere con l’installazione manuale seguendo questa nostra guida.

L'articolo Galaxy Note 4 riceve un corposo aggiornamento, ma non illudetevi sembra essere il primo su AndroidWorld.

Wind: rimodulazioni per il roaming in Europa da aprile

6 hours 46 min ago

Si avvicina la data del 15 giugno, giorno in cui gli utenti europei smetteranno di pagare il roaming internazionale in Unione Europea: come stabilito dall’accordo tra Parlamento e Commissione, infatti, i clienti potranno utilizzare i propri bundle di chiamate, messaggi e dati come se si trovassero nel paese d’origine.

A tal proposito, a breve i gestori dovranno iniziare a modificare le proprie opzioni per l’estero e il primo ad eseguire questa rimodulazione è Wind. L’operatore arancione, infatti, sta inviando un SMS informativo a tutti i clienti che utilizzano una delle seguenti opzioni:

  • All lnclusive Europa&USA
  • All lnclusive Travel
  • Smart Travel Europa&USA
  • All Travel weekly UE&USA
  • Opzione Premium
LEGGI ANCHE: Tutte le offerte Wind

Il testo del messaggio in questione riporta:

Modifica contrattuale opzione. Ti informiamo che dal 24/04/17 cambiano le condizioni economiche della tua opzione roaming. Superate le soglie previste le chiamate effettuate dall’Unione Europea costeranno 8 cent/min con scatto anticipato di 4 cent per i primi 30 sec, e ricevute di 1,31 cent/min, gli SMS 7,32 cent, il traffico dati 24,4 cent/MB. Puoi recedere dall’opzione entro il 23/04/17 inviando un SMS al 4033 con il comando previsto dalla tua offerta. Info su wind.it

A partire dal 24 aprile, insomma, cambiano i costi di chiamate, SMS e traffico dati effettuati dopo aver terminato le soglie incluse nell’opzione; in particolare, quindi, questo è quel che i clienti Wind possono aspettarsi:

  • 8 centesimi/minuto per chiamate in uscita (con scatto anticipato di 4 centesimi per i primi 30 secondi)
  • 1,31 centesimi/minuto per chiamate in entrata
  • 7,32 centesimi per SMS
  • 24,4 centesimi per MB

Come sempre, infine, è possibile recedere l’opzione entro il 23 aprile per evitare queste tariffe all’estero.

L'articolo Wind: rimodulazioni per il roaming in Europa da aprile sembra essere il primo su AndroidWorld.

Nova Launcher continua a dettar legge: arrivano i badge dinamici (foto)

6 hours 54 min ago

Nova Launcher 5.1 beta porta con sé una importante novità, cui lo sviluppatore, Kevin Barry, stava lavorando da tempo: i badge dinamici. Cosa sono? Avete presente quei numerini che compaiono a fianco dell’icona di alcune app per indicare che ci sono delle notifiche non lette? In Nova Launcher diventano ora “dinamici”, nel senso che possono ospitare ben più di un semplice numero.

L’idea è che dei semplici numeri siano confusionari ed inutili: confusionari perché ciascuna app conta in modo diverso (messaggi o conversazioni, per es.), inutili perché un semplice numero di per sé non dice molto. Ecco quindi che, al posto delle cifre, arrivano le immagini. Nelle app di messaggistica avrete così l’immagine del contatto che vi ha scritto, mentre in quelle musicali troverete la copertina dell’album, e nel Play Store ci sarà l’icona dell’app, e così via. Vi basta dare un’occhiata all’immagine qui sotto per capire di cosa stiamo parlando.

LEGGI ANCHE: Tutto ciò che sappiamo su Galaxy S8

L’idea sembra buona, ma ha anche i suoi limiti, nel senso che nel caso di tante notifiche non lette vedremo comunque solo un’informazione molto parziale, anche con i badge dinamici. E se doveste comunque preferite i numeri, c’è sempre TeslaUnread.

Per provare i badge dinamici andate invece nelle impostazioni di Nova, cliccate su Contatore notifiche non lette ed abilitateli, concedendo a Nova Launcher il permesso di accedere alle notifiche. Per scaricare Nova Launcher 5.1 beta invece dovete prima diventare tester, e poi cliccare sul link al Play Store; in alternativa potete scaricare l’ultimo apk da qui.

4 vai alla fotogallery

L'articolo Nova Launcher continua a dettar legge: arrivano i badge dinamici (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

In attesa di Xperia XZs? Qui ci sono app di sistema e sfondi ufficiali già pronti da scaricare (download)

Thu, 03/23/2017 - 20:37

Il nuovissimo Xperia XZs è stato annunciato da pochissime settimane al MWC 2017 di Barcellona, ma le solite fonti non hanno perso tempo ed hanno già provveduto a diffondere il dump di sistema. E proprio grazie a questi dati, alcuni sviluppatori di XDA sono già riusciti ad estrarre le nuove app di sistema personalizzate da Sony.

Oltre agli sfondi ufficiali, le app citate sono quelle che riguardano orologio, gestore dei temi e sfondi live, e possono essere installate su tutti i dispositivi Xperia aggiornati a Nougat senza bisogno di root o altre accortezze.

LEGGI ANCHE: Sony Xperia XZs, la nostra anteprima

Se volete scaricare le app e gli sfondi ufficiali del nuovo Xperia XZs, potete utilizzare i seguenti link:

L'articolo In attesa di Xperia XZs? Qui ci sono app di sistema e sfondi ufficiali già pronti da scaricare (download) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Migliaia di (false) recensioni a 5 stelle per WhatsApp ne lodano grafica e gameplay (foto)

Thu, 03/23/2017 - 20:18

WhatsApp è uno dei servizi di messaggistica più usati e conosciuti al mondo, cosa che lo rende anche una delle app più scaricate sia su piattaforma Android che iOS. Pare, però, che ci sia qualcosa di strano nelle recensioni comparse sul Play Store di Google nelle ultime settimane, qualcosa che potrebbe sollevare non poche critiche tra gli utenti.

Infatti, come riportato da un utente di Telegraph in una dettagliata analisi, sembra che ultimamente l’app di messaggistica stia ricevendo un gran numero di false recensioni, quasi tutte a 5 stelle, che poco hanno a che fare con il servizio offerto. Molti commenti sul Play Store parlano in maniera entusiastica del gameplay e della grafica o addirittura citano esplicitamente la parola “game”, cosa parecchio strana per un servizio di messaggistica.

Appare dunque evidente che tali recensioni siano “fake” e non siano state scritte da utenti reali. Il problema è che il loro numero è aumentato esponenzialmente negli ultimi mesi: le recensioni con al loro interno la parola “game” rappresentano il 2,7% del totale delle recensioni a 5 stelle, ma potrebbero essere anche molte di più.

Una possibile spiegazione per questo strano flusso di recensioni con il massimo dei voti potrebbe essere legato al bisogno di “riequilibrare” la situazione successiva al calo di popolarità che l’app ha subito dopo gli ultimi aggiornamenti, soprattutto dopo quello che ha introdotto gli Stati sulla falsariga delle Storie di Snapchat.

LEGGI ANCHE: Una falla di sicurezza per WhatsApp

Molti utenti si sono lamentati delle nuove funzioni, andando a commentare sul Play Store con frasi poco gentili e votazioni molto scarse. Secondo i dati, tra il 22 gennaio e il 21 marzo la media voto di WhatsApp è stata di appena 3,4 stelle su 5, segnando il minimo storico per l’app.

Per ora non ci azzardiamo a fare ipotesi di complotto, ma la situazione è abbastanza spinosa e potrebbe portare a galla un problema mai realmente affrontato da quando esistono gli store di applicazioni mobili. L’uso di recensioni fittizie non è solo eticamente scorretto, ma costa molto anche in termini di denaro. Se davvero questa situazione risultasse verificata, significherebbe che qualcuno ha comprato migliaia di recensioni fake spendendo una somma non indifferente, ed anche questo aspetto dovrebbe poi essere ampiamente spiegato.

1 vai alla fotogallery

L'articolo Migliaia di (false) recensioni a 5 stelle per WhatsApp ne lodano grafica e gameplay (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Non vedete l’ora di organizzare una partita di basket? Iniziate dall’app Pick-Roll! (foto)

Thu, 03/23/2017 - 19:39

Il calcio è sicuramente lo sport più diffuso in Italia, e proprio per questo organizzare una partita per divertimento è facilissimo: ovunque, infatti, potrete trovare un paio di porte pronte a far divertire voi e i vostri amici.

Se però la vostra passione è il basket, le cose si fanno un po’ più complicate: ecco allora che entra in gioco Pick-Roll, un’app gratuita con la quale potrete sfogliare tutti i campetti disponibili vicino a voi, leggerne le caratteristiche e perfino far sapere a tutti quando iniziate una partita.

Come trovare un campetto da basket

Trovare un campo da pallacanestro con Pick-Roll è veramente un affare da un minuto: sfogliando la mappa, infatti, avrete a disposizione diversi pin che vi indicheranno la presenza di campetti da strada, palestre, palazzetti dello sport e, per essere pronti a far fronte a qualunque necessità, anche di negozi specializzati e strutture sanitarie.

LEGGI ANCHE: 5 tra le migliori app per… gli appassionati di cinema

Aprendo la schermata relativa a un luogo avrete a disposizione tutte le informazioni più importanti su di essi: numero di canestri disponibili, stato del campo, presenza di fontanelle e di illuminazione serale. In più, se si tratta di un luogo organizzato, potrete vedere tutte le attività e gli eventi previsti in calendario.

Pick-Roll ha però anche una divertente attitudine social, che vi permetterà in contatto con tutti gli altri appassionati di basket nelle vostre vicinanze: potrete infatti effettuare il check-in ad un campetto, organizzare eventi e perfino trasmettere in diretta la vostra partita direttamente dall’applicazione.

Download gratuito

Pick-Roll è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete scaricarla sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download gratuito che trovate a seguire.

6 vai alla fotogallery POTREBBE INTERESSARTI: Come effettuare il backup delle chat di WhatsApp

L'articolo Non vedete l’ora di organizzare una partita di basket? Iniziate dall’app Pick-Roll! (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Superscreen: il monitor esterno per smartphone che si crede un tablet (ma non lo è) (video)

Thu, 03/23/2017 - 19:20

Usando il proprio smartphone, a volte può capitare di pensare “ecco, adesso mi servirebbe proprio uno schermo più grande”. E probabilmente è nata proprio da questa esigenza l’idea di Superscreen, un nuovo progetto Kickstarter che punta ad “allargare i vostri orizzonti”.

Al di là delle metafore, Superscreen è una tavoletta molto simile ad un tablet. La particolarità, però, è che non ha un sistema al suo interno, ma fa da monitor esterno al dispositivo a cui viene collegato, utilizzando un sistema di mirroring wireless che riproduce quello che avverrebbe sul display del proprio smartphone, ma su scala più grande.

A livello hardware, Superscreen è dotato di schermo da 10,1 pollici a risoluzione QHD (2.560 x 1.600 pixel), processore quad core a 2 GHz, 4 GB di RAM, batteria da 6.000 mAh e fotocamere posteriore e frontale. La tavoletta sfrutta la potenza e la connettività dello smartphone collegato, ed è capace di funzionare anche quando esso ha lo schermo bloccato.

LEGGI ANCHE: Apple immagina iPhone e iPad che si trasformano in MacBook

A questo punto, vi starete chiedendo: “ma a che serve un dispositivo del genere quando già esistono i tablet?” Al contrario dei tablet, Superscreen non ha una piattaforma software che lo “limita”, ma può essere collegato indifferentemente a più dispositivi, sia Android che iOS. Inoltre, Superscreen è plug-and-play, perché funziona all’istante quando viene collegato e non ha bisogno di essere sincronizzato o riconfigurato.

La campagna Kickstarter di Superscreen è stata un successo ed ha già raggiunto e superato il suo obiettivo, ma se volete potete ancora accappararvi una tavoletta al prezzo di 99$, con spedizioni a partire dal mese di dicembre. Per maggiori informazioni, potete visitare il sito a questo indirizzo.

L'articolo Superscreen: il monitor esterno per smartphone che si crede un tablet (ma non lo è) (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Android O vi permetterà d’impostare facilmente una suoneria personalizzata (foto)

Thu, 03/23/2017 - 18:20

Come forse qualcuno di voi saprà, impostare una suoneria personalizzata su Android stock è un procedimento relativamente complesso: bisogna installare un’app di terze parti, oppure copiare manualmente il file audio nella cartella Notifications o Ringtones, per poterlo poi selezionare nella lista delle suonerie utilizzabili. Un po’ troppa fatica per una banale suoneria.

Tutto questo è però destinato a cambiare grazie all’arrivo di Android O! Infatti, tra le nuove funzioni scovate sulla build appena rilasciata, c’è anche una piccolissima opzione alla fine della lista delle suonerie che permette di scegliere qualsiasi file audio memorizzato sul dispositivo, senza più bisogno di strani magheggi.

LEGGI ANCHE: Sfondo ufficiale di Android O pronto al download!

Incredibile ma vero, anche se Android è il sistema mobile più complesso e ricco di funzioni sulla piazza, abbiamo dovuto attendere anni prima che si potesse impostare una suoneria personalizzata senza impazzire. Ma ormai quel che fatto è fatto, e da adesso in poi – o meglio, da quando avrete Android O sui vostri dispositivi – potrete sbizzarrirvi anche voi ad impostare qualsiasi suono o canzone per far squillare il vostro smartphone. Meglio tardi che mai!

3 vai alla fotogallery

L'articolo Android O vi permetterà d’impostare facilmente una suoneria personalizzata (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

TIM: torna Galaxy Go, ma ci sono anche altre brutte novitàk

Thu, 03/23/2017 - 18:07

Si parla ancora di winback, ossia le offerte degli operatori per attirare clienti di altri gestori: in questo caso torniamo a parlare di TIM, di cui però abbiamo sia notizie buone che notizie cattive.

Come nelle migliori tradizioni, partiamo dalle brutte notizie: a partire da domenica 26, il costo per attivare le offerte con portabilità passa da 3€ a 7€. Inoltre, se il nuovo cliente lascia TIM prima di 24 mesi, gli verranno addebitati sul credito altri 20€: si tratta evidentemente di un’operazione per evitare triangolazioni ed eccessivi cambi di gestore, ma ci domandiamo quanto sia legittima come manovra.

LEGGI ANCHE: Tutte le offerte TIM

In ogni caso, passando alle belle notizie, per i clienti di 3 Italia e alcuni MVNO (tra cui PosteMobile) torna disponibile TIM Galaxy Go, che al costo di 10€ ogni 4 settimane offre:

  • minuti illimitati (diventano 1.000 minuti dopo il 1 gennaio 2018)
  • 6 GB di internet (diventano 3 GB dopo il 1 gennaio 2018)

Inoltre, da lunedì sarà possibile attivare anche la nuova TIM New Galaxy Go, che è identica alla precedente: l’unica differenza è che in questo caso i minuti e il traffico diminuiscono dopo 1 anno dall’attivazione (e non il primo gennaio).

Riuscirà TIM ad accaparrarsi nuovi clienti nonostante la “minaccia” dei 20€ che potrebbe far storcere il naso a molti?

L'articolo TIM: torna Galaxy Go, ma ci sono anche altre brutte novitàk sembra essere il primo su AndroidWorld.

Xiaomi Mi6: nuove immagini confermano la doppia fotocamera posteriore (foto)

Thu, 03/23/2017 - 17:56

Sono appena spuntate in giro per la rete alcune nuove immagini dell’attesissimo Xiaomi Mi6, già oggetto di tanti rumor e ipotesi nelle scorse settimane.

Protagonista assoluta delle foto è sicuramente la doppia fotocamera posteriore, che dovrebbe essere la vera punta di diamante del nuovo top gamma del produttore cinese. Dopo averla già vista nei render precedenti, queste immagini ci danno una prova (quasi) definitiva del suo reale aspetto, anche se mancano ancora dati riguardo alle specifiche tecniche.

LEGGI ANCHE: Xiaomi cauta: espansione globale ancora lontana

Inoltre, le immagini ci danno un bel suggerimento su quella che potrebbe essere la data di presentazione del nuovo Xiaomi, visto che pare sia previsto un evento dell’azienda il prossimo 11 aprile. Manca davvero così poco all’arrivo del Mi6? Noi speriamo di sì, anche se è ancora tutto da confermare.

3 vai alla fotogallery

L'articolo Xiaomi Mi6: nuove immagini confermano la doppia fotocamera posteriore (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Grandi novità per Facebook Messenger: arrivano le reazioni ai messaggi e le menzioni

Thu, 03/23/2017 - 17:25

Facebook ha appena annunciato due importanti novità per Messenger: dai prossimi giorni, infatti, sarà possibile inviare una reazione ad ogni singolo messaggio e taggare i partecipanti ad una chat.

In particolare, proprio come per i post in bacheca, sarà possibile inviare Reazioni (ossia il Like e le altre emoji) ad un singolo messaggio, semplicemente tenendo premuto sul contenuto e successivamente scegliendo la reazione. Inoltre, accanto ad ogni messaggio, sarà visibile il numero di persone che hanno reagito.

LEGGI ANCHE: WhatsApp avrebbe iniziato a testare una funzione per monetizzare

Per quel che riguarda le menzioni, invece, funzioneranno esattamente come potete immaginare: basterà una chiocciola (@) per taggare un amico che partecipa alla conversazione, al quale arriverà una notifica particolare che lo rimanderà direttamente al messaggio in questione.

Queste novità sono attualmente in fase di rollout globale e saranno disponibili per tutti gli utenti nei prossimi giorni.

2 vai alla fotogallery

L'articolo Grandi novità per Facebook Messenger: arrivano le reazioni ai messaggi e le menzioni sembra essere il primo su AndroidWorld.

Nextbit Robin si aggiorna a Nougat, e forse non sarà nemmeno l’ultimo update (foto)

Thu, 03/23/2017 - 17:22

A dispetto dell’acquisizione da parte di Razer, Nextbit fa un ultimo regalo ad i suoi utenti, rilasciando l’aggiornamento a Nougat per il Robin. La build in rollout è il frutto di numerose iterazioni della beta, ed è basata su Android 7.0 con patch di sicurezza di gennaio 2017.

Sembra però che ci sia in circolazione una beta più recente (vedi screenshot sotto), che probabilmente sarà rilasciata solo in seguito, e basata su Android 7.1.1, con patch di marzo.

Sarà anche il canto del cigno, ma è stata una bella avventura quella del Nextbit Robin, anche se siamo ancora in attesa di scoprire cosa se ne farà Razer dei suoi nuovi dipendenti, acquisiti ormai da qualche mese.

2 vai alla fotogallery

Ringraziamo Lorenzo per la segnalazione.

L'articolo Nextbit Robin si aggiorna a Nougat, e forse non sarà nemmeno l’ultimo update (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

HDM punta al rilascio dei nuovi Nokia con Android in 120 mercati contemporaneamente

Thu, 03/23/2017 - 16:38

HDM Global sembra voler tenere fede al suo nome in modo letterale, puntando ad un vero lancio globale per i nuovi Nokia 3, 5 e 6, che nel mese di maggio dovrebbero essere disponibili in ben 120 mercati.

È possibile che, tra un paese e l’altro, ci sia qualche piccola differenza, ma bene o male lo scopo dell’azienda è questo, ed oltre agli smartphone Android, in alcuni mercati ci sarà anche il nuovo Nokia 3310 (non nel nostro, almeno inizialmente).

LEGGI ANCHE: Nokia si impegna a rilasciare aggiornamenti di sicurezza

Una data precisa comunque non l’abbiamo, e ad occhio ci saranno ancora un paio di mesi di attesa, ma almeno, a quel punto, avremo la line-up completa e non dovremo più aspettare. Riuscirà Nokia a re-imporre il suo nome nel mondo della telefonia?

L'articolo HDM punta al rilascio dei nuovi Nokia con Android in 120 mercati contemporaneamente sembra essere il primo su AndroidWorld.

Pages