Android World

Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 42 min 10 sec ago

DevCorner: le ultime posizioni note [METEO]

1 hour 4 min ago

Nelle puntate precedenti dello sviluppo della nostra app per il meteo, abbiamo iniziato a vedere come effettuare le richieste di rete e ottenere quindi le informazioni che ci interessano, ma abbiamo anche sottolineato come l’AsyncTask non sia esattamente il modo migliore per svolgere operazioni che si possono rivelare anche molto lunghe, come le richieste di rete.

LEGGI ANCHE: App per i feed RSS

Per semplicità, vi lasciamo qui di seguito i link alle precedenti puntate, in modo che, qualora ne aveste bisogno, possiate tranquillamente dare un’occhiata alle spiegazioni:

  1. Prima puntata
  2. Seconda puntata

Vediamo quindi di cosa andremo ad occuparci oggi: abbiamo visto le richieste di rete, ma come facciamo a localizzare l’utente? Ecco quindi presentato il nostro compito odierno!

Per prima cosa, dobbiamo richiedere al sistema di concederci di utilizzare il servizio di geolocalizzazione:

LocationManager locationManager = (LocationManager) getSystemService(Context.LOCATION_SERVICE);

Dopodiché, chiediamo al LocationManager di fornirci le ultime coordinate note rilevate dalla rete telefonica e dal sensore GPS, utilizzando poi il metodo getTime() degli oggetti di tipo Location che ci restituiscono i due servizi per capire quale sia la posizione più recente.

Location lastKnownLocationGPS = locationManager.getLastKnownLocation(LocationManager.GPS_PROVIDER); Location lastKnownLocationNetwork = locationManager.getLastKnownLocation(LocationManager.NETWORK_PROVIDER);

Ora, utilizzando un oggetto GeoCoder ed il suo metodo getFromLocation(), estrapoliamo il nome della città in cui si trova il nostro utente:

Geocoder geocoder = new Geocoder(context, Locale.getDefault()); List<Address> addresses = geocoder.getFromLocation(location.getLatitude(), location.getLongitude(), 1); String cityName = addresses.get(0).getLocality();

Avremmo potuto richiedere la posizione esatta dell’utente ma, ai fini della nostra applicazione, la posizione esatta non è totalmente necessaria, ci possiamo accontentare dell’ultima posizione nota, tanto più che, in caso l’utente si fosse spostato e avesse, per qualche motivo, disattivato la connessione ad internet, non potremmo comunque richiedere le informazioni al server.

Eliminato l’AsyncTask, la maniera più semplice per effettuare le operazioni sopra descritte in maniera asincrona rispetto all’esecuzione del thread principale è servirci di un IntentService: questo componente, girando in background, si occuperà di gestire, in sequenza ed una alla volta, tutte le operazioni che gli andremo a richiedere tramite un Intent esplicito e il metodo startService nella nostra Activity:

Intent locationIntent = new Intent(this, BackOps.class); locationIntent.setAction(BackOps.GET_LOCATION); startService(locationIntent);

Ora, ad ogni chiamata a startService, verrà invocato il metodo onHandleIntent del nostro servizio, nel quale potremo decidere che operazioni svolgere a seconda dell’Intent ricevuto.

Per rispondere quindi all’Activity che ci ha richiesto i dati, andiamo ad utilizzare nuovamente gli Intent ma, questa volta, ci baseremo su un oggetto molto simile alla squadra sendBroadcast() e BroadcastReciver: limitando alla sola nostra applicazione i dati, possiamo affidarci al LocalBroadcastManager, che funziona in maniera del tutto analoga rispetto ai componenti elencati, limitando però la visibilità dei dati. Vediamo quindi come il servizio invia i dati all’Activity:

Intent locationIntent = new Intent(C.LOCATION_BROADCAST_ACTION).putExtra(C.LOCATION_BROADCAST_EXTRA, cityName); LocalBroadcastManager.getInstance(this).sendBroadcast(locationIntent);

E come l’Activity li riceve:

LocalBroadcastManager.getInstance(this).registerReceiver(mServiceReceiver, mLocationFilter);

Siamo arrivati alla fine di questa puntata e, come di consueto, vi lasciamo sul nostro forum tutte le risorse di supporto a questa lezione.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© tiwiz per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | Nessun commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , , , , ,

L'articolo DevCorner: le ultime posizioni note [METEO] sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

SUPERHYPER: un running game simil-Super Hexagon presto su Android

2 hours 45 min ago

Quella che vedete qui a destra è una delle prime partite che farete su SUPERHYPER, qualora decideste di acquistarlo quando sarà rilasciato.

Il perché è presto detto: il gioco prende ispirazione direttamente da Super Hexagon, con tutte le conseguenze che ne comporta una scelta del genere.

LEGGI: Fotonica: Mirror’s Edge e Super Hexagon si incontrano, presto sul Play Store

“Stamattina ero sulla metro, e non c’era nessun posto: giocare a SUPERHYPER in piedi, mantenendosi sulla sbarra di sicurezza, si è rivelata un’esperienza fantastica” almeno così dice Folmer Kelly, sviluppatore del titolo, ai microfoni di Pocket Gamer.

Strutturalmente molto simile al capolavoro di Terry Cavanagh, questo titolo sfoggia un gameplay simile a quello di Temple Run, con semplici controlli via swipe. La progressione però sarà simile a quella di Super Hexagon, in quanto sarà necessario superare i sessanta secondi di sopravvivenza per passare al livello successivo.

Siamo curiosi di provare con mano questa sorta di fusione, nella speranza che riesca ad assumere una sua forte identità come al tempo fecero i suoi maestri. SUPERHYPER arriverà con molta probabilità su iPhone e iPad a fine settembre, e successivamente su PC e Android.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Giorgio Palmieri per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | Nessun commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , , ,

L'articolo SUPERHYPER: un running game simil-Super Hexagon presto su Android sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Samsung presenta una biro da usare anche sul touchscreen

3 hours 26 min ago

Probabilmente quando andate a comprare del materiale di cancelleria non cercate delle biro della Samsung, ma forse in futuro lo farete: l’azienda coreana infatti ha messo in vendita una nuova penna che può essere usata sia per scrivere su carta che su touchscreen.

LEGGI ANCHE: Samsung Gear S ricoperto di Swarovski

La penna, il cui nome completo è EJ-PG900C Cross Ballpoint C Pen, è già in vendita sul sito inglese di Samsung. Il prezzo però non è economico: 35 sterline per portarsela a casa, pari a circa 43 euro.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Lorenzo Quiroli per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 4 commenti | Add to del.icio.us
Post tags: , , ,

L'articolo Samsung presenta una biro da usare anche sul touchscreen sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Much W1: unboxing e prima accensione (video)

3 hours 32 min ago

Oltre alla personalizzazione, ciò che davvero fa la differenza nel mondo Android è la possibilità di scegliere tra una enorme quantità di dispositivi che cercano di appagare le esigenze dell’utente, ognuno in un modo unico.

Lo smartphone da gaming, ad esempio, è una tipologia di dispositivo molto particolare, di nicchia sopratutto, e Much W1 ne è l’ultimo arrivato nei negozi cinesi, sperando che non tardi ad arrivare anche negli store europei.

LEGGI ANCHE: Much W1 e 78point P01, i nuovi smartphone da gaming

Seguito diretto del Much G2, il Much W1 offre uno schermo IPS da 5 pollici 720p, processore 1.7GHz octa-core MT6592, 2GB di RAM, GPU Mali-450 MP4, 16 GB di ROM, espansione tramite microSD fino a 64GB, fotocamera posteriore da 8MP e anteriore da 2MP, e infine una batteria da 3,000mAh.

Possiamo finalmente dare un’occhiata più da vicino al dispositivo, un phablet per l’esattezza, grazie al video in calce all’articolo, che mostra l’unboxing insieme ad una rapida carrellata di schermate interessanti tra punteggio AnTuTu (31827, potenza tutta da verificare con mano chiaramente), cambiamenti all’interfaccia (basata sempre su Android 4.2) e prove gaming. Buona visione.

(Continua...)
Leggi il resto di Much W1: unboxing e prima accensione (video)

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Giorgio Palmieri per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 1 commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , , , , ,

L'articolo Much W1: unboxing e prima accensione (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Firefox si aggiorna con molte novità e abbandona Froyo

3 hours 40 min ago

Nuovo aggiornamento per Firefox, il browser di Mozilla che proprio come Chrome riceve a cadenza approssimativamente mensile una nuova versione: le novità di oggi sono praticamente quelle della scorsa beta e in particolare i nuovi pannelli con integrazione di Instagram, Pocket, Vimeo e altri.

Si potrà anche cambiare la lingua a piacimento a prescindere da quella impostata dal sistema e ricaricare le pagine sincronizzate in modo da averle aggiornate all’occorrenza.

LEGGI ANCHE: Firefox porta Instagram nella home con l’ultima beta

Infine, è stato abbandonato il supporto ai processori ARMv6 e ad Android 2.2 Froyo, ormai morente con solo lo 0,7% dei dispositivi ad utilizzarlo ancora.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Lorenzo Quiroli per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 1 commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , ,

L'articolo Firefox si aggiorna con molte novità e abbandona Froyo sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

L’app di Facebook raggiunge il miliardo di download

3 hours 57 min ago

L’applicazione di Facebook per Android è da sempre un argomento di discussione controverso, accusata spesso di usufruire di troppe risorse e di eccessiva lentezza, ma nonostante ciò il suo successo è palese.

A testimoniarlo vi è il numero dei download che su Google Play ha raggiunto quota 1.000.000.000, una cifra strabiliante se si pensa che prima di oggi gli unici a raggiungerla sono state app di Google che però sono preinstallate sui dispositivi in vendita (come Gmail, Maps, Play Services).

LEGGI ANCHE: Facebook ci spiega come ha migliorato la propria app

Il risultato migliore ottenuto dal social network blu però forse è quello passato sotto silenzio: la media voto nell’ultimo anno ha subito una netta impennata, passando dai 3,5 punti all’apertura del programma di beta testing fino ad arrivare ai 4,0 attuali, un progresso notevole se si conta il numero di valutazioni presenti; e voi ne siete soddisfatti?

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Lorenzo Quiroli per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 7 commenti | Add to del.icio.us
Post tags: , , , ,

L'articolo L’app di Facebook raggiunge il miliardo di download sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Motorola Nexus 6: GFXBench conferma AnTuTu, con caratteristiche di altissimo livello

4 hours 52 min ago

Se avete seguito tutti i rumor legati al prossimo smartphone Nexus, che probabilmente sarà prodotto da Motorola, ricorderete anche un paio di benchmark già circolati nelle scorse settimane: uno di AnTuTu, che riportava un quadro tecnico completo, ed uno di GFXBench, che invece faceva pensare a caratteristiche diverse, dato che non indicava un hardware preciso, ma solo un punteggio in linea con altri dispositivi con Snapdragon 801 e schermo Full HD. Nel frattempo però GFXBench si è aggiornato, riportando ora tutte le caratteristiche tecniche del dispositivo, che sono perfettamente in linea con quelle di AnTuTu, e che sono da autentico top di gamma di razza.

LEGGI ANCHENexus X: caratteristiche quasi complete da dei sospetti screenshot di AnTuTu (foto)

L’ambiguità era nata dal fatto che la risoluzione QHD “butta giù” i valori dei benchmark, ma nel contempo lo Snapdragon 805 li rialza, permettendogli di ottenere comunque valori paragonabili al precedente Snapdragon 801 con schermo full HD. Ecco quindi quali sarebbero le caratteristiche complete di Motorola Shamu:

  • Schermo: 5,2” QHD (1.440 x 2.560 pixel)
  • CPU: Snapdragon 805
  • RAM: 3 GB
  • Memoria interna: 32 GB
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel (GFXBench sbaglia sempre nel convertire la risoluzione in megapixel, arrotondando per difetto) con registrazione video in 4K
  • Fotocamera anteriore: 2 megapixel

Oltre a questo, come potete vedere dall’immagine di apertura, avremmo tutta un’ampia serie di sensori e connettività, NFC compreso. E ovviamente l’OS è Android L.

Il quadro sembra insomma completo, ma è sinceramente fin troppo roseo, e in ogni caso non concorda con le voci iniziali sul fatto che Motorola Shamu fosse un phablet. Sono però ormai diverse le fonti che riportano specifiche come quelle che abbiamo appena visto, ma nulla ci garantisce che il dispositivo in questione non sia un qualsiasi Motorola anziché un Nexus, sul quale per ora non c’è nulla di confermato, nemmeno il nome.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 64 commenti | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , ,

L'articolo Motorola Nexus 6: GFXBench conferma AnTuTu, con caratteristiche di altissimo livello sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Ouya potrebbe essere acquisita da un’azienda maggiore

5 hours 7 min ago

La storia di Ouya è stata davvero una bella avventura: dopo aver raccolto oltre 8 milioni di dollari su Kickstarter, non si può dire che abbia sfondato come ci si sarebbe aspettati, nonostante abbia comunque riscosso un discreto successo tra critica e pubblico.

Tra diversi alti e bassi, sembra che la situazione economica non sia rosea e alcune fonti parlano di una possibile acquisizione dell’azienda da parte di un grande brand del settore, forse cinese.

Re/code, che per primo ha riportato la notizia, ha citato anche nomi molto altisonanti come Google o Amazon tra i possibili interessati, ma apparentemente le richieste maggiori proverrebbero dall’oriente, dove Tencent ma soprattuto Xiaomi potrebbero aver puntato gli occhi sulla console Android.

LEGGI ANCHE:  Xiaomi e Ouya insieme per il gaming sulle TV

Quest’ultima, anche alla luce dei recenti accordi stipulati, sembrerebbe il candidato più probabile per un’acquisizione di Ouya: non è ancora chiaro cosa bolla in pentola, ma seguiremo con dedizione il futuro della console e non mancheremo di tenervi aggiornati su futuri, possibili sviluppi.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Giuseppe Tripodi per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | Nessun commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , ,

L'articolo Ouya potrebbe essere acquisita da un’azienda maggiore sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Android Wear sempre più potente entro fine anno: a breve supporto a GPS e auricolari Bluetooth

5 hours 21 min ago

Google ha confermato una forte spinta sulla piattaforma Android Wear, che entro la fine dell’anno riceverà numerosi aggiornamenti, il primo dei quali arriverà già da questa settimana.

A confermarlo di persona è David Singleton, l’ingegnere di Google a capo del progetto Android Wear (nella foto in alto), che durante un’intervista a CNET si è sbottonato molto sul futuro del primo OS per wearable di Mountain View.

Le prime novità che saranno introdotte a breve sono il supporto agli auricolari Bluetooth e al GPS integrato; due caratteristiche che strizzano l’occhio agli amanti del fitness all’aria aperta, che potranno lasciare a casa il proprio telefono, caricare alcune canzoni sull’orologio, e ascoltare musica mentre quest’ultimo traccerà tutti i dettagli del percorso.

LEGGI ANCHE: Android L e nuove API arriveranno su Android Wear

In seguito arriverà inoltre il supporto ufficiale alle watch face, tramite API dedicate: quelle che trovate ora nel Play Store sono infatti realizzate con dei workaround, e possono causare un anomalo consumo di batteria se impiegate.

Se stavate però sperando in un Android Wear con SIM card, desistete dal confidarci: non solo al momento non è previsto, ma sarebbe controproducente, dato che Google può ora aggiornare la piattaforma senza attendere il consenso degli operatori, cosa che farebbe senz’altro rallentare gli aggiornamenti, forte proprio del fatto che gli smartwatch Android Wear non sono dispositivi telefonici.

Riguardo le altre novità che ci aspettano entro fine anno, non siamo in grado di dirvi nulla di preciso, ma di certo il passaggio ad Android L sarà una ventata di aria fresca per l’intero ecosistema Android, anche quello indossabile.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 2 commenti | Add to del.icio.us
Post tags: , , , ,

L'articolo Android Wear sempre più potente entro fine anno: a breve supporto a GPS e auricolari Bluetooth sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Beautiful Design Summer 2014: ecco le app più belle del Play Store

5 hours 32 min ago

Per la gioia dei nostri occhi, Google si sta concentrando sempre di più sul design del suo sistema operativo mobile, creando linee guida precise che andrebbero rispettate da ogni buon sviluppatore. Con material design l’aspetto di Android è stato rivoluzionato ancora una volta, dando grande importanza ai colori e alla semplicità.

LEGGI ANCHE: Roman Nurik ci spiega il daterial design

Come era successo già lo scorso anno, l’Android Design Team ha selezionato le applicazioni esteticamente più curate dello Store e le ha raccolte nella sezione Beautiful Design: all’interno troviamo diversi nomi noti come Yahoo e Runastic, ma anche qualche software in cui, forse, non ci saremmo aspettati una cura tanto minuziosa.

Per vedere l’elenco completo (e rifarvi gli occhi!) non vi resta che recarvi nella pagina di Beautiful Design Summer 2014.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Giuseppe Tripodi per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 4 commenti | Add to del.icio.us
Post tags: , , ,

L'articolo Beautiful Design Summer 2014: ecco le app più belle del Play Store sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Da soli in un mondo ormai finito in ALONE, disponibile sul Play Store (video)

7 hours 4 min ago

Sapete qual è il bello dei videogiochi? È che ti fanno vivere, chi più chi meno, mondi diversi dalla realtà. Parliamoci chiaro, pero’: gli universi videoludici, proprio come la realtà, non sempre sono rose e fiori, e non è detto che raccontino di sole storie a lieto fine. Alone, ad esempio, vi narra del tema della solitudine, nella maniera più celere (e divertente) possibile.

LEGGI ANCHE: Annunciato Super Meat Boy Forever per Android e PC

Alone è un auto-runner ambientato in un mondo in fase di collasso globale. Palese il richiamo a Cannabalt, almeno nello stile, minimalista ma curato minuziosamente nei piccoli dettagli, supportato da una notevole fluidità: non poteva essere altrimenti, in quanto il gioco si basa proprio sulla velocità e sul tempismo.

Il gameplay è basico: swipe verso l’altro o il basso per spostarsi nella rispettiva direzione. Niente di particolare, ma il gioco richiede dal suo utente una calma zen unica, in quanto un solo swipe calcolato male può costarvi caro. Non che il livello di difficoltà sia mal calcolato, anzi: il tutto è ben congegnato, ed azzardiamo di più, forse è l’aspetto più riuscito della produzione.

Alone di Laser Dog è disponibile sul Play Store al costo di 1,99€. Non è presente nessun acquisto in-app all’intero della formula. Badge e relativo materiale di documentazione in calce all’articolo, come di consueto. Auguriamo ai nostri lettori un buon divertimento.

(Continua...)
Leggi il resto di Da soli in un mondo ormai finito in ALONE, disponibile sul Play Store (video)

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Giorgio Palmieri per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | Nessun commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , , ,

L'articolo Da soli in un mondo ormai finito in ALONE, disponibile sul Play Store (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Sony: il color rame era previsto anche per Xperia M2 Aqua, ma sarà un’esclusiva per Xperia X3

7 hours 7 min ago

Il color rame non è proprio il più comune per la scocca di uno smartphone ma Sony sembra tenere particolarmente a questa sua novità. Come testimonia l’immagine qui in alto, infatti, anche per Xperia M2 Aqua era prevista questa colorazione ma, a quanto pare, Sony ha cambiato idea all’ultimo minuto, mantenendo la  tonalità un’esclusiva per Xperia Z3.

LEGGI ANCHE: Xperia M2 Aqua ufficiale: un M2 subacqueo

D’altronde, se foste stati attenti, ve ne sareste accorti: nel teaser di Sony per l’IFA 2014, per una frazione di secondo verso la fine (minuto 00:42) appare la scritta Cu, simbolo del rame sulla tavola periodica. Proprio impossibile non farci caso.

Se, al di là delle colorazioni, vi interessa sapere qualcosa in più su Sony Xperia Z3 non vi rimane che attendere un’altra giornata: domani all’IFA di Berlino avremo la risposta a (quasi) tutte le nostre domande.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Giuseppe Tripodi per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | Nessun commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , , ,

L'articolo Sony: il color rame era previsto anche per Xperia M2 Aqua, ma sarà un’esclusiva per Xperia X3 sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Un Samsung Galaxy A (SM-A500) passa da GFXBench

7 hours 29 min ago

 

Se avete seguito i gossip delle ultime settimane, i rumor su un’ipotetica serie A di Samsung non vi saranno certo passati inosservati. Dopo il capostipite Galaxy Alpha ci si aspetta infatti un’intera linea di smartphone, che condividerebbe con quest’ultimo il design e il corpo in metallo.

LEGGI ANCHE: SM-A500 riceve la certificazione Bluetooth

Nome in codice SM-A500 apparterrebbe proprio a questa serie e, dopo aver ricevuto la certificazione Bluetooth, oggi torna a far parlare di sé grazie a un test registrato sul database di GFXBench.

Il benchmark in questione svela (quasi) ogni dettaglio del dispositivo: ci troviamo davanti ad un smartphone di fascia media con Android 4.4.4 equipaggiato con display HD da 4,8”, processore a 64 bit Snapdragon 410, 2GB di RAM, 8GB di memoria interna, fotocamera posteriore da 12MP e frontale da 4,7MP (o magari 3,7MP, come quella prevista per il Galaxy Note 4).

Se tutte le caratteristiche trapelate venissero confermate, ci sarebbe davvero poco altro da sapere di questo dispositivo: non ci rimane che attendere la presentazione di Samsung, che potrebbe avvenire un po’ in sordina per non togliere spazio a  Galaxy Alpha e Galaxy Note 4.

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Giuseppe Tripodi per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | Nessun commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , , ,

L'articolo Un Samsung Galaxy A (SM-A500) passa da GFXBench sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Da Pechino una Meizu fra applausi e “prepotenza” (foto)

7 hours 45 min ago

Abbiamo partecipato a tante conferenze, ma mai ci siamo soffermati troppo (sicuramente non con un articolo intero) sul tenore della stessa, in quanto il prodotto passa inevitabilmente in primo piano. Questa volta però l’argomento merita un approfondimento, perché permette di chiarire meglio l’approccio di un’azienda come Meizu (che identifica molto bene il mercato cinese) al mondo “esterno”.

LEGGI ANCHE: Anteprima Meizu MX4 (video)

Meizu infatti vende ufficialmente anche in Italia, ma che attenzione dà a quest’ultima? Che spazio ha il mondo extra-cinese in una presentazione che si tiene a Pechino?

La presentazione di per sé è stata interamente in cinese (ma per fortuna hanno dotato la pochissima stampa estera di traduzione in inglese) e buona parte delle novità funzionali del sistema operativo FlyMe sono pensate per il solo mercato asiatico. La mossa è comprensibile e totalmente giustificabile. L’azienda deve quasi l’intero suo profitto alla Cina, dove Meizu è una vera e propria “religione”. La sala era infatti piena di fan adoranti in maglietta azzurra, pronti a esultare ad ogni novità. Situazione ben diversa in altre presentazioni nostrane (non facciamo nomi per pietà, ma è pratica molto diffusa) dove interi gruppi di persone sono pagate per applaudire ad affermazioni di sicura poca rilevanza (come un prezzo stratosferico). E il perché Meizu sia così amata è chiaro: prezzi molto popolari, una grandissima attenzione al cliente (centinaia di store con punti assistenza simili agli Apple Genius Bar) e una voglia molto marcata di scimmiottare l’occidente.

Perché sia chiaro, benché Meizu ci tenga a dire di essere arrivata prima di Apple con il suo design flat (e i tempi lo confermano) è comunque un dato di fatto che agli orientali piaccia molto la cultura minimale e pulita di Apple e quindi iOS 8 sicuramente un nuovo standard anche per loro (la MIUI 6 ne è un eccellente esempio).

La presentazione avrebbe fatto storcere il naso a più di qualche europeo e americano, anche per il tono molto forte e prepotente con cui Meizu si vuole proporre sul mercato. Ma guai a scandalizzarsi: alla fine è proprio Apple che per prima ha adottato una politica così aggressiva (e a ruota anche altre aziende). Meizu non è spaventata dalla concorrenza e anzi la canzona durante la presentazione facendo notare la poca fantasia di alcuni avversari e le politiche di aggiornamento o di prezzi della concorrenza (non riporto le frasi precise, perché la traduzione potrebbe essere stata fuorviante, ma il senso generale era comunque quello, accolto sempre da grandi applausi e grosse risate dal pubblico).

E il resto del mondo? Vi farà piacere sapere che l’Italia (con il suo meizu.it) è praticamente pioniere dell’esportazione di questi smartphone in modo ufficiale fuori dalla Cina. Ci sarà, come sempre, una versione “internazionale” senza i software asiatici, ma l’interesse di Meizu a capire il nostro mercato si spinge anche oltre, tanto da portarla ad ascoltare alcuni dei consigli che le sono stati forniti per il nostro paese. Non possiamo rivelare altro, perché alcune decisioni sono ancora in fase di definizione, ma siamo comunque molto felici di vedere come Meizu, come azienda cinese, sia molto aperta a capire l’estero (e vi garantiamo che è tanto complicato quanto per noi capire il loro mercato).

Meizu è indubbiamente un’apripista e siamo sicuri che se l’esperimento di export dovesse funzionare altre aziende potrebbero sicuramente seguire le stesse orme. Noi lo speriamo.

(Continua...)
Leggi il resto di Da Pechino una Meizu fra applausi e “prepotenza” (foto)

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© cisO.o per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 3 commenti | Add to del.icio.us
Post tags: , , , ,

L'articolo Da Pechino una Meizu fra applausi e “prepotenza” (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Xiaomi vende 40.000 unità di Redmi 1S in soli 4,2 secondi in India

7 hours 51 min ago

Continuano le cifre da record per Xiaomi che, dopo aver sbancato in Cina grazie anche al suo nuovissimo Mi4, registra vendite incredibili anche con Redmi 1S.

LEGGI ANCHE: Android conquista l’Europa e Xiaomi continua a dominare in Cina

Il telefono low-cost di Xiaomi, infatti, in India ha letteralmente sbancato, registrando 40.000 unità vendute in solo 4,2 secondi. D’altronde c’era da aspettarselo: con un prezzo di sole 599 rupie (98$) è possibile portarsi a casa un device da 4,7” con display in HD, processore Snapdragon 400, 1GB di RAM e 8GB di memoria interna.

Le vendite del Redmi 1S riapriranno il 9 Settembre e Xiaomi non ha dichiarato quante unità saranno disponibili: quanto dureranno questa volta?

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Giuseppe Tripodi per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 2 commenti | Add to del.icio.us
Post tags: , , , ,

L'articolo Xiaomi vende 40.000 unità di Redmi 1S in soli 4,2 secondi in India sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Zombie City Defense, un tower defense olografico approda sul Play Store (foto e video)

8 hours 14 min ago

Mozg Labs ha fatto delle cose delle quali si deve mettere necessariamente a tavolino, giusto per rifletterci un po’ su. La software house, famosa per i suoi curatissimi live wallpaper, ha infatti creato un tower defense con gli zombi: come se non ce ne fossero già abbastanza sul Play Store.

I ragazzi di Mozg Labs però ne sono consapevoli, tant’è che Zombie City Defense, questo il nome del gioco, è molto più che un semplice clone del clone.

LEGGI ANCHE: Toy Rush: tower defense e card game a base di giocattoli animati!

Lo scopo del gioco è classico, ovvero difendere la città dagli zombi utilizzando fanteria, strutture e veicoli militari, secondo una struttura che mescola elementi di gioco tipici degli strategici in tempo reale, insieme, appunto, al tower defense.

A dare quel tocco di freschezza in più è sicuramente il comparto visivo olografico, che potrebbe piacere come non, fermo restando che sia un look piuttosto atipico. Zombie City Defense è disponibile sul Play Store al prezzo di 1,50€ con acquisti in-app integrati. Auguriamo ai nostri lettori un buon divertimento.

(Continua...)
Leggi il resto di Zombie City Defense, un tower defense olografico approda sul Play Store (foto e video)

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Giorgio Palmieri per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | Nessun commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , , , , , ,

L'articolo Zombie City Defense, un tower defense olografico approda sul Play Store (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Il lavaggio auto si prenota da Android, con Ecolinewash (foto)

9 hours 13 min ago

Android è ormai un compagno inseparabile per moltissime persone, e grazie alla larga diffusione di dispositivi mobili molte aziende stanno utilizzando le applicazioni per ampliare il numero di servizi offerti e conquistare nuovi clienti. Stavolta, a raggiungere il mondo mobile è Ecolinewash, l’azienda che offre un servizio di lavaggio auto a domicilio.

LEGGI ANCHE: Ritrovare l’auto parcheggiata grazie a Valet

Data la natura itinerante di questo servizio, in effetti, la possibilità di prenotarlo da smartphone appare come un’idea logica e funzionale: dall’applicazione, infatti, sarà possibile visualizzare un preventivo per il lavaggio, semplicemente inserendo il luogo dove ci si trova, il modello della nostra automobile e il tipo di servizio richiesto. Se decideremo di accettarlo, potremo metterci in contatto con un operatore che verrà ad effettuare il lavaggio dove preferiamo.

L’interfaccia dell’applicazione è suddivisa in schede, raggiungibili tramite una barra posta sul lato inferiore, che ci permettono di accedere rapidamente a tutte le funzioni. Potremo infatti visualizzare le città in cui il servizio è disponibile ed avviare con un sol tocco la telefonata per prenotarlo. Avremo inoltre a disposizione la “Ecoline card”, tessera virtuale grazie alla quale avremo diritto a un lavaggio gratuito ogni nove.

Infine, se siete interessati ad entrare professionalmente nel mondo di Ecolinewash, troverete una scheda dedicata al franchising, nella quale potete inserire i vostri dati per ricevere tutte le informazioni necessarie.

Ecolinewash è un ottimo esempio di come un’azienda moderna possa sfruttare il settore mobile per ampliare il proprio business, e una grande comodità per tutti gli utenti che si trovano ad avere bisogno di un lavaggio per la propria auto, ma senza il tempo per portarla in un autolavaggio tradizionale. A seguire trovate quindi il badge per il download gratuito, una galleria di immagini e il comunicato stampa per il rilascio dell’applicazione.

(Continua...)
Leggi il resto di Il lavaggio auto si prenota da Android, con Ecolinewash (foto)

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© ytsejam06 per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | Nessun commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , ,

L'articolo Il lavaggio auto si prenota da Android, con Ecolinewash (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Wiko pronta con lo smartphone Tegra 4i più potente del mercato (video)

9 hours 29 min ago

Lo scorso febbraio al Mobile World Congress, Wiko aveva mostrato quello che sembrava un vero top di gamma, protetto sotto una teca di vetro: Wiko Mazing; uno smartphone del quale non abbiamo più sentito parlare. L’azienda francese sembra però pronta a fare davvero sul serio adesso, con un modello basato ancora sul SoC Tegra 4i, lo stesso del Wiko Wax che abbiamo recensito poco tempo fa.

LEGGI LA RECENSIONE: Wiko Wax (foto e video)

Rispetto a quest’ultimo però, lo smartphone che Wiko porterà ad IFA 2014 si vanta di essere il “più potente 4G basato su Tegra 4i”, anche se è difficile fare una parafrasi precisa di questa affermazione. In compenso sappiamo che c’è grande attenzione al comparto fotografico, che vanta una fotocamera posteriore da ben 16 megapixel ed una frontale da 8 megapixel per selfie ad alta risoluzione.

Wiko non terrà un vero e proprio evento per la presentazione di questo smartphone, che sarà comunque presente allo stand IFA dell’azienda francese, a partire dal 5 settembre prossimo, assieme ad altre novità che vi avevamo già anticipato. A seguire il video teaser che ne annuncia l’arrivo.

(Continua...)
Leggi il resto di Wiko pronta con lo smartphone Tegra 4i più potente del mercato (video)

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© Nicola Ligas per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 4 commenti | Add to del.icio.us
Post tags: , , , ,

L'articolo Wiko pronta con lo smartphone Tegra 4i più potente del mercato (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Meizu MX4, la nostra anteprima (foto e video)

9 hours 51 min ago

Direttamente dalla presentazione pechinese di Meizu MX4 vi riportiamo le prime impressioni sullo smartphone, che nel frattempo è già entrato in pre-ordine su meizu.it, con spedizioni a fine settembre.

LEGGI ANCHE: Meizu MX4 ufficiale

Le prime impressioni sul dispositivo sono molto buone specialmente considerando l’ottimo prezzo di lancio in Cina (200€ circa, che sarà ovviamente un po’ più alto in Italia) e il buon hardware a disposizione. Anche le novità software sono moltissime, ma aspettiamo di provarlo senza i software dedicati al mercato cinese per avere un quadro più chiaro di cosa aspettarci (ma se avete visto la nostra recensione di MX3 potrete farvi un’idea anche da soli).

I punti di forza che abbiamo inquadrato ad un primo contatto sono sicuramente lo schermo, la fotocamera e l’ottima qualità costruttiva. Se invece dovessimo sbilanciarci per dei difetti dobbiamo dichiararci non troppo fanatici di alcune scelte (molto simili ad iOS) pensate più che altro per il mercato cinese. Di seguito video e foto hands-on di Meizu MX4.

(Continua...)
Leggi il resto di Meizu MX4, la nostra anteprima (foto e video)

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© cisO.o per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | 20 commenti | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , , , ,

L'articolo Meizu MX4, la nostra anteprima (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

World of Tanks Blitz entro poche settimane su Android: il multiplayer sarà cross-platform

9 hours 51 min ago

Vi ricordate di World of Tanks Blitz? Avrete sicuramente sentito parlare di World of Tanks, l’MMO di Wargaming.net che ci mette nei panni di un carrista della Seconda Guerra Mondiale coinvolto in furiosi scontri tra mezzi corazzati. Proprio Wargaming.net presentò svariati mesi fa World of Tanks Blitz, la variante del suo celebre MMO dedicata a smartphone e tablet iOS e Android.

LEGGI ANCHE: Wargaming.net annuncia al GDC l’arrivo di World of Tanks Blitz, con multiplayer 7vs7

Sta di fatto che già da qualche settimana World of Tanks Blitz è disponibile su iTunes per iPhone e iPad di Apple, lasciando gli utenti del robottino verde a bocca asciutta. Il team di Wargaming.net ha addirittura rilasciato il primo corposo update per il gioco, senza rilasciare ulteriori informazioni sulla versione dedicata ad Android. Fino ad oggi.

Proprio i ragazzi di Wargaming.net hanno infatti confermato che la versione Android di World of Tanks Blitz è in dirittura d’arrivo, prevista entro breve settimane. Hanno inoltre dichiarato che il gioco potrà vantare il cross-platform tra le caratteristiche della modalità multiplayer, il che ci permetterà di esultare sui resti carbonizzati sfidare gli utenti iOS. Vi terremo ovviamente aggiornati sull’evolversi della vicenda. Non vediamo l’ora di provarlo con mano, e voi? Ah, non perdetevi lo spettacolare trailer!(Continua...)
Leggi il resto di World of Tanks Blitz entro poche settimane su Android: il multiplayer sarà cross-platform

Utilizza l'app gratuita di AndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome.

© lorexae per AndroidWorld.it, 2014. | Permalink | Nessun commento | Add to del.icio.us
Post tags: , , , , , , , , , , ,

L'articolo World of Tanks Blitz entro poche settimane su Android: il multiplayer sarà cross-platform sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Pages