Android World

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 1 hour 43 min ago

Realme ha inventato il volume al 200%

Wed, 01/25/2023 - 14:53

Le aziende produttrici di smartphone cercano sempre di stupirci con novità tecnologiche e software. Realme, così come le gemelle OPPO e OnePlus, lavorano spesso sul proprio sistema operativo affinché abbia delle nuove e utili funzionalità all'interno del software.

Il "trucco" di cui vi parliamo oggi è quello relativo alla possibilità di aumentare il volume del proprio smartphone oltre il 100% (per la precisione al 200%). Se state storcendo il naso vi capiamo, visto che alzare il volume massimo oltre la soglia prevista non è realmente possibile e questi limiti vengono imposti affinché gli speaker non si possano guastare.

Realme ha voluto comunque alzare l'asticella e per chi ha avuto modo di provare questa modalità può confermare che effettivamente il volume aumenta ancora oltre il valore del 100%. Ma come è possibile senza danneggiare lo smartphone? Il trucco in questo caso è quello di equalizzare diversamente il suono in modo che la pressione sonora sia maggiore, senza però rischiare di rompere lo speaker. Non adatto se si cerca la qualità, utile se si sta cercando di sentire una persona parlare in un ambiente luminoso.

Vi lasciamo al piccolo video dove vi mostriamo la funzionalità.

Due note:

  • Il volume non offre davvero l'esperienza di un volume 2 volte superiore al limite del 100%
  • Non si possono selezionare valori intermedi fra 100 e 200. In sostanza "200" è un numero arbitrario scelto da Realme per questa funzionalità

L'articolo Realme ha inventato il volume al 200% sembra essere il primo su Androidworld.

Ecco i primi video di Galaxy S23 Ultra: il passo avanti è evidente

Wed, 01/25/2023 - 14:28

Questi ultimi giorni sono molto intensi per Samsung visto che l'azienda si sta preparando alla presentazione ufficiale dei nuovi top di gamnma, i Galaxy S23 che alzeranno l'asticella nel settore dei flagship Android.

Canale Telegram Offerte

Segui AndroidWorld su News

Proprio nelle ultime ore abbiamo visto intensificarsi le voci su Galaxy S23 Ultra grazie alle informazioni condivise da Edwards Urbina, un utente Twitter residente in Nicaragua che sembra essere entrato in possesso di un Galaxy S23 Ultra e poter condividere informazioni liberamente anche prima della presentazione dei dispositivi.

Negli ultimi giorni infatti abbiamo visto i primi sample fotografici di S23 Ultra, sia in modalità notturna che confrontati con Pixel 7 Pro. Da questi siamo riusciti a intuire che, esattamente come ci si attende da un top di gamma Samsung, S23 Ultra se la batterà tra i top camera-phone in assoluto anche per quanto riguarda gli scatti con zoom spinto.

Dopo aver visto le sue potenzialità nell'ambito degli scatti fotografici, andiamo a vedere come dovrebbe comportarsi S23 Ultra in fase di registrazione video. Il sample che trovate qui in basso è stato condiviso sempre dallo stesso Urbina e consiste in un filmato girato a risoluzione 8K a 30 fps. Riusciamo a cogliere subito l'incremento di fluidità rispetto ai video girati in 8K a 24 fps da S22 Ultra.

Le cose in termini di fluidità sono ancora migliori se osserviamo il secondo video che troviamo qui sotto. Si tratta di un filmato girato in 4K a 60 fps. Le condizioni di registrazione sono con luminosità diurna, quindi riusciamo ad apprezzare bene la buona gamma dinamica. Chissà come si comporterà in condizioni di luminosità più scarsa.

Ripetiamo che tutti i sample video e fotografici trapelati finora vanno presi minimamente con le pinze, essenzialmente perché non sappiamo che tipologia di dispositivo ha per le mani lo stesso utente che li sta condividendo. Potrebbe anche trattarsi di un'unità di pre-produzione, con un software non ancora completamente ottimizzato.

In ogni caso sappiamo che manca davvero poco al lancio ufficiale dei nuovi Galaxy S23. L'evento è programmato per il prossimo 1 febbraio.

L'articolo Ecco i primi video di Galaxy S23 Ultra: il passo avanti è evidente sembra essere il primo su Androidworld.

Come creare sticker per WhatsApp su Android, in modo facile e veloce

Wed, 01/25/2023 - 14:10

Per rendere le conversazioni su WhatsApp ancora più divertenti, gli utenti possono creare e inviare alcuni adesivi nelle chat individuali e nei gruppi. Vorreste creare sticker per WhatsApp utilizzando uno smartphone Android? Ecco la nostra guida completa e le applicazioni da scaricare.

Per creare sticker (che potrete successivamente condividere su WhatsApp) dovrete utilizzare una delle numerose app disponibili. Noi vi consigliamo Sticker Maker, un'applicazione per Android che consente di creare adesivi personalizzati in pochi click.

Innanzitutto, accendete il vostro smartphone Android, attivate il wi-fi, selezionate la vostra rete e inserite la password. Potete anche attivare i dati mobile andando su "Impostazioni" e "Rete mobile". Successivamente, aprite Google Play Store, una piattaforma di distribuzione di applicazioni e giochi. Se richiesto, effettuate l'accesso al vostro account Google (inserendo l'indirizzo e-mail e la password) oppure create un nuovo profilo.

Utilizzate il campo di ricerca (la lente d'ingrandimento) per individuare "Sticker Maker" (distribuita da Vico & Co). Cliccate "Installa" e attendete il completamento del download. Avviate l'applicazione premendo l'apposita icona.

Scarica da Play Store

Per creare nuovi sticker, premete "Crea un nuovo pacchetto di adesivi" (il pulsante verde).

Inserite il nome del pacchetto, l'autore (attenzione: le persone che riceveranno gli adesivi potranno leggere queste informazioni) e pigiate "Crea".

Dalla pagina principale di Sticker Maker, selezionate il pacchetto appena creato. Per aggiungere un nuovo adesivo, fate click sul "+".

Potete scegliere una delle seguenti opzioni:

  • "Take Photo": per scattare una nuova fotografia utilizzando la fotocamera dello smartphone;
  • "Open Gallery": consente di selezionare un'immagine dalla Galleria;
  • "Select File": per selezionare un file dalla memoria interna, esterna oppure dal cloud;
  • "Sticker Library": permette di selezionare altri sticker;
  • "Text Only": creare uno sticker utilizzando esclusivamente il testo;
  • "SelfieCam": per scattare un selfie e inserire alcuni effetti.

Tagliate l'immagine utilizzando uno degli strumenti disponibili, ovvero "A mano libera" (per disegnare i contorni dell'adesivo), "Taglio quadrato", "Taglio circolare" e "Polygon". L'app consente anche di inserire un contorno colorato e un testo.

Dopo aver creato un pacchetto di sticker, cliccate "Aggiungi a WhatsApp". Ora potete inviare gli adesivi ai vostri contatti!

Wemoji è un'applicazione gratuita per creare sticker. Per scaricare questo strumento:

  1. Avviate Google Play Store;
  2. Cercate "Wemoji - WhatsApp Sticker Make";
  3. Premete "Installa".

Scarica da Play Store

Aprite l'applicazione e pigiate "Create Sticker".

Potete scegliere "Normal Sticker" (adesivi statici) e "Animated Sticker" (adesivi animati utilizzando gif).

Premete il simbolo "+" per inserire una nuova immagine o foto (che potrete poi tagliare direttamente all'interno di Wemoji). Personalizzate liberamente lo sticker aggiungendo altre immagini, emoji, adesivi e il testo. Premete "Save" per salvare il vostro progetto. Inserite il nome del pacchetto e l'autore.

Premete "My Stickers" e selezionate il pacchetto che vorreste caricare su WhatsApp. Fate click su "Add to WhatsApp".

Vorreste inviare uno sticker? Ecco le procedure complete.

Android
  1. Aprite WhatsApp (l'applicazione di messaggistica istantanea disponibile su Google Play Store);
  2. Scegliete una chat individuale o un gruppo;
  3. Toccate il simbolo "Emoji" (la faccina sorridente);
  4. Premete l'icona dedicata agli sticker;
  5. Selezionate un qualsiasi pacchetto e premete uno sticker.
iOS
  1. Avviate l'applicazione;
  2. Aprite una conversazione (individuale o di gruppo);
  3. Toccate il simbolo degli sticker;
  4. Scegliete l'adesivo da inviare.

Sono disponibili numerose applicazioni che consentono di creare sticker per WhatsApp: ecco la nostra selezione.

  • Sticker Studio for WhatsApp (Google Play Store): si tratta di uno strumento che permette di creare sticker. Esiste una versione gratis e una a pagamento (che offre alcuni strumenti aggiuntivi). Gli utenti possono anche creare degli sticker animati (caricando video o gif).
  • Sticker.ly (Google Play Store): l'app (con un'interfaccia utente estremamente intuitiva) che permette di trasformare facilmente le foto, i disegni e i meme in sticker per WhatsApp.

L'articolo Come creare sticker per WhatsApp su Android, in modo facile e veloce sembra essere il primo su Androidworld.

Galaxy S23: dalla Spagna arrivano conferme dei rincari

Wed, 01/25/2023 - 10:29

L'evento Unpacked di Samsung, durante il quale verranno presentati i nuovi Galaxy S23, si terrà la settimana prossima, ma ormai servirà più per far toccare con mano i dispositivi alla stampa che a svelare qualche novità, visto che sappiamo già tutto

Complici le numerosissime anticipazioni degli scorsi mesi infatti, schede tecniche, date di uscita e prezzi sono ormai noti, e purtroppo l'ultimo leak da un rivenditore spagnolo conferma importanti rincari per noi europei.

OFFERTE EURONICS

Segui AndroidWorld su News

Stando a quanto trapelato in precedenza, i prezzi in Europa dovrebbero essere questi:

  • Samsung Galaxy S23:
    • 128 GB: 959 euro
    • 256 GB: 1.019 euro
  • Samsung Galaxy S23+:
    • 256 GB: 1.219 euro
    • 512 GB: 1.339 euro
  • Samsung Galaxy S23 Ultra:
    • 8/256 GB: 1.419 euro
    • 12/512 GB: 1.599 euro
    • 12/1 TB: 1.839 euro

Come ben sappiamo, però, nei singoli Paesi ci possono essere variazioni anche sensibili in base alle tasse locali e il noto leaker Roland Quandt riporta questi prezzi di un rivenditore spagnolo (i cambiamenti sono evidenziati):

  • Samsung Galaxy S23:
    • 128 GB: 959 euro
    • 256 GB: 1.019 euro
  • Samsung Galaxy S23+:
    • 256 GB: 1.209 euro
    • 512 GB: 1.329 euro
  • Samsung Galaxy S23 Ultra:
    • 8/256 GB: 1.409 euro
    • 12/512 GB: 1.589 euro

Mentre in Germania e Belgio dovrebbe andare un po' meglio, in quanto per il Galaxy S23 8/128 GB si parla di 949 euro mentre per il Galaxy S23 Ultra 8/256 GB si parla di 1.399 euro.

Nel complesso, parliamo di aumenti nell'ordine degli 80 euro per i modelli S23 e S23+ e di 30 euro per S23 Ultra, anche se non abbiamo ancora visto i prezzi italiani, che sappiamo essere più alti che da altri Paesi (Germania sicuramente).

Al lancio, i prezzi della serie S22 erano questi:

  • Galaxy S22 8/128 GB: 879€
  • Galaxy S22+ 8/256 GB: 1.129€ (quest'anno non dovrebbe esserci il modello 8/128 GB)
  • Galaxy S22 Ultra 8/256 GB: 1.379€

Insomma, anche per il 2023 sembra confermato un trend dell'aumento dei prezzi, fattore che sicuramente non farà bene a un mercato già in affanno. 

Ricordiamo che i nuovi Galaxy S23 saranno quest'anno tutti dotati di SoC Snapdragon 8 Gen 2, oltre a ricevere miglioramenti lato autonomia (S23 e S23+) e multimedialità, con l'attesa fotocamera da 200 MP in S23 Ultra. Qui trovate tutte le specifiche complete, mentre per quanto riguarda la presentazione, si terrà il 1° febbraio alle 19:00. Non perdetevi i nostri approfondimenti!

L'articolo Galaxy S23: dalla Spagna arrivano conferme dei rincari sembra essere il primo su Androidworld.

Chrome riceve una nuova dose di Material You: ecco dove

Wed, 01/25/2023 - 10:26

Google Chrome oggi rappresenta un punto di riferimento assoluto nel panorama dei browser web, tanto per i dispositivi come gli smartphone quanto per i PC e notebook.

Canale Telegram Offerte

Segui AndroidWorld su News

Google sta investendo parecchi sforzi nel continuo rinnovamento e supporto di Chrome e nelle ultime ore ha rilasciato l'ennesima novità. Questa si riferisce all'aspetto grafico dell'interfaccia utente del browser e ha come protagonista il Material You.

Le immagini che trovate nella galleria a fine articolo mostrano di cosa stiamo parlando: Chrome sta ricevendo un nuovo design della barra degli indirizzi, un design che prevede la visualizzazione dei risultati suggeriti in riquadri con un contorno della stessa tonalità relativa a quella del tema di sistema.

Sappiamo bene che ormai la tonalità del tema di sistema viene scelta automaticamente da Android 13 in base allo sfondo impostato dall'utente. Con questa novità si avrà la corrispondenza tra tonalità anche nella barra degli indirizzi di Chrome.

Questo look suonerà familiare per coloro che hanno un Pixel con Pixel Launcher a bordo, visto che si tratta della stessa interfaccia che vediamo nello strumento di ricerca del launcher di Google.

La novità è attualmente in fase di distribuzione automatica via server a tutti coloro che hanno installato la versione 109 del browser sul proprio dispositivo Android. Se ancora non la vedeste, potete provare ad abilitarla manualmente tramite uno dei consueti flag dedicato:

chrome://flags/#omnibox-modernize-visual-update

L'articolo Chrome riceve una nuova dose di Material You: ecco dove sembra essere il primo su Androidworld.

Waze finalmente sta ricevendo il supporto alla nuova interfaccia di Android Auto “Coolwalk"

Wed, 01/25/2023 - 10:20

Buone notizie in arrivo per gli utenti di Waze, una delle app di navigazione più utilizzate. Difatti, l'ultima versione beta del software include il supporto a "Coolwalk" - così come annunciato da un post su Reddit - la nuova interfaccia che migliora notevolmente l'esperienza d'utilizzo della piattaforma "Android Auto". La novità, fino ad ora, è stata già resa disponibile per molti utenti, tuttavia per una diffusione completa occorrerà attendere l'update in versione stabile (che dovrebbe arrivare nelle prossime settimane).

In particolare, gli utenti di Waze ora potranno utilizzare le nuove funzionalità, a partire dalla possibilità di dividere lo schermo per utilizzare due applicazioni contemporaneamente, ad esempio un'app come Waze ed una per la riproduzione musicale. Insomma, si tratta di una novità attesa da molti utenti, così come è atteso da diversi l'aggiornamento alla nuova interfaccia di Android Auto. Difatti, ad ora, Google non avrebbe ancora implementato il supporto per "Coolwalk" per la maggior parte degli utenti nonostante abbia annunciato il lancio dell'aggiornamento subito dopo Capodanno. Nel dettaglio, in un sondaggio organizzato da "9to5Google", è emerso che oltre l'80% degli utenti di Android Auto ancora non ha ottenuto l'accesso alla nuova interfaccia.

Infine, restando in tema, l'ultimo aggiornamento alla piattaforma ha introdotto una novità piuttosto rilevante, ovvero la rimozione dell'opzione per disattivare Android Auto Wireless. Con questa modifica, dunque, viene rimossa del tutto la possibilità di disattivare la possibilità di connettersi senza fili o tramite adattatore.

L'articolo Waze finalmente sta ricevendo il supporto alla nuova interfaccia di Android Auto “Coolwalk" sembra essere il primo su Androidworld.

Brutta notizia per gli utenti tedeschi: OnePlus 11 non verrà venduto in Germania

Wed, 01/25/2023 - 08:08

Manca sempre meno al debutto in Europa del nuovo OnePlus 11. Lo smartphone, infatti, verrà lanciato il 7 febbraio, ma non in tutti i Paesi europei. In particolare, gli utenti tedeschi dovranno acquistare il dispositivo tramite altri Paesi visto che OPPO – la casa madre di OnePlus – ancora non è riuscita a superare i problemi relativi a presunte violazioni di brevetti di Nokia.

La causa ebbe inizio un anno fa, quando Nokia avviò una battaglia legale contro OPPO poiché alcuni smartphone dell'azienda cinese avrebbero violato dei brevetti della società finlandese. La battaglia legale, quindi, alla fine si concluse con un divieto per OPPO di vendere i propri smartphone in Germania (Nokia ha fatto causa al gruppo anche in altri Paesi europei). Ora, secondo fonti vicine a OnePlus, la situazione non sarebbe ancora cambiata: quindi OnePlus 11 non potrà essere lanciato ufficialmente in terra tedesca. Gli acquirenti, dunque, dovranno rivolgersi altrove, ad esempio alle filiali spagnole, italiane o francesi di Amazon.

Per quanto riguarda lo smartphone, il nuovo modello dovrebbe costare circa 900 euro (per la versione da 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna). Occorreranno circa 50 euro in più, invece, per ottenere la configurazione da 16 GB di RAM e 256 GB di memoria interna. Sul nuovo OnePlus 11, infine, sarà molto interessante osservare il comportamento del comparto fotografico curato insieme allo storico marchio "Hasselblad". Nel dettaglio, si tratta di tre sensori: il principale da 50 MP, il grandangolo da 48 MP ed il telephoto da 32 MP (2x zoom ottico).

L'articolo Brutta notizia per gli utenti tedeschi: OnePlus 11 non verrà venduto in Germania sembra essere il primo su Androidworld.

Fast Pair semplificherà la configurazione dei nuovi smartphone, a partire da Galaxy S23

Wed, 01/25/2023 - 07:46

Quando si acquista un nuovo smartphone, i primi momenti sono sempre dedicati al processo di configurazione. In questo senso, Google sta lavorando su un progetto che dovrebbe velocizzare il tutto. Difatti, l'azienda starebbe arricchendo "Fast Pair" – una modalità di accoppiamento tra dispositivi Bluetooth – della possibilità di supportare anche i cellulari. La nuova impostazione, tra l'altro, potrebbe debuttare insieme ai Samsung Galaxy S23.

Per quanto riguarda il funzionamento, quando il proprio telefono Android rileverà un dispositivo nelle vicinanze ancora non configurato, attiverà "Fast Pair". Successivamente, l'utente verrà guidato attraverso l'installazione dell'app pertinente per spostare i propri dati. Ad esempio, nel caso di un dispositivo Samsung, occorrerà installare "Samsung Smart Switch". Sulle tempistiche del rilascio di questa funzione, il team di "9to5Google" ha scovato degli indizi che fanno ipotizzare il debutto in contemporanea all'arrivo dei nuovi Galaxy S23.

Come è già noto da tempo, i futuri smartphone dell'azienda coreana verranno presentati il 1° febbraio 2023 a San Francisco alle ore 19:00 italiane, durante il tradizionale evento Galaxy Unpacked. I tre modelli – Galaxy S23, S23+ e S23 Ultra - dovrebbero essere disponibili già nello stesso mese, anche in Italia. Dunque, manca davvero poco all'uscita di questi smartphone che contengono il meglio della tecnologia di Samsung.

L'articolo Fast Pair semplificherà la configurazione dei nuovi smartphone, a partire da Galaxy S23 sembra essere il primo su Androidworld.

Android Auto Wireless non può più essere disattivato

Wed, 01/25/2023 - 00:14

Gli ultimi mesi sono stati molto intensi per Android Auto, il sistema di infotainment di Google che permette di connettere gli smartphone Android alle auto compatibili. Gradualmente abbiamo visto arrivare una nuovissima interfaccia grafica.

Canale Telegram Offerte

Iscriviti al Gruppo Facebook

Parallelamente a questi rinnovamenti Google continua a rilasciare dei nuovi aggiornamenti per Android Auto. L'ultimo rilasciato per la versione stabile del sistema di infotainment fa riferimento alla versione 8.7, ne abbiamo parlato in questo articolo. A qualche giorno dal suo rilascio apprendiamo di una novità abbastanza rilevante.

La novità della quale parliamo consiste nella rimozione dell'opzione per disattivare Android Auto Wireless. Attenzione, questa funzionalità non permette di connettere senza fili Android Auto sul proprio smartphone con l'auto compatibile. La funzionalità è utile soltanto nel caso in cui si dispone di un adattatore cablato per connettersi ad Android Auto in modalità wireless, come ad esempio il AAWireless che conosciamo bene. Nei casi in cui si dispone di un box in auto compatibile con Android Auto Wireless allora non sarà necessario ricorrere ad alcun adattatore di terze parti 

Con questa novità viene rimossa del tutto la possibilità di disattivare la possibilità di connettersi senza fili o tramite adattatore. Probabilmente Google l'ha fatto per semplicità, visto che lasciare attiva la funzionalità, anche senza utilizzarla, non comporta grossi problemi.

Oltre a questo, con la nuova versione di Android Auto sono state rinominate alcune voci delle impostazioni dell'app, senza particolari stravolgimenti per l'aspetto pratico.

Il nuovo aggiornamento è in fase di distribuzione automatica attraverso il Play Store. Fateci sapere se l'avete ricevuto.

L'articolo Android Auto Wireless non può più essere disattivato sembra essere il primo su Androidworld.

La fotocamera di Galaxy S23 Ultra mostra i muscoli contro Pixel 7 Pro

Tue, 01/24/2023 - 15:51

Ormai tutte le attenzioni del mondo smartphone sono su Samsung, visto che il gran giorno della presentazione dei nuovi Galaxy S23 si avvicina sempre di più. Ancora una volta arrivano nuovi dettagli su Galaxy S23 Ultra.

Canale Telegram Offerte

Segui AndroidWorld su News

Pochi giorni fa abbiamo avuto un assaggio delle presunte performance fotografiche di Galaxy S23 Ultra, in particolare in condizioni notturne. I sample trapelati ci sono sembrati davvero promettenti, e ora siamo pronti a vederne dei nuovi.

Le immagini che trovate proprio qui sotto mostrano un suggestivo confronto tra S23 Ultra e Pixel 7 Pro, il camera-phone di Google che è stato sul trono di DxOMark per le sue potenzialità fotografiche. Il confronto che vediamo qui in basso è riferito ad uno scatto realizzato con la fotocamera anteriore in condizioni di buona luminosità diurna.

Dalle immagini ci sentiamo di dire che quella realizzata con S23 Ultra è leggermente migliore, almeno se guardiamo al livello di dettaglio del viso fotografato. Pixel 7 Pro sembra proporre un livello di dettaglio meno approfondito.

Qui sotto troviamo un secondo confronto, con il quale possiamo avere un'idea delle performance di un altro sensore molto importante. Parliamo del teleobiettivo, quello che effettivamente differenzia un buon camera-phone da un camera-phone di altissimo livello. Anche in questo caso l'ago della bilancia pende leggermente dalla parte di Galaxy S23 Ultra: il dispositivo sembra aver ridotto in maniera migliore il rumore dato dallo zoom 30x, rispetto a quanto fatto vedere da Pixel 7 Pro.

Chiaramente non abbiamo la certezza che questi scatti siano stati realizzati da Galaxy S23 Ultra. Le immagini sono state condivise da un utente residente in Nicaragua, il quale ha già pubblicato gli scatti in notturna attribuiti a Galaxy S23 Ultra. Ci sembra di intuire che questa persona sia entrata in possesso di un Galaxy S23 Ultra prima del suo lancio ufficiale.

Dobbiamo aggiungere una considerazione anche in merito al confronto con Pixel 7 Pro: non abbiamo la certezza che gli scatti siano stati realizzati nelle esatte stesse condizioni per i due dispositivi. In altre parole, non abbiamo la sicurezza che il confronto sia stato condotto in maniera davvero neutrale, anche dal punto di vista tecnico. Fateci sapere voi cosa ne pensate.

L'articolo La fotocamera di Galaxy S23 Ultra mostra i muscoli contro Pixel 7 Pro sembra essere il primo su Androidworld.

Motorola rinnova la famiglia Moto G: si punta su prestazioni e potenza

Tue, 01/24/2023 - 14:00

Uno degli obiettivi di Motorola è di migliorare il settore tecnologico e di trasformare il modo in cui le persone interagiscono tra di loro. Difatti, la famiglia "Moto G" si è sempre caratterizzata per l'innovazione e per avere reso accessibile le nuove tecnologie e funzionalità. Questo impegno, quindi, si rinnova con il lancio dei seguenti nuovi smartphone: Moto G73 5G, Moto G53 5G, Moto G23 e Moto G13.

Moto G73 5G

Il Moto G73 5G è l'ideale per l'ambito fotografico grazie al sensore principale da 50 MP, in grado di combinare ogni quattro pixel in un unico grande Ultra Pixel da 2,0um. Il display, invece, è un'ultra-ampio FHD+ da 6,5" a 120 Hz, con un rapporto schermo/corpo dell'86%. Inoltre, su tutti e quattro i nuovi dispositivi moto g, è possibile ascoltare ovunque l'audio multidimensionale Dolby Atmos, sia con le cuffie che con i due potenti altoparlanti stereo.

Il processore è un MediaTek Dimensity 930, affiancato ad 8 GB di RAM. Questo connubio, secondo l'azienda, sarà in grado di assicurare "il passaggio da un'app all'altra senza problemi. Inoltre, le applicazioni e le informazioni sono pronte in background e tutto funziona in modo fluido". Per quanto riguarda la batteria, invece, è un'unità da 5.000 mAh che supporta la ricarica veloce "TurboPowe"r da 30 W.

Moto G53

Anche in questo caso, lo smartphone è in grado di catturare ottime foto grazie al sensore principale da 50 MP, dotato della tecnologia Quad Pixel e di una fotocamera Macro Vision dedicata per i primi piani. Inoltre, il chip Qualcomm Snapdragon 480+ 5G consente di sfruttare al massimo le reti 5G: "I tuoi contenuti preferiti si scaricano in pochi secondi, i video vengono trasmessi senza lag e tenersi aggiornati sui social network è un gioco da ragazzi. Per non parlare delle potenti prestazioni a un prezzo competitivo".

Il display da 6,5" ha un refresh rate da 120 Hz, mentre la batteria è da 5.000 mAh. Inoltre, Moto G73 5G e Moto G53 5G sono dotati di Thinkshield for Mobile, un ulteriore livello di sicurezza che migliora la protezione a tutti i livelli, dalla fabbrica allo smartphone. Per aiutare i consumatori a sfruttare appieno tutte le funzionalità di sicurezza, Motorola ha aggiunto a questi dispositivi la nuova App Moto Secure, tramite la quale sarà possibile gestire la sicurezza della rete, controllare le autorizzazioni delle app e persino creare una cartella segreta per i dati più sensibili. Con questi dispositivi, infine, l'azienda ha introdotto anche Family Space, uno "spazio sicuro" dedicato dove i bambini possono imparare e giocare. Ad esempio, si potrà creare più profili e promuovere esperienze "digital sane".

Moto G23

Si tratta di uno smartphone caratterizzato da un design moderno grazie ad un corpo ultra-sottile e bordi ridotti. Tra l'altro, il sensore di impronte digitali è stato posizionato sul lato del telefono, in modo che sia facilmente accessibile e contribuisca a mantenere un look snello. Per quanto riguarda il display, si tratta di un pannello HD+ da 6,5" realizzato con bordi ristretti per visualizzare i contenuti in modo nitido e goditi un refresh rate a 90 Hz. Il tutto, poi, è mosso dal chip MediaTek Helio G85.

Lato fotografico, il sensore principale è da 50 MP con tecnologia "Quad Pixel", affiancato da una lente Macro Vision dedicata e da un obiettivo ultra-grandangolare da 125º. Moto G53, inoltre, dispone di ricarica TurboPower da 30W che offre ore di energia in pochi minuti: "Grazie all'ampia batteria, puoi ascoltare playlist più a lungo, videochattare con gli amici per ore e gustarti intere stagioni della tua serie preferita".

Moto G13

Il più economico del lotto è Moto G13, equipaggiato con processore MediaTek Helio G85, display HD+ da 6,52" con refresh rate a 90 Hz e batteria che assicura un'ottima autonomia.

Lo smartphone è dotato di un sensore da 50 MP combinato con la tecnologia Quad Pixel. Il comparto fotografico, poi, è completato da una fotocamera Macro Vision, da un sensore di profondità separato e da una fotocamera frontale da 8MP. Infine, tutti e quattro i dispositivi girano su una versione pulita di Android 13, senza skin e software complicati o applicazioni duplicate. Tra l'altro, tramite "My UX" il dispositivo potrà essere controllato con semplici gesti e le impostazioni di intrattenimento personalizzabili, dando vita a un look unico.

Prezzi e disponibilità

I nuovi Moto G73 5G, Moto G53 5G, Moto G23 e Moto G13 saranno disponibili in Italia nelle prossime settimane. I prezzi ed i colori saranno i seguenti:

  • Moto G13 sarà disponibile in 3 colori: Matte Charcoal, Lavender Blue, Rose Gold, con un prezzo consigliato al pubblico di 189.90€.
  • Moto G23 sarà disponibile in 3 colori: Matte Charcoal, Pearl White, Steel Blue, con un prezzo consigliato al pubblico di 239.90€.
  • Moto G53 5G sarà disponibile in 3 colori: Ink Blue, Arctic Silver, Pale Pink, con un prezzo consigliato al pubblico di 249.90€.
  • Moto G73 5G sarà disponibile in 2 colori: Midnight Blue, Lucent White, con un prezzo consigliato al pubblico di 299.90€.

L'articolo Motorola rinnova la famiglia Moto G: si punta su prestazioni e potenza sembra essere il primo su Androidworld.

La nostra prova di Wavelet: l'app gratis per i maniaci del suono

Tue, 01/24/2023 - 10:44

Al giorno d'oggi usiamo i nostri smartphone per tantissime attività, a partire da quelle relative all'ambiente lavorativo fino ad arrivare a quelle che riguardano il contesto ludico. I nostri dispositivi Android ci accompagnano lungo la giornata e sono davvero tanti coloro che usano il telefono per ascoltare musica.

Canale Telegram Offerte

Segui AndroidWorld su News

Proprio a proposito di musica e suoni sappiamo che tanti utilizzano il proprio smartphone accoppiato a cuffie wireless o cablate per migliorare la qualità dell'esperienza audio. La possibilità di personalizzare i parametri di ascolto dipende sia dalle cuffie che dallo smartphone accoppiato. È possibile però anche ricorrere ad app di terze parti per accedere a maggiori opzioni di personalizzazione.

Proprio in questo contesto abbiamo conosciuto Wavelet, un'app gratuita che permette di personalizzare in maniera approfondita l'esperienza di ascolto. L'abbiamo provata e ora vi raccontiamo come è andata.

Iniziamo subito col dire che Wavelet fa un'ottima impressione appena installata. L'app si presenta senza richiedere permessi di accesso superflui, verranno richiesti infatti soltanto quelli necessari al suo utilizzo ottimale. L'app richiede infatti il permesso di accesso alle notifiche di Android, questo perché quando è in esecuzione propone una notifica nella rispettiva sezione con la quale è possibile gestire rapidamente la sessione di ascolto senza dover aprire l'app.

L'interfaccia dell'app, come potete constatare anche voi dagli screenshot allegati in galleria, è molto moderna e coerente con il Material You che Google ha implementato in Android 13. La schermata home presenta delle semplici informazioni in merito alla sessione di ascolto in corso. Nella parte inferiore è possibile accedere rapidamente alle impostazioni dell'app. Sempre in basso troviamo un pulsante di accensione e spegnimento che permette di annullare o attivare in un colpo solo tutte le personalizzazioni apportate con Wavelet durante la sessione di ascolto.

Una volta avviata la sessione di ascolto si vedranno tutte le opzioni di personalizzazione disponibili. Abbiamo apprezzato che tutte queste opzioni, sebbene siano numerose, sono organizzate in maniera semplice e sarà sempre rapido orientarsi all'interno dell'app. Andiamo ora a vedere cosa è possibile fare con Wavelet una volta avviata una sessione di ascolto:

  • Equalizzatore grafico. L'opzione per eccellenza della personalizzazione audio permette di modificare il peso dato alle frequenze audio durante l'ascolto. Sono disponibili un gran numero di preset, come potete vedere dagli screenshot in galleria. Oltre ai vari preset, che raccolgono la stragrande maggioranza dei profili audio di ascolto, è possibile selezionare l'opzione che permette di personalizzare manualmente l'equalizzatore.
  • Limitatore. Si tratta dell'opzione che permette di limitare in banda il post-guadagno, la soglia. È possibile personalizzare il tempo di rilascio e il tempo di attacco. Si tratta di opzioni più tecniche rispetto all'equalizzatore. Vi suggeriamo di non modificarle se non conoscete il loro significato.
  • Equilibrio dei canali. Questa opzione permette di personalizzare il guadagno di ogni canale di ascolto. Si rivela particolarmente utile quando si utilizzano cuffie o speaker stereo.

Ovviamente in ogni sezione delle opzioni descritte non manca il pulsante per resettare rapidamente tutti i parametri di personalizzazione. In questo modo è possibile ripristinare ai valori iniziali tutti i parametri di ascolto.

Insomma, Wavelet non ci ha fatto mancare nulla in termini di personalizzazione di ascolto. L'app si rivela particolarmente utile per coloro che usano cuffie o speaker che nativamente non offrono particolari possibilità di personalizzazione dell'ascolto.

Chiudiamo con una finale nota di merito. L'app Wavelet è disponibile sul Play Store di Google gratuitamente. Una volta installata constaterete che non sono previsti annunci pubblicitari, così come non è richiesto un abbonamento a pagamento per sbloccare funzionalità aggiuntive.

Se aveste voglia di provarla, qui sotto trovate il pulsante per il download diretto dal Play Store.

Scarica da Play Store

L'articolo La nostra prova di Wavelet: l'app gratis per i maniaci del suono sembra essere il primo su Androidworld.

Ecco il primo render di ColaPhone, lo smartphone firmato da Coca-Cola

Tue, 01/24/2023 - 10:27

Ice Universe, uno degli insider più noti, ha diffuso una notizia in grado di attirare diverse curiosità. Secondo l'utente, infatti, il famoso marchio "Coca-Cola" sarebbe in procinto di lanciare il suo primo smartphone, ovviamente caratterizzato da un design direttamente ispirato alla celebre bevanda.

Nel dettaglio, Ice Universe, oltre alla prima foto del dispositivo che potrebbe chiamarsi "ColaPhone", ha scritto: "Ecco il tuo primo sguardo al nuovissimo #ColaPhone! Forse Coca-Cola collaborerà con un importante marchio di smartphone. Indovinate di che marca sarà?". A riguardo, tra le immagini allegate al post, c'è quella della pagina Twitter dedicata che segue cinque noti produttori di smartphone: Xiaomi, POCO, OPPO, OnePlus, Huawei e Realme. Visto che sembra complicato che Coca-Cola sia in grado di lanciare uno smartphone autonomamente, è molto probabile che collaborerà con uno di questi marchi per la realizzazione del prodotto.

Per quanto riguarda i dettagli tecnici, ancora non è emerso nulla. Il render pubblicato, però, ci consente di dare un'occhiata al dispositivo, che dovrebbe avere una doppia fotocamera posteriore, affiancate da un flash-LED. Il colore, invece, sarà ovviamente ispirato alla famosa bevanda (ovvero rosso), mentre sulla cover posteriore spiccherà il noto logo dell'azienda. Infine, nemmeno sulle tempistiche del debutto ci sono novità, tuttavia chissà se l'azienda non ci riservi qualche sorpresa durante il "Mobile World Congress" di febbraio.

L'articolo Ecco il primo render di ColaPhone, lo smartphone firmato da Coca-Cola sembra essere il primo su Androidworld.

Android 14 bloccherà l'installazione di alcune app obsolete

Tue, 01/24/2023 - 08:20

Secondo alcune indiscrezioni, allo scopo di ridurre gli attacchi da possibili malware, Android 14 bloccherà l'installazione di app destinate alle versioni precedenti del sistema operativo. Secondo una modifica del codice appena pubblica, la prossima versione del S.O. includerà requisiti API più severi che arresta completamente l'installazione di app obsolete. Se questa modifica venisse confermata, gli utenti non potranno più eseguire il sideload di specifici file APK né installare le stesse app tramite gli app store.

Entrando di più nel vivo della notizia, almeno all'inizio Android 14 dovrebbe bloccare soltanto le app destinate a versioni di Android particolarmente vecchie. Nel corso del tempo, però, l'obiettivo sarà quello di aumentare "la soglia" fino ad Android 6.0. A riguardo, probabilmente spetterà ad ogni produttore impostare la soglia per le app obsolete: "Se è abilitata l'imposizione della versione minima dell'SDK installabile, blocca l'installazione delle app utilizzando una versione dell'SDK di destinazione inferiore a quella richiesta. Questo aiuta a migliorare la sicurezza e la privacy poiché il malware può prendere di mira le versioni precedenti dell'SDK per evitare l'applicazione del nuovo comportamento dell'API".

Tramite questa mossa, Google punta a mettere un freno alla diffusione di app malware. Secondo gli sviluppatori, infatti, alcune app pericolose hanno preso di mira le versioni precedenti di Android per aggirare determinate protezioni applicate soltanto alle app più recenti. In ogni caso, se avrete bisogno di installare un software obsoleto, sarà possibile farlo attraverso una shell dei comandi (utilizzando un nuovo flag).

L'articolo Android 14 bloccherà l'installazione di alcune app obsolete sembra essere il primo su Androidworld.

OPPO Find N2 Flip: l'attesa sta per finire

Mon, 01/23/2023 - 23:34

Attualmente nel settore degli smartphone troviamo tanti attori che giocano ruoli di primo piano tra i top di gamma Android. Se andiamo invece nell'ambito pieghevoli troviamo pochi protagonisti, tra i quali spicca sicuramente Samsung. OPPO è tra coloro che insegue, pur confermando la volontà di fare sul serio.

Canale Telegram Offerte

Segui AndroidWorld su News

Alla fine dello scorso anno abbiamo visto il colosso cinese presentare due nuovi dispositivi di fascia alta: OPPO Find N2 e OPPO Find N2 Flip. Si tratta di due smartphone pieghevoli particolarmente interessanti, sia per specifiche tecniche che per design. Per quanto riguarda N2 Flip, sapevamo che il suo lancio globale sarebbe avvenuto per l'inizio del 2023, e allora ecco che torniamo a parlarne.

Nelle ultime ore infatti il noto leaker SnoopyTech ha condiviso delle nuove informazioni su OPPO Find N2 Flip, le quali riguardano in particolare il lancio a livello globale del nuovo pieghevole di casa OPPO.

Il leaker indica che il suo lancio a livello globale avverrà presto, con tempistiche che dovrebbe cadere tra febbraio e l'inizio di marzo. Ma oltre a questo, abbiamo anche delle rilevanti conferme sulle specifiche tecniche che possiamo aspettarci da Find N2 Flip:

  • Display:
    • Interno: 6,8" full HD AMOLED con refresh rate fino a 120 Hz
    • Esterno: 3,26" AMOLED con refresh rate fino a 60 Hz
  • Processore: MediaTek Dimensity 9000+
  • RAM: 8 GB (espandibile fino a 16 GB con la funzionalità RAM virtuale)
  • Storage interno: 256 GB
  • Fotocamera:
    • Principale: 50 megapixel
    • Grandangolo: 8 megapixel
    • Interna: 32 megapixel
  • Batteria: 4.300 mAh con ricarica rapida a 44W
  • Colorazioni: Astral Black e Moonlit Purple

Insomma, ci sembra di capire che il nuovo pieghevole di OPPO farà diretta concorrenza al Galaxy Z Flip 4 di Samsung, presumibilmente anche per un prezzo più abbordabile rispetto a Find N2. Speriamo di vederlo ufficialmente anche in Italia. Torneremo ad aggiornarvi appena ne sapremo di più sulla data di lancio globale.

L'articolo OPPO Find N2 Flip: l'attesa sta per finire sembra essere il primo su Androidworld.

App e giochi in sconto sul Play Store fino al 30 gennaio: MechaNika, Deep Space e tanto altro

Mon, 01/23/2023 - 23:18

Una nuova settimana è iniziata e per iniziarla al meglio torniamo a parlare delle offerte che periodicamente troviamo sul Play Store di Google. Proprio a proposito di Play Store, vi suggeriamo la nostra guida per installarlo su tutti i dispositivi Android.

Canale Telegram Offerte

Offerte Amazon

Andiamo quindi a vedere quali sono i contenuti come app e giochi gratis o in sconto del momento, per smartphone e tablet Android. Prima vi ricordiamo anche la nostra guida per farsi rimborsare dal Play Store nel caso in cui un acquisto non vi soddisfi.

  • SPHAZE: Sci-fi puzzle game GRATIS

L'articolo App e giochi in sconto sul Play Store fino al 30 gennaio: MechaNika, Deep Space e tanto altro sembra essere il primo su Androidworld.

Galaxy S23 Ultra: trapelano i segreti della sua fotocamera

Mon, 01/23/2023 - 22:22

Ci avviciniamo sempre di più a una delle giornate più importanti per Samsung, almeno per quanto riguarda la sua divisione smartphone. Parliamo ovviamente dell'evento Unpacked programmato per il 1 febbraio, quello in cui verranno svelati i nuovi Galaxy S23.

Segui AndroidWorld su News

La nuova famiglia di top di gamma Android della casa sudcoreana è praticamente già nota, grazie alla lunga serie di leak che ci ha accompagnato nelle scorse settimane. Proprio qualche ora fa abbiamo visto le potenzialità fotografiche in notturna di Galaxy S23 Ultra, e ora torniamo a parlarne sempre a proposito del suo comparto fotografico.

Lo screenshot che trovate nella galleria in basso consiste in una serie di informazioni che riguarderebbero proprio Galaxy S23 Ultra. Nello specifico, abbiamo modo di vedere le informazioni tecniche che riguardano l'hardware che costituirà il comparto fotografico del nuovo top di gamma assoluto di Samsung.

Salta subito l'occhio la presenza del sensore principale da 200 megapixel, il nuovo ISOCELL HP2 sviluppato e realizzato da Samsung stessa. Un'altra novità sarà il sensore fotografico grandangolare, il Sony IMX564 che scatterà a 12 megapixel e che rappresenta praticamente il successore del IMX563 che abbiamo visto arrivare su S22 Ultra.

Gli altri due sensori della fotocamera posteriore rimangono invariati rispetto a S22 Ultra dello scorso anno: parliamo dei due teleobiettivi da 10 megapixel con zoom ottico 3x e 10x.

Curioso l'aspetto che riguarda la fotocamera anteriore: stando a quanto appena trapelato online, il sensore dovrebbe scattare a 12 megapixel e corrispondere ad un ISOCELL 3LU, non ancora annunciato ufficialmente. Se questo venisse confermato, si tratterebbe di un downgrade, almeno in termini di risoluzione di scatto, rispetto al sensore ISOCELL GH1 da 40 megapixel che abbiamo visto su S22 Ultra lo scorso anno.

Questi dettagli ancora devono venire confermati ufficialmente, quindi non prendeteli per assolutamente certi. Tale conferma arriverà il 1 febbraio, il giorno scelto da Samsung per presentare al mondo i suoi nuovi gioielli.

L'articolo Galaxy S23 Ultra: trapelano i segreti della sua fotocamera sembra essere il primo su Androidworld.

Arriva Android Auto 8.7, ma di Coolwalk nemmeno l'ombra

Mon, 01/23/2023 - 19:53

Una delle novità più importanti arrivate su Android Auto è sicuramente Coolwalk, la nuova interfaccia che migliora di molto l'esperienza d'utilizzo della piattaforma per auto di Google. Purtroppo, sembra che Coolwalk non sia ancora disponibile per tutti gli utenti, nonostante le dichiarazioni di Google.

Offerte Amazon

L'azienda infatti, durante i primi giorni del 2023, ha annunciato che Coolwalk sarebbe arrivata presto per tutti gli utenti Android Auto: in precedenza, questa funzione era disponibile solo per un gruppo di utenti che utilizzavano la versione beta di Android Auto. Ad oggi però, sono davvero pochi gli utenti "non beta" che hanno ricevuto la nuova interfaccia grafica.

Per provare dunque Coolwalk è necessario attendere un aggiornamento lato server da parte di Google: l'azienda ha iniziato il rollout già dall'inizio del mese, ma sembra che questo stia procedendo davvero molto a rilento e non c'è modo di forzare l'attivazione della nuova interfaccia Coolwalk per Android Auto.

Da pochissimo, Google ha anche rilasciato Android Auto 8.7: l'aggiornamento, che può essere scaricato e installato dal Play Store, non aggiunge però nessuna novità tangibile per gli utenti, visto che il changelog menziona solo correzione di bug e di problemi. Android Auto 8.7 non porta nemmeno Coolwalk, cosa che ha fatto storcere il naso a parecchi.

Ricordiamo che Coolwalk è un nuova interfaccia che permette di dividere lo schermo di Android Auto per utilizzare due applicazioni contemporaneamente (ad esempio, l'app per la navigazione e l'app per la riproduzione musicale). Abbiamo parlato più nello specifico di Coolwalk e delle novità promesse da Google in questo articolo.

L'articolo Arriva Android Auto 8.7, ma di Coolwalk nemmeno l'ombra sembra essere il primo su Androidworld.

Motorola è fedele alla fascia media: Moto G23 si mostra per la prima volta

Mon, 01/23/2023 - 16:00

Da più di un decennio troviamo Motorola particolarmente attiva nel mercato smartphone, soprattutto per quanto concerne i dispositivi Android di fascia media. La celebre serie Moto G non accenna a tramontare.

Segui AndroidWorld su News

Nelle ultime ore infatti sono trapelati i primi dettagli su Moto G23, un dispositivo di gamma media che dovrebbe dar seguito alla popolare serie di smartphone della casa alata.

Le immagini che trovate nella galleria in basso mostrano il look di quello che arriverà sul mercato come Moto G23: il tutto appare abbastanza standard, esattamente a come ci ha abituato Motorola nel corso degli ultimi anni con i suoi modelli di fascia media.

Anteriormente vediamo un display piatto con un foro centrale, il quale ospiterà la fotocamera anteriore. Posteriormente invece vediamo un modulo fotografico quadrato, localizzato nella parte in alto a sinistra della cover posteriore, che presenta tre sensori fotografici accoppiati al flash LED. Sul modulo posteriore riusciamo anche a scorgere una didascalia a suggerire che il sensore principale scatterà a 50 megapixel.

Oltre all'anteprima del design, riusciamo anche ad avere una buona panoramica delle specifiche tecniche attese:

  • Display: 6,5" IPS LCD (1.600 x 720 pixel)
  • Processore: MediaTek Helio G85
  • RAM: 4 GB
  • Storage interno: 128 GB
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 50 megapixel
    • Grandangolo: 5 megapixel
    • Profondità: 2 megapixel
  • Fotocamera anteriore: 16 megapixel
  • Batteria: 4.000 mAh con ricarica rapida a 30W

Questo nuovo Moto G23 è atteso nelle colorazioni che vedete nelle immagini in basso: Blue, Grey e White. Il suo debutto è atteso a breve in Europa, dove dovrebbe arrivare ad un prezzo che parte da 199€, in pieno stile Moto G. Torneremo ad aggiornarvi appena avremo dettagli ufficiali in merito alla sua disponibilità in Italia.

L'articolo Motorola è fedele alla fascia media: Moto G23 si mostra per la prima volta sembra essere il primo su Androidworld.

Aggiornate il Galaxy Store: c'è una vulnerabilità pericolosa per il vostro telefono

Mon, 01/23/2023 - 15:13

Questo periodo è particolarmente intenso per Samsung, visto che il produttore sudcoreano prepara il grande lancio dei Galaxy S23, i suoi nuovi top di gamma. Sappiamo bene anche quanto Samsung ci tenga al supporto software dei suoi dispositivi.

Offerte Amazon

Segui SmartWorld su News

Sappiamo che il supporto software non solo ha l'obiettivo di aggiornare Android ma anche quello di tenere sempre alti gli standard di sicurezza dei dispositivi Android. Questo tiene gli utenti al riparo da furti di dati personali e non solo. Proprio in questo contesto arrivano allarmanti notizie per il Galaxy Store.

Galaxy Store è lo store delle app che Samsung propone sui suoi dispositivi Android. Questo ospita le app Samsung e non solo, e possiamo considerarlo come un'alternativa relativamente completa al Play Store di Google. I ricercatori di NCC Group, che si occupano di cybersecurity, hanno rilevato una pesante vulnerabilità proprio nel Galaxy Store.

Tale vulnerabilità è stata scovata tra il 23 novembre e il 3 dicembre 2022 ed è stata catalogata con il codice CVE-2023-21433. Questa permetterebbe a ipotetici malintenzionati di prendere il controllo remoto del dispositivo per mezzo di un Android Debug Bridge e passando per l'installazione di app comuni come Pokémon GO.

I ricercatori hanno informato tempestivamente Samsung, la quale ha lavorato ad un fix e ha rilasciato un aggiornamento del Galaxy Store che dovrebbe risolvere la vulnerabilità descritta. Tale aggiornamento corrisponde alla versione 4.5.49.8 del Galaxy Store. Inoltre, sembra che tale vulnerabilità non possa essere sfruttata sui dispositivi aggiornati ad Android 13, visto che la patch dovrebbe già essere stata integrata nell'ultima versione di Android.

In ogni caso vi suggeriamo di aggiornare il più velocemente possibile il Galaxy Store sul vostro dispositivo Samsung. Se aveste dubbi sulla procedura vi suggeriamo la nostra guida dettagliata, la quale descrive anche come aggiornare le app su Galaxy Store.

L'articolo Aggiornate il Galaxy Store: c'è una vulnerabilità pericolosa per il vostro telefono sembra essere il primo su Androidworld.

Pages