Android World

Condividi su:

Condividi su:


MANUALINUX


Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 3 hours 20 min ago

WhatsApp Beta: in arrivo il nuovo layout per i contenuti multimediali

Fri, 12/03/2021 - 09:46

WhatsApp conferma di essere costantemente a lavoro su nuove soluzioni e opzioni per le sue dedicate ai dispositivi mobili. Nelle ultime ore è arrivato un nuovo aggiornamento per l'app Android.

L'aggiornamento citato non apporta rilevanti novità ma nasconde alcuni riferimenti su cosa vedremo in futuro. Il teardown svolto sul codice da WABetaInfo ha permesso di evidenziare la nuova interfaccia utente che sarà dedicata alla sezione di condivisione dei contenuti multimediali. Lo screenshot in galleria permette di evidenziare le differenze tra la versione attuale e quella futura.

Con la nuova interfaccia sarà inoltre possibile scegliere, anche immediatamente a monte della condivisione dei contenuti multimediali, il destinatario del contenuto stesso.

La novità appena vista è ancora in fase di sviluppo e non ancora disponibile a livello pubblico. Torneremo ad aggiornarvi non appena lo sarà.

L'articolo WhatsApp Beta: in arrivo il nuovo layout per i contenuti multimediali sembra essere il primo su Mobileworld.

POCO X3 Pro è stato uno dei bestseller del Black Friday 2021

Fri, 12/03/2021 - 00:41

Il Black Friday che ci siamo appena lasciati alle spalle ha visto protagonisti diverse offerte nel mondo tech, compresi alcuni modelli di smartphone interessanti. Tra questi abbiamo visto alcuni dei più recenti dispositivi di POCO.

POCO X3 Pro ha fatto ancora meglio e passa alla storia come uno dei bestseller dello scorso Black Friday. A dirlo è il Senior Exceutive di Xiaomi, Lu Weibing. POCO X3 Pro è stato lo smartphone più venduto su Amazon in sei dei principali mercati europei: Spagna, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi e Regno Unito.

Anche in Italia infatti abbiamo visto POCO X3 Pro in una ghiotta offerta a 199 euro per poco tempo. Fateci sapere se anche voi ne avete approfittato e se avete contribuito al successo di POCO X3 Pro.

L'articolo POCO X3 Pro è stato uno dei bestseller del Black Friday 2021 sembra essere il primo su Androidworld.

OnePlus 6 / 6T si aggiornano con le patch di novembre

Fri, 12/03/2021 - 00:29

OnePlus ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento per la versione stabile della OxygenOS rivolto ai suoi OnePlus 6 e 6T, il quale è centrato sull'aspetto della sicurezza periodica. Chiaramente le build si riferiscono entrambe alla OxygenOS 11.1.2.2 per i due device. Andiamo a vedere insieme il changelog.

Sistema
  • Aggiornamento delle patch di sicurezza Android a novembre 2021.
  • Miglioramenti per la stabilità di sistema.

L'aggiornamento appena descritto è basato su Android 11 ed è attualmente in fase di distribuzione automatica via OTA a livello globale, dunque anche per gli utenti europei. Dovreste riceverlo nel giro delle prossime ore.

L'articolo OnePlus 6 / 6T si aggiornano con le patch di novembre sembra essere il primo su Androidworld.

Pixel Watch "confermato": sarai tu l'anti Apple Watch?

Fri, 12/03/2021 - 00:18

Sono passati diversi anni dalle prime voci che puntavano su uno smartwatch sviluppato in casa Google, il Pixel Watch che lo scorso anno sembrava ormai pronto al lancio ufficiale. Questo incredibilmente non è mai accaduto, ma ora Google sembra pronta al salto.

Stando alle ultime rivelazioni condivise da Business Insider, e riprese da The Verge, la divisione hardware di Google starebbe lavorando a un nuovo smartwatch identificato dal nome in codice Rohan. Lo sviluppo starebbe avvenendo separatamente dal gruppo Fitbit che Google ha acquisito da un paio d'anni.

Quindi, siamo davvero di fronte al nuovo Pixel Watch? Difficile dirlo. Mentre lo sviluppo e il lancio dello smartwatch Google sembra, almeno a chi ha condiviso le ultime informazioni, cosa fatta, rimane da capire se Google vorrà lanciarlo all'interno della famiglia Pixel.

Lo smartwatch dovrebbe arrivare sul mercato a un prezzo più alto dell'attuale rage al quale vengono commercializzati gli indossabili Fitibit, e dunque andare a competere direttamente con Apple Watch. A livello software ci aspettiamo faville dal nuovo Wear OS 3, sviluppato in collaborazione con Samsung, e che potrebbe includere anche un'integrazione con la piattaforma di Fitbit.

Ci aspettiamo che nelle prossime settimane emergano ulteriori dettagli sui piani di Google in merito al suo smartwatch. Il lancio dovrebbe avvenire il prossimo anno, anche se ancora non è chiaro verso quale periodo.

L'articolo Pixel Watch "confermato": sarai tu l'anti Apple Watch? sembra essere il primo su Mobileworld.

Si allarga la lista degli smartphone compatibili con ARCore: arrivano Pixel 6 e 6 Pro

Thu, 12/02/2021 - 23:21

Google punta molto sulla realtà aumentata e da molti anni sviluppa l'SDK ARCore, ovvero una serie di librerie per lo sviluppo di software AR compatibile, oltre che con Android, anche con iOS.

BigG inoltre aggiorna spesso una lista di smartphone che sono certificati e compatibili con la tecnologia ARCore: per entrare a far parte di questa, i dispositivi devono avere determinate caratteristiche hardware e software, come ad esempio una CPU potente, diversi sensori per il movimento e una fotocamera di qualità.

Da poco, la lista si allarga e ne entrano a far parte ben 26 nuovi smartphone. Spiccano sicuramente Pixel 6 e 6 Pro, che non potevano non supportare ARCore, ma troviamo anche OnePlus Nord 2 e la serie edge 20 di Motorola. Qui di seguito la lista completa:

  • Google Pixel 6
  • Google Pixel 6 Pro
  • Infinix Mobile Zero X
  • Infinix Mobile Zero X Neo
  • Infinix Mobile Note 11
  • Infinix Mobile Note 11 Pro
  • Infinix Mobile Note 11S
  • Kyocera Duraforce Ultra 5G
  • Lenovo Lenovo Tab P11 Plus
  • Lenovo Lenovo Tab P12 Pro
  • Motorola moto g(50) 5G
  • Motorola moto g(60)s
  • Motorola edge 20 pro
  • Motorola edge 20
  • Motorola edge 20 lite
  • OnePlus Nord2 5G
  • Sharp AQUOS sense6
  • Sharp AQUOS zero6
  • Tecno Camon 18P
  • Tecno Camon 18 Premier
  • Vivo V2105
  • Xiaomi 11T
  • Xiaomi Pad 5
  • Zebra ET51L 10" Enterprise Tablet
  • Zebra ET56L 10" Enterprise Tablet
  • ZTE Libero 5G II

 

L'articolo Si allarga la lista degli smartphone compatibili con ARCore: arrivano Pixel 6 e 6 Pro sembra essere il primo su Androidworld.

I selfie di Xiaomi 11T Pro non vi faranno rimpiangere il fratello maggiore per DxOMark

Thu, 12/02/2021 - 22:45

Dopo aver parlato del display, fotocamera e autonomia di Xiaomi 11T Pro, DxOMark ha deciso di mettere sotto la lette d'ingrandimento i selfie dello smartphone e, in particolare, se questi sono davvero inferiori a quelli del "fratello maggiore" Xiaomi 11.

La fotocamera frontale ha un sensore da 16MP con apertura f/2.45 e riesce a girare video alla risoluzione 1080p fino a 60fps. Con 91 punti, Xiaomi 11T Pro raggiunge una posizione di metà classifica per gli smartphone nella sua fascia di prezzo. C'è un leggero miglioramento rispetto a Xiaomi 11, che comunque si nota di più nelle foto che nei video.

L'esposizione delle immagini risulta corretta, così come il bilanciamento del bianco. Il rumore è quasi assente nei video e l'esposizione di questi è buona in qualsiasi condizione di luce. Purtroppo a volte sono presenti degli artefatti e l'effetto bokeh è "troppo agressivo". Inoltre la stabilizzazione nei video non funziona a dovere.

L'articolo I selfie di Xiaomi 11T Pro non vi faranno rimpiangere il fratello maggiore per DxOMark sembra essere il primo su Androidworld.

Per gli audaci, è già disponibile la prima custom ROM per Pixel 6

Thu, 12/02/2021 - 22:23

Pixel 6 e 6 Pro sono sul mercato, al momento non quello italiano, ormai da qualche settimana e dunque gli sviluppatori indipendenti hanno già cominciato a mettere mai al firmware: gli smartphone continuano la tradizione dei vecchi Nexus e si dimostrano parecchio inclini ad "essere modificati" nonostante il SoC, tanto che è già disponibile la prima custom ROM.

Si tratta della ROM ProtonAOSP, sviluppata da Danny Lin, che esce dalla fase di beta testing iniziata lo scorso 15 novembre e diventa scaricabile ed installabile da tutti i possessori di Pixel 6 o 6 Pro: la versione 12.1.0 del firmware infatti aggiunge il supporto al sensore d'impronte digitali, Wi-Fi e connessione dati per i dispositivi Google.

Secondo lo sviluppatore, dovrebbe funzionare praticamente tutto: vi lasciamo comunque al changelog completo e vi rimandiamo alla pagina Patreon dello sviluppatore. Al momento infatti è possibile scaricare la ROM previa iscrizione al servizio, ma nei prossimi giorni sarà sicuramente rilasciata gratuitamente per tutti.

Changes
  • Added full support for Pixel 6 and Pixel 6 Pro
  • Updated to Pixel 6 branch of Android 12
  • November security patch
  • Enabled hidden system feature flag overrides via ADB
  • Under-the-hood support for newer devices
  • Fixed screen-off Voice Match in Google Assistant
  • Added themed app icons from Lawnicons
  • Added setting to disable location indicators (in developer options)
  • Web installer: Added support for Pixel 6 series
  • Pixel: Updated Now Playing database
  • Pixel: Updated Live Caption configuration
  • Pixel 5: Fixed poor microphone quality when Voice Match is on
  • Pixel 6/Pro: Disabled blur effects (reduces GPU power usage by 86% in some cases)
  • Pixel 6/Pro: Added support for under-display fingerprint sensor
  • Pixel 6/Pro: Improved fingerprint unlock speed by 50 milliseconds
  • Pixel 6/Pro: Added Adaptive Connectivity and increased touch sensitivity settings
  • Pixel 6/Pro: Disabled memory management debugging
  • Pixel 6/Pro: Better 5 GHz Wi-Fi signal retention
  • Pixel 6/Pro: Lower background memory usage
  • Pixel 6 Pro: Smooth, fading brightness transitions
Features confirmed working on Pixel 6
  • Wi-Fi, cellular data, Wi-Fi Direct
  • VoLTE, Wi-Fi calling
  • Location, NFC, sensors
  • Camera (telephoto, wide-angle, Night Sight, portrait, video features, etc.)
  • Under-display fingerprint sensor
  • Bluetooth (AAC and AptX audio)
  • Screen-off "Hey Google", Google Assistant quick phrases
  • AV1 video decoding
  • Neural Networks API (GPU+TPU backends)
  • Magic Eraser
  • Now Playing, Live Caption
  • RCS
  • Android Auto

L'articolo Per gli audaci, è già disponibile la prima custom ROM per Pixel 6 sembra essere il primo su Androidworld.

DxOMark mette alla prova Oppo Reno6 e iPhone 13 Pro

Thu, 12/02/2021 - 20:40

La testata francese DxOMark ha messo alla prova diversi smartphone nell'ultimo periodo: in particolare, ecco come si sono comportati Oppo Reno6 5G, per quanto riguarda i selfie e il display, e iPhone 13 Pro, sempre per quanto riguarda il display.

La camera frontale di Oppo Reno6 5G ha decisamente colpito DxOMark: la qualità è buona e nella classifica per fascia di prezzo si piazza al secondo posto, grazie agli 80 punti totalizzati, dietro Xiaomi Mi 10T Pro 5G (con 88 punti). Il sensore da 32MP, con EIS e un campo visivo di 89°, si comporta molto bene, anche in condizioni di scarsa illuminazione: i dettagli sul viso sono ben definiti e le immagini e i video sono sempre ben bilanciati. Purtroppo già a circa un metro e venti di distanza (la lunghezza di un selfie stick) si ha una discreta perdita di qualità e la stabilizzazione non è molto efficace.

Per quanto riguarda il display invece, i punti totalizzati sono 80, che posizionano lo smartphone al pari Motorola Edge 20 Pro nella classifica generale. Il pannello da 6,4 pollici ha risoluzione 1080 x 2440 pixel e refresh rate a 90Hz: per DxOMark le immagini riprodotte risultano ben omogenee, con colori naturali e nessun vero problema.

Decisamente di un'altra categoria il display di iPhone 13 Pro: secondo DxOMark, è leggermente inferiore ad iPhone 13 Pro Max, ma la qualità rimane elevata. La leggibilità è perfetta, così come la riproduzione dei colori. Anche i contenuti in HDR10 sono ben riprodotti e, in generale, si ha una sensazione di fluidità. Risulta però un po' troppo bassa la luminosità e a volte è visibile un alone giallo sullo schermo.

L'articolo DxOMark mette alla prova Oppo Reno6 e iPhone 13 Pro sembra essere il primo su Mobileworld.

Motorola senza filtri: trapelate informazioni e prezzo di Moto G12

Thu, 12/02/2021 - 20:35

Motorola è stato un brand molto attivo durante quest'anno che si sta per concludere. Gli smartphone presentati sono stati tanti, compresi i più recenti Moto G31, Moto G41, Moto G51 e Moto G71. Sembra però che l'azienda statunitense non voglia fermarsi qua, visto che ha in programma il lancio del prossimo dispositivo di fascia economica, ovvero il Moto G12.

Le caratteristiche e le informazioni già trapelate in merito a questo nuovo smartphone sono molte. Moto G12 sarà probabilmente lanciato all'inizio del prossimo anno, in una sola variante da 4GB di RAM, e 64GB di memoria interna. Il dispositivo dovrebbe avere un prezzo al lancio compreso tra 160 e 180 Euro.

Lo smartphone economico, che si posizionerà sopra la linea Moto E di Motorola, sarà disponibile nelle colorazioni blu e nero.

L'articolo Motorola senza filtri: trapelate informazioni e prezzo di Moto G12 sembra essere il primo su Androidworld.

Per la prima volta Vivo guarda al mondo dei tablet

Thu, 12/02/2021 - 19:46

All'inizio di quest'anno Vivo ha registrato il marchio Vivo Pad in Europa, che quindi testimoniata l'entrata dell'azienda cinese nel settore dei tablet. Delle precedenti fughe di notizia hanno rivelato che questo nuovo dispositivo presenterà un design a schermo intero e probabilmente una doppia fotocamera posteriore.

Sul portale del TUV Rheinland è stato avvistato un device dotato di una batteria da 8.040 mAh, e si ritiene si riferisca proprio al Vivo Pad. Ora invece il leaker Digital Chat Station ha affermato che il tablet sarà alimentato dal SoC Snapdragon 870

Lo scorso agosto il vicepresidente esecutivo dell'azienda, Hu Baishan, ha confermato che il primo tablet Vivo sarà lanciato nella prima metà del prossimo anno. Lo stesso leaker sopra citato ha aggiunto che sempre nel 2022 vedremo arrivare nel mondo dei tablet anche altre società, come OnePlus che ha anche registrato il marchio OnePlus Pad nell'Unione Europea nel luglio 2021.

L'articolo Per la prima volta Vivo guarda al mondo dei tablet sembra essere il primo su Androidworld.

Quali giochi vinceranno i Game Awards? | Podcast

Thu, 12/02/2021 - 18:41

Tra circa una settimana si terranno i Game Awards, ossia l'evento in cui vengono premiati i videogiochi migliori dell'anno, che potremmo paragonare agli Oscar per i film. Ci sono tantissime categorie e tantissimi giochi candidati: in questa puntata de Il tech delle cinque commentiamo le nomination con Giorgio, con un po' di giudizi e un po' di previsioni.

Potete ascoltare l'episodio dal player qui sotto ma non dimenticate di iscrivervi su Spotify, Apple podcast, Google Podcast o dovunque ci vogliate seguire.

Ascolta "Quali giochi vinceranno i Game Awards?" su Spreaker.

L'articolo Quali giochi vinceranno i Game Awards? | Podcast sembra essere il primo su Smartworld.

Honor Band 6 si aggiorna: novità per il monitoraggio dell'ossigenazione del sangue

Thu, 12/02/2021 - 18:02

Honor Band 6, la più recente smartband lanciata sul mercato da Honor, ha appena ricevuto un nuovo aggiornamento software, con una novità che riguarda il monitoraggio dei parametri fisiologici.

L'aggiornamento del firmware per Honor Band 6 consiste nell'integrazione del monitoraggio continuo dell'ossigenazione del sangue. Tale funzionalità era già presente ma solo in modalità puntuale, ovvero era possibile effettuare le misure in determinati istanti temporali.

Inoltre, l'aggiornamento apporta anche la possibilità di monitorare e tracciare fino a 95 attività sportive diverse, mentre prima erano soltanto 10.

L'update è attualmente in fase di distribuzione automatica tramite l'app per dispositivi mobili che permette di gestire Honor Band 6.

L'articolo Honor Band 6 si aggiorna: novità per il monitoraggio dell'ossigenazione del sangue sembra essere il primo su Mobileworld.

YouTube su Android assapora il Material You: avete ricevuto le novità?

Thu, 12/02/2021 - 17:51

Il Material You è la nuova interfaccia grafica che Google ha introdotto insieme ad Android 12, una ventata di aria fresca sotto tutti i punti di vista per l'interfaccia grafica del popolare robottino verde.

Sono diverse le app e i servizi Google che hanno già ricevuto la nuove linee grafiche del Material You, tra quelle che ancora attendono troviamo YouTube. L'app Android del popolare servizio di streaming multimediale ha iniziato però a ricevere queste novità: come vedete dal primo screenshot in galleria, alcuni utenti hanno ricevuto la nuova barra con i collegamenti rapidi associati a ogni video.

La nuova barra prevede che i collegamenti siano racchiusi nelle classiche pillole che caratterizzano le linee del Material You. Potrebbe anche trattarsi di un design non definitivo, visto che la nuova barra è in realtà più lunga della precedente e incrementa la probabilità di dover effettuare uno swipe laterale per raggiungere tutte le opzioni.

La novità al momento investe solo la barra delle opzioni sotto ai video e non altre porzioni dell'interfaccia. Si tratta comunque di un test riservato a specifici utenti, fateci sapere se siete tra i selezionati da Google.

L'articolo YouTube su Android assapora il Material You: avete ricevuto le novità? sembra essere il primo su Androidworld.

Android 12 per Galaxy Note 10: ci siamo quasi

Thu, 12/02/2021 - 15:44

Dalla Corea del Sud arrivano delle belle novità per i possessori di Galaxy Note 10, uno degli ex top di gamma di casa Samsung, in merito all'aggiornamento ufficiale con Android 12.

Stando a quanto riferito da SamMobile, Samsung avrebbe avviato ufficialmente il rollout della beta della One UI 4.0, basata su Android 12 appunto, per i possessori sudcoreani della serie Galaxy Note 10. Entrambi i dispositivi della serie, ovvero Galaxy Note 10 e Galaxy Note 10+ sono compatibili per l'adesione al programma beta.

La disponibilità della beta di Android 12 ci fa presupporre che il rilascio della versione stabile sia ormai vicino. Solitamente Samsung non estende la disponibilità delle sue build in beta agli utenti italiani. Per il major update di Galaxy S21 abbiamo visto che comunque è passato poco tempo tra il rilascio della beta e quello della stabile, ci aspettiamo che accada lo stesso per Galaxy Note 10.

Intanto se volete avere un assaggio delle novità apportate dalla One UI 4.0 con Android 12 di Samsung vi suggeriamo di far riferimento alla nostra prova sul campo.

L'articolo Android 12 per Galaxy Note 10: ci siamo quasi sembra essere il primo su Androidworld.

Samsung Galaxy A73 senza più segreti: design e specifiche tecniche

Thu, 12/02/2021 - 15:35

Si scalda l'atmosfera attorno ai prossimi modelli che Samsung lancerà nel 2022, e non solo per quanto riguarda i top di gamma Galaxy S22. Nelle ultime ore sono trapelati nuovi dettagli su Galaxy A73 5G, uno dei prossimi dispositivi di fascia medio-alta.

Grazie all'affidabile Steve H. siamo in grado di dare un'occhiata a come sarà il design dello smartphone: come vedete dalle immagini presenti nella galleria in basso, il dispositivo presenterà un modulo fotografico posteriore con ben quattro fotocamere e il flash LED, in configurazione simile a quanto abbiamo visto sulla serie Galaxy S21. Anteriormente vediamo un display piatto, forato al centro per la fotocamera anteriore.

Dalle immagini non vediamo il sensore d'impronte posteriore, il quale presumibilmente sarà integrato sotto al display. Non solo design, grazie al recente leak abbiamo modo di avere un'anteprima anche delle presunte specifiche tecniche, le quali si rivelano pesanti:

  • Display: 6,7" Infinity-O
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 750G
  • Fotocamera posteriore: quad-camera con sensore principale da 108 megapixel
  • RAM: 8 GB
  • Storage interno: 128 GB
  • Batteria: 5.000 mAh con ricarica rapida a 33W
  • Dimensioni: 163,8 x 76,0 x 7,6 mm (9,3 mm considerando il bump della fotocamera)
  • Colorazioni: Black, Gold

Al momento rimane ancora da capire quando Samsung lancerà il nuovo Galaxy A73 5G. Torneremo ad aggiornarvi non appena emergeranno novità su questo aspetto.

L'articolo Samsung Galaxy A73 senza più segreti: design e specifiche tecniche sembra essere il primo su Androidworld.

Non c'è più bisogno di comprare una RTX 3080: basta GeForce Now!

Thu, 12/02/2021 - 15:00

Poche settimane fa, NVIDIA annunciava il salto di qualità di GeForce Now, il suo rinomato servizio di cloud gaming, che da oggi inizierà ad essere disponibile in opzione RTX 3080, con ray tracing, 1600p@120 fps su PC e 4K@60fps su Shield. Abbiamo avuto la fortuna di provarlo in anteprima, e dobbiamo dire di esserne rimasti davvero colpiti.

GeForce Now è sempre stato il servizio di cloud gaming più scalabile tra i principali: ha sempre offerte un ottimo controllo del flusso di streaming ed ha sempre adattato benissimo il gameplay alle condizioni di rete, scalando molto velocemente la risoluzione per cercare di garantire sempre una giocabilità fluida. Gli mancava solo una cosa: una qualità grafica superiore, e adesso ce l'ha eccome.

Giocare fino in 1600p a 120 frame al secondo su PC Windows o Mac è una vera goduria, ed il 4K@60fps su Shield è la ciliegina sulla torta che completa un'esperienza di gioco che ora è al pari con i PC di fascia alta. Con una buona rete (ci torneremo sopra a breve), distinguere lo streaming di GeForce Now da un gioco eseguito in locale è diventato infatti quasi impossibile.

Guardate il video in apertura al minuto 4:13 e provate a capire quale dei due flussi video sia di GeForce Now e quale di un Legion 5 Pro. Andate, vi aspettiamo!

Fatto? E ora cosa mi dite della qualità di GeForce Now? L'avete visto il ray tracing in azione? Avete visto le ombre e i riflessi sul pavimento marmoreo di Control; le esplosioni, il fumo, i colori: giocare con la qualità di una RTX 3080 è adesso possibile anche senza averne una, e considerando quanto sia difficile procurarsi le ultime schede di NVIDIA non è certo cosa da poco.

L'unico vero requisito, al netto dell'abbonamento a GeForce Now, è una fibra. Inutile girarci attorno: per giocare su PC sono consigliati oltre 50 Mbit (ovviamente con perdita di pacchetti irrisoria e latenza inferiore ai 40 millisecondi); per giocare in 4K su Shield sono consigliati oltre 75 Mbit.

Per stare sereni ci vuole insomma una fibra FTTH (e non è nemmeno scontato, perché se la vostra rete si collegasse ad un kit saturo, come quello del sottoscritto, potreste non godere sempre di un gioco alla massima risoluzione): è inutile lamentarsi del servizio se è la rete che non è in grado di stargli dietro. E ribadiamo che GeForce Now è bravissimo nello scalare la qualità per cercare di mantenere tutto il più possibile fluido: non ho mai perso un solo scontro a causa di scatti del gioco, cosa che per esempio non potevo dire sempre di Stadia, ma se volete una qualità grafica da RTX 3080, quelli indicati qui sopra sono i valori che dovete rispettare costantemente durante tutto lo streaming, e se ci pensate bene non è banale.

A proposito di latenza, mai avuto davvero un solo problema di input lag: la risposta ai comandi è perfetta, al pari di quella del PC che avevo davanti per fare un confronto e se andiamo a spaccare il millisecondo si vede come molte console o PC magari un po' datati abbiano latenze superiori a quella di GeForce Now RTX, che si aggira intorno ai 60ms in condizioni ottimali.

Chiudo con una nota sul prezzo: 99,99€ ogni 6 mesi per l'abbonamento con RTX 3080, poco più di 16,6€ al mese. È una cena fuori in pizzeria (a spanne) ed è addirittura meno dei nuovi prezzi di Netflix. Certo, poi dovete acquistare i giochi da Steam, Epic Games, GOG, ecc. ma considerando la qualità del servizio è una cifra non malvagia, anche se Stadia fa di meglio con 9,99€/mese (ma un paragone diretto non è facile perché sono servizi piuttosto diversi).

Il vero nodo da sciogliere è la connessione: è quella che, per adesso, lo rende ancora una proposta relativamente di nicchia (ma molto invitante per chi può beneficiarne), almeno in Italia; ma se questa è la qualità raggiunta ad oggi dal cloud gaming, in un futuro (prossimo) in cui le connessioni non potranno che migliorare (ed i prezzi magari scendere), perché dovremmo acquistare un costosissimo PC invece di poter giocare ovunque con questa qualità?

L'articolo Non c'è più bisogno di comprare una RTX 3080: basta GeForce Now! sembra essere il primo su Smartworld.

Realme à-la Huawei: in arrivo un "flagship premium"

Thu, 12/02/2021 - 12:44

Vi ricordate i tempi in cui Huawei faceva solo smartphone economici? Poi cos'è successo? È successo che l'azienda ha fatto il salto di qualità passando ai top di gamma: dapprima relativamente economici, poi sempre più premium, grazie anche all'introduzione del sub-brand Honor, che si è dedicato più ai "flagship killer". Ecco: Realme (e quindi Oppo, che è la sua casa madre) sembra intenzionata a fare lo stesso. O forse non proprio.

Nella pioggia di annunci (es. Xiaomi o Motorola) di top di gamma che arriveranno prossimamente con a bordo il nuovo Snapdragon 8 Gen 1 di Qualcomm ce n'è anche uno che non ci aspettavamo: realme GT 2 Pro.

L'azienda non ha svelato alcun particolare su questo futuro smarpthone, se non il SoC che ne sarà il motore. C'è però una precisazione importante: realme GT 2 PRo sarà "il primo flagship premium" dell'azienda. È quel "premium" che ci preoccupa un po', in particolare in termini di prezzo, ma non crediamo comunque che Realme vorrà andare a pestare troppo i piedi ad Oppo, e questo ci rincuora. Non appena avremo ulteriori informazioni in merito le riporteremo senz'altro; fino ad allora, sappiate che ci sarà un nuovo top di gamma che potrebbe rientrare nella vostra lista dei desideri.

L'articolo Realme à-la Huawei: in arrivo un "flagship premium" sembra essere il primo su Androidworld.

TIM One Number ufficiale: il servizio per condividere il numero lascia fuori Apple Watch e punta a Galaxy Watch 4

Thu, 12/02/2021 - 12:27

TIM ha lanciato TIM One Number, il nuovo servizio che permette di condividere il proprio numero e le proprie offerte attive sulla SIM principale con le eSIM degli smartwatch, al momento solo con Samsung Galaxy Watch 4.

Inoltre, in occasione del lancio questa novità può essere provata gratuitamente per tre mesi, valida per le sottoscrizioni fino al 31 gennaio 2022. Allo scadere di questo periodo si rinnoverà al costo standard di 4,99€ al mese

Si segnala inoltre che non sono previsti costi di attivazione e tale opzione One Number si può disattivare gratuitamente e in qualsiasi momento. Non è possibile attivarla se sulla SIM TIM è presente un'offerta per chiamate internazionali e/o servizi tutela minori.

Come avviene per qualsiasi offerta con addebito su credito residuo, se insufficiente TIM One Number verrà sospesa fino a 180 giorni, decorsi i quali sarà disattivata. Per riattivarla basterà effettuare una ricarica che ripristini il credito. Durante il periodo di sospensione, lo smartwatch collegato potrà solo ricevere chiamate ed effettuare chiamate di emergenza.

Come specificato in apertura, i soli dispositivo indossabili compatibili con il servizio sono Samsung Galaxy Watch 4 Classic e Galaxy Watch 4 nelle versioni LTE dotati di eSIM, ma in futuro è possibile che verrà esteso ad altri modelli di altri brand. 

In questa prima fase è richiesto l'abbinamento di uno smartphone Samsung (con sistema operativo Android 6.0 o superiore), più in là sarà possibile utilizzare anche altri dispositivi di altri marchi. Il traffico effettuato dalla eSIM dello smartwatch sarà addebitato sulla SIM principale secondo gli stessi criteri di tariffazione validi per quest'ultima.

Per potere utilizzare TIM One Number bisogna attendere la consegna del messaggio di avvenuta attivazione del servizio e a quel punto si potrà abbinare l'orologio allo smartphone. 

Quando l'opzione viene sottoscritta, sullo smartwatch verrà effettuato il download di una SIM virtuale e a quel punto, dall'app di gestione dello smartwatch bisognerà cliccare su "Configura Piano Cellulare", con cui si aprirà la pagina dell'offerta TIM One Number.

A non è essere disponibile è il servizio roaming con TIM One Number, per cui non sarà possibile usare lo smartwatch in maniera indipendente all'estero e, in aggiunta, è richiesta anche l'attivazione del VoLTE sulla SIM principale. Per questo motivo, se non è già attiva, al momento della richiesta di attivazione di TIM One Number verrà abilitata l'opzione gratuita voce 4G.

Se per caso il dispositivo indossabile venga smarrito o sarà oggetto di furto, il cliente dovrà richiedere il blocco della SIM virtuale contattando il Servizio Clienti 119 che procederà quindi alla cessazione della SIM stessa. Il servizio rimarrà attivo sulla SIM principale, quindi nel caso di acquisto di un nuovo smartwatch o ritrovamento del precedente sarà sufficiente seguire la procedura di configurazione effettuata in fase di sottoscrizione iniziale. 

Se invece a essere smarrito o rubato è lo smartphone con la SIM principale verrà anche bloccata automaticamente la SIM virtuale collegata. Con la riattivazione della SIM principale verrà effettuato in automatico lo sblocco della SIM virtuale.

L'articolo TIM One Number ufficiale: il servizio per condividere il numero lascia fuori Apple Watch e punta a Galaxy Watch 4 sembra essere il primo su Mobileworld.

L'offerta Fastweb Mobile Light disponibile ancora a 5,95€ al mese, anche in convergenza con la rete fissa

Thu, 12/02/2021 - 11:50

Fastweb ha prorogato la sua Fastweb Mobile Light, la quale rimarrà disponibile per tutti i nuovi clienti al costo di 5,95€, lo stesso che era stato imposto all'offerta in occasione del Black Friday.

L'offerta sarà attivabile fino al 15 dicembre presso i negozi, mentre nel caso preferiate la sottoscrizione online avete pochissimo tempo, perché attualmente sul sito ufficiale dell'operatore è segnata come data di scadenza il 3 dicembre.

Fastweb Mobile Light
  • Minuti illimitati verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali
  • 100 sms verso tutti i numeri nazionali 
  • 50 Giga di traffico Internet anche in 5G con una velocità di navigazione massima pari a 1 Gbps in download e 150 Mbps in upload
  • Costo: 5,95€ al mese
  • Inclusi: l'avviso di chiamata, la segreteria telefonica, il servizio "Ti ho chiamato" e la verifica del credito residuo
  • Costo nuova SIM: 10€, ma in caso di attivazione online è gratis in promo
  • Costo spedizione SIM: 5€ se si usa il canale telefonico o agenzia
  • Costo prima ricarica: 5,95€ tramite online e Servizio Commerciale 146, mentre 10€ negli altri canali di vendita

Come in precedenza, i minuti inclusi sono validi anche per le chiamate internazionali verso numeri di rete fissa di paesi come Francia, Germania, Islanda, Messico, Spagna, Svizzera e tanti altri.

Inoltre, è possibile chiamare i numeri mobili della Lettonia e i numeri sia fissi che mobili di Austria, Canada, Cina, Corea Del Sud, Danimarca, Guam, Hawaii, India, Irlanda, Norvegia, Portogallo, Portorico, Repubblica Ceca, Romania e USA.

L'offerta è attivabile con o senza portabilità e per procedere con la procedura di sottoscrizione è necessario recarsi in un punto vendita fisico autorizzato, accedere al sito ufficiale dell'operatore, prenotare un ricontatto telefonico online o contattare il Servizio Commerciale 146.

Fastweb Mobile Light rimane inoltre attivabile in convergenza con le offerte di rete fissa Fastweb Casa, Casa Plus e Casa Light.

Si segnala infatti che lo "Sconto 3 euro al mese per 12 mesi" su Fastweb Casa e Casa Plus è stato prorogato fino al 15 dicembre nei negozi e al momento fino al 3 dicembre 2021 sul sito ufficiale dell'operatore, salvo ulteriori cambiamenti.

Fastweb Casa
  • Connessione illimitata in tecnologia FTTH, FTTC e ADSL
  • Chiamate illimitate verso numeri fissi e mobili nazionali
  • Modem NeXXt incluso
  • Costo promozionale: 25,95€ al mese per i primi 12 mesi, poi a 28,95€ al mese a tempo indeterminato
Fastweb Casa Plus
  • Connessione illimitata n tecnologia FTTH, FTTC e ADSL
  • Chiamate illimitate verso numeri fissi e mobili nazionali
  • Modem NeXXt e Booster inclusi
  • Costo promozionale: 29,95€ al mese per i primi 12 mesi, poi a 32,95€ al mese a tempo indeterminato
Fastweb Casa Light
  • Connessione illimitata n tecnologia FTTH, FTTC e ADSL
  • Chiamate a consumo verso numeri fissi e mobili nazionali
  • Modem FASTGate incluso
  • Costo: 25,95€ al mese a tempo indeterminato

Come in precedenza, attivando queste offerte insieme a Fastweb Mobile, quest'ultima offrirà 150 Giga di traffico dati invece di 90 Giga.

L'articolo L'offerta Fastweb Mobile Light disponibile ancora a 5,95€ al mese, anche in convergenza con la rete fissa sembra essere il primo su Mobileworld.

La nuova offerta FLASH 150 5G Iliad straccia la concorrenza

Thu, 12/02/2021 - 11:37

Iliad FLASH 150 è l'offerta perfetta per chi abbia la fortuna di poter navigare in 5G o per chi voglia comunque tanto traffico da rete mobile, ad un prezzo imbattibile. 150 GB di dati mobili in 5G, chiamate ed SMS illimitati, a 9,99€ al mese. In più, come da tradizione Iliad, il prezzo è bloccato per sempre, senza sgradite rimodulazioni in futuro.

Il confronto con la concorrenza è davvero umiliante (per quest'ultima): WindTre è quella che ci va vicina, a 5 euro in più (ma con SMS limitati a 200 - anche se non sarà un grande sacrificio per i più), Vodafone e TIM sono ben più lontane, sia in termini di costi che di traffico.

Iliad FLASH 150 5G può essere attivata online sul sito dell'operatore e negli oltre 3.500 punti vendita iliad (qui potete trovare quello più vicino a voi). Attendiamo la reazione della concorrenza, sperando che sia bella "spietata", ma per adesso l'offerta Iliad FLASH 150 non teme davvero paragoni.

L'articolo La nuova offerta FLASH 150 5G Iliad straccia la concorrenza sembra essere il primo su Mobileworld.

Pages