Android World

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 1 hour 3 min ago

I JVC Gummy mini costano così poco che meritano un'occhiata

Tue, 01/19/2038 - 04:14

All'interno della confezione di vendita troviamo la solita dotazione: due gommini aggiuntivi (taglie S ed L) e un cavetto USB/USB-C per la ricarica.

Gli auricolari sono in-ear e si incastrano ben a fondo nel canale uditivo: sono piccoli, leggeri e con una forma affusolata, se siete abituati agli in-ear non avrete troppi problemi. Al contrario, se siete tra gli utenti che non amano avere auricolari incastrati nell'orecchio, vi suggerisco di guardare oltre.

Nel complesso, però, i JVC Gummy mini rimangono ben incastrati e isolano molto dal rumore esterno, con i gommini in silicone che fungono un po' da tappi.

Il case è relativamente grosso, soprattutto considerando che offre solo 9 ore di autonomia in più. Pur non essendo particolarmente lungo, è molto spesso, il che lo rende più scomodo di altri in tasca.

La qualità audio non è elevatissima (parliamo sempre di un auricolari molto economici), ma l'ascolto è divertente: JVC scommette sui bassi e lo fa bene, con un un suono caldo e avvolgente. L'isolamento acustico garantito dalla forma degli auricolari migliora ulteriormente la resa dei bassi.

Il Bluetooth è in versione 5.1 e la connessione è sempre stabile, i codec supportati sono AAC e SBC e non c'è nessun problema di ritardo nell'audio guardando un film.

I controlli sono basati su tasti fisici, nascosti dietro la plastica degli auricolari. I pulsanti danno un bel feedback chiaro, ma sono duri da premere e fastidiosi, perché ti costringono a spingere l'auricolare dentro l'orecchio, soprattutto per doppio clic e triplo clic. Un workaround è tenere fermo l'auricolare tra pollice e medio, cliccando con l'indice, ma ovviamente non è il massimo della comodità. 

I comandi funzionano così:

  • Auricolare SX:
    • Clic: Play/Pausa
    • Doppio clic: Volume -
    • Triplo clic: Volume+
  • Auricolare DX:
    • Clic: Play/Pausa
    • Doppio clic: Traccia successiva
    • Triplo clic: Traccia precedente

L'autonomia è di 6 ore con una singola ricarica: sufficiente, ma non eccelsa, considerando che non troviamo ANC o altre funzioni smart. Il case offre solo 9 ore aggiuntive (per un totale di 15 ore complessive), un po' poco, considerando le alternative sul mercato.

I microfoni sono sufficienti per chiamate in casa, in silenzio, ma subiscono molto il rumore di fondo e diventano praticamente inutilizzabili se ci si trova in contesti rumorosi.

Il prezzo è il punto forte di questi auricolari: 35€, un costo assolutamente accessibile, che ne giustifica (almeno in parte) le carenze.

L'articolo I JVC Gummy mini costano così poco che meritano un'occhiata sembra essere il primo su Mobileworld.

Galaxy A13 5G in Europa: ecco il prezzo di lancio

Sat, 05/21/2022 - 22:47

Samsung si conferma estremamente presente nel mercato smartphone, anche nel settore dei dispositivi entry-level e di gamma media.

Nelle ultime ore sono trapelati interessanti dettagli sul lancio di Galaxy A13 5G in Europa. Andiamo a vedere quali sono i prezzi di lancio emersi per i vari modelli di Galaxy A13 5G:

  • Galaxy A13 5G 3 GB + 32 GB a 179€.
  • Galaxy A13 5G 4 GB + 64 GB a 209€.
  • Galaxy A13 5G 4 GB + 128 GB a 239€.

Per saperne di più sulle specifiche tecniche della variante europea di Galaxy A13 5G vi suggeriamo l'articolo che gli abbiamo dedicato. Ancora non ci sono dettagli ufficiali ma presumiamo che il lancio in Europa sia ormai relativamente vicino.

L'articolo Galaxy A13 5G in Europa: ecco il prezzo di lancio sembra essere il primo su Androidworld.

Google Foto sta ricevendo due interessanti novità: ora sarà più facile eliminare i contenuti e non solo

Sat, 05/21/2022 - 15:19

Google Foto recentemente ha ricevuto due novità che sicuramente verranno apprezzate dagli utenti di smartphone. La prima renderà più semplice la cancellazione di foto e video contenuti in un album; la seconda, invece, consiste in un indicatore di data/posizione dei vari contenuti multimediali durante la navigazione.

Nel dettaglio, l'utente, attraverso il tasto "Sposta nel cestino", può cancellare foto e video presenti in un album stesso durante la visualizzazione dei contenuti. Prima, invece, per effettuare questa azione occorreva cercare l'elemento da eliminare nel feed principale.

Per quanto riguarda la seconda novità, nel feed principale di Google Foto comparirà un nuovo overlay nell'angolo in alto a sinistra durante la navigazione. Gli indicatori spaziano da "Oggi" a "Ieri" fino alla visualizzazione della data completa. Infine, tenendo premuta la barra per lo scrolling verso il basso sarà possibile scorrere fino all'anno o al mese desiderato.

L'articolo Google Foto sta ricevendo due interessanti novità: ora sarà più facile eliminare i contenuti e non solo sembra essere il primo su Androidworld.

OSOM annuncia che l'OV1 sarà alimentato dal nuovo Snapdragon 8+ Gen 1

Sat, 05/21/2022 - 13:19

Il team dietro ad Essential Phone, alla fine del 2021, ha creato un nuovo marchio di smartphone noto come OSOM (Out of Sight, Out of Mind). Il dispositivo, nel dettaglio, si chiama OSOM OV1 ed è incentrato sulla privacy. Difatti, insieme al dispositivo, verrà spedito il "Secure Data Cable", che impedirà la raccolta di dati personali quando il telefono verrà collegato ad una porta di ricarica pubblica.

Per quanto riguarda il processore di cui verrà dotato lo smartphone, invece, è emersa una novità. Difatti, se prima si ipotizzava l'utilizzo del chip Snapdragon 888, adesso è ufficiale l'adozione dell'ultimo Snapdragon 8+ Gen 1. Le fotocamere posteriori saranno da 48 MP e 12 MP, mentre quella da frontale sarà da 16 MP. Inoltre, non mancheranno alcune app preinstallate dedicate alla privacy. Tra queste, Brave Browser, Proton Mail e l'app di messaggistica Signal.

Lato design, il corpo dello smartphone sarà in acciaio inossidabile con alcuni accenni in titanio. Il retro, in ceramica, e le prime opzioni di colore saranno in bianco e nero opaco. Il prezzo dovrebbe essere inferiore a $ 1.000. 

Infine, sono stati annunciati altri due smartphone che utilizzeranno il processore Qualcomm appena presentato: si tratta di Asus Rog Phone 6 e di Realme GT 2 Master Explorer Edition.

L'articolo OSOM annuncia che l'OV1 sarà alimentato dal nuovo Snapdragon 8+ Gen 1 sembra essere il primo su Androidworld.

Ecco un filmato dell'unboxing del nuovo Google Pixel 6a

Sat, 05/21/2022 - 12:42

In attesa del debutto, è stato diffuso un video dell'unboxing del nuovo smartphone Pixel 6a. Si tratta di un filmato interessante, soprattutto perché consente di osservare alcuni dettagli del dispositivo e della confezione (che non includerà l'alimentatore). Su quest'ultima, infatti, compare il marchio "Tensor" ed una rappresentazione grafica del chip.

Tra i dettagli che si notano, comunque, rientrano il sensore di impronte digitali inserito sotto al display, la presenza del cavo USB-C e l'adattatore Quick Switch (da USB-A a USB-C).

Infine, sempre per quanto riguarda il sensore di impronte digitali – che sembra piuttosto reattivo - Google ha affermato che Pixel 6a utilizzerà un componente diverso rispetto al Pixel 6 e 6 Pro.

L'articolo Ecco un filmato dell'unboxing del nuovo Google Pixel 6a sembra essere il primo su Androidworld.

Grazie a queste notizie, Pixel Watch torna ad essere interessante

Sat, 05/21/2022 - 09:14

Dopo l'indiscrezione sull'utilizzo dell'Exynos 9110 di Samsung sul nuovo Pixel Watch, 9to5Google ha affermato che lo smartwatch di Google potrebbe utilizzare anche un coprocessore per supportare le varie attività della CPU principale.

Confermato, invece, il quantitativo di memoria interna del dispositivo, che dovrebbe essere di 32 GB, mentre per quanto riguarda la RAM, lo smartwatch dovrebbe addirittura superare leggermente quella a disposizione di Galaxy Watch 4 (ovvero 1,5 GB).

Infine, sulle funzioni relative alla salute e al fitness, Pixel Watch sarà dotato di sensori dedicati alla frequenza cardiaca, al grado di saturazione di ossigeno all'interno del sangue e all'ECG (elettrocardiogramma).

L'articolo Grazie a queste notizie, Pixel Watch torna ad essere interessante sembra essere il primo su Androidworld.

Xiaomi vorrebbe limitare la diffusione dei file APK, ma Google dice di no

Sat, 05/21/2022 - 08:07

Xiaomi, uno dei maggiori produttori di telefoni in Cina, vorrebbe impedire la diffusione dei file APK sui dispositivi Android. Tuttavia, Google non è in accordo con tale proposito.

Difatti, come condiviso da Mishaal Rahman su Twitter, uno sviluppatore di Xiaomi ha presentato una proposta all'Android Open Source Project che impedirebbe agli utenti di copiare i file APK sul proprio telefono, motivando tale idea come "protezione delle risorse private". Le app, secondo questo sviluppatore, dovrebbero essere disponibili soltanto sul Google Play Store.

In ogni caso, Google avrebbe già dichiarato di essere contro la proposta, spiegandone anche le ragioni: "Non credo ci si debba aspettare che i contenuti di un APK rimangano segreti." 

L'articolo Xiaomi vorrebbe limitare la diffusione dei file APK, ma Google dice di no sembra essere il primo su Androidworld.

Ecco perché gli smartphone Xiaomi stanno rincarando

Fri, 05/20/2022 - 22:28

Xiaomi è sempre più presente e protagonista nel mercato smartphone a livello mondiale, con i suoi modelli che ormai coprono tutte le fasce del mercato. Negli ultimi anni però abbiamo visto i prezzi degli smartphone Xiaomi salire costantemente.

Canale Telegram Offerte

Durante la più recente chiamata per gli investitori Xiaomi ha affrontato la questione dell'aumento dei prezzi relativo ai suoi smartphone sul mercato. Wang Xiang, il presidente della divisione smartphone del gigante cinese, ha affermato che i prezzi dei dispositivi Xiaomi continuano a salire perché l'azienda è sempre più improntata a integrare nei suoi device tecnologie avanzate e di fascia alta.

Questo porta Xiaomi a selezionare componenti sempre più di prim'ordine, con una conseguente necessità di alzare i prezzi sul mercato. Xiaomi ha comunque fatto sapere che continuerà a curare lo stesso i suoi dispositivi entry-level.

In ogni caso, i numeri sugli incassi non sono positivi per Xiaomi. L'ultimo report indica che le entrate annuali sono calate del 4,6% rispetto al primo trimestre 2020, così come l'utile netto è calato del 52,9% su base annua.

L'articolo Ecco perché gli smartphone Xiaomi stanno rincarando sembra essere il primo su Androidworld.

Honor Magic 4 Pro da DxOMark: fuori dalla top 10

Fri, 05/20/2022 - 22:18

Honor Magic 4 Pro è uno dei più recenti smartphone di gamma alta di casa Honor. Il dispositivo ha appena passato la prova del fuoco per il comparto fotografico da DxOMark, con un risultato finale non troppo positivo.

Iscriviti al Gruppo Facebook

Il dispositivo ha totalizzato un punteggio di 131 punti, sicuramente alto ma che non basta a entrare nella top 10 della classifica generale. Il dispositivo si piazza dietro Pixel 6 Pro e dietro suo cugino Honor 4 Ultimate che attualmente occupa la prima posizione. In fase di scatto ha totalizzato un parziale da 138 punti, in fase di zoom un parziale da 82 punti e in fase di registrazione video un parziale da 109 punti.

Tra gli aspetti positivi troviamo le ottime performance in condizioni di buona luminosità ambientale, gli scatti con il grandangolo e il controllo del rumore anche al chiuso. Tra quelli negativi troviamo alcuni problemi con la stabilizzazione video, e alcuni artefatti visivi che si notano soprattutto in condizioni di bassa luminosità.

Per maggiori dettagli sulle prove effettuate su Honor Magic 4 Pro vi suggeriamo di leggere l'analisi completa svolta da DxOMark, disponibile a questo indirizzo.

L'articolo Honor Magic 4 Pro da DxOMark: fuori dalla top 10 sembra essere il primo su Androidworld.

Bill Gates usa uno smartphone pieghevole, ma non quello di Microsoft

Fri, 05/20/2022 - 19:36

Samsung è senza dubbio la regina degli smartphone pieghevoli: questi dispositivi, ormai sempre più apprezzati, hanno tantissimi estimatori, e fra questi troviamo anche Bill Gates, che ha recentemente dichiarato di utilizzare un Samsung Galaxy Z Fold 3.

La dichiarazione è avvenuta su Reddit, durante un AMA (Ask Me Anything): il fondatore di Microsoft ha risposto alla domanda riguardante il suo smartphone personale con "ho un Galaxy Z Fold 3. Ne provo diversi (di smartphone Android). Con questo schermo posso cavarmela con un ottimo PC portatile, il telefono e nient'altro". Gates dunque apprezza la comodità di uno smartphone che all'occorrenza può diventare un tablet.

È interessante notare che Bill Gates non ha nominato Surface Duo 2, smartphone pieghevole di Microsoft, ma ha nominato il dispositivo Samsung: le due aziende in realtà hanno un rapporto molto solido e hanno stretto diverse collaborazioni in passato. Ad esempio, le app di Microsoft sono ancora preinstallate sui dispositivi Samsung.

L'articolo Bill Gates usa uno smartphone pieghevole, ma non quello di Microsoft sembra essere il primo su Androidworld.

Diffusione di Android: la versione 11 si prende la vetta, ma della 12 non sappiamo nulla

Fri, 05/20/2022 - 17:56

Un grande problema di Android riguarda la diffusione delle ultime versioni del sistema operativo, visto che spesso queste release impiegano davvero tantissimo tempo prima di arrivare su smartphone e tablet. Gli ultimi dati condivisi da Google circa la diffusione del suo sistema operativo mostrano come adesso sia la versione 11 di Android la più utilizzata.

Questi dati non sono più diffusi liberamente da Google, come accadeva fino a qualche anno fa, ma sono inclusi in Android Studio, software per sviluppatori: l'ultimo aggiornamento di questi dati risale al 9 maggio, e dunque possiamo confrontare l'andamento del sistema operativo con i dati relativi a sei mesi fa, poiché il precedente update era arrivato proprio a novembre dello scorso anno.

Vetta dunque per Android 11: questa versione è passata dal 24,2% al 28,3%, sorpassando proprio Android 10, che scende in seconda posizione ed è utilizzato ancora sul 23,9% dei dispositivi. Ancora molto usato anche Android 9, che gira sul 16,2% dei dispositivi. Come detto nel titolo, non abbiamo però informazioni su Android 12: probabilmente, il motivo di tale mancanza è correlato al fatto che i dati in questione sono rivolti agli sviluppatori, che hanno bisogno di conoscere solo il livello di API più utilizzato e non la versione vera e propria del sistema operativo. Di seguito un grafico che riporta anche le percentuali di altre versioni di Android.

L'articolo Diffusione di Android: la versione 11 si prende la vetta, ma della 12 non sappiamo nulla sembra essere il primo su Androidworld.

Galaxy A53 5G non è un camera-phone: tante fotocamere non bastano

Fri, 05/20/2022 - 17:33

Galaxy A53 5G è uno degli smartphone medio-gamma più recenti di casa Samsung ed è appena passato sotto la lente d'ingrandimento di DxOMark per la consueta prova fotografica. Il risultato non è entusiasmante.

Canale Telegram Offerte

Galaxy A53 5G ha ricevuto un punteggio totale di 105 punti, che lo colloca addirittura al 96° posto della classifica generale DxOMark. Nella sua categoria è comunque 18°, posizionandosi sotto dispositivi datati come OnePlus 8T. In fase di scatto ha conseguito un parziale da 111 punti, in fase di zoom un parziale di 48 punti e in fase di registrazione video un parziale di 93 punti.

Tra gli aspetti positivi sono state menzionate le ottime performance in condizioni di buona luminosità, oltre che una sufficiente stabilizzazione video. Tra quelli negativi ne troviamo diversi: il focus non è accurato, soprattutto in condizioni di bassa luminosità, l'esposizione è errata nelle foto notturne, ci sono diversi artefatti visivi negli scatti e nei video notturni.

Insomma sembra che Galaxy A53 5G soffra particolarmente le condizioni di poca luminosità ambientale, oltre che proporre alcune imperfezioni nel focus. Rimane da capire se sono problemi risolvibili via software.

L'articolo Galaxy A53 5G non è un camera-phone: tante fotocamere non bastano sembra essere il primo su Androidworld.

Amazon sta per lanciare Fire OS 8 basato su Android 11

Fri, 05/20/2022 - 15:31

Ci sono delle importanti novità all'orizzonte per Fire OS, il sistema operativo sviluppato da Amazon principalmente per i suoi tablet. Un importante aggiornamento sta per arrivare.

Offerte Amazon

Sarà Fire OS 8 la nuova generazione del sistema operativo basato su Android che Amazon lancerà per i suoi device. La nuova versione sarà basata su Android 11. Queste sono le novità attese:

  • Supporto al tema scuro di sistema.
  • Supporto al formato HEIF (High Efficiency Image File) per le immagini.
  • TLS 1.3 abilitata di default.
  • Accesso alla posizione in background da parte delle app installate.
  • Maggiori limitazioni per l'esecuzione delle app in background, l'autonomia ne beneficerà.
  • Possibilità di fornire l'approvazione una tantum alle app installate.

Il major update appena annunciato debutterà a bordo del nuovo Amazon Fire 7, a partire dal 29 giugno. Non sappiamo se l'update possa arrivare anche i dispositivi già sul mercato.

L'articolo Amazon sta per lanciare Fire OS 8 basato su Android 11 sembra essere il primo su Androidworld.

Grande novità su Samsung O in esclusiva per i proprietari di Galaxy

Fri, 05/20/2022 - 15:21

Samsung ha appena annunciato una grossa novità per i suoi smartphone e tablet, la quale arriva all'interno di Samsung O, l'aggregatore di servizi per dispositivi mobili del produttore sudcoreano.

Canale Telegram Offerte

La novità in questione arriva con il nome di Listen Tab e consiste in una piattaforma per accedere ad una vastissima scelta dei migliori podcast globali e locali. In termini di contenuti, Listen Tab offre l'accesso ai podcast prodotti in Italia, come quelli da RadioMediaset (Radio 105, R101, Radio Monte Carlo, Virgin Radio, Radio Subasio), Radio 24 (Il Sole 24 Ore), Radio 102.5, La Gazzetta dello Sport (RCS).

Ci saranno anche contenuti internazionali, grazie alla collaborazione tra Samsung e Acast, come quelli di CNN, Red Bull, The Guardian e The Economist.

Listen Tab sarà disponibile in Italia esclusivamente per i proprietari di un dispositivo Samsung Galaxy, aggiornato almeno ad Android 11. Troverete il nuovo tab all'interno di Samsung O. Non sono previsti costi di abbonamento. Trovate maggiori informazioni sul suo sito ufficiale.

L'articolo Grande novità su Samsung O in esclusiva per i proprietari di Galaxy sembra essere il primo su Androidworld.

Come allenare la voce per cantare grazie alle app

Fri, 05/20/2022 - 15:01

La stagione calda è ormai arrivata, e le radio sono pronte a trasmettere quelli che diventeranno i tormentoni dell'estate 2022, da intonare in macchina per ingannare l'attesa nel traffico o tra le mura di casa. Cantare d'altronde ha molti benefici sull'organismo a livello fisico e mentale: rilascia endorfine, i cosiddetti "ormoni della felicità", rilassa, abbassa la pressione sanguigna e aiuta la respirazione tanto per citarne alcuni. Se nella lista delle nuove passioni da coltivare c'è il canto, ecco come imparare a cantare con le app sfruttando lo smartphone.

Una delle più utilizzate app per cantare, è disponibile gratuitamente sia per dispositivi iOS sia per Android. Nella versione free sono disponibili soltanto alcuni brani e funzionalità, in quella "Vip" viene sbloccato l'intero catalogo musicale - oltre 10 milioni di brani - e molte altre feature che coinvolgono l'intera comunità di Smule. Abbonarsi all'app costa 3,49 euro al mese, 27,99 euro l'anno.

Tra le funzionalità a disposizione ci sono:

  • Possibilità di registrarsi da solo, in duetto, in gruppo o a capella
  • "Duettare" con celebrità come Ed Sheeran, Lewis Capaldi, Luis Fonsi, Demi Lovato o con personaggi dei film Disney
  • Aggiungere effetti audio e visivi predefiniti o personalizzati
  • Autotune per migliorare la tua voce
  • Possibilità di esibirsi dal vivo con Sing Live e creare video musicali

SingSnap è una vera e propria comunità in cui affinare le proprie doti canore. L'app mette a disposizione un vasto catalogo di brani e tecnologia audio per migliorare la performance, e consente di registrarsi e condividere i propri video. È scaricabile e utilizzabile gratuitamente per iOS e Android, e tra le funzionalità conta:

  • Strumenti di miglioramento audio creati da ingegneri audio professionisti
  • Registrazione solo video o audio
  • Creazione duetti con altri utenti
  • Condivisione selezionata
  • Creazione playlist con tutte le registrazioni preferite

Sing Sharp è un'app per cantare su smartphone che non è soltanto divertente, ma anche un efficace strumento per migliorare e per conoscere meglio la musica.

L'app è disponibile gratuitamente su App Store o Play Store, e una volta installata mette a disposizione una lunga lista di esercizi per scoprire tutte le caratteristiche della propria voce e allenarla. L'app analizza voce e respirazione e fornisce il "responso", indicando poi i migliori allenamenti da fare quotidianamente per ottenere i migliori risultati.

I pacchetti di formazione si concentrano su diverse aree, dal cantare le note alte all'armonizzazione, dal vibrato all'allenamento dell'orecchio, dal canto a cappella allo studio del diaframma e delle corde vocali.

Tutti i risultati e i progressi vengono registrati, e l'app fornisce un resoconto dei miglioramenti e dei punti critici. È anche possibile scaricare la propria canzone preferita e usarla per esercitarsi. Anche in questo caso è disponibile una versione free e una a pagamento con più funzionalità.

Vox Tools è una sorta di "coach" che aiuta a migliorare voce e vocalità, pensata anche per i principianti. L'app conta su nna sezione di formazione guidata, con programmi creati dai coach vocali ed esercizi per uomini e donne, così da differenziare i programmi e l'allenamento e renderli personalizzati a seconda della tonalità della propria voce.

L'app, creata da cantanti professionisti, tiene anche traccia dei progressi e ha anche un pianoforte virtuale: è disponibile gratuitamente per iOS e per Android.

"L'app che insegna a chiunque a cantare", dice la descrizione, è in effetti Sing True è stata pensata proprio per trasmettere le basi. L'interfaccia consente di scegliere tra diverse tipologie di esercizi, quelli per allenare l'udito, la mente o la voce, e di fare pratica tenendo traccia dei progressi. È un'app meno ludica e più "professionale", che insegna a riconoscere le note e a riprodurle e fornisce nozioni (basiche o avanzate) musicali.

SingTrue offre oltre 30 esercizi interattivi, e utilizzando il microfono dello smartphone e una sofisticata elaborazione del segnale, analizza il canto e fornisce un feedback personale su come si può migliorare. Gli esercizi sono stati progettati da esperti, e tiene traccia dei progressi in dettaglio per mostrare il miglioramento della tua voce. È disponibile solo per iOS da App Store.

StarMaker è un'app che conta su una comunità musicale molto ampia e che dà la possibilità di cantare da soli o in gruppo, che si tratti di amici, parenti o altri utenti che condividono gli stessi gusti musicali. La funzionalità "Pitch" consente di modificare la performance "limando" difetti e imperfezioni, e il catalogo musicale è vasto e costantemente aggiornato.

StarMaker è un'app che conta su una comunità musicale molto ampia e che dà la possibilità di cantare da soli o in gruppo, che si tratti di amici, parenti o altri utenti che condividono gli stessi gusti musicali. La funzionalità "Pitch" consente di modificare la performance "limando" difetti e imperfezioni, e il catalogo musicale è vasto e costantemente aggiornato.

Le funzionalità di StarMaker si differenziano a seconda dei pacchetti di abbonamento "VIP", che sbloccano l'accesso illimitato alle nuove uscite settimanali e nostro catalogo di brani premium. Una settimana costa 7,99 euro, un mese 18,99, tre mesi 43,99.

Tra le feature di StarMaker, scaricabile per iOS e Android:

  • Scelta dei brani preferiti tra hit italiane e internazionali
  • Registrazione dei brani con vari effetti vocali come Distant, Warm, Vinyl, Party, Affascinante ecc.
  • Modifica dei video con filtri
  • Duetto, per registrare insieme con un amico o con un altro cantante, o Family, per cantare con altri artisti che condividono gli stessi gusti
  • Room di canto per esercitarsi con più amici

Yokee è un'altra app che attinge a un vasto catalogo musicale di YouTube per imparare a cantare con le app. I brani si scelgono dal "songbook", che indica tutte le canzoni a disposizione affiancate dal tasto "Sing", e una volta scelta la canzone si può registrare la propria versione e condividerla sui social.

L'app consente anche di sintonizzarsi con la tv e organizzare una vera e propria serata karaoke con gli amici a casa. Ovviamente, per poter utilizzare Yonkee è necessario avere installato sul telefono l'app ufficiale di YouTube e accedere così a tutti i brani. Una volta fatto si deve soltanto scaricare l'app di Yokee, su App Store o su Play Store.

Il modo più divertente per imparare a cantare: questa app per il karaoke si può usare da soli o in compagnia, e aiuta ad affinare la tecnica canora senza dimenticare che cantare è prima di tutto un divertimento.

Karaoke Online è un'app per il karaoke disponibile solo per Android che attinge ai video di karaoke pubblicati su YouTube. L'applicazione consente di cantare tutti i brani disponibili gratuitamente, e anche di registrare le performance sulla memoria del dispositivo. L'app si scarica gratuitamente.

L'articolo Come allenare la voce per cantare grazie alle app sembra essere il primo su Mobileworld.

Snapdragon 8+ Gen 1 e Snapdragon 7 Gen 1 ufficiali: Qualcomm spinge sui top

Fri, 05/20/2022 - 14:00

Qualcomm ha ormai conquistato e dominato il mondo dei processori top di gamma nel mondo Android, con l'unica eccezione di Samsung che tenta ancora di tenergli testa. Ma questo non basta all'azienda statunitense, che oggi raddoppia due volte. Raddoppia nella sua gamma premium e raddoppia aprendo la nuova Gen 1 anche ai processori della nuova fascia Snapdragon 7.

Come già da qualche anno Qualcomm ha deciso di aggiornare a metà della sua vita il suo SoC premium. Parliamo del nuovo Snapdragon 8+ Gen 1. Questo nuovo componente va a migliorarsi soprattutto per quanto riguarda la potenza e l'autonomia, che sono poi i due pilastri principali di un System-on-a-chip. La CPU di Snapdragon 8+ Gen 1 offrirà il 10% in più di performance grazie anche ad un aumento frequenza fino a 3,2 GHz, così come anche la GPU avrà un miglioramento sempre del 10% in termini di prestazioni.

E se Snapdragon 8 Gen 1 non aveva completamente convinto sui consumi energetici alla prova pratica è qui che si concentra probabilmente il miglioramento più grande. CPU e GPU infatti all'aumentare delle richieste di prestazioni possono arrivare al massimo delle loro prestazioni ad un efficienza energetica migliora addirittura del 30%.

Il tutto garantendo funzionalità come la registrazione video 8K HDR grazie al triplo ISP Spectra a 18 bit, funzioni di elaborazione in tempo reale (come bokeh e miglioramento del viso contemporaneo) e il rendering volumetrico nei videogiochi.

Abbiamo già una lunghissima lista di aziende che implementeranno a breve lo Snapdragon 8+ Gen 1: ROG, Black Shark, HONOR, iQOO, Lenovo, Motorola, Nubia, OnePlus, OPPO, OSOM, realme, RedMagic, Redmi, vivo, Xiaomi e ZTE.

Per maggiori dettagli potete leggere il nostro articolo su Snapdragon 8 Gen 1.

Ed è poi finalmente arrivato anche il momento del nuovo processore top di gamma dell'azienda, quello della ex famiglia 7xx e oggi Snapdragon 7 Gen 1.

Qualcomm lo chiama "il pacchetto completo", anche perché è probabile che Snapdragon 7 Gen 1 sarà all'interno di tantissimi smartphone fra quelli più venduti da chi cerca il meglio al giusto prezzo. Dal punto di vista del gaming per esempio abbiamo a disposizione tecnologie come il Qualcomm Adreno Frame Motion Engine, il Game Quick Touch, il Variable Rate Shading e, rispetto alla generazione precedente, anche un complessivo 20% in più di potenza nel rendering.

Avremo poi il supporto agli schermi QHD+ (riservati infatti solitamente a smartphone di fascia molto alta), alla tecnologia di cancellazione del rientro dell'auto nei microfoni e la correzione automatica del volume degli speaker in base al contesto. Il tutto garantendo il massimo dal punto di vista della connettività: 5G fino a 4,4 Gbps con il modem Snapdragon X62 e il Wi-Fi 6 con il Fast Connect 6900.

Molto interessante anche la parte fotografica con il supporto alla registrazione di filmati 4K HDR grazie al triplo ISP a 14 bit e la possibilità di scattare foto con sensori fino a 200 megapixel. Snapdragon 7 Gen 1 supporterà anche la registrazione di foto e video da ben tre fotocamere in contemporanea.

Snapdragon 7 Gen 1 include anche un Trust Management Engine dedicato e Android Ready SE, una novità assoluta della serie Snapdragon 7, utile per garantire la massima sicurezza agli utenti finali. Questa tecnologia potrebbe garantire il supporto del caricamento dei documenti di identità di Google Wallet.

Snapdragon 7 Gen 1 sarà disponibile già da giugno su degli smartphone di OPPO, Honor e Xiaomi.

A seguire qualche informazione più tecnica su Snapdragon 7 Gen 1:

  • Snapdragon X62 5G Modem-RF System
  • 5G mmWave and sub-6 GHz
  • Global 5G multi-SIM
  • Downlink: Up to 4.4 Gbps
  • Wi-Fi Standards: Wi-Fi 6E, Wi-Fi 6 (802.11ax), Wi-Fi 5 (802.11ac), 802.11a/b/g/n
  • MIMO Configuration: 8x8 Sounding MU-MIMO
  • Bluetooth Features: Bluetooth® 5.3, LE Audio, Dual Bluetooth antennas, Snapdragon SoundTM Technology with support for Qualcomm® aptXTM Voice, aptX Lossless, aptX Adaptive Qualcomm SpectraTM Image Signal Processor
  • Triple 14-bit ISPs - Up to 2.5 Gigapixels per Second computer vision ISP (CV-ISP)
  • Rec. 2020 color gamut photo and video capture
  • 4K HDR Video Capture + 64 MP Photo Capture
  • 4K HDR Video Capture @ 30 FPS
  • Slow-mo video capture at 720p @ 480 FPS
  • New Qualcomm Aqstic smart speaker amplifier (WSA8835)
  • On-Device Display Support: FHD+ @ 144 Hz / QHD+ @ 60 Hz
  • 10-bit color depth, Rec. 2020 color gamut
  • HDR10 and HDR10+
  • Kryo CPU: Up to 2.4 GHz
  • Vulkan® 1.1 API supportAdreno Frame Motion Engine
  • API Support: OpenGL® ES 3.2, OpenCLTM 2.0 FP, Vulkan 1.1
  • Qualcomm® Quick ChargeTM 4+ technology
  • GPS, Glonass, BeiDou, Galileo, QZSS, NavIC capable
  • Support for LP-DDR5 memory up to 3200 MHz
  • 4 nm Process Technology
  • USB Version 3.1; USB Type

L'articolo Snapdragon 8+ Gen 1 e Snapdragon 7 Gen 1 ufficiali: Qualcomm spinge sui top sembra essere il primo su Androidworld.

Questa cover permette "magicamente" ai telefoni Huawei di diventare 5G

Fri, 05/20/2022 - 12:22

L'ormai famoso ban americano ha praticamente terminato le ambizioni di Huawei nel settore smartphone, ma i suoi prodotti si distinguono comunque per la cura costruttiva e le grandi capacità fotografiche. Il problema è che sono limitati alle reti 4G e il produttore di cover Shuyuan Technology ha pensato di metterci una pezza con una cover per Huawei P50 Pro che permette al telefono di collegarsi istantaneamente alle reti 5G.

Il prodotto, del costo di 799 yuan (circa 113 euro), supporta i tre principali operatori in Cina e per essere operativo bisogna solo attivare il servizio eSIM. La società, che ha visto aumentare il valore delle sue azioni di ben il 33% dal lancio, prevede di rilasciare cover anche per gli altri dispositivi dell'azienda, come il nuovo Huawei Mate 50.

Difficile che il prodotto superi i confini cinesi, vista anche la scarsa diffusione di smartphone Huawei, in Occidente ma non solo, ma l'aumento del valore della società che li produce dà un'idea dell'attenzione che il gigante cinese riesce comunque a suscitare. 

L'articolo Questa cover permette "magicamente" ai telefoni Huawei di diventare 5G sembra essere il primo su Androidworld.

Galaxy Note 9 si aggiorna per l'ultima volta

Fri, 05/20/2022 - 12:22

Samsung Galaxy Note 9 è uno degli smartphone top di gamma lanciati negli scorsi anni da Samsung, lo stesso dispositivo che è ormai giunto alla conclusione del supporto software.

Iscriviti al Gruppo Facebook

Nelle ultime ore Samsung ha rilasciato un nuovo aggiornamento software per il dispositivo, il quale corrisponde alla build N960FXXS9FVE1. L'aggiornamento introduce le patch di sicurezza Android di maggio 2022, risolvendo diverse vulnerabilità a livello di sistema Android e di interfaccia Samsung.

Si tratta dell'ultimo aggiornamento di sicurezza per il dispositivo, giunto alla fine dei quattro anni di supporto assicurato. Non è escluso però che in futuro riceva degli ulteriori aggiornamenti straordinari.

L'update è attualmente in fase di distribuzione via OTA per gli utenti tedeschi, ci aspettiamo che entro i prossimi giorni il rollout verrà allargato anche all'Italia.

L'articolo Galaxy Note 9 si aggiorna per l'ultima volta sembra essere il primo su Androidworld.

Google Pixel 6 cresce tanto in nord America nel primo trimestre del 2022

Fri, 05/20/2022 - 09:38

Nonostante la quota di mercato raggiunta sia ancora distante da aziende come Apple e Samsung, Google sta rafforzando la sua posizione nel segmento riservato agli smartphone.

Secondo l'ultimo rapporto di Canalys, infatti, Google, nel primo trimestre 2022, ha registrato una crescita delle vendite di quasi il 400% anno su anno. L'azienda ha spedito 1,2 milioni di unità, mentre un anno fa si fermò a 200.000. Questo risultato colloca l'azienda al quinto posto.

A riguardo, lo staff di Canalys ha spiegato: "Google è sull'offensiva per conquistare quote di mercato, basandosi sulla sua ampia presenza di carrier e sull'investimento senza precedenti nel marchio Pixel. Si è concentrata su Pixel 6 nel primo trimestre, ma cercherà di espandersi ulteriormente nel resto dell'anno, con un portafoglio lanciato di recente che include l'imminente ammiraglia Pixel 7, il conveniente Pixel 6a, Pixel Watch e Pixel Buds."

L'articolo Google Pixel 6 cresce tanto in nord America nel primo trimestre del 2022 sembra essere il primo su Androidworld.

Realme presenterà il tablet Pad X il prossimo 26 maggio

Fri, 05/20/2022 - 09:28

Dopo diverse indiscrezioni, Realme ha annunciato ufficialmente che giovedì 26 maggio presenterà Realme Pad X, il primo tablet dell'azienda in Cina. Per l'occasione, è stato diffuso anche una prima immagine del dispositivo, nella colorazione "Neon Green" con strisce stile "corsa automobilistica" sul retro (sarà disponibile anche in blu e grigio).

Per quanto riguarda le specifiche, il dispositivo avrà una fotocamera posteriore oltre che a quella frontale. Lo schermo sarà di tipo LCD da 2,5K (con refresh rate a 120 Hz) mentre la batteria sarà da 8.360 mAh. Inoltre, non mancherà il supporto allo stilo.

Il prezzo, infine, dovrebbe partire da 2.000 yuan (circa 280 euro). Le versioni disponibili, stando all'elenco pubblicato, menziona soltanto i modelli Wi-Fi da 4 GB / 64 GB e da 6 GB / 128 GB. Alcune indiscrezioni, però, suggeriscono anche di un modello 5G.

L'articolo Realme presenterà il tablet Pad X il prossimo 26 maggio sembra essere il primo su Androidworld.

Pages