Tecnoandroid


MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 23 min 6 sec ago

Google News: per l’anniversario, aggiornamento contro fake news e bufale

31 min 50 sec ago

Google News: per l’anniversario, aggiornamento contro fake news e bufale Tecnoandroid

Da quando Google ha deciso di attivare il proprio servizio nell’ambito dell’informazione e delle notizie, l’intento primario corrispondeva al creare una piattaforma innovativa, che desse nuovo respiro al mondo giornalistico e che soprattutto si proponesse di lottare, con tutte le proprie forze e i propri mezzi, contro le fake news.

Ad un anno di distanza dalla sua fondazione, si può dire che ci sia ancora tantissimo lavoro da svolgere, ma che comunque lo sforzo profuso in Google News sia del tutto ammirevole. Cosa che naturalmente la casa di Mountain View non vuole tenere per sé ma condividere, stilando un rapporto preciso di tutte le strategie portate avanti nella lotta alle bufale.

Le conquiste del primo anno di attività

Anzitutto, Google ha stretto un legame forte con alcuni importanti osservatori internazionali, in particolare l’International Fact Checking Network, che permettono di individuare immediatamente le fake news tramite meccanismi combinati di confronto dei file presenti sul web corrispondenti ai criteri di ricerca della news.

Il servizio Subscribe with Google ha consentito a migliaia di utenti di ottenere una scorciatoia per abbonarsi a giornali e riviste autorevoli (tra cui spiccano i nomi The Guardian, the Washington Post e the Financial Times).

Inoltre, ha anche attivato un News Lab, un corso che gli ha consentito di formare oltre 300.000 giornalisti che potrebbero diventare 500.000 entro fine del 2020.

I propositi e i progetti per il nuovo anno

Ad aggiungersi a queste grandi imprese dell’anno appena trascorso, ci sono delle novità interessanti da prendere in considerazione, tra cui la possibilità di aggiornare e rinverdire la lista di fonti attendibili (le cui pubblicazioni avranno priorità su Google News) e di far disporre ai giornalisti di un segno distintivo da apporre su un articolo il cui contenuto risulta verificato.

Non ultimo, la settimana prossima Google presenterà il nuovo Newspack CMS creato in collaborazione con WordPress e pensato per la dimensione della stampa locale. Per questo e altri aggiornamenti, dovremo attendere la presentazione della prossima settimana.

Google News: per l’anniversario, aggiornamento contro fake news e bufale Tecnoandroid

Android Q: 3 novità assolute che gli utenti Android Pie non vedranno mai

41 min 9 sec ago

Android Q: 3 novità assolute che gli utenti Android Pie non vedranno mai Tecnoandroid

Android Q è già arrivato alla prima Beta Release per i dispositivi Google della gamma Pixel 3 e Pixel 3 XL. Si sta presentando con sensazionali novità che generano una certa invidia in tutti quegli utenti che ancora stanno aspettando impazienti l’arrivo della versione Android Pie su questi smartphone. Ma c’è poco da fare, non vedranno mai le 3 nuove funzioni riservate. Scopriamo di cosa si tratta in anteprima assoluta.

 

Android Q: anteprima assoluta su 3 funzioni inedite del sistema

Il nuovo firmware Android Q è in rilascio in versione di test per gli utenti aderenti al circuito Beta. Ha già iniziato a manifestare l’unicità di un’impronta software inedita con 3 funzioni impeccabili. Possiamo quanto meno aspettarci questi cambiamenti.

 

Sicurezza Android

Il sistema di gestione degli accessi con profilo biometrico cambia uniformandosi all’esperienza iOS per la creazione di una maschera limitata di permessi. Difficile entrare in possesso dei token e garantire l’accesso esterno a malintenzionati e prosecutori del phishing.

 

Fotocamera e Videocamera Android

Foto e video migliorano notevolmente con l’azione della gestione separata della modalità Ritratto ed io nuovi codec HDR10+. Grazie alla nuova opzione di editing bokeh saremo in grado di gestire separatemente due file .jpg, uno contenente la foto normale ed una l’effetto sfocatura. Potremo processarli separatamente ed applicarli eventualmente a formare una unica immagine grazie all’inedito formato Dynamic Depth Format (DDF).

Per i video si utilizzerà il nuovo encoder audio Opus di tipo loss-less open source. Non mancherà nemmeno il nuovo sistema di codifica AV1 da utilizzarsi per il processing delgi stream su piattaforme come Netflix e Sky che – così facendo – garantiranno massima qualità e balance ottimale sul fattore compressione/bitrate.

 

Grafica Android Q

Sul piano Stock UI cambieranno font ed aspetto generale degli elementi del sistema. Nuovo Product San ma anche nuove icone, cartelle e menu con stile Material Designi e disegno total Black in pure stile Dark Mode. Ottima soluzione per aumentare la durata della batteria su dispositivi muniti di AMOLED Display e ridurre l’affaticamento visivo.

Android Q: 3 novità assolute che gli utenti Android Pie non vedranno mai Tecnoandroid

Sky e DAZN, i prezzi sono sempre più bassi con queste tre offerte

46 min 34 sec ago

Sky e DAZN, i prezzi sono sempre più bassi con queste tre offerte Tecnoandroid

Questo weekend – a causa della pausa per le nazionali – si fermeranno tutti i campionati di calcio europei. I palinsesti di Sky e DAZN quindi saranno leggermente più vuoti, in attesa della parte conclusiva della stagione.

Sino al prossimo mese di giugno Sky e DAZN continueranno a dividersi i migliori match di calcio. Gli utenti hanno provato sulla loro pelle che avere un abbonamento per ambedue i servizi può costare molto. Resta però viva la promozione ad hoc pensata da Sky per i suoi abbonati.

 

Sky, sino a fine mese continua la valida promozione con DAZN

Sino agli ultimi giorni del mese di marzo, gli abbonati con un regolare contratto Sky possono attivare un ticket DAZN con un prezzo a dir poco vantaggioso. Per gli utenti della pay tv la scelta è triplice.

Il pacchetto base previsto per i clienti Sky iscritti al programma Extra prevede un mese di DAZN al costo ridotto di 7,99 euro invece di 9,99 euro. il ticket che consente la visione sino a fine campionato è invece di tre mesi ed ha un prezzo una tantum di 21,99 euro. Chi invece è interessato ad un trattamento full option può acquistare il pacchetto di sette mesi al prezzo di 54,99 euro. 

La visione completa è garantita da questi ultimi due ticket proposti. È sempre bene ricordare che ad un cliente spetta un unico codice coupon per DAZN. Al termine del periodo promozionale, il costo del servizio streaming torna ad essere di 9,99 euro ogni trenta giorni.

Sky e DAZN, i prezzi sono sempre più bassi con queste tre offerte Tecnoandroid

CoopVoce: ChiamaTutti Top, 2 promozioni da 6 euro con tanti giga

51 min 10 sec ago

CoopVoce: ChiamaTutti Top, 2 promozioni da 6 euro con tanti giga Tecnoandroid

Avere nella propria scuderia promozioni che costino poco ed allo stesso tempo portino gli utenti grandi contenuti è ormai una prerogativa di tutti i gestori. CoopVoce infatti ha invertito la rotta ed ha cambiato totalmente la sua strategia che fin dall’inizio l’aveva reso celebre.

Offrire promozioni a prezzo molto basso è sempre stata una caratteristica base del gestore con marchio Coop, il quale però non offriva abbastanza contenuti. L’azienda infatti ha deciso di aumentare proprio i minuti e i giga all’interno delle tue promozioni creando nuove soluzioni basate sulla stessa linea. Si può tranquillamente dire che CoopVoce a questo punto è in grado di lottare con tutti i gestori virtuali almeno ad armi pari.

 

CoopVoce, arrivano le due promozioni gemelle dal costo di 6 e 8 euro al mese che portano tanti minuti e giga per gli utenti

Dopo diversi mesi trascorsi in letargo forse ad elaborare una strategia che potesse funzionare, CoopVoce è venuto di nuovo allo scoperto ormai da qualche mese. Il gestore virtuale sta infatti assoldando tantissimi nuovi utenti grazie alle sue nuove promozioni intente a modificare le sorti dell’azienda.

La prima in assoluto è la ChiamaTutti Top 10GB, promozioni che include proprio 10 giga in 4G per la navigazione e inoltre 1000 minuti per telefonare chiunque. La seconda promozione che è quella migliore in assoluto e poi la ChiamaTutti Top 20GB, la quale include al suo interno minuti senza limiti verso tutti e un corrispettivo di 20 Giga in 4G per navigare. I prezzi sono rispettivamente di 6,50 euro e 8 euro al mese per sempre.

CoopVoce: ChiamaTutti Top, 2 promozioni da 6 euro con tanti giga Tecnoandroid

Mediaset Premium si difende dall’IPTV con un abbonamento contro Sky

1 hour 11 min ago

Mediaset Premium si difende dall’IPTV con un abbonamento contro Sky Tecnoandroid

Mediaset fatica a vedere una via d’uscita per quanto riguarda le problematiche che sta affrontando in merito alla sua piattaforma Premium. Il noto broadcaster ha Infatti incontrato più vicoli ciechi, dei quali è difficile fare retromarcia per tornare al mondo normale.

Dopo la perdita del calcio avvenuta la scorsa estate, tantissime persone hanno deciso di abbandonare la causa non ritornando più. Effettivamente Mediaset ha perso tutto sulla sua piattaforma a pagamento, conservando solo il cinema visto che anche altri canali ultimamente sono spariti. Di questo ne hanno beneficiato chiaramente tutte le piattaforme rivali, uscite già più forti dal confronto estivo. (Per le migliori offerte Amazon, ecco il nostro canale Telegram dove troverete tanti codici sconto. Clicca qui per entrare).

 

Mediaset Premium, ecco il nuovo abbonamento che può far tornare qualche utente in più grazie al prezzo di soli 15 euro al mese

Gestita da una piattaforma che goda di servizi a pagamento è davvero difficile in Italia, dato che i colossi stranieri si sono impossessati di qualsiasi contenuto. Infatti Sky detiene praticamente tutta la programmazione che gli utenti Mediaset e desidererebbero, ed in questo momento proprio Premium non gode di buona salute.

In questi ultimi mesi sono spariti prima i due canali dedicati ad Eurosport e poi i film in esclusiva di casa Universal, passati a Sky ufficialmente. Ora, per attrarre qualche utente in più, è stato lanciato ancora l’abbonamento con tutti i canali cinema e Premium Play On Demand a soli 15 euro al mese. Potrebbe essere questa la soluzione per rilanciare un futuro prossimo.

Mediaset Premium si difende dall’IPTV con un abbonamento contro Sky Tecnoandroid

WhatsApp: in questo modo è possibile spiare gli utenti in chat legalmente

1 hour 16 min ago

WhatsApp: in questo modo è possibile spiare gli utenti in chat legalmente Tecnoandroid

Le novità legate a WhatsApp in questi ultimi mesi sono state davvero tante, con gli utenti che ovviamente non possono che esserne contenti. In molti hanno notato come siano state innalzate le mura dedite alla sicurezza degli utenti stessi, i quali hanno accusato qualche problematica nel corso del tempo.

Infatti più volte sono arrivati in chat alcuni messaggi molto pericolosi che hanno finito per danneggiare la clientela di WhatsApp. Per evitare questo l’azienda ha introdotto la possibilità di inoltrare solo 5 volte i messaggi e non più 21, diminuendo il raggio d’azione delle truffe. Tantissimi utenti però avrebbero ancora molta paura di essere spiati all’interno della chat.

 

WhatApp, con questo metodo semplicissimo, legale e gratuito, si possono spiare gli utenti in chat tenendo conto dei loro movimenti

Da quando sono state introdotte le nuove norme a protezione degli account degli utenti di WhatsApp, tutti sono un po’ più tranquilli. In realtà non dovrebbe essere però così, visto che esistono ancora alcuni trucchi illegali che permettono di spiare la chat di diverse persone senza troppe difficoltà.

Oltre questo però c’è da dire che esistono anche alcuni metodi legali per tenere conto di altri aspetti proprio all’interno delle chat altrui. Uno di questi è sicuramente Whats Tracker, un’applicazione gratuita sul Play Store per tenere traccia dei movimenti di un utente. Quest’applicazione infatti informerà con notifica quando l’utente scelto deciderà di entrare o di uscire da WhatsApp.

WhatsApp: in questo modo è possibile spiare gli utenti in chat legalmente Tecnoandroid

Passa a TIM: minuti, sms illimitati e fino a 40 GB a prezzi mai vista prima

1 hour 21 min ago

Passa a TIM: minuti, sms illimitati e fino a 40 GB a prezzi mai vista prima Tecnoandroid

TIM lancia una nuova sfida ai suoi competitors diretti attraverso una nuova offerta denominata TIM Complete. Avere minuti ed sms illimitati non è mai stato così semplice anche perchè sono inclusi fino a 40 GB di traffico dati e servizi accessori a costo zero. Ecco tutti i dettagli!

Tim Complete: una nuova offerta sostituisce la Ten Go New per sempre

Marzo si è distinto per esser stato un mese di transizione: alcune opzioni presenti in catalogo sono state eliminate per dare spazio a delle novità. Tra queste troviamo la nuova promozione Complete che ha un costo mensile di 19,90 euro.

L’offerta base comprende: 1000 minuti verso tutte le numerazioni sia di rete fissa che mobile e 3 GB di traffico dati in 4G. Nonostante ciò, l’operatore nazionale ha deciso di regalare dei bonus a chi lo scegli ed in questo caso, entro 5 giorni dall’attivazione verranno aggiunti:

  • dai 17 ai 37 GB in base alla fatturazione dell’abbonamento; se si sceglierà il credito residuo si otterranno 17 GB aggiuntivi, se si sceglierà l’addebito su carta di credito, conto corrente o Tim Pay si otterranno 37 GB aggiuntivi;
  • Minuti illimitati gratis verso tutti i numeri nazionali;
  • SMS illimitati gratis verso tutti i numeri nazionali;
  • I servizi accessori Carta Free, Segreteria Telefonica, Lo Sai e ChiamaOra di TIM inclusi nel prezzo e per sempre.

Segnaliamo, infine, che:

  • se l’utente deciderà di attivare la ricarica automatica otterrà comunque i 37 GB aggiuntivi senza dover optare per uno dei metodi di pagamento esposto;
  • se l’utente è già cliente della linea fissa dell’operatore per via dell’iniziativa TIM100% otterrà 5 GB aggiuntiva sulla propria linea.

Passa a TIM: minuti, sms illimitati e fino a 40 GB a prezzi mai vista prima Tecnoandroid

Sanpaolo, Unicredit e BPM: le ultime novità sulla truffa dei diamanti

2 hours 11 min ago

Sanpaolo, Unicredit e BPM: le ultime novità sulla truffa dei diamanti Tecnoandroid

La truffa dei diamanti. Ne abbiamo sentito parlare ai TG e nel corso delle dirette radio che hanno avuto come protagonisti anche illustri personaggi del mondo della TV e dello spettacolo. Personalità del calibro di Vasco Rossi sono incappate in una frode incredibile che ha azzerato conti in banca e carte di credito. Un vero e proprio furto, ora sotto l’occhio attento degli inquirenti della Guardia di Finanza coordinati dai PM.

Intesa Sanpaolo, Unicredit e BPM sono state accusate di concorso in illecito finanziario con motivante della responsabilità amministrativa. Si sono forniti i numeri della faccenda, per un fascicolo che vede in prima linea l’intervento contro Intermarket Diamond Business SPA (Idb) e Diamond Private Investment SPA (Dpi).

 

Truffa dei diamanti colpisce Sanpaolo, Unicredit e BPM
  • 149 milioni nei confronti di IDB.
  • 165 mln di DPI.
  • 83,8 di Banco Bpm e di Banca Aletti.
  • 32 milioni di Unicredit.
  • 11 milioni di Intesa Sanpaolo.
  • 35,5 milioni di Mps

Sono questi i numeri del caso che ha come perno centrale la supervalutazione dei diamanti da parte delle due società intermediarie. Il valore dei preziosi è stato falsato apparendo doppio rispetto alla sua reale quotazione. Un affare davvero pericoloso e sconcertante.

Tanto sconcertante che già diverso tempo fa la trasmissione televisiva Report aveva lanciato l’allarme frode. A seguito di questo monito qualche investitore era riuscito a tirarsene fuori con oneri pesanti sul capitale investito. Chi ha dato piena fiducia alle compagnie si è ritrovato con il nulla in mano. Una vicenda che ha dell’incredibile, come incredibile è anche la nuova frode Intesa Sanpaolo che sta bloccando i prelievi in contanti allo sportello e tutte le carte.

Sanpaolo, Unicredit e BPM: le ultime novità sulla truffa dei diamanti Tecnoandroid

Whatsapp: come leggere i messaggi apparendo invisibili agli amici

2 hours 16 min ago

Whatsapp: come leggere i messaggi apparendo invisibili agli amici Tecnoandroid

Whatsapp non è proprio il massimo dal punto di vista della privacy. Continua a mettere a dura prova la pazienza degli utenti dopo la promessa di un’integrazione sociale con i social network di mamma Facebook per Messenger e Instagram. La cosa non piace a parecchi i noi ma tra pochi mesi dovremmo conviverci o affidarci altrove. Per il momento possiamo solo pensare di usare 4 trucchi per spiare i contatti leggendo i loro messaggi e visualizzando le loro foto senza farci scoprire. Vediamo come fare.

 

Whatsapp: sei offline ma puoi leggere comunque i messaggi. Ecco come fare

Staccare la spina dopo una settimana di lungo ed estenuante lavoro è davvero il minimo. Vale la pena entrare nelle Impostazioni e disattivare le spunte blu? Poi non potrò più vedere quali dei miei contatti è collegato. Allora usiamo 4 soluzioni alternative.

La prima è la modalità aereo, la cara e vecchia opzione che disattiva ogni profilo di connessione, dal WiFi al Bluetooth e fino all’NFC. Resta in vita solo la chiamata vocale e gli SMS, per il resto saremo fuori dal mondo. La usiamo per entrare in modalità anonima Whatsapp leggendo i messaggi senza che appaiano le famigerate spunte di lettura. Possiamo anche digitare il messaggio e premere Invio. Sarà inoltrato non appena torneremo online.

Parliamo poi delle notifiche, ossia i sistemi di visualizzazione al volo dei contenuti per le app attive. Foto, video e messaggi vengono segnalati nella barra superiore. Scorriamo con attenzione (senza aprire la notifica) e leggiamo. Il nostro contatto non sospetterà nulla.

La condivisione esterna garantisce l’inoltro di contenuti online con profilo offline. Premiamo,ad esempio, il Pulsante Condividi all’interno dell’app Galleria Android e scegliamo di trasmettere il file ad una chat Whatsapp. Sembreremo non in linea ma la foto verrà inviata lo stesso.

Per concludere si parla di Unseen Messages, una semplice app che funziona su tutti i dispositivi Android. Funziona per Whatsapp ma anche per numerose altre piattaforme di messaggistica. Elimina ogni simbolo grafico di avvenuta lettura e funziona bene anche su TelegramInstagram, Viber Messenger di Facebook.

Whatsapp: come leggere i messaggi apparendo invisibili agli amici Tecnoandroid

Disservizi Tim, Wind Tre, Vodafone e Iliad: nuove segnalazioni e down

2 hours 21 min ago

Disservizi Tim, Wind Tre, Vodafone e Iliad: nuove segnalazioni e down Tecnoandroid

È in costante aumento il numero di disservizi telefonici segnalati dagli utenti. A quanto pare, infatti, i principali gestori di rete italiani come Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad, stanno deludendo, e non poco, i propri clienti. Ogni giorno, infatti, sono centinaia di migliaia le segnalazioni di problemi di rete che arrivano da tutta Italia. 

Da oggi, però, grazie a un metodo molto particolare,  abbiamo la possibilità di scoprire tutti i disservizi in atto in anticipo, in modo tale da poterli evitare. Scopriamo di seguito di cosa stiamo parlando.

Disservizi di Rete: ecco come non rimanere mai più senza il 3G e 4G degli operatori

Con l’arrivo del 2019, tutti pensavamo che il problema dei disservizi di rete si fosse arginato ma, a quanto pare, la situazioni è diventata addirittura più tragica. I principali problemi che, ormai, tutti gli utenti italiani segnalano sono: assenza di segnale, caduta di chiamate e scarsa copertura.

Da oggi però, grazie a Downdetector, possiamo scoprire in anticipo i disservizi in atto, in modo tale da evitarli. Downdetector.it, è un sito molto particolare che raccoglie tutte le segnalazioni fatte sul web e crea un quadro generale dei problemi per ogni operatore e non. Ecco di seguito i principali problemi degli ultimi giorni:

  • Internet fisso (48%), Telefonia mobile (30%), Telefonia fissa (28%) per Tim che ha registrato picchi di 42 segnalazioni;
  • Internet (50%), Telefonia (20%), totale blackout (28%) per Wind;
  • Telefonia mobile (56%), Internet mobile (26%), Blackout totale (17%) per 3 Italia che ha registrato circa 150 segnalazioni nell’ultimo giorno;
  • Internet (47%), Telefonia mobile (34%), Telefonia fissa (18%) per Vodafone che ha avuto picchi ben 26 segnalazioni ad ora;
  • Internet mobile (30%), Blackout totale (32%), Telefonia mobile (37%) per Iliad.

Disservizi Tim, Wind Tre, Vodafone e Iliad: nuove segnalazioni e down Tecnoandroid

Facebook ha ammesso di aver memorizzato centinaia di milioni di password di account

Thu, 03/21/2019 - 21:45

Facebook ha ammesso di aver memorizzato centinaia di milioni di password di account Tecnoandroid


Facebook ha confermato giovedì in un post sul blog, suggerito da un rapporto del giornalista della sicurezza informatica Brian Krebs, che ha memorizzato “centinaia di milioni” di password di account in chiaro per anni.

La scoperta è stata fatta a gennaio, ha dichiarato Pedro Canahuati di Facebook, come parte di una revisione di sicurezza di routine. Nessuna delle password era visibile a nessuno al di fuori di Facebook, ha affermato. La compagnia ha ammesso il lasso di sicurezza mesi dopo, dopo che Krebs ha dichiarato che i log erano accessibili a circa 2.000 ingegneri e sviluppatori.

Non è la prima volta per questioni di questo tipo per Facebook

Questo è l’ultimo di una serie di problemi di sicurezza per Facebook. A ottobre, un hacker è stato in grado di accedere a informazioni personali da 29 milioni di account dopo aver rubato i token di accesso. Prima di ciò, è stato scoperto che i messaggi privati ​​di 81.000 utenti erano stati messi in vendita. E niente di tutto ciò include la diffusione impropria di dati su larga scala che ha preso il via con Cambridge Analytica e ha iniziato a esercitare pressioni sull’azienda affinché cambiasse le sue pratiche.

“Questo ha attirato la nostra attenzione perché i nostri sistemi di login sono progettati per mascherare le password usando tecniche che li rendono illeggibili”, ha detto Canahuati. “Non abbiamo trovato alcuna prova fino ad oggi che qualcuno abbia abusato internamente o vi abbia fatto un accesso improprio.”

Facebook ha dichiarato che notificherà “centinaia di milioni di utenti di Facebook Lite” e “decine di milioni di altri utenti”. La società ha anche affermato che “decine di migliaia di utenti di Instagram” saranno informati dell’esposizione.

È l’ultimo di una serie di imbarazzanti problemi di sicurezza nella società, che ha spinto richieste di informazioni al Congresso e indagini governative.

Facebook ha ammesso di aver memorizzato centinaia di milioni di password di account Tecnoandroid

UMIDIGI UMI S3 PRO: il medio gamma in offerta sullo shop eFox a soli 239,99 euro

Thu, 03/21/2019 - 21:30

UMIDIGI UMI S3 PRO: il medio gamma in offerta sullo shop eFox a soli 239,99 euro Tecnoandroid

Efox è da sempre attenta alle esigenze dei clienti e cerca di proporre sempre offerte degne di nota soprattutto in ambito smartphone. Anche questa settimana non ha voluto deludere le aspettative e propone per tutti i nostri utenti un nuovo medio gamma realizzato dalla casa cinese UMIDIGI.

Si tratta dell’UMIDIGI S3 PRO in versione 4G. Tra le caratteristiche troviamo uno schermo da 6.3 pollici con risoluzione Full HD+ e notch a goccia. Il processore è un Mediatek Helio P70 a 2.1 Ghz, octa-core. Il tutto è spinto da una GPU ARM Mali G72 MP3 a 900 MHz. E’ disponibile il supporto sia al Touch ID che al Face ID. La scheda tecnica si compone poi di 6GB di memoria RAM e 128GB di memoria interna espandibile fino a 256GB.

 

UMIDIGI UMI S3 PRO ad un prezzo esclusivo sullo shop di eFox

 

Passando al comparto fotografico, sul retro troviamo la presenza di una doppia fotocamera Sony, una IMX586 con sensori da 48 e 12 MP. Nella parte frontale è presente sempre un sensore Sony ma unIMX376 da 20 MP.

Il sistema operativo è affidato ad Android in versione 9.0 Pie ed è presente il supporto alla USB di tipo C, l’OTG e l’NFC. Anche lato autonomia il dispositivo promette molto bene grazie alla presenza di una batteria da 5150 mAh ed il supporto alla ricarica rapida da 18W.  E’ presente inoltre il supporto al Dual SIM entrambe con formato Nano oppure sostituire una di esse con uno slot per la MircoSD.

Per chi volesse scoprire ancora maggiori dettagli o volesse procedere con l’acquisto dello smartphone può collegarsi al sito ufficiale di eFox, direttamente tramite questo link. Il prezzo è di soli 239,99 euro ed è disponibile per la versione europea esclusivamente nella colorazione nera.

UMIDIGI UMI S3 PRO: il medio gamma in offerta sullo shop eFox a soli 239,99 euro Tecnoandroid

Microsoft Defender si espande e arriva anche sul Mac

Thu, 03/21/2019 - 21:15

Microsoft Defender si espande e arriva anche sul Mac Tecnoandroid

Microsoft ha annunciato oggi l’update di Microsoft Defender Advanced Threat Protection (ATP) sul Mac. In precedenza, si trattava di una soluzione Windows per proteggere le macchine dei possessori Windows. In precedenza era chiamato Windows Defender ATP. Dato che ora è anche sul Mac, Microsoft ha deciso di eliminare il soprannome di ‘Windows Defender’ in favore di ‘Microsoft Defender’.

“Per noi, si tratta di esperienze che seguono la persona e aiutano l’individuo ad essere più produttivo”, ha detto Jared Spataro, vicepresidente di Microsoft per Office e Windows.

Microsoft Defender, arrivano nuove funzionalità

Ha sottolineato che ciò significa che Microsoft sta spostando il suo “approccio incentrato su Windows”. Ha paragonato questo concetto al portare le app di Office su iPad e Android. “Ci stiamo dirigendo nella stessa direzione per dire che il nostro obiettivo è quello di proteggere ogni endpoint in modo che questa esperienza di Microsoft 365 non sia solo centrata su Windows”, ha affermato Spataro.

Dato che Microsoft Defender fa parte del pacchetto Microsoft 365, potresti chiederti perché quegli utenti si preoccupino del Mac. Ci sono molte aziende che usano un mix di macchine Windows e Mac e che forniscono a tutti i loro dipendenti Office. Avere una soluzione di sicurezza che si estende su entrambi i sistemi può ridurre notevolmente la complessità per i reparti IT.

Oltre al lancio della versione Mac di Microsoft Defender ATP, l’azienda ha annunciato anche il lancio di nuove funzionalità di gestione delle minacce e delle vulnerabilità per il servizio. Negli ultimi mesi, Microsoft aveva già lanciato una serie di nuove funzionalità che aiutano le aziende a monitorare e identificare proattivamente le minacce alla sicurezza.

Microsoft Defender si espande e arriva anche sul Mac Tecnoandroid

Google Chromium: una falla permetteva agli hacker di rubare dati personali

Thu, 03/21/2019 - 21:00

Google Chromium: una falla permetteva agli hacker di rubare dati personali Tecnoandroid

Alcuni ricercatori hanno scoperto una vulnerabilità decisamente allarmente nel browser Chromium di Google, che potrebbe essere utilizzata per rubare dati personali. Il ricercatore di Positive Technologies, Sergey Toshin, ha scoperto il bug lo scorso dicembre e lo ha rivelato a Google a gennaio, che ha corretto il problema qualche settimana dopo. Non c’è alcun segno che sia stato sfruttato attivamente, ma data l’ampia portata della vulnerabilità, è difficile essere sicuri.

Il bug è stato brevemente divulgato nelle patch note di Google da gennaio, descritto solo come una vulnerabilità di alto profiilo. Dopo un nuovo report di Positive Technologies, ora sappiamo che l’errore riguardava il componente WebView di Android, che è comunemente usato per visualizzare pagine all’interno di app Android. Più in generale, la vulnerabilità esisteva all’interno del motore Chromium di Google ed era presente in tutte le versioni di Android 4.4 e successive.

 

Come viene sfruttata la falla

Gli hacker potevano sfruttare la vulnerabilità collegandosi nel telefono degli utenti installando da browser un’app dannosa, che eseguiva un piccolo file che ha accesso all’hardware del telefono. Da lì, gli aggressori avrebbero potuto intercettare i dati dell’utente. “Questeali applicazioni potevano leggere le informazioni da WebView. Ciò consente l’accesso alla cronologia del browser, token di autenticazione comunemente utilizzati per l’accesso in app mobili e altri dati importanti “, ha affermato Leigh-Anne Galloway, responsabile della resilienza alla sicurezza informatica presso Positive Technologies.

Gli utenti che utilizzano Android 7.0 e versioni successive devono aver aggiornato il proprio browser Google Chrome a gennaio, mentre gli utenti che eseguivano versioni precedenti di Android dovevano aggiornare WebView tramite Google Play. Gli utenti Android che non dispongono di Google Play dovranno attendere un aggiornamento dal produttore del dispositivo.

Google Chromium: una falla permetteva agli hacker di rubare dati personali Tecnoandroid

Regno Unito, gli attacchi DDoS potrebbero costare £ 1 miliardo quest’anno

Thu, 03/21/2019 - 20:45

Regno Unito, gli attacchi DDoS potrebbero costare £ 1 miliardo quest’anno Tecnoandroid


Le imprese britanniche sono state colpite da molti attacchi informatici e hanno subito gravi effetti finanziari, come dimostrato da nuove ricerche. Un rapporto di NETSCOUT ha stimato che gli attacchi DDoS da soli potrebbero costare all’economia del Regno Unito più di 1 miliardo di sterline all’anno a causa dei danni subiti.

Il rapporto ha stimato che il costo medio per ogni azienda del Regno Unito, che ha subito attacchi informatici di tipo DDoS, superava i £ 140.000. Complessivamente, il 91% delle aziende intervistate da NETSCOUT ha dichiarato di aver subito interruzioni della rete come risultato diretto di un attacco DDoS, con conseguente notevole calo della produttività. Il tempo di fermo medio annuale è di 67 minuti all’anno. I costi di fermo sono stati stimati in £ 2,140 al minuto.

Ci sono più di diecimila attacchi DDoS al giorno

Circa l’86% delle principali imprese britanniche interrogate sono state attaccate almeno una volta nel 2018. La perdita dei ricavi è stata riportata da oltre un terzo (36,2%) degli intervistati. A questo si aggiungono altri fattori quali aumento delle spese operative (38,6%), impatto reputazionale (36,2%), premi assicurativi più elevati (31,9%) e perdita di clienti (30,7%). Si evidenzia dunque il danno a lungo termine che gli attacchi informatici hanno portato.

“Gli strumenti per avviare attacchi DDoS sono economici, disponibili gratuitamente e facilmente implementabili. Di conseguenza, ci sono più di diecimila attacchi DDoS ogni giorno in tutto il mondo”, ha osservato Darren Anstee, CTO di NETSCOUT, Security.

“Le dimensioni e la complessità degli attacchi continuano a crescere e le aziende devono assicurarsi che le loro risorse chiave siano adeguatamente protette – incluso nel cloud, SaaS ecc.”

Regno Unito, gli attacchi DDoS potrebbero costare £ 1 miliardo quest’anno Tecnoandroid

Disney Plus, Netflix, Amazon, Facebook e Apple: la guerra dello streaming

Thu, 03/21/2019 - 20:30

Disney Plus, Netflix, Amazon, Facebook e Apple: la guerra dello streaming Tecnoandroid

Dal prossimo lunedì si aprirà una nuova stagione nei servizi di streaming, poiché anche Apple lancerà la sua versione in aperta concorrenza con Amazon e Netflix. Quest’ultima piattaforma, come prevedibile, non entrerà nella suite di Cupertino e lo stesso amministratore delegato di Netflix Reed Hastings ha dichiarato con orgoglio la loro indipendenza da qualsiasi aggregatore di servizi.

In realtà i rapporti tra Netflix e Apple si erano fatti tesi già lo scorso anno, quando la Mela aveva sospeso le funzione App Store per la vendita di abbonamenti al servizio di streaming più popolare. Contestualmente, e forse per ripicca, Netflix potrebbe sostenere Spotify nella battaglia legale contro Apple in seno alla Commissione europea: in ballo sembra ci siano favoritismi riservati a Cupertino.

 

Apple lancerà il suo streaming contro i grandi big Disney e Facebook

L’intenzione di Apple è quella già intrapresa da Amazon, ovvero la somministrazione di u abbonamento sui 13 dollari mensili che punti su contenuti di qualità autoprodotti e non. Secondo le stime degli analisti finanziari Apple si sta muovendo nel campo dell’entertainment streaming per coprire le previsioni negative di ricavo sulle vendite di iPhone.

Intanto siamo pronti ad accogliere anche Disney Plus nella competizione, gli esperti accreditano al colosso di Topolino un bouquet di 160 milioni di abbonati a regime, contro i 139 milioni di Netflix. Scenderà in campo anche Facebook Watch che, reduce dal successo di Red Table Talk con 7,5 milioni di spettatori, punterà sia su produzioni in house che collaborazioni con altri editori. Infine, dei rumor sostengono che anche Snapchat stia rilanciando il suo servizio con la produzioni di show originali.

La guerra dei servizi streaming è appena iniziata.

Disney Plus, Netflix, Amazon, Facebook e Apple: la guerra dello streaming Tecnoandroid

Oppo Reno riceve la certificazione Bluetooth SIG

Thu, 03/21/2019 - 20:15

Oppo Reno riceve la certificazione Bluetooth SIG Tecnoandroid

Il prossimo smartphone della nuova serie Reno di Oppo, cioè l’Oppo Reno, dovrebbe arrivare sul mercato durante un evento il prossimo 10 Aprile. Nelle ultime ore, inoltre, lo smartphone ha ricevuto una importante certificazione, cioè la certificazione Bluetooth SIG.

 

Oppo Reno riceve la certificazione Bluetooth SIG anche nella versione 5G

Oppo Reno ha dunque ricevuto la certificazione Bluetooth SIG. Lo smartphone, in particolare, ha ricevuto la certificazione per due modelli diversi, registrati con i numeri di modello CPH1919CPH1921.

La presenza della registrazione di due varianti di Oppo Reno ci conferma ancora una volta che il prossimo smartphone dell’azienda arriverà anche nella versione 5G. Una delle due varianti che hanno ricevuto la certificazione Bluetooth SIG, infatti, supporterà la banda 78 proprio per la nuova connettività in 5G.

Dalla certificazione, poi, è emerso che Oppo Reno sarà un vero top di gamma. Sotto il cofano, infatti, ci sarà il potente processore Snapdragon 855 di Qualcomm. Si parla anche di una ipotetica versione dello smartphone con a bordo il SoC Snapdragon 710 (che potrebbe essere una versione per così dire Lite).

Come display, invece, Oppo Reno sarà dotato di un display Dynamic AMOLED come quelli visti sugli ultimi top di gamma di casa Samsung. A differenza di questi ultimi, però, sembra che il nuovo device di Oppo non avrà alcun foro, quindi la scelta ricadrà o sul notch o su un design a tutto schermo.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, infine, Oppo Reno sarà caratterizzato da tre sensori fotografici rispettivamente da 48+8+13 megapixel. Vi ricordiamo che questo comparto fotografico potrebbe essere dotato delle ultime tecnologie dell’azienda, come il nuovo Zoom 10x Lossless.

 

 

Oppo Reno riceve la certificazione Bluetooth SIG Tecnoandroid

WhatsApp si aggiorna con una splendida novità: addio a Chrome?

Thu, 03/21/2019 - 20:00

WhatsApp si aggiorna con una splendida novità: addio a Chrome? Tecnoandroid

Nuovo aggiornamento su WhatsApp per Android il quale ha ricevuto una nuova feature sul canale beta corrispondete alla build 2.19.74. Tra le novità interessanti che saranno introdotte, ce n’è una che potrebbe cambiare volto all’uso che facciamo di una delle app di messaggistica più famose al mondo.

Stiamo parlando di un vero e proprio browser web all’interno dell’app capace di caricare nell’interfaccia di Whatsapp qualsiasi tipo di contenuto normalmente fruito tramite una normale pagina web.

WhatsApp: con il browser web daremo addio a Chrome?

Se davvero WhatsApp sta implementando la possibilità di usare un browser integrato nell’app, come già visto in alcuni delle app concorrenti, potremmo dire addio all’uso di Google Chrome. Proprio così: il browser web nativo su ogni sistema Android inserito negli smartphone potrebbe perdere audience. E pensare che fu lo stesso Chrome a spodestare il concetto di browser nativo dei vari produttori di device, e ora è la volta delle app a ribaltare i rapporti di forza.

Il browser Whatsapp permetterà l’apertura di link ai siti web direttamente dalle chat. Circolano poche immagini riguardo a come apparirà l’interfaccia del browser completamente nativo che sarà supportato dallo standard WebView v66. Di sicuro c’è che offrirà la funzione Safe Browsering per avvertire gli utenti quando stanno per visitare siti non ritenuti sicuri.

La tecnologia a sostegno del browser nativo è basata sulle API Android, per cui gli utenti che vorranno cimentarsi nell’uso non dovranno temere per la loro privacy. Tuttavia, rumor e conferme a parte, al momento non possiamo sapere altro. Non sappiamo purtroppo quando questa novità verrà concretamente messa a disposizione di tutti gli utenti che giornalmente chattano su Whatsapp.

WhatsApp si aggiorna con una splendida novità: addio a Chrome? Tecnoandroid

La FDA contro il fumo: esce il gioco horror per sfuggire alla dipendenza

Thu, 03/21/2019 - 19:45

La FDA contro il fumo: esce il gioco horror per sfuggire alla dipendenza Tecnoandroid

La Food and Drug Administration sta cambiando il modo in cui sta affrontando il problema del consumo di tabacco tra gli adolescenti. Da poco ha infatti rilasciato One Leaves, un gioco horror gratuito per Xbox e PC progettato per educare gli adolescenti sui pericoli del fumo.

La campagna, chiamata “The Real Cost” della FDA, si rivolge ad un target medio di ragazzi che vanno tra i 12 e i 17 anni, il gruppo più propenso a sperimentare le sigarette, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. La premessa del gioco si basa sulla statistica che tre su quattro adolescenti che fumano al liceo continueranno a farlo anche da adulti fino a quando non tenteranno di smettere.

 

Come funziona il gioco

Ma ecco come parte il gioco: ti svegli in una gabbia con altre tre persone. Una voce minacciosa ti dice le regole: quattro di voi devono cercare di scappare, ma solo uno di voi ci riuscirà. Il resto sarà intrappolato dentro per sempre. Puoi correre, ma solo a scatti brevi perché hai una scarsa capacità polmonare.

Questo gioco è in parte liceo, in parte ospedale e in parte inferno“, ha detto in una liberazione Gary Resch dell’agenzia di marketing FCB New York. FCB ha contribuito a creare il gioco e la campagna di Real Cost.

Se non sei il primo a uscire, la voce ti dà la brutta notizia. “Sei intrappolato, gioco finito, proprio come tre su quattro adolescenti che pensano di poter sfuggire al fum, ma non conoscono il costo reale delle sigarette“, dice il gioco.

Inoltre, nel caso in cui tu voglia fare un altro tentativo, il labirinto cambia ogni volta che giochi.

Il famoso giocatore di esports e la stella di Fortnite Ninja ha twittato un mentre ci stava giocando. Ha detto che il messaggio del gioco era importante per lui perché suo nonno era un grande fumatore.

La FDA contro il fumo: esce il gioco horror per sfuggire alla dipendenza Tecnoandroid

Volvo: nei nuovi modelli previste telecamere per monitorare gli occhi del guidatore

Thu, 03/21/2019 - 19:30

Volvo: nei nuovi modelli previste telecamere per monitorare gli occhi del guidatore Tecnoandroid

Volvo ha un obiettivo da parecchi anni. Vuole eliminare la percentuale di morti nelle sue auto, e sta facendo un certo numero di mosse per spingere verso quell’obiettivo. Volvo ha già annunciato che limiterà le velocità massime delle sue vetture, ma ora fa un ulteriore passo avanti inserendo telecamere in-car destinate a combattere la distrazione alla guida.

Mercoledì Volvo ha annunciato che integrerà le telecamere di monitoraggio per i guidatori  nei suoi nuovi veicoli. Le telecamere verranno introdotte su tutta la nuova gamma, e utilizzerà la piattaforma SPA2 di Volvo a partire dai primi anni del 2020. La casa automobilistica ha detto che specifiche, come quante telecamere ci saranno, e dove saranno posizionate, saranno spiegate in un secondo momento.

La casa automobilistica ritiene che velocità, distrazione e alcool siano le principali cause di incidenti stradali.

 

Un sistema del genere può davvero prevenire gli incidenti?

Secondo Volvo, il sistema sarà in grado di monitorare comportamenti pericolosi legati sia alla distrazione che all’abuso di sostanze, o comunque in stati di alterazione evidenti. Quando il guidatore chiuderà gli occhi, le telecamere in-car che monitorano dove gli occhi del guidatore sono puntati, analizzeranno la situazione in modo da valutare se il conducente è in grado di guidare.

Se non lo è, il sistema potrebbe intervenire. Ciò potrebbe significare limitare la velocità della vettura o addirittura chiamare il servizio Volvo On Call per conto del conducente. Come dice Volvo, l’auto potrebbe anche rallentare e parcheggiare sul ciglio della strada.

Quando si parla di sicurezza, il nostro obiettivo è evitare del tutto gli incidenti piuttosto che limitare l’impatto quando un incidente è imminente e inevitabile“, afferma Henrik Green, vicepresidente senior di ricerca e sviluppo di Volvo Cars, in una nota. “In questo caso, le telecamere monitoreranno il comportamento che potrebbe portare a lesioni gravi o morte.

Il riconoscimento facciale non è più solo fantascienza. Sia che si stia cercando di rendere le strade più sicure o di rendere gli aeroporti più veloci da navigare, le aziende hanno fatto un grosso salto verso l’evoluzione, sebbene non tutti siano d’accordo con la questione privacy.

Volvo: nei nuovi modelli previste telecamere per monitorare gli occhi del guidatore Tecnoandroid

Pages



Condividi: