Tecnoandroid

Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 1 hour 24 min ago

Tim, Iliad, Wind, Vodafone e Tre: aumentano i casi di credito svuotato

1 hour 28 min ago

Tim, Iliad, Wind, Vodafone e Tre: aumentano i casi di credito svuotato Tecnoandroid

Li chiamano servizi a pagamento, ed in effetti si tratta di servizi aggiuntivi che vengono attivati dagli operatori telefonici sul numero di cellulare spesso ad insaputa dei clienti. Servizi che pertanto prevedono un costo per poter essere utilizzati, e tale somma viene poi detratta dal proprio credito residuo talvolta a cadenza settimanale, altre mensilmente (ciò dipende semplicemente dal servizio che viene attivato). Ragione per cui ci si ritrova spesso in credito negativo e si ci vede impossibilitati nell’utilizzare l’offerta attiva sul proprio numero, mandare un sms o effettuare una chiamata d’emergenza. Ma quali sono questi servizi a pagamento che svuotano il credito telefonico dei clienti e com’è possibile disattivarli una volta per tutte?

Servizi a pagamento: quali sono e come disattivarli definitivamente

Di servizi a pagamento ne esistono davvero di tutti i tipi. Dai contenuti per adulti, avendo così accesso a siti web esclusivi, ad abbonamenti a servizi quali oroscopo, meteo, sfondi, suonerie, giochi online, sms anonimi, charity (ovvero servizi finalizzati alla beneficenza) ed i tipici servizi che informano con un messaggio se il numero chiamato in precedenza è ora reperibile o se qualcuno ha provato a comporre il proprio numero mentre si era senza campo telefonico. Come abbiamo detto, in alcuni casi questi servizi vengono attivati automaticamente dall’operatore telefonico quando si attiva un’offerta sul numero telefonico, specie se ciò avviene mediante chiamata con call center, considerate le numerose truffe che stanno in questi giorni circolando. In altri casi, invece, i servizi a pagamento vengono inconsapevolmente attivati facendo clic su determinati link o banner pubblicitari che bombardano la homepage di un sito web. Ciò nonostante, disattivare questi servizi aggiuntivi è molto semplice per tutti i clienti degli operatori telefonici. Basta infatti contattare il servizio clienti del gestore in questione e parlare con un operatore, oppure, dove previsto, accedere all’area clienti sul sito dell’operatore e gestire l’offerta attiva sul proprio numero rimuovendo i servizi a pagamento.

Tim, Iliad, Wind, Vodafone e Tre: aumentano i casi di credito svuotato Tecnoandroid

Vodafone contro Tim, Wind e 3 Italia: clienti sbalorditi per le nuove offerte

1 hour 33 min ago

Vodafone contro Tim, Wind e 3 Italia: clienti sbalorditi per le nuove offerte Tecnoandroid

Il gestore telefonico rosso, come regalo di Natale, è intenzionato a lanciare delle nuove e vantaggiose offerte; la guerra, fra i gestori telefonici, è ancora in corso ed è per questo motivo che Vodafone sfida i gestori Tim, Wind e 3 Italia, con dei nuovi piani tariffari.

Le offerte di Vodafone

Vodafone è il gestore telefonico con un ottimo segnale e copertura, in tutte le zone d’Italia; e da qualche giorno, negli Store, è possibile attivare una delle seguenti tariffe:

  • Vodafone Special Minuti 10 GB, è un piano tariffario che include minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali mobili e fissi e 10 GB di Internet in 4G; Per i clienti, intenzionati ad attivare l’offerta, il costo è di 12,00 Euro mensili. Nel prezzo è incluso anche l’hotspot e il costo di attivazione è di 10,00 Euro.
  • Vodafone Special Minuti 20 GB, include minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali mobili e fissi e 20GB di Internet, in 4G con hotspot incluso; il cliente dovrà sostenere un costo di attivazione di 10,00 Euro e il piano tariffario si rinnoverà ogni mese a 12,00 Euro per chi proviene da Tim, CoopVoce, Wind o 3 Italia. Mentre, i clienti che provengono da un operatore diverso, il costo mensile sarà di 15,00 Euro al mese.
  • Vodafone Special Minuti 30 GB, include minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali verso tutti i numeri mobili e fissi e 30 GB di Internet, in 4G con hotspot incluso; per i clienti che provengono da Iliad e Kena Mobile, il piano tariffario si rinnova a 6,99 Euro al mese. Per i clienti, invece, che provengono da un gestore virtuale diverso, il costo mensile si rinnova a 6,00 Euro.
  • Vodafone Special Minuti 50 GB, include minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali e 50GB di Internet, in 4G con hotspot incluso; per i clienti che provengono da Iliad e Kena Mobile, il piano tariffario si rinnova a 7,99 Euro al mese.

Le offerte sono in continuo aggiornamento, dunque si consiglia al consumatore, di informarsi direttamente in uno Store di Vodafone o sul sito ufficiale, per maggiori informazioni. Inoltre, il consumatore, può verificare la copertura di rete e il segnale, che sussiste nella sua zona, direttamente sul sito ufficiale di Vodafone, in una sezione apposita; la pagina non richiede alcuna registrazione o costo, il consumatore, dovrà solo inserire la località e il codice postale.

Vodafone contro Tim, Wind e 3 Italia: clienti sbalorditi per le nuove offerte Tecnoandroid

OUKITEL U25 PRO: ecco tutte le specifiche, 4GB/64GB di Rom e fotocamera Sony da 13MP

Tue, 12/18/2018 - 22:51

OUKITEL U25 PRO: ecco tutte le specifiche, 4GB/64GB di Rom e fotocamera Sony da 13MP Tecnoandroid

La scorsa settimana, OUKITEL ha annunciato il suo nuovo smartphone, l’U25 Pro. Il device sarà disponibile in tre colorazioni: il grigio, uno sfumato tra il viola ed il nero ed infine l’oro. Stando ad informazioni attendibili, le versioni in colorazione grigia e sfumato verranno rese disponibili per la prima volta a Natale.

Con un prezzo super conveniente, un design alla moda e prestazioni molto elevate, il medio gamma potrebbe rappresentare una buona scelta in vista del nuovo anno. In attesa dell’U25 Pro che arriverà la prossima settimana, vi elenchiamo le specifiche principali per questo mid-ranger.

Lo sfumato dell’U25 Pro non è al pari di quello del blu-viola disponibile per l’OUKITEL U23, ma fanno il loro effetto presentando colorazioni diverse. Questo rende il telefono ancora più maturo e desiderato. E’ dotato di un display FHD da 5,5 pollici con una risoluzione di 1920×1080 pixel. Coperto dal resistente vetro Asahi e con un display LCD realizzato da LG ad alta definizione, lo smartphone riesce davvero a non sfigurare. L’OUKITEL U25 Pro monta una batteria da 3200 mAh, garantendo un giorno di autonomia e permettendo di avere un cellulare piuttosto sottile e leggero, facilmente impugnabile.

 

OUKITEL annuncia il suo nuovo medio gamma giusto in tempo per il Natale

 

Lato hardware, l’U25 Pro è equipaggiato con un processore octa-core MediaTek MT6750T con clock a 1.5 Ghz. A bordo troviamo inoltre, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, supportando l’espansione fino a 128 GB. Grazie al sistema operativo Android 8.1 Oreo ottimizzato, troviamo un’esperienza di utilizzo davvero fluida. Inoltre, l’U25 Pro monta una fotocamera posteriore a doppia lente per le riprese, con la fotocamera principale dotata di un sensore Sony IMX135 da 13 MP e sensore secondario da 2 MP per l’effetto bokeh. La fotocamera frontale da 5 megapixel viene fornita con il sensore GC5025 che permette di realizzare bellissimi selfie.

Per festeggiare il prossimo Natale ed il capodanno, OUKITEL ha deciso di commercializzarlo proprio in vista delle festività natalizie, al costo di 99,99 dollari. Se siete alla ricerca di un pratico regalo ed alla moda per il nuovo anno con un budget non troppo elevato, l’U25 Pro potrebbe rappresentare la scelta migliore.

OUKITEL U25 PRO: ecco tutte le specifiche, 4GB/64GB di Rom e fotocamera Sony da 13MP Tecnoandroid

Samsung Galaxy M20 avrà una batteria da 5000 mAh

Tue, 12/18/2018 - 21:15

Samsung Galaxy M20 avrà una batteria da 5000 mAh Tecnoandroid

Samsung Galaxy M20, prossimo nuovo smartphone entry-level dell’azienda, potrebbe avere a bordo una batteria da ben 5000 mAh, almeno stando a quanto trapelato finora.

 

Samsung Galaxy M20 con una batteria da 5000 mAh

Il prossimo anno il colosso Samsung allargherà la sua line up di smartphone entry-level con una nuova serie di device, ovvero con i nuovi Galaxy M. Nelle ultime ore, però, sono trapelati alcuni dettagli interessanti su uno smartphone in particolare, ovvero sul presunto Samsung Galaxy M20.

Stando a quanto trapelato poche ore fa online, questo nuovo smartphone targato Samsung potrebbe avere a bordo una batteria con una capacità davvero esagerata, ovvero ben 5000 mAh. Una scelta sicuramente azzeccatissima per uno smartphone di questa fascia che, grazie anche alle altre specifiche tecniche non troppo elevate, potrebbe permettere un’autonomia grandiosa.

Oltre ai dettagli sulla capacità della batteria, comunque, sono emersi anche ulteriori dettagli per quanto riguarda il resto delle specifiche tecniche. Stando a quanto trapelato, il prossimo Samsung Galaxy M20 avrà un ampio display da 6 pollici di diagonale LCD IPS caratterizzato dalla presenza di un nocth a goccia (eh sì, anche Samsung alla fine ha ceduto al notch!).

Per quanto riguarda il processore installato a bordo, questo Samsung Galaxy M20 dovrebbe avere il SoC proprietario dell’azienda Exynos 7885 accompagnato da 3 GB di memoria RAM. Sul retro, infine, dovremmo trovare una dual camera posteriore a semaforo con sensori rispettivamente da 13+5 megapixel, mentre la fotocamera frontale sarebbe da 8 megapixel. Al centro della scocca posteriore, infine, verrà posizionato un sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali.

Samsung Galaxy M20 avrà una batteria da 5000 mAh Tecnoandroid

Le onde sonore possono far levitare e spostare le particelle in nuovi modi

Tue, 12/18/2018 - 21:00

Le onde sonore possono far levitare e spostare le particelle in nuovi modi Tecnoandroid


Una nuova macchina utilizza onde ultrasoniche per far muovere le particelle a mezz’aria in schemi “previsti

A differenza di altri dispositivi che utilizzano anche radiazioni sonore per manipolare la materia, il nuovo sistema può spostare diversi oggetti in direzioni diverse contemporaneamente. Questo tipo di tecnologia di levitazione, descritta online la settimana del 17 dicembre in Proceedings of the National Academy of Sciences, potrebbe essere utilizzato in ambienti di microelettronica o aiutare per manovrare piccoli oggetti all’interno del corpo per le cure mediche.

Nel nuovo dispositivo, una serie di 256 speakers, ciascuno di circa 1 centimetro di larghezza, si affacciano su un’altra matrice di speakers identici ad una distanza di 23 centimetri. Gli altoparlanti emettono onde sonore a frequenze troppo alte per essere udite, creando un complesso campo sonoro tra i due array. Questo campo sonoro sprigiona alta intensità, arrivando a respingere le particelle e le sacche che intrappolano le particelle. Controllando la temporizzazione delle onde ultrasoniche rilasciate da ciascun diffusore, i ricercatori possono spostare queste regioni silenziose e che circondano le particelle in tre dimensioni.

Mentre le pinzette laser possono pilotare oggetti microscopici molto più piccoli, le onde sonore possono sollevare carichi di pochi centimetri. Le onde sonore da 40 chilohertz del nuovo dispositivo possono manipolare fino a 25 sfere di schiuma alla volta, e ognuna aveva tre millimetri di diametro. Una versione futura che emette frequenze più alte potrebbe catturare oggetti più piccoli.

Come funziona questo nuovo dispositivo ultrasonico

La capacità del dispositivo di spostare molte particelle in tutte e tre le dimensioni rappresenta “un’eccellente progressione” nella tecnologia della levitazione acustica, afferma Christine Démoré, uno scienziato che studia gli ultrasuoni presso il Sunnybrook Research Institute di Toronto non coinvolto nel lavoro.

Poiché le onde sonore viaggiano attraverso il tessuto, le pinzette acustiche potranno un giorno  distribuire farmaci su specifici organi, eliminare detriti di calcoli renali o guidare i dispositivi medici impiantati in nuove posizioni all’interno del corpo, afferma il coautore Bruce Drinkwater, un ingegnere ultrasonico dell’Università di Bristol in Inghilterra.

La tecnologia potrebbe anche facilitare la costruzione di componenti microelettronici delicati, dice il coautore Asier Marzo, scienziato informatico dell’Università di Navarra a Pamplona, ​​in Spagna.

Le onde sonore possono far levitare e spostare le particelle in nuovi modi Tecnoandroid

Natale tra regali tecnlogici: come riciclare i piccoli elettrodomestici a fine vita

Tue, 12/18/2018 - 20:45

Natale tra regali tecnlogici: come riciclare i piccoli elettrodomestici a fine vita Tecnoandroid

Secondo i dati diffusi da Confcommercio, quest’anno gli italiani spenderanno in media circa 171 euro a testa per regali e acquisti di Natale, in linea con il 2017. Come ogni anno, tra i prodotti più venduti c’è l’elettronica di consumo (13%), che comprende prodotti per l’informatica, giocattoli e articoli per il tempo libero.

Smartphone di ultima generazione, utensili elettronici per cucinare e prodotti informatici all’avanguardia sostituiranno apparecchi tecnologici inutilizzati e obsoleti, spesso dimenticati in armadi e soffitte o gettati nei contenitori della raccolta indifferenziata. Dispositivi che invece dovrebbero essere recuperati attraverso un corretto riciclo.

Secondo le stime di Remedia, il principale Sistema Collettivo italiano per la gestione eco-sostenibile di tutte le tipologie di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, pile e accumulatori, si stima di raccogliere nel 2018 quasi 17.000 tonnellate di piccoli elettrodomestici, garantendo un risparmio di 22.100 tonnellate di CO2.

Una quantità corrispondente al fermo di 6.800 auto che percorrono 20.000 km l’anno. Attraverso il recupero di materia ed energia si registra anche un risparmio di materiali, equivalenti al peso di 600 locomotive a pieno carico. Fabrizia Gasperini, Responsabile comunicazione di Remedia, ha dichiarato:

“Da questi apparecchi si possono ricavare materiali come ferro e alluminio, vetro e plastica, pronti per essere riutilizzati per creare nuovi oggetti. Un cellulare, ad esempio, contiene 250 mg di argento, 24 mg di oro, 9 mg di palladio e ben 9.000 mg di rame, a cui si aggiungono circa 3,5 mg di cobalto contenuti in una batteria a ioni di litio”.

 

A Natale come possono essere riciclati gli apparecchi tecnologici?

Per tutti i piccoli elettrodomestici è possibile usufruire del servizio “Uno contro Zero” che prevede la consegna gratuita dei piccolissimi RAEE senza obbligo di acquisto, nei negozi high tech con superfici di vendita superiore ai 400 mq. Una tipologia che si unisce alle piazzole ecologiche comunali e all’“Uno contro Uno”.

Questa tipologia prevede la riconsegna di qualsiasi apparecchiatura elettronica al momento dell’acquisto di un prodotto analogo. In sintesi, i cittadini hanno 3 modi per garantire il riciclo dei piccoli RAEE e fare del bene all’ambiente: un piccolo gesto può portare a un grande risultato.

Natale tra regali tecnlogici: come riciclare i piccoli elettrodomestici a fine vita Tecnoandroid

Microsoft e Razer: mouse e tastera per l’Xbox One disponibili a gennaio 2019

Tue, 12/18/2018 - 20:30

Microsoft e Razer: mouse e tastera per l’Xbox One disponibili a gennaio 2019 Tecnoandroid


Microsoft
e Razer stanno collaborando già da un po sul progetto di immettere sul mercato il primo mouse e tastiera wireless ufficiali Xbox One.

L’immagine rivelata completa è stata effettivamente rilasciata alla fine del mese scorso, ma sembra non aver fatto molta notizia. La società ha deciso quindi di pubblicizzarla in modo più efficiente facendo coincidere il lancio con il CES 2019 che avverrà l’8 gennaio.

Sappiamo che Razer ha stretto una partnership con Microsoft per il supporto su mouse e tastiera per Xbox One e che potrebbe avere importanti implicazioni per i titoli futuri. I giocatori di Xbox One hanno chiesto supporto per mouse e tastiera già da molto tempo, la console è stata rilasciata a novembre 2013, e la funzione è arrivata solo lo scorso mese. Ma Microsoft ha resistito a lungo su questa idea perché in termini competitivi un player con il mouse è più reattivo e preciso di uno con il controller. Ci stiamo ancora chiedendo perché Microsoft abbia cambiato idea così tardi nel gioco. Forse Halo Infinite, che arriverà su entrambe le piattaforme, offrirà questa nuova funzionalità integrata.

Quando usciranno le due nuove periferiche?

Dovremo aspettare fino a gennaio per scoprire quanto costa la tastiera, ma possiamo vedere alcuni dettagli chiave in questo primo rendering ufficiale, tra cui un pulsante Xbox in basso a destra della tastiera. Inoltre sembra esserci anche un tappetino per mouse slide-out.

La nuova periferica è ben lontana dal concept che Razer ebbe per la dotazione delle Steam Machines. Questa volta, sembra esserci un mouse da gioco per PC di dimensioni normali (sembra essere un Razer Mamba). A giugno inoltre, alcuni sviluppatori hanno riferito che l’Xbox avrebbe avuto accesso anche alla sincronizzazione con i led Chroma di Razer.

Microsoft e Razer: mouse e tastera per l’Xbox One disponibili a gennaio 2019 Tecnoandroid

Microsoft: l’update di Windows di ottobre 2018 è finalmente disponibile

Tue, 12/18/2018 - 20:15

Microsoft: l’update di Windows di ottobre 2018 è finalmente disponibile Tecnoandroid


Microsoft
ha risolto numerosi bug segnalati dalla comunità che impedivano ad alcuni utenti di Windows 10 di installare l’ultimo aggiornamento di ottobre 2018. Il gigante del software ha originariamente ripubblicato questo aggiornamento il mese scorso, dopo aver avuto alcuni problemi con l’eliminazione dei file dopo la release ufficiale della sua versione originale uscita in ottobre. Da allora, Microsoft sta lavorando per garantire che tutti i PC possano ottenere l’aggiornamento programmato. Inoltre, ha avvertito che l’aggiornamento sarà bloccato sui sistemi con drivers o hardware incompatibili.

Alcuni di questi bug, che in sostanza bloccavano le normali funzionalità del sistema operativo, includevano problemi di compatibilità con iCloud, molti client VPN e il software di sicurezza di Trend Micro. Microsoft è stata molto trasparente nel riportare nel dettaglio tutti i problemi relativi al sito di supporto di Trend, e inoltre comunica che ci saranno due alternative per poter installare l’update. L’aggiornamento di Windows 10 ottobre 2018 “sarà quindi completamente disponibile per gli utenti esperti che vorranno installarlo manualmente“, basterà verificare nella sezione aggiornamenti tramite Windows Update. Ciò significa che qualsiasi utente dovrebbe essere in grado di verificare gli aggiornamenti su qualsiasi PC ed ottenere l’update di ottobre 2018 in modo “sicuro“.

 

La società vuole limare tutte le imperfezioni del suo sistema operativo

Microsoft sta pianificando di concentrarsi sulla qualità dei servizi del suo sistema operativo, dopo pieno di bug e aggiornamenti. Anche perchè Windows è un sistema complesso da testare, poiché non tutte le macchine sono uguali e i componenti, come i driver e i software variano tra oltre 700 milioni di terminali che eseguono Windows 10.

 

Microsoft: l’update di Windows di ottobre 2018 è finalmente disponibile Tecnoandroid

Sky Gratis: risintonizza il tuo decoder, da oggi ci sono nuovi canali

Tue, 12/18/2018 - 20:00

Sky Gratis: risintonizza il tuo decoder, da oggi ci sono nuovi canali Tecnoandroid

Se hai un contratto Sky attivo sul tuo decoder accedi automaticamente a nuovi canali. Ti basta aggiornare la lista e potrai vedere GRATIS il meglio della nuova programmazione in diretta HD. Non si deve pagare nulla. Ecco la nuova lista canali Sky aggiornata con le ultime aggiunte.

 

Nuova lista Canali Sky GRATIS

Tutti gli abbonati al servizio pay-TV del noto provider inglese possono raggiungere una nuova programmazione. Stiamo parlando di 11 nuovi canali che il fornitore nazionale Mediaset offre dopo gli accordi tra le due società che hanno previsto la cessione della piattaforma digitale. Se ne era data già una anticipazione ma sarà solo a partire dal 2 gennaio 2019 che sarà possibile vedere tutto già incluso. A seguire la lista ufficiale:

  • Rete4 : canale 104
  • Canale 5: canale 105
  • Italia 1: canale 106
  • 20: canale 151
  • La 5: canale 159
  • Mediaset Extra: canale 163
  • Italia 2: canale 164
  • Top Crime: canale 168
  • Iris: canale 325
  • Focus: canale 428
  • TGcom24: canale 509

La numerazione dei canali ha subito un cambiamento rispetto ai piani iniziali. Anziché partire dal numero 9000 in avanti i canali si raggiungeranno alle nuove numerazioni indicate in lista.

La codifica offerta è la NDS normalmente usata per tutti gli altri canali pay-TV. Ovviamente è tutto gratuito e raggiungibile direttamente dal proprio decoder. Tra non molto potremo vedere tanti nuovi show televisivi, documentari, giochi a quiz, film e Serie TV.

Nel frattempo sempre più utenti stanno scoprendo le migliori app IPTV per accedere alla TV non solo da casa ma anche attraverso notebook, PC, ultrabook, smartphone e tablet in casa e fuori casa. Non perdertele.

Sky Gratis: risintonizza il tuo decoder, da oggi ci sono nuovi canali Tecnoandroid

Google Pixel 3 Lite, le cover ne svelano alcune caratteristiche

Tue, 12/18/2018 - 19:30

Google Pixel 3 Lite, le cover ne svelano alcune caratteristiche Tecnoandroid

Da qualche tempo si stanno susseguendo incessantemente i rumor sul nuovo device realizzato Google. Il nome dello smartphone dovrebbe essere Pixel 3 Lite e si affiancherà come fratello minore ai Googlefonini Pixel 3 e Pixel 3 XL. Sebbene non ci siano ancora informazioni certe riguardo l’effettiva commercializzazione del dispositivo, le informazioni che emergono sembrano ormai dare per scontato l’arrivo nei prossimi mesi.

Le ultime indiscrezioni riguardano alcuni render 3D piuttosto dettagliati che mostrano il design dello smartphone ed evidenziano alcune caratteristiche tecniche. Ai modelli 3D si sono anche aggiunte delle foto che mostrano le custodie protettive realizzate appositamente per il Pixel 3 Lite.

Per poter realizzare in tempo per l’uscita tutti gli accessori dedicati, i produttori spesso entrano in possesso dei progetti dettagliati contenenti le specifiche tecniche o di modelli di test veri e propri. Ecco quindi che, se questi render dovessero risultare veri, il Pixel 3 Lite potrebbe avere veramente il design che stiamo ammirando adesso.

Le dimensioni finali difficilmente varieranno. Il display dovrebbe essere da 5.5 pollici, così come per il Pixel 3 standard, con un rapporto di visione da 18.5:9. I richiami al design degli attuali device Google sono evidenti. La fotocamera posteriore sarà singola come sui due modelli già disponibili e sarà accompagnata da un grande flash. 

Sul lato destro del device troveranno posto i tasti di regolazione del volume e di accensione e spegnimento. Il sensore di impronte digitali sarà posto sulla parte posteriore, quasi al centro del dispositivo. Nella parte inferiore sarà presente la porta di ricarica tramite porta USB Type-C e le griglie per l’altoparlante, mentre nella parte superiore ci sarà l’ingresso per il jack audio da 3,5 mm

 

Google Pixel 3 Lite, le cover ne svelano alcune caratteristiche Tecnoandroid

Vivaldi 2.2, il nuovo aggiornamento punta tutto sulla personalizzazione

Tue, 12/18/2018 - 19:15

Vivaldi 2.2, il nuovo aggiornamento punta tutto sulla personalizzazione Tecnoandroid

In queste ore Vivaldi la lanciato la versione 2.2 del proprio browser. L’azienda ha deciso quindi di chiudere al meglio l’anno proponendo un update che farà contenti gli utenti. Infatti questo aggiornamento porta con se tante novità nell’ambito della personalizzazione delle funzionalità e dell’interfaccia.

Grazie alle nuove feature, sarà possibile gestire le schede in un modo tutto nuovo, rendere la toolbars sempre più personale e tanto altro. Infatti per scelta aziendale, Vivaldi lascia libertà di scelta all’utente. Non ci sono impostazioni bloccate o predeterminate da rispettare. L’utente deve essere libero di configurare al meglio la propria esperienza e concentrarsi anche sul minimo dettaglio per migliorare la produttività.

In questa ottica infatti, Vivaldi 2.2 offre la possibilità di salvare fino a tre tab da poter riaprire immediatamente nella sessione successiva. Questo permette di ritrovare immediatamente i propri contenuti senza doverli cercare nuovamente.

Sono state introdotti anche i così detti “Access Keys”, una serie di comandi per richiamare immediatamente varie funzioni. Queste scorciatoie sono richiamabili con una combinazione di tasti e permetteranno di ottimizzare alcune funzioni in base al sito che si sta visitando. Infatti sono completamente personalizzabili per integrare le scorciatoie più utili per ogni sito che si visita.

Con Vivaldi 2.2 è stata introdotta anche la funzione Pop out Video anche nota come modalità Picture in Picture. Gli utenti, durante la riproduzione di un video in HTML5, potranno guardarlo in una finestra flottante mentre si continua a navigare normalmente.

Per chi fosse interessato a provare le ultime feature e in generale tutte le caratteristiche uniche del browser Vivaldi, è possibile scaricarlo gratuitamente direttamente dal sito ufficiale.

Vivaldi 2.2, il nuovo aggiornamento punta tutto sulla personalizzazione Tecnoandroid

Applicazione o sito web: cos’è meglio per navigare e perché

Tue, 12/18/2018 - 18:56

Applicazione o sito web: cos’è meglio per navigare e perché Tecnoandroid

Il mondo del web è un fiume in continua evoluzione. Un tempo si utilizzava prevalentemente il computer, mentre oggi la diffusione di smartphone e tablet ha fatto sì che si prediligano questi device. Questo ha cambiato notevolmente il web. Da una parte i siti web sono diventati necessariamente responsive, cioè si adattano perfettamente a ogni device mobile per una corretta navigazione. Dall’altra si sono sviluppate le applicazioni (o app per i più), cioè programmi che vanno installati sul dispositivo che consentono la navigazione agile su quel portale.

Anche se le persone hanno a casa un pc mobile o fisso, infatti, è statisticamente provato che utilizzano molto più volentieri i device mobili. Questi sono molto più comodi e pratici e si utilizzano anche comodamente dal divano, in viaggio, all’aperto o da luoghi pubblici. Anche da smartphone e tablet si fanno tutte quelle operazioni che si fanno da computer con massima fiducia: si compra, si vende, si gestisce il proprio conto etc. Dopotutto sono apparecchi più comodi, c’è poco da fare. Una domanda che però molti si fanno e che si trovano posta nella navigazione da cellulare o da tablet è la seguente: applicazione o sito mobile?

Il mondo delle applicazioni

A volte capita che entrati in un sito web appaia una schermata che chiede se si desidera scaricare sul dispositivo l’applicazione o se si vuole procedere con la navigazione su sito mobile. Nel dubbio molti non scaricano l’applicazione e proseguono con il sito mobile, ma è la scelta giusta? La verità è che dipende.

Se si tratta di un sito, di un e-commerce, di un portale di giochi, come Spin Palace Italy, sicuri e affidabili, che si utilizzano spesso o periodicamente, averli sul proprio device può essere comodo. Questo perché restano in memoria diverse cose utili, come lo storico, le ricerche, il carrello, le credenziali. Senza andare ogni volta a ricercare la pagina basta un tocco sulla relativa icona e compare tutto. L’applicazione, insomma, è qualcosa di molto personale.

Le applicazioni, tuttavia, hanno un grosso problema che è quello di continuare a inviare notifiche sul telefono. Per alcuni questo è veramente sgradito e fastidioso: ma dopotutto è una cosa che non si può disattivare o quantomeno non sempre. La presenza inoltre dell’icona e delle notifiche possono non garantire la discrezione dell’uso di alcune applicazioni visto che possono facilmente essere viste da chi sta accanto alla persona. Talvolta, inoltre, ci sono applicazioni che occupano molto spazio nella memoria.

Sito mobile

I siti di oggi, salvo quelli obsoleti, hanno una struttura che si adatta automaticamente alla schermata del dispositivo mobile così da poter essere usati con facilità con questi dispositivi. Anche se la navigazione in questo modo è di certo meno personalizzata di fatto la navigazione cambia di poco. Il vantaggio è che non si occupa memoria e che non si ricevono notifiche di continuo, al sito web si accede quando si ha voglia, anche se è chiaro che bisogna ogni volta ripartire da zero nelle ricerche e nell’inserimento di eventuali credenziali d’accesso.

Applicazione o sito web: cos’è meglio per navigare e perché Tecnoandroid

Nintendo Switch, potrebbe arrivare una nuova versione con più memoria

Tue, 12/18/2018 - 18:45

Nintendo Switch, potrebbe arrivare una nuova versione con più memoria Tecnoandroid

Nintendo ha in programma grandi novità per la Switch, la console portatile del gruppo. Sembra infatti che la console potrebbe ricevere un aggiornamento hardware nel corso del 2019. La nuova versione manterrà quasi tutte le caratteristiche tecniche attuali ma sarà dotata di una memoria maggiorata.

Questa scelta sembra essersi resa necessaria in quando sono cresciuti gli acquisti di giochi sia in formato fisico che digitale. Ovviamente per poter giocare a più titoli contemporaneamente è necessario installarli sulla console e quindi maggior spazio di archiviazione. Al momento si tratta per lo più di rumor, infatti le informazioni sono state fornite da una fonte che ha preferito rimanere anonima. Tuttavia il progetto ha una certa valenza considerando che si tratta di una feature chiesta a gran voce dai fan.

Tra le altre modifiche hardware che potrebbero essere apportate a Nintendo Switch, la fonte cita anche il display. Il nuovo modello potrebbe essere caratterizzato da un display più luminoso e più efficiente dal punto di vista energetico che non farà rimpiangere il modello precedente.

Per quanto riguarda le tempistiche, non viene indicato un arco temporale ben definito. Infatti tutti il 2019 potrebbe essere l’anno di debutto della nuova Nintendo Switch. Fantasticando, la fonte ha anche indicato come si potrebbe pensare ad una versione più performante caratterizzata dal suffisso Pro o una più portabile sullo stile del Nintendo 3DS.

In ogni caso, il periodo più favorevole per l’ipotetico lancio potrebbe essere la seconda metà dell’anno. Infatti la versione corrente ha raggiunto circa 20 milioni di unità spedite e considerando le festività Natalizie, questa cifra non potrà che aumentare.

 

 

Nintendo Switch, potrebbe arrivare una nuova versione con più memoria Tecnoandroid

Oppo R17 e Oppo R17 Pro New Year Edition sono ufficiali nella colorazione Red e Gold

Tue, 12/18/2018 - 18:15

Oppo R17 e Oppo R17 Pro New Year Edition sono ufficiali nella colorazione Red e Gold Tecnoandroid

Come già anticipato qualche giorno fa, nella giornata odierna Oppo R17Oppo R17 Pro New Year Edition sono stati presentati ufficialmente e saranno caratterizzati dalla colorazione Red e Gold.

 

Oppo R17 e Oppo R17 Pro si tingono di rosso e di oro nella New Year Edition

Qualche giorno fa, l’azienda cinese Oppo aveva rivelato che nella giornata odierna avrebbe presentato una nuova variante dei suoi ultimi smartphone, ovvero Oppo R17 e Oppo R17 Pro New Year Edition. E oggi, infatti, questi due smartphone sono stati effettivamente annunciati in questa nuova edizione.

Quest’anno è una ricorrenza molto particolare per la Cina, in quanto il 2019 sarà l’anno del Maiale secondo l’oroscopo cinese. E proprio per questa occasione l’azienda ha dunque deciso di annunciare una nuova versione di questi due dispositivi.

Oppo R17 e Oppo R17 Pro New Year Edition si distinguono dalla versione standard per la colorazione. Questi, infatti, sono caratterizzati da una colorazione rossa con delle finiture dorate sui bordi e intorno ai sensori fotografici. Per richiamare l’anno del maiale, inoltre, in basso sul retro è presente un maialino stilizzato. A livello software, anche il tema richiama la festività del Capodanno, utilizzando sempre queste tonalità di colore. Per quanto riguarda il resto, le specifiche tecniche rimangono invariate.

Oppo R17 New Year Edition sarà disponibile a partire dal prossimo 21 Dicembre nel taglio di memoria da 6/128 GB ad un prezzo di 2800 CNY. Oppo R17 Pro New Year Edition, invece, sarà sempre disponibile a partire dal 21 Dicembre nel taglio di memoria da 8/128 GB ad un prezzo, però, di 4300 CNY.

 

Oppo R17 e Oppo R17 Pro New Year Edition sono ufficiali nella colorazione Red e Gold Tecnoandroid

Smartphone 5G, ecco quando li presenteranno LG e Samsung

Tue, 12/18/2018 - 18:00

Smartphone 5G, ecco quando li presenteranno LG e Samsung Tecnoandroid

Sembra che il 2019 sarà l’anno del debutto del 5G. La nuova rete di telecomunicazioni garantirà una velocità di connessione superiore al 4G grazie anche ad una banda disponibile maggiore. Ma quali saranno i primi smartphone compatibili con questa tecnologia?

Certamente le aziende coreane non si faranno cogliere impreparate, quindi possiamo aspettarci soluzioni sia da LG che da Samsung. Secondo le indiscrezioni, il periodo più favorevole per vedere i primi device 5G dei due produttori sarà a febbraio. Infatti tra il 24 e il 27 febbraio si terrà il Mobile World Congress 2019 a Barcellona.

La fiera spagnola sarà uno dei primi banchi di prova per tutti i produttori e, molto probabilmente, i prodotti mostrati verranno commercializzati a partire da marzo. In particolare Samsung potrebbe affiancare modelli 4G a modelli 5G. Infatti, secondo le indiscrezioni, la famiglia Galaxy S10 sarà caratterizzata dalla versione base, la versione Plus e una misteriosa versione Ceramic. Quest’ultima dovrebbe essere un Galaxy S10 con retro in ceramica e connettività 5G.

Il MWC 2019 per LG invece potrebbe rappresentare una rinascita. Infatti la divisione mobile dell’azienda arranca un po e ritagliarsi una fetta di questo nuovo business non potrebbe che fare bene ai conti.

Il problema più grande saranno le infrastrutture e i piani offerti dagli operatori. Infatti i device 5G inizieranno a circolare ma la rete deve essere in grado di supportare il traffico, altrimenti ci si ritroverà con costosi smartphone che fanno esattamente le stesse cose di tutti gli altri device.

Smartphone 5G, ecco quando li presenteranno LG e Samsung Tecnoandroid

Netflix, ecco gli smartphone Android migliori per guardare le serie TV

Tue, 12/18/2018 - 17:45

Netflix, ecco gli smartphone Android migliori per guardare le serie TV Tecnoandroid

Netflix è il colosso dell’intrattenimento che offre tantissime serie TV e film in streaming. Come tutti sapranno, è possibile accedere alla piattaforma da una miriade di device diversi, stando comodamente a casa e guardando i contenuti su una Smart TV o un PC ma anche i mobilità su tablet e smartphone.

Per quanto riguarda i device Android, per guardare Netflix è necessario essere avere un sistema sistema operativo almeno aggiornato ad Android 2.3. Tuttavia, sarà possibile scaricare la nuova app dal Play Store solo se si dispone della versione Android 5.0 o superiore.

Soddisfatto questo requisito, sarà possibile installare l’app e accedere alla visione di tutti i contenuti. Il limite più grande è quello di non poter superare una risoluzione pari a 480p. Per poter arrivare alla risoluzione HD è necessario essere in possesso di un device certificato ma tra cui troviamo quasi tutti i device LG, Samsung e tutti quelli dotati di un System on a Chip superiore al Kirin 710 e 980 e ai Qualcomm Snapdragon 630.

Per poter sfruttare al massimo Netflix, è necessario il piano di abbonamento Premium che permette la visione in 4K, saranno necessari requisiti diversi. Infatti in questo caso i requisiti sono molto più stringenti e solo determinati device possono soddisfarli. Al momento LG G6 è l’unico in grado di sfruttare a pieno il Dolby Vision.

La funzione di regolazione dinamica dei colori HDR10 invece è supportata soltanto da i seguenti terminali:

  • Honor 10
  • Huawei Mate 20 e 10 Pro
  • Huawei P20
  • LG G7 e G7 One
  • LG Q9 One
  • LG X5
  • LG V30, V35 e V40
  • Razer Phone
  • Samsung Galaxy Note 8 e 9
  • Samsung Galaxy Tab S3 e S4
  • Samsung Galaxy S9
  • Sony Xperia XZ Premium e XZ2 Premium
  • Sony Xperia XZ1, XZ2 e XZ3

Netflix, ecco gli smartphone Android migliori per guardare le serie TV Tecnoandroid

Huawei ha presentato una nuova bilancia intelligente e tanto altro

Tue, 12/18/2018 - 17:30

Huawei ha presentato una nuova bilancia intelligente e tanto altro Tecnoandroid

Huawei, nota azienda cinese, produttrice di smartphone e accessori intelligenti, ha da pochi giorni presentato nuovi prodotti, in occasione del lancio di un nuovo dispositivo.

Il dispositivo in questione è il Nova 4 e, insieme ad esso, ha presentato anche altri prodotti smart. Tra questi possiamo trovare una bilancia intelligente, una stampante portatile, una videocamera di sicurezza e un gimbal. Scopriamo i dettagli.

 

Huawei insieme al Nova 4 ha presentato altri dispositivi smart

Partiamo subito con il parlarvi della bilancia intelligente, si chiama Huawei Smart Body Fat Scale ed è in grado di misurare il grasso corporeo di ognuno di noi, la frequenza cardiaca e calcolare anche l’indice di massa corporea, conosciuto come il BMI. La bilancia ha incorporato un chip BIA ad alta precisione, con 4 sensori di pressione e piedini regolabili. Al momento non sappiamo ancora quando sarà disponibili in Italia, sappiamo che costerà solo 25 euro.

La stampante portatile invece, si caratterizza da una scocca compatta, più compatta rispetto a quelle a cui siamo abituati. Le dimensioni sono davvero ridotte, simili a quelle di un power bank. Sfrutta la tecnologia di stampa senza inchiostro ZINK, supporta la funzionalità Huawei Share 3.0. In questo modo è in grado di collegarsi con lo smartphone e stampare le vostre foto preferite. Sarà venduta in Cina ad un prezzo di circa 76 euro.

Continuiamo con la videocamera di sicurezza, chiamata Huawei Panoramic, caratterizzata da due motori molto silenziosi, una vista panoramica, come si può intuire dal nome, fino a 360°. Permette di registrare video in alta definizione, fino a 1080p / 30 fps. Sfrutta l’intelligenza artificiale per rilevare qualsiasi movimento e avvisare in tempo reale tramite l’applicazione, di qualsiasi movimento anomalo. Infine troviamo lo stabilizzatore Gimbal a tre assi con anche un supporto per smartphone. Lo strumento può anche essere utilizzato come un selfie stick. Al momento i prezzi di questi ultimi due dispositivi non sono ancora stati comunicati ma lo scopriremo presto.

Huawei ha presentato una nuova bilancia intelligente e tanto altro Tecnoandroid

Fortnite, Epic Games rimuove l’Infinity Blade dopo le critiche dei fan

Tue, 12/18/2018 - 17:15

Fortnite, Epic Games rimuove l’Infinity Blade dopo le critiche dei fan Tecnoandroid

Epic, il creatore del famosissimo gioco online multiplayer cross-platform Fortnite, è riuscito a superare una “piccola crisi” all’interno del suo gioco. Ciò è avvenuta quando è stata resa disponibile una nuova arma super potente nell’arena, innescando una forte reazione dei fan.

A sorpresa, a tre giorni dal lancio della spada, Epic ha rimosso la potentissima arma dal gioco – ammettendo di non essere riuscita a fornire le giuste “contromisure”. Gli utenti infatti avevano perso il divertimento tipico del gameplay del gioco. La società ha anche detto di star rivalutando le armi Mitiche.

Epic Games ha rilasciato la potente Infinity Blade all’inizio di questo mese

Dopo aver lanciato la nuova arma con un aggiornamento, Epic ha continuato a scatenare l’arma superpotente dopo aver rilasciato un aggiornamento della Stagione 7. La società cercava, presumibilmente, di aumentare l’hype dei videogiocatori e dei fan di Fortnite. Invece è riuscito a sconvolgere drasticamente l’equilibrio del gioco. Senza adeguate contromisure e strategie per prevalere contro l’Infinity Blade, i fan di Fortnite si sono subito lamentati.

Qualche giorno prima, Epic aveva pubblicato un thread di discussione su Reddit dicendo che voleva fornire “più contesto sulla filosofia degli oggetti”. A questo seguivano imminenti cambiamenti alla Blade – come rimuovere la capacità dei giocatori di costruire e raccogliere quando si maneggiava l’arma -.

Inoltre, Epic ha anche spiegato che la sua intenzione di aggiungere un livello Mitico per gli oggetti a Fortnite è il loro modo per fornire “nuovi e divertenti modi per interagire con la mappa”.

Tuttavia, Epic non è riuscito a costruire il necessario equilibrio nell’Infinity Blade sin dall’inizio. Quindi rimuovere la lama è stata la mossa giusta, e i fan di Fortnite dovrebbero essere contenti. La società si è infatti resa conto che fosse necessario un ripensamento e ha preso in considerazione le loro preoccupazioni. Non è chiaro se la rivalutazione di Epic porterà alla rimozione – per sempre – di oggetti mitici.

Fortnite, Epic Games rimuove l’Infinity Blade dopo le critiche dei fan Tecnoandroid

Lenovo Z5s è ufficiale: notch a goccia, Snapdragon 710 e tripla camera posteriore

Tue, 12/18/2018 - 17:15

Lenovo Z5s è ufficiale: notch a goccia, Snapdragon 710 e tripla camera posteriore Tecnoandroid

Nella giornata odierna l’azienda Lenovo ha presentato ufficialmente Lenovo Z5s, nuovo smartphone medio di gamma dell’azienda davvero interessante sotto vari punti di vista.

 

Lenovo Z5s: Snapdragon 710 e tripla camera posteriore

Lenovo Z5s è stato finalmente annunciato oggi in Cina durante un evento dedicato. Si tratta del nuovo dispositivo appartenente alla fascia media del mercato targato Lenovo e, come già anticipato nelle scorse settimane, risulta davvero interessante.

Innanzitutto, sul fronte le cornici sono davvero molto ridotte, fatta eccezione per quella inferiore che è leggermente più spessa. Il display, invece, è un pannello con una diagonale da 6.3 pollici in risoluzione FullHD+ ed è caratterizzato dalla presenza di un notch a goccia. Niente foro sul display, dunque, nonostante i rumors ne parlassero molto. Sul retro, lo smartphone è realizzato in vetro e dispone di ben tre sensori fotografici posti a semaforo sul lato sinistro, accompagnati da un flash LED.

A dare vita a questo Lenovo Z5s troviamo l’ultimo SoC medio di gamma di Qualcomm, lo Snapdragon 710, accompagnato da 4 o 6 GB di memoria RAM (niente 10 GB purtroppo) e 64 o 128 GB di storage interno, sempre espandibili tramite microSD. Come sistema operativo, invece, qui troviamo l’ultima release del software, ovvero Android Pie 9.0. Di seguito vi riassumiamo le specifiche tecniche.

  • Display da 6.39 pollici Full HD+ in 19.5:9
  • Processore Snapdragon 710 di Qualcomm
  • GPU Adreno 616
  • Tagli di memoria: 4/6 GB di RAM LPDDR4X con 64/128 GB di storage interno,  espandibile fino a 256 GB tramite microSD
  • Sistema operativo Android Pie 9.0 con interfaccia utente ZUI 10
  • Tripla camera posteriore da 16MP con f/1.8, 8MP con teleobiettivo con f/2.4 e zoom 2x 2x e 5MP con f/2.4 per la profondità di campo
  • Fotocamera anteriore da 16MP con f/2.0
  • Resistente agli spruzzi (P2i)
  • Dimensioni: 156.7×74.5×7.85 mm
  • Peso: 172 g
  • Connettività: Supporto dual sim, Wi-Fi 802.11 ac , Bluetooth 5, GPS/GLONASS, USB Type-C, sensore per le impronte, jack audio
  • Batteria da 3300mAh con supporto alla ricarica rapida

 

Prezzi e disponibilità

Lenovo Z5s è disponibile al pre-ordine per il mercato cinese e sarà disponibile all’acquisto a partire dal 24 Dicembre nelle colorazioni Honey Orange, Gray e Titanium Crystal Blue ad un prezzo che va dai 180€ circa per la versione base fino ad arrivare ad un massimo di circa 250€ per la versione top.

 

 

Lenovo Z5s è ufficiale: notch a goccia, Snapdragon 710 e tripla camera posteriore Tecnoandroid

PostePay: occhio alle truffe online, circolano ancora mail che prosciugano i conti

Tue, 12/18/2018 - 17:00

PostePay: occhio alle truffe online, circolano ancora mail che prosciugano i conti Tecnoandroid


In alcuni periodi il phishing si intensifica consistentemente ma, in realtà, non smette mai di minacciare la sicurezza degli utenti. Le mail che tentano di prosciugare i conti, infatti, sono sempre a portata di mano e arrivano frequentemente rivolgendosi ai titolari di carte PostePay. L’insistenza con la quale tentano di ingannare proprio questi utenti è dovuta alla grande diffusione delle prepagate di Poste Italiane. Le carte PostePay, nonostante tutto, offrono una sicurezza impeccabile.

Poste Italiane al fine di porre dei limiti ai casi di phishing e altre truffe che possono ingannare i suoi clienti, offre sistemi di sicurezza eccellenti e, inoltre, comunica ai vari utenti i rischi da cui è opportuno tutelarsi. L’ultimo avviso, infatti, è arrivato tramite notifica ai clienti soliti utilizzare le app che permettono di gestire le proprie carte e riguardava la falsità delle comunicazioni, a nome dell’azienda, che richiedono dati.

Truffe online: Poste Italiane non richiede i dati online ai suoi clienti, si tratta soltanto di phishing!

L’azienda lo ha comunicato più volte ai suoi clienti e la Polizia Postale lo ha puntualmente ribadito. Poste Italiane, istituti bancari e i vari grandi marchi presi di mira dal phishing non sono soliti richiedere agli utenti di aggiornare online le loro credenziali. E’ il phishing che usa tale strategia per accedere ai conti dei clienti e prosciugarli senza destare sospetti e utilizzando in modo illecito i nomi dei vari enti.

Le email, gli SMS o addirittura le telefonate che, tramite vari espedienti e giustificazioni fittizie, tentano di sottrarre i dati devono essere ignorate. E’ importante proteggere le proprie informazioni sensibili così da evitare qualsiasi raggiro che circola online.

Prestate la massima attenzione e non affidatevi ai falsi messaggi che tentano di attirare la vostra attenzione o di preoccuparvi. I cyber-criminali mirano proprio all’inganno psicologico così da poter raggiungere il loro scopo!

PostePay: occhio alle truffe online, circolano ancora mail che prosciugano i conti Tecnoandroid

Pages



Condividi: