Tecnoandroid

Condividi su:


MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Smartphone, smartwatch, tablet e Automobili - le notizie in tempo reale sul mondo della tecnologia e quattroruote
Updated: 6 hours 31 min ago

Star Wars Outlaws si mostra con 10 minuti di gameplay assolutamente incredibili

Fri, 06/14/2024 - 19:00

In occasion dell’evento Ubisoft Forward, gli sviluppatori di Massive Entertainment hanno mostrato un nuovo video dedicato a Star Wars Outalaws. Il nuovo titolo ambientato nell’universo di Star Wars si mostra in tutta la sua bellezza in oltre 10 minuti di vero gameplay.

Quseto filmato permette di apprezzare le meccaniche di gioco del titolo open world per la prima. I giocatori potranno controllare protagonista Kay Vess con visuale in terza persona e interagire con molti elementi per migliorare il proprio equipaggiamento, ottenere missioni o parlare con gli NPC.

Il video gameplay si focalizza su una missione da cacciatore di taglie, quindi sarà necessario recarsi sul pianeta indicato per cercare il proprio bersaglio. Tuttavia, subito dopo la partenza dal pianeta a bordo della propria nave stellare, è possibile ottenere un assaggio delle caratteristiche da open world.

 

Star Wars Outlaws stupisce tutti con un video gameplay di oltre 10 minuti che permette di scoprire alcuni dettagli del titolo open world

I giocatori si troveranno davanti ad alcuni eventi generati casualmente in cui dovranno fare scelte morali. Nello specifico, il filmato gameplay di Star Wars Outlaws mostra una navicella in pericolo attaccata da predoni. Sarà possibile scegliere di continuare per la propria strada o correre in aiuto del malcapitato, distruggendo i nemici.

Decidere in un senso o nell’altro influenzerà la propria reputazione verso le varie fazioni presenti, così come tutte le scelte fatte durante il gioco. La reputazione, inoltre, determinerà il modo in cui la protagonista verrà accolta sui vari pianeti sotto l’influenza della varie fazioni.

Continuando con la missione,  Kay Vess raggiunge il pianeta dove iniziare a dare la caccia alla propria preda. In questa fase, è possibile apprezzare il combat system. Sarà possibile scegliere un approccio diretto, scaricando il proprio blaster contro i nemici, ma sarà anche possibile affrontare le missioni con approccio stealth. In questo caso bisognerà aggirare i nemici per raggiungere l’obiettivo senza farsi scoprire.

In attesa di scoprire ulteriori dettagli su Star Wars Outlaws, ricordiamo che il titolo arriverà per PC e Xbox Series X/S a partire dal 30 agosto 2024.

 

L'articolo Star Wars Outlaws si mostra con 10 minuti di gameplay assolutamente incredibili proviene da TecnoAndroid.

Samsung annuncia i nuovi processi produttivi a 2nm, 4nm, and 1.4nm

Fri, 06/14/2024 - 18:30

In queste ore, Samsung ha svelato al mondo la nuova generazione di chipset nata dagli sforzi delle fonderie del brand. Le nuove soluzioni hardware sono pensate per sfruttare al meglio le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale e, al tempo stesso, garantire ai device prestazioni strabilianti.

Il quartier generale Samsung per la divisione Device Solutions America situato San Jose, California, è stato lo scenario scelto dal produttore per questo annuncio. L’azienda coreana ha messo al centro del proprio progetto la volontà di contribuire allo sviluppo dell’IA per i device moderni.

Al fine di garantire le performance, Samsung sta lavorando sull’ottimizzazione dei processi produttivi. In particolare, il brand ha posto l’attenzione su tre nuovi approcci con tecnologie di nuova generazione denominate SF2Z, SF1.4 e SF4U.

 

L’evoluzione tecnologica legata all’Intelligenza Artificiale ha spinto Samsung a migliorare i propri processi produttivi per i chipset di nuova generazione

Come è possibile immaginare, i nomi fanno riferimento ai nuovi processi produttivi che, attraverso tecnologie avanzate, permetteranno di lavorare con nodi a 2nm, 1.4nm e 4nm. In tutti e tre i nodi, saranno integrate anche le soluzioni Samsung AI che dovrebbero garantire le performance delle future versioni di Galaxy AI.

Questo cambiamento diventa fondamentale in quanto l’Intelligenza Artificiale diventerà sempre più integrata all’interno dell’hardware e del software dei device di nuova generazione. Le potenzialità dell’IA evolveranno rapidamente così come le esigenze hardware per gestire le reti neurali e il machine learning.

La produzione di massa dei primi chip basati sul processo produttivo SF2Z è attesa per il 2027. Fino ad allora, Samsung continuerà a sviluppare la soluzione per migliorare le prestazioni e la stabilità del sistema.

Il 2027 è la data prevista anche per i primi chip a 1.4nm (SF1.4) mentre la tecnologia SF4U a 4nm sarà operativa per il 2025. In questo caso, Samsung punta a dare nuova vita alle soluzioni attualmente in uso, rinnovandone le potenzialità attraverso la nuova tecnologia.

L'articolo Samsung annuncia i nuovi processi produttivi a 2nm, 4nm, and 1.4nm proviene da TecnoAndroid.

Light Phone 3: la semplicità che risponde alle tue esigenze

Fri, 06/14/2024 - 18:00

Il Light Phone 3 sta emergendo come una novità rivoluzionaria nel panorama degli smartphone, rispondendo al desiderio di molti utenti per un’esperienza tecnologica più semplice e centrata sulle necessità quotidiane. Kaiwei Tang, co-fondatore dell’azienda, sottolinea che questo dispositivo non è un ritorno nostalgico al passato, ma un passo verso un futuro in cui la tecnologia serve l’utente senza distrarlo.

 

Le caratteristiche del Light Phone 3

Rispetto al Light Phone 2 del 2019, il Light Phone 3 ha dimensioni più compatte, ricordando un tradizionale BlackBerry. Il display OLED da 3,92 pollici offre un’ottima qualità visiva con risoluzione 1080×1240 in bianco e nero, assicurando uno scrolling fluido e responsivo, un netto miglioramento rispetto alla tecnologia e-Ink del modello precedente. Inoltre, è dotato di controllo della luminosità e una torcia integrata sul lato sinistro, rendendolo versatile e utile in diverse situazioni.

Un punto di forza del Light Phone 3 sono le sue fotocamere: una da 50 MP sul retro e una da 8 MP sul fronte. Queste fotocamere sono progettate per scansionare codici QR con precisione e facilitare videochiamate chiare. Il tasto dedicato per lo scatto richiama l’esperienza delle fotocamere tradizionali, rendendo l’uso semplice e intuitivo.

Una caratteristica apprezzata è la batteria rimovibile, una rarità nel mercato degli smartphone dominato da dispositivi monoblocco. Tang ha enfatizzato l’impegno dell’azienda verso la sostenibilità, utilizzando materiali come alluminio, vetro e plastica riciclata SORPLAS, riducendo l’impatto ambientale del dispositivo.

Nonostante la sua apparente semplicità, il Light Phone 3 è dotato di componenti all’avanguardia, come il processore Qualcomm SM4450, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. Offre anche connettività avanzata come 5G, Bluetooth 5.0, NFC e USB-C 2.0, garantendo sicurezza con un sensore di impronte digitali integrato nel tasto di accensione e resistenza agli elementi con certificazione IP54.

Il Light Phone 3 è disponibile in preordine a 399 dollari fino al 15 luglio, con consegne previste per gennaio 2025. Il prezzo finale, attualmente fissato a 799 dollari, potrebbe subire revisioni in base alla risposta del mercato.

 

L'articolo Light Phone 3: la semplicità che risponde alle tue esigenze proviene da TecnoAndroid.

WhatsApp: novità incredibili in arrivo su iOS

Fri, 06/14/2024 - 17:30

WhatsApp è una delle applicazioni più in voga del momento. In realtà si tratta di una piattaforma che sin dal 2009 domina le classifiche di download di molti paesi del mondo.

WhatsApp è infatti una delle applicazioni per la messaggistica istantanea più usate, tanto da contare un traffico di circa 1 miliardo di messaggi scambiati durante il giorno tra gli utenti.

L’egemonia di ‎WhatsApp in questo settore è dovuta principalmente alla voglia degli sviluppatori di rinnovare continuamente e ciclicamente la piattaforma, tanto che al giorno d’oggi WhatsApp è completamente diverso rispetto alla sua prima versione.

Recentemente per l’app di Meta si è parlato di novità davvero incredibili. Con l’arrivo dell’intelligenza artificiale, considerata da tutti la tecnologia del secolo, sono molte le applicazioni che hanno deciso di introdurla nei loro sistemi, e WhatsApp è proprio una di queste.

A breve WhatsApp rilascerà una serie di funzioni davvero incredibili. Vediamone insieme alcune.

Le prime novità riguarderanno sicuramente i canali, funzione introdotta in tempi recenti da WhatsApp, e che presto subirà delle modifiche come la possibilità di fissare due canali in alto o l’aggiunta di ulteriori filtri. Un altro aspetto del tutto sorprendente sarà la possibilità per gli utenti di utilizzare l’account di WhatsApp su quattro dispositivi in contemporanea, oppure la possibilità di bloccare delle singole chat con una password o un Pin.

Ma, come sempre, WhatsApp ha un occhio di particolare riguardo verso la privacy e la sicurezza degli utenti, e la funzione di cui stiamo per parlare ne è l’emblema.

Secondo alcune indiscrezioni, infatti, WhatsApp estenderà una funzione molto utile già presente su Android, anche su iOS. Si tratta proprio del divieto di effettuare degli screenshot alle foto profilo degli utenti.

WhatsApp: addio agli screenshot anche su iOS

Per tutti gli utenti della versione beta di WhatsApp è già impossibile effettuare screenshot, e presto la funzione sarà estesa a tutti.

WhatsApp, che da sempre tiene molto alla privacy degli utenti, già nei mesi scorsi aveva integrato questa funzionalità sui dispositivi Android, e nei prossimi mesi questo arriverà anche su iOS.

Se si cerca di fare uno screen alla foto profilo di un utente uscirà una schermata con il seguente testo: ‘La cattura dello schermo è bloccata. Per proteggere la privacy di tutti, questa cattura di schermata è stata impedita‘.

 

 

 

 

L'articolo WhatsApp: novità incredibili in arrivo su iOS proviene da TecnoAndroid.

Decarbonizzazione accelerata: le giganti turbine eoliche cinesi

Fri, 06/14/2024 - 17:00

La Cina sta compiendo progressi enormi nel suo impegno per ridurre le emissioni di carbonio e abbracciare fonti di energia più sostenibili. Uno degli sviluppi più interessanti in questo ambito è il settore dell’eolico offshore, dove la tecnologia sta avanzando a ritmi incredibili.

 

Le nuove tecnologie energetiche cinesi

Recentemente, la Dongfang Electric Corporation (DEC) ha installato la prima turbina eolica da 18 MW al mondo lungo la costa meridionale della provincia di Guangdong. Immaginate una turbina con un rotore dal diametro di 260 metri, che copre un’area di 53.000 metri quadrati. È una macchina gigantesca, capace di produrre circa 72 GWh di energia all’anno, sufficiente per alimentare circa 36.000 famiglie. Questo parco eolico, con sei di queste turbine, dovrebbe generare fino a 432 GWh all’anno, riducendo le emissioni di CO₂ di oltre 59.000 tonnellate per turbina e sostituendo l’equivalente di 22.000 tonnellate di carbone.

Ma DEC non è l’unica azienda a fare passi da gigante. MingYang, un’altra grande azienda cinese del settore energetico, ha presentato una nuova turbina eolica con una potenza variabile tra 18 e 20 MW. Queste turbine non solo aumentano la capacità di generazione energetica, ma sono anche progettate per resistere ai tifoni che spesso colpiscono la Cina meridionale. Grazie a tecnologie avanzate anti-tifone, MingYang punta a garantire una fornitura energetica più sicura e resiliente, anche in condizioni climatiche estreme.

L’ambizione della Cina di diventare leader mondiale nelle energie rinnovabili è parte di una strategia più ampia di decarbonizzazione. Il paese ha fissato il 2030 come anno di picco del consumo di carbone e mira a raggiungere la neutralità climatica entro il 2060. Non si tratta di abbandonare immediatamente il carbone, ma di passare gradualmente a un mix energetico più sostenibile e diversificato.

 

Un passaggio graduale ma necessario

Attualmente, il carbone è ancora la principale fonte di energia in Cina, alimentata dalla crescente domanda interna. Con l’aumento degli investimenti nelle energie rinnovabili e le continue innovazioni tecnologiche, però, il panorama energetico del paese sta cambiando rapidamente. Il prossimo decennio sarà cruciale per il successo di questa transizione e per consolidare il ruolo delle energie rinnovabili nel mix energetico cinese.

 

L'articolo Decarbonizzazione accelerata: le giganti turbine eoliche cinesi proviene da TecnoAndroid.

Subaru: in arrivo il nuovo motore ibrido con tecnologia doppia

Fri, 06/14/2024 - 16:30

Subaru è al lavoro su un nuovo motore ibrido che promette di ottimizzare sia i consumi che le emissioni. Presentato durante un incontro con Mazda, il propulsore “doppio” combina una configurazione ibrida parallela e una seriale, rendendolo particolarmente innovativo.

Il motore ibrido di Subaru dovrebbe arrivare il prossimo anno. Esso sarà installato sulla prossima generazione di Crosstrek. Questa tecnologia è diversa da tutte quelle esistenti. Si dalle altre per la sua doppia modalità di funzionamento, tecnologia mai vista sulle auto del brand. La Crosstrek ad ora possiede infatti un sistema ibrido parallelo che ha un funzionamento totalmente diverso da quello doppio. Nel nuovo sistema, sia il motore elettrico sia quello a combustione faranno girare le ruote, lavorando alternativamente o in simbiosi.

Il lancio ed i vantaggi del motore inedito targato Subaru

Il nuovo sistema Subaru garantirà un consumo di carburante ridotto, grazie a un sistema di controllo che seleziona automaticamente il tipo di funzionamento più efficiente a seconda delle condizioni di guida. La tecnologia, che sarà prodotta nello stabilimento di Kitamoto Saitama, è stata progettata per veicoli a trazione integrale, un tratto distintivo della casa delle Pleiadi. Secondo il CTO di Subaru, Tetsuo Fujinuki, il nuovo propulsore donerà alle auto una lunga distanza di percorrenza e risolverà le attuali debolezze nell’efficienza del carburante. Nonostante i motori a cilindri orizzontali contrapposti non siano sempre l’opzione più efficiente, sono ancora un elemento fondamentale dell’identità di Subaru.

Il nuovo motore ibrido di Subaru giunge in un particolare momento per tutte le aziende. Molte case automobilistiche, dopo i rumor che parlano di uno slittamento della data X per il passaggio all’elettrico, hanno deciso di investire ancora sui motori a combustione interna. Volkswagen e Toyota, infatti, stanno entrambe realizzando delle nuove tecnologie a combustione aventi un basso impatto ambientale. Il motore ibrido di Subaru si va a porre giusto nel mezzo, tra quelli che investono sul termico e chi è passato al solo elettrico. Ora, dobbiamo solo aspettare che la nuova generazione di Crosstrek Subaru atterri sul mercato e quale sarà l’impatto sulla clientela.

L'articolo Subaru: in arrivo il nuovo motore ibrido con tecnologia doppia proviene da TecnoAndroid.

Memphis, futura capitale mondiale dell’IA con xAI di Elon Musk

Fri, 06/14/2024 - 16:00

NVIDIA ha recentemente confermato la sua posizione di leader nel mercato dell’intelligenza artificiale, evidenziando come questa tecnologia rappresenti la prossima grande frontiera degli investimenti. Elon Musk, noto per la sua visione futuristica, sembra intenzionato a sfruttare appieno questa opportunità con un ambizioso progetto: la costruzione di un supercomputer per l’IA denominato xAI, il cui costo è descritto come impressionante.

 

Il progetto xAI di Elon Musk

Il progetto xAI, già soprannominato la “gigafactory del calcolo“, è in fase di valutazione per essere localizzato a Memphis, con l’obiettivo di trasformare la città del Tennessee nel polo mondiale di un supercomputer di dimensioni senza precedenti.

La notizia è stata confermata anche dalla Greater Memphis Chamber, il cui sindaco ha dichiarato che la città ha un sito ideale e maturo per accogliere investimenti di questa portata, sebbene la partnership con Musk non sia ancora ufficiale. Attualmente, il progetto è in attesa di approvazione da parte di diverse autorità, inclusi il Memphis Shelby Country Economic Development Growth Engine, la Tennessee Valley Authority e le autorità governative.

L’eventuale realizzazione di xAI rappresenterebbe non solo un traguardo significativo per Memphis, ma anche l’investimento più grande nella storia della città. Ted Townsend, presidente e CEO della Greater Memphis Chamber, ha rivelato a Business Insider che non è ancora stata delineata una roadmap precisa per il lancio del progetto, ma che il team di xAI sta lavorando con determinazione per rispettare le scadenze prefissate. Elon Musk, in passato, ha espresso l’intenzione di rendere operativo il supercomputer entro l’autunno del 2025, dimostrando un impegno deciso verso il completamento di questa ambiziosa iniziativa.

 

Memphis e il suo futuro tecnologico

Il progetto xAI non si limita solo a un’impresa tecnologica, ma promette di trasformare il panorama dell’IA e delle infrastrutture informatiche globali, posizionando Memphis al centro di un futuro digitale all’avanguardia.

L'articolo Memphis, futura capitale mondiale dell’IA con xAI di Elon Musk proviene da TecnoAndroid.

Volvo trasferisce la produzione dalla Cina al Belgio

Fri, 06/14/2024 - 15:30

Volvo ha deciso di trasferire la produzione dei suoi modelli di punta, EX30 e EX90, dalla Cina al Belgio. Ciò in risposta all’aumento dei dazi imposti dall’Unione Europea sui veicoli elettrici importati dal Paese asiatico. Secondo quanto riportato, le nuove tariffe, potrebbero arrivare al 20%. Situazione che ha spinto il colosso automobilistico a riorganizzare le sue attività produttive. Proprio nel tentativo di evitare gli impatti negativi sul costo dei suoi veicoli nel mercato europeo.

La decisione di Volvo non si limita solo ai modelli sopracitati. Ma potrebbe coinvolgere anche la produzione di alcuni componenti e l’assemblaggio, che potrebbero essere trasferiti nel Regno Unito.

I motivi della scelta di Volvo? i dazi UE

L’aumento delle tensioni commerciali tra l’UE e la Cina ha portato all’apertura di numerose indagini antidumping contro Pachino. Tutte avviate a seguito di accuse di finanziamenti illeciti da parte del governo cinese per manipolare il mercato. Se queste saranno confermate, i produttori orientali che esportano veicoli elettrici in Europa potrebbero trovarsi di fronte a costi notevolmente più elevati già nelle prossime settimane.

Nonostante queste previsioni, Volvo ha smentito le informazioni pubblicate dal Times. L’ azienda ha dichiarato che è ancora troppo presto per fare congetture sulle possibili conseguenze. Ma soprattutto sulle misure che potrebbero essere adottate. Tuttavia, il settore competitivo per i produttori automobilistici resta complesso. Circa un mese fa, gli Stati Uniti hanno drasticamente aumentato i dazi sui prodotti cinesi dal 25% al 100%. Ciò nel tentativo di proteggere la propria industria automobilistica. Anche se l’UE non ha ancora deciso ufficialmente l’entità delle nuove tariffe, si parla di un possibile aumento al 20%, come stato già indicato.

Tale situazione ha creato preoccupazioni tra molti produttori automobilistici, tra cui BMW e Mini. I quali producono alcuni modelli destinati al mercato europeo in Cina. Anche Tesla, con la sua Model 3, e Dacia con la Spring, modelli molto diffusi in Italia, potrebbero essere fortemente colpiti dai nuovi dazi.

L'articolo Volvo trasferisce la produzione dalla Cina al Belgio proviene da TecnoAndroid.

Svelati i dettagli della nuova Fiat Pandina

Fri, 06/14/2024 - 15:00

Fiat di recente ha presentato la nuova versione della sua celebre Panda, ribattezzata Pandina. Quest’ ultima si pone l’obiettivo di adeguarsi alle normative di sicurezza dell’Unione Europea che entreranno in vigore a partire da luglio 2024. Anche se l’azienda non ha ancora ufficializzato prezzi e dettagli completi degli allestimenti, sul web circolano informazioni piuttosto dettagliate che sembrano molto realistiche. Secondo queste indiscrezioni, la nuova auto sarà disponibile in tre varianti. Ovvero Classic, ClassicPack City e Pandina.

Fiat Pandina: prezzi e allestimenti trapelano online

Il modello base, denominato PandaClassic, dovrebbe partire da un prezzo di listino di 15.900€. Senza considerare eventuali promozioni o incentivi statali. Questa versione includerà una serie di sensori di parcheggio posteriori, un quadro strumenti digitale da 7 pollici. Oltre a sistemi di assistenza alla guida essenziali (ADAS), sedili con il logo del brand, un volante aggiornato e la serigrafia Pandina sul terzo vetro laterale posteriore. Un gradino sopra troviamo la PandaClassicPack City, proposta a 16.5503. Essa aggiunge una radio da 5 pollici con comandi al volante, cruise control, specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente, un sedile guida regolabile in altezza. Tra le opzioni disponibili per questo allestimento ci sono il quinto posto a sedere e il terzo poggiatesta posteriore.

Al vertice della gamma si posiziona la Pandina, con un prezzo di 18.900€. Questa versione presenta sedili realizzati in Sequal con il logo della vettura. Scritte Pandina sulle fasce paracolpi laterali, il design Cross Look, luci diurne a LED e fendinebbia. In più, è dotata di un sistema di intrattenimento Uconnect da 7 pollici con radio DAB, Bluetooth, Apple CarPlay e Android Auto, oltre a sensori di pioggia e crepuscolari. È importante notare che il climatizzatore resta manuale e non automatico.

La nuova Pandina sarà equipaggiata con un motore 1.0 70CV Hybrid 12 V e, come già noto, non verranno offerte né la trazione integrale 4×4 né l’alimentazione GPL. Questi dettagli, pur essendo ancora preliminari e non confermati ufficialmente da Fiat, sembrano verosimili. Grazie a questi infatti è già possibile accedere ad un quadro abbastanza chiaro di cosa aspettarsi dalla nuova generazione della celebre utilitaria italiana.

L'articolo Svelati i dettagli della nuova Fiat Pandina proviene da TecnoAndroid.

Qualcomm Snapdragon 8 Gen 4, confermata la data di lancio ufficiale

Fri, 06/14/2024 - 14:45

Qualcomm ha svelato quando si terrà il prossimo Snapdragon Summit 2024. L’evento in cui il chipmaker mostrerà al mondo la nuova famiglia di System-on-Chip si terrà dal 24 al 26 ottobre a Maui, Hawaii.

Di solito, in occasione dello Snapdragon Summit, Qualcomm svela la nuova piattaforma hardware di fascia alta. Possiamo quindi aspettarci che l’evento sarà incentrato sull’attesissimo Snapdragon 8 Gen 4 che si preannuncia rivoluzionario.

Stando alle numerose indiscrezioni emerse in queste settimane, possiamo ricostruire l’architettura del SoC. Il chipset sarà realizzato da TSMC con un processo produttivo a 3nm. Qualcomm farà debuttare i core Oryon per la CPU, una soluzione creata appositamente per lo Snapdragon 8 Gen 4.

 

Qualcomm ha annunciato quando terrà lo Snapdragon Summit 2024, l’evento dedicato al lancio dello Snapdragon 8 Gen 4

Rispetto alla precedente generazione basata su una piattaforma octa core suddivisa con un layout 1 + 3 + 4 core, il nuovo SoC introdurrà anche un nuovo layout. Lo Snapdragon 8 Gen 4 avrà un design 2 + 6 core, senza l’utilizzo di core dedicati all’efficienza energetica.

Considerando che i due core ad alte prestazioni potranno arrivare ad une frequenza operativa da 4.2GHz, il SoC sarà estremamente potente. Su Geekbench, i test delle versioni di test superano i 3.000 punti in single-core e i 10.000 punti in multi core.

Inoltre, questi punteggi confermano che Qualcomm punta a prendersi il primato del SoC più potente del panorama Android. Tuttavia, le prestazioni potrebbero garantire di ottenere il primato per l’intero settore mobile.

Stando alle indiscrezioni emerse, lo Snapdragon 8 Gen 4 sarà un’ottima soluzione per il gaming su mobile. I test hanno permesso di giocare a Genshin Impact per 45 minuti mantenendo un frame rate estremamente stabile.

Il primo device ad arrivare sul mercato con il SoC Snapdragon 8 Gen 4 sarà lo Xiaomi 15, il cui annuncio è previsto immediatamente dopo l’evento Qualcomm. Inoltre, ci aspettiamo anche il lancio dei flagship dei vari produttori tra cui OnePlus 13 e iQOO 13. Nelle prime settimane del prossimo anno, dovrebbero arrivare i Galaxy S25 di Samsung e poi a seguire tantissimi altri dispositivi.

L'articolo Qualcomm Snapdragon 8 Gen 4, confermata la data di lancio ufficiale proviene da TecnoAndroid.

L’industria navale e il paradosso del riscaldamento globale

Fri, 06/14/2024 - 14:30

L’industria navale, nel suo tentativo di ridurre l’inquinamento atmosferico, ha involontariamente accelerato il riscaldamento globale a breve termine, portando a temperature marine record, secondo un nuovo modello climatico.

 

Lo shock di terminazione geoingegneristica

Le normative globali recentemente introdotte hanno significativamente ridotto le emissioni di anidride solforosa dalle navi cargo fino all’80%. Questo drastico calo dell’inquinamento solforoso potrebbe però aver innescato un fenomeno noto come “shock di terminazione geoingegneristica“, con conseguenze globali impreviste.

Uno studio pubblicato sulla rivista Communications Earth and Environment indica che la riduzione delle emissioni di zolfo è in linea con il notevole riscaldamento osservato, soprattutto nel 2023. Questo aumento di temperatura corrisponde all’80% dell’incremento misurato nell’assorbimento di calore planetario dal 2020.

Le normative dell’Organizzazione Marittima Internazionale del 2020 miravano a migliorare la qualità dell’aria e a prevenire circa 30.000 morti premature all’anno, limitando il contenuto massimo di zolfo nei carburanti navali dal 3,5% allo 0,5%.

Ma le particelle di aerosol come l’anidride solforosa hanno proprietà altamente riflettenti: una volta rilasciate, possono riflettere i raggi solari nello spazio, agendo essenzialmente come un parasole planetario. Il repentino cessare di decenni di massiccia emissione di questi aerosol ha avviato un esperimento geoingegneristico involontario.

 

Molti elementi per un solo, grande problema

A partire dal marzo 2023, la mancanza di questa “foschia solforosa“, combinata con il riscaldamento globale in accelerazione, l’effetto climatico di El Niño e l’eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai nel 2022, ha portato le temperature superficiali marine a livelli record.

Tuttavia, alcuni scienziati del clima mettono in discussione alcune conclusioni dello studio. Gavin Schmidt, direttore del Goddard Institute for Space Studies della NASA, ha sollevato dubbi sulla stima della risposta delle temperature, suggerendo che il modello utilizzato potrebbe semplificare troppo l’assorbimento di calore dagli oceani.

“Non credo che la gestione della radiazione solare diventerà mai una parte sostenibile della risposta al cambiamento climatico”, ha affermato Schmidt, evidenziando le sfide legate alla governance e alle incertezze economiche e geopolitiche.

L'articolo L’industria navale e il paradosso del riscaldamento globale proviene da TecnoAndroid.

Samsung Galaxy S24 FE, nuovi dettagli da Geekbench

Fri, 06/14/2024 - 14:15

Da alcuni anni ormai il colosso sudcoreano Samsung presenta sul mercato delle versioni “economiche” dei suoi smartphone top di gamma. Tra questi, l’ultimo ad essere stato annunciato è il nuovo Samsung Galaxy S23 FE. Tuttavia, l’azienda sembra ormai a buon punto con la realizzazione del prossimo modello. Si tratta in particolare del prossimo Samsung Galaxy S24 FE. Di quest’ultimo avevamo già qualche piccolo dettaglio, ma ora abbiamo ulteriori informazioni grazie al portale di benchmark Geekbench.

 

 

Samsung Galaxy S24 FE, arrivano nuove conferme da parte del sito Geekbench

Nel corso delle ultime ore è stato avvisato online nei database di Geekbench uno dei prossimi smartphone di casa Samsung. Come già accennato in apertura,  ci stiamo riferendo al prossimo Samsung Galaxy S24 FE. Quest’ultimo è al momento noto nel web con il numero di modello SM-S721B. Dai benchmark in questione sembra che sia stato confermato il processore che troveremo a bordo.

In particolare, sembra che sotto alla scocca ci sarà il soc Exynos 2400, ovvero lo stesso processore che abbiamo visto a bordo di alcuni smartphone top di gamma della serie Samsung Galaxy S24. Oltre a questo, dai benchmark è anche emerso che il sistema operativo installato a bordo sarà Android 14. Per quanto riguarda il resto, sappiamo poi che lo smartphone avrà diversi tagli di memoria che comprenderanno almeno 8 GB di memoria RAM.

Per quanto riguarda invece i punteggi realizzati, il prossimo smartphone di casa Samsung ha totalizzato 2047 punti in single core e 6289 punti in multi core. Tra le altre caratteristiche emerse fino ad ora ,sappiamo che il nostro smartphone caratterizzato dalla presenza di una  batteria con una capienza di 4700 mah con supporto alla ricarica rapida da 67W. Sappiamo inoltre che sarà presente un sensore fotografico principale da 50 MP.

Insomma, per il momento conosciamo già numerose specifiche tecniche di questo nuovo smartphone quasi top di gamma. Vi terremo aggiornati se emergano ulteriori novità.

L'articolo Samsung Galaxy S24 FE, nuovi dettagli da Geekbench proviene da TecnoAndroid.

Volkswagen Golf: in arrivo una nuova versione per le piste?

Fri, 06/14/2024 - 14:00

Dopo il lancio della Golf GTI Clubsport, Volkswagen potrebbe presto alzare la posta con una versione R ancora più potente. Le voci che circolano indicano che il progetto è in attesa dell’approvazione del consiglio di amministrazione, quindi al momento nulla è confermato.

Pare che ora la Volkswagen stia lavorando su una nuova versione della Golf GTI Clubsport dedicata alla piste. I dettagli specifici non siano stati rivelati, ma ci si aspetta che la Golf R Clubsport  subisca cambiamenti grandiosi, capaci di stupire il pubblico. Si parla di una regolazione ad-hoc della sua geometria e delle sospensioni, oltre che dell’utilizzo della fibra di carbonio, che andrebbero a migliorarne le prestazioni fino a portarle ad un livello inesplorato.

Una nuova Volkswagen Clubsport è all’orizzonte?

La precedente Golf R, prima che l’azienda avviasse il restyling, aveva 320 CV. L’edizione speciale realizzata per il 20° anniversario raggiungeva invece i 333 CV. Questa versione speciale, come la recente Clubsport, era dotata di un cambio automatico DSG a doppia frizione a sette rapporti. In termini di trazione, la Volkswagen Golf R era equipaggiata con il sistema 4Motion. Possedeva poi un differenziale posteriore sportivo che garantiva una distribuzione dinamica della coppia tra le ruote posteriori. La Golf R Clubsport dovrebbe migliorare ulteriormente queste prestazioni, con un tempo da 0 a 100 km/h stimato, inferiore di un paio di decimi di secondo rispetto alla versione standard.

La velocità massima della Golf R Clubsport dovrebbe però rimanere limitata a 250 km/h. Si pensa che Volkswagen possa tuttavia presentare al pubblico più opzioni per aumentare questo limite.  Le altre ipotetiche versioni potrebbero soddisfare i clienti che intendono sfruttare i tratti senza limiti di velocità delle autostrade tedesche.

Le prospettive per una Golf R Clubsport più potente e orientata alla pista sono promettenti. Con tutti i miglioramenti in programma, la riduzione del peso e la potenza aumentata, questa nuova versione potrebbe diventare una delle più vendute tra le sportive. Ora, chi è interessato, attendere che i rappresentanti di Volkswagen presentino ulteriori conferme e dettagli. L’entusiasmo, anche solo pochi dettagli, è già palpabile.

L'articolo Volkswagen Golf: in arrivo una nuova versione per le piste? proviene da TecnoAndroid.

Iliad: offerte incredibili per l’arrivo dell’estate

Fri, 06/14/2024 - 13:45

Iliad è uno degli operatori telefonici più importanti attualmente nel nostro paese, e non solo. L’operatore telefonico nasce in Francia nel 1990, e arriva in Italia soltanto nel 2018, rivoluzionando completamente il mercato delle telecomunicazioni.

I motivi per cui Iliad piace così tanto all’italiani, ed è tanto temuto dalla concorrenza, sono principalmente da imputare alla politica dell’azienda che promette, e mantiene, per i propri clienti servizi di ottima qualità e prezzi convenienti.

La strategia vincente di Iliad è proprio quella di offrire trasparenza, innovazione, qualità a prezzi bassi e sempre bloccati.

Nonostante la concorrenza spietata del settore, soprattutto dopo l’arrivo degli operatori telefonici virtuali in Italia, Iliad continua a essere uno dei più scelti dagli utenti tanto da avere, solo nel nostro paese, 10 milioni di clienti mobili.

Le promozioni telefoniche di Iliad sono sempre super competitive, chiare e di ottima qualità. Per l’arrivo dell’estate l’operatore telefonico francese amplia il suo ventaglio di offerte con una serie di pacchetti a prezzi davvero incredibili.

Iliad: le offerte per l’arrivo dell’estate

Quali saranno, con l’arrivo dell’estate, le offerte telefoniche migliori pensate da Iliad per nuovi e vecchi clienti?

Tra le offerte più sensazionali vi è sicuramente FLASH 200, una promozione disponibile esclusivamente fino al 27 giugno 2024, che comprende minuti e SMS illimitati e 200 GB di Internet con 5G incluso a soli 9,99 euro al mese per sempre. L’attivazione dell’offerta costa solo 9,99 euro.

La seconda offerta, sempre molto apprezzata dagli utenti, è FLASH 150 che propone minuti e SMS illimitati e 150 GB di Internet a soli 7,99 euro al mese. Anche questa promozione termina il 27 giugno 2024 e ha un costo di attivazione di 9,99 euro.

Un’altra tariffa telefonica molto interessante è la FLASH 250, dove Iliad propone minuti e SMS illimitati, 250 GB di Internet con 5G incluso a soli 11,99 € al mese per sempre. L’offerta è attivabile esclusivamente fino al 31 luglio 2024 alle ore 17 e ha un costo di attivazione di 9,99 euro.

 

 

 

L'articolo Iliad: offerte incredibili per l’arrivo dell’estate proviene da TecnoAndroid.

ETC: bisogna triplicare gli obiettivi per battere il cambiamento climatico

Fri, 06/14/2024 - 13:30

L’Energy Transitions Commission (ETC) ha pubblicato una nuova analisi dettagliata sul clima del nostro pianeta. Ad essa ha allegato un invito destinato ai governi e alle industrie per aumentare i loro sforzi nella lotta al cambiamento climatico. La raccomandazione principale dell’ETC è quella di triplicare i Contributi Determinati a livello Nazionale per raggiungere obiettivi più ambiziosi.

Gli NDC sono i piani nazionali non vincolanti per cercare di combattere i cambiamenti del nostro ambiente dovuti al clima. Questi piani vengono rinnovati ogni 5 anni e comprendono obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra e tutte le regolamentazioni realizzate in merito.  Per limitare l’impatto del cambiamento climatico, gli NDC secondo l’ETC devono riflettere il potenziale tecnico disponibile e rafforzare i progressi esistenti.

Come dovrebbero essere specificati gli NDC per l’ETC?

Gli NDC 3.0 per la ETC dovrebbero definire linee guida chiare e dettagliate, che includano tabelle di marcia per l’implementazione di azioni climatiche accelerate supportate da politiche governative solide. Gli obiettivi degli NDC dovrebbero poi essere misurabili, globali e coprire tutti i settori e i gas serra. I piani di investimento, al contempo, devono essere chiari, soprattutto nei mercati emergenti.

L’ETC ha riconosciuto l’importante contributo dell’industria nella transizione energetica dai combustibili fossili alle energie rinnovabili. Tale cambiamento ha accelerato la decarbonizzazione di molti settori e ridotto i costi. Il settore delle industrie e pienamente d’accordo con le parole condivise dall’ETC per lo stabilire dei prossimi NDC. Entrambe invitano i governi a dare priorità a Piani Nazionali “ad alta ambizione” per accelerare l’implementazione di nuove tecnologie, inclusa la modernizzazione delle reti elettriche, e sbloccare i fondi necessari per gli investimenti.

L’analisi dell’ETC mostra come gli NDC attuali siano completamente inadeguati. Questi, fissati nel 2020, prevedono il mantenere la temperatura del pianeta sotto i +2°C, ma non è abbastanza. L’idea migliore sarebbe quella di limitare l’aumento a 1,5°C. Attualmente, i livelli di gas serra in atmosfera sono intorno ai 59 GtCO₂e e in continuo aumento. Anche se venissero raggiunti pienamente gli obiettivi prefissati, si riuscirebbe a tagliare le emissioni solo di 6 GtCO₂ fino al 2035. Per raggiungere invece il traguardo di un taglio di circa 23-30 GtCO₂ sono necessari sforzi molto maggiori.

L'articolo ETC: bisogna triplicare gli obiettivi per battere il cambiamento climatico proviene da TecnoAndroid.

Passa a WindTre e ottieni uno Xiaomi Redmi 13C 5G incluso!

Fri, 06/14/2024 - 13:15

Sei stanco del tuo vecchio smartphone ma non vuoi spendere una fortuna per acquistare un nuovo dispositivo 5G? WindTre ha la soluzione perfetta per te. La nuova offerta WindTre Pack 5G Reload exChange Easy Pay ti permette di ottenere gratuitamente uno smartphone 5G, oltre a una quantità generosa di Giga per la navigazione, minuti illimitati e SMS, tutto a un prezzo estremamente conveniente.

 

Tutti i dettagli dell’offerta

La WindTre Pack 5G Reload exChange si distingue dalle classiche offerte operator attack perché è rivolta a tutti i nuovi clienti, indipendentemente dal fatto che vogliano mantenere il proprio numero o attivare una nuova linea. Attivando questa offerta, potrai godere di minuti illimitati verso tutti i numeri, 200 SMS e ben 200 GB di traffico dati per navigare alla massima velocità disponibile, il tutto per soli 9,99 euro al mese.

Un ulteriore vantaggio di questa offerta è la possibilità di ricevere gratuitamente uno Xiaomi Redmi 13C senza costi aggiuntivi. Inoltre, portando il tuo vecchio smartphone in uno dei negozi WindTre, potrai ottenere una valutazione massima di 800 euro, che sarà accreditata sul tuo conto entro otto giorni dall’attivazione dell’offerta. Questo rappresenta un’opportunità eccezionale per chi desidera aggiornare il proprio dispositivo senza affrontare una spesa onerosa.

Il costo mensile dell’offerta può essere saldato tramite carta di credito, conto corrente o carta conto, grazie al servizio Easy Pay. Questo servizio prevede l’addebito automatico della spesa mensile, evitando la necessità di ricaricare la SIM manualmente ogni mese.

 

Opzioni con smartphone incluso

Il listino WindTre offre attualmente quattro diverse opzioni con smartphone incluso nel prezzo. Ogni tariffa prevede una quantità abbondante di Giga e un dispositivo differente. Gli utenti hanno anche la possibilità di consultare il listino e scegliere di abbinare smartphone diversi, con eventuali modifiche al costo dell’offerta.

Con WindTre Pack 5G Reload exChange Easy Pay, passare a un nuovo smartphone 5G non è mai stato così conveniente e semplice. Non perdere questa occasione unica per aggiornare il tuo dispositivo e usufruire di un’offerta completa e vantaggiosa.

L'articolo Passa a WindTre e ottieni uno Xiaomi Redmi 13C 5G incluso! proviene da TecnoAndroid.

PlayStation Plus Extra e Premium, svelati i giochi di giugno

Fri, 06/14/2024 - 13:00

Finalmente ci siamo. Per tutti i videogiocatori più accaniti è arrivato il momento tanto atteso. Nel corso delle ultime ore, infatti, il colosso giapponese Sony ha rivelato ufficialmente i nomi dei videogiochi che saranno inclusi senza costi per gli abbonati ai servizi di PlayStation Plus Extra e PlayStation Plus Premium per questo mese. Si tratta come sempre di videogiochi piuttosto noti ed attesi dagli utenti. Vediamo qui di seguito i nomi di questi videogiochi.

 

 

PlayStation Plus Extra e Premium, ecco rivelati i videogiochi inclusi a giugno

Il colosso giapponese Sony si prepara per deliziare i suoi utenti con tanti nuovi videogiochi. Come già accennato in apertura, infatti, in queste ore l’azienda ha rivelato i nomi dei videogiochi che saranno inclusi gratuitamente per tutti gli abbonati ai vari servizi in abbonamento proposti da Sony.

Questi videogiochi saranno disponibili sia su PlayStation 5 sia sulla precedente console PlayStation 4. Iparticolare, per gli abbonati al servizio PlayStation Plus Premium saranno disponibili quattro viodegiochi, ovvero:

• Kayak VR: Mirage – com PS VR2

• LEGO Star Wars II: La Trilogia Classica – sia su PS4 sia su PS5

• Ghosthunter – sia su PS4 sia su PS5

• Daxter – sia su PS4 sia su PS5

Per quanto riguarda gli abbonati al servizio PlayStation Plus Extra, invece, i videogiochi che saranno disponibili saranno ben 11, ovvero:

• Monster Hunter Rise – sia su PS5 sia su PS4

• Football Manager 2024 – sia su PS5 sia su PS4

• Crusader Kings 3 – su PS5

• Monster Energy Supercross – The Official Videogame 6 – sia su PS5 sia su PS4

• After Us – su PS5

• Anno 1800 – su PS5

• Police Simulator: Patrol Officers – sia su PS5 sia suPS4

• Far Cry 4 – su PS4

• LEGO The Hobbit – su PS4

• LEGO The Incredibles – su PS4

Insomma, si tratta di una bella scorpacciata di viodegiochi per tutti gli abbonati ai servizi in abbonamento di Sony. Ricordiamo inoltre che alcuni videogiochi di PlayStation Plus Extra sono disponibili anche su PlayStation Plus Premium.

L'articolo PlayStation Plus Extra e Premium, svelati i giochi di giugno proviene da TecnoAndroid.

Apple e l’IA: un viaggio insieme dal 1987 alla WWDC 2024

Fri, 06/14/2024 - 12:45

Durante la conferenza stampa inaugurale della WWDC 2024, Apple ha introdotto Apple Intelligence, il suo nuovo progetto nel campo dell’Intelligenza Artificiale generativa. Questo annuncio ha riacceso il dibattito sulle origini storiche di Apple nell’IA. Secondo un articolo di Business Insider, le radici di questa evoluzione potrebbero risalire al lontano 1987, quasi quarant’anni fa.

 

Dal Knowledge Navigator a Siri

Nel 1987, Apple presentò il “Knowledge Navigator“, un concetto futuristico di computer avanzato dotato di un assistente digitale capace di conversazioni naturali, memorizzazione di informazioni e supporto nelle attività lavorative come la preparazione di presentazioni. Questo concept sembra anticipare notevolmente le funzionalità attuali di Siri, evoluto significativamente dall’introduzione nel 2011.

L’articolo di John Herman su New York Mag mette a confronto dettagliatamente il “Knowledge Navigator” del 1987 e l’attuale Apple Intelligence, evidenziando le continuità e le innovazioni che hanno caratterizzato l’evoluzione dell’IA da parte di Apple nel corso dei decenni. Questo confronto solleva interrogativi su come Apple abbia integrato l’IA nei suoi prodotti nel tempo e sull’evoluzione dell’industria tecnologica nel suo approccio all’intelligenza artificiale.

L’IA ha trasformato il modo in cui interagiamo con la tecnologia, passando da semplici assistenti vocali a strumenti fondamentali nella nostra vita quotidiana e lavorativa. Il passato e il futuro di Apple nell’IA sono interconnessi, evidenziando una coerenza nella strategia di innovazione tecnologica dell’azienda.

 

Apple e l’evoluzione della sua IA generativa

Guardando avanti, l’adozione dell’IA generativa da parte di Apple promette nuove applicazioni e miglioramenti nei suoi prodotti e servizi, influenzando il panorama tecnologico globale. Come Apple continuerà a integrare queste innovazioni e come queste influenzeranno la nostra esperienza quotidiana sono domande che solo il tempo e lo sviluppo tecnologico potranno risolvere completamente.

L'articolo Apple e l’IA: un viaggio insieme dal 1987 alla WWDC 2024 proviene da TecnoAndroid.

Nissan si concentra su auto elettriche e ibride: stop ai motori termici

Fri, 06/14/2024 - 12:30

Nissan sta prendendo una strada decisamente innovativa, dicendo stop allo sviluppo di motori a benzina e diesel per concentrarsi esclusivamente sulle auto elettriche e ibride. Non si tratta di un’ipotesi o di sole voci di corridoio, ma di una dichiarazione ufficiale proveniente da Francois Bailly, vicepresidente senior di Nissan in quasi tutto il mondo.

La Nissan, secondo le parole di Bailly, non sta più investendo sui motori a combustione interna. La società andrà ad operare in modo differente sulla propria produzione e presentazione dei modelli in base ai ritmi di ogni singolo mercato, adattandosi ai tempi diversi di ogni regione. Tutte le auto presenteranno d’ora in poi tecnologie più avanzate e saranno meno inquinanti.

Oltre alle elettriche anche nuove ibride per Nissan

La decisione di Nissan è una vera e propria presa di posizione. La società va controcorrente rispetto a molte altre aziende che continuano invece ad investire sui motori a combustione interna. Volkswagen infatti prosegue nello sviluppare motori a benzina, mentre la Toyota ha presentato un nuovo motore a benzina più ecologico per cercare di battere le auto elettriche. Anche la Bugatti ha ancora dubbi sulla produzione di sole hypercar elettriche e lo dimostra il suo annuncio di una nuova vettura con un motore V16.

Nonostante Nissan stia abbandonando lo sviluppo di nuovi motori ICE, l’azienda non si sta concentrando solo sulle auto elettriche. Continua ad ora a sviluppare anche i suoi sistemi ibridi e-Power, che diverranno ancora più efficienti in termini di costi e consumo del carburante.  I sistemi e-Power di Nissan sono un propulsore esclusivo, attualmente basato su un motore da 1,5 litri, che potrebbe essere aggiornato nelle prossime versioni per migliorare ulteriormente l’efficienza.

Con questa tecnologia, la Nissan è riuscita a mixare i vantaggi presenti in un motore a combustione interna con l’efficienza tipica di un sistema elettrico. In questo modo può offrire una soluzione intermedia perfetta per tutti mercati ancora in transizione. Esistono infatti mercati come quello africano che sono indietro nell’adozione di auto elettriche o di propulsori efficienti. In molte di queste aree circolano ancora veicoli Euro 2 ed Euro 4. Nonostante queste sfide, l’investimento di Nissan è chiaro. Il futuro della società risiede nei veicoli elettrici e nel rafforzamento del sistema e-Power.

L'articolo Nissan si concentra su auto elettriche e ibride: stop ai motori termici proviene da TecnoAndroid.

Il futuro del petrolio: riserve, tecnologia e sostenibilità

Fri, 06/14/2024 - 12:15

Il petrolio, estratto dai resti organici sepolti per milioni di anni, ha da sempre sostenuto l’economia mondiale. Con l’avvento dell’estrazione industriale circa 165 anni fa, questo combustibile fossile ha giocato un ruolo essenziale nel nostro sviluppo industriale e economico. Ma il futuro del petrolio sembra destinato a cambiamenti significativi.

 

Il petrolio è ancora tra noi

Secondo le stime più recenti di Rystad Energy nel 2023, nel mondo sono ancora recuperabili circa 1,6 trilioni di barili di petrolio, con la possibilità di scoprirne altri 565 miliardi. Sebbene queste cifre suggeriscano una riserva apparentemente abbondante, è difficile prevedere con certezza per quanto tempo possa durare, considerando le molteplici variabili in gioco.

Per anni si è parlato di una “scorta di 50 anni” di petrolio, basata sul consumo attuale e sulle riserve note. Questo equilibrio delicato è sostenuto dalla costante scoperta di nuovi giacimenti che compensano l’esaurimento delle riserve esistenti. La tecnologia riveste un ruolo cruciale in questo contesto, rendendo possibile l’estrazione da luoghi sempre più remoti e migliorando l’efficienza delle operazioni.

Kevin Book di ClearView Energy Partners sottolinea l’impatto rivoluzionario dell’intelligenza artificiale nell’industria petrolifera, migliorando la precisione nella scoperta di nuovi giacimenti e rendendo più efficienti le operazioni di estrazione. Questi progressi potrebbero significativamente prolungare la vita delle riserve di petrolio, anche se la domanda globale sta attraversando rapidi cambiamenti.

La transizione verso energie rinnovabili e veicoli elettrici sta trasformando il panorama energetico globale. Secondo il BP Energy Outlook 2023, la domanda globale di petrolio dovrebbe raggiungere il picco intorno al 2030 prima di iniziare a diminuire. Questo cambiamento potrebbe influenzare profondamente la gestione futura delle riserve di petrolio, aprendo la strada a una possibile estensione dell’utilizzo delle risorse oltre le previsioni attuali.

 

Verso le energie rinnovabili

Il dibattito sul futuro energetico coinvolge molteplici attori, dalle grandi compagnie energetiche che si adattano a nuove tecnologie e normative ambientali, alle economie globali ancora fortemente dipendenti dal petrolio come fonte principale di energia. Con l’aumentare della competitività delle energie rinnovabili, è probabile che la domanda di petrolio continui a diminuire nel lungo periodo, anche se rimarrà un pilastro essenziale per molti anni.

L'articolo Il futuro del petrolio: riserve, tecnologia e sostenibilità proviene da TecnoAndroid.

Pages