Tecnoandroid

Condividi su:


MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 37 min 20 sec ago

Vodafone prova a recuperare utenti con 3 nuove offerte fino a 50GB

Sun, 09/27/2020 - 10:30

Vodafone prova a recuperare utenti con 3 nuove offerte fino a 50GB Tecnoandroid

Gli ultimi tempi sono stati di buon rendimento per Vodafone anche se non al massimo. L’azienda infatti è incappata in alcuni concorrenti di alto livello, i quali sono stati in grado di mettere i bastoni tra le ruote a quello che risulta il colosso più famoso in Europa. La rete 4G di Vodafone è infatti la più estesa e al contempo quella più in grado di fornire stabilità e qualità.

Ci sono però anche il gestore come Iliad che mettono al primo posto, oltre alla qualità, anche la quantità e la convenienza. Proprio per questo molti utenti sono scappati via, anche se adesso Vodafone vuole provare a recuperarli tutti con le sue nuove offerte fino a 50GB.  

 

Vodafone lancia tante nuove offerte interessanti per recuperare i suoi ex utenti

Vodafone Special Minuti 10 Giga

  • Minuti senza limiti verso tutti i gestori mobili e fissi anche dall’estero;
  • 10 Giga di traffico dati in rete 4G;
  • Costo della promo: 15 euro al mese;
  • Per tutti coloro che attivano un nuovo numero.

Vodafone Special Minuti 20 Giga

  • Minuti senza limiti verso tutti i gestori mobili e fissi anche dall’estero;
  • 20 Giga di traffico dati in rete 4G;
  • Costo della promo: 9,99 euro al mese
  • Costo di attivazione: 5,01 euro una tantum, dedicata agli UNDER 25.

Vodafone Special Minuti 50 Giga

  • Minuti senza limiti verso tutti i gestori mobili e fissi anche dall’estero;
  • 50 Giga di traffico dati in rete 4G;
  • Costo della promo: 9,90 euro al mese
  • Per coloro che provengono da Kena, Luca e BT Enia Mobile;
  • Costo di attivazione: 12,10 euro una tantum

Vodafone prova a recuperare utenti con 3 nuove offerte fino a 50GB Tecnoandroid

Bonus Tv: ecco come ottenere le agevolazioni per i nuovi decoder

Sun, 09/27/2020 - 10:25

Bonus Tv: ecco come ottenere le agevolazioni per i nuovi decoder Tecnoandroid

Scatta nel 2022 l’introduzione del nuovo sistema di trasmissione per il digitale terrestre che comporterà, per forza di cose il cambio di molti decoder, per fortuna c’è il bonus Tv. Gia a partire dal 2020 invieranno le operazioni per l’abbandono del DVB T1, attuale standard di trasmissione a DVB T2.

In questo contesto il governo ha deciso si aiutare i cittadini instituendo il bonus Tv; il bonus consiste in degli incentivi per il cambio di decoder o di televisione per le famiglie con un reddito ISEE inferiore ai 20’000 euro. Stando alle stime pubblicate dal Corriere della Sera saranno più della metà della popolazione a doversi adattare ai nuovi standard di trasmissione; su 22,1 milioni di famiglie infatti solo 9,4 milioni possiedono già una strumentazione adeguata ai nuovi standard.

Bonus Tv: chi può richiederlo e come funziona

 

Fortunatamente per molti italiani non sarà necessario cambiare totalmente il proprio televisore ma, come detto, basterà dotarsi di un semplice decoder. A prescindere però tutti i televisori messi in commercio a partire dal 2017 dovrebbero essere in grado di supportate il nuovo protocollo. Chi invece possiede un televisore più anziano dovrà mettere mano al portafogli se vorrà continuare a vedere i canali della televisione italiana.

Fortunatamente però, come detto, c’è il bonus Tv. Il bonus può arrivare fino ad un massimo di 50 euro e viene applicato direttamente dal venditore al momento dell’acquisto. Basterà presentarsi al negozio con il modulo per il bonus già compilato in cui si attesta come si rientri nei parametri per i richiedenti; a quel punto verrà applicato lo sconto in automatico.

Bonus Tv: ecco come ottenere le agevolazioni per i nuovi decoder Tecnoandroid

Emotet: il Governo italiano lancia l’allarme sul ritorno del trojan

Sun, 09/27/2020 - 10:20

Emotet: il Governo italiano lancia l’allarme sul ritorno del trojan Tecnoandroid

Purtroppo nel nostro paese i malware sono sempre stati una minaccia costante e ora il Governo italiano ha lanciato l’allarme. In Italia è infatti ritornato Emotet, ovvero un trojan bancario molto conosciuto e che aveva avuto la sua massima espansione qualche anno fa (più precisamente nel 2014).

 

Emotet: il trojan bancario ritorna a diffondersi

Il Governo italiano, come già accennato, ha lanciato l’allarme e ha avvisato i cittadini italiani tramite CSIRT (Computer Security Incident Response Team). Sul territorio italiano sta infatti ricominciando a diffondersi un malware di qualche anno fa, ovvero il trojan bancario Emotet. Quest’ultimo, in particolare, circola nella maggior parte dei casi per mezzo di alcune email che arrivano ai cittadini italiani.

In queste email è presente, nello specifico, un allegato che contiene un file in formato .zip. Quest’ultimo file è protetto da una password e il testo della email invita il malcapitato ad aprire questo file, fornendogli per l’appunto la frase chiave. All’interno di questo file è presente un documento di Word e per funzionare necessita di una procedura particolare che, in realtà, permette poi al malware di essere installato sul dispositivo della vittima.

Il malware Emotet è molto pericoloso in quanto si è notevolmente evoluto nel corso degli anni, passando da un semplice trojan bancario a una minaccia molto pericolosa per tutti i malcapitati. Il CSIRT, in particolare, ha fornito alcune indicazioni per tutti quegli utenti più esperti in modo che possano aumentare il proprio livello di sicurezza. Per gli utenti più comuni e non molto esperti, invece, è sempre consigliabile non aprire mai né allegati né link presenti all’interno di email insolite o inviate da utenti sconosciuti.

Emotet: il Governo italiano lancia l’allarme sul ritorno del trojan Tecnoandroid

Esselunga: clamorosi sconti nel nuovo volantino, smartphone e PC in sconto

Sun, 09/27/2020 - 10:15

Esselunga: clamorosi sconti nel nuovo volantino, smartphone e PC in sconto Tecnoandroid

Tra tutti i nomi che riguardano gli Store sul territorio italiano, Esselunga è chiaramente uno di quelli più attenzione nati. Il motivo sta semplicemente nel fatto che molte offerte e spesso provengono da questo colosso, il quale si diletta non solo nel mondo degli alimentari ma anche in quello dell’elettronica in generale.

Durante gli ultimi giorni è venuto fuori anche il nuovo volantino, il quale ha visto gli appassionati di tecnologia e appunto di elettronica, interessarsi molto alla merce in vendita. Questi prezzi sono disponibili però solo per coloro che risultano soci Esselunga, i quali alla cassa, per usufruire dei prezzi, saranno costretti ad esibire la carta Fidaty.

Se volete le migliori offerte da parte di Amazon direttamente sul vostro smartphone, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

Esselunga propone il suo nuovo volantino che mette in difficoltà la concorrenza a suon di grandi prezzi nel mondo dell’elettronica

Esselunga propone un nuovo volantino, il quale tra le ultime pagine mostra l’elettronica ad altissimi livelli. Un esempio molto chiaro e quello del nuovo Samsung Galaxy S20 che in questo caso viene proposto a soli 589 €. Tutti sanno che il prezzo di listino equivale a 929 €, per cui si tratta di un’ottima occasione. 

Ci sono poi tanti altri prezzi incredibili i quali spaziano tra le varie categorie. Ad esempio nel  mondo degli elettrodomestici ci sono moltissime cose interessanti da prendere al volo. In basso ci sono tutte le foto del volantino per dare un’occhiata a tutti i prezzi.

Esselunga: clamorosi sconti nel nuovo volantino, smartphone e PC in sconto Tecnoandroid

MediaWorld: volantino di fine settembre con prezzi in supersconto

Sun, 09/27/2020 - 10:10

MediaWorld: volantino di fine settembre con prezzi in supersconto Tecnoandroid

MediaWorld continua ad andare per la sua strada e a recuperare quanto perso durante i mesi di emergenza. Il grande colosso delle vendite fisiche è riuscito infatti a riportare all’interno dei suoi punti vendita gli utenti, i quali sono ancora restii a venire a contatto con le persone in maniera diretta.

Durante questi ultimi giorni sarebbe nato poi il nuovo volantino, il quale mostrerebbe al suo interno prezzi davvero invitanti su tutto il mondo dell’elettronica. Ovviamente ci sono tante altre possibilità da prendere al volo anche se gli utenti preferiscono lo smartphone piuttosto che il pc e quant’altro. Inoltre MediaWorld offre un’opportunità più unica che rara quando si tratta di questi grandi distributori: sarà possibile acquistare agli stessi prezzi proposti sul volantino anche in maniera diretta dal sito ufficiale. Chiaramente bisognerà pagare un costo di spedizione per la merce da ricevere.

Per avere anche le migliori offerte di Amazon vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

MediaWorld: il nuovo volantino permette di avere prezzi impressionanti su tutta l’elettronica

Dopo il lancio del nuovo volantino tutti avranno notato i grandi prezzi che sono arrivati riguardo all’elettronica e non solo. 

Sono presenti dispositivi come Samsung Galaxy Note 20 Ultra 1329 euro, Xiaomi Redmi Note 9 Pro a 279 euro, Samsung Galaxy A21s a 169 euro, Samsung Galaxy A71 a 369 euro, Huawei P40 Lite a 229 euro, Samsung Galaxy A71 a 369 euro, Huawei P30 Lite New Edition a 259 euro, Samsung Galaxy Note 20 979 euro. Per scoprire comunque tutti i prezzi all’interno del volantino su tutte le tipologie di merce, potete collegarvi qui.

MediaWorld: volantino di fine settembre con prezzi in supersconto Tecnoandroid

Boeing 747 e Airbus A380 addio, i velieri dei cieli presto diranno addio

Sun, 09/27/2020 - 10:05

Boeing 747 e Airbus A380 addio, i velieri dei cieli presto diranno addio Tecnoandroid

L’emergenza coronavirus ha sicuramente messo in ginocchio tutti i mercati globali, da quello delle automobili a quello dei viaggi, con il più colpito ovviamente quello legato ai trasporti aerei, i quali nel periodo di lockdown e dopo la chiusura delle frontiere hanno visto il completo azzeramento di tutti i traffici, una batosta economica indescrivibile.

A quanto pare tutto ciò ha avuto anche un effetto secondario un po’ inaspettato ma forse non troppo, ha infatti portato a quella che si può definire fine prematura di due colossi dei cieli che stanno per appendere le turbine al chiodo, parliamo del Boeing 747 e dell’Airbus A380.

Un addio previsto

Si tratta di due colossi da oltre 500 posti spesso utilizzati per lunghe tratte intercontinentali, facilmente riconoscibili per la classica forma a gobba anteriore, a quanto pare presto ci diranno addio a causa di una perdita d’uso davvero troppo imponente.

Le varie compagnie aeree si sono infatti rese conto che il gioco non vale la candela, questi mezzi sono troppo costosi da far volare e che invece conviene sfruttare i classici veivoli più piccoli ma decisamente più economici.

Effettivamente a dimostrazione di tutto ciò basta osservare come il mese prima del lockdown, il 97% degli A380 e il 91% dei 747 fosse parcheggiato su qualche pista in giro per il mondo.

Presto dunque dovremo dire addio ai grandi colossi che per decenni hanno sorvolato il cielo, il loro tempo è ormai al termine, il tutto ovviamente accelerato dalla pandemia, che ha portato avanti un esito comunque ormai scontato e forse inevitabile.

Boeing 747 e Airbus A380 addio, i velieri dei cieli presto diranno addio Tecnoandroid

App pericolose su Android: rilevate alcune davvero molto pericolose

Sun, 09/27/2020 - 10:00

App pericolose su Android: rilevate alcune davvero molto pericolose Tecnoandroid

Diciamocelo, sul Play Store di Google sono presenti diverse app potenzialmente pericolose, nonostante adottino un sistema di crittografia dei dati. A scoprire ciò sono stati alcuni ricercatori della Columbia Univeristy, i quali hanno creato un tool apposito per analizzare il codice di alcune app con la speranza di trovare errori e bug d’implementazione di 26 regole basilari di crittografia.

Il suddetto tool prende nome di “Crylogger“, e questo strumento è stato utilizzato per l’analisi di 1.780 app di Android pubblicate in 33 differenti categorie del Play Store. Tuttavia, i risultati non sono per niente positivi: quasi tutte le app hanno presentato un difetto di crittografia. Di queste, ben 306 sono state addirittura giudicate non sicure a causa di questo tipo di problematica. La cosa che però ha fatto emergere maggiori preoccupazioni è che molti sviluppatori, nonostante un repentino contatto per discutere di queste app, non hanno risposto alle mail che gli sono state inviate.

App pericolose: ecco di quali app stiamo parlando

I nomi delle app pericolose non sono stati resi noti. Questa scelta è stata presa in base al fatto che è meglio che gli hacker non sappiano quali sono effettivamente le app che possono sfruttare più facilmente al fine di rubare i dati agli utenti. La decisione è stata molto saggia, anche perché sarebbe meglio prima risolvere il problema e poi rendere noti i nomi delle app.

I risultati dell’analisi approfondita fatta con Crylogger saranno resi sì noti, ma solo a maggio del 2021 in occasione dell’evento annuale IEEE Symposium on Security and Privacy. Questa è un’importante conferenza sulla sicurezza e privacy che trova il suo svolgimento dal 1980.

App pericolose su Android: rilevate alcune davvero molto pericolose Tecnoandroid

Apocalisse: secondo l’Orologio mancano 100 secondi alla fine del mondo

Sun, 09/27/2020 - 09:55

Apocalisse: secondo l’Orologio mancano 100 secondi alla fine del mondo Tecnoandroid

Mancano soli cento secondi alla fine del mondo. L’orologio dell’Apocalisse ha spostato notevolmente le lancette e manca poco più di un minuto alla catastrofe. Quale può essere la causa? Ovviamente il proliferare di armi nucleari e la crisi climatica giunti a livelli irreversibili. Anche gli scienziati ed ex funzionari statunitensi sono arrivati al punto di definire l’ambiente “profondamente instabile“, una situazione che “campagne di cyber disinformazione” e false notizie aggravano, impedendo alla gente di avere reazioni.

L’Orologio dell’apocalisse (Doomsday Clock) nasce nel 1947, all’inizio della guerra fredda, dagli scienziati della rivista Bulletin of the Atomic Scientists dell’Università di Chicago e misura il pericolo dello sfiorare la fine del mondo a cui l’umanità è destinata. (Timeline anno per anno).

 

Apocalisse: la fine del mondo è sempre più vicina

Ad oggi il Bulletin dichiara con una sorta di minaccia che lancette non sono mai state così vicine al punto finale, all’apocalisse. Molte volte nella storia queste si stavano avvicinando all’ora X, giungendo a due minuti l’anno scorso in questo stesso periodo, ma non sono mai state così minacciose. Il massimo della distanza dalla mezzanotte, al contrario, è stato di 17 minuti, registrati alla fine della guerra fredda.
“Non parliamo di ore, minuti, ma di secondi”, ha affermato Rachel Bronson, presidente e Ceo del Bulletin. “Una vera emergenza, ci troviamo in uno stato assolutamente inaccettabile delle questioni mondiali che ha eliminato qualsiasi margine di errore o possibilità di ulteriori ritardi”.

“Ora affrontiamo una vera emergenza, uno stato assolutamente inaccettabile delle questioni mondiali che ha eliminato qualsiasi margine di errore o ulteriore ritardo”, ha continuato. “Il mondo ha bisogno di svegliarsi. Il nostro pianeta affronta due minacce esistenziali simultanee”, ha detto Mary Robinson, presidentessa di un gruppo indipendente chiamato The Elders, prima socialista a diventare capo dell’Irlanda ed ex alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani. Secondo Robinson i Paesi che non hanno intenzione di eliminare le emissioni di gas serra che riscaldano il pianeta e sfruttano i combustibili fossili stanno “condannando a morte l’umanità”.

Apocalisse: secondo l’Orologio mancano 100 secondi alla fine del mondo Tecnoandroid

Trony: ecco le offerte online e Grandi Affari fino al 2 ottobre

Sun, 09/27/2020 - 09:50

Trony: ecco le offerte online e Grandi Affari fino al 2 ottobre Tecnoandroid

Trony ha da poco lanciato tutta una nuova serie di offerte, promozioni e sconti denominate “Grandi Affari”. Queste ultime hanno una durata di tempo limitata, che va dal 26 settembre 2020 al 2 ottobre 2020, e include delle promozioni che sono valide esclusivamente sullo store online.

 

Ecco alcune offerte “Grandi Affari” di Trony

Come già accennato, la nota azienda Trony ha lanciato alcune nuove offerte e promozioni riservate esclusivamente per gli acquisti sul suo store online. Le promozioni e gli sconti riguardano diverse categorie di prodotti, dai televisori, agli smartphone, agli elettrodomestici. Sui prodotti inclusi nella promozione “Grandi Affari”, sarà inoltre possibile all’occorrenza pagare con 20 rate a tasso zero (sui prodotti contrassegnati).

Per quanto riguarda il settore mobile, sono presenti svariate promozioni per diverse fasce di prezzo. Segnaliamo in primis l’offerta riguardante l’acquisto di iPhone 11 in due colorazioni (Red e Yellow) nel taglio di memoria con 256 GB. Quest’ultimo è infatti proposto dall’azienda ad un prezzo di 889 euro, ovvero con uno sconto pari al -12% rispetto al prezzo al quale veniva venduto (pari cioè a 1009,00 euro).

Altro smartphone molto interessante presente con queste offerte è il nuovo Oppo A52. Questo device viene infatti offerto nel taglio di memoria con 4 GB di RAM e 64 GB di storage interno con uno sconto pari al -15% rispetto al prezzo iniziale, ovvero a 169,00 euro anziché 199,00 euro. Si tratta di un dispositivo molto interessante per rapportato al prezzo di vendita. Dispone infatti di un display AMOLED con un piccolo foro laterale, mentre come processore è presente il SoC Snapdragon 665. Per consultare tutte le offerte e gli sconti disponibili, vi invitiamo a visitare questo link.

 

Trony: ecco le offerte online e Grandi Affari fino al 2 ottobre Tecnoandroid

Equitalia sopprime tanti debiti: addio cartelle per multe e bollo auto

Sun, 09/27/2020 - 09:45

Equitalia sopprime tanti debiti: addio cartelle per multe e bollo auto Tecnoandroid

L’Ente Riscossione Crediti Equitalia, oggi parte integrante dell’organismo Agenzia delle Entrate, ha preso una decisione che ha segnato un precedente storico nella gestione del trattamento finanziario verso i contribuenti.

Dopo una sentenza decretata dalla Corte di Cassazione si è deciso per un annullamento coatto di tutti i debiti maturati dai cattivi contribuenti negli anni compresi tra il 2000 ed il 2010. Tutto ciò ha causato uno scompenso pubblico e sociale decisamente importante, visto da molti come uno schiaffo alla legalità.

Nell’archivio Equitalia finiscono tante tasse, tra cui gli interessi di mora contestati dal Fisco ai clienti chiamati a rendere onore alle cartelle Equitalia legate ai contesti di multe e bollo auto. Ciò vuol dire che chi non ha pagato non ha più nulla da temere. Ed è immediatamente polemica.

 

Addio debiti: nulla da pagare ad Equitalia dopo la chiusura delle cartelle esattoriali

Il contesto dell’accusa verte sulla nuova Ordinanza n. 28072/2019 che decreta, senza alcune possibilità di appello, l’accantonamento delle posizioni debitorie. La soluzione, positivamente accolta da alcune importanti cariche istituzionali, è stata contestata a più riprese. Personaggi del calibro del Premier Giuseppe Conte hanno manifestato tutta la loro disapprovazione. Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha detto che:

“Ciò crea un precedente per eventuali future problematiche legate alla gestione dei capitali. Soprassedere sulla questione debiti consente l’incentivazione del reato. Tutto ciò attua un ammanco dei capitali dello Stato ed un precedente importante nella gestione della Pubblica Amministrazione”.

Il bandolo della matassa si scioglie a favore degli evasori fiscali che in cambio della loro reticenza ricevono un bonus da 1000 Euro per colmare debiti che hanno negli anni infangato gli obblighi civili imposti dall’ordinamento economico dello Stato Italiano. Ad ogni modo c’è poco da fare, ormai la decisione Equitalia è stata presa con buona pace di chi ha sempre rispettato le regole.

Equitalia sopprime tanti debiti: addio cartelle per multe e bollo auto Tecnoandroid

Auto difettose: quali sono i modelli ritirati per difetti mortali

Sun, 09/27/2020 - 09:40

Auto difettose: quali sono i modelli ritirati per difetti mortali Tecnoandroid

Si dice che errare è umano, ma perseverare è diabolico. Non è proprio questo il caso, perché un errore del genere, può provocare la perdita di un numero enorme di vittime. Ad ogni modo la strada è un “luogo pubblico” in cui non non va mai preso nulla alla leggera. Purtroppo però vi sono alcune aziende automobilistiche situate in Giappone, come Renault, Honda, Toyota e Ford, le quali hanno inserito nel mercato dei modelli di auto difettose con segni di fabbrica potenzialmente fatali, sia per la vettura che per chi la guida. Scopriamo insieme quali sono.

 

Auto difettose: l’elenco dei modelli più rischiosi per la salute

Iniziamo parlando di Renault. Secondo le ultime notizie la famosa azienda avrebbe immatricolato delle vetture con un problema di scarsa pressione dell’olio lubrificante. Ciò significa che con il tempo l’auto andrà definitivamente a morire mettendo in pericolo le vite dei guidatori. E come se non bastasse, Renault ha obbligato i possessori di tali veicoli a dover riparare in modo del tutto autonomo le proprie macchine.

Ecco le auto difettose:

Dacia (motore 1.2 TCe 115 e125 ch)
  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy
Mercedes (motore 1.2 115 ch)
  • Citan
Renault (motore 1.2 TCe 115, 120 e 130 ch)
  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3
Nissan (motore 1.2 DIG-T 115 ch)
  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar

Al secondo posto troviamo invece Ford. Questa avrebbe immesso nel mercato delle auto con un difetto alla batteria il quale potrebbe causare gravi incendi. Tutto ciò per via di una possibile ed anomala fuoriuscita degli acidi contenuti al suo interno.

Infine Honda e Toyota, le quali condividono il medesimo dilemma all’airbag, hanno aggiunto alle strade dei “dispositivi di autodistruzione”. Nel primo caso la vettura è in procinto di esplosione, mentre nel secondo potrebbe esplodere da un momento all’altro e senza alcun motivo. I modelli interessati in questo caso sono:

Toyota
  • Corolla immatricolazione compresa tra il 2011 e il 2019
  • Matrix immatricolate tra il biennio 2011 e il 2013
  • Avalon, ibride e non, immatricolate tra il 2012 e il 2018
Honda
  • Accord immatricolazione tra il 1998 ed il 2000
  • Civic immatricolazione tra il 1996 ed il 2000
  • CR-V immatricolazione tra il 1997 ed il 2001
  • Odyssey immatricolazione tra il 1998 ed il 2001
  • EV Plus immatricolazione tra il 1997 ed il 1998.

Auto difettose: quali sono i modelli ritirati per difetti mortali Tecnoandroid

Patrimoniale: si torna a parlare di questa probabile nuova tassa

Sun, 09/27/2020 - 09:35

Patrimoniale: si torna a parlare di questa probabile nuova tassa Tecnoandroid

Già da diverso tempo si discute fortemente sulla probabile e nuova tassa patrimoniale che potrebbe essere introdotta. Le informazioni e le notizie a riguardo insieme alle fake news circolano in rete e sulle varie piattaforme social già dal periodo del lockdown causato dall’arrivo inaspettato del Covid-19, ma purtroppo se ne torna a parlare nuovamente.

Patrimonale: lo Stato potrebbe realmente introdurre una nuova tassa? Ecco gli aggiornamenti

Secondo le ultime notizie che circolano in rete il Governo avrebbe intenzione di introdurre la nuova tassa patrimoniale per raccogliere abbastanza fondi da utilizzare per sanare il bilancio finanziario. Purtroppo l’argomento ha innalzato numerose discussioni soprattutto per via delle numerose fake news introdotte in rete soltanto per creare allarmismo inutile.

Luca Castelli, Ministro dell’Economia, si è sentito in dovere di intervenire per calmare tutti gli utenti in preda al panico: “In queste ore, gira con insistenza, nelle varie chat, l’ennesima bufala. Voglio dirlo con forza, non c’è nessuna patrimoniale “Virus Tax”. Abbiamo chiuso un decreto con le risorse deliberate dal Parlamento, che ha autorizzato uno scostamento dei saldi di bilancio di 25 miliardi. Chiunque voglia speculare con false notizie su eventuali tasse, si metta la mano sulla coscienza.
Non c’è nulla di più falso. In un momento particolarmente delicato per il Paese, mi sento di chiedere un aiuto anche al mondo dell’informazione per isolare le fake news. Noi, maggioranza e opposizione, stiamo collaborando, più che mai, per mettere in campo tutte le misure necessarie a fronteggiare gli effetti del coronavirus, sia dal punto di vista sanitario, che da quello economico. Faremo tutto quello che serve per sostenere l’Italia e gli italiani.”

Patrimoniale: si torna a parlare di questa probabile nuova tassa Tecnoandroid

Vodafone, stangata dei prezzi d’autunno: coinvolti molti clienti

Sun, 09/27/2020 - 09:30

Vodafone, stangata dei prezzi d’autunno: coinvolti molti clienti Tecnoandroid

Per la stagione autunnale già sono stati annunciati alcuni cambi di prezzo per gli utenti di TIM e di WindTre. I due operatori hanno previsto delle rimodulazioni sui costi sia per i piani di telefonia fissa che per i piani di telefonia mobile. In maniera speculare ai due rivali, anche Vodafone prevede una revisione dei costi per alcuni suoi piani tariffari.

 

Vodafone, l’aumento dei costi per queste offerte Fibra ottica

A differenza di quanto avvenuto sino ad ora, per l’autunno Vodafone sceglie di modificare i prezzi per alcune offerte di telefonia fissa. Alcuni clienti con piani Fibra ottica dovranno quindi pagare qualcosa in più rispetto agli attuali costi mensili.

La promozione protagonista delle rimodulazioni autunnali è la Unlimted Plus. Questa promo mette a disposizione dei clienti consumi illimitati per chiamate ed internet con velocità classiche della Fibra. Una parte degli abbonati con Unlimited Plus sarà chiamata a pagare 3 euro in più ogni mese. 

Dobbiamo sottolineare però un particolare non da poco. In base alla rimodulaizone prevista da Vodafone, non tutti i clienti con Unlimited Plus dovranno pagare i 3 euro in più ogni mese. Ad essere interessati dal cambio dei prezzi ci sono soltanto selezionati clienti, prontamente avvisati dallo stesso gestore con comunicazioni inviate tramite posta o a mezzo mail.

Questa notizia fa però il paio con una novità che potrebbe essere considerata positiva per i nuovi clienti di Vodafone. Il gestore, infatti, ha trovato un accordo con AGCOM. Sulla base di tale accordo, i nuovi clienti dell’operatore inglese potranno beneficiare di prezzo bloccato per sei mesi dal momento dell’attivazione di un’offerta.

Vodafone, stangata dei prezzi d’autunno: coinvolti molti clienti Tecnoandroid

Contatori ENEL: Polizia Italiana scopre il trucco dell’energia Gratis

Sun, 09/27/2020 - 09:25

Contatori ENEL: Polizia Italiana scopre il trucco dell’energia Gratis Tecnoandroid

Esistono diversi modi per alterare i contatori ENEL ottenendo bollette decisamente molto leggere rispetto alle aspettative della società. I listini non contano visto che anche chi non ha conoscenza di elettrotecnica può ottenere tutto facilmente con una spesa praticamente irrisoria. La Polizia Italiana, dietro segnalazioni anonime, ha fatto incursione in alcune abitazioni della capitale ravvisando la presenza di una componente in grado di regalare energia ad oltranza. Ecco come è andata a finire.

 

Contatori: modifica scoperta dalla Polizia, ecco le conseguenze

L’ordinamento disciplinare in materia di truffa ai contatori parla decisamente chiaro. Si ottengono pesanti ammende e reclusione fino ad un massimo di tre anni consecutivi. La fedina si macchia in modo indelebile per coloro che sono dediti al furto di energia elettrica. Poco è importato a decine di famiglie romane sorprese ad utilizzare il magico magnete azzera-bollette.

Grazie a questo comune dispositivo inserito accanto al contatore è stato possibile sviare l’elettronica di controllo interna al sistema delegata al conteggio dei KW assorbiti dalla rete privata ENEL. Sempre all’interno delle medesime case sono stati rinvenuti anche strumenti di tipo professionale presumibilmente concessi da personale tecnico interno alla compagnia ed ora sotto indagine per concorso in frode fiscale.

Le autorità ricevono ogni giorno nuove segnalazioni da vicini o parenti insospettiti. Grande è il contributo dei condomini che intimoriti dalle ripercussioni negative di un simile comportamento portano tutto all’attenzione delle autorità. Anche tu puoi fare la tua parte fornendo un feedback anonimo che consenta di arginare una volta per tutte questa autentica piaga.

Non serve accedere all’illegalità visto che le compagnie del mercato energia propongono oggi interessanti sconti, incentivi ed anche tariffe orarie pronte a concedere importanti bonus. Ad esempio, ENEL propone la tariffa Ore Free che consente di avere corrente gratis ad orari definiti dall’utente e liberamente ridefinibili in qualsiasi istante.

Contatori ENEL: Polizia Italiana scopre il trucco dell’energia Gratis Tecnoandroid

Android Auto si aggiorna: ecco le ultime novità sull’app per automobili

Sun, 09/27/2020 - 09:20

Android Auto si aggiorna: ecco le ultime novità sull’app per automobili Tecnoandroid

Google ha deciso di portare su Android Auto una serie di aggiornamenti decisamente importanti che marcano ancora di più la sua superiorità rispetto alle altre aziende. Tentando di non tener conto della questione Automotive OS, sposta l’attenzione sulle ultime novità provenienti dall’analisi tecnica del codice sorgente di una versione del tutto inedita.

I primi segnali di un cambiamento corposo sono arrivati ai noi tramite Facebook, dove il canale italiano di Android Auto cita il possibile cambio di chancelog mettendo sul piatto 7 novità che non erano del tutto scontate. Scopriamo di seguito quali sono le ultime interessanti novità.

 

Android Auto si aggiorna: le novità sono importanti e possono essere utilizzate da tutti

Nella prossima build di Android Auto potremo gustarci una serie di cambiamenti ed add-in che ottimizzano l’ecosistema. Tra queste potremmo trovare:

  • lettura dei parametri auto da parte di Android Auto, come il sensore luci, freno a mano, stato della bussola e della marcia. Lettura del sensore di occupazione del sedile del passeggero, in questo modo la modalità Passeggero potrebbe essere meno limitante di quella attualmente disponibile.
  • Permessi in arrivo che evitano la chiusura random di Android Auto.
  • Avvisi per versione obsoleta di Google Maps.
  • Novità grafiche in arrivo per gli ipovedenti. Probabilmente in correlazione alla modalità Passeggero.
  • Compass Mode, al momento difficile da aggiungere con le funzionalità di Android Auto.
  • novità per il layout della UI navigazione: possibile integrazione in vista per le app di navigazione di terze parti.
  • conferme sulla compatibilità del doppio display con Android Auto.

Lo sviluppatore, tuttavia, non ha ancora dato una conferma ufficiale riguardo tutte queste novità. Proprio per questo, non possiamo affermare con certezza che assisteremo a questi cambiamenti. Ci potrebbe essere uno slittamento in futuro oppure delle aggiunte di cui discutere in un secondo momento. Ciò non toglie che quello che ha messo sul piatto Google è davvero di ottima fattura. State connessi per altre news a riguardo.

Android Auto si aggiorna: ecco le ultime novità sull’app per automobili Tecnoandroid

Truffe: sono spietate quelle contro i clienti Unicredit ed Intesa Sanpaolo

Sun, 09/27/2020 - 09:15

Truffe: sono spietate quelle contro i clienti Unicredit ed Intesa Sanpaolo Tecnoandroid

Neanche il Coronavirus ha bloccato le ondate di truffe che hanno visto coinvolti gli utenti Unicredit ed Intesa Sanpaolo. Un numero sempre crescente di attacchi di tipo phishing è imperversato dietro i monitor ed i display dei clienti spesso costretti a bloccare conti correnti e carte di credito dopo la scoperta di un errore fatale.

Sotto poco velate minacce e rassicuranti email si è insinuato il tarlo del dubbio divenuto certezza di frode dopo le numerose segnalazioni giunte alla Polizia Postale che per l’occasione ha rinnovato l’esortazione alla cautela ed il vadenecum contro la trasgressioni degli hacker. Ecco cosa è successo e cosa bisogna fare.

 

Truffe contro Unicredit e Intesa Sanpaolo: banche al sicuro ma clienti in costante pericolo

Dal puro e semplice messaggio informativo si è giunti alla verificata ipotesi del cosiddetto formjacking, una forma di aggressione personale ai dati sensibili. In tale contesto sono rientrate generalità, numero di telefono, informazioni per le credenziali segrete del conto e tanti dettagli necessari agli attacker per compilare un profilo completo.

Il pharming, termine noto nel contesto delle truffe informatiche, è stato il punto di ingresso essenziale per convincere le vittime alla compilazione del questionario. I pretesti sono stati di varia natura, da una necessaria modifica alle politiche interne ad un login di sicurezza richiesto per ipotesi di accesso indesiderato. In altri casi si è addirittura promesso un regalo o un premio per la propria fedeltà alla banca. In ogni caso il risultato è stato sempre il medesimo: conto svuotato e frustrazione per essere caduti così ingenuamente nella trappola.

Per evitare le truffe da phishing e smishing occorre prestare attenzione alla grammatica delle email e degli SMS che, seppur non segnalati come pericolosi devono essere sempre ispezionati. A monte di tutto una considerazione essenziale: banche e Poste non usano sistemi di comunicazione tradizionali per entrare in contatto con il cliente. Consci di questa tautologia applichiamo con rigore i seguenti dogmi di sicurezza:

  • esame del contenuto del messaggio ed eventuali link in allegato
  • richiesta informazioni al proprio istituto tramite il Call Center gratuito
  • segnalazione alla autorità con apposito form di notifica
  • inclusione del contatto disconosciuto in Lista Nera
  • eliminazione perentoria della comunicazione in entrata
  • pulizia del dispositivo con apposito software antivirus

Truffe: sono spietate quelle contro i clienti Unicredit ed Intesa Sanpaolo Tecnoandroid

Banche: cosa succede ora con la modifica del trattamento conto corrente

Sun, 09/27/2020 - 09:10

Banche: cosa succede ora con la modifica del trattamento conto corrente Tecnoandroid

Gli italiani stanno cementificando i rapporti con le banche vista la ridefinizione del ruolo centrale del contante. Una misura che in un certo tal senso evita il proliferare del deleterio fenomeno dell’evasione fiscale ma che dall’altro impone anche l’utilizzo quasi obbligato del conto corrente.

Vista la situazione economica altalenante ed un panorama lavorativo assai precario molte aziende e singoli utenti mantengono in attivo un conto inerte. Tutto ciò è deleterio per gli interessi dell’utente per via di quanto introdotto con la patrimoniale da inflazione. In altra prospettiva tutto ciò può portare alla chiusura del contratto per via di una clausola che finalmente sta per essere ridefinita dal Decreto Legge 1712 che rafforza il poter del cliente contro gli spropositi delle banche italiane. Ecco in cosa consiste la nuova modifica.

 

Modifica al sistema delle banche: conto corrente al sicuro con le prossime disposizioni di Legge

Fino a questo momento alle banche made in Italy si era riservato il diritto di agire in maniera unilaterale sui conti non movimentati e con scarsa liquidità. Una vera e propria cui il cliente trova conforto in luogo della nuova discussione giuridica vertente la rimodulazione del potere d’azione bancario. Infatti, grazie alle modifiche recentemente discusse, il cliente è tutelato contro la sospensione dei conti per giacenza statica.

Nel merito della Riforma prevista per questo fine 2020 rientra anche una differente gestione dei fidi di cassa che non potranno essere rivendicati dalle banche prima della loro data di scadenza. Vigono quindi nuovi equilibri nei rapporti tra i clienti e gli istituti che non possono più esercitare unilateralmente un chiaro abuso di potere amministrativo.

Banche: cosa succede ora con la modifica del trattamento conto corrente Tecnoandroid

Play Store: Android regala 8 app a pagamento gratis agli utenti

Sun, 09/27/2020 - 09:05

Play Store: Android regala 8 app a pagamento gratis agli utenti Tecnoandroid

Quando si tratta del Play Store sono tantissime le persone che sanno di poter spaziare tra i vari contenuti disponibili. La versatilità del mondo Android si racchiude proprio all’interno di questo spazio dedicato ai contenuti, il quale molto spesso è infatti pieno di nuovi contenuti lanciati apposta. Coloro che sono ancora restii a scegliere uno smartphone Android, si sbagliano di grosso, visto che tutte le criticità sono state risolte ormai da tempo immemore.

Ovviamente il grande obiettivo di tutti è quello di scaricare i contenuti di valore, ovvero quelli che costano. Spesso molti di questi arrivano totalmente gratis sul play Store, in modo da concedere agli utenti di avere una grande opportunità. Secondo quanto riportato ultimamente ci sarebbero diverse app e giochi a pagamento che solo per questi giorni saranno gratis. Avrei dunque l’opportunità di effettuare il download senza pagare nulla.

Per avere i migliori spunti anche da parte del mondo Amazon, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

Android, solo per oggi sul Play Store ci sono dei titoli a pagamento offerti totalmente gratis a tutti gli utenti

Proprio qui sotto all’interno della lista che abbiamo provveduto a redigere, potete trovare tutti i contenuti del Play Store che solo per un paio di giorni saranno gratuiti. Per semplificarvi le cose abbiamo scelto di includere in prossimità dei titoli anche i link diretti per effettuare il download.

Play Store: Android regala 8 app a pagamento gratis agli utenti Tecnoandroid

Iliad: nuova Flash 100 a soli 9,99 euro al mese, ecco fin quando è valida

Sun, 09/27/2020 - 09:00

Iliad: nuova Flash 100 a soli 9,99 euro al mese, ecco fin quando è valida Tecnoandroid

Iliad è un gestore che sotto certi aspetti potrebbe essere definito come inaspettato. Questa è l’impressione che inizialmente l’azienda aveva dato, visto che arrivava sotto traccia e dopo poche esperienze avute altrove. Stiamo parlando di un provider che in poco tempo è riuscito ad affermarsi all’interno di un mondo telefonico mobile dove diverse aziende invece già lavoravano da diversi anni.

Iliad è riuscita a dare una propria impronta alla telefonia, dimostrando che la quantità spesso non pregiudica quello che è il prezzo finale dell’offerta. Le soluzioni proposte da questo gestore proveniente dalla Francia hanno dimostrato di avere tutto dalla loro parte ma anche dei costi estremamente invitanti per tutti coloro che avessero anche solo il pensiero di cambiare gestore. Durante gli ultimi giorni è arrivata una grande novità che però ha il tempo contato.

 

Iliad propone la sua nuova offerta da 100 giga che batte la concorrenza con un prezzo di soli 9,99 €

La Flash 100 è una delle tante invenzioni di Iliad, la quale è arrivata proprio lo scorso 17 settembre. Tale promozione permette di avere a disposizione il massimo registrato in merito ai contenuti visti fino ad oggi nel mondo della telefonia mobile. Il provider permette dunque di avere per soli 9,99 € ogni mese per sempre un’offerta che comprende minuti senza limiti verso tutti, SMS senza limiti verso tutti e 100 giga di traffico dati per navigare in 4G ogni giorno.

Questa nuova offerta però non sarà disponibile per sempre: l’ultimo termine per sottoscriverla è fissato al prossimo 15 ottobre. Non vi resta altro che valutare la proposta.

Iliad: nuova Flash 100 a soli 9,99 euro al mese, ecco fin quando è valida Tecnoandroid

Vodafone: le offerte telefoniche sono super alletanti, ecco i dettagli

Sun, 09/27/2020 - 08:55

Vodafone: le offerte telefoniche sono super alletanti, ecco i dettagli Tecnoandroid

Il gestore telefonico Vodafone propone delle offerte telefoniche al mercato super vantaggiose e allettanti, soprattutto per i consumatori interessati alla connessione mobile 5G. Tantissimi sono i consumatori incuriositi dalle offerte e dai prezzi proposti soprattutto perché il suo servizio è rinomato per l’ottima qualità che riesce a garantire.

Vodafone e le nuove offerte: ecco quali sono le proposte attualmente sul mercato

Il gestore telefonico rosso inizia la sua ampia scelta con una tariffa denominata Shake it Easy con la quale propone ai suoi nuovi clienti i seguenti contenuti: 

  • 60GB di traffico dati per la navigazione in rete alla massima velocità della connessione 4G;
  • Chiamate illimitate verso tutti i numeri nazionali mobili e fissi;
  • SMS illimitati verso tutti i numeri nazionali;
  • Minuti verso i numeri UE ed Extra UE;
  • Roaming dati Extra UE;
  • GB illimitati per social, musica e chat.

Il canone mensile da sostenere è di soli 14,99 Euro e i consumatori possono aggiungere a scelta 12 mesi gratuiti del servizio Tidal. Un’altra alternativa, invece, è la tariffa telefonica Infinito con la quale è possibile usufruire di:

  • Chiamate illimitate verso tutti i numeri nazionali mobili e fissi;
  • SMS illimitati verso tutti i numeri nazionali mobili;
  • GB illimitati per navigare in Internet alla massima velocità della connessione 5G;
  • 1000 minuti verso i numeri extra EU;
  • 1GB di traffico dati per navigare in internet in roaming per extra EU;
  • TOP Service incluso nell’offerta.

I consumatori possono attivare questa tariffa sostenendo un canone mensile di 24,99 Euro. Ci sono altre tariffe disponibili sul sito web ufficiale con descritti tutti i costi da sostenere.

Vodafone: le offerte telefoniche sono super alletanti, ecco i dettagli Tecnoandroid

Pages