Tecnoandroid





MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 31 min 26 sec ago

Amazon, ecco i giochi che puoi scaricare GRATIS sul PC con Twitch Prime

Wed, 04/01/2020 - 17:30

Amazon, ecco i giochi che puoi scaricare GRATIS sul PC con Twitch Prime Tecnoandroid

Anche per il mese di Aprile, chi è in possesso di un account Amazon Prime può scaricare gratuitamente sul proprio PC una serie di giochi davvero carini, che senz’altro riusciranno ad intrattenervi ed a concedervi qualche momento di divertimento in questi giorni di quarantena. Il tutto avviene mediante Twitch Prime, un servizio incluso nell’abbonamento Amazon Prime e che, ogni mese, offre l’accesso ad una serie di giochi gratuiti da scaricare e tenere per sempre ed altri bonus disponibili per alcuni dei titoli più popolari del momento, come skin esclusive, personaggi e potenziamenti.

I giochi che possono essere scaricati gratuitamente da Twitch Prime per il mese di Aprile sono: Earthlock, un gioco di ruolo; Kathy Rain, un punta-e-clicca; Turok Remaster, sparatutto in prima persona; Etherborn, un puzzle platform; e Light Matter, un puzzle in prima persona.

Amazon, come scaricare i giochi gratis di Aprile con Twitch Prime

Per scaricare i giochi, nel caso in cui non ne avessi già uno, occorre anzitutto creare un account Twitch sul sito ufficiale dedicato alla piattaforma, cliccando sulla voce Iscriviti. In secondo luogo, dovrai collegare il tuo account Twitch a quello di Amazon Prime. Per farlo, vai su https://twitch.amazon.com/prime. Clicca su collega il tuo account Twitch ed effettua l’accesso con il tuo account Amazon. A questo punto, accedi al tuo account Twitch e clicca su Conferma.

A questo punto, dovrai scaricare l’app Twitch per dispositivi desktop. Puoi farlo direttamente da qui e cliccando sull’opzione Scarica per Windows. Una volta terminato il processo di installazione, dirigiti sulla pagina di Twitch Prime ed effettua l’accesso con il tuo account, qualora non lo avessi già fatto o la piattaforma non avesse memorizzato i tuoi dati. Scorri il catalogo con i giochi ed i boundle disponibili e riscatta quello che preferisci. Torna di nuovo all’app di Twitch, clicca sul menu I miei giochi e scarica i contenuti che hai riscattato.

Amazon, ecco i giochi che puoi scaricare GRATIS sul PC con Twitch Prime Tecnoandroid

Conte conferma: il sito ufficiale dell’INPS è stato hackerato

Wed, 04/01/2020 - 17:15

Conte conferma: il sito ufficiale dell’INPS è stato hackerato Tecnoandroid

Oggi era il primo giorno ufficiale per effettuare richieste in merito al buono da 600 euro concesso a tutti i lavoratori autonomi che rispettano determinati requisiti. Il sito dell’INPS è stato pertanto preso d’assalto ma in molti hanno trovato difficoltà con un inaspettato down del portale.

Il presidente Giuseppe Conte ha dichiarato: “All’Inps sono pervenute 100 domande al secondo, con 300 mila richieste ad oggi, e questo ha creato qualche problema”. Proprio tali dichiarazioni lascerebbero dunque in vita l’alibi dei vari tentativi di hackeraggio che l’INPS avrebbe affrontato in queste settimane roventi.

 

Conte, il Presidente parla di hackeraggio ai danni del sito ufficiale dell’INPS

Le domande che sono giunte ogni secondo sul portale dell’INPS sono state oltre 100, con 300 mila richieste registrate solo oggi. Questo ha sicuramente creato diversi problemi secondo quanto riferito da Conte che però direttamente da Palazzo Chigi ha parlato apertamente di hackeraggio ai danni del portale.

Conte conferma: il sito ufficiale dell’INPS è stato hackerato Tecnoandroid

Coronavirus: Amazon licenzia un dipendente dopo una protesta

Wed, 04/01/2020 - 17:15

Coronavirus: Amazon licenzia un dipendente dopo una protesta Tecnoandroid

Ecco un nuovo “caso Amazon“. Un dipendente afferma di essere stato licenziato dalla compagnia dopo aver guidato una protesta chiedendo di lanciare misure più efficaci per proteggere i dipendenti. In un’intervista con Bloomberg, Chris Smalls, ex vicedirettore presso il centro logistico Amazon di Staten Island, USA, ha dichiarato che lunedì lui e oltre 60 colleghi hanno lasciato il posto di lavoro per protestare e chiedere ad Amazon di chiudere il centro per una pulizia adeguata.

Dopo la protesta, Smalls è stato licenziato. Questa è stata l’ultima di una serie di esternazioni relative al coronavirus tenute dai dipendenti Amazon. Secondo Smalls, al personale non sono stati forniti adeguati dispositivi di protezione e molti hanno paura di contrarre il virus e diffonderlo alle loro famiglie. I manifestanti affermano che ad alcuni loro colleghi è stato diagnosticato il COVID-19.

 

Amazon risponde alla accuse, ma sembrano non convincere tutti

Amazon ha confermato di aver licenziato Smalls, ma afferma di averlo fatto perché ha violato le regole di sicurezza, incluso il mancato autoisolamento dopo essere stato esposto a un collega con un caso confermato del virus. In una dichiarazione rilasciata a Bloomberg, Amazon ha dichiarato: “Mr. Smalls ha ricevuto numerosi avvertimenti per aver violato le linee guida sul distanziamento sociale e messo a rischio la sicurezza degli altri. È stato invitato a rimanere a casa con la paga per 14 giorni. Nonostante le istruzioni per rimanere a casa con i salari, è arrivato sul posto oggi mettendo ulteriormente a rischio le squadre“.

La società ha anche contestato il numero di dipendenti coinvolti nella protesta di lunedì, sostenendo che solo 15 persone della struttura ne hanno preso parte. Smalls ha definito la risposta di Amazon “ridicola” e ha dichiarato nell’intervista TV che “Poiché ho cercato di difendere qualcosa che è giusto, la società ha deciso di vendicarsi contro di me“. Ha aggiunto: “Continuerò ancora a lottare per quelle persone che sono ancora all’interno dell’edificio“.

Il procuratore generale di New York Letitia James è intervenuto con delle dichiarazioni molto forti. James ha anche chiesto l’intervento del National Labor Relations Board per far sì che scattino delle indagini contro Amazon.

Coronavirus: Amazon licenzia un dipendente dopo una protesta Tecnoandroid

Asteroide, nuovo avvistamento: dopo Apophis arriva la segnalazione NASA

Wed, 04/01/2020 - 17:00

Asteroide, nuovo avvistamento: dopo Apophis arriva la segnalazione NASA Tecnoandroid

La NASA segnala la presenza di un occulto asteroide in rotta verso la Terra. Le analisi pare non abbiano rivelato pericoli ma c’è qualcosa di spaventoso in arrivo dall’Universo. Ad incutere timore è la mole del corpo celeste che vaga silente nello spazio ad una velocità considerevole.

La smentita dell’Agenzia Aerospaziale circa i rischi per gli esseri umani rassicura il mondo ma non si può fare a meno di considerare i possibili danni da impatto con un oggetto spaziale di questo tipo. Secondo le dichiarazioni degli esperti:

“Un gigantesco asteroide del diametro variabile da 1,5 a 4 chilometri si sta avvicinando al nostro pianeta e la sfiorerà ad aprile”.

La data ultima per vedere l’ammasso di materiale astrale è fissata per il prossimo 29 Aprile, giorno in cui il meteorite sarà chiaramente visibile nello spazio. Noto come 52768 (1998 OR2) rappresenta un caso di riflessione in luogo degli ultimi dati.

 

NASA avverte: se un asteroide simile si schiantasse sulla Terra sarebbe davvero la fine

Il decorso degli ultimi studi non rassicura il mondo per il futuro. Al momento tiriamo un sospiro di sollievo di fronte alla sventata minaccia di una collisione di superficie con il meteorite gigante. Ad ogni modo, dopo Apophis è cresciuta la consapevolezza di trovarsi impreparati ad eventi di questo tipo.

Per fare qualche numero e quale valutazione si indica al dimensione assoluta di questo nuovo componente. Gli studiosi hanno definito un diametro minimo di un chilometro e mezzo, sufficiente per mettere la parola fine alla vita sulla Terra. Basti pensare che il  meteorite caduto in Russia nel Febbraio 2013 era di appena 17 metri ed è bastato per ferire 1500 persone.

L’attuale ammasso di materiale spaziale dista 6 milioni chilometri dalla Terra e sembra non destare preoccupazione. Viaggia ad una velocità di 8.7 chilometri al secondo. Nel complesso è abbastanza lontano dal nostro pianeta. Un suo possibile avvicinamento sarebbe catastrofico, al pari di quello che ha portato all’estinzione dei dinosauri. Questo quanto riportato su Leggo.it dove si è lasciato spazio ad un commento che fa riflettere:

“Non entrerà in contatto con la Terra e transiterà alla velocità do 8,7 chilometri al secondo, ma se dovesse farlo, gli effetti sarebbero devastanti e paragonabili a quello di 65 milioni di anni fa che portò alla fine dei dinosauri e di quasi tutte le specie viventi del nostro pianeta”.

Asteroide, nuovo avvistamento: dopo Apophis arriva la segnalazione NASA Tecnoandroid

Coronavirus, GPU Nvidia e AMD lo combattono a 1exaFLOP su Folding@Home

Wed, 04/01/2020 - 17:00

Coronavirus, GPU Nvidia e AMD lo combattono a 1exaFLOP su Folding@Home Tecnoandroid

La piattaforma Folding@Home è nata da un’iniziativa creata appositamente per permettere a chiunque di contribuire alla ricerca sulle malattie attualmente non curabili.

Consiste in un software distribuito che permette a tutti gli utenti di condividere la propria potenza di calcolo in rete, incrementando la capacità di elaborazione complessiva adoperata per la ricerca.

Il consorzio dedicato, si compone di 11 laboratori nel mondo che studiano le strutture molecolari in gioco in svariate malattie, come il cancro o la distrofia muscolare.

Visto il periodo di emergenza globale, i ricercatori hanno pensato bene di mettere in stand-by le altre ricerche e concentrare la potenza sul Sars-Cov-2, l’agente eziologico alla base della sindrome COVID-19.

Le GPU Nvidia e AMD scendono in campo

Il software dedicato è stato installato su oltre un milione di computer, a renderlo noto è proprio il direttore del progetto, Greg Bowman, tramite un post su Twitter.

Come se non bastasse, il direttore ha spiegato che all’opera attualmente ci sono: 356 mila GPU Nvidia, 79 mila GPU AMD e oltre 593 mila CPU, un dato impressionante, che diventa ancora più incredibile accostato alla potenza di calcolo raggiunta, oltre 1exaFLOP.

Tutta questa potenza di calcolo serve a simulare dei bersagli proteici e capire come il virus che causa COVID 19 interagisce con la proteina ACE2.

Riuscire a capire questi meccanismi è la base per poter progettare farmaci in grado di inibire l’interazione virale con le cellule umane, bloccandone quindi gli effetti citopatici.

Non resta dunque che sperare nella ricerca, l’unica arma, insieme alla prevenzione, per combattere in modo efficace questa gravosa sindrome e questo nemico invisibile che ci attanaglia.

Coronavirus, GPU Nvidia e AMD lo combattono a 1exaFLOP su Folding@Home Tecnoandroid

Android Auto: rivoluzione con l’arrivo della novità più attesa in Italia

Wed, 04/01/2020 - 16:45

Android Auto: rivoluzione con l’arrivo della novità più attesa in Italia Tecnoandroid

Android Auto si sta aggiornando in Italia. La novità lancia tutti gli utenti al settimo cielo per una funzione richiesta da diverso tempo. Attesa finita (finalmente). Le prime segnalazioni hanno causato una marea di feedback positivi da parte di chi ha deciso di regalarsi una buona dose di tecnologia in auto.

Google amplia la sfera delle possibilità offrendo a tutti l’opportunità di sfruttare la modalità di connessione wireless per smartphone Android. Basta cavi e basta problemi. Ecco come funziona.

 

Android Auto Wireless: adesso è arrivo davvero anche da noi

A comunicare la notizia è direttamente il prodigo team di sviluppatori dell’autorevole community di XDA Developer. Nel corso delle ultime analisi hanno intravisto righe di codice con chiaro riferimento alla nuova mod Android Auto Wireless. Questo significa che alcuni smartphone potranno ottenere il linking all’infotainment del veicolo senza uso di cavi USB.

Si va a stravolgere il sistema di interfacciamento tra smartphone e vettura che arriva in Italia come in molti altri Paesi, ora indicati nella seguente lista:

  • Australia
  • Austria
  • Germania
  • Francia
  • India
  • Irlanda
  • Italia
  • Nuova Zelanda
  • Filippine
  • Singapore
  • Sud Africa
  • Sud Corea
  • Spagna
  • Svizzera
  • Taiwan
  • Inghilterra

Si può scoprire la compatibilità del telefono alla nuova funzionalità senza fili consultando l’apposita sezione di riferimento alla apposita pagina disponibile sul sito di supporto Google. Se non si è certi che il proprio infotainment sia in grado di offrire il collegamento wireless è consigliato usare la nuova utility che fornisce informazioni aggiornate sulle potenzialità degli ecosistemi verso questa novità incredibile. Il rollout è partito con gli utenti pronti a godersi la comodità di un sistema completo e poco ingombrante per gestire le proprie app.

Android Auto: rivoluzione con l’arrivo della novità più attesa in Italia Tecnoandroid

Airbnb: le perdite degli host verranno parzialmente rimborsate

Wed, 04/01/2020 - 16:30

Airbnb: le perdite degli host verranno parzialmente rimborsate Tecnoandroid

Airbnb sta stanziando 250 milioni di dollari per gli host colpiti dalla pandemia di Coronavirus e sta inoltre espandendo ulteriormente le sue cancellazioni senza penalità. Un paio di settimane fa, la società ha annunciato che tutti i soggiorni con date di check-in tra il 14 marzo e il 14 aprile possono essere cancellate e rimborsate completamente senza alcuna penalità. Tuttavia, la decisione è stata accolta con dure critiche, perché Airbnb non avrebbe coperto le perdite degli ospiti.

Secondo la CNBC, il capo della compagnia Brian Chesky si è scusato in una lettera inviata agli host. Ha scritto: “Mi rammarico profondamente per il modo in cui abbiamo comunicato questa decisione e mi dispiace di non averti consultato, come avremmo dovuto fare. Abbiamo avuto tue notizie e sappiamo di averti deluso. Ti meriti di meglio“.

 

Airbnb: la società si scusa ed estende la sua offerta di cancellazione

La società afferma che utilizzerà i 250 milioni di dollari stanziati per coprire i costi delle cancellazioni relative al Coronavirus. Gli host riceveranno il 25 percento di quello che avrebbero normalmente ricevuto per un soggiorno annullato. La società afferma che invierà e-mail con maggiori dettagli agli host interessati all’inizio di aprile.

Inoltre, la compagnia ora coprirà i soggiorni annullati prenotati entro il 14 marzo o prima con un check-in tra il 14 marzo e il 31 maggio. Ciò significa che sta estendendo la sua offerta di cancellazione senza penalità di un mese e mezzo. Al momento, le prenotazioni con check-in dopo il 31 maggio non sono coperte dalla politica estesa, ma Airbnb afferma che offrirà agli ospiti la possibilità di annullare nelle prossime settimane.

Airbnb: le perdite degli host verranno parzialmente rimborsate Tecnoandroid

Xiaomi si prepara al lancio del nuovo wearable, Mi Band 5 è vicino

Wed, 04/01/2020 - 16:15

Xiaomi si prepara al lancio del nuovo wearable, Mi Band 5 è vicino Tecnoandroid

Il successo di Xiaomi nel settore dei wearable è assolutamente fuori discussione. La conferma di questa affermazione è ulteriormente sottolineato da un nuovo report proveniente da IDC. Sembra infatti che dal 2014 al 2019, il brand cinese sia riuscita a superare i 100 milioni di device spediti.

Si tratta di un risultato incredibile per Xiaomi che non fa che confermare il successo dei prodotti del gruppo. Infatti, il produttore ingloba al proprio interno varie aziende specializzate nella realizzazione dei wearable ma sicuramente il prodotto best seller è la line Mi Band. Il prezzo basso e le funzionalità in linea con i principali competitor top di gamma lo rendono un device da avere assolutamente.

Sta arrivando Xiaomi Mi Band 5?

Il successo della famiglia Mi Band non è solo in Cina, ma a livello globale. Considerando questa situazione, non sorprende scoprire che Xiaomi sta lavorando allo sviluppo di un nuovo wearable. Il lancio potrebbe essere sorprendentemente vicino, infatti, sembra che l’azienda terrà una conferenza il prossimo 3 aprile. Durante l’evento che si svolgerà online, verrà svelato il nuovo device.

Al momento non si hanno dettagli ne informazioni, ma molto probabilmente Xiaomi presenterà il nuovo Mi Band 5. Purtroppo, considerando le poche informazioni disponibili, non è possibile avere la certezza. Il produttore potrebbe anche scegliere di mostrare al mondo solo alcuni render o prototipi e confermare la disponibilità sul mercato in seguito.

Possiamo aspettarci che il Mi Band 5 sarà caratterizzato da un display più luminoso per favorire la lettura sotto il sole. Inoltre ci potrebbero essere anche miglioramenti sulla batteria per aumentare ulteriormente l’autonomia. Non resta che attendere il prossimo 3 aprile per saperne di più.

Xiaomi si prepara al lancio del nuovo wearable, Mi Band 5 è vicino Tecnoandroid

Apple acquista ufficialmente l’app meteo Dark Sky

Wed, 04/01/2020 - 16:00

Apple acquista ufficialmente l’app meteo Dark Sky Tecnoandroid

Apple ha acquistato l’app Meteo Dark Sky. L’app è molto apprezzata per le sue mappe radar e per la precisione delle sue previsioni meteorologiche che si aggiornano ogni minuto. Sarà ancora disponibile sull’App Store di iOS, come prevedibile, ma le versioni di Android e Wear OS verranno chiuse dal 1 ° luglio. Non potrai più scaricare l’app da quelle piattaforme e le persone che sono iscritte al servizio da quelle stesse piattaforme riceveranno un rimborso quando Dark Sky verrà sospeso.

 

Apple: Dark Sky ha già aggiornato il suo marchio e crede nel progetto

Il nostro obiettivo è sempre stato quello di fornire al mondo le migliori informazioni meteorologiche possibili, per aiutare quante più persone a rimanere asciutte e sicure e farlo in modo da rispettare la loro privacy“, scrive il co-fondatore di Dark Sky Adam Grossman in un post sul blog. “Non esiste un posto migliore di Apple per raggiungere questi obiettivi. Siamo entusiasti di avere l’opportunità di raggiungere molte più persone, con un impatto molto maggiore, di quanto potremmo mai fare da soli“.

Le previsioni, le mappe e le altre funzioni di Dark Sky continueranno a funzionare sul Web fino al 1° luglio. Il sito web rimarrà online “a supporto di clienti API e app iOS“. Per quanto riguarda l’API, rimarrà attiva fino alla fine del prossimo anno, ma Dark Sky non consentirà a nessun altro di registrarsi.

Il marchio Dark Sky sul suo sito Web è già stato aggiornato a “Dark Sky di Apple”.

Apple acquista ufficialmente l’app meteo Dark Sky Tecnoandroid

Samsung smetterà definitivamente di produrre pannelli LCD

Wed, 04/01/2020 - 15:30

Samsung smetterà definitivamente di produrre pannelli LCD Tecnoandroid

Il colosso sud coreano Samsung potrebbe smettere definitivamente di produrre pannelli LCD entro la fine dell’anno in corso. Questo per concentrarsi maggiormente sulla tecnologia OLED.

Ormai la comunicazione è ufficiale e, al momento, l’azienda ha due reparti dedicati agli LCD in Corea del Sud e due fabbriche intere in Cina. Scopriamo insieme la sorte di questi due stabilimenti.

 

Samsung: addio pannelli LCD, benvenuti schermi OLED

Per il momento sappiamo solamente che uno dei due reparti citati precedentemente sarà riconvertito per la produzione dei pannelli per TV Quantum Dot. Si tratta di un processo che, in totale, richiederà 5 anni secondo l’azienda. Il destino delle altre strutture non è ancora stato deciso. Il colosso ha riferito di non aspettarsi disservizi e altre problematiche con i propri clienti.

Tutti i pannelli ordinati saranno consegnati entro gli accordi prestabiliti e i magazzini dovrebbero essere vuoti entro la fine dell’anno. Il declino della tecnologia LCD non è un mistero, anche il colosso LG ha detto che ha intenzione di terminare la produzione di quelli dedicati al segmento TV. Ormai l’OLED è considerato come un’alternativa più prestigiosa e soprattutto di maggiore qualità. Samsung aveva intuito le sue potenzialità anni fa, e infatti è stata la prima azienda a proporre smartphone con schermi OLED.

Questi schermi infatti, grazie all’estrema sottigliezza e potenziale dell’OLED, permettono ai produttori di sperimentare concept e form factor innovativi. Basti solamente pensare al Galaxy Fold ed al nuovissimo Z Flip presentato da Samsung solamente qualche settimana fa. Quest’ultimo è attualmente uno dei migliori (e pochi) smartphone pieghevoli sul mercato.

Samsung smetterà definitivamente di produrre pannelli LCD Tecnoandroid

Bonus 600 euro, sito INPS bloccato nel primo giorno di richieste: è caos

Wed, 04/01/2020 - 15:29

Bonus 600 euro, sito INPS bloccato nel primo giorno di richieste: è caos Tecnoandroid

Dopo le tante lamentele di questi giorni in merito a quanto avrebbe potuto fare o non fare l’attuale Governo, ecco la goccia che ha fatto traboccare il vaso: il sito dell’INPS in down totale. Il primo giorno di richieste in merito al buono di 600 euro attribuito agli autonomi ha finito per tramutarsi in un vero e proprio disastro.

A quanto pare infatti non sono bastati i 20 giorni di tempo che il portale ha avuto per provare ad esaminare le richieste, fino ad arrivare addirittura a grossi problemi. Oltre a non essere infatti accessibile, il sito dell’INPS ha mostrato anche delle grosse falle interne. In molti hanno riferito di aver avuto problemi con le proprie credenziali, altri invece una volta compiuto l’agognato accesso, si sono visti attribuire il nome di altri utenti. 

 

INPS down: un disastro criticato da utenti e opposizione ma dovuto a diversi tentativi di hackeraggio

Gli utenti sono inferociti, ma non sono mancate anche le critiche dell’opposizione che si è accodata a al Governo stesso e alla sua maggioranza. A difesa della situazione si è imposto il presidente dell’Istituto che ha parlato di frequenti attacchi da parte di alcuni hacker negli ultimi giorni. Proprio questo avrebbe dunque reso molto più complicata la programmazione.

Il presidente Giuseppe Conte ha inoltre dichiarato: “All’Inps sono pervenute 100 domande al secondo, con 300 mila richieste ad oggi, e questo ha creato qualche problema”. Proprio tali dichiarazioni lascerebbero dunque in vita l’alibi dei vari tentativi di hackeraggio che l’INPS avrebbe affrontato in queste settimane roventi.

Bonus 600 euro, sito INPS bloccato nel primo giorno di richieste: è caos Tecnoandroid

Amazon: molte offerte quasi gratis e con pagamento a rate per gli utenti

Wed, 04/01/2020 - 15:15

Amazon: molte offerte quasi gratis e con pagamento a rate per gli utenti Tecnoandroid

Amazon ha deciso di staccare per un attimo con le spedizioni di tutti gli oggetti che non corrispondono alla categoria delle prime necessità. Infatti il noto colosso dell’e-commerce mondiale sta provando in tutti i modi a far fronte all’emergenza che il mondo sta vivendo.

Per questo sono arrivate tante offerte sul cibo e su tutti gli altri beni di prima necessità. Gli utenti potranno inoltre avere l’opportunità anche di ordinare le cose che non sono disponibili, visto che Amazon provvederà a rifornire la piattaforma di continuo. Per avere le migliori offerte ogni giorno con tanti codici sconto, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

Amazon, solo per oggi potete avere queste grandi offerte sui beni di prima necessità

Amazon: molte offerte quasi gratis e con pagamento a rate per gli utenti Tecnoandroid

Windows 10: ecco come velocizzare il proprio computer

Wed, 04/01/2020 - 15:00

Windows 10: ecco come velocizzare il proprio computer Tecnoandroid

A distanza di anni, ma anche mesi, dall’acquisto di un computer, spesso gli utenti notano un rallentamento nelle funzionalità del sistema operativo Windows 10. Molto spesso questo problema è dettato dall’eccessivo spazio occupato all’interno del disco rigido, hard disk, che, come abbiamo sempre specificato, è consigliato non sovraccaricare troppo. Le problematiche, però, possono essere anche altre. Per questo motivo, quindi, oggi vi mostreremo alcuni trucchi per velocizzare il vostro computer.

Windows 10: ecco i trucchi per velocizzare il sistema operativo DISATTIVARE GLI EFFETTI VISIVI  DI WINDOWS 10

Un primo passo per velocizzare il vostro computer è sicuramente quello di disattivare tutti gli effetti visivi che, come possiamo facilmente immaginare, vanno solamente ad appesantire Windows 10. Per farlo, quindi, bisogna seguire i seguenti passaggi:

  1. Aprire l’apposita sezione di ricerca cliccando sul tasto windows in basso a sinistra e digitale nell’apposito box “Impostazioni di sistema avanzate”.
  2. Posizionarsi quindi nella scheda Avanzate e selezionare il tasto Impostazioni nella sezione dedicata alle Prestazioni;
  3. A questo punto bisogna recarsi nella scheda Effettivi visivi, selezionare Personalizzate e disattivare, togliendo la spunta, le seguenti voci:
        • Anima le finestre quando vengono ingrandite o ridotte ad icona
        • Apri caselle combinate con effetto scorrimento
        • Controlli ed elementi animati delle finestre
        • Mostra ombreggiatura delle finestre
        • Utilizza ombreggiatura per le etichette delle icone sul Desktop
DISATTIVARE I SERVIZI ALL’AVVIO DI WINDOWS 10

Molto spesso, quando accendiamo un computer, il sistema operativo Windows 10 tende ad avviare dei servizi che, nella maggior parte dei casi, risultano essere inutili. Un’altra soluzione, quindi, è quella di disattivare i servizi all’avvio. Ecco di seguito come fare:

  1. Recarsi nuovamente nel box di ricerca di Windows e digitare “Configurazione di sistema” oppure “msconfig”;
  2. Posizionarsi sulla scheda Servizi;
  3. Togliere la spunta, se presente, dal tasto Nascondi tutti i servizi Microsoft e disabilitare, togliendo nuovamente la spunta, i seguenti servizi:
        • Servizio router AllJoyn
        • Servizio di crittografia unità BitLocker
        • Servizi di crittografia
        • Fax
        • Server
        • Workstation
        • Auto Connection Manager di Accesso remoto
        • Connection Manager di Accesso remoto
        • Servizio Demo negozio
        • Criterio rimozione smart card
        • Configurazione Desktop remoto
        • Telefonia
        • Servizi Desktop remoto
        • Interfaccia servizio guest Hyper-V
        • Servizio Heartbeat Hyper-V
        • Servizio Scambio di dati Hyper-V
        • Servizio Virtualizzazione Desktop remoto Hyper-V
        • Servizio Arresto guest Hyper-V
        • Servizio Sincronizzazione ora Hyper-V
        • Servizio sessione macchina virtuale Hyper-V
        • Richiedente Copia Shadow del volume Hyper-V

Windows 10: ecco come velocizzare il proprio computer Tecnoandroid

Bug Academy, il gioco perfetto per affrontare la quarantena

Wed, 04/01/2020 - 14:45

Bug Academy, il gioco perfetto per affrontare la quarantena Tecnoandroid

Dopo aver fatto il proprio debutto su PC, ecco che Bug Academy arriverà anche su Nintendo Switch e Xbox One. Il titolo infatti è già disponibile sulla console Nintendo e nei prossimi mesi sarà lanciato per la console di Microsoft.

Per chi non conoscesse Bug Academy, si tratta di un gioco action in 2.5D che punta tutto sulla distruttibilità degli ambienti. Come si può intuire dal titolo, il giocatore potrà controllare una vasta gamma di insetti per superare gli ostacoli e raggiungere gli obiettivi.

Utilizzando insetti come zanzare, mosche e api, sarà possibile sollevare vari animali per trasportarli via, distruggere gli ostacoli e anche spegnere incendi. Il gameplay si districa tra ben 33 livelli diversi, tutti unici e mai ripetitivi. Gli scenari si sviluppano sia in lunghezza che larghezza, aumentando così il livello di difficoltà del titolo.

Il gioco è sviluppato dai ragazzi di Igrek Games che su PC sono riusciti nell’obiettivo di totalizzare il 100% di recensioni positive. Il porting su console, invece, è stato curato da Ultimate Games.

Pooplers

In aggiunta a Bug Academy, i ragazzi di Art Games Studio hanno realizzato un nuovo gioco action che si concentra sul multiplayer. In Pooplers fino a quattro giocatori potranno prendere il controllo di alcuni bambini e gattonare in giro per casa per devastarla completamente. L’obiettivo sarà sfruttare un “potere molto speciale” dei bambini per colorare tutta la mappa.

Bohemian Killing

Per gli amanti degli scenari steampunk invece è disponibile Bohemian Killing. La storia è ambientata in una Parigi del 19esimo secolo. Il gameplay si basa sulla soluzione ad un caso di omicidio di cui è accusato il protagonista. La storia si muove su due linee temporali, quella attuale per portare avanti le indagini e vari flashback che delineano meglio il background del protagonista.

Bug Academy, il gioco perfetto per affrontare la quarantena Tecnoandroid

AMD Ryzen 4900HS, il nuovo top di gamma della serie Ryzen 9

Wed, 04/01/2020 - 14:30

AMD Ryzen 4900HS, il nuovo top di gamma della serie Ryzen 9 Tecnoandroid

La serie 9 della famiglia Ryzen è finalmente realtà, infatti stanno arrivando sul mercato i primi computer con a bordo le nuove CPU di casa AMD.

La nuova gamma di processori si basa su un nuovo processo produttivo a 7nm, il quale grazie ad una maggiore miniaturizzazione dei transistor, permette un maggiore numero degli stessi per unità di superficie, garantendo un incremento prestazionale con minori consumi.

Ryzen 4900HS ribadisce il concetto

Riproponendo la scheda tecnica, vi ricordiamo che il nuovo gioiellino di casa AMD è una CPU a 8 core in grado di gestire 16 threads e basato su architettura Zen2 a 7nm.

Il processore lavora ad una velocità di clock standard di 3Ghz, ma si dimostra in grado di incrementarla fino a 4,3Ghz, un valore decisamente niente male.

La Cache L3 arriva a 12Mb e il TDP si attesta a 35W, con la GPU Vega a 8 Compute Units a supportare il tutto.

Questo processore, seppur dedicato alla fascia mobile del mercato PC, ha delle specifiche di tutto rispetto, non a caso nei vari benchmark che ha affrontato, ha mostrato sicurezza e prestazioni elevate.

Nei vari benchmark il processore è stato confrontato cuna soluzione pressoché paragonabile, l’Intel Core i9-9980HK, dotato di 8 core/16 threads e un TDP da 45W a ben 4,8Ghz.

Su Cinebench R20 multi-thread, i due processori raggiungono due risultati ben distaccati, infatti la soluzione Intel arriva a 3438 punti, mentre il Ryzen (con clock più lento di 500Mhz) lo supera di oltre 500 punti, arrivando a segnare 3959.

Nello stesso test in single thread invece, il Core i9-9980HK arriva a 432 punti, ancora al di sotto del Ryzen che arriva a 486.

Anche nel benchmark POV-Ray, i due processori hanno una differenza evidente di prestazioni, con la CPU Intel che completa il test in multi thread e single thread rispettivamente in 82,2 e 598 secondi, a differenza del Ryzen che rispettivamente impiega 77,4 e 572 secondi.

Dati alla mano, si evince come il Ryzen di AMD, seppur più lento a livello di frequenza, sia nettamente superiore a parità di altri dati tecnici, cosa che sottolinea come la nuova architettura faccia la differenza.

Non rimane dunque che attendere la risposta di Intel, che sicuramente vorrà difendere la propria fetta di mrcato.

I nuovi processori della famiglia Ryzen 4000 sono in arrivo sul mercato, il primo laptop dotato di tali CPU è l’Asus ROG Zephyrus G14, portatile votato al gaming.

Non rimane dunque che attendere e vedere cosa ci serverà ancora il futuro in campo gaming e la risposta di Intel.

AMD Ryzen 4900HS, il nuovo top di gamma della serie Ryzen 9 Tecnoandroid

Amazon: ecco gli aiuti per l’Italia, i prodotti sono quasi gratis

Wed, 04/01/2020 - 14:15

Amazon: ecco gli aiuti per l’Italia, i prodotti sono quasi gratis Tecnoandroid

Amazon asseconda le necessità degli utenti italiani proponendo nuovi prezzi incredibili tra cui sarà possibile scegliere per cercare di risparmiare il più possibile su ogni singolo acquisto, grazie proprio alle ultime offerte che propongono sconti quasi totali.

La via più breve per accedere alle riduzioni, e ricevere allo stesso modo i codici sconto gratis, consiste nell’ISCRIZIONE al seguente canale Telegram, in questo modo avrete la possibilità di ricevere le offerte Amazon direttamente sul vostro smartphone e non perdere nemmeno uno sconto.

In caso contrario, nell’eventualità in cui comunque non vi vogliate spostare dal nostro sito internet, scorrete l’articolo per scovare l’elenco completo degli sconti validi solamente oggi su Amazon.

 

Amazon: ecco gli sconti validi oggi
  • 10 pezzi di Bref WC Blue Activ, detergente profumatore in pastiglie completamente igienizzante – prezzo di 14,99 euro – LINK.
  • Caramelle Rossana finissime e ripiene, confezione da 175 grammi – prezzo di 1,99 euro – LINK.
  • Pasta Voiello gran fusilli integrali – una confezione da 500 grammi – prezzo di 1,63 euro – LINK.
  • Dixan Duo-Caps classico detersivo lavatrice predosato in caps, la confezione contiene 112 caps – prezzo di 18,11 euro al posto di 29,96 euro – LINK.
  • Infusi bonomelli, fruttato mela limone e olivello – prezzo finale di vendita di soli 1,89 euro, nella confezione si trovano 10 filtri – LINK.
  • Duracell Ultra AA con powercheck, 12 batterie stilo – prezzo di 14,99 euro al posto di 18,99 euro – LINK.
  • Caffè per Moka pellini, 1 barattolo da 250 grammi – prezzo di 4,99 euro al posto di 5,99 euro – LINK.
  • 6 confezioni di Sapone Liquido Dove (tutte sono da 250ml), in vendita alla modica cifra di 11,99 euro (in pratica 2 euro a pezzo) – per l’acquisto su Amazon cliccate qui.

Amazon: ecco gli aiuti per l’Italia, i prodotti sono quasi gratis Tecnoandroid

Google annulla il suo celebre Pesce d’Aprile per l’emergenza COVID-19

Wed, 04/01/2020 - 14:00

Google annulla il suo celebre Pesce d’Aprile per l’emergenza COVID-19 Tecnoandroid

 

Uno dei doodle proposti da Google nel corso degli anni in occasione del Pesce d’Aprile.

Google ha deciso di non prender parte alla giornata dedicata al Pesce d’Aprile in occasione dell’emergenza COVID-19. L’azienda negli anni scorsi ha sempre scherzato con i suoi utenti proponendo doodle fuori dagli schemi, a volte innocui come il doodle riportato all’inizio di quest’articolo in cui tutto è al contrario.

La società al momento è focalizzata sull’essere utile per le persone e la situazione d’emergenza che stiamo affrontando. Dunque, ha dichiarato che non avrebbe lanciato nulla di particolare come negli anni precedenti. Il colosso tecnologico pubblica solitamente numerose battute in occasione del pesce d’aprile tramite i suoi doodle, intese anche come un modo per scherzare con l’utenza proponendo contenuti singolari, e talvolta anche interattivi. Quest’anno il doodle è lo stesso di sempre.

Google rinuncia ai doodle e al Pesce d’Aprile per mostrare solidarietà in occasione dell’emergenza COVID-19

Ci sono così tanti doodle che è possibile consultare un’intera pagina di Wikipedia la quale riporta tutti quelli proposti fino ad ora. La tradizione è iniziata nel 2000, poco dopo la formazione stessa di Google come lo conosciamo oggi. Questi doodle anche se teoricamente interessanti non sempre riscontrano successo. Ad esempio, nel 2016, è stato nascosto il tasto corrispondente al microfono. Gli utenti si sono lamentati di aver persino perso il lavoro a causa di insulti a colleghi trapelati a loro insaputa.

Quest’anno, per evitare che si verificassero inconvenienti come nel 2016, la compagnia ha invitato il suo personale a non creare disguidi in un periodo già critico. Il responsabile marketing di Google, Lorraine Twohill, ha esortato i manager a garantire che i team non stessero lavorando su progetti in previsione del primo aprile. “Il nostro obiettivo in questo momento è di essere di aiuto alle persone. Quindi, salviamo le battute per il prossimo aprile, che sarà senza dubbio molto più luminoso di questo“, ha scritto Twohill. Microsoft, invece, ha deciso di evitare qualsiasi tipo di scherzo già dall’anno scorso. Infatti, per quanto innocue possano sembrare queste iniziative, l’azienda ha ricordato che spesso “generano cicli indesiderati di notizie, c’è anche chi può prendersela” e il risultato ottenuto è l’esatto opposto.

Google annulla il suo celebre Pesce d’Aprile per l’emergenza COVID-19 Tecnoandroid

Spusu ha rinviato il lancio del proprio sito ufficiale causa coronavirus

Wed, 04/01/2020 - 13:45

Spusu ha rinviato il lancio del proprio sito ufficiale causa coronavirus Tecnoandroid

L’operatore virtuale Spusu ha recentemente annunciato la posticipazione del proprio lancio a causa dell’attuale emergenza coronavirus in Italia, e nel mondo. Il nuovo operatore avrebbe dovuto fare il suo debutto nel primo trimestre del 2020.

Dunque la data è slittata, anche se comunque Spusu è stato confermato come nuovo operatore e arriverà prima della fine dell’anno. Scopriamo insieme alcuni dettagli del nuovo operatore.

 

Spusu rinvia il proprio lancio a data da destinarsi

L’operatore non ha fornito ulteriori dettagli, ma ha reso noto che sta continuando a lavorare con i propri partner commerciali per il lancio nel secondo trimestre dell’anno. L’Amministratore Delegato dell’operatore, Karl Katzbauer, ha deciso di spendere qualche parola sulla situazione attuale.

Quest’ultimo ha commentato così la scelta di posticipare il lancio in Italia: “Crediamo nell’Italia e nella capacità di risollevare insieme l’economia. Noi vogliamo farlo da subito. Il cuore del nostro business sono le persone ed è necessario assicurare la ripresa economica del Paese. Abbiamo infatti già iniziato con la ricerca del personale che farà parte del nostro servizio clienti“.

Katzbauer fa ovviamente riferimento ai recenti annunci per offerte di lavoro nel ruolo di addetti al consumer service, che l’operatore austriaco ha già pubblicato in alcuni portali. A riguardo l’azienda ha anche confermato che sta organizzando i primi colloqui in videoconferenza, sperando però di poter riprendere il prima possibile i colloqui nella propria sede di Milano. Per il momento del nuovo operatore non sappiamo molto, solamente che utilizza un claim formato da tre parole che, tradotte in italiano, significano Semplice, Umano e Sincero.

Spusu ha rinviato il lancio del proprio sito ufficiale causa coronavirus Tecnoandroid

Smishing: la truffa arriva via sms, estorce i dati e prosciuga i conti

Wed, 04/01/2020 - 13:45

Smishing: la truffa arriva via sms, estorce i dati e prosciuga i conti Tecnoandroid

Il termine smishing, nato per analogia dalla parola phishing, è utilizzato per indicare una truffa online che sta circolando in maniera sempre più frequente via SMS. Il tentativo di frode agisce seguendo la tecnica utilizzata dai soliti tentativi di phishing, che mirano a carpire i dati sensibili delle potenziali vittime sfruttando illecitamente il nome di aziende, istituti bancari e vari marchi conosciuti. Anche lo smishing, inoltre, presentandosi tramite falso nome, utilizza link di accesso rapido e pagine clone alle quali indirizza gli utenti dopo averli ingannati psicologicamente, per poter poi procedere con il furto.

Smishing: come affrontare la truffa che arriva via SMS!

Sfuggire allo smishing necessita la massima attenzione. Così come in caso di tentativi di phishing, infatti, è fondamentale leggere con cautela il messaggio ricevuto e smascherare la truffa nascosta dietro un apparente affidabile SMS. A tale scopo si rivela efficace notare la struttura del messaggio e gli eventuali errori grammaticali, che spesso caratterizzano le comunicazioni fraudolente. Inoltre, è bene porre la propria attenzione al contenuto del messaggio, il quale contiene sempre, in modo più o meno celato, l’invito a fornire delle informazioni sensibili, come: nome e cognome, indirizzo email; recapiti telefonici e addirittura dati di accesso al conto corrente o alla carta di credito.

Questi ultimi sono i dati maggiormente richiesti, tramite i quali i malfattori compiono le truffe riuscendo a prosciugare i risparmi delle vittime in pochi istanti. E’ necessario, quindi, prevenire gli eventuali attacchi evitando in qualsiasi caso di inserire informazioni sensibili online, soprattutto utilizzando pagine suggerite da terze parti.

Smishing: la truffa arriva via sms, estorce i dati e prosciuga i conti Tecnoandroid

Amazon licenzia un proprio dipendenti negli Stati Uniti, ecco il motivo

Wed, 04/01/2020 - 13:45

Amazon licenzia un proprio dipendenti negli Stati Uniti, ecco il motivo Tecnoandroid

Nelle scorse ore è scoppiato l’ennesimo caso che riguarda la piattaforma di e-commerce Amazon e l’attuale pandemia da nuovo coronavirus. Il colosso fondato da Jeff Bezos ha licenziato un proprio dipendente negli USA.

Il colosso a confermato alla Cnbc di aver licenziato Chris Smalls, dipendente del magazzino JFK8 di Staten Island, negli Stati Uniti. Scopriamo il motivo di questo licenziamento.

 

Amazon licenzia Chriss Smalls, scopriamo insieme il motivo

Smalls aveva recentemente organizzato uno sciopero, chiedendo alla società di Bezos di lanciare maggiori misure efficaci per proteggere i dipendenti del sito dal rischio contagio coronavirus. Insieme ai dipendenti JFK8, Smalls ha chiesto alla piattaforma di chiudere il magazzino, dopo che la scorsa settimana, un lavoratore è risultato positivo al test del nuovo coronavirus.

Il gigante di Seattle non ha preso mene la mossa, tanto da arrivare a licenziare Smalls, come ha reso noto lui stesso, non risparmiando attacchi verso la società. Ecco la sua dichiarazione: “Amazon preferisce licenziare i dipendenti, piuttosto che far fronte al suo totale fallimento nel garantire la sicurezza a noi, alle nostre famiglie, alle nostre comunità. Sono scandalizzato e deluso, ma non scioccato. Come sempre, Amazon preferisce nascondere i problemi sotto il tappeto, piuttosto che agire per la sicurezza dei suoi dipendenti e della comunità dei lavoratori“.

La piattaforma Amazon ha confermato il licenziamento del dipendente in questione, ed il portavoce ha dato un’altra versione dei fatti. Ecco la risposta: “Nonostante la direttiva di rimanere a casa con la paga, (Smalls) si è recato nel sito nella giornata di oggi, 30 marzo, mettendo ulteriormente a rischio la sicurezza dei team. E’ inaccettabile e noi abbiamo interrotto il rapporto di lavoro come risultato di diversi problemi che ha creato sul fronte della sicurezza. Così come tutte le aziende alle prese con la pandemia del coronavirus, lavoriamo sodo per la sicurezza dei dipendenti, continuando a servire al contempo le comunità e i più deboli. La verità è che la grande maggioranza dei nostri dipendenti continua a presentarsi al posto di lavoro e a lavorare eroicamente per consegnare le merci ai clienti, ogni giorno“.

Amazon licenzia un proprio dipendenti negli Stati Uniti, ecco il motivo Tecnoandroid

Pages