Tecnoandroid

Condividi su:


MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 6 min 37 sec ago

Amazon: sono quasi tutti Nintendo i 10 giochi più venduti del 2020

Sat, 01/23/2021 - 16:45

Amazon: sono quasi tutti Nintendo i 10 giochi più venduti del 2020 Tecnoandroid

 

Amazon ha rivelato quali videogiochi sono stati i suoi più venduti nel 2020 e in un anno in cui non sono mancati i titoli eccellenti in offerta, Nintendo si è dimostrata una forza dominante.

Nintendo domina con i suoi giochi su Amazon

Tra i primi 10, Nintendo ha ottenuto otto posti nella lista che ha visto Animal Crossing: New Horizons prendere il primo posto. In un anno in cui molte persone sono state costrette a rimanere a casa durante la pandemia di coronavirus, il rilassante gioco di fuga sull’isola si è rivelato vincente non in uno ma in due slot.

All’edizione fisica di Animal Crossing si è aggiunta la domanda di download digitali venduti tramite Amazon, con quella versione del gioco che è finita anche al quarto posto. Super Mario 3D All-Stars si è classificato al secondo posto, Mario Kart 8 Deluxe al terzo posto e Smash Bros.Ultimate ha conquistato la quinta posizione nella lista.

Cyberpunk 2077, che vantava 13 milioni di vendite al momento del lancio, è arrivato al numero sei. The Last of Us Part II è stato l’unico altro gioco non Nintendo nella lista di Amazon, conquistando il nono posto davanti a The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Ring Fit Adventure e Hyrule Warriors: Age of Calamity hanno preso rispettivamente la settima e l’ottava posizione nella lista dei best seller.

Al di fuori di Amazon, il ” Best of 2020 ” di Steam ha rivelato che Among Us, Doom Eternal e Fall Guys sono stati alcuni dei giochi di maggior incasso per il 2020, insieme a titoli affermati come CS: GO, Destiny 2 e PUBG.

Red Dead Redemption 2 di Rockstar è stato nominato Gioco dell’anno di Steam per il 2020, mentre Half-Life: Alyx di Valve ha vinto il premio VR Game of the Year, che abbiamo anche assegnato un po ‘e gli abbiamo assegnato il primo premio di Game of the Anno

Amazon: sono quasi tutti Nintendo i 10 giochi più venduti del 2020 Tecnoandroid

Xiaomi brevetta uno smartphone con una fotocamera frontale mai vista

Sat, 01/23/2021 - 16:30

Xiaomi brevetta uno smartphone con una fotocamera frontale mai vista Tecnoandroid

La fotocamera frontale, negli ultimi tempi, è sicuramente la componente degli smartphone più soggetta all’introduzione di innovazioni da parte delle principali aziende produttrici. Si pensi a ZTE che con il suo Axon 20 5G ha dato modo di conoscere il primo dispositivo con fotocamera frontale inserita sotto il display e ai vari brevetti depositati da colossi come Samsung e Xiaomi che mostrano le loro intenzioni di proporre agli utenti soluzioni altrettanto interessanti. Proprio a Xiaomi va attribuito un documento davvero recente che mostra una fotocamera frontale decisamente rivoluzionaria.

Xiaomi pensa a una fotocamera pop-up con specchio rotante!

 

Lo smartphone brevettato da Xiaomi attira l’attenzione per la soluzione pensata dal colosso per la sua fotocamera frontale. Questa volta non si tratta dell’inserimento del sensore sotto il pannello del dispositivo bensì dell’adozione di una fotocamera pop-up diversa da quelle fino ad ora conosciute.

Il documento svela infatti l’intenzione di proporre uno smartphone con display privo di notch o fori e quindi di creare una fotocamera pop-up nella quale non sarà il comparto fotografico ad emergere al momento dell’utilizzo ma uno specchio che tramite il riflesso consentirà di scattare foto o registrare video, ma non solo. Lo specchio che verrà fuori quando necessario sarà motorizzato e quindi in grado di girare su stesso così da fungere sia da fotocamera frontale che da fotocamera posteriore.

L’idea pensata e brevettata da Xiaomi si dimostra senza alcun dubbio originale ma non ci è dato sapere se e quando diverrà concreta. E’ certo che uno smartphone dotato di una fotocamera pop-up così caratterizzata non passerà inosservato.

 

 

 

 

Xiaomi brevetta uno smartphone con una fotocamera frontale mai vista Tecnoandroid

The Legend Of Zelda: Ocarina Of Time, nuovi segreti su Nintendo Classic

Sat, 01/23/2021 - 16:15

The Legend Of Zelda: Ocarina Of Time, nuovi segreti su Nintendo Classic Tecnoandroid

Una build demo per The Legend of Zelda: Ocarina of Time è stata presentata insieme ad una vecchia cartuccia demo N64 che ospitava il pilota di Nintendo F-Zero X. Sebbene la demo sia stata parzialmente salvata, parte di essa era abbastanza intatta da rivelare nuovi dettagli sul Nintendo classico.

Tutti i dettagli sulla demo

I dettagli sulla demo e sulla sua esistenza sono stati condivisi da Foresta dell’illusione, un sito dedicato a preservare la storia di Nintendo. Ci sono state diverse sorprese nei dati della demo, inclusi diversi medaglioni di incantesimi magici che avrebbero dovuto concedere a Link diverse abilità per aiutarlo nel suo viaggio.

Uno di questi medaglioni, il Soul Medallion, ha permesso a Link di trasformarsi in Navi e volare come la fata. Altri avrebbero permesso al nostro eroe di sparare proiettili simili a frecce, nascondersi nell’oscurità per sfuggire ai nemici e creare ed estinguere il fuoco.

Altre modifiche trovate nella demo erano una versione più semplificata del villaggio di Kakariko, una diversa mappa del mondo hyruliana, gli stivali Pegasus di Link che facevano il loro ritorno e la possibilità di cavalcare Epona in una prima versione del test di tiro con l’arco.

I fan hanno anche tradotto il testo trovato nel gioco e hanno lasciato intendere che Ocarina of Time potrebbe aver avuto una trama piuttosto diversa da quella che abbiamo ottenuto. Ad esempio, l’albero di Deku doveva essere originariamente una prigione per Navi e altre fate da cui Link li avrebbe fatti evadere.

Per maggiori dettagli su ciò che è possibile trovare nei dati demo, dai un’occhiata a questo filo. Ma attenzione, i fan che hanno controllato questi file hanno affermato che la ROM è solo parzialmente completa, poiché è stata salvata con i file F-Zero. Probabilmente la demo non avrebbe mai dovuto essere vista dal pubblico, quindi gli storici sono fortunati ad avere i dettagli che sono stati in grado di recuperare.

 

The Legend Of Zelda: Ocarina Of Time, nuovi segreti su Nintendo Classic Tecnoandroid

Samsung, nuovo update per Good Lock: ecco cosa cambia

Sat, 01/23/2021 - 16:00

Samsung, nuovo update per Good Lock: ecco cosa cambia Tecnoandroid

Un nuovo aggiornamento per Samsung Good Lock porterà con sé finalmente il supporto alla One UI 3.0, che sarà compatibile con il software Android 11 in prossima uscita.

La versione in questione, la 2.0.00.3, sarà disponibile al download sul Galaxy Store, e i fortunati possessori degli smartphone Samsung Galaxy S20, Galaxy Note 10 e Galaxy Z Fold2, i quali hanno già ricevuto l’update ad Android 11, potranno subito testarne le nuove funzionalità.

Samsung Good Lock si aggiorna per diventare compatibile con Android 11 e integrare il supporto alla One UI 3.0 e 3.1

Lo strumento Good Lock, per chi non ne fosse al corrente, consente una marcata personalizzazione della user interface, consentendo prestazioni più elevate e una grafica di livello superiore.

Con il nuovo aggiornamento, però, alcuni moduli non risultano ancora compatibili col nuovo update: parliamo per esempio di MultiStar, Home Up, nonché Task Manager. D’altra parte, appaiono già funzionanti Quickstar, One Hand Operation+ e Theme Park.

Sicuramente nelle prossime settimane anche i moduli mancanti saranno adattati al nuovo aggiornamento.

Come accennato, sono molte le novità in termini di interfaccia grafica. L’esperienza utente viene così portata ad un livello superiore, e i miglioramenti principali riguardano le icone dinamiche per i vari moduli e anche per l’app principale – l’icona è ora fucsia con i pezzi del puzzle in turchese, azzurro, rosa e rosa pallido. In aggiunta, come sempre, nella porzione inferiore si trovano le schede Unit e Family,

Per coloro che non fossero ancora pronti ad aggiornare alla nuova versione, non temete: a breve il roll out della nuova versione Android ve lo consentirà senz’altro.

Samsung, nuovo update per Good Lock: ecco cosa cambia Tecnoandroid

Elon Musk tra Tesla e Space X: quando la ricchezza è virtù

Sat, 01/23/2021 - 15:45

Elon Musk tra Tesla e Space X: quando la ricchezza è virtù Tecnoandroid

Recentemente è stato annunciato che Elon Musk è arrivato a diventare l’uomo più ricco del mondo. Tra l’invidia di molti e l’ammirazione di altri, innegabile che si sia sempre distinto, oltre che per i suoi soldi, principalmente per la maniera in cui ha deciso di investirli. Tesla è solo un esempio di tutti i suoi progetti, che includono anche SpaceX e diversi programmi simili.

Elon Musk, Tesla e i progetti su Marte

Conosciamo già a fondo Tesla, l’azienda di Elon Musk che si occupa dello sviluppo di auto elettriche di lusso quali sono le omonime Tesla. Da sempre il principale obiettivo di uno degli imprenditori più famosi del mondo, è quello di dare un grande contributo allo sviluppo tecnologico. Ne è prova concreta anche SpaceX, il progetto che prevede lo studio di macchinari e materiale utile per accelerare la colonizzazione di Marte. Lo spazio è da sempre il grande sogno di Elon Musk.

Non ha caso ha recentemente preso una importante decisione. Ha venduto la sua residenza principale a Los Angeles un paio di mesi fa e sta continuando a vendere tutte le sue altre proprietà. Il motivo è profondamente ambizioso: impiegare tutti i suoi soldi per costruire una città nello spazio. In particolare proprio su Marte.

Penso che sia importante che l’umanità evolva in una civiltà spaziale, in una specie molti planetaria. Ci vorranno enormi risorse per costruire una città su Marte. Voglio essere in grado di contribuire il più possibile.

Sono queste le parole che ho utilizzato per spiegare le ragioni della sua scelta. Ha aggiunto inoltre:

Vorrei che fosse chiaro che faccio sul serio. Non si tratta di consumo personale. Magari c’è chi mi attacca e dice che possiedo un bel po’ di roba è un mucchio di case. Non le ho più.

Esso, l’obiettivo principale di Musk è accelerare la diffusione dell’energia sostenibile e concedere in licenza la tecnologia per aiutare altre aziende a fare la cosa giusta. Noi ci auguriamo che tutti coloro che possiedono grandi disponibilità economiche, abbiano sempre le stesse buone intenzioni dell’uomo più ricco del mondo.

Elon Musk tra Tesla e Space X: quando la ricchezza è virtù Tecnoandroid

Honor ha annunciato MagicBook 14 e 15 con Intel Core 11a gen

Sat, 01/23/2021 - 15:30

Honor ha annunciato MagicBook 14 e 15 con Intel Core 11a gen Tecnoandroid

In seguito al recente MagicBook Pro presentato da Honor durante l’edizione 2021 del CES, il colosso ha annunciato le versioni 2021 di MagicBook 14 e MagicBook 15, aggiornati ora con processori Intel Core 11a gen.

L’azienda cinese quindi torna su piattaforma Intel dopo l’ottima “escursione” sui Ryzen 4000 Mobile (ne abbiamo parlato QUI), proponendo dei notebook con design e caratteristiche interessanti che, come in passato, avranno anche un buon rapporto prestazioni/prezzo. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Honor ha annunciato MagiBook 14 e 15

I nuovi Honor MagiBook 14 e 15 2021 utilizzano un processore Intel Core i7-1165G7, affiancato da una scheda grafica NVIDIA GeForce MX450. Secondo il produttore, l’incremento globale delle prestazioni è quantificabile in un 49%. Quando al reparto memoria, Honor offrirà tutte le varianti con 16GB di RAM ed SSD PCIe da 512GB.

Il design dei notebook sarà come al solito molto curato e compatto, soprattutto nella variante da 14 pollici che è spessa 15,9mm per un peso di 1,38Kg. Entrambi i modelli utilizzeranno un display IPS FHD e saranno dotati di WiFi 6 2×2 MIMO con una velocità di trasferimento dati wireless sino a 2.700 Mbps; buona anche la dotazione di porte con supporto USB 3.2 gen 1, USB-C e HDMI. Confermata infine la webcam pop-up nella tastiera (senza numpad), la batteria sino a 56 Whr e il supporto per la ricarica veloce.

Gli Honor MagicBook 14 e 15 saranno disponibili dal 27 gennaio, mentre l’azienda non ha fornito dettagli su un’eventuale disponibilità sul mercato europeo. Il modello con Core i5-1135G7+16GB RAM + 512GB SSD avrà un prezzo di lancio di 595 euro, quello con Core i5-1135G7+16GB RAM + 512GB SSD ha un prezzo di listino di 621 euro, il Core i5-1135G7, 16GB + 512GB, MX450 a 697 euro ed infine il Core i7-1165G7, 16GB + 512GB, MX450 a 811 euro.

Honor ha annunciato MagicBook 14 e 15 con Intel Core 11a gen Tecnoandroid

Nvidia: è in arrivo la sua RTX 3080 sui laptop, la data è il 26 gennaio

Sat, 01/23/2021 - 15:15

Nvidia: è in arrivo la sua RTX 3080 sui laptop, la data è il 26 gennaio Tecnoandroid

Meno di sei mesi dopo aver introdotto le GPU della serie RTX 3000 per PC desktop, Nvidia sta portando RTX 3060, RTX 3070 e RTX 3080 sui laptop da gioco. Nvidia promette grandi guadagni in termini di efficienza energetica, grazie alla sua nuova architettura Ampere, insieme agli ovvi miglioramenti delle prestazioni rispetto ai precedenti laptop della serie RTX 2000.

Tutti i dettagli e i prezzi

Più di 70 laptop da gioco saranno disponibili con le nuove GPU mobili RTX 3070 e RTX 3080 il 26 gennaio, con i laptop RTX 3060 che arriveranno il 2 febbraio. I prezzi partono da 1099 euro per i modelli RTX 3060.

I laptop RTX 3060, che secondo Nvidia sono 1,3 volte più veloci della PS5, partono da 1099 euro. I laptop RTX 3070 partiranno a 1.499 euro e Nvidia afferma che sono fino a 1,5 volte più veloci dei precedenti sistemi RTX 2070 e offrono 90 fps a 1440p.

I laptop RTX 3080 partono da 2.299 euro e possono includere fino a 16 GB di memoria GDDR6, più di quella disponibile sul lato della GPU desktop RTX 3080. Nvidia afferma che questi laptop forniranno oltre 100 fps a 1440p.

Questi laptop utilizzano la terza generazione di Max-Q di Nvidia. Progettate per laptop da gioco più sottili e leggeri, le varianti Max-Q nascono per sprigionare la maggior parte della potenza della GPU da una scheda della serie RTX 3000 in uno chassis più termicamente vincolato. Nvidia e i produttori di laptop modificano driver e componenti termici ed elettrici per renderlo realtà.

Nvidia afferma che questa ultima generazione di laptop Max-Q offrirà il doppio delle prestazioni della generazione precedente. Nvidia utilizza una nuova tecnologia Dynamic Boost 2.0 in questi laptop che utilizza l’intelligenza artificiale per bilanciare la potenza tra CPU, GPU e memoria GPU. Funziona su base frame, il che significa che un laptop può bilanciare le sue esigenze di alimentazione in tempo reale.

Questi laptop RTX 3080 dovrebbero anche essere abbastanza potenti da gestire Microsoft Flight Simulator, un titolo impegnativo. Nvidia ha mostrato un Razer Blade 15 che alimenta un completo Flight Simulator durante il suo keynote al CES oggi.

Nvidia sta anche introducendo WhisperMode 2.0 con questi laptop della serie RTX 3000. Sarai in grado di scegliere diversi livelli acustici e l’IA gestirà la velocità della ventola e le impostazioni di gioco per rimanere al livello sonoro desiderato.

Ci aspettiamo di sentire molto di più dai produttori a breve sui nuovi aggiornamenti dei laptop da gioco al CES 2021. Restate sintonizzati su The Verge per tutti gli ultimi annunci sui laptop da gioco.

 

Nvidia: è in arrivo la sua RTX 3080 sui laptop, la data è il 26 gennaio Tecnoandroid

Samsung Galaxy S21 Ultra: ecco quanto dura davvero la batteria

Sat, 01/23/2021 - 14:30

Samsung Galaxy S21 Ultra: ecco quanto dura davvero la batteria Tecnoandroid

La preoccupazione più grande quando si tratta di comprare uno smartphone è legata alla durata della batteria. Nel caso specifico di Samsung Galaxy S21 Ultra la preoccupazione purtroppo è fondata.

Lo scorso anno il Galaxy S20 Ultra ha fatto registrare prestazioni assolutamente insoddisfacenti quando si è trattato di misurare l’autonomia reale: con il nostro test di laboratorio bastavano circa 7 ore per prosciugare la batteria da 5000 mAh, troppo poco. Scopriamo ora cosa dicono i laboratori sul Galaxy S21 Ultra.

 

Samsung Galaxy S21 Ultra: quanto dura la batteria?

Quest’anno dentro al Galaxy S21 Ultra c’è ancora un processore Samsung Exynos, ma è il nuovo modello 2100 che, secondo Samsung, è stato totalmente rivisto e non ha più i problemi di surriscaldamento e prestazioni della versione precedente. Lo diciamo subito: Samsung ha ragione, perché il test di batteria del nuovo Samsung Galaxy S21 Ultra fa segnare un risultato di tutto rispetto.

Per il Galaxy S21 Ultra dobbiamo fare due precisazioni: solitamente misuriamo gli smartphone in modalità “out of the box” ma in questo caso ci sono due parametri che per gli utenti possono essere interessanti: la frequenza di refresh variabile, che arriva a 120 Hz, e lo schermo che può essere gestito con un rendering FHD+ o QHD+.

Il test eseguito è stato quello più pesante, quello della modalità “heavy”, usando sia il QHD+ sia i 120 Hz e con la connettività 5G, quindi il risultato che vedete qui sotto è la condizione in assoluto peggiore. Il 5G consuma un po’ di più del 4G, i 120 Hz consumano più dei 60 Hz e il QHD+ consuma di più del FHD+. Il passaggio al 4G aumenta l’autonomia di circa 30 minuti, neppure troppo, mentre l’aumento, disattivando i 120 Hz e modificando la risoluzione non è facilmente quantificabile perché tutto dipende dall’utilizzo.

Samsung Galaxy S21 Ultra: ecco quanto dura davvero la batteria Tecnoandroid

Netflix da record, oltre duecento milioni di abbonati in tutto il mondo

Sat, 01/23/2021 - 14:15

Netflix da record, oltre duecento milioni di abbonati in tutto il mondo Tecnoandroid

Come previsto dalla società, Netflix ha superato i 200 milioni di abbonati, raggiungendo 203,66 milioni di clienti paganti in tutto il mondo. Netflix ha anche notato che i suoi contenuti originali rappresentavano nove delle dieci serie più importanti di Google nel 2020.

Netflix prevede inoltre di implementare la funzione di riproduzione casuale che sceglie automaticamente qualcosa da guardare prendendo come punto di riferimento l’intero catalogo. Il servizio di streaming prevede che la serie Lupin raggiungerà 70 milioni di visualizzazioni entro la fine dei suoi primi 28 giorni e ha affermato che oltre 100 milioni di persone hanno guardato The Crown da quando è stato lanciato. Altri successi nel 2020 includevano Tiger King e La Regina degli Scacchi, che ha registrato oltre 62 milioni di spettatori in quattro settimane.

Netflix da record, oltre duecento milioni di abbonati in tutto il mondo

Ciò è avvenuto nonostante l’aumentare della concorrenza, con Disney+, HBO Max e Peacock in arrivo con il sostegno dei principali concorrenti dell’azienda, e Paramount+ pronta a guidare la carica nel 2021. I dirigenti stanno spingendo avanti, ma Netflix non teme la concorrenza e comunica che ha oltre 500 titoli in post produzione o pronti al lancio.

In particolare per gli investitori, la società, che ha raccolto miliardi di obbligazioni per finanziare il suo flusso di contenuti originali, ha affermato “riteniamo di non avere più bisogno di raccogliere finanziamenti esterni per le nostre operazioni quotidiane”. Tra tutti questi nuovi clienti e diversi aumenti dei prezzi, Netflix è ora “molto vicino ad essere sostenibile FCF positivo” e prevede di rimanere invariato per il 2021.

Netflix da record, oltre duecento milioni di abbonati in tutto il mondo Tecnoandroid

Amazon: nuovi codici sconto gratis ed offerte con prezzi quasi gratis

Sat, 01/23/2021 - 14:00

Amazon: nuovi codici sconto gratis ed offerte con prezzi quasi gratis Tecnoandroid

codici sconto sono completamente gratis su Amazon, in questo modo gli utenti hanno la certezza di poter risparmiare su ogni compravendita che viene effettuata, in tal modo il cliente potrà raggiungere i migliori prodotti in circolazione, spendendo sempre meno del previsto.

Su questo canale Telegram sono disponibili tantissimi codici sconto Amazon gratis, iscrivendovi potrete comunque ricevere coupon sul vostro smartphone, in modo da essere sempre i primi ogni giorno a scoprirli in anteprima assoluta.

Optando invece per il nostro sito internet, potrete continuare a godere di una breve anteprima di ciò che effettivamente vi aspetta poi sul canale Telegram, tutti gli sconti sono da considerarsi validi solamente oggi, 23 gennaio 2021.

 

Amazon: gli sconti del 23 gennaio
  • CleanShea Spray igienizzante 100% Naturale , 1400 ml (flacone + Ricarica), elimina odori Animali, igienizzante Spray per Pelo, Accessori Animali e superfici, Ecologico e Sicuro, igienizzante superfici – CODICE: YOG9Q3UE – PREZZO: 11,34 euro al posto di 18,90 euro – LINK.
  • Muzili Auricolari Senza Fili In-Ear , Cuffie Sport Bluetooth 5.0 20 Ore di Riproduzione Musicale Cuffiette Impermeabili IPX6 Resistenti al Sudore con Microfono Incorporato Custodia di Ricarica – CODICE: B8RWO9CH – PREZZO: 15,99 euro al posto di 31,99 euro – LINK.
  • Smartwatch per Bambini per Ragazzi – 1,57 ‘ Touchscreen HD con Due Modi di Chiamata SOS Giochi con Torcia Lettore Musicale Sveglia per Fotocamera Studenti Regalo di Compleanno per Bambini (ROSA) – CODICE: SFUEUBQI – PREZZO: 16,99 euro al posto di 33,99 euro – LINK.
  • Bilancia da Cucina , HOMEVER 15kg in Acciaio Inossidabile Bilancia da Cucina Elettronica con Pannello 9 * 6,3 pollici Buona Impermeabilità, Bilancia Cucina completamente Digitale con Display LCD Retroilluminato e batterie incluse- CODICE: K3IJPURG – PREZZO: 13,79 euro al posto di 22,99 euro – LINK.

Amazon: nuovi codici sconto gratis ed offerte con prezzi quasi gratis Tecnoandroid

Arrivano i pulsanti degli ascensori a prova di contagio

Sat, 01/23/2021 - 13:45

Arrivano i pulsanti degli ascensori a prova di contagio Tecnoandroid

Si sa che ormai qualunque cosa ci circonda potrebbe rappresentare un veicolo di contagio attraverso il quale potremmo contrarre l’infezione da SARS-CoV-2 e non solo. Per cui, è necessario che si tocchino meno oggetti possibile soprattutto quelli che potrebbero essere stati già toccati da centinaia di persone prima di noi. Tra questi oggetti rientrano, ad esempio, i pulsanti degli ascensori che ognuno di noi tocca ogni qualvolta ci sale. Bene, anche i pulsanti degli ascensori potrebbero rappresentare un veicolo attraverso il quale potremmo contrarre vari tipi di infezioni.

Per tale ragione, alcuni scienziati dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) hanno pensato di sviluppare una tecnologia che rendesse i pulsanti degli ascensori a prova di contagio. Stiamo parlando della Daphne Pv, una tecnologia che potrebbe essere applicata ad un’intera pulsantiera di un ascensore con una spesa dell’ordine di 100 euro senza bisogno di interventi tecnici particolarmente significativi. Inoltre, dopo l’installazione, la pulsantiera non richiede alcuna ulteriore certificazione.

Nello specifico, si tratta di una tecnologia basata su una innovativa pellicola fotovoltaica che rende i pulsanti degli ascensori “intelligenti”. Ciò vuol dire che si possono azionare senza nessun tipo di contatto fisico. Si tratta di una tecnologia che i ricercatori italiani hanno già testato in contesti reali e che hanno già installato in un ascensore della Borsa di Milano. Le pellicole presenti nella pulsantiera sono integrate con una scheda elettronica e possono essere installate nei pulsanti meccanici rendendoli smart. Così, salendo in uno di questi ascensori con pulsanti anti contagio, potremo azionarli solo con un gesto della mano, ma senza neanche sfiorarli.

Si tratta di una tecnologia particolarmente incredibile che riduce, in maniera significativa, la possibilità di contrarre qualunque tipo di infezione entrando in contatto con gli “innocui” pulsanti degli ascensori.

Arrivano i pulsanti degli ascensori a prova di contagio Tecnoandroid

Signal ha ricevuto qualche novità nelle ultime ore

Sat, 01/23/2021 - 13:30

Signal ha ricevuto qualche novità nelle ultime ore Tecnoandroid

Dal momento in cui l’applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp ha avvisato i propri utenti delle nuove modifiche contrattuali, alcuni utenti hanno abbandonato l’applicazione in favore di altre.

Questo perché, i nuovi termini se non accettati, non permetteranno più di utilizzare l’applicazione dopo l’inizio del mese di maggio 2021 (ora data posticipata, inizialmente era l’8 ottobre). Signal, applicazione scelta da moltissimi utenti “scappati” da WhatsApp ha introdotto delle novità. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Signal ha inserito nelle novità, scopriamo insieme quali

L’app lanciata dall’ex creatore di WhatsApp ha ricevuto milioni di adesioni nelle ultime settimane, come essa stessa ha celebrato. Il successo sembra aver smosso il suo team di sviluppo, il quale nelle ultime ore ha introdotto diverse novità ispirate a quanto già disponibile in WhatsApp.

La prima tra tutte è l’interfaccia, rinnovata per modificare e personalizzare lo sfondo della chat. Attualmente quindi è molto simile a quella presente nella concorrente WhatsApp. La scheda relativa alle informazioni di contatto è stata rinnovata. Arrivano gli sticker animati. Il primo pacchetto si chiama Day by Day. Dalla versione desktop di Signal è anche possibile creare degli sticker animati.

Introdotta la funzionalità Low Data per risparmiare traffico dati in chiamata. Introdotti i suggerimenti di contatti Signal nella sezione di condivisione iOS. Possibilità di personalizzare il download automatico dei contenuti in chat in base alla tipologia. L’applicazione ha esteso ad 8 i partecipanti per le chiamate di gruppo. Infine è stata anche introdotta la possibilità di invitare i contatti ad una chiamata tramite link. Le novità appena descritte sono in fase di distribuzione attraverso i più recenti aggiornamenti delle app Android e iOS di Signal.

Signal ha ricevuto qualche novità nelle ultime ore Tecnoandroid

Parkinson: scienziati individuano un nuovo potenziale biomarker

Sat, 01/23/2021 - 13:10

Parkinson: scienziati individuano un nuovo potenziale biomarker Tecnoandroid

Il morbo di Parkinson è una malattia di tipo neurodegenerativo progressivo ad evoluzione lenta. I pazienti che ne sono affetti manifestano rigidità, deficit posturali e spesso tremore distale a riposo. Si tratta di una patologia che conduce, inesorabilmente, ad una progressiva degenerazione cronica dei neuroni della substantia nigra, una piccola area del sistema nervoso centrale. Oggi, per i soggetti che soffrono di tale disturbo neurologico sembra ci siano delle importanti novità.

Alcuni scienziati italiani infatti, facenti capo alle Università di Roma Sapienza e Tor Vergata insieme a colleghi del Cnr, hanno individuato un nuovo potenziale biomarcatore in soggetti con Parkinson. Nello specifico, durante uno studio pilota i ricercatori italiani hanno dimostrato, per la prima volta, un aumento importante della chemochina Prochineticina 2 (PK2) nel siero di pazienti affetti da questo disturbo neurologico. Ciò suggerisce un potenziale ruolo protettivo di questa chemochina in questa particolare categoria di pazienti.

Un nuovo potenziale biomarker precoce e target farmacologico per i pazienti con Parkinson

Per giungere a tale conclusione gli studiosi italiani hanno analizzato il sangue di 31 pazienti con malattia di Parkinson dimostrando che i livelli della PK2 erano significativamente più alti nel siero di questi ultimi rispetto ai soggetti sani di controllo. La PK2 è un peptide chemochino-simile abbondantemente espresso nel SNC e che risulta coinvolto in diverse funzioni sia fisiologiche che patologiche tra cui la neuroinfiammazione. Già studi antecedenti avevano dimostrato che la PK2 è un fattore che si attiva precocemente alla degradazione dei neuroni della substantia nigra associata al Parkinson. Ciò, suggerisce un ruolo neuroprotettivo della PK2 attraverso un’azione di ripristino del danno mitocondriale.

I risultati di questo lavoro suggeriscono dunque che la PK2 possa rappresentare un potenziale biomarcatore precoce della malattia di Parkinson. Inoltre, questo stesso biomarker potrebbe anche diventare un target farmacologico importante per la messa a punto di terapie potenzialmente utili per trattare questo disturbo neurologico.

Trovate maggiori informazioni leggendo l’articolo relativo a questa scoperta pubblicato sulla rivista Movement Disorders.

Parkinson: scienziati individuano un nuovo potenziale biomarker Tecnoandroid

Iliad: alcuni utenti hanno intercettato le telefonate di altre persone

Sat, 01/23/2021 - 13:05

Iliad: alcuni utenti hanno intercettato le telefonate di altre persone Tecnoandroid

 

Un fatto alquanto curioso è accaduto ad alcuni utenti di Iliad. In questi ultimi giorni, sembra che ci siano state alcune interferenze durante le chiamate. Un numero importante di utenti è infatti riuscito (non volendo) ad intercettare alcune telefonate di altre persone provenienti da un operatore telefonico differente.

 

Iliad: alcune interferenze hanno permesso agli utenti di ascoltare le chiamate di altre persone

Nel corso degli ultimi giorni, alcuni utenti hanno segnalato un problema piuttosto insolito e l’operatore telefonico Iliad ha poi effettivamente confermato la faccenda. Nello specifico, alcuni utenti sono riusciti ad intercettare e ad ascoltare alcune chiamate di altre persone di altri operatori telefonici. In particolare, sembra che queste interferenze siano avvenute quando gli utenti hanno provato a chiamare i numeri di telefono di TIM o comunque di altri operatori telefonici che si poggiano sulla stessa rete.

Si tratta quindi di vere e proprie intercettazioni di chiamate private di altre persone. Le segnalazioni degli utenti sono aumentate notevolmente, specialmente tramite post sui social network o sul sito reddit.com. Un problema, quindi, piuttosto spiacevole e alquanto serio. Molte persone hanno addirittura dichiarato di essere riuscite a parlare con l’interlocutore proveniente dalla chiamata intercettata. Come già accennato, comunque, Iliad ha confermato quanto è accaduto e ha inoltre dichiarato di aver risolto l’inconveniente.

Oltre a questo, qualche giorno fa alcuni utenti provenienti da diverse zone d’Italia dell’operatore telefonico francese hanno segnalato alcuni problemi di mancanza di connessione ad internet e non solo. Sembra infatti che non sia stato nemmeno possibile effettuare delle chiamate vocali.

Iliad: alcuni utenti hanno intercettato le telefonate di altre persone Tecnoandroid

Fortnite: sbarcano le skin delle squadre di calcio come Juve e Inter

Sat, 01/23/2021 - 13:00

Fortnite: sbarcano le skin delle squadre di calcio come Juve e Inter Tecnoandroid

Sta per arrivare una importante novità nel mondo di Fortnite, il popolare battle royale dell’azienda Epic Games. A partire dalla giornata di oggi 23 gennaio 2021, tutti gli utenti di tutto il mondo potranno ottenere le nuove skin delle squadre di calcio più famose. Tra queste, ci saranno anche squadre italiane come Juve, Inter e Milan.

 

Il calcio approda nel mondo di Fortnite: ecco le skin delle squadre

L’azienda Epic Games ha da poco siglato un nuovo accordo con numerose squadre di calcio provenienti da tutto il mondo. In questo modo, a partire da oggi gli utenti potranno ottenere il Set denominato Calcio d’inizio direttamente dallo store presente nel videogioco comprendente ben 23 skin delle maglie delle squadre di calcio più famose. Tuttavia, alcuni fortunati utenti hanno potuto ottenerlo in maniera del tutto gratuita partecipando al nuovo torneo introdotto su Fortnite, ovvero la “Coppa Pelè” e che si è tenuto lo scorso 20 gennaio 2021. Ecco di seguito quali sono le skin delle squadre che hanno aderito a questa iniziativa di Epic Games:

  • Manchester City FC
  • Juventus
  • AC Milan
  • Inter
  • AS Roma
  • Seattle Sounders FC
  • Atlanta United
  • Los Angeles FC
  • Santos FC
  • Wolves
  • West Ham United FC
  • Sevilla FC
  • Sporting CP
  • Borussia Mönchengladbach
  • FC Schalke 04
  • VFL Wolfsburg
  • Rangers FC
  • Celtic FC
  • Cerezo Osaka
  • Melbourne City FC
  • Sydney FC
  • Western Sydney Wanderers
  • EC Bahia

Vi ricordiamo che lo scorso 9 gennaio 2021 è stato organizzato il primo torneo ufficiale di Fortnite riservato ai giocatori italiani. Quest’ultimo è stato realizzato dalla squadra di calcio AS Roma. Tra i premi che è stato possibile vincere, vi era ad esempio una maglia AS Roma con firma dedicata.

Fortnite: sbarcano le skin delle squadre di calcio come Juve e Inter Tecnoandroid

Vodafone: rimodulazioni per alcuni clienti a partire dal 21 febbraio 2021

Sat, 01/23/2021 - 12:40

Vodafone: rimodulazioni per alcuni clienti a partire dal 21 febbraio 2021 Tecnoandroid

Dal 21 Febbraio 2021 alcuni clienti di rete Vodafone Italia, con alcune offerte tariffarie, saranno impattati da un aumento mensile di 1.99 euro al mese. In alternativa l’operatore propone ai clienti coinvolti di cambiare offerta con Giga aggiuntivi con un aumento di 99 centesimi di euro al mese rispetto all’offerta precedente.

Tutti i clienti Vodafone coinvolti riceveranno anche la possibilità attivare 50 Giga Free che permette di aggiungere 50 Giga al mese di traffico internet mobile nella propria SIM ricaricabile Vodafone per 12 mesi dall’attivazione. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Vodafone: alcuni clienti subiranno una rimodulazione dal 21 febbraio 2021

I clienti Vodafone coinvolti avranno anche la possibilità di attivare 50 Giga Free che permette di aggiungere 50 Giga al mese di traffico internet mobile nella propria SIM ricaricabile Vodafone per 12 mesi dall’attivazione. Come era già successo nelle rimodulazioni di fine Marzo 2020, poi molto probabilmente sospese con l’arrivo del primo lockdown generato dalla pandemia di Covid-19, questa è un’operazione su una percentuale estremamente limitata di alcune offerte di clienti.

I clienti Vodafone interessati dalla modifica unilaterale riceveranno apposita comunicazione tramite SMS. In alternativa questi possono verificare se sono stati coinvolti anche nell’Area Fai Da Te del sito ufficiale dell’operatore. Secondo le prime segnalazioni raccolte l’aumento di alcune offerte Vodafone è di 1.99 euro al mese e riguarda alcuni clienti Vodafone che utilizzano alcune offerte tariffarie non attivate da recente. Non si conosce la lista.

Ecco l’esempio di un SMS che potrebbe inviare l’operatore: “Modifica contrattuale: per continuare a investire sulla rete e rispondere al meglio alle nuove esigenze di traffico, dal primo rinnovo successivo al 21 Febbraio 2021 la tua offerta costerà 1.99 euro in più al mese. Per te 50 Giga al mese per 12 mesi, se non lo hai ancora fatto puoi attivarli chiamando il 42590 entro il 21/02. Puoi passare ad altro operatore o recedere dai servizi Vodafone senza penali fino al 20 Febbraio 2021 su variazioni.vodafone.it, con raccomandata A/R, PEC o nei negozi Vodafone, con causale “modifica condizioni contrattuali”. In alternativa, hai la possibilità di scegliere la nuova offerta esclusiva Special Giga, con minuti illimitati e 70 Giga, a 0.99 euro in più al mese rispetto al prezzo attuale della tua offerta e senza costi di attivazione, chiamando il 42590 entro il 21 Febbraio 2021“.

Vodafone: rimodulazioni per alcuni clienti a partire dal 21 febbraio 2021 Tecnoandroid

Stazione Spaziale: e se una patatina colpisse l’ISS?

Sat, 01/23/2021 - 12:35

Stazione Spaziale: e se una patatina colpisse l’ISS? Tecnoandroid

E se una patatina colpisse la Stazione Spaziale Internazionale? Per quanto assurda possa sembrare, questa domanda sta riscuotendo sempre più successo su Reddit, come dimostrano i numerosi topic sull’argomento. Ora come molti di voi potranno immaginare non si trovano molte patatine nello spazio. Il caso più noto infatti risale al 15° episodio della 5 stagione de “I Simpson” intitolato “Homer nello spazio profondo“; rimasta iconica la scena in cui il nostro capofamiglia giallastro divora le patatine disperse nella navicella sulle note de “Sul bel Danubio blu” di Johann Strauss figlio.

Ovviamente la domanda non è cosi banale come si potrebbe sospettare ad una rima occhiata. Il quesito in realtà pone l’accento su un discorso molto più amplio; cosa accadrebbe se un corpo di piccolissime dimensioni, come una patatina (in questo caso una cheetos), colpisse la Stazione Spaziale Internazionale a una velocità molto elevata.

Stazione Spaziale Internazionale: le conseguenze dell’impatto

 

Fortunatamente come molti hanno sottolineato le possibilità che l’impatto possa distruggere la Stazione Spaziale sono praticamente nulle; tuttavia i danni che potrebbe causare variano a seconda del punto di collisione. Rimanendo alla patatina nello spazio, risulta interessante l’osservazione di un utente del social network che sottolinea come: “Il cheetos diventerebbe più fragile nello spazio, molti degli oli contenuti inizierebbero a evaporare nel vuoto, asciugando ulteriormente lo sfortunato spuntino e rendendolo più fragile“.

Per dare una risposta più pertinente però è intervenuto un utente che suo dire avrebbe partecipato alla costruzione della Stazione Spaziale. Stando alle sue parole le zone più delicate della stazione orbitale sarebbero protette da scudi anti-detriti appositamente progettati per scongiurare eventualità del genere. Le zone più a rischio dunque sarebbero i pannelli solari; se colpiti da un oggetto di quelle dimensioni potrebbero effettivamente rompersi, un danno comunque non particolarmente grave per l’ISS.

 

Stazione Spaziale: e se una patatina colpisse l’ISS? Tecnoandroid

Scienza: nelle ultime 24 ore due comete disintegrate dal Sole

Sat, 01/23/2021 - 12:30

Scienza: nelle ultime 24 ore due comete disintegrate dal Sole Tecnoandroid

Nell’arco di 24 ore si sono disintegrate nel Sole ben due comete. Ad osservare ciò è stato l’osservatorio solare Soho (Solar and Heliospheric Observatory) dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e della NASA. Da quando è avvenuto il suo lancio nel 1995, la sonda Soho ha osservato più di 4.000 comete precipitare all’interno nel sole. Tuttavia, questa è la prima volta che vede le tracce luminose di due di questi fossili cosmici, che provengono dai confini del sistema planetario, distruggersi contemporaneamente nel Sole.

La prima traccia, che è anche la più luminosa, come spiegano di esperti di Soho, sembra appartenere alla cosiddetta famiglia delle comete radenti di Kreutz, che sarebbe uno sciame di frammenti che provengono da un’unica cometa gigante, la quale si è spezzettata secoli fa.

 

 

Le due comete al Sole si sono disintegrate contemporaneamente? È solo una coincidenza

Karl Battams, cacciatore di comete di Soho, spiega che “più dell’85% delle comete di Soho appartiene a questo gruppo, ma poche sono così luminose come quella appena osservata”. “Come questa ne vediamo al massimo una l’anno oppure ogni due anni. Doveva avere un diametro di circa 50 metri, ma è stata completamente distrutta dal Sole”, ci tiene inoltre a precisare l’esperto.

Per quanto riguarda la seconda cometa, invece, quella meno luminosa, non sembra appartenere a nessuna famiglia conosciuta, come ci tengono a far notare gli astronomi. Inoltre, aggiungono che è solo una pura coincidenza che le due comete abbiano avuto lo stesso destino nello stesso tempo. Per poche ore entrambe le tracce sono rimaste visibili, prima che il calore del Sole vaporizzasse le due comete.

Scienza: nelle ultime 24 ore due comete disintegrate dal Sole Tecnoandroid

Trucchi android: i consigli per utilizzare al meglio il tuo smartphone

Sat, 01/23/2021 - 12:10

Trucchi android: i consigli per utilizzare al meglio il tuo smartphone Tecnoandroid

Android 11 potrebbe essere la versione più recente, introdotta a settembre 2020, ma vedendolo sulla maggior parte dei dispositivi Android comporterà un’implementazione altrettanto lunga. Ciò significa che, per ora, Android 10 è probabilmente la versione predefinita installata sui moderni dispositivi Android.

Questa guida mira a portare il meglio di Android 10 in primo piano in modo da poter ottenere il massimo dal tuo dispositivo. È basato su Android 10 installato su un telefono Pixel, ma includiamo anche telefoni Samsung quando le istruzioni differiscono.

Come utilizzare la modalità di messa a fuoco

Parte del benessere digitale, la modalità Focus mette in pausa le app che distraggono in modo che tu possa concentrarti sull’attività da svolgere. Attivalo e Android disabiliterà le notifiche visive e acustiche dalle app che hai inserito nella lista nera, lasciandoti libero di concentrarti.

Ecco come accenderlo:

Passaggio 1: apri Impostazioni.

Passaggio 2: scorri verso il basso e tocca Benessere digitale e controllo genitori.

Passaggio 3: tocca Modalità messa a fuoco. Potrebbe essere necessario toccare prima Gestisci i tuoi dati.

Passaggio 4: aggiungi le app di cui devi disattivare l’audio.

Passaggio 5: tocca Attiva ora.

Con la modalità Focus attiva, viene visualizzata una scheda nell’area di notifica. È possibile selezionare Fai una pausa per disabilitare temporaneamente la modalità di messa a fuoco o toccare Disattiva ora per terminare il silenzio.

Per aggiungere la modalità Focus al pannello Impostazioni rapide, procedi come segue:

Passaggio 1: espandere il pannello Azioni rapide.

Passaggio 2: tocca l’icona della matita nell’angolo in basso a sinistra.

Passaggio 3: tocca l’icona della modalità di messa a fuoco.

Nota: puoi accedere alla modalità Focus tramite l’app Digital Wellbeing. 

 

 

Trucchi android: i consigli per utilizzare al meglio il tuo smartphone Tecnoandroid

Unicredit, BNL ed Intesa Sanpaolo: attenzione alle truffe digitali

Sat, 01/23/2021 - 12:05

Unicredit, BNL ed Intesa Sanpaolo: attenzione alle truffe digitali Tecnoandroid

Da diversi giorni è in corso una terribile truffa che sta mettendo sotto pressione migliaia di correntisti italiani. L’attacco, stando a quanto riportato, viene effettuato tramite il classico sistema di email phishing ma, questa volta, i truffatori stanno utilizzando i nomi dei principali istituti bancari italiani, come Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL, per rendere ancor più reali le email inoltrate. Pertanto, anche se in alcuni casi possono essere presenti molteplici campanelli di allarme nel testo, questa tecnica incoraggia gli utenti a credere che le e-mail fasulle siano effettivamente reali.

Allora qual è lo scopo di queste false e-mail? Ovviamente queste ultime puntano a carpire i dati sensibili dell’utente cosi accedere al suo conto bancario online. La tecnica utilizzata, quindi, è molto semplice: il truffatore invita il titolare del conto a sbloccare il proprio account, con un messaggio più o meno convincente, visitando il link sottostante.

Phishing: attenzione alle truffe online che colpiscono i correntisti Italiani

Facendo clic sul collegamento presente nell’e-mail, l’utente viene quindi reindirizzato alla pagina della propria banca. Sfortunatamente, però, questa pagina non ha nulla a che fare con la pagina reale del proprio istituto bancario. In effetti, i criminali informatici, ricreano una copia perfetta della pagina di accesso cosi da spingere gli utenti ad inserire le proprie credenziali nel modulo appropriato senza pensarci troppo. E’ proprio in questo punto che si verifica il vero inganno. Una volta inserite le credenziali, queste non verranno utilizzate per “sbloccare” il conto, ma saranno trasmesse al truffatore in tempo reale.

Pertanto, l’unico modo per evitare l’inganno è stare molto attenti. Quando si ricevono tali comunicazioni, è importante verificare se l’email inviata corrisponde all’email ufficiale della propria banca.

Unicredit, BNL ed Intesa Sanpaolo: attenzione alle truffe digitali Tecnoandroid

Pages