Tecnoandroid




MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 2 hours 16 min ago

CoopVoce: nuovo record e nuova offerta per gli utenti a soli 8 euro al mese

9 hours 56 min ago

CoopVoce: nuovo record e nuova offerta per gli utenti a soli 8 euro al mese Tecnoandroid

CoopVoce rappresenta ormai da diverso tempo uno dei gestori migliori per quanto riguarda la telefonia mobile dal punto di vista dei provider virtuali. Non a caso gli utenti hanno cominciato ad arrivare in maniera copiosa da quando la strategia dell’azienda e nettamente cambiata.

Le offerte sono cambiate radicalmente, portando sempre più contenuti a dispetto di quanto si dicesse fino a pochi mesi fa a riguardo. CoopVoce infatti veniva sistematicamente evitato da tutti gli utenti che richiedevano tanti contenuti e prezzi molto bassi. Il secondo di questi due aspetti apparteneva sicuramente all’azienda, che però non riusciva a portare tanti contenuti. Ora tutto è cambiato e la dimostrazione sta nel numero di utenti che hanno sposato la causa: siamo circa a 1,5 milioni. L’obiettivo però adesso è continuare, e CoopVoce non a caso al lanciato la sua nuovissima promo che di sicuro non manca in nulla.

 

CoopVoce: nuova offerta da 8 euro al mese per sempre con tutto incluso nel prezzo, ecco i dettagli

CoopVoce ha presentato lo scorso mese di novembre la sua ultima promozione che andrà avanti fino al prossimo 15 gennaio. Si tratta della nuovissima ChiamaTutti Top 20, promo che al suo interno include davvero tutto e per un prezzo incredibile.

Stiamo parlando infatti di una soluzione che costa solo otto euro al mese per sempre e che include al suo interno minuti illimitati verso tutti, 1000 SMS verso tutti e 20 giga di traffico dati in 4G per navigare sul web. Ricordiamo inoltre agli utenti che la promo è disponibile anche per quelli che ne possiedono già una.

CoopVoce: nuovo record e nuova offerta per gli utenti a soli 8 euro al mese Tecnoandroid

Cellulari da collezione: i sei modelli anni ’80 che valgono di più

10 hours 6 min ago

Cellulari da collezione: i sei modelli anni ’80 che valgono di più Tecnoandroid

Tantissime persone conservano un vecchio telefono nel proprio cassetto per ricordo o per qualsiasi altro motivo e oggi potrebbero essere molto fortunate perché alcuni cellulari hanno un valore decisamente alto; si tratta di cellulari sviluppati tra gli anni ’80 e 2000 che oggi sono definiti da collezione e sono molto ricercati da diversi collezionisti di tutto il mondo.

Gran parte dei collezionisti sono alla ricerca di alcuni modelli targati Motorola, Ericsson, Nokia e Apple; eccovi svelati tutti i dettagli a riguardo.

Cellulari di prima generazione: ecco i modelli che oggi valgono più di 500,00 Euro

Partendo dal prezzo più basso ma comunque un modello molto ricercato è il Nokia 3310; un cellulare compatto e robusto definito indistruttibile, oggi ha un valore economico di circa 300,00 Euro se funzionante e in perfette condizioni.
Sempre sviluppato dalla Nokia, un altro modello molto ricerca è il Mobira Senator: un cellulare dalle grandi dimensioni e con una batteria fino a 10 ore di autonomia; nel mondo del collezionismo questo modello ha un valore economico di circa 1.000,00 Euro.

Allo stesso prezzo troviamo un modello targato Motorola: il DynaTAC 8000x; il primo cellulare portatile arrivato sul mercato oggi vale 1.000,00 Euro; scendendo di prezzo, con un valore di 500,00 Euro troviamo lo StarTAC sempre targato Motorola: il primo cellulare a conchiglia in commercio.

Un altro modello definito da collezione è l’iPhone 2G sviluppato dalla famosa azienda americana Apple; il primo smartphone touch screen ha un valore di 1.000,00 Euro se le condizioni sono ottime.
Infine, con un valore economico superiore ai modelli precedentemente citati troviamo il T10 sviluppato dall’azienda telefonica Ericsson; oggi ha un valore di circa 2.000,00 Euro.

Cellulari da collezione: i sei modelli anni ’80 che valgono di più Tecnoandroid

Smartphone: un uso intensivo non aumenta l’insorgenza di tumori

10 hours 11 min ago

Smartphone: un uso intensivo non aumenta l’insorgenza di tumori Tecnoandroid

Un uso intensivo degli smartphone è ciò che caratterizza di più l’attuale generazione: sempre col telefono in mano, gli utenti che oggi utilizzano questi dispositivi se ne servono per varie motivazioni tra cui rientrano operazioni quotidiane e che oramai sono alla portata di un semplice “tap”. Ordinare cibo, consultare delle indicazioni stradali, leggere un libro o ancora fare shopping e chattare: gli smartphone hanno invaso la vita comune in tutti i suoi aspetti.

Visto tale andazzo, in ogni caso, la situazione generale non è rimasta nè priva di lamentele che preoccupazioni, queste ultime in particolare riguardanti la salute degli utenti.

Smartphone e malattie: utilizzarli troppo può determinare l’insorgenza di tumori?

Tra le maggiori indiscrezioni, circolate nel corso del tempo, risultano occupare un posto di rilevanza quelle sull’insorgenza di malattie persino gravi (come i tumori) a seguito di un utilizzo sfrenato degli smartphone.

Per fortuna, la ricerca scientifica non è rimasta ferma davanti a tali affermazioni e si è subito spinta a favore della verità intraprendendo numerose analisi in merito. Tra queste ultime non possiamo non citare quelle dell’AIRC; grazie alle appena citate, ad oggi, é possibile smentire una volta e per tutte le fake news che riguardano l’utilizzo dei telefonini.

Possiamo comunicare ai nostri lettori, infatti, che non esiste alcuna correlazione diretta tra uso del cellulare e insorgenza dei tumori. Come mai? Beh, il “segreto” risiede nella tipologia di emissioni generate dagli smartphone: queste sono di tipo non ionizzante e ciò implica che non possono provocare mutazioni genetiche del DNA.

Smartphone: un uso intensivo non aumenta l’insorgenza di tumori Tecnoandroid

Diesel ed elettrico surclassati dall’idrogeno: ma quando arriverà?

10 hours 16 min ago

Diesel ed elettrico surclassati dall’idrogeno: ma quando arriverà? Tecnoandroid

I nomi delle case automobilistiche che ogni giorno si sfidano lanciando nuovi veicoli sul mercato sono davvero tantissimi. Tutte stanno provando a riproporre motori diesel aggiornati insieme anche alla nuova dinastia di motori elettrici, i quali potrebbero in qualche modo rappresentare il futuro del settore. Allo stesso tempo c’è qualcuno che sostiene che l’idrogeno potrebbe diventare invece il carburante da battere nei prossimi anni.

In questi mesi sono arrivate tantissime dichiarazioni, le quali hanno fatto scalpore soprattutto per via delle persone che le hanno pronunciate. Nessuno sa tra gli utenti che attualmente ci sono già dei prototipi di auto ad idrogeno, ma nessuna di queste è stata fino ad ora portata su grande scala. Le motivazioni secondo i vertici sarebbero ovvie, dal momento che non sono ancora diffuse le risorse necessarie per l’alimentazione di tali veicoli.

 

Idrogeno e altri tipi di alimentazione, ecco cosa sostiene Felix Gress di Continental AG in merito al nuovo tipo di carburante

Hanno fatto davvero molto rumore le dichiarazioni di questi ultimi giorni da parte di Felix Gress, uno degli esponenti più importanti di casa Continental AG. Egli sostiene in maniera molto ferma che l’idrogeno potrà battere senza ombra di dubbio sia il diesel che tutti gli altri tipi di alimentazione compreso l’elettrico.

Il sorpasso avverrà entro il prossimo 2030, quando le cosiddette fuel cell saranno diffuse ampiamente su tutto il territorio. Stiamo parlando dei distributori di idrogeno che tuttora esistono in pochissime parti d’Europa. Questo significa che serve ancora del tempo affinché il progetto decolli in maniera stabile,

Diesel ed elettrico surclassati dall’idrogeno: ma quando arriverà? Tecnoandroid

Whatsapp perde numerosi utenti: l’app dice addio a decine di smartphone

10 hours 21 min ago

Whatsapp perde numerosi utenti: l’app dice addio a decine di smartphone Tecnoandroid

Whatsapp continua ad essere una delle applicazioni di messaggistica istantanea più amata dagli utenti di tutto il mondo; un servizio impeccabile, funzioni innovative e una comunicazione mobile con una semplice connessione Internet; insomma, comunicare non è mai stato così semplice ed economico.

La famosa piattaforma di messaggistica istantanea informa recentemente che il suo team di sviluppo sta lavorando duramente ad un nuovo progetto; un progetto per introdurre nel minor tempo possibile una nuova sicurezza, molto più elevata per garantire e tutelare maggiormente la privacy dei suoi utenti e le loro conversazioni.

Questo nuovo progetto arriva sotto forma di aggiornamento e secondo alcune indiscrezioni i lavori hanno una scadenza: Febbraio 2020; di conseguenza, tutti gli smartphone dovrebbero ricevere questo nuovo aggiornamento in quel mese.
Purtroppo ci sono anche alcune notizie negative per gli utenti, o almeno per chi è in possesso di uno smartphone piuttosto vecchio; la piattaforma avvisa che alcuni dispositivi non possono essere idonei al nuovo update perché vanta una potenza piuttosto alta; eccovi svelati maggiori dettagli.

Whatsapp si aggiorna: ecco le novità per gli utenti

Questo nuovo aggiornamento sarà indispensabile per il servizio di Whatsapp perché una sicurezza maggiore tutelerà maggiormente gli utenti dai famosi attacchi hacker; purtroppo l’app dovrà dire addio a diversi utenti perché chi sarà in possesso di uno smartphone piuttosto datato non potrà supportare l’aggiornamento e l’applicazione diventerà automaticamente obsoleta.

Da Febbraio dell’anno successivo l’applicazione diventerà obsoleta per tutti gli utenti Whatsapp che saranno in possesso di uno smartphone Android con versione aggiornata alla 2.3.7 o precedenti, e per gli utenti Apple con uno smartphone con versione iOS 7 o precedenti.

Whatsapp perde numerosi utenti: l’app dice addio a decine di smartphone Tecnoandroid

Call Center impazziti: utenti si ritrovano con il pagare doppia bolletta

11 hours 21 min ago

Call Center impazziti: utenti si ritrovano con il pagare doppia bolletta Tecnoandroid

Difficilmente possiamo stare troppo a lungo a non parlare dei Call Center. Spesso e volentieri l’argomento si lega a filo doppio con il tema delle truffe. Gli italiani devono fronteggiare le scorrettezze di leciti o presunti tecnici del servizio clienti correlato ad alcuni servizi. Potrebbe trattarsi di operatori telefonici, società di servizi on-demand per l’intrattenimento oppure componenti del mercato energia. In ogni caso le testimonianza riportano che in alcuni casi bisogna fare attenzione.

Secondo alcune ricostruzioni, difatti, pare che ci si possa trovare nelle condizioni di ottenere doppie bolllette. Dobbiamo scoprire come difenderci. Ecco cosa bisogna sapere dopo aver scoperto come ripristinare il credito delle SIM ricaricabili.

 

Call Center: attenti alle truffe che attivano servizi indesiderati a pagamento

Polizia Postale ed AGCOM intervengono non di rado al contrasto del fenomeno Call Center. Il numero di segnalazioni per il 2019 è cresciuto al punto tale da richiedere un’opera di investigazione. Ultimamente, infatti, anche programmi TV come “Le Iene” e “Striscia la Notizia” si sono poste verso l’argomento.

In particolare cresce la preoccupazione verso i contatti telefonici che richiedono un accordo verbale per la sottoscrizione di offerte e tariffe. Stando alle testimonianze di chi è caduto in trappola pare che sia sufficiente un semplice “Sì” per ottenere un contratto a tutti gli effetti. Non importa che si stia parlando in modo informale o in relazione all’offerta descritta dal presunto tecnico. In ogni caso si è sottoposti ad un rischio.

Domande ben calibrate puntano ad ottenere il tacito assenso dell’utente. Manipolando il file registrato con la nostra voce si edita uno script. Al punto giusto si inserisce la nostra registrazione e si ottiene come risultato un costoso abbonamento. Può trattarsi di un servizio aggiuntivo per la propria linea Internet o di un altro contratto per la pay-TV.

Gli utenti Android ed iOS possono fare fronte a questa minaccia bloccando le chiamate tramite una comoda applicazione gratuita in uso da miliardi di utenti in tutto il mondo. Si chiama Truecaller ed include un database con i numeri sospetti aggiornato ora dopo ora. In caso di contatto telefonico a casa consigliamo di evitare di dire SI oppure NO.

Call Center impazziti: utenti si ritrovano con il pagare doppia bolletta Tecnoandroid

Passa a Wind: ecco due offerte con minuti, SMS e 140GB a soli 14,99€

11 hours 26 min ago

Passa a Wind: ecco due offerte con minuti, SMS e 140GB a soli 14,99€ Tecnoandroid

I nuovi clienti Wind hanno a disposizione numerose offerte Passa a Wind che permettono di ricevere anche 140GB di traffico dati, oltre alle straordinarie quantità di minuti ed SMS. Due tra le varie promozioni prevedono una spesa mensile di soli 14,99 euro e possono essere attivate gratuitamente attraverso il sito ufficiale dell’operatore. Si tratta della promozione Wind All Digital 40 e della All Inclusive Smart Easy Pay. 

Passa a Wind: ottieni minuti, SMS e 140 GB tramite due straordinarie offerte a soli 14,99 euro al mese!

Le due offerte Passa a Wind qui trattate consentono ai clienti di ricevere ben 140GB di traffico dati al mese, grazie all’ultima iniziativa presentata dal gestore. Wind ha infatti lanciato di recente una tariffa aggiuntiva che consente di ricevere 50 o 100GB di traffico dati extra, abbinandola a numerose offerte Passa a Wind.

Wind All Digital 40

La tariffa Wind All Digital 40 rappresenta una delle tariffe migliori in quanto offre gratuitamente i servizi extra e non prevede costi di attivazione né di disattivazione. I clienti che ne richiedono l’attivazione, infatti, possono decidere di sospendere la promozione in qualsiasi momento, senza andare incontro ad alcuna spesa. Anche le soglie previste dalla tariffa sono decisamente ottime. Infatti, a soli 14,99 euro al mese, è possibile ricevere: minuti illimitati e 40 GB di traffico dati. In più, i clienti possono decidere di aggiungere anche 200 SMS al mese, sostenendo un’ulteriore spesa di 0,99 euro.

Wind All Inclusive Smart Easy Pay

La promozione Wind All Inclusive Smart Easy Pay a differenza della tariffa sopracitata include di base anche gli SMS. Infatti, i clienti che procedono con l’attivazione ottengono mensilmente: minuti illimitati, 200 SMS verso tutti e 40 GB di traffico dati in 4.5G. L’attivazione può avvenire soltanto nei negozi del gestore ma è necessario effettuare prima la prenotazione online e mostrare successivamente nei punti vendita il coupon ricevuto. Anche in questo caso la tariffa prevede una spesa mensile di soli 14,99 euro, ma è fondamentale saldare la spesa tramite carta di credito o conto corrente.

Passa a Wind: ecco due offerte con minuti, SMS e 140GB a soli 14,99€ Tecnoandroid

Luna Piena Fredda: in dicembre ecco il plenilunio che annuncia l’inverno

12 hours 27 min ago

Luna Piena Fredda: in dicembre ecco il plenilunio che annuncia l’inverno Tecnoandroid

Questa mattina guardate in basso all’orizzonte e potrete scoprire la speciale Luna Piena Fredda, che nel mese di dicembre annuncia l’arrivo dell’inverno. La tradizione degli indiani d’America algonchini racconta che nel loro calendario lunare la Luna Piena è legata ad eventi naturali importanti che si verificano a dicembre, e la definizione di “fredda” è concomitante con l’arrivo delle basse temperature.

Un presagio spettrale che influenzava le strategie di sopravvivenza delle antiche tribù, poiché l’ultimo plenilunio dell’anno rappresentava la fine di tutte le precedenti Lune dedicate alla stagione del raccolto e caccia in cui si facevano provviste per superare i rigori invernali.

 

Luna Piena Fredda: il plenilunio che annuncia l’inverno

Un altro nome con cui è conosciuto il plenilunio in questo mese è “Luna delle notti lunghe“, meno fantasiosamente per il fatto che il mese del solstizio d’inverno che si verificherà in natura il 22 dicembre le ore di oscurità superano quelle di luce. Infine, un ultime nome caratteristico proviene dalla tradizione della cultura germanica, laddove la “Luna prima di Yule” rappresenta la festa pagana confluita poi nelle odierne festività natalizie

Per gli amici astrofili ammirare la Luna Piena Fredda sarà imperdibile, e come ben sanno dobbiamo aver puntano la nostra attenzione all’orizzonte tra Ovest e Nord Ovest dove il plenilunio sparirà attorno alle 7:30, ora di Roma. La Luna sarà percepita sempre incastonata nelle pieghe della costellazione del Toro, circondata altresì dagli adiacenti schemi stellari di Orione, Gemelli, Auriga e Perseo.

Per finire, la Luna sarà vicina anche alle Pleiadi, anche dette stelle “Sette Sorelle”, uno spettacolare ammasso aperto associato anch’esso alla costellazione del Toro.

Luna Piena Fredda: in dicembre ecco il plenilunio che annuncia l’inverno Tecnoandroid

WhatsApp: foto profilo pericolosissime, in questo modo perdete soldi

13 hours 26 min ago

WhatsApp: foto profilo pericolosissime, in questo modo perdete soldi Tecnoandroid

WhatsApp continua a lottare contro tutte le problematiche che gli utenti un po’ avulsi dal vero scopo dell’applicazione continuano a portare. Tante persone hanno ravvisato diverse truffe in questi anni, riuscendo in qualche modo e fortunatamente ad evitarle, ma queste non sono finite.

Nonostante tutto ciò, WhatsApp a provato in ogni modo a portare i nuovi aggiornamenti che riuscissero in qualche modo a limitare tutte le azioni di questo genere. Sono arrivati infatti degli update in grado di riuscire a debellare parzialmente truffe ed inganni, come ad esempio la soluzione che ha ridotto il numero di messaggi inoltre abili. Tutti sanno che però WhatsApp non è riuscita del tutto ad eliminare il fenomeno, e un esempio sarebbe arrivato nelle ultime ore. Secondo alcune persone, una nuova truffa starebbe colpendo rubando addirittura l’immagine del profilo di alcuni utenti inconsapevoli.

 

WhatsApp: la nuova truffa ruba l’immagine del profilo agli utenti e poi ruba i soldi ai loro contatti in rubrica

Sono tante le persone che in queste ore sono preoccupati dalla nuova truffa che gira in chat su WhatsApp, la quale non vuole fermarsi. Secondo quanto riportato, alcuni truffatori rubano l’immagine del profilo degli utenti, e dopo creano un profilo fake impersonando proprio loro. In seguito, e non si è ancora capito in che modo, questi contattano le persone nella rubrica di coloro che vengono derubati.

Ecco quindi la richiesta incredibile: una ricarica Postepay che servirebbe per un’emergenza, la quale spiegherebbe dunque il numero sconosciuto e la richiesta stessa. Stat quindi molto attenti e non cascate in questo tranello.

WhatsApp: foto profilo pericolosissime, in questo modo perdete soldi Tecnoandroid

Tim lancia le offerte di Natale: tanti minuti e giga a partire da 5€

Wed, 12/11/2019 - 23:40

Tim lancia le offerte di Natale: tanti minuti e giga a partire da 5€ Tecnoandroid

L’operatore Tim è ormai da tempo un punto di riferimento per quei consumatori che amano comunicare e navigare sul web con un servizio di qualità. Tra poche settimane è Natale e l’operatore nazionale vuole arrivarci con dei risultati convincenti, ma soprattutto con delle offerte di alto livello.

I clienti che in questo periodo vogliono cambiare operatore, possono consultare le seguenti offerte che riteniamo essere tra le migliori sul mercato: Tim Supreme New, Tim Mercury 50GB e Tim Steel 50GB.

Le offerte appena citate sono attivabili in versione ‘operator attack’, ovvero possono essere richieste da alcuni clienti non da tutti. Importante è sapere chi siano gli operatori coinvolti.

 

Tim Supreme New, Tim Mercury 50GB e Tim Steel 50GB

L’offerta Tim Supreme New è attivabile dai clienti appartenenti ad Iliad, Fastweb e altri operatori virtuali, ad eccezione di Kena Mobile, ho.mobile e LycaMobile. Sono inclusi minuti illimitati verso tutti e 50 giga di internet in 4G al costo mensile di 5,99 Euro.

L’offerta Tim Mercury 50GB è rivolta ai clienti che provengono da Iliad, Fastweb e altri operatori virtuali, ad eccezione di Kena Mobile, ho.mobile e LycaMobile. Disponibilità limitata, nel senso che può essere attivata soltanto se i rivenditori possiedono dei codici pin interni. Sono inclusi minuti illimitati verso tutti e 50 giga di traffico dati in 4G al costo mensile di 7 Euro.

Concludiamo con l’offerta Tim Steel 50GB che è aperta ai clienti Iliad, Fastweb e altri operatori virtuali, ad eccezione di Kena Mobile, ho.mobile e LycaMobile. Sono utilizzabili minuti illimitati, sms illimitati e 50 giga di traffico dati in 4G al costo mensile di 7,99 Euro.

Tim lancia le offerte di Natale: tanti minuti e giga a partire da 5€ Tecnoandroid

Recensione Cecotec CONGA 4090: robot per la pulizia smart a 360°

Wed, 12/11/2019 - 21:45

Recensione Cecotec CONGA 4090: robot per la pulizia smart a 360° Tecnoandroid

Quest’oggi vi parliamo di un robot per la pulizia di casa o del vostro ufficio dalle caratteristiche molto particolari. Rispetto alla concorrenza, il nuovo Cecotec Conga 4090 offre al giusto prezzo una pulizia profonda per merito della scansione a 360° dell’ambiente in cui lavora. I margini di errori sono molto ridotti, è dotato di sistema wi-fi per l’avvio da remoto e ha una versatilità nei programmi di pulizia tramite l’app gratuita davvero sorprendente. Vediamo insieme il dettaglio di questo robot aspirapolvere.

Descrizione di Cecotec Conga 4090

Esteticamente non porta nulla di nuovo sul mercato, con la parte superiore caratterizzata da una torretta per lo scanner e due tasti utili all’accensione e alla prima configurazione con l’app relativa. Come molti robot in circolazione è in materiale plastico, e le fasce laterali gommate sono ammortizzate contro gli urti accidentali.

Girando il prodotto sottosopra, nella parte centrale del Conga 4090 troviamo l’alloggiamento per le spazzole in dotazione, utili a ogni tipo di pavimento e sporcizia e anche al lavaggio con acqua. Oltre ai ricambi completa il kit un pratico telecomando.

 

Funzioni di pulizia e prova di Cecotec Conga 4090

La redazione di Tecnoandroid è piena di oggetti, mobili, pacchi e aste per le luci che possono creare difficoltà al nostro robottino, ma questi non ha mostrato indecisioni nell’evitarli, non cadendo in fallo di fronte ad avvallamenti e a gradini delle scale grazie alle ruote con sospensioni auto regolabili. La precisione di Cecotec Conga 4090 è tutto merito della torretta di sensori posta in alto, visto che all’avvio il robot gira su se stesso per effettuare la mappatura laser dello spazio compresi gli ostacoli da evitare.

L’autonomia ci ha lasciato pienamente soddisfatti grazie a una batteria a 4 celle da 5.200 mAh che secondo il produttore garantisce 240 minuti di operatività. Non possiamo dire lo stesso, ma un’abitazione di circa 70 mq può essere pulita più di una volta con potenza impostata su “normale”.

Controllo smart con l’app

Così come altri robot sul mercato, anche Cecotec Conga 4090 è dotato di connessione wi-fi da 5 GHz grazie al quale si può agganciare il robot alla rete wireless di casa, mentre tramite l’applicazione si può gestire l’avvio di un ciclo di pulizia anche quando siamo lontani. Questo robot è anche cablato per accettare i comandi vocali da parte degli assistenti di Google e Amazon.

L’applicazione Conga 4090 consente di personalizzare in profondità tutti i cicli di pulizia, poiché sono disponibili fino a 50 piani diversi e si può regolare la turbina di aspirazione fino dalla potenza massima di 2.700 Pascal. L’app mantiene in memoria fino a 5 mappe degli ambienti, potendo chiedere al robot di seguire un determinato percorso tra i preset e programmare un timer.

Interessante, tra le funzioni, è la pulizia di una zona ristretta che possiamo disegnare direttamente su una mappa della nostra casa così che il Conga 4090 la pulisca pedissequamente.

Conclusioni

Cecotec Conga 4090 può dirsi lo strumento perfetto per studenti e professionisti che sono fuori casa tutto il giorno e hanno bisogno di risparmiare tempo e tedio nella pulizia quotidiana dell’ambiente in cui vivono. Questo robot si distingue per alcune soluzioni all’avanguardia, e ci ha stupito nella prova sui pavimenti del nostro studio per la precisione con cui scansiona gli ambienti. La compatibilità con la connessione wi-fi e gli assistenti Alexa e Google lo rende molto utile in case completamente cablate. Il prezzo di vendita è decisamente competitivo proprio sullo store ufficiale.

#tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item1 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/maxresdefault-6-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item2 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.58.36-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item3 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.57.32-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item4 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.57.10-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item5 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.55.37-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item6 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.54.53-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item7 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.54.03-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item8 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.52.48-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item9 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.52.34-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item10 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.50.13-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item11 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.49.24-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item12 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.48.46-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item13 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.47.14-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item14 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.45.44-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_bdb .td-doubleSlider-2 .td-item15 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/Schermata-2019-12-11-alle-18.44.34-80x60.png) 0 0 no-repeat; } 1 su 15

Recensione Cecotec CONGA 4090: robot per la pulizia smart a 360° Tecnoandroid

Tenorshare UltData for Android: i vostri dati eliminati sono salvi

Wed, 12/11/2019 - 21:30

Tenorshare UltData for Android: i vostri dati eliminati sono salvi Tecnoandroid

Quante volte vi sarà capitato di avere problemi con il vostro smartphone, o più semplicemente di cancellare per sbaglio uno o più file a cui non potete assolutamente rinunciare. La disperazione e l’arrabbiatura portano a cercare soluzioni online che però si dimostrano spesso inefficaci o comunque dai costi proibitivi. Tenorshare ha però ideato un ottimo software per risolvere proprio questo problema, UltData for Android.

Come dice il nome, con questo programma per Windows o MacOS potremo recuperare tutti i dati andati perduti. Oltre a recuperare i nostri contatti, le foto, la cronologia delle chiamate, i video ed i messaggi potremo anche ripristinare le nostre chat di Whatsapp. Vediamo quindi come è fatto e come funziona.

Come connettere il nostro smartphone Android

Durante la fase di installazione ci verrà richiesta la lingua da utilizzare, purtroppo però manca quella italiana e dovremo mettere l’inglese. Non disperate perchè l’interfaccia è semplice e intuitiva e non avrete alcun tipo di problema.

Una volta aperta l’app sul nostro PC ci troveremo di fronte ad una scelta. Da un lato potremo accedere al tool per il recupero dei dati del nostro smartphone, dall’altro potremo ripristinare i file di WhatsApp sui dispositivi privi di servizi di root.

A questo punto possiamo collegare il nostro smartphone al computer, utilizzando preferibilmente il cavo fornito in confezione. Ricordatevi tuttavia di attivare la modalità debugging sul nostro dispositivo Android. Ora comunque vedremo insieme come fare.

Attivare la modalità di USB Debugging su tutte le versioni di Android

Come vi abbiamo anticipato, affinché l’applicazione funzioni dobbiamo attivare la modalità di USB Debugging. Prima di fare ciò sarà tuttavia necessario selezionare la modalità di trasferimento dati sul nostro smartphone qualora ci venisse richiesto. A questo punto potremo recarci nelle impostazioni del telefono e ricercare la voce “Numero Build“. Una volta trovata cliccateci sopra per circa 7 volte per abilitare la modalità sviluppatore.

La posizione all’interno delle impostazioni del vostro smartphone può variare in base al brand e alla versione di Android installata. Se state utilizzando la versione 6.0 del robottino verde e avete un dispositivo Samsung troverete il numero di build sotto la voce “Informazioni sul Software“. La voce opzioni sviluppatore comparirà invece sul menù principale, permettendoci di attivare l’USB debugging.

Per le versioni precedenti di Android, ad esempio per quelle che vanno dalla 4.2 alla 5.2 il procedimento cambia leggermente. Troverete infatti il numero di build sotto “Info dispositivo” o una dicitura analoga all’interno del vostro menù impostazioni. Alla stessa maniera potrete attivarlo anche per le versioni ancora più vecchie come la 3.0 o addirittura la 2.3.

Iniziamo la procedura di ripristino dei dati con UltData

Una volta seguito il punto precedente il nostro dispositivo verrà rilevato da UltData. Comparirà sullo schermo una richiesta di autorizzazione, cliccate sul tasto OK. A questo punto potremo scegliere quali file andare a ripristinare.

Tutti i dati precedentemente presenti sul nostro dispositivo potranno essere recuperati se appositamente selezionati dall’elenco a nostra disposizione. Potremo ripristinare: Contatti, Messaggi, cronologia chiamate, Media di WhatsApp, Foto, Video, Documenti e file audio.

Recupero dei file cancellati

Una volta che il nostro smartphone verrà “setacciato” da parte dell’applicazione verranno mostrati i risultati. In rosso verranno indicati quelli precedentemente andati perduti e sarà possibile scegliere il tipo di vista da utilizzare.

Una volta selezionati i file di nostro interesse potremo cliccare il tasto “Recover” e selezionare una cartella nella quale vogliamo che vengano salvati alla fine del processo. Mentre i file immagine e video saranno ripristinati con la loro estensione originale, i contatti saranno in format xls, txt o xml.

Conclusioni

UltData for Android è semplice e ben realizzato, con un interfaccia che convince e che lo rende anche abbastanza intuitivo. Finalmente gli utenti del robottino verde che hanno perso i propri file non dovranno inveire contro molteplici divinità, ma semplicemente affidarsi all’esperienza dei ragazzi di Tenorshare.

Trovate il download a questo linkhttps://www.tenorshare.com/products/android-data-recovery.html

 

Tenorshare UltData for Android: i vostri dati eliminati sono salvi Tecnoandroid

Huawei Mate 30 Pro, in Spagna c’è un piacevole bonus per il pre-order

Wed, 12/11/2019 - 21:15

Huawei Mate 30 Pro, in Spagna c’è un piacevole bonus per il pre-order Tecnoandroid

Dopo una lunga attesa, Huawei ha finalmente fatto varcare i confini della Cina al Mate 30 Pro. Nonostante la situazione dell’azienda e del Ban imposto dagli USA non è ancora del tutto risolta, il flagship dell’azienda è arrivato in Europa e in Italia.

In particolare però vogliamo sottolineare una particolare scelta effettuata da Huawei per il lancio della versione spagnola di Mate 30 Pro. Il debutto ufficiale del device è fissato per il prossimo 13 dicembre. I preordini sono aperti già da qualche giorno, ma solo adesso gli utenti stanno notato una cosa molto particolare.

Huawei, infatti, ha aggiunto un bonus per tutti i preordini effettuati che certamente farà molto contenti gli utenti. Il Mate 30 Pro sarà spedito insieme ad un MediaPad M6 da 10.8 pollici. La spesa per portarsi a casa lo smartphone in versione 8/256GB è di circa 1099 euro, mentre il prezzo di listino del MediaPad M6 è di circa 350 euro.

Ricordiamo che il MediaPad M6 è caratterizzato da un pannello da 10.8 pollici dotato di una risoluzione pari a 2560 x 1600 pixel. Il SoC è il Kirin 980 accompagnato da 4GB di RAM e 64 o 128GB di memoria interna. La fotocamera posteriore è da 13MP mentre quella anteriore da 8MP mentre la batteria è da 7500mAh. Anche questo dispositivo, insieme al Mate 30 Pro non utilizza i Google Mobile Services e il Play Store ma sfrutta invece lo store ufficiale Huawei chiamato App Gallery.

L’offerta Spagnola è simile a quella proposta in Italia, la quale prevede un buono di 300 euro da spendere sullo store Huawei Experience Store. In questo caso non si è vincolati solo al tablet, ma si può scegliere di acquistare il Watch GT 2 o le FreeBuds 2.

 

Huawei Mate 30 Pro, in Spagna c’è un piacevole bonus per il pre-order Tecnoandroid

RedmiBook 13 è ufficiale: bordi sottili e nuovi processori Intel

Wed, 12/11/2019 - 21:00

RedmiBook 13 è ufficiale: bordi sottili e nuovi processori Intel Tecnoandroid

Sono stati presentati poche ore fa i nuovi flagship di casa Redmi, cioè i nuovi Redmi K30 e Redmi K30 5G. Oltre a questi smartphone, però, l’azienda cinese ha anche presentato ufficialmente il suo nuovo laptop, il RedmiBook 13.

 

RedmiBook 13 ufficiale: ecco le specifiche

Il nuovo laptop targato Redmi offre rispetto al passato un design ancora più moderno, grazie alle cornici molto sottili e dalle dimensioni piuttosto contenute. Ci troviamo di fronte a un dispositivo con un peso di soli 1.23 grammi e sul fronte è caratterizzato da un display IPS in risoluzione FullHD con una diagonale da 13.3 pollici e con un rapporto screen-to-body pari a 89%.

Lato autonomia, troviamo una batteria da 40Whr la quale, a detta dell’azienda, è in grado di garantire una autonomia di circa 11 ore. Come processore, a bordo del laptop troviamo i nuovi processori Intel di decima generazione (cioè i SoC i5-10210U e i7-10510U), e questi ultimi sono supportati da 8 GB di RAM DDR4 e 512 GB di memoria interna SSD. Come scheda grafica è possibile scegliere fra quella integrata di Intel e la scheda grafica Nvidia GeForce MX250 da 2 GB di RAM. Buona anche la dotazione di porte: abbiamo ben due porte USB 3.1, il jack audio per le cuffie, la porta HDMI a grandezza standard e troviamo inoltre un ingresso dedicato alla ricarica.

 

Prezzi e disponibilità

Il nuovo laptop RedmiBook 13 sarà disponibile all’acquisto per il mercato cinese a partire dal prossimo 12 dicembre. I prezzi variano in base alla configurazione prescelta:

  • versione processore Intel i5 con scheda grafica integrata: circa 540€
  • versione processore Intel i5 con scheda grafica GeForce MX250: circa 575€
  • versione processore Intel i7: circa 665€

RedmiBook 13 è ufficiale: bordi sottili e nuovi processori Intel Tecnoandroid

Samsung: dubbi sui chip Exynos a causa dei recenti avvenimenti

Wed, 12/11/2019 - 20:45

Samsung: dubbi sui chip Exynos a causa dei recenti avvenimenti Tecnoandroid

Secondo le ultime dichiarazioni di Statesman, Samsung sta apportando delle modifiche in una delle sue strutture di ricerca e sviluppo di Austin, licenziando 290 dipendenti. Ciò conferma che l’azienda sta ridimensionando il ramo riguardante la progettazione della CPU, responsabile dei chipset della serie Exynos.

Fino a poco tempo fa, i chipset Exynos di fascia alta di Samsung si sono contraddistinti per il design personalizzato con licenza ARM. Come alcuni chip di Qualcomm e Apple, Samsung ha deciso di creare i propri core “personalizzati” e ottimizzati aumentando apparentemente le prestazioni / personalizzando i loro usi, piuttosto che attenersi prettamente ai progetti come nel caso di Huawei e MediaTek.

Samsung Exynos: i nuovi chipset messi in dubbio a causa di alcuni licenziamenti del personale

Inoltre, si noti che Samsung ha recentemente concesso in licenza alcune tecnologie grafiche AMD per migliorare le prestazioni della GPU nei futuri chipset. Non abbiamo la conferma esplicita che tutti i dipendenti licenziati fossero specificamente legati alla progettazione del chipset. Inoltre, non sappiamo quali responsabilità specifiche potesse avere il centro di ricerca di Austin. Con così pochi dettagli noti, la notizia della chiusura e dei licenziamenti solleva onestamente più domande.

Samsung ha fornito la seguente dichiarazione: “Sulla base di una valutazione approfondita del nostro business System LSI e della necessità di rimanere competitivi nel mercato globale, Samsung ha deciso di trasferire parte dei nostri team di ricerca e sviluppo con sede negli Stati Uniti ad Austin e San Jose. Oltre 20.000 dipendenti con sede negli Stati Uniti focalizzati su progettazione, ricerca e sviluppo, investimenti e produzione per le tecnologie di prossima generazione all’avanguardia. Samsung rimane impegnata a supportare e far crescere la forza lavoro americana che è parte integrante del successo dell’azienda.”

Samsung: dubbi sui chip Exynos a causa dei recenti avvenimenti Tecnoandroid

Bioshock, 2K Games ha annunciato ufficialmente l’arrivo di un nuovo titolo

Wed, 12/11/2019 - 20:30

Bioshock, 2K Games ha annunciato ufficialmente l’arrivo di un nuovo titolo Tecnoandroid

Ieri 2K Games ha annunciato la formazione di un nuovo studio chiamato Cloud Chamber per lavorare al prossimo BioShock. Secondo l’editore, il gioco tanto apprezzato dai fan ha ancora tanto da sfruttare. 

“Cloud Chamber è un gruppo di narratori desiderosi di spingere in prima linea l’intrattenimento interattivo attraverso esperienze uniche, divertenti, che coinvolgono il mondo. Costruirà il suo team in due sedi: la sede della 2K San Francisco Bay Area a Novato, in California. e quella a Montréal, in Québec”, ha detto la società in un comunicato stampa. “Inoltre, 2K ha annunciato che Cloud Chamber ha iniziato a lavorare al prossimo titolo dell’acclamata serie di BioShock. Rimarrà in sviluppo per i prossimi anni”.

Bioshock, in arrivo un nuovo emozionante capitolo

Cloud Chamber è diretto da Kelley Gilmore, acquisito da 2K nel 2005 e noto per i giochi di strategia Civilization e XCOM. Mentre Ken Levine, che ha diretto BioShock 1 e Infinite, non fa parte del progetto, Gilmore ha detto a IGN in una e-mail che la serie sarà diretta da Hoagy de la Plante (direttore creativo di BioShock 1 e 2), Scott Sinclair (direttore artistico di BioShock 1 e Infinite) e Jonathan Pelling (direttore creativo di Infinite).

“Il nostro team crede nella bellezza e nella forza della diversità, sia nella composizione dello studio che nella natura del suo modo di pensare”, ha affermato Gilmore nel comunicato stampa. “Siamo un gruppo di creatori di giochi di grande esperienza e ci sono molti responsabili della principale creazione di BioShock. Sono onorati di far parte della famiglia 2K come amministratori di questo franchise iconico.”

L’ultimo gioco della serie, Infinite, è stato rilasciato nel 2013. Sebbene non si fosse parlato molto del prossimo gioco della serie, sul web si parlava di alcuni sviluppatori dell’Hangar 13 che erano andati a lavorare su un nuovo progetto BioShock, chiamato in codice Parkside. 

Bioshock, 2K Games ha annunciato ufficialmente l’arrivo di un nuovo titolo Tecnoandroid

GameStop, la catena rischia ma il 2021 potrebbe essere l’anno della svolta

Wed, 12/11/2019 - 20:15

GameStop, la catena rischia ma il 2021 potrebbe essere l’anno della svolta Tecnoandroid

Che GameStop navighi in cattive acque è ormai cosa nota. Il gruppo ha più volte rivisto le proprie politiche commerciali arrivando anche ad annunciare la chiusura di centinaia di punti vendita. In queste ore, ad ulteriore conferma di questa crisi, sono arrivate le previsioni gli utili per il prossimo anno.

Secondo un report di Reuters, GameStop ha annunciato il tagliato delle previsioni sugli utili per tutto il 2020. La motivazione è da ricercare nei mancati acquisti da parte degli utenti i quali preferiscono scegliere versioni digitali dei giochi piuttosto che le versioni fisiche. Inoltre, l’altro fattore determinante per il calo delle vendite è l’arrivo della nuova generazione di console. Infatti, la presentazione di PlayStation 5 e Xbox Scarlett caratterizzerà il prossimo anno e di fatto cambierà il mercato delle console. 

Il possibile periodo di lancio della next-gen è previsto nella seconda metà del 2020, per sfruttare appieno il periodo natalizio. Ne consegue che il prossimo anno sarà molto particolare per GameStop e le vendite dei giochi per la current-gen saranno molto limitate. L’azienda ha già registrato un calo del 20% delle proprie azioni e i prossimi mesi si prospettano ancora difficili. Gli analisti ritengono che la crisi durerà fino all’ultimo quadrimestre del 2020 ma ci sarà una netta ripresa a partire dal 2021.

Le vendite di PlayStation 5 e Xbox Scarlett spingeranno anche le vendite di giochi fisici e accessori, migliorando così la posizione economica di GameStop. Inoltre l’azienda ha avviato anche una ristrutturazione per cercare di rafforzare il proprio sito Web e migliorare la propria immagine. Attraverso un accurato controllo del credito e dei costi, GameStop spera di riuscire a sopravvivere per i prossimi mesi, in attesa di una boccata d’ossigeno garantita dalle console Sony e Microsoft. 

GameStop, la catena rischia ma il 2021 potrebbe essere l’anno della svolta Tecnoandroid

Recensione GoPro Hero 8

Wed, 12/11/2019 - 20:00

Recensione GoPro Hero 8 Tecnoandroid

GoPro Hero 8 Black: immaginate una Hero 7 con hypersmooth migliorato, un design leggermente diverso ed un prezzo elevato. Ha difetti e pregi, e l’eredità lasciata dalla 7 Black si sente. Ci sarà piaciuta? Ci avrà convinto? Continuate a leggere la nostra recensione per scoprirlo.

Design ed estetica

Già ad un primo sguardo si riconosce la differenza con il precedente modello. Qui troviamo infatti un copri-obiettivo in monoblocco e ciò l’abbiamo trovato un grosso difetto. Non sarà possible smontare il vetrino, pertanto non potremo inserire i filtri ND. Cosa implica ciò? Se romperemo la lente durante uno sport, dovremmo mandare in assistenza la camera.

La scritta 8 Black è in alto a destra e la camera pesa più della Hero 7 Black; è come avere con sé un piccolo mattoncino. Le due alette poste poi nella parte sottostante servono per montare la piccola action cam sugli accessori.

Sul lato sinistro potremo acceder alla porta di tipo C per la ricarica, alla micro-sd e alla batteria, identica a quella del modello dell’anno scorso (anche se quando inseriamo una non attuale, il sistema ci comunicherà un errore). Il tasto per le fotografie e far partire il video è in alto. Sul bordo destro invece, c’è il tasto per le modalità.

Novità e funzionalità

Le novità sono sotto la scocca: hypersmooth migliorato e una modalità Boost che aumenterà l’effetto di stabilizzazione, ma perderemo un angolo di visuale più ampio. In caso di ripresa 4K 30 fps con Boost attivo non avremo però una ripresa molto grandangolare.

Il menù è lo stesso della Hero 7 Black ma guadagna qualche piccola scorciatoia che ci tornerà utile. Troviamo una S che consentirà di cambiare il tipo di inquadratura. Noi abbiamo provato la modalità superview (equivale ad un 16mm in super35). A parte la modalità fisheye, non avremo la Boost fra le opzioni.

Simpatica la possibilità di attivare lo SlowMotion 2X direttamente in camera. Poi impostare ai preset che corrispondono alle nostre esigenze con i settaggi già registrati, veramente ottimo. Con tante modalità ci si può sbizzarrire a proprio piacimento. Per cambiare una attività poi basta cliccare sulla manina per gestire tutto. Una cosa che vi consigliamo di modificare non appena ricevete una GoPro è il ProTune. Per il resto, tutti i parametri soliti che siamo soliti conoscere con una action cam della casa. Con uno swipe verso il basso si aprono le preferenze; verso destra scegliamo le modalità fra Foto, Video o Timelapse. Con uno swipe dal basso verso l’alto invece avremo la galleria.

#tdi_1_72f .td-doubleSlider-2 .td-item1 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/goprohero8_-10-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_72f .td-doubleSlider-2 .td-item2 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/goprohero8_-9-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_72f .td-doubleSlider-2 .td-item3 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/goprohero8_-8-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_72f .td-doubleSlider-2 .td-item4 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/goprohero8_-2-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_72f .td-doubleSlider-2 .td-item5 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/goprohero8_-3-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_72f .td-doubleSlider-2 .td-item6 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/goprohero8_-4-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_72f .td-doubleSlider-2 .td-item7 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/goprohero8_-5-80x60.png) 0 0 no-repeat; } #tdi_1_72f .td-doubleSlider-2 .td-item8 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/12/goprohero8_-7-80x60.png) 0 0 no-repeat; } 1 su 8 Ma quali sono le potenzialità di una action cam simile?

Sicuramente la possibilità di usarla come vlog-camera. Grazie agli accessori potrà diventare la compagna ideale per i travel vlog. Inoltre il time warp 2.0 consente di ottenre effetti interessanti. Con il timelapse notturno in 4K potremo avere ottime delle riprese di transizione per i nostri video professionali e amatoriali. Migliorata anche la “Superfoto” e l’HDR. Ultimo aspetto, è waterproof fino a 30 metri; secondo poi, la qualità audio grazie ai microfoni integrati è eccezionali. Mostra una riduzione dell’effetto vento incredibile.

Conclusioni

Vale davvero la pena acquistare questa Hero 8 Black o passare dall’Hero 7 Black a questa? Secondo noi no. Primo fra tutte, l’intercambialità dell’obiettivo frontale. L’impossibilità di montare un filtro ND risulta controproducente per un uso professionale: decisamente deludente. Le alette poi le troviamo inutili, in quanto molta gente (come noi) non le utilizza: un fardello di peso che non serve. Si potrebbero smontare ma si perderebbe parte di impermeabilità e lo sportellino non risulta comodissimo. Al di là dell’ottima qualità video e della perfetta gestione di luci e ombre e di una migliorata gamma cromatica, forse non consiglieremmo il passaggio.

Con un prezzo di 429 € circa, ed è il vostro primo acquisto in questo settore, allora sì. E’ il meglio che vi è in commercio ma calcolate di spendere quasi il doppio della cifra in accessori.

Recensione GoPro Hero 8 Tecnoandroid

Rabona Mobile presenta l’offerta Attacco Mondiale con 70 GB

Wed, 12/11/2019 - 19:45

Rabona Mobile presenta l’offerta Attacco Mondiale con 70 GB Tecnoandroid

A partire dalla prossima domenica, 15 dicembre 2019, l’operatore virtuale Rabona Mobile farà partire la nuova campagna in TV per presentare la nuova offerta denominata Attacco Mondiale da soli 7.99 euro al mese.

L’offerta Attacco Mondiale è dedicata a tutti i nuovi clienti che intendono passare a Rabona, con o senza la contestuale portabilità del proprio numero. Scopriamo insieme nel dettaglio cosa prevede.

 

Rabona Mobile: arriva Attacco Mondiale con 70 GB di traffico internet

Lo scorso 9 dicembre l’operatore ha rilasciato una nota in cui affermava: “Rabona è lieta di comunicare la campagna in TV per il Natale con la conferma dell’offerta “Attacco Mondiale” attivabile fino al 27 dicembre 2019. La campagna partirà dal giorno 15 dicembre con oltre 500 spot (inoltre a breve altre sorprese sempre in TV)“.

Mentre il giovedì precedente ha rilasciato questo comunicato stampa: “Con soddisfazione comunichiamo il nuovo accordo con Mediaset per l’anno 2020 su Canale5 per la trasmissione TikiTaka condotta da Pierluigi Pardo, accompagnato dalla show girl Wanda Nara e da illustri ospiti del mondo del calcio, come i bomber Bobo Vieri e Antonio Cassano. Rabona presenta già da tempo il talk show calcistico di Mediaset. Il rinnovo della partnership è motivo di orgoglio per Rabona e rappresenta un punto fermo per lo sviluppo dell’azienda e del brand a livello nazionale“.

Fino al 27 dicembre 2019 potrete quindi attivare l’offerta Attacco Mondiale con minuti illimitati verso tutti i numeri mobili e fissi nazionali, SMS illimitati verso tutti e 71 GB di traffico internet a soli 7.99 euro al mese. Il costo iniziale da sostenere è di 29.99 euro di cui 19.99 euro per la SIM e 10 euro di ricarica necessaria per coprire il primo mese di offerta. Per maggiori informazioni, visitate il sito ufficiale dell’operatore.

Rabona Mobile presenta l’offerta Attacco Mondiale con 70 GB Tecnoandroid

Nvidia ha creato un’intelligenza artificiale stupefacente

Wed, 12/11/2019 - 19:30

Nvidia ha creato un’intelligenza artificiale stupefacente Tecnoandroid

E se lo sviluppo di un mondo di giochi 3D fosse facile come scattare foto con il tuo telefono? I ricercatori di Nvidia hanno recentemente sviluppato un sistema di intelligenza artificiale in grado di prevedere un modello 3D completo da qualsiasi immagine 2D.

Chiamata “DIB-R“, l’IA scatta una foto di qualsiasi oggetto 2D, ad esempio l’immagine di un uccello, e predice come sarebbe in tre dimensioni. Questa previsione include illuminazione, trama e profondità.

 

Nvidia: qual è il significato della denominazione DIB-R e le considerazioni di Nvidia riguardo lo strumento

DIB-R sta per renderizzatore differenziabile basato su interpolazione, nel senso che combina ciò che “vede”, un’immagine 2D, e fa inferenze basate su una “comprensione” 3D del mondo. Ciò è sorprendentemente simile al modo in cui gli umani traducono l’input 2D dai nostri occhi in un’immagine mentale 3D.

Secondo Nvidia , questa ricerca ha numerose implicazioni per il campo della robotica: “Perché un robot autonomo possa interagire in modo sicuro ed efficiente con il proprio ambiente, deve essere in grado di percepire e comprendere ciò che lo circonda. DIB-R potrebbe potenzialmente migliorare quelle capacità di percezione della profondità“.

Con un ulteriore sviluppo i ricercatori sperano di espandere DIB-R per includere funzionalità che lo renderebbero essenzialmente un renderizzatore di realtà virtuale. Un giorno, il team spera, un tale sistema consentirà all’intelligenza artificiale di creare mondi 3D completamente immersivi in ​​millisecondi usando solo fotografie.

La capacità di rendere il mondo dalle fotografie potrebbe portare a incredibili condotte per la creazione di contenuti. Tecnologie come Google Maps potrebbe diventare più coinvolgente che mai. E, possibilmente, i creativi più abili nella fotografia o nella pittura rispetto alla programmazione e allo sviluppo potrebbero lasciare tutto lo sviluppo pesante alle macchine.

Nvidia ha creato un’intelligenza artificiale stupefacente Tecnoandroid

Pages