Tecnoandroid





MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 2 hours 24 min ago

TIM: accelerata l’accensione della fibra ottica nelle “aree bianche”

Thu, 04/02/2020 - 16:36

TIM: accelerata l’accensione della fibra ottica nelle “aree bianche” Tecnoandroid

TIM, insieme ad Infratel Italia, per affrontare al meglio l’emergenza COVID-19, stanno cercando di accelerare lo sviluppo della banda ultralarga in Italia. Il processo sta avvenendo marcando un forte impulso ai programmi di cablaggio che servono a mettere in funzione tutte le infrastrutture che permettono l’accesso alla rete pubblica in fibra ottica. Le infrastrutture sono realizzate da Infratel Italia in 8 regioni: Abruzzo, Calabria, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Sardegna e Toscana. Queste aree sono dette “bianche” e non in concessione di Infratel Italia. Ad oggi sono stati già realizzati interventi in 241 comuni, che diventeranno 310 entro maggio. Il processo metterà in attivazione oltre 1.600 nuovi cabinet.

 

TIM e Infratel Italia: i nuovi cabinet porteranno la fibra ottica in molti più comuni

L’accordo, siglato a luglio, è parte di un’iniziativa che riguarda i comuni oggetto dell’intervento con il “modello diretto“. Tale accordo ha l’obbiettivo di realizzare le reti a banda ultralarga nelle “aree bianche“. Chi beneficerà di questo progetto saranno 1 milione di cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni dei comuni interessati.

La nuova road map, stipulata da TIM e Infratel Italia, velocizza gli interventi infrastrutturali per la consegna delle dorsali in fibra ottica per quanto riguarda Infratel Italia. Inoltre, velocizza la successiva realizzazione dei rilegamenti fino agli armadi stradali e l’installazione delle componenti di elettronica da parte di TIM.

L’acquisto massiccio effettuato da TIM di infrastrutture di fibra spenta realizzate da Infratel Italia, fa parte di un progetto che rappresenta un esempio importante di sinergia tra pubblico e privato che facendo sì che si superi il digital divide nel nostro paese.

TIM sta utilizzando tali infrastrutture per portare la banda ultralarga nei comuni individuati dal progetto realizzando reti in tecnologia FTTC (saranno 653) e FTTH (15).

TIM: accelerata l’accensione della fibra ottica nelle “aree bianche” Tecnoandroid

Zoom, i dati sono al sicuro? Tra attacchi hacker e pseudo crittografia

Thu, 04/02/2020 - 16:30

Zoom, i dati sono al sicuro? Tra attacchi hacker e pseudo crittografia Tecnoandroid

Zoom è una delle tante applicazioni per effettuare video-chiamate e video-conferenze di gruppo che ha registrato un vero e proprio boom di download in queste ultime settimane, a seguito della diffusione del COVID-19 e allo scoppio della pandemia, che ha costretto milioni di persone alla quarantena domiciliare e al distanziamento sociale.

Ed è così che Zoom è divenuta, in poche settimane, uno dei principali strumenti per connettersi con amici e familiari lontani, ma anche con insegnanti, colleghi, rappresentanti, e chi più ne ha più ne metta, proponendosi come piattaforma ideale anche per l’online learning e lo smart working.

L’enorme successo e la popolarità raggiunta da Zoom, però, ha attratto numerosi criminali informatici che, non solo hanno cercato di manomettere il sistema per rubare i dati privati degli utenti, ma in alcuni casi sono anche riusciti ad intrufolarsi nelle video-conferenze in corso, provocando disturbi di vario tipo. La ricorrenza di episodi del genere avrebbe spinto Letitia James, il procuratore generale di New York, ad aprire un’inchiesta, mentre l’FBI ha deciso di lanciare un’allerta dopo aver “ricevuto numerose segnalazione di conferenze interrotte da immagini pornografiche e/o incitanti all’odio e con linguaggio minaccioso”. Si teme, tra l’altro, la presenza di alcune vulnerabilità che “potrebbero consentire ad attori terzi malevoli di ottenere accesso alle webcam degli utenti”.

Zoom, i guai non finiscono qui. Numerosi problemi di privacy

Zoom, dal canto suo, avrebbe già provveduto a risolvere alcune vulnerabilità di sicurezza, ma si dubita del fatto che le attuali procedure di sicurezza attuate dalla piattaforma siano davvero sufficienti rispetto alla sua crescita. Ma non è tutto: la settimana scorsa, infatti, il sito Motherboard ha denunciato un irregolare trasferimento di dati dall’app di Zoom a quella Facebook, che si sarebbe verificato quando gli utenti hanno deciso di effettuare il Login tramite il Social di Zuckerberg. Questo problema, però, a detta di Zoom sarebbe stato risolto lo scorso 27 Marzo.

Ci sarebbe poi il problema relativo alla crittografia end-to-end delle video-conferenze, una tecnologia che, in parole semplici, protegge il contenuto di una comunicazione rendendolo accessibile solo ai partecipanti della Chat. Zoom, però, al contrario di quanto dichiarato tra sul suo sito Web, non prevede una vera e propria crittografia end-to-end, quanto, piuttosto, la tecnologia TLS(Transport Layer Security), che protegge la connessione tra l’utente e il server di un servizio, ma che comunque consente a quest’ultimo la possibilità di accedere ai dati.

Infine, ma non meno importante, BleepingComputer ha segnalato la presenza di una vulnerabilità che permetterebbe ad un criminale informatico di sottrarre le credenziali Windows di un utente che partecipa alla Chat semplicemente cliccando su di un Link condiviso. Questo perché il Client di Zoom tratterebbe allo stesso modo sia i link ipertestuali che gli indirizzi Unc (Universal Naming Convention) utilizzati dai sistemi Windows, e che diventano, così, collegamenti cliccabili. Attraverso una serie di passaggi successivi, il criminale informatico riuscirebbe ad impossessarsi della username e della password di Windows dell’utente collegato alla Chat. Zoom potrebbe (se non lo è già) iniziare a lavorare alla risoluzione del problema in questi giorni. Intanto, per scongiurare il rischio, si consiglia di negare l’accesso a tutte le informazioni dalle Impostazioni di Sicurezza Locali di Windows.

Zoom, i dati sono al sicuro? Tra attacchi hacker e pseudo crittografia Tecnoandroid

Xiaomi pronta a realizzare una nuova famiglia di tablet Android

Thu, 04/02/2020 - 16:15

Xiaomi pronta a realizzare una nuova famiglia di tablet Android Tecnoandroid

Secondo alcuni nuovi rumor provenienti dalla Cina, sembra che Xiaomi sia intenzionata a lanciare dei nuovi dispositivi. Questa volta però non si tratta di smartphone o wearable ma di tablet.

Il settore dei tabet Android è sempre stato molto altalenante ed infatti ultimamente è stato lasciato a se stesso. I nuovi prodotti non vengono presentati spesso e di conseguenza si registrano cali nelle vendite. Tuttavia Xiaomi ha intenzione di tornare a credere nei tablet.

La conferma arriva direttamente dal Senior Product Director Li Chuangqi che ha risposto ad alcune domande sulla questione. Il Dirigente ha confermato che l’azienda ha dei piani futuri senza scendere troppo nello specifico.

I tablet per Xiaomi non sono morti!

Gli ultimi tablet di Xiaomi risalgono al “lontano” 2018 con la famiglia Mi Pad 4 composta da due device, quello base il Plus. Entrambi potevano contare su un SoC Qualcomm Snapdragon 660 affiancato da 4GB di memoria RAM. Le differenze tra i due erano nella dimensione del display e nella capienza della batteria.

Tuttavia, dal 2018, anche Xiaomi ha preferito non realizzare nuovi prodotti, almeno fino ad ora. Il motivo principale è da ricercare nella funzione principale che i tablet avevano assunto, ossia quella dedicata all’intrattenimento. La fruizione di contenti multimediali come quelli offerti da Netflix e Youtube può avvenire tranquillamente anche sugli smartphone sempre più grandi.

Questo rende i tablet tendenzialmente non necessari, al netto di altri utilizzi specifici e che variano da utente ad utente. Un caso particolare sono gli iPad di Apple che continuano a riscuotere successo ma si tratta di una serie di fattori unici e forse, irripetibili.

 

Xiaomi pronta a realizzare una nuova famiglia di tablet Android Tecnoandroid

Facebook mette in campo dei servizi per le emergenze da coronavirus

Thu, 04/02/2020 - 16:00

Facebook mette in campo dei servizi per le emergenze da coronavirus Tecnoandroid

Il social network Facebook nelle ultime settimane si è impegnato molto alla lotta alla pandemia da nuovo coronavirus. Un esempio è sicuramente l’eliminazione di tutte le pubblicità “dannose” per gli utenti, ovvero quelle che riportavano mascherine per il viso o gel disinfettanti a prezzi esorbitanti.

Secondo le ultime notizie da Menlo Park, il colosso guidato da Mark Zuckerberg avrebbe appena introdotto dei nuovi servizi per le emergenze. Questi servizi sono uno strumento per chiedere ed offrire aiuto alla propria comunità. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Facebook inserisce degli strumenti per chiedere aiuto durante questa emergenza

Il colosso ha deciso di mettere in campo un nuovo strumento per rispondere all’emergenza causata dalla pandemia da nuovo coronavirus. Il social network ha infatti appena annunciato l’attivazione del “Community Help“, servizio per le emergenze lanciato nello scorso 2017 e pensato proprio per far fronte a catastrofi naturali come incendi o terremoti.

Lo strumento in questione permetterà ai membri di una comunità di chiedere ed offrire aiuto durante l’epidemia, per esempio portando la spesa a casa o donando cibo/denaro. Lo strumento sarà attivato nei prossimi giorni in cinque paesi, Usa, Regno Unito, Francia, Canada e Australia. Per il momento l’Italia è esclusa, ma nella nota della piattaforma si può leggere che altre nazioni saranno aggiunte nelle prossime settimane.

A questo strumento si accede attraverso il Centro Informazioni sul Covid-19, una sezione informativa dedicata appositamente alla pandemia e presente sulla piattaforma in una trentina di nazioni, Italia compresa questa volta. Non ci resta quindi che attendere ancora qualche settimana per scoprire se lo strumento sbarcherà anche in Italia o meno. Sicuramente vi faremo sapere non appena riceveremo notizie.

Facebook mette in campo dei servizi per le emergenze da coronavirus Tecnoandroid

Mini-fegati stampati in 3D, ecco i primi organoidi funzionanti

Thu, 04/02/2020 - 15:30

Mini-fegati stampati in 3D, ecco i primi organoidi funzionanti Tecnoandroid

Uno studio condotto presso il Centro di ricerca sul genoma umano e sulle cellule staminali ospitato dall’Università di San Paolo, ha ottenuto risultati veramente brillanti, riuscendo per la prima volta a produrre un tessuto funzionante, in grado di espletare alcune funzioni epatiche essenziali, come la produzione di alcune proteine vitali, la conservazione di determinate vitamine e la produzione di bile.

Tale innovazione è stata possibile tramite un cocktail efficace di tecniche di bioingegneria, come la riprogrammazione cellulare, la coltivazione di cellule staminali pluripotenti e la stampa delle stesse attraverso specifiche stampanti 3D.

La metodica adoperata sulle cellule

La metodica inizia con il prelievo di cellule dal sangue, le quali una volta raccolte vanno incontro ad un processo di riprogrammazione, il quale porta ad una regressione verso lo  stato di pluripotenza, caratteristico delle cellule staminali. Una volta terminato questo processo, mediante alcuni stimoli efettori si fa differenziare la cellula in direzione di quella epatica.

Fin qui tutto nelle norma, la differenza sta nell’inclusione delle cellule nel bioinchiostro, le quali non vengono più incluse singolarmente, bensì in piccoli cluster di 10 o più cellule, proprio questo è il dettaglio più importante, poichè le cellule, se mantenute in piccoli gruppi, conservano meglio la loro funzionalità tissutale rispetto a quelle isolate.

L’intuizione è pressoché geniale, poichè questi grumi di cellule o sferoidi, sono la base funzionale di un tessuto, dal momento che la base morfologica che costituisce i tessuti funzionanti sono proprio i gruppi di cellule, non quelle isolate.

L’intero processo richiede circa 90 giorni per essere ultimato, dal prelievo di sangue fino alla creazione del tessuto funzionale e in futuro, se opportunamente sviluppato, potrebbe portare grandi benefici in campo trapianti, dal momento che si potrebbe tranquillamente creare un nuovo organo dalle stesse cellule del paziente, invece che aspettare quello di un donatore, azzerando tra l’altro anche il rischio di rigetto.

Ancora una volta abbiamo avuto dimostrazione come le interazioni tra tecnologia e medicina possano portare a sviluppi eccezionali,

Mini-fegati stampati in 3D, ecco i primi organoidi funzionanti Tecnoandroid

Amazon propone quasi gratis le offerte, in regalo anche i codici sconto

Thu, 04/02/2020 - 15:15

Amazon propone quasi gratis le offerte, in regalo anche i codici sconto Tecnoandroid

Amazon viene incontro agli utenti soprattutto in questo periodo di crisi. Le sue migliori offerte sono ancora disponibili sul sito ufficiale, anche se viene data precedenza ai beni di prima necessità. Nel caso in cui doveste trovarvi ad ordinare del cibo sul portale, questo vi verrebbe recapitato in pochissimo tempo.

Situazione diversa per quanto riguarda elettronica e tutto ciò a cui siamo abituati a fare riferimento. In quel caso potrete ugualmente acquistare ma dovrete attendere qualche giorno in più per vedervi il prodotto recapitato a casa. Per avere tutte le offerte migliori del giorno, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Qui tutti i codici sconto migliori.

 

Amazon salva gli italiani con le sue offerte e le spedizioni anticipate sui beni di prima necessità

Amazon propone quasi gratis le offerte, in regalo anche i codici sconto Tecnoandroid

Mi Band 4 e 3, l’ultimo update aggiunge una interessante feature

Thu, 04/02/2020 - 15:00

Mi Band 4 e 3, l’ultimo update aggiunge una interessante feature Tecnoandroid

Che Xiaomi possa essere considerata la regina dei warable è fuori discussione. Proprio nelle scorse ore, è arrivata la conferma che il produttore ha spedito oltre 100 milioni di device indossabili da quando ha deciso di entrare in questo mercato.

Gran parte del successo del brand è certamente dovuto ad un prodotto molto particolare che ha fatto breccia nel cuore degli utenti. Si tratta della famiglia Mi Band, i wearable low-cost che però possono vantare tutto quello di cui c’è bisogno in un device del genere.

La famiglia Mi Band è arrivata alla quarta generazione lo scorso anno ed è già in cantiere la nuova versione. Il lancio al momento non è ancora stato ufficializzato, ma possiamo aspettarci maggiori dettagli su Mi Band 5 a breve.

Mi Band 4 3 Mi Band 3 si aggiornano

Nel frattempo però Xiaomi ha rilasciato un nuovo update per Mi Band 4 e Mi Band 3, a conferma dell’elevato supporto riservato a questi device. In particolare, il firmware aggiornato introduce una nuova funzionalità al mondo Windows. Gli utenti infatti potranno utilizzare i fitness tracker per sbloccare i laptop che montano Windows 10.

Questa funzionalità era richiesta a gran voce dalla community e finalmente è disponibile. Il firmware di Mi Band 4 passa dal numero di versione V1.0.9.34 al V1.0.9.42 mentre l’app Mi Fit invece si aggiorna alla versione 4.0.17. Tra le novità dell’aggiornamento inoltre c’è il miglioramento nel conteggio dei passi che va a risolvere alcuni bug relativi ad una sovrastima. Per il momento l’update è stato rilasciato in India ma a breve dovrebbe arrivare in tutto il resto del mondo.

Mi Band 4 e 3, l’ultimo update aggiunge una interessante feature Tecnoandroid

Amazon: offerte stratosferiche con prezzi incredibilmente bassi

Thu, 04/02/2020 - 14:15

Amazon: offerte stratosferiche con prezzi incredibilmente bassi Tecnoandroid

Amazon riesce a soddisfar in tutto e per tutto gli utenti che, al giorno d’oggi almeno, sono alla ricerca di nuovi prodotti da acquistare per ogni singola evenienza. Gli sconti applicati riguardano sia categorie merceologiche a cui appartengono i beni di prima necessità, sia la tecnologia generale.

Per scoprire tutte le singole offerte e riceverle direttamente sul vostro smartphone, noi di TecnoAndroid abbiamo realizzato un canale Telegram interamente dedicato, ogni giorno elenchiamo i prezzi migliori della giornata e regaliamo anche tantissimi codici sconto gratis. Collegatevi direttamente a questo link.

Se invece siete interessati a ricevere le offerte scoprendole direttamente sul nostro sito internet, scorrete l’articolo per aprire la lista approfondita.

 

Amazon: ecco le offerte del 2 aprile 2020
  • Rotoloni Regina, confezione da 42 rotoli – prezzo di 20,93 euro al posto di 38,90 euro – LINK.
  • Swiffer Starter Kit XXL, scopa con 1 manico + 8 panni di ricambio – prezzo di 14,99 euro al posto di 16,99 euro – LINK.
  • Pompadour infuso Karkadè, 3 confezioni da 20 filtri – prezzo di 6,66 euro al posto di 8,67 euro – LINK.
  • Integratore alimentare, artiglio del diavolo da 60 capsule – prezzo di 9,65 euro al posto di 15,60 euro – LINK.
  • Shampoo Head & Shoulders anti forfora – 3 flaconi da 250ml l’uno – prezzo di 2,99 euro al pezzo LINK.
  • Crema di marroni, vasetto da 350grammi, prezzo di 3,50 euro – LINK.
  • Swiffer duster XXL kit con 1 manico e 2 ricambi – prezzo di 5,50 euro al posto di 10,06 euro – LINK.
  • Dash AllIn Pods, detersivo lavatrice in maxi formato, 3 confezioni da 39 capsule l’uno, per un totale di 117 lavaggi – prezzo di 25,99 euro al posto di 34,99 euro – LINK.
  • Caffè borbone respresso, confezione da 100 capsule perfettamente compatibili con la macchina Nespresso – prezzo di 19 euro al posto di 21 euro – LINK.

 

Amazon: offerte stratosferiche con prezzi incredibilmente bassi Tecnoandroid

SMS: la loro storia ci riporta indietro di 36 anni

Thu, 04/02/2020 - 14:00

SMS: la loro storia ci riporta indietro di 36 anni Tecnoandroid

Siamo nella nuova era. Il mezzo di comunicazione in voga è ormai solo e unicamente Whatsapp. Non esiste più l’idea di dover premere un tasto tante più volte quanto necessario per arrivare alla lettera giusta da inserire. Tantomeno sentiamo più la mancanza di non poter inviare un’immagine ad una persona cara. Siamo nella nuova era e i vecchi SMS (Short Message Service) appartengono al passato.

La storia che questi hanno fatto rimarrà per sempre nel cuore di tutti. Difatti gli SMS resteranno l’unico mezzo che non ha bisogno di essere scaricato su nessun playstore. Inoltre saranno sempre presenti, anche senza ciò che oggi definiamo “indispensabile” e mi riferisco alla connessione alla rete.

Oggi, per chi ancora non la sapesse, vogliamo parlarvene.

SMS: la storia dello Short Message Service da ieri ad oggi

L’SMS nasce nel 1984 quando l’ingegnere (che lavorava nell’azienda Nokia) Matti Makkonen, pensò di unire l’invio dei messaggi alla tecnologia mobile. Solo nel 1985 Friedhelm Hillebrand (ingegnere dello sviluppo degli SMS) arrivò alla conclusione che i messaggi dovevano avere massimo 160 caratteri in totale. Anni dopo nacquero i primi cellulari ma gli utenti che ne possedevano uno, potevano solo riceverli e non inviarli.

Da quel dì ad oggi sono cambiate molte cose, come per esempio l’abbreviazione di alcune parole o l’aggiunta di un simbolo, nonché la nascita degli emoji. Si sviluppò anche il T9 (correttore automatico), di conseguenza la tastiera QWERTY, e metodi di scrittura più veloci quali lo Swype, che si utilizza scorrendo il dito da una lettera all’altra.

 

SMS: la loro storia ci riporta indietro di 36 anni Tecnoandroid

ASUS ROG, nuova lineup di PC da gioco tra cui uno con doppio schermo

Thu, 04/02/2020 - 13:41

ASUS ROG, nuova lineup di PC da gioco tra cui uno con doppio schermo Tecnoandroid

ASUS Republic of Gamers ha annunciato una nuova serie di notebook da gioco con i nuovi processori Intel Core di decima generazione e scheda grafica NVIDIA GeForce RTX SUPER. Tra i modelli presentati, anche il nuovo Zephyrus Duo 15, che si distingue dagli altri per la presenza del ROG ScreenPad Plus, uno schermo touch-screen secondario che amplifica le opportunità del multi-tasking e rappresenta il reale valore aggiunto di questo dispositivo.

Questo secondo schermo da 14,1 pollici ha una risoluzione 4K (3840 x 1100 pixel) e si posiziona tra la tastiera del notebook e sotto il display principale, per un utilizzo più agevole. Quando il notebook viene aperto, una cerniera inclina il display secondario verso l’alto con un angolo di 13°, esponendo al tempo stesso l’Active Aerodynamic System che può in questo modo aspirare aria fresca dall’alto di Zephyrus Duo 15. Tra le specifiche chiave di questo laptop, la CPU Intel Core i9 di decima generazione, la rivoluzionaria GPU RTX 2080 SUPER di NVIDIA ed un display FHD a 300 Hz (o la variante con schermo UHD 4K con copertura Adobe RGB al 100%).

ASUS ROG Zephyrus S17, Zephyrus S15 e Zephyrus M15

ROG Zephyrus S17 dispone di un ampio display da 17,3 pollici con cornici ultra-sottili, frequenza di aggiornamento di 300 Hz e tempo di risposta grey-to-grey di 3 ms. Tutto ciò, abbinato ad una GPU RTX 2080 SUPER, una CPU Intel Core i7 di decima generazione ed una particolare tecnologia di raffreddamento AAS che apre una grande presa d’aria sotto il laptop quando questo è in uso.

Con il suo telaio ultra-compatto, la connessione Thunderbolt 3 e le dimensioni da 15 pollici, ROG Zephyrus S15 è stato definito il laptop definitivo per il giocatore in viaggio. Questo garantirà delle prestazioni strepitose grazie alla sua GPU RTX 2080 SUPER e allo schermo a 300 Hz/3 ms, con immagini fluide anche in situazioni più frenetiche.

ROG Zephyrus M15 è il modello più conveniente, disponibile in diverse configurazioni così da assecondare le necessità e le possibilità di un pubblico più vasto, a partire dagli otto core e dai 16 thread del processore Intel Core i7 di decima generazione. E’ possibile scegliere tra un pannello FHD a 240 Hz e 144 Hz e un pannello UHD a 4K, mentre le opzioni della GPU vanno dalla conveniente ma capace GeForce GTX 1660 Ti fino alla GPU RTX 2070.

ASUS ROG Strix SCAR 17 e 15, e ROG Strix G15 e G17

Oltre ciò, ASUS ROG ha presentato anche nuovi dispositivi della famiglia Strix. A partire da ROG Strix SCAR 17, un display IPS a 300 Hz, un processore Intel Core i9-10980-HK a otto core accompagnato da un massimo di 32 GB di RAM DDR4 a 3200 MHz e GPU RTX 2080 SUPER; e ROG Strix SCAR 15, più leggero e portatile, con un display da 15,6 pollici a 300 Hz, CPU Intel Core i9-10980-HK di 10° generazione e GPU RTX 2070 SUPER.

Infine, i nuovi ROG Strix G15 e G17 sono alimentati da processori Intel di 10° generazione fino a Core i7, con display a 144 Hz (disponibile anche la variante con pannello a 240 Hz) e GPU fino alla RTX 2070 SUPER.

ASUS ROG Zephyrus Duo 15 sarà disponibile in Italia al prezzo di 4.499 euro, mentre i prezzi degli altri modelli verranno comunicati successivamente, insieme alla disponibilità per il mercato italiano.

ASUS ROG, nuova lineup di PC da gioco tra cui uno con doppio schermo Tecnoandroid

Sul sito di Asus spunta un nuovo monitor, il TUF VG27H1B

Thu, 04/02/2020 - 13:30

Sul sito di Asus spunta un nuovo monitor, il TUF VG27H1B Tecnoandroid

A quanto pare Asus ha intenzione di aggiungere un nuovo monitor da gaming al suo arsenale, infatti sul sito ufficiale è apparso un nuovo monitor dedicato ai videogiocatori, nome in codice TUF VG27H1, appartenente alla gamma TUF Gaming.

Specifiche da gaming

Il nuovo monitor della gamma esordisce con un pannello curvo VA da 27 pollici e in risoluzione FullHD 1920×1080.

Il display gode della certificazione AMD FreeSync Premium, funzionalità apposita che gli consente di adattarsi a frame rate variabili durante le sessioni di gioco, oltre che necessaria dal momento che il refresh rate del display è di 165Hz.

Tra le tecnologie interessanti implementate da Asus nel monitor abbiamo Low Motion Blur, che permette di avere un tempo di risposta pari a 1ms, grazie all’accoppiata con l’adaptive sync, che permette di eliminare fastidiosi fenomeni di ghosting e tearing dell’immagine, restituendo in game immagini nitide e fluide.

In accoppiata a Low Motion Blur, abbiamo anche Shadow Boost, una tecnologia apposita che consente di migliorare l’illuminazione delle aree scure del monitor senza però sovraesporre eccessivamente le aree chiare.

In ultima istanza ma non per importanza, abbiamo montata a bordo la tecnologia Ultra-Low Blue Light, la quale viene incontro a chi vuole usare i monitor in pieno relax visivo, dal momento che tale feature porta al quasi azzeramento delle emissioni di luce blu.

Dal lato connettività abbiamo un piccolo HUB composto da un ingresso HDMI 2.0, una porta D-sub e due porte audio da 3,5mm, uno in ingresso e uno in uscita.

Osservando le caratteristiche del monitor si evince come esso sia progettato per gli amanti della fluidità nei videogiochi, dal momento che offre tutte le funzionalità a garantirla.

La data di lancio non è ancora stata esposta, ma dal momento che il monitor targato Asus è già presente sul sito, non dovrebbe mancare molto al suo rilascio.

Sul sito di Asus spunta un nuovo monitor, il TUF VG27H1B Tecnoandroid

Mascherina per proteggersi dal Coronavirus: ecco quale scegliere

Thu, 04/02/2020 - 13:20

Mascherina per proteggersi dal Coronavirus: ecco quale scegliere Tecnoandroid

La scelta della mascherina contro il Coronavirus non è da affidare al caso. Nel corso di queste settimane molti hanno ripiegato su soluzioni fai da te. Online la disinformazione ha viaggiato sulla base di considerazioni di persone che hanno confermato ancora una volta tutta una serie di fake news.

C’è chi si è ingegnato costruttore di soluzioni home-made fatte di carta forno ed addirittura di reggiseni opportunamente modificati per risultare comodi da indossare. Nulla di efficace. Ma anche nel contesto dei dispositivi di protezione individuale certificati e professionali si cade in fallo. Molte mascherine non idonee sono soltanto un placebo. Causa ansia e paura si rischia di sbagliare.

Questa guida alla scelta è essenziale per scegliere opportunamente i DPI più opportuni al caso. Nel frattempo è bene limitare le uscite all’essenziale prevenendo il contagio sulla base dei consigli diramati su Internet, in radio ed ai TG. La Protezione Civile, nel frattempo, ha creato anche una nuova applicazione da usare come riferimento per tracciare la portata dell’infezione.

 

Mascherina Coronavirus: scoperte le soluzioni per filtrare gli agenti virali che ci fanno ammalare

La curva del contagio pare abbia raggiunto il picco. Ciò significa che l’azione della quarantena sta sortendo l’effetto sperato. Come accaduto in Cina, infatti, il numero di contagi si mantiene stabile e tende ora a diminuire. Ma non bisogna commettere l’errore di considerarsi totalmente fuori pericolo. Per le uscite di casa necessarie è ancora obbligatorio usare mascherine e guanti monouso.

In relazione alle opzioni di filtro per le microparticelle è bene scegliere con oculatezza.

La mascherina antipolvere, comunemente usata in ambito edilizio, è inefficace contro il Coronavirus. Le sue particelle, infatti, sono millesimali e riescono ad oltrepassare la barriera anche per componenti multistrato.

La versione chirurgica, allo stesso modo, non è concepita per bloccare le nanoparticelle del virus. Utile in campo medico per bloccare le infezioni esterne per contatto di fluidi ma totalmente inerti di fronte a questo nuovo caso. Servono per proteggere le persone nei dintorni nell’ipotesi in cui si abbia riscontro positivo sulla malattia, ma non noi se stessi.

La mascherina FFP2 – FFP3, invece, fa proprio al caso nostro. Provvista di apposito sistema avanzato di filtro blocca l’inalazione delle microparticelle impedendo al virus di passare. La guarnizione, adeguatamente predisposta, espelle la componente dannosa evitando il contatto diretto con gli agenti patogeni. Preserva quindi lo stato di salute di tutte le persone, noi compresi.

Mascherina per proteggersi dal Coronavirus: ecco quale scegliere Tecnoandroid

Fastweb Mobile affronta la concorrenza con il rinnovo dell’offerta da 30GB

Thu, 04/02/2020 - 13:10

Fastweb Mobile affronta la concorrenza con il rinnovo dell’offerta da 30GB Tecnoandroid

Le offerte che possono invogliare i consumatori in questo momento devono includere un prezzo mensile molto attraente. Un’offerta di questo genere appartiene a Fastweb Mobile, il noto operatore virtuale che si appoggia a Tim.

L’offerta in questione è presente attualmente online attraverso la seguente pagina ufficiale. L’attivazione è aperta fino al prossimo 7 aprile, salvo nuove proroghe, e tende a coinvolgere tutti i clienti che vogliono cambiare il proprio operatore telefonico. Quindi, coloro che provengono da Tim, Vodafone, Wind, 3, Iliad e qualsiasi operatore virtuale, possono optare all’attivazione di quest’offerta.

 

Fastweb Mobile: rinnovata l’offerta anche ad aprile

Chi sceglie l’attivazione online può usufruire di diverse promozioni ed alcune riguardano il lato economico. Infatti, non è presente nessun costo di attivazione così come la sim che non prevede nessuna spesa. Naturalmente, eseguendo l’ordine online la sim verrà spedita a domicilio ed anche in questo caso il costo sarà gratuito.

I clienti devono affrontare un costo mensile pari a 9,95 Euro per ricorrere all’uso delle seguenti soglie: minuti illimitati verso qualsiasi numero nazionale fisso-mobile senza scatto alla risposta e 30 giga di traffico dati in velocità massima 4G.

Chi non vuole eseguire la procedura online, può interfacciarsi con il servizio ‘Ti richiamiamo noi’ oppure chiamando il numero 146.

Oltre alle convenienza economische, i clienti beneficeranno anche di qualche servizio gratuito come la segreteria telefonica, il controllo del credito residuo, lo scatto alla risposta e l’assistenza clienti MyFastweb.

Non sappiamo se ci saranno delle proroghe, al momento l’offerta rimane attiva fino al prossimo 7 aprile, quindi il nostro consiglio è di velocizzarsi per chi è interessato.

 

Fastweb Mobile affronta la concorrenza con il rinnovo dell’offerta da 30GB Tecnoandroid

Zoom finisce sotto inchiesta, l’app non è sicura e la privacy è a rischio

Thu, 04/02/2020 - 13:10

Zoom finisce sotto inchiesta, l’app non è sicura e la privacy è a rischio Tecnoandroid

In questo periodo di emergenza hanno spopolato le applicazioni utili allo smart-working e l’e-learning, in grado di erogare servizi di video-call e condivisione di materiale, tra cui proprio Zoom.

Zoom è una applicazione creata per effettuare videoconferenze e dirette live e a seguito della pandemia, ha avuto un enorme incremento di utenza, dovuto proprio all’incredibile aumento di lavoratori e studenti che hanno iniziato a svolgere le proprie attività da casa.

La tanto discussa app ha preso i riflettori di un inchiesta a causa di alcuni problemi di sicurezza che la stanno martoriando.

Hackeraggi e Zoom Bombing

L’applicazione di per se non godeva di buona fama tra gli utenti, infatti in molti non si fidavano della condivisione dei dati personali con Facebook, poi sono arrivati i primi hackeraggi.

Infatti i malintenzionati hanno hackerato le varie videoconferenze e iniziato a diffondere in diretta video immagini violente, con contenuti poco gradevoli e illegali, lo “Zoom Bombing

Ovviamente l’applicazione ha iniziato ad essere bersagliata da numerosissime segnalazioni in rete, di cui la più recente e gravosa è quella inerente la University of Texas, ad Austin, la quale durante una videoconferenza organizzata dall’Herman Sweatt Center for Black Males, in favore degli studenti afroamericani, ha subito un attacco sotto forma di immagini razziste inserite appositamente.

Proprio a causa di questi sviluppi, l’FBI e il procuratore generale di New York hanno deciso di aprire un’inchiesta, analizzando i problemi di cui soffre l’applicazione e intimando, all’azienda che la gestisce, di risolvere la più presto le falle di sicurezza presenti nella piattaforma.

Un duro colpo per Zoom, che proprio in questo periodo stava prosperando, con un valore in borsa pressoché raddoppiato, ora non resta che aspettare i prossimi aggiornamenti della piattaforma, sperando che i programmatori rimuovano tutte le falle nella sicurezza.

Zoom finisce sotto inchiesta, l’app non è sicura e la privacy è a rischio Tecnoandroid

Coronavirus: ecco il link Telegram per seguire le novità dal telefono

Thu, 04/02/2020 - 13:05

Coronavirus: ecco il link Telegram per seguire le novità dal telefono Tecnoandroid

Con il dilagare di fake news per il Coronavirus c’è l’impellente necessità di ottenere informazioni aggiornate. Un nuovo canale Telegram è in grado di fare chiarezza sulle novità in tempo reale del contagio.

In rete la disinformazione viaggia veloce e spesso non c’è tempo per aspettare il resoconto dei TG ed il bollettino quotidiano diffuso in serata dalla Protezione Civile. Insieme alla nuova app per il tracking del virus è arrivato il link inedito che garantisce accesso gratuito al rispettivo canale informativo su Telegram Messenger da dispositivi Android, iOS e Personal Computer.

 

Telegram informa sul Coronavirus: come accedere al canale sul virus con info in tempo reale

Siamo in quarantena. Il centro del nostro mondo è diventato Internet in ogni sua sfaccettatura. Lo utilizziamo per giocare e mantenere i contatti ma non possiamo avere occhi bendati di fronte ad un problema che sta mettendo in ginocchio l’umanità. Le info sul Coronavirus sono all’apice dell’attenzione con milioni di italiani sintonizzati sul Digitale Terrestre ed in radio.

A partire da oggi il link https://t.me/notizie19 si aggiunge al novero delle possibilità per la consultazione delle notizie aggiornate sullo stato del contagio in Italia. Offre il meglio dell’informazione in una sorta di hub con aggiornamenti minuto per minuto. Anticipa i telegiornali e spazia su vari temi. Dallo stato dell’infezione ai vari decreti propone il meglio delle news. Proroghe, approvazioni governative e leggi imposte a tutela della salute pubblica sono solo alcune delle tematiche essenziali.

Oltretutto troveremo anche il bollettino che ingloba le info sul numero di morti e persone contagiate/guarite. Contestualmente si propone anche il numero totale degli infetti con dettagli circa le persone in terapia intensiva, asintomatiche e costrette alla quarantena.

Coronavirus: ecco il link Telegram per seguire le novità dal telefono Tecnoandroid

GTA 6: dopo anni il videogioco ritorna con una nuova versione

Thu, 04/02/2020 - 13:00

GTA 6: dopo anni il videogioco ritorna con una nuova versione Tecnoandroid

Il 21 ottobre del 1997 nasceva GTA (Grand Theft Auto), all’ora compatibile esclusivamente con Playstation e Microsoft Window. Ad oggi questa è una delle saghe videoludiche più famose di sempre: al 2016 ha venduto in totale più di 250 milioni di copie nel mondo, rendendola quarta tra le serie più comprate della storia dopo Pokémon, Mario e Tetris.

GTA è il videogioco ideale per coloro che volessero vivere una vita sregolata e ai limiti della legalità. Infatti all’interno di esso vi ritroverete a poter rapinare, picchiare e uccidere chiunque, ma soprattutto vi sarà “consentito” rubare delle auto (da qui nasce il nome del gioco).

Grazie alla notizia di un presunto gamer che ha potuto provare e sperimentare la sesta parte di GTA su PlayStation 5, sappiamo che si aggiungerà un nuovo capitolo diventando così il sesto di una lunga serie.

GTA 6, secondo quanto detto dall’uomo, presenterà un open world formato da due grandi città immaginarie: Carcer City e Vice City (entrambe ispirate dalla East Cost negli USA). Queste saranno intervallate da scenari di campi coltivati, cittadine, paludi ecc..

GTA 6: tutte le novità sul gioco “criminale”

Il “tester” ha inoltre rivelato che ci sarà maggiore realismo nelle condizioni climatiche e si useranno gli aerei per spostarsi di città in città.

Inoltre ha detto di aver provato diversi personaggi nello sviluppo di missioni con trama più aperta e molteplici conclusioni.

Anche gli avversari subiranno un restyling. La polizia, per esempio, sarà più organizzata nel catturarvi, utilizzando metodi realistici ed efficienti negli scontri a fuoco.

Al momento nulla è certo ma ci basiamo su informazioni fornite da un presunto gamer su Reddit.

Staremo a vedere!

GTA 6: dopo anni il videogioco ritorna con una nuova versione Tecnoandroid

WindTre propone fino a 150 GB a 7.99 euro al mese ad alcuni utenti

Thu, 04/02/2020 - 12:40

WindTre propone fino a 150 GB a 7.99 euro al mese ad alcuni utenti Tecnoandroid

Il nuovo brand unico WindTre, a partire dallo scorso 1° aprile 2020 ha cominciato a proporre, ad alcuni utenti, delle offerte personalizzate della gamma Mia Plus, con un bundle di dati che può raggiungere i 150 GB a soli 7.99 euro al mese.

Più precisamente, gli utenti coinvolti sono quelli dell’ex brand Wind, che potranno quindi approfittare di queste nuove offerte. Scopriamo insieme tutti i dettagli di quest’ultime.

 

WindTre propone fino a 150 GB di traffico a soli 7.99 euro al mese

Nelle scorse settimane l’operatore si è voluto dedicare ad alcune offerte rivolte agli ex clienti del brand 3 Italia, oggi finalmente è il turno degli ex clienti Wind. Le offerte in questione vengono proposte solamente ad alcuni ex clienti Wind ricaricabili selezionati, con pagamento di un telefono in scadenza o già scaduto. Le offerte, fino a nuova comunicazione, saranno disponibili fino al prossimo 20 aprile 2020.

Tutte le varianti di queste offerte personalizzate per i già clienti, comprendono minuti illimitati verso tutti i numeri mobili e fissi nazionali e 500 SMS verso tutti. Mentre il bundle di Giga varierà a seconda del prezzo offerto. Per i già clienti provenienti dall’ex brand Wind, sono disponibili ben 6 offerte: MIA 20 Plus, MIA 40 Plus, MIA 50 Plus, MIA 60 Plus 11.99, MIA 60 Plus 12.99, MIA 80 Plus, MIA 100 Plus E MIA 150 Plus.

Il numero di Giga è menzionato all’interno del nome dell’offerta, rispettivamente con i numeri 20, 40, 60 etc. L’offerta base, con 20 GB di traffico internet ha un costo di 7.99 euro al mese, mentre quella più ricca, con 150 GB di traffico internet ha un costo di 19.99 euro al mese. Il costo di attivazione è di 4.99 euro una tantum per la MIA 20 Plus e la MIA 40. Tutte le altre offerte invece hanno un costo di attivazione di 0 euro con offerta attiva 24 mesi. Per maggiori informazioni o per scoprire tutte le offerte di aprile, visitate il sito ufficiale dell’operatore.

WindTre propone fino a 150 GB a 7.99 euro al mese ad alcuni utenti Tecnoandroid

UV-C: i raggi ultravioletti che combattono il Coronavirus

Thu, 04/02/2020 - 12:35

UV-C: i raggi ultravioletti che combattono il Coronavirus Tecnoandroid

Il Coronavirus sta continuando a spaventare tutto il mondo causando decine di migliaia di morti al giorno, nonché incrementando in maniera vertiginosa il numero di contagi. Uno dei metodi adottati dai comuni per combatterlo consiste nella sanificazione delle strade e della aree, i raggi UVC potrebbe essere la tecnologia che ci salverà dalla malattia.

La luce ultravioletta rappresenta un intervallo della radiazione elettromagnetica non visibile dall’occhio umano, data una lunghezza d’onda leggermente inferiore rispetto alle nostre possibilità, ma comunque superiore ai cosiddetti raggi X.

La banda d’interesse per la sanificazione è la cosiddetta UV-C (oscillante tra 200 e 280 millimetri), molto importante perché presenta un contenuto energetico decisamente elevato, in grado di distruggere completamente i batteri, promettendo una disinfestazione ed una igienizzazione del 99,9%.

 

Raggi UVC: la cura contro il Coronavirus?

raggi UVC sarebbero decisamente distruttivi per la struttura del DNA dei funghi, spore, batteria, acari e muffe, andando difatti a danneggiare il loro apparato riproduttivo, impedendone a tutti gli effetti la proliferazione. Di conseguenza sono ampiamente utilizzati per gli effetti germicidi dalle principali realtà che si occupano della sanificazione di ambienti precedentemente infestati, anche proprio dal Coronavirus.

Questa tecnologia potrebbe essere uno dei mezzi più rapidi per distruggere e debellare un virus che al giorno d’oggi ha causato troppe morti e per il quale purtroppo la risoluzione sembra essere molto lontana, rispetto a quanto effettivamente avremmo anche solo lontanamente sperato. Il vaccino lo stanno testando, ma prima di poterlo approvare, e poi produrre su larga scala, passeranno ancora mesi, se non più di un anno.

UV-C: i raggi ultravioletti che combattono il Coronavirus Tecnoandroid

TIM, per i nuovi clienti TIMvision è in regalo con quest’offerta

Thu, 04/02/2020 - 12:30

TIM, per i nuovi clienti TIMvision è in regalo con quest’offerta Tecnoandroid

Nel mese di aprile continuano le grandi offerte di TIM per tutti i suoi nuovi abbonati. Già durante le scorse settimane, abbiamo sottolineato come il gestore nazionale sia sempre più impegnato nel garantire al suo pubblico promozioni non soltanto dedicate al mondo della telefonia, ma anche spinte verso il settore dell’intrattenimento.

 

TIM offre TIMvision in regalo e Chromecast a prezzo scontato

Una delle migliori iniziative del momento, ad esempio, è quella di Disney+. Tutti coloro che hanno un piano di visione con TIMvision possono accedere al servizio streaming di casa Disney ad un costo scontato di 3 euro al mese, anziché 5,99 euro.

Sempre legato a TIMvision è un ulteriore omaggio messo a disposizione da TIM per i suoi clienti. Attraverso il portale TIMparty, tutti coloro che risultano essere utenti del provider da almeno un anno potranno sottoscrivere un abbonamento alla piattaforma streaming per tre mesi completamente a costo zero. 

Questa promozione è legata ad un’ulteriore iniziativa, l’acquisto di una Chromecast. Sempre sul sito di TIMparty, infatti, sarà possibile acquistare il dispositivo di Google al costo scontato di 32 euro invece del prezzo pieno di 39 euro. 

Solo chi acquista la Chromecast su TIMparty potrà beneficiare dei tre mesi di canone gratuito per TIMvision. Al termine dei tre mesi promozionali, il costo del servizio streaming sarà quello standard di 5 euro ogni trenta giorni. La promozione è valida sino al prossimo 28 Aprile. 

Con Chromecast, è bene sottolineare, oltre alla presenza di TIMvision gli utenti potranno accedere – via smartphone – a tante altre app di genere come Infinity, NOW TV, YouTube.

TIM, per i nuovi clienti TIMvision è in regalo con quest’offerta Tecnoandroid

ho Mobile: ecco le offerte dedicate ai clienti Iliad e MVNO

Thu, 04/02/2020 - 12:10

ho Mobile: ecco le offerte dedicate ai clienti Iliad e MVNO Tecnoandroid

L’operatore virtuale di Vodafone, ho Mobile, propone le sue migliori offerte ai nuovi clienti che procedono con il trasferimento del numero dal gestore francese Iliad o da uno dei vari operatori virtuali, tra cui Fastweb e CoopVoce. I clienti in questione hanno a disposizione, infatti, due promozioni disponibili rispettivamente a 4,99 euro al mese e 5,99 euro al mese.

Passa a ho Mobile: ecco le offerte rivolte ai clienti Iliad e MVNO!

 

I clienti che effettuano il trasferimento del numero da Iliad o MVNO a ho Mobile hanno a disposizione due offerte: l’offerta ho. 4.99€ e l’offerta ho. 5.99€. L’attivazione in entrambi i casi può essere effettuata tramite il sito ufficiale del gestore o recandosi in uno dei punti vendita ho. Mobile. I clienti che procedono con l’attivazione utilizzando il sito ufficiale possono decidere di ricevere la nuova SIM tramite corriere, senza sostenere costi di spedizione; oppure, di effettuare il ritiro presso una delle numerose edicole convenzionate.

Offerta ho. 4.99€

L’offerta ho. 4.99€ permette di ricevere ogni mese: minuti illimitati verso tutti i numeri ed SMS illimitati verso tutti i numeri. I clienti non andranno incontro ad alcun costo extra, quindi ogni mese sarà prevista esclusivamente la spesa riguardante il rinnovo, pari a 4,99 euro al mese.

Offerta ho. 5.99€

L’offerta ho. 5.99€ è senza alcun dubbio la migliore promozione tra quelle presenti in listino i clienti che procedono con l’attivazione, infatti, possono ricevere: minuti illimitati verso tutti i numeri, SMS illimitati verso tutti i numeri e 70 GB di traffico dati in 4G Basic. Il costo previsto per il rinnovo ammonta a soli 5,99 euro al mese.

ho Mobile: ecco le offerte dedicate ai clienti Iliad e MVNO Tecnoandroid

Pages