Tecnoandroid

Condividi su:


MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 2 hours 28 min ago

SIM: ora è record per questi speciali modelli di TIM, WindTre e Vodafone

10 hours 27 min ago

SIM: ora è record per questi speciali modelli di TIM, WindTre e Vodafone Tecnoandroid

Che le SIM Card non siano tutte uguali non ci sono dubbi. Ma non stiamo parlando di formati come, ad esempio, l’inedito nuSIM scoperto poche ore fa da questo indirizzo. Il contesto è diverso e si lega alle componenti Top e Gold correlate ai numeri degli operatori TIM, Wind e 3 Italia (ora unificatesi in WindTre) e Vodafone.

Un recente servizio lanciato in TV da “Le Iene” ha reso bene l’idea del valore record che alcuni speciali supporti possono avere. Argomento potenziato anche dal riscontro fornito dal nostro intervistato detentore di numeri speciali. Perché sono proprio questi a decretare l’unicità delle schede telefoniche. Alcune combinazioni valgono molto più di altre. Ecco il punto di partenza per quello che è divenuto un vero e proprio business.

 

SIM da record: ecco quelle con i numeri che tutti vorrebbero

Li cercano aziende, piccoli imprenditori, professionisti, personalità del mondo della moda e dello spettacolo. Sono le SIM Top e Gold per le quali si è avuto uno stralcio del valore di mercato nel corso di una recente asta che ha maturato i seguenti guadagni a favore dell’Istituto Nazionale per la lotta ai Tumori.

  • 339 YYXXXXX – TIM ha devoluto 2’210 euro con questo numero.
  • 33Y XXXXXXX – TIM ha devoluto 8’600 euro con questo numero.
  • 342 XXXXXYY – Vodafone è riuscita a donare 1’920 euro con la vendita di questo numero.
  • 320 XYZYZYZ – Wind è riuscita a donare 856 euro con la vendita del numero.
  • 393 XY9XXY9 – 3 Italia ha donato 343 euro.

Si tenga in considerazione il fatto che si tratta soltanto del punto di ingresso. Sceicchi, grosse società per azioni e pesino calciatori sono disposti a spendere milioni di euro per entrare in possesso di numeri facili da ricordare. Tante più cifre si ripetono e tanto più è semplice trovare qualcuno nei forum che scelga di ricambiare la vostra scheda con una somma decisamente molto importante.

SIM: ora è record per questi speciali modelli di TIM, WindTre e Vodafone Tecnoandroid

Equitalia: debiti annullati per gli evasori, addio multe e bollo auto

10 hours 32 min ago

Equitalia: debiti annullati per gli evasori, addio multe e bollo auto Tecnoandroid

Come tutti sanno, Equitalia oggi è parte integrante dell’organismo Agenzia delle Entrate e, a quanto pare, sembra aver preso una decisione molto importante per quanto concerne la gestione del trattamento finanziario nei confronti dei contribuenti. Successivamente ad una sentenza decretata dalla Corte di Cassazione, si è andato verso un annullamento coatto di tutti i debiti inevasi che vanno dal 2000 al 2010. Ovviamente tutto ciò non poteva che causare un marasma incredibile, essendo che molte persone hanno pagato le tasse sempre ed in tempo. Dunque, nell’archivio di Equitalia ci vanno a finire un’infinità di tasse, tra cui gli interessi di mora contestati dal Fisco ai clienti che sono stati chiamati per pagare le cartelle esattoriali riguardanti multe e bollo auto. Questo, però, non sembra voler dire che coloro che non hanno pagato dormono sogni tranquilli definitivamente. Scopriamo di seguito cosa sta succedendo.

 

 

Addio debiti: nulla da pagare ad Equitalia dopo la chiusura delle cartelle esattoriali

Secondo quanto stabilito dalla nuova Ordinanza n. 28072/2019ci sarà l’accantonamento delle posizioni debitorie di determinate persone e questa decisione non sarà annullata. Come accennato prima, la decisione è stata contestata da molti, ma accolta da alcune cariche istituzionali. Tra queste non sembra esserci il Premier Giuseppe Conte che ha commentato così la vicenda:

“Ciò crea un precedente per eventuali future problematiche legate alla gestione dei capitali. Soprassedere sulla questione debiti consente l’incentivazione del reato. Tutto ciò attua un ammanco dei capitali dello Stato ed un precedente importante nella gestione della Pubblica Amministrazione”.

Dunque, gli evasori fiscali, oltre ad esultare liberamente, riceveranno anche un bonus di 1.000 euro per colmare alcuni dei loro debiti inevasi. Purtroppo la decisione è stata presa e non c’è nulla da fare, Equitalia ha stabilito che così doveva essere, e così sarà.

Equitalia: debiti annullati per gli evasori, addio multe e bollo auto Tecnoandroid

Sanità sotto attacco: sempre più numerosi e dispendiosi i data breach

10 hours 38 min ago

Sanità sotto attacco: sempre più numerosi e dispendiosi i data breach Tecnoandroid

Negli ultimi anni i cosiddetti data breach hanno avuto una vera e propria impennata in qualsiasi ambito. Ormai i nostri dati personali rappresentano una vera e propria miniera d’oro per gli hacker di tutto il mondo, e per questo motivo, quelle aziende che proteggono meno i propri sistemi, sono soggette ad attacchi sempre più frequenti.

Se le scuole sono uno degli enti più attaccati per rubare i dati personali, l’ambito sanitario è quello senza dubbio più colpito e maggiormente danneggiato da questa problematica. La fotografia di questa situazione emerge da un paper, “Cost of a Data Breach Report 2020”, commissionato da Ibm al Ponemon Institute. Ma vediamo quali sono le conseguenze dopo un attacco di questo tipo.

 

Milioni di euro di perdite per ogni attacco in ambito sanitario

Come spiegato nel paper, un data breach in ambito sanitario ha delle conseguenze a dir poco disastrose. Una situazione che risulta decisamente peggiore negli Stati Uniti, in cui ogni attacco costa in media circa 8,64 milioni di dollari. In Europa la situazione è ugualmente grave: prima la Germania, ma in Italia la media è di 7,13 milioni dollari. Cifre spaventose, che rispetto alla media mondiale di 3,86 milioni di dollari, rappresenta quasi il doppio del danno.

Inoltre, ad aggravare ancora di più la situazione, troviamo un altro dato negativo: le tempistiche per scoprire di aver subito un attacco di questo tipo sono in media di più di 300 giorni. Un periodo decisamente esteso, che rende il settore sanitario il peggiore e il più colpito in questo ambito.

Sanità sotto attacco: sempre più numerosi e dispendiosi i data breach Tecnoandroid

Canone Rai e bollo auto, arrivano le news che stavamo aspettando

10 hours 43 min ago

Canone Rai e bollo auto, arrivano le news che stavamo aspettando Tecnoandroid

Gli italiani ovviamente in quanto cittadini di uno Stato, sono obbligati a corrispondere un certo quantitativo di tasse ogni mese e quindi ogni anno, tra queste tasse, necessarie ovviamente a garantire il funzionamento corretto di ogni tipologia di servizio.

Tra le tante tasse, due fra quelle pagate più malvolentieri sono sicuramente il Bollo Auto e il Canone Rai, ritenute ingiuste poichè sostanzialmente la prima obbliga a pagare per il possesso di un bene acquistato interamente di tasca nostra, mentre la seconda porta a pagare un servizio che nessuno ha direttamente richiesto direttamente sulla bolletta dell’energia elettrica, fattore che ovviamente contribuisce a incrementare gli importi a fine mese.

Ultimamente però hanno iniziato a circolare numerose news in merito ad una possibile abolizione di suddette tasse, cosa che ha ovviamente creato uno stato di agitazione nella popolazione, dal momento che si prospetterebbe un cambiamento epocale dal punto di vista fiscale.

Cosa accadrà realmente ?

Nonostante le numerosi voci circolate, siamo abbastanza sicuri che un taglio di quelle due imposte non arriverà, ne oggi ne mai, l’Italia si trova ad uscire da un periodo economicamente molto compromettente e ridurre un’entrata così importante sarebbe a dir poco deleterio per tutto lo Stato.

Il Canone Rai e il Bollo quindi continueranno per lungo tempo a riempire gli importi a fine mese da pagare, con il primo che può essere eliminato solo in alcuni casi in cui è prevista un’esenzione.

Tra questi abbiamo la situazione in cui un utente non abbia nessun apparecchio televisivo funzionante nella propria abitazione, oppure con soggetti con oltre 75 anni che dichiarino di non godere (insieme al proprio coniuge) di un reddito annuo superiore a 8.000€, solo in questi casi si è esonerati, altrimenti dovrete continuare a pagare.

Canone Rai e bollo auto, arrivano le news che stavamo aspettando Tecnoandroid

Invece di buttare il tuo vecchio SMARTPHONE usalo per fare tutto questo

10 hours 48 min ago

Invece di buttare il tuo vecchio SMARTPHONE usalo per fare tutto questo Tecnoandroid

Pensi che il tuo vecchio smartphone sia da buttare. Non resisti alla tentazione di sfoderare le potenzialità tecnico-stilistiche di un nuovo Galaxy Fold con display e fotocamere di ultima generazione. Niente e nessuno può farti cambiare idea. Ma con un minimo di creatività ed astuzia è possibile riciclare telefoni donandogli una seconda vita. Non te ne pentirai. Ecco cosa puoi fare con un catorcio che sembra inservibile.

 

Idee per riutilizzare uno smartphone apparentemente morto
  • Telecomando Universale: se provvisto di LED infrarosso il nostro telefono può essere usato per comandare TV, condizionatori d’aria e molti altri elettrodomestici. In mancanza di tale componente è comunque possibile interfacciare il dispositivo come telecomando  su rete WiFi con l’uso di apposite app come IR Universal Remote per Android o AnyMote Smart Universal Remote per iPhone. Utile per comandare Chromecast ed il player di Netflix, Youtube ed Amazon Prime Video.
  • Trackpad per PC: grazie ad app come Unified Remote per Android ed iOS si può trasformare lo schermo del telefono in un trackpad wireless con pulsanti integrati in stile mouse.
  • Display Remoto: Chrome Remote Desktop compatibile su PC, Mac o Linux consente di accedere ai file del PC tramite Internet. Utile per ottenere la visione dei contenuti su PC a distanza.
  • Videocamera di sorveglianzaIP Webcam può trasformare il tuo dispositivo in un occhio vigile sulle attività domestiche. Sfrutta i sensori per rilevare il movimento e registra ogni spostamento in tempo reale scattando foto e registrando video.
  • Hotspot: con l’uso di una SIM Card possiamo trasformare il telefono in un modem portatile. Ormai ogni offerta prevede il tethering gratuito. Perché non usarlo in caso di problemi alla linea di casa?
  • Console da gioco: Se l’hardware lo consente il dispositivo può diventare un parco giochi con emulatori ed app dedicate.
  • Portafoto digitale: un tablet o smartphone con display di grandi dimensioni può diventare un ottimo portafoto innovativo. Sincronizza i contenuti con Google Foto e realizza le tue slideshow.
  • Lettore di eBook: anche in questo caso è consigliabile uno schermo con almeno 6 pollici di diagonale. App come Amazon Kindle tornano utili per creare la propria biblioteca digitale da portare sempre con sé in ogni momento.
  • Cruscotto Auto Multimediale: Un moderno infotainment a costo zero. App come Android Auto ed Apple CarPlay trasformano un vecchio telefono in un poderoso centro di comando mobile per le attività fuori porta. Basta un porta-cellulare da auto ed il gioco è fatto.
  • Assistente cuoco: uno smartphone in cucina può assisterti in svariate attività. Valido come timer per impostare le scadenze di cottura o anche come ricettario grazie a numerose applicazioni creative. Con l’uso dei comandi vocali, inoltre, non dovrai alzare nemmeno un dito.
  • Chiamate di emergenza: Anche senza SIM un vecchio telefono consente di effettuare chiamate di emergenza. In casi di estrema necessità potrebbe salvarvi la vita.
  • Lettore Audio: se provvisto di un ottimo DAC Audio il tuo vecchio telefono può trasformarsi in un lettore di file di ogni tipo ed ogni qualità. Collegaci un paio di cuffie e portalo con te al mare, in montagna o durante una corsa.

Invece di buttare il tuo vecchio SMARTPHONE usalo per fare tutto questo Tecnoandroid

TIM, altra pessima notizia: ad Ottobre costi mensili in aumento

10 hours 52 min ago

TIM, altra pessima notizia: ad Ottobre costi mensili in aumento Tecnoandroid

Le settimane estive hanno rappresentato per alcuni clienti di TIM la linea di confine verso nuove rimodulazioni di prezzo. Il provider italiano ha deciso di cambiare il prezzo di alcune sue tariffe e per alcuni clienti ci sono ora nuovi listini e nuove soglie di consumo per le ricaricabili.

Ulteriore cambiamento di TIM è quello per i clienti che utilizzano una scheda SIM senza avere però una ricaricabile associata. Per questa fascia di pubblico è ora previsto un costo extra e fisso di 2 euro ogni trenta giorni.

 

TIM, i cambiamenti di prezzo autunnali per la telefonia fissa.

Come evidente, sino a questo momento, il provider si è concentrato solo sulle tariffe di telefonia mobile. Per l’autunno, invece, le cose si metteranno in maniera diversa dato che TIM presenta importanti cambiamenti anche per alcuni abbonati con profilo di telefonia fissa. A fare molta attenzione devono essere, in maniera particolare, i clienti che si servono di queste promozioni: Tutto Voce, Tutto Voce Special Tutto Voce Senza limiti. 

I clienti selezionati da TIM con queste offerte ed interessati dalla rimodulazione dei costi dovranno corrispondere un costo aggiuntivo di 2 euro rispetto agli attuali costi. A fronte del nuovo prezzo mensile, non sono previsti cambi per i consumi. La modifica dei listini di TIM sarà effettiva a partire dal prossimo 1 Ottobre. Sino al giorno prima – il 30 Settembre – ai clienti interessati sarà garantita la possibilità di effettuare disdetta gratuita del proprio profilo. Ovviamente tutti gli abbonati già sono stati informati delle modifiche dal gestore italiano.

TIM, altra pessima notizia: ad Ottobre costi mensili in aumento Tecnoandroid

Messaggi anonimi: come inviarli con i vari operatori telefonici

10 hours 57 min ago

Messaggi anonimi: come inviarli con i vari operatori telefonici Tecnoandroid

Oggi tutti hanno bisogno di una connessione Internet ottimale per connettersi con il mondo. Lo scambio di messaggi fa letteralmente da padrone in questo campo e le app di messaggistica come WhatsApp e Telegram si posizionano sul podio di quelle più utilizzate in assoluto. Tuttavia, queste due app non sembrano fornire una funzione gradita ad alcuni utenti, ovvero i messaggi anonimi. Questa situazione è data dal fatto che le due app sono trasparenti in termini di identità, dunque non c’è alcun modo di inviare messaggi senza mostrare il nostro nome. Fortunatamente per qualcuno, i vari operatori telefonici, come TIM, Wind, Tre e Vodafone, offrono la possibilità di usufruire di questa funzione. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa ci occorre fare. Messaggi anonimi: ogni operatore ha il suo metodo differente Messaggi anonimi con TIM

Già da molto tempo, l’operatore telefonico più ambito in Italia TIM dà la possibilità ai propri utenti di poter inviare dei messaggi completamente anonimi molto velocemente ed in sicurezza. Per avvalerci del servizio dobbiamo servirci del seguente codice:

ANON_NUMERODELDESTINATARIO_testo

Il messaggio dovrà essere mandato al numero 44933 e non al destinatario. Questo si occuperà di smistarlo al destinatario in forma anonima. Il costo del singolo messaggio sarà di 30 centesimi.

Messaggi segreti con Wind

L’operatore arancione mette a disposizione per gli utenti questa funzione ad un prezzo addirittura più basso: 15 centesimi per messaggio. Per farlo bisognerà digitare nella casella di testo il seguente codice:

*k_k#s_testo

Inoltre, Wind dà la possibilità di inviare SMS tramite un nickname qualunque, scelto appositamente da chi invia il messaggio. Ecco il codice da inserire:

k_k#nickname_testo

Messaggi segreti con 3 Italia

Infine, anche 3 Italia ti consente di inviare messaggi completamente anonimi. Ecco come fare:

NUMERODELDESTINATARIO_testo

Anche in questo caso il messaggio va inviato ad un altro numero, che è il 48383. Il costo del messaggio qui è decisamente più alto, si parla 50 centesimi ogni messaggio.

Messaggi segreti con Vodafone

Infine, concludiamo con Vodafone. L’operatore rosso ci consente messaggi anonimi inserendo il seguente codice nella casella di testo:

S_NUMERODELDESTINATARIO_testo

Il messaggio dovrà essere inviato al 4895894, e questo si occuperà di inoltrarlo al destinatario pagando 50 centesimi.

Messaggi anonimi: come inviarli con i vari operatori telefonici Tecnoandroid

Scandalo auto difettose: non solo Volvo ora anche Renault, Ford ed altri

11 hours 3 min ago

Scandalo auto difettose: non solo Volvo ora anche Renault, Ford ed altri Tecnoandroid

Problemi con la tua automobile? Può darsi che tu rientri nel contesto di un recente scandalo che dopo Volvo ha coinvolto anche migliaia di possessori di vetture a marchio Renault, Ford, Honda e Toyota. Si riportano specifici malfunzionamenti che vanno da semplici bug passabili a veri e propri dilemmi che rischiano di lasciarti a piedi per strada. Ci sono le liste nere da consultare per scoprire se la tua quattro ruote debba fare rientro dal concessionario per la manutenzione straordinaria.

 

Auto difettose: sono uno scandalo quelle delle liste Renault e Ford, ora ci si mettono anche Toyota ed Honda dopo il richiamo di Volvo

Sono ben 400.000 le auto difettose appartenenti ad utenti Renault e sue succursali. Il problema consiste nella rottura del motore. Sappiamo bene che è una doccia fredda ma la rilevata avaria di olio può causare la rottura degli organi meccanici con conseguente danno da migliaia di euro. Difetto che non è stato riconosciuto dalla società che accusa gli automobilisti di negligenza tecnica nei confronti delle operazioni di tagliando. I modelli coinvolti sono:

 

Scandalo Renault (motore 1.2 TCe 115, 120 e 130 ch)
  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3
Dacia (motore 1.2 TCe 115 e125 ch)
  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy
Mercedes (motore 1.2 115 ch)
  • Citan
Nissan (motore 1.2 DIG-T 115 ch)
  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar

Ford è diversa in quanto ha problemi ma riconosce il richiamo in concessionaria con intervento gratuito. Il problema, stavolta, consiste in sensori batteria difettosi che nell’ipotesi di una perdita di acido non sarebbero in grado di rilevare il rischio incendio per fuoriuscita di composti chimici.

Honda e Toyota, invece, accusano problemi analoghi per gli airbag. In ambo i casi le sacche d’aria non si aprono rispettivamente per interferenze elettriche e per errato assemblaggio degli organi plastici di supporto. Cosa che si verifica per i suddetti esemplari:

Toyota
  • Corolla immatricolate nel periodo compreso tra il 2011 e il 2019
  • Matrix immatricolate tra il 2011 e il 2013
  • Avalon, ibride e non, immatricolate tra il 2012 e il 2018
Honda
  • Accord immatricolate tra il 1998 ed il 2000
  • Civic immatricolate tra il 1996 ed il 2000
  • CR-V immatricolate tra il 1997 ed il 2001
  • Odyssey immatricolate tra il 1998 ed il 2001
  • EV Plus immatricolate tra il 1997 ed il 1998.

Scandalo auto difettose: non solo Volvo ora anche Renault, Ford ed altri Tecnoandroid

Smartphone: scovata una lunga lista di dispositivi radioattivi

11 hours 7 min ago

Smartphone: scovata una lunga lista di dispositivi radioattivi Tecnoandroid

In un universo in cui la tecnologia segue i nostri passi addirittura per dirigerci verso la cucina, è arrivato il momento di avvertire gli amanti accaniti di dispositivi e smartphone. Perché? Alcuni di questi possono essere la minaccia più elevata e rischiosa per la salute di tutti. Sembrerebbe che alcuni modelli in particolare contengano al loro interno un alto tasso di radioattività rilasciata all’esterno verso il corpo di colui che si trova in chiamata.

 

Smartphone: quali sono i dispositivi di cui avere più paura?

Nell’elenco degli smartphone troviamo:

  • Xiaomi Mi A1 – 1,75 W/kg
  • OnePlus 5T – 1,68 W/kg
  • Huawei Mate 9 – 1,64 W/kg
  • Xiaomi Mi Max 3 – 1,58 W/kg
  • OnePlus 6T – 1,55 W/kg
  • HTC U12 Life – 1,48 W/kg
  • Honor 8 – 1,5 W/kg
  • Huawei P9 Plus – 1,48 W/kg
  • Motorola Moto Z2 Play – 1,455 W/kg
  • Xiaomi Mi Mix 3 – 1,45 W/kg
  • Huawei GX8 – 1,44 W/kg
  • ”      ”   P9 – 1,43 W/kg
  • ”      ”   Nova Plus – 1,41 W/kg
  • Google Pixel 3 XL – 1,39 W/kg
  • OnePlus 5 – 1,39 W/kg
  • Xiaomi Mi9– 1,389 W/kg
  • Apple iPhone 7 – 1,38 W/kg
  • Huawei P9 Lite – 1,38 W/kg
  • Sony Xperia XZ1 Compact – 1,36 W/kg
  • HTC Desire 12/12+ – 1,34 W/kg
  • Google Pixel 3 – 1,33 W/kg
  • OnePlus 6 – 1,33 W/kg
  • Apple iPhone 8 – 1,32 W/kg
  • Xiaomi Redmi Note 5 – 1,29 W/kg
  • ZTE Axon 7 Mini – 1,29 W/kg
  • BlackBerry DTEK60 – 1,28 W/kg
  • Honor 9 – 1,26 W/kg
  • Apple iPhone 7 Plus – 1,24 W/kg
  • Sony Xperia XZ Premium – 1,21 W/kg
  • Honor 5C – 1,14 W/kg
  • Sony Xperia X Compact – 1,08 W/kg

Questi sono solo alcuni nomi di smartphone analizzati dalla Federal Office for Radiation Protection, la quale ha studiato con attenzione i dispositivi con un maggiore grado di radiazioni sprigionate, in base al Sar (Specific Absorption Rate). Trattasi del tasso di assorbimento specifico che misurerebbe in Watt per chilogrammo (W / kg) l’energia elettromagnetica assorbita dal corpo quando viene esposto ad un campo elettromagnetico a radiofrequenza. 

 

Smartphone: scovata una lunga lista di dispositivi radioattivi Tecnoandroid

Cosa succede se non tieni d’occhio i soldi in banca: perché diminuiscono

11 hours 12 min ago

Cosa succede se non tieni d’occhio i soldi in banca: perché diminuiscono Tecnoandroid

I rapporti con le banche si stanno consolidando in maniera sempre più serrata dopo la ridefinizione della centralità del denaro contante. Tante persone non tengono conto del fatto che i soldi in banca risentono dell’Economia Nazionale. Giocano a nostro sfavore la volatilità del mercato finanziario e gli effetti potenzialmente indesiderati di un’economia in stato altalenante. La crisi economica, ultimamente aggravata dall’esaurimento risorse del Covid, ha causato uno scompenso che si materializza con una patrimoniale da inflazione.

Il termine precedentemente usato è ben noto tra gli investitori e tra coloro che traffico nel contesto del sistema finanziario. Si tratta di una imposta ed in quanto tale non apporta alcun beneficio al risparmiatore che vede una progressiva diminuzione dei soldi per effetto della rottura degli equilibri interni al mondo delle istituzioni finanziarie. Per il 2020 si prevedono importanti perdite cui fra fronte attraverso opportune strategie che indicheremo più avanti in questo articolo.

 

Patrimoniale da inflazione: è lei a consumare i tuoi soldi

Le considerazioni precedenti trovano campo di applicazione nel contesto dei soldi inerti, ovvero quelli non movimentati e depositati senza prevedere un tasso di interesse annuo positivo. Banche e Poste, in genere, offrono una rendicontazione minima positiva del 2% minimo sulle somme depositate. Per denaro non movimentato e senza possibilità di fruttare avviene l’esatto opposto con una inflazione al 2% che costa comunque tanto in ogni caso. Per farsi un’idea della perdita bastano due conti. Ma prima di arrivare a tanto mettiamo a punto un piano d’azione.

Il piano passa per la consulenza di uno specialista che sappia calibrare opportunamente un rendimento a rischio controllato sulle somme. In tal modo il valore della moneta si mantiene inalterato nonostante le fluttuazioni previste o già considerate del sistema. Compito di un investitore di successo. infatti, è quello di limitare le perdite o far fruttare le somme con il preciso intento di liberarsi di una scomoda patrimoniale che non dipende dalle somme ma si applica in maniera indistinta a qualsiasi patrimonio.

Giusto per avere un’idea si calcola che la tassa scomoda costerà quest’anno qualcosa come oltre 30 miliardi di euro, dopo le stime della Autorità Bancaria Europea che ha considerato un monte economico totale di ben 10.000 miliardi di euro.

Cosa succede se non tieni d’occhio i soldi in banca: perché diminuiscono Tecnoandroid

Play Store regala: app e giochi Android a pagamento solo oggi gratis

11 hours 18 min ago

Play Store regala: app e giochi Android a pagamento solo oggi gratis Tecnoandroid

Tutti gli elementi del Play Store di Google sono super controllati e super verificati. Ciò significa che, oltre ad offrire tanti servizi, il Play Store di Android permette anche di avere a disposizione la sicurezza vera e propria. Nessuno ha infatti mai ravvisato problemi negli ultimi tempi, soprattutto da quando sono state introdotte nuove norme per la sicurezza.

Passando però al lato pratico, all’interno del noto market potete trovare tutti i titoli che volete, spaziando tra app e giochi di vario tipo. Tutti questi titoli sono disponibili per ogni forma o tipologia di utenza, per cui non ci saranno problemi a trovare ciò che a voi sarà più congeniale. È proprio questo uno dei più grandi aspetti della versatilità di Android, ovvero quello di fornire qualsiasi tipo di opportunità semplicemente cliccando sul tasto download. Solo per oggi poi ci sono dei contenuti a pagamento forniti direttamente gratis, ma ricordati che tutto ciò non durerà in eterno.

Per avere le migliori offerte anche da parte di Amazon vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

Solo per oggi Android regalo sul Play Store queste app e giochi a pagamento gratis

Nella lista qui sotto potete trovare alcuni dei migliori contenuti che solo per oggi sul Play Store di Android saranno gratis. Ovviamente non dovrete fare altro che cliccare in prossimità del titolo per entrare direttamente all’interno del market. 

Play Store regala: app e giochi Android a pagamento solo oggi gratis Tecnoandroid

Iliad abbatte TIM e Vodafone con la Flash 100, ecco 100 giga in 4G

11 hours 23 min ago

Iliad abbatte TIM e Vodafone con la Flash 100, ecco 100 giga in 4G Tecnoandroid

Tutti coloro che hanno scelto Iliad durante gli ultimi anni si sono ritrovati ad avere un gestore che oggi è in cima alle classifiche di gradimento. Il tutto era in evitabile e lo si respirava già dei primi giorni, visto che Iliad ha dato prova di grande integrità con le sue promozioni migliori già il primo giorno.

Questo gestore riesce a mettere insieme qualità, quantità e soprattutto convenienza, visti i prezzi incredibili delle sue promozioni. Ad oggi non c’è nessuno che riesca a tenergli testa e per questo molti gestori stanno cercando di adeguarsi. Nel frattempo però il provider proveniente dalla Francia ha ben pensato di lanciare una nuova soluzione che di sicuro farà spalancare gli occhi al pubblico.

 

Iliad propone la nuova promozione con 100 giga e tutto senza limiti per un prezzo di soli 9,99 € al mese

La nuova Flash 100 sarà presto definita come la promozione migliore di sempre, visti soprattutto i contenuti che include. Stiamo parlando di una grande offerta lanciata lo scorso 17 settembre da parte di Iliad, che questa volta ha voluto fare il vero botto.

All’interno della promozione ci sono i migliori contenuti e la grande qualità del gestore. Tutti, sottoscrivendola, possono ottenere minuti senza limiti verso tutti i gestori, SMS senza limiti verso tutti e 100 giga di traffico dati in 4G per la connessione ad Internet. Questa promozione costa a qualsiasi persona solo 9,99 € al mese e dura per sempre allo stesso prezzo. Inoltre sarà disponibile fino al prossimo 15 ottobre, per cui affrettatevi a sottoscriverla se non volete restare a mani vuote.

Iliad abbatte TIM e Vodafone con la Flash 100, ecco 100 giga in 4G Tecnoandroid

Auto: bonus fino a 3.500€ per la conversione in veicolo elettrico

11 hours 27 min ago

Auto: bonus fino a 3.500€ per la conversione in veicolo elettrico Tecnoandroid

In un emendamento proposto dal Movimento 5 Stelle nel Decreto Legge di Agosto, vi è una nuova possibilità di agevolazione per la trasformazione dei veicoli a combustione in veicoli elettrici. Anche altri partiti hanno presentato proposte simili, legate anche e soprattutto ai veicoli commerciali, che sono attualmente al vaglio della Commissione Bilancio del Senato.

Anche se questo tipo di provvedimenti non dovessero essere approvati nell’immediato stanno a indicare una chiara volontà di transizione al trasporto a zero emissioni, verso un futuro meno inquinato e più pulito.

 

Bonus fino al 60% per chi trasforma la propria auto in un veicolo elettrico

La proposta attualmente al vaglio della Commissione Bilancio, che ha come principale firmatario il 5 Stelle Daniele Pesco, anche Presidente della Commissione, prevede un incentivo fino a 3.500€ per chi decide di trasformare la propria auto a benzina o diesel in veicolo elettrico. Il bonus verrebbe assegnato ai veicoli commerciali, così come alle auto private, per un contributo fino al 60% della spesa del kit di conversione. A questo bonus si aggiungerebbe un altro contributo fino al 60% che dovrebbe garantire la copertura del costo relativo alla reimmatricolazione del veicolo al PRA.

Insomma, un bel passo in avanti per tutti coloro i quali intendono trasformare la propria auto, ma come fare? Esistono dei kit realizzati appositamente per ogni modello di auto, chiamati “Retrofit”, che permettono di convertire alcuni modelli specifici di veicolo tramite l’installazione di un pacco batterie e di elementi per la trasformazione in veicolo elettrico.

Una mossa grazie alla quale la mobilità elettrica potrebbe essere stimolata in maniera importante. E sicuramente il contributo potrebbe dare una spinta decisiva per tutti quegli indecisi che si facevano spaventare dal prezzo elevato del kit.

Auto: bonus fino a 3.500€ per la conversione in veicolo elettrico Tecnoandroid

Android Auto: importanti novità in arrivo con aggiornamento Google

11 hours 32 min ago

Android Auto: importanti novità in arrivo con aggiornamento Google Tecnoandroid

Il team di Google è prodigo nel momento in cui si tratta di incentivare l’ottimizzazione dei suoi sistemi digitali destinati al segmento dei motori. Per Android Auto è in atto un potenziale nuovo aggiornamento scoperto tale dal team di analisti che per primi hanno esposto un estratto del changelog su Facebook. Gli sviluppatori sembra stiano facendo di tutto per allontanare l’utenza dall’idea di un Automotive OS che rischia di prendere il sopravvento. Ecco quali sono le ultime novità che potrebbero arrivare in un lasso di tempo ragionevolmente breve.

 

Android Auto: ecco le 7 novità del sistema Google dedicato alle auto

La prossima versione dell’applicazione porterà con sé alcune interessanti novità ed aggiunte che miglioreranno l’intero ecosistema sia dal punto di vista grafico che funzionale. Tra questi si annoverano:

  • lettura dei parametri auto da parte di Android Auto, come il sensore luci, freno a mano, stato della bussola e della marcia. Possibilità di leggere il sensore di occupazione del sedile del passeggero, cosa che fa sperare in una modalità Passeggero meno limitante di quella attualmente disponibile per i guidatori.
  • Novità grafiche in arrivo per gli ipovedenti, forse da correlare alla modalità Passeggero
  • In arrivo permessi che evitano la chiusura random di Android Auto
  • Avvisi per versione obsoleta di Google Maps.
  • Compass Mode, al momento difficile da correlare con le funzionalità di Android Auto.
  • novità per il layout della UI navigazione: possibile integrazione in vista per le app di navigazione di terze parti.
  • conferme sulla compatibilità del doppio display con Android Auto.

Non ci sono conferme ufficiali in merito al rilascio delle predette funzionalità digitali, tanto che non è possibile stabilire se possano arrivare tutte insieme oppure non arrivare del tutto. Sicuramente avremo qualche integrazione interessante per il futuro update Android Auto. Avrà molto da offrire e noi saremo qui, come sempre, a fornire pronta segnalazione per le news in arrivo. Seguiteci per altre info aggiornate.

Android Auto: importanti novità in arrivo con aggiornamento Google Tecnoandroid

Monopattini elettrici: tutti pazzi per i nuovi mezzi a 2 ruote, è allarme

11 hours 37 min ago

Monopattini elettrici: tutti pazzi per i nuovi mezzi a 2 ruote, è allarme Tecnoandroid

Oramai non vi è strada in cui il monopattino elettrico non regni. La moda del momento sta infatti spopolando in ogni città lasciando addirittura spazio a dei servizi pubblici a pagamento di sharing. Nonostante le svariate situazioni pericolose che si sono create per via di questi ultimi e i diversi atti vandalici nei loro confronti, la nuova invenzione continua a diffondersi in ogni angolo del mondo. La rivoluzionaria idea iniziò a prendere piede già da gennaio per diversi fattori tra cui i timori di utilizzare i mezzi pubblici a causa della pandemia. Ovviamente poi il tempo ha contribuito a rendere le passeggiate “in sella” ancor più gradevoli portando il comparto E-Mobility a ben 125 mila unità vendute. Nei primi 7 mesi dell’anno il valore di mercato di questo settore è cresciuto del 140% rispetto allo stesso periodo del 2019.

 

Monopattini elettrici: una rivoluzione in crescita

I più ricercati e comuni monopattini elettrici hanno raggiunto oltre il 90% del comparto. Sicuramente, al boom di questi mezzi per la micromobilità ha contribuito anche la creazione del Bonus Mobilità 2020.

Per giunta il prezzo medio di vendita dei dispositivi per la mobilità elettrica è stato di 320 euro, in forte crescita rispetto allo stesso periodo del 2019, quando arrivava a 193 euro.

Questa crescita vertiginosa nell’utilizzo dei monopattini elettrici sta però aumentando anche le conseguenze negative che questi hanno su chi non ne fa un buon utilizzo. Difatti si sentono sempre più casi di incidenti gravi che coinvolgono questi mezzi. L’Osservatorio Monopattini di ASAPS ha notato che sono stati registrati 43 incidenti, con comportamenti particolarmente gravi alla guida da parte degli utilizzatori (la guida in stato di ebbrezza, il contromano, il viaggiare in due, il farsi trainare o trainare biciclette e il transitare con il semaforo rosso).

Monopattini elettrici: tutti pazzi per i nuovi mezzi a 2 ruote, è allarme Tecnoandroid

WhatsApp, la novità del 2021 rovina la chat e gli utenti sono furiosi

11 hours 42 min ago

WhatsApp, la novità del 2021 rovina la chat e gli utenti sono furiosi Tecnoandroid

Gli utenti di WhatsApp già guardano con particolare interesse al prossimo anno. Nel corso dei precedenti mesi, anche a causa della pandemia Covid, non abbiamo visto clamorosi upgrade per la piattaforma di messaggistica istantanea. Per il 2021, invece, sono già annunciati cambiamenti molto importanti con il servizio WhatsApp Pay e lo strumento di autodistruzione dei messaggi.

Tra i prossimi aggiornamenti per il servizio spicca anche la presenza delle pubblicità. Inutile dire che questo particolare upgrade non accoglie il grande favore del pubblico.

 

WhatsApp, il 2021 e le pubblicità: il peggior upgrade per gli utenti

Già da tempo si parla di un arrivo degli annunci commerciali sul servizio di messaggistica. Le voci parlano di una WhatsApp in linea con la scia già disegnata da Instagram e da Facebook. In base ai rumors, le pubblicità della chat dovrebbero riguardare solo ed esclusivamente la sezione Storie, proprio come per i principali social network.

Già lo scorso inverno WhatsApp sembrava pronta ad un pronto rilascio di tale upgrade, ma proprio sulla fase finale, gli sviluppatori hanno optato per un rinvio con la prospettiva indicata proprio nel 2021.

I leaker del servizio ora sono certi che la presenza degli annunci commerciali sarà una solida realtà di WhatsApp già dai prossimi mesi. Questa certezza ha scatenato ovviamente le ire del pubblico. Gli utenti non hanno nascosto il loro dissenso verso tale novità ed attraverso i forum di genere fanno sentire la loro voce. Ad essere particolarmente critici verso tale upgrade sono in maniera principale gli utenti della prima ora.

WhatsApp, la novità del 2021 rovina la chat e gli utenti sono furiosi Tecnoandroid

Autovelox: arrivano le nuove telecamere, bisogna evitare le multe così

11 hours 52 min ago

Autovelox: arrivano le nuove telecamere, bisogna evitare le multe così Tecnoandroid

Nuove Speed Cameras saranno da prevedersi in prossimità dei centri urbani e nelle strade minori dopo il voto di fiducia atteso alla Camera per l’approvazione delle nuove modifiche al Codice della Strada. Gli autovelox ci seguiranno ovunque andando ben oltre i confini delle inter-statali e delle corsie a scorrimento veloce delle autostrade italiane. L’occhio elettronico sarà sempre accanto alle nostre automobili intercettando ogni abuso dell’acceleratore.

In virtù di questo molti italiani stanno apprendendo come in questi giorni sia necessario anticipare l’azione delle fotocamere per la velocità: Esistono apposite app gratuite che vengono in nostro soccorso giocando con largo anticipo. Le migliori sono già a nostra disposizione e costantemente aggiornate con i database della Polizia Stradale che mostrano anche i tutor. Scopriamo insieme come stare lontani da multe assurde, punti decurtati e ritiro della patente per eccesso di velocità.

 

Autovelox non perdona: prima di dire addio alla tua auto usa questi sistemi di intercettazione

Intercettare un autovelox è relativamente semplice. Le cose si complicano nel momento in cui non venga segnalato un posto di blocco. Per fortuna soluzioni software come Waze garantiscono un aggiornamento continuo sullo stato dei controlli. L’intervento della community è essenziale e si affianca agli indicatori di velocità che sono sempre attivi durante la navigazione.

Funzioni simili, ma meno improntate su un’esperienza sociale, sono quelle di Google Maps che ultimamente mostra limiti di velocità in tempo reale, posizione autovelox ed addirittura collocazione dei semafori agli incroci. Una mano santa per avere sempre l’attenzione sulla velocità. Sbagliare significa incorrere in pesanti sanzioni che vanno da semplici ammende a vere e proprie punizioni con il ritiro della carta di circolazione ed il fermo del mezzo.

Usate queste app autovelox per giocare d’anticipo e nel caso non vi soddisfino digitale semplicemente “autovelox” nel campo di ricerca del Google Play o di App Store per scoprire ulteriori possibilità. Il vantaggio di Maps e Waze consiste soprattutto nell’integrazione che prevede anche efficaci sistemi di segnalazione audio-visiva in real time.

Autovelox: arrivano le nuove telecamere, bisogna evitare le multe così Tecnoandroid

TIM, Vodafone o Iliad: 50 Giga e minuti in queste tre offerte low cost

12 hours 13 min ago

TIM, Vodafone o Iliad: 50 Giga e minuti in queste tre offerte low cost Tecnoandroid

Anche in queste prime settimane della stagione autunnale si rinnova la sfida tra le principali compagnie telefoniche attive nel nostro paese. Particolarmente interessante sarà la battaglia instaurata tra Vodafone, TIM ed Iliad. I tre gruppi mirano ad una stessa platea di pubblico: gli abbonati che effettuano portabilità del loro numero.

 

TIM, Vodafone oppure Iliad: queste le principali offerte d’autunno

In questi ultimi giorni, la vera sorpresa è stata messa in campo da Iliad. Il gestore francese, infatti, ha presentato la sua nuova promozione a tempo limitato con 100 Giga. Al netto di questa iniziativa, però, la promozione cardine del listino di Iliad resta Giga 50. Con questa ricaricabile gli abbonati avranno 50 Giga e chiamate ed SMS senza limiti al semplice costo di 7,99 euro. 

Per contrastare questa ricaricabile, Vodafone riporta in auge la sua promozione Special 50 Giga. Anche in questa circostanza al costo di 7,99 euro, i clienti riceveranno contenuti senza limiti per telefonate ed SMS più 50 Giga per la navigazione web.

La risposta di TIM ad Iliad e Vodafone si chiama Steel Pro. TIM, così come gli altri due gestori, prevede un costo mensile per la ricaricabile pari a 7,99 euro ed offre consumi illimitati per chiamate e messaggi a cui si aggiungono anche 50 Giga internet.

Ai costi mensili delle suddette offerte deve essere aggiunto un contributo di attivazione variabile, con quota massima di 10 euro. Gli utenti che desiderano una di queste promozioni devono impegnarsi alla portabilità del numero da altro operatore. Solo gli abbonati Iliad potranno attivare la ricaricabile con nuova rete e nuovo numero.

TIM, Vodafone o Iliad: 50 Giga e minuti in queste tre offerte low cost Tecnoandroid

Cellulari fortunati: questi sono i modelli che valgono oro

12 hours 18 min ago

Cellulari fortunati: questi sono i modelli che valgono oro Tecnoandroid

Davvero molti utenti nel mondo hanno l’abitudine di conservare definitivamente i loro cellularipreistorici“. A quanto pare, infatti, molti collezionisti e non solo, custodiscono questi oggetti in maniera molto gelosa in zone della casa dove non sono facilmente trovabili. Questi però non sono del tutto consapevoli di un particolare: potrebbero avere degli oggetti che valgono potenzialmente tanto. In quanto alla loro funzionalità, tutti sanno che sono ormai del tutto superati e che non hanno motivo di essere usati. Ma la loro forza può essere, per l’appunto, la rarità e il valore estetico vintage che hanno, oltre al valore affettivo. Cellulari fortunati: alcuni di questi modelli sono molto ricercati

Nel corso degli anni, un numero corposo di collezionisti ha cercato di ottenere questi famosi cellulari del passato che spesso sono sottovalutati dai loro vecchi possessori. Fortunatamente esiste il mondo delle aste che sembra rendere onore al valore che questi vecchi telefonini hanno. Davvero grandi quantità di collezionisti si fiondano verso questo tipo di acquisto investendo anche più denaro di quello che metterebbero sul piatto per un telefono di nuova generazione.

Quindi, per arrivare a fare qualche soldo in più, questo tipo di rivendite possono essere davvero molto fruttuose. È bene però tenere in considerazione due particolari importanti:

  1. Non tutti i modelli di cellulare risultano interessanti agli occhi dei collezionisti;
  2. Il loro stato di usura potrebbe compromettere notevolmente la cifra di vendita dell’oggetto. 

Ci sono dei modelli che per i collezionisti sono decisamente più rari e importanti, proprio per questo vi abbiamo messo a disposizione una lista che potrebbe aiutarvi ad orientarvi meglio su cosa vendere o cosa acquistare Ecco di seguito i telefonini vintage più ricercati nel mondo del collezionismo:

  • Nokia Mobira Senator ;
  • Nokia 900 Communicator;
  • Nokia E90 Communicator;
  • Nokia 8810;
  • Nokia 3310;
  • Ericsson T28;
  • Apple iPhone 2G;
  • Motorola RazrV3;
  • Motorola DynaTAC 8000x.

Cellulari fortunati: questi sono i modelli che valgono oro Tecnoandroid

Iliad, 100 Giga ed ora anche il 5G: tutte le novità per i clienti

12 hours 22 min ago

Iliad, 100 Giga ed ora anche il 5G: tutte le novità per i clienti Tecnoandroid

Le vere sorprese per gli utenti di Iliad sono arrivate nel corso di questo autunno. Il provider francese, infatti, a grande sorpresa ha lanciato sul mercato la sua nuova ricaricabile, la Flash 100. Questa iniziativa – disponibile a tempo limitato – mette sul piatto degli abbonati 100 Giga e consumi senza limiti per chiamate ed internet. Il costo di rinnovo della promozione sarà di 9,99 euro ogni mese.

 

Iliad, parte il lancio del 5G: la novità tra fine 2020 ed inizio 2021

Le offerte low cost si confermano quindi il vero traino del provider transalpino. Per il futuro però il gestore cercherà anche di fare uno scatto in avanti per quanto concerne i servizi opzionali. Una prima dimostrazione sarà quella del 5G.

Il capitolo del 5G rappresenta un punto di svolta fondamentale per il futuro di Iliad. I dirigenti del gruppo puntano su questa tecnologia per ampliare ancor di più la propria rete di comunicazioni nel nostro paese. In queste settimane arrivano notizie relative a quelli che potrebbero essere i tempi per un primo lanci ed una prima sperimentazione delle linee 5G di Iliad nel nostro paese. Lo scenario sembra essere molto chiaro.

Tutto si giocherà sui lavori alle infrastrutture ed alle antenne di proprietà. Se Iliad dovesse concludere questi interventi a tempi record, è ipotizzabile un primo lancio del 5G già entro dicembre. Laddove non dovesse riuscire in tale sforzo titanico, il lancio sarebbe spostano a non più tardi del primo semestre 2021.

La copertura in un primo momento sarà garantita agli utenti in città capoluogo densamente popolate. Entro il 2022 per il 5G di Iliad sarà presente su tutto il territorio nazionale. 

Iliad, 100 Giga ed ora anche il 5G: tutte le novità per i clienti Tecnoandroid

Pages