Tecnoandroid


MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 20 min 45 sec ago

Offerte Play Store: Google sta regalando ben 50 app Android Gratis

Thu, 03/21/2019 - 19:15

Offerte Play Store: Google sta regalando ben 50 app Android Gratis Tecnoandroid

Siete ancora in tempo per approfittare delle nuove offerte Play Store che in queste ore stanno concedendo ben 50 app Gratis per dispositivi Android. Sono da contorno alle 5 utility inedite pubblicate in settimana. Famose, ricercate ed ora a costo azzerato per le prossime ore. Il momento giusto per approfittarne è arrivato.

 

Offerte Play Store Gratis

In questa sezione troviamo strumenti indispensabili, giochi e personalizzazione Android Gratis. Non c’è nulla da pagare, almeno fin quando lo sviluppatore deciderà di mantenere attivo lo sconto totale.

App Giochi Icon pack e personalizzazione

 

Sconti Play Store

Qui, invece, abbiamo gli sconti che applicano una diminuzione variabile di prezzo, sempre in relazione alle opzioni utility, giochi e Temi. Ecco su cosa possiamo contare al momento.

App Giochi Icon pack e personalizzazione

Offerte Play Store: Google sta regalando ben 50 app Android Gratis Tecnoandroid

Facebook non riesce a riempire il suo Today In, ecco il motivo

Thu, 03/21/2019 - 19:15

Facebook non riesce a riempire il suo Today In, ecco il motivo Tecnoandroid

Il social network Facebook qualche mese fa ha lanciato la sezione Today In, negli Stati Uniti, per cercare di offrire a tutti gli utenti presenti sulla piattaforma, più notizie locali rispetto a quelle del resto del Paese.

La sezione in questione però non sta andando come atteso dall’azienda e infatti, quest’ultima fatica a riempirla. Probabilmente il motivo sta nelle notizie molto scarse, riguardando proprio il locale. Scopriamo i dettagli.

 

Facebook fatica a riempire la sezione Today In

Nel mese di novembre l’azienda di Mark Zuckerberg ha lanciato il progetto Today In per aiutare gli utenti negli Stati Uniti, a rimanere aggiornati sulle notizie locali. Una volta avviato il progetto sperimentale, la società si è resa conto che ci sono molte zone in cui è difficile raccogliere un numero alto di notizie giornaliere. Pensate per esempio ad un piccolo paese in qualsiasi stato degli USA, sicuramente non avrà più di una notizia al giorno di cui poter parlare.

La piattaforma ha riportato sulla pagina web dedicata che, circa un terzo degli utenti negli Stati Uniti, risiederebbe in aree geografiche nelle quali è difficile trovare un sufficiente numero di notizie per lanciare il progetto. Ha riportato anche come il 58% degli abitanti del New Jersey, il 35% del Midwest, abitino in zone non raggiunte dall’informazione. Ecco quanto dichiarato: “Negli ultimi 28 giorni non c’è stato un solo giorno in cui siamo stati in grado di trovare cinque o più articoli di notizie recenti direttamente correlati a queste città“.

La piattaforma ha inoltre promosso il Journalism Project, investendo oltre 300 milioni di dollari nei giornalisti delle redazioni locali per riportare le notizie sulla sezione Today In. Ha istituito anche cento sovvenzioni da 25 mila dollari l’una per le persone che forniranno valide idee su come migliorare questo servizio.

Facebook non riesce a riempire il suo Today In, ecco il motivo Tecnoandroid

Skoda: il corriere deve consegnare un pacco ma non c’è nessuno? Ci pensa la tua auto

Thu, 03/21/2019 - 19:00

Skoda: il corriere deve consegnare un pacco ma non c’è nessuno? Ci pensa la tua auto Tecnoandroid

E’ frustante quando il corriere arriva perchè deve consegnare un pacco e nessuno è in casa. Skoda, come alcuni altri produttori prima, sta cercando un modo per trasformare le sue auto in un sistema drop-off di pacchi.

Skoda, secondo quanto annunciato da un membro del Gruppo Volkswagen, ha riferito che Skoda Digilab ha collaborato con due rivenditori online nella Repubblica Ceca per iniziare a testare la consegna dei pacchi in auto.

Ecco come funziona: dopo che un proprietario del veicolo ha effettuato un ordine, il corriere riceve la posizione del veicolo dall’antenna GPS. Utilizzando un’app, il corriere riceve un accesso una tantum al veicolo entro un periodo di tempo prestabilito. Il veicolo viene quindi bloccato di nuovo utilizzando l’app, impedendo che qualcuno possa entrare successivamente, mentre al proprietario viene notificato che il pacco è stato consegnato.

 

Un progetto perseguito da altre compagnie

Una piccola selezione di clienti verrà utilizzata per questo progetto pilota, ma se tutto andrà bene, potrebbe potenzialmente espandersi con altri partner e sedi aggiuntive. Tuttavia, Skoda non ha offerto alcuna specifica al di là del programma stesso.

Skoda non è la prima casa automobilistica a provare un tale schema. Volvo ha lanciato il suo programma pilota di consegna in auto verso la fine del 2015, senza concentrasi più di tanto sul progetto. Una tantum aiutava nelle consegne dei pacchi a Göteborg, in Svezia. Hyundai e Smartcar hanno lanciato un programma pilota simile nel 2017. Anche i retailer stanno entrando in azione: la Key In-Car di Amazon si basa sulla piattaforma chiave che la società ha istituito per le consegne a domicilio, ed è disponibile in più città al momento, ma funziona solo con modelli selezionati GM e Volvo di ultima generazione.

Skoda: il corriere deve consegnare un pacco ma non c’è nessuno? Ci pensa la tua auto Tecnoandroid

Cuphead arriverà ufficialmente anche su Nintendo Switch

Thu, 03/21/2019 - 18:45

Cuphead arriverà ufficialmente anche su Nintendo Switch Tecnoandroid

La Game Developers Conference (GDC) 2019 sta riservando molte sorprese in ambito videoludico. Dopo l’annuncio da parte di Google del nuovo servizio Stadia per lo streaming dei videogiochi ecco una novità per le console tradizionali. In particolare, il team Xbox ha annunciato l’arrivo di Cuphead anche su Nintendo Switch. Il titolo sviluppato da StudioMDHR potrà arrivare sulla console del gigante nipponico grazie ad una collaborazione stratta con Microsoft.

Questo permetterà di portare le feature presenti su Xbox e PC anche su Switch. Ovviamente il titolo sarà supportato attivamente con aggiornamenti continui e novità in arrivo nel corso dei mesi. Il primo grande aggiornamento post lancio sarà uno dei più importanti e permetterà di migliorare sensibilmente l’esperienza di gioco e non solo.

Il titolo è caratterizzato da una grafica semplice quanto efficace. Infatti i disegni a schermo dei personaggi e dei fondali ricordano molto quelli dei cartoni animati classici. Il livello di difficoltà è crescente e il titolo non prevede nessun tipo di assistenza al giocatore. Per poter superare un livello l’unico modo efficace è allenarsi ed imparare a prevedere i nemici.

Per la felicità degli utenti Nintendo, le dinamiche di gioco di Cuphead resteranno invariate. Il titolo ha fatto il suo debutto mondiale nel corso del 2017 e immediatamente ha fatto breccia nel cuore degli utenti. Il gameplay dinamico e frenetico non lascia il tempo di respirare, rendendo difficile il superamento anche dei livelli più semplici. Il successo di Cuphead è stato strepitoso, tanto da meritarsi tantissimi premi e sconfiggere giochi realizzati da grandi studi.

 

Cuphead arriverà ufficialmente anche su Nintendo Switch Tecnoandroid

Oppo A5s è ufficiale: display con notch a goccia e dual camera posteriore

Thu, 03/21/2019 - 18:30

Oppo A5s è ufficiale: display con notch a goccia e dual camera posteriore Tecnoandroid

L’azienda cinese Oppo ha da poco presentato ufficialmente in Cina il nuovo smartphone Oppo A5s, che in altri mercati verrà commercializzato come Oppo AX5s. Si tratta di un device appartenente alla fascia medio-bassa del mercato ed è caratterizzato da un design ormai in linea con le ultime tendenze.

 

Oppo A5s: il nuovo smartphone dell’azienda con a bordo il processore MediaTek Helio P35

Oppo A5s è stato dunque presentato ufficialmente sul mercato. Si tratta di un dispositivo caratterizzato da un ampio display con una diagonale da 6.2 pollici in 19:9 e con risoluzione HD+. Seguendo le ultime tendenze del momento, Oppo A5s è caratterizzato frontalmente da un piccolo notch a goccia dove viene alloggiata una selfie camera da 8 megapixel.

Ad alimentare questo nuovo Oppo A5s troviamo, questa volta, un processore MediaTek, cioè il SoC Helio P35. Quest’ultimo è accompagnato da una GPU IMG PowerVR GE8320 e da tagli di memoria pari a 3 GB di RAM e 64 GB di storage interno, sempre espandibile tramite microSD.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, infine, Oppo A5s dispone sul retro di due sensori fotografici posteriori posti orizzontalmente sulla backcover dello smartphone. Questi sensori sono rispettivamente da 13 e 2 megapixel (il secondo sensore serve per raccogliere dati sulla profondità di campo). Di seguito vi riassumiamo le specifiche tecniche.

  • Display da 6.2 pollici in risoluzione HD+ e in 19:9 con vetro curvo 2.5D
  • Processore MediaTek Helio P35 da 2.3 GHz
  • GPU IMG PowerVR GE8320
  • Tagli di memoria pari a 3 GB di RAM e 64 GB di storage espandibile fino a 256 GB
  • Sistema operativo Android 8.1 Oreo con interfaccia utente ColorOS 5.2
  • Dual camera posteriore da 13+2 megapixel con flashLED e con apertura focale pari a f/2.2 e f/2.4
  • Selfie camera da 8 megapixel con apertura focale f/2.0
  • Dimensioni: 155.9×75.4×8.2 mm
  • Peso: 170 g
  • Connettività: 4G VoLTE, Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.2, GPS/GLONASS, USB con supporto OTG, supporto dual Sim
  • Batteria da 4230 mAh

Per il momento, non è stato ancora comunicato il prezzo di vendita di questo nuovo Oppo A5s, il quale sarà disponibile nelle colorazioni Black e Red.

Oppo A5s è ufficiale: display con notch a goccia e dual camera posteriore Tecnoandroid

Bestshopping: il sito che rimborsa i tuoi acquisti online

Thu, 03/21/2019 - 18:15

Bestshopping: il sito che rimborsa i tuoi acquisti online Tecnoandroid

L’attitudine degli utenti nel compiere acquisiti sul web è ormai diventata sinonimo di normalità, e dare adito al negozio fisico sembra sempre più un’utopia. L’esplosione dei siti internet adibiti al commercio e del fenomeno web in generale hanno portato proprio a questo e Bestshopping è di certo uno dei più affidabili, nonché tra i migliori per metodologia adottata.

Si tratta di una piattaforma che ad oggi è affiliata ad oltre 1.500 negozi tra i quali figurano nomi illustri come Amazon, Ibs e Booking, oltre a molti altri famosissimi. Il sito offre agli utenti internauti un sistema molto particolare di vendita che riuscirà a generare risparmio per ogni spesa online e senza alcun tranello.

 

Bestshopping: Cashback e codici sconto, ecco come ricevere un rimborso sugli acquisti online

Il primo passo sarà senza dubbio quello di collegarsi al sito e di registrarsi, dopodiché bisognerà semplicemente scegliere uno dei tanti negozi. Per fare ciò, tutto quello che va fatto è cliccare sul logo del portale scelto e in pochi secondi l’utente sarà reindirizzato proprio sul suo luogo di acquisto.

Scelta la merce da acquistare e terminata la sessione, Bestshopping registrerà in automatico la spesa effettuata e ne restituirà una percentuale. Questa comparirà sul profilo dell’utente, il quale a questo punto avrà ben chiaro il significato di “Cashback“. Si tratta dunque di un vero e proprio rimborso che non scade mai e che tra l’altro è valido su tutti i prodotti. 

Ma Bestshopping non è solo questo: l’utente può trovare anche un comparatore di prezzi per scegliere dove acquistare il prodotto desiderato al costo più basso. Inoltre su Bestshopping ecco anche una vasta selezione di codici sconto, in tanti casi cumulabili anche con il Cashback racimolato. Collegandovi a questa pagina, li troverete tutti disponibili.

Memo, l’assistente digitale che ti ricorda di Bestshopping

Infine, se temete di dimenticare di passare da questo portale prima di effettuare un acquisto, ecco in vostro soccorso Memo. Si tratta di un assistente digitale sotto forma di estensione per il browser che avviserà ogni qual volta vi troverete su uno dei siti di acquisti convenzionato con Bestshopping. Non resta altro che cominciare a risparmiare. Collegatevi al sito tramite questo link e traete le vostre conclusioni.

Bestshopping: il sito che rimborsa i tuoi acquisti online Tecnoandroid

Recensione Samsung Galaxy S10: un top di gamma tra luci e ombre

Thu, 03/21/2019 - 18:01

Recensione Samsung Galaxy S10: un top di gamma tra luci e ombre Tecnoandroid

,Recensione Samsung Galaxy S10

In vista del Mobile World Congress di febbraio 2019, Samsung è stato il primo brand a lanciare il suo top di gamma Galaxy S10, uno dei flagship più attesi del momento. Nella nostra recensione scopriremo dunque luci e ombre di uno smartphone che ha fatto parlare di sé ben prima della sua venuta.

Descrizione e dotazioni

C’è da dire che il device arriva in una box davvero ricca di accessori e adattatori USB Type-C o 2.0 per ogni uso, corredati da un paio di cuffie auricolari AKG da 3,5 mm. Appena lo togliamo dalla scatola, ci rendiamo conto della compattezza di S10 tra le nostre mani: un portento di terminale in soli 147 grammi e 7,8 mm di spessore. Il frame in alluminio e la back cover in vetro sono dettagli di pregio che ci si aspettano da un flagship, così come il display curvo edge da 6,1” OLED è degno di questo device. Lo schermo ha una risoluzione di 1440 x 3040 pixel in formato 19:9, protetto da un Corning Gorilla Glass 6. Come potevamo immaginare da un OLED, è disponibile su S10 la funzione Always-on.

Il pannello frontale ha una micro capsula auricolare e un foro in alto a destra ospitante una fotocamera da 10 MP, con apertura f/1.9 per video anche in 2K. Come previsto dai rumor, questo smartphone monta il sensore biometrico per lo sblocco sotto il display. Ma forse la parte di Galaxy S10 più succosa è quella posteriore, dove sono disposte le tre fotocamere, l’autofocus e il doppio Flash LED.

 

Ergonomia

Avere tra le mani S10 restituisce la percezione di un prodotto di qualità. Tuttavia, riscontriamo da subito qualche piccolo problema di ergonomia, poiché sarà impossibile non premere accidentalmente parti dello schermo nell’uso a una mano. D’altronde, non ci sono cornici laterali e la scivolosità della back cover in vetro non aiuta. Inoltre, Samsung ha scelto di mettere tasto di accensione e bilanciere del volume troppo in alto sul frame, quindi anche una mano grande faticherà a controllarli. Ma non finisce qui, poiché i difetti ergonomici si riscontreranno anche quando cercheremo di fare una fotografia in orizzontale, poiché almeno le prime volte sarà impossibile non coprire accidentalmente le fotocamere.

 

Hardware e multimedialità

Ma ora è giunto il momento di scoprire Galaxy S10 al suo interno. Samsung porta alla ribalta il nuovo SoC Exynos 9820: un Octa-core estremamente performante accompagnato da 8 GB di RAM e due ROM a scelta tra 128 e 512 GB. Infine, la GPU Mali G76 non può far altro che accentuare positivamente le performance di questo device, mosso da un Android Pie 9.0 personalizzato con la ONE UI di Samsung.

A livello multimediale, l’aspetto più succoso di S10 è ovviamente riposto nelle tre fotocamere. A differenza della concorrenza, i tre sensori lavorano distintamente su tre lunghezze focali diverse. La prima fotocamera equivale a 26 mm: una 12 MP con apertura massima f/1.5, supportata dalla AI, HDR e stabilizzata efficacemente. Il secondo sensore da 12 MP e f/2.4 è altresì stabilizzato nella sua lunghezza equivalente a 52 mm, con uno zoom 2X. La terza fotocamera è invece una Ultra Wide da 16 MP, con una lunghezza da 12 mm e apertura focale f/2.2 non stabilizzata e priva di autofocus.

 

Problemi con le fotocamere

In generale, quest’ultimo aspetto non sarà un problema per la maggior parte degli utenti, poiché di solito questa focale si usa per catturare paesaggi e panorami. In caso contrario, se volete sfruttare la focale corta al massimo dovete ricordarvi di non avvicinarvi troppo al soggetto. A dire la verità c’è stato qualche problemino di autofocus con la fotocamera punta e scatta in modalità Tele. Non sempre la fotocamera ha agganciato con precisione il soggetto. Tuttavia in modalità Pro si possono ovviare a tutti i fastidi.

In linea di massima foto e video fino al 4K 60 fps sono di ottima fattura, e i frame al secondo diventano 240 se abbassate la risoluzione a 1080p. Ma potrete fino ad arrivare a 960 fps in HD per fare un Super Slow Motion mozzafiato. Tuttavia, se vogliamo proprio fare le pulci al comparto fotografico di Galaxy S10, non abbiamo trovato un miglioramento decisivo rispetto a Galaxy S9.

 

Connettività, sicurezza e autonomia

Dal punto di vista della connettività S10 è ineccepibile, supportando il 4.5G in connessione dati, il Wi-fi Dual Band, Bluetooth 5.0, il GPS e NFC. L’esperienza d’uso con il fingerprint in-display non è stata molto soddisfacente, tanto che la concorrenza lavora meglio di Samsung in questo ambito. Lo sblocco è infatti impreciso e un po’ lento, con un match del 50% dei tentativi. Per fortuna ci viene in soccorso il preciso e veloce sblocco con Face ID, efficace anche in condizioni di scarsa illuminazione.

La batteria da 3.400 mAh non è particolarmente ottimizzata e copre a malapena la giornata d’uso. Probabilmente, con un utilizzo più intensivo potreste rimanere a piedi già all’ora di cena. Per fortuna a supporto c’è il fast charging con l’alimentatore da ben 15W e la possibilità di ricaricare wireless. Copertura di rete e audio in capsula sono eccellenti, solo buono invece lo speaker.

Conclusioni

Samsung Galaxy S10 è uno smartphone che non vi farà assolutamente passare inosservati. Ha un display fantastico e prestazioni hardware ottime a supporto della fluidità del sistema operativo, nonostante dei surriscaldamenti accettabili essendo un flagship. Ma se state valutandone l’acquisto dovete controllare alcuni aspetti pratici:

  • l’autonomia potrebbe non corrispondere alle vostre necessità;
  • la parte fotografica è ottima ma ha grandi performance contrapposte a un autofocus assente nella wide camera e impreciso nella teleobiettivo.
  • Dotatevi di una cover in silicone per aumentare il grip e proteggere lo smartphone.

Tutto sommato, forse S10 ha un prezzo non giustificabile rispetto alla concorrenza e allo stesso ottimo S9, e la nostra pignoleria deriva proprio dall’esborso richiesto per averlo.

#td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item1 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190311_154026-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item2 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190313_150556-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item3 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190313_150658-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item4 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190313_150728-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item5 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190314_151358-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item6 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190314_151410-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item7 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190314_151423-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item8 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190314_181219-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item9 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190314_222043-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item10 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190317_102643-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item11 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190317_102707-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item12 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190317_102715-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item13 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/20190317_102743-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } #td_uid_1_5c93dad402b29 .td-doubleSlider-2 .td-item14 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2019/03/Screenshot_20190315-235523_Settings-80x60.jpg) 0 0 no-repeat; } Samsung Galaxy S10 samples 1 su 14

Recensione Samsung Galaxy S10: un top di gamma tra luci e ombre Tecnoandroid

Lotus: una nuova auto sportiva prevista per il 2020 e il passaggio all’elettrico

Thu, 03/21/2019 - 17:30

Lotus: una nuova auto sportiva prevista per il 2020 e il passaggio all’elettrico Tecnoandroid

Lotus ha ricevuto una boccata di aria fresca dopo aver ricevuto un enorme investimento da parte di China Geely. Si sono sentite voci che riguardano la costruzione di una nuova ipercar tutta elettrica, ma Phil Popham, il nuovo CEO della Lotus, dice che c’è molto di più in serbo per noi.

Parlando con Roadshow a Los Angeles questa settimana, Popham dice che vuole “mostrare che Lotus è ben finanziata“. La società ha un ambizioso piano quinquennale che è stato approvato da Geely. Il primo nuovo prodotto che vedremo è un’auto sportiva a due posti, che dovrebbe entrare nel 2020.

Purtroppo il CEO non scende a fondo sui dettagli per quanto riguarda la tecnologia di bordo, il comfort dei passeggeri e altri aspetti pratici, che a suo dire renderanno la nuova auto davvero unica. Naturalmente, Popham dice che nulla di tutto ciò può venire a scapito delle prestazioni. Tutto questo non può “compromettere il DNA della Lotus“, dice.

 

Nuove prospettive ed attrezzature

Dopo il lancio di questa nuova vettura sportiva, Lotus creerà una serie di altri prodotti costruiti su una piattaforma nuova di zecca. Popham dice che tutti questi prodotti futuri saranno “concettualizzati, progettati e gestiti dal programma” da Lotus nel Regno Unito.

Nuove macchine sportive saranno generate da questa piattaforma, naturalmente. Ma Popham dice che questa architettura sarà abbastanza flessibile da supportare altri tipi di veicoli. “Non escluderei nulla”, ha detto al Roadshow. All’inizio del 2018, sono emersi alcuni dettagli che facevano pensare che Lotus fosse interessata alla produzione di un nuovo SUV.  Questa nuova piattaforma potrebbe effettivamente essere il trampolino di lancio per molti altri progetti, a parte questo.

Ma indipendentemente dal tipo di veicolo, Popham afferma che il passaggio all’elettrico sarà solo l’inizio del futuro delle auto di Lotus. I powertrain elettrici non saranno l’unica opzione, ma anzi, Popham vede la necessità di aggiungere questo tipo di tecnologia per rimanere competitivi in ​​futuro.

Lotus: una nuova auto sportiva prevista per il 2020 e il passaggio all’elettrico Tecnoandroid

Samsung Customer Service, apre a Mestre il primo centro assistenza monobrand

Thu, 03/21/2019 - 16:45

Samsung Customer Service, apre a Mestre il primo centro assistenza monobrand Tecnoandroid

Dopo le aperture di Milano, Como, Pisa, Bologna, Torino, Messina, Napoli e Avellino, è stato inaugurato oggi a Mestre un nuovo Samsung Customer Service, il centro assistenza totalmente brandizzato Samsung. Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato rappresentanti del top management dell’azienda.

Si tratta di un concept innovativo che mira ad offrire il miglior servizio post-vendita in esclusiva per i clienti Samsung. Il personale che opera all’interno del Customer Service è, infatti, altamente specializzato e preparato sui prodotti e servizi mobile (smartphone come il nuovo Galaxy S10, tablet, wearable) e gli elettrodomestici di Samsung.

 

Samsung Customer Service, un centro altamente specializzato e unico a Mestre

Il Customer Service di Venezia Mestre è caratterizzato da un ambiente dal design moderno in cui i clienti Samsung possono ricevere assistenza dedicata e il supporto completo su alcuni servizi esclusivi, tra i quali: la riparazione veloce degli smartphone Samsung entro un’ora, riparazione su prenotazione dal web o tramite call center.

E ancora sulla vendita di accessori originali Samsung o semplicemente consulenza gratuita sui prodotti Samsung da parte degli addetti del nuovo centro. Mario Levratto, head of marketing & external relations di Samsung Electronics Italia ha dichiarato: “le nostre attività di relazione con il cliente nella fase di post vendita sono sempre più strategiche“.

Lo stesso continua spiegando che “per questo motivo abbiamo voluto creare dei centri che siano sempre più in linea con le aspettative dei nostri consumatori, ovvero ambienti che rispettino l’anima innovativa della nostra azienda, con procedure che riducono i tempi di attesa e permettano una esperienza piacevole oltre che di fidelizzazione”.

Il Samsung Customer Service di Venezia/Mestre si trova in via Peppino Impastato 32/b a Mestre, e sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 19:00 con orario continuato.

Samsung Customer Service, apre a Mestre il primo centro assistenza monobrand Tecnoandroid

Huawei stessa fa trapelare informazioni sui P30: le immagini ufficiali

Thu, 03/21/2019 - 16:30

Huawei stessa fa trapelare informazioni sui P30: le immagini ufficiali Tecnoandroid

Che gli smartphone siano i protagonisti di leaks è una cosa normale e diventa pratica routine quando si parla delle ammiraglie. Un po’ strano, ma comunque non una novità, è quando è lo stesso produttore diventa l’artefice della fuga di notizie e in questo caso si tratta di Huawei. Tra pochissimi giorni il colosso cinese presenterà la nuova coppia di ammiraglie ovvero il P30 e il P30 Pro e di questi ormai sappiamo praticamente nulla, ma ci manca l’ufficialità.

 

Conferme e conferme

A rimediare a questo punto, come appena detto, ci ha pensato la stessa Huawei la quale accidentalmente ha messo online la pagina dei due smartphone con anticipo. A farlo, più precisamente, è stata la filiale dei Paesi Bassi la quale ha fornito le immagini dei dispositivi insieme ai premi che verranno forniti insieme al pre-ordine degli stessi. Essendo un errore, chi di dovere si è mosso in fretta tanto che la pagina è stata buttata giù in fretta e furia, ma gli internauti sono stati più veloci.

L’utilità di tutto questo è sostanzialmente che si tratta di una grossa conferma di quello trapelato finora. Le date esatte non erano presenti e l’unica presente indicava la data limite per pre-ordinare per poter ricevere i regali ovvero l’8 aprile; speculando questa data sarà uguale per tutti i paesi europei. Uno dei regali presente è lo speaker Sonos One il quale presenta un valore abbastanza alto; sappiamo anche che sarà presente un carica batterie wireless compreso nel prezzo dello smartphone scelto.

Huawei stessa fa trapelare informazioni sui P30: le immagini ufficiali Tecnoandroid

Instagram: cos’è e come utilizzare la nuova funzione Checkout

Thu, 03/21/2019 - 16:15

Instagram: cos’è e come utilizzare la nuova funzione Checkout Tecnoandroid

Un anno fa arrivava Shopping, una funzionalità che permette alle aziende di inserire particolari tag all’interno dei propri post pubblicati su Instagram e che consente agli utenti di essere indirizzati alla specifica pagina web per acquistare il prodotto online. Con questa funzione, Instagram ha puntato al mondo dello shopping online, e l’ultima novità introdotta dal social conferma, ancora una volta, la sua volontà nell’affermarsi come un sito di e-commerce a tutti gli effetti.

La nuova funzionalità introdotta da Instagram, infatti, consente all’utente di acquistare un prodotto direttamente all’interno dell’app stessa, senza dover quindi passare dal browser per poter essere indirizzato alla pagina web di ogni singolo marchio al fine di portare a termine l’esperienza di acquisto.

Instagram: arriva Checkout, cos’è e come utilizzare questa nuova funzione

Si chiama “Checkout” ed è una nuova funzione introdotta recentemente da Instagram che permette agli utenti di acquistare prodotti direttamente dall’applicazione, senza dover quindi passare dal sito dell’azienda per completare il processo di acquisto.

«Gli utenti non devono più aprire un browser quando vogliono effettuare un acquisto, e con le loro informazioni di pagamento tenute al sicuro in un unico luogo, possono acquistare i prodotti dei loro marchi preferiti senza dover accedere ad altri siti e di inserire le loro informazioni più volte». Informa l’azienda in un comunicato ufficiale.

I post da cui si possono effettuare acquisti con la funzione Checkout sono contrassegnati da una piccola icona a forma di borsa, o comunque possono essere più facilmente trovati attraverso il canale Shopping, nella sezione Esplora. Cliccando sull’immagine, dovrebbe comparire un’etichetta sull’oggetto acquistabile che ne indica il prezzo. A questo punto basterà selezionarlo, sceglierne eventualmente la taglia o il colore, inserire un metodo di pagamento, indicare un indirizzo di spedizione e procedere infine col pagamento.

Per il momento, Checkout è disponibile solamente negli Stati Uniti, ma dovrebbe arrivare presto anche negli altri Paesi. La funzionalità, infine, non permette – almeno per adesso – di acquistare prodotti di una qualsiasi azienda presente sul Instagram, è riservata a gradi marchi. Tra questi citiamo Adidas, Anastasia Beverly Hills, Balmain, Burberry, ColourPop, Dior, Huda Beauty, H&M, Prada, MAC Cosmetics, Michael Kors e Zara.

Instagram: cos’è e come utilizzare la nuova funzione Checkout Tecnoandroid

Meizu 16s: un vero smartphone senza notch e con bordi sottilissimi

Thu, 03/21/2019 - 16:00

Meizu 16s: un vero smartphone senza notch e con bordi sottilissimi Tecnoandroid

Il notch è arrivato quasi all’improvviso quando nessuno se l’aspettava e a farlo sono state tre compagnie distinti anche se quella che ha fatto più rumore è stata Apple, che tra l’altro è stato l’ultima dopo Aquos ed Essential. All’inizio sembra esserci stata una corsa da parte degli altri produttori nel voler implementare tale novità ad eccezione di pochi nomi tra cui Samsung la quale però ha recuperato verso la fine del 2018. Nello stesso momento che c’è stata questa corsa agli armamenti, paradossalmente è iniziata anche quella per proporre delle alternative.

Subito le compagnie si sono rese conto che la lunetta spaccava eccessivamente i consumatori quindi ecco che sono iniziati ad arrivare quelli più piccoli a goccia, gli slide e le fotocamere pop-up. Quello a goccia ha continuato a non convincere più di tanto mentre gli ultimi due, per quanto affascinanti, instillano nel compratore la paura di avere un qualcosa di ancora più fragile di prima. È questo il prezzo che bisogna pagare per avere uno smartphone con un display grosso senza ritrovarsi una piastrella in tasca? Per Meizu no.

 

Meizu 16s

Parliamoci chiaro, Meizu non è una di quei produttori di smartphone che in Europa si vede spesso, anzi. Detto questo non si può ignorare il dispositivo che tra non troppo dovrebbe arrivare su un mercato già affollato. A maggio arriverà il 16s il quale è stato immortalato in una recente foto dove si può tranquillamente ammirare quello che molti consumatori hanno solo sognato finora.

Come si può vedere il display è incorniciato in bordi sottili, in un mento poco pronunciato e una fronte uguale con presente anche un obiettivo. In realtà non è chiaro quale versione sia della serie, ma visto le dimensioni potrebbe essere la variante Plus il cui schermo dovrebbe essere di 6,76 pollici; la versione base sarà di 6,2 pollici.

Meizu 16s: un vero smartphone senza notch e con bordi sottilissimi Tecnoandroid

Amazon annuncia l’arrivo di un nuovo Kindle con luce regolabile

Thu, 03/21/2019 - 15:45

Amazon annuncia l’arrivo di un nuovo Kindle con luce regolabile Tecnoandroid

Da pochi giorni la piattaforma di e-commerce Amazon ha annunciato il lancio del nuovo Kindle che introdurrà una nuova caratteristica: una luce frontale regolabile incorporata.

Questa nuova luce permetterà di leggere comodamente in qualsiasi tipo di ambiente e in qualsiasi condizione di luce. Scopriamo insieme tutti i dettagli del nuovo dispositivo.

 

Amazon Kindle permetterà di regolare la luce

Il nuovo eBook Reader della piattaforma di Seattle è stato studiato per offrire un’esperienza ancora migliore rispetto a quella offerta con i precedenti modelli. L’utente potrà di conseguenza leggere il proprio libro in qualsiasi ambiente e soprattutto in qualsiasi momento del giorno o della notte. Anche il design è nuovo, caratterizzato da un profilo più sottile che va a migliorare l’ergonomia del dispositivo.

Il nuovo Kindle dispone anche di un display antiriflesso, in modo da offrire una maggiore qualità durante la lettura, paragonabile a quella data dalla carta stampata. Monta anche la nuova tecnologia e-ink, che garantisce un contrasto migliore e utilizza il capacitive touch per prevenire qualsiasi swipe accidentale sullo schermo. Quest’ultimo ha una grandezza di 6 pollici e 167 ppi-

Anche sul fronte dell’autonomia non presenta alcun tipo di problema, la batteria montata garantisce anche intere settimane di carica. La memoria interna è molto ampia e permette di contenere migliaia di libri. Il nuovo Kindle offre inoltre l’accesso immediato al Kindle Store, dove è possibile scegliere tra una vastissima gamma di libri da tutto il mondo. Il nuovo dispositivo verrà spedito a partire dal 10 aprile ad un prezzo di 79.99 euro.

Amazon annuncia l’arrivo di un nuovo Kindle con luce regolabile Tecnoandroid

iPad Air 2019 e iPad Mini 5: tutti i dettagli sugli ultimi modelli Apple

Thu, 03/21/2019 - 15:30

iPad Air 2019 e iPad Mini 5: tutti i dettagli sugli ultimi modelli Apple Tecnoandroid

La Apple cambia i piani di comunicazione delle nuove uscite, e anziché fare le cose in grande stile come nei precedenti casi, decide di far precedere l’arrivo dei nuovi dispositivi da un “semplice” post su Twitter.

Preferisce forse che la qualità parli da sé e il tamtam sui social compensi per una volta la mancanza di un’oculata strategia di marketing pubblicitario? Oppure preferisce non distogliere l’attenzione dall’attesa per l’evento del 25 marzo, fondamentale per moltissime novità di casa Apple?

Sta di fatto che i nuovi iPad Air 2019 e iPad Mini 5 hanno un po’ subito l’essere messi in sordina, nonostante la loro qualità non sia affatto da meno rispetto alle novità apportate nelle versioni precedenti. Certo, il design si è mantenuto fermo sulle posizioni assunte dai vecchi modelli, e forse gli utenti si aspettavano qualche elemento di discontinuità in positivo rispetto alla solita configurazione estetica. Ciò non toglie che si tratti di dispositivi validi e interessanti.

iPad Air 2019

iPad Air 2019 è un’efficace via di mezzo fra la linea iPad e i top di gamma iPad Pro, assumendo su di sé il compito di possedere funzionalità più avanzate della serie base, ma non raggiungere i livelli professionali della gamma Pro.

L’iPad Air 2019, o iPad Air 10.5” data la sua dimensione, monterà il chip A12 Bionic dotato di Neural Engine, presente anche sui nuovi iPhone e accolto favorevolmente per la litografia a 7 nanometri. Il display Retina adotterà la tecnologia True Tone per il bilanciamento dei toni di bianco in base alla luce circostante.

Nell’ambito delle fotocamere, quella posteriore avrà un sensore da 8 megapixel, mentre quella frontale sarà da 7 megapixel. Non essendo top di gamma non monterà il sensore TrueDepth per il Face ID, mentre sarà presente il rilevatore d’impronte Touch ID.

L’iPad Air 2019 supporterà Apple Pencil, il jack per le cuffie e la smart keyboard. Sarà disponibile in diverse colorazioni classiche, in particolare grigio siderale, argento e oro con ampiezza della memoria da 64 o 256 GB, con la possibilità di abbinare la funzione WiFi alla Cellular. I prezzi partono dai 569 euro per la combinazione WiFi e 64 GB, fino ad arrivare agli 879 euro per la versione WiFi + Cellular da 256 GB.

iPad Mini 5

Ottima prova anche per l’iPad Mini 5, che con specifiche pressoché identiche all’iPad Air 2019 viene promosso a supportare l’Apple Pencil. Variano le dimensioni, con un display da 7.9 pollici e una risoluzione di 2048 x 1536 pixel, uno spessore pari a 6,1 mm e un peso di 300,5 grammi, che sale a 308,2 per la versione WiFi + LTE.

I costi sono un po’ più contenuti, e vanno dai 459 euro della versione WiFi da 64 GB ai 769 euro del modello WiFi + Cellular da 256 GB.

L’iPad Mini 5 è attualmente disponibile in preordine dagli store ufficiali, mentre sarà acquistabile in Italia a partire dal 3 aprile.

iPad Air 2019 e iPad Mini 5: tutti i dettagli sugli ultimi modelli Apple Tecnoandroid

Netflix: il 4 luglio torna la terza stagione della serie più amata in assoluto

Thu, 03/21/2019 - 15:15

Netflix: il 4 luglio torna la terza stagione della serie più amata in assoluto Tecnoandroid

Oggi torniamo a parlare della piattaforma di contenuti in streaming Netflix che, il prossimo 4 luglio 2019 lancerà la terza stagione di una serie TV che ha appassionato tutto il mondo.

Dopo avervi parlato dei primi contenuti che arriveranno nel mese di aprile e di quelli che purtroppo, verranno eliminati, non vediamo l’ora di svelarvi quale serie tornerà il 4 luglio. Mettetevi comodi e scopriamo insieme i dettagli.

 

Netflix: il 4 luglio torna Stranger Things

Esatto, avete capito bene, la serie TV che tornerà il 4 luglio con la terza stagione è proprio Stranger Things. Ad annunciarlo è stata la stessa piattaforma attraverso i suoi profili ufficiali sui social network. I nuovi episodi saranno subito disponibili anche in Italia, oltre che nel resto del mondo, dove è attivo il servizio.

Le nuove vicende ci porteranno nella calda estate del 1985 e, dal nuovo trailer che è stato lanciato, sembra proprio che la stagione ci farà divertire molto tra intrighi e misteri. Ci saranno anche dei nuovi protagonisti anche se al momento non conosciamo ancora i loro nomi. Sappiamo solamente che anche questa terza stagione sarà curata dai fratelli Duffer. Al cast si aggiungeranno anche Maya Hawke, Jake Busey e Cary Elwes.

Per chi non avesse mai visto la serie, possiamo dirvi, senza fare spoiler, che racconta alcuni eventi legati alla misteriosa scomparsa di un bambino e alla successiva comparsa di una bambina con i capelli rasati, dotata di poteri strani. La prima stagione è stata pubblicata sulla piattaforma nel 2016, la seconda nel 2017 e la terza è stata annunciata sempre nel dicembre del 2017 e ora finalmente potremo gustarcela.

Netflix: il 4 luglio torna la terza stagione della serie più amata in assoluto Tecnoandroid

Samsung Galaxy A90: presente batteria più piccola per fare spazio alla fotocamera

Thu, 03/21/2019 - 15:00

Samsung Galaxy A90: presente batteria più piccola per fare spazio alla fotocamera Tecnoandroid

Il notch è nato per un motivo ben preciso, massimizzare il rateo display-corpo senza ovviamente andare ad aumentare le dimensioni dello stesso dispositivo. Di estetico probabilmente non c’è mai stato niente e anche se qualche anno fa poteva sembra la scelta migliore, ormai non lo sembra per niente. Da allora ci sono state continue evoluzioni di questo aspetto le quali erano sempre incentrate sul concetto delle due grandezze sopracitate, ma anche sul fatto che i sensori frontali da qualche parte dovevano pur andare.

Samsung ultimamente ha adottato diverse variante, da i notch a goccia e a V ai semplici fori per le fotocamere, ma tra non troppo potrebbe arrivare qualcosa di nuovo. Si tratta della fotocamera pop-up che in realtà è già stata introdotta da altri produttori, ma il gigante sudcoreano ci ha comunque messo del suo e apparentemente oltre ad essere a scomparsa sarà anche rotabile tanto da far ipotizzare l’assenza di una configurazione posteriore. Sarà il Galaxy A90 ad introdurre tale tecnologia, ma in tanto sembra essere già comparsa la prima limitazione.

 

Samsung Galaxy A90

Sembra che il produttore per introdurre questa particolare configurazione di fotocamera abbia dovuto risparmiare, in termini di spazio, sulla batteria. Secondo un rapporto trapelato recentemente infatti, il modello che fa riferimento al Galaxy A90, ovvero EB-BA905ABN, presenta una batteria con una capacità di 3.610 mAh. Per carità, è più alta della media, ma rispetto agli altri dispositivi della serie Galaxy A risulta quella più bassa anche dei modelli di fascia più bassa come l’A50.

Samsung Galaxy A90: presente batteria più piccola per fare spazio alla fotocamera Tecnoandroid

Android: Google impazzisce e regala 5 app superbe nel Play Store

Thu, 03/21/2019 - 14:45

Android: Google impazzisce e regala 5 app superbe nel Play Store Tecnoandroid

Google svende le nuove app Gratis Android su Play Store. Si tratta di soluzioni mobile davvero interessanti e molto ambite dagli utenti. Sono state scaricate migliaia di volte e possono dare fondo alla Lista dei Desideri senza il pensiero di doverci spendere sopra qualcosa. TUTTO GRATIS almeno per qualche ora. Non lasciamoci sfuggire l’occasione e facciamo in fretta.

 

Make One Android

Make one è un rompicapo premiato alla  PGC London 2019 con il 3 ° posto in classifica generale. Medaglia di bronzo anche al GIGDC 2018, altro non è che  un puzzle game semplicemente basato sulla logica. L’obiettivo è quello di combinare più blocchi per formarne uno soltanto. Ci sono 150 diversi livelli, ognuno più divertente e coinvolgente del precedente. Assolutamente da provare.

 

SUBURBIA City Building Game

SUBURBIA City Building Game è chiaramente un videogame che replica il classico e tradizionale “titolo da tavolo”. Si deve gestire una metropoli in crescita. Scegliere la strategia giusta è fondamentale. Occorre pianificare con attenzione ogni mossa. Si può procedere in Single Player oppure online contro amici ed avversati virtuali. Costruisci  zone residenziali, commerciali, civili e industriali come negozi, musei, aeroporti e costruisci la tua reputazione.

 

QR and Barcode Scanner PRO

QR and Barcode Scanner PRO serve per effettuare la scansione di codici a barre e codici QR. Essenziale per ogni dispositivo Android che si rispetti. Scansione istantanea, facile e sempre disponibile. Da avere subito!

 

My vocabulary (Words and phrases learning)

My vocabulary (Words and phrases learning) è un dizionario personale. Utile e semplice per memorizzare, imparare ed appuntare nuovi vocaboli.

 

Voice Recorder Pro

Voice Recorder Pro è un registratore vocale facile da usare, ricco di funzioni utili e perfetto per salvare sia brevi promemoria vocali che lunghe conferenze e monologhi. Si può registrare con schermo spento ed in qualsiasi momento anche a schermo acceso grazie al pulsante flottante. La funzione di blocco protegge la privacy delle registrazioni richiedendo una sequenza di sblocco. La versione Pro – ora gratuita – sblocca tutte le funzionalità.

Oltre queste 5 app incredibili si sono anche 50 utility Pro Free che Google sta regalando agli utenti per le prossime ore.

Android: Google impazzisce e regala 5 app superbe nel Play Store Tecnoandroid

Fuori i nuovi iMac: gli ultimi ritrovati Apple possono superare i 18.000 euro

Thu, 03/21/2019 - 14:30

Fuori i nuovi iMac: gli ultimi ritrovati Apple possono superare i 18.000 euro Tecnoandroid

L’azienda dalla mela morsicata ha finalmente dato disponibilità per la vendita, sull’Apple Store, dei nuovi iMac e iMac Pro, annunciati con costi a partire dai 1.349 euro per la versione più basic dell’iMac fino ai quasi 20.000 del top di gamma della linea iMac Pro.

Preceduti dall’annuncio dei nuovi iPad Air 2019 e iPad Air Mini, nonché seguiti dall’arrivo delle nuove cuffie Airpods 2, i nuovi modelli iMac preservano le caratteristiche estetiche dei predecessori, per concentrare tutta la propria potenza nelle specifiche tecniche.

C’è chi ha paragonato il costo del top di gamma a quello di una macchina, ed è effettivamente corretto il paragone: il nuovo iMac rappresenta davvero un gioiello di integrazione e convergenza delle migliori tecnologie disponibili sul mercato quanto a processori, schede video e RAM.

Tant’è vero che per dare vita alle due nuove linee di iMac, sia basic che Pro, i due migliori produttori di hardware sul mercato, Intel e AMD, si sono combinati per dare vita a modelli che montano processori Intel di ultima generazione, che possono raggiungere gli 8 core (anche 18 nei Pro), e schede grafiche opzionali Radeon Pro Vega, in varie declinazioni.

Specifiche e prezzi dei nuovi iMac

I vari modelli di iMac prevedono diverse combinazioni.

La più economica corrisponde al 21,5 pollici con display sRGB avente risoluzione 1920×1080 pixel (quindi non con display Retina 4K), che monta un processore Intel Core i5 dual core di settima generazione a 2,3 GHz (con Turbo Boost fino a 3,6 GHz). Presenta una RAM da 8 GB – espandibile fino a 16 GB – con disco rigido da 1 TB. Il tutto ad un prezzo di 1.359 euro, che raggiungono i 1.549 se si desidera il modello con display Retina 4K.

Una fascia intermedia è data dall’iMac da 27 pollici, che prevede un display Retina 5K e una CPU Intel Core i5 6-core di ottava generazione a 3,0 GHz (con Turbo Boost che raggiunge 4,1 GHz), 8 GB di RAM che possono raggiungere i 32 GB e disco rigido di tipo Fusion Drive da 1 TB.

Qui si cominciano a montare le schede video Radeon Pro 570X con 4 GB di memoria e due porte Thunderbolt 3. In questa variante, il prezzo corrisponde a 2.199 euro.

Il modello più potente tra i nuovi iMac possiede un processore Intel Core i9 8-core di nona generazione a 3,6 GHz (con Turbo Boost fino a 5,0 GHz), 64 giga di RAM, scheda video Radeon Pro Vega 48 avente 8 GB di memoria, disco SSD da 2 TB. In aggiunta sono presenti Magic Mouse 2, Magic Trackpad 2, Magic Keyboard e sono già installati i software Final Cut Pro X e Logic Pro X.

Per ottenere questo modello, bisognerà spendere la bellezza di 6.947,98 euro.

 

iMac Pro

Per utilizzi altamente professionali, che necessitano di una potenza ancor superiore, è necessario affidarsi alla gamma iMac Pro, che prevede una CPU Intel Xeon W 8-core a 3,2 GHz (con Turbo Boost fino a 4,2 GHz), 32 GB di RAM espandibile fino a 256 GB, disco SSD da 1 TB, scheda video Radeon Pro Vega 56 che presenta 8GB di memoria dedicati, scheda Ethernet da 10 Gb, quattro porte Thunderbolt 3 e Retina Display 5K della dimensione di 27”, con la risoluzione da paura di 5120×2880 pixel. Il costo corrisponde a 5.599 euro.

Ma se si vuole salire fino al top di gamma della linea iMac Pro, bisogna arrivare al modello da 27” con processore Intel Xeon W 18-core a 2,3 GHz (con Turbo Boost fino a 4,3 GHz), memoria RAM ECC DDR4 da 256 GB, scheda video Radeon Pro Vega 64X avente 16 GB di memoria dedicata, unità SSD da 4 TB e inclusi tutti gli accessori e i software visti per il modello migliore di iMac basic, aggiungendo a questi un kit adattatore di montaggio VESA.

Il tutto, alla strabiliante cifra di 18.588 euro. Più di un’automobile, dicono. E come dargli torto.

Fuori i nuovi iMac: gli ultimi ritrovati Apple possono superare i 18.000 euro Tecnoandroid

Twitter vi permette di censurare dei contenuti senza bloccare gli utenti

Thu, 03/21/2019 - 14:15

Twitter vi permette di censurare dei contenuti senza bloccare gli utenti Tecnoandroid

Al giorno d’oggi sul web e soprattutto sui social network sono presenti contenuti di tutti i tipi. Un esempio sono gli spoiler sulle serie TV, i commenti negativi e successivamente anche commenti offensivi o contenuti violenti.

Probabilmente non tutti gli utenti sanno che la piattaforma Twitter permette di censurare alcuni contenuti, a noi non graditi, senza però bloccare l’amico che li posta. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Twitter permette di censurare i contenuti senza bloccare gli amici

Negli ultimi tempi sono aumentati i contenuti offensivi e violenti presenti sui social network. Basti pensare al terribile video che è stato pubblicato in diretta Facebook durante il massacro nella moschea in Nuova Zelanda. La piattaforma Twitter, a differenza di altri social, permette di oscurare alcuni contenuti senza però bloccare la persona che li ha pubblicati.

Più precisamente andremo ad oscurare tutti i contenuti che contengono determinate parole, ovviamente inserite da noi in base ai contenuti che non vogliamo vedere sulla nostra homepage. Per farlo basta andare in impostazioni e privacy e cliccare sulla voce “parole silenziate“. In questa pagina potrete inserire tutte le parole non desiderate, scegliendo tra diverse opzioni.

La configurazione in questione, deve per forza essere effettuata tramite la versione desktop dell’applicazione e, una volta impostata, varrà anche sull’applicazione Mobile. Potete anche decidere di limitare la censura per un certo periodo di tempo, per esempio per evitare risultati di partite o finali di serie TV che state guardando. Potete censurare alcuni contenuti anche su Instagram andando in impostazioni>privacy e sicurezza>commenti>modifica impostazioni dei commenti.

Twitter vi permette di censurare dei contenuti senza bloccare gli utenti Tecnoandroid

Samsung Galaxy S10 a rate e anticipo di 99,99 euro per i clienti Wind

Thu, 03/21/2019 - 13:45

Samsung Galaxy S10 a rate e anticipo di 99,99 euro per i clienti Wind Tecnoandroid

Nuova campagna promozionale dedicata ai clienti Wind con la quale viene proposto via SMS l’acquisto a rate del favoloso e nuovissimo Samsung Galaxy S10. Il modello top di gamma del colosso coreano rientra nell’opzione Telefono Incluso Standard ed è disponibile a rate con anticipo iniziale.

I clienti selezionati dall’operatore sono invitati a recarsi entro il 24 marzo 2019 negli store ufficiali per acquistare Galaxy S10 alle seguenti condizioni:

  • anticipo di 99,99 euro
  • 30 rate mensili da 19,99 euro ciascuna
  • pagamento con carta di credito

Chi invece non ha ricevuto l’SMS da Wind, può ugualmente acquistarlo a rate alle stesse condizioni ma con un anticipo di 149,99 euro. Per tutta la durata della rateizzazione, il cliente riceverà in automatico senza costi aggiuntivi 1 Giga di traffico dati in più al mese.

 

Un Samsung Galaxy S10 a rate? Certo che sì!

I nuovi smartphone saranno in promozione con Wind fino 24 Marzo 2019, salvo proroghe, esclusivamente con pagamento con carta di credito. Al momento non si conosce l’importo dell’eventuale rata finale che si dovrà corrispondere in caso di recesso anticipato, oltre alle rate residue.

Per chi non lo conoscesse, Samsung Galaxy S10 è caratterizzato da un display Dynamic AMOLED Infinity-O (HDR10+) da 6.1″ e risoluzione QuadHD, un processore Exynos Octa Core, lettore di impronte digitali ad ultrasuoni, tre fotocamere posteriori (12MP DualPixel, F1.5/F2.4 – Ultra-grandangolare 16MP, F2.2 – Teleobiettivo 12 MP, F2.4), una fotocamera anteriore da 10MP Dual Pixel f/1.9 e sistema operativo Android 9 Pie.

Il Galaxy S10+ presenta lo stesso tipo di display ma è più grande (6,4″) e ha una doppia fotocamera anteriore (una da 10MP Dual Pixel con f/1.9 e una da 8MP con f/2.2).

Samsung Galaxy S10 a rate e anticipo di 99,99 euro per i clienti Wind Tecnoandroid

Pages



Condividi: