Tecnoandroid





MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 2 hours 42 min ago

Riverdale 5: ecco le ultime dichiarazioni sulle prossime puntate

Thu, 04/02/2020 - 12:05

Riverdale 5: ecco le ultime dichiarazioni sulle prossime puntate Tecnoandroid

Sul canale televisivo Premium Store ogni mercoledì va in onda una puntata della quarta stagione di Riverdale, la serie televisiva che racconta le vicende dei personaggi di Archie Comics. Sono disponibili le prime tre stagioni sia sulla piattaforma di streaming Netflix che quella Infinity.

Comunque sia, anche se la quarta stagione deve ancora terminare i fan sperano in una quinta stagione perché è impossibile stancarsi delle vicende che coinvolgono Archie Andrews, Betty Cooper, Veronica Lodge e Jughead Jones. Fortunatamente la serie televisiva statunitense ha già confermato una quinta stagione.

Riverdale 5: le nuove puntate sono confermate, ecco i dettagli

Secondo quanto dicono le notizie che girano in rete, Riverdale ha confermato una quinta stagione anche se gli episodi della quarta sono ancora in corso. Gli spettatori innamorati di questa serie televisiva statunitense sono milioni e lo sviluppatore, Roberto Aguirre-Sacasa non poteva terminarla visto il successo riscosso.

Purtroppo i dettagli sulle prossime puntate sono molto pochi visto che non si conosce ancora il finale della quarta, ma secondo alcune voci da corridoio potrebbe concentrarsi sull’ultimo anno di liceo dei personaggi principali oppure sul loro futuro dopo il liceo.
Inoltre, è troppo presto anche parlare di riprese visto l’emergenza sanitaria che in tanti stiamo vivendo a causa del Covid -19. Con le direttive attualmente in atto non si conoscono ancora i tempi per registrare le scene e riportare a lavoro la produzione e tutto il cast.

L’unica cosa da fare è guardare tutti gli episodi della quarta stagione e aspettare la fine per scoprire qualche dettaglio in più sulla prossima.

Riverdale 5: ecco le ultime dichiarazioni sulle prossime puntate Tecnoandroid

PosteMobile proroga fino al 14 aprile le offerte Creami WeBack e Style

Thu, 04/02/2020 - 12:00

PosteMobile proroga fino al 14 aprile le offerte Creami WeBack e Style Tecnoandroid

L’operatore virtuale PosteMobile ha recentemente deciso di prorogare nuovamente le proprie offerte denominate Creami WeBack e Creami Style fino al prossimo 14 aprile 2020.

I prezzi di queste offerte, come ben saprete, partono da soli 5 euro al mese e utilizzano il meccanismo dei credit, come la maggior parte delle offerte dell’operatore. Scopriamole nel dettaglio.

 

PosteMobile proroga Creami WeBack e Style fino al 14 aprile 2020

Iniziamo subito con la Creami WeBack, attivabile esclusivamente online e comprende credit illimitati verso tutti i numeri mobili e fissi nazionali per chiamate ed SMS e 50 GB di traffico internet in 4G al prezzo di 9.99 euro al mese. Il cliente riceverà anche 1 euro al mese di ricarica telefonica bonus per ogni 10 GB non utilizzati. Per esempio, se in un mese utilizzerete solamente 27 GB, l’operatore vi donerà un bonus di 2 euro.

La Creami Style comprende invece 500 credit per chiamare ed inviare SMS a tutti i numeri mobili e fissi nazionali e 5 GB di traffico internet al prezzo di 5 euro al mese. Una volta esaurito il traffico dati, tutti i clienti potranno attivare l’opzione 5 Giga Extra al prezzo di 1 euro in più al mese per un massimo di due volte, arrivando così a pagare 7 euro per 15 GB mensili e 500 credit.

Per la prima offerta in romaming UE saranno utilizzabili 4.68 GB, mentre per la seconda l’operatore dispone di 3.28 Giga al mese. Entrambe le offerte appena presentate sono disponibili solamente per i nuovi clienti con un nuovo numero o con richiesta di portabilità. La SIM ha un costo di 20 euro e comprende 10 euro di traffico incluso, con spedizione gratuita ed addebito del rinnovo sempre su credito residuo.

PosteMobile proroga fino al 14 aprile le offerte Creami WeBack e Style Tecnoandroid

Elite: i fan si aspettano una quarta stagione, ecco gli aggiornamenti

Thu, 04/02/2020 - 11:55

Elite: i fan si aspettano una quarta stagione, ecco gli aggiornamenti Tecnoandroid

La serie tv popolare che sta attirando l’attenzione del target giovanile, ovvero Elite, è presente online con la terza stagione. In pochi giorni, c’è stato un forte interesse da parte dei suoi fan, i quali hanno esaurito tutti gli episodi disponibili.

Si tratta di una serie che tratta delle tematiche delicate, come l’adolescenza, la giovane età, le ragazzate (es. sbronze) e la sessualità sotto ogni punto di vista.

Il colosso streaming, Netflix, ha fin da subito dato il via libera alla produzione di questa serie, facendo innamorare i fan di alcuni personaggi che ne fanno parte.

 

Elite 4: ci sarà una quarta stagione?

Con il passare degli episodi, il cast si è continuamente aggiornato e la produzione ha deciso di inserire anche degli attori che hanno collaborato per la serie ‘La Casa di Carta’. Adesso ci troviamo alla terza stagione, ma considerando i risultati positivi che sta ottenendo ci aspettiamo, così come i suoi fan, un seguito e quindi la quarta stagione.

Dalle indiscrezioni che stanno emergendo in questo periodo, si sarebbe annunciata la conferma su una quarta stagione di Elite. Non solo, si presume che dietro alla terza stagione ce ne siano altre due da programmare, quindi una quarta e una quinta stagione.

Non sono notizie ufficiali e di conseguenza consideramole come tali, ma già una speranza da parte dei fan comincia a crescere piano piano, giorno dopo giorno. Naturalmente, finchè Netflix non annunci in modo ufficiale il seguito di Elite, non possiamo fare dei proclami definitivi. Non ci resta che attendere, considerando anche l’emergenza Coronavirus che sta bloccando momentaneamente tante produzioni riguadanti serie tv e film.

Elite: i fan si aspettano una quarta stagione, ecco gli aggiornamenti Tecnoandroid

Poste Italiane: iPhone 11 in regalo tramite un messaggio pericoloso

Thu, 04/02/2020 - 11:55

Poste Italiane: iPhone 11 in regalo tramite un messaggio pericoloso Tecnoandroid

Ancora truffe per i consumatori e purtroppo questa volta gli hacker hanno approfittato della denominazione di Poste Italiane per ingannare più facilmente le loro vittime. Secondo alcune segnalazioni inviate, tutti i consumatori clienti della nota società potrebbero riscuotere un iPhone 11 in regalo grazie alla nuova promozione.

Poste Italiane: attenzione alla nuova truffa dell’iPhone 11 in regalo

La nuova e falsa promozione di Poste Italiane è promossa sotto forma di post e circola sulle piattaforme dei social come Facebook. Gli hacker hanno pensato bene di sviluppare una nuova truffa utilizzando la denominazione della nota società per essere ancora più credibili, anche se ricevere un iphone 11 in regalo è già strano visto il costo per niente irrilevante che presenta il dispositivo.

Per riscattare il regalo, i consumatori interessati devono aprire il post per essere indirizzati ad un concorso online in modo da partecipare inserendo alcune informazioni personali. Gli hacker con questa proposta allettante riescono ad impossessarsi dei dati delle vittime e ad accedere al conto corrente postale prosciugandolo in qualche istante.

Si tratta di una subdola truffa che ha inganno tantissimi consumatori visto la proposta apparentemente di Poste Italiane, società nota e affidabile. Purtroppo, gli hacker con la tecnologia avanzata di oggi riescono ad effettuare molteplici operazioni tra cui similare il logo e la denominazione di enti affidabili e sicuri.

È molto importante prestare attenzione a queste promozioni soprattutto quando ci sono in palio premi costosi come uno smartphone di ultima generazione. Una volta inserite le proprie informazioni è impossibile tornare indietro, dunque, è necessario prestare molta attenzione durante la navigazione in rete.

Poste Italiane: iPhone 11 in regalo tramite un messaggio pericoloso Tecnoandroid

Canone RAI e bollo auto addio: ecco quali sono le ultime novità

Thu, 04/02/2020 - 11:50

Canone RAI e bollo auto addio: ecco quali sono le ultime novità Tecnoandroid

Il canone RAI e il bollo auto sono sicuramente due tra le tasse meno amate dagli italiani. Entrambe infatti sono considerate da molti delle tasse superflue e delle ingiuste imposizioni che volentieri si risparmierebbero. Per questo ci si domanda sovente, se è possibile in qualche modo evitare il pagamento dell’una o dell’altra. Esistono dei casi, sì, ma sono tra le eccezioni. Mi spieghiamo quali sono.

Canone RAI e bollo auto, Ecco quali sono i casi in cui ci si può esentare dal pagarli

Come già abbiamo spiegato, le esenzioni sono solo delle rare eccezioni, riguardano la minor parte degli italiani. Il nostro Paese era già in crisi economica, ma adesso più che mai ha bisogno di entrate. Facendo un calcolo di quanto il Governo guadagna in totale tra i pagamenti dei bolli e quelli del canone, ci rendiamo conto che l’ammontare globale è di circa 7 miliardi di euro annuali. Stiamo parlando quindi di una somma considerevole, il Governo non rinuncerebbe mai a un’entrata simile. Ciò non toglie che siano avvenute una serie di modifiche che riguardano la discrezionalità con cui si paga.

Per quanto riguarda il bollo, i cambiamenti dipendono da ciascuna regione e da alcuni fattori: aumento di prezzo per KWh, diminuzione dei costi per la tassa di possesso, stasi tariffaria. Il canone RAI, invece, rimane immutato e ha un costo di circa 100 euro annuali, spalmati sulla bolletta energetica mensile. Gli unici casi in cui ci si può assentare dal pagare l’una o l’altra possono dipendere da eventuali disabilità o l’età, che deve essere superiore ai 75 anni.

Canone RAI e bollo auto addio: ecco quali sono le ultime novità Tecnoandroid

3G: la rete Tim, WindTre, Iliad e Vodafone non avrà lunga vita

Thu, 04/02/2020 - 11:45

3G: la rete Tim, WindTre, Iliad e Vodafone non avrà lunga vita Tecnoandroid

Pochi usano il 3G da quando anche tutti gli operatori hanno scelto di promuovere la velocità e la persistenza della rete LTE. Con pochi euro al mese tutti possono accedere ad Internet per godere degli innumerevoli vantaggi di network perfetti per l’uso avanzato dei servizi.

Allo stato attuale l’ecosistema TLC di terza generazione funge come una sorta di “pezza” all’eventuale down dei sistemi 4G. Al tavolo delle trattative TIM e Vodafone spiccano per una presa di posizione a favore della chiusura del segnale, ora inutile e dispendioso in luogo della presenza delle innovative promo 5G. Perché è proprio su questo sistema che si sta puntando.

Volendo fare un’analisi soggettiva della questione scopriamo che restreanno attivi i canali standard GSM oltre che 4G e 5G su tutta la linea. In questo contesto le connessioni lente non hanno più spazio, con il 4G pronto a prendere il posto della rete 3G una volta per tutte. Continuare ad investire su una rete così obsoleta potrebbe essere uno sbaglio. Ma la scelta di rinunciare non è così semplice per tutti. Ed ecco perché.

 

Rinunciare al 3G sembra una passeggiata ma ci sono alcune cose da sapere

Al momento sono veramente poche le persone che equipaggiano uno smartphone 5G. Tranne che per alcuni ritrovati Xiaomi in via di commercializzazione si scopre che i nuovi telefoni costano tanto e che le offerte scarseggiano. Abbiamo soltanto tre proposte TIM ed altrettante opzioni Vodafone. Il costo rispetto al 4G è maggiore a causa della scarsa domanda.

Ma tra non molto le promo 5G arriveranno anche per la concorrenza WindTre ed Iliad, le uniche che al momento non possono permettersi il lusso di dire basta al sistema di terza generazione. I clienti dell’operatore francese, infatti, sfruttano ancora il 3G Iliad per sopperire ad una imperfetta copertura di servizio per le aree dichiarate non ancora idonee all’uso del 4G Plus. Diverso il discorso per il 3G Gratis di WindTre che rischia, lasciando il posto al 4G, di causare nuovi aumenti. Al momento, di fatto, chi vuole l’alta velocità paga 1 euro al mese in più.

Gli accordi nazionali per decretare la fine del 3G sono ancora in corso d’opera e nulla è stato ancora definito. Restano da risolvere alcuni problemi 4G che spingeranno sempre più utenti verso il futuro della rete che porta il nome di 5G.

3G: la rete Tim, WindTre, Iliad e Vodafone non avrà lunga vita Tecnoandroid

Tassa per gli italiani sui conti correnti: la Virus Tax non ci sarà

Thu, 04/02/2020 - 11:40

Tassa per gli italiani sui conti correnti: la Virus Tax non ci sarà Tecnoandroid

Da qualche settimana ormai si discute animosamente della possibile introduzione della Virus Tax, una tassa aggiuntiva che il Governo avrebbe dovuto introdurre nel corso del 2020, con prelievo forzoso dal conto corrente dei consumatori in proporzione al reddito degli stessi, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Il dibattito è stato aperto per diverso tempo e, dobbiamo ammetterlo, in rete si è letto di tutto e di più. Chiaramente il 99,99% della popolazione si è detto assolutamente contrario ad una soluzione di questo tipo, ma calmate i bollenti spiriti, la notizia circolata si è rivelata essere completamente falsa.

 

Virus Tax: la fake news che ha fatto infuriare gli utenti

Avete capito bene, è a tutti gli effetti una bufala creata ad arte per far preoccupare i consumatori italiani, sopratutto in un periodo così difficile sia dal punto di vista emotivo, che economico per milioni di noi.

Il Governo ha prontamente smentito l’eventualità, nonostante comunque ci si trovi di fronte ad un deficit quasi incolmabile ed i cui effetti risentiremo per lungo tempo. L’unica cosa che possiamo fare è fidarci di chi si trova sopra di noi e sperare che vengano adottate le giuste misure per riuscire a traghettarci verso un futuro più roseo.

Nel frattempo, controllate se la vostra Regione è coinvolta (se risiedete nel Nord Italia sicuramente), ma il pagamento del Bollo Auto è stato sospeso fino al mese di Giugno, se lo avevate in scadenza nel periodo corrente, sappiate che potrete pagarlo fino al termine del mese di Giugno senza costi aggiuntivi o penali.

Tassa per gli italiani sui conti correnti: la Virus Tax non ci sarà Tecnoandroid

Coronavirus: disponibile l’app traccia-contagio della Protezione Civile

Thu, 04/02/2020 - 11:35

Coronavirus: disponibile l’app traccia-contagio della Protezione Civile Tecnoandroid

Coronavirus è una parola che difficilmente dimenticheremo. L’ansia dilaga mentre la soluzione al problema sembra essere sempre più vicina dopo gli ultimi studi nel campo della diagnostica medica per immagini ed il crescente numero di tamponi con esito negativo. Siamo in quarantena e dobbiamo restarci. Questo è necessario per prevenire la diffusione del contagio che giorno dopo giorno miete un sempre maggiore numero di vittime.

Dopo che i telegiornali nazionali hanno diffuso il rapporto della Protezione Civile sul picco della curva di infezione abbiamo compreso che tutti i nostri sforzi per mantenere il distacco dal mondo esterno stanno servendo. Ma non siamo ancora fuori pericolo. Il numero di vittime è ancora elevato e proprio per questo serve attuare un’accurata opera di prevenzione. A supporto del cittadino e delle istituzioni c’è oggi la nuova app chiamata AllertaLOM. Nasce per merito e volontà della Protezione Civile nel contesto del progetto chiamato “CercaCovid” cui tutti noi siamo chiamati a partecipare. Scopriamo come funziona.

 

Coronavirus KO: tutti devono partecipare alla causa tramite la nuova applicazione per smartphone

Il vicepresidente della regione Lombardia Fabrizio Sala ha chiamato a rapporto i suoi concittadini chiedendo loro di scaricare ed installare la nuova app allertaLOM. La sua creazione è mirata alla realizzazione di una mappa del contagio che definisca i confini della minaccia. La raccolta dati sarà in forma anonima. Vi si accede indicando informazioni sulle proprie generalità: età, sesso, sintomi della malattia ed eventuali contatti con pazienti positivi.

La partecipazione al questionario non è obbligatoria ma necessaria per fornire il nostro contributo alla causa. Il monitoraggio dell’app consentirà infatti di supportare gli specialisti. Virologi, esperti del settore ed epidemiologi potranno così realizzare una mappa statistica per meglio delineare il profilo dell’infezione. Un’arma in più per contrastare l’emergenza sanitaria in corso.

Al preciso scopo di incentivare la partecipazione pubblica è stato chiesto agli influencer ed ai personaggi famosi di sponsorizzare l’app sui propri canali con il fine di garantirne una diffusione sempre più capillare. Inoltre, l’assessore Giulio Gallera ha annunciato che:

«A giugno sarà effettuato un grande screening sierologico nella regione Lombardia. Nel frattempo è necessario preservare la nostra e l’altrui incolumità agli agenti virali utilizzando opportunamente i dispositivi di protezione individuale (guanti e mascherine)».

Coronavirus: disponibile l’app traccia-contagio della Protezione Civile Tecnoandroid

Lenovo Legion 7i e 5i, i nuovi PC da Gaming con tecnologie rivoluzionarie

Thu, 04/02/2020 - 11:35

Lenovo Legion 7i e 5i, i nuovi PC da Gaming con tecnologie rivoluzionarie Tecnoandroid

Lenovo Legion introdurrà presto una nuova serie di PC da gaming, pensati per offrire un’esperienza di gioco più immersiva ed avvolgente, grazie all’implementazione delle più recenti tecnologie, tra cui la potentissima GPU NVIDIA GeForce RTX 2080 SUPER con Max-Q Design e processori mobile Intel Core H-Series fino alla decima generazione.

Lenovo Legion 7i e Lenovo Legion 5i, i nuovi laptop da gaming con tecnologie rivoluzionarie

Lenovo Legion 7i e Lenovo Legion 5i (queste le proposte future) saranno entrambi dotati di NVIDIA Advanced Optimus, una tecnologia che assicurerà una migliore efficienza della batteria. Advanced Optimus rileva in maniera dinamica il carico di lavoro della GPU e, in modo automatico, connette alternativamente al display la GPU NVIDIA (per i carichi di lavoro più onerosi) oppure la IGP (per i carichi di lavoro più leggeri). Così facendo, viene ottimizzata la durata della batteria quando sono in uso applicazioni che richiedono un carico di lavoro più leggero, per poi ottenere le massime prestazioni e frame rate durante le sessioni di gioco.

Entrambi i nuovi laptop Lenovo Legion supporteranno la tecnologia NVIDIA G-SYNC per un’esperienza di gioco più fluida e saranno dotati di processori mobile Intel Core H-Series fino alla decima generazione. Mentre Lenovo Legion 7i sarà dotato delle nuove GPU GeForce RTX SUPER con Max-Q Design, che assicurerà agli utenti clock più rapidi e un nuovo livello di realismo, Lenovo Legion 5i presenterà, invece, GPU fino a RTX 2060.

Lenovo Legion 5i e Lenovo Legion Y540 con RTX 2060 GPU saranno disponibili con un prezzo a partire da 999 dollari, mentre quelli con GPU RTX 2070 GPU saranno disponibili con un prezzo a partire da 1199 dollari. Maggiori informazioni sul prodotto, sulla disponibilità e sui prezzi saranno comunicati in un secondo momento.

Lenovo Legion 7i e 5i, i nuovi PC da Gaming con tecnologie rivoluzionarie Tecnoandroid

Volantino Expert ruba i clienti a Esselunga con offerte imperdibili

Thu, 04/02/2020 - 11:30

Volantino Expert ruba i clienti a Esselunga con offerte imperdibili Tecnoandroid

Il volantino Expert attivo sul sito ufficiale, con consegna gratuita presso il domicilio, promette sicuramente tantissimi sconti e prezzi bassi, nonché ovviamente la possibilità di optare per una rateizzazione senza interessi a partire da un livello minimo di spesa.

Le campagne promozionali dell’ultimo periodo vedono offrire la possibilità a tutti di acquistare comodamente seduti sul divano di casa, data la chiusura a tempo indeterminato dei punti vendita fisici (molto probabilmente fino a Pasqua 2020). La consegna è sempre gratis, indipendentemente dal valore dello scontrino, tutti i prodotti sono inoltre commercializzati con garanzia legale della durata di 24 mesi ed assolutamente in versione no brand.

Scoprite gli ultimi sconti Amazon e le offerte più pazze direttamente sul nostro canale Telegram ufficiale interamente dedicato, lo trovate a questo link.

 

Volantino Expert: i Supersconti sono davvero interessanti

Osservando da vicino il mondo degli smartphone, sicuramente la nostra attenzione viene catturata dai nuovi Oppo A5 2020 a 179 euro, Oppo A9 2020 199 euro, Oppo Reno 2Z a 349 euro, Xiaomi Redmi Note 8 Pro 269 euro, Oppo Reno 2 a 449 euro, ZTE A5 2019 a 69 euro, Galaxy A20e a 159 euro, Galaxy A51 a 299 euro, Galaxy Note 10 699 euro, Galaxy S10 a 649 euro, Galaxy A71 a 449 euro ed i nuovi Galaxy S20.

Virando su altri brand, ecco arrivare i nuovi device di casa Huawei, come P40 Lite a 299 euro (con Freebuds gratis), Huawei P30 Pro 599 euro, Nova 5T a 349 euro, P30 Lite a 299 euro, P30 Lite a 239 euro e similari.

Naturalmente le offerte del volantino Expert non finiscono qui, per scoprirle aprite le pagine inserite poco sotto.

Volantino Expert ruba i clienti a Esselunga con offerte imperdibili Tecnoandroid

Denaro scomparso dalla SIM: TIM, Vodafone e Wind prelevano via VAS

Thu, 04/02/2020 - 11:25

Denaro scomparso dalla SIM: TIM, Vodafone e Wind prelevano via VAS Tecnoandroid

Alcuni clienti non hanno potuto fare a meno di notare ammanchi importanti sul proprio credito telefonico. Strano che un’offerta da 6,99 euro al mese prenda fino ad ulteriori 5 euro a settimana per restare attiva.

C’è qualcosa che non va con alcune SIM a marchio TIM, WindTre e Vodafone. La situazione puzza di truffa lontano un miglio. Per rispondere alla domanda che molti si stanno facendo (“Che fine hanno fatto i miei soldi?“) scomodiamo l’intervento del Vicepresidente neo-eletto di ASSOCSP. In un suo intervento introduce l’azione dei cosiddetti VAS, acronimo con cui si indicano i cosiddetti Servizi Digitali a Pagamento. Non sono altro che soluzioni Premium per ottenere alcuni vantaggi di cui possiamo fare benissimo a meno per recuperare prezioso credito residuo dal nostro piano mobile.

 

VAS contro i clienti: svuotano il credito telefonico, ma si può recuperare per intero in questo modo

Molta confusione attorno ai servizi che forniscono giochi, oroscopo, pillole tech o sportive. Potrebbe esserci anche altro ma in ogni caso il risultato è sempre lo stesso. Il conto telefonico della nostra SIM Ricaricabile viene dilapidato senza troppi complimenti. Ovviamente non attiveremo mai volontariamente un piano in abbonamento ed infatti lo facciamo inconsciamente con un click di troppo su un banner pubblicitario.

Rispetto agli operatori virtuali ed allo stesso Iliad, infatti, i gestori più famosi in Italia non offrono il blocco automatico dei servizi a sovrapprezzo. Dobbiamo essere noi a richiedere manualmente la loro disattivazione. Lo facciamo, come indicato dal Dott. Mercurio, tramite uno dei servizi messi a disposizione dal Garante per le Comunicazioni (AGCOM) che nella sua informativa “Codice di condotta per l’offerta dei servizi Premium” indica i seguenti strumenti essenziali:

  • numero verde gratuito 800 442299 (disponibile tutti i giorni senza limitazioni)
  • Servizio di contatto via SMS

Chi procede all’inoltro della segnalazione entro 6 ore dall’ultimo addebito sul credito riceve il rimborso completo. In tutti gli altri casi si ha comunque la certezza di non essere più infastiditi e derubati grazie al blocco permanente che segue la richiesta di disattivazione prevenuta tramite uno dei canali precedenti.

Denaro scomparso dalla SIM: TIM, Vodafone e Wind prelevano via VAS Tecnoandroid

App per fare palestra in casa: ecco quelle più complete da scaricare

Thu, 04/02/2020 - 09:50

App per fare palestra in casa: ecco quelle più complete da scaricare Tecnoandroid

Ora che la quarantena è prolungata, fare esercizio fisico non può mancare in queste giornate e per farlo basta scaricare un app direttamente sul proprio smartphone. Gli utenti hanno un’ampia scelta grazie al mondo infinito di Internet e possono scegliere l’applicazione che più preferisco, gran parte sono completamente gratuite.

App perfette per fare attività fisica direttamente in casa: ecco i nomi

In questi giorni lunghi, in cui l’unico obiettivo è limitare la diffusione del Covid -19 per distruggerlo in modo definitivo, un buon passatempo è quello dell’attività fisica. Oramai, non ci sono più scuse perché il tempo a disposizione è veramente tanto.

Una delle app più gettonate è sviluppata dal noto brand sportivo Nike, Nike Training Club. Si tratta di un’applicazione molto utile e ben sviluppata, disponibile per tutti gli smartphone o tablet Android o Apple gratuitamente. Offre un servizio completo per un buon e costante allenamento e tutti gli utenti possono verificare i progressi fin dal primo allenamento.

Per coloro che vogliono perdere peso piuttosto che fare addominali e flessioni, si consiglia di testare l’applicazione conosciuta con il nome di Perdi peso in 30 giorni. Può essere scaricata gratuitamente dagli smartphone o tablet Apple o Android  ma una volta aperta ci sono alcune funzionalità premium che necessitano di un costo.

Infine, gli utenti possono scaricare Sklimbe Workout Trainer per personalizzare i propri allenamenti inserendo i giorni, l’altezza, il pezzo e tante altre cose. Una caratteristica molto particolare e interessante è quella del controllo del battito cardiaco, possibile se l’app è collegata tramite bluetooth a un cardiofrequenzimetro. Anche in questo caso è possibile scaricare su dispositivi Apple o Android.

App per fare palestra in casa: ecco quelle più complete da scaricare Tecnoandroid

Auto elettrica: ecco la verità sulle emissioni Co2 e durata della batteria

Thu, 04/02/2020 - 09:45

Auto elettrica: ecco la verità sulle emissioni Co2 e durata della batteria Tecnoandroid

Il mercato delle auto elettriche sta lentamente prendendo piede ed è lecito chiedersi quali vantaggi tali veicoli abbiano. La prima domanda che viene naturale porsi è se sia possibile che si tratti di auto totalmente ad emissioni zero di inquinanti. Se così fosse i veicoli elettrici rappresenterebbero la soluzione a buona parte del surriscaldamento globale, anche se da un’attenta analisi pare non sia esattamente così.

Per quanto sia evidente che le auto elettriche producano meno inquinanti di quelle che si alimentano con il carburante, non si può dire lo stesso della fase relativa alla produzione della batteria. Batterie che non hanno una durata eterna ma che piuttosto sono soggette ad un tasso di deperimento che può andare dal 2,3% annuo (in linea con la media generale) della Tesla Model S, al ritmo del 4,2% come per la Nissan Leaf.

Quanto inquinano effettivamente le auto elettriche?

Secondo uno studio condotto dallo Swedish Environmental Research Institute di Stoccolma, la produzione delle batterie per le auto elettriche comporta l’immissione nell’aria di grandi quantitativi di Co2. Per la precisione si parla di 150/200 kg per ogni kWh di potenza. Ad esempio si stima che per la Nissan Leaf e la Tesla Model S che hanno batterie rispettivamente da 30 e 100 kWh, si produrrebbero circa 5,3 e 17,5 tonnellate di Co2. C’è però da dire che la produzione delle batterie si avvale di due fasi: la prima riguarda le attività di estrazione dei materiali grezzi che sono a bassa emissione di inquinanti, mentre la seconda concerne la loro lavorazione. Solo quest’ultima è la responsabile proprio dell’inquinamento di cui sopra.

C’è poi da dire che le batterie provenienti da questo tipo di produzione non sono eterne, ma piuttosto durature nel tempo, il che abbatte proprio il numero di emissioni generate dalla loro realizzazione. Si passa dai 5 anni per le batterie al Nichel-metallo idruro, montate ad esempio sulla Toyota Prius, fino agli 8 anni di quelle al litio per auto come quelle targate Tesla o Nissan.

Auto elettrica: ecco la verità sulle emissioni Co2 e durata della batteria Tecnoandroid

INPS: che figuraccia, dati personali degli utenti dati in pasto alla rete

Thu, 04/02/2020 - 09:40

INPS: che figuraccia, dati personali degli utenti dati in pasto alla rete Tecnoandroid

Negli ultimi anni, con l’uso spasmodico e a volte maniacale di internet, ci siamo interrogati tutti se i nostri dati personali  siano al sicuro o meno. La nostra privacy è fondamentale, considerando che al giorno d’oggi tutti i nostri dati sensibili sono online.

Gli esperti del settore hanno ribadito più volte l’importanza di muoversi in rete sempre attraverso canali ufficiali e riconosciuti, per non incappare in truffe e siti poco seri. Bene, quale canale ufficiale più autorevole del sito INPS? Nella giornata di ieri 1 aprile 2020, sul sito dell’INPS è successo qualcosa che ha davvero dell’incredibile.

Una grave falla nel sistema di sicurezza ha rivelato i dati personali di migliaia di persone

Il 1 aprile 2020 era la giornata in cui si poteva richiedere il bonus di 600 euro per i titolari di Partita Iva. Bonus messo a disposizione dal Governo per l’emergenza coronavirus. Una gravissima falla nel sistema di sicurezza del sito ha messo a disposizione i dati personali a chiunque accedesse al sito. Nome, cognome, codice fiscale, indirizzo di residenza e come se non bastasse, anche il numero di telefono. Bastava accedere alla pagina My Inps e senza fare nulla ci si ritrovava immersi in profili altrui, con tutti i dati sensibili annessi. Le versioni ufficiali, come quella del Presidente Conte, hanno addossato la colpa ad un attacco hacker durato 5 minuti, che ha mandato in tilt tutto il sistema. Anche il presidente dell’INPS, Pasquale Tridico, ha dato la colpa ad un attacco esterno.

Di diverso avviso Antonello Soro capo Garante della Privacy, che ha definito l’episodio grave e molto preoccupante. Soro ha assicurato che verranno presi provvedimenti in merito, valutando anche errori interni e nella progettazione. Sta di fatto che al click day per il bonus da 600 euro ci si preparava da diversi giorni. Se il risultato è stato questo, non osiamo neanche lontanamente immaginare cosa succederà se l’emergenza si protrarrà più del dovuto.

 

INPS: che figuraccia, dati personali degli utenti dati in pasto alla rete Tecnoandroid

Esselunga imprendibile: il volantino ha offerte fantastiche

Thu, 04/02/2020 - 09:35

Esselunga imprendibile: il volantino ha offerte fantastiche Tecnoandroid

Esselunga è davvero imprendibile, in questi giorni di inizio Aprile ha ufficialmente presentato un volantino che nasconde al proprio interno una serie di offerte dai prezzi incredibilmente bassi e ricchissime di occasioni da non lasciarsi sfuggire per nessun motivo.

A differenza delle solite offerte tech a cui siamo stati abituati in passato, mirate quasi esclusivamente sul singolo prodotto, finalmente torniamo a parlare di uno Speciale Multimediale intriso di sconti su svariati modelli appartenenti alla tecnologia generale. Tutti gli acquisti, come sempre accade in occasioni di questo tipo, dovranno necessariamente essere completati in negozio, non sul sito ufficiale del rivenditore stesso.

Per tutti i codici sconto Amazon e per scoprire i prezzi più bassi in assoluto, ecco il nostro canale Telegram ufficiale.

 

Esselunga: nuove offerte con il migliore volantino

prezzi messi nelle mani degli utenti sono davvero invitanti, a partire dalla possibilità di acquistare le cuffie SBS wireless spendendo solamente 1 euro (in genere hanno un costo di circa 39,90 euro), a patto che venga scelto uno dei modelli contrassegnati dall’apposito bollino.

I dispositivi coinvolti nella campagna promozionale sono diversi, tra i migliori annoveriamo Xiaomi Redmi Note 8T 168 euro, passando anche P30 Lite New Edition 298 euro e Samsung A50 a 248 euro. Volgendo l’attenzione verso la fascia alta del mercato possiamo annoverare l’ottimo Apple iPhone Xr 638 euro, per finire poi con un LG K30 di fascia bassa acquistabile a 98 euro.

Tutti gli acquisti sono effettuabili in negozio, salvo esaurimento anticipato delle scorte. Per maggiori informazioni potete aprire le pagine che trovate elencate qui sotto nel dettaglio.

Esselunga imprendibile: il volantino ha offerte fantastiche Tecnoandroid

WindTre lancia il 5G: ecco tutte le novità su date e costo per gli utenti

Thu, 04/02/2020 - 09:30

WindTre lancia il 5G: ecco tutte le novità su date e costo per gli utenti Tecnoandroid

La nascita dell’operatore WindTre è stata senza ombra di dubbio la vera grande notizia di questa prima parte dell’anno nel campo della telefonia italiana. Il provider che prende forma dall’unione dei marchi Wind 3 Italia può già vantare un grande primato nel nostro paese: avere la rete telefonica più estesa su scala nazionale.

 

WindTre, il futuro si chiama 5G: ecco tutte le novità

WindTre ha già tante sfide dinanzi a sé. In primo luogo, il provare dovrà competere con rivali sempre più agguerriti, non soltanto con i classici TIM e Vodafone. Al gruppo si è infatti unita anche Iliad, sempre più protagonista in Italia per quanto concerne le ricaricabili low cost. 

L’obiettivo di WindTre è fare la differenza nel campo dei servizi. La nascita dell’operatore unico tra Wind e 3 Italia risulta propedeutica, ad esempio, per il definitivo lancio delle reti 5G. 

Il 5G è la vera grande sorpresa per tutti gli abbonati della compagnia. Il gruppo di WindTre ha già sottolineato come i lavori per la costruzione delle reti infrastrutturali siano pressoché conclusi. Si passa quindi alla fase della release. 

In linea con i tempi previsti, gli utenti avranno a disposizione le prime linee 5G nel prossimo mese di luglio. La copertura totale del territorio nazionale, invece, dovrebbe essere garantita per la prima metà del 2021. 

Con il lancio del 5G sono attese anche le prime ricaricabili dedicate proprio alla nuove linee internet. Non arrivano ancora indiscrezioni sulla strategia commerciale legata al 5G. In alcuni casi, la navigazione sotto rete ad alta velocità potrebbe essere inclusa nei costi mensili della ricaricabile; in altri invece potrebbe esserci un piccolo extra da pagare. 

WindTre lancia il 5G: ecco tutte le novità su date e costo per gli utenti Tecnoandroid

Copertura: Tim è il migliore, ma con l’unione WindTre qualcosa è cambiato

Thu, 04/02/2020 - 09:25

Copertura: Tim è il migliore, ma con l’unione WindTre qualcosa è cambiato Tecnoandroid

Gli smartphone hanno un ruolo molto importante nella società di oggi e grazie a questi dispositivi i consumatori possono effettuare innumerevoli operazioni. Per sfruttare al meglio un dispositivo è necessario una connessione Internet veloce e con una buona copertura, proprio per questo motivo i consumatori prima di attivare una tariffa telefonica valutano ogni dettaglio per effettuare la scelta migliore.

Possedere la migliore copertura è l’obbiettivo di gran parte dei consumatori e per possederla è necessario valutare più gestori telefonici per scoprire i servizi capaci di garantire. Ad interessarsi a questo aspetto è OpenSignal, la nota società indipendente nota per le sue analisi sulla rete mobile.

Copertura: ecco il migliore gestore telefonico in questo campo

OpenSignal per la sua analisi ha deciso di prendere in considerazione i quattro gestori telefonici principali, sul mercato ormai da tantissimi anni: Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia. Inoltre, ha preso in considerazione i seguenti fattori: Velocità di download, Velocità di upload, latenza e fornitura 4G.

Secondo i risultati al primo posto troviamo il gestore telefonico blu con pochi punti di differenza di Vodafone. Queste analisi, però, si riferiscono ai dati raccolti nel primo semestre del 2019 e, dunque, i risultati attuali potrebbero essere diversi visto l’impegno costante dei gestori telefonici nel migliorare il proprio servizio.

Secondo alcune notizie, infatti, potrebbe essere cambiata qualcosa in seguito all’unione di Wind Tre visto la recente assegnazione di rete “Top Quality”. A confermare questa notizia è la società Umlaut comunicando che l’unione dei due gestori ha dato vita al network mobile più grande d’Italia.

Copertura: Tim è il migliore, ma con l’unione WindTre qualcosa è cambiato Tecnoandroid

Auto Elettriche: ecco tutti i possibili rischi di una EV

Thu, 04/02/2020 - 09:20

Auto Elettriche: ecco tutti i possibili rischi di una EV Tecnoandroid

Alcuni mesi fa è circolata online una notizie secondo cui, in Austria, un veicolo di Tesla, in particolare una Model S, avrebbe riscontrato uno spiacevole e pericoloso problema. In seguito ad un incendio anomalo del veicolo, infatti, quest’ultimo è inaspettatamente esploso, cospargendo l’intera zona circostante di schegge e detriti. La notizia dell’incidente, catturato in un video, ha fatto velocemente il giro del mondo suscitando lo scalpore di tutti gli appassionati del settore. Tutto ciò ha quindi acceso nuovamente i riflettori sulle batterie a litio che, secondo alcuni esperti, risultano essere ancora troppo pericolose. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Auto Elettriche: le batterie sono pericolose, ecco cosa si rischia

Innanzitutto è importante fare una premessa. Non tutte le batterie utilizzate sulle automobili elettriche rischiano di esplodere o di incendiarsi. Evitando tutte le impurità metalliche nella fase di chiusura delle celle, infatti, il rischio risulta essere quasi nullo.

Ritornando sull’incidente avvenuto in Austria, c’è bisogno di fare alcune precisazioni. Secondo recenti indagini, infatti, il problema deriva dagli accumulatori che, a quanto pare, sono ricoperti da materiali estremamente infiammabili. Nel video pubblicato online poco dopo l’incidente, però, è possibile notare come sia difficile domare le fiamme. Questo problema è causato proprio dalle batterie a litio che, una volta sigillate, non permettono a nessun tipo di liquido di penetrare all’interno delle celle.

Ad oggi, però, è di fondamentale importanza non etichettare i veicoli di Tesla come pericolosi poiché, come possiamo facilmente immaginare, il caso dell’esplosione risulta essere isolato e molto raro. Le vetture commercializzate da Elon Musk, infatti, sono estremamente sicure e costantemente testate per evitare qualunque tipo di problema.

Auto Elettriche: ecco tutti i possibili rischi di una EV Tecnoandroid

Assicurazione auto: ecco due modi per risparmiare sulla polizza

Thu, 04/02/2020 - 09:15

Assicurazione auto: ecco due modi per risparmiare sulla polizza Tecnoandroid

Questo inizio 2020 caratterizzato dalla pandemia da coronavirus sta avendo notevoli ripercussioni sulla cittadinanza Italiana. Tralasciando la parte economica e fiscale, di cui abbiamo parlato abbondantemente nel nostro sito, oggi vediamo gli aspetti legati a possibili risparmi di cui possono beneficiare i cittadini.

In questi giorni di restrizioni tra le mura della propria abitazione, l’assicurazione auto può risultare in molti casi superflua. Logicamente la situazione varia da persona a persona e molto dipende dall’uso che si farà della propria auto nelle settimane a venire.

Come risparmiare sull’assicurazione dell’auto

I modi per ottenere un risparmio sull’assicurazione della propria auto sono sostanzialmente due. Il primo riguarda la possibilità di rinnovare la polizza assicurativa fino a 30 giorni dopo la data di scadenza. La norma, contenuta nel DL 18/2020, può essere sfruttata da chi ha la scadenza della polizza tra il 21 febbraio 2020 e il 30 aprile 2020. Avere un mese di proroga, magari stando a casa per la famigerata quarantena, non è affatto poco. Il secondo modo per risparmiare sulla polizza assicurativa è la sospensione di quest’ultima. Ormai quasi tutte le assicurazioni concedono questa possibilità.

Tutto quello che dovete fare è recarvi sul sito online della vostra assicurazione o contattarli per telefono. A questo punto deciderete per quanto sospenderla. Consigliamo sempre di informarvi e non lasciare nulla al caso in quanto, alcune assicurazioni, prevedono il pagamento una tantum per sospensione e riattivazione. Ricordiamo che sospendere l’assicurazione equivale a non essere assicurati. Potete incorrere, utilizzando l’auto, in un ammenda che va da 779 fino a 3119 euro. Altro motivo di attenzione è tenere l’auto in luogo privato, tenerla con assicurazione sospesa parcheggiata in luogo pubblico, comporta una multa di 800 euro più il sequestro dell’automobile.

Assicurazione auto: ecco due modi per risparmiare sulla polizza Tecnoandroid

Euronics: offerte impazzite e sconti online dai grandi prezzi (foto)

Thu, 04/02/2020 - 09:10

Euronics: offerte impazzite e sconti online dai grandi prezzi (foto) Tecnoandroid

Euronics lancia a tutti gli effetti offerte impazzite e sconti online su tantissimi prodotti attualmente disponibili in negozio, l’acquisto dovrà essere completato sul sito ufficiale, ma il volantino inserito nell’articolo risulta essere valido solamente per i residenti nelle vicinanze di uno dei punti vendita Euronics Nova fino al 3 aprile 2020.

Gli utenti interessati potranno richiedere la consegna presso il proprio domicilio (non è specificato se è gratuita), oppure potranno optare per il ritiro direttamente in negozio (controllate gli orari di apertura online). Indipendentemente da questo, i prodotti tra cui poter scegliere sono davvero tantissimi, a partire dal nuovo Dyson V11 di ultimissima generazione, acquistabile con tutti i suoi accessori alla cifra finale di 549 euro.

Per conoscere le offerte Amazon e gli ultimi sconti, correte ad ISCRIVERVI al canale Telegram ufficiale di TecnoAndroid.

 

Volantino Euronics: questi sono i prezzi da non mancare

In prima pagina arriva la bomba iniziale, un buonissimo smartband Xiaomi Mi Band 4 alla modica cifra di soli 29,90 euro (sicuramente uno dei migliori per il rapporto qualità/prezzo effettivamente offerto al pubblico).

Arrivando a parlare di smartphone si apre dinnanzi ai nostri occhi un panorama di sconti quasi sterminato, in prima linea troviamo i più economici Oppo A9 2020 a 199 euro, Oppo A5 2020 a 159 euro o xiaomi Redmi Note 8 259 euro. Salendo leggermente con le pretese e le richieste, ecco comparire gli ultimi Samsung Galaxy S20, Galaxy S10 Lite, Huawei P40 Lite (con le FreeBuds gratis), Huawei P30 P30 Pro, Huawei P40, Mate 30 Pro e moltissimo altro ancora.

Per conoscere da vicino la campagna promozionale aprite le pagine inserite qui sotto.

Euronics: offerte impazzite e sconti online dai grandi prezzi (foto) Tecnoandroid

Pages