Feed aggregator



MANUALINUX


Iliad, oltre Giga 50 c’è di più: ecco due offerte segrete per i nuovi clienti

Tecnoandroid - Fri, 11/22/2019 - 08:00

Iliad, oltre Giga 50 c’è di più: ecco due offerte segrete per i nuovi clienti Tecnoandroid

Continuano le belle novità in casa Iliad. Da qualche giorno – la notizia è quindi recente – il brand francese ha fatto sapere di aver raggiunto quota quattro milioni e mezzo di abbonati. Il traguardo da un lato certifica l’appeal della compagnia transalpina, dall’altro conferma il grande successo commerciale della promozione “Giga 50”.

La famosa Giga 50 ad oggi resta forse la miglior iniziativa in campo telefonico con il suo prezzo di 7,99 euro e con soglie che prevedono chiamate e messaggi no limits più 50 Giga per connettersi in rete.

 

Iliad, ci sono altre due offerte segrete con soglie molto interessanti

A differenza di quanto si crede, però, chi vuole entrare nel mondo dell’operatore francese, non ha a disposizione la Giga 50 come ricaricabile di riferimento. Iliad, infatti, propone altre due tariffe poco conosciute.

La prima di queste tariffe è una vecchia conoscenza, l’offerta “Giga 40”. Cliccando su questa sezione del sito ufficiale è possibile sottoscrivere l’iniziativa che al prezzo di 6,99 euro offre agli abbonati telefonate e messaggi senza limiti più 40 Giga internet.

Disponibile con Iliad anche una promozione chiamata “Solo Voce”. La ricaricabile Solo Voce è stata pensata dal provider per tutti quegli utenti che sono poco interessati alle soglie internet. Il pacchetto prevede infatti la presenza esclusiva di chiamate illimitate verso numero fissi e mobili al semplice costo di 4,99 euro.

Iliad, oltre Giga 50 c’è di più: ecco due offerte segrete per i nuovi clienti Tecnoandroid

Amazon: un giovedì col trucco per abbassare i prezzi delle offerte

Tecnoandroid - 14 min 55 sec ago

Amazon: un giovedì col trucco per abbassare i prezzi delle offerte Tecnoandroid

Con Amazon tanti utenti sanno di poter avere le offerte migliori ed effettivamente è proprio così. Infatti l’azienda ha dimostrato in più frangenti di poter intervenire sul mercato distruggendo ogni forma di concorrenza ed in prossimità del Black Friday, ecco tante nuove soluzioni.

Se volete monitorarle tutte ogni giorno con oltre 70 offerte giornaliere e codici sconto in regalo, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare subito.

 

Amazon: arrivano le migliori offerte della settimana, gli utenti possono avere anche i codici sconto
  • Xiaomi Mi 9T Pro Smartphone,6GB+64GB,schermo AMOLED a schermo intero da 6,39″(Qualcomm SD 855, Selfie Pop-up,Triple Camera 13 + 48 + 8 MP, 4000 mAh,con NFC (versione globale), PREZZO: da 429 a 354 euro, LINK
  • Xiaomi Mi Redmi Note 7 Blue 6,3″ 64gb/4gb Dual Sim, PREZZO: 175,29 euro, LINK
  • T-Shirt La Casa di Carta Casa de Papel Tokyo Professore Netflix TV Serie, PREZZO: 3,99 euro, LINK
  • CODICE SCONTO, koede Pratico tavoletta da Disegno Riutilizzabile LCD da Disegno Portatile Tablet PC, PREZZO: da 14,45 a 2,99 euro, CODICE: SXDP7IO3, LINK
  • Xiaomi Redmi AirDots – Auricolari Bluetooth V5.0, stereo, Bluetooth, con stazione di ricarica magnetica, PREZZO: da 32 a 24,74 euro, LINK
  • KTYSOON Scheda di Memoria MicroSDXC da 400 GB e Adattatore,Classe 10, PREZZO: 17,98 euro, LINK
  • TOSHIBA HDTB420EK3AA, Canvio Basics, Disco rigido Esterno Portatile, USB 3.0, Nero, 2 TB, PREZZO: 59,43 euro, LINK
  • MAD GIGA USB Stick 32 GB, 3 in 1 Flash Drive (Type-C 3.0, USB 3.0 e Micro USB 2.0) , Innovativo Chip, Compatibile con Android, Windows, Argento, PREZZO: da 10,99 a 8,99 euro, CON LO SCONTO NEL CARRELLO, LINK
  • CODICE SCONTO: TACKLIFE T6 Avviatore di Emergenza – 18000 mAh, 800A Avviatore Portatile per Motore Benzina Fino a 6.5L e Diesel 5.5L,12V Jump Starter,Torcia a LED, con Doppie Porte USB(Una Porta di Ricarica Veloce), PREZZO: da 69,49 a 59,49 euro, CODICE: TBM4VVBH, LINK
  • CODICE SCONTO: Dieron Stereo Auricolari in-Ear Auricolari Vivavoce Auricolari Bluetooth Sport Cuffie Bluetooth, CODICE: AJX8ZRKJ, PREZZO: da 14,95 euro a 2,99 euro, LINK

Amazon: un giovedì col trucco per abbassare i prezzi delle offerte Tecnoandroid

Smartphone Android non sicuri: chiunque può sfruttare le fotocamere

Tecnoandroid - 30 min ago

Smartphone Android non sicuri: chiunque può sfruttare le fotocamere Tecnoandroid

Un team di ricercatori sulla sicurezza ha fatto una scoperta inquietante per quanto riguarda gli smartphone Android. È stato di fatto trovato un exploit relativo all’applicazione predefinita di Google per la fotocamera che permette ai malintenzionati di aggirare le autorizzazioni del sistema operativo. Vale la pena notare, che l’app in questione non è solo legata ai Pixel di Google, ma anche ad altri produttori di smartphone. Come succede sempre in questi casi, i ricercatori hanno prima avvertito chi di dovere e infatti la falla è già stata risolta, ma non per tutti.

Molti possessori di smartphone Android potrebbero ancora ritrovarsi in una condizione di non sicurezza. Chi sfrutta ROM personalizzate o applicazioni per la fotocamera di terze parti, quindi non quelle ufficiali, presenta ancora la falla. Come nel caso dell’app ufficiale, un malintenzionato potrebbe tranquillamente aggirare le autorizzazioni richieste. Il risultato? Avere il controllo della fotocamera e poter registrare foto e video a proprio piacimento.

 

Smartphone Android e le fotocamere

Il problema non finisce qui. Come i ricercatori hanno fatto notare, in alcuni casi il malintenzionato potrebbe andare oltre al semplice controllo della fotocamera. Potrebbe prendere il controllo anche della memoria stessa del dispositivo e accedere a informazioni più sensibili come i metadati GPS.

Come detto precedentemente, non sono solo i Pixel a essere a rischio. Anche gli smartphone Samsung presentano tale backdoor nel sistema. Quest’ultima è stata trovata a luglio, quindi nel frattempo sono state rilasciate diverse patch di sicurezza che però potrebbe non aver raggiunto tutti nelle eventualità sopracitate.

Smartphone Android non sicuri: chiunque può sfruttare le fotocamere Tecnoandroid

Xiaomi punta forte sugli smartphone 5G: prevista una fabbrica dedicata

Tecnoandroid - 45 min 15 sec ago

Xiaomi punta forte sugli smartphone 5G: prevista una fabbrica dedicata Tecnoandroid

Quest’anno abbiamo assistito all’arrivo sul mercato dei primi smartphone 5G. Nella prima metà del 2019 ci sono sostanzialmente solo flagship dotati di un modem che supporta la connettività alla nuova rete. Con l’andare avanti dei mesi abbiamo visto l’arrivo anche di qualche altro dispositivo un po’ meno costoso. Si tratta di un trend che continuerà anche l’anno prossimo. Ovviamente ci sarà sempre un attenzione maggiore per i top di gamma più che per gli altri e Xiaomi ce lo fa sapere in un molto alquanto inequivocabile.

Durante la conferenza mondiale sul 5G che si è svolta in Cina, il CEO del produttore cinese ha fatto sapere che stanno mettendo in pieni un polo produttivo dedicato esclusivamente a flagship dotati di supporto al 5G. La nuova fabbrica si trova a Pechino e con i suoi 187.000 metri quadrati, è previsto che sforni la bellezza di 60 unità al minuto, una produzione maggiore del 60% rispetto agli standard attuali della compagnia.

 

Xiaomi e gli smartphone 5G

Xiaomi ha già previsto alcune fasi e la prima prevede la produzione di 1 milione di unità. Un numero alto, ma considerando che il nuovo polo potrebbe produrne 30 milioni di un anno, indica che c’è molto da aspettarsi peril futuro.

Una produzione del genere andrà a supportare una tecnica di mercato tanto cara alle società cinesi ovvero le vendite lampo. Tutte quelle viste ultimamente sono durate pochi minuti, anche se si trattava di smartphone con un costo che supera i 2000 euro. Il 2020 sarà sicuramente un anno intenso per Xiaomi e i suoi smartphone 5G.

Xiaomi punta forte sugli smartphone 5G: prevista una fabbrica dedicata Tecnoandroid

Wikipedia sfida Facebook: ecco il nuovo social network contro le fake news

Tecnoandroid - 1 hour 4 min ago

Wikipedia sfida Facebook: ecco il nuovo social network contro le fake news Tecnoandroid

Wikipedia ha tutta l’intenzione di entrare in competizione con Facebook. La battaglia si preannuncia interessante per quel che riguarda la creazione di un inedito social network. Il progetto è tutto nuovo e riporta il nome di WT:Social, uno spazio virtuale in cui sarà data l’opportunità di condividere notizie in tempo reale che potrebbero dare scacco a Facebook e Twitter. Avranno di che preoccuparsi? Ecco le intenzioni del fondatore dell’enciclopedia online gratuita ed interattiva.

 

WT:Social: ecco il social network secondo Wikipedia

Facebook e Twitter potrebbero avere di cosa preoccuparsi per l’ingresso in scena di una piattaforma governata dal fondatore della celeberrima Wikipedia. Secondo una primordiale ricostruzione del profilo applicativo si metterà in piedi una soluzione idonea a garantire la realizzazione di un sistema in cui condividere articoli, news ed altre informazioni che realizzeranno un vero e proprio network sociale in rete. Rispetto ai concorrenti sarà diversa la gestione del sistema di finanziamento che non si baserà sulla pubblicità ma sulle donazioni degli utenti e delle società esterne.

“Questo nuovo modello di business potrebbe essere una salvezza rispetto alla pura pubblicità che risulta più problematica con un unico vincitore: la bassa qualità del contenuto”.

La grande differenza rispetto alle altre soluzioni commercialmente in uso da miliardi di utenti consisterà nella diversa gestione dell’algoritmo che prediligerà le notizie verificate più recenti rispetto alla popolarità dei post con più mi Piace o commenti. In futuro potrebbe esserci anche un pulsante per votare la notizia.

L’obiettivo di questo ambizioso progetto è quello di accogliere piccole comunità di utenti. Tutto gratuito anche se al momento vi sono soltanto 50.000 utenti. Riusciranno a crescere in numero? Lo scopriremo presto. A voi i commenti.

Wikipedia sfida Facebook: ecco il nuovo social network contro le fake news Tecnoandroid

Febbre da Razr: ecco i 10 cellulari che tutti vorrebbero rivedere

Tecnoandroid - 1 hour 9 min ago

Febbre da Razr: ecco i 10 cellulari che tutti vorrebbero rivedere Tecnoandroid

L’effetto Motorola Razr, tornato in vita dopo 15 anni di assenza, ha creato eccitazione in molti appassionati di vecchi cellulari che sono divenuti icone di stile e pezzi rari pagati a caro prezzo. Ma quali sono i cellulari storici più richiesti dai fan perché tornino in commercio riveduti e aggiornati? Ecco una selezione dei migliori dieci prodotti partendo dal più vecchio al più recente.

 

Febbre da Razr: ecco i 10 cellulari che tutti vorrebbero rivedere Motorola DynaTAC

Il 1984 fu lo storico anno in cui nacque la genesi del cellulare. Entrò in scena il leggendario Motorola DynaTAC 8000X con un prezzo di quasi 9.000 euro attuali. Era bruttino, aveva una batteria che durava solo 10 ore in standby e 30 minuti in chiamata. Ma siamo sicuri che se fosse riproposto fedelmente all’originale sarebbe un successo commerciale.

Nokia 9000 Communicator

Nel 1996 faceva il suo ingresso sul mercato dei cellulari Nokia 9000 Communicator, ovvero uno dei primissimi smartphone con capacità di collegarsi a Internet, ben 8 MB di RAM e processore potente. Aveva un’apertura a scrigno per proteggere la tastiera completa e lo schermo, e oggi con un hardware moderno piacerebbe molto a chi deve scrivere molto.

Nokia Ngage

Mai nessuno ha osato sul mercato come Nokia con il suo N-Gage, un cellulare del 2003 che voleva sfidare le console portatili come Game Boy Advance. Purtroppo, nonostante offrisse delle feature davvero top, il fallimento del progetto fu clamoroso e potrebbe essere uno dei cellulari più difficili da ridisegnare in chiave moderna.

Motorola Aura

Parente del Razr dell’epoca, il Motorola V70 del 2003 non fu propriamente un successo, ma ha comunque lasciato il segno nel cuore degli appassionati per il fatto che la cover della tastiera che poteva ruotare di 180° attorno allo schermo. La versione Motorola Aura costava oltre 1.000 euro, ma se oggi fosse riproposto come cellulare low-cost avrebbe dalla sua un design vintage irresistibile.

Nokia N93 e N95

Nokia N93 prendeva esempio dal predecessore N90 e nel 2007 si mostrò al mondo con la speciale apertura a conchiglia mentre il corpo centrale del telefono ruotava a 90° per impugnare il device durante un video. Era famoso per avere una camera con zoom ottico da 3,2x, e potrebbe avere successo anche oggi se riproposto. Di un anno antecedente fu il cellulare Nokia N95, uno dei successi maggiori della casa finlandese che aveva una scheda tecnica davvero incredibile per l’epoca. Se fosse dotato di touchscreen e di un hardware decente andrebbe a ruba.

iPhone 2G

Il primo iPhone 2G arrivò nel 2007 con schermo da 3,5 pollici touchscreen capacitivo, una connessione 2G e uno storage interno da ben 16 GB. Diventato presto un’icona di stile, questo smartphone andrò presto a ruba nei negozi e i pochi pezzi funzionanti ancora oggi vengono pagati cari dai collezionisti. Chissà che effetto farebbe se fosse editato di nuovo.

Sony Xperia X1

Il Sony Xperia X1 del 2008 era un ottimo smartphone con schermo touch da 3” e tastiera fisica che si liberava con una slitta leggermente curvata. Prodotto da HTC, aveva a bordo il sistema operativo Windows Mobile e una buona fotocamera. Se venisse abbandonata la tastiera qwerty e lo si equipaggiasse con un hardware al top, allora oggi andrebbe a ruba.

HTC Dream

Cellulare celebratissimo perché fu il primo smartphone a montare un OS Android. HTC Dream del 2009 aveva una tastiera fisica nascosta dallo schermo scorrevole e quest’anno compie 10 anni.

Samsung Blue Earth

Samsung Blue Earth S7550 o GT-S7550 era un progetto della casa coreana volto a sensibilizzare il pubblico sui problemi dell’ambiente. Aveva una scocca di plastica riciclata e un pannello solare sul retro che ricaricava in un’ora quanto bastava per una telefonata di 10 minuti. Oggi avrebbe sicuramente più mercato se fosse riproposto con un hardware migliorato e un pannello più efficiente.

Febbre da Razr: ecco i 10 cellulari che tutti vorrebbero rivedere Tecnoandroid

Whatsapp: dati a rischio per un virus, ecco le versioni incriminate

Tecnoandroid - 1 hour 15 min ago

Whatsapp: dati a rischio per un virus, ecco le versioni incriminate Tecnoandroid

Nonostante Whatsapp sia una delle applicazioni di messaggistica più sicura, il pericolo è sempre in agguato. Alcune versioni sembrerebbero infatti affette da un virus in grado di prendere il controllo del nostro dispositivo, copiando alcuni dei nostri dati sensibili.

Il metodo utilizzato è decisamente molto intelligente, mediante l’invio di audio e video il cyber criminale sarà infatti in grado di prendere il completo possesso del vostro dispositivo, gestendolo come meglio crede per le proprie azioni.

Whatsapp: ecco come agisce il virus che prende possesso del dispositivo

A divulgare la notizia del temuto virus è la stessa società di proprietà di Facebook. Qualora riceveste nel corso di questi giorni un file di tipo .mp4, sia esso un video o un audio non scaricatelo per nessun motivo. Per evitare di mantenere il proprio dispositivo scoperto vi invitiamo ad aggiornare quanto prima all’ultima versione.

Sembrerebbe che la falla nell’applicazione sia presente su tutti i supporti, senza nessuna distinzione che si tratti di un dispositivo mobile o fisso. Le versioni di Whatsapp colpite sono infatti quelle di Android, iOS, Windows Phone e Business. Di seguito i build number che vi invitiamo a verificare sui vostri dispositivi.

  • Android: versioni precedenti alla 2.19.274
  • iOS (anche versione Business) : versioni precedenti alla 2.19.100
  • Business per Android: versioni precedenti alla 2.19.104
  • Windows Phone: versioni precedenti alla 2.18.368

Potete controllare la vostra versione in ogni momento accedendo al menù impostazioni, cliccando sulla voce Aiuto ed infine Info App. Qualora scopriste di avere una versione incriminata aprite lo store, Google Play o App Store e aggiornate subito Whatsapp.

 

 

Whatsapp: dati a rischio per un virus, ecco le versioni incriminate Tecnoandroid

Egitto: esperti sul punto di scoprire uno dei segreti della Grande Piramide

Tecnoandroid - 1 hour 25 min ago

Egitto: esperti sul punto di scoprire uno dei segreti della Grande Piramide Tecnoandroid

Le grandi Piramidi egiziane hanno ancora tanto da raccontare. Solo ora, dopo millenni, stiamo effettivamente riuscendo ad analizzare e approfondire i fenomeni socio-culturali, economici e scientifici nascosti dietro la costruzione di queste opere megalitiche.

In qualunque modo le si guardi, che sia in una fotografia, in un documentario, fino ad ammirarle dal vivo, le Piramidi non possono che attrarre lo sguardo affascinato e stupito degli spettatori, attoniti e ammutoliti da un così devastante tripudio di scienza e ingegneria.

Sì, ingegneria: perché uno dei più intellegibili misteri che ad oggi aleggia ancora intorno a questi immensi monumenti riguarda proprio la loro costruzione. E la domanda che ci si pone dinanzi a tanta bellezza affiora quasi spontanea: come hanno fatto gli Egizi a trovare ed estrarre blocchi di granito di tali dimensioni (oltre che ad impilarli) data la scarsità di cave nella zona?

Piramide di Cheope: il mistero che aleggia sulla costruzione potrebbe essere stato svelato

Già da tempo, gli archeologi avevano ipotizzato esistesse un sistema di rampe che consentisse di disporre i blocchi gli uni sugli altri, formando la struttura per come la conosciamo, per un’altezza in origine di 146 metri e occupante ben 5 ettari di superficie.

Negli studi effettuati in questi ultimi anni da parte dell’Istituto Francese di Archeologia Orientale, nonché dell’Università di Liverpool, si sono scoperte tracce di una rampa nei pressi di un’antica cava, presente presso il sito di Hatnub.

La distanza tra la cava e il complesso di Giza era pari a circa 300 km, ma grazie al complesso sistema di trasporto ideato dagli Egizi si riuscivano a trasportare i blocchi anche superando pendenze fino al 20%. Il tutto, naturalmente, sfruttando il lavoro degli schiavi.

Egitto: esperti sul punto di scoprire uno dei segreti della Grande Piramide Tecnoandroid

Rabona Mobile lancia un brand low cost con offerta da 3.99 euro

Tecnoandroid - 1 hour 34 min ago

Rabona Mobile lancia un brand low cost con offerta da 3.99 euro Tecnoandroid

L’operatore virtuale Rabona Mobile ha lanciato lo scorso 19 novembre 2019 il nuovo brand low cost denominato Si?Pronto che propone offerte abbastanza ricche a meno di 5 euro al mese.

Stiamo parlando di un nuovo brand dell’operatore che attualmente sfrutta la rete Vodafone fino a 4G con velocità massima di 60 Mbps in download e 30 Mbps in upload, per entrambe le linee. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Rabona Mobile ha lanciato un brand low cost

A detta dell’operatore virtuale, il nuovo brand è perfetto per chi ama i servizi di qualità a basso costo. Per il momento le offerte proposte sono due, entrambe sotto i 5 euro mensili. La prima si chiama Pronto e prevede 1000 minuti di chiamate verso tutti i numeri mobili e fissi nazionali, 10 SMS verso tutti e 10 GB di traffico internet a 3.99 euro con un costo di attivazione di 1 euro.

La seconda offerta si chiama Chi è? e comprende 2000 minuti verso tutti i numeri mobili e fissi nazionali, 20 SMS verso tutti i numeri nazionali e 20 GB di traffico interne a 4.99 euro al mese. Le offerte appena presentate sono attivabili da tutti i nuovi clienti che richiedono la portabilità da qualsiasi operatore e dagli utenti che richiedono un nuovo numero. Al momento l’operatore non ha specificato alcuna data di scadenza.

Il costo iniziale da sostenere per attivare una delle due offerte è di 20 euro di cui 15 euro per la nuova SIM con 25 euro di bonus incluso e 5 euro per la prima ricarica obbligatoria per coprire il primo rinnovo. I 25 euro di bonus sulla SIM non potranno essere utilizzati per i rinnovi delle offerte ma solamente a consumo entro 12 mesi dall’attivazione. Verrà attivata la tariffa Extra Base che non prevede alcun canone mensile ma 29 centesimi per ogni minuto di conversazione, SMS a 29 centesimi e internet sempre a 29 centesimi per ogni MB utilizzato. I prezzi della tariffa appena menzionata verranno applicati solamente in caso di extrasoglia.

Rabona Mobile lancia un brand low cost con offerta da 3.99 euro Tecnoandroid

VPN e IPTV: i rischi e perché gli utenti le utilizzano assieme

Tecnoandroid - 1 hour 40 min ago

VPN e IPTV: i rischi e perché gli utenti le utilizzano assieme Tecnoandroid

Ultimamente in rete si è parlato davvero moltissimo delle VPN associate alle cosiddette liste IPTV, in tanti ci avete chiesto il motivo di un simile collegamento, proviamo a spiegarlo in tempi brevi, ricordando anche quali rischi si corrono a tutti gli effetti.

Accedere gratuitamente ai canali di Sky è una procedura completamente illegale, se scoperti dalla Guardia di Finanza rischiate una multa di svariate migliaia di euro, ma nei casi più estremi anche la chiusura in un luogo di detenzione. Con la chiusura dei più importanti provider di questo tipo, tanti fuorilegge si sono ritrovati a dover attuare metodi alternativi per raggiungere esattamente gli stessi identici risultati.

Per cercare di non essere rintracciati, gli utenti hanno pensato di buttarsi sulle cosiddette VPN (acronimo di virtual private network), ovvero reti private virtuali a cui è possibile collegarsi per navigare nell’anonimato nascondendo a tutti gli effetti il proprio indirizzo IP ad occhi indiscreti.

 

VPN e IPTV: perché vengono utilizzate assieme?

L’utilizzo con le IPTV è diventato con il tempo fondamentale in quanto proprio quest’ultime sono un insieme di link diretti ad un server in particolare dal quale ha inizio la trasmissione dello streaming video (ricordate infatti che è sempre necessario possedere una connessione attiva per fruirne?). Se non cercherete di navigare anonimamente, infatti, potreste essere facilmente rintracciabili da tutti coloro che hanno accesso al server in questione.

Questo è il motivo per cui ultimamente si sente molto parlare di IPTV e VPN, ricordate però che nessuno vi giustifica nell’utilizzarle assieme per commettere azioni illegali.

VPN e IPTV: i rischi e perché gli utenti le utilizzano assieme Tecnoandroid

Wind, la prima stangata del 2020: da gennaio aumentano i costi in bolletta

Tecnoandroid - 1 hour 44 min ago

Wind, la prima stangata del 2020: da gennaio aumentano i costi in bolletta Tecnoandroid

Il legame che unisce Wind e 3 Italia è oramai una realtà nel mondo della telefonia italiana. Anche se tra le due compagnie non si è ancora realizzata una fusione concreta, da oltre un anno è nata una nuova grande società di telefonia, sotto il nome Wind Tre. Proprio questa società oggi rappresenta il principale polo per numero di abbonati.

 

Wind Tre, da febbraio 2020 potrebbe arrivare la rete unica per tutti

Sino ad ora, come visibili, le due compagnie hanno mantenuto un asset indipendente. In Italia, gli utenti possono fare riferimento al provider Wind ed a quello 3 Italia. La separazione non è destinata a durare a lungo. Proprio nel corso delle prossime settimane, infatti, potrebbero esserci importanti novità a riguardo. Stando alle ultime indiscrezioni, entro febbraio 2020 si concretizzerà la release della rete unica.

Ma cosa cambierà in concreto per tutti i clienti con l’arrivo di una rete unica Wind Tre? La chiave sta tutta nel campo dei servizi. Importanti benefici ci saranno per lo sviluppo e la diffusione delle linee 4,5G. Sempre nei primi mesi del 2020, proprio sotto il nome del marchio Wind Tre saranno lanciate anche le linee 5G. 

Ricordiamo a tutti i clienti che se la linea unica ad oggi non è ancora disponibile per gli utenti privati, questa è già presente per quanto concerne il mondo Business.

Wind, la prima stangata del 2020: da gennaio aumentano i costi in bolletta Tecnoandroid

Wind e 3 Italia, sta arrivando la novità che gli utenti attendevano da tempo

Tecnoandroid - 1 hour 45 min ago

Wind e 3 Italia, sta arrivando la novità che gli utenti attendevano da tempo Tecnoandroid

Il legame che unisce Wind e 3 Italia è oramai una realtà nel mondo della telefonia italiana. Anche se tra le due compagnie non si è ancora realizzata una fusione concreta, da oltre un anno è nata una nuova grande società di telefonia, sotto il nome Wind Tre. Proprio questa società oggi rappresenta il principale polo per numero di abbonati.

 

Wind Tre, da febbraio 2020 potrebbe arrivare la rete unica per tutti

Sino ad ora, come visibili, le due compagnie hanno mantenuto un asset indipendente. In Italia, gli utenti possono fare riferimento al provider Wind ed a quello 3 Italia. La separazione non è destinata a durare a lungo. Proprio nel corso delle prossime settimane, infatti, potrebbero esserci importanti novità a riguardo. Stando alle ultime indiscrezioni, entro febbraio 2020 si concretizzerà la release della rete unica.

Ma cosa cambierà in concreto per tutti i clienti con l’arrivo di una rete unica Wind Tre? La chiave sta tutta nel campo dei servizi. Importanti benefici ci saranno per lo sviluppo e la diffusione delle linee 4,5G. Sempre nei primi mesi del 2020, proprio sotto il nome del marchio Wind Tre saranno lanciate anche le linee 5G. 

Ricordiamo a tutti i clienti che se la linea unica ad oggi non è ancora disponibile per gli utenti privati, questa è già presente per quanto concerne il mondo Business.

 

Wind e 3 Italia, sta arrivando la novità che gli utenti attendevano da tempo Tecnoandroid

Dipendenza da videogiochi: nuovi provvedimenti in Cina

Tecnoandroid - 1 hour 54 min ago

Dipendenza da videogiochi: nuovi provvedimenti in Cina Tecnoandroid

Sono numerose le ricerche riguardanti i rischi cui si va incontro se si è dipendenti dai videogiochi. In particolare, a Pechino, considerato l’aumento di casi in cui la dipendenza dai videogiochi porta a conseguenze gravi – persino la morte – hanno deciso di prendere dei provvedimenti.

La Cina ha deciso di imporsi per limitare l’uso smodato dei videogiochi. Le nuove normative dichiarano che se si ha un’età inferiore ai 18 anni non si può giocare dalle 22 alle 8 del mattino seguente e durante i giorni feriali per un lasso di tempo di massimo 90 minuti. Inoltre, coloro che hanno meno di 16 anni non potranno spendere più di 200 yuan (36 euro) per acquisti in-app, e da 16 a 18 anni non più di 400 yuan. Infine, è necessario fornire un documento di riconoscimento se si vuole giocare online.

Siamo sempre più dipendenti dai videogiochi, in Cina nuovi provvedimenti restrittivi per risolvere il problema

Già un anno fa, a settembre 2018, il governo in Cina ha divulgato una nuova politica sui videogiochi affermando che la miopia – la colpisce metà della popolazione sopra i cinque anni – è attribuita proprio a questo. Altro punto a sfavore è il rendimento scolastico. Si inizia ad essere succubi. Le missioni da portare a termine per il videogioco prescelto diventano più importanti degli impegni nella vita reale, soprattutto quelli riguardanti l’ambito scolastico. Ci sono stati casi piuttosto gravi. Ad esempio, a Guangzhou un ragazzo di diciassette anni ha giocato senza sosta per circa tre giorni e questo l’ha portato alla morte.

Tencent ad ottobre ha anticipato le nuove normative proposte dal governo in Cina, dichiarando che i propri prodotti adesso includeranno un sistema anti-dipendenza. Se i videogiochi non soddisfanno i requisiti saranno rimossi dal mercato entro la fine dell’anno corrente. L’azienda lancia anche un altro progetto a riguardo, per eliminare i contenuti pericolosi presenti su piattaforme di contenuti streaming. Infine, ha vietato l’uso dei propri prodotti ai minori di 13 anni. Trattasi di una delle tante aziende che stanno cercando di abbattere questo fenomeno.

Dipendenza da videogiochi: nuovi provvedimenti in Cina Tecnoandroid

ho Mobile: le offerte prevedono fino a 70GB, minuti ed SMS illimitati

Tecnoandroid - 2 hours 4 min ago

ho Mobile: le offerte prevedono fino a 70GB, minuti ed SMS illimitati Tecnoandroid

L’operatore virtuale di Vodafone, ho Mobile, propone ancora tre offerte ricche di traffico dati, minuti ed SMS verso tutti i numeri offrendo ai nuovi clienti l’opportunità di procedere con l’attivazione sostenendo un costo mensile più che conveniente. Le offerte attualmente disponibili sono: l’offerta ho. 5.99€, l’offerta ho. 8.99€ e l’offerta ho. 12.99€. 

ho Mobile: ecco le offerte dell’operatore con minuti, SMS e fino a 70 GB di traffico dati!

La promozione più conveniente dell’operatore virtuale di Vodafone è l’offerta ho. 5.99€ che permette di ottenere: minuti illimitati, SMS illimitati e 70 GB di traffico dati in 4G Basic. L’attivazione può essere effettuata soltanto dai clienti che procedono con il trasferimento del numero dal gestore francese Iliad o da uno degli operatori virtuali selezionati.

L‘offerta ho. 8.99€, invece, è la promozione rivolta ai clienti provenienti da Kena Mobile e Daily Telecom; e ai clienti che procedono con l’attivazione di una nuova SIM ho. Mobile. In questo caso l’operatore permette di ottenere: minuti illimitati, SMS illimitati e 50 GB di traffico dati in 4G Basic. 

I clienti che invece procedono con il passaggio a ho. Mobile da Vodafone, Tim e Wind possono richiedere l’offerta ho. 12.99€ che permette di ricevere: minuti illimitati, SMS illimitati e 50 GB di traffico dati in 4G Basic. Il costo di attivazione in questo caso è diverso per i clienti che provengono da Vodafone, i quali vanno incontro ad una spesa di circa 40,00 euro.

Qualunque sia l’offerta richiesta i servizi extra sono inclusi nel prezzo, dunque i nuovi clienti possono usufruire gratuitamente del servizio di avviso di chiamata e trasferimento di chiamata; del servizio di navigazione hotspot e l’sms ho. chiamato. 

ho Mobile: le offerte prevedono fino a 70GB, minuti ed SMS illimitati Tecnoandroid

Tempesta magnetica: nessuno smartphone Android è in pericolo

Tecnoandroid - 2 hours 9 min ago

Tempesta magnetica: nessuno smartphone Android è in pericolo Tecnoandroid

Da diversi giorni tantissime sono le persone che stanno attraversando una situazione poco piacevole per via della notizia riguardante una tempesta magnetica in arrivo; il 10 Ottobre scorso ha comunicato la notizia una testata giornalistica famosa in tutto il mondo: Journal of Space Weather and Space Climate.

Tempesta magnetica: si tratta dell’ennesima fake news?

L’articolo riportato dal Journal Weather and Space Climate contiene una serie di raccomandazioni inviate da un comitato dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea) all’Unione Europea.

Le analisi condotte a riguardo sono numerose, ma fortunatamente i risultati hanno svelato che il nostro Pianeta non rischia nessun pericolo; a confermarlo sono degli studi condotti dall’intera comunità scientifica.

Tutti gli articoli a riguardo intendevano informare gli individui di questo fenomeno, della sua potenza e delle eventuali conseguenze. Il comitato dell’ESA ha pubblicato questa notizia con lo scopo di lavorare insieme per creare un tavolo di lavoro coordinato a livello continentale e una rete internazionale. In questo modo sarà molto più semplice monitorare il cosiddetto meteo spaziale e preparare un piano contro quelli che sarebbero gli effetti di una tempesta magnetica in futuro.
Inoltre, il comitato dell’ESA, suggerisce di aumentare gli sforzi di ricerca scientifica e di migliorare i modelli fisico-matematici di analisi e previsione.

È molto importante prestare molta attenzione alla lettura di questo tipo di articoli, ma soprattutto è importante verificare l’affidabilità del sito e della fonte; da non sottovalutare, inoltre, la possibilità di leggere più articoli a riguardo per confrontarli; fortunatamente, per il momento, non c’è da preoccuparsi per nessuna tempesta magnetica (o solare).

Tempesta magnetica: nessuno smartphone Android è in pericolo Tecnoandroid

Vodafone regala Giga illimitati per 2 giorni, ecco come riceverli

Tecnoandroid - 2 hours 14 min ago

Vodafone regala Giga illimitati per 2 giorni, ecco come riceverli Tecnoandroid

L’operatore Vodafone Italia ha deciso che per festeggiare il secondo compleanno del proprio assistente digitale Tobi, regalerà Giga illimitati per due giorni a tutti i propri clienti.

Inizialmente Tobi era presente sull’applicazione MyVodafone, successivamente è sbarcato anche su Facebook Messenger, sul sito ufficiale dell’operatore, su Alexa e WhatsApp e anche sulla messaggistica avanzata di Android. Scopriamo nei dettagli il regalo.

 

Vodafone regala Giga illimitati per due giorni

Tobi non è altro che un’intelligenza artificiale che svolge tutte le mansioni di un comune consulente telefonico. Infatti è in grado di rispondere in modo automatico alla maggior parte delle domande o dei problemi riscontrati da parte degli utenti. Potete chiedergli delle informazioni sull’offerta attiva o il recupero, per esempio, di un codice PUK.

La tecnologia legata a Tobi si basa su un sistema di reti neurali che permette di riconoscere ed interpretare il linguaggio naturale e relazionarsi con il cliente, adattando l’interazione in base all’evoluzione della conversazione. All’addestramento di Tobi ci pensa la Neural Network Training di Vodafone, team di assistenza al cliente.

In occasione del secondo compleanno dell’assistente Tobi l’operatore rosso ha deciso di regalare a tutti i propri clienti, che gli fanno gli auguri, Giga illimitati per due giorni dall’attivazione. Il cliente potrà utilizzare i Giga della promozione in tutta Italia per navigare su APN. Essendo Infinito, la promozione che andrà ad attivarsi, una promo gratuita, non andrà ad aumentare i Giga disponibili per i Paesi al di fuori dell’Italia ma comunque all’interno dell’Unione Europea. Non vi resta che fare gli auguri a Tobi per ottenere questo grandioso premio!.

Vodafone regala Giga illimitati per 2 giorni, ecco come riceverli Tecnoandroid

Windows 10: addio WiFi, connessione Internet a rischio per gli utenti

Tecnoandroid - 2 hours 19 min ago

Windows 10: addio WiFi, connessione Internet a rischio per gli utenti Tecnoandroid

Nel corso di un recente intervento la società di Remond ha annunciato una importante modifica per Windows 10. Il sistema operativo non sarà in grado di garantire l’utilizzo di alcuni sistemi di connettività WiFi a causa di un aggiornamento che taglia i ponti tra gli utilizzatori e la rete. Ecco che cosa sta per succedere dopo la brutta novità annunciata da Microsoft Corporation.

 

Pessime notizie per Windows 10: addio rete WiFi per tantissime persone, la decisione è stata già presa

Un prossimo aggiornamento Windows 10 potrebbe risultare parecchio scomodo per chi si affida ancora a protocolli di connettività poco sicuri ed obsoleti. Ad annunciare la notizia è la stessa compagnia americana che in un comunicato presagisce l’imminente fine del supporto agli standard WEP e TKIP.

Nel caso in cui il sistema operativo rilevasse la presenza di un protocollo simile bloccherà la connessione. Tali sistemi di crittografia, difatti, non sono da ritenersi validi contro attacchi hacker alle piattaforme informatiche. Si imporrà l’utilizzo di una soluzione aggiornata con router che come minimo dovranno disporre di sistemi di cifratura AES, ossia compatibili con WPA2 e WPA3. Quest’ultimo è di recente fattura in quanto rilasciato dalla WiFi Alliance soltanto a partire dal 2019. Sul mercato i primi dispositivi certificati sono appena arrivati.

A partire dal May Update 2019 l’OS ha iniziato a segnalare le reti non sicure. Ogni livello che non offra una chiave da almeno 128/256 bit è ritenuto non idoneo alla sicurezza e pertanto è da scartare. L’inadeguatezza del sistema di protezione WEP è stata già ampiamente verificata. Bastano pochi minuti per bucare un network e diffondere un pericoloso virus informatico.

Microsoft non fa altro che tutelare i propri utenti contro intromissioni ed attacchi hacker in remoto. Nonostante questo anche il più recente WPA3 non è immune da problematiche con la differenza che le azioni fraudolente sono circoscritte soltanto a cyber criminali esperti, al contrario del sistema WEP che resta alla portata di tutti.

Windows 10: addio WiFi, connessione Internet a rischio per gli utenti Tecnoandroid

Il nuovo campus di Apple ad Austin, in Texas

Punto Informatico - 3 hours 6 min ago

Il gruppo di Cupertino annuncia la realizzazione di un nuovo campus nella città di Austin, in Texas: aprirà i battenti entro il 2022.

The post Il nuovo campus di Apple ad Austin, in Texas appeared first on Punto Informatico.

Tiscali: arriva l’offerta a soli 2,99 Euro che batte Iliad

Tecnoandroid - 3 hours 9 min ago

Tiscali: arriva l’offerta a soli 2,99 Euro che batte Iliad Tecnoandroid

Tiscali continua a lanciare in commercio delle nuove proposte commerciali per i consumatori interessati a cambiare operatore telefonico; il mercato continua ad essere caratterizzato da numerose offerte telefoniche low cost, ma queste sue nuove tariffe intrigano gran parte degli utenti.

L’operatore telefonico virtuale propone ai consumatori tre nuove tariffe telefoniche low cost; eccovi svelati tutti i dettagli a riguardo.

Tiscali: in commercio ci sono tre nuove offerte telefoniche low cost

L’offerta telefonica attualmente più economica è denominata Offerta Mobile Smart con un addebito mensile pari a 2,99 Euro in promozione fino al 21 di Novembre anziché 6,00 Euro; per i nuovi clienti non ci sono costi di attivazioni o di SIM e possono usufruire di: 60 minuti di chiamate verso tutti, 10 SMS verso tutti e 1GB di traffico dati per navigare in Internet alla massima velocità del 4G.

La seconda tariffa telefonica è denominata Smart 30: anche in questo caso l’addebito mensile è in promozione fino al 21 di Novembre a 7,99 Euro anziché 10,00 Euro; sono disponibili 30GB di Internet, minuti illimitati verso tutti i numeri e 100 SMS verso tutti i numeri; i nuovi clienti non devono sostenere nessun costo di attivazione o SIM.

Infine, l’operatore telefonico virtuale propone anche la tariffa Smart 60 in promozione fino al 21 di Novembre a 11,99 Euro al mese anziché 16,00 Euro; non ci sono costi di attivazione o di SIM per tutti i nuovi clienti; l’offerta prevede: minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali mobili e fissi, 300 SMS verso tutti e 60GB di traffico dati per navigare in Internet alla massima velocità della rete 4G.

Tiscali: arriva l’offerta a soli 2,99 Euro che batte Iliad Tecnoandroid

TIM, c’è lo scacco ad Iliad: arriva la nuova offerta low cost con 50 Giga

Tecnoandroid - 3 hours 14 min ago

TIM, c’è lo scacco ad Iliad: arriva la nuova offerta low cost con 50 Giga Tecnoandroid

TIM lavora su più fronti al fine di aumentare il suo attuale bacino di clienti. Il pacchetto di offerte per eventuali nuovi abbonati è molto ampio. Da un lato, gli utenti possono contare su ricaricabili top di gamma che prevedono anche l’utilizzo delle nuove linee 5G, dall’altro sono sempre disponibili le cosiddette promozioni winback che puntano su costi più economici.

 

TIM segue la via di Iliad con questa promozione da 50 Giga

Oltre ai classici nemici, Vodafone e Wind, il team commerciale di TIM in queste settimane deve affrontare anche l’aspra concorrenza di Iliad. Il gestore francese continua a crescere anche grazie alla sua offerta Giga 50, costringendo quindi la stessa TIM a correre ai ripari con la conferma della sua ricaricabile chiamata “Titanium”.

Il ticket dell’offerta “Titanium” prevede chiamate illimitate da effettuare in Italia verso numeri fissi e mobili più 50 Giga come soglia per la connessione internet. Il prezzo di rinnovo dell’iniziativa si attesta 10 euro. A questo costo va aggiunta solo una quota una tantum dal valore di 12 euro per il rilascio della SIM.

TIM ha potato per una strategia comune con Wind, 3 Italia o Vodafone: questa ricaricabile pertanto è una classica winback. Tutti coloro che sono interessati ai fini dell’attivazione dovranno espressamente richiedere la portabilità del numero da un altro gestore. Per la sottoscrizione l’unica via è quella di rivolgersi in un negozio ufficiale del provider.

TIM, c’è lo scacco ad Iliad: arriva la nuova offerta low cost con 50 Giga Tecnoandroid

Pages