Feed aggregator

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


I JVC Gummy mini costano così poco che meritano un'occhiata

Android World - Tue, 01/19/2038 - 04:14

All'interno della confezione di vendita troviamo la solita dotazione: due gommini aggiuntivi (taglie S ed L) e un cavetto USB/USB-C per la ricarica.

Gli auricolari sono in-ear e si incastrano ben a fondo nel canale uditivo: sono piccoli, leggeri e con una forma affusolata, se siete abituati agli in-ear non avrete troppi problemi. Al contrario, se siete tra gli utenti che non amano avere auricolari incastrati nell'orecchio, vi suggerisco di guardare oltre.

Nel complesso, però, i JVC Gummy mini rimangono ben incastrati e isolano molto dal rumore esterno, con i gommini in silicone che fungono un po' da tappi.

Il case è relativamente grosso, soprattutto considerando che offre solo 9 ore di autonomia in più. Pur non essendo particolarmente lungo, è molto spesso, il che lo rende più scomodo di altri in tasca.

La qualità audio non è elevatissima (parliamo sempre di un auricolari molto economici), ma l'ascolto è divertente: JVC scommette sui bassi e lo fa bene, con un un suono caldo e avvolgente. L'isolamento acustico garantito dalla forma degli auricolari migliora ulteriormente la resa dei bassi.

Il Bluetooth è in versione 5.1 e la connessione è sempre stabile, i codec supportati sono AAC e SBC e non c'è nessun problema di ritardo nell'audio guardando un film.

I controlli sono basati su tasti fisici, nascosti dietro la plastica degli auricolari. I pulsanti danno un bel feedback chiaro, ma sono duri da premere e fastidiosi, perché ti costringono a spingere l'auricolare dentro l'orecchio, soprattutto per doppio clic e triplo clic. Un workaround è tenere fermo l'auricolare tra pollice e medio, cliccando con l'indice, ma ovviamente non è il massimo della comodità. 

I comandi funzionano così:

  • Auricolare SX:
    • Clic: Play/Pausa
    • Doppio clic: Volume -
    • Triplo clic: Volume+
  • Auricolare DX:
    • Clic: Play/Pausa
    • Doppio clic: Traccia successiva
    • Triplo clic: Traccia precedente

L'autonomia è di 6 ore con una singola ricarica: sufficiente, ma non eccelsa, considerando che non troviamo ANC o altre funzioni smart. Il case offre solo 9 ore aggiuntive (per un totale di 15 ore complessive), un po' poco, considerando le alternative sul mercato.

I microfoni sono sufficienti per chiamate in casa, in silenzio, ma subiscono molto il rumore di fondo e diventano praticamente inutilizzabili se ci si trova in contesti rumorosi.

Il prezzo è il punto forte di questi auricolari: 35€, un costo assolutamente accessibile, che ne giustifica (almeno in parte) le carenze.

L'articolo I JVC Gummy mini costano così poco che meritano un'occhiata sembra essere il primo su Mobileworld.

Samsung Galaxy S23: ecco le cover dei top di gamma

Tecnoandroid - 2 hours 41 min ago

Samsung Galaxy S23: ecco le cover dei top di gamma Tecnoandroid

Tra il mese di gennaio e febbraio Samsung presenterà i suoi top di gamma della serie Galaxy S23. Il colosso procederà con il lancio di tre nuovi modelli già apparsi in alcune immagini che hanno rivelato l’assenza di vere e proprie novità rispetto ai dispositivi rilasciati lo scorso anno.

Samsung potrebbe non stravolgere i suoi dispositivi e lasciare invariato il design dei vecchi modelli. Soltanto l’aspetto tecnico, quindi, sarà il vero oggetto di veri e propri aggiornati.

A confermare quanto fino ad ora riferito dalle indiscrezioni emerse in rete sono alcune immagini condivise che mostrano le presunte cover del Galaxy S23 e S23+. Le immagini hanno permesso di notare un particolare che potrebbe rappresentare l‘unico cambiamento estetico dei due modelli.

Il modulo fotografico, infatti, sarà costituito da sensori liberamente disposti sul retro in verticale. La soluzione ha distinto il Galaxy S22 Ultra dai due modelli S22 ed S22 Plus lo scorso anno e ora sembra essere destinata a tutti i nuovi smartphone della serie.

Samsung Galaxy S23: scheda tecnica e design!

 

Secondo le ultime fonti, il Samsung Galaxy S23 avrà un pannello AMOLED da 6,1 pollici e un chip Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2. Il modello Ultra sfoggerà invece un’ottima fotocamera con sensore principale da 200 megapixel, un ultra grandangolare da 12 megapixel e teleobiettivo da 10 megapixel. La fotocamera frontale, invece, sarà da 40 megapixel. Samsung potrebbe far ricorso anche a una batteria da 5000 mAh.

I top di gamma non arriveranno prima del mese di febbraio del prossimo anno. Il periodo di attesa sarà senz’altro denso di novità interessanti.

 

Samsung Galaxy S23: ecco le cover dei top di gamma Tecnoandroid

Samsung Galaxy A11 ottiene l’aggiornamento ad Android 12 con anni di ritardo

Tecnoandroid - 2 hours 56 min ago

Samsung Galaxy A11 ottiene l’aggiornamento ad Android 12 con anni di ritardo Tecnoandroid

L’aggiornamento del sistema operativo Android 12 per il Galaxy A11 è stato reso disponibile al pubblico da Samsung. La CPU Snapdragon 450 si trova all’interno del Galaxy A11, che è stato rilasciato nel 2020. Ha debuttato con il sistema operativo Android 10 e un display HD+ da 6,4 pollici. Nel 2021, il dispositivo mobile è stato aggiornato ad Android 11 e ora viene aggiornato ad Android 12.

La patch di sicurezza per il Galaxy A11, rilasciata nell’agosto 2022, è inclusa nell’aggiornamento del firmware Android 12 del dispositivo. La patch di sicurezza più recente, secondo Samsung, risolve una serie di lacune di privacy e sicurezza. L’aggiornamento di One UI Core 4.1, che include una nuova tavolozza di colori e widget migliorati, è in prima linea nella versione di Android 12.

Galaxy  A11, aggiornate subito il dispositivo

Come parte dell’aggiornamento di Android 12 per il Galaxy A11, sono stati apportati miglioramenti ai programmi di base come la fotocamera, la galleria e la tastiera Samsung. Il supporto grammaticale è stato introdotto per la tastiera Samsung e qualsiasi problema con la funzione di condivisione dovrebbe essere gestito immediatamente.

Inoltre, l’aggiornamento consente agli utenti di scegliere il dispositivo di uscita audio immediatamente dalla schermata di blocco e la modalità oscura appena lanciata ha altre importanti funzionalità. I clienti nel sud-est asiatico stanno ora ricevendo il software Android 12, mentre i clienti in altre regioni lo riceveranno in futuro. Non è noto se questo sia l’ultimo aggiornamento del sistema operativo che il Galaxy A11 riceverà nel corso della sua vita. Il fatto che il dispositivo abbia già ottenuto due aggiornamenti del sistema operativo è un’impresa impressionante in sé e per sé.

Samsung Galaxy A11 ottiene l’aggiornamento ad Android 12 con anni di ritardo Tecnoandroid

Huawei nova 10 SE ufficiale: cuore Snapdragon e fotocamera da 108 MP

Android World - 3 hours 25 min ago

Il mercato smartphone di Huawei, soprattutto nel settore dei top di gamma, ha subito una sorta di battuta di arresto dopo il ban del governo statunitense. Nonostante questo l'azienda conferma la sua volontà di essere presente nel mercato smartphone.

Nelle ultime ore l'azienda ha ufficializzato un nuovo modello di smartphone. Parliamo di Huawei nova 10 SE, un dispositivo di gamma medio-alta che pone i suoi principali punti di forza sull'aspetto fotografico. Andiamo a vedere insieme le specifiche tecniche.

  • Display: 6,67" OLED (2.400 x 1.080 pixel) full HD+, refresh rate a 90 Hz, HDR10, 20:9
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 680 4G, octa-core fino a 2,4 GHz (4x2.4 GHz Kryo 670 & 4x1.8 GHz Kryo 670), TMSC 6 nm
  • GPU: Adreno 610
  • RAM: 6 / 8 GB
  • Storage interno: 128 / 256 GB
  • Sistema operativo: HarmonyOS 2.0, senza servizi Google
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 108 megapixel, f/1.9, PDAF
    • Grandangolo: 8 megapixel
    • Profondità: 2 megapixel, f/2.4
    • Registrazione video: 1080p, 720p@960fps, gyro-EIS
  • Fotocamera anteriore: 16 megapixel, f/2.2
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/a/6, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot, Bluetooth 5.2, A2DP, LE, GLONASS (3), BDS (3), GALILEO (2), QZSS (2), NavIC, NFC, USB Type-C 2.0, USB On-The-Go
  • Sicurezza: sensore d'impronte laterale
  • Batteria: 4.500 mAh, ricarica rapida a 66W
  • Colorazioni: Starry Silver e Starry Black

Il nuovo Huawei nova 10 SE è stato annunciato ufficialmente a livello internazionale, anche se ancora non sono stati riferiti prezzi e disponibilità. Torneremo ad aggiornarvi una volta che avremo queste informazioni per il mercato italiano.

L'articolo Huawei nova 10 SE ufficiale: cuore Snapdragon e fotocamera da 108 MP sembra essere il primo su Androidworld.

Google Pixel 7 e 7 Pro, due annunci pubblicitari ci mostrano le funzionalità

Tecnoandroid - 3 hours 25 min ago

Google Pixel 7 e 7 Pro, due annunci pubblicitari ci mostrano le funzionalità Tecnoandroid

Due annunci pubblicitari per i nuovi smartphone Google Pixel 7 e Pixel 7 Pro sono trapelati prima dell’evento Made by Google del 7 ottobre. La perdita è stata fatta da una fonte anonima. Un informatore di nome Snoopy Tech ha fatto trapelare due annunci di 30 secondi su Twitter. I film dimostrano diverse nuove funzionalità incluse in entrambe le versioni.

Secondo i filmati scoperti online, Pixel 7 Pro verrà spedito con una nuova funzione Macro Focus che consentirà agli utenti di scattare fotografie molto ravvicinate. Rispetto al suo predecessore, il Pixel 6 Pro, lo zoom Super Res trovato nel Pixel 7 Pro è un significativo passo avanti. Ora abbiamo uno zoom ibrido 30x oltre allo zoom ottico 6x. D’altra parte, la nuova funzione Macro Focus non è disponibile su Pixel 7.

Pixel 7 e 7 Pro arriveranno il 7 ottobre

Cinematic Blur, che è analogo alla modalità Cinematic dell’iPhone, è inclusa in entrambe le versioni. Attraverso l’uso della funzione Cinematic Blur, la fotocamera è in grado di passare da un soggetto all’altro mantenendo contemporaneamente un’ottima messa a fuoco su uno di essi e sfocando l’altra immagine sullo sfondo.

Le ultime versioni sono dotate di una modalità batteria estrema che offre agli utenti la possibilità di ottenere fino a 72 ore di utilizzo con una singola carica. Tuttavia, la maggior parte delle applicazioni è disabilitata e all’utente viene data la possibilità di scegliere quali app possono essere utilizzate quando si opera in questa modalità. Accedendo al menu delle opzioni e scorrendo l’opzione Extreme Battery Saver, avrai la possibilità di scegliere le applicazioni che desideri poter eseguire quando la modalità è attiva.

Durante l’evento Made by Google, prevediamo che Google rivelerà nuovi prodotti, inclusi Pixel 7 e Pixel 7 Pro, insieme ad altri articoli. Inoltre, è probabile che Google sveli il Pixel Watch e due nuovi prodotti Nest questa settimana. Non c’è stato un annuncio ufficiale fatto sul prezzo o sulle specifiche complete della gamma Pixel 7.

Google Pixel 7 e 7 Pro, due annunci pubblicitari ci mostrano le funzionalità Tecnoandroid

Google Pixel 7: ecco la scheda tecnica ufficiale

Tecnoandroid - 3 hours 41 min ago

Google Pixel 7: ecco la scheda tecnica ufficiale Tecnoandroid

La scheda tecnica ufficiale e completa del nuovo Google Pixel 7 è apparsa in rete a distanza di poche ore dal lancio. Numerosi video e immagini hanno dato modo di conoscere con largo anticipo quello che sarà il design dei due dispositivi in arrivo e i dettagli rivelati dalle indiscrezioni degli ultimi tempi hanno permesso di ottenere un quadro completo circa gli aggiornamenti introdotti dal colosso.

Google Pixel 7: ecco tutti dettagli sulla scheda tecnica!

 

Roland Quandt di WinFuture ha reso nota la scheda tecnica completa del Google Pixel 7 Pro. Lo smartphone sarà lanciato ufficialmente domani ma l’azienda avrà veramente pochi particolari inediti da svelare poiché il design è stato già presentano tramite video condivisi direttamente dal colosso e le specifiche sono state più volte oggetto di discussione.

Stando a quanto riferito dalla fonte, l’azienda non apporterà aggiornamenti davvero rilevanti poiché intenzionata a migliorare quanto già proposto lo scorso anno con i suoi Pixel 6 e 6 Pro. Dunque, il Pixel 7 Pro sarà uno smartphone con display da 6,7 pollici con refresh rate a 120 Hz. Il dispositivo avrà un sensore fotografico principale da 50 megapixel, un secondario da 48 megapixel e un’ultrawide da 12 megapixel. Il Google Pixel 7, invece, sarà dotato di un display da 6,32 pollici con refresh rate a 90 Hz. Non sembra esserci alcuna differenza dal punto di vista fotografico ed entrambi i dispositivi avranno un chip Tensor G2. Il modello Pro avrà una batteria da 5000 mAh, la versione base, invece, monterà una batteria da 4355 mAh. 

La scheda tecnica sembra essere quella ufficiale ma soltanto domani sarà possibile scoprirlo.

Google Pixel 7: ecco la scheda tecnica ufficiale Tecnoandroid

Xiaomi 12T Pro

Android World - 3 hours 41 min ago

Vediamo qui la scheda tecnica di Xiaomi 12T Pro, uno smartphone con Android di fascia alta.

Il display di questo dispositivo è da 6,67 pollici in tecnologia OLED. La sua risoluzione è di 1220 x 2712 pixel e questo porta la sua densità di pixel a 445 ppi.

La risoluzione della fotocamera principale è di 200 megapixel ed è anche dotata di stabilizzatore, mentre quella secondaria è da 20 megapixel. È possibile registrare video a 8K - 7680 x 4320 pixel e abbiamo il led flash Doppio a due tonalità.

A muovere questo dispositivo troviamo un processore Qualcomm SM8475 Snapdragon 8+ Gen 1 octa con supporto ai 64 bit che lavora alla frequenza di 3.2 GHz e ha un processore grafico Adreno 730. Abbiamo poi 8 GB di RAM e 256 GB di memoria non espandibile.

La batteria non removibile è da 5000 mAh.

L'articolo Xiaomi 12T Pro sembra essere il primo su Androidworld.

Xiaomi 12T

Android World - 3 hours 44 min ago

Xiaomi 12T è uno smartphone con sistema operativo Android che potremmo definire di fascia media.

Il display di Xiaomi 12T è da 6,67 pollici e ha una densità di pixel di 445 ppi, questo poiché la sua risoluzione è di 1220 x 2712 pixel.

La fotocamera è dotata di stabilizzatore e questo aiuta a realizzare video e foto più nitide. La risoluzione a cui può scattare è di 108 megapixel, mentre i video vengono registrati a 8K - 7680 x 4320 pixel ed è presente il flash Doppio a due tonalità.

Il processore di questo dispositivo è un MediaTek Dimensity 8100-Ultra octa con supporto ai 64 bit che lavora alla frequenza di 2.85 GHz e ha un processore grafico Mali-G610 MC6. Abbiamo poi 8 GB di RAM e 128 / 256 GB di memoria non espandibile.

All'interno del dispositivo troviamo una batteria non removibile da 5000 mAh.

L'articolo Xiaomi 12T sembra essere il primo su Androidworld.

OnePlus Buds Pro 2, svelate le specifiche dei nuovi auricolari

Tecnoandroid - 3 hours 55 min ago

OnePlus Buds Pro 2, svelate le specifiche dei nuovi auricolari Tecnoandroid

Un credibile tipster ha rivelato le specifiche complete degli auricolari OnePlus Buds Pro 2 TWS prima del loro lancio ufficiale. A quanto pare OnePlus si sta preparando a svelare i suoi nuovi auricolari true wireless. Il prossimo device audio sarà molto probabilmente noto come OnePlus Buds Pro 2.

L’originale Buds Pro è stato rilasciato nell’agosto 2021. Inoltre, nel luglio dello scorso anno, OnePlus ha debuttato con Buds Pro in India con il Nord 2 5G. Per riassumere, l’anno scorso, il tipster Max Jambor ha rivelato che OnePlus sta lavorando su una controparte Lite a basso costo delle Buds Pro. Sfortunatamente, l’edizione Lite non è arrivata sul mercato indiano.

OnePlus Buds Pro 2 avranno diverse variazioni di colore

Ora, Pricebaba ha ricevuto le specifiche per gli auricolari OnePlus Buds Pro 2 TWS dal ribaltatore Steve Hemmerstoffer. Questa è anche una forte indicazione che i successori di Buds Pro sono in arrivo. Buds Pro 2 includerà driver audio doppi da 11 mm e 6 mm sotto il cofano, secondo il leakster. Per riassumere, gli auricolari Oppo Enco X2 TWS utilizzano gli stessi driver.

Inoltre, gli auricolari TWS abiliteranno l’audio spaziale LDHC 4.0. Buds Pro 2 fornirà cancellazione adattiva del rumore e ANC fino a 45dB. Di conseguenza, gli auricolari rileveranno automaticamente il rumore ambientale e modificheranno l’intensità dell’ANC in modo appropriato. Durante le chiamate, ogni auricolare utilizzerà tre microfoni per fornire un migliore isolamento vocale.

Anche con ANC attivato, OnePlus Buds Pro 2 può durare fino a 6 ore. Allo stesso modo, con la custodia, fornirà fino a 22 ore di durata della batteria. Inoltre, senza ANC, puoi ottenere 9 ore di riproduzione. Se ANC è disattivato, gli auricolari possono durare fino a 38 ore con la custodia. Buds Pro 2 supporta anche la ricarica wireless. Caricando la custodia per dieci minuti, potresti ricevere fino a dieci ore di gioco.

Con soli 10 minuti di ricarica, puoi ricevere fino a tre ore di autonomia. A parte questo, si dice che Buds Pro 2 includa una serie di funzionalità impressionanti. Questi includono una certificazione IP55 di resistenza al sudore e all’acqua e un codec audio LHDC 4.0. Gli auricolari TWS includeranno anche Bluetooth 5.2, 69 ms a bassa latenza e Google Fast Pair.

OnePlus Buds Pro 2, svelate le specifiche dei nuovi auricolari Tecnoandroid

Xiaomi annuncia la Smart Band 7 Pro per i mercati globali

Androidiani - 4 hours 12 min ago
Xiaomi è salita recentemente sul palco per annunciare i suoi nuovi smartphone, il 12T e 12T Pro. Sebbene l’azienda ha mostrato molti prodotti, un altro dispositivo di spicco nella sua gamma è la Smart Band 7 Pro. Sebbene ci sia molta concorrenza con i fitness tracker, la Smart Band 7 Pro ha un bel design ed offre […]

Huawei, il suo nuovo smartwatch arriverà finalmente anche in Europa

Tecnoandroid - 4 hours 26 min ago

Huawei, il suo nuovo smartwatch arriverà finalmente anche in Europa Tecnoandroid

Huawei ha introdotto uno smartwatch un anno fa, ma pochi ricordano. Il Watch D è uno dei dispositivi indossabili più sofisticati di Huawei, quindi non aspettarti che sia economico, nonostante la reputazione dell’azienda per i prezzi bassi. Huawei Watch D ha debuttato in Cina a dicembre e non si prevedeva fosse accessibile a livello globale.

A maggio, Huawei ha dichiarato che Watch D sarebbe stato rilasciato al di fuori della Cina, ma non ha rivelato una data o un prezzo. I nuovi dispositivi indossabili con sensori sanitari devono essere convalidati e certificati da enti governativi. L’EMA (Agenzia Europea dei Medicinali) verifica e approva tali merci in Europa, quindi il ritardo potrebbe essere dovuto ad essa. Huawei ha rivelato quando l’orologio da polso sarebbe stato disponibile in Europa dopo aver acquisito i permessi necessari.

Huawei Watch D costerà circa 450 euro e arriverà questo mese

Il Watch D di Huawei sarà disponibile in Europa da ottobre al prezzo di 450 euro. La Germania è la prima nazione ad acquisire il device indossabile, ma altre seguiranno a breve. Watch D è dotato di sensori ad alta precisione per un monitoraggio preciso della pressione sanguigna. L’orologio da polso ha anche la funzionalità ECG, un display AMOLED da 1,64 pollici con vetro curvo 2.5D e una cornice in alluminio.

L’app Huawei Health può gestire tutte le tue metriche relative alla salute e condividere dati come rapporti sulla pressione sanguigna e letture aberranti con amici e familiari. A seconda di dove risiedi, Watch D sarà dotato di comandi vocali. Huawei Watch D è dotato di accelerometro, giroscopio, frequenza cardiaca ottica, luce ambientale, temperatura, pressione differenziale e sensori Hall. Huawei Watch D supporta GPS, NFC e Bluetooth 5.1.

Huawei afferma che la batteria del Watch D dovrebbe durare 7 giorni con un utilizzo tipico: impostazioni predefinite di fabbrica, frequenza cardiaca sempre attiva (modalità intelligente), sonno scientifico notturno, misurazione della pressione sanguigna 6 volte al giorno, misurazione ECG 5 volte al giorno, 90 minuti di esercizio settimanale e notifica messaggi abilitata (50 messaggi, 6 chiamate, 3 allarmi al giorno).

Huawei, il suo nuovo smartwatch arriverà finalmente anche in Europa Tecnoandroid

Vodafone continua a tentarci con le offerte operator attack

Tecnoandroid - 4 hours 40 min ago

Vodafone continua a tentarci con le offerte operator attack Tecnoandroid

L’operatore Vodafone Italia ha recentemente rinnovato il proprio listino di offerte Operator Attack che include due tariffe mobile disponibili esclusivamente con portabilità da alcuni operatori selezionati.

Le offerte in questione sono Vodafone Silver e Vodafone Bronze Plus. Andiamo a scoprire insieme cosa propongono nel dettaglio.

 

Vodafone tenta con la Silver e la Bronze Plus

Si tratta di due tariffe ricaricabili attivabili in esclusiva online che ora mettono a disposizione dei nuovi clienti che scelgono Vodafone un bundle di Giga incrementato rispetto al passato. Passare a Vodafone conviene ancora di più. I clienti Iliad e di alcuni operatori virtuali selezionati possono attivare le offerte Vodafone Silver e Vodafone Bronze Plus.

La prima offerta comprende minuti ed SMS illimitati verso tutti i numeri mobili e fissi nazionali e 200 GB di traffico internet in 4G a 9.99 euro al mese. L’offerta Bronze Plus invece comprende sempre minuti ed SMS illimitati ma con 150 GB di traffico internet a 7.99 euro al mese. Per entrambe le tariffe è previsto un costo scontato a 5 euro per il primo mese. Da notare, inoltre, che l’accesso a queste promozioni è vincolato all’attivazione del pagamento “Smart Pay” che prevede l’addebito del canone mensile su conto corrente dell’utente invece che su credito residuo.

Queste offerte sono compatibili con le varie promozioni che l’operatore propone per l’acquisto di smartphone a rate. Una volta ricevuta la SIM, che viene inviata gratuitamente dal provider, basterà recarsi in un negozio dell’operatore per procedere all’attivazione della promozione dedicata. Visitate il sito ufficiale dell’operatore per maggiori dettagli.

Vodafone continua a tentarci con le offerte operator attack Tecnoandroid

iOS 16.1 mette fine al desiderio dei proprietari di AirPods Pro

Tecnoandroid - 4 hours 55 min ago

iOS 16.1 mette fine al desiderio dei proprietari di AirPods Pro Tecnoandroid

L’opzione Adaptive Transparency, che era stata erroneamente inclusa sia per gli AirPods Pro originali che per gli AirPods Max nella versione beta precedente, è stata rimossa nella versione beta di iOS 16.1, che è stata resa disponibile oggi agli sviluppatori. Nella versione beta precedente, l’opzione era stata inclusa sia per gli AirPods Pro originali che per gli AirPods Max.

Dopo che i proprietari di vecchi modelli AirPods hanno scoperto un interruttore ‘Trasparenza adattiva’ nelle impostazioni di AirPods dopo aver eseguito la versione beta del firmware la scorsa settimana, inizialmente si credeva che Apple avesse ha portato la funzione Adaptive Transparency di AirPods Pro 2 ai vecchi modelli di AirPods. Tuttavia, da allora Apple ha chiarito che questa funzione è disponibile solo sul modello AirPods Pro 2.

iOS 16.1 è ancora in versione beta

Mark Gurman, che lavora per Bloomberg, è stato citato l’altro giorno dicendo che l’opzione Adaptive Transparency era effettivamente un bug. Apple ha ora fornito prove concrete a sostegno di questa affermazione rimuovendo l’opzione di configurazione dalla versione beta più recente del sistema operativo. È stato davvero strano che Apple abbia deciso di aggiungere una funzione cruciale di AirPods Pro 2 alla prima generazione di AirPods Pro; di conseguenza, è lecito ritenere che si sia trattato di un errore e che l’opzione sia stata inavvertitamente resa disponibile su dispositivi che non la supportano.

Adaptive Transparency è una funzionalità esclusiva di AirPods Pro 2 ed è resa possibile dal nuovissimo chip H2 incluso all’interno del dispositivo. È possibile accedere a questa funzione solo utilizzando AirPods Pro 2. È progettata per consentire agli AirPods Pro di attutire i suoni aspri, inclusi sirene, attività di costruzione o altoparlanti durante un concerto, senza filtrare completamente tutti i rumori ambientali . Questa è una funzionalità introdotta con AirPods 2

iOS 16.1 mette fine al desiderio dei proprietari di AirPods Pro Tecnoandroid

Diminuisce la nebbia a San Francisco: la colpa potrebbe essere il riscaldamento climatico

Tecnoandroid - 5 hours 10 min ago

Diminuisce la nebbia a San Francisco: la colpa potrebbe essere il riscaldamento climatico Tecnoandroid

L’iconica nebbia di San Francisco è in declino e la colpa è principalmente del cambiamento climatico, secondo una nuova ricerca pubblicata su SF Examiner, citando il lavoro di uno scienziato della UC Berkeley.

Il biologo Todd Dawson ha studiato registrazioni di modelli di nebbia risalenti ai primi anni ’50 e ha riscontrato una diminuzione di circa il 33% della frequenza della nebbia dall’inizio del XX secolo, secondo l’Examiner.

Dawson ha scoperto che la stagione della nebbia generalmente si è accorciata nel corso degli anni, iniziando più tardi e finendo prima, e anche la durata della nebbia è diminuita di “circa tre ore al giorno“, ha detto Dawson all’Examiner.

Nel frattempo, il fiume atmosferico che ha inzuppato gran parte della Bay Area, allagando le strade e interrompendo l’elettricità a migliaia di persone, ha a malapena intaccato le eccezionali condizioni di siccità della regione.

Una situazione allarmante

I bacini idrici statali contengono ancora molta meno acqua rispetto alle loro medie storiche.

Ma le diminuzioni della nebbia stanno interessando non solo la Bay Area, ma anche le regioni del vino e tutto ciò che cresce sulla costa settentrionale della California.

Sappiamo che il pianeta si sta riscaldando, sappiamo che gli oceani si stanno riscaldando“, ha detto al Times Travis O’Brien, assistente professore di scienze della terra e dell’atmosfera dell’Università dell’Indiana. “Quello che non sappiamo è cosa sta succedendo nell’ambiente costiero molto vicino. In particolare, le temperature oceaniche lungo le coste sono un grosso punto interrogativo e da tempo si ritiene che siano davvero importanti per la nebbia costiera”.

Il Times aggiunge che altri ricercatori, utilizzando la tecnologia satellitare, hanno concluso questo mese “che il numero di giorni di nebbia fluttua considerevolmente di anno in anno senza che si verifichino tendenze positive o negative riconoscibili tra il 2000 e il 2020”.

Diminuisce la nebbia a San Francisco: la colpa potrebbe essere il riscaldamento climatico Tecnoandroid

LineageOS 19 disponibile per Motorola Edge 30, Edge 20 Pro, Xiaomi Mi 8 Pro e altri

Android World - 5 hours 15 min ago

Il mondo degli smartphone Android è particolarmente amato dagli appassionati di personalizzazione soprattutto grazie al modding, ovvero a tutte quelle operazioni software non ufficiali che permettono di personalizzare dal punto di vista software lo smartphone, ben oltre di quanto permesso dal produttore.

Canale Telegram Offerte

Attualmente nel mondo del modding la LineageOS è uno dei nomi più famosi, perché rappresenta la custom ROM più aggiornata e più diffusa nel panorama Android. Nelle ultime ore il team della LineageOS ha esteso il supporto dell'ultima versione, ovvero della LineageOS 19 basata sul codice AOSP di Android 12, a nuovi modelli. Andiamo a vederli insieme:

La lista che trovate sopra include i nuovi modelli supportati ufficialmente dalla LineageOS 19 e a fianco di ogni modello trovate anche il link diretto per la pagina dedicata sul sito ufficiale.

A tale link troverete tutte le istruzioni e i file necessari a installare la custom ROM sullo specifico dispositivo.

In generale, l'installazione della custom ROM richiede lo sblocco del bootloader e l'installazione di una custom recovery, due operazioni fondamentali che corrispondono all'acquisizione dei permessi di root sullo smartphone. Se non sapete di cosa stiamo parlando, allora è il caso di farsi delle letture preliminari a riguardo. Il forum ufficiale di XDA è il posto in cui potrete trovare maggiori risposte riguardo alla LineageOS.

Per maggiori dettagli su queste operazioni di modding o relativamente a quelle preliminari, come l'installazione dei driver ADB, vi suggeriamo di dare un'occhiata alle guide che trovate nei link poco prima.

Se volete saperne di più sulla LineageOS 19, è bene ricordare che questa non include solo le feature stock di Android 12 che troviamo nel codice pubblico AOSP. Ci sono anche alcune interessanti funzionalità sviluppate ad hoc dal team Lineage, trovate maggiori dettagli nell'articolo che gli abbiamo dedicato.

L'articolo LineageOS 19 disponibile per Motorola Edge 30, Edge 20 Pro, Xiaomi Mi 8 Pro e altri sembra essere il primo su Androidworld.

Samsung Galaxy S23, trapelate le specifiche della batteria e della fotocamera

Tecnoandroid - 5 hours 25 min ago

Samsung Galaxy S23, trapelate le specifiche della batteria e della fotocamera Tecnoandroid

Le specifiche della fotocamera e della batteria per la serie Samsung Galaxy S23 sono trapelate online prima del debutto. Secondo i rapporti, Samsung ha in programma di svelare la serie Galaxy S23 all’inizio del prossimo anno. Tuttavia, informazioni critiche sui dispositivi futuri sono trapelate su Internet.

Ice Universe, ad esempio, ha recentemente rilasciato fotografie di una presunta cover protettiva per Samsung Galaxy S23. Secondo i rapporti, Samsung intende debuttare con la serie Galaxy S23 a febbraio 2023. Questo calendario di lancio è coerente con il programma di lancio precedente dell’azienda.

Galaxy S23, ci saranno tre nuovi modelli

Secondo una fonte, il colosso degli smartphone coreano potrebbe debuttare con i suoi prossimi flagship prima del normale. In particolare, la fonte implica che la serie Galaxy S23 sarà disponibile in tempo per le vacanze. La serie Galaxy S23 ora includerà tre smartphone premium: Galaxy S23, S23 Plus e S23 Ultra. Il Galaxy S23 Plus, secondo l’affermazione, avrebbe una batteria più grande rispetto al suo predecessore. Lo smartphone sarà anche conosciuto come SM-S916.

Tuttavia, la capacità della batteria del Galaxy S23 Ultra potrebbe essere la stessa del suo predecessore. Di conseguenza, l’S23 Ultra, come il Galaxy S22 Ultra, potrebbe avere una batteria da 5000 mAh. Secondo il rapporto GalaxyClub, la suddetta batteria porta il numero di prodotto EB-BS918ABY. Inoltre, la capacità nominale della cella è di 4855 mAh, sebbene la sua capacità media sia di 5000 mAh.

Il numero di modello del Galaxy S23 Plus è EB-BS916ABY. Ha anche una cella con una capacità nominale di 4565 mAh e una capacità normale di 4700 mAh. Secondo i rapporti, la serie Galaxy S23 consentirà anche la ricarica rapida da 25 W. La velocità di ricarica sarà la stessa per Galaxy S22 e S22 Plus. La variante Ultra, invece, avrà una velocità di ricarica più rapida di 45W.

Secondo la fonte, la serie Galaxy S23 includerà una fotocamera frontale da 12 MP. Una fotocamera ultrawide da 12 MP sarà inclusa nei Galaxy S23 e S23+. Il modello Ultra può utilizzare lo stesso sensore ultrawide da 12 MP. Inoltre, tutti e tre gli smartphone avranno un teleobiettivo da 10 MP. L’S23 Ultra potrebbe contenere due obiettivi da 10 MP con zoom ottico fino a 10x e zoom digitale fino a 100x.

Samsung Galaxy S23, trapelate le specifiche della batteria e della fotocamera Tecnoandroid

Simple Phone è il miglior smartphone per chi non vuole Google

Android World - 5 hours 27 min ago

Il mondo degli smartphone Android è davvero molto variegato e spesso offre alternative particolari oltre ai soliti top di gamma. E nonostante Android sia di Google, troviamo anche alternative che non prevedono alcun tipo di servizio di Big G.

Canale Telegram Offerte

Stiamo parlando di Simple Phone, il primo smartphone della ben nota Simple Phone Tools. Andiamo quindi a vedere tutte le specifiche tecniche del dispositivo:

  • Processore: MT6771, Octa-core (Arm Cortex A73 2.1GHz + A53 2.0GHz)

  • Sistema operativo: SimpleOS, basato su Lunar Open Mobile Platform (basato su Android 11)

  • Display: LCD, 6,53" FHD+

  • RAM: 4GB

  • Storage interno: 128GB, espandibile tramite microSD

  • Batteria: 4.500mAh

  • Reti: 2G Network; GSM(B2/3/5/8) 3G Network; WCDMA(B1/2/5/8) 4G Network: FDD(B1/2/3/5/7/8/12/13/17/20/28) TDD(B38/40/41), dual nano SIM

  • Connettività: Wi-Fi, Bluetooth 4.2, GPS, OTG, USB-C

  • Fotocamera posteriore:

    • Principale: 48 megapixel, LED flash
    • Grandangolo: 8 megapixel
    • Terzo: 5 megapixel
  • Fotocamera anteriore: 25 megapixel

  • Dimensioni: 161,8 x 76,9 x 8,9mm
  • Peso: 186g

  • Accessori: cavo di ricarica USB-C, caricatore rapido, Privacy Screen Protector, case protettivo

Il nuovo Simple Phone è stato appena annunciato per il mercato europeo ed è già disponibile al preordine nella colorazione nera, che vedete nelle immagini in galleria. Il prezzo corrisponde a 399€.

Le prime spedizioni del dispositivo dovrebbero partire dal 1 novembre. Trovate maggiori dettagli per effettuare il preordine direttamente dal sito ufficiale dell'azienda.

L'articolo Simple Phone è il miglior smartphone per chi non vuole Google sembra essere il primo su Androidworld.

Google Pixel 7 controlleranno anche il russamento notturno

Tecnoandroid - 5 hours 40 min ago

Google Pixel 7 controlleranno anche il russamento notturno Tecnoandroid

Continuiamo a parlare dei nuovi Google Pixel 7 dato che l’attesa dell’evento ufficiale del colosso si fa sempre più sottile. Sappiamo infatti che l’evento avrà come protagonisti i nuovi smartphone top di gamma di Big G. Parliamo ovviamente dei i Pixel 7 e Pixel 7 Pro.

Dopo aver visto le presunte promozioni che caratterizzeranno il lancio dei nuovi flagship Google, il nuovo video pubblicato da Google che mette in risalto le capacità fotografiche e le schede tecniche praticamente complete, è ora di scoprire alcuni dettagli sulle nuove funzionalità che proporrà Google con i Pixel 7.

 

Google Pixel 7 controllerà anche il nostro sonno

Il noto Mishaal Rahman ha infatti scovato un’interessante novità che riguarda la capacità di monitorare alcuni parametri di salute durante il sonno. Nello specifico si parla del monitoraggio del russamento e della tosse notturni. Questi due parametri sono molto importanti per avere un’indicazione sul proprio stato di salute e sulla qualità del proprio sonno. Un eccessivo russamento o tosse notturni possono essere dei campanelli di allarme per patologie rilevanti.

Il colosso di Mountain View renderà possibile il monitoraggio di questi parametri tramite i microfoni integrati nei nuovi Pixel 7. Ci aspettiamo che, per usare al meglio la funzionalità, Google richiederà agli utenti di tenere relativamente vicini gli smartphone durante le ore di sonno.

Visto che la funzionalità si basa sull’utilizzo dei microfoni, possiamo aspettarci che la funzionalità verrà poi distribuita, successivamente al lancio dei nuovi Pixel 7, anche ai Pixel delle generazioni precedenti. Che dire, non ci resta che attendere ancora pochi giorni per avere tutti i dettagli.

Google Pixel 7 controlleranno anche il russamento notturno Tecnoandroid

Disney+, l’app per PS5 ora supporta ufficialmente la risoluzione 4K e non solo

Tecnoandroid - 5 hours 55 min ago

Disney+, l’app per PS5 ora supporta ufficialmente la risoluzione 4K e non solo Tecnoandroid

Disney ha annunciato che la versione più recente dell’app Disney+ per PlayStation 5 supporterà ora lo streaming in 4K con gamma dinamica elevata. Dopo averlo installato, sarai in grado di visualizzare materiale Disney, come film ed episodi televisivi basati su Marvel e Star Wars, con risoluzione UltraHD e HDR10. Fino a questo momento, il software era solo un trasferimento dalla PS4 e poteva raggiungere solo una risoluzione massima di 1080p.

Secondo il vicepresidente esecutivo Product for Streaming della Disney, ‘raggiungere i clienti ovunque si trovino è una componente fondamentale del nostro piano di crescita mondiale’. La capacità della piattaforma di offrire streaming video 4K HDR migliorerà ulteriormente l’esperienza di visione per gli spettatori.

Disney+ ha aggiornato la sua applicazione

Questo è innegabilmente il caso, ma la Disney ha impiegato troppo tempo per raggiungere i suoi principali concorrenti di streaming, che includono Netflix, HBO Max e Prime Video, che hanno tutti supportato la riproduzione 4K su PS5 per un considerevole lasso di tempo.

Nonostante il 4K HDR10 sia una caratteristica fantastica, la PlayStation 5 non è in grado di gestire l’audio Dolby Atmos e non supporta lo standard Dolby Vision considerevolmente migliore (ad eccezione dei Blu-ray). Ma utilizzare PlayStation 5 (o Xbox Series X) per lo streaming è uno spreco di energia. Utilizza circa 70 watt, ma i dispositivi più recenti come Google Chromecast, Roku o Apple TV utilizzano solo 3-6 watt. Questa è una differenza significativa. In ogni caso, la nuovissima applicazione Disney+ per PS5 è ora disponibile per il download tramite l’opzione multimediale nella schermata principale di PS5.

Disney+, l’app per PS5 ora supporta ufficialmente la risoluzione 4K e non solo Tecnoandroid

Very Mobile: offerta con minuti, sms e 30 giga ad 1,99€ per il primo mese

Androidiani - 6 hours 10 min ago
Very 30 giga è la sorprendente offerta che, nel mese di ottobre, l’operatore ha deciso di mettere al servizio di alcuni consumatori.(...)Continua a leggere Very Mobile: offerta con minuti, sms e 30 giga ad 1,99€ per il primo mese su Androidiani.Com © nicopetilli for Androidiani.com, 2022. | Permalink | Tags del post: offerte, very mobile

Pages