Feed aggregator

Condividi su:

Condividi su:


MANUALINUX


Spider-Man: No Way Home, il film non è ancora pronto per le sale

Tecnoandroid - 2 hours 44 min ago

Spider-Man: No Way Home, il film non è ancora pronto per le sale Tecnoandroid

Il debutto di Spider-Man: No Way Home è pianificato nelle sale Italiane il 15 dicembre mentre a livello internazionale debutterà il 17 dicembre. Nonostante queste date siano state ufficializzate da tempo e ormai l’uscita nei cinema sia imminente, ci sarebbero gravi problemi per il film.

Stando a quanto indicato su Twitter da Steven Weintraub, caporedattore di Collider, il film non è ancora pronto. In particolare, mancherebbero ancora alcuni effetti speciali alla versione finale che sarà trasmessa nelle sale.

Entrando più nello specifico, le versioni finali delle scene con gli effetti speciali completi verranno consegnate solo la prossima settimana. Questo comporterà tempi molto stretti che si potrebbero ripercuotere anche sulla fase di distribuzione se dovessero esserci ulteriori complicazioni.

 

Sembrano esserci gravi problemi con Spider-Man: No Way Home

here's a bit of #SpiderManNoWayHome news we didn't put in our run time story.

The movie isn't done yet. The final VFX shots don't get delivered until early next week. They're cutting it close on this one. Happens a lot on big movies.

Final run time wasn't known until recently. pic.twitter.com/xxHZcArQNK

— Steven Weintraub (@colliderfrosty) December 4, 2021

Continuando ad analizzare le dichiarazioni di Steven Weintraub, emerge come la situazione in cui si trova Spider-Man: No Way Home sia piuttosto comune per i blockbuster moderni. Tuttavia, non potendo concludere il montaggio del film, non si conosce neanche il minutaggio complessivo della pellicola fino all’ultimo.

Nonostante i ritardi di Spider-Man: No Way Home, l’attesa per l’arrivo del film nelle sale sta infiammando gli appassionati del Marvel Cinematic Universe. I biglietti per la prima sono letteralmente andati a ruba e i bagarini hanno immediatamente sfruttato la situazione.

In attesa di scoprire i risultati al botteghino, i vertici di Marvel Studios e Sony stanno già pensando ai possibili scenari futuri. Tom Holland e compagni potrebbero tornare per una nuova trilogia di film dedicati all’amichevole Uomo Ragno di quartiere.

Spider-Man: No Way Home, il film non è ancora pronto per le sale Tecnoandroid

I profili Google TV sono in ritardo, ma potete consolarvi con un'altra novità

Android World - 3 hours 8 min ago

Da diversi mesi conosciamo la volontà di Google di apportare delle importanti novità sulla sua Google TV,  la piattaforma software per le smart TV erede di Android TV. Tra queste ci sono i profili utente.

Arrivano brutte notizie per coloro che stanno aspettando tale novità. Google ha infatti riferito che i profili per diversi account arriveranno in ritardo su Google TV.  Il rilascio era infatti inizialmente previsto entro novembre. Ormai siamo a dicembre, i profili utente non si sono ancora visti, e Google afferma che arriveranno entro "i prossimi mesi".

I profili per Google TV permetteranno di scegliere l'account con il quale effettuare l'accesso, tra tutti quelli che sono collegati al dispositivo Google TV che si sta utilizzando. Questo permetterà di ricevere sempre i suggerimenti personalizzati da parte di Google sulla piattaforma.

In mancanza dei profili arriva un'altra novità: si tratta di quello che vedete nell'immagine in galleria, consistente nell'Ambient Mode che si attiva quando il dispositivo va in standby. La novità è stata distribuita a un numero ancora ristretto di utenti, residenti negli Stati Uniti. Ci aspettiamo che il rollout verrà esteso anche a livello globale.

L'articolo I profili Google TV sono in ritardo, ma potete consolarvi con un'altra novità sembra essere il primo su Smartworld.

La Casa di Carta: arriva lo spin-off della serie su un personaggio molto amato

Tecnoandroid - 3 hours 14 min ago

La Casa di Carta: arriva lo spin-off della serie su un personaggio molto amato Tecnoandroid

Netflix ha pubblicato nelle scorse ore la seconda parte dell’ultima stagione de “La Casa di Carta”. Le vicende della banda del Professore volgono così al termine, con un finale adrenalinico che certamente lascerà tutti gli appassionati con il fiato sospeso.

Tuttavia, nonostante la rapina alla Banca di Spagna sia l’ultimo colpo del gruppo, le storie da raccontare ambientate nell’universo delle tute rosse sono ancora molte. Ecco quindi che Netflix ha annunciato ufficialmente una nuova serie spin-off incentrata su Berlino.

Berlino, interpretato da Pedro Alonso, è certamente uno dei personaggi più amati della serie. Il suo sacrificio durante la rapina alla Zecca di Spagna lo ha reso ancora più iconico tanto da meritarsi numerose comparse tramite scene flashback nelle stagioni successive.

 

L’universo de “La Casa di Carta” è pronto a raccontare nuove storie

Il teaser trailer pubblicato su YouTube da Netflix celebra proprio il fratello del Professore e la sua passione nel fare il ladro. Come viene sottolineato più volte ne “La Casa di Carta, per Berlino il rubare non è solo un lavoro ma un modo per sentirsi libero e slegato dalle imposizioni della società.

Purtroppo al momento non è chiara la trama della serie o quali vicende andrà a mostrare. Quasi certamente verranno raccontate le origini del personaggio e di come abbia maturato l’idea di diventare un ladro ai massimi livelli.

Per avere maggiori dettagli bisognerà attendere i prossimi mesi durante i quali Netflix potrebbe rilasciare un nuovo trailer. La serie Berlino invece farà il proprio debutto nel 2023, quindi bisognerà aspettare ancora molto tempo.

La Casa di Carta: arriva lo spin-off della serie su un personaggio molto amato Tecnoandroid

Il debutto della famiglia Redmi K50 è vicino: lancio a febbraio 2022

Android World - 3 hours 43 min ago

Redmi è pronta, proprio come la sua consociata Xiaomi, a lanciare la nuova serie di smartphone top di gamma in Cina. Dispositivi che poi vedremo anche in Europa, probabilmente sotto altre vesti.

I Redmi K50 dell'azienda cinese sono in fase di sviluppo e da diverse settimane ne sentiamo parlare. Nelle ultime ore il noto leaker Digital Chat Station ha condiviso nuovi dettagli sul loro lancio sul mercato. La presentazione dei Redmi K50 dovrebbe avvenire a febbraio 2022, precisamente verso la fine del mese. Nello stesso febbraio ci sarà anche il lancio dei nuovi Galaxy S22 di Samsung.

La serie Redmi K50 sarà caratterizzata dalla MIUI 13, basata su Android 12. Sotto al cofano, almeno per i modelli più performanti dovremmo trovare il nuovo Dimensity 9000 di MediaTek e nella serie è atteso anche un modello gaming.

Chiaramente ci aspettiamo che questi dispositivi arriveranno in Europa dopo febbraio 2022. Torneremo ad aggiornarvi appena sapremo se Xiaomi intenderà lanciarli nell'ambito della serie T, come è accaduto per le generazioni precedenti di Redmi K.

L'articolo Il debutto della famiglia Redmi K50 è vicino: lancio a febbraio 2022 sembra essere il primo su Androidworld.

Phishing, Banca MPS ricorda ai propri utenti come proteggersi dalle truffe

Tecnoandroid - 3 hours 44 min ago

Phishing, Banca MPS ricorda ai propri utenti come proteggersi dalle truffe Tecnoandroid

I tentativi di phishing sono sempre all’ordine del giorno. Giornalmente nelle caselle di posta elettronica riceviamo tantissime email che nascondono truffe mascherate da grandi occasioni.

I messaggi più gettonati sono quelli che sembrano inviati dagli istituti di credito o dalle banche. Quasi sempre l’email di phishing si basa sul conto corrente bloccato o su un pagamento da incassare.

Sfruttando queste scuse, i truffatori invitano gli utenti a fare l’accesso alla piattaforma per risolvere la situazione. Purtroppo, in questo modo gli hacker entrano in possesso delle credenziali necessarie per poter svuotare i conti correnti reali dei malcapitati. 

 

Banca MPS vuole invitare i propri clienti a prestare la massima attenzione ai tentativi di phishing

Per prevenire gravi problemi, Banca Monte dei Paschi di Siena ha deciso di realizzare un messaggio informativo per tutti i propri clienti. L’email sarà riconoscibile grazie all’oggetto molto chiaro ed esplicativo: “Attenzione alle truffe!“. Il testo indica alcuni modi per evitare di cadere nella rete dei truffatori:

Gentile Cliente,Banca MPS non chiede mai alla propria clientela informazioni riservate o credenziali personali relative al DIGITAL BANKING o alle carte né chiede informazioni sensibili attraverso chiamate telefoniche. Qualora ciò accada si tratta di tentativi di frode. Pertanto non fornite mai le informazioni richieste.

In caso di dubbi o sospetti segnalate per telefono a: 800603030

Sebbene questo messaggio si riferisca nello specifico a Banca MPS, si tratta di regole generali che possono essere applicate a tutti le banche. In ogni caso, prima di fornire i propri dati via email, è sempre meglio affidarsi ad un utente più esperto per evitare problemi di qualsiasi tipo.

Phishing, Banca MPS ricorda ai propri utenti come proteggersi dalle truffe Tecnoandroid

Prodotti tecnologici che restano inutilizzati ogni anno

Tecnoandroid - 4 hours 14 min ago

Prodotti tecnologici che restano inutilizzati ogni anno Tecnoandroid

Questi sono gli smartphone Xiaomi che riceveranno MIUI 13

Secondo un sondaggio, molte famiglie ogni anno accumulano prodotti tecnologici inutilizzati, inclusi vecchi smartphone, laptop e tablet.

Un sondaggio ha rilevato che una famiglia mediamente ha un equivalente di almeno 800 euro circa di prodotti tech abbandonati in casa. Un adulto medio cambia i dispositivi più recenti – abbandonando quelli vecchi nei cassetti – in media ogni tre anni. L’81% ha un telefono non utilizzato da almeno un anno ma conservato ugualmente in casa piuttosto che correttamente riciclato.

“È scioccante vedere quanti prodotti tecnologici più vecchi e datati abbiamo in giro per le nostre case. È facile conservare un vecchio dispositivo tecnologico nel caso in cui qualcosa vada storto con uno nuovo, ma quando quel momento per ogni evenienza non arriva da un anno, forse è il momento di trovare una soluzione.” Il sondaggio ha anche riscontrato che spesso il problema è una mancanza di motivazione a trovare il tempo necessario per sbarazzarsi di questi dispositivi inutilizzati.

Prodotti inutilizzati e accumulati in casa, nuovo sondaggio mostra le nostre abitudini con la tecnologia

Invece di buttare via vecchi prodotti, li teniamo a portata di mano “nel caso in cui” succeda qualcosa al dispositivo più nuovo acquistato da poco. Quasi un quinto degli intervistati ha anche ammesso di considerarsi un accumulatore seriale quando si tratta di prodotti tecnologici. Un quarto sarebbe più propenso a vendere un’auto vecchia piuttosto che vendere articoli tech. È inoltre emerso che almeno 1 su 10 sente il bisogno di stare al passo con le ultime uscite, questo comporta ancor più prodotti accumulati.

1 su 3 si aspetta di ricevere almeno un regalo di tipo tecnologico questo Natale. Nonostante un rapporto Ofcom mostri che 1,5 milioni di famiglie vivono senza connettività o senza le competenze digitali necessarie per far parte di questa società così tecnologica – 2 adulti su 10 non sanno che è possibile donare i dispositivi in beneficienza. Attualmente, solo il 6% prenderebbe in considerazione l’idea di donare i propri prodotti. Ben il 48% non sa come riciclare o sbarazzarsi dei vecchi dispositivi in modo responsabile.

Prodotti tecnologici che restano inutilizzati ogni anno Tecnoandroid

Privacy o isolamento: l’ultimatum delle aziende per i loro utenti

Tecnoandroid - 4 hours 44 min ago

Privacy o isolamento: l’ultimatum delle aziende per i loro utenti Tecnoandroid

Una persona su cinque in alcuni Paesi europei, in particolare in Gran Bretagna, non adotta le misure necessarie per proteggere i propri dati personali, nonostante sia una delle maggiori preoccupazioni degli utenti in tutto il mondo.

Secondo un sondaggio condotto da Proton, campagne di marketing fuorvianti, termini e condizioni contrattuali illeggibili e problemi simili portano i clienti a non essere consapevoli di quali informazioni personali vengono raccolte. Le preoccupazioni dei consumatori includono la scansione della posta elettronica. Il 90% delle persone afferma di non volere che le aziende accedano ai propri dati anche se crittografati. Inoltre l’87% è contraria alla scansione dei contatti. Infine, il 79% è contraria al monitoraggio della posizione. Preoccupano molto meno gli acquisti online e l’indirizzo IP del dispositivo.

Solo il 3% non si preoccupa di proteggere i propri dati personali. Il rischio che i dati vengano sfruttati è una questione preoccupante per il 90% degli intervistati, ma questa sensazione sembra cambiare con l’età. Le persone di età compresa tra i 18 e i 24 anni hanno tre volte più probabilità di sentirsi indifferenti nei confronti delle aziende che sfruttano i loro dati personali rispetto a quelle di età superiore ai 55 anni. Le generazioni più giovani sono più abituate perché non hanno alcun termine di paragone con qualche anno fa, quando i dati erano a rischio all’insaputa degli utenti.

Privacy a repentaglio: le preoccupazioni degli utenti, le misure adottate e le precauzioni delle aziende

Coloro che adottano misure extra per proteggere le proprie informazioni personali online di solito rifiutano i cookie, utilizzano l’autenticazione a due fattori per i social media e per gli account di posta elettronica. Inoltre, utilizzano uno strumento che blocca gli annunci e sfruttano la modalità anonima integrata dai browser, che non salva cronologia di navigazione, password e cookie.

I cookie su alcuni siti Web possono essere molto impegnativi e richiedere molto tempo per essere disabilitati. Altri possono impedire completamente l’accesso agli utenti se non sono in grado di rintracciarli online. Gli strumenti meno utilizzati sono principalmente quelli che si basano su software specializzati in materia. Quindi, motori di ricerca incentrati sulla privacy come DuckDuckGo, browser come Brave e client di posta elettronica come ProtonMail.

“La privacy è diventata una priorità per i consumatori. Allo stato attuale, il mercato è dominato da aziende che monetizzano regolarmente la privacy. Agli utenti viene lasciato un ultimatum: rinunciare alla privacy o disconnettersi dal mondo moderno e isolarsi. Le cose stanno cambiando”, dichiara Andy Yen, amministratore delegato di ProtonMail. “Il messaggio per le grandi aziende è ormai chiaro. Rispetta la privacy dei tuoi utenti o passeranno a qualcuno che lo farà.”

Privacy o isolamento: l’ultimatum delle aziende per i loro utenti Tecnoandroid

ISS forzata a cambiare rotta a causa di una navicella spaziale

Tecnoandroid - 5 hours 14 min ago

ISS forzata a cambiare rotta a causa di una navicella spaziale Tecnoandroid

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è stata costretta a cambiare rotta per arginare un pezzo di navicella.

Secondo il capo dell’agenzia spaziale russa, il laboratorio in orbita nello spazio ha dovuto adottare misure d’emergenza per fuggire da un pezzo di un veicolo appartenente ad una navicella statunitense. È solo l’ultimo di una serie di eventi pericolosi che hanno visto gli astronauti costretti a tenersi al sicuro dai detriti in circolo nello spazio.

Le richieste di monitorare e regolare i detriti spaziali sono cresciute da quando la Russia ha condotto un test missilistico il mese scorso. Ciò ha generato un campo di detriti. Secondo i funzionari statunitensi avrebbe rappresentato un pericolo per le attività nello spazio e i rispettivi astronauti che se ne occupano. Mentre Dmitry Rogozin, capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, ha dichiarato che la ISS è stata costretta a spostarsi a causa dei detriti provenienti da un veicolo statunitense inviato in orbita nel 1994.

ISS a rischio di collisione, schivati per un soffio i detriti di una navicella spaziale statunitense

Roscosmos ha affermato che la stazione spaziale internazionale (ISS), in una manovra non programmata è scesa di 310 metri per quasi tre minuti per evitare la collisione con la navicella. I detriti spaziali sono costituiti da scarti o parti di un veicolo spaziale che fluttuano nello spazio. Di conseguenza rischiano di scontrarsi con i satelliti, e non solo. In un articolo pubblicato giovedì sul Financial Times, l’ex segretario generale della NATO, Anders Fogh Rasmussen, ha affermato che la distruzione del satellite da parte della Russia il mese scorso ha rischiato di trasformare lo spazio in un deposito di cianfrusaglie. Dunque, sottolineando che i detriti di un’eventuale navicella statunitense non sono l’unico problema.

I detriti spaziali hanno anche costretto la NASA martedì a rinviare un lancio per sostituire un’antenna difettosa sulla ISS. Anche il mese scorso la ISS ha eseguito una breve manovra per schivare un frammento di un satellite cinese. Roscosmos ha dichiarato che spera di poter raggiungere un accordo con il capo della NASA – Bill Nelson – entro la prima metà del 2022. L’obiettivo è evitare che eventi del genere si ripetano.

ISS forzata a cambiare rotta a causa di una navicella spaziale Tecnoandroid

SpaceX controlla almeno un terzo dei satelliti nello spazio

Tecnoandroid - 5 hours 44 min ago

SpaceX controlla almeno un terzo dei satelliti nello spazio Tecnoandroid

Con l’ultimo lancio dei satelliti Internet Starlink in orbita attorno al pianeta, SpaceX ha stabilito un nuovo record di lanci nello spazio in un anno solare.

Falcon 9, decollato in Florida nei giorni scorsi, ha segnato il 27esimo lancio con successo per la compagnia di Elon Musk. Con tutti questi lanci di successo, Musk controlla oltre il 36% di tutti i satelliti attivi in ​​orbita, secondo i dati di CelesTrak. Il progetto Starlink di SpaceX mira a lanciare una vasta rete di satelliti delle dimensioni di un tavolo intorno alla Terra per trasmettere Internet ad alta velocità nell’intero pianeta.

Ci sono più di 1.750 satelliti Starlink attivi in ​​orbita, sebbene SpaceX stia ancora puntando a 42.000 satelliti in totale. Sono previsti altri cinque lanci entro la fine dell’anno. Il prossimo è previsto per il 9 dicembre. Musk ha affermato che la rete Starlink fornirà “una copertura quasi globale”, ma servirà principalmente le zone rurali e isolate che sono scarsamente servite dalle infrastrutture convenzionali. L’impresa ha già affrontato alcune critiche. Questa grande costellazione di satelliti mai vista potrebbe rivelarsi “estremamente impattante” per i progressi scientifici.

SpaceX ha anche stilato un accordo multimiliardario con la Nasa all’inizio di quest’anno, battendo Blue Origin. Tuttavia, Musk ha avvertito questa settimana che l’azienda rischia il fallimento se il suo razzo Starship di prossima generazione non sarà in grado di eseguire lanci regolari nel 2022. “Finora c’è stato solo un lancio e un atterraggio ad alta quota di successo con Starship. L’obiettivo a lungo termine è quello di produrre in serie la navicella spaziale e usarla per trasportare persone e merci intorno al Sistema Solare, stabilendo infine una colonia umana permanente su Marte”. Ben oltre il progetto di fornire “solo” Internet a tutta velocità con Starlink.

SpaceX controlla almeno un terzo dei satelliti nello spazio Tecnoandroid

Rover Mechanic Simulator, diventare meccanici spaziali per la NASA

Tecnoandroid - 6 hours 14 min ago

Rover Mechanic Simulator, diventare meccanici spaziali per la NASA Tecnoandroid

Gli appassionati di astronautica possono segnare sul calendario la data del 6 dicembre. In questa giornata farà il proprio debutto Rover Mechanic Simulator su PlayStation 4 e PlayStation 5.

Il titolo è unico nel suo genere e permetterà a tutti gli appassionati di smontare e rimontare i rover spaziali pensati per le missioni su Marte. Tutti i veicoli sono riprodotti nei minimi dettagli partendo dalle documentazioni tecniche della NASA.

I giocatori dovranno partecipare a varie missioni per completare la manutenzione dei rover destinati a colonizzare Marte. Ci saranno varie tipologie di compiti da portare a termine tra cui analizzare i problemi e trovare le relative soluzioni. In alcuni casi sarà necessario ricorrere a componenti da creare da zero utilizzando stampanti 3D.

 

Rover Mechanic Simulator permette di impersonare un ingegnere della NASA e smontare i principali rover pensati per operare su Marte

Tra i rover disponibili troviamo alcuni nomi storici della NASA come Sojourner, Curiosity, Opportunity, Spirit e il drone Ingenuity. Questo permette di dare un realismo assoluto a Rover Mechanic Simulator dovendo seguire tutte le procedure ufficiali degli scienziati spaziali.

Il debutto su console Sony segue quello già avvenuto su PC e console Xbox. La versione per Nintendo Switch è prevista nel corso del 2022. Il titolo è sviluppato dallo studio polacco Pyramid Games S.A., conosciuto per Castle Flipper e Occupy Mars.

L’accoglienza ottenuta dagli utenti sulle piattaforme su cui è disponibile è stata incredibile. Su Steam, gli utenti hanno premiato il gioco con oltre il 90% di recensioni positive. Si tratta di una grandissima conferma delle qualità di Rover Mechanic Simulator

Rover Mechanic Simulator, diventare meccanici spaziali per la NASA Tecnoandroid

Phishing: un nuovo SMS sta attaccando i clienti di Poste Italiane

Tecnoandroid - 6 hours 44 min ago

Phishing: un nuovo SMS sta attaccando i clienti di Poste Italiane Tecnoandroid

L’ente nazionale più famoso è conosciuto in tutto il paese è senza ombra di dubbio posteitaliane, la famosa agenzia vestita di giallo infatti vanta una platea di clienti a dir poco assoluta conquistata negli anni grazie ai propri servizi sempre al passo coi tempi e profondamente integrati con l’infrastruttura del paese.

Tutto ciò ha reso il nome di poste autorevole nel panorama aziendale del nostro paese, un contesto che però nasconde un lato oscuro grande è ingombrante, spesso i truffatori infatti sfruttano il buon nome di poste per spedire mail o sms di phishing nel tentativo di rubare i dati di accesso ai clienti di poste italiane.

Generalmente questi sms mantengono una statura abbastanza comune, spingono infatti chi legge a compiere delle azioni in modo tale da far trapelare inavvertitamente i propri dati sensibili.

 

Phishing Poste Italiane

Come potete ben leggere il nuovo SMS che sta colpendo i clienti di poste italiane, avvisa chi legge in un’anomalia riscontrata sul conto BancoPosta, intimandogli di andare risolvere effettuando l’accesso presso un apposito link inserito più in basso.

Quel link rimanda però alla pagina di phishing vera e propria, Esse infatti ricalca fedelmente i lineamenti dell’ Internet Banking di poste italiane solo che, una volta digitate le vostre credenziali verrebbero immediatamente copiate e inviate all’autore della truffa.

Il consiglio che vi diamo è molto semplice, fate attenzione e abbiate occhio scettico, dal momento che è gli sms di phishing sono tutti simili tra loro e hanno un modus operandi altamente conservato, infatti tendenzialmente spingeranno chi legge a compiere azioni come effettuare accessi.

Phishing: un nuovo SMS sta attaccando i clienti di Poste Italiane Tecnoandroid

Google Pixel Watch: lo smartwatch del colosso arriverà nel 2022

Tecnoandroid - 7 hours 14 min ago

Google Pixel Watch: lo smartwatch del colosso arriverà nel 2022 Tecnoandroid

Huawei non sarà l’unica azienda pronta a lanciare il suo primo smartwatch nei prossimi mesi. Anche Google procederà a breve con la presentazione ufficiale del suo primo Google Pixel Watch.

Lo smartwatch del colosso di Mountain View sarà pronto al debutto già nei primi mesi del prossimo anno.

Google Pixel Watch pronto al lancio nei primi mesi del prossimo anno!

 

L’anno deve ancora giungere al termine ma ormai da settimane non si fa che parlare di quelli che saranno i dispositivi in arrivo nel 2022. Il prossimo anno sarà inaugurato dal lancio di device davvero interessanti, tra i quali un posto principale è riservato ai top di gamma Samsung. Farà seguito lo smartphone low cost di terza generazione di casa Apple, e non solo. Nei primi mesi dell’anno anche Google procederà con la presentazione di quello che sarà il suo primo smartwatch. 

L’azienda sembra essere già a lavoro sul suo Google Pixel Watch ma le notizie fino ad ora trapelate scarseggiano. Dal punto di vista estetico sappiamo soltanto che sfoggerà un quadrante circolare. Le funzionalità previste, invece, riguarderanno principalmente il tracciamento delle attività svolte e la misurazione dei parametri vitali.

Google Pixel Watch permetterà quindi di eseguire funzioni già presenti sui migliori smartwatch attualmente in mercato. Samsung ed Apple dovranno così tenere testa a un ulteriore rivale. Qualità e costo del dispositivo Google potrebbero rispecchiare quanto attualmente proposto dai due colossi ma sarà interessante scoprire quale sarà la particolarità che convincerà gli utenti ad allontanarsi dalle novità di casa Cupertino o Samsung a favore del nuovo arrivato.

Google Pixel Watch: lo smartwatch del colosso arriverà nel 2022 Tecnoandroid

Nintendo: ecco tutti i nuovi giochi che stanno per uscire sulla Switch

Tecnoandroid - 7 hours 44 min ago

Nintendo: ecco tutti i nuovi giochi che stanno per uscire sulla Switch Tecnoandroid

Nintendo ha alcuni dei più grandi franchise in tutta l’industria dei giochi, con serie iconiche come “The Legend of Zelda“, “Super Mario” e “Fire Emblem” che vantano enormi fanbase in tutto il mondo.

Questi titoli hanno aiutato Nintendo a ritagliarsi la propria nicchia e hanno aiutato Switch a funzionare incredibilmente bene nei pochi anni dal suo lancio. La Switch ha anche visto un’incredibile quantità di supporto anche da parte di sviluppatori di terze parti, rafforzando ulteriormente la sua libreria di titoli di successo.

Il 2020 ha offerto alcune fantastiche esclusive per console su Switch, tra cui tai titoli d’azione come “Metroid Dread” e giochi di società come “Mario Party Superstars“.

Ecco quindi i titoli confermati e possibili del 2022 che usciranno per Nintendo Switch a breve:

Pokémon Legends: Arceus

“Pokemon” è stata per anni una forza dominante nell’industria dei videogiochi e l’ultimo capitolo della serie, “Pokemon Legends: Arceus”, vede gli sviluppatori affrontare un nuovo approccio n un mondo quasi aperto. Il gameplay si svolge in un periodo iniziale nel mondo “Pokemon” che i fan non hanno mai visto prima. I fan sono diventati ancora più entusiasti quando “Pokemon Legends: Arceus” ha pubblicato un inquietante trailer a tema horror che sembrava segnalare un cambiamento totale di tono per il franchise.

Oltre alla nuova ambientazione, “Pokemon Legends: Arceus” include anche una serie di interessanti modifiche al gameplay, tra cui la creazione, l’osservazione dei comportamenti dei Pokemon selvaggi e nuovi stili di attacco.  Ecco i dettagli:

  • Data di rilascio: 28 gennaio 2022
  • Disponibile su: Nintendo Switch
  • Genere: Avventura, Azione RPG
  • Modalità di gioco: Giocatore singolo

Advance Wars 1+2: Re-Boot Camp

La serie “Advance Wars” non ha ricevuto molto successo negli anni, nonostante sia diventata un pilastro iconico del Game Boy Advance e dei titoli di strategia a turni. Ciò ha reso tutto ancora più emozionante quando Nintendo ha rivelato “Advance Wars 1+2: Re-Boot Camp” per Switch, anche se ora è stato posticipato al 2022.

La serie rivitalizza due dei titoli classici, aggiornandoli con elementi visivi completamente nuovi che mantengono il tono e lo stile delle versioni originali, traducendoli anche in un aspetto più 3D e moderno.

Una nuova aggiunta particolarmente entusiasmante in arrivo nei remaster è una nuovissima modalità multiplayer che consente a un massimo di quattro giocatori di affrontarsi e determinare chi è il miglior comandante. I giocatori hanno a disposizione diversi modi per personalizzare le loro partite, aggiungendo un nuovo modo interessante di giocare a “Advance Wars”.  Ecco tutte le info:

  • Data di rilascio: 8 aprile 2022
  • Disponibile su: Nintendo Switch
  • Genere: Strategia a turni
  • Modalità di gioco: Giocatore singolo, Multigiocatore online (fino a 4)

Triangle Strategy

“Triangle Strategy” di Square Enix è un nuovo e audace gioco di ruolo a turni che mette i giocatori al controllo di un gruppo di guerrieri mentre cercano di navigare in una storia che reagisce e si evolve in base alle decisioni prese.

Caratterizzato da un bellissimo stile artistico, il gioco vede le battaglie svolgersi su arene a più livelli, ognuna delle quali presenta elementi ambientali che i giocatori possono utilizzare a proprio vantaggio. Il gioco spinge i giocatori a pensare attentamente alle strategie da utilizzare, poiché una decisione chiave può significare vittoria o sconfitta.

I giocatori interessati hanno avuto la possibilità di dare un’occhiata a una demo di “Triangle Strategy” subito dopo il suo annuncio e il loro feedback ha influenzato numerose modifiche al gioco prima del rilascio. Nel complesso, tuttavia, la demo è stata accolta molto bene dai fan. CBR ha paragonato “Triangle Strategy” alla popolare serie “Fire Emblem” per la sua enfasi sui personaggi, il combattimento impegnativo e la trama avvincente suggerita nella demo, quindi i fan dei giochi di ruolo hanno molto da aspettarsi. Ecco tutte le info:

  • Data di rilascio: 4 marzo 2022
  • Disponibile su: Nintendo Switch
  • Genere: RPG, Strategia a turni, Avventura
  • Modalità di gioco: solo giocatore singolo

Nintendo: ecco tutti i nuovi giochi che stanno per uscire sulla Switch Tecnoandroid

Google: il nuovo smartwatch vs il prossimo Apple Watch

Tecnoandroid - 8 hours 14 min ago

Google: il nuovo smartwatch vs il prossimo Apple Watch Tecnoandroid

Google sta realizzando un nuovo smartwatch per competere con l’Apple Watch che verrà lanciato nel 2022.

L’indossabile, il cui nome in codice è “Rohan“, avrà delle linee tondeggianti senza lunetta. Secondo quanto riferito, la produzione del nuovo smartwatch sta andando meglio del previsto. Infatti, molti dipendenti stanno già testando il dispositivo, il cui lancio non era previsto quasi in contemporanea con lo smartwatch proposto da Apple. Non è chiaro quale sia il nome effettivo del dispositivo Google, ma tra le opzioni più gettonate ritroviamo “Android Watch” e “Pixel Watch”.

Google ha acquistato l’azienda Fitbit a gennaio dell’anno corrente per poter entrare a far parte di questo settore con gli strumenti più adeguati e un team di esperti. Sebbene l’azienda di salute e fitness alla fine costruirà dispositivi con Wear OS, Google non intende proporli con il marchio Fitbit. Apparentemente Fitbit e Google lavoreranno più a stretto contatto in futuro, unendo Fitbit e Wear OS una volta per tutte.

Google vs Apple: nuovo smartwatch in arrivo per entrambe le aziende

“Sembra che Google voglia mettersi al passo con l’ecosistema Apple”. Il nuovo smartwatch dovrebbe arrivare sul mercato il prossimo anno, forse in primavera, ma una data ben precisa non è stata ancora fissata. I dispositivi indossabili Android devono ancora raggiungere il livello di interoperabilità disponibile al momento solo tra Apple Watch e iPhone. Lo smartwatch Android più avanzato attualmente è il Galaxy Watch 4 di Samsung, che esegue una combinazione di Wear OS 3 e il vecchio sistema operativo Tizen dell’azienda.

Il Galaxy Watch 4 è l’unico aggiornato al software più recente e dà la priorità ai servizi di Samsung rispetto a quelli di Google. Anche Facebook sta costruendo il proprio smartwatch per competere in questo settore. Il dispositivo avrà due fotocamere e acquisirà dati sulla nostra salute, ma sarà all’altezza delle aspettative?

Google: il nuovo smartwatch vs il prossimo Apple Watch Tecnoandroid

La nuova funzione di monetizzazione di Signal semplifica le donazioni

Androidiani - 8 hours 19 min ago
Signal, l’app di messaggistica istantanea incentrata sulla privacy diventata popolare dopo il controverso cambiamento della politica sulla privacy di WhatsApp, sta aggiungendo una nuova funzionalità di monetizzazione. A differenza dei suoi servizi d messaggistica istantanea rivali, Signal funziona interamente su donazioni e questa nuova funzionalità renderà più facile per gli utenti effettuare contributi monetari e supportare il modello di donazione. […]

Vivo iQOO Neo 6 avvistato su Google Play Console

Tecnoandroid - 8 hours 44 min ago

Vivo iQOO Neo 6 avvistato su Google Play Console Tecnoandroid

Il noto produttore cinese Vivo ha presentato in queste ultime settimane numerosi smartphone appartenenti alla fascia media e bassa del mercato. Tuttavia, sembra che l’azienda abbia intenzione di presentare un nuovo top di gamma a marchio iQOO, cioè il prossimo Vivo iQOO Neo 6, il quale è stato da poco avvistato su Google Play Console.

 

Google Play Console ci rivela l’imminente arrivo del nuovo Vivo iQOO Neo 6

Nel corso delle ultime ore il sito web Google Play Console ci ha rivelato l’imminente arrivo di un nuovo smartphone del noto produttore cinese. Questa volta lo smartphone apparterrà però al marchio iQOO.

Lo smartphone in questione è infatti il prossimo Vivo iQOO Neo 6. Stando a quanto riportato sul sito, ci troveremo di fronte ad uno smartphone di fascia alta. Ad alimentarlo troveremo infatti il processore Snapdragon 888 di casa Qualcomm con a supporto ben 12 GB di memoria RAM. Si tratterebbe di un bel passo in avanti rispetto al precedente Vivo iQOO Neo 5, dato che quest’ultimo aveva come processore il SoC Snapdragon 870.

Il nuovo smartphone dell’azienda avrà inoltre un ampio display con un foro centrale per la fotocamera per i selfie con una risoluzione pari al FullHD+. Il software sarà Android in versione 11 mentre non mancherà il supporto alla ricarica rapida da ben 66W che garantirà tempi di ricarica rapidissimi. Il suo predecessore, invece, aveva la ricarica rapida da soli 44W.

Rimaniamo in attesa degli ultimi dettagli tecnici prima del debutto ufficiale di questo nuovo smartphone di Vivo a marchio iQOO, soprattutto riguardo al comparto fotografico e riguardo al prezzo di vendita.

Vivo iQOO Neo 6 avvistato su Google Play Console Tecnoandroid

Sole: ecco la foto più dettagliata della storia, 150.000 scatti per comporla

Tecnoandroid - 9 hours 14 min ago

Sole: ecco la foto più dettagliata della storia, 150.000 scatti per comporla Tecnoandroid

Il corpo celeste più affascinante del nostro sistema solare, dopo la Terra ovviamente, è il Sole, la nostra stella infatti, racchiude ancora tantissimi segreti che gli scienziati si apprestano a studiare per cercare di carpirne tutte le informazioni possibili, ciò è però reso difficile ovviamente dalla natura stessa del corpo, le temperature elevatissime infatti non consentono alle sonde di avvicinarsi troppo per poter raccogliere foto o immagini di qualità elevata.

Poco male però, a fare questo lavoro, direttamente e comodamente dalla Terra, ci ha pensato l’astrofotografo Andrew McCarthy, il quale grazie alla propria strumentazione, è riuscito a cogliere degli scatti che, una volta composti insieme, hanno regalato al mondo la foto del sole più definita della storia, a comporla hanno concorso 150.000 scatti distinti.

 

La foto più definita della storia

La foto è proprio quella che vedete qui, teniate conto che la sua qualità è stata ridotta di ben 16 volte per consentire il caricamento online, come potete vedere già nell’anteprima è presente un discreto e apprezzabile livello di dettaglio, sappiate che comunque sulla pagina Reddit dell’autore è disponibile la versione in alta risoluzione a 81Mpxls mentre la versione a 300Mpxls, ovvero l’originale è acquistabile sulla pagina ufficiale dell’astrofotografo. (FONTE con files originali e remind alla pagina dell’artista)

Andrew McCarthy non ha condiviso la configurazione adoperata per la fotografia, ciò che però è facile da comprendere è che ovviamente si sia resa necessaria un’attrezzatura decisamente specializzata, dal momento che servono lenti speciali sia per non rovinare il sensore sia per evitare di danneggiare la vista.

Sole: ecco la foto più dettagliata della storia, 150.000 scatti per comporla Tecnoandroid

Amazon: le offerte abbassano tutti i prezzi e fanno risparmiare

Tecnoandroid - 9 hours 44 min ago

Amazon: le offerte abbassano tutti i prezzi e fanno risparmiare Tecnoandroid

Le offerte Amazon fanno risparmiare davvero moltissimo gli utenti che vogliono cercare di acquistare nuovi prodotti di tecnologia, e non solo; i prezzi sono molto più bassi e garantiscono una spesa decisamente inferiore alle più rosee aspettative.

La via più breve per garantirsi l’accesso agli sconti di Amazon, consiste nell’iscriversi ad uno specifico canale Telegram interamente dedicato alla causa, per maggiori informazioni dovete collegarvi subito qui.

Nel frattempo, invece, potete restare nel nostro articolo, scorrerlo poco sotto e prendere visione dell’elenco che abbiamo selezionato appositamente per voi.

 

Amazon: un nuovo elenco di sconti fortissimi ed interessanti
  • Bedsure Tappeto Salotto Moderno 120×170 – Tappeti Soggiorno Antiscivolo, Tappeto Sala Pelo Corto, Tappeto Casa Giallo – CODICE: GCZFMQ6T – PREZZO: 22,49 euro al posto di 44,99 euro – LINK.
  • Supporto PC Portatile, Supporto Tablet regolabile laptop stand con raffreddamento ventilato compatibile con MacBook, Lenovo, Dell, altri laptop da 10-15,6 – CODICE: DHDE5MVE – PREZZO: 9,69 euro al posto di 19,39 euro – LINK.
  • Yankee Candle set regalo | 3 tart profumate in una confezione natalizia a forma di addobbo con nastro | Collezione Countdown to Christmas – PREZZO: 7,90 euro LINK.
  • Fairy Platinum Pastiglie Lavastoviglie , 70 Capsule, Detersivo Lavastoviglie al Limone, Maxi Formato, con Sistema di Prelavaggio Integrato, Efficace nei Cicli Ecologici – PREZZO: 13,33 euro al posto di 17,99 euro – LINK.
  • Ma-Fra Mafra 8005553012434 Cristalbel Artic-70°C Liquido , Detergente Anticongelante per Vaschette Tergicristallo, Azione Sgrassante Anticalcare, Resiste alle Basse Temperature Senza Congelare – PREZZO: 7,60 euro LINK.
  • AEVO Spazzola ad Aria Calda, 4 in 1 Multifunzionale Iononico Asciugacapelli, 3 modalità, Spazzola e Volumizzatore Combinati, Capelli Styler Bigodino e Piastra, per Styling Salone – CODICE: OO9IED2Q – PREZZO: 14,79 euro al posto di 36,99 euro – LINK.

Amazon: le offerte abbassano tutti i prezzi e fanno risparmiare Tecnoandroid

Batterie per auto elettriche più sicure e più economiche

Tecnoandroid - 9 hours 59 min ago

Batterie per auto elettriche più sicure e più economiche Tecnoandroid

Una scoperta rivoluzionaria nella progettazione delle batterie ha reso possibile lo sviluppo di nuove batterie agli ioni di zinco anziché agli ioni di litio. L’utilizzo di materiali alternativi stravolgerebbe l’intero settore, dagli smartphone alle auto elettriche. Queste nuove batterie sono più sicure, più economiche e anche più sostenibili dal punto di vista ambientale.

I ricercatori dell’Università di Tianjin in Cina hanno scoperto un modo per migliorare le prestazioni e il costo delle batterie agli ioni di zinco. Fino ad ora erano soggette a un rapido degrado. Le alte prestazioni e la riutilizzabilità di quelle agli ioni di litio implicano che siano la fonte di alimentazione standard per la maggior parte dei dispositivi elettronici. Tuttavia problemi di costi, sicurezza e sostenibilità hanno portato gli scienziati a cercare materiali alternativi.

Batterie più sicure, sostenibili ed economiche: l’alternativa agli ioni di litio

Le batterie usa e getta che si trovano comunemente in dispositivi elettronici a bassa intensità energetica come telecomandi TV e giocattoli per bambini sono realizzate in zinco, che offrono prestazioni solide ma si corrodono facilmente. La nuova batteria ideata funziona in modo eccellente in un intervallo di temperatura compreso tra -30 ° C e 40 ° C. Questo la rende adatta alla maggior parte dei dispositivi elettronici della vita di tutti i giorni, pur essendo più competitiva in termini di costi rispetto alle controparti.

Hanno anche il vantaggio di non essere infiammabili, in quanto non utilizzano gli stessi elettroliti organici infiammabili e tossici contenuti in quelle agli ioni di litio. Inoltre, un ulteriore miglioramento delle prestazioni della batteria renderebbe possibile “produrre e implementare batterie affidabili e convenienti per aiutare la transizione verso un futuro sostenibile”.

Batterie per auto elettriche più sicure e più economiche Tecnoandroid

Google rimanda ancora il ritorno in ufficio a causa del Coronavirus

Tecnoandroid - 10 hours 44 min ago

Google rimanda ancora il ritorno in ufficio a causa del Coronavirus Tecnoandroid

 

In questi ultimi mesi e anni le varie aziende di tutto il mondo si sono viste costrette a prendere seri provvedimenti in ambito lavorativo a causa della pandemia del Coronavirus. In un primo momento si è infatti optato per lo smart working, in modo da ridurre al minimo le occasioni da contagio. Col tempo, però, le aziende hanno cercato di trovare un modo per poter tornare gradualmente al lavoro in ufficio. Tra queste aziende c’è Google che aveva pianificato il ritorno in ufficio per il prossimo 10 gennaio 2022. Tuttavia, sembra che i piani siano stati nuovamente cambiati a causa dell’avanzare del Coronavirus.

 

Il Coronavirus avanza di nuovo e spaventa il mondo: Google rimanda ancora il ritorno a lavoro in ufficio

Con l’arrivo della stagione autunnale sta avanzando nuovamente in Europa e nel mondo il Coronavirus ma non solo. Da poche settimane è stata infatti individuata una nuova variante del virus denominata Omicron. Tutto questo sta ovviamente mettendo timori. Il noto colosso di Mountain View, come già accennato, ha ad esempio deciso di rimandare nuovamente il ritorno a lavoro in ufficio.

Nello specifico, l’azienda aveva intenzione di introdurre il lavoro in modalità ibrida con tre giorni in presenza in ufficio e due giorni in smart working. L’inizio sarebbe dovuto avvenire il prossimo 10 gennaio 2022, ma Google ha deciso di rimandarlo e questa volta a data da destinarsi. Al momento, infatti, non ci sarebbero le condizioni adatte per far tornare in sicurezza i dipendenti in ufficio. L’anno prossimo sarà però decisivo per prendere delle misure adeguate.

Google rimanda ancora il ritorno in ufficio a causa del Coronavirus Tecnoandroid

Pages