Feed aggregator

Condividi su:


MANUALINUX


Luna Rossa, varato il nuovo AC75 con l’obiettivo di vincere l’America’s Cup

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 21:00

Nella splendida cornice del porto di Cagliari, il team Luna Rossa Prada Pirelli ha varato il nuovissimo AC75. L’imbarcazione rappresenta l’apice di tutta la tecnologia navale e aerodinamica del sindacato italiano e nasce con un solo obiettivo, vincere l’America’s Cup.

Si tratta della decima Luna Rossa ad essere varata dal 1999, anno in cui il challenger Italiano ha avviato la propria attività. Alla cerimonia tenutasi presso il Molo Ichnusa ha partecipato Miuccia Prada alla quale è spettato il compito di battezzare lo scafo con la tradizionale rottura della bottiglia.

Presenti anche il Patrizio Bertelli e Max Sirena, rispettivamente Presidente e Team Director del team. Non potevano mancare Marco Tronchetti Provera in rappresentanza di Pirelli, Agostino Randazzo, Presidente del Circolo della Vela Sicilia e tutti i rappresentanti degli sponsor e di partner.

 

Il team Luna Rossa Prada Pirelli ha varato l’AC75 progettato per competere nell’America’s Cup e battere Emirates Team New Zealand

L’AC75 è un concentrato di tecnologia e design in quanto si tratta di una imbarcazione in grado di sollevarsi sui foil e, quindi, “volare” sull’acqua. Ne consegue che lo sviluppo si è concentrato per unire le doti idrodinamiche nelle fasi di navigazione con quelle aerodinamiche nelle fasi di volo.

Il lavoro di progettazione del team Luna Rossa Prada Pirelli ha richiesto oltre 70.000 ore per sviluppare una barca di oltre 20 metri di lunghezza e una larghezza massima di 5 metri. L’albero è alto 26,5 m che permette di utilizzare una randa alare e una vela di prua. L’equipaggio a bordo dell’imbarcazione sarà composto da un totale di otto persone, suddiviso tra due timonieri, due trimmer e quattro ciclisti.

Le sfide per la conquista del trofeo velico più antico e prestigioso del mondo inizieranno il 22 agosto con l’apertura ufficiale delle sfide per la 37^ Coppa America. Dal 29 agosto al 5 ottobre si disputeranno le regate della Louis Vuitton Cup, la sfida che permetterà di eleggere lo sfidante ufficiale di Emirates Team New Zealand.

Dal 12 al 21 ottobre il vincitore della Louis Vuitton Cup e Emirates Team New Zealand si sfideranno a colpi di virate per conquistare l’America’s Cup. Il mondo della vela non vede l’ora di poter vedere gli AC75 scendere in acqua e dimostrare tutto il proprio potenziale.

L'articolo Luna Rossa, varato il nuovo AC75 con l’obiettivo di vincere l’America’s Cup proviene da TecnoAndroid.

TCL sta sviluppando un film realizzato completamente con l’Intelligenza Artificiale

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 20:30

Il produttore di elettronica di consumo TCL ha annunciato l’apertura di uno studio di produzione per creare contenuti originali da pubblicare sulla propria piattaforma di streaming. Grazie a TCLtv+ Studios, il brand potrà creare nuove storie che gli spettatori di TCLtv+ potranno godersi.

Per rendere questo annuncio memorabile, il produttore ha deciso di realizzare un film che si preannuncia memorabile. Il titolo della pellicola sarà Next Stop Paris e si preannuncia come una love story estremamente particolare. Infatti, il film sarà completamente realizzato con l’Intelligenza Artificiale.

Il team al lavoro su Next Stop Paris è molto nutrito. Il team di produzione è di livello globale ed è composto da animatori, esperti di effetti visivi oltre che ingegneri in grado di sfruttare al meglio l’IA. Il lato tecnico, supportato dalle tecnologie di Intelligenza Artificiale più moderne, è supportato dal lato umano offerto da produttori, scrittori e attori.

 

TCL realizzerà il primo film completamente creato grazie all’Intelligenza Artificiale, sarà disponibile in streaming questa estate

La sceneggiatura di Next Stop Paris è originale e vedrà il coinvolgimento di doppiatori professionisti. La storia è scritta da Chris Regina e Daniel Smith, già autori presso i principali studi di Hollywood. Lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale, invece, è affidata a Haohong Wang, General Manager di TCL Research America.

Il trailer è disponibile su YouTube e permette di avere un’idea di quello che gli spettatori potranno aspettarsi. La storia seguirà le vicende di una donna in viaggio da sola verso Parigi, destinazione del suo viaggio di nozze. Purtroppo, il suo promesso sposo non si è presentato il giorno del matrimonio, scappando con una sua amica.

Con il cuore spezzato, la donna sceglie di non perdersi d’animo e si vuole godere il viaggio per ritrovare se stessa. A bordo del treno per Parigi, incontrerà un misterioso viaggiatore che le permetterà di scoprire la città e di credere nuovamente nell’amore.

Per riuscire in questa impresa, TCL sta sviluppando tecnologie inedite da fondere con soluzioni tradizionali. Come dichiarato da Haohong Wang “TCL sta guidando il futuro della televisione che renderà la visione di contenuti su TCLtv+ un’esperienza profonda e tridimensionale, colmando il divario tra la tecnologia in rapida evoluzione e l’arricchimento della narrazione“. Il debutto sulla piattaforma TCLtv+ è atteso per l’estate del 2024.

L'articolo TCL sta sviluppando un film realizzato completamente con l’Intelligenza Artificiale proviene da TecnoAndroid.

Una Svolta per gli Utenti Apple: Emulatori per Giochi Retro Approdano sull’AppStore

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 20:00
Apple amplia le possibilità di gioco su iOS sull’AppStore, ma le questioni legate ai diritti d’autore rimangono una sfida.

Apple ha recentemente annunciato un importante aggiornamento per il suo AppStore: l’accettazione degli emulatori per console retro. Questa decisione apre nuove porte agli utenti iOS, consentendo loro di godere di giochi storici senza dover ricorrere a procedure complicate come il jailbreak. Tuttavia nonostante i benefici, sorgono delle preoccupazioni riguardanti i diritti d’autore e la pirateria. Apple affida agli sviluppatori la responsabilità di garantire la conformità alle leggi, sollevando interrogativi su come gestire tali questioni in un contesto di ampia disponibilità di emulatori.

Questa mossa non è solo una risposta alle pressioni regolatorie dell’Unione Europea, ma anche alle richieste degli utenti pe runa maggiore varietà di giochi su iOS. Tuttavia, resta da vedere i produttori di console rilasceranno emulatori ufficiale per iOS e come evolverà la situazione nei prossimi mesi. In definitiva, l’aperture dell’AppStore agli emulatori segna un passo significato verso un’esperienza di gioco più completa sui dispostivi Apple, anche se le sfide legate ai diritti d’autore richiederanno attenzione e monitoraggio costante.

Inoltre, questa novità rappresenta una risposta alle richieste degli utenti di avere una maggiore varietà di giochi su iOS. L’apertura del AppStore agli emulatori potrebbe portare a un’esperienza di gioco più ricca e diversificata su dispositivi Apple, soddisfacendo le esigenze di una base di utenti sempre più ampia e diversificata. Resta da vedere se i produttori di console decideranno di rilasciare emulatori ufficiali per iOS, aprendo ulteriori opportunità di sviluppo e di esperienza di gioco per gli appassionati delle console retro.

Altre novità sulla apple!
Apple Pencil 3
Apple Allarme Spyware

L'articolo Una Svolta per gli Utenti Apple: Emulatori per Giochi Retro Approdano sull’AppStore proviene da TecnoAndroid.

Star Trek, in arrivo un nuovo film ambientato nell’Universo Kelvin

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 19:30

Il 2009 ha sancito la nascita dell’Universo Kelvin per la saga di Star Trek con la pellicola omonima diretta da J.J. Abrams. Nel corso del 2013 e del 2016 sono arrivati nelle sale rispettivamente Into Darkness e Beyond, secondo e terzo capitolo della saga.

A distanza di otto anni, ecco che la Paramount ha annunciato l’arrivo di una nuova avventura cinematografica di Star Trek ambientata nell’Universo Kelvin. In occasione del CinemaCon di Las Vegas, la major ha confermato il ritorno della saga sul grande schermo.

Al momento le informazioni a riguardo sono molto limitate ma sembrano esserci alcune certezze. La regia sarà affidata a Toby Haynes, già regista di alcuni episodi in importanti serie TV del calibro di Doctor WhoSherlockBlack MirrorAndor.

 

La saga di Star Trek tornerà al cinema con un nuovo capitolo che fungerà da prequel per le avventure della USS Enterprise

Proprio con la serie di Black Mirror, Haynes ha mostrato la propria passione per il franchise di Star Trek. Infatti, il regista ha diretto l’episodio USS Callister in cui i protagonisti sono imprigionati in una simulazione chiaramente ispirata alle avventure spaziali del Capitano Kirk e del suo fidato Spok.

Il soggetto della sceneggiatura, invece, sarà curato da Seth Grahame-Smith, che ha dimostrato la propria versatilità con la sceneggiatura di “Abraham Lincoln: Vampire Hunter” e “The LEGO Batman Movie“.

Le indiscrezioni trapelate sembrano concordi nell’indicare che il nuovo film rappresenterà un prequel di Star Trek uscito nel 2009. La nuova pellicola racconterà gli eventi precedenti a quelli narrati, andando ad espandere la mitologia dell’Universo Kelvin.

Considerando questo collocamento temporale, appare improbabile che il cast dell’attuale trilogia possa apparire nella pellicola. Infatti, la scelta di Paramount potrebbe essere quella di rilanciare il franchise prima di realizzare un sequel con Chris Pine, Zachary Quinto, Zoe Saldana e Simon Pegg solo per citarne alcuni.

L’avvio della produzione della pellicola è previsto per quest’anno e, considerando le tempistiche per le riprese e per la post-produzione, il debutto nelle sale non avverrà prima della fine del 2025.

L'articolo Star Trek, in arrivo un nuovo film ambientato nell’Universo Kelvin proviene da TecnoAndroid.

Germania, diminuzione della vendita di auto elettriche

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 19:00

In Germania la vendita delle auto elettriche procede in maniera lenta poiché mancano gli incentivi per coloro che vogliono acquistarle; il mancato sussidio è derivato da un bilancio delle risorse economiche dello Stato, per cui non è più possibile concedere degli incentivi. Nel mese di marzo in Germania sono state immatricolate 31.383 auto elettriche ma se questo dato lo confrontiamo con quello dell’ anno scorso vediamo un calo di vendite che si aggira intorno ai 15,4%.

I motivi per cui la vendita è diminuita dipende da diversi fattori tra cui la diminuzione in generale delle immatricolazioni del 6,2% e l’ interruzione degli incentivi da parte dello Stato per l’ acquisto di veicoli elettrici. Questo tipo di fenomeno dovrebbe un po’ far riflettere coloro che si trovano al governo poiché dopo che vengono poste delle leggi sul come preservare l’ ambiente in cui viviamo dovrebbero essere garantiti degli aiuti per la popolazione affinché queste leggi vengano rispettate.

 

Germania, calo dell’ acquisto di auto elettriche

All’ inizio di gennaio c’è stato un aumento delle immatricolazioni delle auto elettriche anche grazie al fatto che erano garantiti dei sussidi; a marzo quando questi sussidi sono stati eliminati allora abbiamo visto un calo nelle vendite di auto elettriche. Questo fa pensare che la vendita di auto sia legato ai sussidi che lo Stato mette a disposizione, poiché permette a tutti i cittadini di potersi permettere un’ auto elettrica. La diminuzione della vendita oltre anche ai sussidi dipende anche dalla quantità dei servizi che offre lo Stato come le stazioni di ricarica o pagamenti agevolati quando si viaggia con un’ auto elettrica.

Oltre alla Germania, anche in Italia c’è questo andamento di vendita che segue quello degli incentivi dello Stato; però se continuiamo così poi lo Stato sarà costretto a porre fine agli incentivi come ha fatto in Germania. Bisognerà quindi partire dalla costruzione delle auto elettriche per diminuire il loro prezzo di vendita e per fare in modo che tutti possono permettersi un’ auto elettrica senza chiedere aiuti allo Stato.

L'articolo Germania, diminuzione della vendita di auto elettriche proviene da TecnoAndroid.

How to Restore Default Groups to Users in Linux

Linux Today - Sun, 04/14/2024 - 19:00

In this guide, we’ll explain how to restore the default groups assigned to users during the Linux installation process.

The post How to Restore Default Groups to Users in Linux appeared first on Linux Today.

Audi RS 6 Avant, tutta la velocità a un buon prezzo

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 18:30

Potenza e velocità sono due parole che in italiano possono essere molto diverse ma nel mondo dei motori si uniscono per avere una miscela completa di adrenalina. Recentemente è stata finalmente recensita da Jeremy Clarkson la Audi RS 6 Avant, un vero cavallo di battaglia per la casa automobilistica.

Molti sono i dettagli notati della macchina, i quali hanno compilato una recensione per gli appassionati automobilistici.

 

Audi RS 6 Avant, e la recensione?

Come già annunciato prima  Jeremy Clarkson ha potuto recensire questa nuova chicca, una se non la più bella delle touring car del famoso marchio tedesco Audi.

Il famoso conduttore dice che prima di provarla era molto titubante. Visto che il modello precedente di questo non lo ha convito al massimo per colpa di alcuni attuatori a bobina di oscillazione elettromagnetica.

A far incuriosire il giornalista è stato anche il prezzo della Audi RS 6 Avant. Ovvero di 160mila sterline, dotata e equipaggiata di alcuni extra e optional. In euro sarebbero 163mila, costo molto similare a quello di una casa abbastanza dignitosa.

Dopo i prezzi Clarkson si è voluto spostare sui cerchi in lega, criticando chi non apprezza i cerchi troppo grandi. La sua Audi RS 6 Avant aveva nel momento della prova i cerchi di addirittura 22 pollici affermando che ruote così grandi rovinano la guida di un automobile. Dicendo che questa macchina per lui provenga dal futuro anche se impossibile visto che sotto il cofano ha un motore. Però una vera essenza di un animale ovvero il V8.

Ed è in questo punto che il sorriso di Clarkson diventa sempre più grande. Dove afferma che, grazie alla rimozione dell’insonorizzazione del vano motore, diventa disponibile il poter sentire il ronzio dei macchinari, le ventole e tutti i componenti che permettono di far vibrare una persona. La Audi RS 6 Avant permette di andare da 0 a 100km/h in 3,4 secondi con limitatore.

Inoltre Clarkson si è lamentato sulla sensibilità dei freni e che la fibbia della cintura andasse a sbattere sul Montante B. Però il giornalista ha apprezzato molto la vettura prima di passare all’elettrico.

 

L'articolo Audi RS 6 Avant, tutta la velocità a un buon prezzo proviene da TecnoAndroid.

Vivo T3x, nuovo mid-range passa da Geekbench

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 18:00

Il produttore tech Vivo continua a preparare l’arrivo sul mercato di tanti nuovi dispositivi. Uno dei prossimo ad essere annunciato sarà il nuovo Vivo T3x. Sappiamo già che quest’ultimo sarà annunciato ufficialmente per il mercato indiano fra pochi giorni, cioè il prossimo 17 aprile 2024. Nonostante questo, il nuovo smartphone a marchio Vivo è stato avvistato in queste ore sul portale di benchmark Geekbench. Vediamo qui di seguito i dettagli.

 

 

Vivo T3x, il nuovo smartphone di fascia media passa dal portale Geekbench

Nel corso delle ultime ore uno dei prossimi smartphone a marchio Vivo è stato avvistato sul noto portale di benchmark Geekbench. Come già accennato in apertura, ci stiamo riferendo al prossimo medio di gamma Vivo T3x. Quest’ultimo dovrebbe essere annunciato ufficialmente sul mercato ormai fra primissimi giorni, ovvero il prossimo 17 aprile 2024.

Nonostante questo, ora abbiamo i risultati dei benchmark di questo device. Secondo quanto è stato riportato sul portale in questione, il nuovo device di casa Vivo sarà alimentato da uno dei processori mid-range di casa Qualcomm. Si tratterebbe del soc Snapdragon 6 Gen 1. Per quanto riguarda i punteggi, lo smartphone in questione è riuscito a totalizzare 946 punti in single core e 2839 punti in multi core.

I benchmark pubblicati sul portale Geekbench ci hanno inoltre rivelato che lo smartphone potrà su tagli di memoria comprendenti almeno fino a 8 GB di RAM e fino a 128 GB di storage interno, mentre il sistema operativo installato a bordo sarà Android 14 con l’interfaccia utente personalizzata da Vivo, cioè la FuntouchOS 14. Grazie ai rumors e ai teaser emersi in queste settimane, sappiamo inoltre che il nuovo Vivo T3x sarà disponibile nelle colorazioni Celestial Green e Crimson Bliss. Sul retro, lo smartphone avrà inoltre un modulo fotografico di forma circolare.

Insomma, non manca che il debutto ufficiale di questo nuovo dispositivo per scoprire il resto delle sue caratteristiche.

L'articolo Vivo T3x, nuovo mid-range passa da Geekbench proviene da TecnoAndroid.

Vodafone aumenta i costi di attivazione di alcune offerte, tra cui Red Pro ed Infinito

Android World - Sun, 04/14/2024 - 17:38

Vodafone ha aggiornato alcuni costi delle sue offerte di rete mobile e rete fissa. In particolare, le offerte Red Pro, Red Max, Infinito, Infinito Black, Red Max Under 25, Red Max Under 18 avranno il costo di attivazione pari a 9,99 euro (invece di 6,99 euro). Nuovo costo di attivazione anche per C'All Power, che richiederà una spesa di 2€, mentre per la versione Power Max saranno necessari 3€. Sempre relativamente alle promozioni C'All Power la promo 30 Giga Gratis al mese per un anno viene prorogata fino al 19 maggio 2024.

Ancora, aumenti anche per il servizio Rete Sicura: il costo mensile rincarerà da 1,99€ a 2,49€. Il prezzo modificato, tra l'altro, verrà applicato anche alle nuove attivazioni. La versione Rete Sicura Family, invece, beneficerà di un abbassamento di prezzo (per le nuove attivazioni): da 3,99€ al mese a 2,99€. 

Passando alle offerte di rete fissa, sarà previsto un solo prezzo per le tecnologie Fibra, FWA e FWA 5G. Per la versione a 27,90 euro al mese ci saranno 2 mesi gratis ed il prezzo bloccato per due anni. Per chi effettuerà l'acquisto online, l'attivazione di Internet Unlimited verrà scontata del 50%: da 39,90€ a 19,95€. Inoltre, nella versione FWA sarà possibile includere le chiamate illimitate a 3€ al mese sui sistemi Legacy ed a 2,99€ sui sistemi Next. Per chi acquisterà il Super Wi-Fi 6 Extender - insieme ad Internet Unlimited a 27,90€ al mese - il canone mensile di 2,99€ sarà azzerato per i primi due mesi.

Infine, sono previste nuove offerte per le seconde case. Si tratta di Internet Unlimited Seconda Linea a 20,90 euro al mese (sia FTTC che FTTH), Casa Wireless 5G Indoor Seconda Linea a 20,90 euro al mese (FWA 5G) e Casa Wireless 5G Outdoor Seconda Linea (FWA 5G).

L'articolo Vodafone aumenta i costi di attivazione di alcune offerte, tra cui Red Pro ed Infinito sembra essere il primo su Smartworld.

L’IA crea attacchi hacker: una nuova minaccia per la sicurezza informatica

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 17:00

La tecnologia sta raggiungendo un grado di evoluzione sempre più alto. Continuano a nascere nuovi sistemi dotati di intelligenza artificiale. Lo sviluppo, però, port inevitabilmente ad altre sfide riguardanti la sicurezza, a causa dell’uso diffuso dell’IA come strumento sfruttato dai cybercriminali per attuare attacchi hacker.

Proprio in questi giorni, un hacker noto come TA547 eseguito una serie di attacchi a diverse aziende in Germania utilizzando uno script PowerShell presumibilmente creato con l’ausilio di un’IA generativa. Il metodo usato dal criminale è stato quello del phishing. L’hacker ha preso di mira decine di organizzazioni tedesche con lo scopo di diffondere il malware Rhadamanthys, un “information stealer” progettato per rubare dati sensibili.

Perché usare l’IA per la creazione del codice è una novità

Lo script PowerShell utilizzato presentava caratteristiche tipiche di un codice creato da sistemi dotati di intelligenza artificiale. Gli esperti hanno notato la presenza di commenti meticolosi e ben scritti, chiaro segno dell’impiego di un LLM. L’uso dell’IA per organizzare ed eseguire dei colpi alla sicurezza informatica non è certo una novità.

Già in passato l’IA è tata impiegata per creare email di phishing credibili ed efficaci, in modo da risultare più precise possibili ed ingannare con più facilità le vittime. Altri hacker, inoltre, usano questa tecnologia per cercare all’interno dei sistemi la presenza di eventuali vulnerabilità. La novità di questo episodio sta però nell’averne usufruito per scrivere direttamente il codice, cosa che ha preoccupato molto gli analisti.

L’IA consente  permette così l’ideazione di malware sofisticati, dotati di capacità di offuscamento, automazione e personalizzazione elevate. Cosa significa? Che anche hacker e criminali meno esperti possono sviluppare il proprio strumento d’attacco con facilità. I ricercatori di sicurezza informatica ora dovranno trovare il modo di evolvere le loro tecniche di rilevamento per rispondere efficacemente all’evoluzione delle minacce informatiche. L’ideale, forse, sarebbe utilizzare la stessa moneta: sfruttare le potenzialità dell’IA e creare regolamentazioni più stringenti su queste tecnologie.

L'articolo L’IA crea attacchi hacker: una nuova minaccia per la sicurezza informatica proviene da TecnoAndroid.

Huawei attiva un nuovo piano per sviluppare chip in autonomia

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 16:00

La Huawei sta affrontando un duro periodo dovuto ad una serie di problematiche dovute alle tensioni geopolitiche tra Cina e Stati Uniti. Le maggiori difficoltà sono legate restrizioni commerciali per accedere alle tecnologie avanzate necessarie alla produzione di chip. Proprio per cercare di superare questa difficile situazione, l’azienda ha ideato un nuovo piano che prevede lo sviluppo autonomo delle attrezzature per la produzione di chip. La società cambia così la propria strategia, aggiungendo alla fase di progettazione anche la produzione.

Da alcuni rumor, pare che la Huawei stia costruendo un grande centro di ricerca e sviluppo vicino a Shanghai. Il suo obiettivo è quello di di creare strumenti per la produzione di chip in grado di competere con quelli dei principali produttori fuori Cina. Questa struttura sarà dedicata allo sviluppo di macchine litografiche, basilari per la fabbricazione di chip su nodi avanguardistici.

Huawei diventa anche produttore di chip

La decisione di Huawei di investire nel nuovo centro di ricerca e sviluppo non soltanto riflette il suo impegno nell’innovazione, ma mostra il desiderio crescente di autosufficienza. Tramite un investimento di circa 12 miliardi di yuan su un’area larga quanto 224 campi da calcio, la struttura ospiterà oltre 35.000 dipendenti. La società sta reclutando, inoltre, i migliori talenti nel settore, offrendo loro contratti molto allettanti. Le assunzioni hanno come obiettivo l’attrarre ingegneri esperti nello sviluppo degli strumenti per la produzione.

Attraverso la collaborazione con il produttore di chip SMIC e grazie all’investimento delle proprie risorse in fabbriche situate in diverse città cinesi, la Huawei sta acquisendo sempre più forza. L’azienda sta pian piano costruendo il suo ruolo di produttore nell’industria dei semiconduttori. Gli investimenti di Huawei nei fornitori locali di materiali evidenziano il suo approccio proattivo alla costruzione di una catena di fornitura resistente. Se tutto ciò di cui ha bisogno è già presente in Cina, investendo anche in tecnologie alternative, l’azienda potrebbe riuscire effettivamente ad evitare qualunque rischio di interruzione di produzione a causa delle limitazioni imposte da altri Paesi.

L'articolo Huawei attiva un nuovo piano per sviluppare chip in autonomia proviene da TecnoAndroid.

Microsoft rafforza la sua difesa contro le minacce informatiche

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 15:30

Il più recente aggiornamento mensile di Microsoft ha rappresentato un imponente dimostrazione di impegno nel fronteggiare le minacce informatiche che affliggono gli utenti di tutto il mondo. Con l’identificazione e la risoluzione di ben 147 vulnerabilità, il gigante tecnologico ha messo in mostra una determinazione senza precedenti. Grazie a cui è riuscito a garantire la sicurezza dei propri prodotti e di coloro che li utilizzano.

Questo risultato sottolinea l’importanza di un controllo online. Ed è stato ottenuto attraverso un lavoro di squadra che coinvolge esperti di sicurezza, ingegneri del software e ricercatori specializzati.

Lo sfruttamento delle fragilità di Microsoft

Le due vulnerabilità zero-day che hanno catturato l’attenzione di Microsoft, sono state identificate come CVE-2024-29988 e la CVE2024-26234. Esse hanno evidenziato l’ingegnosità e la determinazione degli aggressori nel sfruttare qualsiasi varco possibile per diffondere malware e compromettere sistemi informatici.

La prima fa riferimento al bypass della funzionalità del prompt di SmartScreen. Essa ha sollevato preoccupazioni per la sua capacità di consentire agli aggressori di eseguire codice dannoso su sistemi non protetti. Questo tipo di attacco mette in evidenza la necessità di costanti miglioramenti nelle misure di protezione. Poiché gli aggressori sono sempre alla ricerca di nuovi modi per eludere le difese. D’altra parte, la CVE202426234 ha messo in luce una fragilità di spoofing del driver proxy, che potrebbe essere stata utilizzata per installare backdoor nei sistemi colpiti, consentendo ai malfattori di mantenere un accesso non autorizzato e persistente. Questi episodi evidenziano la natura pericolosa del mondo digitale richiede una costante vigilanza e una risposta tempestiva da parte delle aziende e delle persone.

La necessità di una risposta rapida

La risoluzione tempestiva di queste problematiche ha dimostrato l’efficacia dell’attività di Microsoft e la prontezza nel rispondere alle minacce emergenti. Però, l’ identificazione solleva anche interrogativi sulle modalità di diffusione di virus e sull’identità dei truffatori coinvolti. Anche se non ci siano prove concrete del coinvolgimento di sviluppatori specifici o attacchi alla catena di approvvigionamento, il fatto che queste fragilità siano state sfruttate per attacchi mirati sottolinea l’importanza di adottare una posizione proattiva nella gestione della sicurezza online. In un contesto sempre più complesso e pericoloso come questo, gli aggiornamenti regolari e le solide misure di salvaguardia diventano essenziali per proteggere sia i privati che le aziende.

L'articolo Microsoft rafforza la sua difesa contro le minacce informatiche proviene da TecnoAndroid.

Tesla, innovazione senza limiti: nuovi sedili per la Model S Plaid

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 15:00

Il settore automobilistico è in costante evoluzione, e Tesla si conferma all’avanguardia con l’introduzione dei nuovi sediolini sportivi per la sua ammiraglia. Stiamo parlando della Model S Plaid. Questa mossa evidenzia l’attenzione del marchio per il comfort e la sicurezza dei suoi clienti. Ma sottolinea anche l’incessante impegno nell’innovazione tecnologica. I sedili, secondo l’azienda produttrice, essendo un componente fondamentale dell’esperienza di guida, devono soddisfare rigorosi standard di qualità e prestazioni.

Le ultime novità del design Tesla

A tal proposito, con il lancio di queste nuove peculiarità per la ModelSPlaid, Tesla dimostra di comprendere appieno le esigenze dei conducenti sportivi. Offrendo una soluzione che integra perfettamente prestazioni di livello superiore senza rinunciare alla comodità.

La sfida principale affrontata dai progettisti era garantire un supporto laterale efficace durante le accelerazioni e le curve ad alta velocità. Mantenendo al contempo un livello di comfort adeguato per i lunghi viaggi. I nuovi sedili sportivi riescono a raggiungere questo equilibrio grazie alla loro progettazione avanzata. Il camoscio, utilizzato per rivestire i posti, conferisce un aspetto lussuoso all’abitacolo, ma assicurano anche una presa ottimale per i conducenti. Migliorando ulteriormente la sensazione di controllo e connessione con la vettura.

In più l’attenzione ai dettagli è evidente anche nelle funzionalità dei sedili. Essi infatti presentano varie tipologie di regolazioni elettriche per adattarsi alle diverse preferenze. La possibilità di scegliere tra 12 impostazioni insieme alle opzioni di riscaldamento e ventilazione, assicurano un livello di relax personalizzato che raramente si trova nel mondo automobilistico. Insomma, tutto ciò non fa altro che confermare l’impegno di Tesla nel superare l’immaginazione dei suoi clienti e ridefinire gli standard del settore. Riuscendo sempre a soddisfare anche le più alte aspettative. Non a caso, nonostante la competitività del mercato attuale, l’azienda cerca in tutti i modi di conservare con le unghie e con i denti la sua posizione di prestigio. Soprattutto per quanto riguarda la produzione di veicoli elettrici. la società può infatti essere considerata come la pioniera del settore.

L'articolo Tesla, innovazione senza limiti: nuovi sedili per la Model S Plaid proviene da TecnoAndroid.

NVIDIA: sopperita la scarsità di GPU AI?

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 14:30

Secondo quanto segnalato da NVIDIA sembra che sia terminata la carenza di schede grafiche utilizzate per l’intelligenza artificiale. L’azienda domina il mercato ed ha aggiornato le sue stime di consegne per Dell, ovvero uno dei suoi principali clienti.

A tal proposito il direttore generale di Dell Taiwan ha dichiarato che la sua società sta registrando una riduzione dei tempi di consegna per le GPU dei server AI pari al 50%. Un traguardo simile è stato registrato grazie al miglioramento della fornitura. Secondo le stime rilasciate sembra che si sia passati da attese di 40 settimane ad un tempo che va da 8 a 12 settimane.

NVIDIA investe nell’intelligenza artificiale

A proposito della disponibilità della fornitura, sembra che NVIDIA abbia registrato un grande miglioramento grazie agli interventi sulla catena di fornitura. Quest’ultima ha portato all’aggiunta di nuovi partner soprattutto per quanto riguarda la produzione di imballaggi. Si tratta di fornitori come TSMC che hanno aumentato le capacità produttive per portare ad offerte molto più robuste. L’intero scenario è combaciato con la crescita del mercato dedicato all’intelligenza artificiale.

La notizia ha riscontrato molto successo ed è finita anche sul Taiwan Economic Daily. Secondo quanto riportato qui, sembra che sia stato un funzionario di Dell a confermare che la società ha registrato una considerevole domanda per i suoi server per l’intelligenza artificiale. Questo detta ha portato, di conseguenza, ad un impatto decisamente positivo anche su alcuni partner come ad esempio LITEON e Wistron.

In un simile contesto di evoluzione e progresso NVIDIA si colloca al centro. Infatti, è ormai noto che l’azienda rappresenta il player hardware principale quando si parla di intelligenza artificiale. Il merito è tutto dei suoi chip Hopper. Quest’ultimi si stanno diffondendo sempre di più e attualmente vengono utilizzati da diverse società di un certo calibro, tra cui troviamo anche OpenAI volto conosciuto nel settore dell’AI.

L'articolo NVIDIA: sopperita la scarsità di GPU AI? proviene da TecnoAndroid.

Amazon, le MIGLIORI offerte di oggi 14 aprile: la lista TOP

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 14:00

Chi non dà uno sguardo ad Amazon ogni giorno può fare tranquillamente riferimento alla lista in basso che è piena di offerte bomba. Queste riguardano ovviamente il mondo della tecnologia e dell’elettronica in particolare, con un riferimento più accentuato sull’informatica.

Per riuscire ad avere ogni giorno le migliori offerte in esclusiva, vi consigliamo di entrare all’interno del nostro canale Telegram ufficiale che tratta solo offerte Amazon.

Queste sono le offerte migliori di Amazon per oggi, prendetele al volo
  • ASUS TUF Gaming F15 FX506HC, Notebook 15,6″ FHD Anti-Glare, 144Hz, Intel Core 11ma gen i5-11400H, RAM 16GB, 512GB SSD PCIE, Grafica NVIDIA GeForce RTX 3050 4GB GDDR6, Windows 11 Home, Nero, PREZZO: 799,00€, LINK 
  • Corsair iCUE SP120 RGB ELITE Kit da Tre Ventole PWM Performance da 120 mm con iCUE Lighting Node CORE, Tecnologia CORSAIR AirGuide, Otto LED RGB programmabili, Bassa Rumorosità, 1.500 giri/min Bianco, PREZZO: 35,20€, LINK 
  • Apple 2023 Computer desktop all-in-one iMac con chip M3: CPU 8-core, GPU 8-core, display Retina 4,5K 24″, 8GB di memoria unificata, 256GB di archiviazione SSD, accessori in tinta. Color Argento, PREZZO: 1.359,00€, LINK 
  • HP Smart Tank Plus 7005 AiO (28B54A) Stampante Multifunzione A4 con serbatoio di inchiostro ad alto volume di stampa, stampa fronte/retro automatica, scansione, copia, Wi-Fi , HP Smart, Bianco, PREZZO: 216,08€, LINK 
  • Aigostar Mesh – 6.5W GU10 Lampadine Alexa Bluetooth Mesh, Lampadina Smart Works with Alexa, Lampadina GU10 Smart LED 555LM RGB & CCT(2700K-6500K), 2 Unità, PREZZO: 10,19€, LINK 
  • LG QNED Mini LED 86”, Serie QNED86 2023, 86QNED866RE, Smart TV 4K, Processore α7 Gen6, Precision Dimming, Dolby Vision, 2 HDMI 2.1, VRR, Base Slim essenziale, Alexa, Wi-Fi, webOS 23, PREZZO: 1.999,00€, LINK 
  • Trust Gaming GXT 488 Forze Cuffie PS4 e PS5 con Licenza Ufficiale PlayStation, Over-Ear, Microfono Ripiegabile e Archetto Regolabile, Jack Audio 3.5 mm, Cuffie Gaming Cablate – Nero, PREZZO: 26,99€, LINK 
  • Bosch KGN497LDF Serie 4, Frigorifero combinato da libera installazione, NoFrost, VitaFresh XXL: Spazio extra-large per i tuoi cibi freschi, PerfectFit, Luce LED, Acciaio, 203 x 70 cm, PREZZO: 906,00€, LINK 

L'articolo Amazon, le MIGLIORI offerte di oggi 14 aprile: la lista TOP proviene da TecnoAndroid.

Star Wars Outlaws non userà una meccanica di gameplay molto diffusa nel gaming

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 13:45

Star Wars Outlaws si preannuncia un titolo estremamente interessante sotto molti punti di vista. I giocatori potranno esplorare un mondo inedito nella galassia di Guerre Stellari dedicata ai fuorilegge, contrabbandieri e criminali.

Inoltre, gli utenti potranno esplorare alcuni dei pianeti più famosi dell’Orlo Esterno oltre che fare la conoscenza di location inedite. Proprio la componente esplorativa è un aspetto sui cui gli sviluppatori di Massive Entertainment si sono concentrati particolarmente.

Secondo quanto scoperto da Brian Shea, redattore di Game Informer, Star Wars Outlaws avrà un approccio diverso da tutti gli altri titoli targati Ubisoft. Il giornalista ha pubblicato un post su X/Twitter in cui afferma di aver parlato con Julian Gerighty sulla componente di esplorazione.

 

Star Wars Outlaws premierà l’esplorazione, il mondo sarà realmente open world senza avamposti e torri da scalare e conquistare per sbloccare la mappa

Il Direttore Creativo del titolo ha affermato che i giocatori potranno esplorare liberamente l’intera mappa di gioco. Non saranno presenti delle “torri” che bloccano l’esplorazione e non bisognerà conquistare avamposti per sbloccare determinate aree.

Infatti, gran parte dei titolo open-word realizzati da Ubisoft condividono questa meccanica di gioco. Gli utenti devono raggiungere delle “torri” da scalare o liberare per poter sbloccare una porzione di mappa. Si tratta di un modo per impegnare il giocatore in sfide tra una missione e l’altra e bloccare l’esplorazione di aree prima di determinati eventi della storia.

In Star Wars Oultaws, i giocatori sbloccheranno nuove aree di gioco recandosi fisicamente in queste zone. L’esplorazione sarà un elemento fondamentale del titolo e quindi sarà necessario vagare per la mappa alla ricerca di missioni, collezionabili, scorciatoie e quant’altro.

Il motivo di questa scelta da parte di Massive Entertainment è legata ad un precisa indicazione del team di sviluppo. Per lo studio, con il termine open world si intende un mondo di gioco veramente libero per il giocatore. Gli utenti potranno scegliere il proprio approccio alle sfide divertendosi nel modo più coerente al loro stile di gioco, anche a costo di rompere con il passato.

L'articolo Star Wars Outlaws non userà una meccanica di gameplay molto diffusa nel gaming proviene da TecnoAndroid.

Gli egizi e la via Lattea, il legame antico tra mito e scienza

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 13:30
La Via Lattea, l’abbraccio cosmico della dea Nut secondo gli antichi Egizi

Capita non di rado che la connessione tra realtà e mitologia dei popoli antichi si riveli spesso una visione incredibilmente avanzata dell’universo. Gli Egizi, con il loro ricco patrimonio di conoscenze astronomiche, non fanno eccezione. Attraverso papiri ricchi di osservazioni e calcoli astronomici, ci hanno lasciato un’impressionante dimostrazione della loro profonda comprensione del cosmo, integrando il mito con le leggi naturali.

 

Con lo sguardo verso la dea Nut

Da un recente studio condotto da un team di astrofisici dell’Università di Portsmouth e pubblicato sul Journal of Astronomical History and Heritage, se ne ha l’ennesima conferma. Stavolta i ricercatori hanno scoperto una correlazione affascinante tra l’antico Egitto e il cielo sopra di noi: a quanto pare per gli antichi Egizi la Via Lattea era l’incarnazione astrale della dea Nut, protettrice del cielo.

L’arte egizia spesso raffigura Nut come una figura arcuata, i cui corpi stellati avvolgono il fratello Geb, dio della Terra. Questa rappresentazione sembra suggerire una visione della Via Lattea come un abbraccio protettivo della divinità o addirittura come la sua stessa spina dorsale nel cielo notturno.

L’autore dello studio è il professore di astrofisica Or Graur, che in un’intervista ha dichiarato di essere stato particolarmente colpito dall’iconografia di Nut mentre lavorava ad un libro sulle galassie. Da qui si è creato un effetto domino di ricerche comparate, tra cui l’analisi di testi antichi e l’uso di simulazioni al computer per visualizzare il cielo come appariva 5000 anni fa, all’epoca in cui nacque il mito di Nut.

 

I frutti di uno studio millenario

Il lavoro di Graur ha confermato l’antica credenza egizia che la Via Lattea fosse incarnazione della dea Nut, offrendoci così una testimonianza vivida di come le antiche culture interpretassero il cielo sopra di loro. Oggi sappiamo che la Via Lattea, soprattutto nei suoi primi giorni, era una galassia in continua evoluzione, caratterizzata da processi dinamici di formazione stellare e distruzione.

Questa scoperta ci invita a riflettere sull’importanza dell’interazione tra mito e scienza e sull’inestimabile valore che le antiche concezioni cosmologiche possono offrire alla nostra comprensione dell’universo.

L'articolo Gli egizi e la via Lattea, il legame antico tra mito e scienza proviene da TecnoAndroid.

The Crew, Ubisoft cancella il gioco dalla libreria degli utenti

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 13:15

Ubisoft ha avviato un processo di cambiamento che, se applicata anche dagli altri publisher, potrebbe cambiare l’intera industria videoludica. L’azienda ha chiuso i server di The Crew lo scorso marzo rendendo impossibile accedere alle sessioni online del titolo.

Considerando che il gioco ho ormai circa 10 anni sulle spalle, non si tratta di una scelta strana. L’impossibilità di accedere agli eventi online non inficiava la possibilità di divertirsi offline, guidando per la mappa di gioco.

Tuttavia, nelle scorse ore, Ubisoft ha iniziato a rendere del tutto inutilizzabile il gioco. Il publisher, infatti, ha avviato il processo di revoca delle licenze di utilizzo del titolo. Questa scelta comporta che The Crew non sarà più giocabile, anzi, sarà rimosso dalla libreria degli store digitali degli utenti.

 

Ubisoft ha scelto di chiudere definitivamente The Crew, rendendolo inutilizzabile anche per i giocatori che hanno acquistato il titolo

L’icona per avviare il titolo non è più disponibile tra i titoli attivi e non sarà possibile giocare neanche avviandolo direttamente dalla memoria del PC. Il messaggio che si riceve provando a cliccare sull’icona di The Crew è “Non hai più accesso a questo gioco. Perche non provi a controllare lo Store per trovare nuove avventure?“.

Questa limitazione è attiva per tutti gli utenti, nonostante i giocatori abbiano acquistato il gioco negli anni scorsi. Rendere un titolo non più giocabile è una scelta importante, soprattutto considerando che gli utenti lo hanno acquistato proprio per questo motivo. Sebbene possa sembrare una violazione dei diritti dei videogiocatori, purtroppo si tratta di una strada che i publisher possono percorrere senza problemi.

Infatti, acquistando un gioco attraverso uno store digitale, l’utente non acquisisce il possesso del titolo ma una licenza di utilizzo. Il titolo in questione sarà utilizzabile finchè il publisher non deciderà il contrario, esattamente come successo con The Crew. Bisogna sempre tenere bene a mente questa clausola, considerando che molti giochi vecchi potrebbero sparire per sempre se questa usanza dovesse prendere piede.

L'articolo The Crew, Ubisoft cancella il gioco dalla libreria degli utenti proviene da TecnoAndroid.

Very Mobile, continua il super catalogo Flash Back

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 13:00

In questi ultimi giorni ci sono state diverse novità in casa Very Mobile. In particolare, l’operatore ha da poco reso disponibile l’offerta di rete mobile solo dati Very Things ma non solo. L’operatore ha anche da poco deciso di prorogare la disponibilità di numerose offerte mobile appartenenti alla promo Flash Back. Tra queste, sono comprese anche le ultime offerte denominate Very Weekend. Vediamo qui di seguito i dettagli.

 

 

Very Mobile proroga il suo catalogo di super offerte di rete mobile

Dopo aver reso disponibili alcune nuove offerte, l’operatore telefonico virtuale Very Mobile ha anche prorogato la disponibilità delle sue attuali offerte di rete mobile. Tra queste, come già detto in apertura, sono comprese anche le nuove Very Weekend. Una di queste è Very 5,99 Weekend XL. Quest’ultima, in particolare, arriva ad includere ogni mese fino a 200 GB di traffico dati, minuti di chiamate senza limiti verso tutti i numeri fissi e mobile nazionali e anche SMS illimitati verso tutti i numeri. Il costo da sostenere sarà pari a 5,99 euro al mese

Questa offerta dovrà però avere come metodo di pagamento quello di Ricarica Automatica. Very 5,99 Weekend, invece, potrà avere come metodo di pagamento su credito residuo, ma in questo caso il traffico dati offerto sarà pari a 150 GB. Come già detto, però , sono ancora disponibili anche le offerte della promo Flash Back. Una di queste, in particolare, è Very 7,99 Promo Flash Back XL.

Quest’ultima offerta mobile stupisce per l’enorme quantità di traffico dati che gli utenti avranno a disposizione. Infatti, gli utenti potranno utilizzare ogni mese fino a ben 250 GB di traffico dati e sempre minuti di chiamate ed SMS senza limiti verso tutti i numeri. Il costo in questo caso sarà di 7,99 euro al mese con metodo di ricarica automatica. Con il metodo di pagamento su credito residuo, invece, gli utenti avranno a disposizione 200 GB e sempre minuti ed SMS senza limiti sempre ad un costo di 7,99 euro al mese.

L'articolo Very Mobile, continua il super catalogo Flash Back proviene da TecnoAndroid.

Nuovi minerali sollevano domande sulla geologia della Luna

Tecnoandroid - Sun, 04/14/2024 - 12:45
Nuove forme di titanio scoperte sulla superficie lunare rendono gli scienziati entusiasti

Una scoperta a dir poco sensazionale che coinvolge la geologia lunare e cattura l’immaginazione degli scienziati. Sono due nuovi minerali identificati tra i materiali riportati sulla Terra dalla missione Chang’e-5 nel 2020. Questi minerali, finora sconosciuti sia sulla Terra che altrove, rappresentano un affascinante enigma per tutta la comunità scientifica.

 

I misteriosi minerali lunari

Il titanio è un elemento già da tempo riconosciuto nella geologia lunare, ma quello attualmente in corso di studio sembra presentare caratteristiche del tutto diverse rispetto alle forme conosciute. Se sulla Terra il diossido di titanio è un elemento comune e molto utilizzato nei vari settori della tecnologia, come ad esempio in quello degli strumenti ottici, la sua controparte lunare sembra avere una composizione cristallina unica, che finora si pensava fosse impossibile da ottenere sulla Terra.

I nuovi materiali di titanio si legano all’ossigeno in modo inverso rispetto alle forme terrestri, formando cristalli di Ti2O anziché TiO2. Questa scoperta è chiaramente molto importante e solleva numerosi interrogativi riguardo alla formazione geologica degli stessi e sul perché non siano mai stati individuati prima, durante le precedenti missioni lunari.

Secondo gli studiosi, la risposta potrebbe risiedere nelle dimensioni microscopiche dei micrometeoriti. Questi piccoli corpi celesti, con dimensioni comprese tra 1 e 100 micrometri, possono schiantarsi sulla Luna ad altissime velocità, superando i 20 km al secondo. L’assenza di un’atmosfera sulla Luna permette loro di colpire il suolo con forza devastante, causando la fusione e la solidificazione delle rocce circostanti in nuovi materiali minerali.

L’analisi dei frammenti lunari ha rivelato inoltre la presenza di piccoli crateri, all’interno dei quali si trovano i granelli di titanio e ossigeno. Nonostante le loro dimensioni apparentemente insignificanti, questi granelli sono di enorme interesse scientifico. Ad esempio, si è scoperto che il cristallo di Ti2O assorbe molta più luce ultravioletta rispetto al TiO2 terrestre, rendendolo un fotocatalizzatore più potente.

 

La Luna, una scoperta senza fine

Questa scoperta non fa che sottolineare quanto ancora abbiamo da imparare sulla complessa geologia della Luna. I nuovi materiali di titanio aprono nuove prospettive di conoscenza, coinvolgono diverse possibilità tecnologiche e sono di ulteriore stimolo per le prossime missioni lunari.

L'articolo Nuovi minerali sollevano domande sulla geologia della Luna proviene da TecnoAndroid.

Pages