Feed aggregator

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


34 gruppi Hacker hanno rubato documenti riservati e oltre 50 milioni di password

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:55

34 gruppi Hacker hanno rubato documenti riservati e oltre 50 milioni di password Tecnoandroid

Ben 34 malware hanno rubato non meno di 50 milioni di password nei primi sette mesi del 2022.

“Il valore di mercato dei registri rubati e dei dettagli delle carte compromesse è stimato intorno ai 5,8 milioni di dollari”, ha affermato Group-IB, con sede a Singapore, in un rapporto condiviso con The Hacker News.

Oltre a saccheggiare le password, i ladri hanno anche raccolto 2,11 miliardi di file cookie, 113.204 portafogli crittografici e 103.150 carte di pagamento.

La maggior parte delle vittime si trovava negli Stati Uniti, seguite da Brasile, India, Germania, Indonesia, Filippine, Francia, Turchia, Vietnam e Italia. In totale, oltre 890.000 dispositivi in ​​111 paesi sono stati infettati durante il periodo di tempo.

Group-IB ha affermato che i membri di diversi gruppi hanno precedentemente partecipato all’operazione Classiscam.

Telegram ha un ruolo centrale

Questi gruppi, attivi su Telegram e con una media di circa 200 membri, sono gerarchici, composti da amministratori e lavoratori (o trafficanti), l’ultimo dei quali ha il compito di condurre utenti ignari verso gruppi hackers come RedLine e Raccoon.

Ciò si ottiene creando siti web fasulli che impersonano aziende note e attirando le vittime a scaricare file dannosi. I collegamenti a tali siti web sono, a loro volta, incorporati nelle recensioni video di YouTube per giochi e lotterie popolari sui social media o condivisi direttamente tramite NFT.

Se l’hack funziona, i criminali informatici vendono le informazioni rubate sul dark web a scopo di lucro.

Lo sviluppo evidenzia il ruolo cruciale svolto da Telegram nel facilitare una serie di attività criminali, incluso il funzionamento come hub per l’annuncio degli aggiornamenti dei prodotti, l’offerta di assistenza ai clienti e l’esfiltrazione dei dati dai dispositivi compromessi.

I risultati seguono anche un nuovo rapporto di SEKOIA.

34 gruppi Hacker hanno rubato documenti riservati e oltre 50 milioni di password Tecnoandroid

Bollette, incubo per il 2023: gli aumenti sui costi continueranno

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:50

Bollette, incubo per il 2023: gli aumenti sui costi continueranno Tecnoandroid

Uno scenario davvero senza precedenti potrebbe presentarsi nelle prossime giornate e ancora nel prossimo inverno per quanto concerne le bollette gas e luce. Gli analisti e gli esperti di politica energetica sono concordi sullo scenario che, anche a causa della perdurante guerra tra Russia e Ucraina e delle conseguenti reazioni commerciali, l’impennata sui costi dell’energia sarà drastica nel futuro a breve termine.

Bollette, gli aumenti sino a 1000 euro per luce e gas

I costi dell’energia in Italia sono già enormemente cresciuti nel corso del 2022. Sia le famiglie che le imprese e le attività commerciali hanno subito un incremento dei prezzi rispetto al 2021 anche superiore al 50% delle spese, sia per la luce che per il gas. Anche rispetto alle bollette della scorsa primavera, sul finire dell’autunno e in inverno i costi potrebbero nuovamente raddoppiare. 

Le stime degli analisti sono spietate. Molte famiglie potrebbero trovarsi a pagare entro la fine dell’anno sino a 1000 euro per il gas e la luce nel corso dell’autunno rispetto a quelle che erano le stime di inizio anno. Ancora peggiore lo scenario per imprese e filiere industriali, con molte fabbriche che potrebbero essere costrette ad uno stop della produzione di materie prime e di beni.

Il fondo da 15 miliardi che il Governo Draghi ha messo in campo la scorsa primavera potrebbe nelle prossime giornate ampliarsi con nuove risorse da stanziare, utili a coprire gli ultimi rincari sui costi dell’energia.

In vista di inverno particolarmente critico sul fronte del consumo energetico, per ottenere consistenti riduzioni sulle bollette gli italiani saranno altresì chiamati ad una politica di risparmio energetico. 

Bollette, incubo per il 2023: gli aumenti sui costi continueranno Tecnoandroid

SharkBot torna all’attacco su Android con delle nuove varianti molto pericolose

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:45

SharkBot torna all’attacco su Android con delle nuove varianti molto pericolose Tecnoandroid

Varianti del malware SharkBot sono state trovate in diverse app Android sul Google Play Store, alcune delle quali con migliaia di download.

Sebbene le app siano state ora rimosse da Google, i ricercatori di sicurezza di Bitdefender hanno pubblicato un avviso all’inizio di questa settimana per descrivere la minaccia.

“Il Google Play Store ha rilevato un trojan banker caricato nel loro repository“, si legge nella nota tecnica. “Il modus operandi è questo: viene creata un app legittima che possiede delle funzionalità pubblicizzate, che funge anche cavallo di troia per malware più insidiosi”.

Questo era il caso di diverse app di file manager, che erano camuffate come tali per giustificare la richiesta di autorizzazione all’installazione di pacchetti esterni da parte dell’utente.

Inoltre, sebbene le app scoperte dal team non siano più disponibili su Google Play Store, possono ancora essere trovate in diversi negozi di terze parti, il che le rende una minaccia attuale.

Pericolo sopratutto in Italia

Il primo analizzato dal team di Bitdefender è stato “X-File Manager“, sviluppato da “Viktor Soft ICe LLC” e conta oltre 10.000 installazioni. “FileVoyager” è stato il secondo, creato da “Julia Soft Io LLC” e conta circa 5.000 download.

Bitdefender ha trovato altre due app che seguivano lo stesso schema, ma non sono mai state disponibili sul Google Play Store. Si chiamano “Phone AID, Cleaner, Booster” e “LiteCleaner M, delle applicazione trovate sul web tramite store di terze parti.

La maggior parte degli utenti che hanno scaricato le app dannose proveniva dal Regno Unito (80,6%) e dall’Italia (16,2%), con una piccola minoranza in altri paesi.

Maggiori informazioni su ogni singola app malware sono disponibili nell’avviso di Bitdefender. La sua pubblicazione arriva settimane dopo che gli esperti di sicurezza informatica di Cleafy hanno suggerito che il trojan bancario Android Vultur ha raggiunto più di 100.000 download sul Google Play Store.

SharkBot torna all’attacco su Android con delle nuove varianti molto pericolose Tecnoandroid

Hacker russi hanno messo fuori uso il sito web del Parlamento Europeo con attacchi DDos

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:40

Hacker russi hanno messo fuori uso il sito web del Parlamento Europeo con attacchi DDos Tecnoandroid

Gli hacker russi hanno bloccato con successo il sito web del Parlamento dell’Unione Europea per molte ore. Anonymous Russia, un ramo dell’organizzazione hacktivist filo-russa Killnet, avrebbe condotto un attacco DDoS (Distributed Denial of Service) contro il sito web del Parlamento europeo.

Su Twitter, la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola ha riconosciuto il problema, affermando che “i professionisti IT stanno combattendo contro di esso e stanno difendendo i nostri sistemi”. “La disponibilità del sito Web di Europarl EN è ora ostacolata dall’esterno a causa di livelli significativi di traffico di rete esterno”, ha affermato Dauche. “Questo traffico è associato a un attacco DDOS (Distributed Denial of Service). Il personale EP sta lavorando duramente per correggere questo problema il prima possibile.”

Gli hacker russi potrebbero aver reagito al recente voto

L’incidente sembra essere una rappresaglia a un recente voto del Parlamento europeo che designa la Russia come uno stato sostenitore del terrorismo e uno stato che “utilizza misure legate al terrorismo”. Secondo una notizia pubblicata sul sito web del Parlamento europeo, i deputati hanno esortato l’UE a “isolare ulteriormente la Russia a livello globale, in particolare attraverso la partecipazione della Russia a organizzazioni e organismi internazionali come il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite“.

I deputati chiedono inoltre che le relazioni diplomatiche con la Russia vengano interrotte, che le interazioni dell’UE con i funzionari russi ufficiali siano limitate e che le organizzazioni affiliate allo stato russo nell’UE che diffondono propaganda in tutto il mondo siano chiuse e vietate”.

Killnet è stato piuttosto impegnato di recente, anche se non si è esattamente fatto una reputazione. Recentemente ha bloccato i siti Web di vari aeroporti negli Stati Uniti (nessun volo è stato interessato) e ha anche attaccato JPMorgan Chase e il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti. Tutti questi casi hanno avuto poche conseguenze e l’FBI ha classificato gli assalti come deboli.

Hacker russi hanno messo fuori uso il sito web del Parlamento Europeo con attacchi DDos Tecnoandroid

Sony rivela la data di uscita della PlayStation 6

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:35

Sony rivela la data di uscita della PlayStation 6 Tecnoandroid

Sony sembra contemplare il debutto della sua piattaforma di nuova generazione, la PS6. Secondo un documento aziendale, avverrà intorno al 2027. Di conseguenza, sembra ragionevole prevedere che la PS5 verrà sostituita tra cinque anni. Un documento è stato reso pubblico nell’ambito dell’inchiesta dell’Autorità per la concorrenza e i mercati del Regno Unito sull’acquisto da parte di Microsoft di Activision Blizzard da 68 miliardi di dollari, a cui Sony si è opposta.

Il documento di 22 pagine aggiunge che Sony “ritiene che l’acquisizione danneggerebbe la concorrenza, i partecipanti al settore e i consumatori”. Secondo Microsoft, l’accordo “aumenta la concorrenza in un mercato che Sony controlla da tempo“. Il colosso americano ha anche ammesso che le esclusive PS5 superano le esclusive Xbox. Tuttavia, non è l’elemento più significativo.

PlayStation 6 arriverà nel 2027 secondo un documento

La valutazione della rilevanza di Call of Duty per il business delle console nel documento include un breve riferimento alle console di nuova generazione post-PS5. Sony afferma che “perderà l’accesso alla licenza Call of Duty e ad altri titoli Activision”. Quando la sua azienda si prepara a lanciare una nuova console.

Sony ha affermato che il rilascio potrebbe avvenire intorno a una data specificata. Tuttavia, i dettagli del documento sono stati mantenuti privati. Sony ha chiaramente menzionato il 2027 in questo caso, secondo varie pubblicazioni. Di conseguenza, la PS6 arriverebbe sette anni dopo la PS5, il che sembra essere corretto.

Sony dovrebbe rilasciare un nuovo modello PS5 Slim già nel prossimo anno. Quest’ultimo avrebbe un’unità disco staccabile che sarebbe unica nel suo genere in termini di dimensioni. Tieni presente che Microsoft ha recentemente dichiarato che Call of Duty sarebbe rimasto disponibile su PlayStation.

Sony rivela la data di uscita della PlayStation 6 Tecnoandroid

Android, attenti ai malware pericolosi che si spacciano per app VPN

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:30

Android, attenti ai malware pericolosi che si spacciano per app VPN Tecnoandroid

Nonostante i migliori sforzi di Google, il malware su Android è stato un problema cronico, quasi onnipresente. Secondo dati recenti della società di sicurezza informatica ESET, la famigerata banda di cyber-mercenari Bahamut APT ha scoperto un nuovo vettore per malware pericoloso che prende di mira i telefoni Android: il software VPN.

Bahamut APT, come indica il termine cybermercenario, è una banda che i malintenzionati potrebbero impiegare per intraprendere attacchi di spear phishing. La banda è attiva da tempo, spesso prendendo di mira persone in Medio Oriente e Asia meridionale. I ricercatori ESET hanno rilevato almeno otto varianti del malware Bahamut nelle versioni trojanizzate delle popolari applicazioni Android SoftVPN e OpenVPN. Per infiltrarsi in questi programmi dannosi, il team avrebbe riproposto il codice spyware esistente.

Android, scaricate app solo dal Play Store

Dal 2017, l’APT di Bahamut è entrato e uscito dalla stampa per una serie di attacchi di spionaggio informatico. Questo che utilizza programmi VPN è un attacco spyware piuttosto standard volto a compromettere lo smartphone della vittima e ottenere l’accesso a SMS, registri delle chiamate, posizione e registrazioni delle chiamate. Utilizzando la registrazione delle chiavi, il malware può curiosare nelle applicazioni di chat come WhatsApp e raccogliere dati aggiuntivi come informazioni finanziarie.

Tutte le applicazioni infette sono state distribuite tramite una versione contraffatta del sito Web SecureVPN e non sono mai state disponibili per il download sul Play Store. Questi programmi VPN sembravano mirare a determinate persone, che venivano indirizzate a un sito Web con una chiave di attivazione univoca. Un’altra bandiera rossa per le potenziali vittime è che la versione legittima della VPN non necessita di una chiave di attivazione o di una visita al sito web. Questa chiave impedisce l’esecuzione del payload dannoso su dispositivi che non appartengono alla vittima specificata.

Questa scoperta del team ESET è solo un altro severo avvertimento a non scaricare programmi da fonti inaffidabili su Internet. Secondo i ricercatori, la campagna è iniziata nel gennaio di quest’anno ed è ancora in corso.

Android, attenti ai malware pericolosi che si spacciano per app VPN Tecnoandroid

Iliad Flash 120: offerta con 120 GB ad un prezzo ancora più basso

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:25

Iliad Flash 120: offerta con 120 GB ad un prezzo ancora più basso Tecnoandroid

 

Per l’evento del Black Friday del 2022 l’operatore telefonico Iliad ha deciso di fare le cose in grande. L’operatore ha infatti deciso di proporre non una ma bensì due nuove offerte a dei prezzi eccezionali. La prima è l’offerta Iliad Flash 120, mentre la seconda è Iliad Giga 150.

 

 

Iliad: per il Black Friday arrivano le offerte Iliad Flash 120 e Iliad Giga 150

L’operatore telefonico Iliad ha ancora una volta spiazzato l’intera concorrenza. Come già accennato, infatti, per questo Black Friday l’operatore ha deciso di proporre ben due nuove offerte di rete mobile molto allettanti. La prima di queste è Iliad Flash 120. Quest’ultima include ogni mese ben 120 GB di traffico dati con connettività 4G e 4G+ e anche minuti di chiamate senza limiti verso tutti i numeri fissi e mobile nazionali ad SMS illimitati verso tutti. Il costo dell’offerta in questione è decisamente basso, dato che si tratta di soli 7,99 euro al mese.

Questa nuova offerta proposta da Iliad è attivabile da tutti i nuovi clienti (anche da chi richiede la portabilità del proprio numero da altro operatore) e anche da chi è già cliente dell’operatore telefonico francese. Tuttavia, si tratta di un’offerta limitata nel tempo, dato che sarà disponibile all’attivazione soltanto fino al prossimo 15 dicembre 2022.

La seconda offerta proposta da Iliad è Iliad Giga 150. In questo caso, si avranno a disposizione ben 150 GB di traffico dati e sempre minuti di chiamate ed SMS illimitati verso tutti i numeri. In questo caso, però, l’offerta ha un costo di 9,99 euro al mese. Anche in questo caso, l’offerta è attivabile sia dai nuovi clienti di Iliad sia da chi è già cliente.

Iliad Flash 120: offerta con 120 GB ad un prezzo ancora più basso Tecnoandroid

DAZN Plus: 40 euro di sconto disponibili solo per il Black Friday!

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:20

DAZN Plus: 40 euro di sconto disponibili solo per il Black Friday! Tecnoandroid

DAZN ha deciso ufficialmente di lanciare una ghiotta promozione per il Black Friday 2022. Infatti, con una mail inviata a tutti i suoi ex clienti, la società ha comunicato che fino al giorno 28 novembre 2022, sarà possibile ottenere uno sconto davvero molto importante su Amazon comprando la carta prepagata di DAZN Plus.

 

 

DAZN Plus: sconto pazzo di 40 euro sull’abbonamento trimestrale, ecco come

Nel dettaglio, la piattaforma che trasmette le partite di Serie A in diretta e non solo, ha spiegato come sarà possibile usufruire di tre mesi di DAZN Plus ad un prezzo davvero speciale di 79,90 euro al posto di 119,97 euro di listino.

Per completare l’acquisto si dovranno effettuare dei procedimenti molto semplici. Il servizio OTT inoltre ci tiene a spiegare che il prezzo scontato non viene visualizzato subito nella scheda. Verrà infatti applicato prima della conferma del pagamento. Ecco di seguito tutti i passaggi da fare per poter godere della nuova promozione di DAZN:

Di seguito la procedura per ottenere la promozione:

  1. Vai su Amazon cliccando sul bottone.
  2. Acquista la carta prepagata digitale al prezzo speciale. Lo sconto viene automaticamente applicato prima della conferma del pagamento.
  3. Si riceverà via email la carta prepagata insieme al codice per l’attivazione dell’abbonamento.
  4. Effettuare il login in DAZN con la email e la password DAZN ad esso associata.
  5. Riscattare il codice ricevuto via email come metodo di pagamento.

La società di streaming ci tiene comunque a specificare che dopo i tre mesi del periodo prepagato, l’abbonamento scadrà e non verrà rinnovato in automatico; eccezion fatta se dovessimo aggiungere al nostro account un metodo di pagamento. In tal caso, la sottoscrizione verrà rinnovata in automatico a 39,99 euro al mese.

DAZN Plus: 40 euro di sconto disponibili solo per il Black Friday! Tecnoandroid

WindTRE è super con la GO Unlimited Star+: ecco giga senza limiti a prezzo shock

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:15

WindTRE è super con la GO Unlimited Star+: ecco giga senza limiti a prezzo shock Tecnoandroid

Gli utenti però prediligono spendere poco, magari con qualche di servizio in più e senza un servizio clienti che sia al massimo livello. Proprio quest’ultimo aspetto appartiene di solito ai gestori più blasonati come lo è per esempio Vodafone, provider che in Italia e in Europa domina senza eguali al suo fianco.

Sono diversi anni che non si parla d’altro: è necessario spendere tanto per un’offerta mobile per garantirsi più qualità? Gli utenti italiani stanno provando a risparmiare, in alcuni casi scegliendo i gestori emergenti che spesso corrispondono a quelli virtuali. Questi ultimi in realtà non sono più cos classificati, visto che una volta erano visti come outsider, ma oggi come realtà del tutto affermate. In questo momento a rubare totalmente la scena ci stanno pensando diverse offerte, le quali possono avere a disposizione contenuti in quantità ma anche grande considerazione da parte del pubblico che vuole dunque provare a valutare un rientro. Una in particolare però avrebbe preso il sopravvento soprattutto sui già clienti del gestore, i quali possono vedere nella propria offerta di casa marchiata da WindTRE una vera opportunità.

 

WindTRE: sono tornata diverse offerte ma a vincere è sempre la solita, ecco la nuova GO Unlimited Star+

Tutti gli utenti che in casa vantano un abbonamento domestico con fibra ottica di WindTRE, possono opzionare la nuova promo del gestore su rete mobile. Si tratta della GO Unlimited Star+, la quale ogni mese costa solo 7,99 €. Gli utenti che lo sottoscrivono possono avere dalla loro parte minuti senza limiti verso tutti con 200 SMS ma soprattutto con giga senza limiti per navigare sul web.

 

WindTRE è super con la GO Unlimited Star+: ecco giga senza limiti a prezzo shock Tecnoandroid

Tesla: ecco la mega centrale d’accumulo più grande d’Europa

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:10

Tesla: ecco la mega centrale d’accumulo più grande d’Europa Tecnoandroid

Spesso si parla dei moduli di accumulo Tesla, dove troviamo i Megapack che sono la sua più grande espressione. Questi sono dei container con all’interno batterie, inverter ed elettronica varia. Tutto pronto subito per l’utilizzo. Il loro utilizzo trova spazio nell’impianto d’accumulo alle Hawaii, attivato recentemente, o in quello più famoso nel Nevada, dove sono abbinati ai pannelli fotovoltaici.

I Megapack sono stati scelti ancora una volta per una centrale di accumulo energetico ma questa volta lontano dal Nord America. Infatti, sono stati collocati in Europa, in particolar modo nel Regno Unito, nella città di Hull. Il Pillswood Project è composto da Megapack per un complessivo di 196 MWh di capacità, che ammonta al fabbisogno di 300.000 abitazioni per ben due ore.

 

 

Tesla: è il piano d’accumulo più grande d’Europa?

L’accumulo è stato richiesto dal gestore locale Harmony Energy Limited, il quale ha di recente confermato il completamento e la sua messa in funzione. Sempre secondo la società, questo sarebbe il più grande accumulo mai costruito nel Vecchio Continente.

Inoltre, Harmony ha anche chiarito che l’azienda di Elon Musk è stata coinvolta nel processo di costruzione e che il sito sarà sotto la gestione del software Autobidder, posseduto sempre da Tesla, mediante il quale avverrà la gestione dello scambio di energia. Tutto ciò avverrà sfruttando il machine learning e gli algoritmi integrati. L’impianto sarà utile per un bilanciamento critico della rete elettrica in Gran Bretagna, contribuendo a svincolare questi sistemi dalle fonti fossili.

Questo può essere considerato come un altro successo per Tesla? Assolutamente sì. E non finisce qua, perché l’azienda ha deciso di elevare la produzione di moduli e spingere sull’acceleratore per quanto riguarda lo sviluppo d i questa divisione aziendale.

Di fatto, al momento la produzione nella gigafactory in Nevada è pari a circa 42 Megapack per settimana. Senza contare la produzione del nuovo stabilimento aperto in California, che ha come obiettivo un volume di 40 GWh ogni anno.

Tesla: ecco la mega centrale d’accumulo più grande d’Europa Tecnoandroid

TIM Wonder Five e Six ma non solo: ci sono 100GB e la promo Young

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:05

TIM Wonder Five e Six ma non solo: ci sono 100GB e la promo Young Tecnoandroid

Tutto quello che un gestore può fare in questo periodo è riorganizzare le proprie idee per il prossimo anno in arrivo. Ovviamente non si può buttare via il periodo residuo, il quale è composto da un mese e mezzo che sarà pieno di fuochi d’artificio, saranno infatti moltissime le aziende che si precipiteranno sul mercato della telefonia mobile per provare ad accaparrarsi un numero di utenti impressionante, proprio come fa TIM.

Sono infatti davvero molti i provider che affollano il panorama italiano della telefonia, soprattutto dal punto di vista smartphone. I contenuti non sono mai stati così larghi di maniche da parte dell’azienda italiana, la quale infatti sta riuscendo a rubare la scena a tutti, soprattutto con le ultime tre offerte lanciate.

 

TIM ha dalla sua parte tre offerte: ecco la Wonder con due varianti e la Young a 9,99 euro al mese per sempre

La TIM Young è la prima promo: solo chi ha meno di 25 anni può sottoscriverla avendo un prezzo di 9,99 € al mese con minuti ed SMS senza limiti e 100 giga in 5G. 

Le altre offerte di TIM sono la Wonder FIVE e la Wonder SIX. La prima delle due risulta la meno interessante dal punto di vista dei contenuti pur essendo una vera bomba. Al suo interno ci sono infatti 70 giga per la navigazione in 5G con minuti senza limiti verso tutti e 1000 SMS. Il prezzo corrisponde a 7,99 €, contrariamente alla seconda che invece costa 9,99. Ma cosa c’è all’interno di quest’ultima? Gli stessi minuti senza limiti e gli stessi 1000 SMS, con la differenza che i giga in 5G saranno 100.

TIM Wonder Five e Six ma non solo: ci sono 100GB e la promo Young Tecnoandroid

Arriva lo Snapdragon 8 Gen 2: velocità e prestazioni oltre al supporto ray tracing

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 10:00

Arriva lo Snapdragon 8 Gen 2: velocità e prestazioni oltre al supporto ray tracing Tecnoandroid

Qualcomm ha presentato delle nuove tecnologie al suo annuale Snapdragon Summit di quest’anno a Maui.

La società ha rilasciato un nuovo core CPU personalizzato, ha annunciato una piattaforma hardware per occhiali intelligenti e, naturalmente, il processore mobile Snapdragon 8 Gen 2.

Questo nuovo processore per piattaforma mobile basato su Arm inizierà ad apparire nei telefoni al alla fine di quest’anno, ma sono già trapelati alcuni benchmark. Qualcomm afferma che Snapdragon 8 Gen 2 offre un notevole aumento delle prestazioni e un notevole aumento dell’elaborazione dell’IA.

Il nuovo system-on-a-chip (SoC) possiede quasi le stesse prestazioni dell’ultimo Snapdragon di punta di Qualcomm, anche se tutto è un po’ più veloce e intelligente. Forse il cambiamento più notevole è la configurazione del core della CPU del chip. Ci sono ancora otto core in totale, ma il nuovo Prime Core si avvicina all’architettura Arm’s Cortex-X3.

Un nuovo processore grafico e supporto al ray tracing

È accoppiato con quattro core ad alte prestazioni (invece dei soliti tre), che sono divisi in due Cortex-A710 e due Cortex-A715. L’inclusione dell’A710 offre al chip un migliore supporto nativo per le app a 32 bit. I restanti tre core sono A510 a bassa potenza, più efficienti, che supportano anche l’elaborazione a 32 bit. Qualcomm afferma che questo rende la CPU il 35% più veloce del chip dell’anno scorso.

Poi c’è anche una nuova GPU Adreno a bordo. Questo motore grafico ha ottenuto il supporto per Vulkan 1.3 e ray tracing hardware, anche se i giochi per dispositivi mobili con questi effetti inizieranno ad apparire sul mercato solo quest’anno. Qualcomm osserva che le prestazioni grafiche presumibilmente stanno aumentando del 25%, con numeri ancora migliori nei giochi che utilizzano l’API Vulkan.

Arriva lo Snapdragon 8 Gen 2: velocità e prestazioni oltre al supporto ray tracing Tecnoandroid

Inquinamento: plastica trovata nei luoghi più inconcepibili

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 09:55

Inquinamento: plastica trovata nei luoghi più inconcepibili Tecnoandroid

È bello prendere il sole in riva al mare, ma dopo aver saputo questa notizia nulla sarà più come prima. Dei ricercatori del Leibniz Center for Tropical Marine Research hanno scoperto che nelle spiagge dei tropici si nascondo dei piccoli organismi colmi di microplastiche (e non solo) a causa dell’inquinamento. Ecco tutti i dettagli.

Inquinamento: com’è la situazione negli oceani?

I foraminiferi, così si chiamano gli esemplari marini, incorporano nei loro gusci calcarei un’immensità di particelle di plastica. Ma non sono i soli, perché queste ultime si trovano anche nei coralli, nelle cozze e nelle lumache. Ma torniamo alla prima specie nominata: tali microrganismi si trovano nelle zone costiere calde e poco profonde, misurano qualche millimetro e sono dotati di un guscio calcareo protettivo.

La situazione è alquanto preoccupante. La dott.ssa Marlena Joppien, prima autrice dello studio, ha dichiarato: “I foraminiferi si nutrono di microalghe e particelle di materiale organico che trovano sul fondo del mare, quindi micro e nanoplastiche, che hanno dimensioni simili, possono essere facilmente confuse con potenziali alimenti”.

A confermare il fatto vi sono stati degli studi guidati anche dalla dott.ssa Marleen Stuhr. La coautrice ha spiegato che, se le particelle di plastica sono abbastanza piccole, i foraminiferi le vedranno come pietanze adatte a loro. “Per l’ambiente, questo potrebbe avere sia dei vantaggi che dei svantaggi“. Per quale ragione? Poiché l’immensità di foraminiferi presenti sul fondo del mare potrebbero fungere da spugna per la nanoplastica e raccogliere di conseguenza tutta la plastica degli oceani. “Allo stesso tempo però, quelli presenti sulle spiagge di tutto il mondo, potrebbero rendere i litoralienormi distese di plastica”, ha aggiunto.

A questo punto non ci resta che sperare in un rapido miglioramento o la situazione diverrà totalmente irrecuperabile.

Inquinamento: plastica trovata nei luoghi più inconcepibili Tecnoandroid

Piccione Fagiano: l’esemplare è ricomparso dopo ben 150 anni

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 09:50

Piccione Fagiano: l’esemplare è ricomparso dopo ben 150 anni Tecnoandroid

È accaduto sull’Isola di Fergusson in Papua Nuova Guinea ed è tutto merito delle trappole fotografiche di alcuni ricercatori. Queste sarebbero riuscite ad immortalare degli esemplari di piccione fagiano dal pelo nero scomparsi ben 140 anni fa.

Piccione Fagiano: tutti i dettagli sulla specie scomparsa

Per l’esattezza il piccione fagiano sarebbe scomparso nel 1882 e da quel momento non ci sono più state sue notizie. L’uccello viene definito come “un grande piccione terrestre” con una “coda larga e compressa lateralmente” che vive esclusivamente sull’isola al largo della costa orientale della Papua Nuova Guinea. Questo è ciò che dicono gli scienziati dell’American Bird Conservancy.

Quali sono le sue dimensioni? L’esemplare dal pelo nero è lungo esattamente tra i 45 e i 50 cm e pesa 500 g.

John C. Mittermeier, direttore del programma Lost Birds presso l’American Bird Conservancy e co-leader della spedizione, racconta che rivedere il piccione fagiano dopo tanti anni è stato “come trovare un unicorno”. “È il tipo di momento che sogni tutta la vita come ambientalista e osservatore di uccelli”, conclude. Ma non è l’unico ad esser rimasto sorpreso, perché anche Jordan Boersma, ricercatore post-dottorato presso la Cornell University e co-leader del team di spedizione ha dichiarato: “sono sbalordito da questa foto e da questo uccello che passa proprio davanti alla nostra macchina fotografica.

E pensare che le probabilità di imbattersi nel piccione fagiano dal pelo nero erano veramente pochissime: Boersma dice addirittura “meno dell’uno per cento di possibilità”. D’altronde però in natura tutto può accadere, anche vedere a distanza di 150 anni un esemplare tanto speciale.

Piccione Fagiano: l’esemplare è ricomparso dopo ben 150 anni Tecnoandroid

Wikipedia: abbiamo sempre vissuto nella menzogna, ecco il dettaglio errato

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 09:45

Wikipedia: abbiamo sempre vissuto nella menzogna, ecco il dettaglio errato Tecnoandroid

Wikipedia è da sempre il sito web più “affidabile” in circolazione. La piattaforma nacque il 15 gennaio 2001 grazie a Jimmy Wales e Larry Sanger, il quale ne suggerì il nome. Quest’ultimo deriva dall’unione della radice wiki e il suffisso pedia (da enciclopedia). Inoltre dispone di oltre 300 lingue. Dunque, cosa c’è che non va?

Wikipedia: abolito dalla piattaforma un errore non da poco

Tutto molto bello fin qui. L’unico problema è che a questa piattaforma può accedere chiunque e di conseguenza anche modificarne le informazioni. A dimostrarlo è il fatto realmente accaduto che vi racconteremo tra pochissimo.

Da anni su Wikipedia è riportata un’informazione non corretta passata inosservata agli occhi di tutti, ad eccezione di un ragazzo di appena 15 anni. Egli durante una normale lezione scolastica si accorse che le notizie inerenti un tostapane elettrico del 1800 erano completamente sbagliate. Sulla piattaforma si leggeva: “la lampada risultante si surriscaldò così tanto che il pane vicino iniziò a dorarsi. […] Il tostapane di MacMasters è stato portato sul mercato di massa come ‘Eclipse’. Aveva quattro elementi elettrici su una base in ceramica. L’elettricità arrivava tramite un adattatore che si collegava tra una lampada e una presa”. Ora vi starete chiedendo dove si trovi effettivamente l’errore.

Un ragazzo qualunque nonché creatore della bufala, confessò: “Era il 6 febbraio 2011. Eravamo in 5 o 6 amici in una lezione di dinamica del primo anno all’università. L’invenzione del tostapane era stata attribuita a qualcuno chiamato ‘Maddy Kennedy’, ma l’ho cambiato con il nome del mio amico.” Come se non bastasse il gruppo di racconta storie si impegnò nella post produzione dell’immagine al fine di renderla antica e ben più credibile. Insomma, l’inganno è durato per ben 9 anni ma finalmente è stato smascherato.

Wikipedia: abbiamo sempre vissuto nella menzogna, ecco il dettaglio errato Tecnoandroid

Egitto: la verità sulla funzione della mummificazione vi sconvolgerà

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 09:40

Egitto: la verità sulla funzione della mummificazione vi sconvolgerà Tecnoandroid

Da sempre crediamo che la mummificazione abbia il solo scopo di conservare i corpi. Dobbiamo però svelarvi una verità rimasta nascosta per anni: la funzione che aveva tale processo in realtà non ha nulla a che fare con la conservazione. Ma allora a quale pro l’Antico Egitto mummificava i morti?

Egitto: ecco perché in passato si mummificavano i defunti

La convinzione che la mummificazione fosse una tecnica di conservazione, è stata smentita da alcuni ricercatori del Manchester Museum dell’Università di Manchester in Inghilterra. Il concetto verrà ripreso nella mostra Mummie d’oro d’Egitto“, aperta al pubblico a partire dall’inizio del prossimo anno. Intanto scopriamone un’infarinatura generale.

Secondo Campbell Price, curatore del museo di Egitto e Sudan, l’errore partì dall’Occidente. I ricercatori vittoriani infatti credevano che i defunti fossero “preservati” come si faceva con i pesci poiché in entrambi i casi si utilizzava il sale. La verità però è tutt’altro che questa.

“L’idea era di conservare il pesce per mangiarlo in un momento futuro”, dichiara Price a LiveScience. “Quindi hanno presupposto che ciò che veniva fatto al corpo umano fosse lo stesso del trattamento per i pesci.” Ovviamente è tutto errato. La sostanza per la mummificazione degli egizi si chiamava Natron, ed altro non era che una miscela di carbonato di sodio, bicarbonato di sodio, cloruro di sodio e solfato di sodio reperibile intorno ai letti dei laghi vicino al Nilo.

Ma allora, a cosa serviva la mummificazione in Egitto? In realtà questa era una sorta di guida per il defunto verso l’aldilà e le divinità. In altre parole, questo processo puntava a far corrispondere l’occupante di una tomba a una formula divina.

Egitto: la verità sulla funzione della mummificazione vi sconvolgerà Tecnoandroid

Amazon è folle: regalo agli utenti, rimborso gratis in arrivo

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 09:35

Amazon è folle: regalo agli utenti, rimborso gratis in arrivo Tecnoandroid

Amazon è sicura degli sconti che applica, e vuole evitare alcun tipo di dubbio o di perplessità da parte dei consumatori nazionali. Per questo motivo ha deciso di attivare una campagna unica nel proprio genere, che possiamo vedere per la prima volta effettivamente applicata.

Non stiamo parlando del reso possibile fino al 31 gennaio, quella è una prassi ormai molto comune che da anni Amazon attiva nel periodo corrente, ma del rimborso automatico. Molti utenti credono in effetti che nella settimana del Black Friday, i venditori aumentino i prezzi, spacciando poi gli sconti come fantastici, quando in realtà non lo sono. Per tutelare il consumatore, Amazon garantisce che il prezzo disponibile, per i soli prodotti con l’etichetta Black friday sia il più basso possibile.

Non perdetevi tutte le offerte Amazon, sono disponibili in esclusiva assoluta sul nostro canale Telegram ufficiale, dove troverete anche codici sconto gratis. Le trovate qui.

 

Amazon: ecco il plus per tutti gli acquirenti

Nell’eventualità in cui uno dei prodotti contrassegnati, dovesse essere posto in vendita ad un prezzo più basso entro il 5 dicembre, Amazon in automatico invierà un rimborso al cliente. Spiegandolo meglio, se in questo periodo acquistate un prodotto (che ricordiamo deve essere contrassegnato dal logo Black Friday) a 20 euro, e terminata la Black Week, questi venisse scontato a 5 euro, entro e non oltre il 5 dicembre, Amazon si impegna a fornire un rimborso del valore di 15 euro, con accredito automatico (non è richiesta alcuna azione da parte dell’utente).

Una prassi che mostra un grande attaccamento alla clientela ed una serietà che vorremmo vedere emulata anche da altri rivenditori di elettronica, non trovate?.

Amazon è folle: regalo agli utenti, rimborso gratis in arrivo Tecnoandroid

RAI, la risposta sul canone: quale scenario in vista del 2023

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 09:30

RAI, la risposta sul canone: quale scenario in vista del 2023 Tecnoandroid

Il 2022 si è presentato come l’anno horribilis per le spese degli italiani e per il pagamento delle bollette. I rincari che hanno interessato le principali risorse energetiche come luce e gas hanno portato ad un netto aumento della spesa quotidiana per i cittadini, tanto per le stesse fonti d’energia tanto per i beni di prima necessità. Una novità, questa volta in positivo, era attesa dagli eventuali sviluppi sul pagamento del canone RAI. 

RAI, anche per il 2023 è confermato il canone in bolletta

Stando al Decreto Concorrenza della scorsa primavera, il Governo italiano si era impegnato nuovi metodi per il pagamento del tributo. D’altronde con l’adesione dell’Italia al programma del PNRR europeo, il nostro paese è chiamato a rispettare i vincoli di massima trasparenza per le componenti aggiuntive delle bollette per l’energia, come richiesto da Bruxelles.

In queste ore però le indiscrezioni lasciano poche speranze sul fronte del canone RAI. Anche per il 2023, infatti, il pagamento del tributo dovrebbe essere inserito all’intero delle bollette per l’energia elettrica. Tale esigenza, confermata dal Governo Meloni, nasce dalla volontà di non favorire una diffusa evasione.

Lo schema attuale, schema confermato anche per il 2023, delle bollette per l’energia elettrica risale allo scorso 2015, con una riforma fortemente voluta dall’allora Governo Renzi. Questa riforma, oltre all’inserimento del canone nelle bollette dell’energia elettrica, ha avuto il pregio di abbassare il valore del tributo agli attuali 90 euro rispetto ai 117 euro di partenza. Sempre in base a tale metodo gli italiani hanno, ancora oggi, la possibilità di dilazionare in rate il pagamento della tassa.

RAI, la risposta sul canone: quale scenario in vista del 2023 Tecnoandroid

Canone RAI e bollo auto: alcuni italiani hanno dei trucchi legali per non pagare

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 09:25

Canone RAI e bollo auto: alcuni italiani hanno dei trucchi legali per non pagare Tecnoandroid

Unitamente ad alcune imposte che solo in Italia sono visibili attualmente, gli utenti hanno ben chiare le idee: il canone Rai e il bollo auto dovrebbero essere aboliti totalmente.

Le due tasse che tutti purtroppo sono costretti a pagare sia perché guardano semplicemente la televisione in casa o semplicemente perché possiedono un veicolo, risultano molto spesso anche troppo alte. Ci sono però delle notevoli differenze tra le due, le quali hanno natura diversa. L’unico comune denominatore è che vanno pagate per forza di cose. Il canone Rai, che tra l’altro viene inserito ormai da anni all’interno della bolletta dell’energia elettrica, è forse la tassa più odiata di tutte. 

Canone RAI e bollo auto: ci sono solo alcuni modi per non pagare le due odiosissime tasse che trovate solo in Italia

Sapevate però che potete evitare di pagare questa imposta? Ovviamente bisogna ritenere alcune caratteristiche fondamentali, le quali sono scritte anche sui siti ufficiali degli organi di competenza. La prima è quella che vede le persone di 75 anni di età o oltre totalmente esenti dal pagamento del canone Rai. Segue poi la possibilità di non pagare la tassa nel caso in cui il proprio reddito non raggiunga la soglia minima. Stessa cosa se non si possiede una TV in casa.

Il bollo auto che differentemente dal canone Rai risulta una tassa regionale, varia per ogni regione. In Lombardia e in Piemonte ad esempio, se avete un’auto elettrica, potrete evitare di pagare la cosiddetta tassa di possesso. Nelle altre regioni invece vigono principi diversi.

Canone RAI e bollo auto: alcuni italiani hanno dei trucchi legali per non pagare Tecnoandroid

Netflix: la piattaforma ha deciso di aprire uno studio di videogame

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 09:20

Netflix: la piattaforma ha deciso di aprire uno studio di videogame Tecnoandroid

Sappiamo tutti che Netflix è molto determinata e infatti sta già cercando altri mille modi per espandersi e far parlare di sé in tutto il mondo. Quale miglior modo se non puntando anche ai computer? La famosa piattaforma dello streaming ha deciso di coinvolgere nel progetto i seguenti dettagli: Unreal Engine, servizio live, free-to-play, action RPG in terza persona. Avete capito di cosa stiamo parlando?

Netflix: un nuovo inizio per la piattaforma dello streaming

Netflix ambisce a un franchise multi-formato che si diffonda in diversi media: lo storytelling deve essere “all’altezza di una serie TV o un film Netflix”, e deve espandersi anche verso “altri formati” di contenuto. L’idea è di partire dal gioco, visto che da tempo la piattaforma mastica la convinzione che il gaming sia un segmento fondamentale per la diffusione del suo pool di abbonati. Ad oggi si vedono esclusivamente dei giochi per mobile (Android e iOS) disponibili per gli utenti, privi di pubblicità e senza acquisti in-app. Per intenderci, una specie di Apple Arcade connesso all’account Netflix.

Ma veniamo alla notizia pazzesca: il colosso dello streaming ha deciso aprire uno studio di videogiochi tutto suo, con sede a Helsinki e diretto da Marko Lastikka. Quest’ultimo fu vicepresidente di Zynga e dirigente per Electronic Arts. Egli riscontrò successo con svariati titoli mobile/web come FarmVille, Words With Friends, Draw Something e la serie CSR Racing. Ma perché proprio in Finlandia? Sembrerebbe che lì ci sia già una grande quantità di talento per quanto riguarda il videoludico. Non a caso nella stessa città si trova lo studio Next Games.

Netflix: la piattaforma ha deciso di aprire uno studio di videogame Tecnoandroid

Pages