Feed aggregator

Condividi su:


MANUALINUX


Cyberpunk 2077, prima occhiata alla mod multiplayer CyberMP

Tecnoandroid - Tue, 07/16/2024 - 20:00

Dalla sua uscita Cyberpunk 2077 è notevolmente migliorato e sicuramente l‘aggiornamento 2.0 e l’espansione Phantom Liberty hanno contribuito ad arricchire l’esperienza di gioco. Questo “arricchimento” è frutto di molto lavoro da parte di CD Project RED, ed è anche l’artefice della cancellazione della modalità multiplayer.

A sollevare il morale dei fan di Cyberpunk 2077 ci sta pensando un gruppo di modder che sta lavorando a una mod multigiocatore. Questa mod prende il nome di CyberMP e vi permetterà di scorrazzare in giro in compagnia di amici o nemici. Lo sviluppo della mod è ancora alle fasi iniziali e non si sa la data di lancio, ma il team di modder ha già ottenuto un prototipo giocabile. A confermare questo prototipo è il video realizzato dallo youtuber JuiceHead.

Vediamo qualche dettaglio della nuova mod di Cyberpunk 2077

Questa mod risulta simile a GTA Online ma non offrirà una modalità cooperativa per le missioni. CyberMP, se messa a confronto con altre mod come quella che implementa le macchine volanti in stile Blade Runner o quella che permette di giocare nei panni di Ciri di The Witcher 3, non risulta granché, ma sarà l’unica opportunità di giocare in multigiocatore.

Tuttavia questa mod presenta qualche problema: de-sincronizzazione con i server, crash, anomalie come la ricomparsa istantanea degli elementi dello scenario quando vengono distrutti e l’assenza totale dei personaggi non giocanti.

Insomma, c’è ancora molto lavoro da fare e per portare a termine la mod e servirà diverso tempo. Durante l’attesa divertitevi con la vastità di mod già disponibili, alcune sono davvero speciali, ed aprono le porte verso un gioco completamente differente da quanto abbiamo potuto apprezzare ed osservare nel corso degli stessi anni in cui abbiamo goduto di Cyberpunk, anche se le premesse erano state tutt’altro che positive, considerando il lancio.

L'articolo Cyberpunk 2077, prima occhiata alla mod multiplayer CyberMP proviene da TecnoAndroid.

.NET 9 Preview 6 is Now Available for Download! Here’s How to Install it in Linux

Linux Today - Tue, 07/16/2024 - 20:00

Microsoft has released .NET 9 Preview 6! In this guide, we will discuss the key highlights of .NET 9 and how to install .NET 9 in Linux.

The post .NET 9 Preview 6 is Now Available for Download! Here’s How to Install it in Linux appeared first on Linux Today.

Pacman 7.0 Package Manager Released, Here’s What’s New

Linux Today - Tue, 07/16/2024 - 19:00

Arch’s Pacman 7.0 package manager enhances security, introducing DownloadUser for safer file handling, fixing several key vulnerabilities, and more.

The post Pacman 7.0 Package Manager Released, Here’s What’s New appeared first on Linux Today.

Sono rimasti bloccati su un’isola deserta e succede l’inaspettato

Tecnoandroid - Tue, 07/16/2024 - 19:00

Poco meno di 6o anni fa, un gruppo di sei studenti di un collegio di Tonga sono rimasti bloccati su un’isola deserta. Nel 1965 questo gruppo di ragazzi rubò una nave e salpò verso le Fiji senza una mappa né bussola.

I ragazzi si resero presto conto dell’enorme errore che avevano commesso: una tempesta distrusse il timone e le vele, lasciandoli per otto giorni alla deriva. Dopo questo periodo alla deriva approdarono sull’isola vulcanica di Ata, a cento miglia da dove iniziarono il viaggio.

Cosa successe sull’isola deserta?

Anche se erano esausti rimasero uniti e si ingegnarono per sopravvivere. Si nutrivano di pesci crudi e bevevano il sangue degli uccelli marini. Dopo aver ritrovato le forze esplorarono l’isola e scoprirono un vecchio insediamento abbandonato pieno di utensili e polli. Dopo che accesero il fuoco la loro situazione si semplificò. Grazie al fuoco potevano cucinare e organizzare la loro permanenza sull’isola, infatti, costruirono una capanna, piantarono un giardino e decisero i turni di guardia per avvistare le navi in cerca di salvezza.

Nonostante la tensione i ragazzi rimasero uniti e dopo 15 mesi il pescatore australiano, Peter Warner, li avvistò e li portò in salvo. Quando tornarono a Tonga, furono accolti come eroi, ma inizialmente furono arrestati per il furto della barca.

Lo storico olandese, Rutger Bregman, scoprì la storia di questi ragazzi e la inserì nel suo libro intitolato “Humankind: A Hopeful History“. Secondo la visione di Bregman l’uomo ha un inclinazione naturale alla collaborazione e alla solidarietà. Questa tesi si contrappone a quella narrata nel celebre romanzo “il signore delle mosche” di William Golding, un ragionamento molto più interessante e complesso che porta con sé innumerevoli interrogativi che in nessun modo possono essere trascurati in una analisi più profonda che apre le porte verso l’umanità, e non solo.

L'articolo Sono rimasti bloccati su un’isola deserta e succede l’inaspettato proviene da TecnoAndroid.

Honda Prelude, la nuova coupé ibrida arriverà anche in Europa

Tecnoandroid - Tue, 07/16/2024 - 18:30

La casa automobilistica giapponese potrebbe regalare ai suoi appassionati europei una nuova coupé ibrida. Per chi si stesse chiedendo di quale modello stiamo parlando, il nuovo gioiellino del marchio nipponico sarà la Honda Prelude.

Dal lancio del primo modello di Honda Prelude sono ormai passati 46 anni, mentre ne sono passati 25 da quando Honda si è lanciata nel mondo dell’ibrido diventandone un pioniere. Dopo tutti questi anni questi due mondi potrebbero fondersi con l’obiettivo di dare vita a una nuova coupé con tecnologia ibrida. Chi segue con attenzione il mondo del marchio nipponico e le notizie che lo riguardano sa già dal 2023 il lancio della nuova Honda Prelude. Infatti, proprio nel 2023, al Japan Mobility Show, Honda ha presentato un prototipo molto accattivante della Prelude, anche se l’aveva annunciato come un veicolo 100% elettrico.

La notizia della motorizzazione ibrida solleverà il morale degli appassionati contrari all’elettrificazione totale. Per il marchio nipponico, questa macchina rappresenta l’unione di tutti i principi del know-how Honda e anche un’alternativa ai SUV che hanno invaso il mercato.

Honda Prelude, vediamo qualche dettaglio tecnico

Al Japan Mobility Show del 2023 Honda si era lasciata scappare solo la base tecnica ereditata dalla Civic. Probabilmente monterà una versione potenziata del quattro cilindri da 2,0 litri della Civic e della CR-V ibride, che invierà circa 200 CV alle ruote anteriori. La trazione anteriore deluderà le aspettative di chi sperava nella trazione posteriore, tuttavia si può sempre sperare in una versione Type R più brillante. Per questa versione da 300 CV, con cambio manuale a sei velocità, non si hanno conferme.

Secondo qualche giornalista presente all’evento, l’auto potrebbe montare due motori elettrici con l’obiettivo di sviluppare la trazione integrale, ma per avere qualche dettaglio in più su questo progetto dovremo aspettare il Goodwood Festival of Speed.

L'articolo Honda Prelude, la nuova coupé ibrida arriverà anche in Europa proviene da TecnoAndroid.

GNU Linux-Libre 6.10 Kernel Is Here for Those Seeking 100% Freedom for Their PCs

Linux Today - Tue, 07/16/2024 - 18:00

Based on Linux kernel 6.10, the GNU Linux-libre 6.10 kernel is here to clean up newly added drivers upstream, including Panthor, Intel IPU6, PRUEth SR1, rtw8703b, tps23881, air_en8811h, Intel ISH HID, and pcm6240.

The post GNU Linux-Libre 6.10 Kernel Is Here for Those Seeking 100% Freedom for Their PCs appeared first on Linux Today.

Lamborghini Countach 7000, ecco la macchina che doveva sfidare l’F40

Tecnoandroid - Tue, 07/16/2024 - 18:00
Lamborghini Countach 7000, la sfidante della Ferrari.

Gli appassionati di motori sapranno sicuramente della storia della Lamborghini Countach 7000, nota anche come LP150. Questa supercar non è mai nata, e come facilmente intuibile dal nome, sotto il cofano di quest’auto vantava di un motore da 7000cc. Oggi fa paura a molti questo numero per i motori mentre circa 40 anni fa era normale sentire queste cifre.

La supercar Lamborghini mai nata, aveva le carte per sfidare l’F40

La Lamborghini Countach 7000 venne realizzata nel vivo degli anni ’80, quando la Porsche 959 e la Ferrari F40 dominavano la scena automobilistica. Affiancate a questi 2 modelli c’era anche la Countach. Il primo concept di quest’auto venne presentato nel 1971, quindi risultò già antiquata e di conseguenza l’azienda in quel di Sant’Agata Bolognese decisero di dare vita ad una versione molto più potente. Era una vera e propria evoluzione estremizzata della mitica Supercar con il Toro, e aveva l’unico obbiettivo di sconfiggere la Ferrari F40, in uscita nel ’87 per celebrare il quarantesimo compleanno del Cavallino Rampante. Venne progettata una versione da 7 litri con il motore V12 di Lamborghini. In aggiunta troviamo due turbocompressori riuscendo così a sviluppare 600 cavalli, circa 150 in più rispetto alla Porsche e alla Ferrari.

Vennero compiute modifiche significative anche a livello stilistico, allargarono i passaruota, aggiunsero un grande spoiler frontale e rimossero l’ala posteriore che era considerato un optional. La Lamborghini Countach 7000 riuscì a raggiungere la velocità massima di 385 km/h. A Sant’Agata Bolognese venne realizzato un solo esemplare di questa meravigliosa auto, visto che la stessa non arrivò alla produzione. Le cause di ciò si possono attribuire all’aspetto economico, perchè il marchio del Toro era già impegnato alla costruzione della Diablo e quindi il progetto venne accantonato. L’unica LP150 si trova oggi nel garage di un giapponese che si chiama Miura. I chilometri percorsi di quel modello attualmente ammontano a 130 e questo porterebbe molto valore al costo dell’auto.

L'articolo Lamborghini Countach 7000, ecco la macchina che doveva sfidare l’F40 proviene da TecnoAndroid.

Questi sono i due migliori TV box Android, e non solo sono in offerta, ma ti fanno anche un regalo!

Android World - Tue, 07/16/2024 - 18:00

Ormai da anni c'è un nome che regna su tutti gli altri TV Box Android, anzi due nomi: NVIDIA Shield TV e Shield TV Pro. Peccato che siano tra i più cari in commercio e che raramente siano in offerta. Ecco perché oggi è un buon giorno per comprarli!

La buona notizia infatti è che entrami sono scontati in occasione del Prime Day, e non solo il prezzo è molto ghiotto, ma in omaggio c'è anche un mese di GeForce NOW Ultimate (del valore di 21,99€).

Per chi non avesse familiarità con quest'ultimo, si tratta di un servizio di giochi in streaming, che attinge dal catalogo di Steam e altri servizi, offrendo una qualità che non teme confronti e che può arrivare fino in 4K e fino a 120 fps. Sarà come giocare con una RTX 4080!

Per quanto riguarda invece le Shield, le differenze principali tra i due modelli, al netto del design, sono:

  • 2 porte USB-A 3.0 su Shield Pro, laddove l'altra ne è priva
  • 3 GB di RAM su Shield Pro contro 2 GB
  • 16 GB di archiviazione su Shield Pro contro 8 GB
  • microSD su Shield TV, assente sul Pro

A seguire i box per l'acquisto, con l'indicazione dei rispettivi sconti. Chi stesse cercando un dispositivo di questo tipo, non si pentirà senz'altro dell'acquisto!

Non di soli box TV vive l'uomo, e allora ecco una serie di ulteriori offerte interessanti delle quali approfittare.

L'articolo Questi sono i due migliori TV box Android, e non solo sono in offerta, ma ti fanno anche un regalo! sembra essere il primo su Smartworld.

Apple Arcade perde una delle sue migliori esclusive (ed è meglio per tutti)

Android World - Tue, 07/16/2024 - 17:50

Un weekend. È bastato solo un weekend per portare a termine TMNT Splintered Fate su Nintendo Switch. Io e la mia ragazza non lo abbiamo solo finito, ma lo abbiamo proprio "consumato", nel senso che ci è piaciuto così tanto che non riuscivamo a smettere di giocarci. Nato come esclusiva su Apple Arcade, questo gioco sulle Tartarughe Ninja è giocabile finalmente sulla console Nintendo, e arriverà presto anche su PC. Vi spiego perché dovreste dargli una chance: del resto, è il titolo perfetto per l'estate!

TMNT: Splintered Fate combina in modo brillante l'ispirazione da Hades con il fascino dei classici picchiaduro a scorrimento. È un gioco che va dritto al punto, con una premessa semplice: il rapimento del maestro Splinter. Non c'è molto da dire sulla trama, ma la struttura roguelike è ciò che tiene incollati.

Come da tradizione del genere, ogni volta che si muore si perde solo una parte dei potenziamenti accumulati, ma con i gettoni raccolti si riparte un po' più forti rispetto alla partita precedente.

La struttura del gioco è così ben realizzata che ogni sessione risulta stimolante, con un algoritmo procedurale non eccessivo nella casualità, ma sufficiente a mantenere alto il divertimento. Sebbene l'offerta di contenuti non sia abbondante come quella di Hades o del nuovo Hades II, il gioco è indubbiamente ben bilanciato e confezionato, con una serie di abilità che permettono di creare diverse combinazioni e stili di gioco.

Ad ogni stanza ripulita dai nemici, i giocatori possono scegliere una ricompensa per potenziare il proprio alter ego, scegliendo tra Leonardo, Michelangelo, Raffaello e Donatello. È possibile divertirsi a combinare le abilità di tutti e quattro, creando build specifiche, come quella elettrica "Utrom", una delle mie preferite (insieme a quella "attacchi critici"), con i colpi finali delle combo che scatenano fulmini casuali sugli avversari. Il miscuglio crea un'azione fluida e facilmente leggibile, che riesce a mantenere un ritmo serrato per tutta la sua durata.

Nonostante sia nato per Apple Arcade, e dunque con i dispositivi tattili in mente, la vera forza del gioco emerge con l'utilizzo di un controller, tanto da far chiedere perché non sia stato sviluppato direttamente per console, data la sua compatibilità naturale con questi dispositivi. Il debutto su Nintendo Switch, infatti, introduce una caratteristica vincente: la modalità cooperativa locale fino a quattro giocatori. Su Apple Arcade era possibile giocare online con altri utenti, ma vivere l'esperienza con un amico sulla stessa TV è tutt'altra cosa. Certo, credo che l'azione sia un po' troppo confusionaria in quattro, ma posso assicurarvi che in due è assolutamente un piacere da giocare.

La versione per Switch non si limita solo al multiplayer locale, ma include anche miglioramenti grafici, una migliore illuminazione e controlli ottimizzati, progettati per sfruttare al meglio le capacità della console. Entro la fine del 2024, poi, TMNT: Splintered Fate sarà disponibile su altre piattaforme e ha già una pagina su Steam.

Non lo consiglierei solo ai fan delle Tartarughe Ninja, ma soprattutto a quelli che amano i picchiaduro a scorrimento, perché di fatto di quello si tratta. Sia chiaro, deve piacervi la componente di costruzione del personaggio, perché ad ogni stanza il gioco si fermerà per lasciarvi il tempo di selezionare l'abilità giusta al momento giusto, e scegliere i potenziamenti esatti per creare le sinergie perfette, che poi è la chiave per la vittoria e per divertirsi. Ciò detto, l'azione pulita, divertente, veloce, con i boss spassosi e l'assenza di momenti morti, è la stessa dei beat 'em up di un tempo. Esattamente ciò che ci vuole per l'estate, no? Il gioco sarà disponibile su Switch da domani 17 luglio 2024 solo in digitale al prezzo di 29,99€.

Se siete interessati al mondo dei videogiochi, allora potrebbero tornarvi utili anche questi articoli sull'universo videoludico preparati dal nostro team.

L'articolo Apple Arcade perde una delle sue migliori esclusive (ed è meglio per tutti) sembra essere il primo su Smartworld.

Prezzi davvero unici: ecco tre dispositivi in arrivo in Italia

Tecnoandroid - Tue, 07/16/2024 - 17:30

Se siete alla ricerca di uno smartphone nuovo o di un dispositivo elettronico come ad esempio un paio di cuffiette o uno smartwatch ci sono dei dispositivi che recentemente hanno fatto il loro ingresso in Italia con dei prezzi davvero molto interessanti.

Si sta parlando di dispositivi che per quanto richiedono economicamente soddisfano a pieno le esigenze dei clienti.

 

Prezzi, sono così convenienti?

Dopo i vari avvisi comunicati su un eventuale arrivo di CMF Phone 1, è arrivata finalmente l’ufficializzazione in Italia dello smartphone. Il quale è accompagnato dallo smartwatch CMF Watch Pro 2 e dagli auricolari CMF Buds Pro 2.

Iniziando con lo smartphone ci sono degli aspetti davvero interessanti sul relativo dispositivo come ad esempio la possibilità di poter svitare le viti localizzate sul retro del telefono per sostituire la cover del telefono. Così da fare in modo di poter dare maggiore libertà al cliente di trovare una colorazione in base allo stato d’animo della giornata. Oltre ad avere una texture antiscivolo e resistente ad ogni impronta digitale. Esse sono vendute singolarmente in molte colorazioni per dei prezzi che si aggirano ai 35 euro a pezzo.

Dispositivo che in basso a sinistra presenta un’area circolare. La quale può essere svitata e sulla quale possono essere fissati diversi accessori ufficiali, questo piccolo cerchietto prende il nome di Accessory Point. I quali prezzi di questi accessori si aggirano per 25 euro l’uno.

Per quanto riguarda i prezzi per il modello da 8/128GB di CMF Phone 1 parte da 239 euro mentre per la versione da 256GB si arriva a 269 euro.

 

E gli altri dispositivi?

Spostandoci sullo smartwatch CMF Watch Pro 2 esso presenta la possibilità di avere una ghiera intercambiabile. La quale circonda uno schermo AMOLED always-on da 1,32 pollici.

Tra le oltre 100 watch faces e le più di 120 modalità sportive, accompagnate da tutte le funzionalità come il monitorare la frequenza cardiaca e molto altro. I prezzi per l’Italia del dispositivo si aggirano ai 69 euro.

Ultimi ma non per questo abbiamo gli auricolari CMF Buds Pro 2 che presentano uno Smart Dial personalizzabile sulla relativa custodia che da la possibilità di controllare ogni aspetto del suono. Essi sono alimentati da due driver accessoriati dalla tecnologia LDAC. Oltre ad un altro mare di specifiche davvero fantastiche, il loro prezzo si aggira per l’Italia di 59 euro.

L'articolo Prezzi davvero unici: ecco tre dispositivi in arrivo in Italia proviene da TecnoAndroid.

Amazon, Prime Day 2024: le migliori offerte Apple e Samsung quasi gratis

Tecnoandroid - Tue, 07/16/2024 - 17:22

Con le grandi offerte di Amazon che sono arrivate durante questa giornata del Prime Day 2024, gli utenti stanno andando a nozze. È chiaro che la maggior parte di coloro che ci seguono sono tendenti ad acquistare prodotti di elettronica e cosa c’è di meglio se non quelli appartenenti ai brand Apple e Samsung?

Proprio per questo motivo abbiamo deciso di fare un elenco con tutti i prodotti dei due big del mondo della tecnologia. Per non perdere neanche un’offerta ogni giorno vi consigliamo l’iscrizione gratuita al nostro canale Telegram ufficiale. Per entrare bisogna solo cliccare qui.

Amazon Prime Day 2024: le migliori offerte in assoluto sono disponibili
  • Apple AirPods Pro (2ª generazione) con custodia MagSafe (USB‑C), PREZZO: 213,99€, LINK  ​​​
  • Apple Nuovo AirPods Max – Grigio siderale, PREZZO: 493,05€, LINK
  • Apple Watch Series 9 GPS 41mm Smartwatch con cassa in alluminio color mezzanotte e Cinturino Sport mezzanotte – S/M. Fitness tracker, app Livelli O₂, display Retina always-on, resistente all’acqua, PREZZO: 394 €, LINK 
  • Apple AirPods con custodia di ricarica tramite cavo (seconda generazione), PREZZO: 90,24€, LINK 
  • Apple 2022 iPad Air (Wi-Fi, 256GB) – Azzurro (5a Generazione), PREZZO: 599€, LINK 
  • Apple Watch SE (2ª generazione, 2023) GPS + Cellular 44mm Smartwatch con cassa in alluminio color mezzanotte e Sport Loop mezzanotte. Fitness tracker, monitoraggio del sonno, PREZZO: 322€, LINK 
  • Apple Magic Mouse: Bluetooth, ricaricabile. Compatibile con Mac o iPad; Nero, superficie Multi-Touch, PREZZO: 73,14€, LINK 
  • Apple USB-C Magic Keyboard (per iPad Pro 12,9″ – 5ª generazione) – Italiano – Nero, PREZZO: 331,55€, LINK 
  • Apple Pencil (prima generazione) – Include Adattatore da USB‑C a Apple Pencil, PREZZO: 94€, LINK 
  • SAMSUNG Galaxy S24 Ultra Smartphone AI, Caricatore incluso, Display 6.8” QHD+ Dynamic AMOLED 2X, Fotocamera 200MP, RAM 12GB, 512GB, 5.000 mAh, Titanium Black [Versione italiana], PREZZO: 1159€, LINK 
  • Samsung Crystal UHD UE43CU7190UXZT, Smart TV 43″ Serie CU7000, Crystal UHD 4K, BLACK , 2023, DVB-T2 [Classe di efficienza energetica G], PREZZO: 349€, LINK 
  • Samsung Monitor Gaming Odyssey G3 (S24AG322), Flat, 24″, 1920×1080 (Full HD), VA, 165 Hz, 1 ms, FreeSync Premium, HDMI, Display Port, Ingresso Audio, HAS, Pivot, Flicker Free, Eye Saver Mode, PREZZO: 129,90€, LINK 

L'articolo Amazon, Prime Day 2024: le migliori offerte Apple e Samsung quasi gratis proviene da TecnoAndroid.

Una telecamerina di sicurezza da 35€ ha salvato la mia estate

Android World - Tue, 07/16/2024 - 17:14

Nei mesi scorsi la mia famiglia ha subito due brutti furti in appartamento in altrettante abitazioni diverse, situate fra l'altro in comuni diversi, seppur confinanti fra di loro. Sì, non ci sono furti belli, ma quando i "topi di appartamento" non sanno dove mettere le mani, devastano letteralmente l'abitazione, rovistando nei mobili e nei guardaroba, arrivando a sradicare cappe aspiranti (come successo in uno dei due appartamenti), quadri, ripiani e quant'altro alla ricerca prevalentemente di oro e contanti. Lo scenario che ci si trova di fronte al rientro in casa è da brividi. Ci si sente violati della sicurezza della propria abitazione, una cosa che per ovvie ragioni non piace a nessuno.

Dopo questi due avvenimenti partire per le agognate ferie, seppur di breve durata, non è stato banale. È quella classica cosa che pensi non ti possa mai succedere, e quando succede anche solo a qualcuno di molto vicino a te, ti colpisce più di quanto saresti disposto a credere. Anche perché i "topi di appartamento" aspettano proprio questi momenti: quelli in cui sanno di poter agire indisturbati (persino nei condomini, dove i vicini non sentono mai nulla), liberi di rovistare fra le vostre cose per ore senza nessuno che rientra in casa, in modo da non tralasciare nulla. 

A poco servono le serrature blindate: come suggeriscono gli stessi montatori specializzati, dopo qualche anno vengono violate con estrema facilità, obbligandovi di fatto a sostituirle con una certa frequenza. Manco a dirlo, in entrambi i casi subiti dai miei familiari i malintenzionati sono entrati senza scassinare né fare rumore, proprio come se avessero le chiavi di casa. Certo, una soluzione può essere proprio quella di aggiornare spesso la serratura, magari virando verso i modelli smart di nuova generazione. Ma per sentirsi ancora più sicuri si potrebbe voler virare su sistemi di allarme più o meno complessi o telecamere di sorveglianza di vario genere.

Tra un furto e l'altro erano passati diversi mesi, e di conseguenza in famiglia era un po' tornata la calma. Poco prima di partire però c'è stato il secondo, e la paura che potesse succedere anche a noi ci ha in qualche modo costretto a trovare una soluzione rapida e non troppo dispendiosa, anche perché le ferie sono già sufficientemente impegnative da un punto di vista economico.

Ovviamente non potevamo accontentarci di un prodotto qualsiasi: volevamo una telecamera con risoluzione sufficiente (almeno 1080p), con visione notturna, a batteria in modo da non impazzire con cavi e alimentazione, e che potesse essere poggiata con facilità sui ripiani, in modo da non dover fare fissaggi a muro definitivi poco prima di partire. Sì, sono tante pretese, e il bello è che ne avevamo altre. Ultimamente su queste pagine vi abbiamo parlato di IMOU Cell Go, una telecamera di sicurezza economica che sa davvero il fatto suo. Perché quindi non abbiamo preso quella? Perché spulciando Amazon avevamo visto che c'erano anche modelli dotati di "faro" e allarme sonoro. In sostanza quando queste telecamere rilevano movimento sospetto, accendono un LED frontale più o meno potente riproducendo al contempo anche un avviso sonoro.

Alla fine la scelta è ricaduta su ieGeek 2K ZS-GX3S, una telecamera di sicurezza che su Amazon vanta 3.752 recensioni e una ragguardevole media voto di 4.8 stelle. Incredibilmente rientrava in tutti i nostri parametri di scelta, incluso il prezzo stracciato.

Questa telecamerina di ieGeek integra una batteria da 5.200 mAh che garantisce fino a 3 mesi di autonomia, ed è ricaricabile da una porta USB-C nascosta sotto un apposito tappo. Questo perché con la certificazione IP65 di cui è dotata è adatta anche agli esterni. Si collega al Wi-Fi di casa (2.4 GHz, come tutta la domotica), quindi ovviamente vi servirà una rete domestica a cui appoggiarvi. Il sensore da 3 megapixel, per quanto possa sembrare "scarso" sulla carta, restituisce a schermo un'immagine sufficientemente nitida e a colori, e integra anche visione notturna per vederci bene anche durante le ore notturne (o comunque anche quando in casa c'è buio). La forma permette di collocarla su un piano, e in confezione è comunque presente un piedistallo da attaccare a muro (con viti e tasselli) che vi permette comunque di svitarla con facilità per ricaricarla o cambiargli location all'occorrenza.

Come accennato, la parte frontale integra un "faro" LED e speaker che riproducono un suono in stile allarme. Non si tratta di niente di accecante né tanto meno assordante, ma quanto basta a spaventare un ipotetico malintenzionato che non si aspetta certo un qualcosa del genere.

Serve comunque a poco: è più una distrazione, visto che la persona individuata dalla telecamera potrebbe semplicemente afferrarla e scaraventarla a terra per romperla. Quello che conta è che ieGeek ZS-GX3S è collegata alla smart app dell'azienda, mandandovi istantaneamente una notifica sullo smartphone nel caso appunto la telecamera riveli movimenti sospetti. E l'abbiamo ampiamente provata prima di partire, sia in Wi-Fi che con connettività cellulare: la notifica è quasi istantanea, permettendovi di avvertire le forze dell'ordine o parenti vicini in caso di intrusione. Ovviamente dovete autorizzare l'app a rimanere attiva in background, ma durante le nostre ferie (e anche successivamente, visto che abbiamo continuato a usarla) non abbiamo notato battery drain né comportamenti anomali del telefono.

E in caso di animali domestici? Incredibilmente, almeno visto il prezzo del prodotto in questione, c'è anche il supporto al "rilevamento umanoide". Tradotto? Identifica i movimenti degli animali e non invia avvisi in tal caso. E sì, funziona anche questa caratteristica, visto che in casa ho 3 gatti. E se avete genitori o altri parenti che vengono in casa durante le ferie per annaffiare le piante, nutrire i gatti o simili, potete creare un profilo famiglia dove accettare manualmente i singoli account di ogni familiare. Ognuno deve crearsi il suo profilo, anche perché se cercate di accedere all'app con le stesse credenziali su più dispositivi vi disconnette sul precedente. In questo modo potreste far arrivare la notifica di movimento anche ai parenti che eventualmente rimangono in città.

E se quanto detto ancora non bastasse a convincervi, sappiate che c'è anche il supporto ad Alexa (non Google Assistant però), audio a 2 vie per ascoltare cosa succede in casa e parlare a distanza, e uno slot microSD per registrare le clip dei movimenti. Ci sarebbe anche il servizio cloud a pagamento, attivabile dall'app. Ora, di quest'ultima vi ho mostrato poco fa un po' di screenshot. Non è il massimo dell'intuitività e le traduzioni in italiano lasciano il tempo che trovano, ma basta poco per abituarsi e capire come far funzionare il tutto senza grossi drammi. Ah, all'app potete collegare fino a 10 telecamere ieGeek, abbastanza per coprire tutta l'abitazione (e di più).

È la soluzione perfetta? No. Garantisce massima sicurezza? No. Ci sono sicuramente sistemi di allarme ben più efficaci, telecamere di marchi blasonati con una rete ben strutturata e integrazione totale nella domotica di casa e altre soluzioni di vario genere che non staremo qui ad analizzare. Però appunto, non tutti hanno cifre esorbitanti da spendere in sistemi più complessi, e talvolta si è più soddisfatti con soluzioni un po' più "arrangiate" ma comunque sufficientemente funzionali che permettono, come in questo caso, di avere tanto spendendo poco. Probabilmente ne compreremo a breve un'altra, magari proprio in questi giorni sfruttando gli sconti Prime Day, in modo anche da realizzare un sistema fail-safe a doppia telecamera che ci permetta di dormire sonni ancora più tranquilli. Come accennato, può essere vostra con un investimento di circa 35€, e ci sono anche bundle a doppia telecamera e le varianti dotate di pannelli solari (da esterno quindi). Occhio ai coupon da applicare in fase di acquisto nel caso decideste di dargli una chance!

Le alternative comunque non mancano, e c'è modo persino di spendere meno se si ha esigenze diverse. C'è ad esempio questa Tapo C200 perfetta per gli interni:

Nel caso l'argomento fosse di vostro interesse, ecco altre recensioni e articoli che potreste trovare utili:

L'articolo Una telecamerina di sicurezza da 35€ ha salvato la mia estate sembra essere il primo su Smartworld.

Potenzia la tua rete con queste offerte su router e repeater!

Android World - Tue, 07/16/2024 - 17:06

Se cerchi un modo per potenziare la tua rete domestica, e non solo, in questa guida all'acquisto troverai router, repeater, range extender e altri dispositivi utili allo scopo.

Puoi anche dare un occhio alla pagina con le migliori offerte Prime Day, dove troverai tante altre raccolte come questa, ma se hai fretta non perderti nostra selezione delle TOP 10, sempre aggiornata in ogni momento del Prime Day.

Per conoscere invece tutte le offerte lampo e le promozioni in tempo reale, non possiamo che suggerirti di seguirci sul nostro canale Telegram, dove volendo puoi attivare le notifiche per non perdere nessuno dei migliori sconti. Tramite il pulsante qui sotto potete invece raggiungi la pagina dedicata su Amazon a tutte le promozioni attive.

Offerte AmazoN PRIME DAY

Siccome i prodotti di questo tipo sono moltissimi, e le esigenze degli utenti fortemente variabili, ti lasciamo anche alcuni link utili, in particolare allo store Amazon di TP-LINK, a quello di Netgear e a quello di AVM, giusto per chi volesse guardare con calma l'intero catalogo.

AVM FRITZ!Box 7590 AX

Partiamo alla grande con un immancabile FRITZ!Box. Si tratta di un router Wi-Fi 6, con il moderno design "piatto", ideale per connessioni di tipo DSL. Sul retro ci sono 4 porte Gigabit Ethernet, oltre a una porta WAN e a quelle necessarie a collegare un telefono DECT. E poi c'è tutta la comodità di Fritz!OS, che da solo vale la spesa.

NETGEAR Nighthawk AX6

Passerà meno inosservato del precedente modello, ma garantisce una copertura fino a oltre 200 metri quadri, fino a 25 dispositivi diversi, con connessione in Wi-Fi 6 a 5.4 Gbps.

ASUS TUF-AX3000 V2

Questo non è il solito router portatile. Non è infatti dotato di alcuna SIM. Per collegarsi alla rete si appoggia a uno smartphone, da collegare tramite cavo. Il router di ASUS sfrutta in pratica il tethering di quest'ultimo per navigare.

Qual è il vantaggio? Intanto che il telefono non si scarica perché è alimentato, inoltre ci sono tutta una serie di servizi aggiuntivi e l'affidabilità di una rete Wi-Fi 6, di numerose porte sul retro, e della possibilità di creare facilmente una rete mesh flessibile e scalabile. Inoltre, rispetto ad altre soluzioni con SIM integrata, il prezzo è particolarmente conveniente.

Se la nostra selezione di router non dovesse essere sufficiente a soddisfare le tue esigenze, puoi consultare tutte le offerte disponibili su Amazon.it. Di seguito ci sono altre raccolte che abbiamo curato personalmente, che pensiamo potrebbero interessarti.

L'articolo Potenzia la tua rete con queste offerte su router e repeater! sembra essere il primo su Smartworld.

Nano 8.1 Command-Line Text Editor Released, Here’s What’s New

Linux Today - Tue, 07/16/2024 - 17:00

Nano 8.1 command-line text editor rolls out with features like the ‘cycle’ function, improved syntax options, enhanced bindings, and more.

The post Nano 8.1 Command-Line Text Editor Released, Here’s What’s New appeared first on Linux Today.

Realme 13, nuova serie in arrivo il 30 luglio

Tecnoandroid - Tue, 07/16/2024 - 17:00

Il produttore tech Realme si appresta ad andare all’attacco della fascia media del mercato. Nel corso delle prossime settimane, infatti, l’azienda ha rivelato che terrà un importante evento di presentazione ufficiale durante il quale sarà annunciato ufficialmente la nuova serie di smartphone denominata Realme 13. Almeno inizialmente, sembra che questa nuova serie sarà disponibile all’acquisto per il solo mercato indiano. Vediamo qui di seguito i dettagli.

 

 

Realme sta per annunciare i suoi nuovi smartphone mid-range Realme 13

Nel corso delle prossime settimane il produttore tech Realme terrà un evento di presentazione ufficiale per il mercato indiano. Durante questo evento, che si terrà nello specifico il prossimo 30 luglio 2024, l’azienda tech svelerà la nuova serie di smartphone di punta del marchio Realme. A rivelarlo, in particolare, è stata una immagine teaser pubblicata dalla stessa azienda.

L’immagine teaser non ha rivelato ulteriori dettagli, soprattutto per quanto riguarda le presunte specifiche tecniche. Tuttavia, grazie ad alcuni rumors e leaks, possiamo scoprire in anteprima alcune caratteristiche. In particolare, per questa nuova serie di smartphone sembra che l’azienda abbia deciso di presentare almeno due modelli.uno di questi sarà il prossimo Realme 13 mentre il secondo dispositivo sarà il nuovo Realme 13 Pro.

Sembra che una delle caratteristiche su cui punterà l’azienda riguarderà il comparto fotografico. Secondo gli ultimi teaser, infatti, questa nuova serie di smartphone sarà la prima a poter vantare la presenza di un sensore fotografico principale Sony LYT-701. Le novità però non finiscono qui. A quanto pare, infatti, questo sensore sarà supporto da un sensore con lente periscopica, ovvero il sensore Sony LYT-600.

Questo sensore dovrebbe inoltre garantire allo smartphone la possibilità di effettuare scatti con zoom ottico 3x senza perdita di dettagli. Una caratteristica davvero interessante, soprattutto per un dispositivo appartenente a questa fascia di prezzo. Ricordiamo che questa nuova serie di smartphone dovrebbe essere distribuita nelle colorazioni Monet Gold e Monet Purple.

L'articolo Realme 13, nuova serie in arrivo il 30 luglio proviene da TecnoAndroid.

OnePlus Nord Buds 3 Pro ufficiali: gli auricolari tondeggianti ad un prezzo abbordabile

Android World - Tue, 07/16/2024 - 16:43

Grande versatilità, buona resa sonora e prezzo abbordabile. Sono queste le qualità principali dei nuovi auricolari true wireless OnePlus Nord Buds 3 Pro, appena annunciati dall'azienda cinese durante l'evento che ha visto protagonisti anche lo smartphone OnePlus Nord 4, lo smartwatch OnePlus Watch 2R e il tablet OnePlus Pad 2.

In questo articolo vi portiamo alla scoperta di tutte le funzionalità peculiari dei nuovi auricolari OnePlus, che hanno anche un bel design e due colorazioni niente male.

Il design dei nuovi OnePlus Nord Buds 3 Pro è tutto giocato sulle rotondità. La custodia a forma di ciottolo ha una forma sagomata e una finitura opaca. Gli auricolari sono compatti e leggerissimi: il peso è di soli 4,4 g per auricolare. Hanno la certificazione IP55 e sono resistenti ad acqua e polvere.

All'interno delle capsule di ciascun auricolare trova posto un driver al titanio con diaframma extra-large da 12,4 mm. Questa innovazione hardware ha permesso di migliorare molto la resa sonora rispetto alla generazione precedente.

La tecnologia Hybrid ANC ora supporta la cancellazione del rumore fino a 49 dB. Non mancano le modalità Smart Noise Cancellation, che regola la cancellazione in base al contesto, e la Transparency Mode, per sentire tutti i rumori circostanti senza essere isolati.

Nuovo aggiornamento per la tecnologia OnePlus BassWave 2.0, che ottimizza la resa dei bassi per un suono più profondo e avvolgente. Potete anche sfruttare la tecnologia Master EQ con tre diversi livelli di equalizzazione (Balanced, Serenade, Bass).

Grazie alla nuova configurazione a triplo microfono è stata migliorata anche la tencologia OnePlus Crystal Clear Call, che migliora l'audio del parlato durante le telefonate.

Buona la durata della batteria, che arriva fino a 44 ore di autonomia complessiva. La custodia supporta la ricarica rapida via USB-C.

Non mancano anche la connettività Bluetooth 5.4 e la tecnologia Dual Connection, che permette di passare rapidamente tra sistemi e dispositivi diversi. Inoltre, solo per gli utenti Android, è disponibile anche la connessione Google Fast Pair.

OnePlus Nord Buds 3 Pro saranno disponibili sul mercato italiano a partire dal 16 luglio 2024. Il prezzo di listino sarà pari a 79€ per entrambe le colorazioni in vendita: Starry Black e Soft Jade.

C'è una promozione lancio molto conveniente sullo store ufficiale OnePlus. I clienti che acquistano OnePlus Nord Buds 3 Pro il giorno del lancio sul sito oneplus.com verranno premiati con uno sconto di 10€.

Inoltre, gli studenti possono richiedere uno sconto del 10%.

Il mondo di OnePlus è ricco di prodotti di tutti i tipi, non solo auricolari true wireless. A seguire trovate alcune recensioni e pagine per scoprire alcuni dei dispositivi più recenti.

L'articolo OnePlus Nord Buds 3 Pro ufficiali: gli auricolari tondeggianti ad un prezzo abbordabile sembra essere il primo su Smartworld.

Non rimandare ancora: al Prime Day comprati un tracker Bluetooth!

Android World - Tue, 07/16/2024 - 16:34

È arrivato il Prime Day di Amazon: per questi due giorni di offerte, noi abbiamo selezionato a mano le migliori offerte Prime Day, divise per categorie, e nella nostra selezione delle TOP 10 sempre aggiornata potete trovare i prodotti che ci hanno convinto di più in assoluto. In questo articolo, invece, parliamo di Bluetooth Tracker: AirTag e simili, per iOS o Android, gli sconti del Prime Day sono sicuramente il momento giusto per acquistare questi piccoli gadget e non smarrire più le chiavi di casa.

Per conoscere invece tutte le offerte lampo e le promozioni in tempo reale, non possiamo che suggerirvi di seguirci sul nostro canale Telegram, dove volendo potete attivare le notifiche per non perdervi nessuno dei migliori sconti. Tramite il pulsante qui sotto potete invece raggiungere la pagina dedicata su Amazon a tutte le promozioni attive.

Offerte AmazoN PRIME DAY

Tra le offerte del Prime Day c'è la confezione da 4 AirTag (a prezzo super conveniente), ma se volete risparmiare ancora o non vi servono 4 tracker, ci sono anche molti tracker alternativi compatibili con l'ecosistema Dov'è di iOS.

La differenza principale tra AirTag e tutti gli altri tracker per iOS, è che sui tracker di terze parti non è disponibile la funzione Posizione Precisa, che vi permette di ritrovare il tracker seguendo una freccia quando siete vicini. Per il resto, i tracker di terze parti funzionano esattamente come AirTag: si possono far squillare dall'iPhone e, se perdete l'oggetto a cui sono attaccati, potete ritrovarlo sulla mappa, grazie all'ecosistema di Apple.

Se la nostra selezione di tracker Bluetooth non dovesse essere sufficiente a soddisfare le vostre esigenze, potete consultare tutte le offerte disponibili su Amazon.it. Di seguito vi lasciamo altre raccolte che abbiamo curato personalmente, che pensiamo potrebbero interessarvi.

L'articolo Non rimandare ancora: al Prime Day comprati un tracker Bluetooth! sembra essere il primo su Smartworld.

Neuralink affronta gli ostacoli nel test sui chip cerebrali

Tecnoandroid - Tue, 07/16/2024 - 16:30

Neuralink, l’ambiziosa azienda fondata da Elon Musk, sta facendo passi da gigante nel campo dell’interfaccia cervello-computer, nonostante alcuni ostacoli significativi. Attualmente, l’attenzione è focalizzata sui test condotti sul primo paziente umano, un passo audace verso l’implementazione di ciò che Musk descrive come “superpoteri cibernetici“.

 

Neuralink e le ambizioni di Musk

Secondo le recenti dichiarazioni dell’imprenditore, i chip impiantati nel cervello non solo consentiranno di “controllare i robot con la mente”, ma rappresenteranno anche un salto significativo nella fusione tra intelligenza umana e tecnologia avanzata. Tuttavia, Musk non ha fornito dettagli precisi su quanto tempo ci vorrà per realizzare questa visione futuristica.

Nonostante il primo paziente abbia riscontrato problemi hardware, con il dispositivo che si è potenzialmente staccato dal cervello poche settimane dopo l’intervento chirurgico, Neuralink rimane determinata a progredire. La società ha annunciato l’intenzione di impiantare il chip in un secondo paziente entro la prossima settimana, dimostrando una volontà resiliente di superare le sfide iniziali.

Per affrontare i rischi di staccamento dell’impianto, Neuralink ha preso misure correttive significative. Queste includono l’inserimento più profondo dei fili nel cervello e la rimozione delle sacche d’aria residue nel cranio dopo l’intervento chirurgico. Gli ingegneri stanno anche lavorando su un nuovo dispositivo progettato per raddoppiare la larghezza di banda rispetto al modello attuale, migliorando così l’efficacia e la sicurezza dell’interfaccia.

 

Nell’attesa di superpoteri cibernetici

Le ambizioni di Neuralink non si limitano alla correzione dei problemi tecnici, ma mirano a rivoluzionare il modo in cui gli esseri umani interagiscono con la tecnologia. Musk ha espresso ottimismo riguardo ai progressi futuri, auspicando che entro la fine dell’anno i test raggiungeranno traguardi significativi.

Questi sviluppi pongono Neuralink al centro dell’attenzione internazionale, non solo per le sue innovazioni tecnologiche, ma anche per le implicazioni etiche e sociali di un’interfaccia cervello-computer così avanzata. Mentre il mondo guarda con interesse ai prossimi passi di Neuralink, resta da vedere come l’azienda affronterà le sfide tecniche e regolatorie che si presenteranno nel percorso verso la realizzazione dei “superpoteri cibernetici“.

L'articolo Neuralink affronta gli ostacoli nel test sui chip cerebrali proviene da TecnoAndroid.

X Corp vince causa da 500 milioni su liquidazioni non pagate

Tecnoandroid - Tue, 07/16/2024 - 16:00

X Corp, l’ex Twitter ora sotto la guida di Elon Musk, continua a essere al centro di battaglie legali da quando l’imprenditore ha preso il controllo della piattaforma. Recentemente, una delle questioni più calde è stata la causa intentata da Courtney McMillian, ex “head of total rewards” di Twitter, che ha accusato l’azienda di aver omesso il pagamento di liquidazioni per oltre 6.000 dipendenti licenziati. La richiesta di McMillian ammontava a 500 milioni di dollari per liquidazioni non corrisposte.

 

La decisione della giudice Thompson

La causa collettiva, basata sulla legge federale Employee Retirement Income Security Act (ERISA), sosteneva che il piano di liquidazione di Twitter dovesse garantire tre mesi di stipendio e copertura sanitaria ai lavoratori licenziati. Tuttavia, i dipendenti avevano ricevuto solo un mese di stipendio come buonuscita, molto al di sotto delle aspettative.

La settimana scorsa, il giudice distrettuale Trina Thompson ha emesso una sentenza favorevole a Musk, accogliendo la sua mozione per respingere il reclamo collettivo. La decisione si fonda sul fatto che il piano di liquidazione adottato dopo l’acquisizione di Twitter nel 2022, sotto la nuova gestione di Musk, non rispettava i parametri di ERISA, poiché i dipendenti erano stati informati di un diverso schema di pagamento prima dei licenziamenti. Pertanto, il piano di liquidazione dell’epoca pre-Musk, basato sul 2019, non era applicabile.

Il portavoce di McMillian ha espresso delusione per la sentenza, dichiarando che il team legale sta esplorando altre opzioni legali per ottenere una compensazione maggiore. La decisione del giudice Thompson ha lasciato aperta la possibilità di modificare il reclamo per includere rivendicazioni non basate su ERISA. Se i querelanti decidessero di procedere, il tribunale potrebbe valutare l’inclusione di questo caso in altre cause legali pendenti contro X Corp/Twitter.

 

Un precedente importante

Tra le cause in corso, ci sono richieste di ulteriori 128 milioni di dollari per liquidazioni non pagate e circa 1 milione di dollari per spese legali non corrisposte. Questi casi sottolineano le tensioni e le difficoltà affrontate dai dipendenti durante i cambiamenti drastici imposti da Musk.

La gestione di Twitter sotto Musk solleva interrogativi sulla protezione dei diritti dei lavoratori e sulle pratiche aziendali durante le acquisizioni. La sentenza di Thompson potrebbe quindi rappresentare un precedente importante per future controversie legali in situazioni simili.

L'articolo X Corp vince causa da 500 milioni su liquidazioni non pagate proviene da TecnoAndroid.

Solus Announces Transition Away From Snap

Linux Today - Tue, 07/16/2024 - 16:00

Solus drops AppArmor patches in Linux kernel 6.9 and phase out Snap support by 2025, shifting focus to Flatpak for software installs.

The post Solus Announces Transition Away From Snap appeared first on Linux Today.

Pages