Feed aggregator

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


Smartphone: ricarica notturna sconsigliata e pericolosa, ecco perché

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 07:00

Smartphone: ricarica notturna sconsigliata e pericolosa, ecco perché Tecnoandroid

La ricarica notturna del proprio smartphone potrebbe essere a tratti pericolosa per gli utenti, una notizia che sembra un fulmine a ciel sereno, ma che allo stesso tempo nasconde un’amara verità a cui molti di noi non hanno mai effettivamente pensato, e che risulta da un recentissimo studio americano.

Alzi la mano chi tutte le notti ricarica il proprio smartphone? immaginiamo che molti di voi si sono indubbiamente sentiti chiamati in causa, giustamente oseremmo dire, proprio il momento della giornata in cui il dispositivo mobile “riposa”, è esattamente il momento in cui poterlo ricaricare. Il problema non è la ricarica notturna in sè, più che altro la strada che si intraprende nella ricarica, capiamo meglio.

Prima iscrivetevi al nostro canale Telegram ufficiale dedicato ad Amazon, al suo interno trovate le offerte Black Friday e tantissimi codici sconto gratis per risparmiare subito sui vostri regali natalizi.

 

Smartphone: la ricarica notturna è sconsigliata, ma perchè?

Stando ad un recente studio americano, infatti, molti utenti posizionano lo smartphone sotto il cuscino o le coperte in fase di ricarica, una prassi sbagliatissima e dannatamente pericolosa per la salute. Il motivo è semplice, durante tale operazione, il terminale si scalda, o meglio la batteria aumenta di temperatura, per questo richiede il giusto spazio e l’aerazione per il raffreddamento completo.

Effettuando la ricarica in uno spazio così ridotto ed in grado di trattenere moltissimo il calore, quali sono il cuscino o le coperte, il rischio è di incorrere nell’esplosione della batteria o anche in un principio di incendio. Pericoli reali e molto gravi, per i quali consigliamo caldamente di prestare la massima attenzione.

Smartphone: ricarica notturna sconsigliata e pericolosa, ecco perché Tecnoandroid

Mercedes vuole far pagare un abbonamento per potenziare il motore dell’auto tramite software

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 06:35

Mercedes vuole far pagare un abbonamento per potenziare il motore dell’auto tramite software Tecnoandroid

Mercedes sta adottando delle tattiche commerciali che sono spesso usate nel settore dei videogiochi: sta offrendo ai proprietari di veicoli elettrici Mercedes-EQ l’opportunità” di pagare un’enorme quota annuale per far andare la loro auto da 0 a 100 km più velocemente (proprio come se fosse un DLC di un gioco).

Puoi ottenere questo boost sulle auto EQS o EQE. Come riportato da The Drive, Mercedes chiederà 1.200 euro all’anno per “Accelerare in modo più potente: aumentare la coppia e la potenza massima della tua Mercedes-EQ“.

In pratica la società caricherà un aggiornamento del software che modifica in modo più ottimale la coppia dell’auto mettendo a punto il motore elettrico. Non è un servizio di cloud computing costoso ed espansivo che necessita di calcoli eccessivi. La società sta limitando semplicemente artificialmente la potenza di una macchina che costa migliaia di euro tramite software.

Un sistema di abbonamento che ha fatto arrabbiare molti utenti

La notizia della decisione della Mercedes arriva dopo le polemiche all’inizio di quest’anno, quando la BMW voleva che le persone pagassero per utilizzare i sedili riscaldati nei loro veicoli. Una caratteristica che dovrebbe essere standard in un auto da oltre 30000 euro. Le persone hanno risposto a questa provocazione “hackerando” i sedili riscaldati.

Molti sperano che queste “innovazioni” non diventino una realtà nel mondo delle auto elettriche. Immagina quanto sarebbero entusiasti Nvidia o AMD di venderti un servizio che rende la tua scheda grafica “più veloce“? Quanto sarebbe entusiasta Intel di eseguire un abbonamento che “sblocca due core” sulla tua CPU. Molti utenti sono indignati solo a pensarci.

Mercedes vuole far pagare un abbonamento per potenziare il motore dell’auto tramite software Tecnoandroid

Per risparmiare in bolletta gli operatori telefonici stanno spegnendo i ripetitori di notte

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 06:30

Per risparmiare in bolletta gli operatori telefonici stanno spegnendo i ripetitori di notte Tecnoandroid

Le telecomunicazioni stanno già affrontando un aumento dei costi energetici sulla scia dell’espansione delle loro reti 5G. Secondo MTN Consulting, ci sarà una pressione al rialzo sul rapporto tra servizi pubblici e spesa Opex con il passaggio alle reti mobili 5G. Una tipica stazione base 5G consuma fino al doppio o più della potenza di una stazione base 4G.

La spesa delle telecomunicazioni per i servizi di pubblica utilità (elettricità, carburante e acqua) è stata pari al 5,2% di Opex nel 2020. L’adozione del 5G sta facendo aumentare i costi, poiché diversi primi utenti hanno visto aumenti della spesa per i servizi pubblici.

Il rapporto Reuters afferma che la Russia ha deciso di interrompere le forniture di gas attraverso la rotta di approvvigionamento chiave dell’Europa sulla scia del conflitto in Ucraina e lo sviluppo si tradurrà in una carenza di energia per tutti gli operatori di telecomunicazioni.

Funzionari dell’industria delle telecomunicazioni affermano che un inverno rigido metterà alla prova l’infrastruttura di telecomunicazioni europea, costringendo le aziende e i governi a cercare di mitigare l’impatto.

Bisogna resistere in questi mesi

Attualmente non ci sono abbastanza sistemi di backup nei paesi europei per gestire le interruzioni di corrente, e ciò aumenterà il numero di interruzioni delle linee telefoniche.

Diversi paesi dell’Unione Europea stanno cercando di garantire che le comunicazioni possano continuare anche se le interruzioni di corrente finiscono per esaurire le batterie di backup installate sulle migliaia di antenne cellulari sparse sul loro territorio.

L’Europa ha quasi mezzo milione di torri di telecomunicazioni e la maggior parte di esse dispone di batterie di riserva che durano circa 30 minuti per far funzionare le antenne mobili.

I produttori di apparecchiature per telecomunicazioni Nokia ed Ericsson stanno lavorando con gli operatori mobili per mitigare l’impatto di una carenza di energia.

Gli operatori di telecomunicazioni europei devono rivedere le loro reti per ridurre il consumo di energia extra e modernizzare le loro apparecchiature utilizzando progetti radio più efficienti dal punto di vista energetico, hanno affermato i dirigenti delle telecomunicazioni.

Le società utilizzano dei oftware per ottimizzare il flusso del traffico, mettere in modalità riposo le torri quando non sono in uso e spegnere diverse bande di spettro per risparmiare energia, come TIM e Iliad già fanno.

Per risparmiare in bolletta gli operatori telefonici stanno spegnendo i ripetitori di notte Tecnoandroid

Google TV vs Android TV: ecco le differenze più importanti da tenere a mente

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 06:10

Google TV vs Android TV: ecco le differenze più importanti da tenere a mente Tecnoandroid

Google TV e Android TV sono due diverse piattaforme multimediali che ti consentono di trasmettere in streaming i tuoi film, programmi TV, musica preferiti e altro ancora.

Mentre Google ha sviluppato Android TV per l’uso su TV, lettori multimediali, dispositivi di streaming e altro ancora, Google TV è essenzialmente una versione simile che offre funzionalità extra e un paio di modifiche al design.

Android TV e Google TV offrono quasi le stesse cose, come app di streaming e navigazione in Internet, ma ci sono alcune differenze chiave da sottolineare.

Che cos’è Google TV?

L’anno scorso, Google ha annunciato la sua nuova piattaforma di smart TV, nota come Google TV. Un’interfaccia utente che funziona su dispositivi Android come smartphone, TV e l’ultimo Google Chromecast.

Google TV consente agli utenti di accedere ai propri contenuti preferiti tra cui Netflix, Disney Plus, Amazon Prime Video, YouTube, Apple TV, HBO Max e molti altri. Sebbene possa sembrare abbastanza simile ad altre piattaforme intelligenti sul mercato, Google vuole che gli utenti abbiano un accesso più facile e veloce ai loro contenuti più visti e consigliati. Lo fa mescolando insieme tutti i contenuti di ciascun servizio di streaming e inserendolo in un’unica interfaccia in modo da poter cercare in tutti i servizi di streaming con un semplice clic.

Ad esempio, invece di cercare i contenuti Netflix sull’app Netflix, vai alla schermata iniziale dove Google TV ti darà un accesso facile e veloce a ciò che vuoi guardare senza che tu debba perdere tempo accedendo a ciascuna app.

Inoltre ha funzionalità che non sono su Android TV. La cosa interessante è che è molto più user-friendly in quanto non è necessario essere davanti allo schermo per azionarlo. Puoi aggiungere film o programmi TV alla tua lista di controllo tramite il telefono, l’ideale per pianificare gli spettacoli in anticipo.

In più ha anche una funzione intelligente che suggerirà contenuti che potrebbero piacerti in base alle tue abitudini.

Inoltre è pensato per i bambini, poiché ti da la possibilità di creare un canale solo per loro che mostrerà solo contenuti adatti all’età. I genitori possono mantenere il controllo completo di questo canale utilizzando l’app Family Link per bloccare le app, controllare quali applicazioni vengono utilizzate e impostare limiti di visualizzazione e orari.

Cos’è Android TV?

Android TV è un sistema operativo Android progettato da Google per l’utilizzo su TV, stick di streaming, lettori multimediali digitali e persino soundbar. La piattaforma è integrata in molti televisori di marchi come Philips, Sony e Sharp. È dotato di una vasta gamma di app scaricabili tramite Google Play Store, tra cui Netflix, Disney Channel, Spotify, YouTube e HBO Now. Ci sono anche una serie di canali live utilizzabili tramite Android TV, tra cui Bloomberg TV, NFL e ABC, e una serie di app di gioco.

Android TV elimina il disordine offrendoti un’esperienza più diretta e più snella, limitata a ciò che il tuo televisore può gestire.

Ciò significa che Google Play Store su Android TV mostra solo le app supportate dalla piattaforma TV, non tutte quelle disponibili sugli smartphone.

I televisori prodotti dal 2017 in poi con Android TV incluso sono dotati anche dell’Assistente Google come impostazione predefinita. Quindi puoi semplicemente dire “OK Google” per controllare i tuoi prodotti per la casa intelligente e a svolgere attività come controllare il tuo calendario o aggiungere alla tua lista di cose da fare.

La ricerca vocale, tramite la funzione remota, può impedirti di perdere tempo e digitare ciò che stai cercando; basta pronunciare il nome dell’attore, del film o del programma televisivo che stai cercando nel telecomando e Android TV lo troverà per te.

Google TV vs Android TV: ecco le differenze più importanti da tenere a mente Tecnoandroid

Impianto solare offshore: arriva un parco solare galleggiante in Olanda

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 06:05

Impianto solare offshore: arriva un parco solare galleggiante in Olanda Tecnoandroid

A seguito di un accordo di collaborazione firmato tra SolarDuck e RWE a luglio, RWE ha selezionato SolarDuck come fornitore esclusivo per la tecnologia del per il parco eolico offshore Hollandse Kust West (HKW) VII.

L’offerta vincente ora concretizzerà una centrale elettrica ibrida OFS su larga scala. SolarDuck costruirà un dimostratore da 5 MW con innovative soluzioni integrate insieme ad un accumulatore di energia.

“Questo è un progetto di punta per SolarDuck e un’importante pietra miliare per il più ampio settore OFS“, afferma il CEO di SolarDuck Koen Burgers. “SolarDuck, essendo il primo a costruire un progetto ibrido su questa scala, dimostrerà la robustezza della nostra soluzione, dimostrerà l’importante ruolo dell’integrazione dei sistemi nella costruzione di sistemi energetici adatti al futuro e consentirà il ridimensionamento della tecnologia per accelerarne l’adozione. Siamo orgogliosi di lavorare insieme al nostro partner, RWE, in questo importante progetto”.

L’Olanda è orientata al futuro

SolarDuck, una società OFS olandese-norvegese, genera energia solare offshore utilizzando la sua tecnologia all’avanguardia.

Il parco eolico HKW VII è uno dei due che entreranno in funzione entro il 2026 con una capacità di 700 MW. La struttura si trova a circa 53 chilometri al largo della costa occidentale dei Paesi Bassi. Oltre alla produzione di energia eolica offshore, il governo ha chiesto alle parti partecipanti di offrire soluzioni per la piena integrazione di tutta l’elettricità generata nel sistema energetico olandese.

L’Olanda non è nuova a queste soluzioni innovative, il paese infatti si è sempre spinto verso queste soluzioni Green, e ancora una volta dimostra l’impegno e la dedizione verso l’adozione di un futuro eco-sostenibile.

Impianto solare offshore: arriva un parco solare galleggiante in Olanda Tecnoandroid

Offerte WindTre: minuti, SMS e fino a 200 GB per i nuovi clienti

Tecnoandroid - Fri, 11/25/2022 - 06:01

Offerte WindTre: minuti, SMS e fino a 200 GB per i nuovi clienti Tecnoandroid

I nuovi clienti WindTre possono contare su numerosissime offerte attraverso le quali ricevere minuti, SMS e Giga per la navigazione. Le migliori tariffe sono attualmente rivolte ai clienti che effettuano il trasferimento del numero dal alcuni operatori low cost ma anche chi decide di attivare una nuova linea ha la possibilità di ricevere fino a 200 GB di traffico dati al mese.

Scopriamo, dunque, tutti i dettagli su alcune delle migliori offerte WindTre da attivare questo mese!

Passa a WindTre: ecco le offerte da non perdere questo mese!

 

Le offerte WindTre più allettanti sono senza alcun dubbio quelle appartenenti al pacchetto GO e quindi rivolte esclusivamente ai clienti provenienti da Iliad o uno degli MVNO qui riportati:

Fastweb, Poste Mobile, BT Enia, BT Italia, DailyTelecom, CoopVoce, DIGI Mobil, DIGITEL, Enegan, ERG Mobile, Green Telecomunicazioni, Intermatica, Mundio, Nextus, Noitel, NTmobile, NV Mobile, Optima, Plintron, Rabona Mobile, Ringo, 1Mobile, Rabona New, Spusu, Tiscali, Uno Mobile, Welcome Italia, WithU.

I clienti in questione hanno l’opportunità di accedere al sito ufficiale del gestore e richiedere la nuova SIM e il trasferimento del numero così da poter attivare una delle seguenti offerte:

  • la WindTre GO 50 Star + Digital che include minuti illimitati verso tutti, 200 SMS verso tutti e 50 GB di traffico dati per la navigazione a un costo di 7,99 euro al mese.
  • la WindTre GO 101 Star + Digital con Easy Pay che prevede minuti illimitati verso tutti, 200 SMS verso tutti e 101 GB di traffico dati per la navigazione a un costo di 7,99 euro al mese.
  • la WindTre GO 150 Flash + Digital con Easy Pay che include minuti illimitati verso tutti, 200 SMS verso tutti e 150 GB di traffico dati per la navigazione a un costo di 8,99 euro al mese.
  • la WindTre GO 100 Special + Digital con Easy Pay che permette di ricevere minuti illimitati verso tutti, 200 SMS verso tutti e 100 GB di traffico dati per la navigazione a un costo di 9,99 euro al mese

Una delle offerte più convenienti per chi proviene da altri operatori e per gli utenti che decidono di attivare una nuova linea è la WindTre Di Più FULL 5G. L’offerta richiede una spesa mensile di 14,99 euro al mese e permette di ricevere: minuti illimitati verso tutti i numeri, 50 minuti verso l’estero, 200 SMS verso tutti i numeri e 100 GB di traffico dati.

Inoltre, i nuovi clienti possono abbinare all’offerta l’acquisto di uno smartphone a rate così da aumentare anche i Giga previsti, che diventeranno 200 al mese. Optando per uno smartphone Xiaomi Redmi 10 5G non sarà previsto alcun costo aggiuntivo e non sarà necessario affrontare alcuna spesa mensile poiché offerto gratuitamente dal gestore.

Offerte WindTre: minuti, SMS e fino a 200 GB per i nuovi clienti Tecnoandroid

2 Ways to Install Nvidia Drivers on Debian 11 and 10

Linux Today - Fri, 11/25/2022 - 04:00

The following tutorial will teach you how to install Nvidia Graphic Drivers with either Debian or the Nvidia repository.

The post 2 Ways to Install Nvidia Drivers on Debian 11 and 10 appeared first on Linux Today.

Proton 7.0-5 Adds Support for More Games, Lots of Improvements

Linux Today - Fri, 11/25/2022 - 02:00

Proton 7.0-5 adds support for even more video games you can now play on your favorite GNU/Linux distribution.

The post Proton 7.0-5 Adds Support for More Games, Lots of Improvements appeared first on Linux Today.

Oracle Linux 8.7 is Here With Unbreakable Enterprise Kernel R7

Linux Today - Fri, 11/25/2022 - 00:00

Oracle Linux 8.7 includes numerous updates for software developers and security and system tool improvements.

The post Oracle Linux 8.7 is Here With Unbreakable Enterprise Kernel R7 appeared first on Linux Today.

OBS Studio 29.0 Promises Media Key Support on Linux

Linux Today - Thu, 11/24/2022 - 22:00

With its entrance into public beta testing, OBS Studio 29.0 is making plenty of promises. Learn more about the latest release’s upcoming features.

The post OBS Studio 29.0 Promises Media Key Support on Linux appeared first on Linux Today.

Samsung vuole concludere i suoi aggiornamenti One UI 5 molto presto

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 21:30

Samsung vuole concludere i suoi aggiornamenti One UI 5 molto presto Tecnoandroid

L’aggiornamento One UI 5 basato su Android 13 è già stato portato su un gran numero di dispositivi Samsung, dimostrando che Samsung è al passo con questo aggiornamento. È difficile contestare che la società non sia in prima linea quando si tratta della varietà di dispositivi supportati. Questi vanno dai telefoni di punta più recenti agli smartphone economici più vecchi.

Ora, un funzionario di Samsung Electronics di nome Sally Hyesoon Jeong ha rivelato a SamMobile che la società sta lavorando duramente per ottenere l’aggiornamento di Android 13 a tutti i telefoni compatibili entro la fine dell’anno. ‘Dal punto di vista dell’ingegneria e della gestione del prodotto, non è possibile prevedere una tempistica specifica per ciascun modello; tuttavia, vorremmo terminare il lancio entro la fine di quest’anno, se possibile.’, ha dichiarato.

Samsung One UI 5 arriverà a breve per i dispositivi Samsung

Ciò indica che l’azienda ha poco più di un mese prima di portare One UI 5 su tutti i dispositivi. Tuttavia, Samsung ha già mostrato una velocità incredibile, quindi non saremmo scioccati se raggiungesse davvero questo obiettivo data la sua traiettoria attuale. Alla luce di ciò, uno dei potenziali rischi associati a una rapida implementazione di un aggiornamento è la possibilità che i difetti critici vengano trascurati. Hyesoon Jeong lo ha riconosciuto e ha affermato che ‘è stata presa una scelta mirata per offrire aggiornamenti nel modo più affidabile senza sacrificare la velocità’.

Al momento non sappiamo quali saranno i dispositivi che riceveranno One UI 5, quindi dovrai controllare quotidianamente la disponibilità di un aggiornamento. Nel frattempo potrai prepararti a ricevere le funzionalità che più ti piacciono di Android 13.

Samsung vuole concludere i suoi aggiornamenti One UI 5 molto presto Tecnoandroid

Android 13 è in arrivo su Galaxy Z Fold 4 e Z Flip 4

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 21:00

Android 13 è in arrivo su Galaxy Z Fold 4 e Z Flip 4 Tecnoandroid

Il sistema operativo si sta facendo strada su un numero maggiore di dispositivi, grazie in gran parte alla distribuzione piuttosto rapida di Android 13 da parte di Samsung, avvenuta abbastanza rapidamente. Android 13 è stato reso disponibile per Galaxy Z Fold 3 e Flip 3 e i suoi successori, Fold 4 e Flip 4, stanno diventando più ampiamente accessibili. Galaxy Z Fold 3 e Flip 3 possono ora essere aggiornati ad Android 13.

Poco più di una settimana fa, Samsung è stata la prima azienda a fornire Android 13 sui suoi smartphone Galaxy Z Fold 3 e Flip 3. La versione stabile di One UI 5 è stata resa accessibile in diversi ambiti, ma coloro che avevano partecipato al programma beta di One UI 5 sono stati i primi ad ottenerla.

Android 13 si prepara al debutto sui device pieghevoli

Secondo SamMobile, non è più così, poiché Samsung sta ora rilasciando l’aggiornamento stabile di Android 13 per Galaxy Z Fold 3 e Galaxy Z Flip 3 in diversi paesi in tutta Europa. Come parte dell’aggiornamento, la versione del firmware F711BXXU3DVK3 per Flip 3 e F926BXXU2DVK3 per Fold 3 è stata aggiornata. Inoltre, la patch di sicurezza per novembre 2022 è stata inclusa nell’aggiornamento.

Nel frattempo, Samsung ha reso disponibile per il download lo stesso aggiornamento software per Galaxy Z Fold 4 e Z Flip 4. Dopo il suo rilascio in Europa e in diverse altre regioni, Android 13 è ora in procinto di essere reso accessibile  su entrambi i tipi di smartphone negli Stati Uniti. Gli utenti di T-Mobile hanno iniziato a ricevere l’aggiornamento, ma i clienti di altri operatori lo stanno ancora aspettando.

Android 13 è in arrivo su Galaxy Z Fold 4 e Z Flip 4 Tecnoandroid

Recensione spazzolino Oral-B iO10: il Top per la pulizia smart dei denti

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 20:15

Recensione spazzolino Oral-B iO10: il Top per la pulizia smart dei denti Tecnoandroid

Oral-B iO Series 10 è un dispositivo premium che offre ciò che si può desiderare in uno è uno spazzolino elettrico smart.

Purtroppo anche il prezzo è davvero da fascia premium.

Design e Materiali

Disponibile in due colorazioni, Stardust White e Cosmic Black, con custodia da viaggio abbinata.

In confezione troviamo, oltre allo spazzolino iO10, il caricatore intelligente iO Sense per 3 ore di ricarica rapida, la custodia da viaggio ricaricabile e il porta testine di ricambio.

Il manico ha una decorazione a tema stazione in vase alla colorazione.

Sulla frontale dello spazzolino troviamo un pannello ovale, all’interno del quale risiedono il pulsante on/off, il display LED a colori e il pulsante di selezione delle modalità di utilizzo.

Davvero un lusso avere un display a colori su uno spazzolino elettrico, sicuramente un qualcosa di superfluo ma è molto chiaro poiché oltre all’icona un’icona è presente un nome/etichetta per la modalità.

#tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item1 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/Oral-B-IO-10-2--160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item2 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/Oral-B-IO-10-1--160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item3 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/Oral-B-IO-10-3--160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } 1 su 3 Caratteristiche e Funzioni

Le caratteristiche principali sono

  • IO Sense
  • Display interattivo a colori
  • Timer
  • Sensore di pressione intelligente
  • Motore brushless silenzioso
  • Connettività Bluetooth
  • Rilevamento della posizione in tempo reale con tracciamento a 16 zone
  • Custodia da viaggio Power2go
  • Caricabatterie intelligente iO Sense

Il display interattivo a colori mostra la modalità utilizzata, lo stato di avanzamento della ricarica e il timer di spazzolatura di 2 minuti.

Alla base della parte intercambiabile è presente un LED che ci notificherà quando spazzoleremo con troppo vigore illuminandosi di rosso, una retroilluminazione verde ci indicherà invece che stiamo spazzolando nel modo corretto per proteggere le gengive.

Mentre stiamo utilizzando lo spazzolino sul display a colori viene visualizzato un timer che  con una bella grafica a cerchio che diventa gradualmente blu ci informa sullo stato di avanzamento della nostra pulizia dei denti.

7 modalità di pulizia con un ordine personalizzabile

L’iO10 offre ben 7 modalità di pulizia, un numero incredibile di modalità, forse non serve nemmeno averne così tante e alla fine vi ritroverete ad utilizzare quasi sempre le solite 2 o 3…in particolare a noi soddisfavano molto le modalità Daily Clean e Sensitive.

Ecco riepilogate tutte le modalità:

  1. Daily Clean – Modalità standard
  2. Sensitive: pulizia delicata per le aree sensibili
  3. Whiten – Lucidatura per effetto sbiancante
  4. Gum Care – Massaggio delle gengive
  5. Intense – la pulizia più intensa e potente
  6. Super Sensitive – Pulizia super delicata
  7. Tongue Clean – Pulizia della lingua

Come ogni spazzolino che si rispetti ci mostrerà un timer di 2 minuti per incoraggiarci a pulire adeguatamente la nostra dentatura, ma qui si va oltre e grazie all’applicazione per smartphone verremo guidate a pulire con precisione ogni sezione delle nostre arcate tramite il monitoraggio 3D dei denti.

Ha un sensore di pressione precisissimo, in grado di indicarci se stiamo esercitando la giusta forza oppure poca o troppa.
Il LED integrato si illuminerà di bianco se la pressione è insufficiente, rosso se è troppa e co un rassicurante verde ci confermerà che stiamo esercitando la giusta forza.

E se non state lavando I denti davanti allo specchio potrete guardare la base di ricarica smart illuminarsi e darvi anch’essa indicazioni sulla pressione esercitata!

Conclusioni

Costa davvero parecchio questo Oral-B iO10, circa 350 euro ed è difficile giustificare una cifra simile, anche se è per la salute dei nostri denti.

In circolazione ci sono moltissimi spazzolini elettrici decisamente più economici, che naturalmente non vantano le infinite caratteristiche e qualità del nuovo serie 10 e la scansione 3D dei denti e il precisissimo sensore di pressione giustificano, in parte, la spesa.

Recensione spazzolino Oral-B iO10: il Top per la pulizia smart dei denti Tecnoandroid

The Witcher 3, un nuovo importante aggiornamento sta arrivando

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 20:00

The Witcher 3, un nuovo importante aggiornamento sta arrivando Tecnoandroid

The Witcher 3: Wild Hunt continua a ricevere aggiornamenti e CD Projekt Red ha rivelato cosa anticipare quando il prossimo grande aggiornamento uscirà il 14 dicembre. Una delle principali nuove funzionalità del PC è una modalità immagine, che consente ai giocatori di catturare e condividere fotografie. Secondo lo studio, in seguito si terrà un concorso per la modalità immagine. Per anni, i fan si sono chiesti se il gioco avrebbe mai avuto un’opzione per le immagini, e ora ce l’ha.

Inoltre, sarà disponibile una nuova fotocamera per PC, che avvicinerà la fotocamera a Geralt. I giocatori possono modificare la disposizione della telecamera per varie circostanze come esplorazione, battaglia e cavalcare Roach. Su PC, The Witcher 3 avrà anche ray-tracing e occlusione ambientale, oltre a impostazioni “ultra-plus” che porteranno ulteriori dettagli sui personaggi sullo sfondo e sulle caratteristiche ambientali.

The Witcher 3 continua a ricevere aggiornamenti

I giocatori su PlayStation 5 e Xbox Series X | S possono aspettarsi le impostazioni di prestazioni e qualità, che consentono loro di preferire le prestazioni (maggiore frequenza dei fotogrammi) o la qualità (migliore grafica). Raytracing, ambient occlusion e altri miglioramenti grafici saranno disponibili anche per i possessori di PS5 e Xbox Series X. Questi non saranno disponibili per la serie S meno potente, sebbene includa scelte a 30 fps e 60 fps.

The Witcher 3 su PS5 trarrà vantaggio dal feedback tattile e dai trigger adattivi del controller DualSense, consentendo ai giocatori di “sentire” l’azione mentre colpiscono un avversario con una spada o eseguono magie. Ci sarà anche una nuova modalità speciale in cui i giocatori potranno lanciare segni tenendo premuto L2 e utilizzando i pulsanti frontali invece di dover aprire ogni volta il menu radiale.

L’aggiornamento include anche una serie di ulteriori miglioramenti della qualità della vita, come nuove opzioni di camminata e jogging per Geralt e la possibilità di modificare la dimensione dei sottotitoli del gioco. Anche i filmati dovrebbero essere aggiornati per gestire eventuali problemi di lag. Con l’ultimo aggiornamento, gli utenti possono ora interrompere i filmati del gioco. Le note sulla patch complete verranno rilasciate più vicino alla data di lancio, con gli sviluppatori che suggeriscono che potrebbero esserci altre “sorprese” in arrivo.

The Witcher 3, un nuovo importante aggiornamento sta arrivando Tecnoandroid

How to Install LibreOffice Base Database in Ubuntu and Other Linux

Linux Today - Thu, 11/24/2022 - 20:00

This tutorial shows how to install LibreOffice Base — the database module of this office suite — in Ubuntu and other distros.

The post How to Install LibreOffice Base Database in Ubuntu and Other Linux appeared first on Linux Today.

Google Messaggi sta finalmente dando agli utenti più libertà nelle risposte

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 19:30

Google Messaggi sta finalmente dando agli utenti più libertà nelle risposte Tecnoandroid

Se utilizzi Google Messages, probabilmente adori il fatto che puoi rispondere a particolari messaggi RCS utilizzando un’emoji. Rispetto alla scrittura di una risposta effettiva, l’aggiunta al messaggio di qualcuno è un’attività molto più semplice e meno dispendiosa in termini di tempo da completare.

Il problema, tuttavia, è che al momento ci sono solo sette diverse reazioni che possono essere selezionate quando si utilizza Google Messaggi. Cosa dovresti fare se vuoi rispondere con un’emoji che dice “Non lo so”? Non c’è una sola opzione tra le sette che potrebbe essere utile.

Google Messaggi ora supporterà tutte le emoji

Possiamo tirare un sospiro di sollievo perché sembra che Google si stia preparando a risolvere questo problema. Alcuni utenti beta dell’app Messaggi segnalano di aver visto un nuovo set di opzioni sulla barra a comparsa che appare quando si preme a lungo un messaggio. Queste opzioni sono accessibili quando si tiene premuto un messaggio da un menu che, se cliccata, mostra il set completo di emoji disponibili. Ciò ti consentirebbe di rispondere a un messaggio con una qualsiasi delle centinaia di emoji disponibili, anziché con l’attuale limite di sette.

Questo è stato scoperto da 9to5Google a settembre, durante uno dei loro smontaggi APK. D’altra parte, questa è la prima volta in assoluto che vediamo provare qualcosa sul canale beta. Tenendo conto del diffuso interesse per questa funzione e della rapidità con cui viene valutata, ci sono buone probabilità che venga inclusa nella versione finale dell’applicazione.

Nelle prossime settimane, prevediamo che questo verrà implementato come funzionalità standard di Messaggi. Prima di poter affermare qualcosa con assoluta certezza, dovremo, tuttavia, attendere che Google faccia un annuncio ufficiale in merito a queste reazioni di Google Messages.

Google Messaggi sta finalmente dando agli utenti più libertà nelle risposte Tecnoandroid

startfetch: A fetch That Shows the Zodiac Constellations

Linux Today - Thu, 11/24/2022 - 19:00

Using C++, this exciting tool allows you to learn about any given constellation. Learn more about how to install and use it here.

The post startfetch: A fetch That Shows the Zodiac Constellations appeared first on Linux Today.

MagicOS 7.0 di Honor è finalmente arrivato, ecco quando potrai utilizzarlo

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 19:00

MagicOS 7.0 di Honor è finalmente arrivato, ecco quando potrai utilizzarlo Tecnoandroid

La serie Honor 80 e una nuovissima versione pieghevole del Magic Vs sono state appena svelate da Honor. Come prevedibile, Honor MagicOS 7.0, una nuovissima interfaccia utente con una miriade di nuove funzionalità, è inclusa con i nuovi telefoni. È destinato a prendere il posto di Magic UI 6.2 e la società ha fornito tutte le informazioni pertinenti relative all’aggiornamento. Inoltre, è stata divulgata la finestra di rilascio per questo aggiornamento sui telefoni Honor acquistati in precedenza.

L’aggiornamento più recente per Honor MagicOS, versione 7.0, presenta un aspetto più semplificato. L’azienda scommette su animazioni fluide e simboli piatti poiché segue le tendenze attuali. In aggiunta a ciò, l’interfaccia utente ora utilizza un nuovissimo carattere tipografico chiamato Honor Sans. La schermata iniziale ora ha cartelle più spaziose e ci sono nuovi widget che migliorano l’esperienza complessiva dell’utente. Inoltre, il programma ha un nuovissimo editor video integrato.

MagicOS 7.0 di Honor introduce tante funzionalità

Una funzionalità completamente nuova nota come MagicRing è inclusa anche nell’aggiornamento Honor MagicOS 7.0. I file possono essere trasferiti tra dispositivi MagicOS senza intoppi, c’è un blocco appunti intelligente e puoi gestire le chiamate e le notifiche in arrivo. L’integrazione con laptop e tablet Honor viene fornita anche tramite questa funzione. Di conseguenza, i pieghevoli riceveranno anche una tastiera a schermo diviso, oltre a un widget intelligente e un task manager. Oltre a ciò, c’è una nuovissima funzionalità a cui è stato dato il nome di Magic Text. Gli utenti possono scansionare il testo e salvarlo come file PDF, oltre a riconoscere il testo contenuto all’interno delle immagini.

L’aggiunta del motore Honor OS TurboX è un altro cambiamento significativo apportato in Honor MagicOS 7.0. La società afferma che migliorerà il modo in cui gestisce il consumo energetico e avvierà le applicazioni più rapidamente. Inoltre, abbiamo un sistema chiamato MagicGuard che protegge dalle minacce sia alla sicurezza che alla privacy.

C’è anche un elenco degli smartphone che riceveranno l’aggiornamento, nonché l’ora specifica in cui lo riceveranno. È importante notare che il lancio iniziale di Honor MagicOS 7.0 avverrà in Cina. Tuttavia, l’aggiornamento per alcuni telefoni non arriverà prima di maggio 2023.

MagicOS 7.0 di Honor è finalmente arrivato, ecco quando potrai utilizzarlo Tecnoandroid

Netflix sorprende tutti, potrebbe arrivare un nuovo gioco per PC

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 18:30

Netflix sorprende tutti, potrebbe arrivare un nuovo gioco per PC Tecnoandroid

Nel corso degli ultimi mesi, Netflix ha lavorato per rafforzare i suoi sforzi di gioco coltivando una crescente libreria di giochi per dispositivi mobile su Android; tuttavia, sembra che questo sarà presto ampliato. Sembrerebbe che Netflix stia facendo progressi verso lo sviluppo di un “gioco per PC AAA”.

I ragazzi di Engadget si sono imbattuti in un annuncio di lavoro pubblicato da Netflix alla ricerca di un regista che guidasse lo sviluppo di un “nuovissimo gioco per PC AAA”. Il regista avrebbe sede a Los Angeles.

Netflix si sta preparando ad un nuovo progetto

Non è chiaro quale sarà il gioco, ma l’elenco richiede che il candidato ideale abbia una precedente esperienza con giochi sparatutto, giochi “live service” e esperienza in Unreal Engine. Non è chiaro quale sarà il gioco. In un mondo perfetto, il gioco sarebbe “degno” di essere adattato in un dramma per Netflix, il che potrebbe suggerire che il servizio di streaming stia cercando un gioco online multigiocatore di massa.

Netflix ha recentemente aperto uno studio a Los Angeles e l’ex regista di Overwatch Chacko Sonny sta dirigendo lo studio. Questa è stata la prima volta che Netflix ha accennato alle sue più ampie ambizioni di gioco. Netflix ha anche fornito una serie di forti indizi che sta lavorando su una piattaforma di cloud gaming. Questa piattaforma renderebbe disponibili giochi di qualità superiore agli abbonati Netflix su dispositivi mobile e altre piattaforme.

Nessuno sa ancora come andrà a finire esattamente tutto questo alla fine. È risaputo che lo sviluppo di giochi AAA richiede un notevole investimento di tempo e risorse. Crucible, il primo tentativo di Amazon, è notoriamente un fallimento e Google ha chiuso Stadia Games & Entertainment prima ancora che lo studio avesse l’opportunità di pubblicare un gioco di livello AAA sulla piattaforma Stadia.

Netflix sorprende tutti, potrebbe arrivare un nuovo gioco per PC Tecnoandroid

Recensione Benq GV30: il proiettore DAVVERO portatile

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 18:05

Recensione Benq GV30: il proiettore DAVVERO portatile Tecnoandroid

Per chi vuole approcciarsi in modo non professionale al mondo della proiezione dei contenuti, probabilmente troverà in Benq GV30 un alleato ideale. Il proiettore viene proposto ad un prezzo tutto sommato contenuto, nonostante non totalmente accessibile. Le sue carte vincenti sono l’alta portabilità, l’audio di qualità e un parco accessori non male. Di contro bisognerà fare qualche “giro” di troppo per utilizzare una piattaforma fondamentale come Netflix e la risoluzione non è delle più alte; ma come già detto non si rivolge per chi cerca un utilizzo professionale.

La voluminosa confezione arriva con una custodia rigida e grigia, con rifiniture gialle. Al suo interno il proiettore portatile, una dongle HDMI per disporre della Android TV sul proiettore, un telecomando con due pile AAA, l’alimentatore, cavo di alimentazione, prese di corrente italiane e estere, una plancia a cui agganciare magneticamente il proiettore e un plettro per aprire il vano in cui è contenuta la dongle.

La prima configurazione è in realtà molto semplice e tutto è ancora più semplificato dal fatto che il manuale utente, ovviamente anche in Italiano, riporta degli utilissimi QR Code che rimandano a dei video in cui sono spiegati i passaggi per risolvere laddove dovessero esserci dei problemi. Per fortuna il proiettore arriva con il pannello già smontato: nonostante il plettro, rimuovere il pannello per la dongle di Android TV è davvero complesso. A parte ciò una volta inserita la chiavetta e configurato l’account Google è tutto in discesa.

Il design di BenQ GV30

Il proiettore arriva in una colorazione bianca, piacevole e con un design snello e giovanile che ispira leggerezza, anche se attirerà polvere molto facilmente. Le dimensioni di BenQ GV30 sono di ‎120 x 195,8 x 185 mm e pesa 1,6 Kg. Presenta quattro tasti, due per il bilanciere del volume, uno per il Bluetooth e uno per l’accensione.

Oltre allo spazio per collegare internamente la dongle HDMI, sul pannello laterale prevede un ulteriore ingresso HDMI, un ingresso jack audio, l’ingresso per l’alimentazione e un ingresso USB Type C. Dunque si potranno collegare altre chiavette HDMI, collegare dispositivi in cui sono archiviati foto e video per proiettarli ovunque si voglia, oltre a poter riprodurre l’audio in cuffia. A proposito di audio, il sistema (di treVolo) è un 2.1, con i pannelli che possono essere utilizzati per ascoltare a 16W totali (4W per speaker, + 8W di bassi). Ciò si traduce con un volume elevato, così come elevata è la qualità, per un prodotto di questa fascia e prezzo. Oltre alla connettività Bluetooth e tramite cavi, troviamo anche il WiFi.

Nella parte alta del proiettore troviamo un invito per trasportare comodamente il proiettore, mentre nella parte inferiore un accessorio molto utile, che consente di agganciare meccanicamente il prodotto ad un cavalletto. Una delle parti più interessanti, perché per aggiustare l’ampiezza dell’immagine dovremo fisicamente spostare il proiettore, perché non vi è modo di regolarlo altrimenti. Una scocciatura per chi vuole proiettare ad esempio l’immagine su una stanza di dimensioni contenute, ad esempio una camera da letto; tuttavia è possibile che l’immagine sia troppo estesa per una parete piccola ad una determinata distanza e la soluzione potrebbe essere di posare il proiettore sul materasso, con conseguenti e immaginabili problemi relativi alla stabilità. Verrebbe dunque più comodo proiettare l’immagine sul soffitto (ed ecco il motivo per cui l’angolo di 135°) oppure posizionare BenQ GV30 su un cavalletto e spostarlo comodamente (quasi) ovunque.

Le performance

La proiezione delle immagini conta su una luminosità non elevata, si arriva a 300 ANSI Lumen. La risoluzione è HD da 1.280 x 720 pixel e un occhio ben allenato non farà fatica ad individuare questo come un limite nella proiezione. Il design è fatto in modo che il proiettore possa roteare su una plancia, in modo da portare la proiezione ad una capacità di 135°, con le immagini che possono essere proiettate anche sul soffitto. Inoltre troviamo la messa a fuoco automatica e la possibilità di regolare la keystone verticale. Essendo portatile si potrà dunque utilizzare anche attraverso la batteria, che offre fino a due ore e mezza di riproduzione. A livello software troviamo tutti i vantaggi della Android TV, che possiamo controllare anche vocalmente dal telecomando, attraverso Google Assistant.

Il vero grande problema di questo dispositivo è che manca Netflix. Per utilizzarlo dovremo scaricare prima l’app BenQ Apps Manager; dopodiché si potrà scaricare Aptoide da cui infine potremo effettuare il download di Netflix. Un processo abbastanza noioso e inconcepibile per un dispositivo di questo tipo. D’accordo che è rivolto ad una fascia d’utenza giovanile, ma è poco intuitivo e nemmeno veloce, anche se è vero che andrà effettuato (auspicabilmente) una volta sola. Ad ogni modo si può ovviare collegando altre chiavette con Netflix integrato, oppure attraverso il mirroring o ancora tramite Chromecast. Insomma le opzioni ci sono, ma sono le meno intuitive per portare Netflix sulle pareti di casa. Possiamo inoltre, se ci dimentichiamo il telecomando, utilizzare lo smartphone e il tablet come telecomando aggiuntivo, dopo una rapida configurazione in seguito al download dell’app BenQ Smart Control.

La riproduzione delle immagini è di una qualità più che buona se non si hanno grandi aspettative. Chi acquista il prodotto è consapevole che non si addice per usi professionali. Un occhio allenato noterà la mancanza di una nitidezza che in genere si cerca su soluzioni simili. Tuttavia l’audio, la facile portabilità e il parco accessori sopperiscono alle mancanze del dispositivo. Durante la riproduzione il rumore generato dal dispositivo è piuttosto elevato, ma si può coprire (quando possibile) alzando il volume degli speaker.

Conclusioni

In definitiva è un prodotto piacevole, con un prezzo adeguato rispetto all’offerta (499 euro in offerta su Amazon) e ricco di accessori e di opzioni per la riproduzione multimediale. La qualità è tangibile, ma le mancanze non sono poche, come Netflix, la difficoltà nel regolare l’ampiezza e il rumore generato nel corso della trasmissione. Tuttavia è un prodotto estremamente portatile, bello, leggero e con una qualità dell’audio elevata; si sente una nitidezza tuttavia migliorabile. Ciò non toglie che rimane un prodotto di qualità e adatto ad un target giovane che non vuole rinunciare alla possibilità di proiettare i propri contenuti preferiti ovunque si voglia.

Recensione Benq GV30: il proiettore DAVVERO portatile Tecnoandroid

Pages