Feed aggregator

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


Google: alcune applicazioni adattate a schermi grandi

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 14:30

Google: alcune applicazioni adattate a schermi grandi Tecnoandroid

Il colosso Google sta proseguendo il proprio lavoro di ottimizzazione per le applicazioni dei propri dispositivi, anche quelli dotati di schermi più grandi del “normale”.

Google ha recentemente rilasciato un aggiornamento dedicato ad alcune applicazioni, in modo che si adattino meglio a schermi più grandi, anche di tablet. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Google aggiorna alcune sue applicazioni

Negli ultimi giorni nella versione beta della principale app di Mountain View, Google, è stata riposizionata la barra di navigazione tra i vari tab. Attualmente è nella parte bassa della schermata, nell’ultima beta sulla sinistra, com’è avvenuto pochi giorni fa con l’app di Google One. Il cambiamento ha posizionato i tasti in maniera più comoda per essere premuti con il pollice, quindi non si devono più staccare dallo schermo quando il tablet o il pieghevole è in orizzontale.

E ancora, non rubano spazio ai contenuti, ed è evidente mettendo di fianco il prima e il poi: va ad occupare una zona in precedenza ampia e inattiva. Certamente è ancora da ottimizzare (non a caso riguarda la versione beta dell’app Google), ma il passo avanti in termini di ergonomia e comfort dell’esperienza d’uso è già evidente.

Parallelamente, Google ha presentato sul suo blog dedicato a Workspace le novità per Presentazioni, dove debutta la possibilità di passare dei contenuti (testo o immagini) su altre app Android semplicemente trascinandoli. Mentre su Google Drive file e cartelle possono essere trascinati col dito per essere riposizionati, operazione che può essere eseguita anche nella visualizzazione a due finestre. Infine, in Documenti Google ottiene il supporto completo del mouse, con lo stesso comportamento che avrebbe su una pagina web: si può ad esempio selezionare del testo con clic sul tasto sinistro + trascinamento puntatore. Sembra banale ma non lo era.

Google: alcune applicazioni adattate a schermi grandi Tecnoandroid

Amazon è folle: offerte Black Friday solo oggi al 90%, prezzi quasi gratis

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 14:00

Amazon è folle: offerte Black Friday solo oggi al 90%, prezzi quasi gratis Tecnoandroid

Amazon è folle, le nuove offerte Black Friday riescono a ridurre di molto la spesa degli utenti, in questo modo, sopratutto in questo periodo propizio di sconti e di prezzi decisamente più bassi del normale, tutti riescono a risparmiare molto più del previsto.

Se non volete perdere nemmeno uno sconto o un’offerta del Black Friday di Amazon, dovete assolutamente iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale, una community di oltre 53’000 utenti con offerte esclusive e segrete pubblicate ogni 10 minuti. Premete qui per entrare gratis.

 

Amazon: attenzione ai nuovi sconti

Una lista incredibile di offerte vi attende direttamente su Amazon, ma se volete godere di una piccola anteprima, qui sotto trovate l’elenco aggiornato con tutti i link necessari per completare l’acquisto al prezzo più basso del momento.

  • BaByliss ST495E Piastra Lisciante 2 in 1 Pure Metal Steam, Funzione Vapore, Diamond Ceramic, 5 Selezioni Temperatura da 150°C a 230°C, Si Riscalda in 15 sec,  39 x 110 mm – PREZZO: 61 euro al posto di 139 euro – LINK.
  • BJORG Bevanda Biologica Latte di Cocco, 100% Ingredienti Vegetale, Ideale per Ricette Dolci, Senza Glutine, Vegan, Prodotto in Italia, 1L  – PREZZO: 1,79 euro LINK.
  • Borotalco Bagnodoccia Rilassante Lavanda e Iris, Bagnoschiuma Corpo, Formula Rilassante, Relax Assoluto, Effetto Borotalco sulla Pelle, Dermatologicamente Testato, 4 Flaconi da 600 m  – PREZZO: 10,18 euro al posto di 14,88 euro – LINK.
  • Panasonic EVOLTA Batteria alcalina, AAA Micro LR03, Confezione da 10 senza plastica, 1.5V, batteria con energia a durata  – PREZZO: 5,24 euro al posto di 10,97 euro – LINK.

Questo e molto altro ancora vi aspetta sul canale telegram, ricordatevi di iscrivervi, più utenti porterete con voi, maggiori saranno le possibilità di risparmio per tutti gli iscritti.

 

Amazon è folle: offerte Black Friday solo oggi al 90%, prezzi quasi gratis Tecnoandroid

Zendure Superbase Pro 2000: la stazione di ricarica che ci salva dal caro bollette [Recensione]

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 14:00

Zendure Superbase Pro 2000: la stazione di ricarica che ci salva dal caro bollette [Recensione] Tecnoandroid

Oggi ci ritroviamo in compagnia di una nuova Superbase Pro 2000, la quale viene prodotta da Zendure. La società ha inserito all’interno della stazione tutte le tecnologie, come il Wi-Fi, il 4G e molto altro.

Design e Peso

Il peso della Zendure Superbase Pro 2000 è di 21Kg, non troppo trasportabile, ma ecco che arriva la maniglia stile trolley, con le ruote al di sotto con un ottimo grip. Ci sarà quindi molta semplicità nel trasporto. Sul fronte ecco il display molto grande con tante informazioni come lo stato di ricarica, i minuti rimanenti che alimenteranno il carico fornito da un dispositivo collegato alla stazione, input ed infine output. Ci sono poi i tasti per accendere l’inverter, per spegnere e accendere il Wi-Fi e per spegnere la stazione. Presente anche il tasto per attivare le prese in basso a corrente continua, compresa la presa accendisigari sul lato.

In basso alla Zendure Superbase Pro 2000 ci sono due porte type-C da 100W, due type-C da 20W e tre pin da 136W. Sulla parte sinistra ecco la presa d’aria per il raffreddamento e lo sportellino per collegare i vari connettori tra cui anche quello dei pannelli solari, per i quali manca però l’adattatore in confezione. Lato destro ecco le prese shuko per connettere gli elettrodomestici con 2 kilowatt ma con tecnologia boost che permette all’occorrenza di arrivare all’erogazione di 3 kilowatt.

Batterie

Le batterie al litio sono quelle da 3,75 volts che erogano tanta energia all’inverter che trasforma a sua volta l’energia in kilowatt. Le batterie possono essere ricaricate per 3.000 volte senza perdere capacità iniziale, per poi perdere il 20% dopo la 3.000esima volta.

Funzionalità

La Zendure Superbase Pro 2000 può essere utilizzata anche come gruppo UPS: nel caso in cui la corrente dovesse venire a mancare, ecco che entra in azione la stazione che alimenterà a sua volta, ovviamente con cavo attaccato, qualsiasi cosa come un PC o una TV ed elettrodomestici vari. Possono essere connessi fino a 4 elettrodomestici e tutti i dispositivi sulle prese USB senza problemi. La stazione può essere caricata fino a 1,8kW sfruttando i pannelli solari.

Applicazione

L’app, la migliore da noi mai testata, indica davvero tutte le informazioni della stazione di Zendure PRO 2000. C’è anche la possibilità di regolare i colori del LED posto nella parte bassa della stazione. Inoltre la PRO 2000 è anche localizzabile mediante l’integrazione di Google Maps nell’app, il tutto soprattutto se avete inserito all’interno della stazione una scheda SIM, visto che supporta il 4G. L’applicazione può essere scaricata dal Google Play Store.

#tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item1 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-17-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item2 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-16-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item3 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-15-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item4 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-14-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item5 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-13-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item6 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-12-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item7 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-11-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item8 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-10-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item9 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-9-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item10 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-8-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item11 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-7-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item12 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-6-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item13 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-5-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item14 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-4-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item15 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-3-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item16 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-2-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item17 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2022/11/zendure-superbase-pro-1-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } 1 su 17 Test

Abbiamo fatto diversi test stressando la Zendure Superbase Pro 2000 collegando insieme la lavatrice, lo scaldino elettrico e una asciugacapelli. La batteria non ne ha risentito, ma a risentirne è stata l’autonomia che ha comunque segnato due ore di utilizzo residuo.

Conclusioni

Perché comprarla? La PRO 2000 di Zendure è una delle migliori stazioni sul mercato e consente di collegare diversi elettrodomestici anche per scongiurare dei blackout essendo provvista della funziona UPS.

Quali sono i motivi per non comprarla? Forse nessuno, magari solo l’inserimento di batterie utili per 6.000 cicli. Il prezzo attuale è circa di 1.600€ ed è acquistabile sul sito ufficiale di Zendure per pochissimi giorni con il codice Zendure10 è possibile ottenere il 10% di sconto.

Zendure Superbase Pro 2000: la stazione di ricarica che ci salva dal caro bollette [Recensione] Tecnoandroid

Honor ha presentato il nuovo pieghevole VS

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 13:30

Honor ha presentato il nuovo pieghevole VS Tecnoandroid

Il colosso Honor ha recentemente presentato il suo nuovo pieghevole denominato Magic VS e altri tre smartphone che vanno a comporre la gamma Honor 80.

Il pieghevole è una evoluzione ma non una rivoluzione del predecessore Magic V mai arrivato in Italia, mentre i nuovi Honor 80, 80 Pro e 80 SE propongono specifiche decisamente interessanti. Scopriamo insieme maggiori dettagli.

 

Honor ha presentato il nuovo pieghevole Magic VS

Il pezzo forte dell’evento Honor è indubbiamente il nuovo smartphone flagship pieghevole a libro Honor Magic Vs, caratterizzato da Snapdragon 8+ Gen 1 di Qualcomm, affiancato da 8 o 12 GB di memoria RAM e 256 o 512 GB di spazio di archiviazione. Come ogni pieghevole a libro che si rispetti, Honor Magic Vs offre due display: internamente troviamo un OLED pieghevole da 7,9 pollici, ben definito ma non troppo luminoso e con refresh rate a 90 Hz che sembra essere lo stesso presente nel predecessore.

Esternamente troviamo un display OLED da 6,45 pollici con risoluzione FHD+ molto allungato, con supporto all’HDR10+ e refresh rate a 120 Hz. Per la prima volta, lo smartphone sarà compatibile con la penna e, nello specifico, sarà compatibile con la Magic Pen. Grazie alla nuova cerniera, realizzata con soli 4 elementi ma comunque molto robusta il display interno sembrerà “senza pieghe” quando verrà aperto.

Dal punto di vista del comparto fotografico, Honor Magic Vs offre una configurazione a tripla fotocamera posteriore e altre due fotocamere incastonate in fori circolari nella parte alta dei due display, sia esterno che interno. Per il resto, troviamo audio stereo, un comparto connettività decisamente completo, un lettore delle impronte digitali montato lateralmente e una batteria da 5000 mAh con supporto alla ricarica rapida a 66 W Honor SuperCharge, che consente una ricarica completa in 46 minuti.

Honor ha presentato il nuovo pieghevole VS Tecnoandroid

Google Messaggi ora offre più opzioni di reazione con emoji

Androidiani - Thu, 11/24/2022 - 13:16
Sembra che Google stia di nuovo sperimentando con la sua app Messaggi, consentendo ora agli utenti di reagire con l’intera gamma di emoji disponibili. In precedenza, i messaggi consentivano agli utenti di reagire con solo una piccola manciata di emoji e, sebbene ciò fosse positivo, con il nuovo aggiornamento si fa ancora meglio. (...)Continua a leggere […]

Audi A6 e-tron: nuovi test su strada per l’elettrica di Audi

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 13:00

Audi A6 e-tron: nuovi test su strada per l’elettrica di Audi Tecnoandroid

Il noto marchio automobilistico tedesco Audi ha in serbo per i prossimi mesi numerose nuove vetture. Tra queste, abbiamo avuto modo di vedere qualche foto spia della versione restyling della prossima Audi A3. Tuttavia, l’azienda sta preparando anche l’arrivo sul mercato di una nuova berlina elettrica, ovvero la prossima Audi A6 e-tron. Audi, in particolare, sta ancora testando l’efficienza di questa vettura. Nel corso delle ultime ore è stata infatti avvistato durante alcuni test sulle piste di Nurburgring.

 

 

Audi A6 e-tron: ecco nuove foto spia della berlina elettrica sulle piste di Nurburgring

Soltanto qualche giorno fa abbiamo avuto modo di vedere alcune foto su strada del restyling della prossima Audi A3. Tuttavia, come già accennato, in queste ore è stata avvistata un’altra vettura del noto marchio tedesco. In particolare, si tratta della prossima Audi A6 e-tron e quest’ultima è stata avvistata durante alcuni test sulla pista di Nurburgring. Dalle foto pubblicate in rete, è possibile osservare ancora la presenza di alcuni camuffamenti.

Nonostante questo, è comunque possibile notare alcuni piccoli particolari. Tra questi, vi sono ad esempio il diffusore e i gruppi ottici posteriori ed i fari anteriori sdoppiati. Nel complesso, comunque, l’aspetto esteriore non si discosta molto da quello del concept presentato un anno fa.

Le foto pubblicate in rete non ci hanno dato modo di osservare gli interni della nuova vettura del marchio tedesco Audi. Tuttavia, è praticamente certa la presenza di una strumentazione digitale e di un sistema di infotainment. La vettura si poggerà inoltre sulla piattaforma PPE.

Audi A6 e-tron: nuovi test su strada per l’elettrica di Audi Tecnoandroid

Tim propone Giga Illimitati a 0.99 euro per il Black Friday

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 12:30

Tim propone Giga Illimitati a 0.99 euro per il Black Friday Tecnoandroid

In occasione della settimana del Black Friday, l’operatore Tim, tramite una nuova campagna SMS, sta proponendo l’attivazione di una nuova opzione una tantum con Giga Illimitati.

Si tratta della Giga Day x Te, proposta tramite SMS ad alcuni clienti, che prevede Giga illimitati una tantum a soli 0.99 centesimi di euro. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Tim propone Giga Illimitati a 0.99 euro per il Black Friday

Per usufruire della promozione, disponibile fino al 2 Dicembre 2022, salvo eventuali cambiamenti, i clienti che ricevono la proposta via SMS da parte dell’operatore possono rispondere con il testo “SI” allo stesso messaggio promozionale. In alternativa, l’opzione può essere attivata anche tramite la sezione “Offerte per te” dell’area clienti MyTIM, accessibile pure dall’omonima app per dispositivi mobili.

Ecco un esempio di SMS che sta inviando l’operatore: “Approfitta del Black Friday di TIM. Giga illimitati per 1 giorno a soli 0,99 Euro! Per attivare l’offerta, verificando prima tutte le info e condizioni su on.tim.it/blackfriday , rispondi SI a questo messaggio o vai su MyTIM“. Con questa opzione si ottengono Giga illimitati da utilizzare per un giorno, nello specifico fino alla mezzanotte del giorno successivo all’attivazione.

Il costo dell’offerta proposta per il Black Friday 2022 è pari come detto a 0,99 euro una tantum, con addebito su credito residuo e senza alcun costo di attivazione. Si specifica inoltre che il rinnovo automatico non è previsto, dunque l’opzione scade automaticamente al termine del periodo di validità. Che dire, non vi resta che andare a sbirciare gli SMS per vedere se Tim vi ha proposto l’opzione!

Tim propone Giga Illimitati a 0.99 euro per il Black Friday Tecnoandroid

DJI Mavic 3 Multispectral, il drone che cambierà il mondo dell’agricoltura di precisione

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 12:15

DJI Mavic 3 Multispectral, il drone che cambierà il mondo dell’agricoltura di precisione Tecnoandroid

DJI vuole ampliare la propria gamma di droni con l’introduzione di Mavic 3 Multispectral. Il nuovo device nasce con l’obiettivo di rendere disponibile per tutti tecnologie e strumenti avanzati da utilizzare in vari modi.

L’azienda ha pensato al Mavic 3 Multispectral per migliorare l’agricoltura di precisione nel mondo grazie al sistema di lenti evolute. Infatti, sul drone è possibile trovare un sistema di immagine multisprettro in grado di acquisisce rapidamente le informazioni sulla crescita del raccolto.

Queste informazioni possono essere sfruttate dagli agricoltori per pianificare una produzione più efficace. Inoltre, le funzionalità avanzate del Mavic 3 Multispectral possono essere utilizzate anche per altri aspetti legati alla natura. Le immagini ottenute possono permettere un monitoraggio ambientale raffinato e quindi prevenire potenziali problemi.

 

DJI Mavic 3 Multispectral con ottiche multispettro è un drone pensato per l’agricoltura di precisione e il monitoraggio ambientale

Come dichairato da Ronnie Liu, Regional Representative of North America per DJI Agriculture: “Il lancio di DJI Mavic 3 Multispectral aiuterà gli agricoltori in tutto il mondo a migliorare la qualità e l’efficenza delle produzioni, riducendo i costi e aumentando i ricavi, sempre con l’obiettivo di sviluppare l’agricoltura moderna“.

Il Mavic 3 Multispectral parte dal design di base del capostipite ma lo evolve e lo rende ancora più portabile. Infatti, il drone pesa solo 951 grammi e i giungi appositamente sviluppat permettono di ripiegarlo per renderlo compatto. Questo garantisce un trasporto più facile per raggiungere tutti i campi senza problemi.

Il comparto fotografico utilizza un sistema di ottiche due in uno per ottenere riprese ampie, necessarie per coprire una vasta area di terra. La fotocamera RGB è equipaggiata con un sensore da 4/3 di pollice CMOS da 20 megapixel. L’otturatore meccanico è in grado di scattare alla velocità massima di 1/2000.

Le riprese continue avvengono con un intervallo di 0.7 secondi e questo permette di collezionare tantissime immagini in poco tempo. La soluzione si rivela perfetta per i sorvoli su grandi campi agricoli.

In aggiunta alla camera RGB, sono presenti anche quattro lenti multispettro per ottenere maggiori informazioni che l’occhio umano non può vedere. Ognuna delle quattro camere può catturare 5 milioni di pixels e coprire le seguenti lunghezze d’onda:

  • Green (G): 560nm ± 16nm
  • Red (R): 650 nm ± 20 nm
  • Red edge (RE): 730 nm ± 20 nm
  • Near-infrared (NIR) 860 nm ± 26 nm

DJI Mavic 3 Multispectral ha una autonomia di volo di 43 minuti con la possibilità di mappare fino a 2 chilometri quadrati. Il drone è già disponibile per l’acquisto anche nel nostro Paese sul sito ufficiale o presso i rivenditori autorizzati.

DJI Mavic 3 Multispectral, il drone che cambierà il mondo dell’agricoltura di precisione Tecnoandroid

ho.Mobile regala una ricarica per il Black Friday

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 12:00

ho.Mobile regala una ricarica per il Black Friday Tecnoandroid

A partire da ieri 23 novembre 2022 e fino alla fine del mese, potreste ricevere una ricarica in omaggio da parte dell’operatore virtuale ho.Mobile, in occasione del Black Friday.

L’operatore ha recentemente pubblicato il regolamento ufficiale della nuova iniziativa sul proprio sito ufficiale, dove spiega a quali clienti è dedicata la promozione.

 

ho.Mobile regala una ricarica per il Black Friday

Per poter usufruire di questa nuova iniziativa promozionale, denominata ho. Black Friday, i nuovi clienti ho. Mobile devono attivare una nuova SIM ricaricabile presso uno dei punti vendita abilitati presenti nel territorio nazionale, consultabili attraverso il sito ufficiale dell’operatore. Per l’acquisto della nuova SIM, da effettuare dunque dal 23 al 30 Novembre 2022, è possibile scegliere una qualsiasi delle offerte ho. Mobile disponibili al momento della richiesta.

Il nuovo cliente inoltre, può sia attivare un nuovo numero che richiedere la portabilità da un altro operatore telefonico, mantenendo dunque la propria numerazione. Dopo aver effettuato l’acquisto, l’attivazione della nuova SIM deve venire correttamente completata, eventualmente anche in un momento successivo al termine del periodo di validità, considerati i tempi tecnici per l’attivazione.

In seguito, per ottenere la ricarica telefonica omaggio, è necessario effettuare il primo rinnovo mensile successivo all’attivazione dell’offerta, pagando dunque il corrispettivo previsto dall’offerta sottoscritta. Una volta rispettati questi requisiti, il cliente ottiene dunque il diritto a ottenere una ricarica telefonica omaggio, nello specifico del valore di 5 euro. Visitate il sito ufficiale dell’operatore per visionare il regolamento completo.

ho.Mobile regala una ricarica per il Black Friday Tecnoandroid

OPPO ha dato vita insieme a UEFA Champions League alla campagna globale “Inspirational Games”

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 11:54

OPPO ha dato vita insieme a UEFA Champions League alla campagna globale “Inspirational Games” Tecnoandroid

Oppo ha dato vita in queste ore insieme a UEFA Champions League alla campagna globale “Inspirational Games”. Una campagna davvero interessante soprattutto in questo periodo dove stiamo vivendo i Mondiali 2022.

Il calcio, così come la tecnologia, è un mondo nutrito di passione, ispirazione e dedizione, in costante ricerca di miglioramento, ma che porta con sé una lunga ed emozionante tradizione, che ancora oggi è bello ripercorrere e ricordare. Per questo motivo, OPPO, tra le aziende leader al mondo nel settore degli smart device, ha dato vita insieme a UEFA Champions League alla campagna globale “Inspirational Games” per votare le tre partite più emozionanti di tutti i tempi.

In seguito alla votazione, OPPO ha individuato e intervistato alcuni tifosi che hanno avuto la possibilità di assistere ai tre match storici più votati, perché potessero raccontare e condividere con gli utenti di oggi le emozioni vissute, riaccendendo la passione per il gioco e ispirando persone in tutto il mondo.

“Andare allo stadio a vedere una partita è sempre un ricordo meraviglioso”, ci racconta Nam Kunn, graphic designer e fotografo di Parigi. Tifoso del PSG dal 2000, Nam è stato un fotografo di campo che ha assistito all’incredibile 4-0 dell’andata tra Paris Saint-Germain e Barcellona e all’indimenticabile 1-6 del ritorno. Per lui, il calcio è uno sport che parla di diversità culturale, è uno sport che permette a tutti di entrare in contatto e condividere la propria passione e le emozioni che il calcio gli ha regalato continuano ancora oggi a ispirare la sua vita.

Tonín el torero, invece, non solo tifoso appassionato ma anche proprietario di un famoso pub di Madrid, ha condiviso con OPPO i momenti di ispirazione che nel suo pub, insieme al calcio, hanno unito perfetti sconosciuti provenienti da paesi diversi. “La passione per il Real Madrid crea legami” dice Tonín ricordando il momento in cui i tifosi si sono scatenati quando la loro squadra del cuore ha segnato un goal straordinario.

OPPO, infine, ha avuto la fortuna di intervistare anche Mike Ferney, un tifoso ipovedente che si gode le partite, in modo diverso. “Come può una persona ipovedente godersi una partita di calcio in uno stadio?”, ci si potrebbe chiedere. La risposta è la passione. A Mike Ferney è stata diagnosticata una disabilità visiva fin dalla nascita, ma questo non ha intaccato la sua passione per il calcio e per il Liverpool, iniziata fin da piccolo. Ricorda ancora con commozione la vittoria del Liverpool a Istanbul nel 2005, momento da cui ha imparato un’importante lezione di vita, quella di non arrendersi mai. “Eravamo tre a zero contro una delle migliori squadre d’Europa”, ricorda ancora Mike mentre racconta quella sensazione di intensità, “sarebbe stato facile arrendersi e mollare, ma loro hanno deciso di continuare”.

Sono tre storie emozionanti quelle raccolte da OPPO, a partire da quella di Mike. Ci sono molte persone, infatti, che come lui sono ispirate dalla passione per il calcio e cercano di godersi al massimo ogni momento. Oggi, i progressi della tecnologia consentono a sempre più utenti di vivere al meglio ogni partita, trasformando secondi di ispirazione in ricordi eterni.

Attraverso la brand proposition “Inspiration Ahead”, OPPO, ad esempio, sta esplorando nuovi modi per consentire alle persone di godere al massimo di ogni esperienza, comprese quelle legate allo sport. Ad esempio, la tecnologia Color Vision Enhancement, che ha fatto il suo debutto sulla serie OPPO Find X3, offre fino a 766 profili diversi di visualizzazione ed è stata progettata per aiutare coloro che soffrono di daltonismo o riscontrano difficoltà nella percezione dei colori.

Infine, l’OPPO Research Institute Innovation Accelerator, nato con lo scopo di progettare soluzioni innovative anche in ambito di tecnologia accessibile, quest’anno ha dato vita a progetti di grande successo, tra cui “soluzioni di visione artificiale per gli ipovedenti” e “smartphone esclusivi per gli ipoudenti”. OPPO, inoltre, continuerà a lavorare per sviluppare innovazioni significative, in grado di risolvere le difficoltà presenti e future.

OPPO ha dato vita insieme a UEFA Champions League alla campagna globale “Inspirational Games” Tecnoandroid

Vivo Y35 e Y22s, scopriamo i nuovi device pensati per facilitare la vita degli utenti

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 11:45

Vivo Y35 e Y22s, scopriamo i nuovi device pensati per facilitare la vita degli utenti Tecnoandroid

La famiglia di smartphone realizzati da vivo si amplia con l’arrivo di due modelli appartenenti alla serie Y: Y35 e Y22s. Il quinto brand produttore di smartphone al mondo vuole così offrire a tutti i consumatori degli smartphone basati su un ottimo rapporto prezzo-prestazioni.

vivo Y35: fotocamera da 50MP ed Extended RAM 3.0

Il nuovo vivo Y35 è pensato per offrire uno smartphone facile da usare, con una batteria capiente e un sistema di fotocamera avanzato. Andando a guardare la scheda tecnica più nel dettaglio, il display ha una diagonale da 6,5 pollici con una risoluzione FHD+ (2408x1080p) con una frequenza di aggiornamento a 90Hz.

Il SoC Qualcomm Snapdragon 680 è affiancato da 256GB di memoria interna e 8GB di RAM con una feature molto interessante. Grazie alla funzione innovativa Extended RAM 3.0 è possibile raddoppiare virtualmente la memoria RAM raggiungendo così i 16GB.

Il comparto fotografico di Y35 è costituito da una tripla camera. Il sensore principale vanta una risoluzione da 50 MP a cui si affianca una lente macro da 2 MP e una fotocamera bokeh da 2 MP. Non manca la modalità di scatto Super Night Mode per ottenere foto nitide e luminose anche in condizioni di illuminazione difficili.

La batteria di Y35 è da 5000 mAh con la possibilità di sfruttare la Fast Charge da 18W. Con la ricarica rapida, la batteria passa dall’1% al 70% in 70 minuti. I colori disponibili al lancio sono Dawn Gold e Starlight Blue mentre il prezzo consigliato è di 349,00 euro.

 

vivo Y22s: tripla fotocamera e RAM da 6GB

Il design di Vivo Y22s è molto simile a quello del “fratello maggiore” Y35 ma a cambiare è la dotazione hardware. Il display LCD è da 6,55 pollici con una risoluzione HD+ (pari a 1.612 x 720 pixel) e refresh rate a 90Hz.

Il SoC Qualcomm Snapdragon 680 è affiancato da 128GB di memoria interna e 6GB di RAM a cui si aggiungono 2GB virtuali. Andando a guardare il comparto fotografico, troviamo come ottica principale un sensore da 50MP affiancato da una lente macro da 2MP e un sensore di  profondità da 2MP. La fotocamera anteriore è da 8MP.

La batteria da 5.000mAh garantisce tantissime ore di utilizzo e in caso di necessità è possibile sfruttare la ricarica rapida a 18W. I colori disponibili al lancio sono Starlit Blue e Summer Cian mentre il prezzo consigliato è 269,00 euro. Entrambi i modelli sono disponibili per l’acquisto online e presso i principali negozio di elettronica.

 

Vivo Y35 e Y22s, scopriamo i nuovi device pensati per facilitare la vita degli utenti Tecnoandroid

Niente Phone 1 riceverà presto Android 13 Beta

Androidiani - Thu, 11/24/2022 - 11:37
Nothing potrebbe presto dare il via al programma beta di Android 13 per Nothing Phone 1. In vero stile Nothing, il CEO dell’azienda Carl Pei ha infatti anticipato l’aggiornamento beta su Twitter e si attende l’arrivo nelle prossime settimane. (...)Continua a leggere Niente Phone 1 riceverà presto Android 13 Beta su Androidiani.Com © alessandromatthiacelli for Androidiani.com, […]

Perchè vengono usati i roditori come soggetti per gli esperimenti scientifici

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 11:30

Perchè vengono usati i roditori come soggetti per gli esperimenti scientifici Tecnoandroid

Nella comunità scientifica, i roditori sono i soggetti di prova più popolari. Fino al 95% degli studi sugli animali negli Stati Uniti sono condotti sui roditori. In Europa, rappresentano il 79% di tutti gli esperimenti sugli animali.

Iil Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti tiene traccia di molti animali da esperimento, come uccelli, cani, gatti, conigli e persino porcellini d’India, ma nessuno negli Stati Uniti ha un elenco generale di tutti i topi utilizzati nella ricerca. assistere. Dal 1965, il numero di citazioni scientifiche relative ai topi è quadruplicato, mentre la maggior parte degli altri soggetti come cani, gatti, porcellini d’India e conigli utilizzati nello studio non è aumentata.

Perché i topi sono così usati in laboratorio? Ci sono alcune ragioni pratiche: sono piccoli, sono facili da allevare e sono economici. Quando si sperimenta, è difficile trovare un animale che possa superare i roditori in termini pratici. Ma nonostante questo, i topi sono mammiferi, quindi sono comunque membri allargati della nostra famiglia.

I topi non sono primati

Tuttavia, non bisogna dimenticare che i topi non sono primati. Mentre i primati hanno un legame molto stretto con l’uomo in termini di genetica (il 99% può dire lo stesso), l’uso dei primati nella ricerca è ancora controverso. Inoltre, va detto che i geni del topo sono molto facili da modificare.

E considera questo: anche la scienza è un’industria costruita e sviluppata sulla base di lavori passati. Come dicevamo, l’uso dei topi da laboratorio è estremamente diffuso e aumenta esponenzialmente. Questa crescita potrebbe essere la causa della popolarità dei ratti nell’esperimento. Se uno scienziato sceglie di utilizzare un determinato animale nell’esperimento, quell’animale verrà spesso scelto quando conduce esperimenti o studi simili.

Perchè vengono usati i roditori come soggetti per gli esperimenti scientifici Tecnoandroid

Testato un nuovo motore ipersonico capace di viaggiare a 16 volte la velocità del suono

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 11:10

Testato un nuovo motore ipersonico capace di viaggiare a 16 volte la velocità del suono Tecnoandroid

Secondo nuovi rapporti, è stato creato un motore a reazione ipersonico che potrebbe viaggiare a 16 volte la velocità del suono, ed è stato testato con successo in una galleria del vento cinese.

Il prototipo si chiama motore Soramjet e, se mai ampliato e installato su aerei commerciali, potrebbe consentire di viaggiare in qualsiasi parte del mondo in meno di due ore.

I ricercatori di Pechino che hanno guidato il progetto affermano che il motore potrebbe essere utilizzato per alimentare aerei che decollano da una pista tradizionale, volano in orbita e atterrano in un aeroporto dopo essere rientrati nell’atmosfera del pianeta.

Se tali motori ipersonici dovessero mai essere padroneggiati, potrebbero anche essere usati come armi militari devastanti.

L’esperimento è stato un successo e il motore funzionava correttamente, riporta il South China Morning Post.

I ricercatori hanno rivelato la tecnologia rivoluzionaria in un articolo scientifico sottoposto a revisione paritaria pubblicato da Jiang Zonglin, professore all’Accademia cinese delle scienze.

Il progetto è stato reso possibile adottando un approccio diverso rispetto all’altra forma nota di motori a reazione ipersonici, noti come scramjet. Questi sono diversi dai tradizionali motori a turbogetto visti sugli aerei attuali e non hanno parti mobili.

Invece, usano la loro velocità per comprimere l’aria davanti a loro e questo a sua volta brucia il carburante, creando propulsione.

Un motore rivoluzionario

Tuttavia, questi motori, che sono ancora in fase di test e non hanno ancora implicazioni nel mondo reale, hanno un grave difetto che impedisce loro di superare Mach 7.

La dipendenza dalla compressione dell’aria davanti al motore e dall’utilizzo di ciò significa che le inevitabili onde d’urto, i cosidetti boom sonici, spegnerebbero le fiamme, costringendo il motore a spegnersi.

I Soramjet si basano su una teoria inizialmente avanzata da un ingegnere di nome Richard Morrison nel 1980 che affermava che le onde d’urto potrebbero essere utilizzate per accendere il carburante.

Secondo il rapporto, il nuovo motore è costituito da una presa d’aria monostadio che dirige l’aria in una camera di combustione dove ha acceso il carburante a idrogeno di bordo.

Il professor Jiang ha guidato un team di esperti che ha iniziato a costruire una macchina che utilizza questa tecnica da zero.

Testato un nuovo motore ipersonico capace di viaggiare a 16 volte la velocità del suono Tecnoandroid

L’odore dello spazio: ecco come lo hanno descritto gli astronauti in orbita sulla ISS

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 11:05

L’odore dello spazio: ecco come lo hanno descritto gli astronauti in orbita sulla ISS Tecnoandroid

Gli astronauti che hanno fatto passeggiate spaziali parlano costantemente dell’odore straordinariamente peculiare dello spazio.

Non possono annusarlo perché gli interni delle tute spaziali hanno solo un odore di plastica. Ma quando tornano nella stazione spaziale e si tolgono gli elmetti, sentono un forte e caratteristico odore che si attacca alla loro tuta, casco, guanti e strumenti.

Probabilmente quello che sentono è un mix di ossigeno atomico, metallo caldo e fumi di saldatura. Steven Pearce, un chimico incaricato dalla NASA di ricreare l’odore spaziale sulla Terra per scopi di addestramento degli astronauti, ha detto che l’aspetto metallico del profumo potrebbe provenire dalle vibrazioni ad alta energia degli ioni.

“È qualcosa che non ho mai annusato prima, ma non lo dimenticherò mai“, ha detto l’astronauta della NASA Kevin Ford dall’orbita nel 2009.

Un odore metallico dolce

Ma agli astronauti non dispiace necessariamente l’odore acuto dello spazio. Dopo una missione del 2003, l’astronauta Don Pettit lo ha descritto in questo modo su un blog della NASA: “È difficile descrivere questo odore. La migliore descrizione che riesco a trovare è metallico; una sensazione metallica dolce piuttosto piacevole. Mi ha ricordato piacevole fumi di saldatura dall’odore dolce. Questo è l’odore dello spazio.”

L’interno della Stazione Spaziale Internazionale ha un odore un po’ più banale. Pettit, che è tornato di recente da una seconda missione di sei mesi sulla ISS, ha detto a SPACE.com: “La stazione spaziale odora di officina meccanica, solo quando prepariamo la cena e si squarcia un sacchetto di stufato o qualcosa del genere, si sente l’odore di carne“.

L’odore dello spazio: ecco come lo hanno descritto gli astronauti in orbita sulla ISS Tecnoandroid

Scoperto in Australia un messaggio imbottigliato gettato in mare che ha più di 100 anni

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 11:00

Scoperto in Australia un messaggio imbottigliato gettato in mare che ha più di 100 anni Tecnoandroid

Il messaggio in bottiglia più antico del mondo è stato scoperto su una spiaggia dell’Australia occidentale, quasi 132 anni dopo essere stato gettato nell’oceano.

La misteriosa bottiglia in Australia era semisepolta nella sabbia quando fu scoperta da Tonya Illman appena a nord di Wedge Island, oltre 100 km a nord di Perth. Con l’auto di suo figlio impantanata nella sabbia soffice della spiaggia, Illman ha individuato l’oggetto nelle vicinanze.

Il record precedente per il messaggio più antico in una bottiglia era un artefatto che è stato ritrovato in Germania nel 2015, circa 108 anni, quattro mesi e 18 giorni dopo essere stato gettato nel Mare del Nord come parte di un progetto di ricerca britannico.

Una bottiglia che ha più di 100 anni

“Io e la mia amica Grace Ricciardo stavamo camminando attraverso le dune quando ho visto qualcosa che spuntava dalla sabbia, quindi sono andata a dare un’occhiata più da vicino“, ha detto la signora Illman, in una dichiarazione rilasciata dal Western Australian Museum. “Sembrava semplicemente una bella vecchia bottiglia, quindi l’ho presa pensando che potesse stare bene nella mia libreria. La ragazza di mio figlio è stata quella che ha scoperto il biglietto quando è andata a rovesciare la sabbia.

La signora Illman portò a casa il biglietto e, dopo averlo asciugato, notò che il messaggio era un modulo stampato, in tedesco, con una calligrafia tedesca. Suo marito Kym fece ricerche sul ritrovamento e scoprì che il modulo, datato 12 giugno 1886, faceva parte di un massiccio esperimento oceanografico tedesco.

La bottiglia era stata gettata via da “Paula“, un veliero tedesco, nell’ambito di un “esperimento” per studiare le correnti oceaniche e trovare rotte commerciali più efficienti.

Scoperto in Australia un messaggio imbottigliato gettato in mare che ha più di 100 anni Tecnoandroid

Il telescopio James Webb infrange tutti i record: scovato un nuovo esopianeta

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 10:55

Il telescopio James Webb infrange tutti i record: scovato un nuovo esopianeta Tecnoandroid

Il telescopio James Webb è riuscito ad individuare un pianeta alieno situato a 700 anni luce dal nostro Sole. Il pianeta in questione è WASP-39b e, al momento, è il pianeta più lontano mai scoperto fuori dal nostro sistema solare.

Questa esplorazione è stata resa possibile dall’abilità di James Webb di utilizzare la luce infrarossa per scavare più a fondo nell’atmosfera. Questo, insieme ai dati che Webb ha acquisito sul pianeta prima di queste osservazioni, ha aiutato gli astronomi a definire maggiori dettagli sull’esopianeta.

WASP-39b è un pianeta bollente simile a Saturno. Con queste nuove osservazioni, James Webb ha decifrato di più sulla chimica del pianeta e ha permesso agli astronomi di testare nuovi metodi per rilevare la vita extraterrestre, che gli scienziati ritengono esista in qualche modo nel nostro universo. Sebbene la caccia sia stata finora poco fruttuosa, questo potrebbe cambiare le cose.

Un nuovo modo di esplorare lo spazio

Ad agosto, il telescopio spaziale ha rilevato l’anidride carbonica nell’atmosfera dell’esopianeta, un importante passo avanti per gli astronomi e la caccia per comprendere meglio i vari pianeti del nostro universo.

Con queste nuove osservazioni di James Webb, però, gli scienziati stanno mettendo insieme più pezzi riguardanti il ​​pianeta alieno e la sua atmosfera. Nuovi dati suggeriscono che WASP-39b è avvolto da dense nubi che contengono zolfo e solfati. Queste sostanze chimiche interagiscono con la luce della stella del pianeta, creando una reazione simile a come l’atmosfera terrestre produce ozono.

È una scoperta intrigante che potrebbe aiutare a individuare nuovi modi in cui James Webb può osservare pianeti alieni come questo. Con il telescopio spaziale che ci offre già uno sguardo più dettagliato alla Nebulosa di Orione e ad altre regioni dello spazio, è emozionante pensare alle ulteriori possibilità che offre per il futuro dell’astronomia.

Il telescopio James Webb infrange tutti i record: scovato un nuovo esopianeta Tecnoandroid

TIM, offerte con costi più alti: ecco il nuovo rincaro di 2 euro

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 10:50

TIM, offerte con costi più alti: ecco il nuovo rincaro di 2 euro Tecnoandroid

Arrivano notizie non positive per tutti coloro che hanno un profilo tariffario con TIM. Nel corso delle prossime settimane sono infatti previste rimodulazioni per gli utenti che hanno attivato una ricaricabile negli scorsi mesi. Al netto delle offerte low cost per i nuovi abbonati, quindi, anche TIM come gli altri operatori andrà a modificare i suoi listini nel mese di novembre.

 

TIM, le promozioni con costi più alti sino a 2 euro

In controtendenza rispetto a quelle che sono state le operazioni di rimodulazioni delle precedenti settimane, in quest’occasioni, i cambi di listino di TIM saranno a tappeto e riguarderanno una serie di ricaricabili per la telefonia mobile.

Già tanti abbonati del provider nelle precedenti settimane hanno ricevuto comunicazioni inerenti ad una serie di cambi tariffario che hanno valore variabile. Il valore degli aumenti di prezzo per gli abbonati di TIM parte da 1 euro per arrivare a 2 euro. 

In base a quelli che sono gli aumenti di prezzo, TIM ha previsto misure compensative per i suoi abbonati. Coloro che hanno una ricaricabile attiva sul piano tariffario e che si troveranno a pagare un extra mensile potrebbero ricevere quote extra per i consumi legate a chiamate ed SMS.

Ancora più vantaggiose, poi, le misure legate alla connessione internet. Il provider, infatti, in cambio degli aumenti di prezzo promette aumenti sugli scatti internet con un minimo di 30 Giga sino ad un massimo rappresentato dalla connessione senza limiti di consumo. 

Al netto delle modifiche effettuate da TIM, gli utenti non avranno più la possibilità di recedere dalle offerte rimodulate senza il pagamento delle relative penali.

TIM, offerte con costi più alti: ecco il nuovo rincaro di 2 euro Tecnoandroid

Google Messaggi riceve le reaction con qualsiasi emoji

Android World - Thu, 11/24/2022 - 10:50

Negli ultimi anni abbiamo visto Google apporre particolare attenzione al supporto e allo sviluppo software delle sue app per smartphone e tablet Android. Tra quelle più curate ultimamente troviamo sicuramente Google Messaggi.

BLACK FRIDAY AMAZON

Recentemente l'app Google Messaggi ha ricevuto una nuova icona, coerente con il nuovo Material You e con le icone delle app Contatti e Telefono. Nelle ultime ore la stessa Google Messaggi ha ricevuto un'ulteriore novità.

Gli screenshot che trovate nella galleria in basso mostrano di cosa si tratta. In sostanza si parla della possibilità di reagire ai messaggi nelle chat di Google Messaggi con qualsiasi emoji a disposizione. Questo prima non era possibile perché l'app permetteva delle reaction confinate alle più popolari sette emoji, in grado di essere mnostrate su una singola riga.

Con questa nuova funzionalità sarà invece possibile apporre reaction con qualsiasi emoji a disposizione: come mostrato dagli screenshot in basso, basterà tappare sul pulsante contrassegnato dal "+" per aprire il pannello completo delle emoji e scegliere quella che si preferisce.

La novità che abbiamo appena visto è stata avvistata da diversi utenti che hanno aderito al programma di beta testing dell'app. Ancora non sappiamo se è in fase di distribuzione anche per coloro che hanno la versione stabile dell'app. A questo indirizzo potete aderire anche voi alla beta di Google Messaggi.

L'articolo Google Messaggi riceve le reaction con qualsiasi emoji sembra essere il primo su Androidworld.

Proteste in tutta Italia: gli studenti chiedono più sovvenzioni e investimenti

Tecnoandroid - Thu, 11/24/2022 - 10:45

Proteste in tutta Italia: gli studenti chiedono più sovvenzioni e investimenti Tecnoandroid

Le proteste studentesche contro le politiche educative del governo di Giorgia Meloni si sono tenute venerdì nelle città di tutta Italia, comprese Roma e Milano.

Sotto gli slogan “No Meloni Day” e “Now We Decide“, migliaia di studenti sono scesi in piazza chiedendo maggiori investimenti in scuole e università.

La principale manifestazione di protesta a Roma ha visto gli studenti marciare dal Circo Massimo al Ministero dell’Istruzione italiano a Trastevere, provocando alcune interruzioni delle linee di autobus.

Le manifestazioni sono state organizzate dall’Unione degli Studenti e dalla Rete degli studenti, con il sostegno di altri gruppi studenteschi e collettivi di sinistra.

Abbiamo chiesto a questo nuovo governo di abbandonare la retorica della meritocrazia e di provare a pensare a un chiaro investimento nel futuro dell’istruzione in questo Paese” – affermano gli organizzatori. “Ad oggi, però, tutto ciò che abbiamo ricevuto sono stati silenzi e percosse. Nessuno parla di scuola e università nella legge di bilancio che è dietro l’angolo”.

Una situazione molto delicata

Il riferimento alle “percosse” si riferisce agli scontri tra studenti e polizia all’Università La Sapienza di Roma il 25 ottobre al di fuori di una conferenza i cui relatori includevano Daniele Capezzone di Fratelli d’Italia di Meloni, di estrema destra, e Fabio Roscani, presidente dell’ala giovanile Gioventù Nazionale di quel partito.

Alice Beccari, responsabile comunicazione dell’Unione degli Studenti, ha detto all’agenzia Adnkronos che le rivendicazioni del sindacato si basano su cinque pilastri: “diritto allo studio, istruzione integrata al posto dell’alternanza scuola-lavoro, benessere psicologico, più rappresentanza e più diritti per studenti“.

Proteste in tutta Italia: gli studenti chiedono più sovvenzioni e investimenti Tecnoandroid

Pages