Feed aggregator

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


Manage GNOME extensions from Terminal

Linux Today - Sun, 06/26/2022 - 17:00

In this article, you will see how to manage GNOME extensions from the terminal to list out extensions that have been installed by the system and user. You will also find a way to install, enable, disable, and uninstall extensions all from the terminal itself.

The post Manage GNOME extensions from Terminal appeared first on Linux Today.

Nokia torna alla carica con Style+ 5G: tripla cam e tanta batteria

Android World - Sun, 06/26/2022 - 16:48

Negli ultimi mesi nel settore di mercato degli smartphone abbiamo visto Nokia lanciare meno dispositivi rispetto a quanto ci aveva abituato in passato, concentrandosi maggiormente sul segmento dei medio-gamma e della gamma alta.

Canale Telegram Offerte

Nelle ultime ore sono trapelati in rete nuovi dettagli su un nuovo modello in arrivo. Parliamo di Nokia Style+ 5G, un dispositivo per il quale sono trapelati in rete alcuni dettagli tecnici dopo che lo stesso è stato certificato presso la CQC cinese e la FCC statunitense. Il modello, identificato dal codice TA-1448, avrà il supporto alle reti 5G e una batteria dalla consistente autonomia di 4.900 mAh.

La ricarica della batteria supporterà l'output di 20W, visto che è previsto anche un nuovo modello di caricatore specifico per questo smartphone che ha proprio tale uscita massima.

Altra particolare attenzione sarà posta al comparto fotografico: ci sarà un sensore principale in grado di scattare a 48 megapixel, un sensore grandangolare da 5 megapixel e un sensore di profondità da 2 megapixel. Non è chiaro se si tratterà di un sensore fotografico ToF dedicato.

Le dimensioni dovrebbero corrispondere, come vedete dai bozzetti in galleria allegati alla certificazione, a 166,1 x 76,4 mm. Il display dovrebbe essere invece di tipo LCD.

Non sono trapelati dettagli in merito a quando uscirà ufficialmente questo Nokia Style+ 5G. Ci aspettiamo che l'azienda lo lanci a breve, per tornare a competere nel settore della gamma media del mercato, dove da qualche tempo non rinnova la sua lineup. Vi ricordiamo che tra gli ultimi dispositivi Nokia interessanti abbiamo conosciuto Nokia XR20, lanciato a fine 2021.

L'articolo Nokia torna alla carica con Style+ 5G: tripla cam e tanta batteria sembra essere il primo su Androidworld.

Apricale, al Goodwood Festival of Speed debutta la supercar ad idrogeno

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 16:45

Apricale, al Goodwood Festival of Speed debutta la supercar ad idrogeno Tecnoandroid

Il settore automotive si sta orientando alla realizzazione di vetture a zero emissioni. Tutti i brand contano in gamma modelli elettrici ma Viritech ha scelto una strada differente. Durante il Goodwood Festival of Speed ha fatto il proprio debutto la nuovissima Apricale.

Come confermato da Viritech, il powertrain sfrutta la tecnologia ad idrogeno per permettere alla Apricale di raggiungere le prestazioni di una supercar. Con un peso complessivo di 1.000 chilogrammi e una potenza di 1.000 cavalli, la vettura è la prima al mondo a pareggiare il rapporto peso/potenza ma a zero emissioni.

Gli ingegneri di Viritech hanno studiato tutto nei minimi particolari per raggiungere le massime performance. La vettura combina l’agilità delle supercar tradizionali con la risposta istantanea offerta dei motori elettrici.

 

Durante il Goodwood Festival of Speed ha fatto il proprio debutto Apricale, una supercar ad idrogeno realizzata da Pininfarina e Viritech 

Proprio il powertrain è uno dei gioielli tecnologici della Apricale. Infatti, è il primo motore al mondo ad offrire le stesse prestazioni di una power unit a combustione interna, con un peso ed una autonomia simile.

Le celle di combustibile possono vantare centinaia di kW in abbinamento a celle agli ioni di litio ad alta potenza. Questa combinazione permette alla Apricale di avere tutta la potenza necessaria per la normale marcia ma anche per poter spingere senza preoccuparsi dell’autonomia

La vettura può viaggiare per 560km con una unica ricarica. Ad agevolare l’autonomia è certamente il peso ridotto e l’aerodinamica curata da Pininfarina. La vettura infatti è pensata per essere tecnologica, sostenibile, bella e soprattutto performante. La produzione sarà limitata a 25 esemplari e le prime consegne sono attese per il 2024.

Apricale, al Goodwood Festival of Speed debutta la supercar ad idrogeno Tecnoandroid

Apple: il visore AR e VR arriverà a gennaio 2023

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 16:30

Apple: il visore AR e VR arriverà a gennaio 2023 Tecnoandroid

Ogni dubbio è stato ormai risolto: Apple sta effettivamente lavorando a un visore per la realtà virtuale e aumentata e il lancio non è poi così lontano. Inizialmente alcuni nomi noti per l’affidabilità delle loro anticipazioni avevano affermato che il primo visore Apple sarebbe arrivato entro il 2022 ma non sarà così. Secondo l’analista Ming-Chi Kuo, la mela morsicata lancerà il suo dispositivo nel mese di gennaio 2023. 

Apple: il visore AR e VR si avvicina al debutto!

 

A informarci circa l’effettiva esistenza del dispositivo è lo stesso Tim Cook che ha recentemente invogliato gli utenti appassionati a “restare sintonizzati” confermando l’interesse di Apple nei confronti delle tecnologie AR e VR. Pur non avendo fornito particolari informazioni sui prodotti in arrivo, quanto affermato da Cook permette di ritenere valide le voci fino ad ora emerse circa l’arrivo di un visore AR e VR.

Parte della scheda tecnica del visore è stata addirittura anticipata nel corso dei mesi passati insieme a quelle che saranno le probabili funzionalità introdotte da Apple. In merito al periodo nel quale sarebbe stato possibile assistere al lancio avevamo avuto modo di conoscere alcune supposizioni ma nessuna si è rivelata veritiera. L’azienda di Cupertino, infatti, non procederà con il lancio del suo visore entro quest’anno ma, stando a quanto affermato da Kuo, sarà pronta all’annuncio soltanto nel mese di gennaio del prossimo anno. L’informazione è comunque da ritenere incerta, soltanto l’emergere di ulteriori indizi potrà offrire maggiori dettagli, che potranno essere poi confermati o smentiti soltanto dalla stessa Apple.

Apple: il visore AR e VR arriverà a gennaio 2023 Tecnoandroid

Sony sta per rilasciare le nuove cuffie da gioco INZONE serie H

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 16:15

Sony sta per rilasciare le nuove cuffie da gioco INZONE serie H Tecnoandroid

Sony si prepara a svelare le sue nuove cuffie INZONE serie H – H9, H7 e H3 – secondo nuovi rapporti. Le nuove tre cuffie incentrate sul gioco arriveranno tutte con un suono spaziale a 360 gradi per il gioco e INZONE H9 includerà anche la cancellazione del rumore.

Il Sony INZONE H9 sarà, ovviamente, significativamente più costoso degli altri. Dopotutto, è l’opzione migliore e l’unica con la cancellazione del rumore. Sony INZONE H7 e H3 continueranno a offrire funzionalità della serie INZONE di alto livello. Questo incorpora un suono spaziale a 360 gradi e un microfono. La PlayStation 5 supporterà il cosiddetto audio 3D. Il linguaggio di design delle nuove cuffie sembra essere simile a quello di PlayStation 5. È molto simile alle cuffie ufficiali PlayStation 5, le Pulse 3D Wireless Headsets. Secondo alcune indiscrezioni, Sony presenterà le nuove cuffie insieme a un nuovo assortimento di display nella prossima settimana.

Sony rilascerà presto le nuove cuffie in diversi modelli

INZONE H3 è l’unica cuffia cablata della nuova gamma di cuffie della serie H. Sul padiglione sinistro è applicato un microfono nero. La connettività wireless sarà disponibile su Sony INZONE H7 e H9 di fascia alta. Tuttavia, hanno un microfono bianco rispetto al nero visto sull’H3. Le versioni superiori consentiranno comunque ai clienti di connettersi via cavo tramite un cavo USB di tipo C e un dongle USB.

Vale la pena notare che l’audio spaziale è attualmente una delle caratteristiche più importanti di Sony. Non sorprende, dato che l’audio 3D è stato promosso come una delle funzionalità principali della prossima generazione di PlayStation 5. Queste cuffie saranno quindi l’ideale per chiunque desideri provare il miglior audio su PlayStation 5.

Per il momento, siamo in attesa di sapere quanto costeranno le nuove cuffie. Date le funzionalità aggiuntive, potrebbero essere più costose delle cuffie wireless Pulse 3D. A causa della cancellazione del rumore, INZONE H9 costerà quasi sicuramente di più.

Nonostante la situazione della catena di approvvigionamento, che sarà presto risolta, Sony vende un numero significativo di PS5 ogni mese. Di conseguenza, prevediamo che la società utilizzerà PlayStation per vendere la serie INZONE.

Sony sta per rilasciare le nuove cuffie da gioco INZONE serie H Tecnoandroid

Adding a New Application Shortcut to the Panel in Lubuntu

Linux Today - Sun, 06/26/2022 - 16:00

To create a new application shortcut in the bottom panel of Lubuntu, you first need to create a new desktop shortcut. Here’s how to do it.

The post Adding a New Application Shortcut to the Panel in Lubuntu appeared first on Linux Today.

Energia senza limiti dal mare: la turbina che permette il miracolo

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 16:00

Energia senza limiti dal mare: la turbina che permette il miracolo Tecnoandroid

Le idee per quanto riguarda la generazione di energia illimitata sono davvero tante anche se nessuna fino ad oggi è stata in grado di far fede a quanto dichiarato. In Giappone però una nota azienda starebbe sviluppando una sorta di prototipo, ovvero una turbina che andrebbe posizionata sotto il livello del mare per prendere proprio dalle onde l’energia necessaria di cui si ha bisogno.

L’organizzazione, che prende il nome di New Energy and Industrial Technology Development Organization (NEDO), avrebbe elaborato già alcuni prototipi, tra cui una turbina di dimensioni davvero grandi e dal peso di 350 tonnellate. Il suo posizionamento in mare potrebbe permettere lo sfruttamento delle correnti oceaniche, da cui deriva proprio il nome Kairyu.

 

Energia senza limiti direttamente dal mare grazie ad una turbina: il funzionamento è simile a quello delle pale eoliche

Basando il tutto su una coppia di cilindri lunga 20 m esattamente come la fusoliera, si potrebbe completare la struttura che genererebbe energia in accoppiata diretta con la turbina che è lunga 11 m. Il tutto potrebbe permettere di ottenere energia semplicemente con lo sfruttamento delle correnti oceaniche, con un corrispettivo pari a circa 205 gigawatt di produzione.

Di progetti ce ne sono ma a quanto pare bisognerà attendere ancora un po’ per vederli all’opera. Il posizionamento del prototipo descritto dovrebbe avvenire a 50 m sotto il livello del mare, con il galleggiamento che opponendo resistenza riuscirà a fornire la coppia necessaria per far lavorare le turbine. Nel momento in cui tutto questo non dovesse funzionare, potrebbe essere implementata la stessa turbina ma con un dispositivo più potente che l’azienda giapponese avrebbe già previsto.

Energia senza limiti dal mare: la turbina che permette il miracolo Tecnoandroid

OnePlus Nord 2T avvistato online, ulteriori informazioni in arrivo

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 15:45

OnePlus Nord 2T avvistato online, ulteriori informazioni in arrivo Tecnoandroid

Lo smartphone OnePlus Nord 2T potrebbe arrivare presto in India. Il dispositivo è stato elencato sul sito Web di OnePlus India. Il mese scorso, OnePlus ha rilasciato il Nord 2T. In particolare, il Nord 2T sostituisce il OnePlus Nord 2 dell’anno scorso. È il primo smartphone ad essere dotato del chipset MediaTek Dimensity 1300. Il Nord 2T è anche il primo portatile a offrire una ricarica rapida da 80 W.

Ci sono state numerose voci sul lancio di OnePlus Nord 2T India. È stato ora scoperto un indizio significativo che punta al debutto di Nord 2T India. Il Nord 2T era stato mostrato brevemente sul sito Web indiano dell’azienda ma, una volta che gli screenshot hanno iniziato a circolare online, OnePlus ha ritirato alcuni indizi.

OnePlus Nord 2T arriverà presto in India

Inoltre, il fidato leaker Abhishek Yadav ha rivelato informazioni sul lancio di OnePlus Nord 2T India, oltre alla RAM, lo spazio di archiviazione, la data di rilascio e i prezzi del telefono. OnePlus ha elencato per errore il Nord 2T sul suo sito ufficiale. OnePlus potrebbe organizzare un evento di lancio di Nord 2T solo online e sarà in vendita in India il 5 luglio, molto probabilmente sarà disponibile su Amazon. Gli appassionati di OnePlus in India, invece, potranno acquistarlo sul sito ufficiale di OnePlus India.

Il Nord 2T potrebbe avere un prezzo di INR 28.999. L’opzione di archiviazione 8 GB RAM + 128 GB è disponibile per questo prezzo. Secondo Abhishek, l’opzione di archiviazione da 12 GB di RAM + 256 GB potrebbe costare INR 33.999.

Tuttavia, secondo una fonte, la variante da 12 GB di RAM potrebbe costare INR 31.999. OnePlus, d’altra parte, si dice che offra uno sconto immediato di INR 4.000. Di conseguenza, il prezzo di OnePlus Nord 2T in India potrebbe variare tra INR 24.999 e INR 27.999.

OnePlus Nord 2T avvistato online, ulteriori informazioni in arrivo Tecnoandroid

Disney + ha un carrellata di titoli pronti per il 2022 e il 2023

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 15:30

Disney + ha un carrellata di titoli pronti per il 2022 e il 2023 Tecnoandroid

Disney+ ha recentemente confermato alcuni tra i nuovi titoli che debutteranno in Italia in esclusiva sulla piattaforma streaming nel 2022-2023. Alcuni di essi li conosciamo già mentre altri sono delle vere e proprie novità.

La lista è davvero lunga e include produzioni come The Patient, con Steve Carell e Domhnall Gleeson, e Fleishman is in Trouble, basato sul romanzo bestseller del New York Times con Jesse Eisenberg, Lizzy Caplan, Claire Danes e Adam Brody. Scopriamo insieme le più attese.

 

Disney Plus: ecco alcuni titoli in arrivo

L’attesissima Welcome to Wrexham, la docuserie di Rob McElhenney e Ryan Reynolds arriverà su Disney+ nel corso dell’anno. Tra le serie esclusive che debutteranno sulla piattaforma streaming nei prossimi 12 mesi ci sono Mike, dal team di Tonya, The Old Man, con Jeff Bridges, John Lithgow, Amy Brenneman e Alia Shawkat oltre alle nuove stagioni di American Horror Stories e Reservation Dogs.

Inoltre, nei prossimi 12 mesi in Italia debutteranno tre nuove produzioni originali italiane, come la quarta stagione della serie cult comedy BORIS, The Good Mothers, e la docuserie ‘Ndrangheta, World Wide Mafia. Tra i nuovi film che debutteranno quest’anno ci sono The Princess, con Joey King dal il 1° luglio, Not Okay dal 29 luglio e Prey, una novità assoluta nel franchise di Predator, che debutterà il 5 agosto, oltre a Rosaline con Kaitlyn Dever, che arriverà più avanti nel corso dell’anno.

Menzione particolare per Limitless con Chris Hemsworth, la nuova serie National Geographic per la quale non abbiamo ancora una data precisa, ma che sarà disponibile su Disney+ entro i prossimi 12 mesi. Che dire, non vediamo l’ora di scoprire tutti questi contenuti nel corso di quest’anno e del prossimo!.

Disney + ha un carrellata di titoli pronti per il 2022 e il 2023 Tecnoandroid

Google Pixel 7 Pro avrà un display più luminoso rispetto a Pixel 6 Pro

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 15:15

Google Pixel 7 Pro avrà un display più luminoso rispetto a Pixel 6 Pro Tecnoandroid

Il display del Pixel 7 Pro dovrebbe avere la stessa risoluzione 1440 x 3120 dello schermo Pixel 6 Pro, nonché la stessa frequenza di aggiornamento 10Hz-120Hz dei modelli 2021. Una discrepanza tra i pannelli Pixel 6 Pro e Pixel 7 Pro è stata rilevata nel codice sorgente disponibile su Android 13 Beta, secondo l’editor tecnico di Esper Mishaal Rahman, che ha twittato queste informazioni.

Secondo il codice sorgente, Pixel 7 Pro avrà una luminosità massima di 600 nits in modalità Manuale, che è 100 nits più luminosa della luminosità massima di Pixel 6 Pro in modalità Manuale. La luminosità massima di Pixel 7 Pro in modalità automatica sarà di 1.000 nits, rispetto agli 800 del Pixel 6 Pro. Il Pixel 7 Pro potrebbe utilizzare il pannello del display Samsung S6E3HC4, che è una generazione più recente del display del Pixel 6 Pro.

Pixel 7 Pro potrebbe affascinare gli utenti

Secondo quanto riferito, la serie Pixel 7 includerà anche una modalità 1080p nativa per preservare la durata della batteria. Molti utenti di smartphone affermano di non essere in grado di rilevare la differenza tra il materiale 1080p e 1440p, ma quest’ultimo fornisce un’immagine un po’ più nitida, che alcuni utenti di smartphone, incluso il tuo, potrebbero rilevare.

Secondo un prototipo di Pixel 7 Pro recentemente scoperto, il processore Google Tensor di seconda generazione che alimenterà la linea Pixel 7 manterrà la configurazione ‘4+2+2’ utilizzata sul Tensor originale. Ciò significa che il chipset includerà quattro core a bassa potenza per operazioni semplici, due core di livello medio e due core ad alta potenza per attività difficili. I quattro processori di fascia bassa saranno core Cortex A55, precedentemente utilizzati nel chip Google Tensor di prima generazione.

Mentre molti possessori della serie Pixel 6 erano soddisfatti dell’aptica del telefono, il chip Cirrus Logic CS40L26 nel Pixel 7 Pro fornirà un’aptica ancora maggiore. Il chip tattile utilizzato nella serie Pixel 6 Pro sarà di una generazione più recente. Sarà affascinante vedere quanti utenti della serie Pixel 6 offrono a Google un’altra opportunità quando Pixel 7 e Pixel 7 Pro saranno in vendita entro la fine dell’anno.

Google Pixel 7 Pro avrà un display più luminoso rispetto a Pixel 6 Pro Tecnoandroid

Poste: il conto BancoPosta è in pericolo, l’SMS che sta avvisando tutti

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 15:00

Poste: il conto BancoPosta è in pericolo, l’SMS che sta avvisando tutti Tecnoandroid

L’ente nazionale più famoso è conosciuto in tutta la nostra penisola e senza alcun dubbio poste italiane, le agenzie visti a di giallo vanta infatti un bacino di clienti assoluto, conquistato negli anni grazie ai propri servizi sempre al passo coi tempi e ben integrati con l’infrastruttura del paese, basti pensare alla famosissima Postepay che ogni giorno serve milioni di clienti.

Questo contesto il resto il nome di poste italiane uno dei più autorevoli all’interno del panorama aziendale, tutto ciò lo nasconde per un lato oscuro ben evidente e a tratti decisamente fastidioso, spesso infatti il buon nome di poste viene sfruttato dai truffatori per mandare avanti delle campagne fraudolente ai danni dei clienti dell’azienda, quest’ultime prendono corpi email o sms di phishing pensate allo scopo di sottrarre con l’inganno dati sensibili dei clienti.

Generalmente queste comunicazioni fraudolente sono ben diversificate tra loro pur mantenendo una struttura di base altamente conservata, infatti inducono il lettore a compiere delle azioni come effettuare accessi presso link esterni oppure scaricare allegati malevoli.

 

 

Phishing Poste Italiane

Le sms che recentemente in molti ci stanno segnalando ribadisce tutti questi concetti, quest’ultimo avvisa infatti è di un anomalia riscontrata sul conto BancoPosta da dover risolvere effettuando l’accesso presso un apposito link citato più in basso, quest’ultimo però rimanda ad una falsa area clienti di poste italiane all’interno della quale le vostre credenziali non appena digitate verrebbero immediatamente copiate e inviate ai creatori della truffa.

Il consiglio migliore per evitare qualsivoglia tipologia di problema è quello di cestinare il messaggio non appena visualizzato.

Poste: il conto BancoPosta è in pericolo, l’SMS che sta avvisando tutti Tecnoandroid

Apple annuncerà il suo dispositivo per la realtà mista molto presto

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 14:45

Apple annuncerà il suo dispositivo per la realtà mista molto presto Tecnoandroid

Secondo il rispettato esperto della catena di approvvigionamento Ming-Chi Kuo, molto probabilmente Apple presenterà le sue cuffie per realtà mista nel gennaio 2023. La previsione della data di rilascio più recente è stata fornita in un nuovo rapporto di ricerca che valuta le priorità di crescita del settore delle cuffie VR.

La ricerca si concentra su come il settore cambierà nei prossimi mesi quando Facebook, trasformato in Meta, si contenderà l’ingresso di Apple nel mercato delle cuffie VR. Kuo sostiene che Meta è stata fondamentale per il successo del settore VR negli ultimi anni perché ha venduto dispositivi VR a un costo inferiore.

Apple si prepara a rilasciare il suo headset

Secondo Kuo, il mercato della realtà virtuale sta crescendo al punto che un ritiro da Meta non danneggerebbe il settore. Invece, la riduzione dell’investimento di Meta nella tecnologia VR andrebbe a vantaggio di altri produttori di cuffie VR man mano che il settore cresce.

Inizialmente si prevedeva che il copricapo per realtà mista di Apple fosse disponibile nel 2022, ma i ritardi nello sviluppo di hardware e software hanno richiesto più tempo.nL’analista ritiene inoltre che Meta ridurrà la sua spesa hardware VR a breve termine mentre si concentra nuovamente sulla sua strategia aziendale principale. A causa della politica sulla privacy ATT di Apple su iPhone, la pubblicità sponsorizzata dal social network Facebook sta causando polemiche a Meta.

L’analista continua definendo il copricapo di Apple “il prodotto più difficile che Apple abbia mai progettato”, il che è un bel complimento per il produttore di iPhone. Infine, Ming-Chi Kuo prevede che i concorrenti di Apple seguiranno il design delle cuffie per realtà mista dell’azienda, spingendo l’intero settore in avanti.

Apple annuncerà il suo dispositivo per la realtà mista molto presto Tecnoandroid

Recensione Lenovo Yoga Tab 13: Intrattenimento e produttività

Androidiani - Sun, 06/26/2022 - 14:30
Nella recensione di oggi parliamo di Lenovo Yoga Tab 13, un tablet di fascia alta che strizza l’occhio sia all’intrattenimento che alla produttività. Come si comporta nell’utilizzo quotidiano? Andiamo a scoprirlo! (...)Continua a leggere Recensione Lenovo Yoga Tab 13: Intrattenimento e produttività su Androidiani.Com © niccoloproietti for Androidiani.com, 2022. | Permalink | Tags del post: […]

OnePlus pensa anche a cuffie, smartwatch e smartband

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 14:30

OnePlus pensa anche a cuffie, smartwatch e smartband Tecnoandroid

Da OnePlus si attende la presentazione ufficiale di OnePlus 10T 5G, smartphone al centro di diverse indiscrezioni negli ultimi giorni ma pare che il produttore cinese abbia anche altri diversi dispositivi pronti ad arrivare sul mercato.

Nelle scorse ore un importante contributo per i fan di OnePlus è arrivato da Mukul Sharma, che ha condiviso su Twitter alcune interessanti informazioni su quelli che potrebbero essere i device che il produttore cinese ha in programma di lanciare a breve. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

OnePlus pensa a cuffie, smartwatch e smartband

Il popolare leaker si è soffermato sui dispositivi indossabili, un settore al quale OnePlus si è avvicinata ormai da tempo e a cui pare abbia deciso di dedicare sempre più attenzioni. E così scopriamo che OnePlus avrebbe in programma il lancio in India di due nuove serie di cuffie true wireless, una delle quali sotto il brand Nord.

Probabilmente per saperne di più al riguardo non ci sarà da pazientare per molto tempo, in quanto il leaker sostiene che nei programmi del produttore cinese la presentazione dovrebbe avvenire nel terzo trimestre, in occasione dell’annuncio di un paio di smartphone. Ma l’azienda avrebbe in progetto di lanciare anche altri due dispositivi indossabili e cioè OnePlus Watch 2 e OnePlus Band 2, device che il produttore si augura possano fare ancora meglio delle rispettive precedenti generazioni.

Resta da capire se le indiscrezioni riportate da Mukul Sharma riguardino soltanto il mercato indiano o se, al contrario, nei progetti del produttore vi sia il lancio di tali nuovi device a livello globale. Probabilmente per scoprirlo basterà avere pazienza solo per un paio di settimane: già all’inizio di luglio, infatti, il produttore cinese potrebbe rinnovare la sua offerta sia per quanto riguarda i telefoni che per i dispositivi indossabili.

OnePlus pensa anche a cuffie, smartwatch e smartband Tecnoandroid

Cos'è un sensore ToF, come funziona e su quali smartphone è presente

Android World - Sun, 06/26/2022 - 14:24

Nel panorama degli smartphone attuale tra i parametri che più interessano gli utenti, e che spesso giocano un ruolo in primo piano proprio nella valutazione e nella scelta finale del dispositivo, troviamo il comparto fotografico. Negli anni siamo stati abituati a vedere e leggere analisi dei comparti fotografici sempre più approfondite, all'interno delle quali abbiamo iniziato a sentire sempre più frequentemente i sensori Time of Flight (ToF).

Nei prossimi paragrafi capiremo come funziona esattamente un sensore ToF e perché si chiama così. Questo componente riveste particolare importanza per la sua presenza diffusa nel panorama smartphone, anche se il suo impiego è esteso anche ad altri settori tecnologici dove esistono fotocamere ToF indipendenti che possono funzionare connesse a diverse periferiche.

Dal punto di vista tecnico, i sensori ToF basano il loro funzionamento sulla luce infrarossa. Il loro nome, time of flighttempo di volo, corrisponde al fondamento del loro funzionamento. La fotocamera ToF invia infatti un segnale di luce infrarossa verso l'oggetto da mappare, questa viene riflessa e torna al sensore stesso. In base al tempo impiegato per tornare indietro dal fascio infrarosso, ovvero dal tempo in cui il fascio di luce è stato "in volo", si riesce a calcolare la distanza dell'oggetto dalla fotocamera.

Quanto appena detto descrive in modo semplificato il funzionamento di un sensore ToF. In sostanza possiamo paragonarlo al funzionamento dei sensori d'impronte a ultrasuoni, che sono altrettanto diffusi nel settore smartphone. In questo caso, la variabile che entra in gioco è il tempo di volo del segnale preso in esame, mentre per i sensori d'impronte si tratta dei parametri geometrici delle onde sonore riflesse o rifratte.

Nel caso delle fotocamere ToF, il tempo di volo permette di calcolare la distanza dell'oggetto inquadrato dal sensore. Questo implica che il punto forte, dal punto di vista computazionale e tecnico, dei sensori ToF è la sensibilità del calcolatore del tempo di volo. La velocità della luce infrarossa rimane costante, l'unica variabile da derivare è la distanza percorsa a partire proprio dal tempo trascorso dall'emissione alla ricezione del fascio di luce infrarossa.

I sensori ToF si rivelano quindi molto adatti a diversi tipi di utilizzo: poter calcolare con accuratezza la distanza di un oggetto dalla fotocamera è utile per realizzare scatti in modalità bokeh, perché si riesce a capire quali sono gli elementi da sfocare più o meno, realizzare una messa a fuoco più accurata soprattutto in condizioni di bassa luminosità, perché quello basato sulla trasduzione della luce infrarossa prescinde dalla luminosità ambientale, e anche per realizzare il riconoscimento facciale o degli oggetti in tre dimensioni.

Pertanto, i sensori ToF non migliorano soltanto i comparti fotografici degli smartphone ma possono svolgere un ruolo fondamentale anche in termini di sicurezza, perché possono essere integrati per realizzare il riconoscimento facciale in tre dimensioni che notoriamente risulta essere più sicuro di quello realizzato in due dimensioni.

Un altro impiego delle fotocamere ToF sui dispositivi mobili coinvolge le applicazioni in realtà aumentata e in realtà virtuale, soprattutto in termini di mappatura degli oggetti.

I sensori ToF non li troviamo soltanto nel mondo smartphone ma anche in quello relativo alle auto. Le vetture a guida autonoma infatti prevedono un massiccio impiego di sensori ToF per mappare l'ambiente circostante in tempo quasi reale e riconoscere gli oggetti che circondano la vettura.

Le fotocamere a tempo di volo le troviamo su diversi smartphone che circolano attualmente sul mercato. Andiamo quindi a vedere la piccola cronistoria dell'integrazione di questa tipologia di sensori nei dispositivi mobili che usiamo tutti i giorni. Precisiamo che si tratta di una cronistoria che include soltanto alcuni dei modelli principali con sensori ToF che abbiamo visto sul mercato negli ultimi anni:

  • Tra i primissimi smartphone consumer a integrare una fotocamera ToF troviamo il Huawei Phab 2 Pro del 2016, uno smartphone che non ha mai visto ufficialmente le luci del mercato europeo.
  • A inizio 2019 abbiamo visto Samsung lanciare il suo Galaxy S10 con fotocamera ToF sia posteriore che anteriore, così come ha fatto Huawei con il suo P30. In parallelo, Apple dalla fine del 2017 presenta una tecnologia concettualmente simile, basata sulla luce strutturata, per realizzare il riconoscimento facciale in tre dimensioni.
  • Nel 2020 sempre più produttori hanno adottato una fotocamera ToF sui loro modelli di punta: l'abbiamo vista su Galaxy S20 Ultra, Huawei P40 Pro, Sony Xperia 1 II, Meizu 17 Pro.
  • Nel 2021 le fotocamere ToF le troviamo su iPhone 12 Pro.
  • Il 2022 ha segnato il grande passo al comparto LiDAR, costituito da una serie di sensori ToF, su iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max. Nel mondo Android, solo Honor Magic 4 Pro sembra aver creduto nei sensori ToF.

L'articolo Cos'è un sensore ToF, come funziona e su quali smartphone è presente sembra essere il primo su Mobileworld.

Nvidia GTX 1630 sarà rilasciato prima di quanto ti aspetti

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 14:15

Nvidia GTX 1630 sarà rilasciato prima di quanto ti aspetti Tecnoandroid

Secondo alcune indiscrezioni, la GeForce GTX 1630 entry-level di Nvidia verrà lanciata il 28 giugno. Questa non è la prima data di rilascio della GTX 1630 che abbiamo sentito; è il terzo. Innanzitutto, questa scheda grafica economica doveva essere lanciata il 31 maggio, poi il 15 giugno.

VideoCardz riferisce che la scheda arriverà il 28 giugno. IT Home ha estratto queste informazioni dal forum cinese Board Channels, dove i modelli Colorful GTX 1630 sono dichiarati come spediti in preparazione per un 28 giugno. Dato quello che è successo, siamo scettici sul fatto che la terza volta sia la volta buona e non c’è ancora nulla di ufficiale.

Nvidia GTX 1630 arriverà il 28 giugno

Non vediamo l’ora di vedere cosa farà Nvidia con la sua GTX 1630 di fascia bassa, se questo è un indizio. Anche se le speculazioni sulle sue specifiche e limitazioni sono state poco brillanti. I benchmark mostrano che il 1630 è in ritardo rispetto alla GTX 1050 Ti, quindi non è chiaro quanto sarà allettante questo prodotto a meno che Nvidia non abbassi il prezzo. Forse questi ritardi sono dovuti alle aspettative.

Il 1630 potrebbe non essere la prima priorità del Team, quindi è stato spostato. La GTX 1630 segnalata potrebbe essere cancellata? Oppure le voci potrebbero essere sbagliate su questa carta (anche se sembra improbabile, visto che continua a spuntare sul radar di rilascio).

La prossima settimana, si spera di vedere la GTX 1630 in modo da poter scoprire le specifiche esatte e se corrispondono al moniker “GTX”, che è sempre stato correlato ai giochi anziché a qualcosa di poco costoso.

Nvidia GTX 1630 sarà rilasciato prima di quanto ti aspetti Tecnoandroid

Amazon batte tutti alla grande: un nuovo elenco con prezzi all’80%

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 14:00

Amazon batte tutti alla grande: un nuovo elenco con prezzi all’80% Tecnoandroid

Come Amazon aveva già promesso, ci saranno delle offerte molto interessanti durante il prossimo mese di luglio. Secondo quanto riportato infatti sarà presente un elenco pieno di promo sulla tecnologia, anche se oggi non sembra essere da meno.

La giornata attuale prevede infatti prezzi bassissimi proprio come è possibile vedere all’interno del nuovo elenco. Per avere tutto direttamente sul vostro smartphone però, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

Amazon: sono arrivate le nuove promozioni sulla merce disponibile
  • Lampada da tavolo a LED dimmerabile, con 5 colori e 10 livelli di luminosità, attacco USB per la ricarica dello smartphone, ideale per la lettura, l’ufficio e la cameretta dei bambini, PREZZO: 19,87 euro, LINK
  • COVID Polonord Adeste 5 Kit di Test Rapidi, Antigene Nasali per Autodiagnosi SARS-CoV-2, Tampone Nasale COVID-19, Certificato CE 0197, Risultati in 15 Minuti, Confezione da 5 test, PREZZO: da 28,99 a 24,64 euro, LINK
  • ZzzQuil Natura Integratore per il Sonno, a Base di Melatonina per Dormire ed Estratti di Lavanda, Valeriana e Camomilla, 72 Pastiglie Gommose, PREZZO: da 26,99 a 17,49 euro, LINK
  • Acer Aspire 5 A515-56G-78FB PC Portatile, Notebook con Processore Intel Core i7-1165G7, RAM 16 GB DDR4, 1024 GB PCIe NVMe SSD, Display 15.6″ FHD LED LCD, NVIDIA GeForce MX450 2 GB, Windows 11 Home, PREZZO: da 999 a 799 euro, LINK
  • Xiaomi Redmi Buds 3 Lite Auricolari Bluetooth 5.2, Fino a 18 ore di Batteria, Resistenti all’acqua, Connessione Automatica, Versione Italiana, Nero, PREZZO: da 29,99 a 24,90 euro, LINK
  • WD 2TB Elements Portable, Hard Disk Esterno Portatile, USB 3.0, PREZZO: da 118,85 a 56,80 euro, LINK
  • Samsung Monitor CF39 (‎C24F396), Curvo (1800R) , 24″, 1920×1080 (Full HD), VA, 60 Hz, 4 ms, FreeSync, HDMI, D-Sub, Ingresso Audio, Eye Saver Mode, Nero, PREZZO: da 169,99 a 129,89 euro, LINK

Amazon batte tutti alla grande: un nuovo elenco con prezzi all’80% Tecnoandroid

Google Pixel 7 Pro avrà notevoli miglioramenti hardware

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 13:30

Google Pixel 7 Pro avrà notevoli miglioramenti hardware Tecnoandroid

In rete continuano a parlare del nuovo Google Pixel 7 Pro e nelle scorse ore abbiamo scoperto un dettaglio abbastanza importante sul dispositivo in questione.

In particolare, è stato analizzato un prototipo dello smartphone e ciò ha permesso di scoprire alcuni interessanti dettagli relativi alle sue componenti hardware, confermando varie indiscrezioni emerse in precedenza. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Google Pixel 7 Pro avrà prestazioni hardware migliori dei precedenti

Negli ultimi mesi sono stati diversi i prototipi di Google Pixel 7 e Pixel 7 Pro usciti in qualche modo al di fuori della sfera protettiva del colosso di Mountain View, che è comunque riuscito a recuperarne buona parte e a bloccare da remoto la restante parte, in modo da rendere questi device inutilizzabili e impedire che la scheda tecnica completa di entrambi i telefoni venisse scoperta prima del lancio ufficiale.

Uno dei possessori di un prototipo di Google Pixel 7 Pro pare sia comunque riuscito a recuperare qualche dettaglio sul device, che sarà animato dalla seconda generazione di processore Google Tensor (GS201), che dovrebbe continuare ad usare un design “4+2+2”. Ed ancora, il prossimo smartphone di Google dovrebbe avere un chip Cirrus Logic CS40L26 per le funzionalità legate al touch. Mentre pare che la connettività UWB verrà gestita da un componente diverso rispetto a quanto avvenuto per i modelli dello scorso anno.

Anche per il display (un Samsung S6E3HC4) il colosso di Mountain View avrebbe deciso di puntare su una generazione più nuova rispetto a quella adottata nella serie lanciata nel 2021. E a proposito di schermo, a dire di Mishaal Rahman Google Pixel 7 Pro sarà in grado di garantire una luminosità massima superiore rispetto a quella di Google Pixel 6 Pro. Non ci resta che attendere maggiori informazioni.

Google Pixel 7 Pro avrà notevoli miglioramenti hardware Tecnoandroid

OnePlus è pronto a svelare i nuovi dispositivi indossabili

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 13:15

OnePlus è pronto a svelare i nuovi dispositivi indossabili Tecnoandroid

OnePlus prevede di lanciare una serie di nuovi prodotti nel terzo trimestre di quest’anno, inclusi smartphone e diversi dispositivi indossabili. Secondo le informazioni esistenti, la presentazione dello smartphone OnePlus 10T avverrà a luglio. Questo device include il processore di punta Qualcomm Snapdragon 8+ Gen 1, un display FHD + AMOLED da 6,7 ​​pollici con una frequenza di aggiornamento di 120 Hz e una batteria da 4800 mAh con capacità di ricarica di 150 W.

Una fotocamera selfie da 32 megapixel sarà situata nella parte anteriore e una tripla fotocamera posteriore includerà sensori da 50, 16 e 2 MP. Il sistema operativo indicato è OxygenOS 12, che si basa su Android 12. Si vocifera anche dell’arrivo di due tipi di cuffie subacquee totalmente wireless (TWS). Uno si chiamerà Nord, mentre la variante più costosa si chiamerà OnePlus.

OnePlus potrebbe rivelare anche due nuove cuffie

Infine, stiamo parlando dello smartwatch OnePlus Watch 2 e del tracker di attività fisica OnePlus Band 2. Purtroppo al momento non sono disponibili informazioni sulle specifiche tecniche di questi dispositivi. L’insider ha svelato nuove informazioni sull’imminente smartphone OnePlus 10T. Da un lato, sembra essere una versione un po’ meno costosa del flagship OnePlus 10 Pro; d’altra parte, il 10T supererà l’attuale device sotto diversi aspetti.

Ad esempio, il SoC Qualcomm Snapdragon 8 Plus Gen 1 fungerà da base hardware per OnePlus 10T. Anche se è leggermente più veloce, è comunque più lento dello Snapdragon 8 Gen 1. Il secondo punto è legato alla maggiore velocità di ricarica di OnePlus 10T, che supporta 150 W di potenza contro 80 W per il 10 Pro.

OnePlus è pronto a svelare i nuovi dispositivi indossabili Tecnoandroid

God of War Ragnarok: un leaker rivela una nuova data d’uscita

Tecnoandroid - Sun, 06/26/2022 - 13:00

God of War Ragnarok: un leaker rivela una nuova data d’uscita Tecnoandroid

 

Nel corso di questi ultimi mesi sono emersi in rete davvero tanti rumors e tante indiscrezioni riguardanti l’uscita del nuovo capitolo della saga di Kratos, ovvero God of War Ragnarok. In molti hanno infatti ipotizzato una possibile data di uscita ufficiale e ora è arrivato un nuovo leaker ha svelare ulteriori dettagli.

 

 

God of War Ragnarok potrebbe debuttare durante l’evento State of Play

Il nuovo capitolo del videogioco di Kratos potrebbe essere presentato in veste ufficiale durante il prossimo evento State of Play che si terrà il 30 giugno 2022. A rivelarlo, come già accennato, è stato un leaker non molto conosciuto ma che ultimamente sta azzeccando diverse previsioni.

Nello specifico, il leaker The Snitch ha pubblicato in questi giorni alcuni post. Su uno di questi era presente il personaggio di Kratos e i numeri 11110, che nel sistema binario corrispondono al numero 30 e proprio per questo motivo si pensa che il debutto possa avvenire il 30 giugno 2022.

Oltre a questo, il leaker ha lasciato ulteriori indizi che indicano il possibile imminente avvio dei pre-ordini del nuovo videogioco di Santa Monica. In particolare, sembra che God of War Ragnarok possa essere distribuito sia su PS4 sia su PS5. The Snitch è un leaker piuttosto recente ma, come già detto, sembra essere abbastanza affidabile sulle sue previsioni. Staremo a vedere se anche questa volta ci ha azzeccato o meno.

Vi ricordiamo comunque che, dopo varie indiscrezioni e leaks trapelati in rete, anche il colosso giapponese Sony ha confermato ufficialmente l’arrivo della prima serie tv ispirata a questo videogioco e quest’ultima sarà prodotta da Amazon Prime Video.

God of War Ragnarok: un leaker rivela una nuova data d’uscita Tecnoandroid

Pages