Feed aggregator

Condividi su:


MANUALINUX


Edge dice di essere diventato più veloce, ecco come ci è riuscito

Android World - 3 hours 13 min ago

Microsoft Edge è il browser sul quale Microsoft punta molto da ormai qualche anno, dopo averlo riprogettato su base Chromium per renderlo più appetibile. E questo ha prodotto i suoi risultati e, sempre in questo senso, arrivano ulteriori aggiornamenti.

Microsoft infatti ha descritto nel dettaglio la serie di miglioramenti che sono stati implementati su Edge per renderlo più veloce e più fluido. Questi ultimi due infatti sono gli aspetti maggiormente presi in considerazione dai recenti sforzi di Microsoft.

Andiamo quindi a vedere quali sono le principali novità introdotte su Edge e relativi miglioramenti che si rifletteranno nell'utilizzo quotidiano:

  • A partire dalla versione 122 di Edge, l'interfaccia utente è ora più veloce del 42% per gli utenti Edge e ben del 76% più veloce per quelli di voi che utilizzano un dispositivo senza SSD o con meno di 8 GB di RAM.
  • Con la versione 124 di Edge, sia che i Preferiti vengano espansi o compressi, l'esperienza dovrebbe essere più veloce del 40% quando si apre tale sezione.

Quelli elencati sopra sono i principali risultati arrivati con gli ultimi aggiornamenti introdotti per Edge. Ma andiamo anche a vedere come Microsoft ci è riuscita.

L'ottimizzazione dell'interfaccia utente è arrivata attraverso diversi miglioramenti e aggiornamenti. Microsoft ha scelto di analizzare nel dettaglio il comportamento degli utenti nell'utilizzo dell'interfaccia di Edge, per capire quali sono gli aspetti che potrebbero incidere maggiormente nella percezione di fluidità nell'esperienza con il browser.

Dall'analisi di Microsoft è stato possibile stabilire delle soglie minime di reattività per le varie sezioni dell'interfaccia grafica, in modo che il browser venga percepito sempre come fluido. Inoltre, Microsoft ha anche focalizzato il suo lavoro sull'ottimizzazione del browser su dispositivi con meno risorse hardware della media.

Sempre nell'ambito dell'ottimizzazione dell'interfaccia grafica, Microsoft ha svolto un lavoro certosino anche nell'analisi del rendering del browser. Questo ha portato all'implementazione di una nuova interfaccia utente denominata WebUI 2.0. Si tratta di un'architettura completamente nuova basata sul markup che riduce al minimo la dimensione dei pacchetti di codice e la quantità di codice JavaScript eseguito durante il percorso di inizializzazione dell'interfaccia utente. Questo significa maggiore modularità a livello software per Edge, e dovrebbe tradursi in maggiore reattività e fluidità.

Per iniziare, Microsoft ha tradotto in WebUI 2.0 il componente Edge Essentials, e chiaramente ha intenzione di fare lo stesso con gli altri componenti nel prossimo futuro.

L'articolo Edge dice di essere diventato più veloce, ecco come ci è riuscito sembra essere il primo su Smartworld.

Starlink sotto accusa: i satelliti possono abbagliare i piloti

Tecnoandroid - 3 hours 18 min ago
I satelliti Starlink sono una potenziale minaccia al volo aereo sulla Terra

Starlink, il colosso delle telecomunicazioni, si trova di nuovo al centro dell’attenzione pericolosamente, e stavolta per ragioni negative. Un recente studio ha rivelato che i suoi satelliti, quando esposti al Sole, possono temporaneamente abbagliare i piloti d’aereo, sollevando preoccupazioni sulla sicurezza dei voli.

 

Una potenziale minaccia

La ricerca, resa pubblica sulla piattaforma arXiv, specializzata nella diffusione di studi scientifici in fase di revisione o risultati preliminari, non mira a denunciare il pericolo, bensì a fornire a Starlink stesso spunti per migliorare i propri dispositivi spaziali.

Tra gli autori dello studio figura Anthony Mallama, che ha dedicato gli ultimi anni allo studio dell’intensità luminosa dei satelliti Starlink in diverse condizioni atmosferiche. “La mia ricerca ha dimostrato che gli Starlink possono essere estremamente luminosi in specifiche condizioni meteorologiche, rappresentando una potenziale minaccia per i piloti d’aereo. In un caso, sono stati addirittura scambiati per fenomeni aerei non identificati (UAP) da piloti di due aerei commerciali, che hanno segnalato di essere stati momentaneamente abbagliati da un ‘UFO'”, ha dichiarato Mallama.

Secondo i dati ufficiali di Starlink, attualmente sono in orbita 6.528 satelliti, con l’obiettivo di raggiungere un totale di 12.000 satelliti nell’ambito del progetto originale, mirante a fornire connessione internet su scala globale.

 

Starlink e il cambiamento necessario

Ma per mantenere operativo il sistema nel tempo, l’azienda sarà costretta a lanciare regolarmente altri satelliti nello spazio. Questa necessità offre un’opportunità per implementare soluzioni volte a ridurre il rischio di incidenti, come suggerito dalle ricerche di Mallama.

“Una strategia per mitigare l’intensità luminosa dei satelliti consiste nel riflettere la luce solare nello spazio anziché permetterle di diffondersi verso gli osservatori terrestri”, ha spiegato lo scienziato. “Questa tecnica funziona efficacemente nella maggior parte dei casi ed è già adottata da altri satelliti non commerciali. Tuttavia, in determinate configurazioni geometriche tra sole, satellite e Terra, questa soluzione può fallire, generando riflessi speculari che potenzialmente abbagliano gli osservatori sulla Terra.”

Recentemente, l’azienda fondata da Elon Musk è stata costretta a far precipitare 100 satelliti a causa di un malfunzionamento del sistema, alimentando polemiche riguardo alla crescente presenza di satelliti in orbita terrestre, considerata da alcuni una forma di inquinamento spaziale.

L'articolo Starlink sotto accusa: i satelliti possono abbagliare i piloti proviene da TecnoAndroid.

Sony va avanti di 10 anni pensando al suo controller PlayStation

Tecnoandroid - 3 hours 23 min ago

Sony ha recentemente pubblicato un video denominato “Creative Entertainment Vision“. Nelle immagini viene mostrato quello che potrebbe essere il prossimo futuro del gaming. Nello specifico, nel video vengono mostrati diversi dispositivi, tra cui un nuovo controller per PlayStation che si presenta come uno strumento futuristico uscito da un film di fantascienza.

Ovviamente è importante ricordare che si tratta di prodotti ipotetici e non legati direttamente ai prodotti già esistenti di Sony e attualmente presenti sul mercato.

Sony presenta i dispositivi del futuro

Il controller di PlayStation, nel video, viene mostrato mentre è collegato a quello che sembra uno schermo fluttuante e curvo. Non è chiaro se quest’ultimo sia una proiezione del dispositivo di Sony o se si tratta effettivamente di un oggetto fisico in grado di galleggiare. Forse potrebbe sostenersi attraverso dei magneti.

Nel video è presente anche una descrizione che sembra delineare un futuro prossimo (tra 10 anni) in cui la realtà virtuale e fisica si sovrappongono. Tale visione mostra come la tecnologia di Sony combinata con la creatività potrebbero estendere l’esperienza con la piattaforma, ma anche con la vita quotidiana.

È dunque, in tale scenario, ipotizzabile che nel 2034 potrebbe arrivare la settimana generazione di PlayStation. Se così fosse, Sony potrebbe optare per un modello di console che sia ibrido, ovvero simile a Nintendo Switch. Tale progetto renderebbe il gaming mobile più accessibile. Il merito sarebbe di un controller leggero che proietta uno schermo ovunque l’utente desidera. Garantendo così un totale controllo sui dispositivi e sull’esperienza di gioco.

Tali idee suggeriscono che il futuro del gaming con PlayStation potrebbe dunque essere sempre più orientato verso una modalità flessibile e personalizzata. E soprattutto in grado di adattarsi alle diverse situazioni, alle esigenze dei gamer e ai contesti d’uso. Ovviamente, come detto, non ci sono collegamenti concreti con gli attuali dispositivi e non sappiamo quale sarà effettivamente il futuro di Sony.

L'articolo Sony va avanti di 10 anni pensando al suo controller PlayStation proviene da TecnoAndroid.

Auto Elettriche: dalla Grecia all’Italia, arrivano nuove restrizioni per chi le ha

Tecnoandroid - 3 hours 28 min ago

Chi possiede un’auto a GPL conosce bene le limitazioni relative ai parcheggi interrati oltre il primo livello. Ora, anche le auto elettriche stanno incontrando sempre più restrizioni, come recentemente evidenziato dai nuovi regolamenti sui traghetti in Greci.

Per dirne un’altra, stranamente, in un supermercato in Campania hanno vietato completamente l’accesso alle auto elettriche. In Grecia, invece, è nata una nuova regolamentazione che impone ai traghetti di non far salire a bordo veicoli elettrici a batteria ed anche in versione plug-in hybrid che abbiano più del 40% di ricarica.

Motivazioni e restrizioni per le auto elettriche: quali sono di preciso?

La motivazione ufficiale per questa misura è la sicurezza. Tuttavia, sembra che l’attuale governo greco sia poco preparato in materia di auto elettriche. Se si accetta l’idea che le BEV e le PHEV siano pericolose a causa delle loro batterie agli ioni di litio, il Ministero dovrebbe forse vietarne del tutto l’accesso ai traghetti. Richiedere che la carica sia inferiore al 40% non ha effetti significativi, né in termini di sicurezza né di peso. La misura appare quindi più una reazione istintiva che una decisione informata, simile a come le auto a GPL e a metano sono limitate.

Per i veicoli a GPL e CNG, infatti, è consentito l’accesso ai traghetti solo con il serbatoio riempito al massimo al 50%. Mentre per una PHEV è relativamente semplice scaricare la batteria al di sotto del 40%, per un veicolo BEV la questione è più complicata. Un conducente, nel caso in cui arrivasse al porto con una carica della propria auto elettrica del 60% o più alta, potrebbe trovarsi costretto a guidare inutilmente finché questa non raggiunge il limite imposto. Scaricare, inoltre, una BEV non è così semplice come si potrebbe pensare, a meno di non percorrere lunghe distanze in autostrada. Una normativa che fa molto discutere.

Pare che chi abbia elaborato tale regola non conosca davvero il funzionamento delle auto elettriche. Un veicolo carico all’80% non ha maggiori probabilità di incendiarsi rispetto a uno con una carica del 20% o del 35%, quindi diremmo che il 40% indicato non ha molto senso a livello scientifico. Gli automobilisti sperano che il Ministero riveda queste restrizioni alla luce delle evidenze scientifiche disponibili e che adotti misure più razionali.

L'articolo Auto Elettriche: dalla Grecia all’Italia, arrivano nuove restrizioni per chi le ha proviene da TecnoAndroid.

Incentivi Auto 2024: arrivo del nuovo ecobonus e le reazioni del settore

Tecnoandroid - 3 hours 33 min ago

Dopo un’attesa apparsa interminabile, gli incentivi auto di quest’anno sono stati pubblicati finalmente sulla Gazzetta Ufficiale. Molte associazioni attendevano con ansia questo annuncio particolare dopo che i ritardi avevano creato preoccupazioni e disagi. Il non arrivo dell’Ecobonus ha ritardato fino ad ora il mercato delle auto elettriche ed lasciando molti potenziali acquirenti nel limbo, finché non è giunta la buona novella.

MOTUS-E è stata una delle principali associazioni a sollecitare più volte il Governo, incitandolo a sbrigarsi e a concludere le pratiche quanto prima. La notizia della pubblicazione è stata dunque accolta con grande entusiasmo dall’associazione e dai cittadini, convinti che gli incentivi aiuteranno il mercato automobilistico italiano. L’Ecobonus, infatti, dovrebbe consentire al nostro Paese di recuperare terreno nel settore, tornando a giocare un ruolo più importante, come ha fatto per anni, nel mondo delle auto.

Come hanno reagito le diverse associazioni alla notizia degli incentivi?

Nonostante il giudizio positivo, MOTUS-E ha espresso qualche riserva. È un peccato che la misura sia limitata a soli sei mesi e che non si sia colta l’occasione per allineare il tetto di prezzo delle auto elettriche incentivabili a quello delle ibride plug-in. Tuttavia, l’incentivo offre valori molto importanti per le auto a zero emissioni e permetterà a molti automobilisti di avvicinarsi all’elettrico. L’associazione sottolinea l’importanza di una visione a medio termine per stabilizzare il mercato italiano e allinearlo al mix di alimentazioni dell’Unione Europea. È fondamentale calibrare le politiche degli incentivi in modo da permettere a cittadini e imprese di fare scelte consapevoli in un contesto chiaro e prevedibile.

Anche Assogasliquidi-Federchimica ha accolto positivamente il nuovo Ecobonus. Questo provvedimento include un contributo per la trasformazione a GPL o metano delle auto fino a Euro 4, con incentivi di 400 e 800 euro rispettivamente e un fondo a disposizione di 10 mila euro. Secondo Andrea Arzà, presidente di Assogasliquidi-Federchimica, questo provvedimento è fondamentale perché aiuta anche gli italiani che non possono permettersi l’acquisto di un’auto nuova. L’associazione auspica che a breve siano disponibili i provvedimenti attuativi del Decreto Ecobonus, così da consentire ai consumatori di accedere agli incentivi per il retrofit.

L'articolo Incentivi Auto 2024: arrivo del nuovo ecobonus e le reazioni del settore proviene da TecnoAndroid.

Mediaworld ti scioccherà con le sue PROMOZIONI super HOT

Tecnoandroid - 3 hours 38 min ago

Mediaworld è lo store perfetto per ogni cosa ti serva. Dalle tv più grandi ed innovative sul mercato agli smartphone eccezionali dei brand più famosi, troverai qualsiasi device. I prezzi proposti sono ultra convenienti, i più bassi proposti tra i grandi store del settore. Se cerchi qualche elettrodomestico, una friggitrice ad aria, un’aspirapolvere senza fili, un frigorifero potente e gigantesco, lavatrici capienti per poter lavare in contemporanea una marea di abiti e coperte, ciò che vuoi sicuramente lo avrai.

Mediaworld ha molti store sul territorio, è vero, ma per la nostra comodità ha reso disponibile un sito ben costruito e categorizzato con tutti i dispositivi divisi in apposite pagine. C’è anche una sezione dedicata ai suoi superbi volantini ricchi di promozioni strabilianti! Che tu preferisca fare shopping in modo tradizionale o ordinare online avrai pane per i tuoi denti. Ricorda che per ogni problema c’è l‘assistenza ed il reso a tua disposizione.

MediaWorld supera sé stesso con queste promo favolose

Acquista un prodotto speciale specificato in volantino e MediaWorld ti regalerà Sky per consentirti di guardare le partite degli appassionanti europei di calcio. Compra ad esempio la nuova Smart TV Sony 85x80l a soli 1799 euro oppure scegli la fantastica LG a 849 euro. Ti attendono anche altri brand come Hisense e Samsung a costi differenti e con diverse grandezze partendo da un costo di circa 380 euro ed arrivando sui 1200 euro.

Vuoi ascoltare la telecronaca in santa pace? MediaWorld mette a tua disposizione modelli di cuffie che ti isoleranno dal mondo esterno o se vuoi invece un’esperienza come allo stadio prova il videoproiettore XGMI Halo a 599 (anche qui avrai 12 mesi in regalo di abbonamento sky). Appassionato di fotografia e di avventura? Ce ne sono di cose che puoi acquistare, tra macchine fotografiche digitali, compatte e mirrorless la scelta è ardua. Se sei una persona da escursioni e adrenalina opta invece per una action cam così da catturare ogni tua impresa, come la GoPro da soltanto 279 euro.

Guarda il volantino Mediaworld qui sotto e troverai tantissimi altri prodotti, persino biciclette elettriche, monopattini e droni! Vai sul sito per scoprire tutti i dispositivi che potresti comprare.

#tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item1 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112145-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item2 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112207-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item3 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112245-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item4 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112305-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item5 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112326-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item6 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112345-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item7 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112407-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item8 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112426-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item9 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112445-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item10 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112505-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item11 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112525-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item12 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112543-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item13 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112604-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item14 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112622-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item15 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112643-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item16 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112703-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } #tdi_1 .td-doubleSlider-2 .td-item17 { background: url(https://www.tecnoandroid.it/wp-content/uploads/2024/05/Screenshot-2024-05-28-112725-160x120.jpg) 0 0 no-repeat; } 1 su 17

L'articolo Mediaworld ti scioccherà con le sue PROMOZIONI super HOT proviene da TecnoAndroid.

LEGO lancia Missione Astronauta: iniziative e set interattivi "spaziali"

Android World - 3 hours 40 min ago

Arrivano delle interessanti novità da LEGO, l'azienda che produce i popolari mattoncini e che non lascia mai all'asciutto i suoi appassionati. Si parla di Missione Astronauta, un'iniziativa che riguarda nello specifico il nostro paese.

Con Missione Astronauta infatti LEGO intende far conoscere tutte le sue novità sul tema dello spazio, e sarà quindi centrata sui set della serie LEGO Spazio. Ma non solo.

Gruppo LEGO Fan Italia

Con l'iniziativa Missione Astronauta infatti ci saranno anche altri eventi. Andiamo a vedere insieme quelli annunciati da LEGO per l'Italia:

  • LEGO riferisce di aver ricevuto un misterioso messaggio cifrato dalle stelle, e chiunque riuscirà a tradurre le frasi enigmatiche e porterà la soluzione corretta in un LEGO Store nei giorni sabato 1 e domenica 2 giugno riceverà una sorpresa a tema Spazio. Date un'occhiata alla galleria qui di seguito o cliccate qui per leggere il messaggio cifrato!
  • Durante il prossimo weekend del 1 e 2 giugno, in Piazza Gae Aulenti in Portanuova a Milano ci sarà una gigantesca installazione speciale a forma di razzo composta da circa 35.000 mattoncini e firmata dal LEGO Certified Professional italiano Riccardo Zangelmi. L'installazione si troverà di fronte al LEGO Store Gae Aulenti, nel quale tutti gli appassionati potranno provare a risolvere l'enigma di cui sopra posto su una stele tutta di 15.000 mattoncini, e ricevere la ricompensa nel caso ci riuscissero correttamente.
  • Sempre nella stessa location, gli appassionati potranno ammirare degli speciali set educativi sul tema dello spazio. Ci sarà Pianeta Terra e Luna in orbita LEGO Technic, un set interattivo che illustra l'orbita della Luna intorno alla Terra e della Terra intorno al Sole, Base spaziale e piattaforma di lancio LEGO City, che include una gru a torre, un'astronave e una rampa di lancio, e Astronauta LEGO Creator 3 in 1 che si trasforma in un cane o in un jet spaziale.
  • Nello stesso contesto, LEGO lancerà un'ulteriore iniziativa per accaparrarsi un viaggio in regalo per 4 persone al National Air and Space Museum di Washington D.C. Per partecipare basterà fare un acquisto superiore a 19,99€ in prodotti LEGO Space, inserire i dati dello scontrino o della ricevuta nel sito dedicato, registrarsi e attendere l'estrazione finale (che verrà effettuata entro il 15 luglio 2024). L'iniziativa sarà valida dal 1 al 30 giugno 2024.

Insomma, c'è tanta carne al fuoco per gli appassionati dello spazio e dei popolari mattoncini LEGO per questo inizio di giugno. Fateci sapere se riuscirete a partecipare a una delle iniziative appena presentate da LEGO.

L'articolo LEGO lancia Missione Astronauta: iniziative e set interattivi "spaziali" sembra essere il primo su Smartworld.

Aumento prezzi benzina: la causa è una nuova tassa dall’Europa

Tecnoandroid - 3 hours 43 min ago

Dopo il recente periodo di stabilità che recentemente il settore dei carburanti aveva dimostrato, sta per arrivare in Italia e nel resto d’Europa un sensibile aumento del prezzo di diesel e benzina. La causa di tale decisione è una nuova impostazione fiscale definita a Bruxelles.

Al momento la benzina si attesta sopra 1,8 euro al litro. Mentre il diesel oltre 1,7euro. Con la nuova tassa, definita “Emission Trading Scheme” l’intero mercato europeo potrebbe presto cambiare. Il continuo aumento del prezzo della benzina e del carburante fossile in generale potrebbe spingere sempre più utenti a passare all’elettrico. Con tali premesse, infatti, la mobilità green potrebbe diventare molto più conveniente.

Aumento dei prezzi di diesel e benzina

La tassa ETS consiste in un sistema di scambio quote di emissioni di gas serra. Quest’ultimo mira a ridurre l’impatto ambientale di attività che mostrano un’alta intensità carbonica. È prevedibile che, dal 2027, tale sistema comprenda il settore dei trasporti ed anche gli edifici. Questo porterebbe dunque ad un aumento dei costi del carburante.

Secondo l’opinione di diversi analisti l’introduzione del sistema potrebbe infatti portare ad un incremento significativo del prezzo di benzina e diesel. Suddetto aumento potrebbe addirittura arrivare a quaranta centesimi, una cifra decisamente più alta di quella presente nelle previsioni iniziali che avevano contemplato un aumento di massimo 10centesimi per la benzina e 12 per il diesel.

L’eurodeputato tedesco e coordinatore per la politica ambientale del gruppo europeo dei Socialisti, Tiemo Wölken, in una sua recente intervista ha dichiarato che il costo per tonnellata di CO2 potrebbe arrivare a circa 200euro. Dunque, si tratta del quadruplo delle stime iniziali proposte dalla Commissione Europea. Quest’ultima, per fronteggiare il presentarsi di tali esigenze ha istituito un fondo sociale per il clima. Si tratta di 87miliardi di euro, una cifra che mira a supportare gli automobilisti che verranno maggiormente colpiti dagli aumenti di benzina e diesel. È importante sottolineare che, se le stime fossero reali persino il fondo potrebbe non essere sufficiente.

L'articolo Aumento prezzi benzina: la causa è una nuova tassa dall’Europa proviene da TecnoAndroid.

Chrome su Android mette una marcia in più al multitasking: arriva il Picture-in-Picture per le schede

Android World - 3 hours 46 min ago

Il vostro telefono Android sta diventando un vero e proprio strumento perfetto per il multitasking grazie alla possibilità di minimizzare le cosiddette schede personalizzate. 

Ma cosa sono le schede personalizzate e cosa comporta questa novità? Andiamo a scoprirlo, ricordandovi la nostra guida su come salvare i preferiti su Chrome

Le schede personalizzate sono una funzionalità dei browser Android che consente agli sviluppatori di app di aggiungere un'esperienza di navigazione personalizzata direttamente nella loro app.

In pratica, quando aprite un link in un'app, come un link in Gmail, questo apre una scheda personalizzata di un browser, in genere Chrome, all'interno dell'app. 

Google offre diverse opzioni agli sviluppatori per personalizzare le schede personalizzate, come animazioni in entrata e uscita, modificare il colore della scheda per abbinarlo a quello dell'app, aggiungere azioni e voci nella barra degli strumenti, controllare l'altezza di avvio della scheda personalizzata e, ora, ridurre a icona (in realtà finestra Picture-in-Picture) la scheda personalizzata. 

Storicamente, le finestre Picture-in-Picture (PiP) sono usate per i video, consentendo di avere una finestra flottante con un video in qualunque posizione dell'interfaccia del telefono.

Ora, con la possibilità di ridurre a finestra PiP anche le schede personalizzate di Chrome, Google intende permettere agli utenti di "passare senza sforzo tra app native e contenuti web".

Per usare la nuova funzionalità, non dovete fare altro che aprire un link in un'app, per esempio un link in Gmail, e in alto a sinistra vedrete una freccia verso il basso. La prima volta che la usate vedrete anche un messaggio che spiega come toccando il pulsante si può ridurre a icona la scheda per riaprirla in un secondo momento.

Toccandola, la scheda del browser si ridurrà a finestra PiP, che potrete spostare a piacere nello schermo del telefono. Questa finestra, che potrà essere solo una (non potrete aprirne di più), mostrerà la favicon del sito e il nome della pagina con il dominio. 

Toccando la finestra, potete accedere a tre funzioni. Se toccate il quadrato al centro, potrete riportare la finestra a tutto schermo, mentre se toccate l'icona a forma di ingranaggio potete disattivare la funzione dalle impostazioni. 

Se toccate la "x" in alto a destra, chiudete la finestra. Allo stesso modo, per chiudere la finestra potete trascinarla verso il basso quando la spostate, sulla "x" che appare in fondo al telefono.

Google indica la possibilità di ridurre a icona le schede personalizzate come un'integrazione "senza soluzione di continuità" che "consente il multitasking tra le superfici, migliorando l'esperienza di navigazione web in-app".

La novità è disponibile per tutti gli utenti su Chrome a partire dalla versione 124 (è stata introdotta per la prima volta nella beta della versione 122), e visto che attualmente siamo arrivati alla 125, dovrebbe essere disponibile sulla maggior parte dei dispositivi.

C'è però un limite: funziona solo con Chrome, ovviamente. È vero che su Android la maggior parte delle app le schede personalizzate, ma alcune come Instagram o Threads hanno i loro browser, il che significa che in alcuni casi la nuova finestra PiP non funzionerà.

Google si augura che altri browser adottino una soluzione simile per migliorare l'esperienza su Android.

L'articolo Chrome su Android mette una marcia in più al multitasking: arriva il Picture-in-Picture per le schede sembra essere il primo su Smartworld.

Android, i migliori giochi ed app a pagamento oggi GRATIS sul Play Store

Tecnoandroid - 3 hours 48 min ago

Come succede ogni giorno, ci sono delle offerte che fanno parte del mondo Android. Proprio gli utenti che fanno fede al robottino verde possono entrare nel Play Store e trovare dei titoli gratuiti da scaricare.

Secondo quanto riportato, molti di questi giochi ed applicazioni dureranno solo per qualche ora in questo stato, per cui fare presto potrebbe essere la soluzione giusta. In basso c’è il prossimo paragrafo con tutti i titoli disponibili e con i link per il download.

Android, queste sono le app da scaricare insieme ai giochi del giorno: oggi è tutto gratis

Secondo le ultime notizie, non capita spesso che tutti questi titoli finiscano gratuitamente all’interno del Play Store. Si tratta di tutte applicazioni a pagamento che pian piano gli utenti hanno monitorato fino a trovarle gratuite per il loro smartphone Android. In basso ci sono tutti i link diretti che portano a scaricare il tutto gratis, ovviamente solo cliccando sul titolo. I link infatti sono inclusi all’interno dei nomi delle applicazioni e dei giochi che si possono scaricare adesso. Una volta selezionato il titolo cliccandoci su, si finirà direttamente sul Play Store di Google per effettuare il download.

  1. GoldOx – The Golden Icon Pack

  2. Amortization Loan Calculator 2

  3. Sleep Sounds Offline – Calming

  4. Words Search – Word Puzzles

  5. Sudoku Master Premium: Offline

  6. Sport Watch Face Fitness VS18

  7. One By One Word Search PRO

  8. Spelling Gaps PRO

  9. Equalizer & Bass Booster Pro

  10. Glasstic 3D Icon Pack

  11. Hero of the Kingdom: Tales 2

  12. Lineblack – Yellow icon Pack

  13. Yellow – Icon Pack

  14. Mini Crossword – Word Fun!

  15. The Weapon King VIP

  16. Blur Photo – Blur Background

  17. CircleDock 3D – Icon Pack

  18. Cubic Dark Mode – 3D Icon pack

  19. Brain Card Game – Xbar10n

  20. Always On Display Pro

  21. Deleted Photo Recovery Pro

  22. Shadow Survival: Offline Games

  23. The Lonely Hacker

  24. Grow Spaceship VIP

  25. Lines Circle – White Icon Pack

  26. DADAM12 Digital Watch Face

  27. DADAM52 Analog Watch Face

L'articolo Android, i migliori giochi ed app a pagamento oggi GRATIS sul Play Store proviene da TecnoAndroid.

Iliad regala una SORPRESA agli utenti con la Giga 180

Tecnoandroid - 3 hours 53 min ago

Non sarà di certo un gestore a modificare l’intera scena della telefonia mobile, ma a quanto pare Iliad si sta impegnando molto. Questo provider, che tra i provider più forti detiene lo scettro di quello più affidabile, sta continuando con il ciclo di offerte a cui aveva abituato gli utenti.

Da qualche settimana è tornata disponibile una delle soluzioni più amate di sempre, ovvero la Giga 180. I più attenti avranno notato che era già disponibile qualche mese fa ma ora è ritornata con un prezzo ancor migliore. Iliad tende sempre a rimescolare le carte in tavola tra quelle che già possiede ed infatti ora era il turno di questa offerta. Chi aspettava l’occasione giusta per cambiare provider è capitato nel momento perfetto: la Giga 180 è la promo più amata in assoluto. Al suo interno ci sono i migliori contenuti se si pensa a minuti, messaggi e giga, ma anche il prezzo è uno dei migliori sul mercato. Oltre a tutto ciò c’è da ricordare che non c’è alcun tipo di restrizione in quanto Iliad permette a tutti di poterla sottoscrivere.

Iliad, la Giga 180 è tornata con tanti contenuti e con un ottimo prezzo

Garantendo ai suoi utenti tutto ciò che serve, Iliad ha fatto bingo ancora una volta con la Giga 180. All’interno di questa soluzione mobile ogni mese ci sono minuti e messaggi senza limiti verso qualsiasi numero di ogni gestore e 180 giga in rete 5G. Il prezzo mensile equivale ad una somma di soli 9,99 € per sempre e senza rimodulazioni.

Ricordiamo che c’è il 5G gratis all’interno di questa soluzione mobile, il che significa non pagare il massimo standard di connessione. Al di fuori di tutto ciò, Iliad garantisce anche una grande offerta sulla fibra ottica a tutti coloro che scelgono questa soluzione. Il prezzo dell’abbonamento domestico sarà di soli 19,99 €. Oltre questo, bisogna anche ricordare che il servizio clienti è uno dei più amati.

L'articolo Iliad regala una SORPRESA agli utenti con la Giga 180 proviene da TecnoAndroid.

Recensione Trust Gaming GXT 491 Fayzo: doppia, anzi, triplice connessione!

Android World - 3 hours 53 min ago

Le Trust Gaming GXT 491 Fayzo arrivano in una confezione che ricalca lo stile tipico dei prodotti gaming di Trust. All'interno della scatola, le cuffie sono ben protette e accompagnate da alcuni accessori essenziali: un dongle USB per la connessione wireless, un cavo di ricarica USB-C, un manuale di istruzioni e un cavo audio da 3.5 mm per l'uso cablato. Chiude il cerchio il microfono staccabile, con relativa spugnetta da applicare per ridurre i suoni plosivi.

  • Peso: 290 g
  • Dimensioni: 180 x 200 x 90 mm
  • Driver audio: 50 mm (supporto Audio Surround 7.1 virtuale)
  • Risposta in frequenza: da 20 Hz a 20 kHz
  • Microfono: sì, staccabile con filtro-spugna antipop
  • Connettività: Wireless, Bluetooth, cablata con cavo in dotazione
  • Compatibilità: PC, PS5, PS4, Nintendo Switch

Appena estratte dalla scatola, le cuffie danno immediatamente l'impressione di essere un prodotto economico. La costruzione in plastica domina l'estetica, ma il materiale utilizzato, sebbene non particolarmente premium, non compromette la robustezza delle cuffie: non si percepiscono scricchiolii o debolezze strutturali durante l'uso, suggerendo una discreta qualità costruttiva. Non sono pesanti, ma nemmeno leggere come le rivali Logitech G G435 LIGHTSPEED (165 grammi, contro i 290 delle Trust).

L'archetto imbottito è regolabile e garantisce una buona aderenza senza esercitare eccessiva pressione sulla testa. Sarebbero anche comode da indossare per lunghi periodi, se non fosse che i cuscinetti auricolari sono rivestiti in un tessuto che può causare un po' di riscaldamento delle orecchie durante sessioni di gioco prolungate, specialmente quando le giornate sono calde. La scelta deriva dal fatto che riescono a fornire un discreto isolamento naturale, ma è un aspetto da tenere in considerazione.

Il design è piuttosto semplice, con un look non troppo aggressivo, sebbene ci siano dei LED a mezzaluna sui bordi dei padiglioni. L'unità del test è quella bianca, che strizza l'occhio all'estetica delle Pulse 3D. Per quanto riguarda la parte dedicata alla voce, vi è un microfono staccabile.

Il punto di forza delle cuffie Trust in questione emerge dalla doppia modalità di connessione senza fili: tramite dongle wireless per una connessione stabile e a bassa latenza durante il gaming, oppure tramite Bluetooth per una maggiore versatilità con altri dispositivi. Questa duplice funzionalità le rende adatte non solo per il gaming, ma anche per l'uso quotidiano con smartphone e tablet, anche perché le modalità possono essere utilizzate in contemporanea, con i due volumi regolabili attraverso l'apposita rotella sul padiglione sinistro. Potrete dunque giocare ad un videogioco e chattare con i vostri amici su Discord tramite PC o console, e nel mentre sentire la musica su smartphone, tutto simultaneamente. L'effettiva utilità di questa funzionalità spetta a voi decretarla.

A proposito dei controlli sui padiglioni, le GXT 491 Fayzo vantano diversi pulsanti sparsi per le funzioni essenziali. Sul lato sinistro, oltre alla levetta per mutare il microfono, ci sono le due ghiere per la regolazione del suono, una controlla il volume generale delle cuffie, mentre l'altra permette, come già accennato, di bilanciare il volume tra la modalità Bluetooth e la modalità wireless. I due jack invece sono adibiti per l'uso cablato e per collegare il microfono staccabile.

Sul padiglione destro, invece, vi è il pulsante per il cambio del colore dei LED, il tasto on/off e l'ingresso USB-C per ricaricarle. Non vi è l'ombra di app per modificare i profili audio, quindi a livello di funzionalità non ci sono grandi sorprese, eccetto appunto la già citata illuminazione RGB, regolabile con sole quattro modalità di colore, di cui una è semplicemente lo spegnimento.

La qualità audio delle Trust Gaming GXT 491 Fayzo è nella media e viene riprodotta da driver da 50 mm con risposta in frequenza 20 Hz - 20 kHz. Nonostante il supporto per l'Audio Surround 7.1 virtuale, il suono può risultare un po' piatto, mancando di profondità e dinamica. I bassi non sono particolarmente potenti, e gli alti sono attenuati. Tuttavia, per il tipo di utilizzo e per la fascia di prezzo a cui si piazzano, la qualità del suono è accettabile e sufficiente per la maggior parte dei giochi, dove la precisione del posizionamento audio è più importante della corposità del suono.

Per testare l'Audio Surround 7.1, mi sono buttato su un'esperienza in cui il suono è nevralgico, cioè Hellblade 2, dove la protagonista è affetta da una grave forma di psicosi, un disturbo mentale che la soffoca in un vortice di voci collegate alle emozioni che sta provando in quel preciso istante. I versi, pettegolezzi, risatine, urla, sussurri e gli avvertimenti nelle proprie orecchie vi danno l'illusione concreta di essere davvero nella testa malata dell'eroina, e le GXT 491 Fayzo riescono a valorizzare il comparto audio discretamente. Lo stesso discorso vale per i titoli competitivi come il nuovo XDefiant di Ubisoft, nel quale mi sono immerso per verificare che le cuffie siano valide anche per il multigiocatore: l'effetto spaziale non è molto accentuato, ma funziona abbastanza bene per un contesto casual.

La qualità del microfono è discreta e c'è anche della cancellazione del rumore: oltre ad essere staccabile, è anche semi-rigido, dunque permette un minimo di spazio di manovra per direzionarlo verso la bocca. A seguire potete ascoltare un test di registrazione dal player sottostante.

La durata della batteria dichiarata dal produttore è di 22 ore: nei miei test l'autonomia si è attestata intorno alle 20 ore, poiché le ho tenute in testa per due intere giornate di lavoro e per qualche sessione di gaming, prima che richiedessero una ricarica.

Le Trust Gaming GXT 491 Fayzo hanno un prezzo di listino di 69,99€ in tre colorazioni diverse (nere, bianche e porpora), ma sono disponibili su Amazon Italia a circa 63€. Combattono contro le ottime Logitech G G435 LIGHTSPEED, che spesso si trovano anche a cifre inferiori.

L'articolo Recensione Trust Gaming GXT 491 Fayzo: doppia, anzi, triplice connessione! sembra essere il primo su Smartworld.

Windows: arriva Paint nel Blocco note, come funziona?

Tecnoandroid - 3 hours 57 min ago

Se siete appassionati di arte digitale e amate esplorare nuove tecniche creative, Paintpad potrebbe essere il software che fa per voi. Questa innovativa applicazione, sviluppata da SamNChiet, consente di disegnare all’interno di Notepad utilizzando caratteri testuali, trasformando il classico Blocco note di Windows in una tela digitale unica nel suo genere.

SamNChiet, già noto per progetti divertenti come Desktop Goose, ha descritto Paintpad come “MS Paint in Notepad“. Suddetto nuovo software permette agli utenti di creare immagini trascinando il cursore all’interno del Blocco note e utilizzando il carattere#“.

Su Windows arriva una nuova funzione

Tra le caratteristiche di Paintpad, troviamo la possibilità di modificare le dimensioni dell’input, consentendo agli utenti di variare la larghezza delle linee tracciate. Inoltre, è possibile cambiare il colore del testo utilizzato, aggiungendo una dimensione cromatica alle creazioni testuali. Un’altra funzione peculiare è lo strumento “Evaporate“, che permette di cancellare parti del disegno con facilità, offrendo così un controllo maggiore sulla composizione finale.

Al momento Paintpad non è ancora disponibile al download, eppure rappresenta già uno dei progetti più ingegnosi di SamNChiet. La capacità di trasformare strumenti tradizionali in piattaforme artistiche può rivelarsi particolarmente utile.

La presentazione di Paintpad arriva in un periodo molto stimolante per gli artisti digitali che utilizzano Windows. Durante la recente conferenza Build 2024, Microsoft ha annunciato Cocreator per Paint. Si tratta di un nuovo strumento che sfrutta l’intelligenza artificiale per generare immagini ispirate alle creazioni degli utenti. Tale ondata di novità tecnologiche offre nuove opportunità per esplorare e sperimentare l’arte digitale.

Paintpad, con la sua fusione di semplicità e innovazione, rappresenta un esempio perfetto di come la tecnologia possa essere utilizzata per reinventare e arricchire il mondo dell’arte digitale. In questo modo vengono offerti agli utenti diversi nuovi modi per esprimere la propria creatività e sperimentare nell’universo artistico in modo semplice ed innovativo.

L'articolo Windows: arriva Paint nel Blocco note, come funziona? proviene da TecnoAndroid.

Automobilisti in ansia per la nuova legge approvata

Tecnoandroid - 4 hours 3 min ago

Gli scorsi giorni il Senato della California ha approvato una nuova proposta di legge SB 961. Quest’ultima si basa sulla richiesta di installare dei limitatori di velocità passivi per tutte le nuove vetture entro il 2032. A presentare la mozione è il senatore Scott Wiener. La California sarebbe il primo Stato della nazione ad implementare suddetto requisito di sicurezza per gli automobilisti. Si tratta di un intervento simile a una legge dell’Unione Europea che entrerà in vigore a luglio, ma che nel frattempo è già presente su alcuni nuovi veicoli.

Una nuova legge in California per gli automobilisti

Gli strumenti, i limitatori di velocità passivi, vengono utilizzati per avvertire i conducenti con dei segnali acustici e visivi ogni volta che superano il limite di oltre 10miglia all’ora. Come spiegato dall’ufficio del senatore Wiener. Inoltre, secondo quest’ultimo, la California e in generale gli Stati Uniti stanno registrando un picco di morti tra gli automobilisti, pedoni e ciclisti, alquanto spaventoso.

In particolare, è emerso che dall’inizio della pandemia, la situazione sta degenerando. Il rapporto sulla sicurezza stradale relativo al 2023 proposto dal California Office of Traffic Safety ha messo in evidenza l’aumento degli incidenti mortali. Nello specifico, quelli causati da automobilisti che guidano sotto effetto di droghe ed alcol.

Il senatore Wiener ha affermato che le morti degli ultimi anni dipendono da scelte politiche che accettano strade pericolose. Nello specifico l’aumento dei livelli di velocità sta mettendo in pericolo tutti gli automobilisti (e non solo) californiani. Adottando misure che siano più prudenti e migliorando la sicurezza è possibile, secondo il senatore, evitare gli incidenti e salvare vite umane.

La legge SB 961 porterebbe i veicoli passeggeri, autobus e camion ad essere dotati di limitatori di velocità entro massimo il 2032, come anticipato. È prevista inoltre un’introduzione graduale del 50% già entro il 2029. Al momento si tratta di una legge riservata alla California, ma potrebbe rappresentare un valido esempio da seguire per molti altri Paesi.

L'articolo Automobilisti in ansia per la nuova legge approvata proviene da TecnoAndroid.

Razr 50 Ultra su TENAA: importanti novità per il display esterno e fotocamera

Android World - 4 hours 6 min ago

Su TENAA, dopo Razr 50, è apparso anche l'altro nuovo pieghevole di Motorola, ovvero Razr 50 Ultra. Si tratta della variante più premium, equipaggiata con ogni probabilità con il chip Snapdragon 8s Gen 3. Lo schermo interno è di tipo OLED da 6,9", con frequenza di aggiornamento fino a 120 Hz. Novità per quello esterno, che rispetto al passato aumenta di dimensioni: ora è da 4" e si estende fino ad "abbracciare" i sensori della fotocamera ed il flash LED.

Approfondendo il comparto fotografico, entrambi i sensori posteriori hanno una risoluzione di 50 MP (probabile lo zoom ottico 2x). All'interno, poi, c'è il terzo sensore da 32 MP. La batteria avrà una capacità di 4.000 mAh, con probabile supporto alla ricarica fino a 45W. Per quanto riguarda il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali, sarà ubicato lateralmente. 

Il nuovo pieghevole RAZR 50 Ultra sarà proposto in quattro tagli di memoria:

  • 8 GB di RAM/ 128 GB di memoria interna,
  • 12 GB/ 256 GB;
  • 16 GB/ 512 GB;
  • 18 GB/ 1 TB.

Tuttavia, per conoscere le combinazioni esatte di memoria occorrerà attendere il lancio ufficiale, così come per sapere quanto costerà la variante più performante, cioè quella che combinerebbe 18 GB di RAM e 1 TB di memoria interna. Passando ai colori in cui sarà disponibile il pieghevole, le tonalità dovrebbero essere: Midnight Blue, Spring Green e Hot Pink.

Sul prezzo, infine, ancora nessuna novità. Qualche indiscrezioni parla di un costo intorno ai 1.099 euro, in linea con quello del predecessore nonostante le migliorie del nuovo modello. Tuttavia, anche in questo senso, occorre attendere conferme ufficiali. Quel che è certo è che Motorola sembra davvero puntare forte sul pieghevole che verrà.

L'articolo Razr 50 Ultra su TENAA: importanti novità per il display esterno e fotocamera sembra essere il primo su Smartworld.

Microsoft Surface Laptop 5: prezzo FOLLE su Amazon con sconto di 600 euro

Tecnoandroid - 4 hours 8 min ago

Microsoft Surface Laptop 5 è a tutti gli effetti il notebook di fascia medio-alta indicato per gli utenti che sono alla ricerca di un dispositivo estremamente versatile, che permetta di svolgere la maggior parte delle operazioni, offrendo anche la massima possibilità di trasporto (definita comunemente portabilità).

Il display è un PixelSense da 13,5 pollici di diagonale, con 201 ppi e protezione Gorilla Glass, accoppiato con un processore molto performante, parliamo appunto di Intel Core i5 di dodicesima generazione, che prevede poi 8GB di RAM e 512GB di memoria interna, anche se comunque la scheda grafica non è dedicata, essendo saldata direttamente sulla scheda madre, è una Iris Xe Graphics.

Non perdetevi i codici sconto Amazon gratis che potete avere a costo zero solo con il nostro canale Telegram ufficiale, oltre a scoprire le migliori offerte esclusive.

 

Microsoft Surface Laptop 5, che promozione oggi su Amazon

E’ facilissimo pensare di risparmiare al massimo sull’acquisto di questo prodotto grazie al supporto di Amazon, in questi giorni gli utenti possono vedere applicato direttamente uno sconto di 600 euro sul valore originario di listino di 1499 euro, così da arrivare a dover sostenere una spesa finale di soli 899 euro (sconto del 40%). Collegatevi qui per l’acquisto.

Come vi anticipavamo, i suoi punti di forza sono spesso legati ad una estrema facilità di trasporto, poiché il laptop ha dimensioni di 308 x 223 x 14,5 millimetri, con un peso inferiore a 1,3kg (dipendentemente dal materiale utilizzato per la realizzazione). Pensare di avere tra le mani un notebook con uno spessore di soli 1,4 centimetri è un qualcosa di quasi unico nel proprio genere, in grado di aprire tantissime porte nell’utilizzo quotidiano.

Non mancano all’appello tutte le tecnologie più recenti, come WiFi 6 (dual-band), ma anche bluetooth 5.1 ed una serie di porte fisiche di grande interesse: USB-C con USB 4.0, USB-A 3.1, un connettore per l’utilizzo di cuffie (jack da 3,5mm) ed una porta Surface Connect.

L'articolo Microsoft Surface Laptop 5: prezzo FOLLE su Amazon con sconto di 600 euro proviene da TecnoAndroid.

Tesla: facile da rubare con questo metodo, l’azienda deve intervenire

Tecnoandroid - 4 hours 13 min ago

Al giorno d’oggi le auto moderne sfruttano un sistema di sblocco delle portiere e della guida basato sulle onde radio che, tramite la chiave arrivano alla vettura e una volta riconosciuta la sbloccano, questo sistema è utilizzato anche dalle auto Tesla, questo sistema era precedente passivo all’attacco a relè che consentiva di bypassare la chiave e sbloccare la vettura, attacco sventato tramite l’avvento della “comunicazione a banda ultra larga”, il quale però non sembra proteggere efficacemente le auto Tesla che sembrano essere ancora sensibile a tale hack.

 

Un rischio concreto

La scoperta di questa vulnerabilità è merito di un’azienda cinese con sede a Pechini, GoGoByte, la quale con un video dimostrato ha mostrato come sia possibile eseguire un attacco a relè con l’ultima Tesla Model 3, il tutto con apparecchiature dal costo di circa 100 euro, ciò per una Tesla è deleterio dal momento che il sistema keyless controlla anche la funzione immobilizzatore dell’auto, pensata per prevenire il furto, ciò significa che una volta sbloccata un ladro può accenderla e portarla via molto facilmente.

Questa tipologia di attacco si basa sulla possibilità di rilevare la presenza della chiave del proprietario o del suo smartphone, che può essere utilizzato per sbloccare l’auto, nel dettaglio un ladro radiofonico può trasmettere il segnale della chiave del proprietario anche da una distanza considerevole, aprendo così l’auto senza che la chiave sia fisicamente presente, nel dettaglio le auto Tesla non sarebbero in grado di capire che la chiave non è fisicamente vicina, dunque risultano sensibile a questo tipo di bypass.

Ovviamente l’azienda ha avvisato Tesla del problema la quale ha affermato di essere già a lavoro per una soluzione, nel frattempo si suggerisce agli utenti di attivare la funzione PIN-to-drive fino a quando non verrà trovata una soluzione definitiva, quest’ultima richiede un codice PIN all’utente per accendere la vettura.

L'articolo Tesla: facile da rubare con questo metodo, l’azienda deve intervenire proviene da TecnoAndroid.

Robot aspirapolvere iRobot Roomba SVENDUTO su Amazon: 100 euro in meno

Tecnoandroid - 4 hours 18 min ago

Il marchio iRobot, in particolar modo la serie Roomba, è forse uno dei più conosciuti al mondo, per questo motivo la maggior parte degli utenti che si affaccia nei robot aspirapolvere punta direttamente all’acquisto di un dispositivo del suddetto brand. In questi giorni Amazon ha deciso di ridurre la spesa da sostenere per l’acquisto di un modello molto interessante, e dal rapporto qualità/prezzo assolutamente favorevole per i consumatori.

Nell’idea di spendere una cifra inferiore ai 250 euro, è chiaro che l’utente non deve aspettarsi grandissime cose, ma allo stesso tempo si ritrova ad avere la possibilità di acquistare un robot aspirapolvere con funzione di lavapavimenti (definito a tutti gli effetti 2in1), controllabile da smartphone, con l’applicazione dedicata compatibile sia con iOS che con Android, pieno supporto all’assistente vocale (per inviare i comandi con la voce), ed una buona potenza di aspirazione.

Non perdetevi le offerte Amazon ed anche i codici sconto Amazon gratis, che potete avere solo oggi con il nostro canale Telegram ufficiale a questo link.

 

Robot aspirapolvere: offerta incredibile oggi

Volete acquistare questo robot aspirapolvere? dovete sapere che il suo prezzo di vendita è tutt’altro che elevato, infatti il valore mediano raggiunto nell’ultimo periodo era stato di 328 euro, ma oggi è stato applicato uno sconto ulteriore del 30%, che lo porta ad un valore finale di soli 229 euro. Premete qui per l’acquisto.

Dimensionalmente il prodotto raggiunge 35,6 x 35,1 x 8,2 centimetri, soluzione più che allineata con gli standard  del settore, il che gli permette di pulire senza troppa difficoltà sotto qualsiasi mobile o tavolino basso. La rumorosità non è assolutamente un problema, le ruote sono silenziose, ed anche l’aspirazione non porta ad un rumore così elevato da risultare fastidioso ad esempio nell’utilizzo in ambienti condivisi con altri condomini. La spedizione del dispositivo viene gestita da Amazon, la consegna è prevista in tempi relativamente brevi.

L'articolo Robot aspirapolvere iRobot Roomba SVENDUTO su Amazon: 100 euro in meno proviene da TecnoAndroid.

Samsung Galaxy S24 scontato di 200 euro e Galaxy Watch6 GRATIS su Amazon

Tecnoandroid - 4 hours 23 min ago

Samsung Galaxy S24 offre in questo periodo una promozione da non lasciarsi assolutamente sfuggire, infatti su Amazon è possibile approfittare di uno sconto imperdibile che riduce la spesa di 200 euro rispetto al valore di listino, ed oltretutto prevede la possibilità di avere un Samsung Galaxy Watch6 a titolo completamente gratuito.

Partiamo proprio dall’omaggio, tutti gli utenti che acquisteranno un Samsung Galaxy S24, sia su Amazon, che presso i principali rivenditori di elettronica del nostro paese, e lo registreranno sul sito ufficiale di Samsung entro e non oltre il 9 giugno, avranno pieno diritto a ricevere in regalo lo smartwatch Samsung Galaxy Watch6, nella versione da 40 millimetri. La consegna avverrà direttamente presso il domicilio indicato entro qualche settimana dalla registrazione effettiva.

Premete qui ed iscrivetevi subito al nostro canale Telegram ufficiale, dove troverete i codici sconto Amazon gratis ed un lungo elenco di offerte speciali.

 

Samsung Galaxy S24: offerta folle con regalo

Ottima promozione per tutti gli utenti che vogliono acquistare un Samsung Galaxy S24, il suo prezzo di vendita, al netto della soluzione di cui vi abbiamo parlato nei paragrafi precedenti, è fortemente ribassato rispetto al listino originario. All’inizio lo smartphone era stato commercializzato con un prezzo di 989 euro, ma data la presenza sul mercato da ormai qualche mese, ecco che la spesa finale da sostenere è ridotta del 20%, fino ad arrivare a soli 789 euro. Potete acquistarlo qui.

Indipendentemente da tutte le offerte, Samsung Galaxy S24 resta uno dei top di gamma più apprezzati dal pubblico, essendo un prodotto caratterizzato dalla presenza di un display AMOLED da 6,2 pollici di diagonale, che presenta risoluzione FullHD+, accoppiato con processore Qualcomm Snapdragon 8 Gen2, con una configurazione di base da 8GB di RAM e 256GB di memoria interna, oltre ad una batteria che può comunque raggiungere i 4000mAh, utile per goderne delle funzionalità per un periodo più o meno lungo.

L'articolo Samsung Galaxy S24 scontato di 200 euro e Galaxy Watch6 GRATIS su Amazon proviene da TecnoAndroid.

Ecco perché The Internet Archive e Wayback Machine non erano raggiungibili

Android World - 4 hours 37 min ago

Non siete voi: se negli ultimi giorni non riuscivate a collegarvi al sito di The Internet Archive, la libreria senza scopo di lucro che raccoglie libri, film, software, musica e miliardi di siti Web, era perché il suo sito era sotto attacco DDoS (distributed denial-of-service). 

Andiamo a vedere cosa significa, ricordandovi il nostro approfondimento su come scaricare film gratis da Internet.

Come anticipavamo poche righe sopra, The Internet Archive è un'organizzazione senza scopo di lucro californiana (con sede in una vecchia chiesa, foto sotto) il cui obiettivo è creare una biblioteca digitale di "tutte le conoscenze".

Qui trovate milioni di libri, film, musica e software gratuiti, tanto che negli ultimi anni è stata citata in giudizio dalla lobby degli editori americana e da editori musicali come Sony e Universal Music per violazione dei diritti digitali (almeno nel primo caso, con accoglimento delle richieste da parte dei querelanti).

Ma uno dei servizi più importanti è la cosiddetta Wayback Machine, un progetto che raccoglie miliardi di pagine web, salvate automaticamente grazie ai web crawler della piattaforma, e che consente di salvare dall'oblio tutte quelle pagine che dopo un po' di tempo nono sono più raggiungibili, come discutevamo un paio di giorni fa.

I numeri sono impressionanti. L'organizzazione, che vive grazie alle donazioni, dichiara che il suo archivio contiene 866 miliardi di pagine web, 44 milioni di libri e testi, 15 milioni di registrazioni audio (inclusi 255.000 concerti dal vivo), 10,6 milioni di video (inclusi 2,6 milioni di programmi di notizie televisive), 4,8 milioni di immagini e 1 milione di programmi software. Inoltre tutti possono caricare sui server della piattaforma i propri contenuti

Come abbiamo visto nel post su X, dal fine settimana (che negli Stati Uniti era il Memorial Day, il giorno nel quale negli Stati Uniti si commemorano i soldati americani caduti di tutte le guerre) la società sta affrontando un attacco DDoS che ha colpito i suoi server con milioni di richieste. 

Domenica non era ancora chiaro che tipo di attacco fosse, se un gruppo di scansione troppo aggressivo, o un attacco DDOS diretto, ma poi è risultato chiaro che si trattava di un attacco, e i responsabili di The Internet Archive sono entrati in contatto diretto con gli hacker. 

I filtri non sono stati in grado di far fronte all'attacco, e i server sono andati offline. L'organizzazione ha tenuto aggiornati gli utenti, rassicurando che i dati sono al sicuro e di aver apportato alcune modifiche al suo servizio. 

In ogni caso, ulteriori dettagli sull'identità degli aggressori o su qualsiasi possibile motivo dell'attacco non sono stati condivisi, anche se il fatto che sia avvenuto durante il Memorial Day è piuttosto significativo.

A oggi, il sito sembra tornato online, quindi possiamo sperare che l'attacco si sia concluso. 

Un attacco denial-of-service (attacco DoS) è un attacco informatico in cui l'autore cerca di rendere una macchina o una risorsa di rete non disponibile agli utenti interrompendo i servizi di un host connesso a una rete.

Questo attacco viene in genere realizzato inondando i server con milioni di richieste nel tentativo di sovraccaricare i sistemi e impedire che alcune o tutte le richieste legittime vengano soddisfatte, un po' come avviene quando ci si affolla per entrare in un negozio durante i saldi, rendendo praticamente impossibile entrarci. 

In questi attacchi, il traffico in arrivo proviene inoltre da fonti diverse, rendendo molto difficile bloccarle.

L'articolo Ecco perché The Internet Archive e Wayback Machine non erano raggiungibili sembra essere il primo su Smartworld.

Pages