Feed aggregator

Condividi su:


MANUALINUX


Canone RAI e Bollo auto finalmente non si pagano, il TRUCCO

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 09:05

Il canone Rai e il bollo auto sono sicuramente le tasse più odiate dagli italiani e di gran lunga. Non c’è dubbio sul fatto che queste due imposte siano le più fastidiose, quelle che in nessun altro paese sono obbligatorie o semplicemente presenti. Questo è ciò che fa imbestialire il pubblico, ovvero l’esclusività di queste tasse, che infatti vanno pagate solo sul territorio italiano. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di indicare a tutti alcune strade per evitare di pagare qualora ci fossero determinati requisiti nella loro disponibilità.

Partendo dal canone Rai, che per la precisione è stato anche diminuito, ci sono più opportunità. Questa tassa, che non costa più 90 € all’anno ma 70, è di competenza nazionale e dunque è uguale per tutti.

Per non pagare il canone Rai le persone devono avere almeno 75 anni di età e un reddito annuo che non superi la cifra di 8000 €. La stessa esenzione spetta alle persone che non hanno in casa una televisione che riceva i canali satellitari o alle forze militari.

Canone RAI e bollo auto, ecco il modo per non pagare la tassa automobilistica

Gli utenti che odiano il canone, di conseguenza odiano anche il bollo auto che è la seconda tassa ad essere ritenuta superflua e fuori luogo. Differentemente dal canone Rai, il bollo è quel tipo di tassa che viene governata in maniera diversa in base alla regione in cui il cittadino pagante risiede. I contribuenti infatti si ritrovano a pagare un bollo diverso pur possedendo la stessa auto di un’altra persona che si trova in un’altra regione.

Chi ha un’auto storica o la legge 104, non paga il bollo, stessa cosa per chi in Piemonte e in Lombardia possiede un’auto elettrica: in questo caso non si pagherà mai più la tassa. L’esenzione per chi ha un’auto elettrica comprende anche le altre regioni ma solo per i primi cinque anni.

L'articolo Canone RAI e Bollo auto finalmente non si pagano, il TRUCCO proviene da TecnoAndroid.

Iliad ha 2 OFFERTE fino a 200 GIGA con un regalo per sempre

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 09:00

Iliad le sta tentando tutte pur di mettere i bastoni tra le ruote ai grandi gestori e per totalizzare ulteriori record come quelli raggiunti fino ad oggi. Il famosissimo gestore proveniente dalla Francia è stato in grado di mettere ancora una volta in circolazione delle offerte clamorose, piene di contenuti ma soprattutto poco costose tutti i mesi.

La peculiarità di questo gestore è quella di offrire delle promozioni mobili che siano in grado di durare per sempre con lo stesso costo mensile, come piace al pubblico. Tutto questo è sicuramente sinonimo di grande affidabilità ed è per tale motivazione che tutti valutano almeno una volta le offerte di Iliad. Questa volta di carne al fuoco ce n’è veramente tanta siccome le offerte disponibili sul sito ufficiale sono due, molto simili tra loro tra l’altro. In realtà ci sono anche tante differenze, siccome una offre più dell’altra, con prezzi chiaramente diversi.

Iliad, ecco quali sono le migliori offerte del momento fino a 200 giga al mese

Il mondo Iliad diventa ancora più appetibile visto che ora sul sito ufficiale sono disponibili ben due offerte e non più una sola. Dopo aver visto durante le scorse settimane la grandissima Flash 200, sembra che ora sia arrivato il momento di vedere qualcosa di molto interessante da affiancarvi. Gli utenti che vogliono scegliere Iliad infatti possono fare affidamento anche sulla nuovissima Flash 150.

La prima delle due offerte costa 9,99 € al mese mentre quest’ultima invece costa 7,99 € al mese.

In entrambi i casi gli utenti possono contare su minuti senza limiti verso tutti, messaggi senza limiti verso tutti e un costo di attivazione di 9,99 € una tantum. Per quanto riguarda i giga invece la nuova promo offre 150 giga in 4G tutti i mesi mentre la Flash 200 arriva a 200 giga in 5G.

Ricordiamo che l’offerta che permette a tutti di avere il 5G, lascia libero spazio alla sottoscrizione della promozione in fibra ottica per la casa ad un costo agevolato.

L'articolo Iliad ha 2 OFFERTE fino a 200 GIGA con un regalo per sempre proviene da TecnoAndroid.

Attenzione a questi social: vendono i dati degli utenti all’AI

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 08:55

Il mondo digitale in cui ci muoviamo è permeato da una vasta rete di informazioni. Il nostro universo è diventato un tessuto intricato fatto di dati provenienti da ogni angolo della rete. In questo scenario, gli algoritmi di intelligenza artificiale (AI) come ChatGPT di OpenAI svolgono un ruolo cruciale. Questi sistemi si impegnano ogni giorno per fornire risposte e soluzioni alle nostre domande e richieste. Ma da dove provengono tutte queste conoscenze? La risposta risiede nell’immensa mole di testi e contenuti web da cui tali algoritmi vengono addestrati.

L’addestramento di ChatGPT e di altri modelli di linguaggio di grandi dimensioni (LLM) avviene grazie a un vasto dataset. Questo è composto da una varietà di fonti, tra cui libri, articoli online e contenuti web in generale. Quindi la principale fonte di dati per i chatbot è il web stesso, un oceano virtuale in cui vengono pescate informazioni di ogni genere.

Dati venduti per l’addestramento dell’AI

Le aziende impegnate nello sviluppo di intelligenza artificiale non si accontentano dei dati già disponibili sul web; mirano invece a incrementare sempre di più il proprio arsenale di informazioni. In questo contesto, è diventata prassi comune per le aziende di AI acquistare dati da altre fonti. Un esempio lampante di questa pratica è l’accordo da 60 milioni di dollari tra Reddit e un’azienda di intelligenza artificiale per l’acquisto dei dati degli utenti.

Ma Reddit non è l’unica piattaforma interessata a monetizzare i dati dei propri utenti. Altre realtà, tra cui Automattic, la società madre di Tumblr e WordPress, potrebbero essere sulla strada per cedere i dati dei loro milioni di utenti a giganti dell’AI come OpenAI e Midjourney.

Secondo quanto riportato da una fonte anonima a 404 Media, Automattic sarebbe in trattativa con Midjourney e OpenAI per cedere loro i dati degli utenti delle proprie piattaforme. Anche se, in questo caso, sembra che ci sia stata un’incertezza nella selezione dei dati da condividere. In questo modo, è aumentato il rischio che siano finiti anche dati sensibili o protetti da privacy. Non è ancora chiaro se tali dati siano stati effettivamente inviati o se l’accordo sia stato interrotto prima che ciò potesse accadere.

In risposta alle preoccupazioni sollevate da questa possibile condivisione non autorizzata dei dati degli utenti, Automattic sembra intenzionata a introdurre nuove impostazioni privacy nelle proprie piattaforme. Secondo le informazioni trapelate dalle FAQ esclusive consultate da 404 Media, gli utenti avranno la possibilità di rinunciare alla condivisione dei propri dati con terze parti, inclusi i fornitori di AI. Tale rinuncia però potrebbe comportare restrizioni nell’accesso ai contenuti e nei servizi offerti dalle piattaforme di Automattic.

L'articolo Attenzione a questi social: vendono i dati degli utenti all’AI proviene da TecnoAndroid.

Con questo trucco mettere la pellicola non è più un problema

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 08:50

Acquistare uno smartphone comporta una spesa considerevole, con molti modelli che superano facilmente svariate centinaia di euro. I prezzi dipendono dal marchio, dalle caratteristiche tecniche e dalle funzionalità offerte. I telefoni di fascia alta possono anche superare i 1.000 euro, ed anche quelli di fascia media hanno ormai raggiunto prezzi significativi.

Questo scenario economico rende essenziale prendersi cura del proprio smartphone in modo attento e costante. In questo contesto, una caduta accidentale potrebbe danneggiare il dispositivo, causando graffi allo schermo o altri problemi spiacevoli. Quindi come proteggere il proprio cellulare da questa eventualità?

Come mettere la pellicola senza fatica

Esiste, per fortuna, un accessorio che può proteggere efficacemente gli smartphone in caso di caduta: la pellicola protettiva. Questo sottile strato può essere applicato sullo schermo del telefono per proteggerlo da graffi e macchie, riducendo i danni causati da cadute o urti.

Utilizzando una pellicola protettiva, si può preservare l’integrità e le prestazioni del dispositivo a lungo termine. Questo accessorio può essere realizzato con materiali resistenti come il vetro temperato, offrendo una protezione efficace a un costo relativamente basso.

L’applicazione della pellicola può essere un compito impegnativo, specialmente per coloro che non sono abituati a lavori manuali. Esistono però alcuni metodi per semplificare il processo e ottenere risultati ottimali.

Molti utenti si rivolgono a negozi specializzati per far applicare la pellicola, pagando un costo aggiuntivo per il servizio. È però possibile applicarla personalmente seguendo alcuni semplici passaggi.

Per un’applicazione efficace della pellicola, è importante pulire accuratamente lo schermo del telefono. Successivamente, si può utilizzare un piccolo trucco per facilitare l’applicazione: basta utilizzare del semplice scotch.

Applicando due piccoli pezzi di scotch sul lato destro della pellicola (uno in alto e uno in basso), si può creare un supporto che agevola il posizionamento della pellicola sullo schermo. Dopo aver staccato l’adesivo dalla pellicola, basta chiuderla e attendere che le eventuali bolle d’aria scompaiano.

Una volta che la pellicola è stata applicata correttamente, è sufficiente rimuovere i pezzi di scotch e il gioco è fatto. Questo metodo semplice e pratico consente di proteggere il proprio smartphone in modo efficace senza la necessità di ricorrere a costosi servizi di applicazione.

L'articolo Con questo trucco mettere la pellicola non è più un problema proviene da TecnoAndroid.

Amazon è pazza: offerta di 400€ sulla smart tv Samsung

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 08:45

Le occasioni disponibili quotidianamente su Amazon, sembrano essere sempre pronte a soddisfare perfettamente gli utenti che sono alla ricerca di prodotti di alto livello, a prezzi modici, come nel caso della smart TV di casa Samsung, che oggi costa 400€ in meno.

Il modello che attualmente potete acquistare su Amazon è il QE55Q60CAUXZT, un QLED con risoluzione massima in 4K da 55 pollici di diagonale. Il processore è il classico Quantum 4K Lite, con 100% volume colore con Quantum Dot e OTS Lite, che presenta ovviamente assistenti vocali quali Bixby Amazon Alexa.

Scoprite le nuove offerte che potete avere in esclusiva con i codici sconto Amazon gratis, solo andandovi ad iscrivere al nostro canale Telegram ufficiale.

 

Samsung: la smart TV è in offerta su Amazon

Le occasioni disponibili su Amazon sono tantissime, ma difficilmente ci siamo imbattuti in una promozione tanto interessante, infatti la smart TV oggetto del nostro articolo è scontata del 38% sul listino originario di 1049 euro. In altre parole, l’utente finale andrà a spendere solamente 649 euro, così da riuscire a godere di un risparmio di 400 euro.

Compralo su Amazon

Il modello è stato messo sul mercato nel corso del 2023, di conseguenza non sarà un fondo di magazzino o quant’altro, presenta un design classico, con cornici sottilissime, piedini posti agli estremi della parte inferiore, raggiungendo un’altezza dal piano di lavoro tutt’altro che elevata. Il suo essere compatibile con gli assistenti vocali permette a tutti gli effetti di controllarla tranquillamente con la propria voce, risultando molto più accessibile per la maggior parte della popolazione.

L’idea è comunque di poterla posizionare praticamente dove più si desidera, dimensionalmente parlando si raggiungono 123,21 x 74,59 x 22,4 centimetri, raggiungendo un peso di 15,8 kg. Sul mercato è possibile trovare esclusivamente la colorazione nera, non esistono colori differenti rispetto a quello effettivamente mostrato all’interno del nostro articolo, così da non creare confusione o false speranze negli utenti finali che la vorranno acquistare.

L'articolo Amazon è pazza: offerta di 400€ sulla smart tv Samsung proviene da TecnoAndroid.

Disponibile su Android Auto la sintesi dei messaggi: come funziona

Android World - Sun, 03/03/2024 - 08:42

Con il lancio di Android Auto 11.4, Google sta rendendo disponibile una funzionalità piuttosto interessante, basata sull'AI: si tratta della possibilità di sintetizzare i messaggi. Questa opzione, annunciata dal colosso di Mountain View all'inizio dell'anno, fu presentata come un modo per comprendere rapidamente i messaggi più lunghi evitando che l'Assistente Google li leggesse per intero. 

Ora, quando si avvia Android Auto (versione 11.4), Google invierà una notifica allo smartphone evidenziando la disponibile di tale funzionalità. Questa opzione funzionerà esclusivamente con i messaggi contenenti almeno 40 parole. In particolare, la prima volta che l'utente attiverà la funzionalità, Google avviserà di essere in procinto di creare una sintesi e che quindi i contenuti potrebbero presentare degli errori. In una prova, ad esempio, un messaggio di oltre 100 parole è stato sintetizzato in circa 15 parole. I dettagli sono stati tutti eliminati, tuttavia il significato complessivo non è stato affatto modificato.

Nel caso in cui l'utente non volesse usufruire di questa possibilità, la funzione potrà essere disattivata tramite le impostazioni di Android Auto (sul display dell'auto o sullo smartphone). Dunque, occorrerà accedere all'impostazione "Riassunti dei messaggi AI" e disattivarla. Infine, è comparsa anche l'inedita voce "Notifiche con assistente", tuttavia ancora non è chiaro a cosa si riferisca.

L'articolo Disponibile su Android Auto la sintesi dei messaggi: come funziona sembra essere il primo su Smartworld.

Tablet ANDROID a meno di 100€: ERRORE PREZZO su Amazon

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 08:35

Il tablet Android che nessuno si sarebbe mai aspettato di vedere è disponibile ad un prezzo decisamente basso, infatti al giorno d’oggi gli utenti possono spendere solamente 100 euro per l’acquisto di un prodotto completo e ricco di funzionalità.

Il marchio in questione è Newest, si tratta di un tablet da 10 pollici di diagonale, che presenta una buonissima configurazione di base, infatti ha processore octa-core, affiancato da 14GB di RAM e 128GB di memoria interna. Da notare che quest’ultima può essere incrementata fino a 1TB, sfruttando il corrispettivo slot per la microSD.

Se volete avere le offerte Amazon sul vostro smartphone, allora dovete subito iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale, così scoprirete anche i codici sconto gratis.

 

Tablet Android: occasione imperdibile a basso costo

Al giorno d’oggi pensare di acquistare un tablet Android porta gli utenti a credere di dover investire cifre particolarmente elevate, ma dovete sapere che il modello di cui vi abbiamo parlato nell’articolo è tutt’altro che costoso: lo potete avere solamente a 99,99 euro.

Compralo su Amazon

Ciò che rende il prodotto indicato nell’articolo ancora migliore di tanti altri, è il kit incluso direttamente in confezione, poiché a tutti gli effetti gli utenti potranno avere liberamente accesso alla tastiera bluetooth, così da trasformarlo direttamente in un tablet, ad un mouse di piccole dimensioni, da utilizzare facilmente in mobilità, oltre a naturalmente i connettori ideali per il funzionamento e la ricarica, per completarsi con un adattatore HDMI to USB-C (utile per collegare il tablet ad un monitor esterno) ed una pellicola di protezione.

Se foste interessati all’acquisto, dovete comunque ricordare essere un tablet con sistema operativo Android e GMS inclusi, ciò sta a significare che in parole povere potrete fruire tranquillamente di tutti i servizi Google, cosa che invece non accade con i prodotti Huawei, per intenderci. La batteria è un componente da 8000mAh, ed offre comunque una buona autonomia.

L'articolo Tablet ANDROID a meno di 100€: ERRORE PREZZO su Amazon proviene da TecnoAndroid.

Monitor BENQ in offerta del 42% su Amazon: correte ad acquistarlo

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 08:30

Il monitor BenQ attualmente in promozione su Amazon è da consigliare a tutti gli utenti che sono alla ricerca di un prodotto dall’eccellente rapporto qualità/prezzo, che permetta comunque di avere tra le mani un display da 27 pollici di diagonale, con una risoluzione FullHD da 1920 x 1080 pixel.

Dimensionalmente parlando il prodotto può essere facilmente posizionato praticamente dovunque si desideri, infatti raggiunge 7,09 x 24,02 x 18,23 centimetri, con un peso che si aggira sui 4,85 kg. Sulla superficie è presente un sensore di luminosità, che permette di regolare l’intensità luminosa in relazione all’ambiente, riducendo al massimo l’affaticamento oculare.

Aprite subito le offerte Amazon con i codici sconto gratis, che potete avere solo correndo ad iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale.

 

BenQ: il monitor in promozione è super

Per non affaticare mai la propria vista è assolutamente necessario disporre di un monitor adeguato, posto alla giusta distanza dagli occhi, ed eventualmente con protezione contro l’emissione della luce blu. Il modello di cui vi stiamo parlando nell’articolo ha tutte le caratteristiche/specifiche desiderate, e soprattutto è super scontato su Amazon: il suo listino sarebbe di 224,00 euro, in questi giorni è stato ridotto del 42%, per arrivare a soli 129,99 euro.

Compralo su Amazon

Nonostante sia un monitor da 27 pollici di diagonale, ciò che lo rende speciale sono dimensioni non troppo elevate, infatti dovete ricordarvi che raggiunge 7,09 x 24,02 x 18,23 centimetri, con un peso di 4,85 kg. La risoluzione massima, come in parte anticipato nei paragrafi precedenti, è di 1920 x 1080 pixel, con supporto all’HDR per una maggiore nitidezza e qualità dei colori.

Posteriormente trova posto una discreta selezione di connettori, tra cui una DP, una HDMI classica, una VGA di vecchia generazione (adatta quindi per prodotti molto datati), a cui seguono due jack da 3,5mm, così da riuscire ad ampliare al massimo l’usabilità del prodotto. Lo sconto indicato nell’articolo è da considerarsi valido per poco tempo, consigliamo di affrettare la scelta.

L'articolo Monitor BENQ in offerta del 42% su Amazon: correte ad acquistarlo proviene da TecnoAndroid.

Spotify lancia il piano dedicato agli audiolibri: i dettagli

Android World - Sun, 03/03/2024 - 08:27

Spotify sta puntando sempre di più sugli audiolibri. In particolare, la società ha evidenziato che da quando sono stati inclusi nell'abbonamento Premium, è stato registrato un aumento del 45% degli utenti gratuiti che cercano ed interagiscono quotidianamente con questo tipo di contenuto. Per questo motivo, l'azienda ha deciso di lanciare negli Stati Uniti il nuovo abbonamento Audiobooks Access. 

Questo abbonamento presenta un costo mensile di 9,99 dollari e garantisce l'accesso a 15 ore di ascolto di audiolibri (il catalogo della piattaforma include oltre 200.000 titoli). A riguardo, la società ha dichiarato che "Con questo piano, gli ascoltatori possono continuare a sintonizzarsi sulla musica e sui podcast tramite nostro servizio gratuito e supportato dalla pubblicità, offrendo una grande opzione per gli appassionati di letteratura che sono alla ricerca di contenuti più specifici per gli audiolibri".

Dunque, una buona notizia per chi era alla ricerca di un abbonamento dedicato esclusivamente agli audiolibri. Tuttavia, occorre ricordare che Spotify Premium costa soltanto un dollaro in più (10,99$) e garantisce lo stesso 15 ore di ascolto di audiolibri, aggiungendo però la possibilità di ascoltare musica e podcast senza pubblicità (un vantaggio di cui è sprovvisto il piano dedicato agli audiolibri).

L'articolo Spotify lancia il piano dedicato agli audiolibri: i dettagli sembra essere il primo su Smartworld.

Test psicologico, l’immagine in grado di prevedere il tuo futuro

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 08:10

Questo test psicologico, diffusosi ampiamente sul web per la sua presunta capacità di prevedere avvenimenti futuri, si basa su un principio semplice ma intrigante: la prima impressione data da un’immagine. Secondo gli ideatori, la scelta spontanea e immediata di un elemento all’interno dell’immagine proposta può offrire interessanti spunti sul proprio futuro. Nonostante non abbia una validità clinica, questo test si propone come uno strumento ludico e di riflessione personale.

Test psicologico: fiori o donne?

L’immagine in questione presenta vari elementi, e ciò che cattura per primo l’attenzione dell’osservatore viene interpretato come un indicatore di tendenze o eventi futuri nella vita della persona.

Se si è attratti inizialmente dall’immagine di una donna senza vestiti, ciò suggerirebbe l’imminenza di un incontro significativo. Questo incontro potrebbe tradursi in una relazione amorosa profonda e trasformativa, che arricchirebbe la vita del soggetto su più livelli, promettendo amore, cura e protezione reciproca.

D’altra parte, se l’attenzione è rivolta al volto della donna, si potrebbe interpretare come un presagio di cambiamenti radicali imminenti. Questi cambiamenti, sebbene possano inizialmente disorientare, offrono l’opportunità di superare il passato e i suoi errori, invitando a uno sguardo ottimista e fiducioso verso il futuro e le sue possibilità.

Infine, se si nota per primo un fiore, si suggerisce che la fortuna sarà un elemento caratterizzante del prossimo futuro. Questa percezione di benessere e successo potrebbe manifestarsi in vari ambiti della vita, dal lavoro alle relazioni personali, fino a possibili vincite materiali. L’invito è quello di sfruttare questo periodo propizio per esprimere il proprio potenziale e cogliere le opportunità che si presenteranno.

Nonostante la sua natura non scientifica, il test si offre come uno spunto per l’auto osservazione e la riflessione sulle proprie aspettative e desideri per il futuro, stimolando la curiosità e l’immaginazione. Ti è piaciuto questo tipo di test? Allora ti consigliamo di correre sul nostro sito per non perdervene nemmeno uno!

L'articolo Test psicologico, l’immagine in grado di prevedere il tuo futuro proviene da TecnoAndroid.

Google Pixel 8, costa 145 euro in meno solo OGGI su Amazon

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 08:05

Google Pixel 8 è uno smartphone davvero avanzato, un prodotto che appartiene indubbiamente alla fascia media della telefonia mobile, ma che allo stesso prezzo integra tecnologie di ultime generazione, atte a spingerlo nella fascia immediatamente superiore.

Il risparmio è incredibilmente elevato in questi giorni su Amazon, infatti il prodotto viene scontato di quasi 160 euro, senza modifiche particolari alle condizioni di vendita, che corrispondono alle solite garanzie di 24 mesi, oltretutto al suo essere completamente no brand. Lo smartphone integra un display in alta risoluzione da 6,2 pollici di diagonale, un OLED di ottima qualità, con refresh rate a 120Hz.

Non perdetevi i codici sconto Amazon con tutti i prezzi più bassi in esclusiva, disponibili solamente sul nostro canale Telegram ufficiale.

 

Google Pixel 8: costa 145 euro in meno

Uno sconto interessante, anche se non particolarmente elevato, è stato attivato sul Google Pixel 8, smartphone che propone al pubblico tanto a relativamente poco prezzo. Il dispositivo, per quanto riguarda Amazon, avrebbe un listino di 799 euro, che per l’occasione è stato sufficientemente ridotto del 18%, pari appunto a circa 145 euro, per arrivare a spendere solamente 653,33 euro.

Compralo su Amazon

Dimensionalmente lo smartphone non risulta essere troppo ingombrante o difficile da trasportare, poiché raggiunge 150,5 x 70,8 x 8,9 millimetri, per un peso di circa 187 grammi. La batteria è stata sapientemente modificata rispetto al passato, così da poter estendere al massimo l’autonomia generale, con una capacità di 4575 mAh, con supporto alla ricarica rapida wireless (con certificazione Qi). Per le tempistiche di ricarica possiamo annoverare 30 minuti fio al 50%, essendo la massima velocità per la connessione fisica fino a 30W.

Il processore è il nuovissimo Google Tensor G3, con coprocessore di sicurezza Titan M2, accoppiato con 8GB di RAM LPDDR5X ed uno spazio di archiviazione UFS 3.1 da 128GB o 256GB di memoria interna. Il quantitativo potrà essere scelto dall’utente ricordando che, ad ogni modo, più giga di memoria significano anche più denaro da investire inizialmente.

L'articolo Google Pixel 8, costa 145 euro in meno solo OGGI su Amazon proviene da TecnoAndroid.

Tutte le novità previste da WindTre a marzo

Android World - Sun, 03/03/2024 - 08:01

Per il mese di marzo WindTre ha in mente una serie di offerte che potrebbero accontentare un pò tutti i gusti. Procedendo con ordine, l'operatore ha raddoppiato i benefici della promozione START 5G: l'utente che sceglierà la formula Start 5G Reload exChange con Samsung Galaxy S24, riceverà uno sconto di 60 euro. Tra l'altro, continua la promozione iPhone 15 128 GB con Reload ExChange e con altri diversi smartphone 5G.

Per quanto riguarda i dati in mobilità, le offerte CUBE accoglieranno il 5G. Dunque, sarà possibile navigare più velocemente, con un'esperienza utente sicuramente migliore. Non mancherà, poi, l'offerta Super Internet Casa 5G, disponibile in tutto il Paese. A riguardo, gli utenti che sceglieranno la connessione FTTH su rete Open Fiber non dovranno sostenere alcun costo relativo all'attivazione. Tra l'altro, nel settore fisso e mobile, confermato il nuovo pacchetto Convergenza Plus.

Ancora, dal 1° marzo WindTre ha lanciato la Festa del Marzolino: le offerte CYC Romania e CYC Moldavia sono state arricchite da tariffe ancora più convenienti. Per quanto riguarda i turisti, è stata lanciata il nuovo Tourist Pass Extra, che punta a garantire un'esperienza di connessione migliore agli ospiti temporanei. Infine, per i professionisti l'operatore ha riservato una serie di novità nell'ambito degli smartphone. Oltre ai dispositivi HONOR, sono disponibili i nuovi Nothing Phone (2) ed il Telsey X30 5G. 

L'articolo Tutte le novità previste da WindTre a marzo sembra essere il primo su Smartworld.

ChatGPT: ecco le funzioni segrete che non tutti conoscono

Tecnoandroid - Sun, 03/03/2024 - 08:00

Negli ultimi anni, l’avvento di tecnologie all’avanguardia ha radicalmente trasformato il modo in cui interagiamo con il mondo digitale. Tra queste innovazioni, spicca l’intelligenza artificiale, incarnata in piattaforme come ChatGPT, che ha suscitato grande interesse e curiosità tra gli utenti di tutto il mondo. Questa forma di intelligenza sintetica, inizialmente accolta con una certa cautela, ha rapidamente dimostrato di possedere capacità straordinarie e versatili, rivoluzionando diversi settori e attività.

ChatGPT, grazie alle sue straordinarie capacità, si è imposto come una risorsa fondamentale in svariati ambiti, dalla comunicazione alla creazione di contenuti, dalla correzione di testi alla semplificazione di compiti complessi. Inizialmente utilizzato principalmente per scopi pratici e lavorativi, come la composizione di email e la gestione delle comunicazioni, l’AI si è rapidamente evoluta per diventare un prezioso strumento anche nell’ambito dell’istruzione e dell’apprendimento linguistico.

Le funzioni segrete di ChatGPT

Per coloro che studiano lingue straniere, ChatGPT si è rivelato un alleato prezioso, in grado di offrire supporto nella pratica della scrittura, nella comprensione della grammatica e nella correzione degli errori. Grazie alla sua capacità di comprendere e produrre linguaggio naturale, l’AI può simulare conversazioni realistiche e fornire feedback immediato, consentendo agli studenti di migliorare le proprie competenze linguistiche in modo rapido ed efficace.

Ma le potenzialità di ChatGPT non si esauriscono qui. Con i social media e la comunicazione online, l’AI ha trovato nuove e interessanti applicazioni nel campo della creazione di contenuti digitali. Grazie alla sua capacità di generare testi persuasivi e coinvolgenti, ChatGPT può essere impiegato per la creazione di post, articoli e video destinati alla condivisione sui vari canali social. Inoltre, l’AI può fornire preziosi consigli e suggerimenti su strategie di marketing e di comunicazione, aiutando gli utenti a massimizzare l’engagement e a raggiungere un pubblico più ampio.

In un mondo sempre più digitalizzato e connesso, l’intelligenza artificiale si conferma dunque come una risorsa indispensabile, in grado di semplificare e ottimizzare una vasta gamma di attività quotidiane. Con il suo potenziale in continua evoluzione, ChatGPT promette di rivoluzionare ulteriormente il modo in cui interagiamo con la tecnologia e con il mondo che ci circonda, offrendo nuove opportunità e sbocchi creativi per coloro che sanno sfruttarne appieno le potenzialità.

L'articolo ChatGPT: ecco le funzioni segrete che non tutti conoscono proviene da TecnoAndroid.

Giada 1.0 Open-Source Loop Machine Officially Released, Here’s What’s New

Linux Today - Sun, 03/03/2024 - 01:00

Giada 1.0 open-source, minimalistic, and hardcore loop machine and music production software is now available for download with major changes.

The post Giada 1.0 Open-Source Loop Machine Officially Released, Here’s What’s New appeared first on Linux Today.

Google blocca i messaggi RCS se avete il root, per una buona causa

Android World - Sat, 03/02/2024 - 22:14

Google ha deciso di bloccare la messaggistica RCS nella sua app Messaggi per tutti i dispositivi con permessi di root o con bootloader sbloccato. Le segnalazioni dagli utenti sono iniziate a trapelare dalla fine dello scorso anno, e ora arriva anche la conferma di Google.

Dallo scorso novembre alcuni utenti hanno iniziato a segnalare l'impossibilità di inviare e ricevere messaggi RCS nell'app Messaggi di Google. Questi utenti avevano in comune il proprio smartphone con bootloader sbloccato, o con permessi di root acquisiti. Queste sono due operazioni che tipicamente vengono effettuate per le procedure di modding Android.

Gli utenti che hanno segnalato il problema hanno riferito che l'app Messaggi su dispositivi con root o bootloader sbloccato non mostrava alcun messaggio di errore, mostrando invece la corretta abilitazione della modalità RCS. Al momento di inviare i messaggi RCS però hanno notato che il messaggio non veniva consegnato, o addirittura che scompariva del tutto dalla chat.

Le segnalazioni nel frattempo si sono moltiplicate, come potete vedere anche su Reddit. Chiaramente il sospetto che fosse un comportamento voluto da Google l'hanno maturato in tanti, e ora Google lo conferma.

Un portavoce di BigG ha confermato ad Android Central che il blocco delle funzionalità RCS sui dispositivi con root o bootloader sbloccato fa parte dei suoi sforzi per contrastare spam e frodi. Ovviamente, i dispositivi con root o bootloader sbloccato potrebbero non soddisfare tutti i requisiti di sicurezza richiesti dalla modalità RCS per la messaggistica. Google teme ovviamente i casi in cui eventuali malintenzionati falsifichino il mittente per inviare messaggi e comunicazioni fraudolente. Un po' come è accaduto a noi qualche giorno fa.

Sembra che Google verifichi le API Play Integrity per confermare se il dispositivo in uso ha i permessi di root o il bootloader sbloccato. In casi come questi quindi l'app Messaggi non permetterà l'invio e la ricezione di messaggi RCS.

L'articolo Google blocca i messaggi RCS se avete il root, per una buona causa sembra essere il primo su Smartworld.

Tails 6.0 Officially Released, Based on Debian 12 “Bookworm” and GNOME 43

Linux Today - Sat, 03/02/2024 - 18:30

Tails 6.0 anonymous Linux OS is now available for download based on the Debian GNU/Linux 12 “Bookworm” operating system series and GNOME 43 desktop environment. Here’s what’s new!

The post Tails 6.0 Officially Released, Based on Debian 12 “Bookworm” and GNOME 43 appeared first on Linux Today.

Recensione Xiaomi 14: l'eccellenza che sta in tasca

Android World - Sat, 03/02/2024 - 17:30

Xiaomi è rimasta una delle pochissime aziende in circolazione a continuare ad arricchire la sua confezione con la presenza di un alimentatore. In questo caso si tratta di un alimentatore da ben 90W. Il connettore è quello USB-A e di conseguenza il cavo in dotazione è USB-A/USB-C. Nella confezione troviamo poi anche una graditissima cover grigia in silicone a protezione dello smartphone. Molto meglio di quelle trasparenti che sono presenti nella maggior parte delle (poche) confezioni che ne includono una.

Xiaomi 14 è un ottimo smartphone dal punto di vista della qualità costruttiva. Il profilo è in metallo lucido e la colorazione nera da noi provata è molto bella, soprattutto perché è opaca e non trattiene affatto le impronte. Questo ha il contrappasso di renderlo di fatto uno smartphone più scivoloso, ma nel complesso comunque non difficile da utilizzare, grazie soprattutto alle sue dimensioni. Questo Xiaomi 14 è uno degli smartphone più compatti in circolazione con la sua larghezza di 71,5 millimetri e il suo spessore da 8,2 millimetri. Pesa 188 grammi, che non sono pochissimi considerando la dimensione del prodotto, ma sono giustificati dai materiali scelti per realizzarlo. Xiaomi 14 è anche resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP68.

Siamo molto in difficoltà nel chiamare Xiaomi 14 "compatto", ma è anche vero che nel panorama attuale degli smartphone, non solo top gamma, è sicuramente uno dei più maneggevoli. L'unica nota stonata a nostro parere è il modulo fotografico dalle dimensioni generose che su uno smartphone leggermente più compatto come questo occupa una bella porzione del posteriore.

La scheda tecnica di Xiaomi 14 ci racconta di un processore Snapdragon 8 Gen 3 octa core da 3,3 GHz con GPU Adreno 750, 12 GB di RAM e tagli di memoria da 256 e 512 GB, tutti in tecnologia UFS 4.0. La memoria come sempre non è espandibile, ma nel carrellino c'è lo spazio per due nanoSIM, anche se potrete usare anche l'eSIM. Ottima tutta la connettività: 5G, Wi-Fi 7, Bluetooth 5.4 (recentissimo) e uscita video tramite porta USB-C 3.2. Se vogliamo cercare il pelo nell'uovo non è però dotato di ultrawideband o di connettività satellitare.

L'audio è stereo ed è molto buono, soprattutto considerando le dimensioni. Ci è piaciuta molto anche la vibrazione, che non è potentissima ma è molto precisa e varie parti dell'interfaccia hanno dei piacevoli feedback aptici al movimento. Presente anche l'emettitore ad infrarossi nascosto nel blocco fotografico, invece che nella parte superiore.

Xiaomi ha inserito tre fotocamere principali tutte da 50 megapixel. La principale è una ƒ/1.6 stabilizzata otticamente, la secondaria è una grandangolare ƒ/2.2 e l'ultima è una fotocamera zoom 3.2X ƒ/2.0. Si tratta di un eccellente trittico che nelle nostre prove ci ha permesso di fare scatti eccezionali, con rarissimi casi (solo in penombra in movimento) di foto da scartare. Le immagini sono nitide, con poco rumore digitale e un buon bilanciamento dei colori. Fra le tre forse la grandangolare è un po' più "debole", ma sempre assolutamente fra le migliori in circolazioni. Anche la modalità ritratto ci ha stupito positivamente, così come le immagini realizzate dalla selfie camera da 32 megapixel ƒ/2.0. Solo un confronto per gli altri premium potrà confermare o smentire queste affermazioni. Seguiteci su WhatsApp per essere i primi a scoprire quando pubblicheremo altri contenuti su questo smartphone. 

I miglioramenti più grandi li abbiamo però forse trovati nel campo video dove questo Xiaomi 14 si è comportato egregiamente. Può registrare video in 4K a 60fps da tutte le fotocamere (sì anche la frontale!), anche se purtroppo bisogna scendere a 30fps se si vuole poter passare da un sensore all'altro. Speriamo che un aggiornamento possa sbloccare anche quest'ultima funzionalità, perché a nostro parere questo smartphone è veramente al top in questo ambito. Fra le altre caratteristiche da conoscere questo smartphone ha ben 4 microfoni, il laser autofocus e può fare video anche in 8K.

Xiaomi 14 ha uno schermo da 6,36 pollici con tecnologia LTPO OLED che permette di scalare (davvero) lo schermo fra 1 e 120 Hz per avere sempre un'interfaccia fluida e risparmiare però quando possibile. Lo schermo ha una risoluzione superiore al FullHD+, ovvero 1200 x 2670 pixel. La luminosità può arrivare al picco di 3.000 nit e c'è pieno supporto non solo all'HDR10+, ma anche al profilo colore a 12 bit. Lo schermo è poi protetto dal vetro Gorilla Glass Victus e ha un interessante always-on display smart che rimane sempre acceso solo finché viene osservato. Per molti potrebbe essere una buona soluzione fra funzionalità e risparmio energetico.

Xiaomi ha abbandonato la MIUI (l'ultima versione è stata la 14) in favore dalla HyperOS che troviamo nella versione 1 qui su Xiaomi 14. Se ci avessero avvisato di questo cambio difficilmente ci saremmo accorti che non si tratta della stessa personalizzazione, anche perché in fin dei conti lo è. Almeno dal punto di vista estetico. L'azienda dice però di aver riscritto il codice di questo "sistema operativo" che ora ha molto più in comune con le altre piattaforme usate da Xiaomi in tutti i suoi altri prodotti (non ha caso si parla di HyperOS nella xiaomi car).

Sapendo di questa novità si guarda a questa HyperOS con sguardo diverso ed effettivamente si nota come tanti aspetti siano stati "smussati" e "levigati", anche se non tutto riesce a farci dimenticare della MIUI. Per esempio l'impossibilità di estendere nella tenda delle notifiche, delle notifiche impacchettate di una stessa app, oppure il limite di 3 icone nella barra delle notifiche. C'è poi purtroppo anche qualche lag all'interno del sistema, non preponderanti ma neanche del tutto estinti rispetto alla MIUI.

Le funzionalità interessanti non mancano: c'è la modalità ad una mano, il menù laterale con le app in finestra (con un menù per la loro gestione rivisto), il secondo spazio e la possibilità di sdoppiare molte app.

La batteria di questo smartphone è da 4.610 mAh, leggermente più grande rispetto al modello dell'anno precedente. È un incremento che è probabilmente difficile da notare nell'uso quotidiano, ma siamo comunque rimasti (di nuovo) colpiti in positivo dall'autonomia di questo "piccoletto". Arrivare a fine giornata con un utilizzo intenso è quasi la norma e con la ricarica fulminea via cavo a 90W riportarlo al 100% è un attimo. È dotato anche di ricarica wireless a 50W, rendendo gli smartphone Xiaomi top di gamma fra i pochi a caricarsi senza fili a velocità più alte di quelle a cui altri concorrenti si caricano con i cavi. È presente anche la ricarica wireless inversa.

Xiaomi 14 incredibilmente ha un prezzo di lancio inferiore rispetto allo scorso anno, partendo quindi da 999€ e aumentando comunque il quantitativo di RAM. Ci vogliono 1.099€ per il modello da 512 GB. Si tratta di un prezzo alto ma corretto per uno smartphone di questo tipo. La promo di lancio vi permetterà poi di portarvelo a casa assieme allo Xiaomi Watch 2 Pro, il precedente smartwatch con Wear OS dell'azienda. Se avete uno smartphone vecchio avrete poi 200€ di valutazione aggiuntiva.

Lo trovate con il bundle dell'orologio anche su Amazon.

Il sample per la recensione per questa recensione è stato fornito da Xiaomi che non ha avuto un'anteprima di questo contenuto e non ha fornito alcun tipo di compenso.

L'articolo Recensione Xiaomi 14: l'eccellenza che sta in tasca sembra essere il primo su Smartworld.

Samsung lavora a un Galaxy Z Flip 6 più spesso e con batteria più grande

Tecnoandroid - Sat, 03/02/2024 - 16:30

Soltanto qualche mese fa Samsung ha presentato ufficialmente i suoi Galaxy S24 inaugurando una nuova era nella quale l’intelligenza artificiale gioca un ruolo decisamente rilevante. Le funzionalità Galaxy AI rappresentano, infatti, un punto forte degli ultimi dispositivi del colosso sudcoreano e non è da escludere la possibilità che l’arrivo dei prossimi pieghevoli possa essere accompagnato dall’introduzione di funzioni sempre più sofisticate, che renderanno gli smartphone Samsung davvero all’avanguardia rispetto alla concorrenza.

Nell’attesa di scoprire quali saranno le idee del colosso, OnLeaks in collaborazione con Smartprix ha ben pensato di svelare quello che potrebbe essere il design del prossimo Samsung Galaxy Z Flip 6, evidenziando alcune differenze rispetto al suo predecessore.

Samsung Galaxy Z Flip 6: il design non è più un segreto!

 

Dalle immagini trapelate in rete appare evidente che il Samsung Galaxy Z Flip 6 potrebbe non presentare particolari novità dal punto di vista estetico. La fonte mostra un dispositivo quasi identico al Galaxy Z Flip 5, fatta eccezione per lo spessore e la lunghezza complessiva. Molto probabilmente Samsung procederà con la realizzazione di un Galaxy Z Flip 6 più corto ma leggermente più spesso al fine di inserire una batteria più grande.

Il pieghevole a conchiglia di nuova generazione dovrebbe infatti accogliere una batteria da 4000 mAh, leggermente più grande rispetto a quella da 3700 mAh presente su Galaxy Z Flip 5. Per il resto non sembrano essere previsti ulteriori aggiornamenti significativi. Il display dovrebbe essere anche in questo caso da 6,7 pollici mentre il pannello esterno potrebbe continuare ad essere da 3,4 pollici. Anche il comparto fotografico, inoltre, potrebbe rimanere invariato, con i due sensori posizionati sul retro e una fotocamera nella parte anteriore dello smartphone. A rendere il dispositivo differente rispetto al suo predecessore sarà senza alcun dubbio il processore. Samsung potrebbe adottare un Qualcomm Snapdragon 8 Gen 3.

Le ipotesi fino ad ora emerse potrebbero non rispecchiare la realtà e presto potrebbero comunque trapelare maggiori informazioni riguardo i progetti del colosso. Resta comunque da ammettere che, qualora Samsung non implementasse alcuna particolarità extra, gran parte degli utenti potrebbero rinunciare all’acquisto optando per la presunta versione low cost. Si dice, infatti, che l’azienda procederà con il lancio di un nuovo smartphone pieghevole economico e che sarà decisamente interessante e disponibile a un prezzo molto contenuto.

 

 

L'articolo Samsung lavora a un Galaxy Z Flip 6 più spesso e con batteria più grande proviene da TecnoAndroid.

Il curioso legame tra la carne SPAM® e la posta indesiderata

Tecnoandroid - Sat, 03/02/2024 - 16:15
Quando uno sketch comico dei Monty Python ha ridefinito il significato di ‘Spam’

Questo articolo svela un legame insolito tra la posta indesiderata e la gustosa carne in scatola chiamata SPAM®. La Hormel Food Corporation, celebre azienda statunitense, produce e commercializza questa prelibatezza da decenni, offrendo varietà che vanno dalla carne di maiale e prosciutto a versioni piccanti, light, “macaroni & cheese”, Jalapenos, Teriyaki, Chorizo e altro ancora. Originariamente introdotta nel 1937, durante la Seconda Guerra Mondiale, SPAM® raggiunse il suo apice di vendite fornendo oltre 50 milioni di lattine mensilmente ai soldati statunitensi.

 

Dal menù alla casella di posta

La connessione tra SPAM® e la posta indesiderata emerge da uno sketch dei Monty Python, un celebre gruppo comico britannico attivo dal 1969 al 1974 con il programma televisivo “Monty Python’s Flying Circus“. In una scenetta ambientata in una locanda, i Monty Python presentavano un menu composto esclusivamente da piatti a base di SPAM®. Questo scherzo ha influenzato il termine “spam” nel contesto delle email non richieste.

La prima email spam registrata risale al maggio 1978, inviata dalla DEC per pubblicizzare un nuovo modello di computer. Negli anni ’80, il termine fu adottato dai frequentatori dei Bulletin Board System (BBS) che ripetevano “Spam” per disturbare altri utenti. Nel 1994, due avvocati di Phoenix, Canter e Siegel, diedero il via all’email marketing inviando promozioni a migliaia di utenti su USENET.

 

Ridere delle email indesiderate

La Treccani definisce “spam” come un “messaggio indesiderato di posta elettronica, spec. di natura pubblicitaria.” Ma come questa parola è finita nella posta indesiderata, secoli dopo il suo uso originario nella locanda dei Monty Python?

Forse la risposta risiede nella potenza della comicità e della satira. La fastidiosa insistenza della carne SPAM® in ogni piatto, imposta dai comici britannici, ha influenzato il modo in cui percepiamo gli annunci invasivi nella nostra casella di posta. Così, la posta indesiderata, come una battuta di Monty Python, si è trasformata in un fenomeno inspiegabile, un aspetto inevitabile della nostra era digitale. In un mondo in cui la carne in scatola può trasformarsi in metafora per la presenza indesiderata nella nostra vita, ci troviamo ad affrontare l’assurdità della connessione tra SPAM® e le email indesiderate, una riflessione che ci fa sorridere di fronte alla strana ironia della storia digitale.

L'articolo Il curioso legame tra la carne SPAM® e la posta indesiderata proviene da TecnoAndroid.

Guida essenziale alla cancellazione della cronologia Google

Tecnoandroid - Sat, 03/02/2024 - 16:00

 

Come cancellare la cronologia dal tuo computer

Navigare in rete è diventato un’abitudine quotidiana che coinvolge la ricerca di informazioni su Google e la visita di vari siti con pochi clic. Questa attività online però viene tracciata e registrata, e ci sono momenti in cui desideriamo preservare la privacy cancellando la cronologia di Google. Se siete alla ricerca di un modo per farlo, siete nel posto giusto. Nei prossimi paragrafi, fornirò dettagliate istruzioni passo dopo passo su come cancellare la cronologia di Google sia dal computer che dai vostri dispositivi mobili.

 

Tutto quello che devi sapere

Se siete ancora con me, prendetevi il tempo di esplorare questa guida dedicata a voi. Troverete istruzioni dettagliate per eliminare la cronologia di Google dal vostro computer e dai vostri dispositivi mobili. Seguite attentamente questi passaggi per raggiungere il vostro obiettivo.

Se utilizzate il vostro computer per navigare in rete, ecco come cancellare la cronologia di Google. Accendete il PC, avviate il browser (probabilmente Google Chrome) e assicuratevi di essere già connessi al vostro account Google. Successivamente, cliccate sull’icona con i tre puntini disposti in verticale nell’angolo in alto a destra e selezionate “Cronologia” dall’elenco. Nella nuova schermata, potrete visualizzare la lista delle vostre ricerche e siti visitati. Da qui, potete eliminare singoli elementi o l’intera lista, seguendo le istruzioni fornite.

Per eliminare un singolo elemento, cliccate sull’icona con i tre puntini orizzontali accanto al sito o alla ricerca e selezionate “Rimuovi la cronologia“. Se desiderate cancellare l’intera cronologia, cliccate su “Cancella dati di navigazione” nella colonna a sinistra, selezionate l’intervallo di tempo da eliminare, spuntate la casella accanto a “cronologia di navigazione” e cliccate su “Cancella dati” per confermare.

 

Cancellare singoli elementi o l’intera cronologia

Ora, passiamo alla cancellazione della cronologia di Google su dispositivi Android e iPhone. Prendete il vostro dispositivo mobile, sbloccatelo e aprite il browser. Cliccate sull’icona con i tre puntini (verticali per Android, orizzontali per iPhone) e selezionate “Cronologia” dall’elenco. Qui, potrete visualizzare l’elenco delle ricerche e dei siti visitati, ordinati dal più recente al meno recente. Per eliminare un elemento su Android, basta premere il tasto X accanto all’elemento desiderato. Su iPhone, selezionate “Modifica“, evidenziate l’elemento da eliminare e cliccate su “Elimina” nella parte inferiore dello schermo.

Se desiderate cancellare tutta la cronologia in una volta sola, cliccate su “Cancella dati di navigazione” (prima voce in alto), selezionate l’intervallo temporale, spuntate la casella accanto a “Cronologia di navigazione” e cliccate su “Cancella dati” in basso a destra. Fate attenzione, poiché questa operazione non è reversibile.

Per coloro che cancellano la cronologia periodicamente, considerate l’opzione di eliminazione automatica. Accedete a questa pagina dopo aver effettuato il login al vostro account Google, cliccate su “Eliminazione automatica” e scegliete di cancellare automaticamente tutto ciò che è più vecchio di 3, 18 o 36 mesi. Questa funzione semplifica il processo eliminando la cronologia in modo automatico senza l’intervento manuale ogni volta.

 

Google Chrome e privacy

La gestione della cronologia di Google può essere personalizzata secondo le proprie esigenze. Con le istruzioni dettagliate fornite, spero che abbiate ora tutti gli strumenti necessari per mantenere la vostra privacy online. Riflettete sulla vostra necessità di eliminare la cronologia manualmente o optare per l’eliminazione automatica, rendendo il vostro percorso online più personalizzato e privato.

L'articolo Guida essenziale alla cancellazione della cronologia Google proviene da TecnoAndroid.

Pages