Android World




MANUALINUX


Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 2 min 31 sec ago

Il tema scuro di WhatsApp è ufficiale: ecco come provarlo su Android (foto)

Wed, 01/22/2020 - 08:17

Dopo mesi di anticipazioni al riguardo, il tema scuro arriva ufficialmente su WhatsApp, a partire dalla versione beta dell’app. Provarlo è comunque semplicissimo ed alla portata di tutti, senza alcuna modifica particolare al sistema operativo.

Il tema scuro di WhatsApp, come suggerisce il nome, tinge di (quasi) nero tutti gli elementi dell’app che prima erano bianchi: sfondi, menu, balloon, media player e via dicendo, come potete apprezzare dagli screenshot a fine articolo. Al momento non abbiamo riscontrato particolari incongruenze (salvo un errore di traduzione) e tutto sembra funzionare a dovere, non come nelle versioni “trapelate” nei mesi scorsi, in cui diversi elementi non erano al posto giusto.

Lo scopo del tema scuro? Far riposare gli occhi, soprattutto di sera, o anche solo puro gusto estetico personale; e non da ultimo c’è il risparmio di batteria (che funziona anche con i colori grigi e non neri-neri, come in questo caso), anche se non aspettatevi chissà quali cambiamenti in generale.

Come attivare il tema scuro di WhatsApp

Per avere il tema scuro, al momento, dovete utilizzare la beta di WhatsApp, ovvero la versione 2.20.13. Potete iscrivervi alla beta seguendo le istruzioni riportate in questo articolo, oppure scaricare direttamente l’apk della versione in oggetto, che andrà installato manualmente (se non sapeste come fare, seguite questa semplicissima guida).

Una volta fatto questo, dovrete andare nelle impostazioni di WhatsApp, raggiungibili premendo sui tre pallini verticali presenti in alto a destra appena avviata l’app. Dalle impostazioni selezionate Chat, e la prima voce in alto dovrebbe appunto essere Tema. Da qui potrete scegliere se attivare sempre il tema scuro, scegliendo appunto l’omonima voce, oppure se far sì che WhatsApp scelta automaticamente il tema in base alle impostazioni generali del sistema. Quest’ultima voce è al momento tradotta male (c’è proprio scritto “errore di sistema“, ma a dispetto di questo funziona benissimo) e dovrebbe essere disponibile solo se la vostra versione di Android supporta il tema scuro generale. In alternativa potrebbe esserci un’opzione per abilitare il tema scuro in base alla modalità di risparmio energetico, ovvero attivarlo automaticamente solo nel caso in cui sia attiva una qualche funzione per preservare la batteria.

In ogni caso vi basterà provare le voci presenti, per vederne l’effetto, ed una volta attivato il tema scuro l’app dovrebbe apparire come negli screenshot qui sotto, che vertono per lo più sui toni del grigio/verde scuro. Come già detto non abbiamo notato particolari malfunzionamenti, ma del resto l’abbiamo abilitato da poche ore, quindi se voi doveste notare qualcosa di anomalo in questo tema scuro, fatecelo sapere nello spazio dei commenti a fine articolo.

8 vai alla fotogallery

L'articolo Il tema scuro di WhatsApp è ufficiale: ecco come provarlo su Android (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il Trono di Spade – Oltre la Barriera: si aprono le pre-registrazioni, e qualche dettaglio sul gioco (foto)

Wed, 01/22/2020 - 08:06

Gli amanti del mondo de Il Trono di Spade saranno felici di apprendere che sta arrivando anche il gioco dedicato alle piattaforme mobili, focalizzato sull’ultima parte della lunga storia di George R. R. Martin.

Il gioco si chiama  Il Trono di Spade – Oltre la Barriera e nelle ultime ore ha aperto le pre-registrazioni per l’app Android e per quella iOS. Il titolo sarà un gioco di ruolo strategico, dove il giocatore rivestirà il ruolo di un Guardiano della Notte a difesa di Westeros. Oltre al trailer del gioco, disponibile attraverso il player in basso, possiamo vedere la scacchiera nella prima immagine in galleria, la quale suggerisce che il gioco si strutturerà sulla raccolta di personaggi chiave per lo scopo finale.

LEGGI ANCHE: SmartWorld diventa un podcast

Ancora non sappiamo quando e a che prezzo arriverà il gioco per le due piattaforme, probabilmente ci sarà la versione free-to-play. Alcune versioni beta sono state distribuite in Nuova Zelanda e Australia, sicuramente non per gli utenti italiani.

Al momento è possibile soltanto pre-registrarsi sia su Play Store che su App Store. Ci sono stati problemi con la pre-registrazione alla versione iOS, probabilmente verranno risolti entro le prossime ore. Qui sotto trovate i rispettivi badge per procedere.

2 vai alla fotogallery

L'articolo Il Trono di Spade – Oltre la Barriera: si aprono le pre-registrazioni, e qualche dettaglio sul gioco (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Volete personalizzare il launcher di Amazon Fire TV senza root? Dovete provare FTVLaunchX (foto)

Wed, 01/22/2020 - 07:34

Gli amanti della personalizzazione grafica sanno che l’installazione di un launcher modificabile è uno dei passi fondamentali sui dispositivi Android. Questo è possibile su tantissime tipologie di piattaforme e ora lo è anche su Amazon Fire TV.

La possibilità di usare launcher personalizzati di terze parti anche su Amazon Fire TV arriva grazie all’app FTVLaunchX, sviluppata da un membro del forum XDA. L’app agisce sostanzialmente sulla stringa di codice relativa alla pressione del tasto home del telecomando, il quale indirizza verso il launcher di terze parti precedentemente installato. L’app inoltre non necessita dei permessi di root per funzionare.

LEGGI ANCHE: 7 giorni con Galaxy M20

Il funzionamento di FTVLaunchX è stato testato con successo su Fire TV Stick di seconda generazione, Fire TV Stick 4K e Nvidia Shield 2017. Qui sotto trovate il link per il download, fateci sapere se l’avete trovata utile.

FTVLaunchX per Amazon Fire TV | Download

1 vai alla fotogallery

L'articolo Volete personalizzare il launcher di Amazon Fire TV senza root? Dovete provare FTVLaunchX (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google Podcasts si aggiorna in beta e perde l’opzione per il casting: ve ne siete accorti? (foto)

Wed, 01/22/2020 - 07:23

Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento per Podcasts, la sua app Android che si occupa della gestione dei podcast sincronizzati con il proprio account Google, che è rivolto al canale beta e ha introdotto un bug grafico.

La nuova versione rilasciata con l’aggiornamento fa riferimento alla build 10.93.8.29: come vedete dal confronto con la versione precedente presente in galleria, l’aggiornamento ha introdotto la rimozione dell’icona Cast, quella utile a trasmettere il contenuto ai dispositivi connessi allo stesso account e alla stessa rete. Rimane possibile accedere alla riproduzione dei podcast tramite questi dispositivi solo attraverso i comandi vocali di Assistant.

LEGGI ANCHE: SmartWorld diventa un podcast

La nuova beta però ha introdotto anche delle utili funzionalità: la prima consiste nella possibilità di condividere l’episodio di un podcast con il timestamp, ovvero con il progresso di riproduzione. Per farlo sarà necessario recarsi nella pagina relativa all’episodio. Inoltre, la nuova beta ha introdotto nuove opzioni nel menù condivisione, come Visit website e Condividi, che prima erano in quello overflow.

Infine, è stata leggermente modificata l’interfaccia grafica delle informazioni dell’app presenti nel menù impostazioni di Google Podcasts. L’aggiornamento che abbiamo descritto è in fase di distribuzione per gli utenti che hanno aderito al programma beta. Se ci tenete all’opzione di casting vi suggeriamo di non aggiornare all’ultima versione rilasciata finché non verrà rilasciato il fix.

Scomparsa dell’opzione di casting 2 vai alla fotogallery Novità grafiche 4 vai alla fotogallery

L'articolo Google Podcasts si aggiorna in beta e perde l’opzione per il casting: ve ne siete accorti? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

L’Unione Europea proibirà il riconoscimento facciale nei luoghi pubblici? (foto)

Tue, 01/21/2020 - 21:40

Ormai nelle nostre città troviamo telecamere di sicurezza ad ogni angolo. Sebbene queste siano utilizzate prevalentemente per questioni di monitoraggio, è possibile che il filmato venga utilizzato per riconoscere, in tempo reale, le persone che entrano nell’inquadratura.

Proprio per evitare un abuso di questa tecnologia, l’Unione Europea starebbe pensando di proibirla nei luoghi pubblici fino a 5 anni. Per farlo è stato creato un documento lungo 18 pagine nel quale è indicato un periodo di divieto che potrebbe durare dai 3 ai 5 anni.

Ci sono ovviamente delle eccezioni, ma riguardano progetti di sicurezza o applicazioni di ricerca e sviluppo. È necessario quindi creare delle regole che permettano di utilizzare questa tecnologia in maniera oculata.

Ovviamente parliamo del riconoscimento facciale a larga scala, ovvero quello rivolto a sistemi di videosorveglianza installati in luoghi pubblici. I nostri smartphone, quindi, potranno continuare a leggerci il volto ogni volta che vorremo sbloccarli.

L'articolo L’Unione Europea proibirà il riconoscimento facciale nei luoghi pubblici? (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Pocophone ha scelto un modo bizzarro per annunciare l’arrivo di Poco F2 (o forse si tratta di tutt’altro?) (video)

Tue, 01/21/2020 - 21:19

Tutti si aspettavano di vedere un secondo smartphone Pocophone arrivare in un qualche momento del 2019 e invece niente. Ormai siamo abbondantemente dentro il 2020 e praticamente ancora non sono pervenute tracce del successore di Poco F1, almeno se non considerate i due enigmatici tweet pubblicati oggi dall’azienda.

Come potete vedere a fine articolo si tratta di una lettera aperta e di un video che parlano di una misteriosa “stagione 2” come se si trattasse di una serie TV. Possiamo solo ipotizzare che tutto ciò sia un arguto modo di incuriosire i fan, visto che da nessuna parte si parla di smartphone o viene citato Pocophone F2.

LEGGI ANCHE: SmartWorld ora è anche un podcast!

Oppure potremmo pensare che l’azienda, dopo aver guadagnato l’indipendenza da Xiaomi ed aver fatto base in India, abbia deciso di darsi alla creazione di contenuti audiovisivi. Probabilmente la prima ipotesi è più pertinente, ma rimane comunque un forte alone di incertezza, tanto che non è assurdo pensare che tutto ciò in realtà si riferisca a una sorta di seconda vita per il marchio Pocophone… a voi il microfono, che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

#POCOIsHere and it'll give chills to others. IYKWWM

Volete personalizzare le gesture del nuovo Android 10? Ecco l’app che vi può aiutare (video e foto)

Tue, 01/21/2020 - 20:53

Se avete la fortuna di avere un telefono aggiornato ad Android 10, allora potreste anche aver provato le nuove (e discusse) gesture. Se questo è il vostro caso e se magari avete pensato di voler personalizzare in qualche modo le gesture di sistema, allora potete provare gesturePlus. Si tratta di un’app realizzata dallo stesso sviluppatore di bxActions – la popolare applicazione per rimappare il pulsante dedicato a Bixby sui dispositivi Samsung.

Senza bisogno di root e gratuitamente gesturePlus fornisce la possibilità di modificare il comportamento delle gesture, disabilitando alcune funzioni o assegnandone di nuove. Potete anche impostare alcune gesture direttamente nella schermata di blocco accedendo così rapidamente ad alcune funzionalità.

LEGGI ANCHE: SmartWorld ora è anche un podcast!

La maggior parte del potenziale dell’app però è disponibile solo dopo aver acquistato la versione completa. Infatti non bisogna commettere l’errore di considerare gesturePlus la soluzione per una personalizzazione completa, quanto più uno strumento semplice e pratico per apportare degli aggiustamenti. Con la speranza che tutto ciò diventi presto parte delle opzioni di Android.

4 vai alla fotogallery

L'articolo Volete personalizzare le gesture del nuovo Android 10? Ecco l’app che vi può aiutare (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Wind: le ricariche standard da 6 e 11 euro arrivano anche nel circuito Lottomatica

Tue, 01/21/2020 - 19:49

Importanti novità per tutti i clienti Wind ricaricabili. A partire da oggi infatti, si ampliano ulteriormente le possibilità di ricaricare il credito residuo, specialmente per chi spesso si affida al circuito Lottomatica.

I tagli di ricarica standard da 6€ e 11€ approdano infatti anche nel circuito Lottomatica, dopo che nei giorni scorsi quello da 6€ si era finalmente reso disponibile anche nei negozi e online – per quello da 11€ invece, la possibilità era già nota da tempo.

LEGGI ANCHE: Migliori Offerte Wind

Presso il circuito Lottomatica dunque, sono ora disponibili le ricariche standard da 6€, 11€, 15€, 25€ e 50€, oltre alle Ricariche Special da 5€ e 10€, che – ricaricando il credito rispettivamente di 4€ e 9€ – mettono a disposizione dei servizi aggiuntivi, al costo di 1€.

L'articolo Wind: le ricariche standard da 6 e 11 euro arrivano anche nel circuito Lottomatica sembra essere il primo su AndroidWorld.

In futuro potrete insegnare a Google Assistant come si pronunciano i nomi dei vostri contatti (foto)

Tue, 01/21/2020 - 19:21

I colleghi di XDA Developers hanno eseguito un bel APK teardown sulla versione 10.93.8.29 dell’app Google per carpirne i segreti e scoprire cosa Big G ha in serbo per noi. Quest’oggi è stato trovato un bel riferimento a Google Assistant che ci permetterà di insegnare all’assistente come pronunciare i nomi dei nostri contatti.

D’altronde è un dato di fatto: Assistant fa fatica a pronunciare correttamente nomi complessi o soprannomi strani. Ecco quindi che ci sarà permesso di inserire la pronuncia fonetica (ma in alcuni casi non è il massimo della semplicità) o di insegnarla tramite la  nostra voce, un po’ come già accade per la pronuncia del nostro nome.

Il tutto è stato scoperto grazie ad alcune righe di codice che si riferiscono direttamente ai nostri contatti. Ovviamente questa funzionalità potrebbe arrivare tra molte settimane, ma per lo meno sappiamo che Google è al lavoro su questa novità.

1 vai alla fotogallery

L'articolo In futuro potrete insegnare a Google Assistant come si pronunciano i nomi dei vostri contatti (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Sony tornerà alla grande al MWC: Snapdragon 865, 5G e schermo 4K

Tue, 01/21/2020 - 19:10

Sebbene ultimamente Sony non faccia molto parlare di sé, resta sempre al lavoro su nuovi prodotti per il mercato mobile. Uno di questi dovrebbe essere un nuovo top di gamma che potrebbe essere presentato il prossimo 24 febbraio presso il MWC di Barcellona.

A dirlo è un nuovo report, il quale cerca di svelare anche un po’ di caratteristiche tecniche del fantomatico top di gamma: lo schermo sarà un OLED 4K da 6,6″ in formato 21:9 e supporterà l’HDR. A muovere il tutto ci sarà lo Snapdragon 865 in accoppiata con il modem Snapdragon X55 5G.

In pratica il prossimo Xperia sarà il primo smartphone con schermo 4K e connettività 5G. Se speravate anche di avere un nome, rimarrete delusi: c’è chi lo chiama Xperia 1.1, chi Xperia 0, chi Xperia 1 Premium. Ma abbiamo una ipotesi sul prezzo: “potrebbe costare più di 849$“.

L'articolo Sony tornerà alla grande al MWC: Snapdragon 865, 5G e schermo 4K sembra essere il primo su AndroidWorld.

C’è qualcuno che se ne va in giro per la metro con uno Huawei P40 Pro in mano (foto)

Tue, 01/21/2020 - 19:08

Come ormai consuetudine, Huawei dovrebbe presentare i nuovi esemplari della serie P a Parigi, in marzo. Già oggi però a quanto pare c’è qualche orientale fortunato che può usare lo smartphone portandolo con sé. Proprio in uno di questi momenti è stato catturato da qualche appassionato che deve aver notato che non si trattava di un telefono qualsiasi.

Sembra proprio che i due scatti rubati, che trovate più in basso, mostrino il prossimo Huawei P40 Pro. La cautela non è mai troppa in questi casi, anche perché le immagini, come potete immaginare, non sono delle migliori. Ad ogni modo permettono di osservare alcuni dettagli: la doppia fotocamera frontale ospitata in un foro del display in alto a sinistra (ma nascosta da una barra di stato nera) e lo schermo curvo sui fianchi.

LEGGI ANCHE: SmartWorld ora è anche un podcast!

Purtroppo invece il retro è ben nascosto dalla custodia e non consente di sbirciare il comparto fotografico, uno dei punti di maggior interesse del nuovo smartphone. Come dicevamo mancano ancora un paio di mesi alla presentazione, ma è molto probabile che ci saranno altri avvistamenti, magari più sicuri e meglio documentati, per cui continuate a seguirci per rimanere aggiornati.

2 vai alla fotogallery

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L'articolo C’è qualcuno che se ne va in giro per la metro con uno Huawei P40 Pro in mano (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Good Lock 2020 arriverà con un mese di anticipo: supporto ad Android 10, ONE UI 2.0 e tante novità

Tue, 01/21/2020 - 18:52

I possessori di uno smartphone Samsung sanno bene di cosa si parla quando si fa il nome di Good Lock. L’app che permette di personalizzare diversi aspetti del dispositivo, dall’aspetto al comportamento, è stata introdotta nel 2016 con Android Marshmallow e da allora è stata aggiornata ogni anno – escluso il 2017 – andando di pari passo con l’ultima versione del robottino verde.

Se nel 2019 però è stato necessario attendere fino a marzo perché venisse rilasciato l’aggiornamento, quest’anno l’attesa sarà meno breve. Good Lock 2020 infatti arriverà il prossimo 3 febbraio con il supporto ad Android 10 e ONE UI 2.0. La notizia è stata data dal responsabile dello sviluppo dell’applicazione direttamente sul forum Samsung ufficiale in Corea. Il rilascio partirà proprio dal Paese asiatico per poi raggiungere il resto del mondo.

LEGGI ANCHE: SmartWorld è anche un podcast!

Il motivo per cui ci vuole così tanto tempo è che, diversamente da altre app, Good Lock deve essere ricostruita ogni volta da capo in base all’ultima versione di Android. L’aggiornamento porterà diverse novità e migliorie tra cui il supporto al tema scuro a livello di sistema, la possibilità di organizzare automaticamente gli elementi con lo sfondo con Lockstar, lo stile verticale per Task Changer, funzioni personalizzate per lock screen e altri miglioramenti a Sound Assistant, One Hand Operation e ThemePark. Dall’elenco è esclusa solo NavStar che sta richiedendo ulteriori sviluppi per essere pronta al rilascio.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L'articolo Good Lock 2020 arriverà con un mese di anticipo: supporto ad Android 10, ONE UI 2.0 e tante novità sembra essere il primo su AndroidWorld.

I possibili prezzi della serie Galaxy S20: cari come previsto, ma Z Flip non doveva costare meno?

Tue, 01/21/2020 - 18:01

Max Weinbach, un redattore di XDA che ha già diffuso numerose informazioni sulla famiglia S20, è tornato sull’argomento per parlare di una delle questioni più spinose e discusse: il prezzo dei prossimi top di gamma Samsung.

Si partirebbe sotto i mille euro con Galaxy S20, venduto però in versione 5G. Vi ricordiamo infatti che dovrebbe esserci anche una variante LTE, sebbene non è detto che l’azienda decida di venderla su tutti i mercati; in ogni caso Weinbach afferma che le varianti 4G dovrebbero costare circa 100 euro meno (S20 Ultra sarà solo 5G).

Superiamo invece i tre zeri con Galaxy S20+, sempre 5G, che potrebbe arrivare fino a 1.100 euro. La punta di diamante, Galaxy S20 Ultra 5G, dovrebbe invece arrivare a ben 1.300 euro, bene o male in linea con i 1.279€ richiesti nel 2019 per Galaxy S10 5G.

La vera sorpresa, in negativo, è però Galaxy Z Flip. Il nuovo pieghevole di Samsung doveva infatti costare praticamente la metà rispetto a Galaxy Fold, ed a lungo si era parlato di cifre inferiori ai mille euro. Secondo Weinbach sarà invece più caro di tutti gli S20, sebbene la cifra potrebbe cambiare prima del lancio.

Samsung starebbe insomma ancora decidendo l’esatta collocazione di mercato dei suoi prossimi smartphone, in particolar modo del pieghevole. Considerando che mancano solo 20 giorni al lancio, è una decisione che verrà presa a breve, ed in ogni caso in Italia, negli anni passati, abbiamo sempre avuto prezzi lievemente più alti del resto d’Europa, quindi non illudetevi troppo.

So just heard S20 prices. Expect these to be lower than listed but at the moment we are expecting:

S20 5G: €900-1000
S20+ 5G: €1050-1100
S20 Ultra 5G: €1300

Galaxy Z Flip is supposed to be about €1400 but I expect that to change before launch.

— Max Weinbach (@MaxWinebach) January 20, 2020

L'articolo I possibili prezzi della serie Galaxy S20: cari come previsto, ma Z Flip non doveva costare meno? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Volantino Unieuro “Fuoritutto” 2-23 gennaio: sconti fino al 60% su tutta la tecnologia (foto | Ultimi giorni)

Tue, 01/21/2020 - 16:45

Parte oggi il nuovo volantino UnieuroFuoritutto” che porta in dote le prime offerte del 2020. Un volantino pieno di ottime occasioni di risparmio, visto che si parla di sconti fino al 60% su tutto, inclusi smartphone, fotocamere, smart TV, accessori ed elettrodomestici.

Da non perdere il Samsung Galaxy S10e a 439€ in tutte le colorazioni e iPhone 11 a 759€, accompagnati anche da ottime offerte per Redmi Note 8 Pro, Huawei P30 Pro e ASUS Zenfone 5. Vastissima la scelta per smart TV 4K HDR e notebook, da gaming e non. Non manca la domotica, grazie ad uno sconto del 25% su tutti i prodotti a marchio Google, compresi tutti quelli della serie Home.

LEGGI ANCHE: Huawei P Smart in sconto speciale a 129€

Nelle immagini presenti in basso potete scorrere tutte le offerte dell’ultimo volantino Unieuro, valide fino al 23 gennaio 2020. Se invece volete già procedere all’acquisto, vi lasciamo a seguire il link alla promozione sul sito ufficiale dello store.

ALTRE OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Volantino Unieuro “Fuoritutto” 6 vai alla fotogallery

L'articolo Volantino Unieuro “Fuoritutto” 2-23 gennaio: sconti fino al 60% su tutta la tecnologia (foto | Ultimi giorni) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Conferme sul terzo colore delle Galaxy Buds+: non sarà giallo (foto)

Tue, 01/21/2020 - 16:38

Insieme alla famiglia Galaxy S20 e al nuovissimo pieghevole (Z Flip) di Samsung, c’è un altro prodotto che sarà presentato con tutta probabilità l’11 di febbraio: la nuova edizione delle Galaxy Buds.

Al nome verrà probabilmente aggiunto un “+“, per contraddistinguerle dalla versione precedente, ma nel design ci saranno davvero poche novità, come vi abbiamo già raccontato.

LEGGI ANCHE: SmartWorld diventa un podcast

Anche al livello software sembra ormai certa l’assenza della cancellazione attiva del rumore, un fattore tanto apprezzato quanto valorizzato (nel prezzo) nelle AirPods Pro.

A cambiare, oltre alla batteria, sarà la terza colorazione da affiancare al nero e al bianco: non ci sarà più il giallo sgargiante delle prime Galaxy Buds, ma piuttosto un celeste pallido, come mostrato nei render di Mysmartprice. Che ve ne pare?

2 vai alla fotogallery

L'articolo Conferme sul terzo colore delle Galaxy Buds+: non sarà giallo (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

3 Italia presenta la nuova Super Internet Express: 80 GB per due mesi a 9,99€

Tue, 01/21/2020 - 16:36

3 Italia ha appena aggiornato le offerte che propone a coloro che cercano bundle di solo traffico dati. In questo contesto l’operatore ha appena chiuso l’offerta Super Internet Express 100 Giga in favore di una nuova.

La nuova offerta si chiama Super Internet Express 80 Giga: questa prevede un traffico dati pari a 80 GB, i quali saranno utilizzabili entro i due mesi dal momento dell’attivazione. L’offerta prevede un contributo una tantum pari a 9,99€. Al termine dei due mesi, riconnettendosi a internet l’offerta si rinnoverà automaticamente per altri due mesi, allo stesso prezzo di 9,99€. Inoltre, è possibile comunque riattivarla alle stesse condizioni entro i 60 giorni dall’ultima scadenza.

LEGGI ANCHE: le migliori offerte di 3 Italia

L’offerta sarà disponibile per i clienti 3 Italia che acquisteranno una SIM dati prepagata entro il prossimo 23 febbraio. Per ulteriori informazioni sulle condizioni d’uso e attivazione vi rimandiamo al sito ufficiale dell’operatore.

L'articolo 3 Italia presenta la nuova Super Internet Express: 80 GB per due mesi a 9,99€ sembra essere il primo su AndroidWorld.

Gearbest celebra il Capodanno Cinese con una marea di offerte per Xiaomi, Redmi, OnePlus e domotica

Tue, 01/21/2020 - 16:27

In occasione delle festività legate al Capodanno Cinese arrivano le nuove offerte di Gearbest, quelle della promozione Festa di Primavera. Come sempre il catalogo proposto dallo store cinese è immenso, ma ci sono alcuni prodotti in particolare da non lasciarsi sfuggire.

La promozione andrà avanti fino al 2 febbraio 2020 e metterà in super sconto tantissimi smartphone, smartwatch, tablet, accessori smart, prodotti domotici e molto altro. I marchi coinvolti dall’iniziativa sono di ottimo livello: ci sono prodotti OnePlus, Redmi, Xiaomi, Mijia, Amazfit e molto altro.

LEGGI ANCHE: GPU da non perdere su Amazon

Qui in basso trovate una corposa selezione di prodotti in super sconto. Per ogni dispositivo è indicato l’eventuale codice sconto da utilizzare al momento del pagamento. Se volete esplorare altre offerte, vi lasciamo di seguito il link alla pagina delle offerte su Gearbest.

ALTRE OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Smartphone Smartwatch Auricolari Wireless Roboti aspirapolvere Spazzolini elettrici Luci LED Box TV

L'articolo Gearbest celebra il Capodanno Cinese con una marea di offerte per Xiaomi, Redmi, OnePlus e domotica sembra essere il primo su AndroidWorld.

Che brutta strada ha imboccato Opera: cerca di rifarsi con le app di prestito di denaro, ma secondo la proprietà va tutto bene (foto)

Tue, 01/21/2020 - 12:41

Opera è uno dei browser web più noti e diffusi nel panorama informatico attuale, ma con un numero di utenti chiaramente inferiore a quelli che annovera Chrome. Le ultime su Opera browser che giungono da una ricerca indipendente non sono molto confortanti per la proprietà cinese, entrata in gioco nel 2017.

Il report che abbiamo citato proviene da Hindenburg Research e mostra come Opera, dopo essere stata acquisita dalla nuova proprietà cinese, abbia puntato molto sulle app di prestito di denaro sul Play Store: queste sono OKash e OPesa in Kenya, CashBean in India e OPay in Nigeria, tutti servizi che prevedono dei prestiti a breve termine. Probabilmente la nuova proprietà ha imboccato queste strada per sopperire alle perdite di utenza fatte registrare dal browser, con conseguente calo delle azioni pubbliche.

LEGGI ANCHE: SmartWorld diventa un podcast

Hindenburg Research ha evidenziato come le app di prestito in questione violassero i termini del Play Store: nonostante in descrizione fosse scritto che offrivano prestiti con termine a 91 – 365 giorni, diverse segnalazioni dei clienti hanno evidenziato come i termini reali in realtà corrispondono a 15 – 29 giorni, apertamente oltre le norme previste da Google.

Non è finita qui: leggendo le recensioni alle app di prestito presenti sul Play Store, ci accorgiamo che la società avrebbe usato dei metodi poco ortodossi nei confronti dei clienti in ritardo coi pagamenti, minacciando azioni legali e l’iscrizione in una sorta di lista nera dei creditori. Inoltre, le app non avrebbero apportato un miglioramento della situazione finanziaria di Opera: i titoli continuano a scendere e secondo Hindenburg Research le risorse sarebbero state usato in modo sciagurato.

Secondo il report infatti 9,5 milioni di dollari sarebbero stati veicolati, dal CEO di Opera in persona, a un’azienda terza di sua proprietà, con la motivazione di acquistare un’attività che in realtà era già di proprietà e gestita da Opera. Altri 30 milioni di dollari sono stati investiti in un’app di karaoke di proprietà del CEO di Opera e, per finire, oltre 31 milioni di dollari sono stati destinati a una società di software antivirus controllata da un dirigente di Opera e collegata al CEO.

Opera ha appreso del report e ha diffuso un comunicato a riguardo: secondo la proprietà le informazioni incluse nel report di Hindenburg Research presentano diversi errori e inesattezze. Inoltre, l’azienda ha affermato che ha appena revisionato e lanciato diverse nuove iniziative, pubblicando risultati finanziari significativi.

Rimane difficile capire dove sia la verità, non è semplice verificare le fonti di Hindenburg Research ma rimane anche difficile non prendere in seria considerazione le recensioni indipendenti e le segnalazioni fatte dagli utenti sul Play Store.

L'articolo Che brutta strada ha imboccato Opera: cerca di rifarsi con le app di prestito di denaro, ma secondo la proprietà va tutto bene (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Super offerte per Realme X2 e Realme X2 Pro: preferite bianco o blu?

Tue, 01/21/2020 - 12:35

Continuiamo a parlare di rivelazioni dello scorso anno spostandoci su Realme X2Realme X2 Pro, due solidi smartphone dal rapporto qualità/prezzo invidiabile. Nella giornata odierna sono tra i protagonisti delle offerte su Amazon.

Il primo è il medio gamma del produttore cinese, anche se la caratteristiche farebbero pensare ad altro: con 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, questo telefono non sacrifica nulla e monta uno Snapdragon 730G, che alimenta un display Super AMOLED da 6,4′” e le 4 fotocamere, con un obiettivo principale da ben 64 megapixel.  D’altra parte, come potete ben immaginare, Realme X2 Pro è invece una variante più potente di Realme X2, specie nel processore, visto che a bordo troviamo lo Snapdragon 855 Plus.

LEGGI ANCHE: Recensioni Realme X2 | Realme X2 Pro

Tutti i modelli in sconto sono in versione europea e disponibili in colorazione bianca o blu. Ci preme sottolineare che vengono venduti dall’affidabilissimo negozio Realme Direct e sono spediti da Amazon. Per maggiori informazioni, trovate a seguire i link alle pagine ufficiali.

Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

ALTRE OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L'articolo Super offerte per Realme X2 e Realme X2 Pro: preferite bianco o blu? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Disney+ arriva in Italia con un po’ di anticipo a 6,99€ al mese: ecco i contenuti inclusi

Tue, 01/21/2020 - 12:03

Disney+, il celebre servizio di streaming di casa Disney, anticipa i tempi di qualche giorno. In queste sue prime settimane di vita il servizio si è dimostrato sufficientemente stabile da garantire l’accesso a tanti altri utenti, tanto da spingere Disney ad anticiparne il lancio per Italia, Regno Unito, Irlanda, Francia, Germania, Spagna, Austria e Svizzera.

La data precedente era il 31 marzo 2020. Adesso invece potremo iscriverci al servizio di Disney a partire dal 24 marzo 2020. Il prezzo per l’Europa, Italia compresa, ammonta a 6,99€ al mese. Si potrà anche decidere di pagare tutto l’anno al prezzo scontato di 69,99€.

LEGGI ANCHE: Disney ha fatto un giro all’anagrafe e ha cambiato il nome di 20th Century Fox

Al momento del lancio, a detta della stessa divisione italiana di Disney, gli abbonati avranno accesso a “The Mandalorian” la serie acclamata dalla critica, scritta e prodotta da Jon Favreau; “High School Musical: The Musical: The Series”, versione moderna e creativa del franchise di successo con meta riferimenti, un nuovo stile documentaristico e una colonna sonora che, con 9 nuove canzoni originali, rende omaggio al film omonimo; “The World According To Jeff Goldblum”, serie che esplora il meraviglioso e spesso sorprendente mondo degli oggetti a noi più familiari; “Lilli e il vagabondo”, una rivisitazione senza tempo del classico d’animazione del 1955.

Tra gli altri contenuti originali presenti già al lancio ci saranno: “Encore” prodotto da Kristen Bell; “Diary of A Future President” scritto e prodotto da Ilana Peña (“Crazy Ex-Girlfriend”) e da Gina Rodriguez (“Jane the Virgin”); “The Imagineering Story”, che racconta dell’eclettico gruppo di straordinari creativi che danno vita ai Parchi Disney.

Sempre al lancio Disney+ sarà disponibile sulla maggior parte dei dispositivi mobili, console gaming, lettori multimediali e Smart TV. Con un singolo account sarà possibile accedere a 4 stream simultanei in alta qualità, ma si potrà scaricare su un massimo di 10 dispositivi.

The Mandalorian 2 vai alla fotogallery The World According to Jeff Goldblum 2 vai alla fotogallery Comunicato Stampa Disney+ anticipa la data di lancio in Europa

Il servizio di streaming sarà disponibile in Italia, Regno Unito, Irlanda, Francia, Germania, Spagna, Austria e Svizzera dal 24 marzo.

Al prezzo di €6.99 al mese/€69.99 all’anno (£5.99 mese/£59.99 all’anno nel Regno Unito)

LONDRA (21 Gennaio, 2020) — Il settore Direct-to-Consumer & International di The Walt Disney Company ha fissato il lancio di Disney+ in Europa occidentale per il 24 marzo 2020. Il prezzo del servizio sarà di €6.99 al mese/€69.99 all’anno (£5.99 mese/£59.99all’ anno nel Regno Unito)

Il servizio di streaming verrà lanciato in Italia, Regno Unito, Irlanda, Francia, Germania, Spagna, Austria e Svizzera. Il lancio in altri paesi europei, quali Belgio, Scandinavia e Portogallo avverrà successivamente nell’estate 2020.

Disney+ offre agli spettatori di tutte le età un nuovo modo di godere degli impareggiabili contenuti proposti da iconici brand di intrattenimento come Disney, Pixar, Marvel, Star Wars, e National Geographic, assieme a contenuti esclusivi come film, serie tv, documentari e corti prodotti appositamente per il nuovo servizio.

Al momento del lancio, gli abbonati avranno accesso a “The Mandalorian” la serie acclamata dalla critica, scritta e prodotta da Jon Favreau; “High School Musical: The Musical: The Series”, versione moderna e creativa del franchise di successo con meta riferimenti, un nuovo stile documentaristico e una colonna sonora che, con 9 nuove canzoni originali, rende omaggio al film omonimo; “The World According To Jeff Goldblum”, serie che esplora il meraviglioso e spesso sorprendente mondo degli oggetti a noi più familiari; “Lilli e il vagabondo”, una rivisitazione senza tempo del classico d’animazione del 1955. Tra gli altri titoli originali disponibili al momento del lancio “Encore,” prodotto da Kristen Bell; “Diary of A Future President” scritto e prodotto da Ilana Peña (“Crazy Ex-Girlfriend”) e da Gina Rodriguez (“Jane the Virgin”); “The Imagineering Story”, che racconta dell’eclettico gruppo di straordinari creativi che danno vita ai Parchi Disney.

Al momento del lancio, gli abbonati potranno vivere l’esperienza di Disney+ sulla maggior parte dei dispositivi mobili connessi, compresi console per gaming, lettori multimediali e smart TV. Sarà possibile accedere a 4 stream simultanei in alta qualità e senza interruzioni pubblicitarie. Il numero dei download sarà illimitato e su un massimo di dieci dispositivi. Gli utenti potranno fruire inoltre di suggerimenti personalizzati e avranno la possibilità di impostare fino a sette diversi profili. Sarà inoltre possibile impostare profili per bambini con interfaccia a navigazione facilitata e accesso a contenuti adatti alla loro età.

L'articolo Disney+ arriva in Italia con un po’ di anticipo a 6,99€ al mese: ecco i contenuti inclusi sembra essere il primo su AndroidWorld.

Pages