Android World

Condividi su:


MANUALINUX


Subscribe to Android World feed
Tutte le news dal mondo Android in italiano, ogni giorno per te.
Updated: 3 hours 27 min ago

Chromecast con Google TV 4K si aggiorna: usare le cuffie wireless sarà ancora più facile

Mon, 02/26/2024 - 10:38

Google ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento per Chromecast con Google TV 4K, il suo dongle per avere l'interfaccia Google TV su qualsiasi TV dotata di HDMI.

L'aggiornamento appena rilasciato introduce delle novità importanti che riguardano le funzionalità audio del dongle, grazie alle quali sarà più semplice gestire la connessione con dispositivi audio compatibili con lo standard Fast Pair.

Questo nuovo update si riferisce alla build STTE.231215.005 e ha un peso di ben 169 MB. Come vedete dagli screenshot in galleria, la novità del supporto a Fast Pair prevede la visualizzazione del messaggio di accoppiamento ogni volta che viene attivato nelle vicinanze un paio di cuffie wireless compatibili con Fast Pair.

Il messaggio che apparirà su Google TV permetterà di connettere rapidamente le cuffie con Fast Pair, e anche di scegliere un output audio per i contenuti in riproduzione tramite un'interfaccia dedicata.

La nuova opzione per cambiare uscita audio appare nel pannello delle impostazioni rapide di Google TV, quello che si apre cliccando sulla rotellina delle impostazioni in alto a destra dell'interfaccia.

Oltre a queste novità pratiche, l'aggiornamento introduce anche le patch di sicurezza Android aggiornate a gennaio 2024.

L'update che abbiamo appena descritto per Chromecast con Google TV 4K è attualmente in fase di distribuzione automatica per tutti a livello globale. Nel giro delle prossime settimane dovrebbe concludersi il rollout.

L'articolo Chromecast con Google TV 4K si aggiorna: usare le cuffie wireless sarà ancora più facile sembra essere il primo su Smartworld.

Abbiamo provato il pieghevole di Motorola che si arrotola al polso e si trasforma in smartwatch

Mon, 02/26/2024 - 10:12

Un brand a cui piace sperimentare con i dispositivi è senza dubbio Motorola. Forse vi ricordate dell'evento di fine ottobre 2023: uno dei protagonisti indiscussi del palco fu un concept davvero particolare, denominato dallo stesso brand "Adaptive Display Concept". Finalmente, a distanza di qualche mese, abbiamo potuto provarlo con mano all'evento Motorola del MWC di Barcellona.

Per farla semplice, si tratta di uno smartphone pieghevole che però si piega verso l'esterno, a differenza ad esempio di quelli a conchiglia come i RAZR della stessa Motorola che si piegano su loro stessi.

Segui SmartWorld su News

Canale Telegram Offerte

Il retro, ricoperto in tessuto, è come se fosse composto da tante "vertebre" che permettono allo smartphone di piegarsi e assumere più configurazioni. Il display frontale si flette ed è quasi "fluttuante", non essendo fissato alla struttura come negli smartphone convenzionali.

Ma a cosa serve piegarlo e incurvarlo? Motorola ha pensato a due diverse configurazioni. La prima è da "tavolo", nel senso che lo incurvate creando una sorta di display touch auto sostenuto che può essere usato più o meno come uno smartphone convenzionale. Ci sono anche usi diversi, come ad esempio alcuni giochi per due persone che possono sfruttare le due metà dello schermo.

L'altro uso è senza dubbio più originale. Sul retro ci sono dei magneti che possono essere collegati a un bracciale. A questo punto si "arrotola" il tutto intorno al polso. Così facendo l'interfaccia dello smartphone cambia, diventando di fatto uno smartwatch davvero particolare dotato di interfaccia e wallpaper modificabili, in modo da permettere all'utente di adattarlo al proprio outfit.

Spiegarlo a parole comunque rende l'idea solo fino a un certo punto. Nel video che trovate in apertura vi mostriamo al meglio i vari utilizzi di questo ibrido bracciale / smartphone / smartwatch che ancora non sappiamo se arriverà davvero in commercio. Di fatto i prototipi su cui abbiamo messo le mani sono identici a quelli mostrati a fine ottobre dello scorso anno, segno che, se ci sono stati dei miglioramenti o nuovi concept, Motorola non è ancora pronta a mostrarli al grande pubblico.

Nell'attesa che il brand decida se lanciarlo o meno, ci piacerebbe tantissimo sapere qualcosa anche su un altro concept di Motorola, quello con display arrotolabile che provammo a IFA di Berlino sempre nel 2023 e che abbiamo intravisto all'evento qui a Barcellona. Per chi ancora non lo avesse visto in azione, vi proponiamo nuovamente il nostro precedente video. Capite perché diciamo che Motorola in quanto a esperimenti non è seconda a nessuno?

L'articolo Abbiamo provato il pieghevole di Motorola che si arrotola al polso e si trasforma in smartwatch sembra essere il primo su Smartworld.

Canva, quali le migliori alternative

Mon, 02/26/2024 - 09:56

Canva è uno dei principali strumenti di progettazione grafica online. Questa popolarità è attribuibile alla sua interfaccia intuitiva e alla gamma di risorse gratuite disponibili nel piano Free che lo hanno rsto un punto di riferimento per coloro che operano nel settore dei social media e per i progetti online di piccole dimensioni. Ma sorge la domanda: esistono alternative a Canva che possano offrire un'esperienza altrettanto soddisfacente? La risposta è affermativa.

Esistono diverse piattaforme che non solo possono sostituire Canva senza compromettere la qualità, ma addirittura offrire funzionalità avanzate che portano l'editing grafico a un livello superiore, pur mantenendo la stessa facilità d'uso che caratterizza Canva a livello globale.

Adobe Express è una piattaforma di editing gratuita che offre la possibilità di creare contenuti video ottimizzati per TikTok, reel, post sui social media, icone e volantini, sfruttando l'IA generativa basata su Adobe Firefly. Questo strumento è disponibile non solo tramite browser web, ma anche mediante l'applicazione omonima, scaricabile da Google Play Store e App Store e utilizzabile su smartphone e tablet.

Il piano gratuito include un assortimento di oltre 1.000 font, una selezione limitata di foto e video provenienti dal catalogo Adobe Stock, nonché migliaia di risorse grafiche per la creazione di contenuti statici e modelli video. Per coloro che necessitano di funzionalità più avanzate, Adobe Premium offre un'esperienza più completa a un costo di 12,19 euro al mese con fatturazione annuale. Questo piano include oltre 25.000 Adobe Fonts con licenza, 100 GB di spazio di archiviazione per conservare circa 15 ore di riprese video e l'accesso illimitato alla vasta collezione di Adobe Stock, che conta 195 milioni di contenuti multimediali.

Easil è un'altra alternativa a Canva: si tratta di uno strumento di progettazione grafica che offre la possibilità di creare contenuti visivi di grande impatto utilizzando la comoda funzionalità drag & drop. Consente di realizzare infografiche, grafiche per i social media, poster e altro ancora, sfruttando una vasta libreria di migliaia di immagini e modelli personalizzabili.

Tra le sue principali funzionalità spicca il GIF Maker, uno strumento avanzato che permette di animare grafica, testi e immagini, creando effetti visivi originali e accattivanti. La versione gratuita di questa alternativa a Canva offre una selezione di oltre 1 milione di immagini stock, più di 2.500 template predefiniti e la possibilità di caricare le tue immagini personali. Per chi vuole accedere a funzionalità avanzate, sono disponibili piani a pagamento come Plus, Edge e Enterprise, con prezzi a partire da 7,50 euro per la versione Plus. Con il piano Plus, avrai accesso a una vasta libreria di oltre 10.000 template grafici, la possibilità di caricare i video personali e di scaricare file in formato PNG trasparente per un utilizzo ottimale dei contenuti grafici.

FotoJet si presenta come una delle alternative più affidabili a Canva. Propone numerosi strumenti per la creazione di grafiche dall'aspetto professionale, l'editing delle foto e la realizzazione di collage fotografici. Oltre a queste funzionalità, la piattaforma introduce un innovativo editor video online, un potente strumento progettato per agevolare la creazione di clip per le pagine social senza richiedere particolari competenze tecniche.

Uno dei suoi punti di forza principali è la sua notevole semplicità d'uso che lo rende accessibile anche a chi non ha esperienza nel settore della progettazione grafica. Un vantaggio ulteriore è che, per chi desidera utilizzarlo gratuitamente, non è necessario registrare un account. Come Canva, FotoJet offre anche una versione a pagamento. Il piano FotoJet Plus sblocca oltre 600 template e 500 risorse grafiche premium, elimina gli annunci pubblicitari e fornisce un servizio di supporto prioritario. Il prezzo di questo piano è di soli 3,33 dollari al mese con fatturazione annuale.

PicMonkey è un'alternativa di alto livello a Canva, caratterizzata da un'interfaccia utente semplificata ideale sia per i principianti sia per gli esperti nel campo della progettazione grafica aziendale. Questo strumento offre funzionalità per la creazione di nuovi progetti aziendali, con particolare attenzione al photo editing che si concentra principalmente su modifiche di luminosità, contrasto e bilanciamento del colore.

Un punto di forza di PicMonkey è la sua sezione Touch Up, che offre numerose opzioi per applicare effetti bellezza e migliorare il volto dei soggetti. PicMonkey propone un'ampia selezione di filtri disponibili nel menu Effetti per arricchire le creazioni grafiche. A differenza di altri servizi, PicMonkey non è disponibile in versione gratuita, fatta eccezione per il periodo di prova gratuito di sette giorni disponibile sui piani a pagamento Basic, Pro e Business. I prezzi partono da 89,98 euro all'anno per il piano Basic, che include un cloud storage di 1 GB, il download di immagini nei formati JPG e PNG e l'accesso a una vasta libreria di font, template, effetti e altri strumenti grafici.

Come alternativa a Canva, Snappa è focalizzata sugli utenti attivi sui social media e coloro interessati alla creazione di banner pubblicitari e copertine per ebook. Il suo punto di forza distintivo rispetto alla concorrenza è la velocità di utilizzo del tool grafico online, che offre un'esperienza più rapida e fluida. 

Da notare l'assenza di una piattaforma disponibile in italiano e il limite mensile di download fissato a tre progetti. Il piano gratuito Starter offre agli utenti oltre 6.000 template e una vasta libreria di più di 5.000.000 di foto e grafiche. Per chi vuole accedere a funzionalità avanzate, è disponibile il piano a pagamento Pro, al costo di 10 dollari al mese. Questo piano include download illimitati, la possibilità di caricare font personalizzati e la rimozione dello sfondo dalle immagini.

Stencil è un'applicazione di progettazione grafica focalizzata sulla creazione di immagini digitali. A contraddistinguerla sono la sua semplicità d'uso e la vasta libreria di foto gratuite, che conta oltre 5 milioni di immagini, posizionandola come una alternativa nel settore. Con il piano gratuito, l'accesso alla libreria di foto e icone è limitato, così come il numero di download mensili, che è fissato a un massimo di 10.

Sono disponibili i piani a pagamento Pro e Unlimited, a partire da 9 dollari al mese per il piano Pro. Con il piano Pro, gli utenti ottengono accesso a oltre 5 milioni di foto, oltre 3 milioni di grafiche e icone, quasi 6.000 font di Google e più di 1.300 template. Il numero di salvataggi mensili aumenta da 10 a 50. Per coloro che desiderano beneficiare di tutte le funzionalità di Stencil senza alcun limite, è possibile sottoscrivere il piano Unlimited al prezzo di 12 dollari al mese.

Vectornator è un software di progettazione grafica disponibile gratuitamente su Mac, iPad e iPhone. Questo strumento offre funzionalità che consentono di creare illustrazioni moderne, mockup grafici di alta qualità, graphic novel e loghi, garantendo un'esperienza di progettazione grafica professionale.

Dopo essere stata acquisita da Curve, Vectornator è ora nota con il nome di Linearity Curve. La sua libreria comprende più di 80.000 icone e emoji, oltre a tutte le foto gratuite ad alta risoluzione di Unsplash e più di 3.000 icone utilizzabili come interfaccia utente per le app, offrendo così agli utenti una vasta gamma di risorse per arricchire i loro progetti grafici. La versione gratuita di Vectornator include anche lo strumento di rimozione dello sfondo dalle immagini, offrendo agli utenti la possibilità di creare composizioni grafiche avanzate. 

A proposito di funzionalità aggiuntive, sono disponibili le versioni a pagamento Pro e Organization, vendute a partire da 9,99 dollari al mese. Il piano Pro offre funzionalità avanzate basate sull'Intelligenza Artificiale e Template Premium, consentendo agli utenti di elevare la qualità e la creatività dei progetti grafici.

Tra le migliori alternative a Canva, Visme si presenta come un editor grafico online avanzato, dedicato alla creazione di infografiche per social media e blog, poster, biglietti da visita, brochure e presentazioni. Questa piattaforma si rivolge a coloro che gestiscono pagine su Facebook o Instagram, o che desiderano curare la grafica dei propri account su Pinterest o LinkedIn.

Una delle sue caratteristiche è la creazione semplificata di presentazioni, simile a quanto avviene con Microsoft Power Point. La versione gratuita di Visme offre un accesso limitato a template ed elementi grafici, insieme a uno spazio di archiviazione pari a 100 MB. Per accedere a funzionalità più avanzate, sono disponibili piani a pagamento a partire da 12,25 dollari (Starter), che garantiscono l'accesso illimitato a tutti i template e gli elementi grafici di Visme. Per chi ha bisogno di un maggior spazio di archiviazione, è disponibile il piano Pro a 24,75 dollari al mese con fatturazione annuale.

Vista Create emerge come una valida alternativa a Canva grazie a numerosi punti in comune tra i due. In primo luogo, entrambi offrono una vasta gamma di template, grafiche, illustrazioni e foto stock per soddisfare le esigenze degli utenti. Entrambi si concentrano sull'esperienza utente, offrendo un editor intuitivo che consente la creazione rapida e semplice di presentazioni, infografiche, loghi, curriculum vitae e post sui social media con pochi clic.

Entrambi i servizi adottano il modello freemium, offrendo sia versioni gratuite che a pagamento per gli utenti. Vista Create è particolarmente adatto a coloro che necessitano di produrre grafiche personalizzate per i social media, magazine online, blog e siti web. Il piano Pro, disponibile al costo di 10 euro al mese, offre una prova gratuita della durata di 14 giorni, con la possibilità di annullare in qualsiasi momento. Tra i vantaggi della versione a pagamento c'è l'accesso a una vasta libreria di oltre 70 milioni di foto bitmap, vettoriali e video, oltre a uno spazio di archiviazione illimitato.

L'articolo Canva, quali le migliori alternative sembra essere il primo su Smartworld.

Il nuovo Galaxy Ring non sarà solo ricco di funzioni, ma il centro di un nuovo ecosistema. Parola di Samsung

Mon, 02/26/2024 - 09:06

Una delle novità che hanno maggiormente catturato l'attenzione al Galaxy Unpacked è stato il nuovo Galaxy Ring, un dispositivo che segna l'ingresso di Samsung in un settore, quello degli smart ring, ancora piuttosto inesplorato ma ricco di opportunità (se vi state chiedendo cosa siano questi dispositivi, date un'occhiata al nostro approfondimento e magari anche alla nostra lista dei migliori sul mercato).

La casa di Seul non ha svelato molto sul dispositivo, ma al MWC 2024 iniziato proprio oggi sono stati condivisi maggiori dettagli, e i giornalisti hanno potuto provarlo.

Come riportato da precedenti anticipazioni, l'anello intelligente è molto leggero, e al momento è disponibile in tre colorazioni, argento platino, nero ceramico e oro anche se la versione finale potrebbe essere diversa. Molto ampia la scelta di taglie disponibili all'evento, durante il quale non è stato possibile scattare foto: misure da 5 a 13 ma contrassegnate da S a XL.

Stando alle informazioni iniziali, le versioni più grandi avranno una batteria di dimensioni leggermente maggiori, ma non sono stati condivisi dettagli. L'azienda ha però affermato che intende estendere l'autonomia rispetto ai dispositivi attuali, accennando anche al fatto che gli utenti potranno scegliere tra maggiore autonomia e maggiore funzionalità.

Per quanto riguarda i sensori, non sono stati specificati, ma Samsung ha dichiarato che saranno al vertice del settore e possiamo attenderci quelli per la misurazione della frequenza cardiaca, del movimento e del respiro.

La parte software sembra particolarmente interessante, in quanto non solo consentirà l'analisi dei principali dati sulla salute e il monitoraggio del sonno, ma stando al Vicepresidente di Samsung Dr. Hon Pak l'azienda ha portato la sua collaborazione con Natural Cycles anche sull'anello per il monitoraggio del periodo e della fertilità (la stessa azienda consente l'analisi di queste metriche su Galaxy Watch).

Ma non è finita. Con il Galaxy Ring, Samsung introdurrà una nuova metrica di Samsung Health chiamata My Vitality Score, che si basa su un modello dell'Università della Georgia e incorpora quattro fattori: sonno, attività, frequenza cardiaca a riposo e variabilità della frequenza cardiaca.

La funzione arriverà anche sugli smartwatch dell'azienda, a cominciare dal Galaxy Wach 6 entro la fine dell'anno, ma richiederà l'abbinamento a un Galaxy S24, mentre i proprietari di Galaxy Ring potranno specificare determinati obiettivi di salute e ricevere aggiornamenti e suggerimenti correlati sotto forma di uno strumento chiamato Booster Card, che arriveranno sempre sull'app Samsung Health entro la fine dell'anno.

La novità più interessante svelata da Park è stata però la nuova visione di Samsung introdotta con il nuovo indossabile, definito un passo avanti nella costruzione di un più ampio ecosistema di rilevamento ambientale. In pratica il marchio non vuole più un dispositivo che faccia tutto, ma un'"assistenza connessa incentrata sulla casa".

Il concetto di base del rilevamento ambientale è la raccolta di dati da più dispositivi per un monitoraggio senza soluzione di continuità e più dinamico, che a quanto pare si avvantaggerà di un anello come di uno smartwatch o forse anche di un elettrodomestico. Maggiori dettagli non sono stati condivisi, ma Samsung ha specificato che Galaxy Ring e Galaxy Watch lavoreranno bene insieme. 

Galaxy Ring dovrebbe essere lanciato sul mercato nel corso dell'anno, ma non sono stati condivisi altri dettagli.

L'articolo Il nuovo Galaxy Ring non sarà solo ricco di funzioni, ma il centro di un nuovo ecosistema. Parola di Samsung sembra essere il primo su Smartworld.

Cos’è la pompa di calore?

Mon, 02/26/2024 - 09:03

La pompa di calore risolve (in parte) uno dei principali problemi delle auto elettriche: il calo dell'autonomia quando fa freddo. Questo accessorio dovrebbe essere di serie su tutte le vetture a batteria ma è ancora troppo spesso optional.

Di seguito troverete una guida completa alla pompa di calore: tutto quello che c'è da sapere sul suo funzionamento.

La pompa di calore sulle auto elettriche assicura un efficiente riscaldamento dell'abitacolo e un minore consumo di corrente elettrica da parte della batteria.

Comprime un refrigerante liquido (solitamente anidride carbonica o sostanze florurate) ad alta pressione e in questo modo riscalda l'aria che scorre attraverso il circuito della pompa. Così facendo è necessaria meno energia dalla batteria per riscaldare la vettura in inverno.

Durante il processo viene generato calore, che riscalda l'aria fredda che lo attraversa. La batteria del veicolo deve quindi solo alimentare il compressore della pompa di calore e non l'intero sistema di riscaldamento.

Il motivo? La conversione dei liquidi in uno stato gassoso richiede energia e quando invece il gas diventa liquido si sprigiona energia.

Quando la temperatura esterna è sotto 0°C il fabbisogno di energia necessario per il riscaldamento dell'abitacolo è inferiore a quello richiesto da una vettura priva di pompa di calore.

No. Per riscaldare le automobili dotate di un motore termico è sufficiente il calore sprigionato dal propulsore a combustione.

L'articolo Cos’è la pompa di calore? sembra essere il primo su Smartworld.

Aggiornamento per WhatsApp Beta su Android: c'è una novità per gli adesivi

Mon, 02/26/2024 - 08:43

Il team di sviluppatori di WhatsApp continua a lavorare alacremente per migliorare la nota app di messaggistica ed offrire così agli utenti un'esperienza migliore. A riguardo, recentemente è stata rilasciata una nuova versione beta dell'app dedicata ai dispositivi Android: si tratta della versione 2.24.5.10.

Procedendo con ordine, lo scorso anno trapelò la notizia secondo cui gli sviluppatori stavano lavorando su una funzionalità che avrebbe consentito agli utenti di inviare emoji animate utilizzando il framework Lottie. Per chi non lo sapesse, Lottie è una libreria che permette di creare animazioni conservando intatta la qualità anche quando vengono modificate le proporzioni. Questa funzionalità è ancora in fase di sviluppo, tuttavia nell'ultima versione beta è stato introdotto proprio il supporto a Lottie per gli adesivi.

Dunque, gli sviluppatori di WhatsApp si stanno particolarmente concentrando su come arricchire l'esperienza degli adesivi, implementando il supporto a Lottie e, contestualmente, mantenendo quello per WebP, una soluzione molto utilizzata per via della sua qualità. In ogni caso, grazie a Lottie sarà possibile realizzare animazione complesse e dinamiche visto che gli adesivi potranno includere movimenti e transizioni. Infine, almeno per ora, non si sa quando questa novità sarà disponibile per tutti gli utenti.

L'articolo Aggiornamento per WhatsApp Beta su Android: c'è una novità per gli adesivi sembra essere il primo su Smartworld.

Altro che Cybertruck: i nuovi concept della Fiat Panda sono veramente cyberpunk!

Mon, 02/26/2024 - 08:30

Oggi parte il Salone dell'Auto di Ginevra, dove probabilmente l'evento di spicco sarà la nuova Renault 5 elettrica, e non è un caso se proprio ieri Stellantis ha svelato i concept di una vettura simile, ovvero elettrica (ma non solo) e ispirata a un'icona del passato: la nuova Panda (a proposito di auto elettriche, sapete che differenza c'è tra presa Tipo 2, CHAdeMO e CCS?).  

La nuova auto, che debutterà l'11 luglio 2024 come parte del 125esimo anniversario del marchio, non sarà però solo una vettura ma una vera e propria famiglia, non dissimile da quanto Fiat ha fatto anni fa con la 500, ma se i concept presentati avranno anche solo una vaga somiglianza con la realtà, possiamo attenderci una vera e propria rivoluzione. 

La base sarà la stessa per tutte, probabilmente la piattaforma Smart Car utilizzata dalla C3 (ma potrebbe anche essere STLA small o altro), e sarà di dimensioni superiori alla Panda attuale, oltre ad avere un assetto più rialzato, da crossover. Per quanto riguarda le motorizzazioni, dovrebbe essere disponibile sia in motorizzazioni elettriche che ibride e solo a combustione per garantire l'accessibilità al più ampio numero possibile di utenti e soddisfare esigenze diverse in differenti mercati.

Ma quali saranno queste versioni? Si parte dalla Fiat Panda (o Mega Panda), per arrivare alla Fiat pick-up, passando per la Fiat fastback, la Fiat Panda SUV (o Giga Panda) e infine la Fiat Panda Camper, definita dall'amministratore delegato Olivier Francois l'evoluzione definitiva della Panda originale. 

La Fiat Panda si differenzia notevolmente dal concept Centoventi da cui però deriva, con un assetto rialzato e una serie di spunti di design ispirati agli anni '80, tra cui una barra luminosa anteriore in stile pixel, grossi passaruota svasati e persino una nuova interpretazione del classico distintivo a doghe di Fiat.

Gli interni sono ispirati alla storica sede di Fiat, il Lingotto di Torino, per quanto riguarda la "leggerezza strutturale, l'ottimizzazione dello spazio e la luminosità" dell'edificio. In particolare, la famosa pista di prova sul tetto della fabbrica (la Pista 500) è richiamata nel design del volante ovale e del cruscotto, anche se la versione che arriverà sul mercato sarà probabilmente diversa.

Sempre all'interno ampio spazio alla sostenibilità, con materiali tra cui bambù e plastica riciclata per le principali strutture - caratteristiche che saranno comuni a tutti i prodotti Fiat nella nuova era, e Fiat accenna anche a una caratteristica unica che potrebbe apparire nella versione di produzione: un cavo di ricarica a carica automatica che si ritrae nella carrozzeria quando non è in uso. Non si hanno dati tecnici, ma la vettura dovrebbe essere lunga 4 metri come la nuova C3. 

Le linee audaci sono riprese in tutte le altre varianti, che verranno rilasciate a cadenza annuale. La concept Pick-Up, ad esempio, pensata per il mercato sudamericano prevede un nuovo modello che sostituirà lo Strada - il veicolo più venduto del Brasile.

Curiosamente, però, Fiat afferma di voler portare questa vettura anche in Europa, forse sull'onda dell'entusiasmo per il Cybertruck e anche se non sono stati condivisi dettagli ci aspettiamo una lunghezza sui 4,8 metri. 

Ma non è finita. Fiat ha presentato anche il concept Fastback, un crossover compatto "con un tocco sportivo" che mira a dimostrare che "Fiat può migliorare il suo impegno sostenibile senza rinunciare alle prestazioni". Il marchio osserva che sarebbe un successore delle linee di modelli Fastback e Tipo, ma a differenza di quelle auto, potrebbe arrivare anche in Europa.

C'è spazio anche un concept di SUV, presentato come "Giga-Panda" che dovrebbe quindi essere quello di dimensioni maggiori e che, secondo Fiat, sarebbe "un'altra conferma dell'enfasi speciale che il marchio sta ponendo sulle esigenze del trasporto familiare".

Infine, la serie di concept si conclude con la Panda Camper, "il veicolo multifunzione definitivo", pensato per la vita all'aria aperta e che mescola elementi da 4x4, MPV e furgone, e che come abbiamo anticipato rende omaggio alla "funzionalità della Panda degli anni '80, ricordando la versatilità di un'auto fatta per la città con la caratteristica di un SUV e l'anima di un compagno fidato".

Le nuove vetture saranno presentate quindi a cadenza annuale a partire dall'11 luglio 2024 fino al 2027. Ulteriori dettagli non sono stati condivisi, ma possiamo attenderci maggiori informazioni nei prossimi mesi. Per il momento, vi lasciamo al video di presentazione dei concept. 

L'articolo Altro che Cybertruck: i nuovi concept della Fiat Panda sono veramente cyberpunk! sembra essere il primo su Smartworld.

Il portatile trasparente di Lenovo è una delle cose più sorprendenti che vedrete oggi

Mon, 02/26/2024 - 08:27

Uno dei primi dispositivi che abbiamo avuto modo di provare in questa edizione 2024 del MWC (Mobile World Congress) di Barcellona è forse anche uno dei più sorprendenti che avremo modo di testare nei prossimi giorni.

Sulla carta si chiama Lenovo Thinkpad Transparent Laptop Concept, ed è a tutti gli effetti quello che potremmo definire un portatile trasparente! La sua parte più sorprendente è costituita dallo schermo, un display micro LED da 17,3" completamente trasparente, il primo mai prodotto stando a quanto affermato da Lenovo, così luminoso da far rimanere abbagliati.

Segui SmartWorld su News

Canale Telegram Offerte

Sì perché forse la cosa più sorprendente non è solo il fatto di essere trasparente, cosa già vista nell'ambito dei televisori, ma anche quella di riuscire a raggiungere una luminosità di picco di 3.000 nits. Tutto ciò che transita sullo schermo, che sia testo, immagini o quant'altro, è sempre ben visibile, anche in condizioni di luce sfavorevoli come quelle in cui lo abbiamo provato (aveva un faretto molto potente puntato addosso dall'alto).

A essere trasparente è anche la sezione inferiore che comprende la tastiera, il touchpad e una ulteriore sorpresa, anche se poi di fatto è poggiata sulla sezione della scocca che ospita il resto dell'hardware che, per forza di cose, non è certo trasparente o traslucida. La tastiera touch appare all'occorrenza, e non è un caso che non sia sempre visibile (come potete vedere dal filmato in apertura): la sorpresa a cui facevamo cenno poco fa è che è capace di trasformarsi in una tavoletta grafica! Potete disegnarci con un pennino compatibile e vedere gli effetti in tempo reale sul display.

Delle specifiche hardware si sa molto poco, se non che il cuore pulsante della macchina è uno degli ultimissimi Intel Core Ultra dotati di NPU (Neural Processing Unit) dedicata. Come è facile intuire, uno degli scenari di utilizzo del laptop trasparente è proprio nell'ambito dell'intelligenza artificiale.

A tal proposito, il concept di Lenovo inquadra quello che poniamo dietro lo schermo e genera oggetti animati che siano in qualche modo compatibili a livello di scenario con ciò che appunto sta inquadrando. Tra le demo che ci hanno mostrato i tecnici Lenovo c'erano quelle relative a un vaso di girasoli e a un corallo finto. Nel primo caso la NPU ha aiutato il PC a generare farfalle o uccellini, nel secondo, visto il contesto marino, generava pesci e affini.

Viene quindi da pensare a eventuali usi artistici, dove la IA può aiutare a creare oggetti animati o a elaborare e reimmaginare quanto inquadrato. Comunque nel video di anteprima ci siamo interrogati proprio su quelli che potrebbero essere gli scenari d'uso di una macchina del genere. Per essere un concept funzionava davvero, davvero bene, ma è pronto per il mercato consumer o rimarrà un prodotto di nicchia o, peggio, un concept che non sarà mai prodotto e commercializzato? Voi che ne pensate?

L'articolo Il portatile trasparente di Lenovo è una delle cose più sorprendenti che vedrete oggi sembra essere il primo su Smartworld.

Anche Galaxy Watch 6 riceverà Galaxy AI: le funzioni per la salute basate sull'IA

Mon, 02/26/2024 - 08:24

Samsung è una delle aziende protagoniste nell'edizione 2024 del Mobile Word Congress a Barcellona. Lo stand del marchio coreano, prendendo spunto dalla serie di smartphone Galaxy S24, si concentrerà particolarmente su Galaxy AI, la serie di strumenti basati sull'intelligenza artificiale e che verrà rilasciata anche su Galaxy Watch 6. 

In tal senso, tra le funzioni IA dedicate alla salute, Samsung presenta My Vitality Score, che fornisce informazioni sulla salute personalizzate basate su molteplici fattori tra cui sonno, attività, frequenza cardiaca e variabilità della frequenza cardiaca, mentre Booster Card aiuterà a rendere ogni giorno più sano monitorando obiettivi predefiniti e fornendo informazioni utili. Queste funzionalità, come accennato all'inizio, verranno rilasciate su Galaxy Watch 6 - abbinato a Galaxy S24 - entro la fine dell'anno. 

Inoltre, nello stand Samsung è presente la nuova serie di notebook Galaxy Book4, che verrà lanciata a livello globale oggi 26 febbraio. In particolare, le funzionalità di connettività sui dispositivi Galaxy dimostreranno come gli utenti possono aumentare la produttività senza soluzione di continuità, come il facile trasferimento di foto e video tra Galaxy S24, Galaxy Book4 e Galaxy Tab S9.

Infine, tramite l'ecosistema SmartThings, Samsung dimostrerà come la casa può essere trasformata in un luogo per una vita più sana. Ad esempio, sarà possibile controllare le luci per lo spegnimento/accensione automatico così da garantire un sonno più ottimale oppure sarà possibile impostare gli avvisi come promemoria per prendere la medicina.

L'articolo Anche Galaxy Watch 6 riceverà Galaxy AI: le funzioni per la salute basate sull'IA sembra essere il primo su Smartworld.

Qualcomm è convinta: preparatevi ad una "trasformazione digitale" tra IA, 5G e Wi-Fi 7

Mon, 02/26/2024 - 08:00

Siamo a Barcellona, al Mobile World Congress 2024, dove Qualcomm sta mostrando i progressi in materia di intelligenza artificiale, 5G e Wi-Fi. L'azienda, leader nel mercato delle  telecomunicazioni, ha dichiarato che le tre tecnologie, insieme, apriranno una nuova era di elaborazione intelligente ovunque, rivoluzionando le industrie, i dispositivi e l'esperienza utente per sempre. 

Secondo Qualcomm, la convergenza tra intelligenza artificiale e connettività veloce porterà ad una totale trasformazione digitale in grado di guidare verso una nuova ondata di crescita economica. Ecco le parole di Cristiano Amon, presidente e CEO di Qualcomm Incorporated:

A tal proposito, l'azienda di San Diego ha rivelato i suoi piani per accelerare lo sviluppo tecnologico tramite tre proposte, una per ciascuna tecnologia.

Qualcomm AI Hub è una libreria di oltre 75 modelli AI pre-ottimizzati basati su piattaforme Snapdragon e Qualcomm. È uno strumento molto potente che consentirà agli sviluppatori di integrare perfettamente questi modelli nelle loro applicazioni, riducendo i tempi di sviluppo e implementando i vantaggi dell'intelligenza artificiale come privacy, affidabilità, immediatezza di utilizzo, personalizzazione e, soprattutto, risparmio sui costi di sviluppo. 

I modelli AI pre-ottimizzati sono disponibili su Qualcomm AI Hub, Hugging Face e GitHub e, assicura Qualcomm, sono molto semplici da usare, poiché saranno necessarie poche righe di codice per attivarli sulle piattaforme Qualcomm.

Sulla scia degli annunci, Qualcomm rivela anche Snapdragon X80 5G, il modem-RF 5G più avanzato al mondo, il primo ad integrare il satellite NB-NTN, garantendo dunque il supporto delle comunicazioni per la connettività a reti non terrestri. Anche questo modem sarà potenziato dall'intelligenza artificiale per migliorare tutta una serie di aspetti, tra i quali l'efficienza energetica, la copertura e la latenza.

La piattaforma è attualmente in produzione e sarà implementata nei dispositivi a partire dalla seconda metà del 2024.

Non poteva poi mancare l'annuncio di una nuova ed inedita soluzione di connettività mobile di ultima generazione, anche perché era negli obiettivi dell'azienda già palesati lo scorso anno: ecco quindi Qualcomm FastConnect 7900, il primo chip a fornire Wi-Fi 7, Bluetooth, banda ultra larga e prestazioni ottimizzate dall'AI in un unico sistema

Utilizzando l'intelligenza artificiale, FastConnect 7900 si adatta a casi d'uso specifici e ambienti, offrendo ottimizzazioni significative in termini di consumo energetico, latenza e throughput della rete. Nel dettaglio, integra la banda ultra larga con Wi-Fi Ranging e Bluetooth Channel Sounding, le quali, insieme, creano una suite potente di tecnologie di prossimità che consentono il rilevamento, l'accesso e il controllo dei dispositivi. Il lancio di FastConnect 7900, proprio come Snapdragon X80 5G, è previsto nella seconda metà del 2024.

Rimanete sintonizzati per scoprire tutte le novità di Qualcomm e di tutte le altre aziende al Mobile World Congress 2024. Sulle nostre pagine vedrete tutte le prove dei prodotti in anteprima da tutto il team, dunque vi invitiamo caldamente a seguire la fiera con noi.

L'articolo Qualcomm è convinta: preparatevi ad una "trasformazione digitale" tra IA, 5G e Wi-Fi 7 sembra essere il primo su Smartworld.

Non solo AI, Apple è pronta a un cambio look con iOS 18

Mon, 02/26/2024 - 01:01

Come abbiamo sottolineato nel titolo, Apple non pensa solo all'intelligenza artificiale per la prossima versione di iOS. L'azienda di Cupertino potrebbe introdurre un importante cambio del look della sua interfaccia grafica con iOS 18.

Nelle ultime ore sono emersi nuovi dettagli su cosa attendersi da iOS 18, grazie ai dettagli appena condivisi da Mark Gurman di Bloomberg. Secondo Gurman, Apple sarebbe pronta a un deciso aggiornamento grafico con la prossima versione del suo sistema operativo per iPhone.

Con iOS 18 dovrebbe arrivare dunque una nuova interfaccia, aggiornata in maniera consistente rispetto a ciò che vediamo attualmente con iOS 17. Dovrebbero arrivare nuovi elementi grafici, probabilmente nuove animazioni. Sembra che Apple abbia in mente di uniformare l'interfaccia di iOS 18 con quella che abbiamo visto per visionOS, il sistema operativo sviluppato per il suo visore Vision Pro.

Sono ormai anni che non si vede un aggiornamento consistente dell'interfaccia grafica di iOS, e dunque quest'anno potrebbe essere la volta buona per vedere iOS rinnovarsi anche in termini grafici.

Questi rinnovamenti dovrebbe arrivare in parallelo alle prime vere funzionalità di Apple basate sull'intelligenza artificiale generativa, un aspetto che dovrebbe essere centrale nella prossima versione di iOS, anche per stare al passo dei rivali nel settore smartphone. Ne avremo la certezza durante il prossimo WWDC che Apple terrà quest'anno, quello in cui verrà svelato iOS 18.

Per quanto riguarda macOS, il rinnovamento grafico dovrebbe arrivare anche per il sistema operativo dedicato ai Mac e MacBook, ma non subito. Secondo Gurman si dovrà attendere almeno il 2025 per vedere la nuova interfaccia grafica approdare anche su macOS.

L'articolo Non solo AI, Apple è pronta a un cambio look con iOS 18 sembra essere il primo su Smartworld.

Quanto spende Apple per costruire Vision Pro?

Mon, 02/26/2024 - 00:45

Apple Vision Pro è la novità che sta tenendo banco in tutto il mondo della tecnologia, soprattutto per quanto riguarda il settore della realtà virtuale e della realtà aumentata.

Abbiamo parlato molto di tutti gli aspetti che caratterizzano Vision Pro, e ora parliamo del suo costo. Sappiamo che Vision Pro viene venduto, per ora soltanto in esclusiva, negli Stati Uniti al prezzo di 3.500 dollari. Ma quanto costa ad Apple realizzare Vision Pro?

Per rispondere a questa domanda prendiamo in considerazione quanto recentemente riferito da CNBC, la quale a sua volta cita una ricerca condotta da Omidia. Ovviamente Apple non comunica quanto spende per realizzare il suo hardware, pertanto tutto quello che state per leggere è una stima.

Secondo tale ricerca, Apple spende circa 1.542 dollari per realizzare Vision Pro, meno della metà del suo prezzo di lancio. In questa cifra ci sono circa 450 dollari per la realizzazione dei due display di Sony micro OLED da 1,25 pollici che troviamo nel visore.

A queste cifre vanno aggiunti i costi per il processore Apple M2 che troviamo nel cuore di Vision Pro. Aumenta ulteriormente la cifra considerando anche il secondo processore Apple R1. A questo vanno poi aggiunti i costi dei materiali per realizzare la scocca e il supporto, nonché la batteria.

Ma, come dicevamo nel sottotitolo, questo non deve sorprendervi. Apple probabilmente spende poco più di 1.500 dollari per costruire un prodotto che vende a 3.500. In realtà, spende risorse per assemblare e distribuire il prodotto, ma soprattutto per promuoverlo. Senza contare gli investimenti fatti per il suo sviluppo

L'articolo Quanto spende Apple per costruire Vision Pro? sembra essere il primo su Smartworld.

Il flip phone di Barbie è il vero Re del Mobile World Congress!

Mon, 02/26/2024 - 00:41

C'è stato un po' di fermento ultimamente in casa HDM, quella che un tempo veniva appunto chiamata "la casa dei telefoni Nokia". Ebbene, adesso HDM sta per "Human Mobile Devices". Lo ha annunciato l'azienda stessa, ma questo non significa che smetterà di produrre telefoni col marchio Nokia, solo che al loro fianco ce ne saranno anche di altri; di originali. Così originali che uno di questi sarà il telefono di Barbie.

HMD si impegna infatti a realizzare telefoni che siano "affordable, beautiful, desirable, and repairable": economici, belli, desiderabili e riparabili. E fin qui tutto bene. Una delle sue nuove partnership però è proprio con Mattel e quindi con Barbie, che porterà alla realizzazione di un Barbie Flip Phone in arrivo durante l'estate 2024 (a fianco di "un iconico telefono Nokia", segno che la partnership tra le due aziende è tutto fuorché conclusa).

I dettagli precisi in merito sono ancora scarsi, ma le promesse delle due aziende parlano di "stile, nostalgia e di un'altrettanto necessaria disintossicazione digitale" (qualunque cosa significa). Attenzione infatti, non parliamo di uno smartphone, ma di un "retro feature phone" che mira proprio a stravolgere la cultura-smartphone, puntando al ruolo di "hit dell'estate".

Sulla carta per ora sono tanti slogan, ma di concreto non abbiamo nulla se non l'immagine qui sotto (che definire "concreta" è dir tanto). Riuscirà HMD a bissare il successo del film che proprio la scorsa estate ha ri-consacrato il personaggio di Barbie agli occhi del mondo intero? Solo il tempo ce lo dirà...

L'articolo Il flip phone di Barbie è il vero Re del Mobile World Congress! sembra essere il primo su Smartworld.

I selfie phone hanno un nuovo Re: Honor Magic 6 Pro fa incetta di premi da DxOMark

Mon, 02/26/2024 - 00:25

Honor ha appena svelato il suo Magic 6 Pro, il prodotto che entrerà di diritto tra i migliori smartphone del 2024 e probabilmente anche tra i migliori camera phone.

Un riconoscimento proprio in questo senso è arrivato da DxOMark, anzi più di uno. Il nuovo dispositivo di Honor infatti è stato testato in termini di performance della fotocamera anteriore, batteria, display e comparto audio, facendo incetta di premi.

Andando a vedere come è andata la prova della fotocamera anteriore, constatiamo che Honor Magic 6 Pro è il miglior selfie phone del momento. Il dispositivo ha totalizzato 151 punti, superando tutti i suoi rivali nella classifica generale. In fase di scatto ha totalizzato 149 punti, risultando il migliore, mentre in fase di registrazione video 155 punti, posizionandosi un punto sotto iPhone 15 Pro Max.

La stessa musica si ripete se guardiamo il test del display. Magic 6 Pro si dimostra il migliore in assoluto secondo DxOMark. Il dispositivo ha totalizzato un punteggio di 157 punti. Andando a vedere i parziali, vediamo come Honor Magic 6 Pro non ha mai primeggiato in senso assoluto ma il fatto di rimanere sempre ai vertici in ogni aspetto testato gli ha permesso di risultare primo nella classifica generale.

La stessa cosa è accaduto per il test della batteria, dove Honor Magic 6 Pro ha convinto il team di DxOMark ad assegnarli parziali alti nei test di autonomia, ricarica ed efficienza, al punto che il dispositivo è risultato primo nella classifica generale con 157 punti.

Infine, il test del comparto audio ha messo in luce degli ottimi risultati per Honor Magic 6 Pro, anche se non al pari dei test menzionati sopra. Il top di gamma Honor si posiziona al secondo posto nella classifica generale con 155 punti, pari merito con ROG Phone 6 e sotto BlackShark 5. Significativo il fatto che solo dei gaming phone abbiano fatto meglio di Magic 6 Pro.

Per quanto riguarda forse il test più atteso, ovvero quello del comparto fotografico posteriore, DxOMark ancora non ha pubblicato i risultati. Le premesse per vedere punteggi alti anche in questo senso ci sono tutte.

L'articolo I selfie phone hanno un nuovo Re: Honor Magic 6 Pro fa incetta di premi da DxOMark sembra essere il primo su Smartworld.

Pages