Feed aggregator

Condividi su:


MANUALINUX


iPhone 16 farà la differenza: ecco tutte le novità previste

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 16:30

I mesi che precedono l’arrivo di una nuova serie di iPhone sono sempre ricchi di anticipazioni interessanti su quelle che potrebbero essere le novità in arrivo. Ma maggiore è la distanza che separa l’emergere della notizia dal lancio effettivo dei dispositivi, maggiore è la possibilità che questa sia poco fondata. Non tutte le indiscrezioni, infatti, si rivelano affidabili e alcune si dimostrano sin dal primo momento poco concrete per poter effettivamente essere tra i piani di Apple. Nonostante ciò risulta sempre interessante scoprire quali potrebbero essere le intenzioni del colosso di Cupertino.

Riguardo alla serie di iPhone 16 in arrivo nell’autunno di quest’anno sono già trapelate tantissime informazioni. Si dice, infatti, che il prossimo iPhone 16 Pro Max sarà il migliore in termini di autonomia grazie all’introduzione di una batteria più grande, ma non solo. Molte indiscrezioni riguardano alcuni probabili aggiornamenti al comparto fotografico.

iPhone 16 Pro potrebbe accogliere un modulo fotografico davvero originale!

 

L’ultima notizia arriva da una personalità non indifferente nel settore delle anticipazioni relative al mondo Apple. Il leaker Majin Bu ha più volte fornito informazioni interessanti sui dispositivi del colosso di Cupertino e ancora una volta diffonde in rete, tramite un post su X, un indizio particolarmente curioso la cui attendibilità è ancora tutta da vedere.

Breaking news, I had the opportunity to consult different resources and both claim that there will be a change in the design of the new iPhone 16 Pro. It is said that the design will not resemble a fidget spinner as I reported, but will be more similar to a razor, they also say… pic.twitter.com/7DTj7CJYdG

— Majin Bu (@MajinBuOfficial) February 24, 2024

Secondo la fonte, Apple rinnoverà il modulo fotografico di iPhone 16 Pro non soltanto tramite l’introduzione di nuovi sensori fotografici. L’intero modulo avrà una forma differente che, come sottolineato dal portale Phonearena.com, ricorda abbastanza il logo di Google Play. La foto inserita sopra è stata condivisa dallo stesso Majin Bu, il quale paragona il modulo fotografico a un rasoio elettrico per via della sua forma triangolare e la disposizione dei sensori.

L’attendibilità della notizia è messa in dubbio dallo stesso informatore. Dunque, è bene prendere con le pinze quanto emerso fin all’eventuale apparizione di nuove indiscrezioni che andranno a confermare la previsione.

In precedenza, ulteriori fonti hanno fatto riferimento alla possibilità che Apple decidesse di riprendere quanto messo in pratica su iPhone 12 modificando la posizione dei sensori fotografici presenti sui modelli iPhone 16 Pro e Pro Max. Tale notizia risulta decisamente più realistica rispetto a quanto emerso in questi ultimi giorni ma ciò non toglie che tra le volontà dell’azienda, quest’anno, potrebbe esserci quella di stupire il suo pubblico stravolgendo i suoi melafonini.

 

 

L'articolo iPhone 16 farà la differenza: ecco tutte le novità previste proviene da TecnoAndroid.

Lenovo presenta Smart Connect: la soluzione magica per lavorare tra PC e smartphone

Android World - Mon, 02/26/2024 - 16:29

Lenovo ha appena presentato Smart Connect, una nuova soluzione per lavorare in maniera ottimizzata usando PC e smartphone per condividere contenuti di vario tipo.

Lenovo Smart Connect l'abbiamo provata in anteprima, trovate il video in basso. Si tratta di una soluzione che per certi versi possiamo definire magica, visto che permette un'interazione approfondita tra smartphone Android e PC Windows come non avevamo mai visto prima, almeno usando il software stock.

La soluzione appena presentata da Lenovo permette le seguenti funzionalità:

  • Possibilità di navigare nell'interfaccia di PC e smartphone usando un singolo mouse e una sola tastiera per entrambi. Soluzione molto utile per coloro che spesso accedono a contenuti su smartphone e hanno necessità di modificarli da PC, e viceversa.
  • Possibilità di condividere lo streaming di contenuti multimediali tra PC e smartphone. Sarà possibile avviare un video su smartphone e successivamente continuare la visione sul PC, ad esempio.
  • Sincronizzazione delle notifiche tra PC e smartphone.
  • Possibilità di condividere e trasferire qualsiasi tipo di file da PC a smartphone e viceversa.
  • Possibilità di copiare e incollare appunti di tutti i tipi tra PC e smartphone. Questa opzione elimina la necessità di copiare e inoltrare contenuti tramite servizi di terze parti per trasferirli da PC a smartphone e viceversa.
  • Funzione per attivare l'hotspot istantaneo dallo smartphone per il PC.
  • Funzione per utilizzare lo smartphone come webcam sul PC in maniera nativa, senza la necessità di software o applicazioni di terze parti.
  • Funzione per condividere contenuti multimediali in maniera rapida dallo smartphone ad altri dispositivi compatibili, come le smart TV.

Insomma, la novità appena presentata da Lenovo raccoglie in un unico strumento diverse funzionalità di interazione smart tra PC e smartphone, alcune delle quali sono state introdotte da Google su ChromeOS, mentre altre sono state introdotte con l'app Collegamento con il tuo telefono.

Il vantaggio di Lenovo Smart Connect è la possibilità di avere tutto in un unico tool, senza la necessità di passare attraverso configurazioni di servizi di terze parti.

Lenovo Smart Connect è stato annunciato come compatibile con i PC Lenovo aggiornati almeno a Windows 10, e con gli smartphone e tablet Motorola. Lenovo ha riferito che la novità arriverà nei prossimi mesi, quindi ci aspettiamo che in futuro arrivi la possibilità di scaricare Smart Connect sui PC e smartphone compatibili.

L'articolo Lenovo presenta Smart Connect: la soluzione magica per lavorare tra PC e smartphone sembra essere il primo su Smartworld.

Tesla Cybertruck trasformato in carro armato!

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 16:15
La trasformazione sorprendente del Tesla Cybertruck in un veicolo corazzato

Il Tesla Cybertruck ha conquistato l’immaginario collettivo sin dal momento in cui Elon Musk lo ha presentato come un “carro armato ispirato a Blade Runner“. La sua distintiva carrozzeria in acciaio inossidabile conferisce al veicolo un aspetto robusto e corazzato, pur mantenendo i tradizionali pneumatici. Ciò nonostante, le parole di Musk hanno ispirato qualcuno a prendere sul serio l’idea di trasformare il Cybertruck in una sorta di carro armato.

 

L’incredibile esperimento di Dave Sparks

L’artefice di questa trasformazione è Dave Sparks, noto per le sue abilità nella modifica dei veicoli. Ha preso un Tesla Cybertruck, ribattezzandolo con il suggestivo nome di CyberTrax, e gli ha installato imponenti cingoli sia sull’asse anteriore che su quello posteriore. L’esperimento è stato accompagnato da una prova pratica sulla neve, mettendo in mostra la notevole capacità di traino del veicolo, pari a 5.000 kg, in linea con la versione base.

Dave Sparks ha espresso la sua gratitudine verso Tesla per il supporto fornito durante il progetto: “Un enorme ringraziamento a Tesla per essere stata così solidale con questo progetto. Ci hanno aiutato rispondendo a molte domande tecniche. In conclusione: apprezzano le cose interessanti proprio come noi e si sono guadagnati il mio sostegno e rispetto.” La trasformazione non solo ha suscitato interesse e curiosità, ma ha anche evidenziato la capacità del Cybertruck di attirare l’attenzione, confermando ancora una volta la sua natura fuori dagli schemi.

 

Il supporto di Tesla nel progetto 

La trasformazione del Cybertruck da parte di Dave Sparks è un esempio del modo in cui la comunità appassionata di veicoli risponde creativamente alle idee audaci. Il veicolo, originariamente concepito come un pickup elettrico innovativo, continua a essere una fonte di ispirazione per sperimentazioni e modifiche uniche. La flessibilità del design del Cybertruck si presta a interpretazioni creative, dimostrando la sua versatilità e la sua capacità di stimolare l’immaginazione di appassionati e curiosi.

L'articolo Tesla Cybertruck trasformato in carro armato! proviene da TecnoAndroid.

Nintendo rimanda Switch 2 per salvarsi e per salvarvi dagli scalper

Android World - Mon, 02/26/2024 - 16:10

Secondo le ultime indiscrezioni, Nintendo Switch 2 dovrebbe essere lanciata a marzo 2025. A riportare la notizia è stata la testata Nikkei, che ha anticipato che il debutto della console è stato posticipato dalla seconda metà del 2024 a marzo 2025. Il motivo è semplice: Nintendo vorrebbe essere sicura di produrre abbastanza unità dell'apparecchio così da evitare fenomeni come il bagarinaggio.

Inoltre, sempre Nikkei, ipotizza che non è proprio da escludere un ulteriore rinvio: il tutto dipenderà dai ritmi di produzione e se sarà garantito un numero sufficiente di giochi per "rinforzare" ancora di più il debutto della Nintendo Switch 2. Per quanto riguarda le possibili novità del nuovo modello della console, il report evidenzia che sarà ancora un ibrido tra console portatile e dispositivo domestico, con la novità di un display più grande rispetto a quello da 6,2" dell'attuale modello.

In attesa di maggiori informazioni, nelle scorse settimane Nintendo ha annunciato di aver venduto 13,74 milioni di Switch nei primi nove mesi dell'anno finanziario, un dato in calo del 7,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Tuttavia, prevede comunque di vendere 15,5 milioni di console rispetto ai 15 milioni precedentemente previsti. Tra l'altro, la società ha dichiarato che le vendite della console "hanno continuato ad essere costanti" nel suo settimo anno di vita.

L'articolo Nintendo rimanda Switch 2 per salvarsi e per salvarvi dagli scalper sembra essere il primo su Smartworld.

OnePlus Watch 2 ufficiale: doppio processore, Wear OS e autonomia eccezionale basteranno per conquistarvi?

Android World - Mon, 02/26/2024 - 16:03

OnePlus Watch 2 è stato appena svelato ufficialmente al MWC 2024 di Barcellona. Il nuovissimo smartwatch dell'azienda cinese ha una grande novità: è il primo della serie OnePlus Watch a montare il sistema operativo Wear OS di Google, e questo ovviamente apre tantissime possibilità per il supporto di app e servizi. Vediamo brevemente le caratteristiche tecniche principali e le informazioni per l'acquisto. Se volete scoprire ogni segreto di Watch 2, abbiamo già pronta la recensione completa a questo indirizzo.

  • Display: AMOLED da 1,49" (466 x 466 pixel, 60 Hz, 1.000 nits) con vetro curvo 2.5D
  • Processore: Qualcomm Snapdragon W5 + BES2700
  • RAM: 2 GB
  • Memoria interna: 32 GB
  • Batteria: 500 mAh
  • Connettività wireless: Bluetooth 5.2, Wi-Fi
  • Connettività satellitari: Beidou, GPS, Galileo, GLONASS, QZSS
  • Sensori: accelerometro, giroscopio, sensore ottico per il battito cardiaco, sensore ottico per pulsossimetro, sensore geomagnetico, sensore di luminosità, barometro
  • Materiale cassa: acciaio inossidabile
  • Materiale cinturino:gomma al fluoro, fibbia in acciaio inossidabile
  • Certificazioni: 5 ATM, IP68, MIL-STD-810H
  • Dimensioni: 47 x 46,6 x 12,1 mm
  • Peso: 49 g (senza cinturino), 80 g (con cinturino)
  • Sistema operativo: Wear OS 4
  • Compatibilità: smartphone con Android 8.0 e GMS 23.45.23 (o successivi)

Le specifiche di OnePlus Watch 2 sono molto peculiari, perché utilizza una struttura hardware poco comune. Al suo interno, infatti, c'è la nuova Dual Engine Architecture: due processori si dividono i compiti a seconda delle esigenze, con il potente Snapdragon W5 che gestisce i carichi pesanti e il meno energivoro BES2700 che fa tutto il resto.

Grazie a questo intelligente trucco è possibile ottenere un'autonomia eccellente per uno smartwatch con Wear OS, che arriva fino a 3 giorni di utilizzo.

Il design e i materiali sono di buon livello, con un'estetica molto simile a quella dell'ultimo OnePlus 12. Il display è un AMOLED da 1,49" di forma circolare, con una corona e tasti fisici sul lato destro.

Molto lunga la lista dei sensori e delle funzionalità, che fanno di OnePlus Watch 2 un ottimo compagno per gestire la salute e gli allenamenti. Potete tracciare oltre 100 sport, monitorare la frequenza cardiaca, controllare il sonno, tenere d'occhio il livello di SpO2 e di stress.

Oltre alle funzionalità software di Wear OS, ci sono anche piccole aggiunte fatte da OnePlus, che migliorano la sincronizzazione con il resto dell'ecosistema OnePlus.

OnePlus Watch 2 è disponibile al prezzo di 329€ per il mercato italiano. Un costo abbastanza alto per un prodotto Wear OS, ma motivato dalle peculiarità di questo modello, sia a livello hardware che software.

Le colorazioni in vendita sono due: Black Steel e Radiant Steel. Per maggiori informazioni, vi rimandiamo nuovamente alla recensione completa che trovate a questo indirizzo.

L'articolo OnePlus Watch 2 ufficiale: doppio processore, Wear OS e autonomia eccezionale basteranno per conquistarvi? sembra essere il primo su Smartworld.

RECENSIONE OnePlus Watch 2: FINALMENTE uno smartwatch PAZZESCO

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 16:01
copertina OnePlus Watch 2

Sarò onesto, provenendo dal mondo Apple ho davvero difficoltà a trovare uno smartwatch che mi piaccia almeno un minimo. Amo i Fossil, dal punto di vista del design, apprezzo i Pixel Watch (se non fosse per l’autonomia) e apprezzo il sistema operativo WearOS personalizzato da Samsung. Adoro poi gli Amazfit così come i dispositivi di Huawei ma la UI e i quadranti hanno sempre quel qualcosina che mi fa dire: “boh, ci siamo… quasi”. Adesso però ho al posto OnePlus Watch 2. Dico solo una cosa: FINALMENTE. Questo è un wearable eccellente, leggero, con un’autonomia fuori dal comune, performante, con WearOS (si, un sistema operativo vero), un nuovo chipset di Qualcomm, uno schermo ampio e risoluto, cinturini premium, una cassa elegante, va bene e ha una un software completo. Andiamo avanti con la recensione così vi spiego perché mi è piaciuto, nel dettaglio però. È stato annunciato oggi al MWC, ma io l’ho in prova da qualche giorno e mi ha stupito.

Confezione

Piatto ricco, mi ci ficco: l’ho detto per la confezione degli smartphone di OnePlus, lo ripeto per lo smartwatch del marchio, ma non c’è il caricatore. Poco importa. Il cavo di alimentazione USB Type-C con adattatore avente i pin supporta la ricarica a 10W e c’è anche la manualistica. Il packaging è curato e devo ammettere che mi è piaciuto. Quanto impiega la ricarica per passare dallo 0 al 100%? Soltanto 60 minuti. Mica male. Se lo utilizzate in Power Save Mode (risparmio energetico) l’orologio durerà anche 12 giorni.

OnePlus Watch 2 Design e materiali

Qui si parla di un prodotto elegantissimo, dotato di materiali premium. Partiamo di un gadget che comunica lusso sin dal primo sguardo. Partiamo dalla scocca in acciaio inossidabile, molto esclusiva e presenta un display in cristallo di zaffiro 2.5D di forma rotonda.

OnePlus Watch 2

Se ci fate caso, richiama il modulo posteriore del comparto fotografico di OnePlus 12 e 12R. Viene venduto in Black Steel e in Radiant Steel ma io amo quest’ultima, anche perché la si può abbinare meglio con i cinturini presenti in circolazione (sono compatibili con l’attacco da 22 mm). Gode della certificazione militare MIL-STD-810H e ciò lo rende indistruttibile ma onestamente io l’ho trattato come un gioiello; di certo non lo porterei ad arrampicare in montagna come mostrano nella pubblicità, però… Gode dello standard IP68 contro gli schizzi d’acqua e le leggere e brevi immersioni e in più resiste fino a 5 ATM.

OnePlus Watch 2

Le dimensioni sono di 47 mm per 46,6 per 12,1 mm e il peso senza cinturino è di 49 grammi, con il cinturino morbido in silicone arriviamo a 80 grammi.

Schermo

Come detto, qui ci ritroviamo con un pannello in cristallo di zaffiro 2.5D avente una forma rotonda. La dimensione è di 1,43”, gode della tecnologia AMOLED e ha il refresh rate da 60 Hz, mentre la luminosità massima è di 1000 nit.

OnePlus Watch 2

La risoluzione è di 466 x 466 pixel e si vede benissimo anche sotto la luce diretta del sole. Qualcuno dirà: ma com’è, come si vede all’aperto? Benissimo, vi aggiungo. Questo è un pannello chiaro e luminoso, e il touchscreen è super piacevole, fluido come non mai.

OnePlus Watch 2 Processore, sensori e batteria

Partiamo dalla batteria che è semplicemente esagerata. Con una singola carica lo si può utilizzare per ore ed ore, per giorni, addirittura. Un record nel panorama degli smartwatch Android Wear OS. 500 mAh che si ricarica a 10W equivalgono a tantissime ore di utilizzo; veramente un mostro.

OnePlus Watch 2

C’è un processore Qualcomm Snapdragon W5+ che assicura prestazioni eccezionali e sotto la scocca troviamo tantissimi sensori evoluti: accelerometro, giroscopio, ottico per la misurazione del battito cardiaco, può monitorare il livello di ossigeno nel sangue, c’è quello geomagnetico, quello ambientale, il barometro e, a proposito di connessioni, troviamo Bluetooth, Wi-Fi, GPS; Beidou, GPS, Galileo, GLONASS, QZSS. Fra le altre cose, consente anche il monitoraggio del livello di stress e della qualità del vostro sonno.

OnePlus Watch 2 Software

Finalmente: grazie all’app Ohealth che si scarica immediatamente sul Play Store (ripeto, vi serve un device Android), avrete accesso ad un’app ricca di informazioni.

OnePlus Watch 2

Il sistema operativo è fluido e nella video recensione vi mostro l’interfaccia quindi non perdetevela per avere un quadro chiaro del tutto. WearOS 4 è fluido, funzionale, permette di rispondere alle chiamate.

OnePlus Watch 2

Ci sono tante modalità sportive; il dispositivo lo potete usare anche per fare sport estremi, ma anche classici e canonici come il tennis, la corsa, o semplicemente per monitorare i passi e le calorie consumate. Tutti i dati saranno allocati all’interno dell’app preposta e con il GPS a doppia frequenza ad alta precisione non rischierete mai di perdere l’orientamento.

OnePlus Watch 2

Cosa significa avere WearOS? Semplice: posso sfruttare Google Maps, Google Assistant, Wallet, Gmail, Keep e molte altre ancora. Ho anche accesso al Fast Pair, a Google Home e alla rete “Find my device” di BigG.

Conclusioni

Con un prezzo di soli 179,00€ diventa più che mai appetibile con gli sconti “Early Bird”; capite che a questa cifra è imperdibile. Secondo me è una delle migliori scelte, ma compratelo solo se avete un gadget Android. Se poi avete anche un OnePlus come smartphone… bhè non potete lasciarvelo sfuggire.

L'articolo RECENSIONE OnePlus Watch 2: FINALMENTE uno smartwatch PAZZESCO proviene da TecnoAndroid.

Guida rapida al ripristino della Fire Stick di Amazon

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 16:00
Semplici istruzioni per riportare la tua Fire Stick alle condizioni ottimali

Con l’avanzamento della tecnologia, la Fire Stick di Amazon è diventata un oggetto comune nelle case di molte persone, offrendo un modo semplice e pratico per guardare programmi TV, serie preferite, e partite di calcio insieme alla famiglia. Ma come accade con qualsiasi dispositivo tecnologico, potrebbe verificarsi un improvviso malfunzionamento. In questo caso, la preoccupazione di dover affrontare l’assistenza o addirittura di dover acquistare una nuova Fire Stick potrebbe subentrare.

 

Preoccupato per la tua Fire Stick?

Per fortuna, ripristinare la Fire Stick è un processo semplice e veloce che può riportare il dispositivo alle sue condizioni ottimali in pochi istanti, senza la necessità di panico o preoccupazioni. Inizialmente, è importante cliccare sull’icona del proprio profilo, situata a destra, nella schermata Home della Fire Stick. Da qui, selezionare “La mia Fire Stick” e successivamente scorrere verso il basso fino a trovare l’opzione “Ripristino delle impostazioni di fabbrica“.

Una volta selezionato il ripristino delle impostazioni di fabbrica, si aprirà una pagina con istruzioni chiare e dettagliate su come procedere. Basterà confermare la volontà di ripristino e attendere che tutte le operazioni coinvolte siano completate. In pochi e semplici passaggi, la Fire Stick sarà ripristinata, tornando alle impostazioni predefinite.

È importante notare che durante questo processo, tutte le impostazioni selezionate e predefinite potrebbero essere ripristinate. E’ possibile che alcune impostazioni vadano perse e richiederanno un passaggio aggiuntivo per essere rese disponibili nuovamente.

 

Consigli e trucchi per un recupero veloce

Il ripristino della Fire Stick è un’operazione accessibile a tutti e può essere eseguita in pochissimo tempo, garantendo che il dispositivo torni a funzionare correttamente. Quindi, invece di preoccuparsi e pensare all’acquisto di un nuovo dispositivo, bastano pochi passaggi per riportare la Fire Stick al suo splendore originale.

L'articolo Guida rapida al ripristino della Fire Stick di Amazon proviene da TecnoAndroid.

Recensione OnePlus Watch 2: il salto di qualità con Wear OS è ineguagliabile

Android World - Mon, 02/26/2024 - 16:00

OnePlus Watch 2 viene fornito con un cavo USB-A/USB-C e con una piccola basetta magnetica su cui poggiare l'orologio per la ricarica.

OnePlus Watch 2 è un prodotto interessante dal punto di vista del design. Si tratta di un orologio non particolarmente compatto, con cassa da ben 47 millimetri e una sporgenza sul lato destro, che lo rende sicuramente riconoscibile e crea un family feeling con i suoi smartphone top di gamma (come l'ultimo OnePlus 12). La scocca è realizzata in acciaio inossidabile e sul lato destro, quello della protuberanza, abbiamo due tasti fisici, uno per la home e uno per gli allenamenti. Entrambi hanno funzionalità aggiuntive alla doppia pressione o alla pressione prolungata. Purtroppo il tasto in alto, che si presenta come una corona circolare, pur ruotando non offre la possibilità di far scorrere i menù. L'orologio è sia resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP68, ma è resistente alle immersioni fino a 5ATM e ha anche passato i test resistenza a cadute e shock con standard MIL-STD-810H.

In termini di hardware questo smartphone è un enorme salto in avanti. Abbiamo infatti il nuovo processore Snapdragon W5 pensato appositamente per wearable affiancato da un secondo processore a basso consumo energetico: il BES 2700. Questi due processori lavorano in simbiosi e il primo si attiva solo quando necessario per esempio per avviare l'assistente vocale o le app di Wear OS. Questo gli permette di offrire un'autonomia decisamente superiore ai concorrenti a parità di sistema operativo.

Abbiamo poi il GPS dual band, il Wi-Fi, 2 GB di RAM e 32 GB di memoria interna per app, musica o foto. Non mancano poi tutti i sensori per il fitness sulla parte inferiore e anche l'NFC per i pagamenti, oltre a speaker e microfono per chiamate al polso, anche se non esiste una versione 4G indipendente da smartphone. 

Lo schermo di questo OnePlus Watch 2 è da 1,43 pollici ed è realizzato in tecnologia AMOLED con risoluzione di 466 x 466 pixel. Questo display è molto luminoso ed è protetto da un vetro zaffiro. Questo vetro ha una curvatura 2.5D sulla parte esterna. È elegante e moderna anche se forse crea qualche riflesso di troppo sul display quando si è all'esterno. Il display ha anche ovviamente un sensore per regolare automaticamente la luminosità. Nel complesso forse avremmo apprezzato una mezza taratura al rialzo per la luminosità.

In ogni caso si tratta di un eccellente display, che non perde mai di qualità anche quando si utilizza lo smartphone in modalità di risparmio energetico, a differenza per esempio di quello che succede con uno smartwatch della famiglia Ticwatch, che però garantisce che l'orario sia sempre mostrato.

Il più grande passo in avanti per questo smartwatch rispetto alla generazione precedente è sicuramente l'aver adottato Wear OS, ovvero il sistema operativo Google basato su Android. Rispetto all'utilizzo del sistema operativo proprietario di OnePlus qui si potrà quindi godere di un enorme numero di app e funzionalità altrimenti inaccessibili. Basta pensare all'assistente vocale Google Assistant, ai pagamenti in mobilità con Google Wallet (che adesso mostra anche carte di imbarco e tessere fedeltà). Ovviamente poi abbiamo tutte le altre app Google (come Maps, Gmail o Calendar) e la possibilità di scaricare a piacimento tante altre app dal Play Store, come Outlook, Spotify , Stocard o ancora molte altre.

Il sistema è velocissimo ed è possibile personalizzare, come sempre su questa piattaforma, la schermata principale aggiungendo dei widget ai lati. Dall'alto verso il basso è possibile accedere ai toggle rapidi e dall'alto verso il basso invece possiamo arrivare alle notifiche, che sono mostrate in modo chiaro, con la loro icona e la loro anteprima. Proprio come su tutti i dispositivi Wear OS è possibile rispondere alle notifiche vocalmente o usando una piccola tastiera virtuale. OnePlus offre a corredo ovviamente tutte le app per un utilizzo completo di uno smartwatch, come il tracciamento dell'attività fisica, tutta la parte di benessere e i vari strumenti per monitorare il battito cardiaco, il sonno e l'ossigenazione del sangue. Tutti dati che vengono poi mostrati all'interno di OHealth. L'app è chiara e semplice da utilizzare, anche se i dati mostrati sono solo quelli più ovvi, senza la possibilità di scavare più a fondo o di avere consigli su come viveva al meglio le nostre giornate.

C'è poi una sessione dedicata alle impostazioni e ai quadranti, dove ne troverete tantissimi fra cui scegliere. Molti di questi rimangono attivi senza perdere informazioni vitali anche nella modalità di risparmio energetico, che è possibile attivare direttamente dall'orologio. Questa modalità ad un primo sguardo sembra quasi identica a quella classica. Entrando nella lista delle app si scopre però che rimangono attive solo quelle native di OnePlus, perdendo quindi le funzionalità aggiuntive di Google. Di fatto diventa il software del OnePlus Watch originale, che però è comunque estremamente più completo delle modalità di risparmio energetico dei concorrenti.

OnePlus Watch 2 ha a disposizione una batteria da 500 mAh, che gli garantisce senza problemi un'autonomia di circa 2 giorni e mezzo / 3. È un risultato straordinario per uno smartwatch Wear OS, almeno il doppio se non il triplo di praticamente tutti i concorrenti, se si esclude il già citato TicWatch che utilizza uno stratagemma simile (ma diverso) per ottenere lo stesso risultato. In questo caso non ci sono due display, ma due processori. Quello che si attiva per le operazioni più comuni ha un consumo estremamente ridotto che permette allo smartphone di ottenere autonomie di questo tipo.

Attivando la modalità di risparmio energetico, che come abbiamo detto comunque lascia attive molte funzionalità, sai può arrivare anche a 10-12 giorni con una singola carica. Da tradizione OnePlus la ricarica è rapida. Grazie alla tecnologia VOOC è possibile caricare lo smartphone al 100% in un'ora. Non un risultato mai visto prima, ma comunque migliore di molti concorrenti (che magari hanno batterie più piccole).

OnePlus Watch 2 è uno smartwatch completamente diverso rispetto al passato. E questo lo rivediamo, purtroppo, anche nel prezzo, che sale notevolmente, arrivando a 329€. Si tratta della fascia un po' più alta del mercato, ma è comprensibile considerando l'hardware che troviamo all'interno. Certo è che di alternative con Wear OS più economiche non ne mancano.

L'articolo Recensione OnePlus Watch 2: il salto di qualità con Wear OS è ineguagliabile sembra essere il primo su Smartworld.

Google pone l’AI al centro, ma a quale costo per la sicurezza?

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 15:45
L’AI nei Samsung Galaxy S24 solleva dubbi su sicurezza e privacy

L’Intelligenza Artificiale (AI) si è diffusa ampiamente, raggiungendo anche gli smartphone, come evidenziato dai nuovi modelli Samsung Galaxy S24 del 2024. In questo contesto di avanzamento tecnologico, emerge una riflessione critica sulle possibili implicazioni per la sicurezza e la privacy degli utenti, a fronte dei più di 4 miliardi di cellulari presenti nel mondo.

 

Sicurezza a rischio con l’utilizzo dell’AI nelle app 

Per Google, pioniere nell’applicazione dell’AI agli smartphone attraverso i suoi Pixel 8 e 8 Pro, la presenza dell’Intelligenza Artificiale rappresenta una svolta significativa. Ma come afferma il noto detto: “da un grande potere derivano grandi responsabilità”. L’avanzamento dell’AI nei dispositivi mobili non è solo una novità tecnologica, ma una tematica che solleva questioni fondamentali legate alla sicurezza e alla protezione della privacy.

In questo contesto, Google ha lanciato un avviso rivolto a tutti gli utenti Android e anche a coloro che utilizzano dispositivi iPhone. L’attenzione è concentrata sui potenziali rischi associati all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale all’interno delle applicazioni per smartphone. L’avviso, pubblicato sul blog Gemini App Privacy Hub di Google, si presenta come un mix tra un alert e un avvertimento formale.

L’avviso sottolinea la necessità di evitare di condividere informazioni riservate tramite le conversazioni nelle app Gemini. Una rivelazione preoccupante è che i dialoghi con l’AI non vengono completamente eliminati dopo aver cancellato l’attività di Gemini Apps, rimanendo visibili fino a un massimo di tre anni. Questa conservazione separata, non direttamente collegata all’account Google dell’utente, solleva preoccupazioni sulla gestione delle informazioni personali.

Inoltre, emerge un aspetto inquietante: Gemini può essere attivato vocalmente, anche contro la volontà dell’utente, bastando pronunciare un semplice “Ehi Google“. Se Gemini risponde, l’attivazione viene considerata conforme alle impostazioni dell’utente.

 

Il rischio di revisori umani nelle conversazioni con Gemini

La minaccia associata a questa situazione non può essere sottovalutata, poiché le informazioni condivise con Gemini sono soggette all’esame di revisori umani, messi a disposizione da Google per migliorare l’AI. Questo implica che le conversazioni possono essere lette da terze persone, comportando rischi per la privacy e la sicurezza dell’utente.

Pur riconoscendo i benefici dell’AI, emerge la necessità di essere cauti nell’affidarsi ciecamente a queste tecnologie, evidenziando la delicatezza del bilanciamento tra innovazione e tutela della privacy. La consapevolezza degli utenti diventa cruciale nella gestione di queste nuove sfide tecnologiche.

L'articolo Google pone l’AI al centro, ma a quale costo per la sicurezza? proviene da TecnoAndroid.

Obbligo di assicurazione per i veicoli elettrici leggeri: Nilox presenta un nuovo monopattino

Android World - Mon, 02/26/2024 - 15:35

In Italia i monopattini elettrici dovranno essere dotati di RC obbligatoria. In tal senso, il decreto attuativo è atteso entro la fine di marzo: dunque, occorrerà ancora attendere per conoscere le regole operative e le modalità di questa nuova assicurazione. In questo contesto, si sta muovendo Nilox, che ha presentato un monopattino elettrico che rispetterà le disposizioni del nuovo codice della strada. Difatti, il nuovo modello off-road anticipa gli effetti della normativa con la presenza del portatarga sul parafango, necessario per dotare i mezzi di targa identificativa.

Entrando nei particolari, il punto di forza del nuovo monopattino sono gli pneumatici fat da 10" carrozzati, che insieme alla forcella ammortizzata offrono migliori prestazioni di assorbimento degli urti e garantiscono maggiore stabilità e comfort durante la guida. Passando ad altre specifiche, è presente un motore da 350 W ed una batteria da 36V 10Ah, che garantisce 40 km di autonomia massima con una ricarica di 7 ore. Il modello off-road è declinato in tre versioni ispirate ad esemplari di animali caratterizzati da un forte legame con la terra. Il verde militare delle manopole e del parafango è il colore che contraddistingue Nilox Lizard, mentre il color sabbia caratterizza il modello Viper e il rosso risalta nel modello Ant. Tutti e tre sono disponibili a un prezzo al pubblico consigliato di 599,95€. 

La gamma Nilox, infine, include una serie di accessori al fine di garantire la massima sicurezza alla guida di ogni mezzo. In particolare: 

  • gli indicatori di svolta, resistente all'acqua epratico (basta un semplice tocco alle estremità per accenderle e spegnerle, senza dover quindi staccare le mani dal manubrio); 
  • il DOC kit Protezione che contiene due ginocchiere, due polsiere e due gomitiere;
  • una gamma di caschi pensati per adulti e per bambini e dotati di luce led per segnalare la posizione.

L'articolo Obbligo di assicurazione per i veicoli elettrici leggeri: Nilox presenta un nuovo monopattino sembra essere il primo su Smartworld.

Sky annuncia il lancio di Sky Mobile in partnership con Fastweb

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 15:30

Sky ha ufficialmente annunciato il suo ingresso nel mercato della telefonia mobile con il lancio di Sky Mobile, in collaborazione con Fastweb.
Questa nuova iniziativa, attesa da tempo, vedrà la luce il prossimo 29 febbraio. Promettendo agli utenti un’offerta chiara, trasparente e vantaggiosa.

Uno dei punti di forza di Sky Mobile sarà la sua copertura, resa possibile grazie alla partnership con Fastweb, che offre la rete mobile più veloce d’Italia secondo Ookla.
La rete 4G raggiunge oltre il 99% del territorio, garantendo agli utenti un’esperienza di navigazione senza precedenti.
In più, la possibilità di navigare in 5G senza costi aggiuntivi rappresenta un valore aggiunto per gli utenti. Soprattutto considerando che entro il 2025 il 90% della popolazione potrebbe beneficiare di questa tecnologia.

Fastweb e Sky Mobile: offerte flessibili e senza vincoli

Sky Mobile insieme a Fastweb, si propone di soddisfare le esigenze di tutti i consumatori. Offrendo diverse soluzioni con minuti illimitati e la possibilità di scegliere tra pacchetti di dati personalizzati.
L’assenza di costi nascosti, vincoli di durata o penali di uscita renderà l’offerta ancora più allettante per i potenziali utenti.
In più la qualità dell’offerta Sky sarà garantita dalla collaborazione con un partner tecnologico di eccellenza come Fastweb.

Con l’introduzione di Sky Mobile, l’azienda completa il proprio portfolio di servizi.
Un portfolio che comprende già contenuti di sport, cinema e intrattenimento, oltre alla connettività di casa Sky Wifi.
Questo significa che gli abbonati potranno usufruire di un’esperienza completa e integrata. Godendo dei migliori eventi sportivi e delle storie più emozionanti, oltre a potersi connettere alle proprie passioni in qualsiasi momento e ovunque.
Con Sky Mobile, Sky si conferma come il partner ideale per le famiglie, offrendo una vasta gamma di contenuti e servizi di alta qualità.

Un’opportunità per chi non ha ancora scelto Sky

L’annuncio del lancio di Sky Mobile rappresenta un’opportunità in più per chi ancora non ha scelto Sky come proprio operatore di telefonia mobile.
Un’offerta trasparente, flessibile e conveniente, supportata da una copertura affidabile e dalla collaborazione con Fastweb.
Sky si conferma come un punto di riferimento nel panorama dei servizi di comunicazione e intrattenimento.

L'articolo Sky annuncia il lancio di Sky Mobile in partnership con Fastweb proviene da TecnoAndroid.

Huawei Petal, le mappe integreranno anche sistemi per monitorare la stanchezza

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 15:15

Huawei sta lavorando ad un nuovo brevetto pensato salvaguardare gli utenti alla guida. Il focus del lavoro del colosso cinese è incentrato sul monitoraggio costante della stanchezza dei conducenti.

I colpi di sonno sono uno dei pericoli più diffusi per chi è alla guida di veicoli e spesso portano a conseguenze fatali. Spesso gli utenti sottovalutano i segnali di stanchezza, non essendo pienamente consapevoli del loro livello di attenzione. In questi casi, continuano a guidare anche se non nelle condizioni ottimali per farlo.

Huawei punta a risolvere questa problematica, consapevole dell’importanza di intervenire prontamente. L’azienda vorrebbe integrare dei sistemi di rilevamento della stanchezza direttamente all’interno dei sistemi di navigazione.

 

Huawei è pronta ad integrare in Petal un sistema di monitoraggio della stanchezza per renderlo sempre più sicuro per tutti gli utenti

Il brevetto è stato svelato da David di @xleaks7 in collaborazione con of ParkiFly.lt. Stando a quanto emerso fino ad ora, il nuovi sistema di monitoraggio si integrerà attivamente in Petal, l’app di navigazione di Hauwei.

L’app elaborerà le informazioni provenienti da diverse fonti per realizzare delle previsioni sullo stato di attenzione dell’utente. Sfruttando i dati disponibili in tempo reale e le informazioni storiche, verrà creato un modello di stanchezza dell’utente.

In questo modo, sarà possibile stimare il calo fisiologico dell’attenzione lungo il percorso previsto, consentendo un monitoraggio proattivo. Huawei, inoltre, prevede di personalizzare Petal per garantire un’eventuale intervento attivo nel caso il sistema rilevi un allarme.

Per raggiungere questo risultato, attribuirà un punteggio sulla stanchezza che determinerà il modo di intervento. Valutando aspetti come la durata del tragitto, del tempo di guida, del clima, della strada percorsa e molo altro, ogni viaggio avrà un suo punteggio. Quando il punteggio raggiungerà una determinata soglia, verranno mostrati consigli sulla gestione della stanchezza o avvisi sulla necessità di una pausa.

Ricordiamo che si tratta di un brevetto depositato da Huawei per proteggere la proprietà intellettuale di questa invenzione. Non resta che attendere per vedere se verrà integrato sulle prossime versione di Petal.

L'articolo Huawei Petal, le mappe integreranno anche sistemi per monitorare la stanchezza proviene da TecnoAndroid.

OPPO A79 5G in OFFERTA PAZZESCA su Amazon al 29% di SCONTO

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 15:00

Amazon continua a deliziarci con la sua vasta selezione di smartphone, proponendo quotidianamente offerte sorprendenti e irresistibili. Oggi, è il momento di mettere in risalto lo straordinario Smartphone OPPO A79 5G, disponibile a un costo eccezionale di soli 249,00€. Questo dispositivo non solo promette di soddisfare le tue esigenze di connettività e comunicazione, ma va oltre, donandoti una gamma di funzionalità avanzate e un design accattivante che non passerà inosservato.

Caratteristiche dello smartphone OPPO A79 con 5G

Una delle caratteristiche principali dell’OPPO A79 5G è la sua doppia fotocamera con design verticale, con una lente primaria da 50MP. Il sistema ti permette di catturare immagini dettagliate e vivide con facilità, garantendo risultati sorprendenti ogni volta che scatti una foto. Ciò che rende davvero unico questo smartphone è il suo esclusivo design Shimmering Weaving. Oltre ad essere completamente anti-graffio, questo particolare stile conferisce al dispositivo una lucentezza e un’originalità uniche. Il telefono brilla e cambia colore sotto diverse angolazioni di luce, garantendoti una riconoscibilità che gli altri dispositivi sul mercato non saprebbero mai darti.

L’ampio display LCD SUNLIGHT da 6.72″ è un’altra specifica degna di nota. Restituisce colori naturali e realistici, riproducendo una visione perfetta dei contenuti anche sotto la luce diretta del sole. Passiamo ad un’altra parte importante: l’autonomia. La batteria da 5000mAh dell’OPPO A79 5G assicura una durata eccezionale. Potrai utilizzare il tuo smartphone per lunghe ore senza preoccuparti di doverlo ricaricare spesso e senza dover portare con te una power bank di riserva. La tecnologia SUPERVOOC 33W ti consente poi di caricarlo in modo rapido e sicuro quando serve, riducendo i tempi di attesa al minimo.

Non lasciarti scappare da sotto il naso questa straordinaria occasione! Acquista lo smartphone OPPO A79 5G a un prezzo ultra conveniente. Aggiungilo subito al tuo carrello su Amazon. Ricorda anche che grazie al servizio Prime potrai riceverlo in un batter d’occhio e che potresti testarlo già domani! Cosa aspetti ancora?

L'articolo OPPO A79 5G in OFFERTA PAZZESCA su Amazon al 29% di SCONTO proviene da TecnoAndroid.

Nuove minacce su Android: app pericolose mirano ai conti bancari

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 15:00

Il nuovo anno porta con sé anche nuove minacce nel mondo digitale, e questa volta sono gli utenti di Android a trovarsi nel mirino, a causa di alcune app pericolose.
Ricercatori di sicurezza di ThreadFabric hanno individuato una serie di app dannose che fanno parte della campagna Anatsa Trojan.
App progettate per infiltrarsi nei dispositivi degli utenti e prendere il controllo dei loro dati finanziari e personali.

Le app coinvolte e la loro rimozione

Tra le app coinvolte ci sono:

  • Phone Cleaner;
  • File Explorer, PDF Viewer;
  • File Explorer, PDF Reader;
  • Viewer & Editor;
  • Phone Cleaner: File Explorer;
  • PDF Reader: File Manager.

Anche se queste app sono state prontamente rimosse dal Play Store una volta individuate, c’è il rischio che siano ancora presenti su alcuni dispositivi di utenti ignari. L’Anatsa Trojan consente agli aggressori di accedere remotamente ai dispositivi infetti e di raccogliere dati sensibili, inclusi dettagli bancari.

Queste app infette hanno raggiunto un vasto pubblico di utenti Android.
Con un numero stimato tra le 150.000 e le 200.000 installazioni a partire da novembre 2023. Ciò ha sollevato serie preoccupazioni per la sicurezza dei dati personali e finanziari degli utenti. Mettendo in evidenza l’importanza di una vigilanza costante e di misure preventive efficaci.

La vulnerabilità delle versioni precedenti di Android

Un fattore che ha contribuito alla diffusione di queste app dannose è la capacità di bypassare i controlli di sicurezza fino alla versione Android 13.
Ciò ha reso gli utenti vulnerabili agli attacchi di malware. Evidenziando la necessità di aggiornamenti regolari del sistema operativo e di installare solo app da fonti attendibili.

Per proteggersi da minacce simili, gli utenti sono incoraggiati a:

  • Verificare attentamente i propri dispositivi alla ricerca di app sospette e a rimuoverle immediatamente.
  • È consigliabile mantenere il sistema operativo sempre aggiornato;
  • Adottare pratiche di sicurezza informatica come l’utilizzo di password complesse e l’installazione di software antivirus affidabili.
Focus principale delle minacce

Fortunatamente, sembra che la campagna Anatsa Trojan abbia principalmente preso di mira paesi come Regno Unito, Germania, Spagna, Slovacchia, Slovenia e Repubblica Ceca, con l’Italia che sembra essere stata risparmiata da questa ondata di attacchi.
Ad ogni modo, è sempre importante rimanere vigili e adottare misure preventive per proteggere la propria sicurezza online.

L'articolo Nuove minacce su Android: app pericolose mirano ai conti bancari proviene da TecnoAndroid.

Google Maps, un nuovo brevetto mostra feature rivoluzionare per la navigazione

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 14:45

Le funzionalità di Google Maps sono diventate ormai indispensabili per gli spostamenti quotidiana. Gli utenti utilizzano il servizio offerto da Mountain View per muoversi attraverso le strade sconosciute o per avere aggiornamenti sul traffico durante il loro tragitto.

L’interfaccia grafica attuale prevede che l’utente possa vedere dove si trova nello spazio virtuale, con il cursore che si sposta in un ambiente virtuale in 2D o 3D. Tuttavia, sebbene questa esperienza utente sia ormai consolidata, Google potrebbe avere in mente di rinnovare completamente le feature del sistema di navigazione satellitare.

A lanciare la notizia ci ha pensato David di @xleaks7 in collaborazione con of ParkiFly.lt. Secondo il leaker, Google ha depositato alcuni nuovi brevetti volti proprio a migliorare la navigazione, facilitando le indicazioni da seguire anche grazie a suggerimenti visivi dell’area circostante.

 

Google si sta preparando a rivoluzionare Maps integrando anche le funzionalità di Street View per una migliore navigazione

Infatti, i brevetti depositati da Mountain View forniscono indicazioni sull’integrazione tra Google Maps e Street View. Unendo le mappe tradizionali con la visuale a livello stradale, sarà possibile offrire agli utenti un valido supporto visivo.

I documenti depositati da Mountain View indicano che le due feature verranno integrate per mostrare esattamente quello che gli utenti vedranno nella realtà mentre la navigazione è attiva. Questa modalità funzionerà sia per gli utenti che si spostano a piedi che per quelli in automobile.

Infatti, quando si procede in macchina, l’alta velocità rende difficile interpretare le indicazioni, le uscite da prendere o le svolte da effettuare. Avere dei riferimenti visivi, oltre ai classici annunci del navigatore, permetterà di migliorare la risposta ai comandi.

In questo modo, il sistema eviterà possibile fraintendimenti, in caso di strade particolarmente ricche di accessi e uscite. Il vantaggio diretto sarà quello legato all’aumento della sicurezza e della chiarezza delle indicazioni. La destinazione, grazie a questa trovata di Google, sarà raggiunta più facilmente

L'articolo Google Maps, un nuovo brevetto mostra feature rivoluzionare per la navigazione proviene da TecnoAndroid.

Primo contatto con Samsung Galaxy Ring: sarà la vostra prossima ossessione?

Android World - Mon, 02/26/2024 - 14:37

Al MWC di Barcellona Samsung ha svelato il suo nuovo indossabile: Samsung Galaxy Ring, che come fa capire il nome si tratta di un anello. L'azienda non ha rilasciato moltissimi dettagli e quelli che sono "trapelati" li trovate nel nostro articolo.

Allo stand Samsung l'azienda non ha perso l'occasione di mostrare il suo nuovo "goiello" al pubblico, anche se lo ha fatto sotto delle teche. Per la precisione tre teche che contenevano Samsung Galaxy Ring nelle tre colorazioni che verranno lanciate: argento, oro e nero.

Cercando di scorgere qualche dettaglio distintivo di questo prodotto si notano i vari sensori per il tracciamento dell'attività fisica e il connettore magnetico per la ricarica. La forma è perfettamente circolare e questo potrebbe essere in parte un "rischio" se pensiamo ad una standardizzazione del design fra prodotti di vario tipo, come il già visto Gloring o Oura che stiamo provando.

Ad un primo sguardo l'anello sembra leggermente più spesso rispetto ai già citati concorrenti e questo potrebbe significare un aumento di autonomia, anche se potrebbe essere anche solo un'impressione dovuta all'impossibilità di avvicinarsi ulteriormente al prodotto.

Potrebbe Samsung essere la prima "big" a lanciare un nuovo trend? Sicuramente i brand interessati a cavalcare l'onda non sono pochi.

L'articolo Primo contatto con Samsung Galaxy Ring: sarà la vostra prossima ossessione? sembra essere il primo su Smartworld.

Xiaomi 14 e 14 Pro ora ufficiali anche in Italia, ecco i prezzi

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 14:30

Finalmente ci siamo. Siamo giunti alla nota fiera tecnologica mondiale del Mobile World Congress che si tiene ogni anno a Barcellona. Durante questo evento, i big del settore svelano a tutto il mondo le loro importanti novità. In questa occasione, il noto produttore tech Xiaomi ha deciso di presentare a livello globale i suoi nuovi smartphone di punta, ovvero i nuovi Xiaomi 14 e Xiaomi 14 Ultra. Per quanto riguarda il modello Xiaomi 14 Pro, invece, sembra che per il momento non sarà disponibile in Italia.

 

 

Xiaomi svela al Mobile World Congress i suoi nuovi top di gamma della serie Xiaomi 14

Si sta tenendo in questi a Barcellona il noto evento del Mobile World Congress e il colosso Xiaomi ha deciso di svelare per l’occasione i suoi nuovi smartphone top di gamma. Come già detto, sembra che per il mercato italiano saranno inizialmente disponibili due modelli, ovvero i nuovi Xiaomi 14 e Xiaomi 14 Ultra.

Secondo quanto comunicato dall’azienda, entrambi gli smartphone saranno caratterizzati ovviamente da un prezzo piuttosto alto, in linea comunque con i prezzi della concorrenza. Il nuovo Xiaomi 14, in particolare, sarà disponibile all’acquisto in Italia ad un prezzo di partenza di 999,90 euro nella versione con 12 GB di RAM e 256 GB di storage interno. La versione con 512 GB di storage interno sarà invece disponibile ad un prezzo di 1099,90 euro.

Prezzo leggermente più alto per il top di gamma per eccellenza Xiaomi 14 Ultra. Quest’ultimo sarà infatti disponibile all’acquisto ad un prezzo di ben 1499,90 euro per l’unico taglio di memoria disponibile pari a 16 GB di RAM e 512 GB di storage interno. Si tratta comunque di prezzi in linea con quanto hanno da offrire questi dispositivi. Ricordiamo ad esempio che le prestazioni saranno di altissimo livello grazie al potente processore montato a bordo di entrambi, ovvero il soc Snapdragon 8 Gen 3. Grande novità poi è presente dal punto di vista del software, grazie alla presenza della nuova interfaccia utente HyperOS basata su Android 14 e che punta tutto sull’intelligenza artificiale.

L'articolo Xiaomi 14 e 14 Pro ora ufficiali anche in Italia, ecco i prezzi proviene da TecnoAndroid.

CoopVoce cambia le regole con offerte da sogno, affrettati!

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 14:15
Le nuove offerte CoopVoce, progettate per soddisfare diverse esigenze di connettività

CoopVoce, l’operatore attivo in Italia sulla rete TIM, ha annunciato interessanti novità nel panorama delle offerte mobile, soprattutto per coloro che stanno cercando soluzioni vantaggiose. La recente introduzione delle due nuove offerte, CoopVoce EVO 200 e CoopVoce EVO Essential, si rivolge specificamente a coloro che desiderano effettuare la portabilità del numero da un altro operatore.

 

CoopVoce rivoluziona le offerte mobile

Cominciamo esaminando le caratteristiche di CoopVoce EVO 200. Questa offerta comprende minuti illimitati per le chiamate nazionali, 1.000 SMS verso tutti i numeri nazionali e una generosa quantità di 200 GB di traffico dati con velocità fino al 4G sulla rete TIM. Il costo mensile di questa tariffa è di soli 7,90 euro, con l’attivazione e il primo mese gratuiti. Questa opzione è accessibile a chiunque effettui la portabilità del numero da un altro operatore.

Passando a CoopVoce EVO Essential, questa offerta offre anch’essa minuti illimitati per le chiamate nazionali, insieme a 200 SMS verso tutti i numeri nazionali. La quantità di traffico dati inclusa è di 3 GB con velocità 4G sulla rete TIM. Il costo mensile di questa opzione è di soli 4,90 euro, con attivazione e primo mese gratuiti. Come la precedente, è attivabile da chiunque effettui la portabilità del numero da un altro operatore.

In sintesi, le offerte di CoopVoce sono vantaggiose sia per chi cerca un pacchetto con un ampio volume di traffico dati, come nel caso di CoopVoce EVO 200, sia per chi ha esigenze più contenute e preferisce una soluzione economica, come nel caso di CoopVoce EVO Essential, che si posiziona al di sotto dei 5 euro al mese.

 

Telecomunicazioni in evoluzione

È importante sottolineare che queste offerte sono disponibili alle condizioni precedentemente menzionate solo per attivazioni online entro il 6 marzo e sono fruibili attraverso il processo di portabilità del numero. Per coloro che desiderano approfittare di queste opportunità, il link diretto per l’attivazione è disponibile di seguito.

CoopVoce offre soluzioni competitive nel panorama delle telecomunicazioni, cercando di soddisfare le diverse esigenze degli utenti con offerte che combinano convenienza e generose quantità di servizi, promuovendo al contempo l’attivazione online per rendere l’esperienza più agevole.

L'articolo CoopVoce cambia le regole con offerte da sogno, affrettati! proviene da TecnoAndroid.

Netgear Orbi 970 massimizza il potenziale del Wi-Fi 7, ma occhio al prezzo

Android World - Mon, 02/26/2024 - 14:01

Nonostante da diverso tempo siano arrivati sul mercato router Wi-Fi 7, è solo con l'ufficializzazione delle specifiche avvenuta a gennaio che i produttori possono finalmente sfruttare i vantaggi del nuovo standard, e la serie Orbi 970 di Netgear vuole assicurarsi che possiate accedervi al massimo delle possibilità (se volete sapere cosa sia il Wi-Fi-7 e in cosa differisca dai protocolli precedenti, vi rimandiamo al nostro approfondimento dedicato).

Caratterizzato da una velocità fino a 27 Gbps e una copertura a 360 gradi per ogni punto della casa, il nuovo sistema mesh quad band porta la connettività a un nuovo livello, e ora è finalmente disponibile in Italia: andiamo a scoprirlo.

  • Copertura Wi-Fi: fino a 540 m²
  • Velocità: BE27000 (11.530 + 8.647 + 5.765 + 1,147 Mbps)†
  • Wi-Fi Tri-Band simultaneo con backhaul dedicato
    • 6 GHz3 (4x4/320 MHz, 4K-QAM): 11 530Mbps
    • 5 GHz-1 (4x4/240 MHx, 4K-QAM): 8,647 Mbps, backhaul dedicato
    • 5 GHz-2 (4x4/160 MHz, 4K-QAM): 5 765Mbps
    • 2,4 GHz (4x4/40 MHz, 1K-QAM): 1 147Mbps
  • Processore (router): quad-core da 2,2 GHz
  • Memoria (router): 4GB di memoria Flash e 2GB di RAM
  • Antenna: Dodici antenne interne ad alte prestazioni con amplificatori ad alta potenza
  • Porte:
    • Una porta WAN Internet da 10 Gig (solo router)
    • Una porta LAN Ethernet da 10 Gbps
    • Quattro (router, per i satelliti 2) porte LAN Ethernet Multi-Gig 10/100/1000/2500 Mbps

La serie Orbi 970 massimizza il potenziale del nuovo standard Wi-Fi 7 con una tecnologia innovativa che garantisce l'erogazione dei vantaggi in tutta la casa e per tutti i dispositivi contemporaneamente, che siano applicazioni ad alta intensità di banda quali lo streaming video 4K/8K, le chiamate Zoom in alta definizione, il lavoro focalizzato sulla grafica, i giochi interattivi in tempo reale e l'intrattenimento AR/VR.

La tecnologia Quad-Band esclusiva e brevettata di Orbi e l'unico Enhanced Dedicated Backhaul garantiscono infatti che il Wi-Fi sia veloce su tutti i dispositivi.

Quest'ultimo rappresenta una configurazione dell'operazione multi-link (MLO), una caratteristica del WiFi 7, che combina una banda dedicata da 5 GHz con una banda da 6 GHz per raddoppiare la velocità di connessione tra il router e i satelliti e ottenere un backhaul wireless da 10 Gig per una latenza ridotta e trasferimento dati alla massima velocità.

Il sistema offre anche una funzione Smart Connect che seleziona intelligentemente la banda Wi-Fi più veloce per ciascun dispositivo connesso. Inoltre il router dispone di una porta internet da 10 Gigabit e di una porta Ethernet da 10 Gigabit, oltre a quattro porte Ethernet da 2,5 Gigabit.

Il nuovo design di router e satelliti è progettato appositamente per prestazioni ottimali, e grazie alle 12 antenne interne ad alte prestazioni con amplificatori, si ottiene una copertura a 360 gradi in ogni angolo della casa.

Il nuovo sistema mesh della serie Orbi 970 (confezione da 3) copre fino a 660 metri quadrati, il 10% in più rispetto alla serie Orbi 960, e supporta fino a 200 dispositivi. Per estendere la copertura, è possibile aggiungere satelliti aggiuntivi, ognuno dei qual aumenta la copertura di un sistema Orbi 970 esistente fino a 220 metri quadrati e dispone di una porta Ethernet da 10 Gigabit e due porte Ethernet da 2,5 Gigabit.

Il kit include un anno di Netgear Armor Powered by Bitdefender incorporato nel router che fornisce uno scudo automatico per i dispositivi connessi, e offre anche Netgear Smart Parental Controls per gestire facilmente il tempo online dei bambini su tutti i loro dispositivi connessi e promuovere buone abitudini online per la famiglia.

La serie Netgear Orbi 970 è disponibile in pre-ordine sullo store ufficiale Netgear, ma non aspettatevi prezzi bassi.

Il kit da 3 RBE973S (bianco) / RBE973SB (nero), composto da router e 2 satelliti, ha un costo di 2399,99 €, mentre il kit da 2 RBE972S (bianco) / RBE972SB (nero) ha un costo di 1699,99 €.

E a chi non dovesse bastare, Netgear offre un satellite aggiuntivo RBE970 (bianco) / RBE970B (nero) al costo di 899,99 €.

L'articolo Netgear Orbi 970 massimizza il potenziale del Wi-Fi 7, ma occhio al prezzo sembra essere il primo su Smartworld.

Amazon lancia il 70% di sconto sugli SMARTPHONE solo oggi

Tecnoandroid - Mon, 02/26/2024 - 14:00

Come si può notare dalle offerte qui in basso, Amazon sta facendo il tutto per tutto. L’obiettivo è quello di battere i grandi magazzini che con i loro volantini hanno mostrato offerte clamorose, ma ora il colosso e-commerce è riuscito a mettersi in posizione di vantaggio.

Per avere tutte le offerte indiretta, serve entrare nei nostri tre canali Telegram ufficiali. Questi si occuperanno tutti i giorni di scansionare Amazon e di trovare le migliori opportunità, includendole nella chat destinata agli utenti. In questo modo, anche coloro che non hanno tempo di dare un’occhiata ad Amazon tramite smartphone o tramite computer ogni giorno, potranno avere un resoconto quotidiano delle migliori offerte. Ecco i link diretti:

Amazon lancia degli sconti eccezionali: ecco la lista completa

Le migliori opportunità di Amazon sono proprio nell’elenco qui in basso, con tanto di link diretto verso la pagina di acquisto. Ricordiamo che tutte le offerte hanno due anni di garanzia e soprattutto una spedizione rapida. Ecco la lista:

  • Apple Watch Ultra 2 GPS + Cellular 49mm Smartwatch con robusta cassa in titanio e Alpine Loop oliva – Medium. Fitness tracker, GPS di precisione, tasto Azione, batteria a lunghissima durata, PREZZO: 799,00€, LINK
  • Pxwaxpy Power Bank 10800mAh, Sottile & Compatto Caricabatterie Portatile con LED Digitale Display, USB C 3A Carica Rapida Batteria Esterna Powrbank con Torcia per iPhone 15/14/13 Pro Samsung Huawei, PREZZO: 11,97€, LINK 
  • Trust Gaming GXT 109 Felox Mouse Gaming con 6 Pulsanti Programmabili, Illuminazione LED Multicolore, Software Incluso, 200-6400 DPI, Mouse con Filo USB 150 cm per PC, Portatile, Computer – Nero, PREZZO: 9,99€, LINK 
  • Logitech Zone Vibe 100 Cuffie Wireless Over-Ear Leggere con Microfono con Eliminazione del Rumore, Auricolare Bluetooth Multipoint, Compatibile con Teams, Google Meet, Zoom, Mac/PC – Bianco, PREZZO: 66,99€, LINK 
  • Samsung Monitor Gaming Odyssey G6 (S32BG652), Curvo (1000R), 32”, 2560×1440 (WQHD), Piattaforma Smart TV, HDR600, VA, 240Hz, 1ms (GtG), Freesync Premium Pro, HDMI, USB, DP, Casse, HAS, Pivot, PREZZO: 366,38€, LINK 

L'articolo Amazon lancia il 70% di sconto sugli SMARTPHONE solo oggi proviene da TecnoAndroid.

Pages