Tecnoandroid

Condividi su:

Condividi su:



MANUALINUX


Subscribe to Tecnoandroid feed
Il sito e il forum più completo in Italia su Android. News, guide, approfondimenti, app e giochi per Android e una grande community italiana.
Updated: 3 min 26 sec ago

Scoperto un buco nero che la massa di tre miliardi di Soli, non ne esiste un altro così

Tue, 06/21/2022 - 11:00

Scoperto un buco nero che la massa di tre miliardi di Soli, non ne esiste un altro così Tecnoandroid

Un buco nero che ingloba una massa equivalente a una Terra ogni secondo è stato individuato dagli astronomi. Questo è il buco nero più grande mai scoperto degli ultimi 9 miliardi di anni. La scoperta è stata recentemente effettuata da un team internazionale guidato da astronomi dell’Australian National University (ANU).

Il buco nero assorbe 7.000 volte in più tutta la luce della nostra galassia, questa caratteristica lo ha reso visibile agli astronomi Christopher Onken e il coautore Christian Wolf, che ha guidato il team.

Entrambi gli astronomi lo hanno descritto come un “ago molto grande e inaspettato nel pagliaio”.

Secondo Onken, gli astronomi hanno cercato oggetti come questo per più di 50 anni, periodo in cui è rimasto inosservato sotto gli occhi di tutti.

Ciò che ha incuriosito i ricercatori è che il buco nero ha la massa di tre miliardi di soli, mentre altri di dimensioni comparabili hanno smesso di crescere così rapidamente miliardi di anni fa.

Il più grande dell’universo

Ora vogliamo sapere perché questo è diverso: è successo qualcosa di catastrofico? Forse due grandi galassie si sono schiantate l’una contro l’altra, incanalando un sacco di materiale per alimentarlo“, ha detto Onken.

Secondo il co-autore Christian Wolf, assistente professore presso l’ANU, è così anomalo che non crede che ne verrà trovato un altro come questo.

Il buco nero è facilmente visibile a chiunque abbia un buon telescopio in un cortile molto buio poiché ha una magnitudine visiva di 14,5. La magnitudine visiva è la misura per scoprire quanto luminoso appare un oggetto nello spazio a un osservatore sulla Terra.

È 500 volte più grande del buco nero nella nostra stessa Galassia“, ha detto il coautore e ricercatore del PhD ANU Samuel Lai.

Scoperto un buco nero che la massa di tre miliardi di Soli, non ne esiste un altro così Tecnoandroid

TIM offre Netflix a tutti i clienti: questa la promozione per l’estate

Tue, 06/21/2022 - 10:55

TIM offre Netflix a tutti i clienti: questa la promozione per l’estate Tecnoandroid

TIM guarda con estremo interesse anche al settore della streaming tv. Nel corso di queste settimane gli abbonati del gestore italiano non solo avranno accesso ad alcune interessanti promozioni per la telefonia fissa e mobile ma potranno anche attivare un piano di visione per TIMvision. 

 

TIM, la ricca offerta con Netflix nel mese di maggio

I clienti che scelgono il servizio di TIMvision avranno accesso ad una serie di importanti extra. Gli abbonati in primo luogo, in prospettiva per il ritorno della Serie A nel mese di agosto, avranno la possibilità di attivare un piano di visione a DAZN, incluso nel prezzo.

I clienti che decidono di attivare un piano per TIMvision avranno inoltre anche la possibilità di accedere a tutte le partire della prossima edizione della Champions League. Insieme all’accordo con DAZN, il gestore italiano ha messo in campo anche una partnership con Mediaset e con il suo servizio Mediaset Infinity+. 

I clienti che optano per TIMvision, con inclusi i ticket di DAZN e di Mediaset Infiniy si troveranno a pagare una quota mensile dal valore di 29,99 euro ogni trenta giorni. Gli abbonati che scelgono questa tariffa avranno altresì la piattaforma TIMvision Box completamente a costo zero.

La sorpresa ulteriore per gli abbonati di TIM in queste ultime settimane è quella di Netflix. I clienti infatti sempre nel pacchetto di TIMvision dal costo unico di 29,99 euro, potranno anche accedere a tutta la galleria di Netflix con la presenza di film e serie tv in esclusiva tra produzioni nazionali ed internazionali.

TIM offre Netflix a tutti i clienti: questa la promozione per l’estate Tecnoandroid

Crisi degli approvvigionamenti: è un’opportunità per l’Europa?

Tue, 06/21/2022 - 10:50

Crisi degli approvvigionamenti: è un’opportunità per l’Europa? Tecnoandroid

La crisi degli approvvigionamenti è il pericolo principale venuto subito dopo la crisi pandemica e pare che interessi più settori di quanto si pensi. Un tempo, determinate cose venivano alla luce solamente grazie ai giornali che mostravano gli scaffali vuoti dei supermercati, oggi invece, col web, tutto è messo in luce. Parliamo di una situazione destinata ad essere duratura, poiché l’abbondanza durerà.

Sicuramente c’è qualcosa di positivo, poiché si carpisce che gli sprechi o le pressioni sui prezzi sono qualcosa di superato e la qualità torna ad essere valorizzata. Di conseguenza, non c’è una grande abbondanza di prodotti scadenti da acquistare.

Anche per l’ambiente, quindi, questa crisi è positiva. Tuttavia, la vita di tutti i giorni diventerà più impegnativa e la brutta notizia non è solo per l’Italia, anzi. I Paesi in stato di crisi prolungato, però, riescono a gestire la situazione in maniera più flessibile rispetto a noi.

 

 

Crisi degli approvvigionamenti: quali settori verranno colpiti di più e cosa accadrà

Per varie ragioni, la crisi degli approvvigionamenti sarà difficile per tutti i settori a lungo termine, tra merci che rischiano di non essere consegnate o neanche prodotte. In più, anche i trasporti saranno un problema, per via del caos che si è creato sui porti dopo le chiusure dovute alla pandemia.

Di fatti, è già da tempo che ci sono meno navi per via della conversione dal petrolio pesante a quello leggero, sulle strade europee mancano tantissimi camionisti ucraini e la linea ferroviaria dalla Cina è in pericolo perché passa vicino all’Ucraina e attraverso la Bielorussia.

Anche la produzione non scherza: stallo ovunque. Fabbriche di chip in crisi che non riescono ad approvvigionarsi le materie prime, dove in tutto il mondo scarseggia la presenza di acciaio e rame. L’Ucraina, nonostante la guerra, si sta mostrando il principale fornitore di beni prima d’ora nascosto: ora è il più importante produttore di gas neon, miele, grano, senape e olio di girasole.

Può essere vista come un’opportunità questa situazione? L’Europa può sfruttare la crisi incominciano a riflettere sui propri valori e producendo alta qualità a prezzi giusti. Al contempo, l’industria deve stare attenta a tutto ciò, la quale deve obbligatoriamente lavorare per ottimizzare i costi e non aumentarli troppo. In questo modo, si rinuncerebbe all’abbondanza e potremmo trarre il meglio da questo periodo buio.

Crisi degli approvvigionamenti: è un’opportunità per l’Europa? Tecnoandroid

Non si vedono più i canali RAI: ecco come risolvere questo fastidioso problema

Tue, 06/21/2022 - 10:45

Non si vedono più i canali RAI: ecco come risolvere questo fastidioso problema Tecnoandroid

Il passaggio a MPEG-4 ha causato non pochi problemi alla visione dei canali Rai, che in alcune zone sarebbero del tutto scomparsi, impedendo agli utenti di accedere ad alcune frequenze, in particolare i canali Rai 1, Rai 2 e Rai 3.

I problemi potrebbero essere di vario genere. Innanzitutto, bisognerebbe controllare se la tua TV o decoder è compatibile con il formato MPEG-4. Se è così, l’unico modo per aggirare questo problema è con una riorganizzazione (su molti dispositivi viene chiamata sintonizzazione automatica o manuale) dei canali e una nuova ricerca: il nostro consiglio è di sintonizzare manualmente il decoder o la TV.

Come risolvere il problema dei canali che scompaiono

Se la risposta è no, allora è normale vedere una schermata nera con la scritta “nessun segnale” quando si prova a connettersi alle frequenze di Rai 1, 2 o 3.

Anche in questo caso, però, le soluzioni non mancano. Innanzitutto, va segnalato che fino al 31 dicembre 2022 avrete ancora la possibilità di vedere i canali Rai (e anche le altre emittenti) nelle versioni MPEG-2: cambia solo la numerazione.

Con l’attivazione del nuovo standard, infatti, i canali con il formatoSD” sono stati spostati dopo la posizione 500, motivo per cui Rai 1 SD è presente alla numerazione 501, Rai 2 al 502 e Rai 3 al canale 503.

In casi come questi vi consigliamo di procedere con un manuale riordino della numerazione, andando quindi nelle impostazioni del vostro dispositivo/Smart TV cercando la voce “Sintonizzazione Automatica“.

In questo caso basterà seguire la procedura guidata a schermo per poter riorganizzare la lista dei canali presenti nella TV per far tornare al loro posto i canali 1, 2 e 3.

Non si vedono più i canali RAI: ecco come risolvere questo fastidioso problema Tecnoandroid

Bitcoin: mai scesa così tanto dal 2020, Etherum peggio

Tue, 06/21/2022 - 10:40

Bitcoin: mai scesa così tanto dal 2020, Etherum peggio Tecnoandroid

Cointelegraph Markets Pro e TradingView hanno ufficialmente confermato la perdita di Bitcoin dei 20.000 dollari per la prima volta da dicembre 2020, raggiungendo di fatto i minimi storici di 19.066 dollari. La situazione è alquanto tesa, soprattutto dopo i commenti della Federal Reserve degli Stati Uniti sulle future prospettive riguardo l’inflazione.

I mercati delle criptovalute, infatti, hanno subito un duro contraccolpo di un sell-off rimbalzato per via dei dati piuttosto preoccupanti sull’indice dei prezzi di consumo (CPI) della settimana passata. Di conseguenza, andando a perdere quella soglia che prima era fissa dei 20.000 dollari, Bitcoin è sceso al di sotto del minimo storico precedente.

 

Bitcoin: la grande disfatta della criptovaluta che scende insieme ad Ethereum

La seconda più grande criptovaluta al mondo aveva dribblato questo tipo di andamento, ma anche Ethereum, purtroppo, è in grande difficoltà, essendo che è andato al di sotto della soglia del 1.000 dollari per la prima volta da gennaio 2021.

Gli analisti hanno attribuito questa situazione ai problemi di liquidità del fondo di investimento Three Arrows Capital (noto come 3AC), oltre alle problematiche riguardanti il protocollo FinTech Celsius e al contesto macro-generale.

Zhu Su, il cofondatore di Three Arrows, ha affermato che l’azienda “sta comunicando con le parti interessate ed è pienamente impegnata a risolvere la questione”, senza però confermare problemi specifici a riguardo.

Lo scivolone di Bitcoin sotto i 20.000 dollari è successo durante il fine settimana, dove ci sono state moltissime contrattazioni e quando era noto a tutti che la scarsa liquidità di fondo stava ampiamente amplificando la volatilità della criptovaluta.

Bitcoin: mai scesa così tanto dal 2020, Etherum peggio Tecnoandroid

Vodafone: nuove offerte disponibili con pochi euro, ecco fino a 100GB

Tue, 06/21/2022 - 10:30

Vodafone: nuove offerte disponibili con pochi euro, ecco fino a 100GB Tecnoandroid

Per Vodafone la priorità durante questo periodo è quella di ricondurre verso casa i clienti, spingendoli dunque a rientrare. Le offerte proposte tramite contatto telefonico sono molto invitanti perché predispongono prezzi molto bassi ma soprattutto tanti contenuti. Più in particolare le promozioni in questione sono quattro.

 

Vodafone: le quattro offerte migliori che permetteranno a tutti di rientrare

Special Minuti 50 Giga

  • minuti illimitati verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali
  • 50 giga di traffico dati in rete 4G per la navigazione sul web
  • Prezzo mensile di 9,99 euro al mese con credito residuo o Smart Pay
  • Destinata agli utenti provenienti da Tim, Tiscali, Coop ESP, Coop Italia Full, Spusu, Digi Mobile

 Special 50 Digital Edition

  • minuti illimitati verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali
  • SMS senza limiti verso tutti i numeri nazionali
  • 50 giga di traffico dati in rete 4G per la navigazione sul web
  • Prezzo mensile di 9,99 euro al mese con credito residuo o Smart Pay
  • Destinata agli utenti provenienti da Kena, BT ENIA Mobile, Bladna mobile

 Special Giga con 70GB prova Vodafone

  • minuti illimitati verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali
  • 1000 SMS verso tutti i numeri nazionali
  • 50 giga di traffico dati in rete 4G per la navigazione sul web
  • Prezzo mensile 5,99 euro e dal secondo rinnovo 7,99 euro al mese con credito residuo o Smart Pay
  • Destinata agli utenti provenienti da Iliad, Lyca e vari MVNO

Special 100 Digital Edition prova Vodafone

  • minuti illimitati verso tutti i numeri fissi e mobili nazional
  • SMS senza limiti verso tutti i numeri nazionali
  • 100 giga di traffico dati in rete 4G per la navigazione sul web
  • Prezzo mensile 5 euro e dal secondo rinnovo 9,99 euro al mese
  • Happy Black incluso senza alcun costo aggiuntivo
  • Destinata agli utenti provenienti da Iliad, MVNOs, Coop, Coop Italia Full, Tiscali

Vodafone: nuove offerte disponibili con pochi euro, ecco fino a 100GB Tecnoandroid

Telegram Premium sbarca ufficialmente in Italia: ecco le novità

Tue, 06/21/2022 - 10:25

Telegram Premium sbarca ufficialmente in Italia: ecco le novità Tecnoandroid

 

Assieme a WhatsApp, Telegram è una delle applicazioni di messaggistica istantanea più apprezzate in tutto il mondo. Da qualche tempo, era emerso in rete che sarebbe arrivata una nuova versione a pagamento con tante novità offerte. Ora, l’azienda ha finalmente annunciato Telegram Premium anche nel nostro paese.

 

 

Telegram Premium è ufficiale anche in Italia: ecco tutte le novità

Ora è ufficiale. Telegram Premium è arrivato ufficialmente anche in Italia. Lo ha annunciato da poco l’azienda tramite un comunicato. Si quest’ultimo, in particolare, viene così riportato: “Oggi presentiamo Telegram Premium, un abbonamento che permette di sostenere lo sviluppo continuo di Telegram e di accedere a esclusive funzioni aggiuntive. Il team di iscrizione a pagamento consentirà al team di offrire tutte le funzioni più onerose in termini di risorse richieste nel corso degli anni dagli utenti, mantenendo l’accesso gratuito all’app di messaggistica più potente del pianeta”.

Questa nuova versione a pagamento permetterà dunque a tutti gli abbonati di usufruire di alcune funzionalità del tutto esclusive. Ve le riassumiamo qui di seguito.

Caricamenti da 4 GB: ogni utente con Telegram Premium potrà inviare file da 4 GB. Questi file possono scaricare questi documenti di grandi dimensioni, indipendentemente dal fatto che siano abbonati o meno.

Download più veloci: gli utenti abbonati a Premium possono scaricare file e contenuti multimediali alla massima velocità possibile.

Limiti raddoppiati: con Telegram Premium si riducono le restrizioni all’interno dell’app. Si potrà infatti seguire fino a 1000 canali, creare fino a 20 cartelle chat con un massimo di 200 chat ciascuna, aggiungere un quarto account a qualsiasi app Telegram, fissare 10 chat nella lista principale e salvare fino a 10 sticker preferiti. Si potrà inoltre scrivere una bio più lunga e includervi un link, o ancora aggiungere più caratteri alle didascalie dei media. Gli abbonati a Premium potranno inoltre impostare 400 GIF preferite e riservare fino a 20 link pubblici t.me.

Da voce a testo: i messaggi vocali possono essere convertiti in testo..

Sticker unici: decine di sticker supportano animazioni a schermo intero, e sono esclusive per gli utenti abbonati a Premium al fine di aggiungere ulteriori emozioni ed effetti espressivi visibili a tutti gli utenti. Questa collezione di sticker Premium sarà aggiornata mensilmente dagli artisti di Telegram.

Reazioni uniche: gli utenti abbonati a Premium dispongono di più modi di reagire ai messaggi, con oltre 10 nuove emoji.

Gestione della chat con nuovi strumenti per organizzare la lista chat. Ci sarà ad esempio la possibilità di cambiare la cartella chat predefinita, in modo che l’app si apra sempre su una cartella personalizzata o, ad esempio, Non letti invece di Tutte le chat. Inoltre, gli utenti abbonati a Premium possono attivare un’opzione nelle impostazioni di Privacy e sicurezza per archiviare e silenziare automaticamente le nuove chat in modo da facilitare l’organizzazione delle liste chat più affollate.

Foto profilo animate: I video del profilo degli utenti premium saranno animati per tutti in tutta l’app, anche all’interno delle chat e nella lista chat.

Badge Premium: tutti gli utenti abbonati a premium ricevono un badge speciale che appare accanto al loro nome nella lista chat, nei titoli delle chat e nelle liste dei membri nei gruppi, per mostrare il loro contributo nel supportare Telegram e l’appartenenza al club che riceve per primo le nuove funzioni.

Icone app Premium: sono disponibili nuove icone che gli utenti premium possono aggiungere alla schermata home, per creare nuovi abbinamenti con la loro personalità o con il loro sfondo. Si potrà inoltre scegliere tra una stella premium, un cielo notturno o un aereo col turbo.

Nessuna inserzione: in alcuni Paesi, i messaggi sponsorizzati vengono mostrati nei canali pubblici uno-a-molti di grandi dimensioni. Queste pubblicità minimaliste e attente alla privacy aiutano a sostenere i costi operativi di Telegram, ma non appariranno più per gli abbonati a Telegram Premium.

Telegram Premium avrà un costo di 5,99 euro al mese. Per il momento è disponibile sui dispositivi con a bordo IOS, ma in seguito arriverà ufficialmente anche sui dispositivi con a bordo Android.

Telegram Premium sbarca ufficialmente in Italia: ecco le novità Tecnoandroid

Sky e DAZN, sospiro di sollievo dopo la chiusura di 40 canali Telegram IPTV

Tue, 06/21/2022 - 10:20

Sky e DAZN, sospiro di sollievo dopo la chiusura di 40 canali Telegram IPTV Tecnoandroid

Continuare ad utilizzare situazioni e soluzioni che non fanno altro che portare alto il nome dell’illegalità, può comportare problemi gravi. Questo è l’esempio di quello che sta accadendo con la pirateria, la quale sta arrecando problematiche non di poco conto.

“Si tratta di un vero e proprio Internet Service Provider (ISP) i cui server consentivano di far funzionare diverse IPTV illegali”.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

Pirateria: Sky può tirare un sospiro di sollievo dopo le ultime indagini della Guardia di Finanza

Anche questa volta la pirateria dovrà fare dietrofront. La Guardia di Finanza ha scoperto 500 risorse web ma soprattutto 40 canali Telegram con oltre 20.000 persone. Tutto è stato prontamente chiuso e ora saranno tutti identificati per pagare una sanzione da circa 1000 € cadauno.

Questo il commento da parte di Sky dopo l’operazione:

La Guardia di Finanza ha il pieno sostegno di Sky nella sua attività di contrasto alla pirateria audiovisiva e accogliamo con favore l’operazione di oggi, l’ultima di una serie di azioni sempre più efficaci volte a porre fine a questo fenomeno illegale. La pirateria audiovisiva non solo finanzia la criminalità organizzata e colpisce negativamente le industrie creative, ma comporta anche rischi reali per gli utenti finali.

Sky e DAZN, sospiro di sollievo dopo la chiusura di 40 canali Telegram IPTV Tecnoandroid

Postepay rubate con un messaggio: conti svuotati in pochi secondi

Tue, 06/21/2022 - 10:15

Postepay rubate con un messaggio: conti svuotati in pochi secondi Tecnoandroid

Possedere una carta oggi è obbligatorio soprattutto per le esigenze di ognuno di noi quando si tratta di completare dei pagamenti. Si tratta del modo più rapido in assoluto, anche se molto spesso può diventare pericoloso visto che i truffatori ne sanno una più del diavolo.

Secondo quanto riportato sarebbe tornata una truffa tramite un messaggio di posta elettronica molto convincente. Postepay sarebbe la carta presa di mira, la quale purtroppo sarebbe vittima della sua grande fama e diffusione sul territorio italiano che tutti ormai vedono con i propri occhi.

 

Postepay: adesso si rischia davvero grosso con questo messaggio che sembra essere davvero reale

Gentile Cliente, il presente avviso di pubblicazione delle fatture Le è stato inoltrato, da Postel S.p.A., in relazione ai servizi a lei erogati e/o ai prodotti che ha acquistato da Poste Italiane S.p.A.Fattura N. 6823583527 del 12/03/2022In base alla normativa vigente, riceverà la fattura originale nelle modalità e nel formato XML previsti dalle autorità competenti attraverso il Sistema Di Interscambio (SDI).L’originale della fattura sarà depositato dallo SDI nell’area fiscale a Lei dedicata.In caso di mancato recapito della fattura in originale da parte dello SDI, sarà possibile visualizzare e scaricare una copia della fattura utilizzando il file allegato alla presente, trasmessa con mittente ContabilitaClientiGruppoPosteItaliane, per conto di Poste Italiane S.p.A.,oppure accedendo alla pagina web protetta con accesso sicuro (in tecnologia SSL) raggiungibile tramite l’indirizzo:LINK

Per una corretta visualizzazione dei documenti elettronici, Le consigliamo di utilizzare Adobe Reader versione 7.0.8 o superiore.Cordiali salutiPostel S.p.A.Gruppo Poste Italiane

Postepay rubate con un messaggio: conti svuotati in pochi secondi Tecnoandroid

Green Pass, lo stop è definitivo: cade anche l’ultimo vincolo Covid

Tue, 06/21/2022 - 10:10

Green Pass, lo stop è definitivo: cade anche l’ultimo vincolo Covid Tecnoandroid

La stagione del Green Pass in Italia sembra essere, almeno per ora, conclusa. Nonostante l’Unione Europea abbia prorogato l’uso e l’efficacia della certificazione anti Covid per ulteriori dodici mesi, in tutti gli Stati membri l’utilizzo del documento è oramai ridotto ai minimi termini.

 

Green pass, la roadmap per il definitivo addio della certificazione

In Italia la timeline sullo stop del Green pass si è concentrata sulla data del 1 maggio. Proprio a partire da questa data, infatti, la certificazione di avvenuta vaccinazione o di guarigione non è più necessaria per accedere ai luoghi al chiuso come bar, ristoranti e luoghi di svago. Stesso discorso anche quello inerente ai luoghi di lavoro.

Nel mese di maggio è stato quindi confermato un percorso già intrapreso ad inizio primavera ed in particolare ad aprile. Da Pasqua, infatti, il Green pass non è stato più richiesto per l’accesso ai luoghi all’aperto tra bar, ristoranti ed altro genere di attività commerciale.

L’ultimo baluardo per il Green pass è caduto invece nel mese di giugno. I cittadini europei ora potranno contare anche su una mobilità più aperta. Per i viaggi all’interno dell’area Schengen non sarà più necessario esibire la certificazione Covid all’ingresso dei diversi Stati. Unico limite ancora in vigore è quello verso gli Stati che ancora prevedono restrizioni ai confini a causa della pandemia.

Se la certificazione è stata archiviata, continuano però le operazioni per la vaccinazione, a partire dalla quarta dose. La nuova immunizzazione, anche in base alla tutt’ora favorevole evoluzione clinica della pandemia, è però vincolata ai soli fragili ed ai cittadini anziani.

Green Pass, lo stop è definitivo: cade anche l’ultimo vincolo Covid Tecnoandroid

PayPal: nuove truffa in giro con un messaggio, così scompaiono i soldi

Tue, 06/21/2022 - 10:05

PayPal: nuove truffa in giro con un messaggio, così scompaiono i soldi Tecnoandroid

Quando si parla di PayPal, la prima cosa che viene in mente è la sicurezza. Proprio quest’ultima potrebbe essere bypassata dai truffatori che avrebbero inventato un messaggio che sembrerebbe essere una comunicazione diretta proprio da parte del colosso dei pagamenti. In basso potete trovare tutte le notizie necessarie.

 

PayPal fronteggia la nuova truffa che arriva mediante un messaggio elaborato alla perfezione dai truffatori

Quello qui in basso scritto in corsivo è il nuovo messaggio phishing che purtroppo sta mettendo in difficoltà migliaia di utenti PayPal. In molti credono di dover dare seguito a quello che indica il testo, ma in realtà bisogna solo ignorarlo per non incappare in problematiche enormi.

Il team di sicurezza di PayPal ha notato attività insolite relative al tuo conto PayPal. Questa attività è associata al deposito su bet365.com utilizzando il tuo conto PayPal.

Per ulteriori indagini, il team di sicurezza di PayPal ha dovuto sospendere la tua richiesta per la transazione ed estendere il pagamento con un ritardo di 48 ore.

Se eri il proprietario di questa richiesta di pagamento, non fare nulla e ignora questo messaggio.

PayPal autorizzerà automaticamente la transazione dopo 48 ore, quindi non dovresti preoccuparti.

In caso contrario, se non hai effettuato questo trasferimento, segui i passaggi seguenti per annullare la transazione e richiedere immediatamente il rimborso.

PayPal ti richiederà di verificare la tua identità per garantire che tu abbia bisogno del rimborso del denaro e non di qualcun altro.

Si prega di completare la richiesta di rimborso facendo clic sul collegamento sottostante.

Accedi al tuo conto PayPal

PayPal: nuove truffa in giro con un messaggio, così scompaiono i soldi Tecnoandroid

Se vai in questa località turistica rischi una multa assurda: ecco le regole da seguire

Tue, 06/21/2022 - 10:00

Se vai in questa località turistica rischi una multa assurda: ecco le regole da seguire Tecnoandroid

Con la sua strada scavata nella roccia, le curve e le discese a strapiombo verso il mare, la Costiera Amalfitana è diventata una destinazione iconica per i viaggi.

Un po’ troppo iconica, forse, perché in questi giorni è diventata virale per il suo traffico e le multe. Negli ultimi anni infatti i turisti sono raddoppiati, cosi come le persone che tentano di parcheggiare in aree già sovraffollate.

Il numero crescente di veicoli di grandi dimensioni, compresi i furgoni passeggeri pieni di turisti sulla strada (che a volte è a corsia singola con stretti tornanti) sta aggravando la situazione.
Ma le cose potrebbero migliorare con le nuove regole introdotte mercoledì che dovrebbero dimezzare il traffico turistico sulla strada.

È stato lanciato un sistema di targa alternative, il che significa che le auto possono accedere al famoso tratto tra Vietri sul Mare e Positano solo a giorni alterni, durante le ore di punta in alta stagione.

Solo i veicoli con targa che termina con un numero dispari possono utilizzare la strada in date dispari, mentre quelli con targa che termina con un numero pari possono guidarla in date pari.
Queste regole si applicano dalle 10:00 alle 18:00. per tutto il mese di agosto, più i fine settimana dal 15 giugno al 30 settembre. Sono incluse anche la Settimana Santa intorno a Pasqua e le date dal 24 aprile al 2 maggio. Per chi non rispetta queste regole, sono previste multe molto salate.

Attenzione a queste regole

Sono esenti i residenti dei 13 comuni lungo la costa, i mezzi di trasporto pubblico, i taxi e le auto NCC, noleggiati con conducente. Le auto a noleggio regolari, tuttavia, sono incluse nel divieto.

Le regole imposte dall’Anas, vietano interamente anche i veicoli oltre i 10,36 metri e le roulotte e i veicoli con rimorchio dalle 6:30 a mezzanotte, tutto l’anno. I veicoli lunghi più di 6 metri  e larghi 2,1 metri possono utilizzare la strada solo entro determinate ore e sono vietati nelle date di punta.

A far rispettare le norme sarà la Polizia Locale, con facoltà di sanzionare eventuali infrazioni. Non si sa ancora quanto ammonteranno le multe. L’ordinanza doveva inizialmente entrare in vigore nell’aprile 2020, ma le obiezioni presentate localmente, così come la pandemia, hanno rallentato il processo.

Se vai in questa località turistica rischi una multa assurda: ecco le regole da seguire Tecnoandroid

Gettone telefonico: non sottovalutarne il valore, questo ti renderà ricco!

Tue, 06/21/2022 - 09:55

Gettone telefonico: non sottovalutarne il valore, questo ti renderà ricco! Tecnoandroid

Stai rovistando nelle vecchie borse, hai appena messo una mano in quella tasca chiusa che non aprivi da secoli, percepisci un oggetto rotondo e piatto e in un attimo ti sembra di rivivere gli anni della tua giovinezza. Molto spesso questo tesoro tascabile ti permette di guadagnare cifre da capogiro, di cosa stiamo parlando? Ovviamente del Gettone telefonico!

Gettone telefonico: quali sono i più quotati ad oggi?

Il gettone STIPEL del 1927, il primo coniato in assoluto, è un autentico cimelio della numismatica italiana. Su eBay, tenuto in ottime condizioni, raggiunge i 990 euro. Qualora però lo stato di conservazione non fosse eccezionale, la sua valutazione oscillerà tra i 60 e i 100 euro. Nel caso dell’esemplare privo dell’ultimo punto dopo la L di STIPEL, il suo costo arriva a 170 euro.

Il gettone nichelato dell’officina TIMO (Telefoni Italia Media Orientale) di Bologna, coniato nel 1928, è estremamente raro. Il suo valore muta dai 100 ai 200 euro, ma su eBay, con la patina originale, è venduto a 1.300 euro.

Il gettone telefonico TELVE (Società Telefonica delle Venezie), coniato in zinco nel 1932, supera i 250 euro di valore.

Il gettone delle officine SET (Società Esercizi Telefonici) di Napoli del 1934 ha la particolarità del dritto e rovescio identici. L’esemplare più comune, quello del primo periodo di conio senza il punto finale nel logo (“S.E.T”), arriva anche a 70 euro di valore, mentre quello con il punto finale (“S.E.T.”) può di gran lunga andare oltre i 150 euro.

Infine c’è il gettone in alluminio coniato dalla TETI (Società Telefonica Tirrena) di Roma nel 1935. Il suo valore si aggira tra i 20 e i 30 euro, ma in alcuni casi raggiunge i 200 euro.

Gettone telefonico: non sottovalutarne il valore, questo ti renderà ricco! Tecnoandroid

Maxi ritiro alimentare: fate attenzione, è comparso un batterio pericolosissimo

Tue, 06/21/2022 - 09:50

Maxi ritiro alimentare: fate attenzione, è comparso un batterio pericolosissimo Tecnoandroid

Volgendo lo sguardo verso il passato, noteremo che gli alimenti sottratti al mercato a partire dall’inizio dell’anno non sono affatto pochi. Ma non è ancora finita: giunti al sesto mese del 2022 siamo, come si suol dire a Roma, “da capo a dodici”. Ovvero, nonostante l’illusione della fine dei ritiri, ecco che ogni nostra certezza viene distrutta dall’ennesimo maxi ritiro alimentare del Ministero della salute.

Maxi ritiro alimentare: i nuovi prodotti coinvolti nella bufera

I prodotti sottoposti a maxi ritiro alimentare per via del Bacillus cereus e della salmonella sono:

  • medaglioni di tofu con spinaci a marchio Natur Aktiv Bio Natura di Aldi per la “presenza di Bacillus cereus”. Peso 320 grammi, lotti numero 21170 con scadenza 14/01/2023, 21166 con scadenza 18/01/2023, 21079 con scadenza 15/04/2023 e 22292 con scadenza 14/09/2023.
  • Rice Cakes – Gallette di riso al cioccolato fondente (cod. KLP1192) confezione da 70 gr. Tutti i lotti prodotti prima del 29/04/2022. Causa salmonella.
  • Rice Cakes – Gallette di riso al cioccolato al latte (cod. KLP1166) confezione da 70 gr. Tutti i lotti prodotti prima del 29/04/2022
  • Biscotti con gocce di cioccolato Elite (cod. KLP1128). Tutti i lotti prodotti prima del 29/04/2022 con relative date di scadenza, confezione da 180 gr.
  • Vongole, della Pialassa della Baiona (area naturale protetta situata nel territorio del Comune di Ravenna). L’Unità operativa di Igiene degli alimenti di origine animale ha bloccato le attività di raccolta dei molluschi presenti nella zona.
  • Pollo, marchio Carrefour, con sigla ‘Pollo allevato a terra origine Italia alette di pollo FQU’, il numero 0051000478, prodotto da C.A.F.A.R. e scadenza 10-02-2022.

È bene che voi sappiate anche che le malattie a trasmissione alimentare si distinguono di base in 3 tipi principali:

  • Infezioni, dovute all’ingestione di alimenti con parassiti, virus o batteri vivi;
  • Intossicazioni, alimenti in cui ci sono tossine già formate da batteri (vivi oppure no);
  • Tossinfezioni, quando si ingeriscono batteri vivi che si moltiplicano all’interno dell’organismo producendo tossine e scorie.

Maxi ritiro alimentare: fate attenzione, è comparso un batterio pericolosissimo Tecnoandroid

Carrefour, Conad e Tuodì: dite definitivamente addio a questi supermercati

Tue, 06/21/2022 - 09:45

Carrefour, Conad e Tuodì: dite definitivamente addio a questi supermercati Tecnoandroid

Prima o poi tocca a tutti, stavolta è il turno di Carrefour, Conad e Tuodì: i famosi supermercati sono arrivati ad un punto di non ritorno. Le ultime due catene hanno portato non pochi problemi ai lavoratori per via delle chiusure di diversi punti vendita, mentre Carrefour ha deciso di rivoluzionare ogni piano.

Carrefour, Conad e Tuodì: catene vicine alla chiusura, ecco dove

Partiamo da Tuodì. Il supermercato ha deciso di chiudere ben due punti vendita nel Lazio provocando la disoccupazione di 12 lavoratori e di altri 49 a rischio. Sul web si parla di “procedure di licenziamento collettivo formalizzate in data 28 marzo dalle società Pifo srl per i punti vendita di piazza Pio XI numero 20 e via Fonteiana 59/73 per un totale di 25 lavoratori. Ed inoltre dalla società Cala srl per un totale di 24 lavoratori che operavano nei punti vendita di Via Casalina e via Montecompatri”. 

Carrefour ha invece comunicato le sue decisioni (ovvero di chiudere il punto vendita presso Le Sorgenti a Frosinone) personalmente: “Giovani e Ambiziosi, ci piace definirci così. […] L’esperienza di questi primi 14 anni ha fatto il resto: ci ha insegnato che sono i dettagli a fare la differenza, che è la qualità dei nostri prodotti a renderci riconoscibili e che fare acquisti nei nostri supermercati deve essere per i nostri clienti un piacere. Ecco perché dagli arredi alla disposizione, dall’ampia selezione di prodotti freschi e non sino alle eccellenze più ricercate, estetica e tecnologia sono stati, negli anni, il fulcro della nostra continua ricerca, crescita e innovazione”.

Infine vediamo il Conad. Anche questo chiude ma in un solo comune italiano chiamato Cognento, nonché frazione della città di Modena. Al suo posto sbarcherà un outlet meno noto di nome Intima Moda, nato nel 1972 da un minuscolo laboratorio ma comunque conosciuto in tutta Italia. 

Carrefour, Conad e Tuodì: dite definitivamente addio a questi supermercati Tecnoandroid

Spot Netflix: Sara Fregosi e il video “scandaloso”, quando la morale va oltre tutto

Tue, 06/21/2022 - 09:40

Spot Netflix: Sara Fregosi e il video “scandaloso”, quando la morale va oltre tutto Tecnoandroid

Sui social, così come sulle piattaforme streaming Netflix, è fondamentale fare attenzione a ciò che si dice: una parola spesso può essere mal interpretata passando così da una frase non particolarmente pensata, ad una vera “questione di stato”, soprattutto se si trattano temi come il Pride e i diritti LGBT. Ne è la prova quanto accaduto nell’ultimo spot Netflix condiviso su TikTok in occasione del mese del Pride: la piattaforma avrebbe visto omofobia anche dove non c’era.

Spot Netflix: omofobia o esagerazione? Parla la protagonista

Il video spot Netflix condiviso sul profilo del servizio di streaming ha subito suscitato una valanga di dissensi: al centro c’è Sara Fregosi, la quale lascia intendere di essersi sentita discriminata di fronte alla domanda della ginecologa: “Hai rapporti sessuali protetti?”.

La ragazza racconta: «Un anno fa sono andata per la prima volta in vita mia dal ginecologo, stavo letteralmente morendo dall’ansia. Dopo avermi visitata, però, mi ha posto la fatidica domanda: “Hai rapporti sessuali protetti?”. Chiaramente intendeva rapporti sessuali con uomini. In quel momento mi sono sentita terribilmente a disagio, perché avevo questo pensiero costante: ma perché bisogna dare per scontato che una ragazza abbia rapporti sessuali con uomini? Non conosco nessuno che sia andato da una ginecologa che includesse anche altri tipi di rapporti sessuali, oltre quelli eterosessuali

In quel momento, così come tante altre volte, ho dovuto fare uno dei miei tanti coming out giornalieri. Ed è una situazione spesso non facile perché non saprai mai come reagirà la persona che hai di fronte. Sarà infastidita? Farà qualche battuta squallida? Inizierà a trattarmi male? Oppure farà finta di niente? Quindi, quando la ginecologa mi ha posto quella domanda, ho pensato anche di mentirle. Ho pensato che la strada del far finta di niente sarebbe stata l’unica adatta.»

Spot Netflix: Sara Fregosi e il video “scandaloso”, quando la morale va oltre tutto Tecnoandroid

Coop e Ipercoop: le offerte sono assurde, gli smartphone quasi gratis

Tue, 06/21/2022 - 09:35

Coop e Ipercoop: le offerte sono assurde, gli smartphone quasi gratis Tecnoandroid

Coop e Ipercoop tornano a fare la voce grossa nel mercato della rivendita di elettronica, in questi giorni hanno lanciato la campagna promozionale più pazza delle ultime settimane, la perfetta soluzione che permette di accedere a prodotti economici, senza rinunciare alla qualità generale.

Il volantino è proprio questo, una soluzione che permette a tutti i consumatori che vorranno, di accedere ai vari punti vendita in Italia, senza distinzioni o vincoli particolari legati alle disponibilità territoriali. Spendere poco è possibile, data anche la presenza della rateizzazione senza interessi, richiedibile al superamento dei 199 euro di spesa, e tutte le più classiche condizioni di vendita: no brand con garanzia della durata di 24 mesi.

Ricordatevi del canale Telegram di TecnoAndroid, al suo interno si trovano codici sconto amazon e grandi sconti speciali.

 

Coop e Ipercoop: le offerte lasciano a bocca aperta

La nuova campagna promozionale di Coop e Ipercoop è una meraviglia assoluta, rappresenta la perfetta soluzione per gli utenti che vogliono accedere a pochi prodotti, ma comunque mantenendo elevata la qualità generale. Il modello più in voga dell’intera selezione, è senza ombra di dubbio l’ottimo Apple iPhone 13, oggi acquistabile con un esborso finale di soli 839 euro, più che adeguato per le prestazioni, se considerata la recentissima commercializzazione sul territorio, ed il suo essere nella variante da 128GB di memoria interna.

Gli amanti del sistema Android, e della fascia più bassa del mercato, potranno comunque pensare di fare affidamento su Realme C25Y o anche TCL 20Y, i cui prezzi non superano i 200 euro, mantenendo inalterate le condizioni di vendita.

Coop e Ipercoop: le offerte sono assurde, gli smartphone quasi gratis Tecnoandroid

Postepay, continua per pochi giorni il cashback: rimborsi in arrivo per tutti

Tue, 06/21/2022 - 09:30

Postepay, continua per pochi giorni il cashback: rimborsi in arrivo per tutti Tecnoandroid

Ci sono ancora occasioni di risparmio per i clienti che hanno una Postepay a loro disposizione. Solo coloro che hanno una carta di Poste Italiane, infatti, avranno la possibilità di partecipare ad un programma di rimborsi esclusivo anche in queste prime settimane di estate.

 

Postepay, sino a fine maggio per potere partecipare al cashback

Il cashback di Postepay da molti mesi oramai ha sostituito il programma di Stato dei rimborsi per i pagamenti virtuali, eliminato lo scorso 2021. Gli italiani che hanno la carta di credito ricaricabile riceveranno un 1 euro di rimborso direttamente sulla carta per ogni acquisto o transazione dal valore uguale o superiore ai 10 euro. Quotidianamente gli utenti avranno la possibilità di accumulare sino a 10 euro in valore di rimborsi.

Per partecipare all’iniziativa gli utenti dovranno premurarsi di scaricare l’apposita app di Postepay su Google Play Store di casa Android o su App Store di Apple. Al tempo stesso, gli utenti dovranno anche impegnarsi ad utilizzare il codice QR disponibile sull’app per i pagamenti. Il codice dovrà essere esibito ogni volta nell’atto dell’acquisto.

Come nei mesi precedenti, anche a giugno l’iniziativa di Postepay è legata ai numerosi negozi partner. La lista degli esercenti aderenti all’iniziativa è disponibile sul sito ufficiale di Poste Italiane.

Senza il programma di Stato, la promozione di Postepay rappresenta un baluardo per coloro che intendono risparmiare con la moneta digitale. La soluzione sarà disponibile sino al 30 giugno. Ad oggi non sono previste proroghe, anche se come in passato Poste Italiane potrebbe rilanciare l’iniziativa in vista dell’estate.

Postepay, continua per pochi giorni il cashback: rimborsi in arrivo per tutti Tecnoandroid

Energia e batterie infinite: rivoluzione con le nuove unità in arrivo

Tue, 06/21/2022 - 09:25

Energia e batterie infinite: rivoluzione con le nuove unità in arrivo Tecnoandroid

La soluzione per trovare l’energia illimitata ovviamente non esiste, ma a quanto pare qualcuno sarebbe insistendo sulle batterie. Secondo alcune informazioni trapelate, potrebbe essere ben presto il turno delle unità al grafene che sostituirebbero quelle agli ioni di litio.

Il tutto però al momento risulta ancora troppo costoso per essere lanciato ufficialmente, per cui si pensa solo a delle ipotesi.

 

Batterie al grafene: la soluzione che porterà i dispositivi a durare molto di più rispetto ad ora

Secondo quanto riportato da alcune ricerche che starebbero conducendo diversi scienziati, le batterie al grafene potrebbero essere la soluzione perfetta per il futuro. Infatti tali unità potrebbero essere ricaricata in tempi molto più brevi rispetto alle batterie al litio. Si parla di circa 45 secondi per una ricarica completa con un’autonomia che potrebbe protendersi addirittura per un’intera settimana. Al momento non ci sono ancora notizie che lasciano trasparire un prossimo lancio di questa soluzione però alcuni scienziati ne cominciano a parlare:

Siamo in una fase avanzata di sperimentazione con NexTech, un’azienda del Nevada. Ora installeranno qui accanto a noi un impianto pilota di queste batterie. Hanno scoperto che il nostro grafene, essendo fatto senza chimica, secondo loro è il migliore al mondo come conduttore. L’obiettivo è fare una batteria che costa il 50% in meno rispetto agli ioni di litio, e con una energia specifica da 3 a 5 volte, che significa che un’auto farebbe quasi mille chilometri. Poi c’è la sicurezza: se la batteria agli ioni di litio prende fuoco non la spegni più questa invece non prende fuoco”. 

Energia e batterie infinite: rivoluzione con le nuove unità in arrivo Tecnoandroid

Prodotti ritirati dal mercato: è scandalo, non ve lo aspettereste mai da questi alimenti

Tue, 06/21/2022 - 09:20

Prodotti ritirati dal mercato: è scandalo, non ve lo aspettereste mai da questi alimenti Tecnoandroid

Il mercato sta vedendo scomparire, giorno dopo giorno, un’immensità di alimenti che nessuno si aspetterebbe. Complice di questo maxi ritiro è il Ministero della salute, il quale sta proseguendo le indagini precauzionali sul piano alimentare e sui prodotti ritirati dal mercato.

Prodotti ritirati dal mercato: il nuovo e inaspettato elenco

I prodotti ritirati dal mercato sono ancora tantissimi, stavolta però al centro della causa troviamo i lotti di medaglioni di tofu con spinaci a marchio Natur Aktiv Bio Natura di Aldi per la “presenza di Bacillus cereus”. Il prodotto interessato pesa 320 grammi e appartiene ai lotti numero 21170 con scadenza 14/01/2023, 21166 con scadenza 18/01/2023, 21079 con scadenza 15/04/2023 e 22292 con scadenza 14/09/2023.

Dopodiché si sussegue il lotto di caffè macinato a gusto classico per via del superamento del limite di ocratossina A. Il marchio è Juanito e viene venduto in confezioni da 250 grammi con il numero di lotto D06X e il termine minimo di conservazione (Tmc) 06/04/2024.

L’elenco si conclude con un alimento che nessuno si aspetterebbe: i semi di chia. Eppure è vero, e la causa è legata alla presenza non dichiarata dell’allergene della soia.

  • Marchio OHI VITA, Semi di chia – biologico, prodotto da VeGè Retail S.r.l., lotto 09/06/23, scadenza 09/06/23, peso 200 grammi;
  • Iper, Semi di chia, prodotto da Iper S.p.A., lotto 06/05/23 – 13/03/23 – 03/02/23, scadenza 06/05/23 – 13/03/23 – 03/02/23, peso 250 grammi;
  • DECO’ – BIO, Semi di chia da Agricoltura Biologica, prodotto da Deco’ Italia S.c.a.r.l., lotto 30/04/23 – 02/06/23 – 16/06/23, scadenza 30/04/23 – 02/06/23 – 16/06/23, peso 250 grammi;
  • Carrefour, Semi di chia, prodotto da GS S.p.A., lotto 16/04/23 – 04/03/23 – 27/01/23, scadenza 16/04/23 – 04/03/23 – 27/01/23, peso 250 grammi;
  • DBT, Semi di chia, prodotto da PEDON S.P.A, lotto 24/04/23 – 07/04/23 – 26/02/23 – 08/01/23, scadenza 24/04/23 – 07/04/23 – 26/02/23 – 08/01/23, preso 250 grammi;
  • I Naturali, Semi di chia (Salvia hispanica), prodotto da PEDON S.P.A., lotto 03/03/23, scadenza 03/03/23, peso 250 grammi;
  • I Biologici, Semi di chia (Salvia hispanica), prodotto da PEDON S.P.A., lotto 08/05/23, scadenza 08/05/23, peso 250 grammi.
Non finisce qui
  • Marchio Happy Harvest, Mix Insalata alla Mediterranea – Misto di semi con pomodori secchi e semi di chia (Salvia hispanica), prodotto da ALDI S.r.l, lotto 12/01/23 – 27/08/22 – 05/10/22 – 24/11/22 – 10/03/23 – 28/04/23, peso 140 grammi;
  • Happy Harvest, Mix Colazione – Misto di semi con bacche di goji e semi di chia (Salvia hispanica), prodotto da ALDI S.r.l, lotto 16/12/22 – 12/01/23 – 05/10/22 – 04/10/22 – 24/11/22 – 10/03/23 – 09/03/23 – 27/04/23, scadenza (tempo minimo conservazione) 16/12/22 – 12/01/23 – 05/10/22 – 04/10/22 – 24/11/22 – 10/03/23 – 09/03/23 – 27/04/23, peso 140 grammi;
  • CUCINA E SAPORI, SEMI DI CHIA (Salvia Hispanica), prodotto da MD S.P.A., scadenza 11/06/23, lotto 11/06/23, peso 250 grammi;
  • DBT, SEMI DI CHIA (Salvia Hispanica), prodotto da PEDON S.P.A., lotto 19/06/23, scadenza 19/06/2023, peso 250 grammi;
  • Marchio DBT, SEMI DI CHIA (Salvia Hispanica), prodotto da PEDON S.P.A., lotto 18/06/23, scadenza 18/06/2023, peso 150 grammi;
  • NoiVoi, Semi di chia (Salvia hispanica), prodotto da Consorzio C3, lotto 07/05/23, scadenza 07/05/23, peso 250 grammi.

Prodotti ritirati dal mercato: è scandalo, non ve lo aspettereste mai da questi alimenti Tecnoandroid

Pages